Progetti di Alternanza Scuola Lavoro Fase di avvio. Incontro provinciale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetti di Alternanza Scuola Lavoro 2013-14 Fase di avvio. Incontro provinciale"

Transcript

1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Ufficio XIII - Ufficio scolastico di Vicenza Borgo Scroffa Vicenza Progetti di Alternanza Scuola Lavoro Fase di avvio. Incontro provinciale 10 febbraio 2014 ITC Fusinieri Vicenza Annamaria Pretto Ufficio Interventi Educativi UST Vicenza

2 Programma dell incontro IL DISPOSITIVO USRV : Reti e progetti autonomi Annamaria Pretto LE RISORSE Alternanza scuola-lavoro, laboratorio della scuola nella realtàesterna, per conseguire risultati di apprendimento previsti nel profilo. Contributi di Enrico Bressan, CPV Camera di Commercio Docente del Liceo Brocchi di Bassano del Grappa Dietro alle convenzioni con le realtà lavorative, un patto per la realizzazione di un progetto formativo. Contributi di Cristina Toniolo, Confindustria Vicenza Sandra Fontana, Associazione Artigiani Vicenza Maria Teresa Leodari, Comune di Vicenza Docenti Istituti (Masotto, De Pretto, ecc.) L orientamento in ASL. La conoscenza di sée l incontro domanda-offerta. Contributi di Lisa Lora, CPI; Stefano Panella, Informagiovani Nino Bianchi, Associazione Altra Impresa Discussione e proposte delle scuole Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 2

3 bisogni e/o contributi dei partecipanti all incontro % 81% 78% 78% 74% 70% 67% 63% aspetti normativi vincoli articolazione progetto risorse strumenti rapporti con realtà lavorative esiti progetto formativo metodologie bisogni offerta di contributi Esiti monitoraggio on line Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 3

4 richieste specifiche dei partecipanti normativa attuale vincoli per progetti innovativi possibili articolazioni dei percorsi alternanza scuola - lavoro risultati di progetti formativi giàsvolti in relazione agli aspetti procedurali, operativi e pratici del progetto formativo Sicurezza e Assicurazione presso la ditta per il periodo di ASL,chi ne è responsabile? confronto con altre realtàscolastiche copertura economica finanziaria per docenti che collaborano all'iniziativa riconoscimento giuridico (ai fini della copertura assicurativa) ed economico delle uscite con mezzo proprio dopo la cancellazione del rimborso Kmetrico finanziamento assegnato a IIS aderenti a piùreti, con piùprogetti presentati rendicontazione delle attività; resoconti e documentazione da presentare a fine ASL Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 4

5 Assegnazione finanziamenti progetti ASL e.f Direttiva MIUR 821/2013 Livello nazionale: Per ASL ,00 classi 5^ IPS (132 ore), distribuiti in proporzione al n. alunni iscritti nelle classi V, come v. anagrafe degli studenti : : progetti innovativi di integrazionetra i percorsi formativi ed il mondo del lavoro per i quali le istituzioni scolastiche o loro retipresentano agli USR le candidature. Livello regionale: I progetti sono valutati da commissioni nominate dai Direttori USR coerenza con le linee guida definite a livello regionale e ulteriori criteri USR Gli USR eseguono un monitoraggio sullo stato di avanzamento dei progetti e al riguardo predispongono un rapporto da inviare al MIUR Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 5

6 risorse finanziarie per ASL e.f D.D Assegnazione dei fondi da MIUR assegnati al Veneto per attivitàdi Alternanza Scuola Lavoro totale ,00 di cui ,00 ai percorsi di istruzione professionale (escluso 5 anno) ,00 ai percorsi di istruzione tecnica ,00 ai percorsi di istruzione liceale Esiti valutazione USR Veneto Assegnati alla provincia di Vicenza per i progetti ASL approvati totale ,00 di cui ,00 ai percorsi di istruzione professionale [20,3% tot. regionale assegnato] ,00 ai percorsi di istruzione tecnica [20,5% tot. regionale assegnato] ,00 ai percorsi di istruzione liceale [20,3 % tot. regionale assegnato] Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 6

7 ASL: progetti innovativi di integrazione [D. 821/2013] Criterio prioritario esistenza di collaborazioni con associazioni di categoria e soggetti rappresentativi del mondo del lavoro sul territorio di riferimento Elemento qualificante del progetto previsione delle apposite convenzioni (art.1,2 Dlgs. 77/2005), riguardanti la fase di progettazione e di realizzazione Elementi qualificanti del progetto studenti classi III e IV (biennalità) attenzione agli esiti individuazione degli obiettivi formativi previsti dai rispettivi ordinamenti da far conseguire agli studenti attraverso il percorso ASL l'indicazione delle modalitàdi valutazione del livello di raggiungimento degli obiettivi costo per alunno in ASL cofinanziamento assicurato da terzi Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 7

8 riferimenti normativi Normativa di riferimento: Dlgs77 del 15 aprile 2005 (attuativo della L. 53/2003) Regolamenti del Riordino (D. 87, 88, 89 / 2010) ASL: percorso formativo di cui è responsabile la scuola èescluso il rapporto di lavoro rientra nella personalizzazione dell offerta è curricolare:"periodi di apprendimento in situazione lavorativa [Dlgs 77/2014], non stage, non tirocinio i tempi di svolgimento possono non coincidere con i tempi della scuola per rendere possibile l interazione scuola -lavoro necessita di strumenti e risorse professionali (= tutor interno - esterno) implica una valutazione e una certificazione dei risultati di apprendimento implica il riconoscimento dell equivalenza formativa degli apprendimenti in ASL e crediti Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 8

9 la responsabilità dei soggetti in alternanza l alternanza non costituisce un rapporto di lavoro si caratterizza per periodi di apprendimento in situazione lavorativa risponde alla finalitàdella partecipazione attiva dei soggetti del territorio [Dlgs 77/2005, art.2,d] al requisito dell osservanza delle norme vigenti in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e di ambiente [Dlgs 77/2005, art.3,c] al requisito dell apporto formativo nei confronti degli studenti e del livello di innovazione dei processi produttivi e dei prodotti [Dlgs 77/2005, art.3,c] Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 9

10 Declinazione regionale dei progetti ASL OBIETTIVI a) Costruire una rete di filierain grado di coinvolgere gli istituti che appartengono allo stesso ordine, indirizzo attrarre gli stakeholder rilevanti del settore definire strategie per dare avvio ad un CTS di rete b) Individuare e condividere gli obiettivi formativi previsti dai rispettivi ordinamenti da far conseguire agli studenti attraverso il percorso di ASL c) Indicare le modalitàdi verifica, validazione e valutazione del livello raggiuntorelativamente ai risultati di apprendimento, specificando se attuate congiuntamente all azienda ospitante d) Fornire elementi significativi per l elaborazione di un quadro strategico mirato alla filiera formativa di settorein grado di descrivere le specifiche esigenze delle imprese del settore, anche con l aiuto delle osservazioni degli studenti Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 10

11 I risultati attesi delle Reti a) Protocollo di rete; Accordiper la costituzione CTS di filieraed eventuale statuto; Definizione dei punti salienti per l analisi dei fabbisogni occupazionali e formativi del territoriodi riferimento e condivisione di strategie formative comuni b) Report con sintesi proposte figura professionalerelativa al proprio ordinamento e indirizzo con evidenza dei risultati di apprendimento da raggiungere o completare in ASL c) Report con sintesi delle modalitàverifica, validazione e valutazionedei risultati di apprendimento, con evidenza di strumenti e processiche possono ritenersi delle best practice d)proposta formativa strategica per una filiera di settoree modalitàdi coinvolgimento degli studenti e degli stakeholderprovenienti soprattutto dal mondo dell impresa e delle professioni; proposte per le misure di orientamento. Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 11

12 I Progetti in rete delle scuole della provincia di Vicenza capofila della provincia PROFESSIONALI TECNICI TECNOLOGICI LICEI CAPOFILA I.P.S. G. B. GARBIN Manutenzione e Ass. Tecnica IIS U. MASOTTO Manutenzione e Ass. Tecnica I.I.S. A.CANOVA C.A.T. ITIS A ROSSI Tecnologico IIS U.MASOTTO Economico LICEO G.B.BROCCHI I.P.S. 'F. LAMPERTICO IIS LONIGO I.T.C.G. PASINI IIS CECCATO IIS LONIGO LICEO G. ZANELLA IIS L. LUZZATTI IIS S. CECCATO ITCG A. CECCATO ITI DE PRETTO IIS LUZZATTI LICEO CORRADINI I.P.S. G. GIORGI (TV) ITI MARZOTTO IIS SILVIO CECCATO LICEO N. TRON PARTNER IS GIORGI- FERMI (VR) IIS LONIGO ITI GALILEI L.S.J. DA PONTE IIS LUZZATTI (VE) IIS LUZZATI ITCG LV PASINI IIS DA VINCI MARCHESINI VIOLA (RO) IIS SILVIO CECCATO ITCG AULO CECCATO IIS Don G. FOGAZZARO ITI GALILEI ITC L.EINAUDI Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 12

13 I Progetti in rete delle scuole della provincia di Vicenza capofila fuori provincia PROFESSIONALI TECNICI CAPOFILA ISIS NIGHTINGALE (TV) Socio-Sanitario IPSSARCT E.CORNARO (VE) Alberghiero IIS L.DAVINCI (PD) Serv Commerciali I.T.G. G.B.BELZONI (PD) C.A.T. IIS A. DELLA LUCIA (BL) Ind.Agrario ITI E.BARSANTI (TV) Logistica ITT G.MAZZOTTI (TV) Turismo I.I.S. G.A. REMONDINI IIS A. DA SCHIO I.I.S. G.A. REMONDINI ITC L. EINAUDI ISIS PAROLINI ITI A.ROSSI IIS REMONDINI IIS L. LUZZATTI IIS ASIAGO IPS G.B. GARBIN ITAS TRENTIN ITI CHILESOTTI PARTNER IIS LONIGO IPSAR ARTUSI IIS A. DA SCHIO IIS MONTAGNA IIS SILVIO CECCATO Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 13

14 fare rete, operare in rete capofila partner Dipartimenti Stakeholder 3000,00 Progetto Rete prog. autonomo 800,00 Stakeholder Prog. autonomo 800,00 prog. autonomo 800,00 partner Prog. autonomo Dipartimenti 800,00 800,00 partner Stakeholder Dipartimenti Prog. autonomo partner partner Dipartimenti Stakeholder Dipartimenti Stakeholder Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 14

15 I progetti autonomi e la rete presentati e gestiti in modo autonomo dalle scuole partner dellarete i partner concordano l azione progettuale con gli altri partner di rete nell ambito delle azioni di ASL organizzate nel proprio istituto approfondiscono uno degli aspetti evidenziati dai progetti di rete contribuiscono allo sviluppo della documentazione richiesta fornendo gli esiti delle procedure innovative e/o consolidate messe in atto e i materiali relativi agli strumenti utilizzati. assegnazione fondi sulla base del n. classi (da SIDI) Progetto autonomo in rete Progetto autonomo non in rete Licei Istituti Professionali Istituti Tecnici 200,00 (per classe) 170,00 (per classe) 410,00 (per classe) 510,00 (per classe) Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 15

16 in vista della rendicontazione Progetti autonomi gestione da parte di ciascun partner Azioni da rivolgere agli studenti Orientamento Interventi di prima professionalizzazione (anche a scuola) Interventi di professionalizzazione di secondo livello (inserimento nella realtà lavorativa...) Tutoraggio Materiali Segreteria Azioni del partner da condividere in Rete gestione da parte del capofila Azioni di sistema Progettazione Coordinamento interno del progetto (rapporti con i Dipartimenti -v. profili in uscita) Produzione di documenti (modelli convenzioni, strumenti per la valutazione -certificazione e autovalutazione ) Monitoraggio Rendicontazione Segreteria Rimborsi (mezzi pubblici di trasporto) Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 16

17 In vista della rendicontazione Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 17

18 Questione sicurezza per cominciare D.P.R n. 1124: l assicurazione INAIL copre gli eventi lesivi di alunni, studenti e insegnanti degli istituti di istruzione statale [ ], collegati direttamente all uso di macchine [ ] ovvero al rischio ambientale organizzato ove queste macchine siano presenti. D.P.R. n. 156/99 art. 2: estensione della tutela assicurativa INAIL : tutte le attività[ ] sulla base di progetti educativi sono proprie della scuola (anche se estranee allo specifico programma di studi); [ ] sono da considerare attività scolastiche a tutti gli effetti, (i) tirocini, attività extra-curriculari culturali, di sport per tutti, [ ] Circolare INAIL 23 aprile 2003 n. 28 Insegnanti e alunni di Scuole pubbliche e private. Criteri per la trattazione dei casi di infortunio. Aspetti contributivi : Studenti: [ ] non hanno un rapporto di lavoro [ma] sono assicurati, in via eccezionale, solo per gli infortuni che accadono nel corso delle esperienze tecnico-scientifiche e delle esercitazioni pratiche di lavoro. le istituzioni scolastiche promotrici dei tirocini curriculari sono tenute ad adempiere agli obblighi di denuncia e ai conseguenti oneri economici che ne derivano. Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 18

19 sitografia Normativa Sito INDIRE su Alternanza Risposte ad alcune questioni Sicurezza Orientamento Portale Veneto Portale MIUR ghe/05077dl.htm o/faq-tirocini umenti/lineeguidaterritoriali_28_marzo_ 2013.pdf pdf Annamaria Pretto - Ufficio Interventi Educativi - UST Vicenza 19

GUIDA INFORMATIVA SCUOLA APERTA 2013-14

GUIDA INFORMATIVA SCUOLA APERTA 2013-14 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO XIII di VICENZA Borgo Scroffa, 2 36100 Vicenza PEC: uspvi@postacert.istruzione.it - PEO: usp.vi@istruzione.it

Dettagli

ISCRIZIONI ALLE CLASSI PRIME a.s. 2013-14 POSTAZIONI E SUPPORTO AI GENITORI DA PARTE DELLE SCUOLE SUPERIORI BASSANO DEL GRAPPA

ISCRIZIONI ALLE CLASSI PRIME a.s. 2013-14 POSTAZIONI E SUPPORTO AI GENITORI DA PARTE DELLE SCUOLE SUPERIORI BASSANO DEL GRAPPA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Ufficio XIII - Ufficio scolastico di Vicenza Borgo Scroffa 2-36100 Vicenza NOTE

Dettagli

La Rete Bibliotecaria Scuole Vicentine

La Rete Bibliotecaria Scuole Vicentine La Rete Bibliotecaria Scuole Vicentine Il sito: 04/11/2010 2002: nasce la Rete Bibliotecaria Scuole Vicentine per far uscire dall isolamento le singole biblioteche scolastiche per creare un gruppo di persone

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO FINANZIAMENTI ASSEGNATI AGLI ISTITUTI PROFESSIONALI DM 761/2014

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO FINANZIAMENTI ASSEGNATI AGLI ISTITUTI PROFESSIONALI DM 761/2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio V Politiche formative e rapporti

Dettagli

STUDENTI STRANIERI NELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VICENZA Premessa

STUDENTI STRANIERI NELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VICENZA Premessa STUDENTI STRANIERI NELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VICENZA Premessa La globalizzazione oggi in atto genera tra i suoi effetti più salienti una commistione di popoli, uno scambio, di beni, di

Dettagli

e, p.c., ( ) OGGETTO: Direttiva sui Progetti innovativi di Alternanza Scuola Lavoro per l'assegnazione del finanziamento MIUR - A.S.

e, p.c., ( ) OGGETTO: Direttiva sui Progetti innovativi di Alternanza Scuola Lavoro per l'assegnazione del finanziamento MIUR - A.S. MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio - S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio V -Politiche formative e rapporti

Dettagli

Formazione dei docenti neoassunti

Formazione dei docenti neoassunti Ufficio XIII - Ufficio Scolastico Territoriale di Vicenza Dirigente: Franco Venturella Formazione dei docenti neoassunti [Report sul monitoraggio finale] a cura di Annamaria Pretto, referente neoassunti@istruzionevicenza.it

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO FINANZIAMENTI ASSEGNATI AGLI ISTITUTI TECNICI DM 761/2014

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO FINANZIAMENTI ASSEGNATI AGLI ISTITUTI TECNICI DM 761/2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio V Politiche formative e rapporti

Dettagli

Capitolo. La scuola dell infanzia statale

Capitolo. La scuola dell infanzia statale Capitolo 1 La scuola dell infanzia statale 1 1. L A S C U O L A D E L L I N F A N Z I A I N D I C E D E L L E T A V O L E Pag. TAVOLA 1.1 - ISCRITTI ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA STATALE. CONFRONTO PROVINCIA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE OFFERTA FORMATIVA E ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE OFFERTA FORMATIVA E ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE OFFERTA FORMATIVA E ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA A.S. 2013/2014 INDIRIZZI REGIONALI PER LA PROGRAMMAZIONE DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E DI IeFP A.S. 2013/2014 Principi generali:

Dettagli

VISS007ZH5 DISTRETTO 007 VISS012ZC0 DISTRETTO 012

VISS007ZH5 DISTRETTO 007 VISS012ZC0 DISTRETTO 012 VISS000VA8 PROVINCIA DI VICENZA VISS000XA6 DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (NON ESPRIMIBILE DAL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO) VISS000DA1 DOTAZIONE ORGANICA DI SOSTEGNO (NON ESPRIMIBILE

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto I DATI del VENETO al via anno scolastico 2013/14 Venezia, 11 settembre 2013 www.istruzioneveneto.it Acquisizione ed Elaborazione Dati: Domenico Liguori, Vania

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna Direzione Generale Prot. AOODRSA.REG.UFF. n. 4576 Cagliari, 24.4.2015 Alle Istituzioni Scolastiche

Dettagli

PROGETTO IL PONTE. Obiettivi generali

PROGETTO IL PONTE. Obiettivi generali PROGETTO IL PONTE PROTOCOLLO OPERATIVO PER L ATTIVAZIONE E LA GESTIONE DEI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO E DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA DEI SOGGETTI CON DISABILITÀ MENTALE LIEVE E MEDIO LIEVE Obiettivi

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DEI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO AA.SS. 2014-15 e 2015-16

LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DEI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO AA.SS. 2014-15 e 2015-16 Allegato 1 a nota AOODPRU n.11600 del 03 novembre 2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Ufficio III - Politiche formative

Dettagli

MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007

MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007 ALLEGATO A MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007 a-premessa Le presenti modalità di attuazione riprendono le linee fondamentali espresse nell Avviso pubblico, omogenee per ogni

Dettagli

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO)

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. SACCO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE AD INDIRIZZO IGEA E PROGRAMMATORI I S T I T U T O P R O F E S S I O N A L E PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE S A N T

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO in Impresa Formativa Simulata

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO in Impresa Formativa Simulata Riva de Biasio - S. Croce 99 - VENEZIA ALTERNANZA SCUOLA LAVORO in Impresa Formativa Simulata DATI DEL MONITORAGGIO DEI PROGETTI REALIZZATI NELLE SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO DEL VENETO a.s. - Riva

Dettagli

La documentazione Prof. Domenico Crudo

La documentazione Prof. Domenico Crudo Meeting Alternanza Scuola-Lavoro ITIS Stanislao Cannizzaro Catania 27-29 aprile 2015 La documentazione Bando finanziamento: OTTOBRE/NOVEMBRE Presentazioni progetti: NOVEMBRE Assegnazioni: FEBBRAIO/MARZO

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO PER L ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO IN RISPOSTA AL BANDO DEL DIRETTORE SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA

SCHEDA DI PROGETTO PER L ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO IN RISPOSTA AL BANDO DEL DIRETTORE SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA SCHEDA DI PROGETTO PER L ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO IN RISPOSTA AL BANDO DEL DIRETTORE SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA 1 2 Il progetto è presentato da Una scuola Una rete di scuole Nel caso di reti.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA fra la Città di Torino e l Ufficio scolastico territoriale di Torino per lo sviluppo dei tirocini formativi e l avvicinamento all attività di alternanza scuola-lavoro L Ufficio scolastico

Dettagli

CORSO IPRASE REFERENTI ISTITUTI PER ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. L alternanza in Trentino: stato dell arte prospettive di sviluppo

CORSO IPRASE REFERENTI ISTITUTI PER ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. L alternanza in Trentino: stato dell arte prospettive di sviluppo CORSO IPRASE REFERENTI ISTITUTI PER ALTERNANZA SCUOLA LAVORO L alternanza in Trentino: stato dell arte prospettive di sviluppo Daniela Carlini Trento 14 marzo 2016 DA DOVE PARTIAMO IN TRENTINO La costruzione

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

Dalla normativa alla certificazione. 14 gennaio 2015 (I)

Dalla normativa alla certificazione. 14 gennaio 2015 (I) Foligno I.T.E. Scarpellini Alternanza Scuola-Lavoro Dalla normativa alla certificazione 14 gennaio 2015 Giancarlo Cencetti - Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Calendario prof. G. Cencetti 14 gennaio

Dettagli

FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto

FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto Finestre sul mondo del lavoro: I Partner di Progetto 1. Lavoro & Società Scarl 2. Randstad Italia Srl 3. Fondazione

Dettagli

Alternanza Scuola Lavoro 2015/2016. ISIS Sacile Brugnera. LINEE GUIDA: nell applicazione della nuova normativa l.107

Alternanza Scuola Lavoro 2015/2016. ISIS Sacile Brugnera. LINEE GUIDA: nell applicazione della nuova normativa l.107 Alternanza Scuola Lavoro 2015/2016 ISIS Sacile Brugnera LINEE GUIDA: nell applicazione della nuova normativa l.107 L107/2015 comma 33 Al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento

Dettagli

Ricognizione dei materiali prodotti dalle scuole delle Delivery Unit Regionali

Ricognizione dei materiali prodotti dalle scuole delle Delivery Unit Regionali Ricognizione dei materiali prodotti dalle scuole delle Delivery Unit Regionali Lazio, Lombardia, Puglia, Sicilia, Veneto Comitato Tecnico Scientifico e Dipartimenti L innovazione organizzativa a supporto

Dettagli

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti VISTO La legge 59/97 articolo 21, recante norme sull autonomia delle istituzioni scolastiche L O.M. 455/97

Dettagli

IL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO. a.s.2011/2012

IL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO. a.s.2011/2012 IL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO a.s.2011/2012 La Costituzione Italiana Art.10: "L' ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme di diritto internazionale generalmente riconosciute. La condizione

Dettagli

con la collaborazione delle Parti Sociali

con la collaborazione delle Parti Sociali LEGGE 28 marzo 2003, n.53 Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull'istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale, Art.

Dettagli

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE PER LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE CON LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE, E POTENZIAMENTO DELL ORIENTAMENTO NEI SETTORI TECNICO-SCIENTIFICI

Dettagli

Prot. n 2365/C6 Tradate 27/09/2012

Prot. n 2365/C6 Tradate 27/09/2012 Prot. n 2365/C6 Tradate 27/09/2012 Alla cortese attenzione Dirigenti Scolastici della rete di Tradate Oggetto: proposta di gestione della formazione rivolta alle scuole della rete di Tradate in materia

Dettagli

Percorsi assistiti di Alternanza Scuola-Lavoro

Percorsi assistiti di Alternanza Scuola-Lavoro Percorsi assistiti di Alternanza Scuola-Lavoro Seminari /laboratori di formazione Team Centro Polifunzionale di Servizio Dilos Center SIMUCENTER regionale per la Puglia Agenda 15.00 Registrazione partecipanti

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

date scuole aperte Servizi Socio Sanitari, Manutenzione e Assistenza Tecnica (Meccanico e Termico) Amministrazione Finanza e Marketing, Turismo

date scuole aperte Servizi Socio Sanitari, Manutenzione e Assistenza Tecnica (Meccanico e Termico) Amministrazione Finanza e Marketing, Turismo Proff. Ivan Buetto 1 IPSIA "L. Luzzatti" Valdagno (VI) via De Gasperi, 1 Settori: Servizi Socio-sanitari e Artigianato 2 ITC "L. Luzzatti" Valdagno (VI) viale Trento, 1 Istituto Tecnico Economico 3 IPSSAR

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 PROTOCOLLO D INTESA TRA Regione del Veneto Ministero dell'istruzione,dell'università e della Ricerca - Ufficio Scolastico

Dettagli

CLIL -Incontri tecnici 18 settembre 2014. Ufficio IV Ordinamenti Scolastici Formazione - Diritto allo Studio

CLIL -Incontri tecnici 18 settembre 2014. Ufficio IV Ordinamenti Scolastici Formazione - Diritto allo Studio CLIL -Incontri tecnici 18 settembre 2014 Ufficio IV Ordinamenti Scolastici Formazione - Diritto allo Studio SINTESI NORMATIVA Regolamenti 88 e 89 /15.3.2010 introducono l insegnamento di una DNL con metodologia

Dettagli

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE PER LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE CON LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE, E POTENZIAMENTO DELL ORIENTAMENTO NEI SETTORI TECNICO-SCIENTIFICI

Dettagli

Alternanza Scuola-Lavoro

Alternanza Scuola-Lavoro ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Istituto D istruzione Superiore Liceo Classico Statale G.Leopardi San Benedetto del Tronto Progettazione del percorso Alternanza Scuola-Lavoro (Legge 53/2003, art. 4 D.LGS 77/2005)

Dettagli

ESPERIENZA ATTIVITA di PLACEMENT

ESPERIENZA ATTIVITA di PLACEMENT ITE Enrico Tosi - Busto Arsizio Polo per lo sviluppo delle competenze nel settore dell informazione e dei servizi applicati alla comunicazione ISIS Cipriano Facchinetti-Castellanza Membro del Polo del

Dettagli

TRA LA REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE, SPORT E TURISMO ASSESSORATO AL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE

TRA LA REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE, SPORT E TURISMO ASSESSORATO AL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE Regione Piemonte Assessorato all Istruzione, Sport e Turismo e Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Accordo per la realizzazione di percorsi

Dettagli

L Alternanza Scuola-Lavoro ASL. Dirigente Scolastico Prof. Paolo Pedullà

L Alternanza Scuola-Lavoro ASL. Dirigente Scolastico Prof. Paolo Pedullà L Alternanza Scuola-Lavoro ASL Dirigente Scolastico Prof. Paolo Pedullà Le norme, i decreti, le linee guida, le sperimentazioni. Legge 53/2003 art. 4 (Riforma Moratti) Decreto Legislativo 77/2005 (Alternanza

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale Direzione Regionale Toscana

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale Direzione Regionale Toscana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale Direzione Regionale Toscana PROTOCOLLO D INTESA TRA L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

Dettagli

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2012/2013

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2012/2013 SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2012/2013 1 Istituto scolastico ISIS NICCOLINI PALLI Via E. Rossi, 6 57125 Livorno Progetto di singola scuola Data delibera Collegio

Dettagli

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Regolamento per la selezione

Dettagli

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE PER LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE CON LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE, E POTENZIAMENTO DELL ORIENTAMENTO NEI SETTORI TECNICO-SCIENTIFICI

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE PER LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE CON LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE, E POTENZIAMENTO DELL ORIENTAMENTO NEI SETTORI TECNICO-SCIENTIFICI

Dettagli

PDF Create! 3 Trial. www.scansoft.com. Alternanza Scuola Lavoro al Da Schio Bilancio di un biennio. A cura di Anna Maria Cardi Tutor d Istituto

PDF Create! 3 Trial. www.scansoft.com. Alternanza Scuola Lavoro al Da Schio Bilancio di un biennio. A cura di Anna Maria Cardi Tutor d Istituto Alternanza Scuola Lavoro al Da Schio Bilancio di un biennio A cura di Anna Maria Cardi Tutor d Istituto Perché abbiamo scelto l ASL Ci è sembrata una opportunità particolarmente adatta a un Istituto Professionale

Dettagli

COMUNICATO N. 406 del 1 aprile 2015

COMUNICATO N. 406 del 1 aprile 2015 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "Leonardo da Vinci" 35137 Padova - Via S. Giovanni di Verdara, 36 Tel 049/8724155 - Fax 049/8724196 - e-mail pdis02700t(a)istruzione.it Ai docenti neoassunti e ai loro

Dettagli

Ufficio VI - Politiche formative. Organizzazione e gestione dei dirigenti scolastici.

Ufficio VI - Politiche formative. Organizzazione e gestione dei dirigenti scolastici. LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DEI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA- LAVORO A.S. 2014/2015 (Allegato 1 all Invito a presentare progetti di alternanza scuola-lavoro per l a.s. 2014/2015

Dettagli

PROVINCIA DI BELLUNO

PROVINCIA DI BELLUNO giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 2422 del 16/12/2014 pag. 1/10 PROVINCIA DI BELLUNO DISTRETTO FORMATIVO N. 1 POLO DELLA VAL BOITE E POLO DEL CENTRO CADORE- COMELICO-SAPPADA IIS "ENRICO

Dettagli

RICOGNIZIONE RETI TEMATICHE ESISTENTI. Gruppo di lavoro. Sì (referenti orientamento S1 degli IC e referenti orientamento in entrata S2)

RICOGNIZIONE RETI TEMATICHE ESISTENTI. Gruppo di lavoro. Sì (referenti orientamento S1 degli IC e referenti orientamento in entrata S2) Attività Scuola Capofila Aderenti/ scuole fruitrici 13/14 e precedenti Gruppo di lavoro Descrizione Accordo 12/13 Accordo 13/14 Fondi Orientamento in uscita da S1 ORIENTALO Da individuare Tutti gli IC

Dettagli

vista la legge 15.3.1997, n. 59, con la quale si attribuiscono autonomia e personalità giuridica alle istituzioni scolastiche;

vista la legge 15.3.1997, n. 59, con la quale si attribuiscono autonomia e personalità giuridica alle istituzioni scolastiche; REGIONE PIEMONTE BU8 26/02/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 23 febbraio 2015, n. 19-1085 Approvazione schema di Accordo triennale con l'u.s.r. per il Piemonte per la realizzazione a partire dagli

Dettagli

Alternanza Scuola Lavoro. Un opportunità per valorizzare e caratterizzare i l nostro liceo

Alternanza Scuola Lavoro. Un opportunità per valorizzare e caratterizzare i l nostro liceo Alternanza Scuola Lavoro Un opportunità per valorizzare e caratterizzare i l nostro liceo Riferimenti normativi Indicazioni europee; Normativa nazionale: L.196/97, Reg.142/98, (stage e tirocini formativi)

Dettagli

Marina Battistin Dirigente Scolastico di IC 16 Bologna Capofila Rete A. Mi. Co.

Marina Battistin Dirigente Scolastico di IC 16 Bologna Capofila Rete A. Mi. Co. Dirigente Scolastico di IC 16 Bologna Capofila Rete A. Mi. Co. Descrivere la propria scuola sulla base di dati attendibili Attribuirsi11 voti, motivati, sulle dimensioni principali del funzionamento della

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE FEDERICO CAFFÈ (CON SEZIONI ASSOCIATE : I.T.C.G. FEDERICO CAFFE - I.T.I.S.

Dettagli

Prot. n. 4096 /C12 Padova, 28 dicembre 2015. Avviso pubblico

Prot. n. 4096 /C12 Padova, 28 dicembre 2015. Avviso pubblico Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie 35136 PADOVA - Via delle Cave, 174 Tel. 049/720744 - Fax 049/8685112 PEO: PDIS02900D@istruzione.it

Dettagli

SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole

SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole ACCORDO DI COORDINAMENTO DELLE RETI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA DEL VENETO Premesso che: la Regione Veneto - Assessorato alle Politiche

Dettagli

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 L Alternanza Scuola-Lavoro è stata introdotta In Italia come una delle modalità di realizzazione dei percorsi

Dettagli

Alternanza Scuola-Lavoro Riferimenti per la compilazione delle schede di monitoraggio quantitativo

Alternanza Scuola-Lavoro Riferimenti per la compilazione delle schede di monitoraggio quantitativo Alternanza Scuola-Lavoro Riferimenti per la compilazione delle schede di monitoraggio quantitativo In questo documento sono evidenziati alcuni riferimenti utili per la compilazione delle schede relativi

Dettagli

Prot.n. 0002358/C14 Mirano, 19/03/2014 AVVISO PUBBLICO (FORMATORI)

Prot.n. 0002358/C14 Mirano, 19/03/2014 AVVISO PUBBLICO (FORMATORI) I.I.S. STATALE ETTORE MAJORANA LICEI CLASSICO LINGUISTICO - SCIENTIFICO Via G. Matteotti, 44 30035 Mirano VE - tel. 041.5700648 / 041.430929 041.5727427 Codice Fiscale 82011350277 cod. mecc. VEIS00300B

Dettagli

Scandura Rosaria Palazzo Agata Torrisi Silvana Portuese Ferdinando Giannotta Corrado Colombo Concetto Murolo Laura Pennisi Angelo Petralia Venera

Scandura Rosaria Palazzo Agata Torrisi Silvana Portuese Ferdinando Giannotta Corrado Colombo Concetto Murolo Laura Pennisi Angelo Petralia Venera Docenti: Gruppo N. 4 Gruppo di lavoro per la progettazione di Alternanza Scuola Lavoro costituito da: Scandura Rosaria Palazzo Agata Torrisi Silvana Portuese Ferdinando Giannotta Corrado Colombo Concetto

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione Generale

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione Generale Prot. n. AOODRFR-11775 Trieste, lì 23.12.2014 BANDO PUBBLICO Oggetto: REALIZZAZIONE DI CORSI METODOLOGICO-DIDATTICI NELL AMBITO DEL CLIL per docenti di scuola secondaria di II grado (D.M.351/2014) VISTI

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO GIACOMO CHILESOTTI

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO GIACOMO CHILESOTTI CIRCOLARE N. 91/2015 Agli alunni delle classi 4 Ai loro genitori Oggetto: Progetto Erasmus+ 2014/15 - Programma LLP - ERASMUS + KA1VET Mobilità IVT Progetto n 2014-1-IT01-KA102-002233 FORINS 2014 Selezione

Dettagli

MIURAOODRVEUff.4/n.15315_C23d Venezia, 25 novembre 2014

MIURAOODRVEUff.4/n.15315_C23d Venezia, 25 novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA MIURAOODRVEUff.4/n.15315_C23d Venezia,

Dettagli

Prot. n. 3623/A42 Milano, 28 settembre 2015

Prot. n. 3623/A42 Milano, 28 settembre 2015 ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO - TURISMO LICEO LINGUISTICO PIER PAOLO PASOLINI 20134 MILANO Via L. Bistolfi, 15 Tel 02.2104001 Fax 02.26415178 E-mail: mitn02000x@istruzione.it Cod. Fisc.

Dettagli

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Bando per la selezione

Dettagli

Indagine conoscitiva presenza disabili, DSA e BES nelle scuole del Veneto

Indagine conoscitiva presenza disabili, DSA e BES nelle scuole del Veneto Indagine conoscitiva presenza disabili, DSA e BES nelle scuole del Veneto Report, gennaio 2015 Con nota prot. 14346 del 10 novembre 2014 è stata avviata l indagine volta a conoscere i dati quantitativi

Dettagli

Allegato 3 Regione Lombardia

Allegato 3 Regione Lombardia Allegato 3 Regione Lombardia CARATTERISTICHE GENERALI DEL PROGETTO REGIONALE A SCUOLA DI SPORT LOMBARDIA IN GIOCO II^EDIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Il progetto regionale ha le seguenti caratteristiche

Dettagli

Prot. n. 2161 c/12 Campobasso, 24 ottobre 2015 AVVISO PUBBLICO (ENTI PUBBLICI E PRIVATI)

Prot. n. 2161 c/12 Campobasso, 24 ottobre 2015 AVVISO PUBBLICO (ENTI PUBBLICI E PRIVATI) ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE S. Pertini - L. Montini - V. Cuoco" Cod.Fisc.: 92071950700 - Cod.Mecc.: CBIS02600G - Tel.:0874/96958 Fax.:0874/418147 Indirizzi e-mail: CBIS02600G@ISTRUZIONE.IT Sede centrale:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per a Basilicata Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per a Basilicata Direzione Generale Potenza 27.12.2012 Scuola Capofila I.I.S. F.S.NITTI Via Anzio s.n.c. 85100 POTENZA Fax -0971-441638 pzis023004@istruzione.it itcnitti@interfree.it Scuola Polo I.T.C.G. D ALESSANDRO C.da Verneta 85042 -

Dettagli

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE PER LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE CON LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE, E POTENZIAMENTO DELL ORIENTAMENTO NEI SETTORI TECNICO-SCIENTIFICI

Dettagli

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori 1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori La Mission e la Vision dell Istituto sono state definite chiaramente all interno dello staff di presidenza, condivise

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE ED EDUCATIVE DELLA REGIONE SICILIA

AVVISO PUBBLICO ALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE ED EDUCATIVE DELLA REGIONE SICILIA MIUR.AOODRSI.REGISTRO UFFICIALE(U).0014035.18-09-2015 www.usr.sicilia.it AVVISO PUBBLICO ALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE ED EDUCATIVE DELLA REGIONE SICILIA PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA STATALE Giuseppe Marchese

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA STATALE Giuseppe Marchese Prot. 1110 B/3 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA STATALE Giuseppe Marchese 87040 LUZZI (Cosenza) Via Chiusa, 1 Telefax 0984-542016 Luzzi, 09.05.2016 Ai docenti

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Statale Vilfredo Pareto

Istituto Tecnico Economico Statale Vilfredo Pareto Istituto Tecnico Economico Statale Vilfredo Pareto Da anni l offerta formativa del nostro istituto è stata arricchita dall esperienza della realizzazione di imprese simulate e reali con la partecipazione

Dettagli

RETE NAZIONALE EDUCARE ALL EUROPA

RETE NAZIONALE EDUCARE ALL EUROPA RETE NAZIONALE EDUCARE ALL EUROPA Ascoltare e comunicare a livello locale ACCORDO DI RETE (aggiornato al 2013) Quando fai piani per un anno, semina grano. Se fai piani per un decennio pianta alberi. Se

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO L alternanza scuola-lavoro, istituita tramite L. 53/2003 e Decreto Legislativo n. 77 del 15 aprile 2005 e successivamente innovata e regolamentata con i D.P.R. 15 marzo

Dettagli

DECRETA 1. DESCRIZIONE DEL PROFILO, DELLE ATTIVITA DA SVOLGERE E DELLA TEMPISTICA

DECRETA 1. DESCRIZIONE DEL PROFILO, DELLE ATTIVITA DA SVOLGERE E DELLA TEMPISTICA LICEO SCIENTIFICO STATALE «AMEDEO AVOGADRO» 13100 VERCELLI C.so Palestro 29 Vercelli e-mail vcps01000p@pec.istruzione.it - www.liceoscientifico.vc.it tel 0161 256880 fax 0161 251983 C.F.80006440020 Vercelli,12/02/2014

Dettagli

PIANO TERRITORIALE DEI SERVIZI PER L ASSISTENZA E L INTEGRAZIONE SCOLASTICA A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA. ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PIANO TERRITORIALE DEI SERVIZI PER L ASSISTENZA E L INTEGRAZIONE SCOLASTICA A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA. ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Allegato A PIANO TERRITORIALE DEI SERVIZI PER L ASSISTENZA E L INTEGRAZIONE SCOLASTICA A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA. ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Indice: 1 - Normativa di riferimento pag. 2,3 2 -

Dettagli

Fornire agli alunni delle scuole secondarie di 2 grado un percorso curricolare di

Fornire agli alunni delle scuole secondarie di 2 grado un percorso curricolare di La scuola sicura Progetto di Integrazione della Sicurezza del lavoro nei curricola scolastici della scuola secondaria di 2 grado nel territorio bergamasco prprof.ssa Antonella Giannellini Prof.ssa A Antonella

Dettagli

SICUREZZA A SCUOLA COMPITO DI CITTADINANZA ATTIVA

SICUREZZA A SCUOLA COMPITO DI CITTADINANZA ATTIVA SICUREZZA A SCUOLA COMPITO DI CITTADINANZA ATTIVA 1. Introduzione La scuola è luogo privilegiato per la promozione della cultura della salute e della sicurezza intesa come atteggiamento quotidiano e conquista

Dettagli

Denominazion ScuoLavoro Alternanza Scuola-Lavoro

Denominazion ScuoLavoro Alternanza Scuola-Lavoro POLO PROFESSIONALE PROVINCIALE ALA PONZONE CIMINO - FORTUNATO MARAZZI Via Gerolamo da Cremona, 23 26100 Cremona Tel. 0372/35179 Fax 0372/457603 C.F. 80003480193 http://www.poloapcmarazzi.gov.it/ email

Dettagli

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Regolamento per la selezione

Dettagli

- avere attivato corsi di laurea triennale in Scienze Motorie da almeno tre anni.

- avere attivato corsi di laurea triennale in Scienze Motorie da almeno tre anni. INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI PER LA SELEZIONE DI UNA FACOLTA DI SCIENZE MOTORIE PER IL CONCORSO ALLA REALIZZAZIONE E VALUTAZIONE DEL PROGETTO A SCUOLA DI SPORT LOMBARDIA IN GIOCO II

Dettagli

SEMINARIO PROVINCIALE A.SCUO.LA.

SEMINARIO PROVINCIALE A.SCUO.LA. SEMINARIO PROVINCIALE A.SCUO.LA. UN MODELLO UN MODELLO MARGHERITA LAI SEMINARIO PROVINCIALE A.SCUO.LA. Cosa è l Alternanza MODELLI: L alternanza scuola lavoro: UN NUOVO MODO DI FARE SCUOLA SEMINARIO PROVINCIALE

Dettagli

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITÀ FIxO S&U

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITÀ FIxO S&U PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITÀ FIxO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE DI SECONDO GRADO PER LA REALIZZAZIONE E

Dettagli

Orientamento nelle scuole secondarie di 1 grado del Veneto. Il punto 2015

Orientamento nelle scuole secondarie di 1 grado del Veneto. Il punto 2015 Orientamento nelle scuole secondarie di 1 grado del Veneto. Il punto 2015 Esiti del monitoraggio realizzato nei mesi di febbraio marzo 2015 Padova e Mestre, 12 e 17 marzo 2015 Annamaria Pretto Ufficio

Dettagli

------------------------------------------------------------------------------ PROGETTO FORMATIVO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

------------------------------------------------------------------------------ PROGETTO FORMATIVO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI piazza I Maggio, 26-33100 Udine - Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale: 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE PER LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE CON LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE, E POTENZIAMENTO DELL ORIENTAMENTO NEI SETTORI TECNICO-SCIENTIFICI

Dettagli

Prot. n. 10197 Cefalù lì 18/09/2015 DECRETO N.76

Prot. n. 10197 Cefalù lì 18/09/2015 DECRETO N.76 I.I.S.S. Jacopo del Duca-Diego Bianca Amato - Cefalù via Pietragrossa, 68/70 - Centralino 0921.421415 - Fax 0921.420371 Cod. Fisc. 82000410827 sito internet: www.delduca-biancaamato.it - www.delduca-biancaamato.gov.it

Dettagli

IL DIRETTORE DELLA SEZIONE FORMAZIONE

IL DIRETTORE DELLA SEZIONE FORMAZIONE DECRETO N. 576 DEL 10/04/2015 OGGETTO: Piano regionale dell offerta sussidiaria di percorsi triennali di istruzione e formazione negli Istituti Professionali in esecuzione dell Accordo del 13 gennaio 2011

Dettagli

INDIRIZZI PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA, DELLE SCELTE DI GESTIONE E DI AMMINISTRAZIONE

INDIRIZZI PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA, DELLE SCELTE DI GESTIONE E DI AMMINISTRAZIONE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, UNIVERSITA' E RICERCA Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei Via Mameli, 4-34139 - Trieste tel. +39 040 390 270 / 290 ; fax + ; Fax +39 040 3798970 C.F. - 80023500327; tsps02000r@istruzione.it

Dettagli

Audit interno d Istituto

Audit interno d Istituto Audit interno d Istituto Riesame della Direzione (a.s. 2014/2015) I.I.S. Remo Brindisi Lido degli Estensi 20 maggio 2015 Riesame della Direzione: l Indice 1.Riesame della Direzione (esame di tutte le articolazioni

Dettagli

M. I. U. R. I. S. PUECHER OLIVETTI C.M. MIIS08900V - C.F.

M. I. U. R. I. S. PUECHER OLIVETTI C.M. MIIS08900V - C.F. M. I. U. R. I. S. PUECHER OLIVETTI C.M. MIIS08900V - C.F. 93545220159 Sede amministrativa: Via Bersaglio, 56 Rho 20017 Tel.: 02 9302236 Fax: 02 9307396 Sito web:www.puecherolivetti.it e-mail:puecherolivetti@puecherolivetti.it

Dettagli

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Alternanza scuola/lavoro l alternanza non è uno strumento formativo, ma si configura piuttosto come una metodologia formativa, una vera e propria modalità di apprendere PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA

Dettagli

I.I.S. G. B. Vico - Umberto I - R. Gagliardi

I.I.S. G. B. Vico - Umberto I - R. Gagliardi Regione Siciliana Ministero dell Istruzione Unione Europea Assessorato Regionale P. I. dell Università e della Ricerca I.I.S. G. B. Vico - Umberto I - R. Gagliardi LICEO G.B. VICO Sezioni: Linguistico

Dettagli