PULIZIA IN-SITU PULIZIA DIFFUSORI MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DEL MODULO KUBOTA ESTRAZIONE PERMEATO PER ASPIRAZIONE ESTRAZIONE PERMEATO PER GRAVITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PULIZIA IN-SITU PULIZIA DIFFUSORI MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DEL MODULO KUBOTA ESTRAZIONE PERMEATO PER ASPIRAZIONE ESTRAZIONE PERMEATO PER GRAVITÀ"

Transcript

1 MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DEL MODULO KUBOTA Il modulo a membrana piana Kubota utilizza la tecnologia di microfiltrazione detta cross flow. Insufflando aria sul fondo del modulo, si crea un flusso ascensionale di fango che va ad esercitare un azione tangenziale di pulizia sulla superficie della membrana. Questa tecnica permette quindi di ridurre notevolmente fenomeni di sporcamento esterno della cartuccia derivanti, ad esempio, da macro molecole che non passano attraverso i pori della membrana ma restano attaccati ad essa per effetto della filtrazione. ESTRAZIONE PERMEATO PER ASPIRAZIONE ESTRAZIONE PERMEATO PER GRAVITÀ / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / Vasca permeato Vasca permeato Per mezzo di una pompa installata sopra o sotto battente (normalmente vengono utilizzate pompe centrifughe autoadescanti) è possibile estrarre il permeato attraverso i moduli. Grazie alla struttura della cartuccia, le pressioni differenziali di aspirazione sono decisamente contenute arrivando al massimo a 0.30 bar. Questa tecnica permette elevate flessibilità di esercizio; infatti le variazioni di portata in ingresso all impianto possono essere gestite controllando la velocità delle pompe di estrazione del permeato (inverter). PULIZIA IN-SITU Grazie alle contenute pressioni differenziali di estrazione ed all assenza di controlavaggi con acqua pulita, è possibile estrarre il permeato attraverso i moduli Kubota a gravità. Questa tecnica permette elevati risparmi sui costi di installazione e di gestione energetica (piping, quadro elettrico etc). PULIZIA DIFFUSORI durante funzionamento / / / / / / / / / / / / / / / / Vasca permeato Lavaggio chimico eseguito in-situ senza dover estrarre il modulo dalla vasca. La soluzione viene inserita all interno di ogni singola cartuccia mediante apposita tubazione; non è quindi necessaria alcuna vasca aggiuntiva. Il lavaggio può essere condotto con soluzioni di ipoclorito di sodio (sporcamento organico) o acido cloridrico (sporcamento inorganico). cassa di aerazione tubo diffusore durante pulizia Il sistema di pulizia dei diffusori è completamente automatico grazie all installazione di una valvola pneumatica o motorizzata sulla tubazione di spurgo. Durante il lavaggio dei diffusori la valvola viene aperta e tutta l aria non viene più erogata sotto le cartucce, ma passa attraverso il collettore di spurgo.

2 MBR Unità sommerse a membrana LADURNER ACQUE Srl Bolzano - Via Innsbruck 33. T F

3 MBR CARATTERISTICHE A CONFRONTO TRA MEMBRANA PIANA KUBOTA ED ALTRI TIPI DI MEMBRANA Membrana piana Kubota Altre membrane a fibra cava Forma Membrana piana Membrana a fibra cava (con disposizione orizzontale o verticale) Metodo di filtrazione A gravità o in aspirazione Solo in aspirazione Fattore di attrito con acqua potabile 1 da 5 a 7 Design del sistema Controllo intasamento Il flux continuo senza controlavaggio rende semplice il piping Pulizia naturale potenziata con sistema di cross-flow aerato senza sollecitazioni meccaniche, cicliche sulla membrana L aspirazione del permeato e il controlavaggio automatico comportano complicazioni nel piping e nel valvolame (permeato intermittente) Frequente e ciclico contro-lavaggio automatico con sollecitazioni meccaniche sulle fibre e surplus di energia Usura membrana Membrane piane sono fisse e non si toccano Le membrane a fibra cava sono libere e toccandosi si usurano Pulizia Comportamento rispetto a fibre di tessuto e capelli che non possono essere eliminati con la grigliatura Pulizia chimica in situ necessaria solo una-due volte all anno eseguibile con semplice metodo a gravità Rimangono entro la vasca assieme alla biomassa senza alterare la permeabilità della membrana Necessità di lavaggio chimico in situ, ma le impurità ed il fango trattenuti dalle e sulle fibre non possono essere dilavati chimicamente, bensì devono essere rimossi manualmente estraendo le membrane dalla vasca. Necessità di contro lavaggio ciclico da 5 a 10 volte l ora Si intrecciano tra e sulle fbre aumentando l intasamento di altre impurità e fango. Non vi è la possibilità di rimozione con lavaggio in situ La scelta del modulo Kubota viene eseguita dal nostro Ufficio Tecnico in funzione del dimensionamento idraulico/biologico dell impianto e della dimensione delle vasche (se esistenti). ES EK RW La tecnologia MBR Kubota sta prendendo sempre più piede nel panorama della depurazione delle acque reflue in Italia con più di 200 impianti realizzati sia di tipo civile che industriale. Ladurner Acque (concessionario esclusivo Kubota per l Italia), è in grado di fornire impianti chiavi in mano, supporto ai progettisti, fornendo loro il know how tecnico in fase di progettazione, di costruzione e di avviamento dell impianto MBR. L esperienza maturata negli anni ha permesso di portare a termine con successo applicazioni anche in ambienti considerati difficili come l installazione di impianti MBR in aree desertiche o in aree con temperature esterne inferiori a -20 C. Per particolari reflui industriali Ladurner Acque è inoltre in grado di sviluppare impianti pilota su misura al fine di ottimizzare al meglio il dimensionamento idraulico dei moduli a membrana piana Kubota stampato su carta symbol freelife satin certificata FSC Mixed Sources COC Ladurner Acque Srl si riserva il diritto di modificare caratteristiche e dimensioni dei modelli a catalogo, nel rispetto delle normative vigenti, senza alcun preavviso alla clientela. LADURNER ACQUE Srl Bolzano - Via Innsbruck 33. T F

4 MBR I REATTORI BIOLOGICI A MEMBRANA L entrata in vigore del decreto legislativo 152/06 ha comportato, per il trattamento delle acque reflue, l introduzione di limiti normativi più restrittivi per quanto riguarda la rimozione dei nutrienti dalle acque reflue. Questo ha comportato l esigenza di adeguamento per la maggior parte degli impianti biologici esistenti (spesso caratterizzati unicamente dal comparto di ossidazione biologica). Tuttavia, questa necessità di adeguamento, tende a scontrarsi con la sempre minor disponibilità di superfici per ospitare le vasche in cui realizzare i processi biologici a fanghi attivi. I reattori biologici a membrana (MBR) derivano dall accoppiamento dei tradizionali processi a biomassa sospesa con i processi di filtrazione su membrane permeabili. I maggiori vantaggi legati a questa tecnologia sono: - eliminazione dell unità di sedimentazione secondaria a valle del comparto biologico (e problemi gestionali ad essa legati); - notevole riduzione dell ingombro planimetrico del reattore biologico grazie alle elevate concentrazioni di fango utilizzate; - diminuzione della produzione dei fanghi di supero associata ai maggiori valori di età del fango; - notevole incremento e stabilità della qualità dell acqua trattata (eliminazione di azoto e fosforo); - possibilità di gestire il processo biologico in maniera indipendente dalle fluttuazioni di carico idraulico in ingresso; - possibilità di filtrazione a gravità. COLLETTORE PERMEATO TUBICINO PERMEATO GANCIO DI SOLLEVAMENTO CASSA MEMBRANE CARTUCCIA CASSA DI AERAZIONE DIFFUSORE ARIA A BOLLE GROSSE PIEDE DI APPOGGIO Il modulo a membrana piana Kubota è costituito principalmente da una cassa di aerazione (ancorata al fondo della vasca) ed una cassa membrana (appoggiata alla cassa di aerazione) che contiene le cartucce di microfi ltrazione. Ogni cartuccia è collegata al collettore principale mediante un tubicino trasparente ed è estraibile singolarmente. STRUTTURA DELLA CARTUCCIA KUBOTA Membrana Kubota Osmosi Inversa (RO) Batterio Filtro Micro-filtrazione (UF) Ultra-filtrazione (UF) 1A 10A 100A 1000A 1u 10u 100u 1mm La cartuccia Kubota è costituita da un telaio in ABS sui cui due lati viene saldato ad ultrasuoni un foglio di membrana porosa in polietilene clorurato. I pori hanno una dimensione nominale massima pari a 0,4 µm e media pari a 0,2 µm (inferiore a quella dei batteri che partecipano ai processi a fanghi attivi). Tra la membrana e la struttura in ABS viene posizionato un foglio di tessuto non tessuto in poliestere come distanziatore, per permettere una elevata efficienza di scorrimento del permeato all interno della cartuccia. La struttura in ABS è inoltre dotata di una serie di scanalature interne (per facilitare il passaggio del permeato) che terminano in un ugello collegato al collettore principale del permeato (realizzato in PVC rigido) mediante dei tubicini trasparenti. Microstruttura Struttura pannello in ABS Ugello Distanziatore Foglio di membrana

5 CONFRONTO TRA IMPIANTO TRADIZIONALE A FANGHI ATTIVI E IMPIANTO CON REATTORE A MEMBRANA PIANA KUBOTA (MBR KUBOTA) IMPIANTO TRADIZIONALE R e fl u o da trattare La superficie impiegata nel caso di un impianto con reattore MBR è decisamente inferiore rispetto a quella occupata da un impianto a tecnologia tradizionale. Infatti la tecnologia MBR, oltre a ridurre notevolmente le dimensioni del reattore biologico (elevate concentrazioni di fango attivo) non richiede fasi di sedimentazione secondaria. È unicamente richiesta una stazione di pre-trattamento del refluo in ingresso (al reattore MBR) composta da grigliatura fine, dissabbiatura e degrassatura. Grazie alla possibilità di inserire i moduli Kubota direttamente nella vasca di aerazione, è possibile sfruttare l aria utilizzata per la pulizia esterna delle cartucce anche per trasferire parte dell ossigeno necessario alle reazioni biologiche. Questo si traduce in un notevole risparmio energetico sui costi di gestione dell impianto. Nei reattori MBR il ricircolo della miscela aerata e del fango sono uniti in un unico ricircolo, con notevoli risparmi per tubazioni e stazioni di pompaggio. L acqua trattata con impianto MBR Kubota non contiene solidi sospesi ed un numero ridotto di batteri e virus (rispetto ai trattamenti tradizionali), pertanto è adatta per essere riutilizzata per impianti di irrigazione o circuiti di lavaggio industriali senza dover subire ulteriori trattamenti terziari di affinamento (filtrazione finale, disinfezione per clorazione o raggi UV). Effl uente Vasca di equalizzazione Vasca di ossidazione Sedim. secondario Tratt. terziario fi ltrazione e raggi UV Vasca acqua trattata Supero fango attivo IMPIANTO MBR R e fl u o da trattare ///// Grigliatura fi ne, dissabbiatura, degrassatura Vasca di equalizzazione Ossidazione (Sedim. secondario) Vasca acqua trattata Effl uente Supero fango attivo

6 CARATTERISTICHE DEI MODULI KUBOTA STRUTTURA SEMPLICE La struttura piana della cartuccia Kubota, permette al flusso di fango ascensionale, di scorrere più facilmente rispetto ad altre tipologie di membrane. Infatti, grazie alla spaziatura tra le cartucce ed all assenza di alcun ostacolo nella parte superiore ed inferiore di ogni membrana, si riducono notevolmente fenomeni di accumulo di sostanze grossolane o fibrose sulla superficie della cartuccia. Questo si traduce in una minore frequenza di lavaggio chimico dei moduli ed una maggiore resistenza meccanica nel tempo rispetto a membrane di altro tipo. FACILE INSTALLAZIONE La cassa membrana contenente le cartucce viene appoggiata sopra la cassa di aerazione ancorata al fondo della vasca. Tale operazione può essere eseguita anche a vasca piena grazie all installazione di apposite barre guida. Sui quattro angoli del modulo vengono attaccate delle catene agganciate a loro volta ad un bilancino che permette un agevole inserimento ed estrazione della cassa membrana. Gancio Per rimuovere una cartuccia dall alloggiamento Bilancino Atrezzo per bilanciamento del carico durante il sollevamento/abbassamento delle membrane sommerse Tubi guida L unità di membrana si inserisce in essi durante il sollevamento/riposizionamento Catena di sollevamento Cassa membrana Cassa di aerazione Fissata sul fondo vasca con tasselli Altro tipo Kubota SMU

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA L'impianto descritto è composto da un reattore biologico a fanghi attivi accoppiato con sistema

Dettagli

AERATORE/MISCELATORE SOMMERSO

AERATORE/MISCELATORE SOMMERSO AERATORE/MISCELATORE SOMMERSO Cavo di sollevamento Motoriduttore Tubazione d aria Struttura di sostegno Flangia Corpo miscelatore a iperboloide Distributore dell aria ad anello Basamento HYPERDIVE La struttura

Dettagli

Misurazioni e strumentazione negli impianti MBR. (Phone: +49(0)611-962-5870, Fax: +49(0) 611-962-9294, E-mail: info@microdyn-nadir.

Misurazioni e strumentazione negli impianti MBR. (Phone: +49(0)611-962-5870, Fax: +49(0) 611-962-9294, E-mail: info@microdyn-nadir. Misurazioni e strumentazione negli impianti MBR M. Milovi 1, C. Thiemig 1, W. Ruppricht 1, I.G. Zerbinati 1 1 MICRODYN-NADIR GmbH, Rheingaustraße 190-196, D-65203 Wiesbaden, Germany (Phone: +49(0)611-962-5870,

Dettagli

DEPURAZIONE. Idra gestisce tre impianti di depurazione intercomunali per una capacità totale di circa 390.000 abitanti equivalenti.

DEPURAZIONE. Idra gestisce tre impianti di depurazione intercomunali per una capacità totale di circa 390.000 abitanti equivalenti. DEPURAZIONE Idra gestisce tre impianti di depurazione intercomunali per una capacità totale di circa 390.000 abitanti equivalenti Impianti CASSANO TRUCCAZZANO VIMERCATE TRUCCAZZANO 175.000 ab eq per 45.000

Dettagli

Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g

Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g Discarica di Cupinoro La tecnologia prescelta è basata sul principio della OSMOSI INVERSA L Osmosi Inversa

Dettagli

Underdrain: brevetto Leopold. Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione

Underdrain: brevetto Leopold. Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione Underdrain: brevetto Leopold 160 Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione Per rimuovere i solidi in sospensione che non si sono depositati nel decantatore dopo la flocculazione o per

Dettagli

MODELLI E CARATTERISTICHE TECNICHE

MODELLI E CARATTERISTICHE TECNICHE MODELLI E CARATTERISTICHE TECNICHE VARIANTI DEL SISTEMA DI RASCHIATORE A CATENA FINNCHAIN Sistema tipo A e B Tipo A. Sistema standard installato per l asporto sia dei fanghi di sedimentazione che di quelli

Dettagli

RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESE : Dott. Ing. Carlo Del Bosco Iscritto all Ordine degli Ingegneri della Provincia di Varese N.

RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESE : Dott. Ing. Carlo Del Bosco Iscritto all Ordine degli Ingegneri della Provincia di Varese N. PROGETTTTAZIIONE ESECUTTIIVA,, REALLIIZZAZIIONE E MESSA IIN ESERCIIZIIO DELLLLE OPERE PER IILL POTTENZIIAMENTTO DELLLL IIMPIIANTTO DII DEPURAZIIONE ACQUE REFFLLUE DII S.. GIIUSTTIINA DII RIIMIINII CC..II..GG..::

Dettagli

Esperienze di start-up di impianti MBR

Esperienze di start-up di impianti MBR Esperienze di start-up di impianti MBR Michele Torregrossa Università di Palermo Esperienze di start-up di impianti MBR Obiettivo Studio delle condizioni di avviamento più adeguate per il raggiungimento

Dettagli

Schema impianto depurazione biologica

Schema impianto depurazione biologica DEPURAZIONE Schema impianto depurazione biologica A cque di scarico Grigliatura Rifiuti grossolani SMALTITORE Dissabbiatura / Disoleatura Rifiuti: sabbie, oli e grassi SMALTITORE Sedimentazione primaria

Dettagli

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO SENZA VASCHE IMHOFF SEMINTERRATO

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO SENZA VASCHE IMHOFF SEMINTERRATO Azienda Certificata Azienda Certificata ISO 14001:2000 ISO 9001:2000 EA 18, 28b, 35 EA 18, 28b, 35 DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO SENZA VASCHE IMHOFF SEMINTERRATO La funzione dell impianto in oggetto

Dettagli

Riutilizzo dei Reflui dei Depuratori di Cecina e Rosignano, Riciclati a fini Industriali nello Stabilimento Solvay di Rosignano

Riutilizzo dei Reflui dei Depuratori di Cecina e Rosignano, Riciclati a fini Industriali nello Stabilimento Solvay di Rosignano PROGETTO ARETUSA Riutilizzo dei Reflui dei Depuratori di Cecina e Rosignano, Riciclati a fini Industriali nello Stabilimento Solvay di Rosignano GENERALITÀ 1.1 Finalità ed Ubicazione dell impianto Aretusa

Dettagli

DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI

DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI LAVORI DI COSTRUZIONE DEL DEPURATORE COMUNALE PROGETTO DEFINITIVO DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI nell ambito del progetto definitivo per la realizzazione di impianto comunale per la depurazione delle acque

Dettagli

SCHEDA TECNICA TRATTAMENTO SECONDARIO SPINTO CON RICIRCOLO DEI FANGHI mod. DEP-RF

SCHEDA TECNICA TRATTAMENTO SECONDARIO SPINTO CON RICIRCOLO DEI FANGHI mod. DEP-RF SCHEDA TECNICA TRATTAMENTO SECONDARIO SPINTO CON RICIRCOLO DEI FANGHI mod. DEP-RF Materiale: vasche in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) collegate in serie. Tronchetti di entrata

Dettagli

RETE NATURA 2000 REGIONE BASILICATA SCHEDA DI SINTESI. IMPATTI AMBIENTALI Rilevatore: Ing. ASTRELLA Michele

RETE NATURA 2000 REGIONE BASILICATA SCHEDA DI SINTESI. IMPATTI AMBIENTALI Rilevatore: Ing. ASTRELLA Michele RETE NATURA 2000 REGIONE BASILICATA SCHEDA DI SINTESI IMPATTI AMBIENTALI Rilevatore: Ing. ASTRELLA Michele Data: 25/06/ 09 Area numero: 5 Denominazione: Murgia di San Lorenzo IT9210220 Capo Area: Giovanni

Dettagli

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE Serie DEPUR-DOMO IMPIANTI BIOLOGICI A FANGHI ATTIVI DA 5 A 20 ABITANTI EQUIVALENTI (rev. 01 del 18/02/2011) La serie DEPUR-DOMO Gli impianti prefabbricati

Dettagli

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1 1. PREMESSE Il presente documento costituisce il piano con le modalità operative da seguire per la gestione della fase di avvio e collaudo delle nuove opere di progetto per evitare disservizi nel funzionamento

Dettagli

UTILIZZO DI TRATTAMENTI COMBINATI MEMBRANE/UV PER LA RIMOZIONE DI BATTERI E VIRUS IN EFFLUENTI DEPURATI SPERIMENTAZIONE CON IMPIANTO PILOTA

UTILIZZO DI TRATTAMENTI COMBINATI MEMBRANE/UV PER LA RIMOZIONE DI BATTERI E VIRUS IN EFFLUENTI DEPURATI SPERIMENTAZIONE CON IMPIANTO PILOTA Riuso e Risparmio delle Acque Reflue Meteoriche 13 dicembre 7 Genova, Magazzini del Cotone UTILIZZO DI TRATTAMENTI COMBINATI MEMBRANE/ PER LA RIMOZIONE DI BATTERI E VIRUS IN EFFLUENTI DEPURATI SPERIMENTAZIONE

Dettagli

Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare

Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare La profonda conoscenza del ciclo produttivo del settore agro-alimentare, unita alla pluriennale esperienza acquisita, permettono

Dettagli

Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014. Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast

Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014. Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014 Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast Premessa Premessa La risposta BIOBLU per il riutilizzo delle acque piovane BIOGRIGIO Per il trattamento e riutilizzo

Dettagli

INTRODUZIONE 2 1 DATI DI PROGETTO 2 2 OBIETTIVI 5 3 SCHEMA FUNZIONALE E CRITERI DI PROGETTAZIONE 5 4 CARATTERISTICHE TECNICHE 9

INTRODUZIONE 2 1 DATI DI PROGETTO 2 2 OBIETTIVI 5 3 SCHEMA FUNZIONALE E CRITERI DI PROGETTAZIONE 5 4 CARATTERISTICHE TECNICHE 9 INTRODUZIONE 2 1 DATI DI PROGETTO 2 1.1 Origine e natura delle acque reflue 2 1.2 Liquame di progetto 3 1.3 Limiti di emissione 4 2 OBIETTIVI 5 3 SCHEMA FUNZIONALE E CRITERI DI PROGETTAZIONE 5 3.1 Criteri

Dettagli

DEPURATORI PER I CENTRI RESIDENZIALI DI MEDIA E GRANDE POTENZIALITA

DEPURATORI PER I CENTRI RESIDENZIALI DI MEDIA E GRANDE POTENZIALITA DEPURATORI PER I CENTRI RESIDENZIALI DI MEDIA E GRANDE POTENZIALITA In questa sede presentiamo i nostri depuratori biologici a biomassa sospesa progettati specificatamente per il trattamento di acque reflue

Dettagli

Energy audit e Service per migliorare efficienza, durata ed affidabilità degli impianti

Energy audit e Service per migliorare efficienza, durata ed affidabilità degli impianti Roma, 31 Maggio 2012 Energy audit e Service per migliorare efficienza, durata ed affidabilità degli impianti CARLO RESPIGHI RESPONSABILE AFTERMARKET & SERVICE Agenda Impianti di sollevamento e trattamento

Dettagli

TECNICHE DI FILTRAZIONE (PROCESSI A MEMBRANA)-1

TECNICHE DI FILTRAZIONE (PROCESSI A MEMBRANA)-1 TECNICHE DI FILTRAZIONE (PROCESSI A MEMBRANA)-1 I PROCESSI A MEMBRANA SI SONO NOTEVOLMENTE SVILUPPATI NEGLI ULTIMI ANNI, GRAZIE SOPRATTUTTO ALLO SVILUPPO DI NUOVI MATERIALI. PUR ESSENDO DIVERSI TRA LORO

Dettagli

CENSIMENTO DELLE ACQUE PER USO CIVILE 2013 (dati 2012)

CENSIMENTO DELLE ACQUE PER USO CIVILE 2013 (dati 2012) CENSIMENTO DELLE ACQUE PER USO CIVILE 0 (dati 0) SEZIONE A - DATI IDENTIFICATIVI DELL ENTE GESTORE (Controllare ed eventualmente modificare i dati identificativi del Gestore). DATI IDENTIFICATIVI DELL

Dettagli

depurazioni trattamento delle acque di scarico civili e industriali

depurazioni trattamento delle acque di scarico civili e industriali Committente: Spett.le Azienda Vinicola VINI TONON S.R.L. Via Carpesica 1 Loc. Carpesica 31029 Vittorio Veneto (TV) IMPIANTO DI DEPURAZIONE PER IL TRATTAMENTO DI ACQUE REFLUE PROVENIENTI DA CANTINA DI VINIFICAZIONE

Dettagli

CURRICULUM. Tale esperienza ha portato l azienda a realizzare tecnologie all avanguardia e prodotti sempre più efficienti, economici e compatti.

CURRICULUM. Tale esperienza ha portato l azienda a realizzare tecnologie all avanguardia e prodotti sempre più efficienti, economici e compatti. CURRICULUM GOST srl Gruppo Operatori Servizi Tecnologici s.r.l. si trova in Umbria, provincia di Perugia, Località Capodacqua di Assisi, Via Romana, 31. La nostra azienda è presente da oltre due decenni

Dettagli

Vengono di seguito descritte tutte le fasi fondamentali realizzate dal processo N-Free

Vengono di seguito descritte tutte le fasi fondamentali realizzate dal processo N-Free Premessa Il processo sopra menzionato, consente di trattare i reflui zootecnici sia provenienti direttamente dagli allevamenti, cioè senza che essi abbiano subito nessun trattamento biologico, oppure quelli

Dettagli

Sede legale: via Nubi di Magellano, 30-42123 Reggio Emilia INTERVENTO DI POTENZIAMENTO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI SORBOLO

Sede legale: via Nubi di Magellano, 30-42123 Reggio Emilia INTERVENTO DI POTENZIAMENTO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI SORBOLO Sede legale: via Nubi di Magellano, 30-42123 Reggio Emilia INTERVENTO DI POTENZIAMENTO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI SORBOLO PER DISCUSSIONE PER APPROV. PRELIMINARE DEFINITIVO ESECUTIVO 0 20/1/12 1 a

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Smaltimento reflui biologici e trattamento acque superficiali

RELAZIONE TECNICA Smaltimento reflui biologici e trattamento acque superficiali COMUNE DI BLUFI PROVINCIA DI PALERMO PIANO DI LOTTIZZAZIONE IN C.DA COMMENDA - TRE AREE ZONA T.O. DEL P.R.G. : D.2 ( area per insediamenti produttivi industriale-artigianale ) ITAL SYSTEM Spa - sede in

Dettagli

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO CON VASCA IMHOFF

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO CON VASCA IMHOFF 1 Azienda Certificata Azienda Certificata ISO 14001:2000 ISO 9001:2000 EA 18, 28b, 35 EA 18, 28b, 35 DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO CON VASCA IMHOFF La funzione dell impianto in oggetto è quella di purificare

Dettagli

Ristrutturazione potenziamento ed adeguamento depuratore di Lignano Sabbiadoro al D. Lgs 152/99 2 Intervento

Ristrutturazione potenziamento ed adeguamento depuratore di Lignano Sabbiadoro al D. Lgs 152/99 2 Intervento DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE SALIENTI Il progetto costituisce il secondo Intervento funzionale all interno di un piano di interventi complessivi per l adeguamento del depuratore di Lignano

Dettagli

2. Descrizione dell impianto esistente

2. Descrizione dell impianto esistente 1. Premessa Il presente progetto riguarda l intervento di parziale revamping e di implementazione dell esistente impianto di depurazione a servizio della frazione di Torregrande del Comune di Oristano.

Dettagli

La scelta migliore per le aziende leader del settore caseario

La scelta migliore per le aziende leader del settore caseario La scelta migliore per le aziende leader del settore caseario Sviluppo sollecitato dal mercato Relazioni di lungo termine con il cliente Noi della DSS cooperiamo coi clienti e con altri partner commerciali

Dettagli

Prodotti per la Filtrazione SOLUZIONI CHIAVI IN MANO PER IL TRATTAMENTO ACQUE POTABILI E REFLUE

Prodotti per la Filtrazione SOLUZIONI CHIAVI IN MANO PER IL TRATTAMENTO ACQUE POTABILI E REFLUE Prodotti per la Filtrazione SOLUZIONI CHIAVI IN MANO PER IL TRATTAMENTO ACQUE POTABILI E REFLUE PRODOTTI PER LA FILTRAZIONE 999C1510.0.EUIT SEP09 Soluzioni per la fi ltrazione di acque civili e industriali

Dettagli

Depurazione ciclo acque: schemi e processi finalizzati alla riduzione delle dimensioni degli impianti

Depurazione ciclo acque: schemi e processi finalizzati alla riduzione delle dimensioni degli impianti La gestione dei sistemi fognari e depurativi: sostenibilità ambientale, aspetti giuridici ed economici 6 novembre 2009 - Centro Convegni IRIDE Depurazione ciclo acque: schemi e processi finalizzati alla

Dettagli

www.freylit.com Sistema di riciclaggio per l'acqua di lavaggio per tutti gli impianti di lavaggio di autoveicoli

www.freylit.com Sistema di riciclaggio per l'acqua di lavaggio per tutti gli impianti di lavaggio di autoveicoli www.freylit.com Sistema di riciclaggio per l'acqua di lavaggio per tutti gli impianti di lavaggio di autoveicoli Il sistema di riciclaggio completo FREYLIT consiste dei seguenti componenti: 1. Bacino raccolta

Dettagli

Processi a membrana: tecnologie innovative nel trattamento e riciclo delle acque reflue

Processi a membrana: tecnologie innovative nel trattamento e riciclo delle acque reflue Processi a membrana: tecnologie innovative nel trattamento e riciclo delle acque reflue GUSTAVO CAPANNELLI Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale Università degli Studi di Genova Utilizzo di acque

Dettagli

METODI PER L ELIMINAZIONE DELL ARSENICO

METODI PER L ELIMINAZIONE DELL ARSENICO Eliminazione dell arsenico delle acue potabili METODI PER L ELIMINAZIONE DELL ARSENICO u UTILIZZARE ACQUA NATURALMENTE PURA (AD ESEMPIO)DEL BACINO DEL LAGO u MISCELAMENTO CON ACQUA PURA (SENZA ARSENICO)

Dettagli

PRODOTTI E TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE IN UN DEPURATORE CIVILE O INDUSTRIALE. A. Mariani

PRODOTTI E TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE IN UN DEPURATORE CIVILE O INDUSTRIALE. A. Mariani PRODOTTI E TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE IN UN DEPURATORE CIVILE O INDUSTRIALE A. Mariani Xylem Water Solutions Italia SOMMARIO All interno di un depuratore civile o industriale operano

Dettagli

CORSO DI INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALE

CORSO DI INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALE CORSO DI INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALE ESERCITAZIONI CALCOLO DELLA LINEA DI TRATTAMENTO DEI LIQUAMI DI UN IMPIANTO BIOLOGICO A FANGHI ATTIVI AL SERVIZIO DI UNA CITTA DI 200.000 ABITANTI Si chiede di

Dettagli

Filtro a membrana autopulente

Filtro a membrana autopulente Filtro a membrana autopulente Soluzioni contro la legionella nelle condutture e accumuli d acqua potabile nuovi ed esistenti I filtri vengono impiegati in: - Hotel - Piscine - Docce - Case di cura - Cucine

Dettagli

OSMOSI INVERSA ROT EDT. La membrana osmotica

OSMOSI INVERSA ROT EDT. La membrana osmotica h C OMPONENTI PER T RATTAMENTO A CQ UE t t p : / / w w w. t e c n o c o m p r a t o. c o m s.r. l. Tecnocom S.r.l. Via F. Vannetti Donnini n. 65-59100 - PRATO (PO) - Italia Telefono +39 0574 661185 Fax

Dettagli

PICCOLI IMPIANTI: POTENZIAMENTO O DISMISSIONE? DUE CASI

PICCOLI IMPIANTI: POTENZIAMENTO O DISMISSIONE? DUE CASI PICCOLI IMPIANTI: POTENZIAMENTO O DISMISSIONE? DUE CASI DI STUDIO Ing. L. Falletti PICCOLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE: UPGRADE, OTTIMIZZAZIONE GESTIONALE O DISMISSIONE? Verona, 26 Ottobre 2011 I piccoli impianti

Dettagli

impianto di depurazione:

impianto di depurazione: La gestione dei fanghi in un impianto di depurazione: un processo chiave da tenere sotto controllo Ing. Maria Serena Gironi Product Manager Process Division HACH LANGE SRL mariaserena.gironi@hach-lange.it

Dettagli

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE FA125 IMPIANTO BIOLOGICO A FANGHI ATTIVI DELLA POTENZIALITA DI 125 ABITANTI EQUIVALENTI (rev. 111202) Introduzione alla tecnologia impiantistica La

Dettagli

MBR Membrane Bio-Reactor Compact Unit

MBR Membrane Bio-Reactor Compact Unit MBR Membrane Bio-Reactor Compact Unit environmental Innovazioni e vantaggi della tecnologia MBR MBR: una soluzione affi dabile per il trattamento ed il riuso delle acque refl ue ITALPROGETTI progetta e

Dettagli

INDICE. 1. Scheda Impianto... 3. 2. Caratteristiche Costruttive... 4. 3. Processo di depurazione... 5

INDICE. 1. Scheda Impianto... 3. 2. Caratteristiche Costruttive... 4. 3. Processo di depurazione... 5 INDICE 1. Scheda Impianto... 3 2. Caratteristiche Costruttive... 4 3. Processo di depurazione... 5 4. Scelta degli Additivi Chimici e Dosaggio... 5 5. Processo di Chiariflocculazione e Specifiche Vasca

Dettagli

http://svolgimentotracceesame.altervista.org/ Appunti concentrati dei Corsi di:

http://svolgimentotracceesame.altervista.org/ Appunti concentrati dei Corsi di: http://svolgimentotracceesame.altervista.org/ Appunti concentrati dei Corsi di: Il presente documento riassume in una decina di pagine per materia i concetti più importanti studiati nei rispettivi corsi

Dettagli

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE Depurazione acque reflue Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE : la soluzione di ISEA per la depurazione dei reflui conforme alla norma europea EN 12566-3 Prodotti certificati a marchio

Dettagli

Relazione tecnica del processo depurativo

Relazione tecnica del processo depurativo Relazione tecnica del processo depurativo La presente Relazione ha lo scopo di illustrare il processo depurativo, dell impianto di trattamento acque reflue civili, sito in Riva Ligure (IM). L impianto

Dettagli

TUTELA ED UTILIZZO DELLE RISORSE IDRICHE IN AMBITO PRODUTTIVO : GESTIONE DI UN REFLUO INDUSTRIALE Verona, 22 Ottobre 2009 Relatore: dott.ssa Bacuzzi Lorena ... CHI SIAMO opera nel settore della depurazione

Dettagli

LA GIORNATA DELL ACQUA. Scuola Media Tartini Classe II C

LA GIORNATA DELL ACQUA. Scuola Media Tartini Classe II C LA GIORNATA DELL ACQUA Scuola Media Tartini Classe II C 6 Marzo 2014 Volume totale di acqua sulla terra 1,4 miliardi di km3 La superficie della terra è ricoperta dal 71% da acqua. Questa superficie si

Dettagli

Con il patrocinio di. Relatore: dr. Giorgio Serra, Gruppo Gestione Processi, PIAVE SERVIZI www.pianeta-acqua.com

Con il patrocinio di. Relatore: dr. Giorgio Serra, Gruppo Gestione Processi, PIAVE SERVIZI www.pianeta-acqua.com Con il patrocinio di Affidataria del Servizio Idrico Integrato dall A.A.T.O. VENETO ORIENTALE. Società interamente partecipata da 39 Enti Locali tra le Provincie di Venezia e Treviso, composta dalla fusione

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO POLITECNICO DI MILANO FACOLTA DI INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE E TERRITORIALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E TERRITORIO Simulazione del processo biologico di un impianto di depurazione.

Dettagli

Filtri e Filtri-Riduttori GAMMA DEI PRODOTTI. L acqua è vita: noi la manteniamo pulita in modo semplice.

Filtri e Filtri-Riduttori GAMMA DEI PRODOTTI. L acqua è vita: noi la manteniamo pulita in modo semplice. Filtri e Filtri-Riduttori GAMMA DEI PRODOTTI L acqua è vita: noi la manteniamo pulita in modo semplice. L acqua è vita L acqua è un elemento indispensabile alla vita ed è, quindi, doveroso prestare la

Dettagli

*********************************

********************************* FILTRO PERCOLATORE AEROBICO (FPAL N 9000 NR) USCITA BASSA SCARICO SU SUOLO/SUBIRRIGAZIONE ********************************* RELAZIONE, SCHEDA TECNICA E MANUALE D USO E MANUTENZIONE Voce di Capitolato Fornitura

Dettagli

Al servizio dell acqua

Al servizio dell acqua TORCHIANI IMPIANTI - TRATTAMENTO ACQUE INDUSTRIALI a cura della redazione Al servizio dell acqua Torchiani Impianti è specialista nelle tecnologie per il trattamento globale dell acqua in svariati ambiti

Dettagli

DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA

DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA ECOMACCHINE S.p.A. Via Vandalino 6 10095 Grugliasco (TO) Tel.: +39.0114028611 Fax: +39.0114028627 Email: ecomacchine@ecomacchine.it Web: www.ecomacchine.it DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA I distributori

Dettagli

MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE

MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE Rev. 07 del 03/02/2015 Pag. 1 di 5 Impianto di produzione e distribuzione Acqua alta Qualità FONTANELLO ACQUA CR-ISTAL MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE Rev. 07 del 03/02/2015 Pag. 2 di 5 1. INTRODUZIONE

Dettagli

SISTEMI AD ULTRAFILTRAZIONE ED OSMOSI INVERSA

SISTEMI AD ULTRAFILTRAZIONE ED OSMOSI INVERSA SISTEMI AD ULTRAFILTRAZIONE ED OSMOSI INVERSA Tecnologia innovativa per processi di chiarificazione, concentrazione, separazione di inquinanti o di sostanze disciolte recuperabili o indesiderabili, organiche

Dettagli

Trattamenti acque reflue. Impianti Industriali 2-2009 1

Trattamenti acque reflue. Impianti Industriali 2-2009 1 Impianti Industriali 2-2009 1 Le acque di scarico inquinate devono essere sottoposte, prima del trattamento vero e proprio, ad un pretrattamento. Il pretrattamento consiste in una o più operazioni fisiche

Dettagli

UPGRADING E GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO - ESPERIENZE NAZIONALI A CONFRONTO -

UPGRADING E GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO - ESPERIENZE NAZIONALI A CONFRONTO - Workshop UPGRADING E GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO - ESPERIENZE NAZIONALI A CONFRONTO - 16 EDIZIONE - Roma, 29-30 novembre 2012 IL PROCESSO DEMON PER IL PRETRATTAMENTO DEI

Dettagli

PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO (DI CALCOLO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE)

PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO (DI CALCOLO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE) PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO (DI CALCOLO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE) popolazione servita (max.) ab.eq. 45.000,00 dotazione idrica l/ab/d 350,00 coeff. di afflusso 0,80 tipo di fognatura mista portata di

Dettagli

C.A.D.F. S.p.A. Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura

C.A.D.F. S.p.A. Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura C.A.D.F. S.p.A. C.A.D.F. S.p.A., società a capitale pubblico gestisce il Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura Codigoro Via Alfieri.3 Tel: 0533725111 Fax: 0533713617 Internet: www.cadf.it

Dettagli

NEW. SOLUZIONI per il MIGLIORAMENTO delle ACQUE MAREA ECO MAREA ECO DUPLEX MAREA PURO

NEW. SOLUZIONI per il MIGLIORAMENTO delle ACQUE MAREA ECO MAREA ECO DUPLEX MAREA PURO NEW SOLUZIONI per il MIGLIORAMENTO delle MAREA ECO MAREA ECO DUPLEX MAREA PURO PRETTY Marea MAREA ECO MAREA ECO DUPLEX Addolcitori ecologici Alte prestazioni e consumi minimi MAREA ECO richiede per la

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IDRAULICA, GEOTECNICA ED AMBIENTALE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO TESI DI LAUREA

Dettagli

Depuratore di Milano Nosedo Aspetti Gestionali e Controlli

Depuratore di Milano Nosedo Aspetti Gestionali e Controlli Depuratore di Milano Nosedo Aspetti Gestionali e Controlli SEMINARIO: Sistema depurativo delle acque di rifiuto Impianto di Milano Nosedo 16 giugno 2014 1 Lo scopo delle attività di gestione e controllo

Dettagli

LA MISURA DELL'EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE

LA MISURA DELL'EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE LA MISURA DELL'EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE Paola Foladori, Gianni Andreottola Università degli Studi di Trento via Mesiano 77, Trento Giuseppe Bonacina ABB SpA,

Dettagli

Dossier Introduzione ai processi di trattamento delle acque

Dossier Introduzione ai processi di trattamento delle acque Dossier Introduzione ai processi di trattamento delle acque agosto 2007 Schneider Electric Spa 1/8 Acqua bene primario e risorsa preziosa L acqua è una risorsa essenziale per tutti gli aspetti della vita:

Dettagli

GENERALITÁ IMPIANTI DI DEPURAZIONE BIOLOGICA A FANGHI ATTIVI

GENERALITÁ IMPIANTI DI DEPURAZIONE BIOLOGICA A FANGHI ATTIVI GENERALITÁ Il tipo di trattamento detto a fanghi attivi che utilizza una flora batterica prevalentemente aerobica è quello più utilizzato per il trattamento dei reflui civili in quanto consente uno scarico

Dettagli

Comune di GRAVINA in PUGLIA (BARI)

Comune di GRAVINA in PUGLIA (BARI) Comune di GRAVINA in PUGLIA (BARI) OPIFICIO ARTIGIANALE PRODUZIONE DI MANUFATTI PREFABBRICATI IN C.A. SP 137 Per Corato N.C.T. Foglio 85, P.lle 141-368 committenza PAN SYSTEM SRL Via F. Meninni, 283 70024

Dettagli

INVESTIRE IN NUOVE TECNOLOGIE PER UN RITORNO ECONOMICO NELLA DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE

INVESTIRE IN NUOVE TECNOLOGIE PER UN RITORNO ECONOMICO NELLA DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE INVESTIRE IN NUOVE TECNOLOGIE PER UN RITORNO ECONOMICO NELLA DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE Settala (MI), 18 Ottobre 2005 Relatore: Medolago Albani Alessandro ... CHI SIAMO P.I.ECO opera nel settore della

Dettagli

Independent Eco System (IES) è un modulo abitativo mobile energeticamente indipendente, utilizzabile in molteplici situazioni in cui è richiesta una

Independent Eco System (IES) è un modulo abitativo mobile energeticamente indipendente, utilizzabile in molteplici situazioni in cui è richiesta una Presenta Independent Eco System (IES) è un modulo abitativo mobile energeticamente indipendente, utilizzabile in molteplici situazioni in cui è richiesta una installazione off-grid, con completo distacco

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IDRAULICA, GEOTECNICA ED AMBIENTALE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO TESI DI LAUREA

Dettagli

LA SERIE ZB I modelli ad osmosi inversa della serie ZB sono ZB01, ZB02, ZB04.

LA SERIE ZB I modelli ad osmosi inversa della serie ZB sono ZB01, ZB02, ZB04. LA SERIE ZB I modelli ad osmosi inversa della serie ZB sono ZB01, ZB02, ZB04. Sono macchine molto compatte con la carrozzeria in acciaio inox e tutti i componenti a contatto con l'acqua osmotizzata sono

Dettagli

SUPPORTO INFERIORE. lubrificazione. I principali vantaggi di questo supporto sono i bassi costi di investimento e di manutenzione.

SUPPORTO INFERIORE. lubrificazione. I principali vantaggi di questo supporto sono i bassi costi di investimento e di manutenzione. SUPPORTO INFERIORE Il supporto inferiore Landy Eco è concepito per impedire perdite di lubrificante nell acqua. Si tratta di un supporto autolubrificato e completamente chiuso. Non è necessaria alcuna

Dettagli

Luglio 2012. 10/07/2012 055-211342 segreteria@confservizitoscana.it 1

Luglio 2012. 10/07/2012 055-211342 segreteria@confservizitoscana.it 1 VALUTAZIONE DEL QUADRO EMISSIVO DELLE SEZIONI DI TRATTAMENTO FANGHI DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO ACQUE (IMPIANTI DI DEPURAZIONE IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE) (punto p. alla parte l dell all. IV alla parte

Dettagli

POSSIBILI IMPIANTI APPLICATIVI

POSSIBILI IMPIANTI APPLICATIVI POSSIBILI IMPIANTI APPLICATIVI Impianti da posizionare a valle del trattamento secondario a fanghi attivi ed idonei a decolorare drasticamente le acque reflue el fine di renderle idonee al loro riutilizzo

Dettagli

Tecnologie innovative di trattamento di fanghi di depurazione per la produzione di ammendanti compostati misti

Tecnologie innovative di trattamento di fanghi di depurazione per la produzione di ammendanti compostati misti PROGRAMMA DI MASSIMA DELL ATTIVITA DI DOTTORATO DI RICERCA IN TECNOLOGIE CHIMICHE ED ENERGETICHE INQUINAMENTO E DEPURAZIONE DELL AMBIENTE XXIII CICLO Dottoranda: Titolo dell attività di dottorato di ricerca:

Dettagli

FOGNATURA IDEALE. Rispetto dei limiti imposti dal D. Lgs. 152/99. Impianto di depurazione. Fognatura separata. Acque nere.

FOGNATURA IDEALE. Rispetto dei limiti imposti dal D. Lgs. 152/99. Impianto di depurazione. Fognatura separata. Acque nere. FOGNATURA IDEALE Acque nere Fognatura separata Impianto di depurazione Rispetto dei limiti imposti dal D. Lgs. 152/99 Recapito cque bianche Eventuale trattamento In definitiva: FOGNATURA UNITARIA Acque

Dettagli

www.acqueweb.com www.acqueweb.com Filtri In Linea Contenitori a Riempimento Per conoscere i prezzi e i relativi sconti contattateci

www.acqueweb.com www.acqueweb.com Filtri In Linea Contenitori a Riempimento Per conoscere i prezzi e i relativi sconti contattateci INDICE Filtri In Linea Contenitori a Riempimento... 1 Filtri in Linea Integratori di sali minerali post osmosi... 2 Filtri in linea sedimento... 4 Filtri in linea carbone attivo... 7 Filtri In Linea Contenitori

Dettagli

R05_RELAZIONE IMPIANTO DI DEPURAZIONE PREFABBRICATO A FANGHI ATTIVI OSSIDAZIONE TOTALE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO CIVILI

R05_RELAZIONE IMPIANTO DI DEPURAZIONE PREFABBRICATO A FANGHI ATTIVI OSSIDAZIONE TOTALE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO CIVILI R05_RELAZIONE IMPIANTO DI DEPURAZIONE PREFABBRICATO A FANGHI ATTIVI OSSIDAZIONE TOTALE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO CIVILI oggetto: II VARIANTE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO H-FARM modifica

Dettagli

CORSO DI IMPIANTI IRRIGUI. Sistemi di filtrazione e fertirrigazione (pagg.. 1-49)

CORSO DI IMPIANTI IRRIGUI. Sistemi di filtrazione e fertirrigazione (pagg.. 1-49) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Dipartimento di Ingegneria Agraria CORSO DI IMPIANTI IRRIGUI PROF. G.L. CIRELLI Sistemi di filtrazione e fertirrigazione (pagg.. 1-49) A CURA DI: PROF. GIUSEPPE LUIGI

Dettagli

VISION 2020 Piano Strategico di Area Vasta del Nord Barese Ofantino

VISION 2020 Piano Strategico di Area Vasta del Nord Barese Ofantino VISION 2020 Piano Strategico di Area Vasta del Nord Barese Ofantino AZIONI PARTENARIALI: SCHEDA PER LE PROPOSTE DI INTERVENTO Parte I - Proposta Titolo dell intervento Localizzazione dell intervento Impianto

Dettagli

Sommario. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01. fanghi attivi. Impianti a. Impianti a fanghi attivi

Sommario. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01. fanghi attivi. Impianti a. Impianti a fanghi attivi Soario 33 Caratteristiche tecniche Gli impianti a sono sistemi di trattamento secondario che sfruttano l azione di colonie batteriche che rimanendo in sospensione nel liquame consumano il materiale organico

Dettagli

DEPURATORI ELETTROSTATICI KLEENTEK PER GLI OLI IDRAULICI E DI LUBRIFICAZIONE DELLE TURBINE.

DEPURATORI ELETTROSTATICI KLEENTEK PER GLI OLI IDRAULICI E DI LUBRIFICAZIONE DELLE TURBINE. DEPURATORI ELETTROSTATICI KLEENTEK PER GLI OLI IDRAULICI E DI LUBRIFICAZIONE DELLE TURBINE. INTRODUZIIONE. In confronto a qualche anno fa, la gestione degli oli di lubrificazione e di comando delle moderne

Dettagli

La progettazione e il dimensionamento della sezione di

La progettazione e il dimensionamento della sezione di Corso di formazione: La progettazione e la gestione degli impianti MBR La progettazione e il dimensionamento della sezione di filtrazione negli impianti MBR Dott. Matteo Vanossi Ecomondo 4 Novembre 2015

Dettagli

Impianti di trattamento delle acque reflue

Impianti di trattamento delle acque reflue Impianti di trattamento delle acque reflue Generalità sugli impianti di depurazione Un impianto di depurazione è costituito da una serie di trattamenti, volti alla rimozione degli inquinanti presenti nelle

Dettagli

PERFORAZIONE A PERCUSSIONE

PERFORAZIONE A PERCUSSIONE PERFORAZIONE A PERCUSSIONE Attrezzature e funzionamento L impianto è costituito da: un sistema di sollevamento (coppia di argani con frizione, funi di acciaio e torre); una a sonda cilindrica cava munita

Dettagli

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Via Fanin,, 48 40127 Bologna Tel. 051 4200324 luigi.petta petta@envis.itit

Dettagli

RELAZIONE GENERALE RELAZIONE GENERALE IMPIANTO DEPURAZIONE

RELAZIONE GENERALE RELAZIONE GENERALE IMPIANTO DEPURAZIONE Pagina 1 di 10 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 INQUADRAMENTO TERRITORIALE... 4 3 CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO ESISTENTE... 5 4 CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO A SEGUITO DELL INTERVENTO... 6 5 REALIZZAZIONE DI

Dettagli

IMPIANTI PER AUTOLAVAGGI IMPIANTI AUTOLAVAGGI. Divisione Depurazione E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE

IMPIANTI PER AUTOLAVAGGI IMPIANTI AUTOLAVAGGI. Divisione Depurazione E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE PER AUTOLAVAGGI FANGI ATTIVI VASCE SETTICE VASCE BIOLOGICE TIPO IMOFF 81 1. IMPIANTO PER AUTOLAVAGGIO CON SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA 2. IMPIANTO PER AUTOLAVAGGIO CON SCARICO IN CORSO D ACQUA SUPERFICIALE

Dettagli

Primel AG - Via Principale - 7608 Castasegna, Bregaglia (GR) Tel: +41 76 8198688 fedele.pozzoli@bluewin.ch

Primel AG - Via Principale - 7608 Castasegna, Bregaglia (GR) Tel: +41 76 8198688 fedele.pozzoli@bluewin.ch 2015 Primel AG - Via Principale - 7608 Castasegna, Bregaglia (GR) Tel: +41 76 8198688 fedele.pozzoli@bluewin.ch Imhoff/tricamerali e depuratori biologici SBR Introduzione Gli scarichi civili, sia domestici

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA AMBIENTALE. Ingg. Guido Scarano, Alessandro Scoccia

STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA AMBIENTALE. Ingg. Guido Scarano, Alessandro Scoccia STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA AMBIENTALE Ingg. Guido Scarano, Alessandro Scoccia STAZIIONE DII FIILTRAZIIONE 1. Introduzione La stazione di filtrazione a sabbia e a carboni attivi descritta nella presente

Dettagli

Trattamento ACQUE. SISTEMI di FILTRAZIONE. Rimozione polverino di zolfo

Trattamento ACQUE. SISTEMI di FILTRAZIONE. Rimozione polverino di zolfo Trattamento ACQUE SISTEMI di FILTRAZIONE Rimozione polverino di zolfo Case History Industria chimica di produzione dell acido solforico Il problema da risolvere Lo stream idrico sul quale intervenire,

Dettagli

Microbiologia delle acque reflue & Depurazione delle acque

Microbiologia delle acque reflue & Depurazione delle acque Microbiologia delle acque reflue & Depurazione delle acque 1 Acque reflue - acque di scolo di origine domestica o industriale che non possono essere smaltite in laghi o torrenti senza una preventiva depurazione

Dettagli

DEPURAZIONE BIOLOGICA AVANZATA Teoria e pratica dei processi. Cap. I INTRODUZIONE ALLA TEORIA DELLA DEPURAZIONE BIOLOGICA AVANZATA

DEPURAZIONE BIOLOGICA AVANZATA Teoria e pratica dei processi. Cap. I INTRODUZIONE ALLA TEORIA DELLA DEPURAZIONE BIOLOGICA AVANZATA DEPURAZIONE BIOLOGICA AVANZATA Teoria e pratica dei processi Cap. I INTRODUZIONE ALLA TEORIA DELLA DEPURAZIONE BIOLOGICA AVANZATA 11 12 DEPURAZIONE BIOLOGICA AVANZATA Teoria e pratica dei processi Premesse

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli