U.O. DI CHIRURGIA GENERALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "U.O. DI CHIRURGIA GENERALE"

Transcript

1 DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA PRESIDIO OSPEDALIERO OSPEDALE BENTIVOGLIO U.O. DI CHIRURGIA GENERALE DIRETTORE DOTT. SALVATORE VIRZì RELAZIONE TECNICA ANNO 0

2 INDICE ORGANIGRAMMA MEDICO... pag. 3 FUNZIONIGRAMMA MEDICO pag. 4 ORGANIGRAMMA INFERMIERISTICO. pag. 5 FUNZIONIGRAMMA dell Unità Assistenziale.. pag. 6 INTRODUZIONE. pag. 8 Missione Dell U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio. Pag. 8 Visione Della U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio pag. 8 Analisi Attività Svolta Anno 0 pag. 9 Carcinosi peritoneale.. pag. Attività bariarica... pag. Attività laparoscopica pag. 3 Formazione.. pag. 3 A - DATI SULLA DEGENZA. pag. 4 Degenze. pag. 4 Degenza In Regime Di Ricovero Ordinario. pag. 4 Indicatori... pag. 5 Degenza In Regime Di Day Hospital pag. 5 B - ATTIVITA OPERATORIA. pag. 6 Schede Attività (flussi informativi) pag. 7 Attività chirurgica in urgenza pag. 0 Procedure chirurgiche. pag. 0 Elenco procedure chirurgiche in degenza ordinaria pag. Elenco procedure chirurgiche in degenza day hospital.. pag. 8 Elenco primi 30 drg.. pag. 30 Elenco primi 30 interventi pag. 36 C - ATTIVITA AMBULATORIALE.. pag. 40 Ambulatorio Divisionale. pag. 40 Ambulatorio Endoscopia Digestiva.. pag. 4 Ambulatorio Di Proctologia. pag. 4 Ambulatorio Di Flebologia. pag. 45 Ambulatorio Di Riabilitazione Enterostomale (A.R.E.). pag. 47 D - ATTIVITA SCIENTIFICA. pag. 49 Sito Internet... pag. 50 Partecipazioni a congressi/corsi/stage pag. 50 Dott. Salvatore Virzì.. pag. 50 Dott. Stefano Sacco... pag. 50 Dott. Marcello Jannaci. pag. 50 Dott. Giuseppe Giovanni Navarra... pag. 5 Dott. Antonio Grassi pag. 5 Dott.ssa Serena Bonomi. pag. 5 Dott. Boschi Sergio.. pag. 5 Dott. Ismail Ismail.. pag. 5 CONCLUSIONI... pag. 53

3 ORGANIGRAMMA MEDICO DIRIGENTE MEDICO DI LIVELLO DIRETTORE DELL U.O. MEDICI STRUTTURATI 9 Dirigenti medici di livello Referente infezioni ospedaliere Referente dell U.O. e del reparto Referente ambulatori Referente qualità e accreditamento Referente DH pre-operatori e note operatorie Referente risk managment Referente turnistica Referente formazione Referente materiali biomedici ed attrezzature elettromedicali Referente supporti nutrizionali (NPT-NE) 3 Specialist carcinosi peritoneale Specialist chirurgia epato-bilio-pancreatica Specialist chirurgia bariatrica 3

4 FUNZIONIGRAMMA MEDICO dott. SALVATORE VIRZI RESPONSABILE U.O. dott. Sergio Boschi Specialist chirurgia bariatrica dott. Stefano Sacco Referente formazione Referente turnistica DRG Tutoring Esperto chirurgia laparoscopica dott. Marcello Jannaci Referente ambulatori Rapporti con i MMG le ditte Diagnostica ecodoppler Esperto Proctologia Flebologia dott. Ismail Ismail Referente endoscopia digestiva Esperto proctologia Flebologia dott.ssa Serena Bonomi Specialist carcinosi peritoneale Referente qualità accreditamento dott.ssa Giovanna Cavazzana dott. Giuseppe Navarra Specialist chirurgia epato-biliopancreatica Budget Accreditamento Turnistica Esperto chirurgia laparoscopica dott. Antonio Grassi Specialist carcinosi peritoneale Referente materiali biomedici ed attrezzature elettromedicali Flebologia DRG Archiviazione esami istologici dott. Domenico Iusco Referente supporti nutrizionali (NPT- NE) Esperto carcinosi peritoneale Referente DH pre-operatori e note operatorie Referente risk managment tutoring Responsabile rapporti con il personale 4

5 5

6 6

7 COORDINATORE C.P.S.E. Eliana CERIONI ORGANIGRAMMA FUNZIONIGRAMMA U.A. di CHIRURGIA BENTIVOGLIO INFERMIERI PROFESSIONALI BIONDI Angela SOLDATI Laura CANDI Anna MIGNANI Graziella DI MARINO Barbara DE LUCA Germana DI CASTRI Valentina FRIERI Grazia GIOVANNINI Monia MAGLIE Elisa MANISCALCO Simona MORI Stefania NICOLAI Elena PASINI Debora PENNELLA Liana SARTI Silvia SOLDATI Laura VARESI Flavio GERACI Valentina Referente RISK Enterostomista Referente U.A. Referente preoperatori e DH Referente Formazione Referente Attrezzature Referente accreditamento Referente accreditamento Enterostomista Enterostomista PERSONALE TECNICO BIOSA Maria Rosella CALORI Morena BRAICOVICH Silvia TEODORI Cinzia LENTINI Angelo BEANI Maura 7

8 Relazione tecnica annuale 0 INTRODUZIONE MISSIONE DELL U.O. CHIRURGIA GENERALE DI BENTIVOGLIO La missione dell Unità Operativa Chirurgia Generale consiste nell assicurare assistenza ospedaliera dei pazienti affetti da patologie di pertinenza della specialità di chirurgia generale in regime di ricovero ordinario e di day-hospital. Tale assistenza è rivolta a favore di tutti i cittadini che liberamente ne facciano richiesta, in particolare modo di quelli residenti nella nostra area metropolitana. Inoltre l Unità Operativa è impegnata nella produzione di prestazioni specialistiche di propria competenza anche nei confronti di cittadini non ricoverati. Particolare importanza, nell esercizio della professionalità propria di tutte le componenti dell Unità Operativa, riveste l aggiornamento professionale continuo con il miglioramento delle prestazioni e la ricerca dell efficienza operativa attraverso un uso appropriato delle risorse assistenziali ed il pieno utilizzo delle capacità produttive. VISIONE DELLA U.O. CHIRURGIA GENERALE di BENTIVOGLIO La visione dell Unità Operativa si basa sulla consapevolezza di essere una specialità di base dell Azienda Sanitaria di Bologna, integrata nella rete ospedaliera metropolitana e che ha un ruolo rilevante nella cura delle malattie d interesse chirurgico generale di tutti i cittadini che ne facciano richiesta, nel rispetto dei principi di dignità della persona umana, del bisogno di salute, della qualità delle cure e della loro appropriatezza. 8

9 ANALISI ATTIVITA SVOLTA ANNO 0 Da una attenta analisi dei reports recentemente pubblicati dai flussi informativi dell Azienda si può evincere che l attività dell U.O.C. di Chirurgia dell Ospedale di Bentivoglio, si è mantenuta anche nel 0 in uno standard elevato di prestazioni migliorando alcuni indicatori rispetto all anno precedente, nonostante la persistenza di una grave crisi di risorse umane, non essendo state sostituite alcune unità mediche presenti in organico negli anni precedenti. In particolare, in presenza di un importante lista di attesa, sono aumentati gli interventi chirurgici in regime ordinario e in regime di DH con aumento dei punti DRG dimessi e punti DRG medi, ( indicatori di aumento della complessità degli interventi). E aumentata la percentuale di DRG chirurgici ANALISI per regime di ricovero: a) Regime di ricovero ordinario - Il numero di ricoveri rilevato dai dati dei report aziendali è stato di 9 (60 in più rispetto all anno precedente ). Tuttavia a questi bisogna aggiungere 88 ricoveri( 95 nel 0) per pazienti che entrati nella nostra U.O. ed in giornata sono stati o trasferiti (presso altra U.O.) o dimessi. Pertanto il numero complessivo è di 80 ricoveri - Il tasso di occupazione è stato di 7,66 (-5,85% rispetto al 0). - La degenza media dei ricoveri è stata di 6,36 (-0,6 % rispetto al 0) - La presenza media giornaliera è stata di 9.7 ( -,35 % rispetto al 0) - La degenza media preoperatoria è stata di,39 (+0,58 rispetto al 0) - Il numero di interventi chirurgici è stato di 835 ( +0,7 %). - I punti drg medi (esclusi DRG Mg)è stato di,48 (+0,05 differenza assoluta) - I punti drg dimessi è stato di.3,60 in aumento del 4,3%. - I punti drg transiti dimessi da altri reparti è stato di 0,4 in diminuzione del 40,3% - La percentuale dei drg chirurgici è stata dell 80,36%, in calo del -,8%. - La percentuale dei dimessi fuori provincia è stata del 5,7% in calo del,9% 9

10 I dati su riportati denotano una sostanziale stabilità dell attività sia in termini quantitativi, con un piccolo incremento del numero di interventi chirurgici, pari all 0,7%, sia sul piano qualitativo. L aumento dei punti drg medi ( +3,5%), e dei punti drg dimessi (+4,3%), dimostra un aumento della complessità degli interventi eseguiti, dovuto non solo all attività legata al trattamento dell obesità patologica, che, secondo indicazione aziendale, a partire dalla fine del 00 è stata programmata in questa U.O., ma anche agli interventi di chirurgia oncologica avanzata. Si fa presente che non essendo previsto un DRG specifico per gli interventi per carcinosi peritoneale il punto DRG medio di questa U.O, è sottostimato, in quanto negli interventi complessi di citoriduzione che prevedono l asportazione di molti organi (resezione anteriore del retto, colectomia totale, resezione intestinale, splenectomia, isterectomia totale ed annessiectomia bilaterale, a volte anche resezione gastrica o gastrectomia totale, nefrectomia, colecistectomia, peritonectomia ) viene utilizzato solo il primo codice relativo alla procedura segnalata e pertanto questi interventi vengono classificati generalmente nei DRG 49, 569 e 570 a) Regime di ricovero in DH: - Il numero di ricoveri è stato di 30 - Il numero di interventi chirurgici è stato di 309 in aumento del 9,6 % (7 interventi in più rispetto all anno precedente) - I punti drg dimessi sono stati 6,54, in aumento del 7,9% Da una analisi dei dati relativi ai primi 30 drg più frequenti si rileva quanto segue: L intervento che è risultato essere stato eseguito più frequentemente, in regime di ricovero ordinario, in questa U.O., è la colecistectomia laparoscopica senza complicanze, con e senza esplorazione del dotto biliare principale. Sono stati eseguiti 9 (0 nel 0) interventi, pari al 9,9% dei casi. - Gli interventi maggiori su intestino crasso e tenue con e senza complicanze, che sono risultati 6, (dalla somma dei relativi drg 49,569 e 570), 0

11 rappresentano, con il 4,6 % dei casi, la seconda maggiore attività di questa U.O. - Sono lievemente aumentati rispetto al 0 gli interventi sul pancreas e fegato (+,6%) e sono aumentati quelli relativi all esofago stomaco e duodeno (+,4%). CARCINOSI PERITONEALE Numerosi pazienti sono giunti alla nostra osservazione per patologia oncologica del peritoneo. Attraverso un utilizzo pressoché standardizzato della laparoscopia diagnostica si è potuto attuare una attenta selezione dei pazienti eleggibili all intervento di citoriduzione e chemioterapia intraoperatoria intraperitoneale (HIPEC) Nel corso del 0 sono stati quindi operati 45 pazienti in quanto portatori di carcinosi peritoneale diffusa. Di questi 3 sono stati trattati con citoriduzione e chemioipertermia intraperitoneale, 5 pazienti sono stati trattati solo con citoriduzione e 7 con interventi palliativi. ANNO Citoriduzione con HIPEC programmata Citoriduzione senza HIPEC programmata Interventi palliativi TOTALE pazienti sono stati sottoposti a laparoscopia diagnostica. Pertanto nel corso del 0 complessivamente sono stati 85 gli interventi per carcinosi peritoneale. I numeri considerevoli di casi trattati espressi in questi anni da questa Unità Operativa hanno determinato il riconoscimento a livello nazionale ed internazionale della attività svolta identificando l Unità Operativa stessa come Centro di riferimento per il trattamento di tale patologia.

12 Rilevante è stata la produzione scientifica anche con partecipazione in qualità di relatori a vari congressi nazionali ed internazionali. Continua la collaborazione con l Istituto Tumori Romagnolo di Forlì per uno studio sperimentale di chemiosensibilità su pezzi anatomici prelevati ai pazienti operati in questa U.O. i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Clinical colorectal cancer. Permane la collaborazione con l Istituto Nazionale Tumori di Milano con progetti di studio in corso e con l Istituto di Nefrologia e Dialisi dell Università S.Orsola di Bologna con cui abbiamo attivato uno studio sperimentale su alcuni marcatori urinari. Attività Chirurgia Bariatrica L ambulatorio di chirurgia bariatrica è collocato al I piano della palazzina L al n.36 dell Ospedale Maggiore ed è attivo di giovedì dalle 8.5 alle.30 Sono previsti 8 controlli prenotati a GESI e 3 prime visite prenotate a CUP. La lista dei prenotati è attualmente di 65 Pazienti. Gli interventi chirurgici effetuati presso la Chirurgia di Bentivoglio nel 0 sono stati : bendaggi gastrici per via laparoscopica 9 sleeve gastrectomy per via laparoscopica escluso un caso convertito in open by pass gastrico per via laaproscopica 3 rimozioni di bendaggio gastrico per via laparoscopica E stato organizzato un Convegno dal titolo :Approccio Multidisciplinare al Trattamento della Grande Obesità il 7 novembre 0 a San Marino di Bentivoglio che ha visto un centinaio di partecipanti. Sono stati effettuati nel maggio 0 due corsi interni presso la Chirurgia di Bentivoglio dal titolo L assistenza agli operati di chirurgia bariatrica e il 7 settembre 0 un corso presso il Servizio di Dietologia e Nutrizione Clinica dell Ospedale Maggiore dal titolo Chirurgia bariatrica: aspetti chirurgici, clinici, nutrizionali.

13 Attività laparoscopica Sono stati sottoposti ad interventi laparoscopici 344 pazienti (più 39 rispetto all anno precedente). Il maggior numero di interventi effettuati, come l anno precedente, sono quelli sulla colecisti. Sono inoltre aumentate le procedure per la chirurgia dell obesità secondo l indicazione aziendale. Si è consolidata l attività laparoscopica diagnostica per la valutazione dei pazienti con carcinosi peritoneale da arruolare alla citoriduzione ed Hipec. Chirurgia laparoscopica 0 Colecistectomia 9 Emicolectomia dx Emicolectomia sx 5 Appendicectomia 4 Annessiectomia Sleeve gastrectomy 0 By pass gastrico Bendaggio gastrico Sutura ulcera gastrica Rimozione di banding gastrico 3 Plastica per laparocele Laparoscopia diagnostica +/- biopsia 45 TOTALE 344 (305 nel 0) FORMAZIONE La formazione continua del personale medico ed infermieristico è stata assicurata anche nel 0 mediante partecipazione a corsi di aggiornamento e congressi nazionali ed internazionali e mediante riunioni interdisciplinari su casi clinici selezionati. Anche nel 0 si è proseguito nel percorso di formazione in sala operatoria coinvolgendo il personale medico in procedure chirurgiche complesse con il tutoraggio del sottoscritto. 3

14 DISPONIBILITA POSTI LETTO 0 A - DATI SULLA DEGENZA L U.O. dispone, a pieno regime di 8 posti letto (PL) di Degenza Ordinaria (DO) e PL per la Degenza in Day Hospital. Tuttavia, nell ambito di una ristrutturazione delle U.O. del presidio ospedaliero dal l U.O. di chirurgia è stata accorpata con U.O. di Ginecologia assegnando a quest ultima 6 posti letto. Nei periodi delle festività natalizie e durante la stagione estiva viene attuata una riduzione di PL, come da schema sotto esposto, per permettere al Personale di usufruire di periodi di congedo ordinario. Durante tali periodi si attua un accorpamento logistico con L U.O. di Ortopedia e Traumatologia per ottimizzare l assistenza. PERIODO POSTI LETTO 0.0 al PL + DH (+ accorpamento U.O. Ortopedia) 09.0 al PL + DH 9.07 al PL + DH 0.0 al. 8 PL + DH 3. al 3. PL + DH DEGENZE Dal 0.0. al 3.. sono stati ricoverati 493 ( pz-9 DO+pz- 30 DH ) pazienti fra la degenza ordinaria ed il day hospital. DEGENZA IN REGIME DI RICOVERO ORDINARIO Nel corso dell anno 0 il calcolo dei letti medi per la degenza ordinaria è risultato pari a 6.39 Sono stati ricoverati 9 pazienti per un totale di 707 giornate di degenza. I pazienti sottoposti ad intervento sono stati 835 in ricovero ordinario, (N.B.da giugno 009 gli interventi possono essere registrati solo se il paz. è ricoverato in chirurgia) 838 interventi totali ( pz U.O. chirur + 3 pz altri U.O.) 835 sono gli interventi ordinari e 309 quelli in day hospital (da reportistica aziendale) 4

15 Gli indicatori sono stati Presenza media giornaliera 9.7 Indice di occupazione PL 7,66 Indice di rotazione 45.6 Indice operatorio 0.76 Degenza media 6,36 Indice di turn over,39 Punto medio,40 DEGENZA IN REGIME DI DAY HOSPITAL Totale Pazienti 30 Giornate di presenza 354 Giorni nel periodo 0 Presenza media giornaliera.76 5

16 B - ATTIVITA OPERATORIA Nell anno 0 sono stati eseguiti 47 interventi a pazienti ricoverati Dei 493 pazienti degenti ed operati presso la nostra U.O. 9 sono stati ricoverati in regime di degenza ordinaria e 30 in day hospital. Gli interventi in regime ordinario sono stati 838( 835 pz U.O. chirur + 3 pz altri U.O.), quelli in DH L attività di chirurgia ambulatoriale, effettuata solo una mattina alla settimana per la mancanza di adeguati spazi operatori (con lunghissima lista d attesa) è stata di 583 interventi. Pertanto complessivamente nell anno 0 sono stati eseguiti 730 interventi. INTERVENTI Degenza ordinaria Degenza day hospital Totali Chirurgia Bentivoglio ( Altre U.O Totali Ambulatoriali 583 TOTALE GENERALE 730 (488 nel 0) A seguire vengono riportate le schede di attività che vengono fornite dai flussi informativi aziendali 6

17 7

18 8

19 9

20 ATTIVITA CHIRURGICA IN URGENZA Viene qui di seguito elencato il numero mensile ed il complessivo di interventi chirurgici eseguiti dall U.O. in urgenza (conteggi eseguiti sulla documentazione cartacea messa a disposizione dalla Caposala di S.O. perché i dati GEDO non consentono adeguata precisione). I dati mostrano una diminuzione di attività rispetto all anno precedente. (33 interventi nel 0 rispetto a 67 nel 0) Sono stati considerati notturni gli interventi urgenti che hanno coinvolto (anche parzialmente) la S.O. dopo le o prima delle 6 del mattino. INTERVENTI URGENTI ora inizio e/o fine diurni notturni Totali gennaio febbraio marzo 6 8 aprile maggio giugno 0 luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre 0 TOTALI PROCEDURE CHIRURGICHE Nel corso del 0 sono state praticate 536 ( 79 nel 0) procedure chirurgiche (dati da GEDO) su pazienti ricoverati presso la nostra U.O., di cui 3 procedure in regime ordinario (835 pz) e 33 in day hospital (30 pz). Le singole procedure chirurgiche in regime ordinario ed in D.H. vengono qui di seguito elencate secondo l elenco che viene fornito dai flussi informativi aziendali. 0

21 Regione Emilia Romagna\ Azienda USL Bologna OSPEDALE DI BENTIVOGLIO Ver.. - INTERVENTI PER CODICE INTERVENTO - NEL PERIODO DAL 0/0/0 AL 3//0 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi Specialità: CHIR CHIRURGIA Reparto: C CHIRURGIA BENTIVOGLIO LOBECTOMIA MONOLATERALE DELLA TIROIDE TIROIDECTOMIA COMPLETA SURRENECTOMIA MONOLATERALE INSERZIONE DI DRENAGGIO INTERCOSTALE ALTRA RIPARAZIONE DEL DIAFRAMMA ALTRI INTERVENTI SUL DIAFRAMMA LEGATURA E STRIPPING DI VENE VARICOSE DELL'ARTO INFERIORE ALTRA ASPORTAZIONE DI VENE DELL'ARTO INFERIORE ARTERIOVENOSTOMIA PER DIALISI RENALE SUTURA DI VENA SBRIGLIAMENTO DEI VASI EMODIALISI CONTROLLO DI EMORRAGIA, SAI BIOPSIA DI STRUTTURE LINFATICHE ASPORTAZIONE DI LINFONODI INGUINALI ASPORTAZIONE SEMPLICE DI ALTRE STRUTTURE LINFATICHE ASPORTAZIONE DI LINFONODI REGIONALI ASPORTAZIONE RADICALE DI LINFONODI, SAI ASPORTAZIONE RADICALE DEI LINFONODI ASCELLARI Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. di 7

22 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ASPORTAZIONE RADICALE DEI LINFONODI PERIAORTICI ASPORTAZIONE RADICALE DEI LINFONODI ILIACI DISSEZIONE RADICALE DELLA REGIONE INGUINALE ASPORTAZIONE RADICALE DI ALTRI LINFONODI SPLENECTOMIA TOTALE GASTROSTOMIA PERCUTANEA (ENDOSCOPICA) (PEG) ALTRA GASTROSTOMIA GASTRECTOMIA PARZIALE CON ANASTOMOSI DUODENALE GASTRECTOMIA PARZIALE CON ANASTOMOSI DIGIUNALE ALTRA GASTRECTOMIA PARZIALE GASTRECTOMIA TOTALE CON INTERPOSIZIONE INTESTINALE ALTRA GASTRECTOMIA TOTALE GASTROSCOPIA TRANSADDOMINALE ALTRA GASTROSCOPIA ALTRA BIOPSIA DELLO STOMACO BYPASS GASTRICO ALTO ALTRA GASTROENTEROSTOMIA SENZA GASTRECTOMIA SUTURA DI ULCERA GASTRICA SUTURA DI ULCERA DUODENALE SUTURA DI LACERAZIONE DELLO STOMACO CHIUSURA DI GASTROSTOMIA PROCEDURA LAPAROSCOPICA DI RESTRIZIONE GASTRICA REVISIONE LAPAROSCOPICA DELLA PROCEDURA GASTRICA RESTRITTIVA RIMOZIONE LAPAROSCOPICA DI DISPOSITIVO/I DI RESTRIZIONE GASTRICA ALTRI INTERVENTI SULLO STOMACO INCISIONE DEL DUODENO ENDOSCOPIA TRANSADDOMINALE DELL'INTESTINO CRASSO ENDOSCOPIA DELL'INTESTINO CRASSO ATTRAVERSO STOMA ARTIFICIALE COLONSCOPIA CON ENDOSCOPIO FLESSIBILE Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. di 7

23 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA ASPORTAZIONE DI LESIONE DEL DUODENO ASPORTAZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DELL'INTESTINO TENUE EC ALTRA DEMOLIZIONE DI LESIONE DELL'INTESTINO TENUE ECCETTO IL DUO POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA DELL'INTESTINO CRASSO ISOLAMENTO DI SEGMENTO INTESTINALE, SAI ISOLAMENTO DI SEGMENTO DELL'INTESTINO TENUE RESEZIONE SEGMENTARIA MULTIPLA DELL'INTESTINO TENUE ALTRA RESEZIONE PARZIALE DELL'INTESTINO TENUE RESEZIONE DEL CIECO EMICOLECTOMIA DESTRA RESEZIONE DEL COLON TRASVERSO EMICOLECTOMIA SINISTRA SIGMOIDECTOMIA ALTRA ASPORTAZIONE PARZIALE DELL'INTESTINO CRASSO COLECTOMIA TOTALE INTRAADDOMINALE ANASTOMOSI INTESTINALE, SAI ANASTOMOSI INTESTINALE TENUE-TENUE ANASTOMOSI DELL'INTESTINO TENUE AL MONCONE RETTALE ALTRA ANASTOMOSI INTESTINALE TENUE-CRASSO ANASTOMOSI INTESTINALE CRASSO-CRASSO RESEZIONE DI SEGMENTO ESTERIORIZZATO DELL'INTESTINO TENUE RESEZIONE DI SEGMENTO ESTERIORIZZATO DELL'INTESTINO CRASSO COLOSTOMIA, SAI COLOSTOMIA TEMPORANEA COLOSTOMIA PERMANENTE ILEOSTOMIA, SAI ILEOSTOMIA TEMPORANEA ALTRA ILEOSTOMIA PERMANENTE RIPARAZIONE DI ERNIA PERICOLOSTOMICA Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 3 di 7 3

24 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi CHIUSURA DI ORIFIZIO INTESTINALE ARTIFICIALE, SAI CHIUSURA DI ORIFIZIO ARTIFICIALE DELL'INTESTINO TENUE CHIUSURA DI ORIFIZIO ARTIFICIALE DELL'INTESTINO CRASSO ALTRA FISSAZIONE DELL'INTESTINO CRASSO SUTURA DI LACERAZIONE DELL'INTESTINO CRASSO ALTRA RIPARAZIONE DELL'INTESTINO MANIPOLAZIONE INTRAADDOMINALE DELL'INTESTINO, NON ALTRIMENTI SPE MANIPOLAZIONE INTRAADDOMINALE DELL'INTESTINO TENUE MANIPOLAZIONE INTRAADDOMINALE DELL'INTESTINO CRASSO ALTRI INTERVENTI SULL'INTESTINO APPENDECTOMIA LAPAROSCOPICA ALTRA APPENDECTOMIA APPENDECTOMIA LAPAROSCOPICA IN CORSO DI ALTRO INTERVENTO ALTRA APPENDECTOMIA IN CORSO DI ALTRO INTERVENTO DRENAGGIO DI ASCESSO APPENDICOLARE ELETTROCOAGULAZIONE RADICALE DI LESIONE O TESSUTO DEL RETTO ASPORTAZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL RETTO RESEZIONE DEL RETTO PER VIA ADDOMINOPERINEALE RESEZIONE ANTERIORE DEL RETTO CON CONTEMPORANEA COIOSTOMIA ALTRA RESEZIONE ANTERIORE DEL RETTO ALTRA RESEZIONE DEL RETTO ALTRA PROCTOPESSI ALTRA RIPARAZIONE DEL RETTO INCISIONE DI ASCESSO PERIANALE ALTRA INCISIONE DI TESSUTI PERIANALI ASPORTAZIONE DI APPENDICE CUTANEA PERIANALE FISTULECTOMIA ANALE BIOPSIA DELL'ANO ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 4 di 7 4

25 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ASPORTAZIONE DELLE EMORROIDI ALTRI INTERVENTI SULLE EMORROIDI SFINTEROTOMIA ANALE LATERALE SINISTRA BIOPSIA A CIELO APERTO DEL FEGATO BIOPSIA A CUNEO ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SUL FEGATO MARSUPIALIZZAZIONE DI LESIONE DEL FEGATO EPATECTOMIA PARZIALE ABLAZIONE APERTA DI TESSUTO O LESIONE EPATICI ABLAZIONE LAPAROSCOPICA DI TESSUTO O LESIONE EPATICI ALTRA DEMOLIZIONE DI LESIONE DEL FEGATO LOBECTOMIA DEL FEGATO ALTRI INTERVENTI SUL FEGATO COLECISTECTOMIA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA COLECISTECTOMIA PARZIALE LAPAROSCOPICA COLEDOCOENTEROSTOMIA ANASTOMOSI FRA DOTTO EPATICO E INTESTINO ESPLORAZIONE DEL DOTTO COMUNE PER RIMOZIONE DI CALCOLI POSIZIONAMENTO DI TUBO DI KHERR O TPE PER DECOMPRESSIONE ESPLORAZIONE DEL DOTTO BILIARE COMUNE INCISIONE DEL DOTTO BILIAR ASPORTAZIONE DEL DOTTO CISTICO RESIDUO SUTURA SEMPLICE DEL DOTTO BILIARE COMUNE RIPARAZIONE DI ALTRI DOTTI BILIARI RIMOZIONI DI PROTESI DAL DOTTO BILIARE PANCREATECTOMIA DISTALE ALTRA PANCREATECTOMIA PARZIALE PANCREATECTOMIA TOTALE PANCREATICODUODENECTOMIA RADICALE RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 5 di 7 5

26 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA CON INNEST RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO O RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA CON INNESTO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA CRURALE CON INNESTO O PROTESI ALTRA ERNIORRAFIA CRURALE MONOLATERALE RIPARAZIONE DI ERNIA OMBELICALE CON PROTESI ALTRA ERNIORRAFIA OMBELICALE RIPARAZIONE DI ERNIA SU INCISIONE RIPARAZIONE DI ALTRA ERNIA DELLA PARETE ADDOMINALE ANTERIORE RIPARAZIONE DI ERNIA SU INCISIONE CON PROTESI RIPARAZIONE DI ALTRA ERNIA DELLA PARETE ADDOMINALE ANTERIORE CON RIPARAZIONE DI ERNIA DIAFRAMMATICA, PER VIA ADDOMINALE LAPARATOMIA ESPLORATIVA RIAPERTURA DI LAPAROTOMIA RECENTE ALTRA LAPARATOMIA LAPAROSCOPIA BIOPSIA DELLA PARETE ADDOMINALE O DELL'OMBELICO BIOPSIA DEL PERITONEO BIOPSIA (PERCUTANEA) (AGOBIOPSIA) DI MASSA INTRAADDOMINALE LAVAGGIO PERITONEALE ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SULLA REGIONE ADDOMINALE ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI LESIONE O TESSUTO DI PARETE ADDOMI ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI TESSUTO PERITONEALE LISI LAPAROSCOPICA DI ADESIONI PERITONEALI ALTRE LISI DI ADESIONI PERITONEALI RISUTURA DI DIASTASI POSTOPERATORIA DELLA PARETE ADDOMINALE ALTRA SUTURA DELLA PARETE ADDOMINALE Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 6 di 7 6

27 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA RIPARAZIONE DELL'OMENTO INIEZIONE DI SOSTANZE TERAPEUTICHE AD AZIONE LOCALE NELLA CAVITA ALTRI INTERVENTI SULLA REGIONE ADDOMINALE NEFROURETERECTOMIA NEFRECTOMIA DI RENE UNICO URETERECTOMIA, SAI CISTOSTOMIA PERCUTANEA SUTURA DI LACERAZIONE VESCICALE CATETERISMO VESCICALE CIRCONCISIONE ALTRA OVARIOTOMIA ALTRA BIOPSIA DELL'OVAIO BIOPSIA LAPAROSCOPICA DELL'OVAIO ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE LAPAROSCOPICHE SULL'OVAIO ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SULL'OVAIO RESEZIONE CUNEIFORME DELL'OVAIO ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DELL'OVAIO OVARIOTOMIA LAPAROSCOPICA MONOLATERALE ALTRA SALPINGO-OVARIECTOMIA MONOLATERALE RIMOZIONE DI ENTRAMBE LE OVAIE NELLO STESSO INTERVENTO RIMOZIONE DELL'OVAIO RESIDUO RIMOZIONE LAPAROSCOPICA DI ENTRAMBE LE OVAIE NELLO STESSO INTERV ALTRA RIMOZIONE DI ENTRAMBE LE OVAIE E DELLE TUBE NELLO STESSO I LISI LAPAROSCOPICA DI ADERENZE DELLE OVAIE E DELLE TUBE ALTRA LISI DI ADERENZE DELLE OVAIE E DELLE TUBE ALTRI INTERVENTI SULL'OVAIO LEGATURA E SEZIONE ENDOSCOPICA BILATERALE DELLE TUBE SALPINGECTOMIA TOTALE MONOLATERALE ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI LESIONE DELLE TUBE Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 7 di 7 7

28 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI LESIONE DELL'UTERO ALTRA E NON SPECIFICATA ISTERECTOMIA ADDOMINALE TOTALE ISTERECTOMIA ADDOMINALE RADICALE LAPAROSCOPICA ALTRA E NON SPECIFICATA ISTERECTOMIA ADDOMINALE RADICALE ALTRA E NON SPECIFICATA ISTERECTOMIA RIMOZIONE DI DISPOSITIVO IMPIANTATO, SEDE NON SPECIFICATA ALTRA SEZIONE DEI TESSUTI MOLLI ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SU MUSCOLI, TENDINI, FASCE E BORSE, ASPORTAZIONE DI LESIONE DEI MUSCOLI AMPUTAZIONE DELL'ARTO INFERIORE, SAI MASTECTOMIA RADICALE MONOLATERALE ALTRA INCISIONE CON DRENAGGIO DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTA INCISIONE CON RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO O DISPOSITIVO DA CUTE INSERZIONE DI POMPA DI INFUSIONE TOTALMENTE IMPIANTABILE ALTRA INCISIONE DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO BIOPSIA DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO ASPORTAZIONE DI CISTI O SENO PILONIDALE ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO CUT ASPORTAZIONE RADICALE DI LESIONE DELLA CUTE ALTRI INTERVENTI SULLA CUTE E SUL TESSUTO SOTTOCUTANEO COLANGIOGRAFIA INTRAOPERATORIA DIAGNOSTICA ECOGRAFICA DELL'APPARATO DIGERENTE INIEZIONE O INFUSIONE DI SOSTANZE CHEMIOTERAPICHE PER TUMORE APPLICAZIONE O SOMMINISTRAZIONE DI SOSTANZA CHE OSTACOLA LE ADER IPERTERMIA PER IL TRATTAMENTO DI TUMORE Reparto: DC D.H. CHIRURGIA BENTIVOGLIO Totale Reparto: CHIRURGIA BENTIVOGLIO LEGATURA E STRIPPING DI VENE VARICOSE DELL'ARTO INFERIORE ALTRA ASPORTAZIONE DI VENE DELL'ARTO INFERIORE 7 6 Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 8 di 7 8

29 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA REVISIONE DI INTERVENTI VASCOLARI BIOPSIA DI STRUTTURE LINFATICHE ASPORTAZIONE DI LINFONODI CERVICALI PROFONDI ASPORTAZIONE DI LINFONODI INGUINALI ASPORTAZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL RETTO ALTRA PROCTOPESSI ALTRA RIPARAZIONE DEL RETTO INCISIONE DI ASCESSO PERIANALE ASPORTAZIONE DI APPENDICE CUTANEA PERIANALE ALTRA ASPORTAZIONE DI TESSUTI PERIANALI FISTULOTOMIA ANALE FISTULECTOMIA ANALE BIOPSIA DELL'ANO ASPORTAZIONE ENDOSCOPICA O DEMOLIZIONE DI LESIONE O TESSUTO DELL ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL LEGATURA DELLE EMORROIDI ASPORTAZIONE DELLE EMORROIDI SFINTEROTOMIA ANALE LATERALE SINISTRA ALTRI INTERVENTI SULL'ANO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA CON INNEST RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE CON INNESTO O PROTES RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO O RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA CRURALE CON INNESTO O PROTESI ALTRA ERNIORRAFIA CRURALE MONOLATERALE RIPARAZIONE DI ERNIA OMBELICALE CON PROTESI Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 9 di 7 9

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn Regione del Veneto Azienda Ospedaliera di Padova Chirurgia Generale Direttore : Prof. R. Bardini GUIDA INFORMATIVA SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE Versione 2.0 Aprile 2002 INDICE I.1 PREMESSA...5 I.1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO...5 I.2 DEFINIZIONI PRELIMINARI...6 II. IL

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere La Rete Oncologica Piano di Riorganizzazione della Rete - La rete Oncologica della Regione Lazio Piano di riorganizzazione

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio

MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio Azienda Ospedaliera di Padova Medicina Generale AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio IL REPARTO Telefono: 049 8212675 CARTA DI ACCOGLIENZA PER IL PAZIENTE

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 OGGETTO: Fornitura in noleggio con somministrazione (durata: cinque anni) di n. 1 sistema per l analisi del linfonodo sentinella modello OSNA integrato

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Introduzione Per eseguire un attenta dissezione nella maggior parte delle fasi operative in laparoscopia, si utilizza

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli