Legenda riferita alle tavole alle pagine seguenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Legenda riferita alle tavole alle pagine seguenti"

Transcript

1 Il COMMERCIO: analisi ed obiettivi nel PGT di verdellino estratti La città del commercio e della produzione (cap del Quaderno n 4 del DdP) COMMERCIO Al fine di completare lo studio dell uso del suolo è stata valutata la localizzazione/distribuzione delle attività commerciali sul territorio comunale. Dai dati forniti dall ufficio commercio del Comune di Verdellino risultano solo due esercizi commerciali definiti come Medie Strutture di Vendita: - IN'S Mercato SpA (cod. 119); - CAM il Mondo del Bambino Spa. (cod. 111); Vi sono poi altre tre attività che superano i 150 mq di superficie commerciale ma che non sono classificate come Medie Strutture di Vendita: - Copea Srl (cod. 115); - Motor 3000 SpA (cod. 118); - Lodauto SpA (cod. 109). Tutte le attività sopra elencate sono localizzate lungo le principali strade di attraversamento: Corso Europa, Strada Francesca, SS 42 del Tonale. Le sei tavole alle pagine seguenti rappresentano la localizzazione di tutte le attività economiche censite di seguito elencate. Cod Categoria Prodotti commerciali Cod Categoria Prodotti commerciali 1 Agenzia funebre Agenzia funebre 73 Esercizio commerciale Macelleria 2 Servizio per la cura della persona Acconciatore 74 Esercizio pubblico Bar 3 Esercizio commerciale Abbiglliamento 75 Esercizio commerciale Edicola 4 Esercizio pubblico Bar 76 Esercizio pubblico Bar - Pizzeria 5 Esercizio commerciale Tabaccheria - ricevitoria 77 Servizio per la cura della persona Acconciatore 6 Agenzia bancaria Banca 78 Esercizio commerciale Articoli per computer 7 Esercizio commerciale Alimentari 79 Esercizio commerciale Frutta e verdura 8 Agenzia assicurativa Agenzia assicurazioni 80 Servizio per la cura della persona Acconciatore 9 Servizio per la cura della persona Acconciatore 81 Agenzia assicurativa Agenzia assicurazioni 10 Esercizio pubblico Bar 82 Esercizio commerciale Foto - ottica 11 Esercizio commerciale Abbigliamento 83 Non in uso 12 Esercizio commerciale Abbigliamento - merceria 84 Esercizio commerciale Minimarket 13 Esercizio commerciale Articoli per animali 85 Esercizio commerciale Arredamento 14 Esercizio commerciale Macelleria 86 Non in uso 15 Esercizio commerciale Abbigliamento - accessori 87 Esercizio commerciale Panificio 16 Servizio per la cura della persona Acconciatore 88 Esercizio pubblico Bar 17 Esercizio pubblico Bar 89 Esercizio commerciale Pasticceria - Gelateria 18 Esercizio commerciale Abbigliamento - accessori 90 Associazione Associazione 19 Non in uso 91 Non in uso 20 Esercizio commerciale Frutta e verdura - polleria 92 Non in uso 21 Non in uso 93 Esercizio pubblico Bar 22 Esercizio commerciale Calzature 94 Non in uso 23 In fase di cessazione 95 Non in uso 24 Servizio per la cura della persona Acconciatore 96 Servizio per la cura della persona Estetista 25 Esercizio commerciale Edicola - cartoleria 97 Esercizio commerciale Fiorista 26 Agenzia mediazione immobiliare Agenzia immobiliare 98 Esercizio commerciale Profumeria - articoli da regalo

2 27 Esercizio commerciale Alimentari 99 Esercizio pubblico Bar - Trattoria - Edicola - Tabacchi 28 Agenzia bancaria Banca 100 Ristorazione d'asporto Pizzeria d'asporto 29 Esercizio commerciale Alimentari 101 Esercizio commerciale Materiali edili 30 Non in uso 102 Servizio per la cura della persona Acconciatore 31 Non in uso 103 Esercizio pubblico Bar - Ristorante 32 Non in uso 104 Servizio per la cura della persona Acconciatore 33 Esercizio pubblico Bar 105 Esercizio commerciale Panificio 34 Servizio per la cura della persona Acconciatore 106 Non in uso 35 Esercizio commerciale Abbigliamento 107 Non in uso 36 Servizio di lavanderia Lavanderia 108 Esercizio commerciale Impianti riscaldamento 37 In fase di cessazione 109 Esercizio commerciale Concessionario autoveicoli 38 Esercizio commerciale Oreficeria - gioielleria 110 Esercizio commerciale Idrotermosanitari 39 Riparazione beni personali Calzolaio 111 Esercizio commerciale Articoli per l'infanzia 40 Esercizio commerciale Calzature 112 Esercizio pubblico Bar 41 Agenzia di viaggio Agenzia viaggi 113 Esercizio commerciale Accessori auto 42 Esercizio pubblico Bar - Pizzeria 114 Riparazione autoveicoli Carrozzeria 43 Esercizio commerciale Abbigliamento 115 Esercizio commerciale Colorificio 44 Esercizio commerciale Abbigliamento 116 Esercizio commerciale Lampadari 45 Servizio per la cura della persona Acconciatore 117 Esercizio commerciale Articoli per animali 46 Agenzia mediazione immobiliare Agenzia Immobiliare 118 Esercizio commerciale Concessionario autoveicoli 47 Esercizio commerciale Macelleria 119 Esercizio commerciale Supermercato 48 Esercizio commerciale Panificio - salumeria 120 Esercizio commerciale Arredamento 49 Non in uso 121 Servizio per la cura della persona Estetista 50 Esercizio commerciale Abbigliamento 122 Non in uso 51 Riparazione beni personali Riparazioni elettrodomestici 123 Esercizio commerciale Abbigliamento 52 Esercizio pubblico Bar 124 Struttura ricettiva Hotel 53 Esercizio commerciale Videoteca 125 Struttura ricettiva Hotel 54 Non in uso 126 Non in uso 55 Non in uso 127 Esercizio commerciale Minimarket 56 Agenzia per il lavoro Agenzia per il lavoro 128 Esercizio commerciale Minimarket 56 Associazione Associazione 129 Servizio telefonico Phone center 57 Esercizio commerciale Frutta e verdura 130 Non in uso 58 Esercizio commerciale Farmacia 131 Esercizio commerciale Cartoleria - articoli da regalo 59 Servizio di lavanderia Lavasecco 132 Servizio per la cura della persona Acconciatore 60 Artigiano Tappezzeria e rivestimenti murali 133 Servizio telefonico e fast food Phone center - fast food arabo 61 Agenzia bancaria Banca 134 Esercizio commerciale Alimentari 62 Esercizio commerciale Panificio 135 Agenzia di viaggio Agenzia viaggi 63 Studio professionale Commercialista 136 Agenzia assicurativa Agenzia autiomobilistica 64 Servizio per la cura della persona Estetista 137 Servizio telefonico e fast food Phone center - fast food arabo 66 Esercizio pubblico Bar 138 Esercizio pubblico Ristorante 67 Esercizio commerciale Cicli e motocicli 139 Esercizio pubblico Bar 68 Ristorazione d'asporto Pizzeria d'asporto 140 Esercizio pubblico Fast food arabo 69 Esercizio commerciale Minimarket 141 Servizio per la cura della persona Acconciatore 70 Non in uso 142 Servizio di lavanderia Lavanderia 71 Esercizio commerciale Alimentari 143 Agenzia bancaria Banca 72 Servizio telefonico Phone center 144 Esercizio commerciale Edicola

3 Legenda riferita alle tavole alle pagine seguenti

4 ' #

5

6 &

7

8 '

9

10 L'uso commerciale (cap del Documento di Piano) L analisi dell offerta del settore commerciale (v. quaderno n 4 Uso del suolo ambiente e paesaggio al cap ) prevede l individuazione di tutte le attività commerciali presenti nel territorio comunale, distinguendo le diverse tipologie distributive secondo la classificazione del D.Lgs. 114/98. Inoltre è stata rilevata anche la specifica tipologia merceologica. Nel territorio di Verdellino sono state censite 122 attività di cui due di carattere ricettivo (l Hotel Piccadilly e il Grand Hotel Zingonia). la maggior parte delle attività risultano esercizi di vicinato. All interno del centro storico e nelle sue vicinanze sono concentrate la maggior parte di attività; nel solo centro storico vi sono 67 esercizi ( il 55 del totale). A breve distanza dal centro, in Via Santuario dell Olmo, vi è un altro gruppo di 6 esercizi di vicinato. Le altre zone di addensamento delle localizzazioni commerciali sono riconducibili alle due principali strade su cui si attesta l insediamento di Zingonia: Corso Europa con Piazza Affari e la Strada Statale Francesca. In queste aree sono presenti 25 attività commerciali; In Piazza Affari sono insediati anche parecchi esercizi di vicinato e due attrezzature ricettive. Un aspetto non trascurabile è la presenza sul territorio comunale di un considerevole numero di spazi potenzialmente disponibili all uso commerciale ma non più in uso (15). La domanda commerciale, stante la particolare situazione socioeconomica è diventata sempre più complessa, articolata e, talvolta imprevedibile; questa situazione genera in alcuni casi fenomeni di abbandono che determinano risvolti urbanistici negativi. Nel complesso comunque le aree individuate come poli attrattori delle localizzazioni commerciali (centro storico, viale Europa e Strada Francesca, Piazza Affari) sono caratterizzate da una dinamica reale o potenziale che pare opportuno indirizzare. Il centro storico risulta ricco di attività commerciali, la quasi totalità degli edifici lungo le strade del centro hanno un utilizzo del piano terra ad attività commerciale o di funzione pubblica; il centro storico appare attivo e di buona qualità urbana, è però assai carente un adeguata dotazione di parcheggi. A fronte della vivacità del centro, in previsione comunque della crescente difficoltà degli esercizi presenti a reggere le condizioni di concorrenza, date la notevole mobilità della popolazione, è bene ci si ponga l obiettivo di supportare questa condizione d uso con migliori condizioni urbanistiche (traffico, parcheggi, ). Non è da trascurare l esiguo ma significativo numero di attività non in uso (15 delle attività del centro storico). Lungo Corso Europa e la Strada Francesca sono localizzate prevalentemente attività produttive per le quali il PRG vigente già ammette la localizzazione di medie strutture di vendita. Si ritiene che la loro localizzazione in queste zone sia non solo compatibile ma auspicabile per una maggiore qualificazione della vita economica e sociale di Zingonia. Per Piazza Affari si pone invece una problema evidente di riattribuzione agli esercizi commerciali ancora in uso di un ruolo urbano aggiornato alle nuove condizioni socioeconomiche della popolazione che vi si riferisce, nella quale è evidente la rilevanza di popolazione di origine straniera. Si ritiene anche qui ammissibile la localizzazione di medie strutture di vendita. Per questa parte del territorio di Verdellino sarebbe auspicabile un intervento di riprogettazione degli spazi aperti capace di fornire di dignità spaziale un luogo la cui centralità è già nei fatti riconosciuta dalla popolazione immigrata, anche se spesso con condizioni di palese disagio, disaffezione e marginalità sociale. La qualità degli spazi pubblici può giocare un ruolo rilevante nel determinare un innalzamento della qualità delle relazioni sociali. Evoluzione delle attività commerciali (cap del Documento di Piano) Complessivamente a Verdellino sono state censite 122 attività di cui due di carattere ricettivo (l Hotel Piccadilly e il Grand Hotel Zingonia), la maggior parte delle attività risultano esercizi di vicinato. Le possibilità evolutive del settore commerciale, che riteniamo assai importante per la vitalizzazione del nucleo urbano e per il mantenimento delle sue caratteristiche di centralità sono direttamente collegate alle possibilità di sviluppo socioeconomico del paese. Il piano intende dunque operare per favorire la molteplicità degli usi possibili nelle zone residenziali, evitando così la monofunzionalità che non produce relazione e dunque non incentiva neppure le piccole attività commerciali. A tal fine il Piano delle regole individua alcuni spazi pubblici principali (via Marconi, Nucleo Antico, C.so Europa,) sui quali appare opportuno incentrare gli obiettivi di qualificazione dei luoghi (arredo urbano, potenziamento della ciclopedonalità) che contribuiranno a favorire il sistema delle relazioni locali. Al fine del sostegno della struttura commerciale locale si ritiene altresì opportuno ammettere anche la localizzazione di medie strutture di vendita in posizione correlabile alle principali aggregazioni commerciali esistenti.

CENSIMENTO PDV DEL DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO 2013

CENSIMENTO PDV DEL DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO 2013 Anagrafiche Ragione sociale Insegna Indirizzo Civico P.IVA Persona di riferimento 1 Persona di riferimento 2 Telefono Mail Fax (o PEC) Sito web Pagina Facebook Twitter Foursquare Altro social Metratura

Dettagli

ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche. Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie:

ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche. Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie: ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie: Categoria 1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni

Dettagli

Lombardia MILANO. e i principali comuni della provincia. Fimaa Milano C.so Venezia, 47/49-20121 Milano Tel. 02.76.00.76.71 www.fimaamilano.

Lombardia MILANO. e i principali comuni della provincia. Fimaa Milano C.so Venezia, 47/49-20121 Milano Tel. 02.76.00.76.71 www.fimaamilano. Lombardia MILANO e i principali comuni della provincia Fimaa Milano C.so Venezia, 47/49-20121 Milano Tel. 02.76.00.76.71 www.fimaamilano.it CONSUETUDINI LOCALI NELLA COMPRAVENDITA DI AZIENDE Pagamenti

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE 1) Musei, Biblioteche, Scuole, Associazioni, Luoghi di culto Musei e gallerie pubbliche e private Biblioteche Scuole pubbliche di ogni ordine e grado Scuole parificate

Dettagli

DIRETTIVE PER IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA SU AREE PRIVATE.

DIRETTIVE PER IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA SU AREE PRIVATE. DIRETTIVE PER IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA SU AREE PRIVATE. 1 ART. 1 OGGETTO DEL PROVVEDIMENTO Il presente provvedimento contiene le norme, le direttive e i criteri per l apertura, il trasferimento

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane

COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane ALLEGATO A Elenco delle classi di appartenenza ammissibili, estratto dalla classificazione delle attività economiche ATECO 2007. N.B.:

Dettagli

http://vetrina.ilsole24ore.com/consulenteimmobiliare/archivio/626/articolo.htm

http://vetrina.ilsole24ore.com/consulenteimmobiliare/archivio/626/articolo.htm Page 1 of 8 La valutazione degli esercizi commerciali La riforma del settore e le trasformazioni in corso. La stima di un attività e gli elementi che ne determinano il prezzo, le modalità di vendita e

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti (fonte comune di Venezia 09.11.2012)

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti (fonte comune di Venezia 09.11.2012) Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti (fonte comune di Venezia 09.11.2012) Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto (classe 1

Dettagli

TASSA RIFIUTI GUIDA AL CONTRIBUENTE ANNO 2012

TASSA RIFIUTI GUIDA AL CONTRIBUENTE ANNO 2012 TASSA RIFIUTI GUIDA AL CONTRIBUENTE ANNO 2012 COS È LA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI La tassa è istituita per garantire la copertura dei costi di esercizio del servizio per la raccolta, trasporto

Dettagli

Commercio Interno Interno15

Commercio Interno Interno15 15 Commercio Interno Interno15 COMMERCIO INTERNO All interno di questa sezione vengono riportate le tabelle riguardanti il commercio nella Regione nell anno 2007, in particolare: il commercio al dettaglio

Dettagli

S.U.A.P. - CITTA DI PORTICI MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda per l esercizio di commercio al dettaglio. Residenza: Comune C.A.P.

S.U.A.P. - CITTA DI PORTICI MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda per l esercizio di commercio al dettaglio. Residenza: Comune C.A.P. S.U.A.P. - CITTA DI PORTICI MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda per l esercizio di commercio al dettaglio (D. Lgs. n.114/98, modificato ed integrato dal D. Lgs. n. 59/2010) Protocollo SUAP n. Del

Dettagli

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA Roma 29 settembre 2010 a cura di Danila Negrini - Ufficio Economico Confesercenti Nazionale dati indagine e mappe: BRD consultino-g&o 1. Premessa Vengono di seguito

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES COMUNE DI SERRENTI Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE NELLE CATEGORIE TARI

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE NELLE CATEGORIE TARI CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE NELLE CATEGORIE TARI Classe 1 -Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali Associazioni o istituzioni

Dettagli

COMUNE DI SELVINO. Allegato A RESPONSABILE DELL ATTO FINALE. Responsabile di Servizio. Responsabile di Servizio

COMUNE DI SELVINO. Allegato A RESPONSABILE DELL ATTO FINALE. Responsabile di Servizio. Responsabile di Servizio SCHEDA UNITA ORGANIZZATIVA dell AREA : SERVIZIO III AREA SERVIZI TECNICI del Servizio: Geom. Giovanni Maria Epis UFFICIO / SERVIZIO: COMMERCIO : Valli Sara istruttore amministrativo/contabile cat. C3 Orari

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLO SVILUPPO COMMERCIALE CITTADINO CAPITOLO 1

PROGRAMMAZIONE DELLO SVILUPPO COMMERCIALE CITTADINO CAPITOLO 1 COMUNE DI LECCO Provincia di Lecco Assessorato al Commercio PROGRAMMAZIONE DELLO SVILUPPO COMMERCIALE CITTADINO SUDDIVISIONE TIPOLOGICA DEGLI ESERCIZI PREVISIONI DI SVILUPPO CRITERI PER IL RILASCIO DELLE

Dettagli

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013 Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi Art.14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito con Legge 22 dicembre 2011, n. 214) ANNO 2013 1 PREMESSA Dal 1 gennaio 2013 la normativa statale

Dettagli

D.C.C. N. 04 DEL 12/01/2004 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MERITO A MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SMALTIMENTO RIFIUTI. IL CONSIGLIO COMUNALE

D.C.C. N. 04 DEL 12/01/2004 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MERITO A MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SMALTIMENTO RIFIUTI. IL CONSIGLIO COMUNALE D.C.C. N. 04 DEL 12/01/2004 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MERITO A MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SMALTIMENTO RIFIUTI. IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la D.C.C. n. 43 in data 06/10/1995 avente per oggetto:

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Al

Dettagli

1. IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA

1. IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Il commercio nella provincia di Bologna - anno 2010 Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna IL COMMERCIO NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA - anno 2010 - Consistenza 1. IL COMMERCIO

Dettagli

VENDERE UN AZIENDA, CONSULENZA ONLINE, TELEFONICA E DI UFFICIO SANZA COSTI DI INTERMEDIAZIONE

VENDERE UN AZIENDA, CONSULENZA ONLINE, TELEFONICA E DI UFFICIO SANZA COSTI DI INTERMEDIAZIONE VENDERE UN AZIENDA, CONSULENZA ONLINE, TELEFONICA E DI UFFICIO SANZA COSTI DI INTERMEDIAZIONE ATTIVITA IN VENDITA BAR Bar con sala slot machines ben avviata, 5 km da Rovigo verso Badia Polesine, 100 mq

Dettagli

GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO TARI 2014 (TASSA SUI RIFIUTI) SCADENZA 16 SETTEMBRE 2014

GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO TARI 2014 (TASSA SUI RIFIUTI) SCADENZA 16 SETTEMBRE 2014 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO TARI 2014 (TASSA SUI RIFIUTI) SCADENZA 16 SETTEMBRE 2014 L articolo 1 comma 640 e seguenti della legge n. 147/2013 - e successive modificazioni e integrazioni - ha istituito,

Dettagli

Comune di Termoli Campobasso Sportello Unico Attività Produttive

Comune di Termoli Campobasso Sportello Unico Attività Produttive Mod. SCIA Forme Speciali di Vendita ESERCIZI DI COMMERCIO CON FORME SPECIALI DI VENDITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Art. 19 L. 241/90 Intervento nel Comune di TERMOLI Ai sensi del

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizi al cittadino e Pari Opportunità Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

ALL. A - Elenco Codici ATECO per le attività di commercio e servizi

ALL. A - Elenco Codici ATECO per le attività di commercio e servizi ALL. A - Elenco Codici ATECO per le attività di commercio e servizi Codice Ateco 2007 Descrizione G COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI 45 COMMERCIO ALL'INGROSSO

Dettagli

NORME RELATIVE ALLE ATTIVITA DI COMMERCIO

NORME RELATIVE ALLE ATTIVITA DI COMMERCIO NORME RELATIVE ALLE ATTIVITA DI COMMERCIO Titolo I: Disposizioni generali Capo 1: definizioni...pag.2 Articolo 1 Definizioni di commercio..pag.2 Articolo 2 Tipologie e caratteristiche delle attività commerciali

Dettagli

UNIVERSITA DELLA TERZA ETA Via C. Colombo 169D, Quartu Sant Elena www.univerquartu.it CONVENZIONI 2014-2015

UNIVERSITA DELLA TERZA ETA Via C. Colombo 169D, Quartu Sant Elena www.univerquartu.it CONVENZIONI 2014-2015 UNIVERSITA DELLA TERZA ETA Via C. Colombo 169D, Quartu Sant Elena www.univerquartu.it CONVENZIONI 2014-2015 FARMACIA SANITARI Parafarmacia SERPI/ARAMU - Via Polonia 75, Quartu Sant' Elena - Sconti dal

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di CARBONARA DI NOLA 6 3 0 1 5 Ai sensi

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio

Forme speciali di vendita al dettaglio Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 68) e del D.Lgs.

Dettagli

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici Corso del Popolo 30 05100 Terni Tel +39 0744.549.742-3-5 statistica@comune.tr.it INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

Anagrafica completa: Ragione sociale, indirizzo, città, prov, cap, telefono, fax ed indirizzo e-mail, regione e categoria merceologica.

Anagrafica completa: Ragione sociale, indirizzo, città, prov, cap, telefono, fax ed indirizzo e-mail, regione e categoria merceologica. 140.000 Aziende e Liberi professionisti 500 euro iva incl. 13.000 di professionisti (Medici Avv. Arch. Comm., Ing. Geom., rag. e dentisti) 140 euro iva incl. 25.000 Aziende e Liberi professionisti regione

Dettagli

MOD.COM 6 copia per il Comune

MOD.COM 6 copia per il Comune MOD.COM 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Segnalazione Certificata di Inizio Attività Al Comune di Ai

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA:

PROTOCOLLO D INTESA TRA: PROTOCOLLO D INTESA TRA: - Comune di Scansano - Associazione Centro Commerciale Naturale Scansano in Vetrina - Commercianti con sede attività esclusa dal Centro Commerciale Naturale ( Murci Poggioferro-

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 24 Gennaio 2014 Novembre 2013 A novembre 2013 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una variazione

Dettagli

Al Comune di MONTECCHIO EMILIA

Al Comune di MONTECCHIO EMILIA Mod.COM 6 - SCIA (adeguato alla L.122/2010) Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al

Dettagli

L'Amministrazione Comunale sta inviando a tutti i cittadini miranesi maggiorenni (circa 18.000), la Privilege Card Città di Mirano, una carta

L'Amministrazione Comunale sta inviando a tutti i cittadini miranesi maggiorenni (circa 18.000), la Privilege Card Città di Mirano, una carta L'Amministrazione Comunale sta inviando a tutti i cittadini miranesi maggiorenni (circa 18.000), la Privilege Card Città di Mirano, una carta vantaggi che darà l'opportunità di fare la spesa sotto casa

Dettagli

ALLEGATI ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 1553 DEL 26 LUGLIO 2013 1. Dimensioni minime dei posti macchina

ALLEGATI ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 1553 DEL 26 LUGLIO 2013 1. Dimensioni minime dei posti macchina ALLEGATI ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 1553 DEL 26 LUGLIO 2013 1 Tabella A Tabella B Tabella C Tabella D Funzioni e quantità minime Dimensioni minime dei posti macchina Dimensioni minime

Dettagli

CARTA FAMIGLIA CITTÀ DI ALBA

CARTA FAMIGLIA CITTÀ DI ALBA 1 012 BENETTON 12051 ALBA VIA VIDA 6 ABBIGLIAMENTO BAMBINI 2 ALBA 2000 12051 ALBA CORSO LANGHE 76 ELETTRODOMESTICI - CASALINGHI GRANDI ELETTRODOMESTICI 3 ALBAGIARDINO 12051 ALBA CORSO CANALE 21/C MACCHINE

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 BIS copia per il Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE Al di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114 (art. 18 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 ATTIVITÀ 51.56.2 ATTIVITÀ 51.90.0 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI

STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 ATTIVITÀ 51.56.2 ATTIVITÀ 51.90.0 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI N.C.A. ATTIVITÀ 51.56.1 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI FIBRE TESSILI GREGGE E SEMILAVORATE ATTIVITÀ

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola di Architettura e Società Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali

Politecnico di Milano Scuola di Architettura e Società Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali Linee guida progettuali per un nuovo Piano delle Regole Lombardo il caso Meda: modelli insediativi e indirizzi urbanistici per

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI. Risposta a quesito 2. Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008)

SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI. Risposta a quesito 2. Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008) Risposta a quesito 2 SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI COMUNE di: LAURIA Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008) Indirizzo Via Roma,104 C.A.P. / Provincia 85044 - PZ Tel: 0973 627111 Fax: 0973 823793 E

Dettagli

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino Via Mazzini, 22 10020 LAURIANO (TO) Tel. 011 9187801 Fax 011 9187482 P.IVA 01734040015 C.F. 82500430010 WWW.COMUNE.LAURIANO.TO.IT info@comune.lauriano.to.it mail

Dettagli

Ai sensi della L.R. 27/09 (artt. 13, 23, 57 e 58) e Legge 241/90, D.Lgs 59/2010;

Ai sensi della L.R. 27/09 (artt. 13, 23, 57 e 58) e Legge 241/90, D.Lgs 59/2010; copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Segnalazione Certificata di Inizio Attività Al Comune di il sottoscritto

Dettagli

ALLEGATO A) alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 20.05.2014. Relazione Tecnica

ALLEGATO A) alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 20.05.2014. Relazione Tecnica ALLEGATO A) alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 20.05.2014 Relazione Tecnica OGGETTO: Approvazione delle tariffe relative alla Tassa sui rifiuti (TARI) per l anno 2014. A conclusione del

Dettagli

COMPLESSIVO -0.5-0.2

COMPLESSIVO -0.5-0.2 Comune di Pistoia - Indice locale dei Prezzi al Consumo per l'intera Collettività Nazionale - Aprile 2015 Codice Descrizione Variazioni % anno prec. mese prec. COMPLESSIVO -0.5-0.2 1 Prodotti alimentari

Dettagli

9 ambito progettuale stazione ferroviaria

9 ambito progettuale stazione ferroviaria 9 ambito progettuale stazione ferroviaria Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione opere pubbliche: Lavorare in team si lavora in

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA DIPA DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

LA RETE DISTRIBUTIVA IN BASILICATA:

LA RETE DISTRIBUTIVA IN BASILICATA: REGIONE BASILICATA UNIONCAMERE BASILICATA - CENTRO STUDI - OSSERVATORIO REGIONALE SUL COMMERCIO LA RETE DISTRIBUTIVA IN BASILICATA: ASPETTI STRUTTURALI E TENDENZE EVOLUTIVE DICEMBRE 2009 2 INDICE PAG.

Dettagli

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività 4 gennaio 2012 Dicembre 2011 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di dicembre, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo

Dettagli

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa In un mercato con i principali parametri della crescita bloccati, o addirittura con segno negativo, il franchising ha saputo sostanzialmente tenere

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

Ricerca su Via Padova

Ricerca su Via Padova Ricerca su Via Padova Premessa all indagine Nell indagine sulle attività commerciali che prospettano su via Padova ho seguito alcune modalità operative. Ho percorso tutta via Padova in tre mattinate, quaderno

Dettagli

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPAR DIPARTIMENTO XV VI U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPARTIMENTO

Dettagli

a) Soggetti Beneficiari sulla base della Delibera di Giunta regionale 986/2013

a) Soggetti Beneficiari sulla base della Delibera di Giunta regionale 986/2013 SOGGETTI BENEFICIARI I codici ATECO 2007 che verranno considerati sono quelli di attività primaria risultanti dalla visura camerale al momento della presentazione della domanda. a) Soggetti Beneficiari

Dettagli

AREA COMMERCIO. I dati relativi al Commercio sono stati forniti dall Ufficio Commercio del Comune di Aosta e riguardano gli anni dal 2002 al 2011.

AREA COMMERCIO. I dati relativi al Commercio sono stati forniti dall Ufficio Commercio del Comune di Aosta e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. AREA COMMERCIO I dati relativi al Commercio sono stati forniti dall Ufficio Commercio del Comune di Aosta e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. 1 Autorizzazioni commerciali rilasciate suddivise per genere.

Dettagli

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno Servizio Statistica Settore Politiche Economiche e Sport INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L'INTERA COLLETTIVITA' NAZIONALE (NIC) L'Ufficio Statistica del Comune di Modena, secondo le disposizioni e norme tecniche

Dettagli

Glossario 14. Commercio interno

Glossario 14. Commercio interno Glossario 14. Commercio interno La rete distributiva (tabelle da 14.1 a 14.6) L Osservatorio regionale del commercio realizza ogni anno una rilevazione informatizzata sulla rete distributiva presso i 1206

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO Segnalazione Certificata di Inizio Attività Al Comune di Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO Segnalazione Certificata di Inizio Attività copia per il Comune Ai sensi della L.R. 27/09 (artt. 13, 23 e 58) e Legge 241/90, L.

Dettagli

SOSTEGNO ALLO START UP DI MICROIMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE REALIZZATE DA SOGGETTI SVANTAGGIATI

SOSTEGNO ALLO START UP DI MICROIMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE REALIZZATE DA SOGGETTI SVANTAGGIATI SOSTEGNO ALLO START UP DI MICROIMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE REALIZZATE DA SOGGETTI SVANTAGGIATI AVVISO AI SENSI DEL ROGOLAMENTO REGIONALE N. 25 DEL 21.11.2008 PUBBLICATO SUL B.U.R.P. N. 182 DEL 25.11.2008

Dettagli

CITTA DI CATANZARO SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E TURISMO Ufficio Statistica e Toponomastica

CITTA DI CATANZARO SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E TURISMO Ufficio Statistica e Toponomastica CITTA DI CATANZARO SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E TURISMO Ufficio Statistica e Toponomastica Anticipazione del mese di GENNAIO 2015 Indice Prezzi al consumo per l intera collettività - Catanzaro Nel mese

Dettagli

Facoltà di Architettura - Corso di Laurea quinquennale UE Corso di Fondamenti di Urbanistica - C TERMINOLOGIA. Lessico di base

Facoltà di Architettura - Corso di Laurea quinquennale UE Corso di Fondamenti di Urbanistica - C TERMINOLOGIA. Lessico di base Facoltà di Architettura - Corso di Laurea quinquennale UE Corso di Fondamenti di Urbanistica - C TERMINOLOGIA Lessico di base Lezione n. 6/10 1 CARTOGRAFIA DI BASE: rappresentazione plano-altimetrica o

Dettagli

COMUNE DI TORRE D'ARESE PROVINCIA DI PAVIA ----------------------

COMUNE DI TORRE D'ARESE PROVINCIA DI PAVIA ---------------------- COMUNE DI TORRE D'ARESE PROVINCIA DI PAVIA ---------------------- Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria Seduta pubblica di prima Convocazione NR. 23 DEL 29-07-2014 ORIGINALE

Dettagli

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100 Riso 1.064 Pane 13.504 Pasta 5.808 Cereali e farine 590 Pasticceria 4.905 Biscotti dolci 2.742 Biscotti salati 1.709 Alimenti dietetici 374 Altri cereali e piatti pronti 2.505 Carne bovina fresca 18.572

Dettagli

Glossario. Tabelle da 14.1 a 14.6

Glossario. Tabelle da 14.1 a 14.6 14. Commercio interno Glossario Tabelle da 14.1 a 14.6 A seguito dell entrata in vigore della riforma prevista dal decreto legislativo 114/98 e della legge regionale 28/99, che classificano gli esercizi

Dettagli

BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy

BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy Comune di Camposampiero (PD) IL PARCO DI CAMPOSAMPIERO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE Sintesi non Tecnica 2 Studio di Impatto Ambientale Il Parco di Camposampiero

Dettagli

Shopping Card - I love shopping Magnago e Bienate

Shopping Card - I love shopping Magnago e Bienate Shopping Card - I love shopping Magnago e Bienate Gli Artigiani e i Commercianti di Magnago e Bienate con l Amministrazione Comunale per costruire insieme un idea nuova di Paese. C è un altro modo di acquistare,

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Segnalazione Certificata di Inizio Attività

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Segnalazione Certificata di Inizio Attività Al Comune di * il sottoscritto ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Segnalazione Certificata di Inizio Attività copia per il Comune Ai sensi della L.R. 27/09 (art. art.

Dettagli

PROGETTO E COORDINAMENTO

PROGETTO E COORDINAMENTO Comune di Nembro Provincia di Bergamo Claudio Cancelli Salvatore Alletto Candida Mignani - sindaco - segretario comunale - assessore territorio - Piano di Governo del Territorio Piano di governo del Adottato

Dettagli

COMUNE DI BARDONECCHIA Regione Piemonte Provincia di Torino Approvato con D.G.R. n 27-41717 del 5/3/1985 MODIFICHE NON COSTITUENTI VARIANTI AI SENSI DELL ART. 17 COMMA 8 DELLA LEGGE REGIONALE 5 DICEMBRE

Dettagli

Il franchising è una formula che ti permette di diventare imprenditore avvalendoti del know-how e della visibilità di un marchio già affermato.

Il franchising è una formula che ti permette di diventare imprenditore avvalendoti del know-how e della visibilità di un marchio già affermato. Home Franchising Il franchising Scegliere un franchising L investimento iniziale La scelta del locale L incontro con la casa madre Il contratto di affiliazione Il vocabolario del franchising Fiere and

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ALIQUOTE E TARIFFE DELIBERATE IN MATERIA DI TASI - IMU - TARI PER L'ANNO 2014

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ALIQUOTE E TARIFFE DELIBERATE IN MATERIA DI TASI - IMU - TARI PER L'ANNO 2014 IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ALIQUOTE E TARIFFE DELIBERATE IN MATERIA DI TASI - IMU - TARI PER L'ANNO 2014 pagina 1 TASI (TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI) ALIQUOTE ANNO 2014 (Approvate con delibera di Consiglio

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE 13/2015 Promossa dalla Giunta al Consiglio Comunale nella seduta del 5 febbraio 2015 OGGETTO: Realizzazione del Campus sportivo di Beata Giuliana. Affidamento della costruzione e gestione mediante concessione

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. SI RITIENE OPPORTUNO aumentare per l anno 2009 le seguenti tariffe:

LA GIUNTA COMUNALE. SI RITIENE OPPORTUNO aumentare per l anno 2009 le seguenti tariffe: LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO: che la TRSU Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani Interni è stata istituita con il Capo III, del D.Lgvo 15 novembre 1992, n.507 e dallo stesso disciplinata, con

Dettagli

COMUNE DI LONGARE. TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013

COMUNE DI LONGARE. TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013 COMUNE DI LONGARE TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013 1.1 Utenze domestiche Il territorio comunale è stato diviso in 5 zone in funzione dei caratteri del servizio fornito, come descritto nella tabella che

Dettagli

TABELLA A (Art. 27) LIVELLO DI CLASSIFICA. DESCRIZIONE DEI REQUISITI 1 stella. 1. PRESTAZIONI DI SERVIZI 1.01 Direttore di albergo X X X X

TABELLA A (Art. 27) LIVELLO DI CLASSIFICA. DESCRIZIONE DEI REQUISITI 1 stella. 1. PRESTAZIONI DI SERVIZI 1.01 Direttore di albergo X X X X TABELLA A (Art. 27) REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ESERCIZI RICETTIVI ALBERGHIERI (alberghi, motels, alberghi residenziali, alberghi diffusi, villaggi-albergo e beauty-farm)

Dettagli

SCIA (Mod. ex Com 6) ( *)

SCIA (Mod. ex Com 6) ( *) SCIA (Mod. ex Com 6) ( *) Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ai sensi dell art.

Dettagli

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale Delib. n. 60-20.4.2015 OGGETTO: Servizio relativo alla raccolta e al trasporto dei rifiuti urbani. Tassa sui rifiuti (TARI). Tariffe per le utenze domestiche e per le utenze non domestiche per l anno 2015.

Dettagli

La tassa sui rifiuti (TARI)

La tassa sui rifiuti (TARI) COMUNE DI COMO La tassa sui rifiuti (TARI) Anno 2014 DISCIPLINA L articolo 1, comma 639, della legge n. 147/2013, ha istituito l imposta unica comunale (IUC) che, per la sua componente riferita ai servizi,

Dettagli

ELENCO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI CHE HANNO ADERITO ALLA CONVENZIONE

ELENCO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI CHE HANNO ADERITO ALLA CONVENZIONE ELENCO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI CHE HANNO ADERITO ALLA CONVENZIONE Si può accedere agli sconti solo esibendo la tessera dell Ass. Genitori valida dal 24 ottobre 2014 al 25 ottobre 2015 (su richiesta

Dettagli

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE INSEGNE PUBBLICITARIE DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE INSEGNE PUBBLICITARIE DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE M PAT 03 Pag. 1/6 DOMANDA INSTALLAZIONE INSEGNE Il sottoscritto: nome cognome ; nato a prov. ; il C. F. RICHIEDENTE e legale rappresentante della ditta: con sede in comune di prov. cap via n Tel Fax Sito

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA'

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' MOD. COM 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di CATTOLICA Cod.

Dettagli

1.4 DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI. 1.4. Commercio e attività produttive

1.4 DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI. 1.4. Commercio e attività produttive DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI 1.4. Commercio e attività produttive 1.4 ANALISI E DATI Lo spazio attualmente occupato dal commercio e delle attività produttive è l 11% del territorio, pari 1.707.968 mq.

Dettagli

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno Servizio Statistica Settore Economia, Promozione della città e servizi al cittadino INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L'INTERA COLLETTIVITA' NAZIONALE (NIC) L'Ufficio Statistica del Comune di Modena, secondo

Dettagli

Sub. B. Comune di TRECATE SETTORE COMMERCIO ANNO 2012 CRITERI COMUNALI. Disposizioni attuative

Sub. B. Comune di TRECATE SETTORE COMMERCIO ANNO 2012 CRITERI COMUNALI. Disposizioni attuative ALLEGATO Sub.B ALLA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 015 IN DATA 03.04.2012 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE dott. Roberto Varisco IL SEGRETARIO GENERALE dott.ssa Carmen Cirigliano Comune di

Dettagli

Provincia di Barletta Andria Trani INDICE

Provincia di Barletta Andria Trani INDICE CITTA DI BISCEGLIE Provincia di Barletta Andria Trani INDICE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO PER LE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA E PER STRUTTURE DI INTERESSE LOCALE NEL TERRITORIO

Dettagli

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007

Ateco 2002 Ateco 2007 Dizione Ateco 2007 Commercio all'ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli 50.1 45.1 Commercio di autoveicoli 50.20.5 45.20.9 autolavaggio e altre attività di manutenzione 50.3 45.31.0 commercio all'ingrosso

Dettagli

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005 Luglio 2005 Il territorio, l'ambiente e il clima e : Indice Il territorio L'ambiente e la climatologia Il profilo demografico della popolazione La popolazione residente e le famiglie Il movimento naturale

Dettagli

VALUTAZIONE IMPATTO ECONOMICO (V.I.E.)

VALUTAZIONE IMPATTO ECONOMICO (V.I.E.) (Modello V.I.E, vedi art. 6 dell articolato recante le disposizioni) VALUTAZIONE IMPATTO ECONOMICO (V.I.E.) DELLA SEGUENTE NUOVA REALIZZAZIONE (breve descrizione dell attività proposta): L area oggetto

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Luglio 2009

Indici dei prezzi al consumo Luglio 2009 Indici dei prezzi al consumo Luglio 2009 12 agosto 2009 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da: -indice

Dettagli

Comune di OGGIONO Provincia di LECCO

Comune di OGGIONO Provincia di LECCO 1 Comune di OGGIONO 1. IL TITOLO II DELLA LEGGE REGIONE LOMBARDIA N. 6/2010: LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE 1.1 Il quadro di riferimento normativo Il Titolo II,

Dettagli