REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA"

Transcript

1 Pag. 1 di 16 REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti per conformità a ISO /01/2014 Sesta revisione Ricezione osservazioni di Accredia 7 15/04/2014 Settima revisione Perfezionamento dopo audit di Accredia REVISIONE DATA MOTIVO DELLA REVISIONE REDATTA CONTROLLATA APPROVATA Funzione Responsabile della Funzione Qualità Certifications Manager Direttore AICA Nome P. Fezzi P. Schgör G. Occhini

2 Pag. 2 di 16 INDICE 1. OGGETTO CAMPO DI APPLICAZIONE DOCUMENTI DI RIFERIMENTO PRINCIPI GENERALI DEFINIZIONI ECDL FOUNDATION TEST CENTER ESAMI DI CERTIFICAZIONE Supervisore Esaminatore Esami automatici Esami manuali LICENZIATARIO Associato Licenziatario Capofila Capofila Partner CENTRO QUALIFICAZIONE AUTORIZZAZIONE QUESTIONARIO DI QUALIFICAZIONE CODICE DI QUALIFICAZIONE REQUISITI SCHEDA CURRICULARE PREMESSA GENERALE VARIAZIONE DEI REQUISITI REQUISITI DELL ENTE IDENTIFICAZIONE DELL ENTE Denominazione sociale Tipologia giuridica dell Ente Indirizzo dell Ente Uso dei marchi e dei loghi DOCUMENTAZIONE DI SUPPORTO PER L ENTE RICHIEDENTE REQUISITI DELLA SEDE DI ESAMI IDENTIFICAZIONE DELLA SEDE DI ESAMI Denominazione completa della sede di esami Indirizzo effettivo della sede di esami Riconoscibilità esterna REQUISITI DELLE AULE DI ESAMI Numero minimo dei PC dedicati agli esami Separazione delle postazioni di esame Disponibilità di almeno 2 m 2 di superficie per ogni postazione Altezza minima del locale di m 2, Conformità dell aula a una sorveglianza continua durante gli esami Aumento di aule dedicate agli esami ATTREZZATURE INFORMATICHE DELL AULA DI ESAMI Requisiti hardware e software dei PC dedicati agli esami Connessione dei PC in rete locale (LAN) Connessione a Internet Stampante in rete SICUREZZA E IGIENE Conformità alle Norme di sicurezza... 12

3 Pag. 3 di Idoneità igienico sanitaria dei locali all uso didattico ACCESSIBILITÀ AI DISABILI PERSONALE DEL TEST CENTER RESPONSABILE DEL TEST CENTER Requisiti per l approvazione del Responsabile del Test Center SUPERVISORI ED ESAMINATORI Requisiti per la qualificazione come Supervisore Requisiti per la qualificazione come Esaminatore Formazione dei Supervisori: il corso on line Conoscenza e applicazione delle Procedure Conoscenza del sistema ATES di gestione e valutazione automatica degli esami fornito da AICA VARIAZIONI NEL PERSONALE DEL TEST CENTER Aggiunta di un Supervisore o di un Esaminatore Sostituzione di un Supervisore o di un Esaminatore Comunicazioni con i Test Center Licenziatari... 16

4 Pag. 4 di OGGETTO Il documento contiene l elenco, ed una sintetica descrizione, dei requisiti minimi richiesti per la qualificazione di una Organizzazione al fine di ottenere da AICA la licenza su base contrattuale, per svolgere l attività di sede di esami per le Certificazioni delle competenze informatiche gestite da AICA 1. Le Certificazioni alle quali si applica il presente documento e le eventuali specificità che differiscono da quelle generali sono riportate nell Appendice 1, oppure su apposite pagine del portale web di AICA citate nella suddetta Appendice. (www.aicanet.it) Tali requisiti, che si informano agli standard internazionali della ECDL Foundation, devono sussistere, obbligandosi in tal senso il Licenziatario, anche per tutti i suoi Associati, per tutta la durata del Contratto di Licenza. 2. CAMPO DI APPLICAZIONE La Procedura si applica al processo di qualificazione 2 dei nuovi Test Center o al rinnovo periodico della Licenza di quelli già qualificati. 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO Contratto di Licenza Questionario di qualificazione, una volta che questo sia stato compilato dall Ente richiedente e trasmesso ad AICA per la domanda di qualificazione per un specifico livello di certificazione. 4. PRINCIPI GENERALI Le Procedure che disciplinano l attività di certificazione di persone effettuata dagli Enti qualificati da AICA tengono conto nella loro formulazione delle Procedure e delle Linee Guida fornite a livello europeo dalla European Computer Driving Licence Foundation Ltd con sede a Dublino e si ispirano ai seguenti Principi Generali definiti nella normativa ISO 3 per le certificazioni delle persone: Imparzialità: nessun interesse personale o di categoria deve influenzare la concessione delle certificazioni o deve prevalere negli organi direttivi dell Ente qualificato. Etica professionale: la decisioni relative alla certificazione devono essere improntate alla correttezza ed alla integrità morale Competenza tecnica: le attività tecniche connesse alla certificazione devono essere effettuate in conformità al miglior stato delle conoscenze nella materia. Accessibilità: deve essere garantito l accesso alle prestazione dell Ente qualificato a tutti, senza discriminazioni di alcun tipo 4. Trasparenza: le regole per l acquisizione della certificazione devono essere pubbliche e note a tutti senza particolari vincoli o restrizioni. 1 Cioè dai Test Center, con esclusione dell area EUCIP (European Certification of Informatics Professionals) standard europeo del CEPIS per le competenze dei professionisti ICT gestita dai relativi Centri di Competenza, con la sola eccezione della certificazione EUCIP Administrator Fundamentals i cui esami possono essere erogati dai Test Center. 2 Per maggiore corrispondenza alla terminologia delle norme ISO e ISO 9001 si utilizza qualificazione e qualificare in sostituzione dei termini accreditamento e accreditare, utilizzati nelle precedenti versioni del presente documento. 3 I Principi Generali sono allineati alla ISO 17024, la norma internazionale che regola la certificazione di persone. 4 Con la deroga per le eventuali normative vigenti di limitazione all accesso riguardanti gli Enti Militari o gli Enti della Pubblica Amministrazione.

5 Pag. 5 di DEFINIZIONI Sono riportate di seguito le principali definizioni di termini usati con un preciso significato in questo documento ECDL FOUNDATION Autorità internazionale, indipendente da qualsiasi produttore, che governa un programma internazionale di certificazione delle competenze digitali di uso del computer, gestito in Italia da AICA TEST CENTER Sede d esami permanente, autorizzata da AICA a seguito della sua qualificazione, mediante la verifica positiva della sua conformità rispetto ai requisiti dichiarati nel presente documento ESAMI DI CERTIFICAZIONE Esami erogati secondo uno standard, definito nel Syllabus di riferimento, il cui superamento dà diritto all acquisizione della corrispondente certificazione Supervisore Persona qualificata da AICA a gestire l organizzazione e l erogazione tecnica degli esami automatici di certificazione, con funzioni di sorveglianza (cioè controllo della regolarità del loro svolgimento) e di supporto tecnico ai candidati Esaminatore Persona qualificata da AICA ad erogare e valutare gli esami manuali di certificazione, in quanto in possesso dei requisiti e delle competenze necessarie per la valutazione degli elaborati di esame Esami automatici Esami erogati e valutati automaticamente mediante il sistema ATES 5 fornito da AICA Esami manuali Esami preparati e valutati manualmente da un Esaminatore, sulla base del MQTB fornito da AICA LICENZIATARIO Ente formalmente qualificato che ha sottoscritto con AICA un Contratto di Licenza per determinate certificazioni Associato Test Center che non ha rapporti contrattuali diretti con AICA, ma ha stipulato un contratto di sub-licenza con il Licenziatario, con cui quest ultimo gli trasferisce le obbligazioni e le facoltà del suo contratto con AICA, previa qualificazione da parte di AICA di una delle sue sedi Licenziatario Capofila È un Licenziatario, secondo la definizione del punto 5.4., al quale, previa qualificazione da parte di AICA, sono affiliati, mediante un contratto di sub-licenza degli Associati che non siano sedi proprie, ma Enti terzi con personalità giuridica distinta. 5 ATES (Automatic Testing and Evaluation System). 6 MQTB: Manual Question and Test Base.

6 Pag. 6 di Capofila Partner Il Capofila Partner è un Licenziatario Capofila individuato da AICA, con sistema di gestione della qualità certificato ISO 9001, che vanta un esperienza consolidata di Capofila e che nella sua attività, rilevante e continua, ha sempre dato dimostrazione di condividere e applicare gli obiettivi di qualità di AICA. Il Capofila Partner ha inoltre sottoscritto con AICA uno specifico Contratto nel quale si assume particolari obbligazioni e responsabilità connesse a questo ruolo CENTRO Con il termine generico di Centro ci si riferisce sia ai Test Center autorizzati, previa qualificazione da parte di AICA, sia agli Enti che hanno fatto domanda e sono in attesa della qualificazione come Test Center QUALIFICAZIONE Processo inteso ad assicurare la qualità di un Test Center, mediante la verifica positiva della sua conformità ai requisiti richiesti dal presente documento AUTORIZZAZIONE Approvazione formale, trasmessa via o fax, con la quale AICA, a fronte dell esito positivo del processo di qualificazione, abilita una specifica sede di un Ente a fungere da Test Center o una specifica persona ad esercitare il ruolo di Esaminatore, di Supervisore o di Responsabile della sede di esami QUESTIONARIO DI QUALIFICAZIONE Documento in formato elettronico, compilabile via Web o trasmesso via web, contenente un elenco di requisiti che il Test Center deve possedere e mediante la compilazione del quale il medesimo Test Center dichiara la sussistenza e la veridicità dei requisiti richiesti. Il Questionario di qualificazione di un Associato sarà inoltrato dal suo Test Center Licenziatario di riferimento CODICE DI QUALIFICAZIONE Si tratta di un codice identificativo alfanumerico, attribuito a ciascuna sede di esami, al momento della compilazione del Questionario di qualificazione, che consente di identificare sia il Licenziatario (oppure il suo Associato), sia la specifica sede di esami qualificata. Tale codice deve essere utilizzato dal Test Center in tutte le sue comunicazioni con AICA REQUISITI Elementi, qualità o comportamenti obbligatori, richiesti, che il Test Center si impegna, anche per i suoi eventuali Associati, a garantire per tutta la durata del Contratto di Licenza SCHEDA CURRICULARE Documento contenente un elenco di requisiti che un Esaminatore o un Supervisore (vedere par. 10.2) o il Responsabile della sede di esami (Responsabile del Test Center, vedere par. 10.1) devono possedere e mediante la compilazione del quale il Test Center dichiara la sussistenza e la veridicità dei requisiti richiesti. La scheda curriculare è compilata ed è trasmessa assieme al Questionario di qualificazione, ma costituisce un documento a se stante, che può essere compilato e aggiornato direttamente dall interessato o dal Responsabile del Centro. 6. PREMESSA GENERALE L autorizzazione di un Ente a essere Test Center AICA, cioè sede di esami di una o più certificazioni di AICA, presuppone la sua qualificazione da parte di AICA stessa. L esistenza

7 Pag. 7 di 16 dei requisiti è condizione necessaria per la qualificazione. AICA si riserva di approvare le richieste di qualificazione in base anche ad altri criteri di valutazione, che saranno prontamente comunicati, ed eventualmente all esito di Audit preventivi alla sede di esami proposta. L esito della valutazione, che spetta ad AICA, viene comunicato via mail, al richiedente la qualificazione. Eventuali deroghe concesse da AICA circa l insussistenza di un requisito possono essere concesse discrezionalmente, a fronte di casi particolari, valutati e approvati da AICA, e non possono essere invocati per richiedere l estensione della loro applicazione ad altri casi. I requisiti dichiarati sul Questionario e approvati ai fini della qualificazione del Test Center devono sussistere per tutta la durata del contratto di licenza, anche per gli eventuali Associati accreditati. La persona designata dall Ente che richiede la qualificazione come Responsabile del Test Center è garante della correttezza delle informazioni contenute nel Questionario di qualificazione. 7. VARIAZIONE DEI REQUISITI Eventuali variazioni dei requisiti devono essere comunicati dal Test Center come modifiche al proprio Questionario di qualificazione: saranno registrate e confrontate da AICA con i dati antecedenti. Nel caso di un Test Center Associato, l inoltro delle variazioni verrà effettuato, come per la richiesta di qualificazione, dal Test Center Licenziatario. Alcune variazioni, una volta comunicate, sono semplicemente registrate nel database di AICA (telefono, fax, , Web-site). Altre specifiche variazioni (ad es. cambiamento o aggiunta di aule o Supervisori) necessitano dell approvazione formale da parte di AICA. Per alcune di queste si richiede di produrre i relativi documenti di supporto (nel caso ad es. del cambiamento o aggiunta di un aula esami o della sede di esami nella sua interezza). La variazione delle caratteristiche strutturali della sede di esami o del suo indirizzo si configurano come richiesta di qualificazione di una nuova sede: il Test Center deve pertanto sospendere qualsiasi attività di esami, fino a che non sarà pervenuta l autorizzazione, cioè la comunicazione scritta della nuova qualificazione. 8. REQUISITI DELL ENTE 8.1. IDENTIFICAZIONE DELL ENTE Denominazione sociale La denominazione sociale deve essere completa e scritta per esteso e deve corrispondere a quella della visura camerale, dell atto costitutivo o comunque dei documenti ufficiali dell Ente Tipologia giuridica dell Ente Per essere qualificato da AICA come Test Center l Ente richiedente deve rientrare in una delle seguenti categorie. 1. Istituzioni Scolastiche primarie di primo e secondo grado statali e paritarie 2. Centri Territoriali Permanenti di istruzione per adulti (costituiti presso scuole statali). 3. Atenei universitari. 4. Imprese private, ad eccezione di imprese individuali 7 e liberi professionisti. 5. Associazioni ed Enti no profit solo se costituiti per atto pubblico. 7 Nel caso delle imprese individuali, se sono registrate alla CCIAA e svolgono la loro attività di formazione in locali dedicati, riconoscibili e separati dalla loro abitazione, hanno la possibilità di richiedere la qualificazione come Associati di un Capofila Partner, che fornirà la necessaria assistenza e collaborazione.

8 Pag. 8 di Enti pubblici non scolastici (ad es. Comuni, Ministeri, ecc.). L Ente richiedente la qualificazione deve specificare chiaramente e obbligatoriamente la propria tipologia giuridica. Nel caso delle Imprese, bisogna specificare se trattasi di SPA, SRL, SNC, SAS, ecc. Nel caso degli altri Enti bisogna specificare se trattasi di Associazione, Fondazione, Consorzio, ONLUS, Ordine religioso ecc.: tali Enti devono essere costituiti per atto pubblico Indirizzo dell Ente L indirizzo deve essere quello della sede legale o della sede amministrativa o operativa dell Ente, dove viene svolta l attività principale e dove opera ed è reperibile il Legale Rappresentante, ove diversa dalla sede legale Uso dei marchi e dei loghi È fatto divieto ai Test Center di utilizzare nella pubblicità i marchi registrati AICA e CEPIS. Invece il Logo ECDL può essere utilizzato, ma solo dopo l avvenuta qualificazione e la firma dello specifico Contratto di Licenza (o della comunicazione da parte di AICA dell avvenuta qualificazione, nel caso degli Associati). In attesa dell esito della qualificazione è inoltre fatto divieto assoluto di fare qualsiasi pubblicità sul rilascio del certificato e sugli esami di certificazione, compresa la pubblicità sul sito Web. L inosservanza di queste prescrizioni comporta l immediata sospensione del processo di qualificazione, oltre alle responsabilità soggettive derivanti dall uso non autorizzato di marchi registrati. La rimozione e/o l eliminazione dei Loghi è condizione necessaria, ma non sufficiente, per la ripresa della qualificazione, riservandosi AICA di decidere in relazione alle circostanze e alla gravità del caso DOCUMENTAZIONE DI SUPPORTO PER L ENTE RICHIEDENTE I documenti richiesti per la prosecuzione della pratica di qualificazione, sono di seguito indicati e variano a secondo della tipologia dell Ente: Scuole Statali e Atenei: foto dell aula 8 adibita agli esami, che permetta di controllare la disposizione e la spaziatura dei PC (con l invio di questa documentazione non è necessario produrre ulteriori documenti). Scuole Paritarie: foto dell aula 8 adibita agli esami, che permetta di controllare la disposizione e la spaziatura dei PC; copia del decreto attestante la parificazione, in conformità alla legge del 10 marzo 2000 n 62 Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all istruzione (con l invio di questa documentazione non è necessario produrre ulteriori documenti). Enti Ospedalieri e ASL 9 : foto dell aula 8 adibita agli esami, che permetta di controllare la disposizione e la spaziatura dei PC; certificato di attribuzione del numero di Partita IVA. Se l Ente fosse privato e 8 Copie fotostatiche chiare e leggibili, oppure documenti in formato digitale. 9 Comprende le Aziende Ospedaliere pubbliche e private e le diverse strutture organizzative che fanno capo alle ASL.

9 Pag. 9 di 16 iscritto alla CCIAA deve fornire la visura camerale (con l invio di questa documentazione non è necessario produrre ulteriori documenti). Enti accreditati alla Regione: foto dell aula 8 adibita agli esami, che permetta di controllare la disposizione e la spaziatura dei PC; copia della documentazione attestante l accreditamento Regionale come: Ente di Formazione presso la Regione o autorizzato dalla Regione a tenere corsi regionali o corsi finanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE) (con l invio di questa documentazione non è necessario produrre ulteriori documenti). Imprese Private: foto dell aula 8 adibita agli esami, che permetta di controllare la disposizione e la spaziatura dei PC; visura camerale dell Ente, rilasciata della competente CCIAA; sintesi del bilancio dell ultimo anno (soltanto prospetto di stato patrimoniale e conto economico); autodichiarazione 10 del Legale Rappresentante 11 che i locali e le attrezzature non sono condivise con altri utilizzatori e che sono disponibili con continuità per tutta la durata del contratto di licenza; certificato (o parere) igienico-sanitario della ASL 12, attestante l idoneità dei locali all uso didattico. Nel caso di difficoltà ad ottenere in tempi brevi il certificato, AICA è disponibile ad accogliere, in temporanea sostituzione di tale documento, la richiesta inoltrata all ASL di emissione del certificato/parere di idoneità, impegnandosi a produrre il certificato/parere definitivo entro la durata del contratto; autodichiarazione 10 del Legale Rappresentante attestante la conformità dell impianto elettrico a norma ai sensi del D.M. 22/01/2008 n 37 e successive modificazioni e integrazioni (oppure della Legge 46/90 per gli impianti installati antecedentemente il 2008) e la conformità delle aule ai requisiti del D. Lgs. 9 aprile 2008 n Ente no profit (es. associazioni o fondazioni): foto dell aula 8 adibita agli esami, che permetta di controllare la disposizione e la spaziatura dei PC; certificato di attribuzione del numero di Partita IVA (se l Ente fosse iscritto alla CCIAA deve fornire la visura camerale); copia dell atto pubblico costitutivo; eventuale copia dello statuto (solo se richiesta da AICA); eventuale copia del certificato di iscrizione nel Registro delle Persone 10 L autodichiarazione è disciplinata dal DPR 445/2000 sulle dichiarazioni sostitutive. 10 È esclusiva responsabilità dell Ente garantire che le dichiarazioni siano veritiere e che siano state emesse e firmate da chi possiede i requisiti e i poteri per emetterle. 11 Emesso dalla ASL o dal Comune a seguito dell ispezione da parte dell ASL. 13 AICA si riserva il diritto, direttamente o a mezzo dei suoi Auditor, di richiedere la documentazione comprovante queste dichiarazioni.

10 Pag. 10 di 16 Giuridiche o dei decreti di riconoscimento nel caso si tratti di Associazione riconosciuta. sintesi del rendiconto economico e finanziario dell ultimo anno; certificato (o parere) igienico-sanitario della ASL 14, attestante l idoneità dei locali all uso didattico. Nel caso di difficoltà ad ottenere in tempi brevi il certificato, AICA è disponibile ad accogliere, in temporanea sostituzione di tale documento, la richiesta inoltrata all ASL di emissione del certificato/parere di idoneità, impegnandosi a produrre il certificato/parere definitivo entro la durata del contratto; autodichiarazione 10 del Legale Rappresentante attestante la conformità dell impianto elettrico a norma ai sensi del D.M. 22/01/2008 n 37 e successive modificazioni e integrazioni (oppure della Legge 46/90 per gli impianti installati antecedentemente il 2008) e la conformità delle aule ai requisiti del D. Lgs. 9 aprile 2008 n e del DPR 151/2011 sulla normativa di prevenzione degli incendi. 9. REQUISITI DELLA SEDE DI ESAMI Ci si riferisce alla sede autorizzata (previa qualificazione) del Test Center per lo svolgimento degli esami di certificazione, la cui denominazione e il cui indirizzo vengono pubblicati sul sito Web di AICA. La qualificazione di AICA come Test Center concerne sempre una specifica sede propria dell Ente. La qualificazione di una sede dell Ente quale Test Center non implica quindi la qualificazione anche di altre sue eventuali sedi secondarie, che potranno essere qualificate singolarmente a richiesta, possedendo i requisiti minimi per la qualificazione IDENTIFICAZIONE DELLA SEDE DI ESAMI Denominazione completa della sede di esami La denominazione della sede di esami di norma coincide con quella dell Ente. Se diversa, deve essere segnalata. La differenziazione della denominazione della sede di esami è giustificata solamente se vengono dichiarati insegne proprie o marchi di appartenenza a Gruppi o a catene di franchising, depositati e/o ufficiali, oppure, nel caso di istituzioni scolastiche, se si tratta di una propria sede associata, riportata come tale nell anagrafe scuole del MIUR Indirizzo effettivo della sede di esami L indirizzo può essere diverso da quello dell Ente, se la sede operativa dove vengono svolti gli esami è distinta da quella legale/amministrativa o se si tratta di una sede secondaria (o di una unità locale) dell Ente stesso. Si può fare riferimento alla sede secondaria dell Ente, solo se: nel caso delle Imprese, è registrata come unità locale al Pubblico Registro delle Imprese 16 e riportata come tale sulla visura camerale; nel caso delle Associazioni, è registrata nell atto costitutivo o nelle delibere di aggiornamento (oppure nel Registro delle Persone Giuridiche 17 ) come sede secondaria. 13 Emesso dalla ASL o dal Comune a seguito dell ispezione da parte dell ASL. 15 AICA si riserva il diritto, direttamente o a mezzo dei suoi Auditor, di richiedere la documentazione comprovante queste dichiarazioni. 16 In conformità all Art del Codice Civile. 17 In conformità all articolo 4, comma 2, del DPR 10 febbraio 2000, n 361.

11 Pag. 11 di Riconoscibilità esterna Le sedi di esami devono essere identificate e riconoscibili al pubblico con il nome dell Ente o della sede di esami REQUISITI DELLE AULE DI ESAMI La qualificazione concerne, all interno di una specifica sede, una o più aule, adibite agli esami. Ciascuna di queste aule, per consentire una sessione di esami, deve avere caratteristiche fisiche e attrezzature informatiche conformi rispetto ai requisiti descritti qui di seguito, nel presente par. 9.2 e nel successivo par Numero minimo dei PC dedicati agli esami Ogni singola aula deve ospitare il numero minimo di 5 PC dedicati agli esami, su ciascuno dei quali sarà installato il software necessario per gli esami 19. Eventuali ulteriori PC presenti nell aula e non dedicati agli esami potranno essere raggruppati in un area distinta, oppure essere intercalati a quelli dedicati agli esami, quando ciò consenta di ottenere una separazione maggiore tra le postazioni d esame (vedi par ) Separazione delle postazioni di esame Ai fini di un regolare svolgimento degli esami, il Test Center deve garantire un adeguata separazione di tutti i PC adibiti agli esami, 21 i quali debbono essere stabilmente distanziati fra i monitor di almeno 80 cm, 22. La prescritta distanza di 80 cm minimo tra le postazioni deve essere intesa come lo spazio libero che intercorre fra il fianco di un monitor ed il fianco del monitor più vicino posto sulla medesima fila. In assenza di questa distanza minima è accettabile l inserimento dei PC adibiti agli esami in strutture con divisori, ad es. con separé, fissi oppure amovibili. 23 Nel caso di impiego di divisori, per garantire un confortevole svolgimento degli esami, lo spazio libero a disposizione del candidato fra una parete divisoria e l altra non può essere inferiore a 70 cm Disponibilità di almeno 2 m 2 di superficie per ogni postazione. Ciascuna aula adibita agli esami deve disporre di almeno 2 m 2 di superficie per ogni postazione d esami. 18 Qui vengono descritti i requisiti minimi di tipo generale. Eventuali specificità per le particolari certificazioni vengono riportati nell Appendice Nelle certificazioni con esami automatici il sistema ATES, nelle certificazioni con esami manuali un software omologato da AICA per l effettuazione degli esami. 20 Deve essere evidente, in caso di audit, che i PC non dichiarati non siano abilitati agli esami. 21 Cioè dichiarati, come da par La disposizione delle postazioni a scacchiera (cioè a posti alterni) può essere una valida misura di separazione solo per aule con un numero di postazioni tale che sia possibile garantire la disponibilità del minimo di postazioni richieste e dedicate stabilmente agli esami: in tal caso i PC che fungono da separatori non devono essere dichiarati nel questionario come postazioni di esame e non possono avere installato alcun modulo del sistema ATES. In aule con eventuali PC in eccedenza, non dichiarati, possono essere intercalati a scacchiera rispetto ai PC adibiti agli esami, ma deve essere comunque garantita una separazione stabile per tutti i PC adibiti agli esami. È inoltre possibile, in caso di numero di candidati inferiore rispetto al numero di postazioni di esami dichiarati, adottare una temporanea disposizione a scacchiera dei PC effettivamente utilizzati, tra quelli dichiarati, ma tale disposizione, pur contribuendo a rendere più efficace la sorveglianza, non può essere intesa come stabile misura di separazione, come qui richiesto. 23 Installabili prima dell inizio degli esami e smontabili durante i corsi. 24 Si suggerisce che l altezza dei divisori dal piano del tavolo debba essere uguale o superiore a quella del monitor, con una orientativa tolleranza di cm per essere efficaci senza ostacolare la sorveglianza.

12 Pag. 12 di Altezza minima del locale di m 2,70 L altezza libera di ogni aula dedicata agli esami deve essere di almeno m 2,70 per tutta la superficie 25. Per altezze inferiori, oltre al Certificato di idoneità all uso didattico rilasciato dall ASL, deve essere fornito anche il Certificato di agibilità rilasciato dal Comune Conformità dell aula a una sorveglianza continua durante gli esami L aula e la disposizione delle postazioni devono essere conformi alle esigenze di un adeguata sorveglianza da parte degli Esaminatori o dei Supervisori e non devono presentare ostacoli (pilastri, colonne, diaframmi, pareti mobili non completamente aperte) alla completa visibilità di tutti i PC dedicati agli esami dalla postazione di controllo (cattedra o postazione docente) Aumento di aule dedicate agli esami Nel caso di variazione in aumento del numero delle aule di esami, la variazione deve essere comunicata ed approvata, con l adeguamento della relativa documentazione di supporto e con il rispetto per ciascuna aula dei requisiti di cui sopra ATTREZZATURE INFORMATICHE DELL AULA DI ESAMI Requisiti hardware e software dei PC dedicati agli esami Per postazioni di esami si intendono i PC utilizzabili dai candidati per l effettuazione degli esami. Per server si intende il PC che funge da server locale per il sistema ATES. In ogni aula accreditata tutte le postazioni di esami devono possedere requisiti hardware e software specifici per la certificazione a cui sono assegnati. I requisiti per ogni specifica certificazione vengono elencati in apposite pagine web, riportate in Appendice 1 per le diverse certificazioni. Se, successivamente alla qualificazione, nel corso della durata del contratto, il Test Center apporterà alla dotazione hardware dei PC dedicati agli esami cambiamenti migliorativi rispetto ai requisiti minimi indicati in Appendice 1, trasmetterà i dati aggiornati inserendoli come modifica del proprio Questionario di qualificazione, ma non è richiesta alcuna autorizzazione o conferma da parte di AICA Connessione dei PC in rete locale (LAN) Tutti i PC dell aula devono essere tra loro connessi in rete locale. Se le aule di esami sono più di una, la rete locale deve essere estesa a tutti i PC utilizzati per gli esami Connessione a Internet L aula degli esami deve essere dotata di una stabile connessione a Internet Stampante in rete L aula degli esami deve essere obbligatoriamente dotata di una stampante condivisa in rete SICUREZZA E IGIENE Conformità alle Norme di sicurezza Premesso che la conoscenza e l applicazione delle normative di sicurezza è esclusiva responsabilità del legale Rappresentante dell Ente qualificato, le attrezzature ed i locali dedicati agli esami devono essere conformi ai requisiti del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche ed integrazioni e alle altre Norme sulla sicurezza eventualmente applicabili. 25 Cioè altezza minima riscontrabile in ogni punto dell aula di esami.

13 Pag. 13 di 16 L impianto elettrico deve essere attestato come conforme ai sensi e secondo le modalità prescritte dal D.M. 22/01/2008 n 37, (oppure della Legge 46/90 per gli impianti installati antecedentemente al 2008). Come attestazione di conformità deve essere trasmessa ad AICA la dichiarazione di conformità ai requisiti e agli adempimenti di queste norme di sicurezza emessa e firmata dal Legale Rappresentante dell Ente. È esclusiva responsabilità dell Ente garantire la validità 26 della dichiarazione trasmessa Idoneità igienico sanitaria dei locali all uso didattico L idoneità dei locali all uso didattico, sotto il profilo igienico sanitario, deve essere verificata dalla ASL competente per quella località. Si tratta di una certificazione (o di un parere positivo) in cui si dichiara espressamente l idoneità per l uso didattico dei locali, emessa esclusivamente dalla ASL o dal Comune a seguito dell ispezione da parte dell ASL per accertare tale idoneità. 27 L attestato di accreditamento come Agenzia formativa da parte della Regione esonera dall obbligo di produrre la certificazione della ASL ACCESSIBILITÀ AI DISABILI L accessibilità della sede di esami ai disabili non è un requisito, ma un elemento qualificante. Se segnalata e contrassegnata nel Questionario di qualificazione, essa implica l impegno del Centro a garantire che la sede sia pienamente accessibile e utilizzabile da parte di candidati agli esami portatori di handicap. Tale impegno equivale alla dichiarazione da parte del Legale rappresentante che la sede di esami è effettivamente conforme alla normativa vigente sull abbattimento delle barriere architettoniche, compresa la facilitazione dell accesso alla sede ai disabili mediante l utilizzo di appositi scivoli o ascensori delle necessarie dimensioni, porte e servizi igienici adeguati PERSONALE DEL TEST CENTER RESPONSABILE DEL TEST CENTER Il Responsabile del Test Center è il responsabile dei rapporti con AICA e con il pubblico (i candidati). È approvato sulla base della compilazione e trasmissione di una scheda curriculare e il suo nominativo è pubblicato sul sito Web di AICA. Il Legale Rappresentante e Responsabile del Test Center possono coincidere. Il Responsabile può anche svolgere il ruolo di Supervisore o di Esaminatore, se viene qualificato possedendo i requisiti e facendone richiesta (vedere par. 10.2) Requisiti per l approvazione del Responsabile del Test Center L unico requisito per l approvazione del Responsabile della sede di esami concerne il tipo di rapporto contrattuale con l Ente che fa domanda di qualificazione: è richiesto un rapporto stabile e non sono accettati da AICA per questo ruolo collaboratori occasionali 29. Nel Questionario di qualificazione si deve dichiarare la tipologia di contratto tra il Responsabile e 26 Validità nel senso che le dichiarazioni siano veritiere e che siano state emesse e firmate da chi possiede i requisiti ed i poteri per emetterle. 27 Nel caso di comprovata difficoltà per ottenere dall ASL di competenza di intervenire per il sopralluogo e l emissione del Certificato si dovrà informare AICA per concordare eventuali soluzioni alternative (vedi anche punto 8.1). 28 L accessibilità ai disabili, non essendo obbligatoria per la qualificazione, implica per il Test Center se dichiarata, l impegno ad essere conforme a tutti gli obblighi previsti e qui sopra richiamati. Prima di dichiarare l accessibilità ai disabili nel Questionario l Ente richiedente la qualificazione deve dunque effettuare un accurata verifica preventiva della conformità della sede proposta per gli esami rispetto alla normativa in vigore. 29 Nel caso delle scuole statali il Responsabile deve risultare in organico alla Scuola.

14 Pag. 14 di 16 il Test Center. Al Responsabile del Test Center si raccomanda di acquisire le stesse conoscenze richieste ai Supervisori, di cui al par , ma non è richiesto alcun obbligo di iscrizione al corso on line di cui al par SUPERVISORI ED ESAMINATORI Il Test Center deve disporre di almeno due (2) persone qualificate, in base al possesso dei requisiti richiesti, preposte alla gestione degli esami previsti per la particolare certificazione. Tali persone qualificate sono denominate Supervisori o Esaminatori, in base alla tipologia di esami da loro presidiata e al loro ruolo nell iter di certificazione delle competenze. Più specificamente: il Supervisore o è autorizzato a presiedere gli esami automatici, cioè gli esami con valutazione automatica (elencati alla pagina Web e gli esami manuali, cioè gli esami con valutazione manuale (elencati alla pagina Web questi ultimi solo nel caso in cui il Test Center abbia chiesto ad AICA il servizio di valutazione centralizzata; o è responsabile dell organizzazione delle sessioni di esami, della gestione tecnica dell erogazione degli esami e della sorveglianza degli esami, ma non della valutazione degli esami stessi, che è affidata ad AICA, attraverso il sistema automatico ATES o attraverso la valutazione centralizzata; l Esaminatore o o è autorizzato a presiedere solo gli esami manuali, cioè gli esami con valutazione manuale (elencati alla pagina Web per gli esami manuali, oltre a essere responsabile dell organizzazione delle sessioni di esami, della gestione tecnica dell erogazione degli esami e della sorveglianza degli esami stessi, è autorizzato alla valutazione degli esami stessi. Sia Supervisori sia Esaminatori sono responsabili di fronte ad AICA del corretto svolgimento di una sessione di esami secondo le competenze richieste, nonché di tutti gli adempimenti anteriori e successivi rispetto alla sessione di esami. Sia Supervisore sia Esaminatore sono abilitati a presiedere una sessione di esami in quanto qualificati da AICA. È la qualificazione che li costituisce nella funzione: senza la qualificazione da parte di AICA, nessuno può svolgere validamente il ruolo di Supervisore o Esaminatore. La qualificazione può essere revocata da AICA, motivatamente ma insindacabilmente, nel caso di violazioni gravi o ripetute delle Procedure di esami o altri comportamenti che si discostano dagli standard di qualità di AICA. 30 Una prima fase della qualificazione consiste nella verifica dei requisiti, trasmessi dal Centro nella relativa scheda curriculare del Questionario di Qualificazione, che includono titoli di studio ed eventuali certificazioni richieste da AICA: 31 se la verifica ha dato esito positivo dà luogo all approvazione dei nominativi proposti e quindi all autorizzazione del Test Center come sede di esami, con la sottoscrizione del relativo Contratto di Licenza (o di sub-licenza per gli Associati). L autorizzazione del Test Center e dei singoli Supervisori ed Esaminatori è comunicata per iscritto (generalmente via ) da AICA al Test Center. 32 L autorizzazione a presiedere 30 Le cause di revoca sono riportate nelle Procedure di Esami. 31 I requisiti per la qualificazione di Supervisori ed Esaminatori sono riportati nello stesso Questionario di qualificazione ed esposti nei successivi paragrafi. Si rinvia all Appendice 1 per i requisiti specifici eventualmente richiesti per una particolare certificazione, cioè per una particolare tipologia di esami. 32 La comunicazione ai Test Center Associati è effettuata per il tramite del Test Center Licenziatario. Il

15 Pag. 15 di 16 esami presso un Test Center non può comunque eccedere la durata dell autorizzazione del Test Center stesso, cioè la durata del Contratto di Licenza (o di sub-licenza). La qualificazione dei Supervisori deve essere successivamente completata con la frequenza di un corso on line sulle conoscenze richieste per esercitare il ruolo Requisiti per la qualificazione come Supervisore Come requisito per la qualificazione è richiesto ai Supervisori uno dei seguenti titoli di studio: Laurea in Scienze dell Informazione/Informatica, Ingegneria, Fisica, Matematica. Diploma di Perito Informatico. Le altre lauree e i diplomi di scuole superiori qui non citati sono accettati se l Esaminatore può attestare una base di competenza tecnica necessaria per la gestione tecnica dell aula di esami e il supporto tecnico ai candidati, mediante una delle certificazioni informatiche di AICA, 33 oppure mediante abilitazioni all insegnamento dell Informatica o all insegnamento di Trattamento Testi e Dati, rilasciate dal MIUR e documentate. Parte integrante della qualificazione è la successiva formazione del Supervisore, mediante un apposito corso on line (vedere successivo par ) Requisiti per la qualificazione come Esaminatore Un Esaminatore è abilitato alla valutazione degli esami manuali di norma in quanto qualificato mediante esami predisposti da AICA in apposite sessioni. Per alcune tipologie di esami la cui valutazione richiede competenze meno complesse è sufficiente la documentazione di una pregressa esperienza sui contenuti del Syllabus. Per titoli di studio, eventuali certificazioni o esperienze pregresse richieste per gli Esaminatori delle diverse certificazioni (cioè delle diverse tipologie di esami) si rinvia all Appendice Formazione dei Supervisori: il corso on line Dopo l autorizzazione/abilitazione i Supervisori, per un efficace gestione tecnica e un efficace sorveglianza degli esami, devono garantire ad AICA un adeguata conoscenza delle procedure (di cui al par ) e del sistema ATES (di cui al par ). Tali conoscenze sono garantite mediante il completamento di un corso on line, accessibile via web, appositamente predisposto da AICA obbligatorio per tutti i Supervisori, in tutte le tipologie di Test Center: l autorizzazione a esercitare il ruolo di Supervisore (a seguito della qualificazione) sarà sospesa ed eventualmente revocata 34 se non avranno presentato, entro 30 giorni dalla comunicazione della qualificazione da parte di AICA, regolare domanda di iscrizione, corredata dagli estremi del pagamento 35. Detto corso on line conferisce inoltre, previo il proprio consenso scritto, il diritto di avere il proprio nominativo pubblicato su un elenco ufficiale sul sito Web di AICA Conoscenza e applicazione delle Procedure Supervisori ed Esaminatori devono garantire di conoscere e applicare, nelle loro successive versioni, la Procedura di esami della particolare certificazione, con tutti i moduli allegati, la Procedura di Audit (QA-AU10) e il presente documento Requisiti documento di approvazione (qualificazione) deve essere conservato presso il Test Center, per essere esibito su richiesta degli Auditor AICA. 33 Sia certificazioni della Famiglia ECDL sia della Famiglia EUCIP. 34 L autorizzazione per il Supervisore a entrare nel ruolo a fronte dei soli requisiti di base (titoli di studio e certificazioni) è funzionale ad agevolare l operatività del Test Center, ma è temporanea e revocata se la qualificazione non è completata con la formazione richiesta 35 Sono stati esonerati dal corso solo Supervisori che dalla documentazione in possesso di AICA (schede curriculari, Registri esami ecc.) risultino già qualificati anteriormente al 1 gennaio 2004 e abbiano effettivamente svolto, senza interruzioni, attività di esami ECDL.

16 Pag. 16 di 16 di un Test Center AICA (QA-REC10), limitatamente ai riferimenti a questo documento, contenuti nelle diverse Procedure di esami (in particolare i requisiti ambientali e informatici delle aule di esami). Per i Supervisori degli esami manuali (elencati alla pagina Web è richiesta anche la conoscenza della Guida alla valutazione centralizzata degli esami manuali (QA-ESA25) Conoscenza del sistema ATES di gestione e valutazione automatica degli esami fornito da AICA Supervisori ed Esaminatori 36 devono garantire un approfondita conoscenza operativa del sistema ATES di gestione e valutazione automatica degli esami fornito da AICA, mantenendosi aggiornati sulla documentazione prodotta contestualmente al rilascio delle varie versioni del sistema VARIAZIONI NEL PERSONALE DEL TEST CENTER Ogni variazione relativa al personale (sostituzione di Responsabili, Supervisori o Esaminatori, aggiunta di altri nominativi) deve essere comunicata tempestivamente compilando e trasmettendo le corrispondenti schede curriculari al fine di sottoporle all approvazione Aggiunta di un Supervisore o di un Esaminatore In qualsiasi momento il Responsabile del Test Center può richiedere l aggiunta di nuovo personale e proporlo per la qualificazione, compilando e trasmettendo via Web la relativa scheda curriculare. Dopo l approvazione scritta, per quanto riguarda la sussistenza dei requisiti, il Supervisore qualificato deve essere iscritto dal Test Center a frequentare il corso on line Sostituzione di un Supervisore o di un Esaminatore Nel caso in cui (per trasferimento, dimissioni o altro) venga a mancare al Test Center il numero minimo richiesto di 2 Supervisori o Esaminatori deve essere cura del Responsabile sostituirlo nel più breve tempo possibile 37, con le medesime modalità descritte nel precedente par Comunicazioni con i Test Center Licenziatari Di norma AICA comunica direttamente con i Test Center Licenziatari, con i quali ha un rapporto contrattuale diretto. I Test Center Associati dovranno pertanto rivolgersi, per informazioni o altre esigenze relative alla qualificazione, principalmente al proprio Test Center Licenziatario di riferimento. 36 Le funzionalità gestionali del sistema ATES riguardano anche gli Esaminatori. 37 In questo periodo non possono essere programmate sessioni di esami numerose o in più aule in contemporanea o che comunque comportino la necessità di un secondo Supervisore o Esaminatore.

PROCEDURA DI ESAMI AUTOMATICI

PROCEDURA DI ESAMI AUTOMATICI Pag. 1 di 23 PROCEDURA DI ESAMI AUTOMATICI REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 15/02/2011 Quinta revisione

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Regolamento AICA per la Certificazione delle competenze digitali Codice documento Pagine Revisione Del SC 02 1 di 15 05 20/01/2015

Regolamento AICA per la Certificazione delle competenze digitali Codice documento Pagine Revisione Del SC 02 1 di 15 05 20/01/2015 SC 02 1 di 15 Il presente regolamento ha lo scopo di descrivere le modalità operative per la concessione, il mantenimento, il rinnovo e la eventuale revoca delle Certificazioni di AICA. Esso è suddiviso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO

DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO 9749 31/10/2012 Identificativo Atto n. 766 DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO APPROVAZIONE DEI REQUISITI E DELLE MODALITÀ OPERATIVE PER LA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ALL'ALBO REGIONALE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it cnpi@cnpi.it C.F. 80191430588 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA)

REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA) REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA) 7 agosto 2012 Indice Premessa... 5 1 Inquadramento generale e quadro normativo

Dettagli

Modello operativo di accreditamento

Modello operativo di accreditamento Modello operativo di accreditamento degli operatori pubblici e privati per l erogazione dei servizi di istruzione e formazione professionale e dei servizi per il lavoro Elenco dei soggetti accreditati

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli

La posta elettronica certificata

La posta elettronica certificata La posta elettronica certificata Redazione a cura di Claudio Petrucci Marco Orazi Francesco Tortorelli Con la collaborazione di Progetto Europa Consulting Supplemento al n. 1/2007 del periodico Innovazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE TRENDCOM

REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE TRENDCOM REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE TRENDCOM A Disposizioni generali 1. Oggetto e principi informatori 1.1 Il regolamento disciplina l organizzazione ed il funzionamento dell Organismo di Mediazione

Dettagli

Metodologia di controllo INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI

Metodologia di controllo INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI Metodologia di controllo INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI Codice attività ATECOFIN 2004: 45.31.0 - Installazione di impianti elettrici e tecnici Codice attività ATECO 2007: 43.21.01 - Installazione

Dettagli

CAPITOLO 1 - GENERALITA' 3 CAPITOLO 2 - NORMA DI RIFERIMENTO 3 CAPITOLO 3 RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE 3

CAPITOLO 1 - GENERALITA' 3 CAPITOLO 2 - NORMA DI RIFERIMENTO 3 CAPITOLO 3 RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE 3 Regolamento per la certificazione del personale addetto alle attività di cui alla Norma UNI 11554, secondo la Prassi di Riferimento UNI/PdR 11:2014: Figure professionali operanti sugli impianti a gas di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

Qualità, merito e semplificazione

Qualità, merito e semplificazione Allegato 1 alla D.G.R. nr. del REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE, ISTRUZIONE E POLITICHE SOCIALI SERVIZIO POLITICHE DELLA TRANSNAZIONALITÀ DELLA

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE

P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE versione 3-24.01.2011 1 PREMESSA...

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO

AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO Documento approvato dal Consiglio Direttivo dell ANVUR il 09 gennaio 2013 FINALITA DEL DOCUMENTO Questo documento riassume

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

ICT SERVICE. finale ANNO 20122

ICT SERVICE. finale ANNO 20122 ICT SERVICE Capitolato specia ale d appalto per la fornitura di un servizio di supporto tecnico informatico all utente finale ANNO 20122 INDICE TITOLO I INDICAZIONI GENERALI DELL APPALTO Articolo 1 Definizioni

Dettagli

Una bussola per orientarsi nella Pubblica Amministrazione

Una bussola per orientarsi nella Pubblica Amministrazione absolutgroup.it O 12 Vademecum delle Attività Imprenditoriali Seconda Edizione Provincia di Bologna Servizio Industria, Artigianato e Commercio Ufficio di Coordinamento SUAP Via Benedetto XIV, 3-40125

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II Indice 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... 8 1.1 PREMESSA... 8 1.2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 9 1.3 SISTEMA DI MONITORAGGIO E AGGIORNAMENTO DEL MANUALE...

Dettagli

a) "Legge": la legge 14 febbraio 1994 n. 109 e successive modificazioni;

a) Legge: la legge 14 febbraio 1994 n. 109 e successive modificazioni; Decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 2000, n. 34 Regolamento per l'istituzione di un sistema di qualificazione unico dei soggetti esecutori di lavori pubblici, a norma dell'articolo 8, comma

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO Direzione centrale lavoro, formazione, commercio e pari opportunità Servizio programmazione e gestione interventi formativi

Dettagli

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI * * * * NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA E SCUOLE NUOTO FEDERALI * * * * STAGIONE 2014 2015 APPROVATA CON DELIBERA C.F. 7/7/2014 AGGIORNATA AL 07/10/2014 INDICE

Dettagli