OBESITA. Chirurgia II. Università degli Studi di Torino AOU Molinette

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OBESITA. Chirurgia II. Università degli Studi di Torino AOU Molinette"

Transcript

1 OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA Prof. M. Morino Chirurgia II Centro Universitario di Chirurgia Mini Invasiva Università degli Studi di Torino AOU Molinette

2 By-pass gastrico laparoscopico Italia Necessità di un intervento alternativo ai restrittivi gastrici

3 SCOPI TERAPIA CHIRURGICA DELL OBESITÀ GRAVE Riduzione rischi morbilità e mortalità precoce - Rischi operatori minimi - Scarse complicanze tardive - Valida qualità di vita

4 SWEDISH OBESITY SUBJECTS (Sjostrom 2003)

5 SWEDISH OBESITY SUBJECTS (Sjostrom 2003) PERSISTANCE OF COMORBIDITIES Comorbidities F-up Medical (%) Surgery (%) Odds ratio Hypertension 2 years NS Diabetes 2 years Sleep apnea 2 yrs Hyperinsulin. 2 yrs Hypertriglycér. 2 yrs Hypercholestér. 2yrs HDL

6 Terapia Chirurgica Obesità * Riduzione mortalità * Miglioramento significativo comorbidità * Prevenzione sviluppo patologie associate * Riduzione farmaci * Riduzione costi

7 TIPI ATTUALI DI INTERVENTO BARIATRICO Interventi restrittivi Gastroplastica verticale Bendaggio gastrico regolabile Interventi malassorbitivi Diversione bilio pancreatica Interventi misti By-pass gastrico Sòeeve Gastrectomy

8 Gastroplastica verticale Bendaggio gastrico regolabile Sleeve gastrectomy Bypass gastrico Diversione biliopancreatica

9 INDICAZIONI AL TRATTAMENTO CHIRURGICO BMI > 40 Kg/m 2 BMI Kg/m 2 in presenza di patologie correlate all obesità suscettibili di miglioramento con il calo ponderale

10 INDICAZIONI AL TIPO DI INTERVENTO CHIRURGICO Variabili in base a: -BMI - Abitudini alim. - Tipo di obesità - Patologie associate - Compliance - Esperienza chirurgica i - Scelta chirurgica - Potenzialità struttura -Costi (DRG)

11 BENDAGGIO GASTRICO REGOLABILE (ASGB)

12 GASTROPLASTICA VERTICALE (VBG)

13 BENDAGGIO GASTRICO e GASTROPLASTICA VERTICALE Intervento t standardizzato di t Vantaggi Valido risultato t calo ponderale Scarse complicanze Svantaggi (v. letteratura) Rischio ripresa di peso a lungo termine Qualità di vita a volte insoddisfacente (vomito)

14 CAUSA FALLIMENTO PAZIENTI NON COMPLIANT Calo ponderale insufficiente o reincremento a lungo termine

15 BYPASS GASTRICO (GBP)

16 BYPASS GASTRICO (GBP) PRINCIPIO CALO PONDERALE Restrizione meccanica Riduzione appetito (sindrome post-cibale) Azione malassorbitiva?

17 SLEEVE GASTRECTOMY (SG)

18 SLEEVE GASTRECTOMY (SG) PRINCIPIO CALO PONDERALE Restrizione meccanica Sazietà precoce (riduzione secrezione di grelina) Azione malassorbitiva (ritardato e/o accelerato svuotamento)

19 BYPASS GASTRICO e SLEEVE GASTRECTOMY COMPLICANZE Precoci -Deiscenza Di sutura gastrica ti -Fistole anastomotiche Tardive - dilatazione della tasca - ernie interne - Anemia sideropenica (+ carenze B12 e folati)

20 DIVERSIONE BILIOPANCREATICA (BPD)

21 DIVERSIONE BILIOPANCREATICA (BPD) PRINCIPIO CALO PONDERALE Malassorbimento selettivo (maldigestione grassi e zuccheri complessi) Riduzione appetito (piccolo stomaco + sindrome post-cibale) (effetto temporaneo iniziale)

22 DIVERSIONE BILIOPANCREATICA (BPD) COMPLICANZE Malnutrizione proteica Osteoporosi Ulcera peptica Anemia sideropenica Rischio carenze vitaminiche i i

23 DIVERSIONE BILIOPANCREATICA (BPD) EFFETTI COLLATERALI Aumento scariche alvine (4-5/die) Feci maleodoranti Flatulenza Alitosi

24 Obesità e Chirurgia i USA Obesi Interventi %

25 SICOb (Società Italiana di Chirurgia dell obesità): dati del Registro Nazionale centers centers centers 19 centers

26

27

28 Dati nazionali Registro SICOb LAPAROSCOPIA vs OPEN Laparoscopic 83.7 % Open 15.2 % Converted %

29 EWL% Dati Nazionali Registro SICOb Perdita peso a 5 anni (EWL) 60,4 68, ASGB VBG BPD GBP

30 Risultati chirurgia bariatrica sul diabete tipo 2

31 Buchwald, JAMA 2004 Guarigione diabete (sospensione terapie e normali valori glicemia ed emoglobina glicata) 98.9% Diversioni bilio-pancreatiche 83.7% By-pass gastrici tii 71.6% Gastroplastiche verticali 47.9% Bendaggi gastrici regolabili

32 Tali miglioramenti avvengono troppo precocemente per essere attribuiti solo alla perdita di peso

33 Specifico effetto della chirurgia di by-pass gastro-intestinale Meccanismo d azione dazione di tipo endocrino Clll tii ti Cellule secernenti incretine Cellule secernenti anti-incretine

34 Consensus Conference Diabetes Surgery Summit Roma, Marzo 2007 La chirurgia gastrointestinale per la chirurgia del diabete, nei pazienti con BMI inferiore a 35, è da considerare una priorità di ricerca

35 Centri qualificati (vasta esperienza chirurgia i bariatrica) i Completamento conoscenze fisiopatologia diabete Valutazione applicabilità trattamento chirurgico su vasta scala Prevenzione rischio utilizzo indiscriminato

36

37 BIB pallone intragastrico

38

39 Pallone intragastrico (BIB) Vantaggi Metodica non chirurgica i Assenza di narcosi Rischio notevolmente t basso Svantaggi Costi e occupazione spazi (letto, sala operatoria) Recidiva ponderale dopo rimozione

40

41

42

43 TERAPIA CHIRURGICA OBESITA GRAVE Centro Pluridisciplinare Correttezza indicazioni Follow-up pazienti

44

45 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO CHIRURGIA GENERALE II (DIRETTORE : Prof. Mario Morino) CHIRURGIA BARIATRICA - attitudine attuale BMI 35-50, non binge o sweet eater Bendaggio o Gastroplastica BMI > 50 o BMI < 50 ma binge, sweet, RGE, NIDDM Sleeve Gastrectomy o Bypass Gastrico Pazienti a rischio, BMI limitati o estremi, non chir. Palloncino intragastrico o altre tecniche endoscopiche

46 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO CHIRURGIA GENERALE II (DIRETTORE : Prof. Mario Morino) 2016 PROCEDURE BARIATRICHE 1010 Gastroplastiche 398 By pass gastrici 92 Bendaggi gastrici regolabili 15 Diversioni bilio-pancreatiche 253 Sleeve gastrectomy 10 PM gastrici 228 Palloni intragastrici (BIB)

47

OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA

OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA Prof. M. Morino Chirurgia II Centro Universitario di Chirurgia Mini Invasiva Università degli Studi di Torino AOU Molinette By-pass gastrico laparoscopico Italia Necessità

Dettagli

LA TERAPIA CHIRURGICA DELL OBESITA PATOLOGICA. www.fisiokinesiterapia.biz

LA TERAPIA CHIRURGICA DELL OBESITA PATOLOGICA. www.fisiokinesiterapia.biz LA TERAPIA CHIRURGICA DELL OBESITA PATOLOGICA www.fisiokinesiterapia.biz PREMESSE In Italia un adulto su tre è sovrappeso (BMI>25) ed il 10% circa della popolazione è affetto da obesità patologica (BMI>40).

Dettagli

Fascicolo informativo per Pazienti da sottoporre a trattamento chirurgico dell obesità patologica

Fascicolo informativo per Pazienti da sottoporre a trattamento chirurgico dell obesità patologica Fascicolo informativo per Pazienti da sottoporre a trattamento chirurgico dell obesità patologica Informazioni generali La chirurgia dell obesità non è chirurgia estetica; è destinata a Pazienti che abbiano

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz

www.fisiokinesiterapia.biz LA CHIRURGIA NEL TRATTAMENTO DELL OBESITA OBESITA PATOLOGICA www.fisiokinesiterapia.biz OBESITA PATOLOGICA OBESITA PATOLOGICA OBESITA PATOLOGICA OBESITA PATOLOGICA Definizione L obesità è una condizione

Dettagli

Obesity (BMI 30 kg/m 2 ) - All 22.9 % 30.5 % - Males 20.2 % 27.5 % - Females 25.4 % 33.4 %

Obesity (BMI 30 kg/m 2 ) - All 22.9 % 30.5 % - Males 20.2 % 27.5 % - Females 25.4 % 33.4 % Il Paziente obeso: Il punto di vista del Chirurgo Prof. Francesco Domenico Capizzi Bologna CENTRO DI CHIRURGIA LAPAROSCOPICA GASTROENTEROLOGICA E DELL OBESITA, Bologna Direttore: Prof. F.D. Capizzi Prevalenza

Dettagli

CONSENSO INFORMATO (S.I.C.OB. Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche)

CONSENSO INFORMATO (S.I.C.OB. Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche) 1 CONSENSO INFORMATO (S.I.C.OB. Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche) In questo fascicolo vengono fornite informazioni sulla terapia chirurgica dell Obesità al fine di

Dettagli

Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it

Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it 1.5 miliardi con BMI>25 500 milioni con BMI>30 BMI > 40 kg/m² BMI > 35 Kg/m² e comorbilità testo Neoplasie Malattie CV altre 2009 Industrial Chemicals Bisphenol

Dettagli

OBESITA E DIABETE: VALUTAZIONE E PROGETTO DI INTERVENTO

OBESITA E DIABETE: VALUTAZIONE E PROGETTO DI INTERVENTO OBESITA E DIABETE: VALUTAZIONE E PROGETTO DI INTERVENTO Dr.ssa Enrica Manicardi D.M. RESPONSABILE DI S.S. DI DIABETOLOGIA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Azienda Ospedaliera Arcispedale Santa Maria

Dettagli

E se con l alimentazione non ce la facciamo ci puo aiutare la chirurgia nel bambino? F. De Peppo

E se con l alimentazione non ce la facciamo ci puo aiutare la chirurgia nel bambino? F. De Peppo E se con l alimentazione non ce la facciamo ci puo aiutare la chirurgia nel bambino? F. De Peppo ROMA 28-29 MARZO 2015 Dr. Francesco De Peppo UOS Chirurgia Pediatrica Palidoro Dipartimento Chirurgia -

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER INTERVENTO DI CHIRURGIA DELL OBESITA. Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche

CONSENSO INFORMATO PER INTERVENTO DI CHIRURGIA DELL OBESITA. Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche CONSENSO INFORMATO PER INTERVENTO DI CHIRURGIA DELL OBESITA Da allegare alla cartella clinica n. Compilare in STAMPATELLO Questo fascicolo è un documento ufficiale della Società Italiana di Chirurgia dell

Dettagli

TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL OBESITA

TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL OBESITA TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL OBESITA Giuliano Sarro Responsabile U.O. Chirurgia Generale Ospedale Cantù Abbiategrasso Centro di Chirurgia Bariatrica - A.O. Legnan LINEE GUIDA SICOB 2015 E la chirurgia laparoscopica

Dettagli

Interventi di restrizione gastrica

Interventi di restrizione gastrica CENTRO PER LA CURA DELL'OBESITA' E CHIRURGIA MINI INVASIVA Responsabile - Dott. Alessandro Giovanelli Interventi di restrizione gastrica a) Palloncino intragastrico: Il PALLONCINO POSIZIONATO NELLO STOMACO

Dettagli

Consenso Informato Per intervento di Chirurgia Bariatrica e Metabolica

Consenso Informato Per intervento di Chirurgia Bariatrica e Metabolica Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle Malattie Metaboliche data... Nome... Cognome... struttura... reparto... città... provincia... Consenso Informato Per intervento di Chirurgia Bariatrica

Dettagli

La gastroplastica verticale laparoscopica

La gastroplastica verticale laparoscopica CAPITOLO 14 La gastroplastica verticale laparoscopica Mario Morino, Mauro Toppino, Dario Parini Introduzione Negli anni 90 si è assistito a una crescente diffusione dell approccio laparoscopico in chirurgia

Dettagli

IL TRATTAMENTO ENDOSCOPICO DI UNA PATOLOGIA MULTIDISCIPLINARE. Angelo Ambrosio

IL TRATTAMENTO ENDOSCOPICO DI UNA PATOLOGIA MULTIDISCIPLINARE. Angelo Ambrosio IL TRATTAMENTO ENDOSCOPICO DELL OBESITA NELL AMBITO DI UNA PATOLOGIA MULTIDISCIPLINARE La nostra esperienza con il bendaggio gastrico Angelo Ambrosio UOC Chirurgia Addominale Dipartimento di Scienze Chirurgiche

Dettagli

Gestione della terapia ipoglicemizzante nel post-operatorio

Gestione della terapia ipoglicemizzante nel post-operatorio Gestione della terapia ipoglicemizzante nel post-operatorio Chiara Dal Prà Clinica Medica III Unità bariatrica Azienda Ospedaliera Padova Padova, 8 marzo 2014 Tecniche chirurgiche bariatriche

Dettagli

Data. Reparto.. Ospedale. Città provincia

Data. Reparto.. Ospedale. Città provincia S. I. C. OB. Società Italiana di Chirurgia dell Obesità OB. CONSENSO INFORMATO per INTERVENTO DI CHIRURGIA DELL OBESITÀ Da allegare alla cartella clinica numero Di. Nome Cognome Data. Reparto.. Ospedale

Dettagli

editoriale La chirurgia metabolica Introduzione

editoriale La chirurgia metabolica Introduzione G Chir Vol. 30 - n. 4 - pp. 133-140 Aprile 2009 editoriale La chirurgia metabolica A.L. GASPARI, N. DI LORENZO, P. GENTILESCHI, I. CAMPERCHIOLI Introduzione Secondo gli ultimi dati della Organizzazione

Dettagli

Counselling nutrizionale postoperatorio

Counselling nutrizionale postoperatorio CAPITOLO 26 Counselling nutrizionale postoperatorio Luca Busetto Introduzione Il panel di esperti che già nel 1991 aveva formulato, sotto l egida dei National Institutes of Health (NIH), le prime linee

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Data Titolo Pag. Rubrica Sicob Comunicati123.com 06/03/2014 CURA OBESITA': UN'ECCELLENZA DELL'OSPEDALE FATEBENEFRATELLI DI ERBA 2 Rubrica Alimentazione e salute 37 La Repubblica

Dettagli

IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL OBESITA PATOLOGICA

IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL OBESITA PATOLOGICA IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL OBESITA PATOLOGICA DIPARTIMENTO DI EMERGENZE/URGENZE, CHIRURGIA GENERALE E DEI TRAPIANTI UNITA OPERATIVA CHIRURGIA GENERALE Direttore: Prof. B. COLA CENTRO STUDI DI TERAPIA

Dettagli

Reversibilità delle complicanze nel diabete tipo 2

Reversibilità delle complicanze nel diabete tipo 2 3 WORKSHOP CONGIUNTO SICOb SID SIO L integrazione tra terapia medica e chirurgica nel trattamento del paziente obeso diabetico 7 marzo 2014 Reversibilità delle complicanze nel diabete tipo 2 Roberto Fabris

Dettagli

Obesità e. Chirurgia Bariatrica. Cos è la chirurgia bariatrica

Obesità e. Chirurgia Bariatrica. Cos è la chirurgia bariatrica Obesità e Chirurgia Bariatrica Dott.ssa Gloria Fioravanti Cos è la chirurgia bariatrica La chirurgia bariatrica consiste in un insieme di procedure che promuovono la perdita di peso attraverso la riduzione

Dettagli

REGGIO CALABRIA 11-13 MAGGIO 2011

REGGIO CALABRIA 11-13 MAGGIO 2011 AULE DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA REGGIO CALABRIA 11-13 MAGGIO 2011 CONSIGLIO DIRETTIVO SICOB Presidente Onorario Presidente Presidente Eletto Past President Vice Presidente Vice Presidente Segretario

Dettagli

Indicazioni alla chirurgia bariatrica nel diabete di tipo 2

Indicazioni alla chirurgia bariatrica nel diabete di tipo 2 Maccagno, 20-21 Aprile 2012 Giornate Diabetologiche Luinesi II Edizione Facciamo quadrato intorno al Diabete Indicazioni alla chirurgia bariatrica nel diabete di tipo 2 E. Piantanida Università degli Studi

Dettagli

La chirurgia bariatrica nel paziente con diabete mellito tipo 2

La chirurgia bariatrica nel paziente con diabete mellito tipo 2 MeDia 2015;15:84-90 84 pratica professionale La chirurgia bariatrica nel paziente con diabete mellito tipo 2 Riassunto La chirurgia bariatrica è al momento la più efficace strategia terapeutica per l ottenimento

Dettagli

N. Porta², F. De Angelis¹, J. Cacciotti², C. Chiappetta², O Iorio¹, G. Cavallaro¹, V. Petrozza², G. Silecchia¹, C. Della Rocca², C.

N. Porta², F. De Angelis¹, J. Cacciotti², C. Chiappetta², O Iorio¹, G. Cavallaro¹, V. Petrozza², G. Silecchia¹, C. Della Rocca², C. PRELIMINARY EVALUATION OF GHRELIN (GH) GENE AND PROTEIN EXPRESSION IN THE SURGICAL SPECIMEN, AND GHRELIN SERUM CONCENTRATION AFTER PRIMARY OR REVISIONAL LAPAROSCOPIC SLEEVE GASTRECTOMY (LSG) N. Porta²,

Dettagli

LIBRETTO INFORMATIVO L OBESITA

LIBRETTO INFORMATIVO L OBESITA LIBRETTO INFORMATIVO L OBESITA 35 Perché si diventa grassi? INTRODUZIONE DI ENERGIA DISPENDIO DI ENERGIA Cibo Bevande Esercizio fisico Metabolismo Si diventa grassi quando le calorie in entrata superano

Dettagli

Diversione bilio-pancreatica con duodenal switch per via laparoscopica: tecnica in due tempi

Diversione bilio-pancreatica con duodenal switch per via laparoscopica: tecnica in due tempi CAPITOLO 20 Diversione bilio-pancreatica con duodenal switch per via laparoscopica: tecnica in due tempi Nicola Basso, Gianfranco Silecchia, Mario Rizzello, Giovanni Casella Introduzione La diversione

Dettagli

Obesità. e soluzione. del problema. Test di autovalutazione. Che cos è l obesità? Quali sono le cause? Le soluzioni chirurgiche A chi rivolgersi

Obesità. e soluzione. del problema. Test di autovalutazione. Che cos è l obesità? Quali sono le cause? Le soluzioni chirurgiche A chi rivolgersi per la vostra Salute GUIDE PRATICHE Centro Unico di Prenotazione (CUP): tel. 02 86 87 88 89 Dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.00 alle 17.30 Sabato dalle 8.00 alle 12.00 Ospedale San Giuseppe Via S. Vittore,

Dettagli

2 CORSO RESIDENZIALE TEORICO-PRATICO LA GESTIONE INTEGRATA DEL PAZIENTE BARIATRICO PROGRAMMA. www.sio-triveneto.it

2 CORSO RESIDENZIALE TEORICO-PRATICO LA GESTIONE INTEGRATA DEL PAZIENTE BARIATRICO PROGRAMMA. www.sio-triveneto.it SEZIONE REGIONALE TRIVENETO SOCIETÀ ITALIANA DELL OBESITÀ 2 CORSO RESIDENZIALE TEORICO-PRATICO LA GESTIONE INTEGRATA DEL PAZIENTE BARIATRICO TRIESTE, 21 22 MAGGIO 2010 HOTEL RIVIERA & MAXIMILIAN S PROGRAMMA

Dettagli

Vizi e Virtù del gelato nel paziente post chirurgia bariatrica

Vizi e Virtù del gelato nel paziente post chirurgia bariatrica CONGRESSO CONGIUNTO ADI-SIO Vizi e Virtù del gelato nel paziente post chirurgia bariatrica Vicenza, 5 Ottobre 2013 Dott.ssa Anna Belligoli Unità Bariatrica Padova Interventi: restrittivi/malassorbitivi

Dettagli

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O.

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. OSPEDALI GALLIERA DEFINIZIONE RIPIENEZZA POST-PRANDIALE PRANDIALE CORTEO SINTOMATOLOGICO

Dettagli

Dieci anni di chirurgia bariatrica laparoscopica

Dieci anni di chirurgia bariatrica laparoscopica CAPITOLO 29 Dieci anni di chirurgia bariatrica laparoscopica Nicola Basso, Gianfranco Silecchia, Alessandro Pecchia Introduzione In 10 anni abbiamo accolto circa 2500 pazienti presso il Centro per il trattamento

Dettagli

The ten top countries in the world have one thing in common

The ten top countries in the world have one thing in common TRIALS CLINICI SUL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL DIABETE Dott. Nicola Di Lorenzo UNIVERSITA DI ROMA TOR VERGATA The ten top countries in the world have one thing in common Basso, Mag 01 Innovation in Surgery

Dettagli

Confronto a 2 anni di follow-up tra diversione bilio-pancreatica con o senza gastroresezione nel trattamento chirurgico dell obesità patologica

Confronto a 2 anni di follow-up tra diversione bilio-pancreatica con o senza gastroresezione nel trattamento chirurgico dell obesità patologica ARTICOLI ORIGINALI Confronto a 2 anni di follow-up tra diversione bilio-pancreatica con o senza gastroresezione nel trattamento chirurgico dell obesità patologica Ann. Ital. Chir., 2008; 79: 241-246 Francesco

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA DI CHIRURGIA DIGESTIVA ED UNITÀ DEL FEGATO STRUTTURA COMPLESSA DI DIABETOLOGIA, DIETOLOGIA E NUTRIZIONE CLINICA

STRUTTURA COMPLESSA DI CHIRURGIA DIGESTIVA ED UNITÀ DEL FEGATO STRUTTURA COMPLESSA DI DIABETOLOGIA, DIETOLOGIA E NUTRIZIONE CLINICA SLEEVE GASTRECTOMY LAPAROSCOPICA VERSUS TERAPIA MEDICA CONVENZIONALE IN PAZIENTI CON RECENTE DIAGNOSI DI DIABETE MELLITO TIPO2 E BMI 30-42KG/M 2 : STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO CENTRI PARTECIPANTI: AZIENDA

Dettagli

Abstract. F. Mittempergher, T. Bruni*, O. Bruni*, E. Di Betta, G. Occelli*, B. Salerni. Introduzione

Abstract. F. Mittempergher, T. Bruni*, O. Bruni*, E. Di Betta, G. Occelli*, B. Salerni. Introduzione La diversione bilio-pancreatica con conservazione del bulbo duodenale e gastroplastica transitoria nel trattamento dell obesità patologica. Nostra esperienza Ann. Ital. Chir., LXXIII, 2, 2002 F. Mittempergher,

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

GASTRIC BANDING VS SLEEVE GASTRECTOMY: ANATOMIA DI UN DILEMMA

GASTRIC BANDING VS SLEEVE GASTRECTOMY: ANATOMIA DI UN DILEMMA GASTRIC BANDING VS SLEEVE GASTRECTOMY: ANATOMIA DI UN DILEMMA 1986 Kuzmak: anello con camera gonfiabile 1991 Belachew: laparoscopia 1992 Catona e Cadiere: prime publicazioni 1995 FDA GASTRIC BANDING 15

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE OBESO CANDIDABILE A CHIRURGIA BARIATRICA

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE OBESO CANDIDABILE A CHIRURGIA BARIATRICA INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE OBESO CANDIDABILE A CHIRURGIA BARIATRICA INDICE Obesità e malattie correlate pag 3 Il percorso bariatrico Pag 6 Gli interventi di chirurgia bariatrica pag 15 La degenza pag.

Dettagli

FARMACISTA IN CORSIA: L ESPERIENZA DELL U.O.S.C. DI CHIRURGIA GENERALE E AD INDIRIZZO ENDOCRINOLOGICO

FARMACISTA IN CORSIA: L ESPERIENZA DELL U.O.S.C. DI CHIRURGIA GENERALE E AD INDIRIZZO ENDOCRINOLOGICO FARMACISTA IN CORSIA: L ESPERIENZA DELL U.O.S.C. DI CHIRURGIA GENERALE E AD INDIRIZZO ENDOCRINOLOGICO Dr. Maurizio De Palma irettore U.O.S.C. di Chirurgia Generale e ad indirizzo Endocrinologico LA FARMACISTA

Dettagli

neoplasia dello stomaco www.slidetube.it

neoplasia dello stomaco www.slidetube.it neoplasia dello stomaco www.slidetube.it TUMORE DELLO STOMACO CARDIAS: disfagia CORPO: no sintomi ANTRO: gonfiore postprandiale, vomito Sede più frequente: ANGULUS ANTRO fumo alimentazione ULCERA GASTRICA:

Dettagli

Globesità: strategia ed interventi. Se ne discute oggi in Senato

Globesità: strategia ed interventi. Se ne discute oggi in Senato CARTELLA STAMPA COMUNICATO STAMPA Globesità: strategia ed interventi. Se ne discute oggi in Senato OBESITÀ E SOVRAPPESO CAUSANO OGNI ANNO 1 MILIONE DI MORTI E 12 MILIONI DI MALATI SOLO IN EUROPA: ISTITUZIONI,

Dettagli

Il rapido incremento dell obesità, verificatosi nei

Il rapido incremento dell obesità, verificatosi nei Gestione dietetico-nutrizionale dei pazienti con diabete tipo 2 e obesità sottoposti a interventi di chirurgia bariatrica Mariella Cotugno, Roberta Lupoli, Gabriella Nosso, Giulio Vitagliano, Gennaro Saldalamacchia,

Dettagli

DIETISTA EUFEMIA SILVESTRI Calo di peso pre-operatorio: dieta ad hoc. 1 corso SICOB-SID-SIO Padova 8 marzo 2014

DIETISTA EUFEMIA SILVESTRI Calo di peso pre-operatorio: dieta ad hoc. 1 corso SICOB-SID-SIO Padova 8 marzo 2014 DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA GENERALE UNITÀ OPERATIVA COMPLESSA DI CHIRURGIA MININVASIVA E METABOLICA Primario Dott. C. GIARDIELLO Presidio Ospedaliero Pineta Grande Castel Volturno (CE) DIETISTA EUFEMIA

Dettagli

IDEA PROGETTUALE di Federica Burattini

IDEA PROGETTUALE di Federica Burattini IDEA PROGETTUALE di Federica Burattini Disturbi del comportamento alimentare. Con le locuzioni Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) si indicano tutte quelle problematiche, di pertinenza principalmente

Dettagli

Il primo passo di un cammino per riconoscere la malattia ed affrontarla con i centri ospedalieri specializzati

Il primo passo di un cammino per riconoscere la malattia ed affrontarla con i centri ospedalieri specializzati Il primo passo di un cammino per riconoscere la malattia ed affrontarla con i centri ospedalieri specializzati Per il paziente che vuole saperne di più a cura della SICOB, Società Italiana di Chirurgia

Dettagli

D R. G I U L I A N O S A R R O

D R. G I U L I A N O S A R R O D R. G I U L I A N O S A R R O C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SARRO GIULIANO Data di nascita 4 12 1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Dirigente medico chirurgia generale

Dettagli

Condizioni e fattori di rischio di DMT2

Condizioni e fattori di rischio di DMT2 Condizioni e fattori di rischio di DMT2 IFG o IGT o pregresso diabete gestazionale Età >45 anni, specie se con BMI >25 od obesità centrale Età 25) e una o più fra le seguenti

Dettagli

Sleeve gastrectomy Tecnica e risultati preliminari

Sleeve gastrectomy Tecnica e risultati preliminari Sleeve gastrectomy Tecnica e risultati preliminari DANIELE CAPIZZI, SERGIO BOSCHI, PATRIZIO PATRIZI, LUCIANO FOGLI, ROSSANA BERTA, FRANCESCO DOMENICO CAPIZZI Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale

Dettagli

Effetti metabolici della chirurgia bariatrica

Effetti metabolici della chirurgia bariatrica University of Pisa 1 th A.I.S.F. PRE-MEETING COURSE Liver Disease, Life Style and Behaviour School of Medicine Effetti metabolici della chirurgia bariatrica Stefania Camastra Dipartimento di Medicina Interna

Dettagli

IL RUOLO DELLO PSICOLOGO IN UN AMBULATORIO PER LA CURA DELL OBESITA OBESITA : MOTIVARE AL CAMBIAMENTO

IL RUOLO DELLO PSICOLOGO IN UN AMBULATORIO PER LA CURA DELL OBESITA OBESITA : MOTIVARE AL CAMBIAMENTO Ospedale L. Confalonieri -Luino- Azienda Ospedaliera Fondazione Macchi Giornate Diabetologiche Luinesi II Edizione 2012 IL RUOLO DELLO PSICOLOGO IN UN AMBULATORIO PER LA CURA DELL OBESITA OBESITA : MOTIVARE

Dettagli

Corso aggiornamento OMCT 19.1.2012 A.Kuhrmeier

Corso aggiornamento OMCT 19.1.2012 A.Kuhrmeier Corso aggiornamento OMCT 19.1.2012 A.Kuhrmeier It is predicted that over the course of the next 20 years obesity will be the #1 health problem throughout the world 4 Terapia a breve termine dell obesità

Dettagli

Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche

Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche www.sicob.org Società Italiana di Chirurgia dell Obesità e delle malattie metaboliche (S.I.C.OB.): linee guida e stato dell arte

Dettagli

DOCUMENTO PER LA VALUTAZIONE DEI REQUISITI DI UN CENTRO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE PER LA CURA BESITY DELL OBESITÀ. Riproduzione riservata

DOCUMENTO PER LA VALUTAZIONE DEI REQUISITI DI UN CENTRO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE PER LA CURA BESITY DELL OBESITÀ. Riproduzione riservata BESITY DOCUMENTO PER LA VALUTAZIONE DEI REQUISITI DI UN CENTRO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE PER LA CURA DELL OBESITÀ Riproduzione riservata Indice Introduzione 2 Griglia di valutazione dei requisiti di un

Dettagli

La nostra esperienza nella selezione dei pazienti candidati alla chirurgia bariatrica

La nostra esperienza nella selezione dei pazienti candidati alla chirurgia bariatrica La nostra esperienza nella selezione dei pazienti candidati alla chirurgia bariatrica Ann. Ital. Chir., 2007; 78: 487-492 Franceso Mittempergher, Ernesto Di Betta, Nicola Crea, Claudio Casella, Riccardo

Dettagli

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini Alcune considerazioni Sul diabete Anna Carla Babini Quali argomenti Assolutamente pratici Criteri diagnostici metformina come utilizzarla insulina basale? QUALE VOI VORRETE HbA1c 6,5% il cut-point diagnostico

Dettagli

LA SIBO: CONDIZIONE TRASVERSALE TRASCURATA?

LA SIBO: CONDIZIONE TRASVERSALE TRASCURATA? LA SIBO: CONDIZIONE TRASVERSALE TRASCURATA? SIBO è l acronimo di Small Intestinal Bacterial Overgrowth, ovvero sovraccrescita batterica dell intestino tenue. La sua caratterizzazione clinica è variata

Dettagli

Educazione alimentare

Educazione alimentare Università degli Studi di Torino Azienda Ospedaliera San Luigi di Orbassano Struttura Semplice Dipartimentale di Dietetica e Nutrizione Clinica Educazione alimentare Classificazione: entità Indice di massa

Dettagli

ANUPSA VERONA. Dott.ssa F. «Come affrontare il sovrappeso e le sue complicanze. Dimagrire in salute: la dieta Proteica, i pro e i contro.

ANUPSA VERONA. Dott.ssa F. «Come affrontare il sovrappeso e le sue complicanze. Dimagrire in salute: la dieta Proteica, i pro e i contro. ANUPSA VERONA «Come affrontare il sovrappeso e le sue complicanze. Dimagrire in salute: la dieta Proteica, i pro e i contro.» Circolo Ufficiali di Castelvecchio 13 febbraio 2014 1 Dott.ssa F. Dopo gli

Dettagli

Effetti di diverse tecniche di Chirurgia Bariatrica sull Omeostasi Metabolica in pazienti Obesi

Effetti di diverse tecniche di Chirurgia Bariatrica sull Omeostasi Metabolica in pazienti Obesi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA DIPARTIMENTO DI MEDICINA Scuola di Dottorato in Scienze della Vita e della Salute Dottorato in Scienze Mediche Cliniche e Sperimentali CICLO XXVI TITOLO DELLA TESI DI DOTTORATO

Dettagli

DIABETE MELLITO DIABETE MELLITO: EPIDEMIOLOGIA

DIABETE MELLITO DIABETE MELLITO: EPIDEMIOLOGIA HOME DIABETE MELLITO Dr. Alessandro Bernardini DIABETE MELLITO: EPIDEMIOLOGIA DIABETE MELLITO Il diabete di tipo 1 si può manifestare a qualsiasi età, ma c'è un netto aumento nel periodo della pubertà

Dettagli

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE LE CAUSE DELL OBESITÀ Dall interazione di fattori

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA?

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? M.M. Lirici SESSIONE SIC-SICE Sistema ABC ACTIVITY BASED COSTING Gli elementi che generano il costo sono quelli che richiedono una prestazione

Dettagli

APPROPRIATEZZA della EGDS

APPROPRIATEZZA della EGDS APPROPRIATEZZA della EGDS Dr. P. Montalto U.O.C. Gastroenterologia OSPEDALE SAN JACOPO. GASTROENTEROLOGIA NELL ANZIANO Pisa, 28 settembre 2013 Totale: 60.626.442 abitanti ³65 anni: 12.301.537 abitanti

Dettagli

Complicanze Mediche dell Anoressia Nervosa

Complicanze Mediche dell Anoressia Nervosa Complicanze Mediche dell Anoressia Nervosa E semplice individuare le pazienti a rischio clinico? Parametri di laboratorio: ad es albuminemia : raramente alterata (ridotto catabolismo dell albumina e disidratazione).

Dettagli

1. VALUTAZIONE NUTRIZIONALE

1. VALUTAZIONE NUTRIZIONALE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 4 FRIULI CENTRALE Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE Partita IVA e Codice Fiscale 02801610300 ALLEGATO

Dettagli

14% 11% 23% OB.CANCRO INSUFF.RENALE PAT.ENDOCRINE D.COMP.ALIMENTARE DISLIPIDEMIE OBESITA' SOVRAPPESO

14% 11% 23% OB.CANCRO INSUFF.RENALE PAT.ENDOCRINE D.COMP.ALIMENTARE DISLIPIDEMIE OBESITA' SOVRAPPESO Ma chi siamo? Medici, che hanno particolare competenza sulle patologie legate alla nutrizione La Nutrizione clinica è la nutrizione dei pazienti in ambito sanitario. Clinica in questo senso si riferisce

Dettagli

La corretta alimentazione, come districarsi dal ginepraio delle diete

La corretta alimentazione, come districarsi dal ginepraio delle diete La corretta alimentazione, come districarsi dal ginepraio delle diete Dott. F. D Andrea SCDO Dietetica e Nutrizione Clinica AOU Maggiore della Carità Novara MALNUTRIZIONE definizione & caratteristiche

Dettagli

Il paradosso del Veneto

Il paradosso del Veneto Audizione in Quinta Commissione del Consiglio Regionale del Veneto Venezia, 12 Luglio 2013 Il paradosso del Veneto Enzo Bonora Presidente - Sezione Veneto Trentino Alto Adige Società Italiana di Diabetologia

Dettagli

Il ruolo del farmacista ospedaliero e la sua collaborazione al Blocco Operatorio Centrale : L esperienza dell Ospedale Galliera

Il ruolo del farmacista ospedaliero e la sua collaborazione al Blocco Operatorio Centrale : L esperienza dell Ospedale Galliera IL FARMACISTA PUBBLICO E L'USO APPROPRIATO DELLE RISORSE NELL'ERA DELLA SPENDING REVIEW: STRUMENTI PER IL MONITORAGGIO GENOVA 24 MAGGIO 2013 Il ruolo del farmacista ospedaliero e la sua collaborazione

Dettagli

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE La persona affetta da neoplasia gastrica è spesso portatrice di uno stato di malnutrizione, soprattutto quando la malattia è localizzata negli organi dell apparato digerente. Alle cause di malnutrizione

Dettagli

RECENTI ACQUISIZIONI SCIENTIFICHE NEL CONTROLLO DELL OBESITÀ

RECENTI ACQUISIZIONI SCIENTIFICHE NEL CONTROLLO DELL OBESITÀ Organizzatore: J&B S.R.L. Indirizzo: VIA PIEMONTE 12 Città: 87036 RENDE (CS) Telefono: 0984/837852 Fax: 0984/830987 Referente: Dott. DANIELE PERRELLI - WEB - www.jbprof.com info@jbprof.com Rif. Organizzatore

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Titolo Pag. Rubrica Sicob Horsemoonpost.com 26/02/2014 OBESITA': IN ITALIA 6 MILIONI, IN POCHI SCELGONO L'INTERVENTO CHIRURGICO CHE E' ISOLUTIVO Agi.it 25/02/2014 OBESITA':

Dettagli

La terapia del diabete in casa di riposo un anno dopo. Luisa Guglielmi Venerdì 30 marzo 2012

La terapia del diabete in casa di riposo un anno dopo. Luisa Guglielmi Venerdì 30 marzo 2012 La terapia del diabete in casa di riposo un anno dopo Luisa Guglielmi Venerdì 30 marzo 2012 Premessa Eterogeneità della popolazione anziana diabetica Scarsi gli studi focalizzati sugli anziani fragili

Dettagli

VIVERE MEGLIO PER VIVERE DI PIÙ

VIVERE MEGLIO PER VIVERE DI PIÙ VIVERE MEGLIO PER VIVERE DI PIÙ ALLA SCOPERTA DELLA MEDICINA METABOLICA Policlinico di Monza Istituto ad Alta Specializzazione INDICE LA MEDICINA METABOLICA Prefazione 7 Il Policlinico di Monza ha creato

Dettagli

TERAPIA DIETETICA IN RIABILITAZIONE ONCOLOGICA. Dietista Diplomata Giada Ponti

TERAPIA DIETETICA IN RIABILITAZIONE ONCOLOGICA. Dietista Diplomata Giada Ponti TERAPIA DIETETICA IN RIABILITAZIONE ONCOLOGICA Dietista Diplomata Giada Ponti MALNUTRIZIONE NEL PAZIENTE ONCOLOGICO INTAKE FABBISOGNI 2 1. Inadeguato intake di energia e nutrienti Effetti locali provocati

Dettagli

Cos è? Come affrontarla?

Cos è? Come affrontarla? L OBESITÀ Cos è? Come affrontarla? Dieta ipocalorica Incremento attività fisica Terapia cognitivo comportamentale ASSOCIAZIONE ITALIANA DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE E DEL PESO Questo manuale è protetto

Dettagli

CdL in INFERMIERISTICA L OBESITA E IL DIABETE

CdL in INFERMIERISTICA L OBESITA E IL DIABETE CdL in INFERMIERISTICA Medicina Generale e Specialistica Dr Claudio Pagano Dip di Scienze Mediche e Chirurgiche Università di Padova L OBESITA E IL DIABETE OBESITA Definizione: Sindrome clinica caratterizzata

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE MELLITO. Dottoressa BOVERO Anna Medicina Interna III Negri Ospedale Santa Corona Pietra Ligure ( SV)

CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE MELLITO. Dottoressa BOVERO Anna Medicina Interna III Negri Ospedale Santa Corona Pietra Ligure ( SV) CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE MELLITO Dottoressa BOVERO Anna Medicina Interna III Negri Ospedale Santa Corona Pietra Ligure ( SV) Il diabete mellito è formato da un gruppo eterogeneo di disturbi metabolici

Dettagli

Le complicanze del diabete in Italia. Lo studio DAI e altre fonti. Carlo B. Giorda Centro Studi e Ricerche AMD

Le complicanze del diabete in Italia. Lo studio DAI e altre fonti. Carlo B. Giorda Centro Studi e Ricerche AMD Le complicanze del diabete in Italia. Lo studio DAI e altre fonti Carlo B. Giorda Centro Studi e Ricerche AMD I numeri del diabete in Italia Prevalenza nella popolazione (Torino, Firenze 2003) ~4,3 % Prevalenza

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL OBESITA : i paradossi imperanti

IL TRATTAMENTO DELL OBESITA : i paradossi imperanti IL TRATTAMENTO DELL OBESITA : i paradossi imperanti Già nel II secolo d.c., il famoso medico greco Galeno di Pergamo dedicò un trattato alla . Già allora l'autore raccomandava che lo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Luigi Angrisani Indirizzo Piazza Vittoria 7, 80121 Napoli - Italia Telefono +39081/7648473 Fax +390817648473

Dettagli

VOLUME XXXII (2) - LUGLIO-DICEMBRE 2011 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI CLINICI DI PERFEZIONAMENTO (ICP) Fondata nel 1956

VOLUME XXXII (2) - LUGLIO-DICEMBRE 2011 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI CLINICI DI PERFEZIONAMENTO (ICP) Fondata nel 1956 VOLUME XXXII (2) - LUGLIO-DICEMBRE 2011 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI CLINICI DI PERFEZIONAMENTO (ICP) Fondata nel 1956 RIVISTA MEDICO-SCIENTIFICA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO E. BASSINI Volume XXXII Fascicolo

Dettagli

GESTIONE GASTROSTOMIA

GESTIONE GASTROSTOMIA GESTIONE GASTROSTOMIA UN PO DI SIGLE N.A.: Nutrizione Artificiale N.E.: Nutrizione Enterale S.N.G.: Sondino Naso Gastrico P.E.G.: Gastrostomia Endoscopica Percutanea P.E.Y: Digiunostomia Endoscopica Percutanea

Dettagli

Tesi di Dottorato in Gastroendocrinologia Pediatrica XXIII ciclo

Tesi di Dottorato in Gastroendocrinologia Pediatrica XXIII ciclo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE GINECOLOGICHE OSTETRICHE E DI NEONATOLOGIA SEDE CONSORZIATA SECONDA UNIVERSITà DEGLI STUDI DI NAPOLI Tesi di Dottorato

Dettagli

Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA

Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA Docente: Dr. Luca La Fauci Biologo Nutrizionista & Tecnologo Alimentare Lezione 4 Alimentazione e prevenzione ALIMENTAZIONE E TUMORI Da quasi

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ ALESSIA MINNITI, Unità Funzionale Semplice di Dietetica e Nutrizione Clinica Università degli Studi di Verona 4 Congresso SIO-Triveneto Udine,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Gianni Pantuso 24, VIA M 12, 90046, MONREALE (PA), ITALIA Telefono +390916554501 - +393392029624

Dettagli

Programmazione di gravidanza nelle donne con diabete pregestazionale: applicazione del nostro modello organizzativo in un follow up di 7 anni

Programmazione di gravidanza nelle donne con diabete pregestazionale: applicazione del nostro modello organizzativo in un follow up di 7 anni Programmazione di gravidanza nelle donne con diabete pregestazionale: applicazione del nostro modello organizzativo in un follow up di 7 anni Bonfadini S., Agosti B., Rocca L., Zarra E., Cimino A. UO Diabetologia,

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Università degli Studi di Pavia Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Direttore: Prof. Anna Tagliabue

Dettagli

IL DIABETE MELLITO NON INSULINODIPENDENTE (NIDDM) GESTIONE DA PARTE DEL MMG

IL DIABETE MELLITO NON INSULINODIPENDENTE (NIDDM) GESTIONE DA PARTE DEL MMG IL DIABETE MELLITO NON INSULINODIPENDENTE (NIDDM) GESTIONE DA PARTE DEL MMG A cura di Marco Pietro Mazzi e Maria Chiara Cressoni (SIMG-FIMMG ASL 22) PREMESSA Nella gestione del paziente diabetico l obiettivo

Dettagli

Indice. Informazioni Generali... Pag.37 Informazioni Scientifiche... Pag.43 Programma Sociale... Pag.46 Aziende Sponsor... Pag.50

Indice. Informazioni Generali... Pag.37 Informazioni Scientifiche... Pag.43 Programma Sociale... Pag.46 Aziende Sponsor... Pag.50 Indice Lettera del Presidente del Congresso... Pag.6 Lettera del Presidente del Consiglio regionale della Calabria... Pag.7 Pianta Congressuale... Pag.9 Tavola Sinottica... Pag.10 Programma Scientifico...

Dettagli

Rinforza con fiducia. PER F ORM ANC E through innovation

Rinforza con fiducia. PER F ORM ANC E through innovation Rinforza con fiducia PER F ORM ANC E through innovation Riduce le fistole. 3.5 3 Numerosi dati clinici pubblicati nella letteratura scientifica documentano la riduzione di fistole 1 Sono stati pubblicati

Dettagli

CELIACHIA. Fino a pochi anni fa la celiachia era considerata una mal poco frequente; oggi in Italia 1 caso ogni 100 abitanti

CELIACHIA. Fino a pochi anni fa la celiachia era considerata una mal poco frequente; oggi in Italia 1 caso ogni 100 abitanti CELIACHIA E una enteropatia autoimmune geneticamente determinata,caratterizzata da una risposta autoimmune contro la glutine, contenuto nel grano, orzo, segale, farro ed altri cereali minori. E caratterizzata

Dettagli

LA SCOMMESSA SANITA A VICENZA

LA SCOMMESSA SANITA A VICENZA CONVEGNO ASSOCIAZIONE CULTURALE 11 SETTEMBRE Villa Cordellina Lombardi 7 giugno 2010 LA SCOMMESSA SANITA A VICENZA Dr. Antonio Alessandri Direttore Generale Azienda Socio Sanitaria N. 6 Vicenza L Azienda

Dettagli