PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS"

Transcript

1 PROGETTO TESSERA SANITARIA

2 Pag. 2 di 20 INDICE 1. INTRODUZIONE CANALE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE A REGIME) 5 2. SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS PRIMO IMPIANTO 6 3. SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS REGIME DESCRIZIONE DELL OGGETTO DI INTERSCAMBIO CARCNS REQUESTCARCNSDTO CODICI DI RITORNO COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS RESPONSECARCNSDTO SERVIZI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS MODALITÀ DI ACCREDITAMENTO DESCRIZIONE SCHEMA XML PER FORNITURE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) FILES XSD ESITI DEI CONTROLLI 19

3 Pag. 3 di 20 REVISIONI DEL DOCUMENTO VERSIONE PARAGRAFO DATA MODIFICA DESCRIZIONE Versione 1 02/04/2013

4 Pag. 4 di Introduzione I servizi descritti in questo documento sono finalizzati a consentire ai CMS regionali la comunicazione al sistema TS delle operazioni di attivazione e/o revoca effettuate sulle TS/CNS di loro competenza. Il processo consta di due fasi: Primo impianto da effettuarsi una-tantum in modalità batch mediante la fornitura delle TS/CNS attivate o revocate alla data di inizio regime. Tale fornitura dovrà essere effettuata mediante il canale FTP già utilizzato per i flussi Anagrafico e degli Esiti delle TS/CNS di competenza della regione; Regime mediante invocazione di un web-service, messo a disposizione dal sistema TS, con il quale le regioni potranno effettuare contestualmente all aggiornamento della banca dati locale anche l aggiornamento della banca dati nazionale gestita dal sistema TS. È opportuno precisare che, dopo la prima fase, tutti gli aggiornamenti dovranno essere effettuati esclusivamente mediante il servizio web-service. 1.1 CANALE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) I flussi XML dovranno essere predisposti sul server regionale preposto al servizio FTP. Tutti i file, oggetto di scambio dati, da e verso le singole regioni, saranno cifrati e firmati con il medesimo certificato utilizzato per lo scambio delle componenti anagrafiche ed esiti delle carte. Struttura del nome del file di interscambio: File predisposto dal CMS sssathn.daaaaggg.thhmmss File di risposta dal CMS ATsssHV.Daaaaggg.Thhmmss.RUN.p7m.enc Dove: Nome Campo Descrizione sss sigla della regione (comunicata a ciascuna regione) aaaa anno della data di predisposizione del file (es.: 2013) ggg giorno in formato giuliano (es. 14 febbraio = 045) hhmmss ora, minuti e secondi (es.: )

5 Pag. 5 di 20 Esempi: La Regione XXXXXX (con sigla YYY), predisporrà sul suo server il file con la seguente nomenclatura: YYYATHN.D T Il file verrà acquisito, decifrato ed elaborato dal sistema TS. L esito per la Regione XXXXXX (cifrato e firmato) viene inviato sul suo server con la seguente nomenclatura: ATYYYHV.D T RUN.p7m.enc Per il tracciato XML di questi flussi si rimanda al paragrafo CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE A REGIME) I web services sono esposti da SOGEI utilizzando gli standard più diffusi (SOAP, WSDL) e sono fruibili attraverso canali di comunicazione sicuri data la sensibilità dei dati scambiati. La cooperazione tra ente interessato e SOGEI verrà effettuata attraverso un canale https bilanciato (URL: certificato client e server). Le modalità di accreditamento sono descritte nel paragrafo 5. Gli ambienti previsti sono: 1) Test / Consolidamento contente dati non reali, raggiungibile attraverso rete INTERNET all indirizzo: URL = https://wscoop.sanita.finanze.it/comattrevcnsweb/services/carcns 2) Esercizio definitivo contente dati reali, raggiungibile attraverso reti INTERNET, RUPA e INTERDOMINIO all indirizzo : URL =https://ws.sanita.finanze.it/comattrevcnsweb/services/carcns Durante la fase di test potrebbero cambiare dei parametri necessari al client per invocare il servizio.

6 Pag. 6 di SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS PRIMO IMPIANTO Questo servizio di comunicazione può essere utilizzato da una Regione per comunicare le attivazioni/revoche delle TS/CNS avvenute fino al momento di entrata a regime del servizio WS descritto al successivo paragrafo. In questo modo si consente di recuperare l arretrato delle comunicazioni ed è previsto quindi che venga utilizzato una sola volta. Valorizzazione dei campi da parte della Regione: Posizione Campo Valorizzazione Input/ Output Testa Elemento Regione TipoRichiesta MotivoRevoca codice della regione inviante (es.: 010 per il Piemonte) I/O Tipo di richiesta: A = comunicazione di attivazione R = comunicazione revoca su richiesta U = revoca d ufficio da altra regione S = revoca d ufficio da sistema TS I/O Motivo revoca, vale: in caso di revoca di tipo R - M = furto - N = smarrimento - O = deterioramento - P = decesso - Q = rifiuto - S = altro in caso di revoca di tipo U - K = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS in caso di revoca di tipo S A = assistito che ha perso requisiti per l'assistenza da parte del SSN B = mancato recapito CNS C = assistito deceduto D = assistito emigrato E = TS/CNS invalidata da una nuova emissione o TS/CNS restituita F = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS in caso di attivazione non deve essere impostato I/O NumeroCNS DataEvento Esito Numero identificativo della TS/CNS Data dell'evento (attivazione o revoca) Esito (valorizzato solo nel file di risposta) I/O I/O O Coda Reg codice della regione inviante (es.: 010 per il Piemonte) O

7 Pag. 7 di 20 Posizione Campo Valorizzazione Input/ Output CodEsitoAttivazione NumRecEsitoAttivazio ne CodEsitoRevoca NumRecEsitoRevoca CodEsitoRevoca NumRecEsitoRevoca CodEsitoRevoca NumRecEsitoRevoca codice dell'esito delle richieste di attivazione contenute nel file numero delle richieste di attivazione contenute nel file relative al codice esito attivazione codice dell'esito delle richieste di revoca_r contenute nel file numero delle richieste di revoca_r contenute nel file relative al codice esito revoca codice dell'esito delle richieste di revoca_u contenute nel file numero delle richieste di revoca_u contenute nel file relative al codice esito revoca_u codice dell'esito delle richieste di revoca_s contenute nel file numero delle richieste di revoca_s contenute nel file relative al codice esito revoca_s O O O O O O O O

8 Pag. 8 di SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS REGIME Questo servizio può essere utilizzato da un utente Regione in possesso del certificato di autenticazione e autorizzato dall Amministratore di Sicurezza. A fronte della comunicazione di attivazione/revoca della CNS viene restituito un esito dell operazione 3.1 DESCRIZIONE DELL OGGETTO DI INTERSCAMBIO CARCNS L oggetto RequestCARCNSDTO contiene i dati di input impostati dall utente Regione, restituisce come output l oggetto ResponseCARCNSDTO che contiene i campi relativi all esito dell operazione, codice esito e descrizione esito (vedere il paragrafo 3.3 ), e il numero della CNS inserita dall utente. 3.2 REQUESTCARCNSDTO Nome Campo Contenuto cfutente Identificativo dell'utente del CMS che chiede l'operazione (censito su LDAP e clear-trust del sistema TS) Token Identificativo della transazione (univoco per ciascun CMS) Tipo funzione. Vale: TipoRichiesta A = comunicazione attivazione, R= comunicazione revoca su richiesta U= revoca d ufficio da altra regione S= revoca d ufficio da sistema TS MotivoRevoca Motivo della revoca Vale:

9 Pag. 9 di 20 Nome Campo Contenuto per la revoca su richiesta dell assistito (R): M = FURTO N = SMARRIMENTO O = DETERIORAMENTO P = DECESSO Q = RIFIUTO S = ALTRO per la revoca d ufficio da altra regione (U): K = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS per la revoca d ufficio da sistema TS (S): A = assistito che ha perso requisiti per l'assistenza da parte del SSN B = mancato recapito CNS C = assistito deceduto D = assistito emigrato E = TS/CNS invalidata da una nuova emissione o TS/CNS restituita F = TS/CNS invalidata dall attivazione di una nuova TS/CNS È obbligatorio solo per le operazione di revoca NumeroCNS Numero della CNS (20 caratteri numerici) DataEvento Data dell evento (attivazione o revoca)

10 Pag. 10 di CODICI DI RITORNO COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS Codice di ritorno Descrizione codice di ritorno 3101 NUMERO CNS FORMALMENTE ERRATO 3102 NUMERO CNS INESISTENTE 3103 DATA EVENTO FORMALMENTE ERRATA 3104 DATA EVENTO ERRATA, SUCCESSIVA ALLA DATA ODIERNA 3105 CODICE FISCALE NON TROVATO 3106 CODICE FISCALE NON AUTORIZZATO 3107 RECORD DI TESTA MANCANTE 3108 RECORD DI TESTA MANCANTE 3109 RECORD DI TESTA MANCANTE 3110 CODICE FISCALE UTENTE ASSENTE 3111 CODICE FISCALE UTENTE ERRATO 3112 DATA EVENTO ASSENTE 3113 LA DATA EVENTO DEVE ESSERE NEL FORMATO DDMMYYYY 3114 IL CAMPO NUMEROCNS E' ASSENTE 3115 IL CAMPO TIPORICHIESTA E' ASSENTE 3116 IL CAMPO TOKEN E' ASSENTE 3118 OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA TS/CNS E' GIA' ATTIVA DAL 3119 OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA TS/CNS E' STATA REVOCATA DAL OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA DATA INSERITA E' ANTECEDENTE ALL'EMISSIONE DELLA 3120 TS/CNS OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA DATA INSERITA E' SUCCESSIVA ALLA DATA DI SCADENZA 3121 DELLA TS/CNS OPERAZIONE NON CONSENTITA, LA DATA DELLA REVOCA E' ANTECEDENTE ALLA DATA DI 3122 ATTIVAZIONE DELLA TS/CNS 3123 IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA E' ASSENTE 3124 IL CAMPO TIPO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON UNO DEI SEGUENTI VALORI: A, R, S, U IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON UNO DEI SEGUENTI VALORI: M, N, 3125 O, P, Q, S 3126 IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON IL VALORE K IL CAMPO MOTIVO RICHIESTA DEVE ESSERE IMPOSTATO CON UNO DEI SEGUENTI VALORI: A, B, 3127 C, D, E, F 3151 OPERAZIONE MOMENTANEAMENTE INTERDETTA - CONTATTARE IL NUMERO VERDE 3152 CODICE ERRORE NON CODIFICATO - CONTATTARE IL NUMERO VERDE 3199 ELABORAZIONE CORRETTAMENTE EFFETTUATA 3128 OPERAZIONE NON CONSENTITA, TS/CNS APPARTENENTE AD ALTRA REGIONE

11 Pag. 11 di RESPONSECARCNSDTO Codice NumeroCNS Esito Diagnostico Descrizione codice del titolo dichiarante Numero della CNS (20 caratteri numerici) Codice dell'esito dell'operazione (4 caratteri numerici) Descrizione del codice dell'esito dell'operazione

12 Pag. 12 di SERVIZI 4.1 COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS EJB WS: CARCNS Metodi Esposti: CARCNS() Parametri di input: RequestCARCNSDTO Parametri di output: ResponseCARCNSDTO Endpoint per utente Regione: /ComAttRevCNSWeb/services/CARCNS

13 Pag. 13 di MODALITÀ DI ACCREDITAMENTO Nell ambito della sicurezza e delle modalità di accreditamento, l accesso ai servizi cooperativi si articola in due fasi ben distinte, autenticazione ed autorizzazione così come già avviene per l accesso ai servizi web on-line; in particolare: Ente territoriale: l accesso a sistema TS è consentito ai soli enti in possesso di uno specifico Certificato di Autenticazione rilasciato dalla Certification Authority dell Agenzia delle Entrate; autorizzazione utente: l utilizzo dello specifico servizio è sottoposto al preventivo controllo di autorizzazione del singolo utente richiedente. La fase di Autenticazione Ente territoriale viene risolta con l emissione del Certificato, mentre la fase di autorizzazione utente, in analogia a quanto previsto per l autorizzazione all utilizzo dei servizi web-on-line, è a carico dell Amministratore di Sicurezza locale il quale, attraverso la consolle di cui già dispone, provvede a censire ed autorizzare gli utenti preposti all uso dei servizi cooperativi. Si precisa che per la natura stessa dei servizi cooperativi, l applicazione delle norme di sicurezza non richiede l autenticazione dell utente, in quanto risolta dal Certificato fornito all Ente territoriale, mentre rimane invariata la verifica della autorizzazione utente.

14 Pag. 14 di DESCRIZIONE SCHEMA XML PER FORNITURE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) 6.1 FILES XSD Di seguito vengono riportati i due files di schema utilizzati dall applicazione per l elaborazione dei files xml di input e di output. Sia i files di input che quelli di output utilizzano gli stessi files di schema. File 1: SchemaAttivazioneDisattivazioneCNS.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" xmlns="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" targetnamespace="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified"> <xs:documentation>tipi dati file attivazione disattivazione CMS</xs:documentation> <!--- definizione tipi int - INIZIO --> <xs:simpletype name="int2"> <xs:maxlength value="5"/> <xs:minlength value="1"/> <xs:simpletype name="int3"> <xs:pattern value="[0-9]{3}"/> <xs:simpletype name="int4"> <xs:pattern value="[0-9]{4}"/> <xs:simpletype name="int5"> <xs:pattern value="[0-9]{5}"/> <xs:simpletype name="string5"> <xs:minlength value="1"/> <xs:maxlength value="5"/> <xs:simpletype name="int5nil"> <xs:restriction base="xs:string"/>

15 Pag. 15 di 20 <xs:simpletype name="int20"> <xs:pattern value="[0-9]{20}"/> <!--- definizione tipi int - FINE --> <!--- definizione tipi varchar - INIZIO --> <xs:simpletype name="varchar2"> <xs:pattern value="([a-z,0-9]{2})"/> <xs:simpletype name="varchar2nil"> <xs:restriction base="xs:string"/> <xs:simpletype name="varchar3"> <xs:pattern value="([a-z,0-9]{3})"/> <xs:simpletype name="varchar3nil"> <xs:restriction base="xs:string"/> <xs:simpletype name="varchar16"> <xs:pattern value="([a-z,0-9]{16})"/> <!--- definizione tipi varchar - FINE --> <xs:simpletype name="tiporichiestatype"> <xs:pattern value="([a,r,s,u])"/> <xs:simpletype name="motivorevocatype"> <xs:pattern value="([a,b,c,d,e,f,k,m,n,o,p,q,s,'', ' ']{0,1})"/> <xs:simpletype name="datatype"> <xs:restriction base="xs:date"> <xs:mininclusive value=" "/> <xs:documentation>fine tipi dati file attivazione disattivazione CMS</xs:documentation> </xs:schema> File 2: TracciatoAttivazioneDisattivazione.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns="http://tracciatoattivazionedisattivazione.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:td="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it"

16 Pag. 16 di 20 xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" targetnamespace="http://tracciatoattivazionedisattivazione.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified"> <xs:import namespace="http://schemaattivazionedisattivazionecns.xsd.nre.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="schemaattivazionedisattivazionecns.xsd"/> <xs:element name="comunicazioniattivazionerevocacns"> <xs:element ref="testa"/> <xs:element ref="dettaglio"/> <xs:element ref="coda" minoccurs="0"/> <xs:element name="testa"> <xs:documentation>elemento che identifica l'ente inviante</xs:documentation> <xs:element ref="regione"/> <xs:element name="dettaglio"> <xs:documentation>sezione contenente i dettagli delle CNS da attivare/disattivare</xs:documentation> <xs:element ref="elemento" minoccurs="0" maxoccurs="100000"/> <xs:element name="elemento"> <xs:documentation>elemento che identifica la CNS da attivare/disattivare</xs:documentation> <xs:element ref="tiporichiesta"/> <xs:element ref="motivorevoca"/> <xs:element ref="numerocns"/> <xs:element ref="dataevento"/> <xs:element ref="esito" minoccurs="0"/> <xs:element name="coda">

17 Pag. 17 di 20 <xs:documentation>elemento che identifica l'ente inviante e il risultato dell'elaborazione</xs:documentation> <xs:element ref="reg"/> <xs:element ref="riepilogoattivazione"/> <xs:element ref="riepilogorevoca_r"/> <xs:element ref="riepilogorevoca_u"/> <xs:element ref="riepilogorevoca_s"/> <!-- TESTA --> <xs:element name="regione" type="td:int3" nillable="false"> <xs:documentation>codice Regione numerico</xs:documentation> <!-- ELEMENTO - INIZIO --> <xs:element name="tiporichiesta" type="td:tiporichiestatype" nillable="false"> <xs:documentation>tipo richiesta. A:Attivazione - R:Revoca</xs:documentation> <xs:element name="motivorevoca" type="td:motivorevocatype" nillable="true"> <xs:documentation>motivo della Revoca della CNS</xs:documentation> <xs:element name="numerocns" type="td:int20" nillable="false"> <xs:documentation>numero identificativo dell CNS</xs:documentation> <xs:element name="dataevento" type="td:datatype" nillable="false"> <xs:documentation>data di attivazione/revoca della CNS</xs:documentation> <xs:element name="esito" type="td:varchar2"> <xs:documentation>numero errori del File</xs:documentation> <!-- ELEMENTO - F I N E --> <!-- CODA - INIZIO--> <xs:element name="reg" type="td:int3" nillable="false"> <xs:documentation>codice Regione numerico</xs:documentation> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO ATTIVAZIONE - INIZIO --> <xs:element name="riepilogoattivazione">

18 Pag. 18 di 20 <xs:documentation>sezione contenente i resoconti dei record delle Attivazioni</xs:documentation> <xs:element name="recordokattivazione" type="td:string5" nillable="false"/> <xs:element name="recordkoattivazione" type="td:string5" nillable="false"/> <xs:element ref="dettaglioesitoattivazione" minoccurs="0"/> <xs:element name="dettaglioesitoattivazione"> <xs:documentation>elemento contenente i resoconti delle attivazioni</xs:documentation> <xs:element ref="categoriaesitoattivazione" minoccurs="0"/> <xs:element name="categoriaesitoattivazione"> <xs:element name="codesitoattivazione" type="td:int2"/> <xs:element name="numrecesitoattivazione" type="td:int2"/> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO ATTIVAZIONE - F I N E --> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO REVOCA - INIZIO --> <!-- <xs:element name="riepilogorevoca"> <xs:element name="recordokrevoca" type="td:int5" nillable="false"/> <xs:element name="recordkorevoca" type="td:int5" nillable="false"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca"/> --> <xs:element name="dettaglioesitorevoca"> <xs:element ref="categoriaesitorevoca"/> <xs:element name="categoriaesitorevoca">

19 Pag. 19 di 20 <xs:element name="codesitorevoca" type="td:int2"/> <xs:element name="numrecesitorevoca" type="td:int2"/> <!-- DETTAGLIO RIEPILOGO REVOCA - F I N E --> <xs:element name="riepilogorevoca_r"> <xs:element name="recordokrevoca" type="td:string5"/> <xs:element name="recordkorevoca" type="td:string5"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca" minoccurs="0"/> <xs:element name="riepilogorevoca_u"> <xs:element name="recordokrevoca"/> <xs:element name="recordkorevoca"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca" minoccurs="0"/> <xs:element name="riepilogorevoca_s"> <xs:element name="recordokrevoca" type="td:string5"/> <xs:element name="recordkorevoca" type="td:string5"/> <xs:element ref="dettaglioesitorevoca" minoccurs="0"/> <!-- CODA - FINE--> </xs:schema> 6.2 ESITI DEI CONTROLLI Elenco degli esiti del controllo effettuato su ciascun record della fornitura codice errore descrizione errore 99 elaborazione correttamente effettuata 1 numero TS/CNS formalmente errato 2 numero TS/CNS inesistente 3 data evento formalmente errata 4 data evento successiva alla data di elaborazione

20 Pag. 20 di 20 codice errore 14 numero TS/CNS assente 15 tipo richiesta assente descrizione errore 18 richiesta di attivazione di TS/CNS già attivata 19 richiesta di revoca di TS/CNS già revocata 20 data evento antecedente alla data di emissione della TS/CNS 21 data evento successiva alla data di scadenza della TS/CNS 22 data revoca antecedente alla data di attivazione della TS/CNS 23 motivo revoca assente 24 tipo richiesta incongruente 25 motivo richiesta incongruente con la richiesta 26 Motivo revoca presente a fronte di comunicazione di attivazione 28 Regione inviate diversa da quella che ha emesso la CNS

FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS

FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS Versione 2 Gennaio 2012 PAG. 2 DI 9 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. MODALITÀ OPERATIVE 4 ALLEGATO 1 8 PAG. 3

Dettagli

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI FAR Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali Luglio 2014 Versione 4.0 FAR Specifiche Funzionali_v4.0 Pag. 1 di 53 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Manuale Utente SCELTA REVOCA MEDICO ON LINE. Versione 1.0.0

Manuale Utente SCELTA REVOCA MEDICO ON LINE. Versione 1.0.0 Manuale Utente SCELTA REVOCA MEDICO ON LINE Versione 1.0.0 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. USO DEL SERVIZIO E FUNZIONALITÀ... 3 2.1 Funzionalità di Revoca del proprio medico... 4 2.2 Funzionalità di scelta/revoca

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

LISTA TITOLI ACCESSI

LISTA TITOLI ACCESSI LISTA TITOLI ACCESSI La Lista Unica Titoli di Accesso, così come definita dal Provvedimento al punto 1.1.2, è memorizzata, come raggruppamento degli eventi del giorno, secondo tracciati ASCII a campi fissi

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese Manuale d uso del Sistema di e-procurement per le imprese Guida all utilizzo del servizio di Fatturazione Elettronica Data ultimo aggiornamento:16/07/2014 Pagina 1 di 39 Indice 1. INTRODUZIONE E PRINCIPI

Dettagli

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1 ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA Versione 1.1 VERIFICHE EFFETTUATE SUL FILE FATTURAPA NOMENCLATURA ED UNICITÀ DEL FILE TRASMESSO La verifica viene eseguita al fine di intercettare l invio

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 30419 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Relazione sulla qualità dei dati dell Archivio Anagrafico dell Anagrafe Tributaria

Relazione sulla qualità dei dati dell Archivio Anagrafico dell Anagrafe Tributaria Relazione sulla qualità dei dati dell Archivio Anagrafico dell Anagrafe Tributaria e sull evoluzione della cooperazione informatica in Agenzia delle Entrate 23 febbraio 2012 1 Indice 1. QUALITÀ DATI DELL

Dettagli

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194. Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194. Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194 Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5 REGOLAMENTO RECANTE MODALITÀ DI ATTUAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELL'ANAGRAFE NAZIONALE

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

ECM Solution v.5.0. Il software per la gestione degli eventi ECM

ECM Solution v.5.0. Il software per la gestione degli eventi ECM ECM Solution v.5.0 Il software per la gestione degli eventi ECM I provider accreditati ECM (sia Nazionali che Regionali) possono trovare in ECM Solution un valido strumento operativo per la gestione delle

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012

Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012 Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012 Versione 1.0 Maggio 2013 INDICE 1. OBIETTIVI DEL DOCUMENTO 2 1.1 STORIA DEL DOCUMENTO 2 1.2 ACRONIMI E

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 1 INDICE 1) ASPETTI GENERALI 2) CONTENUTO DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 2.1) OPERAZIONI 2.2) RAPPORTI 2.3) LEGAMI TRA SOGGETTI 3) CRITERI

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

Interfaccia HTTP rivenditori Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP rivenditori Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 1835 001 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP rivenditori Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE 1.1 CARATTERISTICHE DEL SUPPORTO IMMODIFICABILE E SUO FILE-SYSTEM... 2 1.2 SICUREZZA

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Comunicazioni all'anagrafe Tributaria

Comunicazioni all'anagrafe Tributaria ISTRUZIONI E NOTE PERMESSO DI COSTRUIRE, CERTIFICATO DI AGIBILITA' O ALTRO ATTO DI ASSENSO DENCIA DI INIZIO ATTIVITA' (DIA) La comunicazione relativa alle DIA ed ai Permessi di costruire rilasciati dai

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

STATO MAGGIORE DIFESA VI Reparto Sistemi C4I e Trasformazione

STATO MAGGIORE DIFESA VI Reparto Sistemi C4I e Trasformazione STATO MAGGIORE DIFESA VI Reparto Sistemi C4I e Trasformazione SMD - I - 009 CARTA MULTISERVIZI DELLA DIFESA (CMD), PUBLIC KEY INFRASTRUCTURE (PKI) E FIRMA DIGITALE NORME DI GESTIONE E D'IMPIEGO EDIZIONE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Business Process Reengineering

Business Process Reengineering Business Process Reengineering AMMISSIONE ALL'ESAME DI LAUREA Barbagallo Valerio Da Lozzo Giordano Mellini Giampiero Introduzione L'oggetto di questo lavoro riguarda la procedura di iscrizione all'esame

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA

Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA Pag. 1 di 42 Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA Vers. 2.0 Aggiornata a Maggio 2011 Pag. 2 di 42 INDICE.2 1 PREMESSA... 4 2 Azioni di ripristino della Porta di Accesso QSAC per i servizi

Dettagli

Ministero Numero assegnato dal ORDINE DI ACCREDITAMENTO DI CONTABILITA SPECIALE SU IMPEGNO ESTREMI CLAUSOLA DI APERTURA IMPEGNO

Ministero Numero assegnato dal ORDINE DI ACCREDITAMENTO DI CONTABILITA SPECIALE SU IMPEGNO ESTREMI CLAUSOLA DI APERTURA IMPEGNO Ministero Numero assegnato dal Direzione Generale Ufficio Sistema ORDINE DI ACCREDITAMENTO DI CONTABILITA SPECIALE SU IMPEGNO ESTREMI CLAUSOLA DI APERTURA IMPEGNO Esercizio Ufficio N decreto N progressivo

Dettagli

Partecipazione alle Gare Smaterializzate

Partecipazione alle Gare Smaterializzate Modulo 2 Partecipazione alle Gare Smaterializzate Pagina 1 di 26 INDICE 1. PREMESSA... 3 1. DIAGRAMMA DI FLUSSO... 6 3. PROCEDURA - DESCRIZIONE DI DETTAGLIO... 7 Pagina 2 di 26 1. PREMESSA Se sei un utente

Dettagli

Visualizzatore Pagamenti F24 per RC AUTO - istruzioni

Visualizzatore Pagamenti F24 per RC AUTO - istruzioni Visualizzatore Pagamenti F24 per RC AUTO - istruzioni Il programma consente di visualizzare il contenuto dei files scaricabili da SIATEL 2.0 (PUNTOFISCO), relativi ai versamenti, eseguiti tramite modello

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Obiettivo del Documento

Obiettivo del Documento La firma digitale Obiettivo del Documento L obiettivo di questo documento è quello di offrire una guida rapida all utilizzatore sullo strumento di firma digitale. Qualsiasi altro approfondimento su normative

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction. Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza

L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction. Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza L Agenzia delle Entrate La sua funzione strategica, a servizio dei cittadini e

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli