PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2013-2015"

Transcript

1 . COMUNE DI BARCELLONA POZZO DI GOTTO PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE Pian delle perfrmance Ann Versine.0 J.

2 Premessa L* Il "Pian delle Perfrmance" è stat predispst avend riguard al cmplessiv quadr di riferiment appicabile agli Enti Lcali e quindi sia alle nrme di prgrammazine e gestine del sistema bilanci, cntenute nel D.Lgs. n. 267/2000, sia alle dispsizini nrmative, cntenute nel D.Lgs. n. 50/2009 ed in particlare all'art. 0. Il Pian nasce dalla necessità istituzinale prevista, di cmunicare all'estern l scenari che l'amministrazine vrrebbe si realizzasse e la missine che la stessa intende perseguire attravers il prpri perat e di cnsentire un adeguat livell di cnscenza e di misurazine del md in cui sn impiegate le risrse nei prcessi interni di svlgiment delle attività e della destinazine che ne viene fatta, al fine di tutelare i mlteplici interessi che gravitan attrn al Cmune. Il Pian descrive in una mappa lgica i legami tra prgramma di mandat, biettivi strategici, servizi da frnire e bisgni da sddisfare, dp aver analizzat il cntest territriale e sci-ecnmic in cui il Cmune si trva ad perare. Il Prgramma di mandat del Sindac, denminat "Vltiam pagina", mirava al perseguiment di una serie di biettivi strategici di breve, medi e lung perid, tra i quali pssiam ricrdare: - Rendere la città più equa ed efficiente - Gestire e valrizzare il territri cme risrsa - Garantire e sviluppare legalità trasparenza e partecipazine - Fare della cultura e della scula i pilastri del futur - Incentivare una nuva plitica di svilupp - Ridurre le differenze e aumentare i diritti - Fare di Barcellna P.G. la città dell sprt - Prevenire e cntrastare il randagism canin Effettuata una valutazine della situazine attuale, relativamente al fabbisgn stimat di intervent, e tenut cnt degli attuali vlumi di attività e dei prblemi emergenti, il Pian delle Perfrmance indica le sluzini ritenute pssibili, crredandli di indicatri di risultat di efficienza, qualità ed efficacia misurabili e verificabili, che sddisfan quant prescritt dall'art. 8 del D.Lgs. n. 50/2009. Gli indicatri cnsentn di misurare le perfrmance dei settri rganizzativi cui è affidata la particlare missine istituzinale di sddisfare i bisgni Pian delle perfrmance Ann Versine.0 2.

3 #j individuali e cllettivi nnché di prmuvere il dell'rganizzazine nei cnfrnti dei cittadini. benessere sciale ed ecnmic della cmunità servita, garantend la respnsabilizzazine Il Pian è stat predispst cn il supprt dei singli Dirigenti che hann curat il prpri ambit in raccrd cn il sistema cmplessiv e verrà pubblicat sul sit istituzinale del Cmune nella sezine "Amministrazine trasparente". Il dcument predispst cstituisce il risultat di una prima elabrazine nel quadr delle dispsizini nrmative e ptrà essere ulterirmente arricchit in cnseguenza di apprfndite analisi sui cntesti in cui perare, tenend cnt delle risrse dispnibili. In quest sens gni aggirnament del Pian sarà cntrassegnat da un divers numer di versine indicat a pie di pagina. Pian delle perfrmance Ann Versine.0

4 . COS'È' IL PIANO DELLE PERFORMANCE Il D.Lgs. 27 ttbre 2009 n. 50, ed. Rifrma Brunetta, prevede che gni Amministrazine pubblica deve dtarsi di un sistema di misurazine e valutazine della perfrmance, attravers un prcess che cllega pianificazine strategica, prgrammazine perativa, misurazine e valutazine delle prestazini rganizzative e individuali. Le dispsizini nrmative in materia di perfrmance, di diretta e immediata applicazine per le Amministrazini statali, rappresentan nrme di indirizz e di principi per gli Enti Lcali, i quali, data la lr autnmia ed in ragine di quant stabilit dalle nrme sull'rdinament degli Enti Lcali, sn già dtati di strumenti di prgrammazine e cntrll. Per il Cmune, si tratta, dunque, nn di intrdurre nuvi strumenti, ma, piuttst, di valrizzare, finalizzare, integrare ed adeguare i metdi e i dcumenti esistenti, in un'ttica rientata, nn più sl al risultat, ma anche alla prestazine dell'individu e dell'intera struttura rganizzativa.. Che csa è la perfrmance Per perfrmance si intende il cntribut che un'entità (individu, grupp di individui, unità rganizzativa, rganizzazine, prgramma plitica pubblica) apprta, attravers la prpria azine, al raggiungiment dellefinalità e degli biettivi e, in ultima istanza, alla sddisfazine dei bisgni per i quali l'rganizzazine è cstituita. Il sistema che deve essere creat affinché si pssa prcedere alla misurazine e valutazine della perfrmance, sia rganizzativa che individuale, deve essere in grad di svlgere le funzini fndamentali di acquisizine, analisi e rappresentazine di infrmazini. Il punt di partenza di quest sistema è cstituit dal Pian della Perfrmance. Secnd quant sancit dall'art. 0 del D.Lgs. n. 50/2009. il Pian della Perfrmance è un dcument prgrammatic triennale che gni Amministrazine pubblica deve adttare in cerenza cn i cntenuti e il cicl della prgrammazine finanziaria e di bilanci. Ess individua gli indirizzi e gli biettivi strategici e perativi e definisce, cn riferiment agli biettivi finali e intermedi e alle risrse, gli indicatri per la misurazine e la valutazine della perfrmance dell'amministrazine, nnché gli biettivi assegnati al persnale dirigenziale e i relativi indicatri..2 II cicl di gestine della perfrmance nell'ente lcale Il Decret Legislativ n. 50 del 2009 disciplina, al titl II, il cicl della perfrmance nella p.a., al fine di ttenere il miglirament della qualità dei servizi fferti e la crescita delle cmpetenze prfessinali. Pian delle perfrmance Ann Versine.0 4

5 li cicl si articla nelle seguenti fasi:. Definizine degli biettivi 2. Definizine, cn riferiment ai singli biettivi, degli indicatri e valri per il lr cnseguiment 3. Cmunicazine di biettivi, indicatri e valri 4. Cllegament tra biettivi e risrse (umane, finanziarie e strumentali) 5. Mnitraggi in crs di esercizi 6. Attuazine di eventuali interventi crrettivi 7. Misurazine e valutazine della perfrmance rganizzativa e individuale 8. Utilizz dei sistemi premianti 9. Rendicntatne dei risultati. 2. IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E' finalizzat all'acquisizine, analisi e rappresentazine di infrmazini necessarie per cnsentire la misurazine e valutazine della perfrmance sia rganizzativa che individuale. 2. Perfrmance rganizzativa Esprime il risultat che un'intera rganizzazine, cn le sue single articlazini, cnsegue ai fini del raggiungiment di determinati biettivi e alla sddisfazine dei bisgni dei cittadini. In altri termini, misura la capacità di gnistruttura di cnseguire gli biettivi prefissati. Misurazine e valutazine La misurazine e valutazine della perfrmance rganizzativa (Art. 8 D.Lgs. 50/2009) cncerne: L'impatt delle plitiche attivate sulla sddisfazine finale dei bisgni della cllettività L'attuazine di piani e prgrammi, vver la misurazine dell'effettiv grad di attuazine dei medesimi, nel rispett delle fasi e dei tempi previsti, degli standard qualitativi e quantitativi definiti, del livell previst di assrbiment delle risrse La rilevazine del grad di sddisfazine dei destinatari delle attività e dei servizi, anche attravers mdalità interattive Pian delle perfrmance Ann 203. Versjne Q

6 La mdernizzazine e il miglirament qualitativ dell'rganizzazine e delie cmpetenze prfessinali e la capacità di attuazine di piani e prgrammi L svilupp qualitativ e quantitativ delie relazini cn i cittadini, i sggetti interessati, gli utenti e i destinatari dei servizi, anche attravers l svilupp di frme di partecipazine e cllabrazine L'efficienza nell'impieg delle risrse, cn particlare riferiment al cnteniment ed alla riduzine dei csti, nnché all'ttimizzazine dei tempi dei prcedimenti amministrativi La qualità e quantità delle prestazini e dei servizi ergati Il raggiungiment degli biettivi di prmzine delle pari pprtunità. Metdlgia La metdlgia per la misurazine della perfrmance rganizzativa: Delinea i criteri di fissazine degli biettivi strategici e degli biettivi perativi Chiarisce quali tiplgie di indicatri intende intrdurre (utcme, utput, efficienza, efficacia, qualità) e quali sian le relazini tra tiplgie di indicatri e classi di biettivi» Presenta il frmat delle schede di misurazine, distinguend tra schede per gli biettivi strategici, schede per gli biettivi perativi e schede relative a singli indicatri. La perfrmance rganizzativa viene misurata a due livelli, strettamente tra lr crrelati:» Perfrmance cmplessiva: che fferisce alla realizzazine degli biettivi cmplessivi dell'ente, nel quadr della sua missin e degli ambiti istituzinali di intervent Perfrmance a livell di unità rganizzativa: che si riferisce al cntribut che ciascuna Direzine da alla perfrmance cmplessiva dell'ente. Obiettivi Gli biettivi, strategici ed perativi, devn avere le seguenti caratteristiche: essere espressi attravers una descrizine sintetica avere i caratteri della rilevanza, misurabilità e specificità essere tali da determinare un significativ miglirament della qualità dei servizi ergati essere riferibili ad un arc temprale determinat Pian delle perfrmance Ann Versine.0

7 . essere cmmisurati ai valri di riferiment derivanti da standard definiti a livell nazinale e internazinale, nnché da cmparazini cn amministrazini mlghe essere cnfrntabili cn le tendenze della prduttività dell'amministrazine essere crrelati alla quantità e qualità delle risrse dispnibili. indicatri E' necessari individuare un sistema di indicatri di risultat e di prcess in grad di descrivere le perfrmance quali-quantitative di gni unità perativa. Gli indicatri utilizzati nel sistema dipendn dagli ambiti di misurazine e valutazine della perfrmance e pssn essere classificati in: Indicatri di utcme: esprimn "l'impatt, risultat ultim di una azine" (delibera CIVIT 89/200). Gli indicatri di utcme cercan di quantificare gli impatti dell'azine dell'ente nel su cmpless nell'ambiente estern, in termini di rispsta ai bisgni dei prtatri di interessi. Indicatri di utput: esprimn "ciò che si ttiene immediatamente al termine di una attività di un prcess" (delibera CIVIT 89/200) Gli indicatri di utput misuran irisultati ttenuti nell'ambit di prgrammi strategici e prgetti perativi Indicatri di efficienza: esprimn "la capacità di ttimale sfruttament delle risrse" e sn generalmente rivlti alla misurazine ecnmica de. fattri impiegati cme input di prcessi (es. cst dell'input, lavr cmplessiv, ecc.), anche se pssn essere riferiti in alcuni casi alla misurazine dell'utput di un prgramma (efficienza del prgramma). Essi sn dati dal rapprt tra risrse umane materiali impiegati (input) e risultati ttenuti [utput) ' Indicatri di efficacia: esprimn "la capacità di raggiungere gli biettivi" esn rivlti alla misurazine di azini, prgetti, prgrammi specifici (efficacia insens strett). Essi sn dati dal rapprt tra risultati ttenuti [utput) ed biettivi Indicatri di qualità: sn definiti cme "quantificazini, misure rapprti tra misure, in grad di rappresentare in md valid, pertinente ed affidabile un cert fenmen di interesse (ad esempi una dimensine della qualità effettiva)" (delibera CIVIT 88/200) La qualità effettiva dei servizi è rappresentata ricrrend a quattr dimensini ritenute essenziali: accessibilità, tempestività, trasparenza ed efficacia L'analisi della qualità effettiva di un servizi indica in che md ed in che misura si è in grad di dare una rispsta prnta, cerente ed esauriente alle richieste degli utenti minimizzand per esempi il numer dei passaggi necessari, i disagi gli imprevisti prvcati da disservizi Essa sarà misurata mediante pprtuni standard di qualità del servizi definiti ex ante. La qualità percepita dagli utenti è diversa dalla qualità effettiva dei servizi, e ptrà, invece, essere rilevata cn questinari, interviste ed altre tecniche di misurazine della custmer satisfactin Gli indicatri dì utcme e gli indicatri di utput relativi a prgrammi strategici permettn di misurare la perfrmance rganizzativa dell'ente nel su cmpless. Gli indicatri di utput dei prgrammi perativi e quelli di efficienza ed efficacia nell'utilizz delle risrse permettn la misurazine della perfmance Pian delle perfrmance ,«,., Ann Versine.0

8 2 a livell di tffìftà-rganizzativa area dirigenziale. Gli indicatri di qualità pssn essere utilizzati sia cn riferiment alla misurazine della qualità cmplessiva dei servizi dell'ente sia. più di frequente per valutare la qualità di specifici servizi fferti agli utenti. Struttura delie schede biettiv La frmalizzazine degli biettivi strategici ed perativi e la misurazine del lr grad di raggiungiment attravers pprtuni indicatri richiede la definizine di schede unifrmi che cmprendan le caratteristiche essenziali degli biettivi e dei crrelati indicatri. Le schede relative agli biettivi strategici devn tenere cnt della dimensine pluriennale degli biettivi e devn quindi cnsentire il mnitraggi del grad di raggiungiment di tali biettivi nel temp e quindi devn essere cerenti cn la lettura dei bisgni riscntrabili nelle prirità individuate dalla plitica e nelle sue strategie. Le schede relative agli biettivi perativi devn, invece, tenere cnt dei tanti fattri che cmpngn laperfrmance delle sìngle attività svlte e dei singli servizi ergati. Ciascuna attività e ciascun servizi pssn, infatti, essere valutati, ad esempi, sulla base della quantità, della qualità effettiva, dell'efficienza, della sddisfazine dell'utente, ecc.. Gli biettivi perativi pertant rappresentan l'attività istituzinale dell'ente che è vlta al miglirament cstante dei servizi. 2.2 Perfrmance individuale Esprime il cntribut frnit da un individu al raggiungiment degli biettivi, in termini di risultati ttenuti e di cmprtamenti manifestati. In altre parle, riguarda l'apprt dei singli alla prduttività del grupp. Misurazine e valutazine Sistema di misurazine e valutazine della perfrmanceindividuale (per dirigenti e psizine rganizzative), attravers la valutazine di: Indicatri di perfrmance relativi alla direzine di diretta respnsabilità Apprt individuale rispett alla perfrmance rganizzativa Raggiungiment degli biettivi individuali Cmpetenza prfessinale (attività rdinaria) Capacità manageriali Capacità di valutazine per i cllabratri, dimstrata tramite una differenziazine dei giudizi. Sistema di misurazine e valutazine della perfrmance individuale (per persnale), attravers la valutazine di: Pian delle perfrmance Ann 203 _VersJne

9 Raggiungiment di specifici biettivi di grupp individuali Qualità del cntribut assicurat alla perfrmance generale della struttura Cmpetenze prfessinali (attività rdinaria)» Cmprtamenti rganizzativi. 3. RACCORDO TRA GLI STRUMENTI PREVISTI DAL D.LGS. N. 267/2000 EDAL D.LGS. N. 50/2009 Gli Enti Lcali in base alla disciplina dettata dal D.Lgs. n. 267/2000, sn dtati di strumenti attravers iquali si sviluppa il prcess di prgrammazine e cntrll, che, alla luce della Rifrma Brunetta, devn essere integrati in md da realizzare la nuva finalità di misurazine della perfrmance in un'ttica, nn più statica di risultat, ma dinamica rispett alle prestazini dell'individu e dell'intera struttura rganizzativa Gli strumenti di prgrammazine negli Enti Lcali sn i seguenti: Prgramma del Sindac che individua le prirità prgrammatiche edè fnte della successiva attività di pianificazine triennale e annuale Bilanci Pluriennale che è l strument di prgrammazine a medi termine che traduce in previsine i cntenuti prgrammatici delia relazine previsinale e prgrammatica.. Relazine previsinale e prgrammatica (RPP) nella quale, recepend le prirità prgrammatiche declinandle sull'assett rganizzativ del Cmune, si delinean gli biettivi generali/strategici articlati per prgrammi e per prgetti). Da questi tre dcumenti prgrammatri derivan gli biettivi strategici, che sn quegli biettivi riferiti ad rizznti temprali pluriennali che presentan un elevat grad di rilevanza e, secnd la lr natura, vengn assegnati a ciascun Dirigente a qualcun di essi.. Bilanci dì previsine che è prgrammazine annuale dell'attività dell'ente mediante l'individuazine delle risrse e degli interventi per iauali le stesse sarann utilizzate. Pian esecutiv di gestine (PEG) che è il raggiungere unitamente alle dtazini necessarie. dcument. attravers cui l'rgan esecutiv affida ai respnsabili dei servizi gli biettivi da Da quest secnd grupp di dcumenti prgrammatri derivan gli biettivi perativi che vengn assegnati ai singli Dirigenti cn il cprn l'rizznte strategic nei singli esercizi essend nrmalmente riferiti al breve perid PEG e Pian delle perfrmance Ann Versine.0

10 " - 4. ARTICOLAZIONE ORGANIZZATIVA DE L COMUNE DI BARCELLONA POZZO DI GOTT Giunta ; v J fv Sindac ì lnslgll Cmunale e Presidenza / r--. Segretari Settóre ( :-": Settre II Settre IHv Settre.IV ^ "-' ' Man generali e legali' CèntrGivanile Cairòti Elettrale : Acquedtt r Settre V Settre VI Settre.VII. ) ) SUAP-Affiata prduttive ' -.Annna e mercati;- Abusivism edilizi e sanairià -'. Settre Vili. Ambiente e sanità" Plizia Municipale.: I Allggi pplari7. Ediliziastiaje'-. Jnfrmagivani Anagrafe-AIRE-Leva- Trasferiment prprietà autveicli ',. Esprprisrlnì.ServiziSdali Patrimni^. 'Centralin telefnic. Ecnmat. CED. Autparc Cimitercmunale Edilizia pubdlicà- "-'.'. /.sprtiva.. Labratri analisi. Lavri pubblici Servtzl'Sriale. ': Prfessinale Statistica Persnale Turism-Spettacli- Depenalizzazini Edilizia privata.-. : Prtezine civile- ' Messi ntjscatóri':-. ' Prtcll generale Artee Cultura - : Stat dvile Ragineria ; Impianti sprtivi. Asili Nid. Tpnmastica-. '- Censimenti Tasse e tributi Rapprti cmunitari?.' -Prgramrnaa'ne. negziata-str Servizi Idric Integrat Strada Ville-Giardini:,:. Presidenza dei Cnsigli' Segreteriagenerale Bibliteca Cmunali Mensa centralizzata Prgettazine-Pianv mbilità e parcheggi - Riqualificazine centrò '' stric-pian'. '. cmmerciale. URP.. Puz-lica!s3U7Jne. Pian delle perfrmance Ann Versine.0 AO

11 H 5. DATI ANALITICI DEL CONTESTO INTERNO ED ESTERNO DEL COMUNE DI BARCELLONA POZZO DI GOTTO Caratteristiche demgrafiche dell'ente Nell'ann 202 la pplazine del Cmune di Barcellna Pzz di Gtt ha subit una lieve flessine, pari all 0,052%, La serie strica rimane cmunque psitiva cme mstrat nel presente grafic: Pplazine residente Serie strica , » 4600 p = 4000 : Pplazine Lineare (Pplazine) Ann Di seguit la serie strica di nascite, mrti e sald migratri: Nati r20m 362:^-: 38; 400 ;;.&3i$*:? v^:%^4.Z ;^;;^p2v^t^*z^ Pian delle perfrmance Ann 203 -Versine.0

12 li Mrti 33dT7~ ; 355 ; ' Sald naturale Sald : ' migratri Sald ~'-86~ ~87^ 2 " ~39"" ""~_97~ 285" ""258 --y-~" ~87~ 4 T9~" ttale Andamen saldi pplazine 300 c CO Sald naturale Sald migratri 2002T ti -00 i Ann Pian delle perfrmance Ann 203 -Versine.0

13 43, Il seguente grafic evidenzia l'andament triennale della pplazine distinta per fasce di età: Pplazine per fasce d'età Serie strica Oltre c N a a. D_ a Viabilità Di seguit l'elencazine delle diverse tiplgie di strade ricadenti sul territri cmunale, cn separata indicazine della lr estensine: Pian delle perfrmance Ann Versine.0

14 Struttura - Organizzazine Verrann di seguit elencati alcuni dati relativi al persnale e alla struttura rganizzativa dell'ente: Persnale in servizi Descrizine Dirigenti (unità perative) Psizini Organizzative (unità perative) Dipendenti (unità perative) Ttale unità perative in servizi Persnale in servizi Dirigenti a PO Dipendenti 200 Ann Pian delle perfrmance Ann 203-Versine.0 iu

15 ib Descrizine Dirigenti Psizini Organizzative Dipendenti Ttale Età Media Età media del persnale ,43 52,20 53,90 6, ,80 52,90 53,40 6, ,50 55,0 55,20 65,80 Descrizine % Dirigenti dnne sul ttale dei Dirigenti % PO dnne sul ttale delle PO % dnne ccupate sul ttale del persnale % dnne assunte a temp determinat su ttale dipendenti assunti Analisi di Genere ,80% 26,60% 50,60% 63,0% 20 60,00% 2,40% 5,70% 62,80% ,00% 8,00% 50,70% 62,80% Descrizine Malattia + Ferie + Altr Malattia + Altr Descrizine Spesa cmplessiva per il persnale interv. 0 Spesa per la frmazine (stanziat) Spesa per la frmazine (impegnat) Indici di assenza ,08%,70% Indici per la spesa del Persnale ,47.500,00.500, ,07% 9,30% ,9.500, ,90%,90% , ,00 - Pian delle perfrmance Ann Versine.0

16 Al SPESA PER IL PERSONALE. Cst persnale su spesa crrente Spesa cmplessiva persnale Spese Crrrenti 2. Cst medi del persnale Spesa cmplessiva persnale Numer dipendenti 3. Cst persnale pr-capite Spesa cmplessiva persnale Pplazine 4. Rapprt dipendenti su pplazine Pplazine Numer dipendenti 5. Rapprt dirigenti su dipendenti Numer dipendenti Numer dirigenti 6. Rapprt P.O. su dipendenti Numer dipendenti Numer Psizini Organizzative :iefeg?«mfryasafr2 *~tt*jmke3&s'm^i^rnm.^ 47,03% 4,85% 39,84% 5.600, , ,27 32,45 293,34 285, ,4 45,20 54,25 5,93 6,4 3,56 Dati ecnmic - patrimniali Verrann di seguit elencati alcuni dati relativi ad entrate, spese eresidui dell'ente, crredati alcuni indici che sintetizzan la situazine finanziaria del Pian delle perfrmance Ann Versine.0

17 -Tributarie , , , , , , Trasferiment Stat , , , , , Extratributarie , , , , , Alienazini, trasf., ecc , , , , , Servizi cnt terzi , , , , , ,70 Ttale entrate , , , , , , Spese c/capitale , , , , ,63 3-Rimbrs di prestiti , , , , , Servizi cnt terzi , , , , il Cmune:. e Titli Accertat 200 Incassat 20 Accertat 202 Incassat Avanz applicat Entrate da acc.prestitì " Gestine delle Spese - Spesa crrente Titli Impegnat ,53 Pagat ,4 20 Impegnat Pagat Impegnat Paaat , ,39 Ttale spesa Pian delle perfrmance , , , , , I Ann Versine.0

18 il Andament entrate dell'ente Serie strica S LU Tributarie Trasferimenti Extratributarie s C/capitale Servizi c/terzi Ann Andament spese dell'ente Serie strica LU Crrente s C/capitale Rimbrs prestiti Servizi c/terzi Ann Pian delle perfrmance Ann 203-Versine.0

19 4$ Titl ENTRATE Gestine residui residui attivi riscssine residui attivi riscssine residui attivi riscssine Tributarie , , , , , ,60 2 Cntributi e trasferimenti , , , , ,29 3 Extratributarie , , , , Cntributi cnt capitale , , , Accensini di prestiti 637.5, , ,6 6 Servizi cnt terzi ,83 373, , , Ttale residui su entrate , , , , , Titl SPESE residui passivi pagamenti residui passivi pagamenti residui passivi pagamenti Spese crrenti , , , , , ,9 2 Spese per investimenti , , , , , ,80 3 Rimbrs di prestiti 4 Servizi cnt terzi , , , , , ,42 Ttale residui su spese , , , , , ,3 Trasferimenti dall Stat (Entrata Tit. 2, categ. ) Interessi passivi (Spesa Tit., Interv. 6) Spesa del persnale (Spesa Tit, Interv. 0) Quta capitale mutui (Spesa Tit 3, cat ) Descrizine Indici per analisi finanziaria , , , , , , , , , Pian delle perfrmance Ann Versine.0

20 Pressine fiscale ed erariale pr-capite Indicatri. Pressine entrate prprie pr-capite Entrate tributarie* extratributarie Numer abitanti 2. Pressine tributaria pr-capite Entrate tributarie Numer abitanti 3. Indebitament lcale pr-capite Rimbrs mutui(cap+int) Numer abitanti 4. Trasferimenti erariali pr-capite Trasferimenti crrenti statali Numer abitanti ,35 54,07 30,75 229, ,2 432,94 255,60 32,48 30,67 3,39 84,85 50,54 Capacità gestinale Indicatri. Incidenza residui attivi Residui attivi Ttale accertamenti 2. Incidenza residui passivi Residui passivi Ttale impegni 3. Velcità di riscssine entrate prprie Riscssini titli + 3 Accertamenti titli Velcità di pagamenti spese crrenti Pagamenti titl Impegni titl ,5% 84,57% 56,37% 72,05% ,92% 36,40% 69,29% 80,78% 47,60% 62,70% 68,78% 67,75% Pian delle perfrmance Ann Versine.0 ZQ

21 2- Grad di rigidità del Bilanci Indicatri. Rigidità strutturale Spesa persnale+rimbrs mutuifcap+inf) Entrate crrenti 2. Rigidità per cst persnale Spesa cmplessiva persnale Entrate crrenti 3. Rigidità per indebitament Rimbrs mutui fcap+intt Entrate crrenti ,46% 45,97% 4,49% ,2% 40,74% 39,69% 36,46% 4,42% 4,28% Grad di autnmia finanziaria Descrizine. Autnmia finanziaria Entrate tributarie* extratributarie Entrate crrenti 2Autnmia impsitiva Entrate tributarie Entrate crrenti 3.Dipendenza erariale Trasferimenti crrenti statali Entrate crrenti ,27% 22,50% 33,53% ,62% 59,03% 36,86% 43,83% 26,65% 20,53% Pian delle perfrmance Ann 203-Versine.0

22 PRIORITÀ' PROGRAMMATICHE SCHEDE DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI CORRELATI Pian delle perfrmance Ann 203 -Versine.0

23 Z3 i Creare pprtunità per i givani Prevenire e, cntrastare il randagism canin

24 Obiettivi di perfrmance strategici Il Pian della perfrmance presenta per il 203 una quantità rilevante di biettivi strategici in quant l'amministrazine intende dare un frte segnale di cambiament che prpri in quest tip di biettivi può principalmente trvare la sua cncretizzazine. Nelle pagine seguenti vengn riprtati per gni prirità plitica i principali biettivi strategici, i settri e i dirigenti cinvlti dal prgett, le fasi di realizzazine e gli indicatri ritenuti più significativi. Cme già dett, alcuni biettivi sn assegnati al singl Dirigente, mentre altri sn raggiungibili sl attravers l'apprt di tutti respnsabili di parte di essi e quindi sn indicati cme trasversali Gli indicatri e lefasi di realizzazine, presenti nella schede, riprtan la previsine annuale che verrà aggirnata di ann in ann. Rendere la città più equa ed efficiente In un perid di grave crisi ecnmica, al quale si asscia una cstante riduzine dei trasferimenti statali e reginali nei cnfrnti degli Enti lcali diventa essenziale aumentare la capacità dell'ente di autfinanziarsi, per pter cntinuare ad ffrire iservizi cmunali, ad assicurare la manutenzine rdinaria e il decr della città e garantirsi imprtanti capacità di investiment. Diviene quindi essenziale aumentare l'efficienza della macchina amministrativa, valrizzand al megli le risrse umane dell'ente, ridurre la spesa imprduttiva destinand i risparmi alternativamente a spesa prduttiva alla riduzine della pressine fiscale, e perseguend una seria ltta all'evasine, strument di equità sciale e che cnsente di perseguire plitiche redistributive del reddit. E' altresì essenziale aumentare la capacità dell'ente di recuperare risrse attravers l'access ai finanziamenti reginali, nazinali ed eurpei. Pian delle perfrmance Ann Versine.0 ik

25 Settri I - IV - Obiettiv strategic n. DIRIGENTE SETTORE cllegament cn Relaz Previsinale e Prgrammatica Elisabetta Bartlne - Marina L Mnac I-IV FI NAUTA' Rendere la cittàpiù equa ed efficiente Titl Obiettiv: Recuperare risrse e razinalizzare le spese Descrizine biettiv L'biettiv intende cntribuire al perseguiment di una seria ltta all'evasine fiscale perfezinand gli strumenti e metdi di cntrll dispnibili, a partire dall'identificazine dei prfili di evasine (es. ICI/IMU, TARSU/TIA/TARES Impsta sulla pubblicità etc.) e dal miglirament nella gestine dei residui attivi e passivi Identificazine prfili di evasine da sttprre a cntrll FASI DEL TRIENNIO Prsecuzine dell'identificazine dei prfili di evasine e invi degli avvisi di accertament Redazine di un elenc delle psizini da sttprre a cntrll Incrci delle banche dati cmunali cn le banche dati ministeriali per l'individuazine delle psizini cn redditi anrmalmente bassi Ntifica degli avvisi di accertament Racclta di infrmazini (anche a mezz della ntrietà pubblica) sul pssess/detenzine di beni indicatri di capacità cntributiva Esecuzine adempimenti di cui al D.L. 35/ Frmazine e invi di segnalazini qualificate Avvi recuper arretrati canni di lcazine Mnitraggi delle segnalazini qualificate inviate Predispsizine degli atti necessari per la delibera di Giunta sul valre delle aree edificabili Cntinuazine delle fasi *

26 Indici di Quantità % Increment rispett al 202 degli avvisi di accertament entrate tributarie - Titl I INDICI DI RISULTATO ANNO 203 Autnmia finanziaria (rapprt percentuale Entrate Titl I + Titl III / Entrate Titl I + Titl II + Titl III) Velcità di riscssine delle entrate prprie (rapprt tra la smma di riscssini delle entrate tributarie e extratributarie e gli accertamenti delle stesse entrate) Velcità di gestine delle spese crrenti (rapprt tra la smma dei pagamenti in cnt cmpetenza delle spese crrenti e gli impegni delle stesse spese) ATTUALE 59% 63% 68% ATTESO 94% Almen al 65% Almen al 65% Almen al 70% RAGGIUNTO Indici di Temp Esecuzine adempimenti di cui al D.L. 35/203 Avvi recuper arretrati canni di lcazine ATTUALE ATTESO Rispett dei tempi previsti Entr il 3/2/203 RAGGIUNTO Indici di Cst ATTUALE ATTESO RAGGIUNTO Indici di Qualità zsecuzine adempimenti di cui al D.L. 35/203 ATTUALE ATTESO Assenza di segnalazini da parte di enti cntrllri esterni RAGGIUNTO li

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Possibilità di impiego su vite di induttori di resistenza nei confronti di Flavescenza dorata e sue dinamiche in giovani impianti

Possibilità di impiego su vite di induttori di resistenza nei confronti di Flavescenza dorata e sue dinamiche in giovani impianti Pssibilità di impieg su vite di induttri di resistenza nei cnfrnti di Flavescenza drata e sue dinamiche in givani impianti Albin Mrand, Simne Lavezzar www.viten.net Sperimentazine Induttri A. Mrand, S.

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

PARTE PRIMA: REALIZZAZIONE DEI PROGRAMMI E RISORSE ATTIVATE

PARTE PRIMA: REALIZZAZIONE DEI PROGRAMMI E RISORSE ATTIVATE COMUNE DI GONARS PARTE PRIMA: REALIZZAZIONE DEI PROGRAMMI E RISORSE ATTIVATE La relazione al rendiconto in sintesi Contenuto e logica espositiva 1 Programmazione, gestione e controllo 2 Il rendiconto finanziario

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2013-2015

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2013-2015 Piano delle Performance Tri io 20124 PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE 2013-2015 Piano delle Performance - Triennio 2012/2014 Piano delle Performance - Triennio 2012 014 Comune di Cellamare Piano triennale

Dettagli

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18)

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) STAFF RISRSE UMANE Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENT DEL PERSNALE E CNFERIMENT DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) NTA METDLGICA SCREENING Servizio Gestione Risorse 1 PREMESSA

Dettagli

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione 1. Approvazione addendum al contratto di concessione della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici asserviti ad immobili di proprietà del Comune di Casapinta 2. Verifica quantità

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SISTEMA... 1 1.1 Caratteristiche distintive dell organizzazione della Provincia di Caserta... 1 1.2 La metodologia adottata

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli