PROSPETTIVE FUTURE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2011-2012 PROSPETTIVE FUTURE"

Transcript

1 PROSPETTIVE FUTURE

2

3 STRATEGIE

4 1 RIDIMESIONAMENTO Ridimensionare i costi della struttura, significa innanzitutto ottimizzare i processi di lavoro per puntare a mantenere alta la qualità dei servizi offerti. Standardizzare fortemente i servizi offerti in termini di quantità di accessi e tipologia di servizi. Selezionare solo i progetti più innovativi e accantonare quelli più rischiosi e costosi. Ridurre i costi dei fornitori esterni internalizzare le competenze dei consulenti facendo crescere la professionalità dei collaboratori e ridurre i costi di fornitura Inserire funzioni a supporto dei professionisti, gestite da volontari.

5 RISCHI DEL RIDIMESIONAMENTO Un taglio generalizzato e non selettivo dei costi di personale interno porta a: - Perdita del personale a maggiore competenza. - Riduzione della qualità e quantità dei servizi. - Riduzione della motivazione ingaggio del personale. - Perdita di mercato (le OdV si rivolgono altrove)

6 2 DIFFERENZIAZIONE Differenziare il mercato del CSV Vendere servizi ad altri soggetti Iniziare a vendere le competenze acquisite a soggetti che non avrebbero diritto ad accedere ai servizi con gli strumenti di: compartecipazione alle spese, convenzioni, attività commerciali marginali.

7 2 DIFFERENZIAZIONE Differenziare il mercato del CSV Fornire servizi aggiuntivi alle OdV non permessi dal FSV. Iniziare ad allargare la fascia dei servizi alle OdV anche ad una zona oggi non concessa dal FSV: faccio per te (bilanci, selezione del personale, riorganizzazioni, restiling di immagine delle OdV). Lo strumento è la compartecipazione alle spese

8 RISCHI DELLA DIFFERENZIAZIONE La politica della differenziazione dei servizi ci pone in concorrenza con altri soggetti che oggi tenterebbero di acquisire una fetta di mercato, significa quindi instaurare rapporti di tipo nuovo con i soggetti pubblici e del III settore che oggi ci vedono solo come elargitori di servizi gratuiti. Questo potrebbe generare conflitti e incomprensioni.

9 POLITICA 2 DIFFERENZIAZIONE La politica della differenziazione dei servizi deve vedere una solidissima alleanza tra staff tecnico e governance perché insieme si deve costruire la CARTA DEI SERVIZI dove si mette a valore l esperienza e la competenza delle risorse umane.

10 3 ACCESSO A FINANZIAMENTI AUTONOMI 1. Accedere a finanziamenti autonomi es. presentazione di progetti europei es. presentazione di progetti a bando su altri finanziamenti es. presentazione richieste di finanziamento alla fondazione

11 4 FUND RAISING 1. Ricercare Fondi diretti es. Fare eventi di raccolta fondi es. sviluppare collaborazioni con imprese es. cercare finanziatori per progetti

12 RISCHI del Fundraising e del finanziamento su bandi La Raccolta Fondi e su bandi si dovrà collocare in quelle aree di mercato non accessibili alle associazioni di volontariato (es. no al 5x1000 si a bandi europei) oppure dovrà divenire attività ordinaria per le attività proprie delle associazioni come i progetti Dovrà possibilmente avere ricadute su TUTTO il volontariato

13 Anche in relazione alla politica di fund raising sarà necessario rimanere perennemente allineati tra lo staff tecnico e la governance per evitare ogni tipo di fraintendimento e concorrenzialità con le organizzazioni di volontariato.

14 RIPOSIZIONARSI Significa farsi conoscere, comunicare meglio e di più, investire in relazioni C è un cambiamento culturale da operare in staff e governance Lo staff deve sentirsi maggiormente affiliato all associazione ente gestore, assumere più responsabilità senza pretendere aumenti di retribuzione.

15 STRATEGIA Le ipotesi qui presentate sono sicuramente da integrare e mescolare, non esiste un unica strada. Adottare una sola strategia amplifica i rischi ad essa connessi e i conflitti interni ed esterni.

16 NON DIMENTICHIAMO.. Che i CSV sono organizzazioni di volontariato nate per sostenere e qualificare il volontariato, non per fare profitto né per sopravvivere (semplicemente) tutti i nuovi servizi e la ricerca di fondi quindi SONO UTILI A SOSTENERE E QUALIFICARE IL VOLONTARIATO PROVINCIALE ed hanno una ricaduta diretta sulle OdV. Le attività consentite per il raggiungimento degli scopi statutari sono quelle tipiche della l.266

17 La legge 266 prevede (aree 2 7) 7

18 Convenzioni La convenzione è un accordo tra due soggetti per il raggiungimento di obiettivi comuni. Il calcolo è mira a coprire i costi al fine di ottenere un servizio. Ciascun ente mette a disposizione qualcosa per il raggiungimento degli scopi comuni (lavoro organizzazione denaro). Es. convenzione con un comune per la gestione di una consulta del volontariato.

19 Utilizzo di personale volontario Il personale volontario si può utilizzare IN AGGIUNTA e di sostegno al personale specializzato dei CSV per alleggerirne il lavoro e permettergli di dedicarsi completamente alle attività che richiedono specializzazione. Es. volontarie fotografe per scatti di volontariato, stagiste psicologhe per la gestione dei dati nei colloqui di orientamento, volontari in affiancamento ad operatori nelle attività di promozione scolastica o per l allestimento di feste. Questo si può fare con l aiuto di associazioni o di singoli volontari.

20 Attività commerciali marginali La L.266 permette di svolgere vere e proprie attività di vendita, purché siano svolte in modo marginale e occasionale. E possibile quindi vendere i servizi a soggetti non OdV calcolando il costo effettivo e un ricarico non superiore al 50% dei costi diretti. Es. corso di formazione ai commercialisti, consulenza legale ad APS

21 Attività in compartecipazione alle spese La L.266 permette di svolgere attività in compartecipazione alle spese, ovvero ricevere dei contributi finalizzati ad un attività specifica o contributi su progetto. Il contributo si da a sostegno di una parte dei costi del progetto /attività svolta. ES: Per i servizi non concessi dal fondo speciale (la sola porzione di servizio faccio al posto tuo ) si può richiedere che esso venga fatto in compartecipazione alle spese ovvero con un contributo INFERIORE al costo sostenuto. Questo si può utilizzare per quei servizi poco standardizzabili che richiedono molto tempo di un operatore specializzato e la ricaduta su una sola OdV. Es. la parte di consulenza relativa alla redazione del bilancio, quella relativa al restyling grafico dell associazione, scrittura di bandi extra CoGe (per la sola porzione di ore dedicata a fare in vece di, senza considerare la porzione di ore dedicata a sostenere e qualificare il volontariato)

22 Accesso a bandi e finanziamenti La l.266 permette alle OdV di accedere a bandi e finanziamenti pubblici e privati. E possibile presentare progetti congiunti ente gestore e associazioni anche su bandi pubblici e privati in modo da sostenere i costi di avviamento e gestione. Es. su progetti ex FSV che non possono essere ripresentati ma necessitano di sostegno

23 Campagne di raccolta fondi Le associazioni di volontariato, come tutti gli enti non commerciali, possono svolgere attività di raccolta fondi E possibile quindi impostare vere e proprie campagne di raccolta fondi da cittadini e imprese su progetti svolti da CSV e OdV per sostenerne l attività.

24 Raggiungimento di una porzione di autonomia dal Fondo Speciale andamento Fondi da trovare Fondo di riserva copertura FSV La zona gialla si riferisce alle attività indipendenti dell associazione, ovvero ai fondi da ricercare; La linea verde si riferisce agli accantonamenti La linea rosa si riferisce al Fondo speciale del volontariato

RELAZIONE DI ATTIVITÀ 2013. ALL INCLUSIVE una comunità che riparte dai più deboli

RELAZIONE DI ATTIVITÀ 2013. ALL INCLUSIVE una comunità che riparte dai più deboli RELAZIONE DI ATTIVITÀ 2013 ALL INCLUSIVE una comunità che riparte dai più deboli presentazione Presentiamo di seguito la relazione di attività di DarVoce approvata e condivisa nell assemblea dei soci del

Dettagli

Al servizio della solidarietà

Al servizio della solidarietà Al servizio della solidarietà Rapporto dei Centri di Servizio per il Volontariato dell Emilia Romagna Anni 2012-2015 IDENTITA FINALITÀ E RUOLO DEI CSV L art. 4 del Decreto Ministeriale dell ottobre 1997

Dettagli

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni 2 Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni www.volontariatotrentino.it 1 1. Premessa L Associazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica;

Dettagli

REPORT 2008-2009. Resoconto delle attività 2008 2009 dei Centri di Servizio per il Volontariato

REPORT 2008-2009. Resoconto delle attività 2008 2009 dei Centri di Servizio per il Volontariato REPORT 2008-2009 Resoconto delle attività 2008 2009 dei Centri di Servizio per il Volontariato Sintesi INDICE Introduzione... 2 1. Enti gestori, soci e organi statutari dei Centri di Servizio per il Volontariato

Dettagli

Programma operativo 2014

Programma operativo 2014 Programma operativo 2014 numero verde 800 272999 www.csvbasilicata.it p. 1di 9 Attibuzione su programma annuale Per servizi 616.028,77 PROVENTI 2014 Per progettazione sociale (ex accordo 23.06.2011) Per

Dettagli

I Centri Servizio Volontariato del Veneto

I Centri Servizio Volontariato del Veneto I Centri Servizio Volontariato del Veneto l sette Centri Servizi Volontariato - CSV gestiti dai coordinamenti provinciali del volontariato (Enti gestori), sono enti che raggruppano 1.716 associazioni,

Dettagli

L investimento progettuale dei CSV Veneti a favore delle associazioni di volontariato nel 2013

L investimento progettuale dei CSV Veneti a favore delle associazioni di volontariato nel 2013 Padova 5 dicembre 2014 I Centri Servizio Volontariato del Veneto l sette Centri Servizi Volontariato - CSV gestiti dai coordinamenti provinciali del volontariato (Enti gestori), sono enti che raggruppano

Dettagli

WWW.CSVROVIGO.IT. Scadenze 15 ottobre e 31 dicembre 2015 CSV ROVIGO - BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI CSV

WWW.CSVROVIGO.IT. Scadenze 15 ottobre e 31 dicembre 2015 CSV ROVIGO - BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI CSV BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI Scadenze 15 ottobre e 31 dicembre 2015 WWW.CSVROVIGO.IT Centro di Servizio per il Volontariato di Rovigo CSV 2 CSV ROVIGO - BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI 1. INTRODUZIONE Il Centro

Dettagli

Imprese edili: innovare per crescere

Imprese edili: innovare per crescere Imprese edili: innovare per crescere Peculiarità operative del settore e trend evolutivi Il settore dell edilizia sta attraversando una fase di profonda trasformazione, sia dal punto di vista dell organizzazione

Dettagli

La gestione finanziaria nelle Aziende Non Profit. La gestione finanziaria nelle ANP (tra cui rientrano le ASD) riguarda il.

La gestione finanziaria nelle Aziende Non Profit. La gestione finanziaria nelle ANP (tra cui rientrano le ASD) riguarda il. La gestione finanziaria nelle Aziende Non Profit La gestione finanziaria nelle ANP (tra cui rientrano le ASD) riguarda il. REPERIMENTO UTILIZZO dei mezzi monetari necessari al perseguimento dei fini istituzionali

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

ROMPERE LE BARRIERE E INCROCIARE ESPERIENZE E COMPETENZE DIVERSE DAL 2009 AD OGGI RIDUZIONE DEL 70% DEI FONDI

ROMPERE LE BARRIERE E INCROCIARE ESPERIENZE E COMPETENZE DIVERSE DAL 2009 AD OGGI RIDUZIONE DEL 70% DEI FONDI Angelo Morselli, Presidente di ASVM Associazione Servizio Volontariato Modenese che gestisce Volontariamo - Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Modena. La premessa è quella che oggi stiamo

Dettagli

Indicazioni sul Fund Raising. 20 novembre 2009

Indicazioni sul Fund Raising. 20 novembre 2009 . Indicazioni sul Fund Raising 20 novembre 2009 PREMESSA Questo breve documento è finalizzato a tracciare un quadro indicativo delle opportunità di finanziamento a disposizione delle odv, tenendo presente

Dettagli

Titolo Bando CSV FVG ANIMAZIONE E PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO GIOVANILE Anno 2014

Titolo Bando CSV FVG ANIMAZIONE E PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO GIOVANILE Anno 2014 MODULISTICA - Domanda di contributo (MOD 1) - Scheda progettuale Bando (MOD 2) - Piano dei costi (MOD 3) - Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà a cura delle Odv (MOD 4) - Lettera di partenariato

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: AIUTACI AD AIUTARLE SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

BANDO CESAVO 2010: Sostegno alla Progettazione Sociale delle associazioni di volontariato Allegato 4: Guida alla compilazione degli allegati

BANDO CESAVO 2010: Sostegno alla Progettazione Sociale delle associazioni di volontariato Allegato 4: Guida alla compilazione degli allegati Indicazionigeneraliperallegato2 Istruzionipraticheedesempiperallegato2 Titolodelprogetto Il titolo deve essere riportato nella stessa dicitura su tutti i documenti e gli allegati ogniqualvolta è richiesto.

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1. Scegliere la strada da intraprendere. Le scelte fondamentali. Note metodologiche

Introduzione. Capitolo 1. Scegliere la strada da intraprendere. Le scelte fondamentali. Note metodologiche Scegliere Note metodologiche Alla conclusione del suo mandato, il Consiglio Direttivo di DarVoce ha ritenuto che fosse importante realizzare e condividere con i Soci e, più in generale, con i propri portatori

Dettagli

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Le organizzazioni di volontariato in Lombardia La Lombardia è la regione italiana che detiene il maggior numero di organizzazioni iscritte

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITÀ 2014

PIANO DELLE ATTIVITÀ 2014 PIANO DELLE ATTIVITÀ 2014 PREMESSA: L Associazione Non Profit Network ha avviato già da tempo un percorso di ridefinizione della propria missione, strategie, modalità di programmazione e rendicontazione,

Dettagli

Imprese e mondo no profit: strategie win-win a base di crowdfunding

Imprese e mondo no profit: strategie win-win a base di crowdfunding Imprese e mondo no profit: strategie win-win a base di crowdfunding 1) Chi parla? 2) Partiamo dalla fine: kickended.com - Silvio Lorusso 2014 3) Tema: Cosa è il Crowdfunding dal punto di vista di un Fundraiser

Dettagli

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo Art.1 Oggetto del bando Il Bando 2013 del CSV Napoli Programm Azioni Sociali è volto al sostegno della progettazione sociale delle Organizzazioni di Volontariato, di seguito OdV, della provincia di Napoli.

Dettagli

Vuole rappresentare un punto di riferimento affidabile in quei delicati momenti di cambiamento e di sviluppo del nuovo.

Vuole rappresentare un punto di riferimento affidabile in quei delicati momenti di cambiamento e di sviluppo del nuovo. MASTER si propone come facilitatore nella costruzione e pianificazione di strategie di medio e lungo termine necessarie ad interagire con gli scenari economici e sociali ad elevato dinamismo. Vuole rappresentare

Dettagli

Invio comunicazione La compagna continua

Invio comunicazione La compagna continua PIANO OPERATIVO COLLEGATO AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Previsto dall OdG approvato dall Assemblea del 26 maggio 2015 Interventi adottati con l approvazione del bilancio 2015 da parte dell Assemblea consortile

Dettagli

Fundraising: una storia di odio e amore

Fundraising: una storia di odio e amore Fundraising: una storia di odio e amore Le persone donano ad altre persone, non a organizzazioni o nemmeno a delle cause. Il fundraising è un affare che riguarda le persone. Ma cos è il fundraising?

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DEI SERVIZI

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DEI SERVIZI CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DEI SERVIZI 1. Campo di applicazione Il presente Regolamento ha per oggetto la gestione economica, anche in riferimento ai

Dettagli

nuove sfide per il volontariato

nuove sfide per il volontariato Povertà plurali, povertà invisibili: nuove sfide per il volontariato Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra cittadini e associazioni di volontariato 1. Premessa L Associazione Non Profit Network,

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio Centro Solidarietà e Sussidiarietà

Dettagli

F.A.Q. OdV e Aps a confronto

F.A.Q. OdV e Aps a confronto Cosa hanno in comune le Odv e le Aps? Le Organizzazioni di Volontariato (OdV) e le Associazioni di Promozione Sociale (APS) hanno la caratteristica comune di avere nel fine solidaristico la propria dimensione

Dettagli

L ENTE NON PROFIT NELLA LEGISLAZIONE ITALIANA. non esiste una definizione giuridica di ente non profit

L ENTE NON PROFIT NELLA LEGISLAZIONE ITALIANA. non esiste una definizione giuridica di ente non profit L ENTE NON PROFIT NELLA LEGISLAZIONE ITALIANA non esiste una definizione giuridica di ente non profit CODICE CIVILE (artt. 14-42) associazioni fondazioni comitati TESTO UNICO IMPOSTE SUI REDDITI (artt.

Dettagli

Indice. 1 Il mercato in concorrenza perfetta ed il suo equilibrio ------------------------------------------- 3

Indice. 1 Il mercato in concorrenza perfetta ed il suo equilibrio ------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI ECONOMIA POLITICA LEZIONE V LE FORME DI MERCATO PROF. ALDO VASTOLA Indice 1 Il mercato in concorrenza perfetta ed il suo equilibrio ------------------------------------------- 3 1.1. Le

Dettagli

Data pubblicazione bando: 7 luglio 2015 Data scadenza bando: 30 settembre 2015, ore 12.00

Data pubblicazione bando: 7 luglio 2015 Data scadenza bando: 30 settembre 2015, ore 12.00 Data pubblicazione bando: 7 luglio 2015 Data scadenza bando: 30 settembre 2015, ore 12.00 Termine massimo di conclusione del progetto: 31 maggio 2016 Termine massimo di presentazione della rendicontazione

Dettagli

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI SOMMARIO 1. COS E IL MONOPOLIO NATURALE 2. LE DIVERSE OPZIONI DI GESTIONE a) gestione diretta b) regolamentazione c) gara d appalto 3. I

Dettagli

A) PRESENTAZIONE DEL PROGETTO CHE SI INTENDE SUPPORTARE

A) PRESENTAZIONE DEL PROGETTO CHE SI INTENDE SUPPORTARE SCHEDA (C1) SERVIZI A SUPPORTO DELLA PROGETTAZIONE SOCIALE, DI PROGETTI DI SVILUPPO O DI PROGETTI DI RILEVANZA SOVRA-PROVINCIALE CENTRO DI SERVIZI DI RAVENNA PROGETTO: N. 5 Tratti di strada A) PRESENTAZIONE

Dettagli

Deliberazione del Direttore Generale N. 200. Del 10/11/2015

Deliberazione del Direttore Generale N. 200. Del 10/11/2015 Deliberazione del Direttore Generale N. 200 Del 10/11/2015 Il giorno 10/11/2015 alle ore 10.00 nella sede Aziendale di via San Giovanni del Cantone 23, il sottoscritto Massimo Annicchiarico, Direttore

Dettagli

ELEMENTI DI MARKETING MUSEALE. A cura di Alessandro Isaia Responsabile Comunicazione, Marketing e Web della Fondazione Torino Musei

ELEMENTI DI MARKETING MUSEALE. A cura di Alessandro Isaia Responsabile Comunicazione, Marketing e Web della Fondazione Torino Musei ELEMENTI DI MARKETING MUSEALE A cura di Alessandro Isaia Responsabile Comunicazione, Marketing e Web della Fondazione Torino Musei IL MARKETING Il marketing è un ramo dell'economia che si occupa dello

Dettagli

Rendicontazione consuntiva

Rendicontazione consuntiva Rendicontazione consuntiva Esercizio sociale dal 01/01/2013 al 31/12/2013 (importi espressi in euro) A) RICAVI Parziali Totali A.1 Quote sociali 2013 0,00 A.2 Quote sociali 2014 200,00 A.3 Contributi per

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI

BANDI E FINANZIAMENTI BANDI E FINANZIAMENTI 1. Accesso ai fondi europei Gli obiettivi strategici della proposta Lo sviluppo di progetti nel mondo non profit è ormai una funzione chiave sia a livello strategico che per la sostenibilità

Dettagli

SERVIZI ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE

SERVIZI ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE SERVIZI ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE Per rispondere in modo mirato ed efficace alle esigenze ed agli interrogativi delle imprese interessate ad intraprendere iniziative di varia natura sui mercati esteri,

Dettagli

BANDO per l assegnazione di una borsa di studio Master Internazionali Professionisti ONG

BANDO per l assegnazione di una borsa di studio Master Internazionali Professionisti ONG BANDO per l assegnazione di una borsa di studio Master Internazionali Professionisti ONG 1. Premessa ASVI è leader europeo nella formazione manageriale per il non profit e principale bacino di reclutamento

Dettagli

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo PRESENTAZIONE CORSI PER LE ORGANIZZAZIONI DEL TERZO SETTORE Strategie di marketing, Comunicazione e Fund Raising: Una sfida e una necessita per le organizzazioni

Dettagli

BILANCIO D ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2013

BILANCIO D ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2013 BILANCIO D ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2013 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 2013 2012 A) Quote associative ancora da versare - - B) Immobilizzazioni I. Immateriali 1) Spese modifica statuto - - 2) Costi di ricerca,

Dettagli

Associazione Ciessevi - Relazione sulla gestione 2011

Associazione Ciessevi - Relazione sulla gestione 2011 Associazione Ciessevi - Relazione sulla gestione 2011 Premesse All Assemblea dei Soci, contestualmente al consuntivo 2010, viene presentato anche il Bilancio sociale 2011. A tale documento si rinvia per

Dettagli

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI Il mantenimento delle relazioni con i clienti finali e il processo mediante il quale il fornitore soddisfa nel tempo le esigenze del cliente definite di comune

Dettagli

CONSORZIO B.I.M. ADIGE. Approvato dall Assemblea Generale con delibera n. 15 dd. 20.12.2013 e modificato con delibera n. 7 dd. 07.07.2014.

CONSORZIO B.I.M. ADIGE. Approvato dall Assemblea Generale con delibera n. 15 dd. 20.12.2013 e modificato con delibera n. 7 dd. 07.07.2014. CONSORZIO B.I.M. ADIGE Provincia Autonoma di Trento REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, COMITATI E FONDAZIONI, CON FINALITA SOCIALMENTE UTILI E SENZA SCOPO

Dettagli

Ognuno di voi è unico.

Ognuno di voi è unico. www.unicospa.it Ognuno di voi è unico. Sede centrale: Lainate (Mi) - Via per Garbagnate 63 - tel. 02.93793500 - fax 02.93793218 Ognuno di noi è unico. È il maggiore distributore farmaceutico italiano interamente

Dettagli

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE 1 MOTIVAZIONI E FINALITÀ Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (d ora in poi denominato CSVSN) nell ambito delle proprie attività intende completare il proprio piano

Dettagli

Renken, Chi siamo? migliorare la qualità di vita delle popolazioni Renken Senegal sull'ʹautofinanziamento

Renken, Chi siamo? migliorare la qualità di vita delle popolazioni Renken Senegal sull'ʹautofinanziamento ASSOCIAZIONE RENKEN Renken, Chi siamo? Renken nasce nell estate del 2006 quando Lara e Claudia, le due co- fondatrici, decisero di riunire in un progetto associativo le loro esperienze e relazioni costruite

Dettagli

Associazione Servizi per il Volontariato Modena. Documento programmatico di mandato 2014-2017

Associazione Servizi per il Volontariato Modena. Documento programmatico di mandato 2014-2017 Associazione Servizi per il Volontariato Modena Documento programmatico di mandato 2014-2017 Introduzione Contesto ASVM è un'associazione che conta esperienza, capacità progettuale, innovazione e radicamento

Dettagli

LA NOSTRA STORIA nasce nel 2005, con l'obiettivo di offrire alle aziende e ai privati un supporto completo alle esigenze di comunicazione, attraverso la costruzione di siti web e alla realizzazione di

Dettagli

Studio Regionale sulle Agenzie per l Energia

Studio Regionale sulle Agenzie per l Energia Paving the way for self sufficient regional Energy supply based on sustainable concepts and renewable energy sources Studio Regionale sulle Agenzie per l Energia European Mobility Week www.manergyproject.eu

Dettagli

BANDO 1 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015

BANDO 1 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 BANDO 1 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 1. Premessa 1.1. Il CSV della provincia di Treviso, a valere sulle disponibilità finanziarie riconosciutegli dal Fondo Speciale Regionale per il

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio per il Volontariato Asti e Alessandria, nel perseguire l obiettivo di sostenere e

Dettagli

BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO

BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO Supporto per sviluppo Eventi Anno 2016 1 ART.1 OBIETTIVI Il Centro Servizi al Volontariato della provincia di Terni nell ambito delle

Dettagli

TULLIO CAIROLI Associazione Centro Riferimento Oncologico ONLUS

TULLIO CAIROLI Associazione Centro Riferimento Oncologico ONLUS TULLIO CAIROLI Associazione Centro Riferimento Oncologico ONLUS Sede in COMO VIA GIOVANE ITALIA N 13 Codice fiscale 01636080135 Associazione Riconosciuta http://www.oncologia-como.it/ NOTA INTEGRATIVA

Dettagli

Domande. più frequenti PIÙ FREQUENTI DOMANDE

Domande. più frequenti PIÙ FREQUENTI DOMANDE Domande più frequenti 57 DOMANDE PIÙ FREQUENTI Domande più frequenti Domande più frequenti L obiettivo di questa sezione è tentare di dare delle risposte, in modo semplice e discorsivo, alle domande che

Dettagli

CON IL GIUSTO COMPAGNO DI VIAGGIO PUOI ARRIVARE OVUNQUE

CON IL GIUSTO COMPAGNO DI VIAGGIO PUOI ARRIVARE OVUNQUE CROSSROAD CON IL GIUSTO COMPAGNO DI VIAGGIO PUOI ARRIVARE OVUNQUE LE PRINCIPALI CRITICITA DEL SETTORE POLVERIZZAZIONE DEL FATTURATO FRAMMENTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI BASSA INFORMATIZZAZIONE COSTI ELEVATI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L INFORMAZIONI PERSONALI

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L INFORMAZIONI PERSONALI F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome GROSSI EUGENIA Indirizzo Corso Garibaldi n 5-26100 Cremona - ITALIA Telefono 0372/32458 320/4387599 Fax E-mail

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. SISTEMA AREE PROTETTE RETE ESCURSIONISTICA REGIONALE EDUCAZIONE AMBIENTALE N. 79/APP DEL 18/10/2011

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. SISTEMA AREE PROTETTE RETE ESCURSIONISTICA REGIONALE EDUCAZIONE AMBIENTALE N. 79/APP DEL 18/10/2011 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. SISTEMA AREE PROTETTE RETE ESCURSIONISTICA REGIONALE EDUCAZIONE AMBIENTALE N. 79/APP DEL 18/10/2011 Oggetto: D.A.C.R. n. 32/2011 - Riordino del sistema regionale per

Dettagli

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 Le Reti d Impresa POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 1 Introduzione L esigenza di fare rete riguarda tutte le imprese ma è ancora più importante

Dettagli

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Le verifiche periodiche del revisore legale trovano una loro disciplina

Dettagli

12. STRUMENTI DI GESTIONE PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELLE RISORSE CULTURALI DEL VAL DI NOTO

12. STRUMENTI DI GESTIONE PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELLE RISORSE CULTURALI DEL VAL DI NOTO 12. STRUMENTI DI GESTIONE PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELLE RISORSE CULTURALI DEL VAL DI NOTO 12.1 Strategia integrata e strumenti di coordinamento Nel capitolo precedente abbiamo illustrato alcuni

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Manager degli Eventi dello Spettacolo

Manager degli Eventi dello Spettacolo Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: CORSO A CATALOGO 2011 Manager degli Eventi dello Spettacolo Corsi di specializzazione

Dettagli

C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE

C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE Denominazione del progetto: L ANCORA DEL BENE 1. Tipologia del progetto che si intende supportare barrare la casella di riferimento:

Dettagli

SEI PRONTO PER UNA NUOVA SFIDA?

SEI PRONTO PER UNA NUOVA SFIDA? SEI PRONTO PER UNA NUOVA SFIDA? IL TUO WEB Web Marketing HURRAH REALIZZA CAMPAGNE DI WEB MARKETING MIRATE AL PIÙ RAPIDO RITORNO DELL INVESTIMENTO COMUNICARE CON EFFICACIA Essere presenti sul web oggi non

Dettagli

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer Index Profilo Agenzia Grafica Internet Perchè affidarsi a noi Profilo Dal 2012 lo studio RAMAGLIA si occupa di comunicazione, grafica pubblicitaria, web design e marketing. I nostri servizi si rivolgono

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2011 B IMMOBILIZZAZIONI 51.061,45 94.926,80 I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 28.262,77 55.993,59

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2011 B IMMOBILIZZAZIONI 51.061,45 94.926,80 I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 28.262,77 55.993,59 STATO PATRIMONIALE ASSOCIAZIONE SERVIZI VOLONTARIATO MODENA CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO MODENA ANNO: 2011 ATTIVITA' BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2011 2011 2010 A CREDITI VERSO ASSOCIATI PER

Dettagli

Il volontariato per il futuro della Puglia

Il volontariato per il futuro della Puglia Il volontariato per il futuro della Puglia Il presente documento è scaturito dalla riunione del 25 giugno 2012 tra Forum regionale del Terzo Settore pugliese, Osservatorio regionale del Volontariato (

Dettagli

R I D U Z I O N E D E I R I F I U T I N E L L A P R O V I N C I A D I R O M A. Osservatorio Provinciale Rifiuti di Roma Dario Esposito

R I D U Z I O N E D E I R I F I U T I N E L L A P R O V I N C I A D I R O M A. Osservatorio Provinciale Rifiuti di Roma Dario Esposito R I D U Z I O N E D E I R I F I U T I N E L L A P R O V I N C I A D I R O M A C o m p o s t a g g i o e d a l t r e p r a t i c h e v i r t u o s e Osservatorio Provinciale Rifiuti di Roma Dario Esposito

Dettagli

Servizio di Psicologia dello sport

Servizio di Psicologia dello sport Servizio di Psicologia dello sport SCUOLE CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Ente Comitato Regionale Puglia, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega Nazionale Dilettanti (Bari). Chi siamo Sportivamente

Dettagli

Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015

Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015 Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015 La garanzia Lo strumento finanziario della garanzia è finalizzato a produrre effetti di mitigazione

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA)

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) PROCESSO DI VALUTAZIONE delle prestazioni (PERFORMANCE INDIVIDUALE) rese dal personale Il sistema di valutazione permanente intende promuovere, da un lato, il miglioramento della qualità delle prestazioni

Dettagli

ASILO NIDO PROGETTO EDUCATIVO ROSA & CELESTE 2. Cooperativa Sociale DIDASKO Viale C. Battisti, 73 05100 TERNI. Pagina 1 di 5

ASILO NIDO PROGETTO EDUCATIVO ROSA & CELESTE 2. Cooperativa Sociale DIDASKO Viale C. Battisti, 73 05100 TERNI. Pagina 1 di 5 ASILO NIDO ROSA & CELESTE 2 Cooperativa Sociale DIDASKO Viale C. Battisti, 73 05100 TERNI PROGETTO EDUCATIVO Pagina 1 di 5 PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L asilo nido Rosa & Celeste 2 nasce da un indagine

Dettagli

BILANCIO 2013 STATO PATRIMONIALE. Dati in euro Dati in euro ATTIVO

BILANCIO 2013 STATO PATRIMONIALE. Dati in euro Dati in euro ATTIVO BILANCIO 2013 STATO PATRIMONIALE Dati in euro Dati in euro ATTIVO 2013 2012 A) Quote associative ancora da versare B) Immobilizzazioni I - Immobilizzazioni immateriali 1) spese modifica statuto - 2) costi

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

GESTIONE ORGANIZZATIVA

GESTIONE ORGANIZZATIVA Allegato B al Capitolato d'oneri Business Plan di Valutazione proiezione ipotetica per gli anni 2013-1019 Premessa Le proiezioni anno per anno sono riportate in allegato informatizzato 1.IPOTESI INZIALI

Dettagli

Formazione ETS Guida ai corsi di formazione offerti dai consulenti di Export Trade Solutions Srl

Formazione ETS Guida ai corsi di formazione offerti dai consulenti di Export Trade Solutions Srl Formazione ETS Guida ai corsi di formazione offerti dai consulenti di INDICE INTRODUZIONE 2 1. CORSI DA OTTO ORE 3 1.1. Export Chiavi in Mano 3 1.2 Finanziamenti alle esportazioni e all internazionalizzazione

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

ASSOCIAZIONE DAR VOCE

ASSOCIAZIONE DAR VOCE ASSOCIAZIONE DAR VOCE Regolamento attuativo dello statuto Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento contiene le disposizioni attuative di alcune previsioni dello Statuto della Associazione

Dettagli

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE 1. PREMESSA Spinner 2013 è il programma per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e

Dettagli

Via Scipione Dal Ferro 4 40138 Bologna tel. 051 340328 fax 051 341169 E-mail: info@volabo.it Web: www.volabo.it

Via Scipione Dal Ferro 4 40138 Bologna tel. 051 340328 fax 051 341169 E-mail: info@volabo.it Web: www.volabo.it Guida Operativa PROGETTI di SVILUPPO Via Scipione Dal Ferro 4 40138 Bologna tel. 051 340328 fax 051 341169 E-mail: info@volabo.it Web: www.volabo.it C.F. 91223750372 Affidato ad A.S.Vo. Associazione per

Dettagli

sicurezza sul lavoro Vota la sicurezza! REGIONE LIGURIA SCEGLI LA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO

sicurezza sul lavoro Vota la sicurezza! REGIONE LIGURIA SCEGLI LA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO sicurezza Provincia di Genova Provincia di Imperia Provincia di Savona Provincia della Spezia sul lavoro Vota la sicurezza! REGIONE LIGURIA PIANO STRAORDINARIO DI FORMAZIONE IN TEMA DI SALUTE E SICUREZZA

Dettagli

MiliteGroup. Cerchiamo le giuste combinazioni per il successo di ogni azienda. Company profile

MiliteGroup. Cerchiamo le giuste combinazioni per il successo di ogni azienda. Company profile Cerchiamo le giuste combinazioni per il successo di ogni azienda. Company profile Chi siamo Milite Group è una società specializzata nella consulenza marketing, amministrativa e tecnica per aziende che

Dettagli

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO:

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO: PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE. TRA La Prefettura di Modena, l Amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK Articolo 1: FINALITA E ATTIVITA Relativamente alla sua attività di ente gestore del Centro Servizi Volontariato della provincia di Trento, ex art. 15 legge 266/91

Dettagli

Cuantes TES Scamper Consulting

Cuantes TES Scamper Consulting www.cuantes.it Chi siamo Cuantes è una realtà specializzata nella consulenza aziendale e nella formazione. Cuantes nasce dalla convinzione che le persone siano il motore più potente per fare impresa, e

Dettagli

Servizi, Iniziative ed Opportunità per il Volontariato della Provincia di Vibo Valentia

Servizi, Iniziative ed Opportunità per il Volontariato della Provincia di Vibo Valentia 2015 Servizi, Iniziative ed Opportunità per il Volontariato della Provincia di Vibo Valentia Via Angelo Savelli n. 2 89900 Vibo Valentia Tel. 0963.41471 Fax 0963.4510 Cell. Direttore: 345 0864333 www.csvvibovalentia.it

Dettagli

Alcuni semplici consigli per aumentare la conversione dei contatti in apertura di punti vendita Introduzione

Alcuni semplici consigli per aumentare la conversione dei contatti in apertura di punti vendita Introduzione : Aumentare il rendimento delle richieste di informazioni -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO Direzione Regionale del Lazio PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, GIOVANI E PARI OPPORTUNITA E AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E GUARDIA

Dettagli

1. Profilo. 2. Comunicazione e Immagine. 3. Servizi editoriali. 4. Internet e web marketing. 5. Advertising e promotional. 6. Eventi e allestimenti

1. Profilo. 2. Comunicazione e Immagine. 3. Servizi editoriali. 4. Internet e web marketing. 5. Advertising e promotional. 6. Eventi e allestimenti comunica la 1. Profilo 2. Comunicazione e Immagine 3. Servizi editoriali 4. Internet e web marketing 5. Advertising e promotional 6. Eventi e allestimenti Conoscere e comprendere il proprio modo di comunicare,

Dettagli

Hai un azienda? Sei un professionista? Cerchi nuovi clienti? Vuoi aumentare il tuo fatturato?

Hai un azienda? Sei un professionista? Cerchi nuovi clienti? Vuoi aumentare il tuo fatturato? Hai un azienda? Sei un professionista? Cerchi nuovi clienti? Vuoi aumentare il tuo fatturato? SIAMO LA PIATTAFORMA WEB-marketing PIU COMPLETA IN ITALIA PER LA RICERCA DI CLIENTI ONLINE www.web-preventivi.it

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO Premessa Nel mese di settembre 2015 si è conclusa la fase di autovalutazione di Istituto con la pubblicazione del Rapporto di Autovalutazione consultabile sul sito dell Istituto

Dettagli

cartolina/biglietto d'auguri di Fondazione ABO

cartolina/biglietto d'auguri di Fondazione ABO Bando di concorso per la realizzazione di cartolina/biglietto d'auguri di Fondazione ABO Natale 2010 1. Oggetto e finalità Fondazione ABO Fondazione Nazionale per la Ricerca contro il Cancro indice bando

Dettagli

Edizione 2010. www.sovedi.it

Edizione 2010. www.sovedi.it Edizione 2010 www.sovedi.it SOVEDI s.r.l. Via Antica, 3-25080 Padenghe sul Garda (BS) email: info@sovedi.it tel: +39 0302076341 CAP.SOC. 51.480,00 - C.F. p.iva 00632180246 SOVEDI nasce nel 1978 a Vicenza.

Dettagli

2. LAVORARE NEL NON PROFIT IN ITALIA E ALL ESTERO

2. LAVORARE NEL NON PROFIT IN ITALIA E ALL ESTERO NoProfit_001_128.qxd 23-04-2008 16:41 Pagina 9 2. LAVORARE NEL NON PROFIT IN ITALIA E ALL ESTERO 9 2. LAVORARE NEL NON PROFIT IN ITALIA E ALL ESTERO PREMESSA Le edizioni IALweb hanno dato vita a questo

Dettagli

Trovare nuovi clienti. sito web aziendale

Trovare nuovi clienti. sito web aziendale Consigli pratici per Trovare nuovi clienti con il tuo sito web aziendale Come ottimizzare il tuo sito aziendale e ottenere i risultati desiderati Maintenance SEO Statistics Testing Hosting Promotion Idea

Dettagli

COMPANY PROFILE KATE BUSINESS

COMPANY PROFILE KATE BUSINESS COMPANY PROFILE SERVIZI. Orientamento e Consulenza per l Avvio di Impresa - Online. Per chi ha intenzione di avviare un attività in proprio. L idea viene analizzata e sviluppata e vengono fornite informazioni

Dettagli

Provincia di Sondrio I S T R U Z I O N I

Provincia di Sondrio I S T R U Z I O N I Provincia di Sondrio PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI DISPOSITIVO FORMAZIONE E TUTORAGGIO INTERNI ALL AZIENDA I S T R U Z I O N I Il dispositivo Formazione e tutoraggio

Dettagli