Il ruolo delle tecnologie per la qualità dei prodotti e dei processi produttivi. Potenza, Raffaele Garbellano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il ruolo delle tecnologie per la qualità dei prodotti e dei processi produttivi. Potenza, 25.11.2013 Raffaele Garbellano"

Transcript

1 Il ruolo delle tecnologie per la qualità dei prodotti e dei processi produttivi Potenza, Raffaele Garbellano

2 Raffaele Garbellano Customer Quality Specialist Customer Quality Manager Oerlikon Drive Systems EMEAR Since 2011 Main Customers: CNH, John Deere, JCB, Magna PT, Allison Transmissions Customer Quality Engineer Magneti Marelli Powertrain German Customers: Audi / Automobili Lamborghini Laurea in Ingegneria Gestionale Politecnico di Bari 2005 Tesi di laurea in: Gestione della Produzione Industriale Page 2

3 Automotive Supply Chain Requirements Expectations Supplier Supplier Supplier Tier 1 Car Manufacturer Final customer Supplier Supplier Supplier Tier 1 Certification Standard Requirements Requirements International Automotive Task Force (IATF) ISO/TS 16949:2008 Page 3 ISO General Motors, Ford, Daimler, BMW, Volkswagen, Fiat, PSA, Renault

4 Innovazione Tecnologica e Qualità Nuove attese Cliente finale Mercato Innovazione di prodotto Innovazione di processo Rispetto delle attese = soddisfazione del cliente QUALITA Soddisfazione Attese Conformità Requisiti Qualità è la caratteristica più vicina all attesa del soggetto (Aristotele) Page 4

5 Corporate Processes Map Policy Deployment and Strategic Planning Quality System Management Expectations Customer Requirements Orders Acquisition Product & Process Development Early production, Ramp up Planning & Production Purchasing & Supplier Quality Customer Quality Monitoring & Product Improvement Product and Service Customer Satisfaction Human Resources Development and Management Measurement Instruments Management Information Technology Page 5

6 Quality Organization Head of Quality Quality System New Products Quality New Systems Quality Customer Quality Field Quality Plant A Quality Plant B Quality Plant C Quality Plant C Quality Page 6

7 P1 Order Acquisition Policy Deployment and Strategic Planning Quality System Management Expectations Customer Requirements Orders Acquisition Product & Process Development Early production, Ramp up Planning & Production Purchasing & Supplier Quality Customer Quality Monitoring & Product Improvement Product and Service Customer Satisfaction Human Resources Development and Management Measurement Instruments Management Information Technology Page 7

8 Quality Organization Head of Quality Quality System New Products Quality New Systems Quality Customer Quality Field Quality Plant A Quality Plant B Quality Plant C Quality Plant C Quality Sales Manager Team: Customer Quality Manager, Project Manager, (Team di sviluppo) Page 8

9 P1 Order Acquisition Cliente (car manufacturer) Page 9 Requisiti tecnici Requisiti Gestione Qualità Offerta Prezzo Capacità produttiva Obiettivi Qualità 0km Obiettivi Qualità Field (garanzia) Analisi tecnica R&D Ingegneria di processo Qualità Cliente Analisi economica Sales Deptartment Benchmarking Competitors

10 P1 Order Acquisition Cliente (car manufacturer) SQD Audit Requisiti tecnici Requisiti Gestione Qualità Offerta Prezzo Capacità produttiva Obiettivi Qualità 0km (ppm) Obiettivi Qualità Field (ITPV) Analisi tecnica R&D Ingegneria di processo Qualità Cliente Analisi economica Sales Deptartment Benchmarking Competitors Page 10

11 Dalle attese ai requisiti Attese Cliente finale Comfort Sportività Ottimizzazioni consumi Requisiti tecnici Car Manufacturer Specifiche TCU Dialogo ECU Velocità di cambiata Interfaccia cambio Requisiti Qualità Di prodotto / processo Qualità a 0km PPM (Parts Per Million) Affidabilità ITPV (Incidents per Thousand Vehicles) Specifiche Gestionali (TQM) UNI ISO/TS 16949:2008 Requisito base Requisiti specifici - Qualità di progetto - Qualità di processo - Qualità fornitori - Page 11

12 P2 Product and Process Development Policy Deployment and Strategic Planning Quality System Management Expectations Customer Requirements Orders Acquisition Product & Process Development Early production, Ramp up Planning & Production Purchasing & Supplier Quality Customer Quality Monitoring & Product Improvement Product and Service Customer Satisfaction Human Resources Development and Management Measurement Instruments Management Information Technology Page 12

13 Quality Organization Head of Quality Quality System New Products Quality New Systems Quality Customer Quality Field Quality Plant A Quality Plant B Quality Plant C Quality Plant C Quality Quality Engineer Team: Project Manager, Process Engineer, Team di sviluppo, Acquisti Page 13

14 P2 Product and Process Development PR0 PR1 PR2 Ok to tool component PR2 system Ok to build PPAP PR3 Component Design Sign Off Project Management System deployment Hardware and physical components product design validation Software design and validation (BAS, application SW) System application System validation Industrial process definition HW and physical components product and process validation Proto A Proto B Proto C Pre-series D Series Page 14 DV1 DV2 PV

15 Piano di prove di Validazione Piano di prove di validazione per sottocomponenti PTU - Ferrari F151 DV2 Planned Actual Replanned activity CW 2010 Prove Note 5 Verifiche funzionali (a nuovo prima di tutte le prove) Funzionamento in temperatura (3 pz) Ricerca delle frequenze di risonanza CVM (1 pz) Durata alle frequenze di risonanza (eventuale) Vibrazioni sinusoidali CVM (2 pz) Shock termici (2+1 pz) Nebbia salina (1 pz) Grado di protezione all acqua (1 pz) 5 Verifiche funzionali (dopo ciascuna prova) Verifiche funzionali Life test (in temperatura) Ricerca delle frequenze di risonanza Test di durata alle frequenze di risonanza Vibrazioni sinusoidali Shock termici Resistenza in nebbia salina Grado di protezione all acqua Verifiche funzionali (dopo prova) Page 15

16 P2 Product and Process Development PR2 Negativa PR0 PR1 PR2 Ok to tool component PR2 system Ok to build PPAP PR3 Component Design Sign Off System deployment Hardware and physical components product design validation Software design and validation (BAS, application SW) System application Project Management System validation Industrial process definition HW and physical components product and process validation Proto A Proto B Proto C Pre-series D Series Page 16 DV1 DV2 PV

17 Obiettivo: Affidabilità Prevenire difettosità sul campo Migliorare l affidabilità Ridurre i costi della non qualità in modo preventivo - Riduzione dell early failure rate - Riduzione del rate della random failure - Incremento del «limite di usura» Anticipazione dei problemi Implementazione in tempo delle soluzioni Riduzione costi in garanzia + costi non qualità Page 17

18 Costo della non qualità Costo di garanzia (2 anni) Rientro vetture difettose presso i dealer per riparazione Costo delle azioni correttive Nel processo del sub fornitore Nel progetto Rischio campagna di richiamo Rientro di tutte le vettura «a rischio» (con componenti appartenenti al lotto potenzialemtne difettoso) Insoddisfazione del cliente finale Anticipazione dei probelmi di qualità = Saving La qualità va costruita non controllata (Philip B. Crosby) 18

19 P3 Early production, Ramp up Planning & Production Policy Deployment and Strategic Planning Quality System Management Expectations Customer Requirements Orders Acquisition Product & Process Development Early production, Ramp up Planning & Production Purchasing & Supplier Quality Customer Quality Monitoring & Product Improvement Product and Service Customer Satisfaction Human Resources Development and Management Measurement Instruments Management Information Technology Page 19

20 Quality Organization Head of Quality Quality System New Products Quality New Systems Quality Customer Quality Field Quality Plant A Quality Plant B Quality Plant C Quality Plant C Quality Plant Quality Manager, Process Quality Process Engineer, Plant Technology, Purchasing Page 20

21 Process Quality Garantire il rispetto dei requisiti - Target cliente Garantire la sostenibilità industriale Sostenibilità industriale Processo sostenibile ma non in qualità Processo non in qualità e non sostenibile Processo in qualità e sostenibile Prodotto conforme Processo non sostenibile Rispetto dei requisiti Page 21

22 Organizzazione per prodotto Linea di montaggio Incoming Material OP 1 OP 2 OP 3 EOL Esempio di layout di una linea di montaggio Shipment Input End Of Line Page 22

23 Organizzazione per reparti Aree di lavorazione Green machining operation Heat treatment Welding Assembly painting Shipment Incoming Material Hard Turning Grinding Final Inspection Componente A Componente B Criticità Continui setup Necessità di verificare la conformità ad ogni setup Page 23

24 Quality gate Incoming Material OP 1 OP 2 OP 3 Indicatori % NC parts (oppure NC ppm) % FTQ % scrap ppm cliente Shipment Rework EOL EOL Quality Gate Scrap Page 24

25 Controllo di processo Rework Scrap Incoming Inspection Quality Gate 1 Quality Gate 2 Quality Gate 3 Incoming Material OP 1 OP 2 OP 3 Indicatori Shipment EOL % NC parts (oppure NC ppm) % FTQ % scrap Miglioramento continuo Page 25 Ciclo di Deming - Plan - Do - Check - Act Rework EOL Quality Gate Scrap

26 Qualità di Processo Rework Scrap Incoming Inspection Quality Gate 1 Quality Gate 2 Quality Gate 3 Incoming Material OP 1 OP 2 OP 3 1. Riportare I controlli nelle stazioni a monte DETECTION 2. Ridurre l incidenza CAPABLE PROCESS 3. Evitare che il problema accada OCCURRENCE Shipment Rework EOL EOL Quality Gate Scrap Page 26

27 Controllo statistico del processo LA VARIABILITA DEI PROCESSI Input Processo Output Ogni output presenta variabilità La variabilità è il nemico N 1 perché causa difetti e quindi insoddisfazione del cliente Limite inferiore di specifica (requisiti del Cliente) LSL USL Limite superiore di specifica (requisiti del Cliente) Good Difetti 27

28 Controllo di processo: SIX SIGMA In un processo Six sigma ovvero eccellente 1. La Tolleranza Prescritta (definita dal progetto) è 12 sigma 2. La Tolleranza Naturale è 6 sigma 3. Anche in presenza di un processo non perfettamente centrato (max 1,5 sigma), la quantità di non conformi è pari a 3,4 ppm σ - 7,5 + 4,5 σ Tol Nat con shift di 1,5 sigma Toll. Natur. ± 3 σ 0 ppm LSL 0 Tolleranza Prescritta dal progetto ± 6 σ USL [ x ] 3,4 ppm non conformi 28

29 Capability di Processo - Controllo statistico - Capacità e centratura: alcuni casi possibili - Dal controllo al 100% al controllo statistico LIMITE SUPERIORE SPECIFICA TOLLERANZA PRESCRITTA CENTRO TOLLERANZA LIMITE INFERIORE SPECIFICA Pp 1,33 Ppk = Cp Pp 1,33 Ppk 1 Pp 1,33 Ppk = 0 Pp 1,33 Ppk

30 Controllo di processo: SIX SIGMA SIX SIGMA E SIX SIGMA Strumenti di Problem Solving Strumenti statistici Organizzazione e ruoli professionali 30

31 DMAIC - Metodologia e passi logici Define Identificazione del problema, obiettivi e limiti del processo, scopo del progetto definire la funzione Y = f (x1, x2,, xn) Measure Analisi e misurazione della performance attuale del processo misurare la Y (performance del processo) Analyze Analyze Analisi e rilevazione delle cause principali identificare le x importanti Improve Scelta della strategia di soluzione Control Standardizzazione della soluzione, miglioramento continuo 31

32 8 stages Dal controllo del prodotto al controllo del processo Free pass PRODUCT CONTROL PROCESS CONTROL Poka yoke! Page 32

33 Esempio Rework Scrap Incoming Inspection Quality Gate 1 Quality Gate 2 Quality Gate 3 Incoming Material OP 1 OP 2 OP 3 Prima analisi: Reisidui da piantaggio boccola (OP 3) Controllo visivo: presenza trucioli Nel mozzo EOL EOL Quality Gate Rework Scrap Page 33

34 Esempio Trucioli da piantaggio boccola Boccola Causa: spigolo tagliente all interno del foro Prima Dopo Eliminazione di un controllo a fine linea (costo) Eliminazione di una possibile non conformità presso il cliente Azione correttiva Eliminazione dello spigolo tagliente con uno smusso (modifica di progetto) Page 34

35 Esempio Perdita olio da PTO per piantaggio guarnizione errato Oil leakage Page 35

36 Esempio Perdita olio da PTO per piantaggio guarnizione errato Causa: Labbro guarnizione piegata durante il piantaggio Eliminazione dei costi di rework dopo EOL negativo per perdita Eliminazione di una possibile non conformità presso il cliente Page 36 Azione correttiva Attrezzo guida con smusso

37 Esempio: Montaggio campane frizione al contrario Problema Possibilità di montaggio al contrario! Saldatura Campana A Campana B Page 37

38 Esempio: Montaggio campane frizione al contrario Soluzione Lato A Diametro minore Lato B Diametro maggiore Eliminazione dei costi di scarto (perdita) al controllo finale Eliminazione di una possibile non conformità presso il cliente Campana A - Lato A PASSA Page 38 Campana A - Lato B NON PASSA

39 Esempio: Kit molle a tazza incompleto Problema Kit incompleto o molle montate al contrario Soluzione Sensore di posizione Misura dell altezza del kit Se NOK il sistema blocca la pressa Eliminazione dei costi di rework dopo EOL negativo per funzionamento NOK Eliminazione di una possibile non conformità presso il cliente Page 39

40 Esempio: Trucioli nella sede seeger di un albero frizione Containment Additional 100% visual check on going Cause Chips due to broaching operation Page 40

41 Esempio: Trucioli nella sede seeger di un albero frizione Corrective action removal of chip during hard turning operation, with an additional tool run in the groove cw 26_2013 Eliminazione dei costi di rework per eliminazione del truciolo Eliminazione di una possibile non conformità presso il cliente E inutile fare con più ciò che si può fare con meno (William of Ockham) Page 41

42 P4 - Purchasing & Supplier Quality Policy Deployment and Strategic Planning Quality System Management Expectations Customer Requirements Orders Acquisition Product & Process Development Early production, Ramp up Planning & Production Purchasing & Supplier Quality Customer Quality Monitoring & Product Improvement Product and Service Customer Satisfaction Human Resources Development and Management Measurement Instruments Management Information Technology Page 42

43 Quality Organization Head of Quality Head of Purchasing Quality System New Products Quality New Systems Quality Customer Quality Field Quality Supplier Quality Plant A Quality Plant B Quality Plant C Quality Plant C Quality Supplier Quality (SDE SQE) Plant Quality (Incoming inspection) Page 43

44 Supply Chain Automotive Requirements Expectations Supplier Supplier Supplier Tier 1 Car Manufacturer Final customer v Supplier Supplier Supplier Tier 1 Requirements ISO/TS 16949:2008 ISO Page 44

45 Supplier Quality Assurance (SQA) In fase di lancio di un nuovo fornitore Qualifica fornitore (Audit) Classificazione classe A, B, C In fase di sviluppo di un nuovo componente Gestione della validazione Dopo SOP - Audit periodici aggiornamento della classificazione (vendor rating) - Impostazione dei filtri in Incoming - Free pass - Controllo in frequenza - Controllo al 100% Gestione delle non conformità - Problemi C0 (intercettati in Incoming) - Problemi C1 (intercettati in linea) - Problemi C2 (intercettati dal cliente) Page 45

46 P5 - Customer Quality Monitoring & Product Improvement Policy Deployment and Strategic Planning Quality System Management Expectations Customer Requirements Orders Acquisition Product & Process Development Early production, Ramp up Planning & Production Purchasing & Supplier Quality Customer Quality Monitoring & Product Improvement Product and Service Customer Satisfaction Human Resources Development and Management Measurement Instruments Management Information Technology Page 46

47 Quality Organization Head of Quality Quality System New Products Quality New Systems Quality Customer Quality Field Quality Plant A Quality Plant B Quality Plant C Quality Plant C Quality Customer Quality Engineer Team: Process Engineer, Process Quality, Supplier Quality, R&D Page 47

48 Customer Claim Stabilimento Cliente Claim 0km Dealer Cliente Claim Field Disposta preliminare Contenimento Disposta Definitiva Identificazione della Causa radice Piano di azioni correttive Standard 8D Page 48 Team Leader: Customer Quality Engineer / Manager

49 Processo di problem solving Stabilimento Cliente Claim 0km Dealer Cliente Claim Field Standard 8D Indicatori PPM 0km Field IPTV Tempi di risposta Page 49

50 Standard 8D 8 Steps (Disciplines) D1 Definizione del team D2 Descrizione del problema D3 Azioni di contenimento D4 Identificazione della causa radice D5 Definizione delle azioni correttive Problem solving D6 Validazione e implementazione delle azioni correttive D7 Azioni preventive D8 Congratulazioni al team Page 50

51 Tempi di risposta 8 Steps (Disciplines) D1 Definizione del team D2 Descrizione del problema D3 Azioni di contenimento D4 Identificazione della causa radice D5 Definizione delle azioni correttive D6 Validazione e implementazione delle azioni correttive D7 Azioni preventive D8 Congratulazioni al team 24 ore 4 settimane In accordo al PAC Page 51

52 Costo della non qualità presso il cliente Costo del contenimento Controllo + risanamento dello stock cliente Controllo + risanamento delle vetture Contenimento nel processo (controlli aggiuntivi, spesso al 100%) Conseguenti ritardi nelle consegne (OTD negativo, costi per trasporti speciali) Costo delle azioni correttive Nel processo Nel progetto Costo di eventuali campagne di richiamo Problema intercettato sul campo (in garanzia) Problema intercettato a 0km, ma con rischio residuo sul campo Compito di Customer Quality + Field Management Minimizzare l impatto con interventi di contenimento rapidi presso gli stabilimenti cliente e presso i dealer Minimizzare l impatto del problema: Risoluzione rapida ed efficace del problema Capitalizzare l esperienza 52

53 LESSON LEARNT Capitalizzazione dell esperienza Problema Risoluzione sul prodotto / processo Fase reattiva Page 53 Evitare la reoccurrence su prodotti / processi simili Evitare la reoccurrence su nuovi prodotti Fase Preventiva

54 P2 Product and Process Development Analisi delle Lesson learnt PR0 PR1 PR2 Ok to tool component PR2 system Ok to build PPAP PR3 Component Design Sign Off Project Management System deployment Hardware and physical components product design validation Software design and validation (BAS, application SW) System application System validation Industrial process definition HW and physical components product and process validation Proto A Proto B Proto C Pre-series D Series Page 54 DV1 DV2 PV

55 LESSON LEARNT Trasversalizzazione Introduzione delle azioni correttive su processi simili Review dell FMEA di Processo Process Engineer, Process Quality Engineer Lesson learnt Database Capitalizzazione In fase di sviluppo di un nuovo prodotto (PR1) analisi dei problemi emersi su prodotti simili Review dell FMEA di Progetto Project Manager, Progettista, Quality Engineer Esperienza è il nome che tutti danno ai propri errori (Oscar Wilde) Page 55

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

SQE: PRODOTTO IN ESERCIZIO Richiesta mat.: Disponibilità: 5 - QUALIFICAZIONI / ONE DAY PRODUCTION. Status Autoqualificazione. Status Prove Integrative

SQE: PRODOTTO IN ESERCIZIO Richiesta mat.: Disponibilità: 5 - QUALIFICAZIONI / ONE DAY PRODUCTION. Status Autoqualificazione. Status Prove Integrative PCPA ESITO: Data: Disegno N : Odm: Progetto: Fornitore: Descrizione Disegno: SQE: Codice Fornitore: Stab. Forn.: FIAT Purchasing Supplier Quality VERIFICHE DI PROCESSO Richiesta mat.: Disponibilità: PRESERIE

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010 Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto INDICI E PIANI DI PROCESS CAPABILITY Prof. Biagio Palumbo (Università di Napoli Federico II - Dipartimento Ingegneria

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS

Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS GESIRAD Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS Copyright Siemens AG Healthcare Sector 2009. For internal use only. Roma, 8 marzo 2011 Pellegrini

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA

Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA pag. 1 La Societa CAE Technologies Srl e stata fondata nel marzo 2013. Il nome breve della CAE Technologies Srl e CAETECH.

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

AUTOMATION AND PROCESS CONTROL

AUTOMATION AND PROCESS CONTROL AUTOMATION AND PROCESS CONTROL THE CONTROL TECHNOLOGY GROUP FAST GROUP Dal 1982, anno di fondazione, FAST rappresenta nel panorama internazionale un punto di riferimento costante per forniture di sistemi

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la serie di Newsletter legate agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce all Asset Management e alla certificazione

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

DEFINIZIONI 1. 1 Queste definizioni sono di necessità sintetiche e quindi non necessariamente molto precise. Si

DEFINIZIONI 1. 1 Queste definizioni sono di necessità sintetiche e quindi non necessariamente molto precise. Si DEFINIZIONI 1 5W+1H Regola delle cinque domande che iniziano con W ed una che inizia con H (in inglese): What, When, Where, Why, Who and How. La regola fu introdotta seguendo una famosa novella di Rudyard

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa CAPITOLO 3 Elementi fondamentali della struttura organizzativa Agenda La struttura organizzativa Le esigenze informative Tipologia di strutture Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura per

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

Business Process Engineering (Ingegneria dei Processi Aziendali) L esperienza Engineering

Business Process Engineering (Ingegneria dei Processi Aziendali) L esperienza Engineering Business Process Engineering (Ingegneria dei Processi Aziendali) L esperienza Engineering Crema 14 dicembre 2010 Sergio Oltolina Senior Technical Manager Architetture e Consulenza Direzione Centrale Ricerca

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

BPM business process management

BPM business process management COS È IL BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM)? Il BPM consiste nel creare modelli informatici dei processi operativi dell azienda al fine di creare un flusso orientato a rendere efficiente ed efficace il

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

European ICT Professional Profiles

European ICT Professional Profiles CEN Workshop ICT Skills CWA European ICT Professional Profiles Il presente CEN Workshop Agreement (CWA) definisce un set di profili europei nel settore dell ICT; Usando lo European e-competence Framework

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

FACOLTÀ DELLE SCIENZE STATISTICHE

FACOLTÀ DELLE SCIENZE STATISTICHE FACOLTÀ DELLE SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE Relatore : ROBERTO GRANDINETTI Laureando : JUSTIN MAGLOIRE MBOUNA Anno accademico 2006-2007 2 Un sincero ringraziamento

Dettagli

C URR I C U L U M V I T A E

C URR I C U L U M V I T A E C URR I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome Ercole Colonese Indirizzo Via Carlo Cattaneo 15, 00185 Roma Telefono (+39) 338 7248417 E-mail ercole@colonese.it (personale) Sito web www.colonese.it

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

Queste sono alcune domande che ci sono venute in mente.

Queste sono alcune domande che ci sono venute in mente. Applicazione di metodi statistici per la verifica di Sistemi Qualità in società di servizi. S. Gorla (*), R. Bergami (**), R. Grassi (***), E. Belluco (****) (*) Responsabile Qualità e Certificazione Citroën

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Statistical Process Control

Statistical Process Control Statistical Process Control 1 Introduzione SPC si occupa del miglioramento della qualità. I metodi per il miglioramento della qualità possono essere applicati a qualsiasi area in una fabbrica o organizzazione

Dettagli

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL Ing. Maurizio Rea (Gruppo SOL) ECOMONDO - Sessione Tecnologie di Produzione Rimini, 3 Novembre 2010 IL GRUPPO SOL Profilo aziendale

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli