Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di Sanità Pubblica CLINICA & TERAPIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di Sanità Pubblica CLINICA & TERAPIA"

Transcript

1 Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di Sanità Pubblica CLINICA & TERAPIA Istituto Superiore di Sanità Roma 5 Giugno 2012 Mario Venditti Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive Università Sapienza Roma

2 Produzione di ESBL (CTX-M-15) + OMP K : Klebsiella pneumoniae da vari ospedali Ampicillina > 16 ERT Amoxi/clav > 16 Pipera/tazo > 64 Cefotaxime > 16 MEM IMI Diffusione clonale Ceftazidime > 32 Cefepime > 16 Aztreonam > 16 Imipenem 1 2 Meropenem 2 8 Amikacina > 32 Ertapenem > 8 Gentamicina > 8 Tigeciclina 1 2 Tobramicina > 8 Colistina < 1 Ciprofloxacina > 32 TMP/SXT > 2 Levofloxacina > 32 D Andrea et al., 19th ECCMID

3 Clone ST 37 di Klebsiella pneumoniae Caso clinico 5 Maschio 73 aa, operato in urgenza di sostituzione della valvola aortica e dell arco aortico con tubo valvolato per dissezione acuta. Giorno 6 post-intervento: sospetta VAP (CPIS:6) ed inizia meropenem+linezolid Giorno 8: isolamento dal BAL di P aeruguinosa. Sospende linezolid. Sfebbra in 72 ore e conclude 14 giorni di trattamento con meropenem. Giorno 26: il paziente ancora intubato, decorso complicato da un arresto cardiaco, CVVH sviluppa febbre, leucocitosi (fino a GB/uL), CPIS <6. Inizia meropenem 1 gr ogni 12 ore e daptomicina 6 mg/kg a gg alternui. Giorno 27: 2 emocolture su 3 positive per BGN: sospende daptomicina. Giorno 28:

4 Confronto di caratteristiche cliniche nei pazienti con infezione: Klebsiella pneumoniae ertapenem resistente vs Klebsiella pneumoniae ertapenem sensibile Analisi multivariata variabili OR IC 95% P vari antibiotici <30 gg, varie comorbidità & chirugia, Carbapenem Cefalo II gen Cefalo III gen Endoscopia Ins. renale acuta Orsi GB & Venditti M J Hosp Infection 2011, in press.

5 Confronto di caratteristiche cliniche nei pazienti con infezione: Klebsiella pneumoniae ertapenem resistente vs Klebsiella pneumoniae ertapenem sensibile Orsi GB, Falcone M & Venditti M. J Hosp Infection, May issue Infezione erta-r Erta-s totale Batteriemia 9, 32% 16, 37% 25 Tratto urinario 7, 25% 14, 35% 21 Polmoniti 2, 7% 11, 26% 13 Ferita chirurgica 10, 36% 2, 5% 12 Totale 28, 100% 43, 100% 71

6 Caratteristiche dei con batteriemia breaktrough K. pneumoniae ertapenem resistente Età, sesso infezione iniziale terapia iniziale. batteriemia breakthrough. fonte sensi vs carba terapia esito 64,M ferita chirugica mero+vanco CVC Erta-R, Imi-S, colistina+tige morte Mero-S (cvc rimosso) 55,M peritonite imi+teico+amika CVC Erta-R, Imi-S, imi+teico guarito post-chirurgia Mero-S (CVC rimosso) 64,F VAP da Gram-/F- mero+linezolid CVC Erta-R, Imi-S, colistina guarita sepsi da MRSA Mero-I (CVC rimosso) 47,M endocardite da mero+dapto polmone Erta-R, Imi-S, colistina+tige morte MSSA, Mero-S VAP da Erta-R k.pneumoniae Orsi GB, Falcone M & Venditti M. J Hosp Infection in press

7 Klebsiella KPC 3 + Ompk35/Ompk36v Polniclinico Umberto I (ST 258) Isolato giugno 2010 Pip/Tazo Antibiotic Cefotaxime Ceftazidime MIC mg/l(s/i/r) >128 R >128 R >128 R Complicated IAI after Sleeve gastrectomy Ertapenem >16 R Imipenem >16 Meropenem 4I Aztreonam >128 R Prolonged treatment with low dose imipenem Amikacin >16 Gentamicin Ciprofloxacin Levofloxacin Tigecycline Colistin 4 S >32 R >32 R 2 I 0.5 S Prolonged colistintigecycline treatment needed Carattoli, A, Venditti M & Mancini Antimicrob Agents Chemother 2012

8 Klebsiella KPC 3 Polniclinico Umberto I Isolato da ottobre ad oggi (ST 512) Antibiotic MIC mg/l(s/i/r) Pip/Tazo >128 R Cefotaxime >128 R Ceftazidime >128 R Ertapenem >16 R Imipenem >16R Meropenem >16 R4I Aztreonam >128 R Amikacin >16 Gentamicin 4 S Ciprofloxacin >32 R Levofloxacin >32 R Tigecycline 2 I Colistin 0.5 S With time, an increasing number of isolates developed colistin/tigecycline resistance, some out of these are susceptible to fosfomycin Carattoli, A, Venditti M & Mancini Antimicrob Agents Chemother 2012

9 50 45 Trend di isolamenti di K. pneumoniae carbapenem resistente in pazienti ricoverati al Policlinico Umberto I Orsi GB, Carattoli A, Mancini C, Falcone M & Venditti M unpublished data, Porin-ER KPC-ER July/Dec 2008 Jan/June 2009 July/Dec 2009 Jan/June 2010 July/Dec 2010 Jan/June Porin ER ST 37 clone; 1 KPC 528 clone; 43 KPC 512 clone

10

11 Some clinical details on CR K pneumoniae in hospitalized patients at Policlinico Umberto I Orsi GB, Ccarattoli A, Mancini C, Falcone M & Venditti M unpublished data 26 (54.2%) KPC-CR-Kp isolates and 13 (40.6%) Porin-ER-Kp isolates were obtained from blood cultures. 21 (80.8%) of 26 KPC-CR-Kp BSIs and 8 (61.5%) of the 13 Porin-ER-Kp BSIs, were break-through bacteraemias (BB). 9 (42%) and 4(50%) respectively occurred during carbapenem therapy only in the KPC-CR-Kp group 7(33%) BB episodes developed during therapy with colistin and/or tigecycline. All together BBs occurring during treatment with carbapenem +/- colistin +/- tigecycline were associated in univariate analysis with preceding use of carbapenems (OR 8.17; 95%CI ; p=0.0026) and oxazolidones (OR 14.6; 95%CI ; p=0.0002). BBs were associated with a higher mortality rate (RR 4.82; 95%CI ; p=0.019) compared with non BB episodes.

12 Significato clinico di VIM1+ & resistenza ai carbapenem nella sepsi da Klebsiella pneumoniae BSI da ceppi N morti VIM1+ - Carba-S 53 10(19%) - Carba-R 14 6(42%) p=0.044 VIM1- - Carba-S 95 15(16%) Daikos GL et al Antimicrob Agents Chemother 53: 1868, 2009

13 Attributable mortality rate for carbapenem-resistant Klebsiella pneumoniae (KPC+) bacteremia Borer A Infect Control Hosp epidemiol 30: 972, october casi vs 32 controlli (Età, sesso, malattia di base, LOS, Charlson score, Mc Cabe score: simili o uguali. Infezione non batteriemica ) Confusione mentale (p=.011), ipotensione refrattaria a terapia (p=.033), MOF (p=.002), sepsi grave (p=.051) più frequenti per i casi di batteriemia da K. pneumoniae KPC+. Mortalità cruda: 72% per i casi di batteriemia da K. pneumoniae KPC+ vs 22% nei controlli Mortalità attribuibile per i casi di batteriemia da K. pneumoniae KPC+: 50%

14 K. pneumoniae Carbapenem resistente pattern di diffusione nell ospedale FASE 1.Outbreak in UTI con VAP, batteriemie cvc correlate, infezione di ferita chirurgica e ITU. rapida colonizzazione del tratto intestinale e del perineo e trasmissione con le mani del personale relativo controllo con TR di sorveglianza e coorte colonizzat/infetti FASE 2. Endemia nei reparti di Medicina Interna, soprattutto geriatrie e reparti chirugici, con ITU in pazienti con CATUR. FASE 3. trasferimento del paziente colonizzato cronico in cronicario o Istituto di Riabilitazione FASE 4. Aricomincia il ciclo quando il paziente necessiterà nuovo ricovero

15 Non sensibilità (%) per imipenem, meropenem e colistina nei confronti di 959 isolati clinici di Klebsiella pneumoniae Ospedale di Heraklion, Creta Neonakis I et al Abstract 1629 ESMID 2010 Agente Imipenem 14% 26% 29% 49.5% Meropenem 9% 27% 33% 52% Colistina 1.4% 4% 9.6% 19%

16 Colistin (3 milion U CMS) Plasma concentrations First dose Fourth dose CMS Colistin Plachouras D et al., Antimicrob Agents Chemother, 2009

17 Colistin in 18 critically ill patients Plachouras D et al., Antimicrob Agents Chemother, 2009

18 Concentrazioni sieriche di colistina (2 M.U./6hr) allo steady state in pazienti critici con sepsi Imberti R et al CHEST 2010; 138(6): Steady-State Pharmacokinetics and BAL Concentration of Colistin in Critically Ill Patients After IV Colistin Methanesulfonate Administration in critically ill adult patients the IV administration of Colistin Methanesulfonate 2 million International Units (174 mg) q8h results in apparently suboptimal plasma concentrations of colistin,which is undetectable in BAL.

19 Colistina IV + aerosol? pro Nel modello animale sembra funzionare Alcuni trial non controllati sembrano dare risultati incoraggianti Considerare la assenza di colistina nel BAL a dosaggi 2 MU CMS x 3v/die contra Non vi è stata conferma di efficacia in un trial controllato (ma forse un trend) Vanno usate apparecchiature in grado di micronizzare l aerosol Sono state descritte polmonite eosinofile Aumenta il carico di lavoro degli infermieri cross contaminazione

20

21

22 Aumento delle MIC per colistina in K. pneumoniae KPC+ in corso di terapia Lee J et al J Clin Microbiol 2009; 47: 1611 Un aumento delle MIC fu riscontrato in corso di colistina in 3/16 (18%) monoterapia ed in nessuno di 4 in combo con tigeciclina. caratteristiche dei 3 patienti con >>MIC Paziente sede di isolamento data isolamento gg trx MIC (mg/l) 1 fluido peritonele 28, marzo sangue 13, aprile 32 2 LCR 5, novembre sangue 26, novembre 12 3 sangue 7, dicembre sangue 12,dicembre 1024

23 In caso di meningite da K. pneumoniae carbapenem resistente : Colistina IV + Intraventricolare o intratecale?

24 Livelli sierici e liquorali in corso di colistina iv/it (10 mg) siero liquor

25 Per le infezioni urinarie CATUR- correlate? Considera gentamicina Considera fosfomicina Considera che colistina viene escreta come promarfamco CSM Considera che tigeciclina è proponibile a dosaggi di 400 kmg die

26 Relazione tra ABS al picco (P) ed alla valle (V), agente sepsigeno, sinergismo antimicrobico e successi clinici nella sepsi da bacilli gramnegativi.iii. Agente(R.T.) sinergismo mediana di ABS % successi V P P. aeruginosa (7.5) + 1:2 1:16 91% (n=33) - 1:2 1:4 22% E. coli (974) + 1:32 1: % (n=31) - 1:16 1:128 87% R.T.: picco sierico presunto della betalatt/mic vs patogeno Martino p. et al Eur J Cancer 21: 439, 1985

27 ctivity of tigecycline alone and in combination with colistin and meropenem against Klebsiella pneumoniae carbapenemase (KPC)-producing Enterobacteriaceae strains by time kill assay Pournaras S. International Journal of Antimicrobial Agents 37 (2011)

28 Significato clinico di VIM1+ & resistenza ai carbapenem nella sepsi da Klebsiella pneumoniae Colistina + imipenem sviluppò sinergismo nel 55% dei test di curve di batteriocidia vs ceppi di Klebsiella pneumoniae carbapenem BSI da ceppi N morti resistenti- colistina sensibili, ma 50% VIM1+ antagonismo vs ceppi carbapenem- colistina resistenti - Carba-S 53 10(19%) - Carba-R 14 6(42%) p=0.044 Souli M et al Antimicrob Agents Chemother 53: 2153, 2009 VIM1- - Carba-S 95 15(16%) Daikos GL et al Antimicrob Agents Chemother 53: 1868, 2009

29 In Vitro Interactions of Antimicrobial Combinations with Fosfomycin against KPC-2- Producing Klebsiella pneumoniae and Protection of Resistance Development Souli M et al ANTIMICROB AGENTS CHEMOTHER 2011, 55: 2395.

30 Trattamento delle infezioni da K pneumoniae KPC+: revisione della letteratura fino al 2010 Hirsh EB & Tam VH J Antimicrob Chemother n. casi trattati/% successi clinici. monoterapia combo combo-tige Carbapenem 15, 40% 4, 75% 1,100% Colistina 7, 14% 11, 71% 6, 66% Tigeciclina 5, 60%.

31 Carbapenem resistant Klebsiella pneumoniae bacteremia: factors correlated with clinical and microbiologic outcome Nguyen M et al Diagn Microbiol Infect Dis 67: 180, 2010 Esito della terapia mirata, n(%) Terapia mirata morti, 7gg risposta a 7gg Colistina +/- (n=9) 2(22%) 3(33%) Tigeciclina +/- (n=10) 4(40%) 3(30%) Coli+Tige (n=13) 1(8%) 6(46%) T. inappropriata (n=7) 3(43%) 1(14%) Mortalità globale 23% 35% Note: 41/48 (85%) batteriemie possibilmente cvc-correlate con rimozione del cvc in 25 (61%). 13(27%) con urinocoltura positiva. 15(31%) ferita o ascesso: drenati in 11 (73%) casi entro 5 giorni dalla emocoltura positiva Shock settico (42%), CRRT/HD (44%), Ventilazione meccanica (50%), TOS (42%), neutropenia (10%)

32 Combination antibiotic therapy for KPC+ KP Forty KPC-KP bacteremias in 2 medical centers Median APACHE II score was 20 (range, 3-44) Higher mortality (70 vs 37%) when pneumonia source. Regimens with poly, tige, penems, alone or in combo. Lower death rate with combo vs. mono (15 vs. 59%; P <0.05). Combo provide survival benefit over monotherapy. Qureishi ZA et al. 50th ICAAC, 2010 Abs K K614.

33 KPC bacteremia Tumbarello M, Viale PL, Bassetti M unpublished data Kaplan-Meier survival estimates of 125 patients who received adequate therapy Days Combination therapy Monotherapy

34 Multivariate analysis of factors associated with death among patients with bloodstream infection due to KPC producing Klebsiella pneumoniae. Tumbarello M, Viale PL, Bassetti M unpublished data Shock ( ) Inadequate initial treatment ( ) APACHE III score (mean ± SD) - - < ( ) Tigecycline & Colistin & Meropenem ( )

35 Terapia di combinazione Colistina 4.5 M ev ogni 12 ore ( 6 M LD) Meropenem gr ev IC ogni 6 ore (2 gr LD) Tigeciclina 100 mg ev ogni 12 ore (200 mg LD) ma se colistina resistenza?

36 Antibiogramma con Vitek 2

37 Antibiogramma con E-test Colistina 4 (>16) ( >2 R) Tigeciclina 2 (2 ) ( >2 R) Fosfomicina (non testata da Vitek 2) 16 (>32 R) Gentamicina 2 (4 ) (> 4 R) Meropenem 8 (>16 ) (>2 R) in parentesi: MIC da Vitek 2

38 Area della resistenza relativa di IP??

39

40

41

42

43 Terapia di combinazione Colistina 4.5 M ev ogni 12 ore ( 6 M LD) Meropenem gr ev IC ogni 6 ore (2 gr LD) Tigeciclina 100 mg ev ogni 12 ore (200 mg LD) Rifampicina 300 mg ev ogni 8 ore

44 Antibiotics in critically ill patients: a systematic review of the pharmacokinetics of b-lactams Gonçalves-Pereira and Póvoa Critical Care 2011, 15:R206 Heterogeneity of volume of distribution in litres of b-lactam antibiotics in ICU patients

45 TDM-Guided Therapy with Daptomycin and Meropenem in a Morbidly Obese, Critically Ill Patient Pea F et al Ann Pharmacother 2011 ; 45:37

46 Bisogna ottimizzare diagnosi microbiologica, privilegiare la terapia mirata, rispettare PK/PD Tanto pe fallo!!

Terapia antibiotica in combinazione nel trattamento di un infezione multiresistente in terapia intensiva

Terapia antibiotica in combinazione nel trattamento di un infezione multiresistente in terapia intensiva Università degli Studi di Catania Dipartimento di Anestesia Rianimazione e Terapia Intensiva Policlinico G.Rodolico Direttore Prof.ssa M. Astuto Terapia antibiotica in combinazione nel trattamento di un

Dettagli

Misure di prevenzione e controllo delle infezioni da CPE Indicazioni del Ministero della Salute

Misure di prevenzione e controllo delle infezioni da CPE Indicazioni del Ministero della Salute Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemi: un problema emergente di sanità pubblica Roma, 5 giugno 2012 - ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' Misure di prevenzione e controllo delle infezioni da CPE Indicazioni

Dettagli

Gian Maria Rossolini. Università di Siena. Dip. Medicina Sperimentale e Clinica. Dip. Biotecnologie Mediche

Gian Maria Rossolini. Università di Siena. Dip. Medicina Sperimentale e Clinica. Dip. Biotecnologie Mediche Automazione in microbiologia: nuovi flussi organizzativi Gian Maria Rossolini Dip. Medicina Sperimentale e Clinica Università di Firenze Dip. Biotecnologie Mediche Università di Siena SODc Microbiologia

Dettagli

Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ).

Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ). Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ). Antibiotic selection pressure and Resistance in S.

Dettagli

Allegato 1 Controllo delle infezioni correlate all assistenza: proposta di attività in Toscana per il biennio 2015 2016

Allegato 1 Controllo delle infezioni correlate all assistenza: proposta di attività in Toscana per il biennio 2015 2016 Allegato 1 Controllo delle infezioni correlate all assistenza: proposta di attività in Toscana per il biennio 2015 2016 a cura del 'Comitato di coordinamento regionale per la prevenzione e la lotta alle

Dettagli

Gruppo Fides. Dr Giuliano Grillo

Gruppo Fides. Dr Giuliano Grillo Gruppo Fides Dr Giuliano Grillo Medio di assistenza medica, infermieristica e riabilitativa Alto di assistenza tutelare e alberghiera Completamento cicli riabilitativi Trattamenti socio sanitari di mantenimento

Dettagli

Management dei pazienti nelle strutture residenziali di assistenza

Management dei pazienti nelle strutture residenziali di assistenza Management dei pazienti nelle strutture residenziali di assistenza Maria Luisa Moro La rete dei servizi si è profondamente modificata Long term care facility with ventilator and psychiatric patients Long

Dettagli

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Mario Sarti Microbiologia Clinica Provinciale Azienda USL di Modena 9 STRATEGIE DI REFERTAZIONE PER FAVORIRE L USO APPROPRIATO

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Principe Luigi. Biologo. Microbiologia e Virologia. Dirigente Biologo. l.principe@ospedale.lecco.

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Principe Luigi. Biologo. Microbiologia e Virologia. Dirigente Biologo. l.principe@ospedale.lecco. MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome nome Principe Luigi Data di nascita 11 Aprile 1982 Qualifica Struttura complessa/servizio Incarico attuale Biologo Microbiologia e Virologia

Dettagli

Microbiologia delle infezioni delle vie respiratorie inferiori

Microbiologia delle infezioni delle vie respiratorie inferiori Microbiologia delle infezioni delle vie respiratorie inferiori Dr.ssa Lo Cascio Giuliana Dipartimento di Patologia e diagnostica, Sezione di Microbiologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli

Dettagli

terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna

terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna terapia antibiotica empirica protocollo terapeutico elaborato ed adottato protocollo terapeutico in Medicina ERI - Medicina

Dettagli

TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA: VANTAGGI E SVANTAGGI. ANDREA GALANTI Dirigente Medico UOC Medicina d Urgenza e Pronto Soccorso

TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA: VANTAGGI E SVANTAGGI. ANDREA GALANTI Dirigente Medico UOC Medicina d Urgenza e Pronto Soccorso TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA: VANTAGGI E SVANTAGGI ANDREA GALANTI Dirigente Medico UOC Medicina d Urgenza e Pronto Soccorso 1950: Primi organismi resistenti alla penicillina isolati in ospedale 1960:

Dettagli

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE AZIENDA OSPEDALIERA DI COSENZA COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Delibera n. 328 del 25 marzo 211 COMITATO TECNICO PREPOSTO AL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Dr.

Dettagli

Alberto Villani. Dipartimento Medicina Pediatrica Direttore: Alberto G. Ugazio. La sepsi nel lattante

Alberto Villani. Dipartimento Medicina Pediatrica Direttore: Alberto G. Ugazio. La sepsi nel lattante Alberto Villani UOC Pediatria Generale e Malattie Infettive Dipartimento Medicina Pediatrica Direttore: Alberto G. Ugazio La sepsi nel lattante Unità Operativa di Pediatria Generale e Malattie Infettive

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI GERIATRIA OSPEDALE E TERRITORIO PROTOCOLLO DI STUDIO

SOCIETA ITALIANA DI GERIATRIA OSPEDALE E TERRITORIO PROTOCOLLO DI STUDIO SOCIETA ITALIANA DI GERIATRIA OSPEDALE E TERRITORIO PROTOCOLLO DI STUDIO Polmonite associata alle cure sanitarie (HealthCare-Associated Pneumonia) e polmonite comunitaria in pazienti ricoverati in Unità

Dettagli

Misure raccomandate per la prevenzione delle SSI: pre, intra e post opeatoria

Misure raccomandate per la prevenzione delle SSI: pre, intra e post opeatoria Misure raccomandate per la prevenzione delle SSI: pre, intra e post opeatoria Margherita Vizio Nuoro gennaio 2014 1 Di che cosa parliamo Epidemiologia: frequenza, eziologia, popolazione esposta, tipo di

Dettagli

Pielonefrite cronica. Pielonefrite acuta

Pielonefrite cronica. Pielonefrite acuta Guido MARTINA Pielonefrite cronica Pielonefrite acuta Pielonefrite cronica Pielonefrite cronica Pielonefrite cronica Chronic pyelonephritis : Diagnosi rara Attenta terapia delle infezioni urinarie Correzione

Dettagli

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come?

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? R. Albisinni UOC Medicina Infettivologica e dei Trapianti Ospedale Monaldi Seconda Università di Napoli Introduzione La terapia anticoagulante

Dettagli

infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi

infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi Gestione del rischio clinico indicazioni per la gestione delle infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi Gestione del rischio clinico indicazioni per la gestione delle infezioni da enterobacteriaceae

Dettagli

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria Nicola Principi Principali cefalosporine orali Farmaco

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

L importanza della qualità nei farmaci generici. Francesco Scaglione, MD, PhD

L importanza della qualità nei farmaci generici. Francesco Scaglione, MD, PhD School of Medicine PostGraduate School Clinical Pharmacology L importanza della qualità nei farmaci generici Francesco Scaglione, MD, PhD Department of medical biotecnology and translational medicine School

Dettagli

la difficile diagnosi di endocardite infettiva

la difficile diagnosi di endocardite infettiva la difficile diagnosi di endocardite infettiva N.G. è un paziente di 68 anni, iperteso, ex fumatore Portatore di protesi valvolare biologica in sede aortica per insufficienza severa (febbraio 2011) Aneurismectomia

Dettagli

Gennaio 2013. (Questo documento sostituisce il precedente redatto nel mese di Luglio 2011)

Gennaio 2013. (Questo documento sostituisce il precedente redatto nel mese di Luglio 2011) Indicazioni pratiche e protocolli operativi per la diagnosi, la sorveglianza e il controllo degli enterobatteri produttori di carbapenemasi nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie Gennaio 2013 (Questo

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

Profili di utilizzo della terapia antibiotica: esperienza dell Azienda ospedaliera S. Maria Nuova / IRCCS di Reggio Emilia

Profili di utilizzo della terapia antibiotica: esperienza dell Azienda ospedaliera S. Maria Nuova / IRCCS di Reggio Emilia Esperienze di successo di antimicrobial stewardship Bologna 18 novembre 2014 Profili di utilizzo della terapia antibiotica: esperienza dell Azienda ospedaliera S. Maria Nuova / IRCCS di Reggio Emilia Annamaria

Dettagli

CARACT 2010 Pisa 17-19 Novembre LA PROCALCITONINA

CARACT 2010 Pisa 17-19 Novembre LA PROCALCITONINA CARACT 2010 Pisa 17-19 Novembre LA PROCALCITONINA G.Paternoster Terapia Intensiva e Anestesia Cardiovascolare Ospedale San Carlo Potenza LA PROCALCITONINA (PCT) LA PROCALCITONINA (PCT) E il pro-ormone

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Antibiotici: servono sempre? Relatore: Dr. Del Monte 05 febbraio 2014 sala Piccolotto ANTIBIOTICI: servono sempre? Dott.ssa Daniela Signori Dott. Vincenzo Catena

Dettagli

Automazione in batteriologia: Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso

Automazione in batteriologia: Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso Automazione in batteriologia: nuove frontiere tecnologiche Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso Cambiamenti in batteriologia: raccolta del campione Comparison of 3 swab

Dettagli

Endocarditi. Franco Baldelli. Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia AA 2009-2010

Endocarditi. Franco Baldelli. Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia AA 2009-2010 Endocarditi Franco Baldelli Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia AA 2009-2010 ENDOCARDITI SETTICEMIE A DECORSO ACUTO O SUB-ACUTO DOVUTE A INVASIONE BATTERICA O FUNGINA DI UNA AREA FOCALE DI ENDOTELIO

Dettagli

CPAP nel trattamento dell insufficienza respiratoria nel settingpre-ospedaliero: si,no,quale

CPAP nel trattamento dell insufficienza respiratoria nel settingpre-ospedaliero: si,no,quale CPAP nel trattamento dell insufficienza respiratoria nel settingpre-ospedaliero: si,no,quale Paolo Groff PS-MURG Ospedale «Madonna del Soccorso» San Benedetto del Tronto Obiettivi della ventilazione meccanica

Dettagli

Esperienze regionali a confronto: Regione Puglia

Esperienze regionali a confronto: Regione Puglia Le buone pratiche: Sicurezza in sala operatoria esperienze regionali a confronto Matera, Auditorium Madonna delle Grazie, 12 maggio 2012 Esperienze regionali a confronto: Regione Puglia Prof. A. Dell Erba,

Dettagli

Epidemiologia delle infezioni correlate all assistenza

Epidemiologia delle infezioni correlate all assistenza Epidemiologia delle infezioni correlate all assistenza Maria Luisa Moro 1 Infezioni correlate all assistenza Sono infezioni che insorgono come risultato di interventi sanitari Possono essere acquisite

Dettagli

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Agenzia Sanitaria Regionale Area Rischio infettivo Unità Gestione Rischio e Sicurezza Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Pietro Ragni Reggio Emilia,

Dettagli

Endocardite infettiva: linee guida

Endocardite infettiva: linee guida 2004 Endocardite infettiva: linee guida Endocardite infettiva: linee guida 2005 2006 Endocardite infettiva: linee guida DEFINIZIONE L EI è un infezione endovascolare delle strutture cardiache (valvole

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

La resistenza agli antibiotici emergenza mondiale: conseguenze per le sale operatorie. Dott. Andreas Kunze

La resistenza agli antibiotici emergenza mondiale: conseguenze per le sale operatorie. Dott. Andreas Kunze La resistenza agli antibiotici emergenza mondiale: conseguenze per le sale operatorie Dott. Andreas Kunze Staphylococcus aureus Klebsiella pneumoniae Pseudomonas aeruginosa Nuovi antibiotici? Contaminazione

Dettagli

Le Nuove Sfide Scientifiche, Tecniche ed Organizzative in Medicina di Laboratorio

Le Nuove Sfide Scientifiche, Tecniche ed Organizzative in Medicina di Laboratorio Le Nuove Sfide Scientifiche, Tecniche ed Organizzative in Medicina di Laboratorio Roma, 6 Novembre 2012 HHV-7 ASSOCIATED MENINGOENCEPHALITIS: AN UNFORGETTABLE CLINICAL CASE Relatore: D.ssa Loria Bianchi

Dettagli

Indicazioni per la Sorveglianza dei Microrganismi Sentinella

Indicazioni per la Sorveglianza dei Microrganismi Sentinella Gestione del rischio clinico Indicazioni per la Sorveglianza dei Microrganismi Sentinella Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria, Direzione politiche sociali centrale e famiglia salute,

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE DI UN BUNDLE PER LA PREVENZIONE DELLA POLMONITE DA VENTILAZIONE ASSISTITA IN TERAPIA INTENSIVA: UN CLUSTER RANDOMIZED PRAGMATIC TRIAL

IMPLEMENTAZIONE DI UN BUNDLE PER LA PREVENZIONE DELLA POLMONITE DA VENTILAZIONE ASSISTITA IN TERAPIA INTENSIVA: UN CLUSTER RANDOMIZED PRAGMATIC TRIAL IMPLEMENTAZIONE DI UN BUNDLE PER LA PREVENZIONE DELLA POLMONITE DA VENTILAZIONE ASSISTITA IN TERAPIA INTENSIVA: UN CLUSTER RANDOMIZED PRAGMATIC TRIAL AUTORI Baratta S, Batistini R, Forni S, Francone C,

Dettagli

Un confronto IMPARI. Le ICA. Una sfida in era di patogeni Multi-Drug-Resistant. Cianobatteri: 3.500.000.000 anni ni. Homo sapiens: < 200.

Un confronto IMPARI. Le ICA. Una sfida in era di patogeni Multi-Drug-Resistant. Cianobatteri: 3.500.000.000 anni ni. Homo sapiens: < 200. 18 settembre 2015 Le ICA. Una sfida in era di patogeni Multi-Drug-Resistant Matteo Un confronto IMPARI Cianobatteri: 3.500.000.000 anni ni Homo sapiens: < 200.000 anni Antibiotici: 85 anni Chi siamo noi?

Dettagli

2/1/2011 5/1/2011 10/1/2011 Influenza B

2/1/2011 5/1/2011 10/1/2011 Influenza B Caso clinico Nome: Tonina Cognome : Procalci aa 36 Gravida 23 settimana Da alcuni giorni ha febbre, tosse, rinite Il figlio di 3 anni ha avuto sintomi analoghi alcuni giorni prima 30/12/2010: Ricovero

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

Dettagli

Polmoniti in RSA: prevenzione e terapia. Matteo Bassetti Clinica malattie Infettive A.O.U. San Martino, Genova

Polmoniti in RSA: prevenzione e terapia. Matteo Bassetti Clinica malattie Infettive A.O.U. San Martino, Genova Polmoniti in RSA: prevenzione e terapia Matteo Bassetti Clinica malattie Infettive A.O.U. San Martino, Genova Alterazioni delle funzionalità nell anziano Sistema respiratorio Microaspiraazioni e aumento

Dettagli

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Le Infezioni nosocomiali nella realtà degli Ospedali liguri: un up to date con il contributo di casistiche personali ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Dott.. G. CALCAGNO Responsabile S.S. Prevenzione rischio

Dettagli

Definizione di infezione ospedaliera. Infezione che insorge durante il ricovero in ospedale, o in alcuni casi dopo che il. manifesta clinicamente nén

Definizione di infezione ospedaliera. Infezione che insorge durante il ricovero in ospedale, o in alcuni casi dopo che il. manifesta clinicamente nén TITOLO Corso di formazione: Rischio clinico Alessandria 21 settembre 2009 Dott.ssa Daniela Balestrino SOC Rischio Infettivo Definizione di infezione ospedaliera Infezione che insorge durante il ricovero

Dettagli

Presentazione. Infezioni correlate all assistenza sanitaria (I.C.A.)

Presentazione. Infezioni correlate all assistenza sanitaria (I.C.A.) Presentazione Infezioni correlate all assistenza sanitaria e resistenza antimicrobica costituiscono due speciali problematiche sanitarie sulle quali importanti istituzioni internazionali, quali l OMS,

Dettagli

Aspetti microbiologici della sorveglianza nazionale della malattia invasiva da H. Influenzae

Aspetti microbiologici della sorveglianza nazionale della malattia invasiva da H. Influenzae Roma, 26-27 Novembre 2014 Roma, 28-29 Febbraio 2012 Aspetti microbiologici della sorveglianza nazionale della malattia invasiva da H. Influenzae MARINA CERQUETTI Marina Cerquetti Dipartimento di Malattie

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Dossier Antibiotico resistenza e suo impatto sulla terapia empirica delle infezioni respiratorie

Dossier Antibiotico resistenza e suo impatto sulla terapia empirica delle infezioni respiratorie Toracica anno XXIX 1 marzo 2009 Medicina Aggiornamenti di terapia Gestione dell insufficienza respiratoria cronica nella pneumologia territoriale Crescita invasiva e cancro: inibizione farmacologica dell

Dettagli

Nuovi regimi terapeutici nel trattamento del mieloma multiplo in pazienti non candidabili a trapianto

Nuovi regimi terapeutici nel trattamento del mieloma multiplo in pazienti non candidabili a trapianto Nuovi regimi terapeutici nel trattamento del mieloma multiplo in pazienti non candidabili a trapianto Antonio Palumbo Divisione di Ematologia Universitaria, Ospedale Molinette, Torino Per più di quattro

Dettagli

6 Congresso Nazionale. Programma Definitivo. Bologna, 24/25 settembre 2015. Presidente: Claudio Viscoli (Genova)

6 Congresso Nazionale. Programma Definitivo. Bologna, 24/25 settembre 2015. Presidente: Claudio Viscoli (Genova) Presidente: Claudio Viscoli (Genova) 6 Congresso Nazionale Bologna, 24/25 settembre 2015 Presidente del Congresso: Pierluigi Viale (Bologna) AEMILIA Hotel Via G. Zaccherini Alvisi, 16 Programma Definitivo

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 novembre 2001, n.465 Regolamento che stabilisce le condizioni nelle quali è obbligatoria la vaccinazione antitubercolare, a norma dell'articolo 93, comma 2, della

Dettagli

La sorveglianza e lo screening dei pazienti e del personale sanitario

La sorveglianza e lo screening dei pazienti e del personale sanitario La sorveglianza e lo screening dei pazienti e del personale sanitario Convegno ANIPIO «Gestione infezioni da germi multiresistenti: up to date» Pioltello 7 novembre 2014 Oliviero Rinaldi Una priorità urgente:

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA n 2/2004. Revisione 0 LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DELLA POLMONITE ACQUISITA IN COMUNITA (CAP)

ISTRUZIONE OPERATIVA n 2/2004. Revisione 0 LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DELLA POLMONITE ACQUISITA IN COMUNITA (CAP) ISTRUZIONE OPERATIVA n 2/2004 Revisione 0 LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DELLA POLMONITE ACQUISITA IN COMUNITA (CAP) Ratificato dalla Commissione Aziendale per la Sorveglianza e il Controllo delle Infezioni

Dettagli

Utilizzo delle membrane ad alto Cut -off nel paziente settico

Utilizzo delle membrane ad alto Cut -off nel paziente settico Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Scienze della Salute Sezione di Anestesiologia, Terapia Intensiva e Terapia del Dolore Utilizzo delle membrane ad alto Cut -off nel paziente settico Gianluca

Dettagli

Infezioni correlate all assistenza

Infezioni correlate all assistenza Infezioni correlate all assistenza Il problema Che cosa si intende per infezione correlata all assistenza Le infezioni correlate all assistenza sono infezioni acquisiti in ospedale o in altri ambiti assistenziali

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Dalla Diagnostica Tradizionale Ai Nuovi Metodi:

Dalla Diagnostica Tradizionale Ai Nuovi Metodi: Dalla Diagnostica Tradizionale Ai Nuovi Metodi: Appropriatezza del percorso analitico ed interpretativo Manuela Avolio Microbiologia Clinica e Virologia-Pordenone WHY ETIOLOGIC DIAGNOSIS? MICROBIOLOGICAL

Dettagli

Linkage tra Database Sanitari

Linkage tra Database Sanitari Workshop La Drug Utilization attraverso i Database Amministrativi Linkage tra Database Sanitari Valutare il peso delle comorbilità Verificare l effectiveness dei trattamenti Supportare ipotesi di ricerca

Dettagli

CURRICULUM VITAE Dr.ssa Maddalena Grazzini

CURRICULUM VITAE Dr.ssa Maddalena Grazzini CURRICULUM VITAE Dr.ssa Maddalena Grazzini INFORMAZIONI PERSONALI: Nome / Cognome: Maddalena Grazzini Indirizzo: Borgo Pinti 70, 50121, Firenze, Italia. Telefono: 0039-333-3058731 / 0039-055-3860460. E-mail:

Dettagli

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Daniela Poli La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Atrial fibrillation occurred in 1 2% of the general population. Over 6 million Europeans suffer from this arrhythmia, and its

Dettagli

Tecniche per la valutazione della attività in vitro degli antibiotici: Antibiogramma

Tecniche per la valutazione della attività in vitro degli antibiotici: Antibiogramma C.L. Medicina e Chirurgia Università di Chieti-Pescara Anno Accademico 2015-2016 Tecniche per la valutazione della attività in vitro degli antibiotici: Antibiogramma Giovanni DI BONAVENTURA, PhD Dipartimento

Dettagli

PRINCIPI DI LINEE GUIDA NEL TRATTAMENTO ANTIBIOTICO DELLE INFEZIONI NECROSANTI ACUTE DEI TESSUTI MOLLI

PRINCIPI DI LINEE GUIDA NEL TRATTAMENTO ANTIBIOTICO DELLE INFEZIONI NECROSANTI ACUTE DEI TESSUTI MOLLI PRINCIPI DI LINEE GUIDA NEL TRATTAMENTO ANTIBIOTICO DELLE INFEZIONI NECROSANTI ACUTE DEI TESSUTI MOLLI Vezzani G., Caberti L., Cantadori L., Mordacci M., Nicolopoulou A., Pizzola A. U.O. di Anestesia Rianimazione

Dettagli

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA?

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? M.M. Lirici SESSIONE SIC-SICE Sistema ABC ACTIVITY BASED COSTING Gli elementi che generano il costo sono quelli che richiedono una prestazione

Dettagli

CONTENUTI DELLA ISTRUZIONE OPERATIVA

CONTENUTI DELLA ISTRUZIONE OPERATIVA Pagina 1 di 6 CONTENUTI DELLA ISTRUZIONE OPERATIVA 1 TITOLO...2 2 AMBITO DI APPLICAZIONE...2 3 DECRIZIONE DELLE ATTIVITA'...2 3.1 Introduzione...2 3.2 Criteri generali di individuazione dei microrganismi

Dettagli

Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly?

Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly? Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly? Rodolfo Ferrari, Fabrizio Giostra, Giorgio Monti, Mario Cavazza Unità Operativa di Medicina d'urgenza

Dettagli

International Congress of the Italian Association of Companion Animal Veterinarians

International Congress of the Italian Association of Companion Animal Veterinarians Close this window to return to IVIS www.ivis.org International Congress of the Italian Association of Companion Animal Veterinarians May 19 21 2006 Rimini, Italy Next Congress : 62nd SCIVAC International

Dettagli

Domanda. L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze. Programma. Programma

Domanda. L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze. Programma. Programma Domanda L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze Perché è necessario un approccio interprofessionale in sanità? Giorgio Bedogni Unità di Epidemiologia Clinica Centro Studi Fegato

Dettagli

IL PAZIENTE DIABETICO / IPERGLICEMICO ALL INGRESSO IN OSPEDALE

IL PAZIENTE DIABETICO / IPERGLICEMICO ALL INGRESSO IN OSPEDALE IL PAZIENTE DIABETICO / IPERGLICEMICO ALL INGRESSO IN OSPEDALE Classificazione dell Iperglicemia in Ospedale 1) Diabete mellito noto diabete diagnosticato e trattato prima del ricovero 2) Diabete mellito

Dettagli

Uso empirico degli antibiotici: l epidemiologia locale alla base delle scelte di profilassi e terapia

Uso empirico degli antibiotici: l epidemiologia locale alla base delle scelte di profilassi e terapia Uso empirico degli antibiotici: l epidemiologia locale alla base delle scelte di profilassi e terapia Marcello Meledandri (UOC M&V SFN) Clinical Conference EBM Terapia antibiotica empirica: vantaggi e

Dettagli

Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii

Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii Gestione del rischio clinico Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria, politiche sociali e famiglia Edizione ottobre

Dettagli

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA 1 ottobre 2011 IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA Dott.ssa Elena Fachinat DATI EPIDEMIOLOGICI : Prevalenza stimata di ipotiroidismo conclamato in gravidanza : 0,3-0,5% Prevalenza stimata di ipotiroidismo subclinico

Dettagli

Esperienza del Veneto nella sorveglianza e prevenzione

Esperienza del Veneto nella sorveglianza e prevenzione LA SORVEGLIANZA DELLE MALATTIE BATTERICHE INVASIVE PREVENIBILI DA VACCINAZIONE: RISULTATI E IMPLICAZIONI PER LA PREVENZIONE Esperienza del Veneto nella sorveglianza e prevenzione F. Russo, G. Napoletano

Dettagli

Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza

Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza Oncologia epato-bilio-pancreatica Metastasi da tumore a sede primitiva ignota Monza, 06 Maggio 2011 Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza Epidemiologia Rappresentano meno del 5% di tutte

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Endocarditi: diagnosi e terapia medica

Endocarditi: diagnosi e terapia medica Endocarditi: diagnosi e terapia medica Stefano Del Pace e Carlotta Sorini Dini 17 novembre 2012 Caso clinico 1 ANAMNESI PATOLOGICA REMOTA: Donna S.R. di anni 73 Trombocitemia essenziale nota dal 1993 ANAMNESI

Dettagli

La determinazione delle esistenze in Streptococcus pneumoniae

La determinazione delle esistenze in Streptococcus pneumoniae .O. Cotugno - Napoli La determinazione delle esistenze in Streptococcus pneumoniae Montespina Park Hotel Napoli 16 settembre 2005 arco Conte sp. U.O.S Batteriologia Streptococcus pneumoniae Cross-section

Dettagli

L assistenza ospedaliera nel fine vita oncologico in Veneto. Manola Lisiero, Francesco Avossa, Michele Pellizzari, Elena Schievano, Mario Saugo

L assistenza ospedaliera nel fine vita oncologico in Veneto. Manola Lisiero, Francesco Avossa, Michele Pellizzari, Elena Schievano, Mario Saugo L assistenza ospedaliera nel fine vita oncologico in Veneto Manola Lisiero, Francesco Avossa, Michele Pellizzari, Elena Schievano, Mario Saugo XXXVI CONGRESSO ANNUALE AIE Bari, 29-31 ottobre 2012 Sistema

Dettagli

Sorveglianza dell antibioticoresistenza e uso di antibiotici sistemici in Emilia-Romagna

Sorveglianza dell antibioticoresistenza e uso di antibiotici sistemici in Emilia-Romagna Sorveglianza dell antibioticoresistenza e uso di antibiotici sistemici in Emilia-Romagna Rapporto 2012 Redazione e impaginazione a cura di Federica Sarti - Agenzia sanitaria e sociale regionale dell Emilia-Romagna

Dettagli

Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type

Studio Re.mo.te A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type 2 diabetes" Protocollo di Studio:durata e campione La

Dettagli

Costi e Sostenibilità delle Cure Domiciliari. Claudio Cartoni UOC Ematologia A.O. Policlinico Umberto I Roma Ass. contro Leucemie, Linfomi e Mieloma

Costi e Sostenibilità delle Cure Domiciliari. Claudio Cartoni UOC Ematologia A.O. Policlinico Umberto I Roma Ass. contro Leucemie, Linfomi e Mieloma Costi e Sostenibilità delle Cure Domiciliari Claudio Cartoni UOC Ematologia A.O. Policlinico Umberto I Roma Ass. contro Leucemie, Linfomi e Mieloma Una modalità assistenziale E sostenibile quando: E EFFICIENTE:

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA IN CHIRURGIA GENERALE E SPECIALISTICA LINEE GUIDA PER LA TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA

LINEE GUIDA PER LA TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA IN CHIRURGIA GENERALE E SPECIALISTICA LINEE GUIDA PER LA TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA Istruzione Operativa CIO PrCIO 02/2014 Rev. n. 1 Data 14/07/2014 Pag. 1 Rev. n. Data Causale modifica Redatto da: Dott. Stefano Mancini (UOC Chirurgia Generale e Oncologica) Dott. Emanuele Nicastri (INMI

Dettagli

territorio E dopo il ricovero?

territorio E dopo il ricovero? L insufficienza respiratoria sul territorio E dopo il ricovero? Paolo Groff Pronto Soccorso-MURG Ospedale Madonna del Soccorso San Benedetto del Tronto Razionale BPCO: successo della NIV in termini i di

Dettagli

La gestione dell urgenza cardiologica: il punto di vista del medico d urgenza Ivo Casagranda

La gestione dell urgenza cardiologica: il punto di vista del medico d urgenza Ivo Casagranda La gestione dell urgenza cardiologica: il punto di vista del medico d urgenza Ivo Casagranda Key points: 1 Funzioni e organizzazione del PS 2 Position paper ANMCO SIMEU 3 Real world It is one thing to

Dettagli

EFFICACIA DELL IGIENE DELLE MANI NEL CONTROLLO E NELLA PREVENZIONE DI TUTTI I RISCHI INFETTIVI

EFFICACIA DELL IGIENE DELLE MANI NEL CONTROLLO E NELLA PREVENZIONE DI TUTTI I RISCHI INFETTIVI EFFICACIA DELL IGIENE DELLE MANI NEL CONTROLLO E NELLA PREVENZIONE DI TUTTI I RISCHI INFETTIVI LUCIA RANALLI MANUELA CIOTTI INFEZIONE OSPEDALIERA Un infezione contratta dai pazienti ricoverati in ambiente

Dettagli

Iscritto all'albo Professionale dei Medici-Chirurghi della Provincia di Teramo con delibera del 21/04/2009 (numero 2879)

Iscritto all'albo Professionale dei Medici-Chirurghi della Provincia di Teramo con delibera del 21/04/2009 (numero 2879) Curriculum Dr. Stefano Di Bella Nato a Giulianova il 02/01/1984 Iscritto all'albo Professionale dei Medici-Chirurghi della Provincia di Teramo con delibera del 21/04/2009 (numero 2879) Indirizzo: Istituto

Dettagli

PROTOCOLLO OPERATIVO IN CASO DI MENINGITE MENINGOCOCCICA

PROTOCOLLO OPERATIVO IN CASO DI MENINGITE MENINGOCOCCICA PROTOCOLLO OPERATIVO IN CASO DI MENINGITE MENINGOCOCCICA SI RICORDA CHE IN CASO, ANCHE SOLO SOSPETTO, DI MENINGITE O MALATTIA INVASIVA BATTERICA, E OBBLIGATORIA LA SEGNALAZIONE IMMEDIATA AL DIPARTIMENTO

Dettagli

Respiratory Infections

Respiratory Infections PATOLOGIA RESPIRATORIA ACUTA INFETTIVA S.A. Marsico Dipartimento di Scienze Cardio-Toraciche e Respiratorie Seconda Università degli Studi di Napoli Respiratory Infections Acute Bronchitis Exacerbation

Dettagli

L ESPERIENZA DELLE REGIONE LAZIO NELLA GESTIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA. Antonio Silvestri Risk Manager

L ESPERIENZA DELLE REGIONE LAZIO NELLA GESTIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA. Antonio Silvestri Risk Manager L ESPERIENZA DELLE REGIONE LAZIO NELLA GESTIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA Antonio Silvestri Risk Manager 1982 I RAPPORTO ISTISAN 1982 Indagine conoscitiva sulle infezioni ospedaliere negli

Dettagli

Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza

Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza Vaccinazione antimorbillo in Italia Introduzione della vaccinazione Vaccinazione universale Disponibile dal 1976 Raccomandato dal Ministero della Salute dal 1979 Fino

Dettagli

diagnostica precoce delle emocolture

diagnostica precoce delle emocolture Sviluppi della fluorescenza in situ nella diagnostica precoce delle emocolture Edoardo Carretto S.C. Microbiologia IRCCS Arcispedale Santa Maria Nuova A.O. Reggio Emilia Workshop Euroclone/Neomed: le proposte

Dettagli

METODI Manuale di Terapia Antibiotica Empirica

METODI Manuale di Terapia Antibiotica Empirica A.O. Città della Salute e della Scienza di Torino Presidi Molinette, Dermatologico San Lazzaro, San Giovanni Antica Sede METODI Manuale di Terapia Antibiotica Empirica Reparti di Medicina, Chirurgia Generale

Dettagli

Il piede nel diabetico L ULCERA ISCHEMICA INFETTA: ANTIBIOTICOTERAPIA PARENTERALE

Il piede nel diabetico L ULCERA ISCHEMICA INFETTA: ANTIBIOTICOTERAPIA PARENTERALE III Corso avanzato di aggiornamento La riparazione tessutale delle lesioni croniche cutanee Campolongo Hospital Eboli, 28-30 ottobre 2004 Direttore Scientifico: F. Petrella Coordinatore Didattico: G. Nebbioso

Dettagli

IMPATTO MEDIATICO DELLA REALTA OSPEDALIERA TRA QUALITA DELLE CURE ED OBSOLESCENZA DELLE STRUTTURE: IL CASO DEL POLICLINICO DI ROMA GM FARA, GB ORSI

IMPATTO MEDIATICO DELLA REALTA OSPEDALIERA TRA QUALITA DELLE CURE ED OBSOLESCENZA DELLE STRUTTURE: IL CASO DEL POLICLINICO DI ROMA GM FARA, GB ORSI IMPATTO MEDIATICO DELLA REALTA OSPEDALIERA TRA QUALITA DELLE CURE ED OBSOLESCENZA DELLE STRUTTURE: IL CASO DEL POLICLINICO DI ROMA GM FARA, GB ORSI Sapienza Università di Roma VEDUTA DEL POLICLINICO UMBERTO

Dettagli

C U R R I C U L U M. Tel. abitazione 070-825802 - Mobile 347 2644206 Tel. Ospedale S. Barbara 0781 3922327

C U R R I C U L U M. Tel. abitazione 070-825802 - Mobile 347 2644206 Tel. Ospedale S. Barbara 0781 3922327 C U R R I C U L U M D O T T. S S A E L I S A G R O S S O NATA A CARLOFORTE IL 20/SETTEMBRE/1963 Residente a Quartu Sanr Elena, Viale Colombo, 226 09045 Tel. abitazione 070-825802 - Mobile 347 2644206 Tel.

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA n. 5 PREVENZIONE DELLE INFEZIONI DELLE BASSE VIE RESPIRATORIE. Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli

PROCEDURA OPERATIVA n. 5 PREVENZIONE DELLE INFEZIONI DELLE BASSE VIE RESPIRATORIE. Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli PROCEDURA OPERATIVA n. 5 PREVENZIONE DELLE INFEZIONI DELLE BASSE VIE RESPIRATORIE Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli SOMMARIO Introduzione Obiettivi generali Obiettivi specifici Indicazioni

Dettagli

Le disuguaglianze nell accesso alla salute in Italia

Le disuguaglianze nell accesso alla salute in Italia Le disuguaglianze nell accesso alla salute in Italia Immigrati e screening in Italia Seminario Congiunto ONS-GISCi - PIO Nera Agabiti Viterbo, 15 giugno 2011 Disuguaglianze socio-economiche nella salute

Dettagli

Specializzazione in Malattie Infettive conseguita presso l Università degli studi di Roma con votazione 70\70 e lode in data 7\89;

Specializzazione in Malattie Infettive conseguita presso l Università degli studi di Roma con votazione 70\70 e lode in data 7\89; Curriculum formativo e professionale Dott.ssa Nobili Carmelina Nata a Torrice (FR) il 16\9\59 Laurea in Medicina e Chirurgia con votazione 110/110 e lode, conseguita presso l Università degli studi di

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Antibiotici, usali con cautela Campagna di comunicazione per un uso corretto degli antibiotici L Italia tra i Paesi UE ad più alto consumo,

Dettagli