Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di Sanità Pubblica CLINICA & TERAPIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di Sanità Pubblica CLINICA & TERAPIA"

Transcript

1 Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di Sanità Pubblica CLINICA & TERAPIA Istituto Superiore di Sanità Roma 5 Giugno 2012 Mario Venditti Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive Università Sapienza Roma

2 Produzione di ESBL (CTX-M-15) + OMP K : Klebsiella pneumoniae da vari ospedali Ampicillina > 16 ERT Amoxi/clav > 16 Pipera/tazo > 64 Cefotaxime > 16 MEM IMI Diffusione clonale Ceftazidime > 32 Cefepime > 16 Aztreonam > 16 Imipenem 1 2 Meropenem 2 8 Amikacina > 32 Ertapenem > 8 Gentamicina > 8 Tigeciclina 1 2 Tobramicina > 8 Colistina < 1 Ciprofloxacina > 32 TMP/SXT > 2 Levofloxacina > 32 D Andrea et al., 19th ECCMID

3 Clone ST 37 di Klebsiella pneumoniae Caso clinico 5 Maschio 73 aa, operato in urgenza di sostituzione della valvola aortica e dell arco aortico con tubo valvolato per dissezione acuta. Giorno 6 post-intervento: sospetta VAP (CPIS:6) ed inizia meropenem+linezolid Giorno 8: isolamento dal BAL di P aeruguinosa. Sospende linezolid. Sfebbra in 72 ore e conclude 14 giorni di trattamento con meropenem. Giorno 26: il paziente ancora intubato, decorso complicato da un arresto cardiaco, CVVH sviluppa febbre, leucocitosi (fino a GB/uL), CPIS <6. Inizia meropenem 1 gr ogni 12 ore e daptomicina 6 mg/kg a gg alternui. Giorno 27: 2 emocolture su 3 positive per BGN: sospende daptomicina. Giorno 28:

4 Confronto di caratteristiche cliniche nei pazienti con infezione: Klebsiella pneumoniae ertapenem resistente vs Klebsiella pneumoniae ertapenem sensibile Analisi multivariata variabili OR IC 95% P vari antibiotici <30 gg, varie comorbidità & chirugia, Carbapenem Cefalo II gen Cefalo III gen Endoscopia Ins. renale acuta Orsi GB & Venditti M J Hosp Infection 2011, in press.

5 Confronto di caratteristiche cliniche nei pazienti con infezione: Klebsiella pneumoniae ertapenem resistente vs Klebsiella pneumoniae ertapenem sensibile Orsi GB, Falcone M & Venditti M. J Hosp Infection, May issue Infezione erta-r Erta-s totale Batteriemia 9, 32% 16, 37% 25 Tratto urinario 7, 25% 14, 35% 21 Polmoniti 2, 7% 11, 26% 13 Ferita chirurgica 10, 36% 2, 5% 12 Totale 28, 100% 43, 100% 71

6 Caratteristiche dei con batteriemia breaktrough K. pneumoniae ertapenem resistente Età, sesso infezione iniziale terapia iniziale. batteriemia breakthrough. fonte sensi vs carba terapia esito 64,M ferita chirugica mero+vanco CVC Erta-R, Imi-S, colistina+tige morte Mero-S (cvc rimosso) 55,M peritonite imi+teico+amika CVC Erta-R, Imi-S, imi+teico guarito post-chirurgia Mero-S (CVC rimosso) 64,F VAP da Gram-/F- mero+linezolid CVC Erta-R, Imi-S, colistina guarita sepsi da MRSA Mero-I (CVC rimosso) 47,M endocardite da mero+dapto polmone Erta-R, Imi-S, colistina+tige morte MSSA, Mero-S VAP da Erta-R k.pneumoniae Orsi GB, Falcone M & Venditti M. J Hosp Infection in press

7 Klebsiella KPC 3 + Ompk35/Ompk36v Polniclinico Umberto I (ST 258) Isolato giugno 2010 Pip/Tazo Antibiotic Cefotaxime Ceftazidime MIC mg/l(s/i/r) >128 R >128 R >128 R Complicated IAI after Sleeve gastrectomy Ertapenem >16 R Imipenem >16 Meropenem 4I Aztreonam >128 R Prolonged treatment with low dose imipenem Amikacin >16 Gentamicin Ciprofloxacin Levofloxacin Tigecycline Colistin 4 S >32 R >32 R 2 I 0.5 S Prolonged colistintigecycline treatment needed Carattoli, A, Venditti M & Mancini Antimicrob Agents Chemother 2012

8 Klebsiella KPC 3 Polniclinico Umberto I Isolato da ottobre ad oggi (ST 512) Antibiotic MIC mg/l(s/i/r) Pip/Tazo >128 R Cefotaxime >128 R Ceftazidime >128 R Ertapenem >16 R Imipenem >16R Meropenem >16 R4I Aztreonam >128 R Amikacin >16 Gentamicin 4 S Ciprofloxacin >32 R Levofloxacin >32 R Tigecycline 2 I Colistin 0.5 S With time, an increasing number of isolates developed colistin/tigecycline resistance, some out of these are susceptible to fosfomycin Carattoli, A, Venditti M & Mancini Antimicrob Agents Chemother 2012

9 50 45 Trend di isolamenti di K. pneumoniae carbapenem resistente in pazienti ricoverati al Policlinico Umberto I Orsi GB, Carattoli A, Mancini C, Falcone M & Venditti M unpublished data, Porin-ER KPC-ER July/Dec 2008 Jan/June 2009 July/Dec 2009 Jan/June 2010 July/Dec 2010 Jan/June Porin ER ST 37 clone; 1 KPC 528 clone; 43 KPC 512 clone

10

11 Some clinical details on CR K pneumoniae in hospitalized patients at Policlinico Umberto I Orsi GB, Ccarattoli A, Mancini C, Falcone M & Venditti M unpublished data 26 (54.2%) KPC-CR-Kp isolates and 13 (40.6%) Porin-ER-Kp isolates were obtained from blood cultures. 21 (80.8%) of 26 KPC-CR-Kp BSIs and 8 (61.5%) of the 13 Porin-ER-Kp BSIs, were break-through bacteraemias (BB). 9 (42%) and 4(50%) respectively occurred during carbapenem therapy only in the KPC-CR-Kp group 7(33%) BB episodes developed during therapy with colistin and/or tigecycline. All together BBs occurring during treatment with carbapenem +/- colistin +/- tigecycline were associated in univariate analysis with preceding use of carbapenems (OR 8.17; 95%CI ; p=0.0026) and oxazolidones (OR 14.6; 95%CI ; p=0.0002). BBs were associated with a higher mortality rate (RR 4.82; 95%CI ; p=0.019) compared with non BB episodes.

12 Significato clinico di VIM1+ & resistenza ai carbapenem nella sepsi da Klebsiella pneumoniae BSI da ceppi N morti VIM1+ - Carba-S 53 10(19%) - Carba-R 14 6(42%) p=0.044 VIM1- - Carba-S 95 15(16%) Daikos GL et al Antimicrob Agents Chemother 53: 1868, 2009

13 Attributable mortality rate for carbapenem-resistant Klebsiella pneumoniae (KPC+) bacteremia Borer A Infect Control Hosp epidemiol 30: 972, october casi vs 32 controlli (Età, sesso, malattia di base, LOS, Charlson score, Mc Cabe score: simili o uguali. Infezione non batteriemica ) Confusione mentale (p=.011), ipotensione refrattaria a terapia (p=.033), MOF (p=.002), sepsi grave (p=.051) più frequenti per i casi di batteriemia da K. pneumoniae KPC+. Mortalità cruda: 72% per i casi di batteriemia da K. pneumoniae KPC+ vs 22% nei controlli Mortalità attribuibile per i casi di batteriemia da K. pneumoniae KPC+: 50%

14 K. pneumoniae Carbapenem resistente pattern di diffusione nell ospedale FASE 1.Outbreak in UTI con VAP, batteriemie cvc correlate, infezione di ferita chirurgica e ITU. rapida colonizzazione del tratto intestinale e del perineo e trasmissione con le mani del personale relativo controllo con TR di sorveglianza e coorte colonizzat/infetti FASE 2. Endemia nei reparti di Medicina Interna, soprattutto geriatrie e reparti chirugici, con ITU in pazienti con CATUR. FASE 3. trasferimento del paziente colonizzato cronico in cronicario o Istituto di Riabilitazione FASE 4. Aricomincia il ciclo quando il paziente necessiterà nuovo ricovero

15 Non sensibilità (%) per imipenem, meropenem e colistina nei confronti di 959 isolati clinici di Klebsiella pneumoniae Ospedale di Heraklion, Creta Neonakis I et al Abstract 1629 ESMID 2010 Agente Imipenem 14% 26% 29% 49.5% Meropenem 9% 27% 33% 52% Colistina 1.4% 4% 9.6% 19%

16 Colistin (3 milion U CMS) Plasma concentrations First dose Fourth dose CMS Colistin Plachouras D et al., Antimicrob Agents Chemother, 2009

17 Colistin in 18 critically ill patients Plachouras D et al., Antimicrob Agents Chemother, 2009

18 Concentrazioni sieriche di colistina (2 M.U./6hr) allo steady state in pazienti critici con sepsi Imberti R et al CHEST 2010; 138(6): Steady-State Pharmacokinetics and BAL Concentration of Colistin in Critically Ill Patients After IV Colistin Methanesulfonate Administration in critically ill adult patients the IV administration of Colistin Methanesulfonate 2 million International Units (174 mg) q8h results in apparently suboptimal plasma concentrations of colistin,which is undetectable in BAL.

19 Colistina IV + aerosol? pro Nel modello animale sembra funzionare Alcuni trial non controllati sembrano dare risultati incoraggianti Considerare la assenza di colistina nel BAL a dosaggi 2 MU CMS x 3v/die contra Non vi è stata conferma di efficacia in un trial controllato (ma forse un trend) Vanno usate apparecchiature in grado di micronizzare l aerosol Sono state descritte polmonite eosinofile Aumenta il carico di lavoro degli infermieri cross contaminazione

20

21

22 Aumento delle MIC per colistina in K. pneumoniae KPC+ in corso di terapia Lee J et al J Clin Microbiol 2009; 47: 1611 Un aumento delle MIC fu riscontrato in corso di colistina in 3/16 (18%) monoterapia ed in nessuno di 4 in combo con tigeciclina. caratteristiche dei 3 patienti con >>MIC Paziente sede di isolamento data isolamento gg trx MIC (mg/l) 1 fluido peritonele 28, marzo sangue 13, aprile 32 2 LCR 5, novembre sangue 26, novembre 12 3 sangue 7, dicembre sangue 12,dicembre 1024

23 In caso di meningite da K. pneumoniae carbapenem resistente : Colistina IV + Intraventricolare o intratecale?

24 Livelli sierici e liquorali in corso di colistina iv/it (10 mg) siero liquor

25 Per le infezioni urinarie CATUR- correlate? Considera gentamicina Considera fosfomicina Considera che colistina viene escreta come promarfamco CSM Considera che tigeciclina è proponibile a dosaggi di 400 kmg die

26 Relazione tra ABS al picco (P) ed alla valle (V), agente sepsigeno, sinergismo antimicrobico e successi clinici nella sepsi da bacilli gramnegativi.iii. Agente(R.T.) sinergismo mediana di ABS % successi V P P. aeruginosa (7.5) + 1:2 1:16 91% (n=33) - 1:2 1:4 22% E. coli (974) + 1:32 1: % (n=31) - 1:16 1:128 87% R.T.: picco sierico presunto della betalatt/mic vs patogeno Martino p. et al Eur J Cancer 21: 439, 1985

27 ctivity of tigecycline alone and in combination with colistin and meropenem against Klebsiella pneumoniae carbapenemase (KPC)-producing Enterobacteriaceae strains by time kill assay Pournaras S. International Journal of Antimicrobial Agents 37 (2011)

28 Significato clinico di VIM1+ & resistenza ai carbapenem nella sepsi da Klebsiella pneumoniae Colistina + imipenem sviluppò sinergismo nel 55% dei test di curve di batteriocidia vs ceppi di Klebsiella pneumoniae carbapenem BSI da ceppi N morti resistenti- colistina sensibili, ma 50% VIM1+ antagonismo vs ceppi carbapenem- colistina resistenti - Carba-S 53 10(19%) - Carba-R 14 6(42%) p=0.044 Souli M et al Antimicrob Agents Chemother 53: 2153, 2009 VIM1- - Carba-S 95 15(16%) Daikos GL et al Antimicrob Agents Chemother 53: 1868, 2009

29 In Vitro Interactions of Antimicrobial Combinations with Fosfomycin against KPC-2- Producing Klebsiella pneumoniae and Protection of Resistance Development Souli M et al ANTIMICROB AGENTS CHEMOTHER 2011, 55: 2395.

30 Trattamento delle infezioni da K pneumoniae KPC+: revisione della letteratura fino al 2010 Hirsh EB & Tam VH J Antimicrob Chemother n. casi trattati/% successi clinici. monoterapia combo combo-tige Carbapenem 15, 40% 4, 75% 1,100% Colistina 7, 14% 11, 71% 6, 66% Tigeciclina 5, 60%.

31 Carbapenem resistant Klebsiella pneumoniae bacteremia: factors correlated with clinical and microbiologic outcome Nguyen M et al Diagn Microbiol Infect Dis 67: 180, 2010 Esito della terapia mirata, n(%) Terapia mirata morti, 7gg risposta a 7gg Colistina +/- (n=9) 2(22%) 3(33%) Tigeciclina +/- (n=10) 4(40%) 3(30%) Coli+Tige (n=13) 1(8%) 6(46%) T. inappropriata (n=7) 3(43%) 1(14%) Mortalità globale 23% 35% Note: 41/48 (85%) batteriemie possibilmente cvc-correlate con rimozione del cvc in 25 (61%). 13(27%) con urinocoltura positiva. 15(31%) ferita o ascesso: drenati in 11 (73%) casi entro 5 giorni dalla emocoltura positiva Shock settico (42%), CRRT/HD (44%), Ventilazione meccanica (50%), TOS (42%), neutropenia (10%)

32 Combination antibiotic therapy for KPC+ KP Forty KPC-KP bacteremias in 2 medical centers Median APACHE II score was 20 (range, 3-44) Higher mortality (70 vs 37%) when pneumonia source. Regimens with poly, tige, penems, alone or in combo. Lower death rate with combo vs. mono (15 vs. 59%; P <0.05). Combo provide survival benefit over monotherapy. Qureishi ZA et al. 50th ICAAC, 2010 Abs K K614.

33 KPC bacteremia Tumbarello M, Viale PL, Bassetti M unpublished data Kaplan-Meier survival estimates of 125 patients who received adequate therapy Days Combination therapy Monotherapy

34 Multivariate analysis of factors associated with death among patients with bloodstream infection due to KPC producing Klebsiella pneumoniae. Tumbarello M, Viale PL, Bassetti M unpublished data Shock ( ) Inadequate initial treatment ( ) APACHE III score (mean ± SD) - - < ( ) Tigecycline & Colistin & Meropenem ( )

35 Terapia di combinazione Colistina 4.5 M ev ogni 12 ore ( 6 M LD) Meropenem gr ev IC ogni 6 ore (2 gr LD) Tigeciclina 100 mg ev ogni 12 ore (200 mg LD) ma se colistina resistenza?

36 Antibiogramma con Vitek 2

37 Antibiogramma con E-test Colistina 4 (>16) ( >2 R) Tigeciclina 2 (2 ) ( >2 R) Fosfomicina (non testata da Vitek 2) 16 (>32 R) Gentamicina 2 (4 ) (> 4 R) Meropenem 8 (>16 ) (>2 R) in parentesi: MIC da Vitek 2

38 Area della resistenza relativa di IP??

39

40

41

42

43 Terapia di combinazione Colistina 4.5 M ev ogni 12 ore ( 6 M LD) Meropenem gr ev IC ogni 6 ore (2 gr LD) Tigeciclina 100 mg ev ogni 12 ore (200 mg LD) Rifampicina 300 mg ev ogni 8 ore

44 Antibiotics in critically ill patients: a systematic review of the pharmacokinetics of b-lactams Gonçalves-Pereira and Póvoa Critical Care 2011, 15:R206 Heterogeneity of volume of distribution in litres of b-lactam antibiotics in ICU patients

45 TDM-Guided Therapy with Daptomycin and Meropenem in a Morbidly Obese, Critically Ill Patient Pea F et al Ann Pharmacother 2011 ; 45:37

46 Bisogna ottimizzare diagnosi microbiologica, privilegiare la terapia mirata, rispettare PK/PD Tanto pe fallo!!

INFEZIONI Epidemiologia

INFEZIONI Epidemiologia INFEZIONI Epidemiologia Fonte d infezione diretta Sano recettivo Indiretta (veicoli e vettori) Trasmissione delle infezioni INFEZIONI OSPEDALIERE Etiologia SCHIZOMICETI FUNGHI PROTOZOI VIRUS INFEZIONI

Dettagli

Sepsi addominale da KPC in paziente con AIDS

Sepsi addominale da KPC in paziente con AIDS Casi difficili in Patologia Infettiva Sepsi addominale da KPC in paziente con AIDS Laura Sighinolfi U.O.Malattie Infettive Azienda Ospedaliero Universitaria -Ferrara Paziente G.F. Donna, trasmissione sessuale

Dettagli

Misure di prevenzione e controllo delle infezioni da CPE Indicazioni del Ministero della Salute

Misure di prevenzione e controllo delle infezioni da CPE Indicazioni del Ministero della Salute Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di sanità pubblica Roma, 5 giugno 2012 - ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' Misure di prevenzione e controllo delle infezioni da CPE Indicazioni

Dettagli

L infettivologo: la terapia appropriata per il paziente e il rispetto della politiche locali per il controllo

L infettivologo: la terapia appropriata per il paziente e il rispetto della politiche locali per il controllo L infettivologo: la terapia appropriata per il paziente e il rispetto della politiche locali per il controllo Anna Ferrari Intensivista /Infettivologo A.C.O.San Filippo Neri - Roma Roma 11 Ottobre 2012

Dettagli

Terapia antibiotica in combinazione nel trattamento di un infezione multiresistente in terapia intensiva

Terapia antibiotica in combinazione nel trattamento di un infezione multiresistente in terapia intensiva Università degli Studi di Catania Dipartimento di Anestesia Rianimazione e Terapia Intensiva Policlinico G.Rodolico Direttore Prof.ssa M. Astuto Terapia antibiotica in combinazione nel trattamento di un

Dettagli

Paziente con batteriemia da ceppo multi resistente, considerazioni su che fare

Paziente con batteriemia da ceppo multi resistente, considerazioni su che fare Paziente con batteriemia da ceppo multi resistente, considerazioni su che fare Elio Castagnola Unità di Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini - Genova diagnosi LLA-B in altro centro, esegue chemioterapia

Dettagli

Gian Maria Rossolini. Università di Siena. Dip. Medicina Sperimentale e Clinica. Dip. Biotecnologie Mediche

Gian Maria Rossolini. Università di Siena. Dip. Medicina Sperimentale e Clinica. Dip. Biotecnologie Mediche Automazione in microbiologia: nuovi flussi organizzativi Gian Maria Rossolini Dip. Medicina Sperimentale e Clinica Università di Firenze Dip. Biotecnologie Mediche Università di Siena SODc Microbiologia

Dettagli

Aggiornamenti in tema di antibiogramma

Aggiornamenti in tema di antibiogramma Aggiornamenti in tema di antibiogramma Gian Maria Rossolini Dip. Biotecnologie Mediche Università di Siena Dip. Medicina Sperimentale e Clinica Università di Firenze SODc Microbiologia e Virologia Azienda

Dettagli

Assessori Regionali alla Sanità delle Regioni a Statuto Ordinario e Speciale e delle Province Autonome di Trento e Bolzano PEC

Assessori Regionali alla Sanità delle Regioni a Statuto Ordinario e Speciale e delle Province Autonome di Trento e Bolzano PEC Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ PUBBLICA E DELL INNOVAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE Ufficio 05 Ex DGPREV Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma Oggetto: Circolare Sorveglianza,

Dettagli

L uso degli antibiotici come fattore di selezione di resistenze

L uso degli antibiotici come fattore di selezione di resistenze I programmi di stewardship degli antimicrobici: tra teoria e realtà L uso degli antibiotici come fattore di selezione di resistenze Giovanni Gesu Milano Miriagou V. et al., J Antimicrob Chemother 2005;

Dettagli

Gestione del rischio KPC nella donazione e trapianto di organi

Gestione del rischio KPC nella donazione e trapianto di organi CNT Centro Nazionale Trapianti ISS 5 giugno 2012 Gestione del rischio KPC nella donazione e trapianto di organi Francesco Procaccio ISS-CNT - Roma Neuro ICU University City Hospital - Verona CNT Centro

Dettagli

Quando e come usare gli antibiotici Le infezioni da catetere venoso centrale. Elio Castagnola UOC Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini Genova

Quando e come usare gli antibiotici Le infezioni da catetere venoso centrale. Elio Castagnola UOC Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini Genova Quando e come usare gli antibiotici Le infezioni da catetere venoso centrale Elio Castagnola UOC Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini Genova paziente con sospetta infezione CVC-correlata: quale

Dettagli

Prevalenza di Escherichia coli uropatogeni multiresistenti isolati da cane e uomo

Prevalenza di Escherichia coli uropatogeni multiresistenti isolati da cane e uomo Prevalenza di Escherichia coli uropatogeni multiresistenti isolati da cane e uomo Un problema emergente riguardo al trattamento delle infezioni urinarie sostenute da E. coli è rappresentato dalla diffusione

Dettagli

Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ).

Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ). Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ). Antibiotic selection pressure and Resistance in S.

Dettagli

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Mario Sarti Microbiologia Clinica Provinciale Azienda USL di Modena 9 STRATEGIE DI REFERTAZIONE PER FAVORIRE L USO APPROPRIATO

Dettagli

Impatto della diffusione delle carbapenemasi nell antibioticoterapia. Claudio Paternoster Malattie Infettive - Trento

Impatto della diffusione delle carbapenemasi nell antibioticoterapia. Claudio Paternoster Malattie Infettive - Trento Impatto della diffusione delle carbapenemasi nell antibioticoterapia Claudio Paternoster Malattie Infettive - Trento Impatto della diffusione delle carbapenemasi nell antibioticoterapia Le carbapenemasi

Dettagli

Gruppo Fides. Dr Giuliano Grillo

Gruppo Fides. Dr Giuliano Grillo Gruppo Fides Dr Giuliano Grillo Medio di assistenza medica, infermieristica e riabilitativa Alto di assistenza tutelare e alberghiera Completamento cicli riabilitativi Trattamenti socio sanitari di mantenimento

Dettagli

Sorveglianza microbiologica Regione Piemonte

Sorveglianza microbiologica Regione Piemonte Sorveglianza microbiologica Regione Piemonte Presentazione dati attività 2013 Dott.ssa Valeria Ghisetti Dott. Andrea Rocchetti Sorveglianza microbiologica Regione Piemonte ASL TO1 ASL TO2 ASL TO3 Pinerolo

Dettagli

Le infezioni in terapia intensiva

Le infezioni in terapia intensiva Le infezioni in terapia intensiva Savona, 24 Febbraio 2007 Matteo Bassetti Clinica Malattie infettive A.O.U. San Martino di Genova hepidemiologia hproblematiche di resistenza hstrategie di contenimento

Dettagli

Problematiche di diagnosi e trattamento delle infezioni da germi difficili in ambito ospedaliero. Dr.Massimo Arlotti U.O Malattie Infettive Rimini

Problematiche di diagnosi e trattamento delle infezioni da germi difficili in ambito ospedaliero. Dr.Massimo Arlotti U.O Malattie Infettive Rimini Problematiche di diagnosi e trattamento delle infezioni da germi difficili in ambito ospedaliero Dr.Massimo Arlotti U.O Malattie Infettive Rimini During the past decade, however, the incidence of multidrug-resistant

Dettagli

Protocolli microbiologici 1. Adler A, Navon-Venezia S, Moran-Gilad J, Marcos E, Schwartz D, Carmeli Y. 2011. Laboratory and clinical evaluation of

Protocolli microbiologici 1. Adler A, Navon-Venezia S, Moran-Gilad J, Marcos E, Schwartz D, Carmeli Y. 2011. Laboratory and clinical evaluation of Bibliografia Protocolli microbiologici 1. Adler A, Navon-Venezia S, Moran-Gilad J, Marcos E, Schwartz D, Carmeli Y. 2011. Laboratory and clinical evaluation of screening agar plates for detection of carbapenem-resistant

Dettagli

Allegato 1 Controllo delle infezioni correlate all assistenza: proposta di attività in Toscana per il biennio 2015 2016

Allegato 1 Controllo delle infezioni correlate all assistenza: proposta di attività in Toscana per il biennio 2015 2016 Allegato 1 Controllo delle infezioni correlate all assistenza: proposta di attività in Toscana per il biennio 2015 2016 a cura del 'Comitato di coordinamento regionale per la prevenzione e la lotta alle

Dettagli

Management dei pazienti nelle strutture residenziali di assistenza

Management dei pazienti nelle strutture residenziali di assistenza Management dei pazienti nelle strutture residenziali di assistenza Maria Luisa Moro La rete dei servizi si è profondamente modificata Long term care facility with ventilator and psychiatric patients Long

Dettagli

Terapia antimicrobica nel paziente ospedalizzato. Dr Carlo Tascini AOUP Pisa

Terapia antimicrobica nel paziente ospedalizzato. Dr Carlo Tascini AOUP Pisa Terapia antimicrobica nel paziente ospedalizzato Dr Carlo Tascini AOUP Pisa Chinoloni: E. coli Cei et al Clin Exp Med. 2014 Feb;14(1):77-82. The treatment for infections in hospitalized patients

Dettagli

Terapia delle principali infezioni correlate all assistenza: assistenza: gli aspetti da considerare

Terapia delle principali infezioni correlate all assistenza: assistenza: gli aspetti da considerare Corso aziendale Uso responsabile degli antibiotici Terapia delle principali infezioni correlate all assistenza: assistenza: gli aspetti da considerare Rosario Cultrera Dip. Medico - UOC Malattie Infettive

Dettagli

Società Medico Chirurgica Ferrara. La Terapia antibioticadelle angiocolitinell era delle resistenze: risvolti nella pratica clinica

Società Medico Chirurgica Ferrara. La Terapia antibioticadelle angiocolitinell era delle resistenze: risvolti nella pratica clinica Società Medico Chirurgica Ferrara La Terapia antibioticadelle angiocolitinell era delle resistenze: risvolti nella pratica clinica Cona (Fe) 1 Dicembre 2012 Marco Libanore Unità Operativa Complessa Malattie

Dettagli

VAP: Ventilator associated pneumonia. Guido GUBERTINI I Divisione Mal. Infettive Claudio SAVI Cardioanestesia Ospedale «Luigi Sacco» - Milano

VAP: Ventilator associated pneumonia. Guido GUBERTINI I Divisione Mal. Infettive Claudio SAVI Cardioanestesia Ospedale «Luigi Sacco» - Milano VAP: Ventilator associated pneumonia Guido GUBERTINI I Divisione Mal. Infettive Claudio SAVI Cardioanestesia Ospedale «Luigi Sacco» - Milano Definizione Polmonite che si sviluppa in pazienti in VAM da

Dettagli

L importanza di una strategia antibiotica de-escalating per il trattamento delle polmoniti in UTI. Gert Höffken, MD; Michael S. Niederman, MD, FCCP

L importanza di una strategia antibiotica de-escalating per il trattamento delle polmoniti in UTI. Gert Höffken, MD; Michael S. Niederman, MD, FCCP critical care review Le polmoniti nosocomiali* L importanza di una strategia antibiotica de-escalating per il trattamento delle polmoniti in UTI Gert Höffken, MD; Michael S. Niederman, MD, FCCP Le polmoniti

Dettagli

Le resistenze antibiotiche in Terapia Intensiva. Carlo Alberto Volta. Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Universitaria

Le resistenze antibiotiche in Terapia Intensiva. Carlo Alberto Volta. Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Universitaria Le resistenze antibiotiche in Terapia Intensiva Carlo Alberto Volta Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Universitaria Problemi vari. Pazienti «critici» Terapie antibiotiche precedenti «Strategie

Dettagli

Il punto di vista dell infettivologo : quando e quale terapia antibiotica

Il punto di vista dell infettivologo : quando e quale terapia antibiotica L TRATTAMENTO E PREVENZIONE DELLE FERITE DIFFICILI DEGLI ARTI INFERIORI Livorno 20 giugno 2015 Il punto di vista dell infettivologo : quando e quale terapia antibiotica Dr. Spartaco Sani Direttore U.O.

Dettagli

Sepsi gravi e CPE. Sergio Vesconi Angelo Pan. Divisione di Malattie Infettive e Tropicali Istituti Ospitalieri di Cremona

Sepsi gravi e CPE. Sergio Vesconi Angelo Pan. Divisione di Malattie Infettive e Tropicali Istituti Ospitalieri di Cremona Sepsi gravi e CPE Sergio Vesconi Angelo Pan Divisione di Malattie Infettive e Tropicali Istituti Ospitalieri di Cremona Area Rischio Infettivo Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale Dell Emilia-Romagna,

Dettagli

Organizzazione e gestione dell isolamento dei pazienti. Lorena Martini INMI L. Spallanzani, Roma Presidente ANIPIO

Organizzazione e gestione dell isolamento dei pazienti. Lorena Martini INMI L. Spallanzani, Roma Presidente ANIPIO Organizzazione e gestione dell isolamento dei pazienti Lorena Martini INMI L. Spallanzani, Roma Presidente ANIPIO Documenti di riferimento internazionale European Centre for Disease Prevention and Control.

Dettagli

6 FOCUS in Infettivologia 20 febbraio 2016 Sede: Molini Marzoli Busto Arsizio

6 FOCUS in Infettivologia 20 febbraio 2016 Sede: Molini Marzoli Busto Arsizio 6 FOCUS in Infettivologia 20 febbraio 2016 Sede: Molini Marzoli Busto Arsizio Gioconda Brigante Laboratorio Analisi Chimico-Cliniche e Microbiologia ASST della Valle Olona Ospedale di Busto Arsizio PDR

Dettagli

Microbiologia delle infezioni delle vie respiratorie inferiori

Microbiologia delle infezioni delle vie respiratorie inferiori Microbiologia delle infezioni delle vie respiratorie inferiori Dr.ssa Lo Cascio Giuliana Dipartimento di Patologia e diagnostica, Sezione di Microbiologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Principe Luigi. Biologo. Microbiologia e Virologia. Dirigente Biologo. l.principe@ospedale.lecco.

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Principe Luigi. Biologo. Microbiologia e Virologia. Dirigente Biologo. l.principe@ospedale.lecco. MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome nome Principe Luigi Data di nascita 11 Aprile 1982 Qualifica Struttura complessa/servizio Incarico attuale Biologo Microbiologia e Virologia

Dettagli

U.O. Microbiologia e Virologia Ospedale S. Chiara Trento. M. Gaino 3 Congresso NewMicro Padenghe sul Garda, 20-22 Marzo 2013

U.O. Microbiologia e Virologia Ospedale S. Chiara Trento. M. Gaino 3 Congresso NewMicro Padenghe sul Garda, 20-22 Marzo 2013 U.O. Microbiologia e Virologia Ospedale S. Chiara Trento M. Gaino 3 Congresso NewMicro Padenghe sul Garda, 20-22 Marzo 2013 Emocoltura : interfaccia Reparto-Laboratorio Ogni giorno perso per giungere alla

Dettagli

La gestione ambulatoriale del bambino con IVU: stato attuale e prospettive future. Marina Picca. Milano. www.sicupp.org

La gestione ambulatoriale del bambino con IVU: stato attuale e prospettive future. Marina Picca. Milano. www.sicupp.org La gestione ambulatoriale del bambino con IVU: stato attuale e prospettive future Marina Picca Milano www.sicupp.org Il caso di Lattante 6 mesi, maschio. Madre riferisce persistenza di urine maleodoranti.

Dettagli

TERAPIA DELLE INFEZIONI DA MICRORGANISMI GRAM MULTIRESISTENTI (KPC-ACINETOBACTER) Università degli Studi di Verona Prof.

TERAPIA DELLE INFEZIONI DA MICRORGANISMI GRAM MULTIRESISTENTI (KPC-ACINETOBACTER) Università degli Studi di Verona Prof. TERAPIA DELLE INFEZIONI DA MICRORGANISMI GRAM MULTIRESISTENTI (KPC-ACINETOBACTER) Università degli Studi di Verona Prof. Ercole Concia GRAM - MRSA LE CAUSE ABUSO (profilassi terapie empiriche terapie di

Dettagli

Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta

Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta SCHEDA FARMACO Ceftarolina fosamil (Zinforo) Polvere per concentrato per soluzione

Dettagli

Convegno Regionale S.I.S.I.O.V.

Convegno Regionale S.I.S.I.O.V. Convegno Regionale S.I.S.I.O.V. Venezia Mestre, 5 marzo 2004 La sorveglianza delle infezioni ospedaliere nella Regione Veneto La Sorveglianza delle Infezioni Ospedaliere in Terapia Intensiva: l esperienza

Dettagli

Misure raccomandate per la prevenzione delle SSI: pre, intra e post opeatoria

Misure raccomandate per la prevenzione delle SSI: pre, intra e post opeatoria Misure raccomandate per la prevenzione delle SSI: pre, intra e post opeatoria Margherita Vizio Nuoro gennaio 2014 1 Di che cosa parliamo Epidemiologia: frequenza, eziologia, popolazione esposta, tipo di

Dettagli

Aspetti microbiologici della sorveglianza nazionale della malattia invasiva da H. Influenzae

Aspetti microbiologici della sorveglianza nazionale della malattia invasiva da H. Influenzae Roma, 26-27 Novembre 2014 Roma, 28-29 Febbraio 2012 Aspetti microbiologici della sorveglianza nazionale della malattia invasiva da H. Influenzae MARINA CERQUETTI Marina Cerquetti Dipartimento di Malattie

Dettagli

Le infezioni multiresistenti sul territorio una realtà emergente

Le infezioni multiresistenti sul territorio una realtà emergente Le infezioni multiresistenti sul territorio una realtà emergente Alessandro Bartoloni SOD Malattie Infettive e Tropicali Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi Clinica di Malattie Infettive, Dipartimento

Dettagli

Impatto clinico delle resistenze batteriche. Dott. Carlo Tascini U. O. Malattie Infettive AOUP Pisa Direttore Dott. F. Menichetti

Impatto clinico delle resistenze batteriche. Dott. Carlo Tascini U. O. Malattie Infettive AOUP Pisa Direttore Dott. F. Menichetti Impatto clinico delle resistenze batteriche Dott. Carlo Tascini U. O. Malattie Infettive AOUP Pisa Direttore Dott. F. Menichetti Chinoloni Resistenza acquisita ai fluorochinoloni Riportata in tutte

Dettagli

Milano, 28-30 Ottobre 2015. Carlotta Buzzoni 1, Donella Puliti 1, Alessandro Barchielli 1, Marco Zappa 1 e Jonas Hugosson 2 per ERSPC Working2 Group

Milano, 28-30 Ottobre 2015. Carlotta Buzzoni 1, Donella Puliti 1, Alessandro Barchielli 1, Marco Zappa 1 e Jonas Hugosson 2 per ERSPC Working2 Group Approccio Incidence based mortality per la valutazione della riduzione di mortalità per carcinoma prostatico nello studio randomizzato europeo sullo screening per tumore della prostata (ERSPC) Milano,

Dettagli

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE AZIENDA OSPEDALIERA DI COSENZA COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Delibera n. 328 del 25 marzo 211 COMITATO TECNICO PREPOSTO AL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Dr.

Dettagli

terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna

terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna terapia antibiotica empirica protocollo terapeutico elaborato ed adottato protocollo terapeutico in Medicina ERI - Medicina

Dettagli

La resistenza agli antibiotici emergenza mondiale: conseguenze per le sale operatorie. Dott. Andreas Kunze

La resistenza agli antibiotici emergenza mondiale: conseguenze per le sale operatorie. Dott. Andreas Kunze La resistenza agli antibiotici emergenza mondiale: conseguenze per le sale operatorie Dott. Andreas Kunze Staphylococcus aureus Klebsiella pneumoniae Pseudomonas aeruginosa Nuovi antibiotici? Contaminazione

Dettagli

TERAPIA DELLE INFEZIONI DA MICRORGANISMI MULTIRESISTENTI. Università degli Studi di Verona Prof. Ercole Concia

TERAPIA DELLE INFEZIONI DA MICRORGANISMI MULTIRESISTENTI. Università degli Studi di Verona Prof. Ercole Concia TERAPIA DELLE INFEZIONI DA MICRORGANISMI MULTIRESISTENTI Università degli Studi di Verona Prof. Ercole Concia Quali le problematiche, oggi emergenti in antibioticoterapia? Aumento delle resistenze batteriche

Dettagli

LA TUBERCOLOSI Terapia e profilassi II Parte. Dott. Lorenzo Veronese Ospedale di Cirie

LA TUBERCOLOSI Terapia e profilassi II Parte. Dott. Lorenzo Veronese Ospedale di Cirie LA TUBERCOLOSI Terapia e profilassi II Parte Dott. Lorenzo Veronese Ospedale di Cirie TERAPIA STANDARD (SCC) Isoniazide 300 mg/die Rifampicina 600 mg/die Pirazinamide 25 mg/kg/die Etambutolo 15-25 mg/kg/die

Dettagli

SORVEGLIANZA E CONTROLLO DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA IN REGIONE LIGURIA. Camilla Sticchi. Genova, 24 febbraio 2015

SORVEGLIANZA E CONTROLLO DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA IN REGIONE LIGURIA. Camilla Sticchi. Genova, 24 febbraio 2015 SORVEGLIANZA E CONTROLLO DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA IN REGIONE LIGURIA Camilla Sticchi Genova, 24 febbraio 2015 STRUMENTI SISTEMI DI SORVEGLIANZA Sperimentazione e messa a regime di un network

Dettagli

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano!

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano! GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO! WORLD NO -TOBACCO DAY 2015! ISS - Roma, 29 maggio 2015! Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto

Dettagli

Le principali sindromi infettive Terapia empirica. Dr. Piergiorgio Bertucci- maggio 2016

Le principali sindromi infettive Terapia empirica. Dr. Piergiorgio Bertucci- maggio 2016 Le principali sindromi infettive Terapia empirica Dr. Piergiorgio Bertucci- maggio 2016 USO RAZIONALE DEGLI La terapia antimicrobica empirica dovrebbe: essere selezionata. ANTIBIOTICI avere come bersaglio

Dettagli

Alberto Villani. Dipartimento Medicina Pediatrica Direttore: Alberto G. Ugazio. La sepsi nel lattante

Alberto Villani. Dipartimento Medicina Pediatrica Direttore: Alberto G. Ugazio. La sepsi nel lattante Alberto Villani UOC Pediatria Generale e Malattie Infettive Dipartimento Medicina Pediatrica Direttore: Alberto G. Ugazio La sepsi nel lattante Unità Operativa di Pediatria Generale e Malattie Infettive

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

Azienda Sanitaria Firenze. Dorella Donati - Infermiere Coordinatore - RTI SMN

Azienda Sanitaria Firenze. Dorella Donati - Infermiere Coordinatore - RTI SMN Azienda Sanitaria Firenze Dorella Donati - Infermiere Coordinatore - RTI SMN Percorso Sepsi 2011 aumentare il livello di attenzione 2012 - Giornata Mondiale per la Prevenzione della Sepsi Attivazione di

Dettagli

Uso delle terapie di associazione per le infezioni gravi da gram positivi

Uso delle terapie di associazione per le infezioni gravi da gram positivi Uso delle terapie di associazione per le infezioni gravi da gram positivi Dr Carlo Tascini U.O. Malattie Infettive AOUP Nuovo Ospedale S. Chiara Pisa Conflitto di interessi Negli ultimi due anni grant

Dettagli

TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA: VANTAGGI E SVANTAGGI. ANDREA GALANTI Dirigente Medico UOC Medicina d Urgenza e Pronto Soccorso

TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA: VANTAGGI E SVANTAGGI. ANDREA GALANTI Dirigente Medico UOC Medicina d Urgenza e Pronto Soccorso TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA: VANTAGGI E SVANTAGGI ANDREA GALANTI Dirigente Medico UOC Medicina d Urgenza e Pronto Soccorso 1950: Primi organismi resistenti alla penicillina isolati in ospedale 1960:

Dettagli

IL PROGETTO GAVECELT-OPAT

IL PROGETTO GAVECELT-OPAT IL PROGETTO GAVECELT-OPAT Giancarlo Scoppettuolo Mauro Pittiruti UCSC, Roma L introduzione e la diffusione nella pratica clinica di accessi vascolari a medio termine (PICC e Midline), unitamente alla necessità

Dettagli

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria Nicola Principi Principali cefalosporine orali Farmaco

Dettagli

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Agenzia Sanitaria Regionale Area Rischio infettivo Unità Gestione Rischio e Sicurezza Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Pietro Ragni Reggio Emilia,

Dettagli

clinical I MANUALI PRACTICE La gestione clinica del paziente con infezioni batteriche acute di cute e struttura cutanea (ABSSSI)

clinical I MANUALI PRACTICE La gestione clinica del paziente con infezioni batteriche acute di cute e struttura cutanea (ABSSSI) I MANUALI clinical PRACTICE La gestione clinica del paziente con infezioni batteriche acute di cute e struttura cutanea (ABSSSI) La Consensus Conference Delphi ANNO XIII - 1 - Gennaio 2016 BIMESTRALE DI

Dettagli

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA Dati microbiologici I semestre 2015 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it Come interpretare i dati TIPI DI TABELLE 1. TABELLA

Dettagli

CPAP nel trattamento dell insufficienza respiratoria nel settingpre-ospedaliero: si,no,quale

CPAP nel trattamento dell insufficienza respiratoria nel settingpre-ospedaliero: si,no,quale CPAP nel trattamento dell insufficienza respiratoria nel settingpre-ospedaliero: si,no,quale Paolo Groff PS-MURG Ospedale «Madonna del Soccorso» San Benedetto del Tronto Obiettivi della ventilazione meccanica

Dettagli

Germi multiresistenti Profilo microbiologico

Germi multiresistenti Profilo microbiologico Germi multiresistenti Profilo microbiologico Valeria Gaia Servizio di microbiologia EOLAB Bellinzona Gli antibiotici Farmaci antibatterici - Battericidi (uccidono) - Batteriostatici (impediscono la crescita)

Dettagli

http://clinicalevidence.bmj.com/ceweb/about/knowledge.jsp Clinical evidence, 2005

http://clinicalevidence.bmj.com/ceweb/about/knowledge.jsp Clinical evidence, 2005 http://clinicalevidence.bmj.com/ceweb/about/knowledge.jsp Clinical evidence, 2005 2011 treatment effects Beneficial 4% 15% Likely to be beneficial 45% Trade off between Benefits and 23% harms Unlikely

Dettagli

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come?

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? R. Albisinni UOC Medicina Infettivologica e dei Trapianti Ospedale Monaldi Seconda Università di Napoli Introduzione La terapia anticoagulante

Dettagli

CASO CLINICO 2. Presenter: R. Bicocchi. Discussant: P. Bassi

CASO CLINICO 2. Presenter: R. Bicocchi. Discussant: P. Bassi CASO CLINICO 2 Presenter: R. Bicocchi Discussant: P. Bassi Caso clinico Paziente maschio di 35 anni, nazionalità algerina. In data 10/03/11 viene trasferito presso il nostro reparto dalla Ematologia con

Dettagli

C m o e m ut u ilizzare l ant n ibi b og o r g amm m a Mario Sarti

C m o e m ut u ilizzare l ant n ibi b og o r g amm m a Mario Sarti APPROPRIATEZZA NELL ANTIBIOTICOTERAPIA L antibiotico giusto solo al momento giusto Come utilizzare l antibiogramma Mario Sarti Finalmente!! A quali antibiotici è Sensibile? Dottore, è arrivato l antibiogramma,

Dettagli

INFEZIONE di PROTESI ARTICOLARI

INFEZIONE di PROTESI ARTICOLARI INFEZIONE di PROTESI ARTICOLARI Dr. Gianluca Russo, Mingha Africa Onlus Eziologia La maggior parte delle infezioni di protesi ortopediche è causata da cocchi gram-pitivi; stafilococchi coagulasi negativi

Dettagli

Le Nuove Sfide Scientifiche, Tecniche ed Organizzative in Medicina di Laboratorio

Le Nuove Sfide Scientifiche, Tecniche ed Organizzative in Medicina di Laboratorio Le Nuove Sfide Scientifiche, Tecniche ed Organizzative in Medicina di Laboratorio Roma, 6 Novembre 2012 HHV-7 ASSOCIATED MENINGOENCEPHALITIS: AN UNFORGETTABLE CLINICAL CASE Relatore: D.ssa Loria Bianchi

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI GERIATRIA OSPEDALE E TERRITORIO PROTOCOLLO DI STUDIO

SOCIETA ITALIANA DI GERIATRIA OSPEDALE E TERRITORIO PROTOCOLLO DI STUDIO SOCIETA ITALIANA DI GERIATRIA OSPEDALE E TERRITORIO PROTOCOLLO DI STUDIO Polmonite associata alle cure sanitarie (HealthCare-Associated Pneumonia) e polmonite comunitaria in pazienti ricoverati in Unità

Dettagli

ANTIBIOGRAMMA Metodi a confronto. Kirby-Bauer -> Microdiluizione

ANTIBIOGRAMMA Metodi a confronto. Kirby-Bauer -> Microdiluizione ANTIBIOGRAMMA Metodi a confronto > Performaces Uso di routine Costi Stafilococchi Betalattamici Cefoxitin e Moxalactan sono i marker più indicati. Cefoxitin e Moxalactan sono i marker più indicati. Non

Dettagli

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. II trimestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. II trimestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze II trimestre 2012 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it

Dettagli

ANTIBIOTICORESISTENZA E INFEZIONI OSPEDALIERE. Prof. Ercole Concia Università degli Studi di Verona

ANTIBIOTICORESISTENZA E INFEZIONI OSPEDALIERE. Prof. Ercole Concia Università degli Studi di Verona ANTIBIOTICORESISTENZA E INFEZIONI OSPEDALIERE Prof. Ercole Concia Università degli Studi di Verona Top ten pathogens causing HAIs Italy HAI prevalence, 6.3% HAI-NET PPS 2011-12 I BATTERI MULTIRESISTENTI

Dettagli

Istruzione Operativa Terapia antibiotica empirica

Istruzione Operativa Terapia antibiotica empirica UOC. DIREZIONE MEDICA Azienda U.L.S.S. 20 di Verona Ospedale "G.Fracastoro" San Bonifacio Istruzione operativa Terapia antibiotica empirica Reparti internistici Rev. 00 del Cod. Pag.1 di 14 Istruzione

Dettagli

WORSHOP ANNUALE LABORATORI DELLA RETE ENTERNET: FOCUS SULL ANTIBIOTICORESISTENZA

WORSHOP ANNUALE LABORATORI DELLA RETE ENTERNET: FOCUS SULL ANTIBIOTICORESISTENZA WORSHOP ANNUALE LABORATORI DELLA RETE ENTERNET: FOCUS SULL ANTIBIOTICORESISTENZA Le resistenza batterica agli antibiotici in ambito nosocomiale Anna Barbui, Lucina Fossati SC Microbiologia e virologia

Dettagli

CONTENUTI DELLA ISTRUZIONE OPERATIVA

CONTENUTI DELLA ISTRUZIONE OPERATIVA Pagina 1 di 6 CONTENUTI DELLA ISTRUZIONE OPERATIVA 1 TITOLO...2 2 AMBITO DI APPLICAZIONE...2 3 DECRIZIONE DELLE ATTIVITA'...2 3.1 Introduzione...2 3.2 Criteri generali di individuazione dei microrganismi

Dettagli

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA Dati microbiologici I semestre 2015 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it Come interpretare i dati TIPI DI TABELLE 1.

Dettagli

Antibiogramma Nuovi criteri interpretativi e istruzioni per l uso

Antibiogramma Nuovi criteri interpretativi e istruzioni per l uso Agenzia sanitaria e sociale regionale Antibiogramma 2011 Nuovi criteri interpretativi e istruzioni per l uso Cosa cambia con l adozione dello standard europeo EUCAST Come utilizzare nella pratica clinica

Dettagli

6 Congresso Nazionale. Programma Definitivo. Bologna, 24/25 settembre 2015. Presidente: Claudio Viscoli (Genova)

6 Congresso Nazionale. Programma Definitivo. Bologna, 24/25 settembre 2015. Presidente: Claudio Viscoli (Genova) Presidente: Claudio Viscoli (Genova) 6 Congresso Nazionale Bologna, 24/25 settembre 2015 Presidente del Congresso: Pierluigi Viale (Bologna) AEMILIA Hotel Via G. Zaccherini Alvisi, 16 Programma Definitivo

Dettagli

Microbiologia Università degli Studi di Perugia. MDRO Multi Drug Resistant Organisms

Microbiologia Università degli Studi di Perugia. MDRO Multi Drug Resistant Organisms Microbiologia Università degli Studi di Perugia MDRO Multi Drug Resistant Organisms 2013 S. aureus P. aeruginosa A. baumannii K. pneumoniae P. mirabilis Clin Microbiol Infect 2012; 18: 268 281 MDR: non-susceptibility

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 novembre 2001, n.465 Regolamento che stabilisce le condizioni nelle quali è obbligatoria la vaccinazione antitubercolare, a norma dell'articolo 93, comma 2, della

Dettagli

Endocarditi. Franco Baldelli. Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia AA 2009-2010

Endocarditi. Franco Baldelli. Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia AA 2009-2010 Endocarditi Franco Baldelli Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia AA 2009-2010 ENDOCARDITI SETTICEMIE A DECORSO ACUTO O SUB-ACUTO DOVUTE A INVASIONE BATTERICA O FUNGINA DI UNA AREA FOCALE DI ENDOTELIO

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Antibiotici: servono sempre? Relatore: Dr. Del Monte 05 febbraio 2014 sala Piccolotto ANTIBIOTICI: servono sempre? Dott.ssa Daniela Signori Dott. Vincenzo Catena

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE DI UN BUNDLE PER LA PREVENZIONE DELLA POLMONITE DA VENTILAZIONE ASSISTITA IN TERAPIA INTENSIVA: UN CLUSTER RANDOMIZED PRAGMATIC TRIAL

IMPLEMENTAZIONE DI UN BUNDLE PER LA PREVENZIONE DELLA POLMONITE DA VENTILAZIONE ASSISTITA IN TERAPIA INTENSIVA: UN CLUSTER RANDOMIZED PRAGMATIC TRIAL IMPLEMENTAZIONE DI UN BUNDLE PER LA PREVENZIONE DELLA POLMONITE DA VENTILAZIONE ASSISTITA IN TERAPIA INTENSIVA: UN CLUSTER RANDOMIZED PRAGMATIC TRIAL AUTORI Baratta S, Batistini R, Forni S, Francone C,

Dettagli

Automazione in batteriologia: Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso

Automazione in batteriologia: Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso Automazione in batteriologia: nuove frontiere tecnologiche Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso Cambiamenti in batteriologia: raccolta del campione Comparison of 3 swab

Dettagli

Pielonefrite cronica. Pielonefrite acuta

Pielonefrite cronica. Pielonefrite acuta Guido MARTINA Pielonefrite cronica Pielonefrite acuta Pielonefrite cronica Pielonefrite cronica Pielonefrite cronica Chronic pyelonephritis : Diagnosi rara Attenta terapia delle infezioni urinarie Correzione

Dettagli

PROTOCOLLI DI TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA TERAPIA INTENSIVA OMV

PROTOCOLLI DI TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA TERAPIA INTENSIVA OMV PROTOCOLLI DI TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA TERAPIA INTENSIVA OMV 1. Valutazione dati di Microbiologia anni 2007-2008 1.1 Numero isolamenti Frequenza principali isolamenti anni 2007-2008 in Terapia Intensiva

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DI BUDGET DI UNA NUOVA STRATEGIA VACCINALE PATRIZIA BERTO, NICOLA PRINCIPI

ANALISI DI IMPATTO DI BUDGET DI UNA NUOVA STRATEGIA VACCINALE PATRIZIA BERTO, NICOLA PRINCIPI ANALISI DI IMPATTO DI BUDGET DI UNA NUOVA STRATEGIA VACCINALE PATRIZIA BERTO, NICOLA PRINCIPI INTRODUZIONE Le Infezioni da Pneumococco (PNU) rappresentano un problema sanitario grave, soprattutto a causa

Dettagli

Paola Diamante - SOC Microbiologia e Virologia

Paola Diamante - SOC Microbiologia e Virologia Paola Diamante - SOC Microbiologia e Virologia Azienda Ospedaliera S.Maria degli Angeli Pordenone LRTI etiological diagnosis: the real problem At present there is stilla great deficit in the etiologic

Dettagli

Il Manuale di Terapia Antibiotica Empirica: Il Punto di Vista dell Infettivologo

Il Manuale di Terapia Antibiotica Empirica: Il Punto di Vista dell Infettivologo Torino 31 Gennaio 2014 Il Manuale di Terapia Antibiotica Empirica: Il Punto di Vista dell Infettivologo Francesco G. De Rosa, MD Associate Professor, Infectious Diseases Vice-Director, Department of Medical

Dettagli

La Microbiologia al servizio dell Antibiotic Stewardship

La Microbiologia al servizio dell Antibiotic Stewardship Società Medico Chirurgica di Ferrara Sabato 28 Novembre 2015 Aula Magna Nuovo Arcispedale S.Anna Cona, Ferrara Il contributo del Laboratorio al miglioramento continuo del percorso assistenziale La Microbiologia

Dettagli

CARACT 2010 Pisa 17-19 Novembre LA PROCALCITONINA

CARACT 2010 Pisa 17-19 Novembre LA PROCALCITONINA CARACT 2010 Pisa 17-19 Novembre LA PROCALCITONINA G.Paternoster Terapia Intensiva e Anestesia Cardiovascolare Ospedale San Carlo Potenza LA PROCALCITONINA (PCT) LA PROCALCITONINA (PCT) E il pro-ormone

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

Le infezioni dei presidi elettronici intracardiaci (CIED) Sagone Antonio MD E.P. Lab. H. L. Sacco Milano

Le infezioni dei presidi elettronici intracardiaci (CIED) Sagone Antonio MD E.P. Lab. H. L. Sacco Milano Le infezioni dei presidi elettronici intracardiaci (CIED) Sagone Antonio MD E.P. Lab. H. L. Sacco Milano Le infezioni nei presidi elettronici intracardiaci A livello mondiale, si contano circa 3.25 milioni

Dettagli

TERAPIA ANTIBIOTICA IN TERAPIA INTENSIVA

TERAPIA ANTIBIOTICA IN TERAPIA INTENSIVA TERAPIA ANTIBIOTICA IN TERAPIA INTENSIVA Redazione: Verifica: Approvazione: Dr.ssa Manuela Lugano SOC Clinica Anestesia e Rianimazione Dr. Matteo Bassetti Dr. Massimo Crapis Direttore SOC Clinica Malattie

Dettagli

Esperienza di applicazione di un bundle per il controllo dei germi multiresistenti in Terapia Intensiva

Esperienza di applicazione di un bundle per il controllo dei germi multiresistenti in Terapia Intensiva 32 Congresso Nazionale Aniarti Napoli, 6-7-8 novembre 2013 Esperienza di applicazione di un bundle per il controllo dei germi multiresistenti in Terapia Intensiva Ospedale San Bortolo Ulss 6 Vicenza Flavio

Dettagli

I programmi e i sistemi di sorveglianza

I programmi e i sistemi di sorveglianza Società Italiana di Medicina di Laboratorio Sezione Abruzzo Gruppo di Studio di MALATTIE INFETTIVE Gruppo di Studio di RISK MANAGEMENT Montesilvano 7 Marzo 2008 I programmi e i sistemi di sorveglianza

Dettagli

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. I trimestre Azienda Ospedaliera S.

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. I trimestre Azienda Ospedaliera S. Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze I trimestre 2012 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it

Dettagli