PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS"

Transcript

1 PROGETTO TESSERA SANITARIA

2 Pag. 2 di 20 INDICE 1. INTRODUZIONE CANALE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE A REGIME) 5 2. SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS PRIMO IMPIANTO 6 3. SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS REGIME DESCRIZIONE DELL OGGETTO DI INTERSCAMBIO CARCNS REQUESTCARCNSDTO CODICI DI RITORNO COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS RESPONSECARCNSDTO SERVIZI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS MODALITÀ DI ACCREDITAMENTO DESCRIZIONE SCHEMA XML PER FORNITURE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) FILES XSD ESITI DEI CONTROLLI 19

3 Pag. 3 di 20 REVISIONI DEL DOCUMENTO VERSIONE PARAGRAFO DATA MODIFICA DESCRIZIONE Versione 1 02/04/2013

4 Pag. 4 di Introduzione I servizi descritti in questo documento sono finalizzati a consentire ai CMS regionali la comunicazione al sistema TS delle operazioni di attivazione e/o revoca effettuate sulle TS/CNS di loro competenza. Il processo consta di due fasi: Primo impianto da effettuarsi una-tantum in modalità batch mediante la fornitura delle TS/CNS attivate o revocate alla data di inizio regime. Tale fornitura dovrà essere effettuata mediante il canale FTP già utilizzato per i flussi Anagrafico e degli Esiti delle TS/CNS di competenza della regione; Regime mediante invocazione di un web-service, messo a disposizione dal sistema TS, con il quale le regioni potranno effettuare contestualmente all aggiornamento della banca dati locale anche l aggiornamento della banca dati nazionale gestita dal sistema TS. È opportuno precisare che, dopo la prima fase, tutti gli aggiornamenti dovranno essere effettuati esclusivamente mediante il servizio web-service. 1.1 CANALE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) I flussi XML dovranno essere predisposti sul server regionale preposto al servizio FTP. Tutti i file, oggetto di scambio dati, da e verso le singole regioni, saranno cifrati e firmati con il medesimo certificato utilizzato per lo scambio delle componenti anagrafiche ed esiti delle carte. Struttura del nome del file di interscambio: File predisposto dal CMS sssathn.daaaaggg.thhmmss File di risposta dal CMS ATsssHV.Daaaaggg.Thhmmss.RUN.p7m.enc Dove: Nome Campo Descrizione sss sigla della regione (comunicata a ciascuna regione) aaaa anno della data di predisposizione del file (es.: 2013) ggg giorno in formato giuliano (es. 14 febbraio = 045) hhmmss ora, minuti e secondi (es.: )

5 Pag. 5 di 20 Esempi: La Regione XXXXXX (con sigla YYY), predisporrà sul suo server il file con la seguente nomenclatura: YYYATHN.D T Il file verrà acquisito, decifrato ed elaborato dal sistema TS. L esito per la Regione XXXXXX (cifrato e firmato) viene inviato sul suo server con la seguente nomenclatura: ATYYYHV.D T RUN.p7m.enc Per il tracciato XML di questi flussi si rimanda al paragrafo CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE A REGIME) I web services sono esposti da SOGEI utilizzando gli standard più diffusi (SOAP, WSDL) e sono fruibili attraverso canali di comunicazione sicuri data la sensibilità dei dati scambiati. La cooperazione tra ente interessato e SOGEI verrà effettuata attraverso un canale https bilanciato (URL: certificato client e server). Le modalità di accreditamento sono descritte nel paragrafo 5. Gli ambienti previsti sono: 1) Test / Consolidamento contente dati non reali, raggiungibile attraverso rete INTERNET all indirizzo: URL = https://wscoop.sanita.finanze.it/comattrevcnsweb/services/carcns 2) Esercizio definitivo contente dati reali, raggiungibile attraverso reti INTERNET, RUPA e INTERDOMINIO all indirizzo : URL =https://ws.sanita.finanze.it/comattrevcnsweb/services/carcns Durante la fase di test potrebbero cambiare dei parametri necessari al client per invocare il servizio.

6 Pag. 6 di SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS PRIMO IMPIANTO Questo servizio di comunicazione può essere utilizzato da una Regione per comunicare le attivazioni/revoche delle TS/CNS avvenute fino al momento di entrata a regime del servizio WS descritto al successivo paragrafo. In questo modo si consente di recuperare l arretrato delle comunicazioni ed è previsto quindi che venga utilizzato una sola volta. Valorizzazione dei campi da parte della Regione: Posizione Campo Valorizzazione Input/ Output Testa Elemento Regione TipoRichiesta MotivoRevoca codice della regione inviante (es.: 010 per il Piemonte) I/O Tipo di richiesta: A = comunicazione di attivazione R = comunicazione revoca su richiesta U = revoca d ufficio da altra regione S = revoca d ufficio da sistema TS I/O Motivo revoca, vale: in caso di revoca di tipo R - M = furto - N = smarrimento - O = deterioramento - P = decesso - Q = rifiuto - S = altro in caso di revoca di tipo U - K = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS in caso di revoca di tipo S A = assistito che ha perso requisiti per l'assistenza da parte del SSN B = mancato recapito CNS C = assistito deceduto D = assistito emigrato E = TS/CNS invalidata da una nuova emissione o TS/CNS restituita F = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS in caso di attivazione non deve essere impostato I/O NumeroCNS DataEvento Esito Numero identificativo della TS/CNS Data dell'evento (attivazione o revoca) Esito (valorizzato solo nel file di risposta) I/O I/O O Coda Reg codice della regione inviante (es.: 010 per il Piemonte) O

7 Pag. 7 di 20 Posizione Campo Valorizzazione Input/ Output CodEsitoAttivazione NumRecEsitoAttivazio ne CodEsitoRevoca NumRecEsitoRevoca CodEsitoRevoca NumRecEsitoRevoca CodEsitoRevoca NumRecEsitoRevoca codice dell'esito delle richieste di attivazione contenute nel file numero delle richieste di attivazione contenute nel file relative al codice esito attivazione codice dell'esito delle richieste di revoca_r contenute nel file numero delle richieste di revoca_r contenute nel file relative al codice esito revoca codice dell'esito delle richieste di revoca_u contenute nel file numero delle richieste di revoca_u contenute nel file relative al codice esito revoca_u codice dell'esito delle richieste di revoca_s contenute nel file numero delle richieste di revoca_s contenute nel file relative al codice esito revoca_s O O O O O O O O

8 Pag. 8 di SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS REGIME Questo servizio può essere utilizzato da un utente Regione in possesso del certificato di autenticazione e autorizzato dall Amministratore di Sicurezza. A fronte della comunicazione di attivazione/revoca della CNS viene restituito un esito dell operazione 3.1 DESCRIZIONE DELL OGGETTO DI INTERSCAMBIO CARCNS L oggetto RequestCARCNSDTO contiene i dati di input impostati dall utente Regione, restituisce come output l oggetto ResponseCARCNSDTO che contiene i campi relativi all esito dell operazione, codice esito e descrizione esito (vedere il paragrafo 3.3 ), e il numero della CNS inserita dall utente. 3.2 REQUESTCARCNSDTO Nome Campo Contenuto cfutente Identificativo dell'utente del CMS che chiede l'operazione (censito su LDAP e clear-trust del sistema TS) Token Identificativo della transazione (univoco per ciascun CMS) Tipo funzione. Vale: TipoRichiesta A = comunicazione attivazione, R= comunicazione revoca su richiesta U= revoca d ufficio da altra regione S= revoca d ufficio da sistema TS MotivoRevoca Motivo della revoca Vale:

9 Pag. 9 di 20 Nome Campo Contenuto per la revoca su richiesta dell assistito (R): M = FURTO N = SMARRIMENTO O = DETERIORAMENTO P = DECESSO Q = RIFIUTO S = ALTRO per la revoca d ufficio da altra regione (U): K = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS per la revoca d ufficio da sistema TS (S): A = assistito che ha perso requisiti per l'assistenza da parte del SSN B = mancato recapito CNS C = assistito deceduto D = assistito emigrato E = TS/CNS invalidata da una nuova emissione o TS/CNS restituita F = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS È obbligatorio solo per le operazione di revoca NumeroCNS Numero della CNS (20 caratteri numerici) DataEvento Data dell evento (attivazione o revoca)

10 Pag. 10 di CODICI DI RITORNO COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS Codice di ritorno Descrizione codice di ritorno 3101 NUMERO CNS FORMALMENTE ERRATO 3102 NUMERO CNS INESISTENTE 3103 DATA EVENTO FORMALMENTE ERRATA 3104 DATA EVENTO ERRATA, SUCCESSIVA ALLA DATA ODIERNA 3105 CODICE FISCALE NON TROVATO 3106 CODICE FISCALE NON AUTORIZZATO 3107 RECORD DI TESTA MANCANTE 3108 RECORD DI TESTA MANCANTE 3109 RECORD DI TESTA MANCANTE 3110 CODICE FISCALE UTENTE ASSENTE 3111 CODICE FISCALE UTENTE ERRATO 3112 DATA EVENTO ASSENTE 3113 LA DATA EVENTO DEVE ESSERE NEL FORMATO DDMMYYYY 3114 IL CAMPO NUMEROCNS E' ASSENTE 3115 IL CAMPO TIPORICHIESTA E' ASSENTE 3116 IL CAMPO TOKEN E' ASSENTE 3118 OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA TS/CNS E' GIA' ATTIVA DAL 3119 OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA TS/CNS E' STATA REVOCATA DAL OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA DATA INSERITA E' ANTECEDENTE ALL'EMISSIONE DELLA 3120 TS/CNS OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA DATA INSERITA E' SUCCESSIVA ALLA DATA DI SCADENZA 3121 DELLA TS/CNS OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA DATA DELLA REVOCA E' ANTECEDENTE ALLA DATA DI 3122 ATTIVAZIONE DELLA TS/CNS 3123 IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA E' ASSENTE 3124 IL CAMPO TIPO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON UNO DEI SEGUENTI VALORI: A, R, S, U IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON UNO DEI SEGUENTI VALORI: M, N, 3125 O, P, Q, S 3126 IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON IL VALORE K IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON UNO DEI SEGUENTI VALORI: A, B, 3127 C, D, E, F 3151 OPERAZIONE MOMENTANEAMENTE INTERDETTA - CONTATTARE IL NUMERO VERDE 3152 CODICE ERRORE NON CODIFICATO - CONTATTARE IL NUMERO VERDE 3199 ELABORAZIONE CORRETTAMENTE EFFETTUATA 3128 OPERAZIONE NON CONSENTITA, TS/CNS APPARTENENTE AD ALTRA REGIONE

11 Pag. 11 di RESPONSECARCNSDTO Codice NumeroCNS Esito Diagnostico Descrizione codice del titolo dichiarante Numero della CNS (20 caratteri numerici) Codice dell'esito dell'operazione (4 caratteri numerici) Descrizione del codice dell'esito dell'operazione

12 Pag. 12 di SERVIZI 4.1 COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS EJB WS: CARCNS Metodi Esposti: CARCNS() Parametri di input: RequestCARCNSDTO Parametri di output: ResponseCARCNSDTO Endpoint per utente Regione: /ComAttRevCNSWeb/services/CARCNS

13 Pag. 13 di MODALITÀ DI ACCREDITAMENTO Nell ambito della sicurezza e delle modalità di accreditamento, l accesso ai servizi cooperativi si articola in due fasi ben distinte, autenticazione ed autorizzazione così come già avviene per l accesso ai servizi web on-line; in particolare: Ente territoriale: l accesso a sistema TS è consentito ai soli enti in possesso di uno specifico Certificato di Autenticazione rilasciato dalla Certification Authority dell Agenzia delle Entrate; autorizzazione utente: l utilizzo dello specifico servizio è sottoposto al preventivo controllo di autorizzazione del singolo utente richiedente. La fase di Autenticazione Ente territoriale viene risolta con l emissione del Certificato, mentre la fase di autorizzazione utente, in analogia a quanto previsto per l autorizzazione all utilizzo dei servizi web-on-line, è a carico dell Amministratore di Sicurezza locale il quale, attraverso la consolle di cui già dispone, provvede a censire ed autorizzare gli utenti preposti all uso dei servizi cooperativi. Si precisa che per la natura stessa dei servizi cooperativi, l applicazione delle norme di sicurezza non richiede l autenticazione dell utente, in quanto risolta dal Certificato fornito all Ente territoriale, mentre rimane invariata la verifica della autorizzazione utente.

14 Pag. 14 di DESCRIZIONE SCHEMA XML PER FORNITURE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) 6.1 FILES XSD Di seguito vengono riportati i due files di schema utilizzati dall applicazione per l elaborazione dei files xml di input e di output. Sia i files di input che quelli di output utilizzano gli stessi files di schema. File 1: SchemaAttivazioneDisattivazioneCNS.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" xmlns="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" targetnamespace="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified"> <xs:documentation>tipi dati file attivazione disattivazione CMS</xs:documentation> <!--- definizione tipi int - INIZIO --> <xs:simpletype name="int2"> <xs:maxlength value="5"/> <xs:minlength value="1"/> <xs:simpletype name="int3"> <xs:pattern value="[0-9]{3}"/> <xs:simpletype name="int4"> <xs:pattern value="[0-9]{4}"/> <xs:simpletype name="int5"> <xs:pattern value="[0-9]{5}"/> <xs:simpletype name="string5"> <xs:minlength value="1"/> <xs:maxlength value="5"/> <xs:simpletype name="int5nil"> <xs:restriction base="xs:string"/>

15 Pag. 15 di 20 <xs:simpletype name="int20"> <xs:pattern value="[0-9]{20}"/> <!--- definizione tipi int - FINE --> <!--- definizione tipi varchar - INIZIO --> <xs:simpletype name="varchar2"> <xs:pattern value="([a-z,0-9]{2})"/> <xs:simpletype name="varchar2nil"> <xs:restriction base="xs:string"/> <xs:simpletype name="varchar3"> <xs:pattern value="([a-z,0-9]{3})"/> <xs:simpletype name="varchar3nil"> <xs:restriction base="xs:string"/> <xs:simpletype name="varchar16"> <xs:pattern value="([a-z,0-9]{16})"/> <!--- definizione tipi varchar - FINE --> <xs:simpletype name="tiporichiestatype"> <xs:pattern value="([a,r,s,u])"/> <xs:simpletype name="motivorevocatype"> <xs:pattern value="([a,b,c,d,e,f,k,m,n,o,p,q,s,'', ' ']{0,1})"/> <xs:simpletype name="datatype"> <xs:restriction base="xs:date"> <xs:mininclusive value=" "/> <xs:documentation>fine tipi dati file attivazione disattivazione CMS</xs:documentation> </xs:schema> File 2: TracciatoAttivazioneDisattivazione.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns="http://tracciatoattivazionedisattivazione.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:td="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it"

16 Pag. 16 di 20 xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" targetnamespace="http://tracciatoattivazionedisattivazione.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified"> <xs:import namespace="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="schemaattivazionedisattivazionecns.xsd"/> <xs:element name="comunicazioniattivazionerevocacns"> <xs:element ref="testa"/> <xs:element ref="dettaglio"/> <xs:element ref="coda" minoccurs="0"/> <xs:element name="testa"> <xs:documentation>elemento che identifica l'ente inviante</xs:documentation> <xs:element ref="regione"/> <xs:element name="dettaglio"> <xs:documentation>sezione contenente i dettagli delle CNS da attivare/disattivare</xs:documentation> <xs:element ref="elemento" minoccurs="0" maxoccurs="100000"/> <xs:element name="elemento"> <xs:documentation>elemento che identifica la CNS da attivare/disattivare</xs:documentation> <xs:element ref="tiporichiesta"/> <xs:element ref="motivorevoca"/> <xs:element ref="numerocns"/> <xs:element ref="dataevento"/> <xs:element ref="esito" minoccurs="0"/> <xs:element name="coda">

17 Pag. 17 di 20 <xs:documentation>elemento che identifica l'ente inviante e il risultato dell'elaborazione</xs:documentation> <xs:element ref="reg"/> <xs:element ref="riepilogoattivazione"/> <xs:element ref="riepilogorevoca_r"/> <xs:element ref="riepilogorevoca_u"/> <xs:element ref="riepilogorevoca_s"/> <!-- TESTA --> <xs:element name="regione" type="td:int3" nillable="false"> <xs:documentation>codice Regione numerico</xs:documentation> <!-- ELEMENTO - INIZIO --> <xs:element name="tiporichiesta" type="td:tiporichiestatype" nillable="false"> <xs:documentation>tipo richiesta. A:Attivazione - R:Revoca</xs:documentation> <xs:element name="motivorevoca" type="td:motivorevocatype" nillable="true"> <xs:documentation>motivo della Revoca della CNS</xs:documentation> <xs:element name="numerocns" type="td:int20" nillable="false"> <xs:documentation>numero identificativo dell CNS</xs:documentation> <xs:element name="dataevento" type="td:datatype" nillable="false"> <xs:documentation>data di attivazione/revoca della CNS</xs:documentation> <xs:element name="esito" type="td:varchar2"> <xs:documentation>numero errori del File</xs:documentation> <!-- ELEMENTO - F I N E --> <!-- CODA - INIZIO--> <xs:element name="reg" type="td:int3" nillable="false"> <xs:documentation>codice Regione numerico</xs:documentation> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO ATTIVAZIONE - INIZIO --> <xs:element name="riepilogoattivazione">

18 Pag. 18 di 20 <xs:documentation>sezione contenente i resoconti dei record delle Attivazioni</xs:documentation> <xs:element name="recordokattivazione" type="td:string5" nillable="false"/> <xs:element name="recordkoattivazione" type="td:string5" nillable="false"/> <xs:element ref="dettaglioesitoattivazione" minoccurs="0"/> <xs:element name="dettaglioesitoattivazione"> <xs:documentation>elemento contenente i resoconti delle attivazioni</xs:documentation> <xs:element ref="categoriaesitoattivazione" minoccurs="0"/> <xs:element name="categoriaesitoattivazione"> <xs:element name="codesitoattivazione" type="td:int2"/> <xs:element name="numrecesitoattivazione" type="td:int2"/> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO ATTIVAZIONE - F I N E --> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO REVOCA - INIZIO --> <!-- <xs:element name="riepilogorevoca"> <xs:element name="recordokrevoca" type="td:int5" nillable="false"/> <xs:element name="recordkorevoca" type="td:int5" nillable="false"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca"/> --> <xs:element name="dettaglioesitorevoca"> <xs:element ref="categoriaesitorevoca"/> <xs:element name="categoriaesitorevoca">

19 Pag. 19 di 20 <xs:element name="codesitorevoca" type="td:int2"/> <xs:element name="numrecesitorevoca" type="td:int2"/> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO REVOCA - F I N E --> <xs:element name="riepilogorevoca_r"> <xs:element name="recordokrevoca" type="td:string5"/> <xs:element name="recordkorevoca" type="td:string5"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca" minoccurs="0"/> <xs:element name="riepilogorevoca_u"> <xs:element name="recordokrevoca"/> <xs:element name="recordkorevoca"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca" minoccurs="0"/> <xs:element name="riepilogorevoca_s"> <xs:element name="recordokrevoca" type="td:string5"/> <xs:element name="recordkorevoca" type="td:string5"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca" minoccurs="0"/> <!-- CODA - FINE--> </xs:schema> 6.2 ESITI DEI CONTROLLI Elenco degli esiti del controllo effettuato su ciascun record della fornitura codice errore descrizione errore 99 elaborazione correttamente effettuata 1 numero TS/CNS formalmente errato 2 numero TS/CNS inesistente 3 data evento formalmente errata 4 data evento successiva alla data di elaborazione

20 Pag. 20 di 20 codice errore 14 numero TS/CNS assente 15 tipo richiesta assente descrizione errore 18 richiesta di attivazione di TS/CNS già attivata 19 richiesta di revoca di TS/CNS già revocata 20 data evento antecedente alla data di emissione della TS/CNS 21 data evento successiva alla data di scadenza della TS/CNS 22 data revoca antecedente alla data di attivazione della TS/CNS 23 motivo revoca assente 24 tipo richiesta incongruente 25 motivo richiesta incongruente con la richiesta 26 Motivo revoca presente a fronte di comunicazione di attivazione 28 Regione inviate diversa da quella che ha emesso la CNS

PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS

PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 13 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 2. CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS 5 3. SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS 6 3.1 DESCRIZIONE

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD MANAGEMENT SYSTEM

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD MANAGEMENT SYSTEM PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD Pag. 2 di 14 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 2. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI RICHIESTA DI ATTIVAZIONE E REVOCA

Dettagli

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 Pag. 2 di 11 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...

Dettagli

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA Pag. 1 di 16 WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA Pag. 1 di 16 Pag. 2 di 16 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...

Dettagli

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 Pag. 2 di 30 1 GENERALITÀ...3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI...3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...4

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA COMUNICAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE CHE UN MEDICO TITOLARE DEVE FORNIRE AL SISTEMA TS AFFINCHE UN MEDICO SUO SOSTITUTO POSSA PRESCRIVERE RICETTE DEMATERIALIZZATE

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE ESENZIONI DA REDDITO 09/03/2011 Pag. 1 di 10 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE ESENZIONI DA REDDITO Pag. 2 di 10 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI 4 2. MODALITÀ

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA VISUALIZZAZIONE E LO SCARICO DELLE RICEVUTE DI ATTESTAZIONE DELLE OPERAZIONI E DELLE TRANSAZIONI EFFETTUATE SULLE RICETTE DEMATERIALIZZATE (DECRETO 2 NOVEMBRE

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014 PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 23 REVISIONI DEL DOCUMENTO... 3 1. INTRODUZIONE... 4 2. GENERALITA... 5 3. STANDARD TECNICI... 6 4. INVIO DEI DATI DI SPESA... 7 4.1. CARATTERISTICHE... 7 4.2. ACCESSO

Dettagli

PROGETTO WEB SERVICES DOGANE SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE

PROGETTO WEB SERVICES DOGANE SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 12 PROGETTO WEB SERVICES DOGANE SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 12 Pag. 2 di 12 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO

Dettagli

Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali

Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali Il presente documento intende fornire la descrizione e le specifiche tecniche necessarie al colloquio fra i sistemi software produttori di prescrizioni

Dettagli

Allegato 2 XML-Schema per l alimentazione del ReGIndE TipiBaseReGIndE.xsd

Allegato 2 XML-Schema per l alimentazione del ReGIndE TipiBaseReGIndE.xsd Allegato 2 XML-Schema per l alimentazione del ReGIndE TipiBaseReGIndE.xsd

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL Pag. 1 di 17 Progetto SIRPE De-materializzazione personalizzati CIL per la cooperazione Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 17 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Riferimenti 4 2 GENERALITÀ 4 2.1

Dettagli

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1. PAG. 1 DI 39 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.5 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 2 DI 39 INDICE 1. REVISIONI DEL DOCUMENTO

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES Pag. 2 di 173 1 REVISIONI DEL DOCUMENTO... 6 2 GENERALITÀ... 6 2.1 STANDARD TECNICI... 7 2.2 LINGUAGGIO COMUNE... 7 2.3 WEB SERVICES... 8 2.4 WSDL (WEB SERVICE DESCRIPTION

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas Definizione informatica dei singoli tracciati da utilizzare per ciascun scambio informativo individuato dalle Istruzioni Operative allegate alla determina 3/10

Dettagli

OSSERVATORIO RIFIUTI SOVRAREGIONALE ~ ~ ~ IMPORTAZIONE AUTOMATICA DELLE IMFORMAZIONI SUI RIFIUTI RITIRATI E PRODOTTI DAGLI IMPIANTI.

OSSERVATORIO RIFIUTI SOVRAREGIONALE ~ ~ ~ IMPORTAZIONE AUTOMATICA DELLE IMFORMAZIONI SUI RIFIUTI RITIRATI E PRODOTTI DAGLI IMPIANTI. OSSERVATORIO RIFIUTI SOVRAREGIONALE ~ ~ ~ IMPORTAZIONE AUTOMATICA DELLE IMFORMAZIONI SUI RIFIUTI RITIRATI E PRODOTTI DAGLI IMPIANTI Revisione 106 Omnigate srl Bergamo, luglio 2009 1. Introduzione Il servizio

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas Definizione informatica dei singoli tracciati da utilizzare per ciascun scambio informativo individuato dalle Istruzioni Operative allegate alla delibera 185/08

Dettagli

Web Service per importare un adempimento SUAP in. Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni

Web Service per importare un adempimento SUAP in. Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni Web Service per importare un adempimento SUAP in Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni 1. Introduzione al documento...3 1.1 Novità introdotte rispetto alla precedente emissione...3

Dettagli

FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS

FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS Versione 2 Gennaio 2012 PAG. 2 DI 9 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. MODALITÀ OPERATIVE 4 ALLEGATO 1 8 PAG. 3

Dettagli

Manuale Utente TebeniService 5.0.0

Manuale Utente TebeniService 5.0.0 Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni Manuale Utente TebeniService 5.0.0 Versione doc: 05.00.00 Data Versione: 03/03/15 Descr. modifiche: Motivazioni : Aggiunto

Dettagli

Manuale di progettazione schemi XML

Manuale di progettazione schemi XML Ministero dell'economia e delle finanze Dipartimento per le politiche fiscali - Ufficio coordinamento tecnologie informatiche Sergio Baldelli Manuale di progettazione schemi XML Conformi alle regole del

Dettagli

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI FAR Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali Luglio 2014 Versione 4.0 FAR Specifiche Funzionali_v4.0 Pag. 1 di 53 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Regione Toscana Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Stato del documento Definitiva Versione del documento 1.8 Data 29/05/13 Documento Acronimo del documento Specifiche

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014 PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 27 REVISIONI DEL DOCUMENTO... 3 1. INTRODUZIONE... 4 2. GENERALITA... 5 3. STANDARD TECNICI... 6 4. INVIO DEI DATI DI SPESA... 7 4.1. CARATTERISTICHE... 7 4.2. ACCESSO

Dettagli

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI FAR Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali Luglio 2015 Versione 5.0 FAR Specifiche Funzionali_v5.0 Pag. 1 di 55 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 61273 /2011 protocollo Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano dei dati relativi alla dichiarazione Irap 2011 e alla Comunicazione

Dettagli

MODELLI DEI PACCHETTI DI ARCHIVIAZIONE (AIP)

MODELLI DEI PACCHETTI DI ARCHIVIAZIONE (AIP) MODELLI DEI PACCHETTI DI ARCHIVIAZIONE (AIP) Data 06-10-2014 Codice documento Modelli dei pacchetti di archiviazione Versione 1.0 Il presente documento è rilasciato sotto la licenza Attribuzione-Non commerciale

Dettagli

Specifiche struttura del file dei rilievi Descrizione e XML Schema

Specifiche struttura del file dei rilievi Descrizione e XML Schema Specifiche struttura del file dei rilievi Descrizione e XML Schema Contenuti CONTENUTI...2 1 INTRODUZIONE...3 2 MODELLO INFORMATIVO...4 3 APPENDICE...7 3.1 APPENDICE A XSD...7 3.1.1 Remark.xsd...7 2 1

Dettagli

1 DOMINIO DI APPLICAZIONE DEL SERVIZIO INFORMATICO DI TESORERIA... 3

1 DOMINIO DI APPLICAZIONE DEL SERVIZIO INFORMATICO DI TESORERIA... 3 ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO DIREZIONE GENERALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA REGIONALE ALLEGATO SPECIFICHE FUNZIONALI E TECNICHE

Dettagli

Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche

Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche Versione 1.3 Sommario 1- Introduzione... 3 2 - Modalità di interazione con il servizio... 3 3 - Formato dell output... 3 4 - Modello dei

Dettagli

di concerto con IL MINISTERO DELLA SALUTE

di concerto con IL MINISTERO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTERO DELLA SALUTE Visto l articolo 50, del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, ed in particolare il comma

Dettagli

Sistema informativo delle prestazioni erogate nell ambito dell assistenza sanitaria in emergenza-urgenza

Sistema informativo delle prestazioni erogate nell ambito dell assistenza sanitaria in emergenza-urgenza SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI 118 E PRONTO SOCCORSO Sistema informativo delle prestazioni erogate nell ambito dell assistenza sanitaria in Giugno 2010 Versione 4.0 EMUR_ Specifiche Funzionali_v4.0.doc

Dettagli

intranet.ruparpiemonte.it

intranet.ruparpiemonte.it ruparpiemonte BARTS FTP - Rupar Manuale d'uso intranet.ruparpiemonte.it SOMMARIO INQUADRAMENTO GENERALE...3 ACRONIMI - GLOSSARIO...3 REQUISITI PER L USO DELL APPLICATIVO...3 CARATTERISTICHE MINIME...3

Dettagli

Specifiche tecniche di trasmissione per i Comuni

Specifiche tecniche di trasmissione per i Comuni Pag. 1 di 15 Specifiche tecniche di trasmissione per i Comuni versione data Modifiche principali Autore/i 0.1 Redazione specifiche tecniche Dario Piermarini 1/15 Pag. 2 di 15 1 INTRODUZIONE Un Comune che

Dettagli

MiFID - TREM v2.0 per interfaccia locale. 1. Invio di transazioni su strumenti finanziari identificati dal codice alternativo di identificazione (AII)

MiFID - TREM v2.0 per interfaccia locale. 1. Invio di transazioni su strumenti finanziari identificati dal codice alternativo di identificazione (AII) Allegato 1 MiFID - TREM v2.0 per interfaccia locale 1. Invio di transazioni su strumenti finanziari identificati dal codice alternativo di identificazione (AII) Gli strumenti finanziari possono essere

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA FORNITURA DA PARTE DEL MINISTERO DELLA SALUTE DELL ELENCO NAZIONALE DELLE DISCIPLINE (DECRETO 2 NOVEMBRE 2011)

PROGETTO TESSERA SANITARIA FORNITURA DA PARTE DEL MINISTERO DELLA SALUTE DELL ELENCO NAZIONALE DELLE DISCIPLINE (DECRETO 2 NOVEMBRE 2011) PROGETTO TESSERA SANITARIA FORNITURA DA PARTE DEL MINISTERO DELLA SALUTE DELL ELENCO NAZIONALE DELLE DISCIPLINE (DECRETO 2 NOVEMBRE 2011) VERSIONE 16 03 2015 Pag. 2 di 11 INDICE 1. REVISIONI DEL DOCUMENTO

Dettagli

Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica

Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica Versione 3.0 Giugno 2015 Sommario 1 I profili di utenza del sistema... 3 2 Accesso al sistema... 3 3 Utente Amministrazione...

Dettagli

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE Allegato_Tecnico Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE NOTA TECNICA:

Dettagli

TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI MANUALE OPERATIVO TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI (TS-CNS ) MANUALE OPERATIVO

TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI MANUALE OPERATIVO TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI (TS-CNS ) MANUALE OPERATIVO TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI (TS-CNS ) Documento: Pag. 1 di 18 Documento: Pag. 2 di 18 INDICE 1. Riferimenti normativi e tecnici... 4 1.1. Definizioni... 4 1.2. Acronimi e abbreviazioni...

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA {

FATTURA ELETTRONICA { FATTURA ELETTRONICA { NORMATIVA La Finanziaria 2008 ha stabilito che la fatturazione nei confronti dell Amministrazione dello stato debba avvenire esclusivamente in maniera elettronica Il DM 5 aprile 2013

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche

Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica per utente

Dettagli

HL7 Batch Client - RFC 85, 86, 87

HL7 Batch Client - RFC 85, 86, 87 HL7 Batch Client - RFC 85, 86, 87 Versione del 27/06/2014 SIS_RT_client_RFC85_86_87_ATE_1.0.doc Pagina 1 di 13 1. Introduzione In questo documento è riportata la descrizione del formato dei file di input

Dettagli

APPENDICE L Flussi di scambio R_AR per le immagini tra Equitalia SpA e il Fornitore

APPENDICE L Flussi di scambio R_AR per le immagini tra Equitalia SpA e il Fornitore APPENDICE L Flussi di scambio R_AR per le immagini tra Equitalia SpA e il Fornitore APPENDICE 12L - SCAMBIO IMMAGINI EQUITALIA 20130729 Pagina 1 di 22 Indice 1 PREFAZIONE... 3 1.1 ACRONIMI E DEFINIZIONI...

Dettagli

Descrizione flussi per integrazione Travel Card presso negozi online e-commerce: integrazione carrello degli acquisti

Descrizione flussi per integrazione Travel Card presso negozi online e-commerce: integrazione carrello degli acquisti Descrizione flussi per integrazione Travel Card presso negozi online e-commerce: integrazione carrello degli acquisti Modalità di integrazione Due strade percorribili: Procedura WS (Web Service) modalità

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE Interazione con soggetti esterni abilitati per generazione massiva MAV lavoro domestico Release 1.0 del 16/06/2011 Le variazioni previste dalla presente versione

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni nella Regione Piemonte. Farmacie. Versione 1.0

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni nella Regione Piemonte. Farmacie. Versione 1.0 Pag. 1 di 13 Progetto SIRPE De-materializzazione nella Regione Piemonte Farmacie Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 13 1 Introduzione 3 1.1 Scopo del documento 3 1.2 Riferimenti 3 2 Inquadramento e obiettivo

Dettagli

TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI MANUALE OPERATIVO TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI (TS-CNS ) MANUALE OPERATIVO

TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI MANUALE OPERATIVO TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI (TS-CNS ) MANUALE OPERATIVO TESSERA SANITARIA - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI (TS-CNS ) Documento: Ente Emettitore Pag. 1 di 16 Questa pagina è lasciata intenzionalmente bianca Documento: Ente Emettitore Pag. 2 di 16 INDICE 1. Riferimenti

Dettagli

Postedoc - Manuale della Conservazione Sostitutiva

Postedoc - Manuale della Conservazione Sostitutiva ver.: 2.0 del: 02/02/2011 MDCPOSTEDOC20 Documento pubblico Pagina 1 di 20 Copia Archiviata Elettronicamente File: MDCPOSTEDOC20 Copia cartacea Controllata in distribuzione ad enti esterni N : 0 Rilasciata

Dettagli

Documento di testplan Modulo di Aggregazione Documento di progetto (Codici: A3P13S3)

Documento di testplan Modulo di Aggregazione Documento di progetto (Codici: A3P13S3) Piattaforma tecnologica di Monitoraggio Qualità Servizi Erogati Documento di testplan Modulo di Aggregazione Documento di progetto (Codici: A3P13S3) Riferimento Data Destinatario Gianluca Vannuccini Comune

Dettagli

Tessera Sanitaria - Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS ) 1. CHE COS È LA TS-CNS?... 3

Tessera Sanitaria - Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS ) 1. CHE COS È LA TS-CNS?... 3 FAQ Tessera Sanitaria - Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS ) (aggiornate al 13 agosto 2015) Sommario 1. CHE COS È LA TS-CNS?... 3 2. LA TESSERA SANITARIA O LA TS-CNS SOSTITUISCE IL TESSERINO DI CODICE

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DEL MODELLO STANDARD TIPIZZATO PER LA TRASMISSIONE DEL CONTRATTO DI RETE AL REGISTRO DELLE IMPRESE

SPECIFICHE TECNICHE DEL MODELLO STANDARD TIPIZZATO PER LA TRASMISSIONE DEL CONTRATTO DI RETE AL REGISTRO DELLE IMPRESE SPECIFICHE TECNICHE DEL MODELLO STANDARD TIPIZZATO PER LA TRASMISSIONE DEL CONTRATTO DI RETE AL REGISTRO DELLE IMPRESE Decreto Ministero della Giustizia 122 del 10 Aprile 2014 1 Indice Obiettivi e contenuti

Dettagli

Interoperabilità SISTRI Descrizione servizi per upload consuntivo percorsi da sistemi ferroviari

Interoperabilità SISTRI Descrizione servizi per upload consuntivo percorsi da sistemi ferroviari Interoperabilità SISTRI servizi per upload consuntivo percorsi da sistemi ferroviari Prot. N.: SISTRI-ICD_SIS-001 SF Data: 15/05/2011 STORIA DEL DOCUMENTO VER. DATA DESCRIZIONE 1.0 01/05/2011 Prima Edizione

Dettagli

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket.

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Portale regionale della Salute Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Specifiche di integrazione dei servizi di cooperazione applicativa e dei web services. Versione 1.10 16 Ottobre 2013

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE INTERFACCIA NECA

SPECIFICHE TECNICHE INTERFACCIA NECA SPECIFICHE TECNICHE INTERFACCIA NECA Codice Documento: SI.013 Revisione del Documento: 18 Data revisione: 27-08-2015 Pagina 1 di 34 Cronologia delle Revisioni del documento Revisione Data Sintesi delle

Dettagli

Allegato tecnico Servizi di Accoglienza Regionale del Friuli Venezia Giulia Prescrizione Ricetta dematerializzata (D.M. 2/11/2011) - BOZZA

Allegato tecnico Servizi di Accoglienza Regionale del Friuli Venezia Giulia Prescrizione Ricetta dematerializzata (D.M. 2/11/2011) - BOZZA 2013_ PRESC_DEM_01 IDAS-SAN-00001-AT-13-001 25 10 2013 Allegato tecnico Servizi di Accoglienza Regionale del Friuli Venezia Giulia Prescrizione Ricetta dematerializzata (D.M. 2/11/2011) - BOZZA Il presente

Dettagli

Gestione Richieste Patenti Web

Gestione Richieste Patenti Web >> Specifiche Integrazione Web Services RTI Gestione Richieste Patenti Web Servizio di Sviluppo SVI Versione 1.0-07 Dicembre 2009 Indice dei contenuti 1 GENERALITA... 6 1.1 Lista di distribuzione...6 1.2

Dettagli

Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010

Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010 1 PROGETTO EMCS Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010 ROMA Agenzia delle Dogane Sala Europa 2 Istruzioni Operative e Processi Telematici Stato dell arte del progetto EMCS Sperimentazione WEB-Services Richieste

Dettagli

SIPEM ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA DIGITALE. Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale. Rev 1.

SIPEM ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA DIGITALE. Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale. Rev 1. SIPEM Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA DIGITALE Rev 1.2 Il presente documento è attualmente in fase di lavorazione.

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO Modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia all INPS

DISCIPLINARE TECNICO Modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia all INPS DISCIPLINARE TECNICO Modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia all INPS 1. Introduzione Il presente documento ha lo scopo di definire le modalità

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E

PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E CERTIFICATI DI MALATTIA IN SEDE DI Pag. 2 di 51 INDICE 1. REVISIONI

Dettagli

Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica

Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica 1/20 1.1 Modifiche Documento Descrizione Modifica Edizione Data Prima emissione 1 28/07/2008 1.2

Dettagli

Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica

Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Versione: 3 Data: 16/10/2014 Autore: InfoCamere 1. Introduzione al documento...3 1.1 Modifiche al documento...

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SDICOOP - TRASMISSIONE. Pag. 1 di 18 VERSIONE 1.1

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SDICOOP - TRASMISSIONE. Pag. 1 di 18 VERSIONE 1.1 ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SDICOOP - TRASMISSIONE VERSIONE 1.1 Pag. 1 di 18 INDICE 1. Glossario... 3 2. Il servizio SDICoop - Trasmissione... 5 3. Il web-service SdIRiceviFile... 8 3.1.1 Operazione RiceviFile...

Dettagli

ALLEGATO B. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi al

ALLEGATO B. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi al ALLEGATO B Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi al modello per l istanza di rimborso della tassa sulle unità da diporto (articolo 16, commi da 2 a 10 e 15-ter, decreto-legge

Dettagli

Sistema di Tracciabilità del Farmaco

Sistema di Tracciabilità del Farmaco SPECIFICHE TECNICHE DEI TRACCIATI XML TRACCIATO PER LE VALORIZZAZIONI DELLA FORNITURA A SSN Sistema di Tracciabilità del Farmaco Fase 1 Fase di prima attuazione 1 gennaio 2006 Versione 1.1 Pag. 1 di 16

Dettagli

Sistema DE.PRO.EM. Istruzioni per il caricamento delle informazioni relative ai prodotti tramite file XML. Versione 1.0

Sistema DE.PRO.EM. Istruzioni per il caricamento delle informazioni relative ai prodotti tramite file XML. Versione 1.0 Sistema DE.PRO.EM. Istruzioni per il caricamento delle informazioni relative ai prodotti tramite file XML Versione 1.0 1 Sommario Sommario... 2 1. Istruzioni operative... 3 2. Struttura del file XML...

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Cartelle Cliniche MMG / PLS. Versione 3.0

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Cartelle Cliniche MMG / PLS. Versione 3.0 MMG / PLS Pag. 1 di 21 Progetto SIRPE De-materializzazione Cartelle Cliniche MMG / PLS Versione 3.0 MMG / PLS INDICE Pag. 2 di 21 1 Introduzione 5 1.1 Scopo del documento 5 1.2 Riferimenti 5 2 Inquadramento

Dettagli

Protocollo. per il. gioco a distanza PGAD

Protocollo. per il. gioco a distanza PGAD PAG. 1 DI 68 06-07-2012 Protocollo per il gioco a distanza PGAD PAG. 2 DI 68 INDICE INTRODUZIONE 4 1. ENTITÀ COINVOLTE 5 2. PROTOCOLLO APPLICATIVO 6 3. CONVENZIONI DI CODIFICA 7 4. STRUTTURA DEI MESSAGGI

Dettagli

PAG. 1 DI 21 MAGGIO 2012 CARD MANAGEMENT SYSTEM GUIDA OPERATORE CMS

PAG. 1 DI 21 MAGGIO 2012 CARD MANAGEMENT SYSTEM GUIDA OPERATORE CMS PAG. 1 DI 21 MAGGIO 2012 CARD MANAGEMENT SYSTEM GUIDA OPERATORE CMS CARD MANAGEMENT SYSTEM GUIDA OPERATORE CMS PAG. 2 DI 21 Indice 1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ OPERATIVE... 4 2.1 AUTENTICAZIONE... 4 2.2

Dettagli

Specifiche per l integrazione delle Aziende Regionali con i sistemi del Sistema di Accoglienza Regionale (SAR) della Regione Lazio

Specifiche per l integrazione delle Aziende Regionali con i sistemi del Sistema di Accoglienza Regionale (SAR) della Regione Lazio Specifiche per l integrazione delle Aziende e degli Applicativi Regionali con i servizi del Sistema di Accoglienza Regionale (SAR) della Regione Lazio - Erogazione Ricette Dematerializzate 21/12/2015 LAIT

Dettagli

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni di trasmissione fattura al Portale di trasmissione fattura al Portale Revisione : 00 Data creazione : 29/02/2016 Data revisione : Revisioni : Rev. Riferimento Descrizione Data Autore 00 Specifiche Tecniche

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

Allegato A ALLEGATO A

Allegato A ALLEGATO A Allegato A ALLEGATO A Disciplinare Tecnico riguardante la trasmissione dei dati delle spese sanitarie sostenute dall assistito al Sistema TS da parte dei soggetti previsti dall articolo 3 comma 3 del DL

Dettagli

L OBBLIGO DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI RAPPORTI DELLA PA

L OBBLIGO DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI RAPPORTI DELLA PA L OBBLIGO DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI RAPPORTI DELLA PA Art. 2 comma 3 del D.M. 55 La fattura elettronica si intende trasmessa alle Amministrazioni SOLO attraverso il Sistema di Interscambio ai

Dettagli

AdvSelf Italia Srl. Manuale Gateway FTP XML. Copyright @ 2015 AdvSelf Italia srl - All Rights Reserved

AdvSelf Italia Srl. Manuale Gateway FTP XML. Copyright @ 2015 AdvSelf Italia srl - All Rights Reserved AdvSelf Italia Srl Manuale Gateway FTP XML Indice Indice... 2 Introduzione... 3 ftp XML... 4 Risposta... 5 SendMessage... 5 Risposta positiva a SendMessage... 6 Esempi SendMessage... 6 Esempio 1:... 7

Dettagli

Tecnologie Web T XML Schema

Tecnologie Web T XML Schema Tecnologie Web T Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/tw/ Versione elettronica: 2.03.XMLSchema.pdf Versione elettronica: 2.03.XMLSchema-2p.pdf 1 Che cos è? È un alternativa ai DTD basata

Dettagli

Protocollo. per il. gioco a distanza PGAD

Protocollo. per il. gioco a distanza PGAD PAG. 1 DI 56 08-06-2011 Protocollo per il gioco a distanza PGAD PAG. 2 DI 56 INDICE INTRODUZIONE 4 1. ENTITÀ COINVOLTE 5 2. PROTOCOLLO APPLICATIVO 6 3. CONVENZIONI DI CODIFICA 7 4. STRUTTURA DEI MESSAGGI

Dettagli

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE Allegato_Tecnico Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE NOTA TECNICA:

Dettagli

EDIZIONE FEBBRAIO 2012

EDIZIONE FEBBRAIO 2012 MISADWEB SERVICE EDIZIONE FEBBRAIO 2012 Operazioni supportate GetAllVehicle Permette di ricevere la lista integrale delle vetture dell impianto. Accetta come parametro un xml contenente le informazioni

Dettagli

ARCHIVIO UNICO REGIONALE DEGLI ASSISTITI organizzazione e modalità di gestione

ARCHIVIO UNICO REGIONALE DEGLI ASSISTITI organizzazione e modalità di gestione ARCHIVIO UNICO REGIONALE DEGLI ASSISTITI organizzazione e modalità di gestione Pagina 1 di 55 SOMMARIO Sezione 1 - Gestione dei dati anagrafici dei cittadini a fini sanitari...3 Premessa...4 Scheda n.1:

Dettagli

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n.

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n. DigitPA VISTO l art. 6, comma 1 bis, del decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82 (indicato in seguito con l acronimo CAD), come modificato dal decreto legislativo 30 dicembre 2010 n. 235; VISTI gli articoli

Dettagli

Indice dei contenuti

Indice dei contenuti Sistema pubblico di prevenzione, sul piano amministrativo, delle frodi nel settore del credito al consumo, con specifico riferimento al fenomeno dei furti d identità Presentazione maggio 2014 Indice dei

Dettagli

Comunicazione n. DME/9034169 del 16 aprile 2009

Comunicazione n. DME/9034169 del 16 aprile 2009 Comunicazione n. DME/9034169 del 16 aprile 2009 Aggiornamento della Comunicazione n. DME/8005271 del 21 gennaio 2008 contenente chiarimenti di natura applicativa in merito al Regolamento Consob n. 16191/2007

Dettagli

MANUALE UTENTE SRTY SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO SRTY MANUALE UTENTE. Contratto:

MANUALE UTENTE SRTY SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO SRTY MANUALE UTENTE. Contratto: Contratto: Contratto del 23/04/2002 (Rep. 6253/Raccolta 1966), per l affidamento dell espletamento dei Servizi Informatici per la progettazione, realizzazione e manutenzione di prodotti software per il

Dettagli

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Servizio Codifica Cantieri

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Servizio Codifica Cantieri M.U.T. Modulo Unico Telematico Servizio Codifica Cantieri Data Redazione 22/09/2014 Data Pubblicazione Versione 1.0.1 Responsabile CNCE Giuseppe Aquilani Responsabile Nuova Enrico Biscuola Informatica

Dettagli

MOBS Flussi informativi sanitari regionali

MOBS Flussi informativi sanitari regionali Pag. 1 di 11 MOBS Flussi informativi sanitari regionali Restituzione in formato CSV per i flussi SDO e C Versione 01 Torino, Novembre 2014 Pag. 2 di 11 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 NOMENCLATURA DEI FILES

Dettagli

WebCare. Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione. Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da:

WebCare. Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione. Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da: WebCare Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione Progetto: WEBCARE 2 Versione 1.3 Data 05 AGOSTO 2011 Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da: CRONOLOGIA DELLE VERSIONI

Dettagli

Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale. Gruppo di Coordinamento Sviluppo SISPC

Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale. Gruppo di Coordinamento Sviluppo SISPC Gruppo di Coordinamento Sviluppo SISPC Sistema Informativo Sanitario della Prevenzione Collettiva Istruzioni per il primo accesso al sistema 2 di 12 Matrice della Redazione e Revisione Fasi Responsabilità

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI E IL TRASPORTO INTERMODALE

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI E IL TRASPORTO INTERMODALE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI E IL TRASPORTO INTERMODALE Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 7 Centro elaborazione dati Prot.n. 51736/RU

Dettagli

Il sistema d interscambio: il nuovo dialogo digitale con la Pubblica Amministrazione

Il sistema d interscambio: il nuovo dialogo digitale con la Pubblica Amministrazione Ana Casado Il sistema d interscambio: il nuovo dialogo digitale con la Pubblica Amministrazione Bologna, 13 maggio 2014 AGENDA Descrizione processo scambio con SDI Proposta Ditech Schema soluzione Modello

Dettagli

TRASMISSIONE TELEMATICA DEI DATI CONTABILI DEGLI ENTI LOCALI MANUALE UTENTE - PROFILO UTENTE ENTE LOCALE

TRASMISSIONE TELEMATICA DEI DATI CONTABILI DEGLI ENTI LOCALI MANUALE UTENTE - PROFILO UTENTE ENTE LOCALE TRASMISSIONE TELEMATICA DEI DATI CONTABILI DEGLI ENTI LOCALI MANUALE UTENTE - PROFILO UTENTE ENTE LOCALE INDICE 1 INVIO TELEMATICO DATI CONTABILI ENTI LOCALI...4 1.1 ACCESSO AI SERVIZI (AREA RISERVATA)

Dettagli

Allegato A ALLEGATO A Disciplinare Tecnico riguardante la trasmissione dei dati delle spese sanitarie sostenute dall assistito al Sistema TS da parte dei soggetti previsti dall articolo 3 comma 3 del DL

Dettagli

L Iniziativa egovernment.net per l Italia

L Iniziativa egovernment.net per l Italia L Iniziativa egovernment.net per l Italia Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 1 Porta di Dominio.NET Versione 1.0, Aprile 2002 Soluzioni per l Interoperabilità e la Cooperazione Applicativa

Dettagli

VERIFICHE E APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE

VERIFICHE E APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE VERIFICHE E APPROVAZIONI VERSIONE REDAZIONE CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE NOME DATA NOME DATA NOME DATA V01 L. Neri 25/02/2010 C. Audisio 08/03/10 M.Rosati 09/03/10 STATO DELLE VARIAZIONI

Dettagli

Studio Pozzato Dott. Giuseppe Commercialista Revisore Contabile

Studio Pozzato Dott. Giuseppe Commercialista Revisore Contabile Circolare informativa n. 06 del 29 Maggio 2014 OBBLIGO FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Legge 244/2007 introduce l obbligo di emissione della fattura in formato elettronico

Dettagli