MARCHET ALBERTO. CURRICULlTM VITAE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MARCHET ALBERTO. CURRICULlTM VITAE"

Transcript

1 MARCHET ALBERTO CURRICULlTM VITAE

2 INDICE l) Curriculum formativo-professionale pago 3 2) Attività didattica 5 3) Attività di ricerca e produzione scientifica 6 4) Elenco delle pubblicazioni: lavori per esteso abstracts di comunicazioni capitoli di monografie e testi didattici ) Attività clinico-assistenziale 24 6) Attività operatoria 25 2

3 CURRICULUM FORMATIVO-PROFESSIONALE Il rlottor MARCHET ALBERTO Ha conseguito il diploma di Maturità Scientifica nel luglio 1979 presso il Liceo Scientifico Statale di Montebelluna con voti 56/60. Iscritto nell'anno accademico al l anno della facoltà di Medicina e Chirurgia presso l'università degli Studi di Padova, ha conseguito la laurea il con voti 110/110 discutendo la tesi su "Displasia gastrica: problemi di diagnosi e trattamento". Ha conseguito l'abilitazione all'esercizio professionale nella 2 À l'università degli Studi di Padova. sessione dell'anno 1985 presso Ha svolto attività di sostituto di medicina di base nel luglio-agosto 1986 e nel febbraio Ha svolto il servizio sostitutivò civile dal marzo 1987 al novembre 1988 presso l'istituto di Patologia Chirurgica J!' dell'università di Padova con compiti di assistenza ai malati neoplastici. Ha 'lavorato come assistente in chirurgia presso la Casa di Cura privata "Rizzola" di San Dona' di Piave dal giugno all'agosto Ha svolto attività di medico gettonista con contratto libero-professionale presso il Pronto Soccorso deii'o.c. di Vicenza dal novembre 1988 al dicembre Ha svolto attìvitàdi sostituto di guardia medica presso le ULSS no 2 (Agordo) e n 13 (Asolo) dal novembre 1988 al maggio,i 990. Ha conseguito la specializzazione in Chirurgia Generale il presso l'università degli Studi di Padova con voti 70/70 e lode discùtendo la tesi su "Il trattamento chirurgico dell'early Gastric Cancer". E' stato titolare di Guardia Medica presso l'ulss no 23 (Conselve) dal novembre '1991 al gennaio Nel maggio 1990 è risultato vincitore di un Concorso Pubblico per assistente medico presso il Servizio di Accettazione e Pronto Soccorso dell'o.c. di Vicenza -disciplina di Chirurgia Generale- e ha ricoperto l'incarico di assistente medico a tempo pièno presso il suddetto Serv.izio dal l giugno 1990 al31 gennaio 1994; dal 12 marzo 1991 al 31 gennaio 1994 ha usufruito di un comando senza assegni per motivi di studio presso l'università degli Studi di Padova. Dal l febbraio 1994 è cessato dal Servizio per dimissioni volontarie. Dal marzo 1986 al gennaio 1994 è stato medico frequentatore presso l'istituto di Patologia Chirurgica là (attualmente Clinica Chrurgica I) dell'università di Padova (Dir. Prof. M. Lise ed attualmente Prof. Donato Nitti). Durante detto periodo ha svolto attività operatoria, assistenziale, didattica e di ricerca con particolare riferimento alle neoplasie gastriche, colo-rettali e mammarie contribuendo agli studi 3

4 randomizzati dell'eortc sulla chemioterapia adiuvimte del cancro gastrico e sul trattamento profilattico delle metastasi epatiche da carcinoma del colon-retto. Nel febbraio 1991 è risultato vincitore di un Concorso Pubblico per il Dottorato di Ricerca in Oncologia presso l'università di Padova; in tale ambito ha svolto attività di ricerca sulla chemoimmunoterapia delle metastasi epatiche da carcinoma colo-rettale. Ha conseguito il diploma di Dottore di Ricerca il giorno discutendo la tesi "Caratterizzazione immunofenotipica e funzionale dei Linfociti Infiltranti il Tumore (TIL) in pazienti con neoplasie solide!'.. Dal 1 febbraio 1994 a tutt'oggi è dipendente dell'azienda Ospedaliera di Padova presso la Clinica Chirurgica II (fino all'ottobre 2012) e Clinica Chirurgica I (dall'ottobre 2012 a tutt'oggi) dell'università di Padova dove ha prestato e presta i seguenti periodi di Servizio: Dal 1 febbraio 1994 al 31/08/1996 ha ricoperto l'incarico di Primo Livello Dirigenziale Fascia Sub B Assistente Medico, disciplina chirurgia generale tempo indeterminato, con rapporto di lavoro tempo pieno. Dal 01/09/1996 al 05/12/1996 ha ricoperto l'incarico di Primo Livello Dirigenziale Fascia Sub B Assistente Medico EX Art. 117, disciplina chirurgia generale tempo indeterminato, con rapporto di lavoro tempo pieno. Dal 06/12/1996 al 30/07/1999 ha ricoperto l'incarico di Dirigente Medico I Livello Assistente Medico Ex Art. 117, disciplina chirurgia generale tempo indeterminato, con rapporto di lavoro tempo unico. Dal 31/07/1999 al 31/05/2004 ha ricoperto l'incarico di Dirigente Medico a rapp. esclusivo, disciplina chirurgia generale tempo indeterminato, con rapporto di lavoro tempo unico. Dal 01/06/2004 a tutt'oggi ricopre l'incarico di Dirigente Medico a rapp. Esclusivo Incarico di alta professionalità, disciplina chirurgia generale tempo indeterminato, con rapporto di lavoro tempo UnICO. Con Deliberazione n. 392 del 30/05/2006, e successive proroghe è stato conferito al Dr. Marchet l'incarico di Alta Specialità in "Patologia esofago-gastrica" afferente all'unità Operativa Complessa Clinica Chirurgica Generale 2, in applicazione alle procedure di cui all'art. 28 del CCNL 1998/2001, area Dirigenza Medica e Veterinaria, con decorrenza dal O1/06/2004 e sino al 31/12/2015, posizione che tuttora detiene. Nel ha conseguito presso l'università di Pisa il Diploma di ATLS (Advanced Trauma Life Support) ed ha superato il Refresh di detto corso presso l'università di Padova nel Dal 2000 è membro effettivo del Gruppo Italiano di Ricerca sul Cancro Gastrico (GIRCG) e partecipa periodicamente alle riunioni scientifiche dello stesso. Ha partecipato al concorso pubblico per il conferimento dell'incarico di direzione dell'u.o. di chirurgia dell'ospedale.di Belluno tenutosi a Belluno nel mese di settembre 2008 ed è risultato idoneo. Ha partecipato, anche in veste di relatore, a numerosi corsi e congressi nazionali ed internazionali. 4

5 ATTIVITA' DIDATTICA Collabora come correlatore alla preparazione di tesi di laurea in Medicina e Chirurgia e tesi di specializzazione in Chirurgia Oncologica. Sostituisce in alcune lezioni agli studenti della Scuola di specializzazione in Chirurgia Oncologica il Prof. Donati Nitti. Dall'anno accademico svolge la funzione di Professore a contratto presso l'università degli Studi di Padova nell'ambito della Scuola di Specializzazione in CHIRURGIA GENERALE e in CHIRURGIA GENERALE ind. in CHIRURGIA D'URGENZA. In particolare le funzioni di Professore a contratto hanno riguardato i seguenti insegnamenti: - CHIRURGIA.GENERALE ind. in CHIRURGIA GENERALE ÌI\ scuola: aa 1994/95, 1995/96, 1996/97, 1997/98-3 anno di corso Titolo del corso integrativo: Chirurgia Oncologica. Durata del corso: ore lo - CHIRURGIA GENERALE ind. in CHIRURGIA GENERALE 11\ scuola: aa 1994/95, 1995/96, 1996/97, 1997/98, 1998/99, 1999/2000,2000/01 5 anno di corso Titolo del corso integrativo: Applicazioni cliniche dell 'ipertermia intraoperatoria antiblastica Durata del corso: ore lo - CHIRURGIA GENERALE ind. in CHIRURGIA D'URGENZA aa , 2000/0 l - l anno di corso Titolo del corso integrativo: Tecniche chirurgiche per il pnmo trattamento di Pronto Soccorso Durata del corso: ore lo aa 1999/2000, 2000/01, 2001/02-3 anno di corso Titolo del corso integrativo: Chirurgia Generale Durata del corso: ore lo aa 2002/03, 2003/04, 2004/05, 2005/06, 2006/07, 2007/08, 2008/09, , anno di corso Titolo del corso integrativo: Emergenze addominali nel bambino e nel paziente anziano Durata del corso: ore 20 aa 2011/12,2012/ anno di corso Titolo del corso integrativo: Problematiche d'urgenza in Chirurgiçt Oncologica per il chirurgo generale Durata del corso: ore 20 Ha svolto attività di tutore-valutatore per gli Esami di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di Medico Chirurgo presso l'università degli Studi di Padova nella prima e seconda sessione 2004 e nella seconda sessione

6 ATTIVITA' DI RICERCA E PRODUZIONE SCIENTIFICA Gli argomend di ricerca ai quali si è dedicato e quelli che attualmente sta conducendo sono i seguenti: Nel , in preparazione della tesi di laurea, ha analizzato il significato delle lesioni precancerose nello sviluppo del carcinoma dello stomaco. In. particolare è stato studiato il ruolo della displasia gastrica e sono stati affrontati i problemi relativi al trattamento chirurgico della stessa. Nell'ambito delle patologie benigne dello stomaco si è inoltre occupato delle lesioni polipo idi gastriche. Ha partecipato allo studio di alcuni marcatori neoplastici nelle neoplasie solide. In particolare si è occupato del significato prognostico della ferritina serica confermando l'aumento dei livelli plasmatici della stessa in presenza di neoplasie gastriche e colo-rettali e dell'aumento del CA 19-9 nel succo gastrico dei pazienti affetti da cancro dello stomaco o portatori di lesione precanèerose. Ha dimostrato a livello sperimentale l'azione protettiva svolta dalla Vit. E sull'ulcera da stress indotta nei ratti confermando indirettamente il ruolo che i radicali liberi dell'ossigeno rivestono sull'insorgenza delle lesioni mucose dello stomaco. Durante il dottorato di ricerca ( ) ha studiato le caratteristiche immunofenotipiche e funzionali dei linfociti infiltranti il tumore (TIL) in un gruppo di 103 pazienti sottoposti ad intervento chirurgico per neoplasie solide di varia natura istologica. In particolare le caratteristiche fenotipiche delle linee di TIL coltivate in vitro sono state confrontate con quelle dei TIL ottenuti a fresco e con le linee linfocitarie isolate dal corrispettivo tessuto normale. Inoltre, nell'ambito dei meccanismi di crescita dei TIL, è stato studiato il ruolo dei recettori di membrana per le interleukine espressi nei TIL; a questo riguardo le ricerche effettuate suggeriscono che la crescita dei TIL in vitro venga controllata da più di una citochina e che diversi meccanismi di attivazione e proliferazione agiscano sui TIL durante la immunoterapia con Interleukina-2 (IL-2). In tema di ricerca clinica si è interessato al trattamento chirurgico e multi disciplinare delle neoplasie dell'apparato digerente, dei tessuti molli e della mammella. In particolare ha sviluppato lo studio del carcinoma gastrico, in fase iniziale ed avanzata,sia in riferimento ai fattori che ne condizionano la prognosi sia agli aspetti biomolecolari e genetici. Si è inoltre occupato della gestione e dei risultati dei protocolli dell'eortc per la chemioterapia adiuvante del carcinoma dello stomaco e del colon-retto. Partecipa ad studio italiano dì. chemioterapia adiuvante sul cancro gastrico coordinato dall'intergruppo Nazionale Adiuvante Gastrico e sponsorizzato dall'istituto Mario Negri di Milano Si è infine interessato ai seguenti argomenti di ricerca clinica: - stadiazione e trattamento chirurgico delle neoplasie polmonari primitive' e delle metastasi polmonari; - stadiazione chirurgica del morbo di Hodgkin; - aspetti di fisiopatologia e trattamento chirurgico dell'obesità patologica. 6

7 Ha dato alle stampe 140 pubblicazioni scientifiche di cui: A) 102 lavori per esteso in riviste nazionali, internazionali ed atti di congressi; B) 30abstracts di comunicazioni in congressi nazionali. ed internazionali; C) 8 capitoli di monografie e testi didattici. ELENCO DELLE PUBBLICAZIONI A) Lavori per esteso su riviste nazionali ed internazionali ed atti di congressi:. 1. ROSSI CR, DE MARCHI F, NITTI D, FAVRETTI F, ALESSIO S, SEGATO S, MARCHET A, LISEM. Il ruolo della relaparotomia nella strategia terapeutica dei pazienti con tumori gastrointestinali. Atti!X Congresso Naz. SICO 1985; NITII D, DA PIAN PP, SERAFINI F, MARCHET A, ZANE D, LISE M. Protocolli dell'eortc sulla profilassi e trattamento delle metastasi epatiche da carcinoma del colon-retto. Atti X O Congresso Nazionale SICO 1986; MARCHET A, NITTI D, DE MARCHI F, SERAFINI F, FARINATI F, ZAVAGNO G, CARDIN F, LISI;: M. La displasia gastrica in pazienti operati per carcinoma gastrico in fase early. Atti XO Congresso Nazionale SICO 1986; ZAVAGNO G, NITTI D, DE MARCHI F, MARCHET A, MOSCHIN N, LISE M. Comportamento della ferritinemia in pazienti portatori di carcinoma dello stomaco e del colon-retto. IO Congreso Naz SIFIPAC 1986; ZAVAGNO G, NITTI D, MARCHET A, MOSCHIN N, BELLUCO C, DE MARCHI F, SERAFINI F, LISE M. Significance of serum ferritin in patients with gastric and colorectal cancer. Eur J Cancer Clin Onco11987; 23 (7): DE MARCHI F, DA PIAN PP, MARCHET A, NITTI D, PUCCIARELLI S, DI MARIO F, FARINATI F, ZANE D, LISE M. Polipi dello stomaco: problemi di diagnosi e trattamento. Chirurgia Triveneta 1987; 27 (2): LISE M, NITTI D, DE MARCHI F, ZANED, MARCHET A. Il cancro dello stomaco nell'anziano. Atti Congresso "L'anziano e il cancro" Padova 1987; FARINATI F, NITTI D, CARDIN F, DI MARIO F, COSTA F, ROSI C, MARCHET A, LISE M, NACCARATO N. CA 19-9 determination in gastric juice: role in identifying gastric cancer and high risk patients. Eur J Clin Onco11988; 24 (5): LISE M, NITTI D, MARCHET A, ZANE D. Trattamenti adiuvanti del carcinoma del colon-retto. Atti Va Congresso Naz. Congiunto SIPAD-AICEB 1988;

8 lo. LISE M, NITTI D, ZAVAGNO G, DE MARCHI F, MARCHET A, BELLUCO C, FIORENTINO M, DOS SANTOS JG, BUYSE M, DUEZ N. Chemioterapia adiuvante con F AM2 nel carcinoma gastrico resecabile: studio clinico controllato dell'eortc Gastrointestinal Tract Cooperative Group. Atti 1st Int. Course "Oncology surgery and perioperative management" 1988; Il. LISE M, NITTI D, MARCHET A, KALAMIAN H, ZANE D. Tratamiento adyuvante del cancer gastrico. Rev Cancer (Madrid) 1988; 2 (2): BELLUCO C, MARCHET A, POMERRI F, DE MARCHI F, ZANGRANDE Z, NITTI D, LISE M. Valutazione radiologica dell'integrità anastomotica dopo intervento chirurgico sulgrosso intestino. Atti Il Congresso Naz. Fed. It. Colonproc ; MARCHET A, ZILIO P, ZANE D, KALAMIAN H, DE MARCHI F, NITTI D, LISE M. Il cancro del colon-retto in pazienti di età avanzata. Atti n Congresso Naz. Fed. It. Colonproct. 1988; ZAVAGNO G, MARCHET A, MOSCHIN N, RAIMONDO A, VESPA D, BELLUCO C, LISE M. Effetto della vit. E sull'ulcera da stress in ratti sottoposti a shock emorragico. Chirurgia 1988; 1: LISE M, ZAVAGNO G, NITTI D, FAVRETTI F, MARCHET A, MOSCHIN N. Interventi allargati nel trattamento chirurgico del carcinoma gastrico. Atti IlIO Congresso American College ofsurgeons 1989; LISE M, NITTI D, MARCHET A, KALAMIAN H, PREGNOLATO P, ZILIO P. La radicalità oncologica nel cancro del retto nell'anziano. Atti IlO Congresso Naz. Soc. 11. Chirurgia Geriatrica 1989; LISE M, NITTI D, MARCHET A, KALAMIAN H, FORNASIERO A, FIORENTINO M, FARINATI F, DI MARIO F. Adjuvant chemotherapy and chemoimmunotherapy for gastric carcinoma.!tal J Gastroenteroi 1989; 21; VESPA D, MARCHET A, ZANE D, TRAV ASCI V, ROSSI CR, NITTI D, LISE M. Correlazioni tra metastasi ai linfonodi ascellari e parametri neoplastici presenti in pazienti con carcinoma mammario. Atti XIIIo Congresso Naz. SICO 1989; LISE M, NITTI D, BUYSE M, MARCHET A, FIORENTINO M, DOS SANTOS JG, DUEZ N. Adjuvant F AM2 in resectable gastric cancer. Anticancer Research 1989; 9: I.F.l, MARCHET A, ZAVAGNO G, FAVRETTI F, CARDIN F, FARINATI F, DI MARIO F, SENO A, PREGNOLATO P, NITTI D, LISE M. Trattamento chirurgico dell'early Gastric Cancer. Nostra esperienza. 8

9 Acta Chir Italica 1989; 45 (6): NITIl D, MARCHET A, VALZANI C, ZANE D, ZILIO P, LISE M. Chemioterapia adiuvante nel carcinoma del colon-retto. Atti XIVo Congresso Naz. SICO 1990; F AVRETTI F, SEGATO G, ZA V AGNO G, MARCHET A, NITTI D, LISE M. Bendaggio gastrico regolabile (BGR) in alternativa alla gastroplastica verticale (VBG) nel trattamento dell'obesità. Il giornale di Chirurgia, 1991; 12 (3): PREGNO LATO P, MARCHET A, SALVAGNO L, KALAMIAN H, VESPA D, MARTELLO T, ZANELLA A, NITTI D, LISE M. Attuali indicazioni alla laparosplenectomia nel morbo di Hodgkin. Atti Xvo Congresso Naz. Sico 1991; ZANELLA A, FAVRETTI F, MARCHET A, DE MARCHI F, ZILIO P, NITTI D, LISE M. Terapia chirurgica delle metastasi polmonari. Atti Xvo Congresso Naz. SICO 1?91; LISE M, NITTI D, MARCHET A, BUYSE M, DUEZ N, FORNASIERO A, DOS SANTOS JG, LA BIANCA R, ROUGIER P, LACAVE A, WILS J. La chirurgia come fattoreprognostico: esperienza di uno studio clinico controllato dell'eortc. Atti XVO Congresso Naz. SICO 1991; FA VRETTI F, SEGATO G, ZANELLA A, MARCHET A, DE MARCHI F, NITTI D, LISE M. Caratteristiche tecniche del bendaggio gastrico regolabile (BGR). Atti XVlo Congresso Naz. Soc. 11. Ricerche in Chir. 1991; LISE M, NITTI D, MARCHET A, FORNASIERO A. Adjuvant treatment for gastric cancer. Anti-CancerDrugs 1991; 2: I.F. 1, PIANON P, MARCHET A, INFANTINO A, MELEGA E, SEGATO G,NITTI D, LISE M. Ruolo dell' exenteratio pelvica nel trattamento del cancro della pelvi. Atti XVo Congresso Naz. SICO 1991; MARCHET A, PIANON P, PREGNOLATO P, VESPA D, VALZANI C, MASSANI M, ZILIO P, SEGATO G, FA VRETTI F, NITTI D, LISE M. L'estensione della linfadenectomia nei trattamento chirurgico del carcinoma gastrico: la nostra esperienza. Atti XVo Congresso Naz. SICO 1991; FAVRETTI F, ZANELLA A, DE MARCHI F, MARCHET A, BRACCIO F, ORSINI C, V ALZANI C, NITTI D, LISE M. Stadiazione.non invasiva (TAC) della malattia N2 nel carcinoma polmonare non a piccole cellule. Atti XVO Congresso Naz. SICO 1991; LISE M, NITTI D, MARCHET A, FARINATI F, BUYSE M, DUEZ N. 9

10 Recent trends in adjuvant therapy for gastric cancer. Onkologie 1992; 15: I.F.O, ZANELLA A, FAVRETTI F, MARCHET A, DE MARCHI F, NITTI D, LISE M. Indicazioni alla terapia chirurgica delle metastasi polmonari. Chirurgia 1992; 5: ZANELLA A, MARCHET A, DA PIAN PP, NITTI D, LISE M. Terapia chirurgica delle metastasi da carcinoma renale. Atti XVl o Congresso Naz. SICO 1992; ZANELLA A, DE MARCHI F, MARCHET A, TOPPAN P, NITTI D. Il nodulo polmonare solitario: approccio diagnostico e terapeutico. Acta Chir It 1993; 49: LISE M, NITTI D, MARCHET A. La chirurgia come fattore prognostico nel trattamento del carcinoma gastrico. Atti xvrr o Congresso Naz SICO 1993; ZANELLA A, MARCHET A, DE MARCHI F, VECCHIATO A, NITTI D. Metastasi pancreatica tardica da carcinoma renale. Chirurgia 1994; 7: ZANELiA A, MARCHET A, MOCELLIN S, NITTI D, LISE M. Risultati del trattamento chirurgico in 34 pazienti con metastasi polìnonari. Atti 96 0 Congresso SIC 1994; NITTI D, MARCHET A, MOCELLIN S, PASETTO L, LISE M. La linfoadenectomia nel cancro dello stomaco: esperienza di Uno studio multi centrico dell'eortc. AttiXVIII o Congresso NazSICO 1994; ZANELLA A, MARCHET A, CHIESURA M, NITTI D. Valutazione con TAC delle adenopatie mediastiniche da carcinoma polmonare non a piccole cellule. Atti XVIII o Congresso Naz SICO 1994; MARCHET A, MOCELLIN S, PUCCIARELLI S, POMERRI F, PAGIARO E, PASETTO L, ZANELLAA, NITTI D, LISE M. Valutazione funzionale delle tecniche di ricostruzione della continuità digestiva dopo gastroresezione. Atti Congresso Naz delle Malattie Digestive 1994; ZANELLA A, MARCHET A, NITTI D, LISE M. Metastasi polmonari da carcinoma colorettale: indicazioni alla chirurgia. Atti xvrro Congresso Naz SIRC 1994; LISE M, NITTI D, MARCHET A, FORNASIERO A, SAHMOUD T, DUEZ N. Adjuvant chemotherapy for gastric cancer. Resu1ts òf recent european clinical trial. Dig Surg 1994; 11: lo

11 43. LISE M, NITTI D, MARCHET A, MOCELLIN S. Prospettive della chirurgia e del trattamento multidisciplinare del cancro dello stomaco. Acta Chir It 1994; 50: ZANELLA A, MARCHET A, FAVRETTI F, DE MARCHI F, NITTI D. Validità del trattamento chirurgico nel carcinoma polmonare non a piccole cellule con invasione dei linfonodi mediastinici (N2). Chirurgia 1994; 7: ZANELLA A, MARCHET A, PUCCIARELLI S, LISE M. Metastasi polmonari da carcinoma colo-rettale. Ruolo della chirurgia. Riv It Colo-Proct 1994; 13(4): PILATI PL, PUCCIARELLI S, TOPPAN P, PIRILLO A, CHEMELLO'F, MARCHET A. Terapia chirurgica nei carcinoidi gastrici. Acta Ch Ital1994;50: LISE M, NITTI D, MARCHET A, SAHMOUD T, DUEZ N, FORNASIERO A, GUIMARAES DOS SANTOS 1, LABIANCA R, LASSER PH, GIGNOUX M. Prognostic factors in resectable gastric cancer: results ofeortc study Ne on FAM adjuvant chemotherapy. Ann Surg Onco11995; 2(6): I.F.0, LISE M, NI1TI D, MARCHET A, SAHMOUD T, BUYSE M, DUEZ N, FIORENTINO M, DOS SANTOS lg" LABIANCA R, ROUGIER Ph, GIGNOUX M. Final results of a phase III clinical trial of adjuvant chemotherapy with the modified Fluorouracil,. Doxorubicin; and Mitomycin regimen in resectable gastric cancer. lco 1995; 13: I.F.6, ZANELLA A, MARCHET A, CHIESURA M, NITTI D. Pulmonary metastases: radiologic imaging and pathologic correlation. 1 Chemotherapy 1996;8 (Suppl 4): I.F.0, LISE M, NITTI D, MARCHET A, SAHMOUD T, COUVREUR ML, MAINENTE P, PASETTO L, MOCELLIN S, PILATI P. Terapia adyuvante postquirurgica del cancer gastrico. Revisiones Cancer 1996; 10: LISE M, NITTI D, MARCHET A, MOCELLIN S, PILATI P, PASETTO L, MAINENTE P. The role ofadjuvant and neoadjuvant chemotherapy in gastric càrcinoma. 1 Chemotherapy 1996; 8: I.F.0, PILATI P, DA PIAN p, BACCHETTI S, MENEGHETTI G,MARCHET A, NITTI D, LISE M. Trattamento chirurgico dei tumori benigni del fegato. Acta Chir Ita11997; 53:

12 53. ZANELLA A, MARCHET A, CHIESURA CORONA M, NITTID, LISE M. Valutazione radiologicadelle metastasi polmonari. Scelta dell'approccio chirurgico. Chirurgia 1997; 10: MARCHET A, MATI'JENTE P, PILATI P, MARCHI ORI E,'NITTI D, LISE M. Risultati del trattamento chirurgico di metastasi polmonari da carcinoma del colon-retto. ActaChirIta11997; 53: ZANELLA A, MARCHET A, MArnENTE P, NITTI D, LISE M. Resection ofpulmonary metastases from colorectal carcinoma. Eur J Surg Onco11997; 23: I.F.O, PILATI P, POZZOBON M, MOCELLW S, FOLETTO M, SCALERTA R, VAGLWI M, MARCHET A, VECCHIATO A, ROSSI CR, LISE M. Intraperitoneal chemo-hyperthermia in patients with peritoneal cancer. Oncol Surg 1997; 10: LISE M, NITTI D, MARCHET A, TRIPODI M, PILATI P, PASETTO L. Terapie complementari al trattamento chirurgico del carcinoma gastrico: ruolo della chemioterapia adiuvante e neoadiuvante. Chir Ita11997; 49: NITTI D, DA PIAN P, PILATI P, BACCHETTI S, MENEGHETTI G, MARCHET A, LISE M. Hepatic arterial infusion (HAI) for unresectable liver metastases (ULM) from colorectal carcinoma. Tumori. 1997; 83 (Suppl): S61. I.F.0, NITTI D, MARCHET A, LISE M. Chirurgie et chimiotherapie adjuvante des cancers gastriques. Atti "Traitement combine des cancers digestifs: progres et perspectives" Reunion de l'eortc 1997; pp ZANELLA A, MARCHET A, MOCELLrn S, NITTI D. Attuali indicazioni alla resezione di metastasi polmonari da carcinoma colo-rettale. Chirurgia 1998; Il: NITTI D, VIECELI G, MARCHET A, LISE M. Trattamento chirurgico standard e terapia adiuvante del cancro del colon-retto. Nuovi Argomenti Medicina 1998; 2: NITTI D, MARCHET A, PASETTO L, BELLUCO C, LISE M. Il follow-up dei tumori gastro-intestinali. Atti Congresso AIGO - SIED SIGE 1999; pp ZAV AGNO G, MEGGIOLARO F, ROSSI CR, CASARA D, PESCARINI L, MARCHET A, DENETTO V, BARATELLA P, LISE M. Subareolar injection for sentinellymph node location in breast cancer. Eur J Surg Onco12002; 28: I.F.1,882 12

13 64. NITTI D, BELLUCO C, MAMMANO E, MARCHET A, AMBROSI A, MENCARELLI R, SEGATO P, LISE M. Low level of p27 (Kip 1) protein expression in gastric adenocarcinoma is associated with disease progression and poor outcome. J Surg Onco12002; 81: I.F.l, NITTI D, MARCHET A, OLIVIERI M, AMBROSI A, MENCARELLI R, FARINATI F, BELLUCO C, LISE M. Lymphadenectomy in patients with gastric cancer. A criticai review. Tumori (SuppI) 2003; 2: S35-S38. I.F.0, NITTI D, MARCHET A, OLIVIERI M, AMBROSI A, MENCARELLI R, BELLUCO C, LISE M. The ratio between metastatic and examined.lymph nodes is an independent prognostié factor after D2 resection for gastric cancer: analysis of a large European monoinstitutional experience. Ann Surg Onco12003; 10: I.F.3, NITTI D, MARCHET A, OLIVIERI M, AMBROSI A, MENCARELLI R, FARINA TI F, BELLUCO C, LISE M. D2 or non D2-lymphadenectomy in gastric cancer. Oncologia 2004; 27: NITTI D, MARCHET A, OLIVIERI M., AMBROSI A, MAINO M, LISE M. Fattori prognostici nel carcinoma gastrico. VI Congresso Nazionale di Oncologia Medica febbraio 2004; pp Nlmn, MARCHET A, MAMMANO E, AMBROSI A, BELLUCO C, MENCARELLI R, MAINO M, MARCONATO G, FARINATI F, LISE M. Extended lymphadenectomy (D2) in patients with early gastric cancer. Eur J Surg Oncol 2005; 31 (8): I.F.2, ZAVAGNO G, RUBELLO D, FRANCHINI Z, MEGGIOLARO F, BALLARIN A, CASARA D, DENETTO V, MARCHET A, RAMPIN L, POLICO C, NITTI D, MARIANI G. Axillary sentinellymph nodes in breast cancer: a single lymphatic pathway drains the entire mammary gland Eur J Surg Oncol 2005; 31(5): I.F.2, NITTI D, WILS J, GUIMARAES DOS SANTOS J, FOUNTZILAS G, CONTE PF, SAVA C, TRES A, COOMBES RC, CRIVELLARI D, MARCHET A, SANCHEZ E, BLISS JM, HOMEWOOD J, COUVREUR ML, HALL E, BARON B, WOODS E, EMSON M, VAN CUTSEM E, LISE M Randomized phase III trials of adjuvant F AMTX or FEMTX compared with surgery alone in resected gastric cancer. A combined analysis ofthe EORTC GI Group and the ICCG Ann Onco12006; 17(2): I.F.4,335 13

14 72. MORGAGNI P, GARCEA D, MARRELLI D, DE MANZONI G, NATALINI G, KURIHARA H, MARCHET A, VITTIMBERGA G, SARAGONI L, ROVIELLO F, DI LEO A, DE SANTIS F, P ANIZZA V, NITTI D Does resection line involvement affect prognosis in early gastric cancer patients? An Italian multicentric study World J Surg 2006; 30(4): I.F.l, MARCHET A, MOCELLIN S, BELLUCO C, AMBROSI A, DE MARCHI F, MAMMANO E, DIGITO M, LEON A, D'ARRIGO A, LISE M, NITTI D Gene expression profile ofprimary gastric cancer: towards the prediction oflymph node status. Ann Surg Onco12007; 14: I.F.3, MAMMANQ E, BELLUCO C, SCIROM, MENCARELLI R, AGOSTINI M, MICHELOTTO M, MARCHET A, NITTI D Epidermal Growth Factor Receptor (EGFR): mutational and protein expression analysis in gastric cancer Anticancer Research 2006; 26: I.F.l, MARCHET A, MOCELLIN S, AMBROSI A, MORGAGNI P, GARCEA D, MARRELLI D, ROVIELLO F, de MANZONI G, MINICOZZI A, NATALINI G, DE SANTIS F, BAIOCCHI L, CONIGLIO A, NITTI D The ratio between metastatic and examined lymph nodes (N Ratio) is an independent prognostic factor in gastric cancer regardless ofthe type"oflymphadenectomy. Results from an Italian multicentric study in 1853 patients. Ann Surg 2007; 245: I.F.7, MARCHET A, MOCELLIN S, AMBROSI A, de MANZONI G, DI LEO A, MARRELLI D, ROVIELLO F, MORGAGNI P, SARAGONI L, NATALINI G, DE SANTIS F, BAIOCCHI L, CONIGLIO A, NITTI D The prognostic value ofn-ratio in patients with gastric cancer: Valìdation in a large, multicenter senes. Eur J Surg Oncol 2008; 34: I.F.2, ZAMBON CF, BASSO D, MARCHET A,FASOLO M,"STRANGES A, SCHIAVON S, NAVAGLIA F, GRECO E, FOGAR P, FALDA A, D'ODORICO A, RUGGE M, NITTI D, PLEBANIM. IL-4-588C>T polymorphism and IL-4 receptor alpha [Ex5+ 14A>G; Ex A>G] haplotype concur in selecting H. pylori caga subtype infections. Clin Chim Acta. 2008; 389(1-2): I.F.2, BASSO D, ZAMBON C, LETLEY D, STRANGES A., MARCHET A., RHEAD J., SCHIAVON S., GUARISIO G., CEROTI M., NITTI D., RUGGE M, PLEBANI M, ATHERTON Je. 14

15 Clinical Relevance of Helicobacterpylori caga and vaca Gene Polymorphisms. Gastroenterology 2008; 135:91~99'. I.F.12, NITTI D, MOCELLIN S, MARCHET A, PILATI PL, LISE M. Recent advances in conventional and molecular prognostic factors for gastric çarcinoma. Surg Oncol Clin N Am 2008; 17: I.F.l, MORGAGNI P, GARCEA D, MARRELLI D, DE MANZONI G, NATALINI G, KURIHARA H, MARCHET A, SARAGONI L, SCARPI E, PEDRAZZANI C, DI LEO A, DE SANTIS F, PANIZZO V, NITTI D, ROVIELLO F.. Resection Line Involvement After Gastric Cancer Surgery: Clinical Outcome in Nonsurgically Retreated Patients. World J Surg. 2008; 32: I.F.l, NICOLETTO MO, NITTI D, PESCARINI L, CORBETTI F, MENCARELLI R, CAPPETTA A, GALLIGIONI A, POGLIANI C, MARCHET A, BOZZA F, GHIOTTO C, GRIGGIO L, ZA VAGNO G, DONACH ME, DI MAGGIO C. Correiation between magnetic resonance imaging and histopathoiogical tumor response after neoadjuvant chemotherapy in breast cancer. Tumori. 2008; 94: I.F.0, MARCHET A, MOCELLIN S, AMBROSI A, ROSSI GM, MAINO M, MAMMANO E, NITTI D. The role ofsurgery in the multimodality treatment of gastric Cancer. Tumori (suppi) 2008; 7: NITTI D, ROSSI GM, MARCHET A,' MOCELLIN S, MAINO M, AMBROSI A. Surgery ofgastric cancer: results and controversi es. Tumori (suppi) 2008; 7: VERLATO G, ROVIELLO F,MARCHET A, GIACOPUZZI S, MARRELLI D, NITTI D, DE MANZONIG. Indexes of Surgicai Quality in Gastric Cancer Surgery: Experience ofan Italian Network. Ann Surg Oncoi. 2009; 16: I.F TIBERIO GAM, CONIGLIO A, MARCHET A, MARRELLI D, GIACOPUZZI S, BAIOCCHI L, ROVIELLO F, DE MANZONI G, NITTI D, GIULINI SM. Metachronous hepatic metastases fron gastric carcinoma: a multicentric survey. Eur J Surg Oncoi 2009; 35(5): I.F.2, NITTI D, MARCHET A, MOCELLIN S, ROSSI GM, AMBROSI A, MENCARELLI R. Prognostic value of subclassification oft2 tumours in patients with gastric cancer. Br J Surg 2009; 96: I.F.4,304 15

16 87. De MANZONI G, VERLATO G, MARCHET A, ROVIELLO F. In reply: Issue of outcome in gastric cancer Ann SurgOncol2009 May 29[Epub ahead ofprint] I.F FARSI M, BERNINI M, BENCINI L, MIRANDA E, MANETTI R, De MANZONI G, VERLATO G, MARRELLI D, PEDRAZZANI C, ROVIELLO F, MARCHET A, CRISTADORO L, GERARD L, MORETTI R; GIRCG (Gruppo Italiano di Ricerca sul Cancro Gastrico) The CHOLEGAS study: multicentric randomized, blinded, controlled trial of gastrectomy plus prophylactic cholecistectomy versus gastrectomy only, in adults submitted to gastric cancer surgery with curative intent. Trials 2009; 15: I.F CARRON M, MARCHET A, ORI C. Supreme laryngeal mask airway for laparoscopic cholecystectomy in patient with severe pulmonary fibrosis. Br JAnaesth. 2009;103: I.F BERTAZZA L, MOCELLIN S, MARCHET A, PILATI P, GABRIELI J, SCALERTA R, NITTI D. Survivin gene levels in the peripheral blood of patients with gastric cancer independently predict survival. J Transl Med. 2009; 7:111. LF BAIOCCHI GL, TIBERIO GA, MINICOZZI AM,MORGAGNI P, MARRELLI D, BRUNO L, ROSA F, MARCHET A, CONIGLIO A, SARAGONI L, VELTRI M, PACELLI F, ROVIELLO F, NITTI D, GIULINI SM, DE MANZONI G. A multi centri c Western analysis ofprognostic factors in advanced, node-negative gastric cancer patients. Ann Surg. 2010;252:70-3. I.F NICOLETTO MO, DALLA PALMA M, DONACH ME, GUSELLA M, CAPPETT A A, SHAMS M, MARCHET A, NARDIN M, PINTACUDA G, DI MAGGIO A, MARCHESI M, CARLI P, FIDUCCIA P, ARTIOLI G, NITTI D. Positive experience of intraperitoneal chemotherapy followed by intravenous chemotherapy in heavily pretreated patients with suboptimal residual ovarian cancer and primary peritoneal cancer. Tumori 2010; 96(6): I.F PACELLI F, ROSA F, MARRELLI D, PEDRAZZANI C, BOSSOLA M, ZOCCALI M, MARCHET A, COSMO MD, ROATA C, GRAZIOSI L, CAVAZZONI E, COVINO M, D'UGO D, ROVIELLO F, NITTI D, DOGLIETTO GB. 16

17 Do Peri operative Blood Transfusions Influence Prognosis of Gastric Cancer Patients? Analysis of 927 Patients and Interactions with Splenectomy. Ann Surg Oncoi. 2011; 18(6): I.F MOCELLIN S, MARCHET A, NITTI D. EUS for the staging of gastric cancer: a meta-analysis.. Gastrointest Endosc. 2011;73(6): I.F ARTIOLI G, MOCELLIN S, BORGATO L, CAPPETTA A, BOZZA F, ZAVAGNO G, ZOVATO S, MARCHET A, PASTORELLI D. Phase II study of neoadjuvant gemcitabine, pegylated liposomal doxorubicin, and docetaxel in locally advanced breast cancer. Anticancer Res Sep;30(9): Erraturn in: Anticancer Res Feb;31(2):751. I.F MARRELLI D, PEDRAZZANI C, MORGAGNI P, DE MANZONI G, PACELLI F, CONIGLIO A, MARCHET A, SARAGONI L, GIACOPUZZI S, ROVIELLO F; on behalf of the Ital~an Research Group for Gastric Cancer (lrggc). Changing clinical and pathological features of gastric cancer over time. Br J Surg Sep;98(9): O I.F MARCHET A, MOCELLIN S, AMBROSI A, MORGAGNI P, VITTIMBERGA G, ROVIELLO F, MARRELLI D, DE MANZONI G, MINI COZZI A, CONIGLIO A, TIBERIO G, PACELLI F, ROSA F, NITTI D. Validation of the new AJCC TNM staging system for gastric cancer in a large cohort of patients (n = 2,155): Focus on the T category. Eur J Surg Onco12011; 37: I.F MARRELLI D, MORGAGNI P, DE MANZONI G, CONIGLIO A, MARCHBT A, SARAGONI L, TIBERIO G, ROVIELLO F. Prognostic Value ofthe 7th AJCCIUICC TNM Classification ofnoncardia Gastric Cancer: Analysis ofa Large Series From Spedalized Western Centers. Ann Surg. 2012; 255(3): I.F CAMPANA LG, VALPIONE S, FALCI C, MOCELLIN S, BASSO M, CORTI L, BALESTRIERI N, MARCHET A, ROSSI CR. 17

18 The activity and safety ofelectrochemotherapy in persistent chest wall recurrence from breast cancer after mastectomy: a phase-ii study. Breast Cancer Res Treat. 2012; 134(3): I.F BERNINI M, BENCINI L, SACCHETTI R, MARCHET A, CRISTADORO L, PACELLI F, BERARDI S, DOGLIETTO GB, ROSA F, VERLATO G, COZZAGLIOL, BECHI P, MARRELLI D, ROVIELLO F, FARSI M; Italian Researc~ Group for Gastric Cancer (IRGGC). The Cholegas Study: safety of prophylactic cholècystectomy during gastrectomy for cancer: preliminary results of a multicentric randomized clinical trial. Gastric Cancer Jul;16(3): I.F.2, PADOAN A, SERAGLIA R, BASSO D, FOGAR P, SPERTI C, MOZ S, GRECO E, MARCHET A, DE MANZONI G, ZAMBON CF, NAVAGLIA F, CRISTADORO L, DI CHIARA A, NITTI D, PEDRAZZOLI S, PAVANELLO G, PLEBANI M. Usefulness of MALDI-TOF /MS identification of low-mw fragments in sera for the differential diagnosis of pancreatic cancer.. Pancreas. 2013; 42(4): I.F.2, PACELLI F, CUSUMANO G, ROSA F, MARRELLI D, DICOSMO M, CIPOLLARI C,. MARCHET A, SCARINGI S, RAUSEI S, DI LEO A, ROVIELLO F, DE MANZONI G, NITTI D, TONELLI F, DOGLIETTO GB; Italian Research Group for Gastric Cancer (IRGGC). Multivisceral resection for local1y advanced gastric cancer: an italian multicenter observational study. JAMA Surg. 2013; 148(4): I.F.4,24 18

19 B) Abstracts di comunicazioni in congressi nazionali ed internazionali: 1. ZA VAGNO G, NITTI D, DEMARCHI F, MARCHET A, MOSCHIN N, LISE M. Comportamento della ferritinemia in pazienti portatori di carcinoma dello stomaco e del colon-retto. Atti l Congresso Naz. Soc. hai. Fisiopatologia Chirurgica Padova, novembre 1986 pp ZANCHIN A, MARCHET A, PUCCIARELLI S, PILA TI PL, SOLIMBERGO D, NITTI D, LISE M. La nutrizione parenterale precoce in chirurgia: nostra esperienza. Atti l Congresso Naz. Soc Fisiopatologia Chirurgica - Padova, novembre 1986, pp ZAVAGNO G, MARCHET A, MOSCHIN N, RAIMONDO A, BELLUCO C, NITTI D, LISE M. Effect of vit. E on gastric lesions after hemorrhagic shock in rats. XXIIth Congress European Society for Surgical Research. Eur Surg Res 19 (suppl. l): 44-45, LISE M, NITTI D, BUYSE M, FORNASIERO A, MARCHET A, DUEZ N, DOS SANTOS JG. Adjuvant F AM2 in resectable gastric cancer. Atti EORTC Symposium on "Advances in gastrointestinal tract cancer research and treatment" - Strasbourg, novembre 1989, pp LISE M, NITTI D, ZAVAGNO G, MARCHET A, MOSCHIN N, ORSINI C. Adjuvant chemotherapy in resectable gastric cancer. Atti Congresso "Stadiazione e trattamento del cancro gastrico" - Verona, sertembrel989, pp LISE M, NITTI D, ZA V AGNO G, MARCHET A, BUYSE M, DUEZ N. Quality of surgery as a major prognostic factor in gastric cancer patients. Atti 92e Congres Francaise de Chirurgie - Parigi, 1-4 ottobre 1990, voi.!, no LISE M, NITTI D, BUYSE M, DUEZ N, MARCHET A, FORNASIERO A, DOS SANTOS JG, LA BIANCA R, ROUGIER P, GIGNOUX G, LACAVE A, WILLEMS G, LAFFER V, WILS J. Results of adjuvant F AM2 regimen in resectable gastnc cancer. Atti 92e Congres Francaise de Chirurgie - Parigi, 1-4 ottobre 1990, voi l, no LISE M, NITTI D, BUYSE M, ZA V AGNO G; MARCHET A, FORNASIERO A, DUEZ N, DOS SANTOS JG. The role ofadjuvant chemotherapy in resectable gastric cancer. Atti 15th Int. Cancer Congress UICC - Amburgo, agosto 1990, 116: 943, FAVRETTI F, ZANELLA A, PUCCIARELLI S, SEGATO G, MARCHET A, TOPPAN P, NITTI D, LISE M. Chirurgia non resettiva per l'ulcera duodenale (UD) complicata. Atti Congresso Biennale Sez h Int College of Surgeons Taormina, lo. SEGATO G, FAVRETTI F, DE MARCHI F, ZANELLA A, MARCHET A, NITTI D, LISE M. 19

20 Bendaggio gastrico regolahile: chirurgia non invasiva per l'obesità patologica. Atti Giornate Medico-Chirurgiche Int Torino, Il. LISE M, NITTI D, MARCHET A, FORNASIERO A. Present status ofadjuvant treatment after "curative" resection of gastric cancer. Special Int. Columbus Meeting on Surgical Oncology Genova, NITTI D, LISE M, MARCHET A, SAHMOUD T, DUEZ N, GUIMARAES DOS SANTOS J. Prognostic factors in resectable gastric cancer: resu1ts ofeortc study (40813) on FAM adjuvant chemotherapy.. 21th Nat Cancer Congress ofthe German Cancer Society. J Cancer Res Clin Oncol 120: 73, LISE M, NITTI D, MARCHET A, SAHMOUD T, DUEZ N, GUIMARAES DOS SANTOS J. Prognostic factors in resectable gastric cancer: results of EORTC study N on FAM adjuvant chemotherapy. 47th Annual Cancer Symposium 3 - Houston, LISE M, DE MARCHI F, NITTI D, MARCHET A. Il trattamento radicale del carcinoma gastrico nel vecchio. Atti VIII Congresso Naz SICG Torino, MARCHET A, MOCELLIN S, PUCCIARELLI S, PAGIARO E, PASETTO L, ZANELLA A, NITTI D, LISE M. Reconstruction of gastrointestinal continuity after gastric resection: functional results of surgical techniques. Atti XXX Nat Meeting ofthe It Soc Gastroenterology. It J Gastroenterology 26: 105, MARCHET A, MOCELLIN S, PUCCIARELLI S, PAGIARO E, PASETTO L, ZANELLA A, NITTI D, LISE M. Valutazione funzionale delle tecniche di ricostruzione della continuità digestiva dopo gastroresezione. Atti Con~esso Naz delle Malattie Digestive: Gastroenterol Endosc Dig 7: 21, ZANELLA A, MARCHET A, NITTI D, LISE M. Attuali indicazioni alla resezione di metastasi polmonari da carcinoma colo-rettale. Atti 97 Congresso SIC - Trieste, 8-11 ottobre 1995, pp 4'1 18. ZANELLA A, MARCHET A, NITTI D. Studio retrospettivo sulla. capacità predittiva della. TAC in pazienti sottoposti a resezione di metastasi polmonari. Atti Congresso SIC - Roma, ottobre 1996, pp NITTI D, MARCHET A, LISE M. Surgery and adjuvant chemotherapy for gastric cancer. EORTC-NCI Cairo Joint Meeting on Gastrointestinal Malignancies- Il Cairo 15 novembre CAPOVILLA ED, SERPENTINI S, ORSATTI S, PIATTELLO A, CASADEI D, DRAGO D, MARCHET A, ASTOLFI A. A psychoeducational intervention for women with brest cancer and gynaecological tumours. Twelfth International Congress on Anti-Cancer Treatment. Paris, february 4 th _i h, 2002, pp

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn Regione del Veneto Azienda Ospedaliera di Padova Chirurgia Generale Direttore : Prof. R. Bardini GUIDA INFORMATIVA SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

La Chirurgia Senologica. Istituto Oncologico Veneto. Unità Operativa di Chirurgia Senologica. Regione del Veneto

La Chirurgia Senologica. Istituto Oncologico Veneto. Unità Operativa di Chirurgia Senologica. Regione del Veneto I.O.V. ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico La Chirurgia Senologica Unità Operativa di Chirurgia Senologica

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

La radio-chemioterapia neoadiuvante (CRT) è un trattamento largamente diffuso e applicato nel tratta- CLINICAL RESEARCH

La radio-chemioterapia neoadiuvante (CRT) è un trattamento largamente diffuso e applicato nel tratta- CLINICAL RESEARCH CLINICAL RESEARCH Osp Ital Chir CD-ROM 3-2005 La terapia del cancro del retto: analisi dei risultati e dei fattori prognostici di un protocollo neoadiuvante radio-chemioterapico associato alla chirurgia

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 A cura di: Intermedia editore Via Malta 12/B 25124 Brescia Tel. 030.226105 fax. 030.2420472 intermedia@intermedianews.it www.medinews.it

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 2 A cura di: Via Malta 12/B 25124 Brescia Tel. 030.226105 fax. 030.2420472 intermedia@intermedianews.it www.medinews.it 3 Prefazione

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

LE RACCOMANDAZIONI 2007 DELL ICRP: esame e applicazione

LE RACCOMANDAZIONI 2007 DELL ICRP: esame e applicazione LE RACCOMANDAZIONI 2007 DELL ICRP: esame e applicazione Stime di rischio stocastico e detrimento sanitario G. Trenta, AIRM, Roma L IPOTESI PORTANTE: LNT Ancorché ci siano riconosciute eccezioni, per i

Dettagli

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro Come affrontare il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il tumore del pancreas colpisce ogni anno in Italia circa 12.200 persone. Purtroppo si tratta di una malattia complessa, aggressiva, diagnosticata

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Grandi Interventi Chirurgici. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Grandi Interventi Chirurgici. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria Grandi Interventi Chirurgici Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto In vigore dal 1 Luglio 2011 regolamento in vigore dal 1 luglio

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Quaderno n. 3 I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto

Quaderno n. 3 I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO Quaderno n. 3 TOMOGRAFIA AD EMISSIONE DI POSITRONI (PET): VALUTAZIONE DEL FABBISOGNO E PIANO DI INVESTIMENTO PER LA REGIONE

Dettagli

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Introduzione Per eseguire un attenta dissezione nella maggior parte delle fasi operative in laparoscopia, si utilizza

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI 14 Fondazione Umberto Veronesi - Piazza Velasca 5, 20122 Milano Tel. +39 02

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010 CORRELAZIONE TRA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE E TRATTAMENTO RADIANTE POSTOPERATORIO DOPO CHIRURGIA CONSERVATIVA NELLE NEOPLASIE MAMMARIE IN STADIO INIZIALE ANTONELLA FONTANA U. O. C. di Radioterapia Ospedale

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa Scheda informativa Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa I preparati ormonali vengono impiegati da anni nelle donne durante e dopo la menopausa per alleviare i disturbi del climaterio.

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

LMA Supreme Second Seal

LMA Supreme Second Seal LMA Supreme Second Seal Mantenimento della pervietà delle vie aeree. Gestione del contenuto gastrico. Pieno rispetto delle raccomandazioni del report NAP4. Una doppia tenuta clinicamente provata L importanza

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Roberto CARUSO Corso Mazzini, 11-87100 Cosenza, Italia Telefono(i) Tel. + 39 0984681824 Fax+ 39 0984681322 E-mail Cittadinanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 D.R. n. 3060 Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 MASTER DI I LIVELLO IN TRATTAMENTO PRE-OSPEDALIERO E INTRA-OSPEDALIERO DEL POLITRAUMA VISTA la legge n. 341 del

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Studio Multicentrico AIMN: 18 F-FDG PET-TC con o senza mezzo di contrasto nella stadiazione e ristadiazione del cancro del polmone?

Studio Multicentrico AIMN: 18 F-FDG PET-TC con o senza mezzo di contrasto nella stadiazione e ristadiazione del cancro del polmone? Protocollo di studio: Studio Multicentrico AIMN: 18 F-FDG PET-TC con o senza mezzo di contrasto nella stadiazione e ristadiazione del cancro del polmone? Responsabile scientifico: Prof. Alessandro Giordano

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

Raccomandazioni per l'impostazione di un Curriculum Globale in Oncologia Medica

Raccomandazioni per l'impostazione di un Curriculum Globale in Oncologia Medica Raccomandazioni per l'impostazione di un Curriculum Globale in Oncologia Medica ESMO-ASCO Task Force on Global Curriculum in Medical Oncology (Task Force ESMO-ASCO per il Curriculum Globale in Oncologia

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA COMPLESSA ASSISTENZA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI

FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA COMPLESSA ASSISTENZA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI A CURA DELLA STRUTTURA COMPLESSA ASSISTENZA FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI NUMEROUMERO 25 OTTOBRE 2012 All interno: pag.2-5 Bevacizumab 1

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Neoplasie Endocrine Multiple

Neoplasie Endocrine Multiple Neoplasie Endocrine Multiple di tipo 1 e 2 PREFAZIONE Le Neoplasie Endocrine Multiple (MEN) sono delle sindromi rare caratterizzate dalla presenza di iperplasie/neoplasie di numerose ghiandole endocrine

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere La Rete Oncologica Piano di Riorganizzazione della Rete - La rete Oncologica della Regione Lazio Piano di riorganizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Semplice, veloce ed economica:

Semplice, veloce ed economica: GYN 30-6 05/2013-IT Semplice, veloce ed economica: ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI per l isterectomia laparoscopica sopracervicale (LASH) Ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI

Dettagli