U.O. DI CHIRURGIA GENERALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "U.O. DI CHIRURGIA GENERALE"

Transcript

1 DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA PRESIDIO OSPEDALIERO OSPEDALE BENTIVOGLIO U.O. DI CHIRURGIA GENERALE DIRETTORE DOTT. SALVATORE VIRZì RELAZIONE TECNICA ANNO 0

2 INDICE ORGANIGRAMMA MEDICO... pag. 3 FUNZIONIGRAMMA MEDICO pag. 4 ORGANIGRAMMA INFERMIERISTICO. pag. 5 FUNZIONIGRAMMA dell Unità Assistenziale.. pag. 6 INTRODUZIONE. pag. 8 Missione Dell U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio. Pag. 8 Visione Della U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio pag. 8 Analisi Attività Svolta Anno 0 pag. 9 Carcinosi peritoneale.. pag. Attività bariarica... pag. Attività laparoscopica pag. 3 Formazione.. pag. 3 A - DATI SULLA DEGENZA. pag. 4 Degenze. pag. 4 Degenza In Regime Di Ricovero Ordinario. pag. 4 Indicatori... pag. 5 Degenza In Regime Di Day Hospital pag. 5 B - ATTIVITA OPERATORIA. pag. 6 Schede Attività (flussi informativi) pag. 7 Attività chirurgica in urgenza pag. 0 Procedure chirurgiche. pag. 0 Elenco procedure chirurgiche in degenza ordinaria pag. Elenco procedure chirurgiche in degenza day hospital.. pag. 8 Elenco primi 30 drg.. pag. 30 Elenco primi 30 interventi pag. 36 C - ATTIVITA AMBULATORIALE.. pag. 40 Ambulatorio Divisionale. pag. 40 Ambulatorio Endoscopia Digestiva.. pag. 4 Ambulatorio Di Proctologia. pag. 4 Ambulatorio Di Flebologia. pag. 45 Ambulatorio Di Riabilitazione Enterostomale (A.R.E.). pag. 47 D - ATTIVITA SCIENTIFICA. pag. 49 Sito Internet... pag. 50 Partecipazioni a congressi/corsi/stage pag. 50 Dott. Salvatore Virzì.. pag. 50 Dott. Stefano Sacco... pag. 50 Dott. Marcello Jannaci. pag. 50 Dott. Giuseppe Giovanni Navarra... pag. 5 Dott. Antonio Grassi pag. 5 Dott.ssa Serena Bonomi. pag. 5 Dott. Boschi Sergio.. pag. 5 Dott. Ismail Ismail.. pag. 5 CONCLUSIONI... pag. 53

3 ORGANIGRAMMA MEDICO DIRIGENTE MEDICO DI LIVELLO DIRETTORE DELL U.O. MEDICI STRUTTURATI 9 Dirigenti medici di livello Referente infezioni ospedaliere Referente dell U.O. e del reparto Referente ambulatori Referente qualità e accreditamento Referente DH pre-operatori e note operatorie Referente risk managment Referente turnistica Referente formazione Referente materiali biomedici ed attrezzature elettromedicali Referente supporti nutrizionali (NPT-NE) 3 Specialist carcinosi peritoneale Specialist chirurgia epato-bilio-pancreatica Specialist chirurgia bariatrica 3

4 FUNZIONIGRAMMA MEDICO dott. SALVATORE VIRZI RESPONSABILE U.O. dott. Sergio Boschi Specialist chirurgia bariatrica dott. Stefano Sacco Referente formazione Referente turnistica DRG Tutoring Esperto chirurgia laparoscopica dott. Marcello Jannaci Referente ambulatori Rapporti con i MMG le ditte Diagnostica ecodoppler Esperto Proctologia Flebologia dott. Ismail Ismail Referente endoscopia digestiva Esperto proctologia Flebologia dott.ssa Serena Bonomi Specialist carcinosi peritoneale Referente qualità accreditamento dott.ssa Giovanna Cavazzana dott. Giuseppe Navarra Specialist chirurgia epato-biliopancreatica Budget Accreditamento Turnistica Esperto chirurgia laparoscopica dott. Antonio Grassi Specialist carcinosi peritoneale Referente materiali biomedici ed attrezzature elettromedicali Flebologia DRG Archiviazione esami istologici dott. Domenico Iusco Referente supporti nutrizionali (NPT- NE) Esperto carcinosi peritoneale Referente DH pre-operatori e note operatorie Referente risk managment tutoring Responsabile rapporti con il personale 4

5 5

6 6

7 COORDINATORE C.P.S.E. Eliana CERIONI ORGANIGRAMMA FUNZIONIGRAMMA U.A. di CHIRURGIA BENTIVOGLIO INFERMIERI PROFESSIONALI BIONDI Angela SOLDATI Laura CANDI Anna MIGNANI Graziella DI MARINO Barbara DE LUCA Germana DI CASTRI Valentina FRIERI Grazia GIOVANNINI Monia MAGLIE Elisa MANISCALCO Simona MORI Stefania NICOLAI Elena PASINI Debora PENNELLA Liana SARTI Silvia SOLDATI Laura VARESI Flavio GERACI Valentina Referente RISK Enterostomista Referente U.A. Referente preoperatori e DH Referente Formazione Referente Attrezzature Referente accreditamento Referente accreditamento Enterostomista Enterostomista PERSONALE TECNICO BIOSA Maria Rosella CALORI Morena BRAICOVICH Silvia TEODORI Cinzia LENTINI Angelo BEANI Maura 7

8 Relazione tecnica annuale 0 INTRODUZIONE MISSIONE DELL U.O. CHIRURGIA GENERALE DI BENTIVOGLIO La missione dell Unità Operativa Chirurgia Generale consiste nell assicurare assistenza ospedaliera dei pazienti affetti da patologie di pertinenza della specialità di chirurgia generale in regime di ricovero ordinario e di day-hospital. Tale assistenza è rivolta a favore di tutti i cittadini che liberamente ne facciano richiesta, in particolare modo di quelli residenti nella nostra area metropolitana. Inoltre l Unità Operativa è impegnata nella produzione di prestazioni specialistiche di propria competenza anche nei confronti di cittadini non ricoverati. Particolare importanza, nell esercizio della professionalità propria di tutte le componenti dell Unità Operativa, riveste l aggiornamento professionale continuo con il miglioramento delle prestazioni e la ricerca dell efficienza operativa attraverso un uso appropriato delle risorse assistenziali ed il pieno utilizzo delle capacità produttive. VISIONE DELLA U.O. CHIRURGIA GENERALE di BENTIVOGLIO La visione dell Unità Operativa si basa sulla consapevolezza di essere una specialità di base dell Azienda Sanitaria di Bologna, integrata nella rete ospedaliera metropolitana e che ha un ruolo rilevante nella cura delle malattie d interesse chirurgico generale di tutti i cittadini che ne facciano richiesta, nel rispetto dei principi di dignità della persona umana, del bisogno di salute, della qualità delle cure e della loro appropriatezza. 8

9 ANALISI ATTIVITA SVOLTA ANNO 0 Da una attenta analisi dei reports recentemente pubblicati dai flussi informativi dell Azienda si può evincere che l attività dell U.O.C. di Chirurgia dell Ospedale di Bentivoglio, si è mantenuta anche nel 0 in uno standard elevato di prestazioni migliorando alcuni indicatori rispetto all anno precedente, nonostante la persistenza di una grave crisi di risorse umane, non essendo state sostituite alcune unità mediche presenti in organico negli anni precedenti. In particolare, in presenza di un importante lista di attesa, sono aumentati gli interventi chirurgici in regime ordinario e in regime di DH con aumento dei punti DRG dimessi e punti DRG medi, ( indicatori di aumento della complessità degli interventi). E aumentata la percentuale di DRG chirurgici ANALISI per regime di ricovero: a) Regime di ricovero ordinario - Il numero di ricoveri rilevato dai dati dei report aziendali è stato di 9 (60 in più rispetto all anno precedente ). Tuttavia a questi bisogna aggiungere 88 ricoveri( 95 nel 0) per pazienti che entrati nella nostra U.O. ed in giornata sono stati o trasferiti (presso altra U.O.) o dimessi. Pertanto il numero complessivo è di 80 ricoveri - Il tasso di occupazione è stato di 7,66 (-5,85% rispetto al 0). - La degenza media dei ricoveri è stata di 6,36 (-0,6 % rispetto al 0) - La presenza media giornaliera è stata di 9.7 ( -,35 % rispetto al 0) - La degenza media preoperatoria è stata di,39 (+0,58 rispetto al 0) - Il numero di interventi chirurgici è stato di 835 ( +0,7 %). - I punti drg medi (esclusi DRG Mg)è stato di,48 (+0,05 differenza assoluta) - I punti drg dimessi è stato di.3,60 in aumento del 4,3%. - I punti drg transiti dimessi da altri reparti è stato di 0,4 in diminuzione del 40,3% - La percentuale dei drg chirurgici è stata dell 80,36%, in calo del -,8%. - La percentuale dei dimessi fuori provincia è stata del 5,7% in calo del,9% 9

10 I dati su riportati denotano una sostanziale stabilità dell attività sia in termini quantitativi, con un piccolo incremento del numero di interventi chirurgici, pari all 0,7%, sia sul piano qualitativo. L aumento dei punti drg medi ( +3,5%), e dei punti drg dimessi (+4,3%), dimostra un aumento della complessità degli interventi eseguiti, dovuto non solo all attività legata al trattamento dell obesità patologica, che, secondo indicazione aziendale, a partire dalla fine del 00 è stata programmata in questa U.O., ma anche agli interventi di chirurgia oncologica avanzata. Si fa presente che non essendo previsto un DRG specifico per gli interventi per carcinosi peritoneale il punto DRG medio di questa U.O, è sottostimato, in quanto negli interventi complessi di citoriduzione che prevedono l asportazione di molti organi (resezione anteriore del retto, colectomia totale, resezione intestinale, splenectomia, isterectomia totale ed annessiectomia bilaterale, a volte anche resezione gastrica o gastrectomia totale, nefrectomia, colecistectomia, peritonectomia ) viene utilizzato solo il primo codice relativo alla procedura segnalata e pertanto questi interventi vengono classificati generalmente nei DRG 49, 569 e 570 a) Regime di ricovero in DH: - Il numero di ricoveri è stato di 30 - Il numero di interventi chirurgici è stato di 309 in aumento del 9,6 % (7 interventi in più rispetto all anno precedente) - I punti drg dimessi sono stati 6,54, in aumento del 7,9% Da una analisi dei dati relativi ai primi 30 drg più frequenti si rileva quanto segue: L intervento che è risultato essere stato eseguito più frequentemente, in regime di ricovero ordinario, in questa U.O., è la colecistectomia laparoscopica senza complicanze, con e senza esplorazione del dotto biliare principale. Sono stati eseguiti 9 (0 nel 0) interventi, pari al 9,9% dei casi. - Gli interventi maggiori su intestino crasso e tenue con e senza complicanze, che sono risultati 6, (dalla somma dei relativi drg 49,569 e 570), 0

11 rappresentano, con il 4,6 % dei casi, la seconda maggiore attività di questa U.O. - Sono lievemente aumentati rispetto al 0 gli interventi sul pancreas e fegato (+,6%) e sono aumentati quelli relativi all esofago stomaco e duodeno (+,4%). CARCINOSI PERITONEALE Numerosi pazienti sono giunti alla nostra osservazione per patologia oncologica del peritoneo. Attraverso un utilizzo pressoché standardizzato della laparoscopia diagnostica si è potuto attuare una attenta selezione dei pazienti eleggibili all intervento di citoriduzione e chemioterapia intraoperatoria intraperitoneale (HIPEC) Nel corso del 0 sono stati quindi operati 45 pazienti in quanto portatori di carcinosi peritoneale diffusa. Di questi 3 sono stati trattati con citoriduzione e chemioipertermia intraperitoneale, 5 pazienti sono stati trattati solo con citoriduzione e 7 con interventi palliativi. ANNO Citoriduzione con HIPEC programmata Citoriduzione senza HIPEC programmata Interventi palliativi TOTALE pazienti sono stati sottoposti a laparoscopia diagnostica. Pertanto nel corso del 0 complessivamente sono stati 85 gli interventi per carcinosi peritoneale. I numeri considerevoli di casi trattati espressi in questi anni da questa Unità Operativa hanno determinato il riconoscimento a livello nazionale ed internazionale della attività svolta identificando l Unità Operativa stessa come Centro di riferimento per il trattamento di tale patologia.

12 Rilevante è stata la produzione scientifica anche con partecipazione in qualità di relatori a vari congressi nazionali ed internazionali. Continua la collaborazione con l Istituto Tumori Romagnolo di Forlì per uno studio sperimentale di chemiosensibilità su pezzi anatomici prelevati ai pazienti operati in questa U.O. i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Clinical colorectal cancer. Permane la collaborazione con l Istituto Nazionale Tumori di Milano con progetti di studio in corso e con l Istituto di Nefrologia e Dialisi dell Università S.Orsola di Bologna con cui abbiamo attivato uno studio sperimentale su alcuni marcatori urinari. Attività Chirurgia Bariatrica L ambulatorio di chirurgia bariatrica è collocato al I piano della palazzina L al n.36 dell Ospedale Maggiore ed è attivo di giovedì dalle 8.5 alle.30 Sono previsti 8 controlli prenotati a GESI e 3 prime visite prenotate a CUP. La lista dei prenotati è attualmente di 65 Pazienti. Gli interventi chirurgici effetuati presso la Chirurgia di Bentivoglio nel 0 sono stati : bendaggi gastrici per via laparoscopica 9 sleeve gastrectomy per via laparoscopica escluso un caso convertito in open by pass gastrico per via laaproscopica 3 rimozioni di bendaggio gastrico per via laparoscopica E stato organizzato un Convegno dal titolo :Approccio Multidisciplinare al Trattamento della Grande Obesità il 7 novembre 0 a San Marino di Bentivoglio che ha visto un centinaio di partecipanti. Sono stati effettuati nel maggio 0 due corsi interni presso la Chirurgia di Bentivoglio dal titolo L assistenza agli operati di chirurgia bariatrica e il 7 settembre 0 un corso presso il Servizio di Dietologia e Nutrizione Clinica dell Ospedale Maggiore dal titolo Chirurgia bariatrica: aspetti chirurgici, clinici, nutrizionali.

13 Attività laparoscopica Sono stati sottoposti ad interventi laparoscopici 344 pazienti (più 39 rispetto all anno precedente). Il maggior numero di interventi effettuati, come l anno precedente, sono quelli sulla colecisti. Sono inoltre aumentate le procedure per la chirurgia dell obesità secondo l indicazione aziendale. Si è consolidata l attività laparoscopica diagnostica per la valutazione dei pazienti con carcinosi peritoneale da arruolare alla citoriduzione ed Hipec. Chirurgia laparoscopica 0 Colecistectomia 9 Emicolectomia dx Emicolectomia sx 5 Appendicectomia 4 Annessiectomia Sleeve gastrectomy 0 By pass gastrico Bendaggio gastrico Sutura ulcera gastrica Rimozione di banding gastrico 3 Plastica per laparocele Laparoscopia diagnostica +/- biopsia 45 TOTALE 344 (305 nel 0) FORMAZIONE La formazione continua del personale medico ed infermieristico è stata assicurata anche nel 0 mediante partecipazione a corsi di aggiornamento e congressi nazionali ed internazionali e mediante riunioni interdisciplinari su casi clinici selezionati. Anche nel 0 si è proseguito nel percorso di formazione in sala operatoria coinvolgendo il personale medico in procedure chirurgiche complesse con il tutoraggio del sottoscritto. 3

14 DISPONIBILITA POSTI LETTO 0 A - DATI SULLA DEGENZA L U.O. dispone, a pieno regime di 8 posti letto (PL) di Degenza Ordinaria (DO) e PL per la Degenza in Day Hospital. Tuttavia, nell ambito di una ristrutturazione delle U.O. del presidio ospedaliero dal l U.O. di chirurgia è stata accorpata con U.O. di Ginecologia assegnando a quest ultima 6 posti letto. Nei periodi delle festività natalizie e durante la stagione estiva viene attuata una riduzione di PL, come da schema sotto esposto, per permettere al Personale di usufruire di periodi di congedo ordinario. Durante tali periodi si attua un accorpamento logistico con L U.O. di Ortopedia e Traumatologia per ottimizzare l assistenza. PERIODO POSTI LETTO 0.0 al PL + DH (+ accorpamento U.O. Ortopedia) 09.0 al PL + DH 9.07 al PL + DH 0.0 al. 8 PL + DH 3. al 3. PL + DH DEGENZE Dal 0.0. al 3.. sono stati ricoverati 493 ( pz-9 DO+pz- 30 DH ) pazienti fra la degenza ordinaria ed il day hospital. DEGENZA IN REGIME DI RICOVERO ORDINARIO Nel corso dell anno 0 il calcolo dei letti medi per la degenza ordinaria è risultato pari a 6.39 Sono stati ricoverati 9 pazienti per un totale di 707 giornate di degenza. I pazienti sottoposti ad intervento sono stati 835 in ricovero ordinario, (N.B.da giugno 009 gli interventi possono essere registrati solo se il paz. è ricoverato in chirurgia) 838 interventi totali ( pz U.O. chirur + 3 pz altri U.O.) 835 sono gli interventi ordinari e 309 quelli in day hospital (da reportistica aziendale) 4

15 Gli indicatori sono stati Presenza media giornaliera 9.7 Indice di occupazione PL 7,66 Indice di rotazione 45.6 Indice operatorio 0.76 Degenza media 6,36 Indice di turn over,39 Punto medio,40 DEGENZA IN REGIME DI DAY HOSPITAL Totale Pazienti 30 Giornate di presenza 354 Giorni nel periodo 0 Presenza media giornaliera.76 5

16 B - ATTIVITA OPERATORIA Nell anno 0 sono stati eseguiti 47 interventi a pazienti ricoverati Dei 493 pazienti degenti ed operati presso la nostra U.O. 9 sono stati ricoverati in regime di degenza ordinaria e 30 in day hospital. Gli interventi in regime ordinario sono stati 838( 835 pz U.O. chirur + 3 pz altri U.O.), quelli in DH L attività di chirurgia ambulatoriale, effettuata solo una mattina alla settimana per la mancanza di adeguati spazi operatori (con lunghissima lista d attesa) è stata di 583 interventi. Pertanto complessivamente nell anno 0 sono stati eseguiti 730 interventi. INTERVENTI Degenza ordinaria Degenza day hospital Totali Chirurgia Bentivoglio ( Altre U.O Totali Ambulatoriali 583 TOTALE GENERALE 730 (488 nel 0) A seguire vengono riportate le schede di attività che vengono fornite dai flussi informativi aziendali 6

17 7

18 8

19 9

20 ATTIVITA CHIRURGICA IN URGENZA Viene qui di seguito elencato il numero mensile ed il complessivo di interventi chirurgici eseguiti dall U.O. in urgenza (conteggi eseguiti sulla documentazione cartacea messa a disposizione dalla Caposala di S.O. perché i dati GEDO non consentono adeguata precisione). I dati mostrano una diminuzione di attività rispetto all anno precedente. (33 interventi nel 0 rispetto a 67 nel 0) Sono stati considerati notturni gli interventi urgenti che hanno coinvolto (anche parzialmente) la S.O. dopo le o prima delle 6 del mattino. INTERVENTI URGENTI ora inizio e/o fine diurni notturni Totali gennaio febbraio marzo 6 8 aprile maggio giugno 0 luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre 0 TOTALI PROCEDURE CHIRURGICHE Nel corso del 0 sono state praticate 536 ( 79 nel 0) procedure chirurgiche (dati da GEDO) su pazienti ricoverati presso la nostra U.O., di cui 3 procedure in regime ordinario (835 pz) e 33 in day hospital (30 pz). Le singole procedure chirurgiche in regime ordinario ed in D.H. vengono qui di seguito elencate secondo l elenco che viene fornito dai flussi informativi aziendali. 0

21 Regione Emilia Romagna\ Azienda USL Bologna OSPEDALE DI BENTIVOGLIO Ver.. - INTERVENTI PER CODICE INTERVENTO - NEL PERIODO DAL 0/0/0 AL 3//0 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi Specialità: CHIR CHIRURGIA Reparto: C CHIRURGIA BENTIVOGLIO LOBECTOMIA MONOLATERALE DELLA TIROIDE TIROIDECTOMIA COMPLETA SURRENECTOMIA MONOLATERALE INSERZIONE DI DRENAGGIO INTERCOSTALE ALTRA RIPARAZIONE DEL DIAFRAMMA ALTRI INTERVENTI SUL DIAFRAMMA LEGATURA E STRIPPING DI VENE VARICOSE DELL'ARTO INFERIORE ALTRA ASPORTAZIONE DI VENE DELL'ARTO INFERIORE ARTERIOVENOSTOMIA PER DIALISI RENALE SUTURA DI VENA SBRIGLIAMENTO DEI VASI EMODIALISI CONTROLLO DI EMORRAGIA, SAI BIOPSIA DI STRUTTURE LINFATICHE ASPORTAZIONE DI LINFONODI INGUINALI ASPORTAZIONE SEMPLICE DI ALTRE STRUTTURE LINFATICHE ASPORTAZIONE DI LINFONODI REGIONALI ASPORTAZIONE RADICALE DI LINFONODI, SAI ASPORTAZIONE RADICALE DEI LINFONODI ASCELLARI Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. di 7

22 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ASPORTAZIONE RADICALE DEI LINFONODI PERIAORTICI ASPORTAZIONE RADICALE DEI LINFONODI ILIACI DISSEZIONE RADICALE DELLA REGIONE INGUINALE ASPORTAZIONE RADICALE DI ALTRI LINFONODI SPLENECTOMIA TOTALE GASTROSTOMIA PERCUTANEA (ENDOSCOPICA) (PEG) ALTRA GASTROSTOMIA GASTRECTOMIA PARZIALE CON ANASTOMOSI DUODENALE GASTRECTOMIA PARZIALE CON ANASTOMOSI DIGIUNALE ALTRA GASTRECTOMIA PARZIALE GASTRECTOMIA TOTALE CON INTERPOSIZIONE INTESTINALE ALTRA GASTRECTOMIA TOTALE GASTROSCOPIA TRANSADDOMINALE ALTRA GASTROSCOPIA ALTRA BIOPSIA DELLO STOMACO BYPASS GASTRICO ALTO ALTRA GASTROENTEROSTOMIA SENZA GASTRECTOMIA SUTURA DI ULCERA GASTRICA SUTURA DI ULCERA DUODENALE SUTURA DI LACERAZIONE DELLO STOMACO CHIUSURA DI GASTROSTOMIA PROCEDURA LAPAROSCOPICA DI RESTRIZIONE GASTRICA REVISIONE LAPAROSCOPICA DELLA PROCEDURA GASTRICA RESTRITTIVA RIMOZIONE LAPAROSCOPICA DI DISPOSITIVO/I DI RESTRIZIONE GASTRICA ALTRI INTERVENTI SULLO STOMACO INCISIONE DEL DUODENO ENDOSCOPIA TRANSADDOMINALE DELL'INTESTINO CRASSO ENDOSCOPIA DELL'INTESTINO CRASSO ATTRAVERSO STOMA ARTIFICIALE COLONSCOPIA CON ENDOSCOPIO FLESSIBILE Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. di 7

23 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA ASPORTAZIONE DI LESIONE DEL DUODENO ASPORTAZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DELL'INTESTINO TENUE EC ALTRA DEMOLIZIONE DI LESIONE DELL'INTESTINO TENUE ECCETTO IL DUO POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA DELL'INTESTINO CRASSO ISOLAMENTO DI SEGMENTO INTESTINALE, SAI ISOLAMENTO DI SEGMENTO DELL'INTESTINO TENUE RESEZIONE SEGMENTARIA MULTIPLA DELL'INTESTINO TENUE ALTRA RESEZIONE PARZIALE DELL'INTESTINO TENUE RESEZIONE DEL CIECO EMICOLECTOMIA DESTRA RESEZIONE DEL COLON TRASVERSO EMICOLECTOMIA SINISTRA SIGMOIDECTOMIA ALTRA ASPORTAZIONE PARZIALE DELL'INTESTINO CRASSO COLECTOMIA TOTALE INTRAADDOMINALE ANASTOMOSI INTESTINALE, SAI ANASTOMOSI INTESTINALE TENUE-TENUE ANASTOMOSI DELL'INTESTINO TENUE AL MONCONE RETTALE ALTRA ANASTOMOSI INTESTINALE TENUE-CRASSO ANASTOMOSI INTESTINALE CRASSO-CRASSO RESEZIONE DI SEGMENTO ESTERIORIZZATO DELL'INTESTINO TENUE RESEZIONE DI SEGMENTO ESTERIORIZZATO DELL'INTESTINO CRASSO COLOSTOMIA, SAI COLOSTOMIA TEMPORANEA COLOSTOMIA PERMANENTE ILEOSTOMIA, SAI ILEOSTOMIA TEMPORANEA ALTRA ILEOSTOMIA PERMANENTE RIPARAZIONE DI ERNIA PERICOLOSTOMICA Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 3 di 7 3

24 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi CHIUSURA DI ORIFIZIO INTESTINALE ARTIFICIALE, SAI CHIUSURA DI ORIFIZIO ARTIFICIALE DELL'INTESTINO TENUE CHIUSURA DI ORIFIZIO ARTIFICIALE DELL'INTESTINO CRASSO ALTRA FISSAZIONE DELL'INTESTINO CRASSO SUTURA DI LACERAZIONE DELL'INTESTINO CRASSO ALTRA RIPARAZIONE DELL'INTESTINO MANIPOLAZIONE INTRAADDOMINALE DELL'INTESTINO, NON ALTRIMENTI SPE MANIPOLAZIONE INTRAADDOMINALE DELL'INTESTINO TENUE MANIPOLAZIONE INTRAADDOMINALE DELL'INTESTINO CRASSO ALTRI INTERVENTI SULL'INTESTINO APPENDECTOMIA LAPAROSCOPICA ALTRA APPENDECTOMIA APPENDECTOMIA LAPAROSCOPICA IN CORSO DI ALTRO INTERVENTO ALTRA APPENDECTOMIA IN CORSO DI ALTRO INTERVENTO DRENAGGIO DI ASCESSO APPENDICOLARE ELETTROCOAGULAZIONE RADICALE DI LESIONE O TESSUTO DEL RETTO ASPORTAZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL RETTO RESEZIONE DEL RETTO PER VIA ADDOMINOPERINEALE RESEZIONE ANTERIORE DEL RETTO CON CONTEMPORANEA COIOSTOMIA ALTRA RESEZIONE ANTERIORE DEL RETTO ALTRA RESEZIONE DEL RETTO ALTRA PROCTOPESSI ALTRA RIPARAZIONE DEL RETTO INCISIONE DI ASCESSO PERIANALE ALTRA INCISIONE DI TESSUTI PERIANALI ASPORTAZIONE DI APPENDICE CUTANEA PERIANALE FISTULECTOMIA ANALE BIOPSIA DELL'ANO ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 4 di 7 4

25 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ASPORTAZIONE DELLE EMORROIDI ALTRI INTERVENTI SULLE EMORROIDI SFINTEROTOMIA ANALE LATERALE SINISTRA BIOPSIA A CIELO APERTO DEL FEGATO BIOPSIA A CUNEO ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SUL FEGATO MARSUPIALIZZAZIONE DI LESIONE DEL FEGATO EPATECTOMIA PARZIALE ABLAZIONE APERTA DI TESSUTO O LESIONE EPATICI ABLAZIONE LAPAROSCOPICA DI TESSUTO O LESIONE EPATICI ALTRA DEMOLIZIONE DI LESIONE DEL FEGATO LOBECTOMIA DEL FEGATO ALTRI INTERVENTI SUL FEGATO COLECISTECTOMIA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA COLECISTECTOMIA PARZIALE LAPAROSCOPICA COLEDOCOENTEROSTOMIA ANASTOMOSI FRA DOTTO EPATICO E INTESTINO ESPLORAZIONE DEL DOTTO COMUNE PER RIMOZIONE DI CALCOLI POSIZIONAMENTO DI TUBO DI KHERR O TPE PER DECOMPRESSIONE ESPLORAZIONE DEL DOTTO BILIARE COMUNE INCISIONE DEL DOTTO BILIAR ASPORTAZIONE DEL DOTTO CISTICO RESIDUO SUTURA SEMPLICE DEL DOTTO BILIARE COMUNE RIPARAZIONE DI ALTRI DOTTI BILIARI RIMOZIONI DI PROTESI DAL DOTTO BILIARE PANCREATECTOMIA DISTALE ALTRA PANCREATECTOMIA PARZIALE PANCREATECTOMIA TOTALE PANCREATICODUODENECTOMIA RADICALE RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 5 di 7 5

26 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA CON INNEST RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO O RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA CON INNESTO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA CRURALE CON INNESTO O PROTESI ALTRA ERNIORRAFIA CRURALE MONOLATERALE RIPARAZIONE DI ERNIA OMBELICALE CON PROTESI ALTRA ERNIORRAFIA OMBELICALE RIPARAZIONE DI ERNIA SU INCISIONE RIPARAZIONE DI ALTRA ERNIA DELLA PARETE ADDOMINALE ANTERIORE RIPARAZIONE DI ERNIA SU INCISIONE CON PROTESI RIPARAZIONE DI ALTRA ERNIA DELLA PARETE ADDOMINALE ANTERIORE CON RIPARAZIONE DI ERNIA DIAFRAMMATICA, PER VIA ADDOMINALE LAPARATOMIA ESPLORATIVA RIAPERTURA DI LAPAROTOMIA RECENTE ALTRA LAPARATOMIA LAPAROSCOPIA BIOPSIA DELLA PARETE ADDOMINALE O DELL'OMBELICO BIOPSIA DEL PERITONEO BIOPSIA (PERCUTANEA) (AGOBIOPSIA) DI MASSA INTRAADDOMINALE LAVAGGIO PERITONEALE ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SULLA REGIONE ADDOMINALE ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI LESIONE O TESSUTO DI PARETE ADDOMI ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI TESSUTO PERITONEALE LISI LAPAROSCOPICA DI ADESIONI PERITONEALI ALTRE LISI DI ADESIONI PERITONEALI RISUTURA DI DIASTASI POSTOPERATORIA DELLA PARETE ADDOMINALE ALTRA SUTURA DELLA PARETE ADDOMINALE Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 6 di 7 6

27 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA RIPARAZIONE DELL'OMENTO INIEZIONE DI SOSTANZE TERAPEUTICHE AD AZIONE LOCALE NELLA CAVITA ALTRI INTERVENTI SULLA REGIONE ADDOMINALE NEFROURETERECTOMIA NEFRECTOMIA DI RENE UNICO URETERECTOMIA, SAI CISTOSTOMIA PERCUTANEA SUTURA DI LACERAZIONE VESCICALE CATETERISMO VESCICALE CIRCONCISIONE ALTRA OVARIOTOMIA ALTRA BIOPSIA DELL'OVAIO BIOPSIA LAPAROSCOPICA DELL'OVAIO ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE LAPAROSCOPICHE SULL'OVAIO ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SULL'OVAIO RESEZIONE CUNEIFORME DELL'OVAIO ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DELL'OVAIO OVARIOTOMIA LAPAROSCOPICA MONOLATERALE ALTRA SALPINGO-OVARIECTOMIA MONOLATERALE RIMOZIONE DI ENTRAMBE LE OVAIE NELLO STESSO INTERVENTO RIMOZIONE DELL'OVAIO RESIDUO RIMOZIONE LAPAROSCOPICA DI ENTRAMBE LE OVAIE NELLO STESSO INTERV ALTRA RIMOZIONE DI ENTRAMBE LE OVAIE E DELLE TUBE NELLO STESSO I LISI LAPAROSCOPICA DI ADERENZE DELLE OVAIE E DELLE TUBE ALTRA LISI DI ADERENZE DELLE OVAIE E DELLE TUBE ALTRI INTERVENTI SULL'OVAIO LEGATURA E SEZIONE ENDOSCOPICA BILATERALE DELLE TUBE SALPINGECTOMIA TOTALE MONOLATERALE ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI LESIONE DELLE TUBE Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 7 di 7 7

28 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI LESIONE DELL'UTERO ALTRA E NON SPECIFICATA ISTERECTOMIA ADDOMINALE TOTALE ISTERECTOMIA ADDOMINALE RADICALE LAPAROSCOPICA ALTRA E NON SPECIFICATA ISTERECTOMIA ADDOMINALE RADICALE ALTRA E NON SPECIFICATA ISTERECTOMIA RIMOZIONE DI DISPOSITIVO IMPIANTATO, SEDE NON SPECIFICATA ALTRA SEZIONE DEI TESSUTI MOLLI ALTRE PROCEDURE DIAGNOSTICHE SU MUSCOLI, TENDINI, FASCE E BORSE, ASPORTAZIONE DI LESIONE DEI MUSCOLI AMPUTAZIONE DELL'ARTO INFERIORE, SAI MASTECTOMIA RADICALE MONOLATERALE ALTRA INCISIONE CON DRENAGGIO DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTA INCISIONE CON RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO O DISPOSITIVO DA CUTE INSERZIONE DI POMPA DI INFUSIONE TOTALMENTE IMPIANTABILE ALTRA INCISIONE DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO BIOPSIA DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO ASPORTAZIONE DI CISTI O SENO PILONIDALE ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO CUT ASPORTAZIONE RADICALE DI LESIONE DELLA CUTE ALTRI INTERVENTI SULLA CUTE E SUL TESSUTO SOTTOCUTANEO COLANGIOGRAFIA INTRAOPERATORIA DIAGNOSTICA ECOGRAFICA DELL'APPARATO DIGERENTE INIEZIONE O INFUSIONE DI SOSTANZE CHEMIOTERAPICHE PER TUMORE APPLICAZIONE O SOMMINISTRAZIONE DI SOSTANZA CHE OSTACOLA LE ADER IPERTERMIA PER IL TRATTAMENTO DI TUMORE Reparto: DC D.H. CHIRURGIA BENTIVOGLIO Totale Reparto: CHIRURGIA BENTIVOGLIO LEGATURA E STRIPPING DI VENE VARICOSE DELL'ARTO INFERIORE ALTRA ASPORTAZIONE DI VENE DELL'ARTO INFERIORE 7 6 Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 8 di 7 8

29 Codice Descrizione Intervento Num. Interventi ALTRA REVISIONE DI INTERVENTI VASCOLARI BIOPSIA DI STRUTTURE LINFATICHE ASPORTAZIONE DI LINFONODI CERVICALI PROFONDI ASPORTAZIONE DI LINFONODI INGUINALI ASPORTAZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL RETTO ALTRA PROCTOPESSI ALTRA RIPARAZIONE DEL RETTO INCISIONE DI ASCESSO PERIANALE ASPORTAZIONE DI APPENDICE CUTANEA PERIANALE ALTRA ASPORTAZIONE DI TESSUTI PERIANALI FISTULOTOMIA ANALE FISTULECTOMIA ANALE BIOPSIA DELL'ANO ASPORTAZIONE ENDOSCOPICA O DEMOLIZIONE DI LESIONE O TESSUTO DELL ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DEL LEGATURA DELLE EMORROIDI ASPORTAZIONE DELLE EMORROIDI SFINTEROTOMIA ANALE LATERALE SINISTRA ALTRI INTERVENTI SULL'ANO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE INDIRETTA CON INNEST RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA INGUINALE CON INNESTO O PROTES RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA RIPARAZIONE BILATERALE DI ERNIA INGUINALE DIRETTA CON INNESTO O RIPARAZIONE MONOLATERALE DI ERNIA CRURALE CON INNESTO O PROTESI ALTRA ERNIORRAFIA CRURALE MONOLATERALE RIPARAZIONE DI ERNIA OMBELICALE CON PROTESI Data 5/04/03 Il Direttore Sanita Pag. 9 di 7 9

Indicatore PNE Colecistectomia laparoscopica: proporzione di ricoveri ordinari con degenza post-operatoria inferiore a 3 giorni :

Indicatore PNE Colecistectomia laparoscopica: proporzione di ricoveri ordinari con degenza post-operatoria inferiore a 3 giorni : Betriebsdirektion Direzione Aziendale Allegato 2: Indicatore PNE Colecistectomia laparoscopica: proporzione di ricoveri ordinari con degenza post-operatoria inferiore a 3 giorni : PROTOCOLLO OPERATIVO

Dettagli

COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO

COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO - Definizione Per struttura di ricovero o area di residenza: proporzione di ricoveri per colecistectomia laparoscopica

Dettagli

U.O. DI CHIRURGIA GENERALE

U.O. DI CHIRURGIA GENERALE DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA PRESIDIO OSPEDALIERO OSPEDALE BENTIVOGLIO U.O. DI CHIRURGIA GENERALE DIRETTORE DOTT. SALVATORE VIRZì RELAZIONE TECNICA ANNO 00 INDICE ORGANIGRAMMA MEDICO... FUNZIONIGRAMMA MEDICO

Dettagli

COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN REGIME ORDINARIO: DEGENZA POST-OPERATORIA INFERIORE A 3 GIORNI PROTOCOLLO OPERATIVO

COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN REGIME ORDINARIO: DEGENZA POST-OPERATORIA INFERIORE A 3 GIORNI PROTOCOLLO OPERATIVO COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN REGIME ORDINARIO: DEGENZA POST-OPERATORIA INFERIORE A 3 GIORNI PROTOCOLLO OPERATIVO - Definizione Per struttura di ricovero o ASL di residenza: proporzione di colecistectomie

Dettagli

DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA UNITÀ OPERATIVA DI CHIRURGIA GENERALE Direttore: Dr. Salvatore Virzì INDICE

DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA UNITÀ OPERATIVA DI CHIRURGIA GENERALE Direttore: Dr. Salvatore Virzì INDICE INDICE INTRODUZIONE.. pag. 2 Missione Dell U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio pag. 2 Visione Della U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio pag. 2 Analisi Attività Svolta Anno 2004 pag. 3 ORGANIGRAMMA

Dettagli

PRESIDIO OSPEDALIERO SIRAI ANGIOPLASTICA PERCUTANEA CORONARICA TRANSLUMINALE (PTCA) O ATERECTOMIA CORONARICA

PRESIDIO OSPEDALIERO SIRAI ANGIOPLASTICA PERCUTANEA CORONARICA TRANSLUMINALE (PTCA) O ATERECTOMIA CORONARICA TABELLA PRESIDIO OSPEDALIERO SIRAI Unità Operativa Codice Intervent o Descrizione Intervento Quantità 00.66 ANGIOPLASTICA PERCUTANEA CORONARICA TRANSLUMINALE (PTCA) O ATERECTOMIA CORONARICA 3. TRACHEOSTOMIA

Dettagli

Errore. L'origine riferimento non è stata trovata.

Errore. L'origine riferimento non è stata trovata. PRESTAZIONI DI GASTROENTEROLOGIA ED ENDO DIGESTIVA IN REGIME AMBULATORIALE (ESCLUSO DAY-HOSPITAL E DAY-SURGERY) TARIFFARIO MINISTERIALE PRESTAZIONI GIA PREVISTE DAL DM 7 VEMBRE 1991 IMPORTO TICKET ATTUALE

Dettagli

S. C. di CHIRURGIA GENERALE OSPEDALE SAN BASSIANO

S. C. di CHIRURGIA GENERALE OSPEDALE SAN BASSIANO S. C. di CHIRURGIA GENERALE OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Complessa di Chirurgia fa parte del Dipartimento di Chirurgia Generale e d Urgenza. Comprende la Struttura Semplice

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Data di nascita 26/06/1959 Qualifica

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Data di nascita 26/06/1959 Qualifica MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome AMATO TOMMASO Data di nascita 26/06/1959 Qualifica Dirigente medico I livello a rapporto esclusivo Chirurgia Generale Ospedale San

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007. Unità Operativa Chirurgia Generale Ospedale di Isola della Scala

Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007. Unità Operativa Chirurgia Generale Ospedale di Isola della Scala Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007 Unità Operativa Azienda ULSS n. 22 - Bussolengo (VR) Dipartimento di Unità Operativa Chirurgia Blocco A - Primo piano: ambulatori Blocco B - Terzo piano: degenze e

Dettagli

Audizione presso la XII Commissione Igiene e Sanità Senato della Repubblica Roma, 31 Ottobre 2012

Audizione presso la XII Commissione Igiene e Sanità Senato della Repubblica Roma, 31 Ottobre 2012 Audizione presso la XII Commissione Igiene e Sanità Senato della Repubblica Roma, 31 Ottobre 2012 Dott. Maurizio Lera Direttore U.O.S. di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Azienda ULS 12 Viareggio

Dettagli

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Unità Operativa Complessa di CHIRURGIA GENERALE E MININVASIVA Presidio Ospedaliero di Dolo (VE) Direttore: Dott.

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5 ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5 45.13 45.13 45.16 45.16 45.23 45.24 45.24 45.25 ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA [EGD]. Endoscopia dell' intestino tenue Escluso: Endoscopia con biopsia

Dettagli

LAPAROSCOPIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche COSA È LA LAPAROSCOPIA La laparoscopia è una delle tecniche chirurgiche mini-invasive oggi maggiormente utilizzate nelle sale operatorie:

Dettagli

Unità Operativa di. Gastroenterologia. Endoscopia digestiva. Carta dei Servizi rev. 2 del 2 settembre 2012

Unità Operativa di. Gastroenterologia. Endoscopia digestiva. Carta dei Servizi rev. 2 del 2 settembre 2012 Carta dei Servizi rev. 2 del 2 settembre 2012 Unità Operativa di Endoscopia digestiva Azienda ULSS n. 22 Bussolengo (VR) Dipartimento di Medicina Interna Unità Operativa di ed Direttore: dott. Salvatore

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU35 30/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 54-4257 D.G.R. n. 73-13176 del 26.07.2004 e s.m.i.. Aggiornamento del nomenclatore tariffario per la trasformazione

Dettagli

MARTEDI DELL ORDINE ATTUALITÀ IN CHIRURGIA VIDEO-ASSISTITA CHIRURGIA GENERALE, CHIRURGIA PLASTICA, ORTOPEDIA

MARTEDI DELL ORDINE ATTUALITÀ IN CHIRURGIA VIDEO-ASSISTITA CHIRURGIA GENERALE, CHIRURGIA PLASTICA, ORTOPEDIA ATTUALITÀ IN CHIRURGIA VIDEO-ASSISTITA CHIRURGIA GENERALE, CHIRURGIA PLASTICA, ORTOPEDIA 1 PRESENTAZIONE Luigi Roncoroni Direttore SC Clinica Chirurgica e Terapia Chirurgica, Francesco Ceccarelli Direttore

Dettagli

RASSEGNA STAMPA lunedì 16 febbraio 2015

RASSEGNA STAMPA lunedì 16 febbraio 2015 RASSEGNA STAMPA lunedì 16 febbraio 2015 Pacelli direttore per il Dipartimento di Oncologia della Fondazione Giovanni Paolo II Campobasso prima pagina feb 15, 2015 Il professor Fabio Pacelli torna a

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ANNO 2006

RELAZIONE TECNICA ANNO 2006 INDICE INTRODUZIONE.. pag. 2 Missione Dell U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio pag. 2 Visione Della U.O. Chirurgia Generale Di Bentivoglio pag. 2 Analisi Attività Svolta Anno 2006 pag. 3 ORGANIGRAMMA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cerrai Federico Data di nascita 15 aprile 1956. Nome. Amministrazione

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cerrai Federico Data di nascita 15 aprile 1956. Nome. Amministrazione CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cerrai Federico Data di nascita 15 aprile 1956 Qualifica Medico specialista Amministrazione Incarico attuale Dirigente medico di I livello Numero telefonico

Dettagli

Il profilo degli Ospedali di prossimità: il progetto degli Ospedali di Porretta e Vergato CTSS 19 GIUGNO 2013

Il profilo degli Ospedali di prossimità: il progetto degli Ospedali di Porretta e Vergato CTSS 19 GIUGNO 2013 Il profilo degli Ospedali di prossimità: il progetto degli Ospedali di Porretta e Vergato CTSS 19 GIUGNO 2013 Gli ospedali della cintura S. Giovanni Bentivoglio Bazzano Maggiore Budrio IOR AOU Bellaria

Dettagli

TARIFFARIO UNICO AZIENDALE in vigore dal 1 settembre 2014 per pazienti iscritti al SSN

TARIFFARIO UNICO AZIENDALE in vigore dal 1 settembre 2014 per pazienti iscritti al SSN RIO UNICO AZIENDALE in vigore dal 1 settembre 2014 per pazienti iscritti al SSN RICOVERI ESEGUITI IN ATTIVITA LIBERO PROFESSIONALE IN ACCORDO CON COMPAGNIE ASSICURATIVE CONVENZIONATE Settembre 2014 Indice

Dettagli

Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012

Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012 Allegato alla Delib.G.R. n. 20/3 del 26.4.2011 Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012 Premessa In base alle attività

Dettagli

Area Funzionale Chirurgica del P.O. di Pescia GUIDA AI SERVIZI

Area Funzionale Chirurgica del P.O. di Pescia GUIDA AI SERVIZI Area Funzionale Chirurgica del Presidio Ospedaliero S.S. Cosma e Damiano di Pescia ON-LINE www.usl3.toscana.it SISTEMA CARTA DEI SERVIZI Gentile Signore, Gentile Signora, l Area Funzionale Chirurgica dell

Dettagli

UNITA OPERATIVA GASTROENTEROLOGIA

UNITA OPERATIVA GASTROENTEROLOGIA pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNITA OPERATIVA GASTROENTEROLOGIA PRESIDIO OSPEDALE POLICLINICO MA 28 Rev. 3 del 01/06/08 Ultimo aggiornamento

Dettagli

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Complessa di Gastroenterologia rappresenta il punto di riferimento per il territorio ed il nosocomio ospedaliero

Dettagli

Monte Amiata: un isola sulla terra ferma. (padre Ernesto Balducci)

Monte Amiata: un isola sulla terra ferma. (padre Ernesto Balducci) Monte Amiata: un isola sulla terra ferma (padre Ernesto Balducci) Il Presidio Ospedaliero Amiata persegue le finalità di tutela della salute dei cittadini e della comunità locale, così come configurati

Dettagli

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva I NOSTRI IMPEGNI NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI Garanzia e tutela Il personale si impegna ad effettuare, a cadenze stabilite, la rilevazione della soddisfazione degli utenti e garantisce che i risultati delle

Dettagli

U.O. CHIRURGIA GENERALE E VIDEOCHIRURGIA P.O. di Castelfranco Veneto

U.O. CHIRURGIA GENERALE E VIDEOCHIRURGIA P.O. di Castelfranco Veneto CARTA DEI SERVIZI U.O. CHIRURGIA GENERALE E VIDEOCHIRURGIA P.O. di Castelfranco Veneto U.O. Autonoma di Chirurgia Generale e Videochirirgia: Direttore Dr. Carlo Augusto Sartori U.O. Aggregata di Chirurgia

Dettagli

BUDGET 2013 Approvato

BUDGET 2013 Approvato A-PDF PageMaster Demo. Purchase from www.a-pdf.com to remove the watermark BUDGET 2013 Approvato Dipartimento Oncologico Elenco strutture S.C. ANATOMIA ED ISTOLOGIA PATOLOGICA S.C. FISICA SANITARIA S.C.

Dettagli

A.S.L. NO Azienda Sanitaria Locale

A.S.L. NO Azienda Sanitaria Locale Novara, 5 marzo 2013 CONTINUITA E CENTRALITA DEL PAZIENTE: LE DIRETTRICI DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELL ASL NO Oggi, martedì 5 marzo 2013 alle 11.00, alla presenza del Presidente della Regione Piemonte,

Dettagli

Strumentario chirurgico: problema o opportunità?

Strumentario chirurgico: problema o opportunità? Nona giornata di formazione in Ticino 16 ottobre 2012 Sono andati su marte, e noi? Strumentario chirurgico: problema o opportunità? Servizio di noleggio in outsurcing dello strumentario chirurgico sterile

Dettagli

Percentuale di soggetti operati entro 60 giorni dalla data della mammografia

Percentuale di soggetti operati entro 60 giorni dalla data della mammografia Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore Numeratore Formula Matematica Valore di Riferimento Fonti dati BC obj1 Percentuale di soggetti operati entro 60 giorni dalla data della mammografia

Dettagli

ALLERGOLOGIA ANESTESIA/TERAPIA DEL DOLORE CARDIOLOGIA

ALLERGOLOGIA ANESTESIA/TERAPIA DEL DOLORE CARDIOLOGIA ELENCO MEDICI LIBERA PROFESSIONE GARBAGNATE 2016 171 Dott.ssa G.GARELLI 11/01/2016 mercoledì 16.00-17.00 ALLERGOLOGIA PRIMA VISITA ALLERGOLOGICA + TEST 74,00 IMMUNIZZAZIONE PER ALLERGIA (ciclo da 10) 65,07

Dettagli

Tempi di attesa: attività ambulatoriali, diagnostica per immagini, ricoveri

Tempi di attesa: attività ambulatoriali, diagnostica per immagini, ricoveri Tempi di attesa: attività ambulatoriali, diagnostica per immagini, ricoveri In questa sezione sono contenuti i tempi di attesa (espressi in giorni) delle prestazioni oggetto di monitoraggio da parte della

Dettagli

Curriculum Vitae del dr. Giancarlo Ionta

Curriculum Vitae del dr. Giancarlo Ionta Curriculum Vitae del dr. Giancarlo Ionta Nato a Napoli il 25/09/1952, dopo aver frequentato la scuola dell obbligo si iscrive al liceo classico e ne consegue la maturità, che gli permette l iscrizione

Dettagli

Progetto alternanza scuola-lavoro

Progetto alternanza scuola-lavoro Progetto alternanza scuola-lavoro OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMO Gastroenterologia Abbiamo visto il reparto di gastroenterologia in due aspetti: L ambulatorio dove si effettuano tutti giorni visite ed esami

Dettagli

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Unità Operativa Complessa di MEDICINA INTERNA Presidio Ospedaliero di Mirano (VE) Direttore: Dott. Giuseppe Donà

Dettagli

La sperimentazione dell e-procurement negli approvvigionamenti di Sala Operatoria.

La sperimentazione dell e-procurement negli approvvigionamenti di Sala Operatoria. La sperimentazione dell e-procurement negli approvvigionamenti di Sala Operatoria. L azienda ASL di Viterbo ha voluto verificare l impatto dell implementazione di un sistema di acquisti on-line attraverso

Dettagli

Azienda U.S.L. 7 di Siena

Azienda U.S.L. 7 di Siena Azienda U.S.L. 7 di Siena elenco prestazioni e tariffe erogate in regime di LIBERA PROFESSIONE per la disciplina di: CHIRURGIA GENERALE Zona Amiata Val d'orcia dott.ssa/dott. MARIOTTINI GIAMPIERO ALTRA

Dettagli

CHIRURGIA GENERALE. Guida al DAY SURGERY

CHIRURGIA GENERALE. Guida al DAY SURGERY CHIRURGIA GENERALE Guida al DAY SURGERY Gentile utente, questa guida contiene le informazioni utili per accedere al Day Surgery. Le indicazioni che troverà nella guida la faciliteranno nel percorso pre

Dettagli

DIRETTORE SC PEDIATRIA

DIRETTORE SC PEDIATRIA DIRETTORE SC PEDIATRIA PROFILO OGGETTIVO Caratteristiche e attività dell Azienda L Azienda Ospedaliera Ospedale Maggiore di Crema è costituita dalle seguenti strutture: Presidio Ospedale Maggiore di Crema

Dettagli

Endoscopia nell anno successivo

Endoscopia nell anno successivo COLON FOLLOW-UP 01 Endoscopia nell anno successivo DESCRIZIONE: Stima la proporzione di pazienti sottoposti a endoscopia nei 12 mesi successivi all intervento 0-20 DISTRIBUZIONE SPAZIALE 21-40 41-60 61-80

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER NUOVO SITO INTERNET DELL OSPEDALE

CARTA DEI SERVIZI PER NUOVO SITO INTERNET DELL OSPEDALE CARTA DEI SERVIZI PER NUOVO SITO INTERNET DELL OSPEDALE NEFROLOGIA E DIALISI Dipartimento Internistico e delle Specialità Mediche Patologie trattate o esami La S.C. di Nefrologia e Dialisi svolge attività

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL U.O. A. LUNGODEGENZA RIABILITATIVA E U.O.S. DI MEDICINA 1 STESURA U.O.C. DI Lungodegenza e U.O.S. di Medicina O.C.

REGOLAMENTO INTERNO DELL U.O. A. LUNGODEGENZA RIABILITATIVA E U.O.S. DI MEDICINA 1 STESURA U.O.C. DI Lungodegenza e U.O.S. di Medicina O.C. Pagina 1 INDICE SCOPO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI MEDICINA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI LUNGODEGENZA RIABILITATIVA DATA PROSSIMA REVISIONE FEBBRAIO 2011 SCOPO Fornire al cittadino uno strumento chiaro e

Dettagli

Dirigente ASL I fascia - U.O.C. Chirurgia Sperimentale P.O. Oncologico Cagliari

Dirigente ASL I fascia - U.O.C. Chirurgia Sperimentale P.O. Oncologico Cagliari INFORMAZIONI PERSONALI Nome Dessena Massimo Data di nascita 26/04/1964 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI CAGLIARI Dirigente ASL I fascia - U.O.C.

Dettagli

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria OFFERTA SERVIZI Servizi Sanitari Ospedalieri Questi servizi vengono resi all interno del Presidio Ospedaliero di Bobbio e si declinano in: primo intervento urgente valutazioni diagnostico specialistiche

Dettagli

Vedi Curriculum allegato. Dott. Enrico Cian

Vedi Curriculum allegato. Dott. Enrico Cian INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cian Enrico Data di Nascita 10/07/54 Qualifica DIRIGENTE MEDICO Amministrazione ULSS N. 2 FELTRE Incarico Attuale DIRETTORE UOC CHIRURGIA Numero Telefonico dell'ufficio 0439

Dettagli

Qualifica MEDICI Dirigente medico a rapp.esclusivo(med. ) Inc.di strutt.complessa-area medica

Qualifica MEDICI Dirigente medico a rapp.esclusivo(med. ) Inc.di strutt.complessa-area medica MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome [COGNOME, Nome] Data di nascita EDERLE ANDREA 15-mag-50 Qualifica MEDICI Dirigente medico a rapp.esclusivo(med. ) Amministrazione Azienda Ulss

Dettagli

ore 8.30 Venerdì 9 novembre 2012 Ospedale di Bentivoglio (BO) Corso intensivo diecografia interventistica

ore 8.30 Venerdì 9 novembre 2012 Ospedale di Bentivoglio (BO) Corso intensivo diecografia interventistica ore 8.30 Venerdì 9 novembre 2012 (BO) Corso intensivo diecografia interventistica Numero dei partecipanti 25 partecipanti Destinatari Medici specialisti in Medicina Interna, Gastroenterologia, Chirurgia,

Dettagli

L ospedale del futuro: siamo preparati? Massimo Laus Bologna

L ospedale del futuro: siamo preparati? Massimo Laus Bologna L ospedale del futuro: siamo preparati? Massimo Laus Bologna L ospedale del futuro Edilizia/tecnologia Logistica ( intensità di cura) Percorsi dei Pazienti Le nuove professioni sanitarie Responsabilità

Dettagli

ELENCO GRANDI INTERVENTI CHIRURGICI (ART. 11/A)

ELENCO GRANDI INTERVENTI CHIRURGICI (ART. 11/A) Allegato A al Regolamento ELENCO GRANDI INTERVENTI CHIRURGICI (ART. 11/A) Interventi sul sistema nervoso Craniotomia e craniectomia (decompressiva e/o esplorativa per ascesso epidurale, ematoma extradurale,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA Responsabile - DAI Gastroenterologia

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA Responsabile - DAI Gastroenterologia INFORMAZIONI PERSONALI Nome Buccianti Piero Data di nascita 29/12/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente medico AZIENDA Responsabile - DAI Gastroenterologia

Dettagli

Tariffari e politiche di rimborsi regionali

Tariffari e politiche di rimborsi regionali L attività di day surgery nella Regione Lombardia è praticata sin dagli anni 70 in diverse strutture ospedaliere della Regione; dove venivano trattate in day hospital alcune patologie ortopediche pediatriche

Dettagli

F O R M A T O INFORMAZIONI COGNEIN PAOLA ESPERIENZA LAVORATIVA E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E.

F O R M A T O INFORMAZIONI COGNEIN PAOLA ESPERIENZA LAVORATIVA E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome COGNEIN PAOLA Telefono +393357783786 Fax E-mail pcognein@gmail.com Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO- PROFESSIONALE DEL DOTT. PAOLO PIERALLI. Nato a S. Giovanni Valdarno, il 07/05/1948, ed ivi residente in via S.

CURRICULUM FORMATIVO- PROFESSIONALE DEL DOTT. PAOLO PIERALLI. Nato a S. Giovanni Valdarno, il 07/05/1948, ed ivi residente in via S. CURRICULUM FORMATIVO- PROFESSIONALE DEL DOTT. PAOLO PIERALLI Nato a S. Giovanni Valdarno, il 07/05/1948, ed ivi residente in via S. Lavagnini 97/A 1. TITOLI DI STUDIO E ACCADEMICI:! Laurea in Medicina

Dettagli

Guida ai Servizi. Chirurgia Generale Direttore prof. Alessandro Balani

Guida ai Servizi. Chirurgia Generale Direttore prof. Alessandro Balani Guida ai Servizi Struttura Complessa Chirurgia Generale Direttore prof. Alessandro Balani Ospedale di Gorizia Day Surgery - edificio principale- secondo piano ala centrale Ambulatorio edificio principale

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Direzione Sanitaria PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente nel sesso femminile, in tutte le fasce

Dettagli

1. medicina di urgenza e di pronto soccorso O medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza

1. medicina di urgenza e di pronto soccorso O medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza organigramma aziendale dipartimento emergenza accettazione Denominazione Strutture Complesse 1. medicina di urgenza e di pronto soccorso O medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza 2. chirurgia di

Dettagli

Elenco Prestazioni di Chirurgia Generale

Elenco Prestazioni di Chirurgia Generale Elenco Prestazioni di Chirurgia Generale CATETERISMO URETERALE INCISIONE E DRENAGGIO DELLO SCROTO E DELLA TUNICA VAGINALE ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI LESIONE DEL PENE ASPORTAZIONE RADICALE DI LESIONE

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO OSPEDALE POLICLINICO

SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO OSPEDALE POLICLINICO pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE Inserire eventuali altri loghi appartenenti all UO (es. Università, Ente di certificazione, società

Dettagli

Regione del Veneto Azienda Ospedaliero Universitaria di Padova. Chirurgia Epatobiliare e Trapianti Epatici Direttore: prof.

Regione del Veneto Azienda Ospedaliero Universitaria di Padova. Chirurgia Epatobiliare e Trapianti Epatici Direttore: prof. Regione del Veneto Azienda Ospedaliero Universitaria di Padova Chirurgia Epatobiliare e Trapianti Epatici Direttore: prof. Umberto Cillo Carta dei Servizi STANDARD di PRODOTTO e di SERVIZIO Rev. 03 del

Dettagli

Carta dei Servizi. Chirurgia Epatobiliare e Trapianti Epatici Direttore: prof. Umberto Cillo. STANDARD di PRODOTTO e di SERVIZIO

Carta dei Servizi. Chirurgia Epatobiliare e Trapianti Epatici Direttore: prof. Umberto Cillo. STANDARD di PRODOTTO e di SERVIZIO Regione del Veneto Azienda Ospedaliero Universitaria di Padova Chirurgia Epatobiliare e Trapianti Epatici Direttore: prof. Umberto Cillo Carta dei Servizi DATA DI APPLICAZIONE: 22.10.2011 FIRMA DI APPROVAZIONE:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail SARONNI CRISTIANO Nazionalità italiana Data di nascita ESPERIENZE LAVORATIVE Date

Dettagli

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 110. Veneto Orientale - 4 Trimestre 2012

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 110. Veneto Orientale - 4 Trimestre 2012 Struttura erogante=360101. POLIAMB.OSP.PORTOGRUARO Branca: 08.Carologia 88.72.3 - ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA A riposo e dopo prova fisica o farmacologica. Non associabile a 88.72.1; 88.72.2 89.43

Dettagli

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Informazione per pazienti Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Questo opuscolo è stato realizzato per fornire alcune utili informazioni sul percorso seguito

Dettagli

Complicanze intestinali perioperatorie: Prevenzione e cura

Complicanze intestinali perioperatorie: Prevenzione e cura 5 th 6 th May, 2011 - Bergamo Italy CHIRURGIA DEL CARCINOMA OVARICO - NUOVE STRATEGIE OVARIAN CANCER SURGERY - NEW STRATEGIES Complicanze intestinali perioperatorie: Prevenzione e cura S.Virzì U.O.C. Chirurgia

Dettagli

Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese

Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese Descrizione specifica delle attività e della collocazione del 1

Dettagli

Il reparto polmone, in quali mani? L eperienza della Azienda USL di Bologna: la Medicina F

Il reparto polmone, in quali mani? L eperienza della Azienda USL di Bologna: la Medicina F CONGRESSO REGIONALE SIMEU : 8 FEBBRAIO 2013 IL PRONTO SOCCORSO ED IL RICOVERO APPROPIRATO Il reparto polmone, in quali mani? L eperienza della Azienda USL di Bologna: la Medicina F Dr.ssa Clara Cesari

Dettagli

Corso di Gastroenterologia ed Epatologia per MMG

Corso di Gastroenterologia ed Epatologia per MMG Corso di Gastroenterologia ed Epatologia per MMG Fabrizio Magnolfi Direttore Struttura Complessa di Gastroenterologia Ospedale S. Donato - Arezzo Arezzo, Sala Convegni Ordine dei Medici, 16 dicembre 2006

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Maniscalchi Salvatore Indirizzo Via Giosue Carducci n. 26 PALAZZO ADRIANO (PA) Telefono 091/8348586 339/4999660 Fax E-mail Nazionalità

Dettagli

Dirigente medico I livello Istituto Tumori-Fondazione Pascale-Napoli. f.tatangelo@istitutotumori.na.it

Dirigente medico I livello Istituto Tumori-Fondazione Pascale-Napoli. f.tatangelo@istitutotumori.na.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome TATANGELO FABIANA Data di nascita 25/02/1957 Qualifica Amministrazione Dirigente medico I livello Istituto Tumori-Fondazione Pascale-Napoli Incarico

Dettagli

Unità Operativa di Urologia

Unità Operativa di Urologia Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Chirurgico Unità Operativa di Urologia Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Chirurgico Unità Operativa di Urologia Guida ai Servizi

Dettagli

LINEE GUIDA ROL - COLON. Stadio I

LINEE GUIDA ROL - COLON. Stadio I Adenoma con displasia alto grado o severa Escissione locale LINEE GUIDA ROL - COLON segmentaria per lesioni non suscettibili di escissione locale Sostituisce carcinoma in situ o adenoma intramucoso. Stadio

Dettagli

TEMPI D'ATTESA DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI

TEMPI D'ATTESA DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI Chirurgia A 10 6,3 7,5 5,0 COLONSCOPIA CON ENDOSCOPIO FLESSIBILE. Escluso: Colonscopia transaddominale o attraverso stoma artificiale, Sigmoidoscopia con endoscopio flessibile (45.24), Proctosigmoidoscopia

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ROVATI MARCO PIETRO LUCCA Indirizzo VIA VIVALDI 38 BASIGLIO (MILANO) Telefono 3392691692 Fax E-mail marco.rovati@unimi.it

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. sciandra piercarlo Data di nascita 18/02/1962. medico dirigente di primo livello

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. sciandra piercarlo Data di nascita 18/02/1962. medico dirigente di primo livello INFORMAZIONI PERSONALI Nome sciandra piercarlo Data di nascita 18/02/1962 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio medico dirigente di primo livello ASL CN1 Staff - S.C.

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI CHIRURGIA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DEL CANAVESE.

LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI CHIRURGIA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DEL CANAVESE. LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI ALLEGATO B) STRUTTURA COMPLESSA DI CHIRURGIA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DEL CANAVESE. La D.G.R. 55-8865 del 26.05.2008 definisce le linee di indirizzo per il

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI TITOLI DI STUDIO E F O R M A T O E U R O P E O

INFORMAZIONI PERSONALI TITOLI DI STUDIO E F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome AMENDOLARA MAURO Data di nascita 21/11/1955 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico

Dettagli

U.O. UROLOGIA P.O. di Castelfranco Veneto

U.O. UROLOGIA P.O. di Castelfranco Veneto CARTA DEI SERVIZI U.O. UROLOGIA P.O. di Castelfranco Veneto Unità operativa di Urologia: Direttore Dr. Vincenzo Gramegna Segreteria di reparto: Tel. 0423/732680 - fax 0423/732782 Orario dal lunedì al venerdì,

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto - Infermiere. Posizione Organizzativa - CHIRURGIA GENERALE

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto - Infermiere. Posizione Organizzativa - CHIRURGIA GENERALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Lauria Tiziana Data di nascita 18/04/1965 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Collaboratore Professionale Sanitario Esperto - Infermiere

Dettagli

REGIONE LIGURIA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 4 Chiavarese Via G.B. Ghio, 9-16043 Chiavari (Ge) Codice Fiscale e P. Iva 01038700991

REGIONE LIGURIA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 4 Chiavarese Via G.B. Ghio, 9-16043 Chiavari (Ge) Codice Fiscale e P. Iva 01038700991 REGIONE LIGURIA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 4 Chiavarese Via G.B. Ghio, 9-16043 Chiavari (Ge) Codice Fiscale e P. Iva 01038700991. Profilo oggettivo DESCRIZIONE DEL FABBISOGNO Contesto organizzativo in

Dettagli

Le più frequenti categorizzazioni e schemi d intervento del colon e del retto. V 15.12.2014

Le più frequenti categorizzazioni e schemi d intervento del colon e del retto. V 15.12.2014 Le più frequenti categorizzazioni e schemi d intervento del colon e del retto. V 15.12.2014 Questo documento mostra i principali interventi chirurgici del colon e del retto. Serve per permettere di catalogare

Dettagli

Risultati della chirurgia per cancro gastrico

Risultati della chirurgia per cancro gastrico Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione San Giuseppe Moscati Avellino - Italy Struttura Complessa di Chirurgia Generale Dir. prof. F. Caracciolo Risultati della chirurgia per

Dettagli

KEY TERMS. Versione del 10.06.2014

KEY TERMS. Versione del 10.06.2014 KEY TERMS. Versione del 10.06.2014 1 Coltura positiva ottenuta in modo asettico 2 Ascesso di un solo punto di sutura ( stitch abcess ) 30.09.2013 Si tratta di una coltura ottenuta da un prelievo effettuato

Dettagli

CASO CLINICO 1 Paziente con carcinoma della flessura splenica sinistra

CASO CLINICO 1 Paziente con carcinoma della flessura splenica sinistra 4 Incontro STRATEGIE TERAPEUTICHE NEL CARCINOMA DEL COLON- RETTO CASO CLINICO 1 Paziente con carcinoma della flessura splenica sinistra SIMONE MURATORI G.R. 35 anni Anamnesi Paziente femmina di 35 anni,

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto Comitato Consultivo Zonale Venezia

Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto Comitato Consultivo Zonale Venezia Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto Comitato Consultivo Zonale Venezia Incarichi vacanti nei Servizi delle AULSS della Provincia di Venezia Pubblicazione II trimestre 2011 Ostetricia e Ginecologia

Dettagli

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura Allegato 3 requisiti organizzativi di personale minimi per le attività ospedaliere Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura 1 Gli schemi

Dettagli

Tempi di attesa delle prestazioni specialistiche

Tempi di attesa delle prestazioni specialistiche 008. Cardiologia 009. Chirurgia generale 014. Chirurgia vascolare 88.72.3 ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA A riposo e dopo prova fisica o farmacologica. Non associabile a 88.72.1; 88.72.2 88.73.5 ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA

Dettagli

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale CONVEGNO INTERNAZIONALE ACCREDITAMENTO, PROGRAMMI DI VALUTAZIONE ESTERNA E SICUREZZA DEL PAZIENTE Roma, 7-8 marzo 2011 Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Dettagli

Elenco delle prestazioni erogate in regime di ricovero programmato

Elenco delle prestazioni erogate in regime di ricovero programmato LISTA DEGLI INTERVENTI EROGABILI IN REGIME DI RICOVERO PROGRAMMATO Gli interventi erogabili in regime di ricovero programmato esplicato in day hospital e/o in day surgery vengono classificati in quattro

Dettagli

LINEE GUIDA TERAPEUTICHE TUMORI DEL COLON

LINEE GUIDA TERAPEUTICHE TUMORI DEL COLON LINEE GUIDA TERAPEUTICHE TUMORI DEL COLON DATA DI AGGIORNAMENTO: MARZO 2012 Adenoma con displasia alto grado o severa (1) Escissione locale completa endoscopica in unica escissione (non piecemeal) Resezione

Dettagli

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag.

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag. Rif. P 01 Pag. 1 Sommario 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso REVISIONI N REV. DATA STESURA DESCRIZIONE Rif. PARAGR. Rif. PAGINA 00 20/10/2009 Prima emissione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CONGEDO ORDINARIO ANNO 2005

PROGRAMMAZIONE CONGEDO ORDINARIO ANNO 2005 AZIENDA OSPEDALE - UNIVERSITA' Arcispedale Sant'Anna PROGRAMMAZIONE CONGEDO ORDINARIO ANNO 2005 L Azienda ritiene di confermare anche per l anno 2005 l obiettivo di procedere ad una tendenziale riduzione

Dettagli

DOSSIER: OSPEDALE DEL LITORALE

DOSSIER: OSPEDALE DEL LITORALE MOL Movimento per l Ospedale del Litorale ASSOCIAZIONE Mail: movimento.ospedale.litorale@gmail.com Facebook: Movimento per l Ospedale del Litorale Sito: www.jesoloforum.com- Ospedale Sede: via Aleardi

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIORDANO BUSI Nazionalità Data di nascita Italiana 10/05/1955 ASOLA (MN) ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) 1980-82 Ospedale Fatebenefratelli(BS)

Dettagli

Istituto Tumori Toscano ITT

Istituto Tumori Toscano ITT Istituto Tumori Toscano ITT Il percorso normativo Azione Progr. per l oncologia 1998 P.S.R. Istituzione Coordinamento Rete Oncologica 2001 P.S.R. 2002 Istituto Toscano Tumori Istituzione delle UU.OO. di

Dettagli

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE m IRCCS MultiMedica m Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) MultiMedica Castellanza Viale Piemonte, 70 - Castellanza

Dettagli