Insieme per vincere le sfide... pag. 3. Intervista ad Egidio Bonapace... pag. 3. Intervista ad Annibale Salsa... pag. 4. Centocinquanta... pag.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Insieme per vincere le sfide... pag. 3. Intervista ad Egidio Bonapace... pag. 3. Intervista ad Annibale Salsa... pag. 4. Centocinquanta... pag."

Transcript

1

2 Sommario Insieme per vincere le sfide pag. 3 Intervista ad Egidio Bonapace pag. 3 Intervista ad Annibale Salsa pag. 4 Centocinquanta pag. 5 Intervista a Iva Berasi pag. 7 Noi Donne UNCI pag. 9 UNCI Bergamo pag. 10 UNCI Brescia pag. 13 Foto di copertina Pietro Lattuada - Valle San Nicolo Il Cavaliere d Italia Quadrimestrale d informazione Cultura, Arte, Sport, Turismo, Attualità Direttore Editoriale Grand Uff. Marcello Annoni Presidente Nazionale U.N.C.I. Redazione: Capo Redazione Grand Uff. Ennio Radici Direttore Responsabile Grand Uff. Romano Da Col Amministrazione Cav. Pompilio Sirsi Hanno collaborato ai testi: Accademia della Montagna del Trentino Ennio Radici Romano Da Col Renato Accili Marcello Annoni Antonio Sergio Sossella Tina Mazza Annoni Giorgio Brignola Pierlorenzo Stella Nino Onofrio Bernardi lucio Tabini Collaboratore di redazione Cav. Pierlorenzo Stella Antonio Guarnieri Roberto Scarpa Michele Totaro Giuseppe Morselli Elio Carletti Bruno Croveglia Silvano Miotello Carlo Del Vecchio fabio lucchi Giuseppe fin Giovanni Tosolini Nicola Zoller Tiziano Mellarini UNCI Gorizia pag. 16 UNCI Mantova pag. 17 UNCI Milano pag. 18 UNCI Padova pag. 22 UNCI Perugia pag. 23 UNCI Trento pag. 27 UNCI Treviso pag. 36 UNCI Udine pag. 37 UNCI Venezia pag. 39 UNCI Verona pag. 42 UNCI Vicenza pag. 47 Autori vari pag. 49 Rubrica letteraria pag. 52 Il notaio risponde pag. 53 Centenario della Grande Guerra pag. 54 Editore U.N.C.I. Unione Nazionale Cavalieri d Italia Via C. Cattaneo, VERONA cas. post VERONA succ Tel Numero Repertorio del ROC Aut. del Trib. di Verona n 1367 del 03/04/1999 REdAziONE: Via Gandhi, 1/A Trento Tel Stampa: GRAfIChE futura S.R.l. Via della Cooperazione, MATTAREllO (TN) Composizione grafica - Berti Jessica COMUNiCAziONE importante CAVALiERi! Sostenete la vostra RiViSTA Per qualsiasi informazione Via Gandhi 1/A Trento Si è verificato ancora qualche caso di errato versamento sul c/c postale. il Bollettino postale allegato, con il nominativo ed indirizzo del Socio, è da usare ESCLUSiVAMENTE PER il VERSAMENTO VOLONTARiO di contributo a favore della rivista il CAVALiERE d italia. Si RiBAdiSCE: che il pagamento delle quote annuali e delle iscrizioni, deve ESSERE EFFETTUATO, con Bollettino postale, intestato alla Sezione, Provinciale di appartenenza o direttamente alla Segreteria Generale sul c/c n

3 INSIEME PER VINCERE LE SFIDE VETTORIALE Accademia della montagna del Trentino è nata con il coinvolgimento da parte della Provincia di Trento dei soggetti che a livello provinciale operano nel settore delle attività economiche, professionali, formative e culturali della montagna. Possiamo dire che Accademia è lo strumento operativo a favore della montagna, a disposizione del collegio provinciale delle guide alpine, del collegio provinciale dei maestri di sci e le rispettive associazioni, dell associazione dei gestori di rifugio, dell associazione degli accompagnatori di territorio, della Camera di commercio industria artigianato e agricoltura e dell Università di Trento. Sono questi i soci fondatori di Accademia, insieme a condividere la finalità di un ente al servizio della montagna; un laboratorio di idee e risposte ad esigenze particolari espresse dal territorio nelle diverse forme rappresentato, volte a valorizzare le attività ed il patrimonio alpino a partire dalla conoscenza dell ambiente montano che ci ospita. Accademia della Montagna è il luogo del confronto e della proposta per vincere le sfide che la montagna del futuro è chiamata ad affrontare. formazione è la parola chiave; dei giovani per rendere consapevoli innanzitutto le nuove generazioni della specialità del loro territorio montano, favorire un identità territoriale da spendere sul palcoscenico del mondo, far crescere il desiderio di investire le conoscenze acquisite per la crescita della terra di appartenenza. formazione dei professionisti della montagna. Confermare quello che di buono già si fa riconoscendo la qualità delle proposte formative in corso ma guardare insieme lontano nel tempo, facendo di Accademia il luogo del confronto e della proposta, volto alla preparazione di professionisti che abbiano gli strumenti tecnici, culturali e manageriali per vincere le sfide che già sono in corso. Egidio Bonapace - presidente INTERVISTA AD EGIDIO BONAPACE PRESIDENTE DI ACCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO Alpinista, maestro di sci, Guida alpina, Gestore del rifugio Segantini nelle Dolomiti di Brenta ai piedi della Presanella Quale crede sia il ruolo di Accademia della Montagna? Accademia rappresenta il punto di riferimento per la montagna dei diversi saperi e qualificate competenze di cui il territorio è portatore attraverso i soggetti che si trovano ad operare, in rapporto alle più svariate attività produttive all interno delle comunità valligiane. Accademia è un contenitore di proposte ed iniziative per contribuire sinergicamente alla crescita qualitativa del Trentino territorio di montagna. Da alpinista, maestro di sci, guida alpina, gestore di un rifugio, come vede la montagna oggi? la montagna negli ultimi 30 anni è in continuo cambiamento. Sono cambiate le modalità ed i mezzi di frequentazione. In inverno accanto agli sciatori tradizionali sono circa i ciaspolatori che in modo abituale o sporadico frequentano la montagna. Egidio Bonapace Presidente di Accademia della Montagna del Trentino A questi si aggiungono gli scialpinisti che rimangono stabili attorno alle unità, ma si differenziano in chi fa una pratica sportiva e chi vive la montagna alta in inverno. Gli snowborder si consolidano in praticanti. Sono in crescita i freerider ma rimangono al momento un numero limitato. la montagna in estate vede sempre meno alpinisti e più escursionisti quindi i rifugi sono diventati la meta gior- 3

4 VETTORIALE naliera e non più un punto di partenza per raggiungere le cime. le esigenze degli escursionisti sono diverse da quelle degli alpinisti; i rifugi ne debbono tener conto e pur mantenendo un offerta legata alla sobrietà sono costretti ad investire in qualità. Quanto sono importanti i rifugi per mantenere viva la montagna? Il Rifugio alpino da sempre è il presidio della montagna, ora più che mai con il cambiamento in atto dei frequentatori della stessa deve essere non solo riparo e ristoro ma sempre più luogo di cultura della montagna. Cosa chiede l utente di oggi ad un gestore di rifugio? Chi entra nel rifugio oggi, ha esigenze precise, perché il rifugio diventa la meta, come per l alpinista è la cima, quindi cerca spesso al rifugio le comodità che normalmente trova in città ma è attento al rispetto dell ambiente, al mantenimento delle tradizione al buon cibo sano e genuino. E il gestore che fa la differenza anche nel conoscere, trasmettere e mantenere la cultura della montagna che deve si adeguarsi ai tempi ma non deve esserne condizionata tanto da essere snaturata. Come vede il mondo dello sci, di coloro che amano la montagna d inverno? la montagna in inverno è in effetti legata alla pratica dello sci, turismo che ha dato ricchezza alle genti delle valli. Oggi abbiamo qualche flessione perché i costi per tale pratica sportiva hanno portato gli italiani a praticarla in modo saltuario in qualche fine settimana. E finita la vacanza lunga per sciare come sono sempre più corte le settimane bianche. hanno in parte sopperito a questa defezione gli stranieri in particolare provenienti dai paesi dell Est ma anche loro stanno sviluppando stazioni sciistiche in patria. Quello invernale rimane pur sempre un turismo trainante per l economia del Trentino, ma l inverno dura quattro cinque mesi e la neve è sempre un incognita visti i cambiamenti climatici che non danno più le certezze degli anni d oro dello sci. Sarà determinante per l economia della nostra provincia promuovere la frequentazione della montagna estiva ed autunnale che già ora attira il 52% dei turisti che arrivano in Trentino. A ben pensare bisogna ritornare da dove siamo partiti infatti il turismo trentino è iniziato con l esplorazione in estate delle nostre montagne. INTERVISTA AD ANNIBALE SALSA ANTROPOLOGO PRESIDENTE DEL COMITATO SCIENTIFICO DI ACCADEMIA DELLA MONTAGNA L importanza per il Trentino di una Accademia che si occupa di Montagna Per un territorio interamente montano come il Trentino, la presenza di un soggetto che si occupi di promuovere una nuova consapevolezza nei confronti della montagna di oggi e di domani riveste un importanza strategica rilevante. In alternativa complementare all associazionismo, rappresentato dal volontariato e dal professionismo, la fondazione Accademia della Montagna si caratterizza quale Ente strumentale della Provincia autonoma di Trento, finalizzato a supportare e coordinare iniziative di valorizzazione delle terre alte trentine. Meglio la montagna di ieri o di oggi? Una certa retorica nostalgica porterebbe ad esaltare la montagna di ieri. Ma occorre evitare di assumere atteggiamenti romantici che, spesso, fanno perdere di vista la realtà. la montagna ha sempre avuto problemi a causa della fragilità del territorio e degli sforzi adattivi richiesti 4 Annibale Salsa alle popolazioni residenti per trasformare spazi selvaggi in spazi domestici vitali. la società di oggi ha accresciuto la complessità infrangendo vecchi equilibri. Ne è conseguita una crisi socioeconomica e di costume che ha innescato fenomeni di spopolamento preoccupanti. Per queste ragioni la montagna di ieri appare ancora,

5 nell immaginario simbolico, migliore di quella di oggi. Ma le crisi aiutano a non dare niente per scontato. Tutto muta e si trasforma. Oggi affiorano nuovi bisogni di montagna che potrebbero delineare scenari interessanti se pilotati ed accompagnati in modo consapevole. Per queste ragioni occorre puntare sulla formazione culturale, sulla ri-alfabetizzazione territoriale, sulla re-invenzione di buone pratiche che esaltino il meglio della tradizione integrandola con percorsi di innovazione tecnologica ecosostenibili. Quanto è importante la presenza femminile per la montagna? la presenza femminile in montagna è fondamentale al fine di garantire stabilità sociale. Nell arco alpino le donne hanno sempre avuto grosse responsabilità sia nel ménage familiare, sia in ruoli di presidio sociale del territorio. Quando l emigrazione maschile era di tipo stagionale (inverno) e, quindi, funzionale alla società alpina, le donne erano al centro della vita domestica. Quando i mutamenti sociali hanno trasformato l emigrazione stagionale in migrazione definitiva, la partenza delle donne alla ricerca di nuove opportunità ha svuotato la montagna, moltiplicando il numero dei villaggi dai camini spenti. Oggi registriamo fenomeni di ritorno alla montagna, timidi ma comunque significativi, in cui sono proprio le donne le maggiori e più convinte protagoniste. Esse riattivano i legami sociali e spesso gestiscono in prima persona iniziative imprenditoriali, costruendo reti trasversali fra territori. Ancora una volta, dobbiamo credere ed investire in una montagna al femminile. Quale il futuro delle professioni di montagna come maestri di sci e guide alpine? Anche le principali figure professionali del turismo montano non sfuggono ai processi di cambiamento in atto. la professione più antica, fra queste due, è sicuramente VETTORIALE quella della guida alpina, nata agli albori dell alpinismo e principale trait-d union con il mondo esterno dei frequentatori della montagna. la compresenza, nei Collegi professionali, di guide di origine valligiana e di guide di origine cittadina ha introdotto linguaggi, visioni, rappresentazioni assai diversificate rispetto al passato. Anche il rapporto con il territorio è sostanzialmente cambiato in quanto la guida di oggi non si limita ad attendere le richieste di accompagnamento da parte dei clienti, ma propone pacchetti e proposte che spaziano da un territorio all altro o da un attività all altra nell ambito di nuove forme di frequentazione. Spesso la proposta sportiva e tecnica prevale su quella contemplativa e culturale. l alpinismo classico è sempre più negletto a vantaggio di performances tecniche in cui l interesse per la montagna in senso tradizionale si è allentato. Anche per i maestri di sci si vanno delineando nuovi percorsi alternativi alla luce della crisi legata alla monocultura dello sci, ai cambiamenti climatici, all affacciarsi di nuove domande di fruizione della montagna invernale. Gli stessi maestri di sci si mostrano sempre più interessati a processi di de-stagionalizzazione che vanno verso forme di riconversione delle proposte turistiche. Vede un futuro per i nostri ragazzi sulla montagna? I nostri ragazzi di montagna devono riappropriarsi del loro territorio, conoscerlo meglio sotto il profilo storico, geografico, paesaggistico. Per questo, devono confrontarsi con altri territori, stabilire delle comparazioni, intensificare le relazioni interno-esterno. In tal modo eviteranno di alimentare quel complesso di subalternità verso la città e le terre basse che ha alimentato per molti anni un bisogno di fuga, un immaginario di insoddisfazioni, una voglia trasgressiva di evasione. Quando questa voglia si sarà esaurita, essi potranno riscoprire la propria valle e, con essa, anche se stessi. CENTOCINQUANTA LA NASCITA DELL ALPINISMO IN TRENTINO Accademia della Montagna, la SAT e TrentoFilmFestival celebrano insieme i centocinquant anni dalla nascita dell alpinismo trentino, con l opera Ad est del Romanticismo: , Alpinisti vittoriani sulle Dolomiti e la mostra : CENTOCINQUANTA ; un fitto calendario con tappe in tutto il territorio provinciale. Il 2014 è un anno da segnare in evidenza sul calendario alpinistico italiano e mondiale: segna infatti il ricorrere dei 150 anni dall inizio dell esplorazione delle Dolomiti. Nel 1864 avvennero infatti eventi cruciali in campo alpinistico, destinati a far nascere in Trentino un movimento del tutto nuovo di perlustrazione delle terre alte, fino ad allora regno incontrastato della fauna selvatica, 5

6 VETTORIALE e di pochi sparuti pastori spintisi in alto per recuperare le bestie smarrite. Nel 1864 John Ball, primo presidente dell Alpine Club di londra, attraversò per la prima volta la Bocca di Brenta. Douglas William freshfield e i suoi compagni salirono la Cima Presanella, e Julius von Payer l Adamello. fu effettuata la prima salita del Grand Zebrù da parte di francis fox Tuckett; ed anche la prima ascensione della Marmolada, eseguita da Paul Grohmann, che nella stessa estate scalerà anche il Piz Boè nel gruppo del Sella. Foto del cofanetto dell opera All epoca gli esploratori erano principalmente inglesi e tedeschi; e la stampa d oltralpe documenta altre e numerose ascensioni del periodo, facendo per la prima volta conoscere ad un pubblico internazionale le bellezze delle montagne trentine. Erano gli anni gloriosi che segnavano la nascita dei primi club alpini mondiali: l Alpine Club di londra nel 1857, l Alpenverein austriaco nel 1862, il Club Alpino Italiano nel 1863, mentre il 2 settembre 1872 vedeva la costituzione, a Madonna di Campiglio, della Società Alpina del Trentino, oggi Società degli Alpinisti Tridentini: la SAT. Sono anche gli anni delle origini del turismo montano in Trentino: nascono alcune delle più rinomate località turistiche delle Alpi, come Madonna di Campiglio e San Martino di Castrozza; appaiono uno dopo l altro, in Fabrizio Torchio, Tony Westcott - Alpen Club Londra, iva Berasi, Riccardo decarli, Anastasia Cigolla - CdA Accademia, durante la presentazione dell opera al Rifugio Tuckett breve tempo, sentieri, vie ferrate, rifugi e bivacchi. Generati da questa nuova, improvvisa spinta esplorativa, compaiono le guide alpine, il soccorso alpino, la letteratura di settore, e vede la luce un sistema di gestione e promozione dell alta montagna destinato a raggiungere eccellenze che hanno pochi paragoni al mondo. E dunque la nascita della storia del Trentino alpinistico che Accademia della Montagna, SAT e Trentofilmfestival, i tre principali enti del Trentino ad occuparsi di montagna, hanno ritenuto fondamentale celebrare. l opera Ad Est del Romanticismo , alpinisti vittoriani sulle Dolomiti, di Riccardo Decarli e fabrizio Torchio, sostenuta da Accademia della Montagna, edita da New-Book Edizioni che ha indagato in profondità non solo la storia alpinistica delle Dolomiti, ma anche il contesto socio-culturale e letterario che caratterizzava quegli anni, può essere acquistata chiamando il numero o attraverso il sito la mostra , CENTOCINQUANTA, a cura di Marco Benedetti, Roberto Bombarda, Riccardo Decarli e fabrizio Torchio, celebra quegli storici anni attraverso una rassegna di fotografie e riproduzioni di opere pittoriche. Il calendario degli appuntamenti sul sito 6

7 INTERVISTA A IVA BERASI DIRETTRICE DI ACCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE VETTORIALE Quale il significato del progetto Montagna Accessibile? Il Trentino è un territorio di montagna che vede nel turismo una delle voci più importanti del suo Pil. Esiste un target numeroso di persone con disabilità che vanno in vacanza se il territorio è in grado di rispondere a quelle che sono delle specifiche necessità. Con il progetto Montagna Accessibile vogliamo rendere il nostro territorio ospitale anche per le persone disabili con un alto livello di qualità garantito dalla certificazione Open. Ci spiega il significato della certificazione Open? Il Trentino si è dotato di un marchio di qualità specifico per l accessibilità: il marchio Open che rappresenta una innovazione a livello internazionale. Open è declinato in tre gradi di qualità per le strutture alberghiere: Open oro, argento e bronzo. Esiste poi Open Event per gli eventi resi accessibili alla partecipazione di tutti, Open Area per le destinazioni turistiche e Open per i percorsi. Avete già riconosciuto delle certificazioni? Il primo evento certificato sono stati i Mondiali di sci nordico 2013 in valle di fiemme che hanno avuto il riconoscimento Open Event e sono stati il primo evento al mondo reso accessibile a tutte le persone con disabilità motorie,sensoriali ed anche con intolleranze alimentari. la Val di fiemme è un territorio da sempre molto attento alle persone con disabilità. Ciò si deve alla presenza da ben 15 anni di SportAbili Onlus un associazione che promuove e organizza vacanze ed attività sportive invernali ed estive per persone con disabilità fisica,sensoriale e intellettiva. Tutto il territorio si è quindi attivato per garantire che i mondiali fossero accessibili e certificati con il marchio Open Event. Sci accessibile a Bellamonte Val di Fiemme iva Berasi E stato certificato il festival del Gioco in folgaria e tutto il territorio degli altipiani cimbri con lavarone e luserna è impegnato in un progetto di certificazione Open Area. A Stenico in valle Giudicarie Esteriori ha ottenuto il marchio Open il percorso artistico nel bosco, curato dall associazione BAS (Bosco Arte Scenico) reso accessibile in autonomia alle persone in carrozzina. Anche l importante manifestazione TED X Trento ha ottenuto il marchio Open Event. Sono Open anche strutture come il ristorante da Ugo e l albergo Vittoria a folgaria ed una richiesta c è anche per l ostello della gioventù a Trento. Possiamo dire che il territorio si sta aprendo con convinzione all accoglienza accessibile di alta qualità. Ci risulta che il progetto Trentino Montagna Accessibile è stato presentato anche alla Commissione europea a Bruxelles. Si è vero ed è stata una grande soddisfazione essere stati scelti come unica buona pratica italiana delle 15 europee presentate. Siamo stati scelti perché abbiamo creato un sistema di azioni per la qualità dell accessibilità territoriale partendo dal coinvolgimento progettuale dei portatori di interesse che sono le stesse persone disabili, alla promozione innovativa con il sito Trentino per tutti e la App Trentino accessibile, alla formazione scolastica soprattutto nelle scuole alberghiere dove si insegna l ospitalità, ad azioni per favorire la cultura dell accessibilità nella comunità, al coinvolgimento delle categorie economiche albergatori, commercianti artigiani nella definizione, promozione applicazione dei marchi Open, alla promozione di sinergie tra pubblico e privato. 7

8

9 NOi donne dell U.N.C.i. CAV. MANUELA CRISTINA GHIDINI Nata a Gorlago nel 1952 in provincia di Bergamo, Manuela Ghidini, questo è il suo nome da nubile, appena diplomata in ragioneria, lavora in un ufficio commerciale in un azienda della zona. Nel 1972 si sposa con Pierangelo Testa, lascia il suo lavoro entra nell azienda di famiglia: il cantiere Tri Plok, all epoca leader in Europa nella produzione di manufatti in cemento per il settore enologico. Il Cav. Severo Testa, suo suocero, ha brevettato nel 48 la Monolitica, una botte in cemento per il vino che ha avuto un gran successo. Manuela con impegno e caparbietà, ben presto, grazie anche alla passione e all esempio che il marito le ha trasmesso, assume in azienda un ruolo sempre più importante. la Cav. Manuela oltre alla dedizione al lavoro ha imparato dai genitori il vero valore della famiglia; deve crescere i suoi figli: laura, Roberta, Maria e francesco. Manuela riesce a trovare il giusto equilibrio tra lavoro e famiglia, nei momenti importanti è a fianco al marito, condividendo con lui giorno dopo giorno, problemi preoccupazioni, ma anche nuovi progetti e interessanti prospettive per il futuro. Una di queste è l Acetaia Testa, proprio recentemente la Tenuta degli Angeli e l Acetaia, sono state scelte come eccellenza dell imprenditoria femminile, esempio culturale del nostro territorio, l unicità dell acetaia è proprio una preziosa opportunità come l Expo la prima e unica in lombardia, oggi fiore all occhiello dell azienda agricola di famiglia. Nel 1984 Testa decide di acquistare alcuni ettari sulle colline di Carobbio degli Angeli (BG) e così inizia una nuova avventura, ora la famiglia Testa ha la sua azienda vitivinicola nasce la tenuta Degli Angeli, eccellenza della zona con i suoi spumanti Val Calepio e passiti. Nel 2003 è un anno importante perché l azienda ottiene l accreditamento regionale, come fattoria didattica a livello provinciale, progetto che viene portato avanti con aggiornamenti e corsi per la grande valenza socio pedagogica. Purtroppo nel 2005 il marito muore e lascia un grande vuoto in azienda e in famiglia. Nonostante la grave perdita Cav. Manuela Cristina insieme ai figli è una squadra affiatata e ben organizzata, ognuno svolge i propri compiti con grande professionalità. l impegno sociale la vede come Vice Presidente della Compagnia delle Opere di Bergamo, ed è pure nel Consiglio Direttivo Nazionale. Il Rotari Nord di Bergamo, per la prima volta nella storia, ha deciso d inserire la prima donna la rag. Ghidini non solo per il suo valore imprenditoriale ma, anche per il suo riconosciuto impegno sociale. Appena possibile condivide l hobby del golf, dove si era affermata negli anni passati, con il figlio francesco che ha vinto il campionato dilettanti in giro per l Italia. l U.N.C.I. si compiace di averla come socia e le augura di continuare a lavorare con passione e competenza. Uff. Tina Mazza Consegna attestato a Cav. Manuela Cristina Ghidini 9

10 UNCi BERGAMO 23 CONVEGNO DEI CAVALIERI DELL U.N.C.I. 10 Foto di gruppo del Coro Val San Martino intervento dell Arcivescovo Emerito di Siena, Mons. Gaetano Bonicelli Gli insigniti della Sezione Provinciale dell U.N.C.I - Unione Nazionale Cavalieri d Italia, domenica 9 marzo 2014 dopo la Messa nella chiesa di San Bartolomeo, concelebrata dall Arcivescovo Emerito di Siena Mons. Gaetano Bonicelli, e Padre Silvestro Vernier, accompagnati dal Coro Val San Martino, si sono ritrovati in una sala affollata dell hotel Excelsior San Marco per la 23 riunione annuale. All appuntamento che si è tenuto con il patrocinio della Provincia, del Comune e della Camera di Commercio di Bergamo, sono intervenute numerose autorità: civili, militari e religiose. la riunione si è aperta con l inno d Italia cantato dal Coro Val San Martino e da tutti i presenti in sala. Parole di elogio per l organizzazione guidata dal Gr. Uff. Marcello Annoni che proprio nei giorni scorsi è stato eletto presidente nazionale (per lui congratulazioni e applausi) e da Tina Mazza, sono state espresse da alcune autorità intervenute all hotel Excelsior San Marco. hanno preso la parola l On.Giovanni Sanga, i Consiglieri Regionali Mario Barboni e Silvana Santisi Saita, il Vicesindaco Avv. Gianfranco Ceci, l Assessore Provinciale Grandi Infrastrutture, pianificazione Territoriale ed Expo Avv. Silvia lanzani. Tutti hanno ricordato che l appartenenza all U.N.C.I. significa mantenere alto il sentimento morale, avere doti di probità e correttezza morale. E seguita la relazione del presidente nazionale e presidente provinciale Gr.Uff. Marcello Annoni il quale ha ricordato che i soci U.N.C.I. di Bergamo sono oggi oltre 500 e prima di proporre all attenzione di tutti i presenti una relazione sui programmi, le iniziative e le attività che l Associazione stessa ha realizzato nel corso di un anno; ha letto le lettere di Papa francesco e del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, ha poi ricordato un tangibile riconoscimento a persone, Enti ed Associazioni che operano in favore dei cittadini più bisognosi. Il 1 dicembre è stato proposto il 20 Premio della Bonta U.N.C.I. - Città di Bergamo, con consegna dell attestato e contributo a nove Associazioni che operano nel volontariato. Vari contributi consegnati dall U.N.C.I. dopo la riunione dell anno scorso: il 10/3/13 Premio della Solidarietà consegnata all Associazione Cure Palliative Onlus di Bergamo, il 9/1/14 un contributo all Associazione franco Pini per i bambini di Nyagwethe in Kenya, il 7/2/14 alla Comunità Shalom per il recupero dei ragazzi con vari problemi. Sono seguiti gli autorevoli interventi del Console Regionale Comm. Dr. Silverio Gori, del Vicepresidente Nazionale Comm. Dr. Vincenzo Riboni e del Presidente Nazionale Onorario Gr. Uff. Ennio Radici: i quali hanno sottolineato che il riconoscimento del cavalierato della Repubblica è prima di tutto un riconoscimento al merito di persone che si dedicano con impegno e dedizione alla loro attività, vista come missione. Una scelta di vita con cui si contribuisce alla costruzione di una società più giusta. Non è più tempo di delegare hanno proseguito ed essere CAVAlIERI significa anche rendere più salda questa Repubblica, far crescere lo Stato italiano sui pilastri che fondano la nostra Costituzione. Per essere d esempio e di sprone, affinché altri percorrano questa strada di saggezza e lungimiranza. l assemblea ha ascoltato l Uff. Don lino lazzari e un dotto intervento di Monsignor Gaetano Bonicelli sul tema Cristiani e Cardinali. Gli Ecclesiastici nei loro interventi hanno sottolineato il ruolo prezioso che i cristiani e tutte le persone

11 oneste sono chiamati a svolgere in questi momenti di crisi economica e morale. Si è proceduto alla consegna dei diplomi ai nuovi soci simpatizzanti, che condividono le finalità dell U.N.C.I.: Pietro Alborghetti, Angelo Bonanomi, Dott. Piergiorgio Butti, Geom. Alessandro Epis, Angelo falconi, Rag. Antonio Guida, Raffaele Mammone, Maria Angela Pagnotta, Osvaldo Palazzini, Dott. Manolo Peroni, Dott. Pietro Piccinelli, Dr. Massimo Rondalli, Dott.ssa Teresita Valsecchi e ai soci insigniti: Cav. Angelo Albani, Cav. Pierino Angeloni, Cav. Arturo Asperti, Cav. Giuliana D Ambrosio, Cav. fernanda Dalla libera, Cav. luigi feliciani, Uff. Arch. lucio fiorina, Cav. Rag. Manuela Cristina Ghidini, Cav. Alessio Granelli, Cav. Elviro Angelo locatelli, Cav. Col. Sergio Nava, Cav. franco Sacco, Uff. Geom. Pietro Vincenzo Salvini, Cav. Alberto Tartaglia e Comm.Rag. luciana Previtali Radici. Prima della consegna delle distinzioni Onore e Merito dell U.N.C.I. da parte del membro della Commissione Comm. Giovanni Capurro, l Uff. Tina Mazza Annoni ha letto le motivazioni che hanno assegnato le distinzioni: al Sig. Giovanni fornoni di Chignolo d Isola e al Cav. luigi Tolotti di Grassobbio per la loro opera svolta nel campo professionale, economico e sociale, distinguendosi per impegno, serietà e correttezza civica e morale. Si è poi proceduto alla consegna ai Presidenti e delegati delle altre Sezioni d Italia di pubblicazioni artistiche e culturali al fine di diffondere nelle loro città le bellezze di Bergamo e la sua provincia. l incontro si è poi concluso con il brindisi e il pranzo sociale durante il quale i soci U.N.C.I. come ogni anno, hanno raccolto fondi per il Premio della Solidarietà consegnato al Comitato Ambulanze per la CRI di Treviglio per l acquisto di due ambulanze. I CAVALIERI DI BERGAMO IN VISITA DAL PAPA Il presidente nazionale U.N.C.I. Gr. Uff. Marcello Annoni con i componenti del Consiglio Direttivo di Bergamo, unitamente ad alcuni soci, il 26 marzo hanno partecipato all incontro con Papa francesco a Roma. Viaggio organizzato per la consegna a Sua Santità della prima copia del libro dell U.N.C.I. 1994/2013 vent anni di premi U.N.C.I. - Città di Bergamo. Annoni, dopo l udienza, ha commentato: è stata una forte emozione ed una grande soddisfazione per tutti noi far conoscere a Papa Bergoglio il nostro operato. Nelle parole del Papa si parla della misericordia, le sue riflessioni hanno avvolto tutti, constatando quanto è gradito anche ai giovani, numerosi nella piazza. Il primo giorno è stata effettuata la visita alla Basilica di San Pietro: ammirazione di fronte alla pietà di Michelangelo (stupenda Madonna con Cristo in grembo in marmo di Carrara). Devozione davanti al corpo di Papa Giovanni XXIII, legame particolarmente significativo per i bergamaschi con l avvenuta santificazione del 27 aprile e con la somiglianza a Papa francesco per l apertura a tutti credenti e non, nello stile semplice, nel linguaggio e nei gesti diretti. Non è mancata la visita nei sotterranei ai sepolcri dei Papi con devota sosta alla tomba di Papa Wojtyla. la permanenza a Roma ha permesso di visitare alcuni monumenti e piazze: piazza Venezia, Campidoglio ecc. Straordinaria la fontana di Trevi illuminata e suggestiva il folto gruppo dei partecipanti anche con la pioggia di quella serata. Piacevole passeggiata a Castel Sant Angelo, sulla riva destra del Tevere, con le sue statue berniniane degli angeli, sul ponte che lo collega alla città. Imponente la statua dell Angelo che Papa Benedetto XIV fece porre sulla cima a ricordo di una miracolosa apparizione che avrebbe portato fine ad una epidemia di peste. Non sono mancati momenti conviviali in locali tipici. Al rientro sulla freccia rossa, sono continuati i legami di calorosa amicizia fra i partecipanti e il desiderio di futuri pellegrinaggi forse in Terra Santa? 11

12 Il Presidente Nazionale - Gr. Uff. Marcello Annoni con un gruppo di soci dell U.N.C.I. - Unione Nazionale Cavalieri d Italia accompagnati dal Prof. Giovanni Dal Covolo hanno visitato i luoghi più significativi di questa città. Interessanti la piazza della vittoria con il Broletto, la visita al Duomo bramantesco (da poco riaperto dopo 10 anni di restauro) il ponte sul Ticino, il Castello visconteo, la chiesa del Carmine, l Università. la comitiva ha ammirato le opere di Camille Pissarro amico e maestro degli impressionisti francesi, presso le Scuderie del Castello Visconteo. Dopo la pausa conviviale, la comitiva nel pomeriggio si è trasferita alla Certosa di Pavia per la visita al complesso monumentale (basilica, monastero, refettorio, celle eremitiche). Al rientro tutti i partecipanti hanno ringraziato il professore che con sua competenza e disponibilità ha contribuito alla buona riuscita della giornata. GITA CULTURALE A PAVIA La comitiva dei visitatori CONFERIMENTO DELLE ONOREFICENZE Nella suggestiva cornice del chiostro di Sant Agostino a Bergamo Alta, si è tenuto il 2 giugno la celebrazione del 68 anniversario della fondazione della Repubblica Italiana. Molte le personalità di spicco presenti all appuntamento, tra le quali il Vescovo francesco Beschi, il Questore Dott. Dino finolli, il Sindaco di Bergamo Dott. franco Tentorio, il Presidente del Consiglio Provinciale Avv. Roberto Magri, oltre a diversi assessori, il presidente Nazionale e provinciale dell U.N.C.I. Gr. Uff. Marcello Annoni e la Responsabile Nazionale Donne dell U.N.C.I. Uff. Tina Mazza. Il prefetto di Bergamo Dott.ssa francesca ferrandino ha consegnato i diplomi di onorificenza dell Ordine al Merito della Repubblica Italiana anche a diversi soci dell UNCI: Cav. Dr. Italo Accardi, Cav. Pietro Adami, Cav. Bruno Agazzi, Cav. Aniello Aliberti, Cav. Col. Dott. Antonfabio Bari, Cav. Antonio Berardi, Comm. Geom. Valerio Bettoni, Uff. Giancarlo Bonardi, Cav. Avv. Benedetto Bonomo, Cav. francesca Bruschi, Cav. Dott. Alberto Capitanio, Cav. Salvatore Carrozza, Cav. Mario Colasante, Cav. Giuliana D Ambrosio, Uff. Prof. Arch. lucio fiorina, Cav. Rag. Manuela Cristina Ghidini, Cav. fernanda Maggioni, Cav. Col. Sergio Nava, Cav. Mdl Rag. luigi Pedrini, Comm. Dott. Angelo Piazzoli, Uff. Dott. Emanuele Prati, Cav. Anna Rudelli, Cav. Alberto Tartaglia. 12 i premiati, con i diplomi di onoreficienza dell Ordine al Merito della Repubblica italiana

13 UNCi BRESCiA INTITOLAZIONE PARCO, NEL COMUNE DI GUSSAGO AI CAVALIERI DELLA REPUBBLICA ITALIANA Domenica 8 giugno 2014 nel Comune di Gussago (BS) ha avuto luogo la Cerimonia di Intitolazione del primo PARCO, ai Cavalieri della Repubblica Italiana. Oltre al Sindaco Prof. Bruno Marchina e agli Assessori di Gussago: Dott.ssa Paola Ricci ed il Dott. Renato Verona, erano presenti: il Gr.Uff. Marcello Annoni, Presidente Nazionale U.N.C.I. e la sua gentile Signora Uff. Tina Mazza Annoni Responsabile Nazionale Donne U.N.C.I., la Dott.ssa Maria Villa Allegri, Presidente della Comunità Alloggio Cav. Michele Salerno Marco e Paolo di Gussago, assegnataria del Premio alla Bontà U.N.C.I e la Dott.ssa Caterina Rinetta faroni, insignita della Distinzione: Onore e Merito U.N.C.I. il Consiglio Direttivo e Soci della Sezione Provinciale U.N.C.I. di Brescia, le Associazioni d Arma e molti cittadini di Gussago. Dopo il taglio del nastro tricolore effettuato del Sindaco, dal Presidente Nazionale e dal Presidente della Sezione U.N.C.I. di Brescia, ha avuto luogo la benedizione della targa da parte di Don Angelo della Parrocchia di Gussago, accompagnata dall Inno di Mameli suonato dalla Banda di Santa Maria Assunta, diretta dal Maestro Claudio Almici, che ha accompagnato tutta la Cerimonia. Sono seguiti, poi, i discorsi ufficiali: del Sindaco Prof. Bruno Marchina, che ha accolto la domanda di intitolazione di una Via o di un luogo pubblico, ai Cavalieri della Repubblica Italiana, presentata dalla Sezione Provinciale U.N.C.I. di Brescia, scegliendo il Parco e spiegando che la Targa e il Parco devono essere un passaggio di testimone importante ai giovani ed alla trasmissione di valori positivi ai bambini che giocheranno, qui, grazie all U.N.C.I. Il Presidente della Sezione Provinciale U.N.C.I. di Brescia, Uff. Bruno Croveglia, dopo aver ringraziato il Sindaco di Gussago per aver accolto la domanda della Sezione di Brescia, decidendo di intitolare, ai Cavalieri d Italia, il bellissimo parco verde di Gussago, ha ringraziato, con particolare riconoscenza, il Presidente Nazionale U.N.C.I. Grand Uff. Marcello Annoni e la Responsabile Nazionale Donne U.N.C.I. Uff. Tina Mazza Annoni per essere gli ideatori ed i promotori di discorso del Presidente Naz. Gr. Uff. Marcello Annoni questa interessantissima iniziativa, che hanno trasmesso a tutti i Presidenti delle Sezioni Provinciali, invitandoli a presentare una domanda ai rispettivi Comuni, finalizzata ad ottenere l intitolazione di una Via o altro luogo pubblico ai Cavalieri della Repubblica Italiana, per richiamare l attenzione delle persone e dei giovani, in particolare, sui Cavalieri, chi sono e come si diventa Cavaliere, dove e come operano ed a favore di chi. I noltre per evidenziare che l onorificenza di Cavaliere viene concessa a persone, uomini e donne, che hanno acquisito benemerenze verso la Nazione, nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell economia e nel disimpegno di pubbliche cariche ed attività svolte a fini sociali, filantropici, umanitari e culturali e patrocinando o istituendo Premi alla Bontà e Riconoscimenti U.N.C.I. all impegno umanitario e sociale. ha chiuso gli interventi il Presidente Nazionale U.N.C.I. dichiarandosi soddisfatto, non solo perché la sua proposta è stata favorevolmente accolta e messa in atto dai Presidenti di Sezione, ma anche perché, l intitolazione ai Cavalieri della Repubblica Italiana, sta incominciando ad avere riscontri positivi, nei Comuni; infatti: la terza intitolazione è stata conferita al Parco del Comune di Gussago, primo Parco in assoluto, la seconda intitolazione ad una Via nella Città di Bergamo e la terza ad una Piazza nella Città di Venezia. la cerimonia si è conclusa con grandi applausi dei presenti, accompagnati dalla musica della Banda cittadina. Uff. Bruno Croveglia 13

14 Una bella foto di gruppo NOMINA DI PRESIDENTE ONORARIO PROVINCIALE al socio Cavaliere di Gran Croce Giulio Navoni Nel corso dell Assemblea Generale dei Soci della Sezione Provinciale U.N.C.I. di Brescia, riunitasi il 06 Aprile 2014, dopo la presentazione del nuovo Consiglio Direttivo della Sezione, nominato il 10 novembre 2013 per il quadriennio Note della redazione Il Consiglio Direttivo della sezione di Brescia, era stato nominato nella rivista precedente, come per tutte le sezioni U.N.C.I., pertanto non è possibile ripetere l elenco del Consiglio Direttivo. Si aggiunge per il completamento di tale Consiglio: - Uff. Giuseppe Pellegrinelli (Consigliere Nazionale) - Cav. Roberto Galli (Consigliere Nazionale) Errata corrige: - Uff. Bruno Alberti - Bene: Uff. Bruno Albertini - Sig. Armando fianchetto - Bene: Sig. Armando Franchetto h a approvato, all unanimità, la proposta del Consiglio Direttivo di nomina a Presidente Onorario al Socio Cavaliere di Gran Croce Giulio Navoni, che, per ben 12 anni ha assicurato il suo prezioso contributo, in termini di operosità, competenza e capacità organizzativa e promozionale, per il miglior funzionamento della Sezione Provinciale U.N.C.I. di Brescia. Inoltre per la sua ben nota ed apprezzata professionalità esercitata nel settore medico e per le benemerenze acquisite nell espletamento della sua professione, svolta con grande e riconosciuta capacità ed umanità, per le quali gli è stata conferita la più alta onorificenza del O.M.R.I., quella di Cavalier di Gran Croce. Il Diploma attestante la sua nomina a Presidente Onorario Provinciale gli è stato consegnato dal Presidente Nazionale Gr. Uff. Annoni Marcello nel corso dell Assemblea Generale dei Soci, riunitasi il 06 aprile 2014, accompagnata da un caloroso e riconoscente applauso. Uff. Bruno Croveglia 14

15

16 UNCi GORiziA ATTESTATO DI BENEMERENZA La lega Italiana dei Diritti dell'uomo del friuli Venezia Giulia ha recentemente consegnato un'attestazione di Benemerenza ai nostri Soci, il Cav. Uff. Roberto Selva e il Cav. Dott. Massimo Verilli, rispettivamente Presidente e Vicepresidente della Sezione Provinciale U.N.C.I. di Gorizia. Agli stessi sono stati riconosciuti gli impegni profusi e la disponibilità manifestata nei confronti dei meno abbienti, attribuendo loro elevate doti di moralità sociale ed umanitarie nella lotta contro il disagio sociale. la cerimonia, che si è tenuta il giorno 25 marzo presso la sede della Associazione Onlus lira di Udine, è stata presieduta dal Dott. Antonello Quattrocchi unitamente alla Dott.ssa francesca Arpaia del Comitato Centrale Nazionale della lidu Italia. Alla premiazione sono intervenute altresì diverse autorità civili e militari. Consegna dell attestazione di benemerenza al Cav. dott. Massimo Verilli e il Cav. Roberto Selva COMMEMORAZIONE STRAGE DI PETANO 16 Nella mattinata del 31 maggio 2014 alla presenza del Gen.B. flavio Garello, comandante della legione Carabinieri friuli Venezia Giulia, è stato commemorato il 42 Anniversario della Strage di Peteano, in cui persero la vita il Brigadiere Antonio ferraro e i carabinieri Donato Poveromo e franco Dongiovanni. Durante la ricorrenza sono stati resi gli onori ai caduti ed è stata deposta una corona al cippo sulla Strada Provinciale n. 8 al km. 5, eretto in loro memoria. A seguire, la cerimonia d intitolazione dell antistante piazzale in onore al carabiniere. Infatti, l amministrazione comunale di Sagrado, grazie anche alla particolare sensibilità dimostrata nella circostanza dal sindaco, dott.ssa Elisabetta Pian, ha aderito alla proposta avanzata dall U.N.C.I. Sezione Provinciale di Gorizia, di concerto anche con l A.N.C. (Associazione Nazionale Carabinieri) del friuli Venezia Giulia di dedicare una via del proprio Comune alla memoria del triste evento, ed in particolare alla figura del carabiniere. Presenti alla manifestazione alcuni familiari dei militari caduti, oltre a varie autorità, tra le quali il Prefetto di Gorizia, dott. Vittorio Zappalorto, rappresentanti della Provincia di Gorizia, numerosi sindaci dei comuni limitrofi, associazioni combattentistiche con i rispettivi labari, ed una consistente rappresentanza dell ANC. Il Presidente U.N.C.I. di Gorizia, uff. Roberto Selva, unitamente al Presidente onorario uff. Michele Totaro e al consigliere nazionale, cav. dott. Massimo Verilli, ha nella circostanza espresso il proprio compiacimento e la sentita gratitudine nei confronti di tutta l Amministrazione comunale di Sagrado per la particolare sensibilità dimostrata con tale intitolazione, auspicando che il sacrificio e la quotidiana abnegazione dei carabinieri non venga così mai dimenticata. E stata altresì avviata una promessa d intenti tra le parti per sviluppare nei prossimi mesi nel territorio isontino delle manifestazioni d interesse socio culturale. Le autorità alla cerimonia

17 Il 14 giugno 2014 presso gli Istituti Santa Paola di Mantova sono state consegnate da parte della Sezione Provinciale dell Unione Nazionale Cavalieri d Italia di Mantova, due borse di studio a favore di altrettanti studenti che si sono distinti dal punto di vista scolastico per impegno e serietà. Il Cavaliere d Italia UNCi MANTOVA CONSEGNA DELLE BORSE DI STUDIO 2014 Presso gli Istituti Santa Paolo di Mantova La studentessa premiata Erika Scandola Lo studente premiato Matteo Leali la 1^ Borsa di Studio è stata assegnata alla studentessa Scandola EriKa dell Istituto Santa Paola di Mantova alla memoria del Comm.re Mar. Magg. dei Carabinieri Giuseppe Monaco, già nostro Dirigente Nazionale e Provinciale U.N.C.I. la 2^ Borsa di Studio è stata attribuita allo studente leali Matteo dell Istituto Comprensivo di Montichiari - alla memoria del M. Cav. Giulio formizzi, anch esso nostro Dirigente Nazionale e Provinciale U.N.C.I. ed a cui è intitolata la Sezione Provinciale Virgiliana dei Cavalieri d Italia di Mantova. Al termine della cerimonia è stato ricordato lo scomparso Comm. Renzo Dalmaschio, che fu Presidente Sezione di Mantova, che si era sempre prodigato con convinzione ed entusiasmo per questa iniziativa. Nel cortile dell Istituto Santa Paola il giovane Cagnato ha eseguito con la tromba il Silenzio e l Inno di Mameli suscitando la commozione generale dei presenti. Come consuetudine, è seguito un rinfresco, offerto dai figli del Comm. Monaco a tutti i presenti. il giovane Cagnato mentre esegue l inno di Mameli RETTIFICA ELENCO CONSIGLIERI Acompletamento dell elenco del Consiglio Direttivo Provinciale dell Unione Nazionale Cavalieri d Italia - Sezione di Mantova, comparso nel n 39 dell aprile u.s. della rivista Il Cavaliere d Italia, si comunica che sono consiglieri anche: Cav. filochi luigi; Uff. Greco lucia - Vice Responsabile Donne; Uff. Goldoni lucio Gilberto; Uff. Marchini Roberto. 17

18 UNCi MiLANO I CAVALIERI A TAINO SESTO CALENDE Prosegue l attività culturale/filantropica in programma per il 2014 della Sezione Provinciale U.N.C.I. di Milano che ha sede in Parabiago. Dopo l ottima riuscita del Pellegrinaggio a Roma con udienza al Papa francesco, il Presidente della Sezione Cav. lucio Tabini unitamente al proprio Consiglio Direttivo e, grazie alle buone conoscenze personali con l Associazione Gruppo Anziani CASA ROSA nella persona del suo Presidente Dr.ssa Maria Vittoria Patrucchi e con la Prof. laura Tirelli storica e studiosa della storia di Taino hanno organizzato e realizzato in data 4 maggio 2014 un TORNEO di BURRACO benefico per effettuare una raccolta fondi da destinare a opere meritevoli. la manifestazione Gioca, divertiti e fai del bene ha avuto luogo nella bellissima CASA ROSA del Centro Ten. Col. BIEllI sita nella bellissima TAINO splendida cittadina delle Prealpi lombarde con una storia romano/medioevale tutta da scoprire e, che fa risalire TAINO al nome gentilizio TAGINOS. Alcuni studiosi storici, dicono che possa anche derivare dal celtico TA (buono) e VYN ( vino ) cioè Terra del buon vino. Nel programma dell evento, la rappresentanza del CDS (Cav. lucio Tabini, Cav. Salvatore Di Muro, Dr. Roberto Trigila, Rag. Tina Mastropietro) è stata accolta dal Sindaco di TAINO Sig. Piercarlo MOSCATEllI, dalla Dr.ssa Patrucchi e Prof. laura Tirelli nella nuova Sala Consiliare del Comune per lo scambio dei saluti. Il Presidente Cav. lucio Tabini ha ringraziato per l accoglienza riservata ai Cavalieri O.M.R.I. e, nel suo discorso al Sindaco ha voluto sottolineare la grande catena di amicizia che ha trovato nei tainesi, cittadini con un forte 18 Torneo di Burraco senso della solidarietà basato sul reciproco rispetto dei valori ancorati al tema del VOlONTARIATO che riferiti all impegno personale umanitario della persona, danno credito attraverso l Associazionismo senza scopo di lucro ma per promozione sociale ad un elevato ruolo di comunicazione e di incontro tra le genti, tanto atteso dalla società civile. Il Presidente Cav. Tabini ha voluto sottolineare e spiegare chi sono i CAVAlIERI O.M.R.I. e, qual é il loro impegno verso bisognosi e sofferenti e, ha trovato nel Sindaco sig. Moscatelli un grande alleato che ha condiviso appieno gli intenti. Il Sindaco, ha poi raccontato con grande professionalità la storia della sua Taino e, i grandi sacrifici per mantenere intatti i servizi verso la cittadinanza e per la difesa del patrimonio storico. l incontro si è concluso con la consegna dei doni e, il Cav. Tabini ha voluto nuovamente ringraziare il Sindaco di Taino ricordando una frase del SANTO PAPA GIO- VANNI PAOlO II: l amore non è una cosa che si può insegnare, ma è la cosa più importante da imparare. Nel pomeriggio, fuori dalle mura amiche del COMUNE, la Dr.ssa laura TIREllI storica e studiosa della storia di Taino ha voluto iniziare - onorati della presenza del Sindaco - la visita ai luoghi più significativi ed artistici di Taino: Chiesa di Cheglio, Chiesa di S.Stefano, Ghiacciaia della villa settecentesca già residenza dei Duchi Serbelloni e poi dei Marchesi Corti, il Parco di Taino dove Giò Pomodoro nel 1991 ha realizzato un grande monumento Il luogo dei Quattro Punti Cardinali un luogo per la contemplazione e la riflessione, e il Museo di Storia locale nel Centro en. Col.Bielli dove ha sede anche l Assoc.ne Gruppo Anziani Casa Rosa. A seguire, un aperitivo nel lussureggiante giardino della

19 Casa Rosa, lo svolgimento del Torneo di Burraco a scopo benefico nella bellissima e immensa Sala della Casa Rosa, intermezzo con cena a buffet e dolce, finali del Torneo di Burraco e le premiazioni di tutti i partecipanti e doni all Associazione Casa Rosa. Il saluto finale del Presidente Provinciale U.N.C.I. lucio TABINI, ha riguardato il tema degli ideali di pace e libertà e, soprattutto l amore per i nostri colori e per il nostro tricolore che ci accomuna e ci unisce sempre. Un ringraziamento particolare è stato rivolto a tutti gli amici U.N.C.I. che hanno messo a disposizione i PREMI del BURRACO e che sono stati ricordati: CRESPI BONSAI, GASTRONOMIA COMERIO,l ARCOBAlENO ORTOfRUTTA, PITTORE MARIO fraioli, ElEONORA 2014, laura NEBUlONI CAlZATURE, COZZI E CASA,CECERE liliana, famiglia CISERANI, ChERUBINO MOROSI, DEMOUffICI DI VEC- ChI ClAUDIO, COZZI AlDO SAS, VAllESE AlfREDO. Ringraziamento d obbligo a tutto il Direttivo dell ASSO- CIAZIONE GRUPPO ANZIANI CASA ROSA che ha dato prova di grande sensibilità, motivazione e organizzazione considerato il grande successo partecipativo all evento benefico dei Cavalieri soci dell U.N.C.I. Foto di gruppo I CAVALIERI D'ITALIA IN VISITA A ROMA La Sezione Provinciale Milano dell Unione Nazionale Cavalieri d Italia è ritornata da Roma dopo tre giorni di pellegrinaggio dal 25 marzo al 27 marzo 2014 con udienza in Vaticano da Papa francesco. Il Presidente della Sezione cav. lucio Tabini unitamente ai Consiglieri del Direttivo: cav. fabrizio Borsani, cav luigi Ghilardi, cav Salvatore Di Muro, cav. Salvatore D Arezzo, uff.natale Casati, e ai soci di Sezione: cav. Aldo Cozzi, cav. Danilo Cataldi, cav. Giuliano Buratti, cav. Gilberto Raffanini, cav. Giancarlo Pessoni, la Responsabile Donne rag. Tina Mastropietro, cav. franco Venanzi, cav. luciano Ghisimberti, cav. Giorgio Rescaldani ha fortemente voluto questa rappresentanza per portare la filiale devozione al Santo Padre Petrino. le mogli dei soci i parenti e gli amici hanno completato la comitiva. Foto di gruppo, con Sua Eminenza Cardinale Francesco Coccopalmerio Il gruppo formato da 58 persone (tra soci cavalieri della Sezione e da un ristretto numero di parenti e amici) guidati dal Presidente della Sezione cav. lucio Tabini e dal Ministro laico Pagani Pierangelo (curia Arcivescovile di Milano) è arrivato a ROMA il 25 marzo e, ha iniziato il Pellegrinaggio visitando le Basiliche Penitenziali di Roma: San Paolo fuori le Mura, Santa Croce in Gerusalemme, S.Giovanni In laterano (Cattedrale di Roma), Santa Maria Maggiore, Santa Prassede. Di ritorno da queste visite i cavalieri alle ore 18,30 sono stati ricevuti da Sua Eminenza Cardinale francesco Coccopalmerio Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi legislativi del Vaticano e socio Onorario U.N.C.I. di Milano ha presieduto la Celebrazione Eucaristica per la solennità dell Annunciazione del Signore nella bellissima Chiesa di Sant Anna dei Palafrenieri in Vaticano (chiesa settecentesca e famosa nella Roma papalina per la cosiddetta processione delle panze cioè delle partorienti, che si svolgeva il 26 luglio, giorno della festa liturgica di Sant Anna). Alle 20,30 si è festeggiato il nostro Socio Onorario S.Emin. Card. Coccopalmerio con il suo Segretario di Dicastero Mons. luigi Capozzi che si è aggregato presso l hotel del soggiorno romano per una cena in allegria il giorno 26 marzo il gruppo dei cavalieri ha incontrato Sua Santità il Pontefice Papa francesco e, per tutti i ca- 19

20 Guerini - Responsabile della Sezione U.N.C.I. di Varese. ha introdotto il Convegno il Generale di Brigata cav. Antonio Pennino che ha portato i saluti ai partecipanti insigniti dell O.M.R.I. quale Comandane Militare Esercito lombardia facendo accenni storici sul Palazzo Cusani sede del nostro Convegno. Immobile che è stato Sede del Comando del III Corpo D Armata fino al 2004, attualmente è sede di rappresentanza della N.A.T.O. a Mivalieri della Sezione Milano è stato un momento molto emozionante ma soprattutto devotamente partecipativo. Il Presidente della Sezione Cav. lucio Tabini ha voluto nell occasione sottolineare l importanza di questo incontro asserendo: Papa Bergoglio, Il Papa di tutta la Chiesa Universale ha la forza e il dono della ragione, della verità, della solidarietà, della disponibilità e dell Amore... è proprio uno di noi e, ispira molta serenità. Nell Evangeli Gaudium il Papa ha parlato del rispetto per la vita e ha citato la Genesi - vorrei che si ascoltasse il grido di Dio che chiede in tutti noi: Dov è tuo fratello? Messaggio all umanità per riflettere sui nostri stili di vita. Terminata l udienza (in Piazza S.Pietro i fedeli presenti erano più di che festeggiavano Papa francesco), si è potuto visitare la basilica di S.Pietro dove i cavalieri sono stati ricevuti da Sua Eccellenza Mons. Piero Marini - Presidente Del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali - presso la famosa Chiesa Del Pellegrino In Vaticano (questa bellissima cappella risale ai tempi del Pontificato di Papa San leone III - 795/816 è dedicata a San Pellegrino perché sorge al termine della via che conduceva i Romei, i pellegrini, dal nord ad limina Apostolorum al Sepolcro di San Pietro). In serata i cavalieri accompagnati da Sua Ecc. Mons. Marini hanno cenato in un tipico Ristorante romano da Dino e Tony dove si sono potuti gustare i tipici piatti romaneschi. Il pellegrinaggio a Roma dei cavalieri della Sezione Provinciale Milano si è concluso il con la visita ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina patrimonio storico che non ha eguali al Mondo. Il treno freccia rossa ha riportato il gruppo a Milano e, la felicità espressa dai partecipanti del pellegrinaggio per questo emozionante iniziativa è stata immensa. il gruppo in Piazza San Pietro Il 7 giugno 2014 l U.N.C.I. Sezione Provinciale Milano con sede a Parabiago, ha organizzato il 1 Convegno O.M.R.I. presso il seicentesco PAlAZZO CUSANI nella bellissima e storica Sala Radetsky di via Brera a Milano,alla presenza di importanti autorità: l on. Alberto lembo Presidente del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, Il gr. uff. Marcello Annoni Presidente Nazionale U.N.C.I., il cav. lucio Tabini Presidente della Sezione Provinciale U.N.C.I. di Milano e il cav. Salvatore D Arezzo Delegato Mandamentale U.N.C.I. di Milano (moderatore del Convegno). Il Convegno è iniziato alle ore 15,30 con la partecipazione di parte del Consiglio Direttivo della locale Sezione tra cui il cav. luigi Ghilardi, la Responsabile Donne della Sezione rag. Tina Mastropietro, il rag. luigi Giudici - amministratore della Sezione, il cav. Salvatore Di Muro, il cav. Giacomo Metta, il cav. Giovanni D Errico ( Delegato Mandamentale di Pavia), il cav. Danilo Cataldi, il cav. Enrico Mezzenzana, il cav. Rocco Danilo 1 CONVEGNO O.M.R.I Onore e Merito Repubblica Italiana Foto di gruppo degli insigniti di onoreficenze presenti al convegno 20

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

COMUNE DI CAPISTRANO

COMUNE DI CAPISTRANO COMUNE DI CAPISTRANO GRUPPO BANDISTICO CITTA DI CAPISTRANO I Raduno Bandistico Città di Capistrano, 8 Agosto 2012 a Capistrano (VV) (Calabria). Con la partecipazione dei gruppi bandistici: L Associazione

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE ACCCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE ACCCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE ACCCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO Alle ore 15.00 del giorno 4 luglio 2011 presso la sede dell Accademia della Montagna del Trentino, in via Jacopo

Dettagli

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza La Festa dell Albero Festa dell Albero è la campagna di Legambiente per la tutela del verde e del territorio che quest anno si realizza nell ambito della Giornata Nazionale degli Alberi, finalmente istituita

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

Il Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d Arma, nell ambito dei festeggiamenti del 150 anniversario dell unitá d Italia, ha deciso di

Il Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d Arma, nell ambito dei festeggiamenti del 150 anniversario dell unitá d Italia, ha deciso di Il Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d Arma, nell ambito dei festeggiamenti del 150 anniversario dell unitá d Italia, ha deciso di svolgere a Torino, prima Capitale d Italia, il 3 Raduno

Dettagli

Estate. 2012 Le proposte degli Oratori del Centro Storico di Brescia per bambini e ragazzi

Estate. 2012 Le proposte degli Oratori del Centro Storico di Brescia per bambini e ragazzi Estate 2012 Le proposte degli Oratori del Centro Storico di Brescia per bambini e ragazzi Oratorio sant Afra Passpartù 11-29 giugno vicolo dell Ortaglia, 6 25121 - Brescia 030 3750299-335 233737 oratoriosantafra@gmail.com

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra

Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra Premessa: In occasione del centenario dell entrata in guerra dell Italia,

Dettagli

TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE

TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE TURISMO ACCESSIBILE PREMESSA IN MONTAGNA Il mercato potenziale per il turismo accessibile secondo in Europa viene stimato in circa 130 milioni di persone, con un potere di

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014.

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Foto: https://plus.google.com/photos/105970845897404373370/albums/6 056614842153513505?authkey=COqw_8yx9tCgDA Cordiale

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO

GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO I.O. A. MUSCO SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 INS. PECI MARIA GIUSEPPA PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori Confi ndustria Modena Gruppo Giovani Imprenditori Il Gruppo Giovani Imprenditori Modena CHI SIAMO Il Gruppo Giovani Imprenditori di Modena è elemento integrante della vita associativa di Confi ndustria

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI. Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540

FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI. Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540 FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540 e-mail: scuolamaternarovetta@virgilio.it Sito: www.asilogallicciolli.191.it Il PROGETTO

Dettagli

COLLANA CULTURA&SOLIDARIETÀ I bambini e le Istituzioni si parlano Caro Presidente, ti scrivo Chi è è un organizzazione senza fini di lucro che sostiene e divulga ogni espressione della cultura e della

Dettagli

La bravura vale un premio

La bravura vale un premio 02/06/2013 - PAG. 21 Giornata della scuola Assegno di 350 euro per 166 studenti La bravura vale un premio di Stefania Piccotti A PERUGIA - Centosessantasei studenti umbri premiati per il loro impegno nello

Dettagli

ROTARY CLUB SARNICO E VALLE CAVALLINA DISTRETTO 2040 - AR 2011/2012

ROTARY CLUB SARNICO E VALLE CAVALLINA DISTRETTO 2040 - AR 2011/2012 . ROTARY CLUB SARNICO E VALLE CAVALLINA DISTRETTO 2040 - AR 2011/2012 Bollettino n. 6 12 settembre 2011 Il sistema ricettivo bergamasco: punti di forza e di criticità La serata La cena conviviale di questa

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: ENTE CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e

Dettagli

del Coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile della Puglia

del Coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile della Puglia Il I convegno dei Coordinamenti provinciali del volontariato di Protezione civile della Puglia CONVEGNI Quale futuro per il volontariato di Protezione civile pugliese? : è stato questo il tema di un interessante

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE Livorno, 3 dicembre 2011 Signor Ministro della Difesa, Ammiraglio Giampaolo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus EXPO VILLAGE EXPO 2015 Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus Ente proponente Fondazione PIME Onlus è un ente senza scopo di lucro, legato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

Nel quadro delle iniziative finalizzate a promuovere le relazioni e gli scambi di visite tra socie Inner Wheel di paesi stranieri, si inserisce l

Nel quadro delle iniziative finalizzate a promuovere le relazioni e gli scambi di visite tra socie Inner Wheel di paesi stranieri, si inserisce l INTERNATIONAL INNER WHEEL DISTRETTO 211 5 9 MAGGIO 2009 IL DISTRETTO IN BELGIO APPUNTI DI VIAGGIO A CURA DELLA CHAIRMAN AL SERVIZIO INTERNAZIONALE CRISTINA LA GRASSA FIORENTINO 1 Nel quadro delle iniziative

Dettagli

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour) Sfida 20 MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE DI CULTURA, SPORT, ARTI E DIALOGO: LE CITTÀ E I PAESI COME LUOGHI DI INCONTRO PER TUTTI Assessorato allo Sport Lasciati stupire... 30 Verona, dal MAGGIO 2 al GIUGNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BENEMERENZE SPORTIVE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BENEMERENZE SPORTIVE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BENEMERENZE SPORTIVE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA Principi Generali Articolo 1 ( Le Benemerenze Sportive ) Il Consiglio Federale della FIPE istituisce le Benemerenze

Dettagli

A.I.A. Sezione di Paola email: paola@aia-figc.it sito internet: www.aia-paola.it telefono e fax 0982/583581 Sede: Viale Mannarino, 10 87027 Paola

A.I.A. Sezione di Paola email: paola@aia-figc.it sito internet: www.aia-paola.it telefono e fax 0982/583581 Sede: Viale Mannarino, 10 87027 Paola La Sezione AIA di Paola è lieta di presentarvi il II Memorial Andrea & Gianluca torneo di Calcio a 11 aperto a tutte le realtà che compongono il mosaico della nostra associazione. La manifestazione si

Dettagli

BENVENUTI IN VAL DI FIEMME

BENVENUTI IN VAL DI FIEMME BENVENUTI IN VAL DI FIEMME Le prove si svolgeranno sui territori gentilmente messi a disposizione dalle Riserve Comunali di Caccia di Carano, Daiano, Varena Tesero e Predazzo. L ambiente tipicamente dolomitico

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

ALFABETO DEL CITTADINO. Libera Lombardia

ALFABETO DEL CITTADINO. Libera Lombardia ALFABETO DEL CITTADINO Libera Lombardia PREMESSA Il tema della legalità e quello dell impegno che la scuola deve assumere per la costruzione di relazioni consapevoli tra cittadini e tra questi e le istituzioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIGNOLA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Via Cristoforo Colombo, 1

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIGNOLA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Via Cristoforo Colombo, 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIGNOLA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Via Cristoforo Colombo, 1 85010 PIGNOLA (PZ) Telefax: 0971 420010 e-mail: icpignola@tiscali.it C.F. 96032650762 RELAZIONE

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO CONTATTI Inseri re q ui il m essag gio. N on su per are le d ue o tr e fr asi. Scuola dell Infanzia Monumento ai caduti Via Trento Trieste 16 31059 ZERO BRANCO tel e fax 0422.97032 e-mail: scuolainfanziazero@libero.it

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

MOTIVAZIONI DEL CORSO

MOTIVAZIONI DEL CORSO MOTIVAZIONI DEL CORSO Avere consapevolezza del valore delle Dolomiti significa in primo luogo per chi sulle Dolomiti opera - essere consci del proprio ruolo di custodi, di promotori, di ambasciatori del

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti Mostra fotografica Arboreto salvatico alberi e boschi naturali delle montagne italiane omaggio a Mario Rigoni Stern RELAZIONE SULL EVENTO Il Presidente e il Consiglio Direttivo della Sezione hanno espresso

Dettagli

3 Settembre 11 Ottobre 2010 OSPITATI A ROMA. 18 Bambini BIELORUSSI. più Medico, Interprete e Maestra. in cura presso Ospedale Oncologico di Minsk

3 Settembre 11 Ottobre 2010 OSPITATI A ROMA. 18 Bambini BIELORUSSI. più Medico, Interprete e Maestra. in cura presso Ospedale Oncologico di Minsk 3 Settembre 11 Ottobre 2010 OSPITATI A ROMA 18 Bambini BIELORUSSI più Medico, Interprete e Maestra in cura presso Ospedale Oncologico di Minsk UN PROGETTO DI SOLIDARIETA CONCRETA REALIZZATO da ASSOCIAZIONE

Dettagli

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA L ACCADEMIA DELLA MONTAGNA, CON IL COMITATO MONDIALI DELLA VALLE DI FIEMME E L APT LOCALE, PROMUOVE IL PROGETTO PILOTA FIEMME ACCESSIBILE

Dettagli

pissarro l anima dell impressionismo family guide

pissarro l anima dell impressionismo family guide pissarro l anima dell impressionismo family guide +5 CAMILLE PISSARRO Il giovanotto che vediamo rappresentato è Camille Pissarro. Dipinge questo autoritratto poco prima dei 25 anni. Da un isola delle Antille

Dettagli

FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba.

FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba. FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba.org skype: ufficiostampafiaba www.fiaba.org CHI SIAMO FIABA é un organizzazione

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

Istituto Comprensivo "NOTARESCO"

Istituto Comprensivo NOTARESCO Istituto Comprensivo "NOTARESCO" Anno Scolastico 2015/2016 PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA Insegnante Testa Maria Letizia MAPPA CONCETTUALE DIO HA POSTO IL MONDO NELLE NOSTRE

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Centro di Milano " Romolo Monti "

Centro di Milano  Romolo Monti Centro di Milano " Romolo Monti " NEWS N. 9 Gennaio 2013/9 SALUTO DEL PRESIDENTE Cari Soci, volontari e utenti, mi è gradito poter porgere gli auguri di buon anno a Voi che, con la Vostra amicizia o con

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

70 parole per 70 anni

70 parole per 70 anni 70 parole per 70 anni 1 Incontro 6 & 7 Marzo 2015 Istituto Patristico Augustinianum Via Paolo VI, 25 - Roma 1 Incontro Nelle società sportive si impara ad accogliere 70 parole per 70 anni nasce come un

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Si assenta l Assessore alla Cultura Carola Ferrari

LA GIUNTA COMUNALE. Si assenta l Assessore alla Cultura Carola Ferrari OGGETTO: ATTRIBUZIONE DE LE CHIAVI DEL PAESE QUALE RICONOSCIMENTO PER OSPITI SPECIALI DELLE LOCALITA DI PINZOLO, S.ANTONIO DI MAVIGNOLA E MADONNA DI CAMPIGLIO, AI SENSI DEL REGOLAMENTO COMUNALE APPROVATO

Dettagli

Prot.n.142/12-na Circ.n.35/12

Prot.n.142/12-na Circ.n.35/12 Prot.n.142/12-na Circ.n.35/12 Roma, 12 settembre 2012 Ai Presidenti provinciali Ai Presidenti regionali Ai Consiglieri nazionali Ai Referenti regionali per il settore pedagogico Alle Segreterie provinciali

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI Intercultura è una ONLUS, associazione di volontariato ed ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85. E presente in 147 città italiane ed in 65

Dettagli

SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE

SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE L associazione Fabbrica dei Sogni si può definire come il punto di arrivo di un percorso iniziato nell anno 2000 all interno della Comunità del Centro giovanile S. Giorgio di Bergamo,

Dettagli

Newsletter di ottobre 2013.

Newsletter di ottobre 2013. Newsletter di ottobre 2013. 20 ANNI INSIEME. Domenica 20 ottobre2013 il nostro Villaggio è stato teatro di un grande avvenimento: ragazzi, educatori e volontari che nel corso degli anni hanno, a vario

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

Croce Rossa e Avis in lutto per la morte di Melania Bonvini

Croce Rossa e Avis in lutto per la morte di Melania Bonvini Croce Rossa e Avis in lutto per la morte di Melania Bonvini Laboriosità, generosità e gratuità. Tre semplici parole per descrivere una grande donna, una grande donna che ha dedicato la sua vita all'associazionismo

Dettagli

Gli Ostelli per la Gioventù in Italia: una storia che parte da Milano

Gli Ostelli per la Gioventù in Italia: una storia che parte da Milano Gli Ostelli per la Gioventù in Italia: una storia che parte da Milano Lucia Chessa Direttrice Ostello Milano Coordinatrice Ostelli AIG Lombardia CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI EXPO 2015 Milano, Novembre

Dettagli

La Protezione civile a Manzano: 20 anni al fianco dei cittadini

La Protezione civile a Manzano: 20 anni al fianco dei cittadini La Protezione civile a Manzano: 20 anni al fianco dei cittadini Istituita nel 1991, la Squadra di Pc del Comune di Manzano festeggia il suo compleanno ricordando il passato pionieristico e premiando i

Dettagli

Silvia Gilioli, educatrice ed insegnante elementare, esperta dell organizzazione di attività di grande gruppo e animazione,

Silvia Gilioli, educatrice ed insegnante elementare, esperta dell organizzazione di attività di grande gruppo e animazione, L ASSOCIAZIONE. L Associazione culturale nasce nel 2005 per dare struttura istituzionale ad un esperienza lavorativa sviluppata fin dal 99 nell organizzazione di campi estivi. Il Direttivo è oggi composto

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 246 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Legge provinciale 2 marzo 2011, n. 1 "Sistema integrato delle politiche strutturali

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado Galileo Galilei ha sempre cercato di contribuire al rafforzamento della conoscenza della Nostra Italia per far

La Scuola Secondaria di Primo Grado Galileo Galilei ha sempre cercato di contribuire al rafforzamento della conoscenza della Nostra Italia per far La Scuola Secondaria di Primo Grado Galileo Galilei ha sempre cercato di contribuire al rafforzamento della conoscenza della Nostra Italia per far dialogare alunni provenienti dalle diverse regioni, favorire

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO - DIDATTICO

PROGETTO EDUCATIVO - DIDATTICO Scuola dell Infanzia Paritaria Istituto Sacro Cuore Via Solferino 16-28100 Novara Tel. 0321/623289 - Fax. 0321/331244 In internet: www.scuolesacrocuore.it - E mail: novara@scuolesacrocuore.it PROGETTO

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 I lavori svolti in questo laboratorio hanno messo in luce tre aspetti che definiremmo di carattere generale: In primo luogo

Dettagli

Il ministro Martina a cascina don Guanella: Voi, modello da imitare

Il ministro Martina a cascina don Guanella: Voi, modello da imitare Il ministro Martina a cascina don Guanella: Voi, modello da imitare di Claudio Bottagisi VALMADRERA Avete fatto passi non soltanto giusti ma addirittura straordinari e siete un modello nazionale e un esempio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA ***********

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** Classe Prima 1. Dio creatore e Padre di tutti gli uomini. 2. Gesù di Nazareth, l Emmanuele, Dio con noi. 3. La Chiesa,

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE Distretto: Ciriè Tema di riflessione del gruppo: L INIZIAZIONE CRISTIANA METTE IN GIOCO LA FIGURA DEI CATECHISTI E UNA SERIA VALORIZZAZIONE DELLA VITA REALE DEI RAGAZZI Animatore/trice: Annalisa Bilanzone

Dettagli