Rocca. Lugo di Romagna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rocca. Lugo di Romagna"

Transcript

1 Rocca Lugo di Romagna la Autorizzazione del Tribunale di Ravenna n. 467 del I Maggio Direttore Responsabile: Adriano Guerrini. Redazione: Carla Golfieri, Maria Giovanna Facchini, Gianfranco Camerini, Barbara Ghetti Impaginazione e Pubblicità: InteRa tel StampaTip. Moderna Foto: Gianni Bartolotti e Archivio Ufficio Stampa Comune di Lugo. Periodico dell Amministrazione Comunale di Lugo - Anno XXXIII - numero 2 - Aprile Poste Italiane - Tassa pagata - Invii senza indirizzo - DC/DCI/3250/2003/C - Ravenna Addio, caro Sindaco di Raffaele Cortesi Foto: Diego Bracci Abbiamo rivolto sabato 24 aprile 2010, con tutta la città, l estremo saluto ad Adriano Guerrini. E stato un momento toccante, di grande commozione e di partecipazione popolare. E stata la prova del legame profondo fra la comunità ed il suo Sindaco, un legame che non si è attenuato con il passare degli anni. Tutt altro. Le caratteristiche personali e politiche di Adriano Guerrini sono state tali da consentire a questo legame di continuare e di rinsaldarsi negli anni, fino al punto che per tutti i cittadini lughesi Adriano è stato identificato come IL SINDACO per antonomasia. Tracciare un profilo di Adriano Guerrini (Sindaco dal 1964 al 1976) come amministratore e come esponente politico della comunità lughese, richiede un punto di partenza che riguarda innanzitutto le sue caratteristiche personali. Adriano è stata una persona di grande disponibilità che non era solo di gesti formali ma di pensiero. Adriano ha sempre manifestato e, forse, ancora di più praticato, l apertura, l incontro rispetto alle persone ed alle idee; è sempre stato pronto all offerta di dialogo e di confronto. Una persona, un politico, un amministratore legato alla concretezza, al rapporto con il problema particolare ma al tempo stesso capace di tenere una visione aperta, un orizzonte ampio, un profilo elevato; un amministratore in grado di unire le diverse opinioni, di portarle a sintesi mantenendo, anche nel confronto vivace e polemico, una signorilità, un tratto di naturale gentilezza che ha segnato il suo modo di rapportarsi agli altri. Forse per indole personale ma forse anche per formazione e per la sua attività di giornalista, aveva imparato ad essere curioso, a cercare di capire, di arrivare al fondo delle questioni rispettando l interlocutore, dandogli valore. Proprio questa caratteristica personale l ha condotto non solo ad essere rispettato da tutti ma l ha portato ad essere uno straordinario innovatore. Ad essere un amministratore in grado di cogliere il segno dei tempi e proprio per ciò fortemente vocato alle novità. Di novità la società lughese aveva bisogno nella metà degli anni 60. Sono stati anni di sostanziale cambiamento degli assetti economici e sociali, delle gerarchie culturali. Adriano seppe allora intercettare queste spinte e questi movimenti profondi della comunità e seppe dare risposte convincenti alle energie che la società esprimeva. Forse è proprio vero che i sindaci, quando si propongono veramente di essere tali, dispongono della saggezza che aiuta a raccogliere e a indirizzare il senso di marcia della comunità. Per Adriano è stato così. In quel momento Lugo aveva bisogno di un sindaco che vivesse in sintonia con i cittadini, che li accompagnasse nei cambiamenti. Era l epoca del boom economico, delle lotte operaie, delle nuove conquiste sociali, dei movimenti studenteschi, della crescita urbana, della nascita di una nuova classe imprenditoriale, spesso costituita da operai che si mettevano in proprio sviluppando una forte componente di artigianato. Quartieri nuovi, un urbanistica popolare, ma non sciatta, bensì di qualità, le strutture sportive e di servizio, la riorganizzazione delle scuole a partire dalle scuole materne e dell ospedale, la crescita dell economia. Molte delle scelte di allora sono risultate lungimiranti: qualificano ancora oggi Lugo e ne segnano il rango sul territorio. Perfino nello sport fu innovatore, ideando quella Giornata dello Sport, alla quale era particolarmente affezionato e che ancora oggi celebriamo il 26 dicembre. Ricambiato con uguale affetto dagli sportivi lughesi. Ma era anche un momento di grande socializzazione, di richiesta di presenza dell istituzione comunale nel corpo vivo della comunità, oltre i momenti ufficiali e formali. Di questa esigenza nuova di relazione e di dialogo Adriano seppe farsi interprete a cominciare dal suo stare sulla piazza, dal frequentare i bar nel tempo libero, impostando un dialogo diretto, costante e continuativo con i cittadini, aiutato in questo da collaboratori di straordinaria sensibilità ed efficacia come Paolo Tozzi e dallo spirito di squadra degli amministratori e dei dipendenti comunali di allora. L apertura ed il dialogo furono una scelta precisa di rapporto con il movimento degli studenti del 68 e con le lotte operaie di quei tempi, con un attenzione costante ad evitare l esplosione di conflitti insanabili, e, al tempo stesso a raccogliere le potenzialità che potevano esprimersi.. L apertura e l innovazione caratterizzarono l invenzione delle Consulte di Circoscrizione ed il rapporto con le forze politiche all interno del Consiglio Comunale. Adriano elaborò e perseguì tra i primi il concetto di governo allargato della comunità, mettendo in pratica le felici intuizioni del Sindaco Dozza, il Sindaco del fare di Bologna. Diceva Dozza: Non è il Sindaco che governa i cittadini. Sono i cittadini che, attraverso il Sindaco, amministrano se stessi. Attraverso Guerrini i lughesi hanno amministrato se stessi e fatto crescere la comunità. Una straordinaria scelta di apertura fu quella che collegava Lugo all Italia ed all Europa. Il gemellaggio con Nervesa della Battaglia per onorare Francesco Baracca e la relazione (oltre i risentimenti, gli odi e l ideologia) verso i tedeschi con il gemellaggio fra Lugo e Kulmbach. Con una visione ampia che portò Lugo a gemellarsi con Choisy Le Roi in Francia, con Newburn in Inghilterra, con l attivazione ed il sostegno della Pro-loco e delle energie culturali della città fino al punto di cementare profondi sentimenti personali di amicizia tra Adriano, i Sindaci e gli esponenti di quelle città. Dunque il tratto distintivo di Adriano è stata la sua capacità di vivere e di agire in mezzo agli altri promuovendo novità condivise nel governo della comunità. Ha seguito questa strada anche nel governo della Provincia. Adriano non era tipo da rinchiudersi nella Rocca: fosse la Rocca di muratura o fosse una rocca di certezze ideologiche, di autosufficienza. Di questa apertura, che prescindeva dalle appartenenze ideologiche, abbiamo tuttora estrema necessità, perché essa è il motore vero della crescita di una comunità. Proprio perché nell apertura, nel dialogo, nel confronto è possibile far emergere ciò che di migliore c è dentro di noi. Adriano da questo punto di vista è stata una persona ricca, densa, che traeva la linfa delle radici profonde del mondo delle campagne di cui molti di noi siamo figli. Questo mondo contadino si riconosceva in valori precisi, dai quali Adriano aveva mutuato i suoi principi e percorsi di vita. Il rapporto con la famiglia, il legame con gli amici, la trasparenza nei rapporti e, soprattutto, la coerenza di riferimenti sulla libertà, sull eguaglianza, sulla solidarietà. Sono questi i valori profondi dell uomo, elaborati dall umanità nella sua storia millenaria, declinati nelle diverse epoche con accentuazioni e predominanze diverse: i valori che sostengono i concetti di rispetto e dignità delle persone. La matrice culturale e umana di Adriano poggiava su questi capisaldi e ad essi egli ha improntato la sua esperienza di vita, senza incertezze e senza esitazioni, senza se e senza ma. A cominciare dall adesione agli ideali della lotta partigiana, fino ai suoi ultimi giorni. Da questa ricchezza valoriale discende l essere stato un protagonista della buona politica, di quella che fa riferimento ai principi del riformismo romagnolo dell 800 e dei primi del 900. L essere stato un uomo politico eticamente solido, legato ai cittadini e proprio per questo rispettato ed amato. L essere stato senza riserve per la libertà e la democrazia anche istituendo a Lugo il Comitato unitario antifascista per la difesa della Costituzione per Lugo città chiusa al fascismo. Concludo richiamando proprio quanto scritto nelle scorse settimane da Adriano su Resistenza e Libertà, il bollettino dell ANPI di Ravenna, quello stampato per questo 25 aprile. Adriano ha scritto: Siamo all anniversario della Liberazione. Vorremmo in questo 25 aprile evitare lunghe disquisizioni legate a chi ha avuto la fortuna di poter rivivere nella memoria quel magico momento, la lunga battaglia che l ha preceduto e gli anni a seguire che ha vissuto. Certo non senza ribadire che ricorre il più alto momento storico nella nostra Italia nel secolo appena trascorso. Una pietra miliare sempre esaltante anche nei momenti più duri della lotta poiché preludeva appunto al 25 aprile, alla libertà, alla festa di tutto il popolo italiano, anche di coloro che ne godettero il risultato pur essendo opposti. Nel ricordo e con l immensa gratitudine per chi aveva dato la sua vita, l Italia celebrava l inizio di una nuova realtà statuale, preludio alla Costituzione e alla nascita della Repubblica. Ripetiamo quindi, nel ricordo del nostro Boldrini, una festa per tutti, che il popolo unito ne ha inciso i principi nella Carta Costituzionale; perché venissero sempre difesi da ogni attacco eversivo. E non mancarono sempre respinti e annullati dal Paese unito, nonostante le differenze ideologiche e sociali proprio come fu nella Resistenza. Questo è stato il solco tracciato da Adriano Guerrini nella nostra terra. E un solco profondo che ha seguito la traccia dell identità e l ha arricchita di un apporto specifico, sul piano personale e sul piano politico. In questo solco è possibile seminare bene ed è possibile pensare che crescano buone piante. A noi spetta questo compito. Seminare bene e fare crescere buone piante. Mi auguro che tutti noi siamo in grado di assumerci questa responsabilità in modo tale da portare avanti, nel tempo, l esempio e la volontà di Adriano Guerrini.

2 2 La Rocca - n. 2 aprile 2010 Eventi Riferimenti Sindaco e assessori DELEGHE RIFERIMENTI TELEFONICI, PECCATO NON BERLA! La buona acqua di casa tua Sindaco RAFFAELE CORTESI Fondazione Teatro Rossini e politiche culturali politiche sanitarie polizia municipale sicurezza protezione civile progetti speciali segretaria ANNA PIA NICOLETTI tel fax portavoce: GIANFRANCO CAMERINI Vice Sindaco FAUSTO CAVINA Affari generali sistema della mobilità società partecipate cimiteri ufficio elettorale gemellaggi segretaria DANIELA CONTI tel fax Assessore GIOVANNI COSTANTINI organizzazione e personale innovazione interna informatica bilancio comunicazione sportello alla persona (urp e demografici) segretaria DANIELA CONTI tel fax mail: Assessore Assessore Assessore Assessore Assessore Assessore Assessore ALESSANDRA FIORINI NICOLA PASI PATRIZIA RANDI MARCO SCARDOVI LAURA SUGHI OMBRETTA TOSCHI SECONDO VALGIMIGLI coordinamento delle politiche di welfare e sociali integrazione socio sanitaria politiche attive per la casa urbanistica edilizia privata ambiente qualità urbana e territoriale scuola formazione lavoro inserimento lavorativo infanzia 0/6 anni politiche giovanili biblioteche e musei associazionismo culturale attività economiche e turismo polizia amministrativa sportello unico alle imprese marketing territoriale incubatore nuove imprese sussidiarietà immigrazione politiche per la famiglia volontariato sport e tempo libero pari opportunità pace e solidarietà internazionale lavori pubblici patrimonio verde pubblico decentramento segretaria FRANCA LEGA tel fax mail: segretaria SILVIA TRONCONI tel fax mail: segretaria CARLA GUERRA tel fax segretaria ELENA TULLI tel fax segretaria DANIELA VERSARI tel fax segretaria FRANCA LEGA tel fax segretaria MARILANDA BIONDI tel fax L acqua del rubinetto è buona, garantita, controllata ed economica. Berla consente di risparmiare, in quanto costa duecento volte meno di quella minerale e fa bene all ambiente: basti pensare alle tonnellate di bottiglie di plastica che finiscono in discarica e al fatto che, bere un litro d acqua del rubinetto in sostituzione di quella in bottiglia, equivale ad evitare di percorrere quasi due chilometri in auto. Non berla è davvero un peccato. Per questo le amministrazioni comunali di Ravenna e Lugo hanno promosso la campagna denominata appunto Peccato non berla! La buona acqua di casa tua, che vede impegnati come testimonial i sindaci Fabrizio Matteucci e Raffaele Cortesi e che intende sensibilizzare i cittadini a bere l acqua del rubinetto. La campagna è organizzata in collaborazione con il Gruppo Hera, gestore del servizio idrico integrato, e Romagna Acque, gestore delle fonti di produzione dell acqua potabile distribuita nel ravennate e nel lughese. Questa campagna di comunicazione rappresenta una prima concreta attuazione degli impegni assunti dai sindaci di Ravenna e Lugo il 22 marzo con la sottoscrizione, insieme ad altri 223 Comuni, del manifesto Oggi cambiamo il corso dell acqua, organizzata dal Gruppo Hera. Con tale firma ci si è voluti formalmente impegnare a incentivare e sostenere l utilizzo dell acqua della rete presso i cittadini e in tutte le sedi pubbliche, a garantire la qualità dell acqua erogata, la correttezza del processo di potabilizzazione e a condividere tutte le iniziative realizzate a livello locale in questo senso. La campagna Peccato non berla! La buona acqua di casa tua, prevede: un ampia azione promozionale che è iniziata lunedì, 26 aprile, tramite manifesti, locandine e materiale divulgativo con i quali i sindaci Fabrizio Matteucci e Raffaele Cortesi si rivolgono ai cittadini dei rispettivi comuni per sollecitarli ad utilizzare l acqua di rubinetto la spedizione ai capifamiglia di un opuscolo informativo sulla bontà e la qualità dell acqua di casa nostra e con indicazioni strettamente connesse alla realtà del territorio la realizzazione di una apposita vetrofania da esporre in tutti i luoghi e locali che utilizzeranno acqua di rubinetto un momento di incontro con la cittadinanza a Ravenna e Lugo nel corso del quale sarà distribuita una brochure informativa sul sistema idrico integrato territoriale e sui dati relativi alla qualità dell acqua dei nostri rubinetti; ai cittadini che porteranno almeno cinque bottiglie di acqua minerale in Pet sarà consegnata una borraccia con il logo dell iniziativa. Le borracce rimaste a disposizione saranno donate alle scuole, sempre dietro un corrispettivo di bottiglie di plastica.

3 Attualità La Rocca - n. 2 aprile I Sindaci e la tratta Lavezzola-Faenza Nella Sala Consiliare del Comune di Lugo, si è tenuto un importante incontro sul tema dei crescenti e frequenti disagi per gli utenti della linea Lavezzola-Faenza. All incontro, organizzato dal Presidente dell Unione dei Comuni della Bassa Romagna Raffaele Cortesi, hanno partecipato: il Sindaco di Massa Lombarda Linda Errani, il Sindaco di Sant Agata sul Santerno Antonio Amadei, il vice sindaco di Conselice Stefano Andraghetti, il dirigente settori trasporti della Provincia di Ravenna Giovanni Lontani, il funzionario all assessorato mobilità e trasporti della Regione Emilia Romagna Cesare Sgarzi, il consigliere regionale Mario Mazzotti, Arturo Pavesi della direzione commerciale di RFI e Aurelio Minonne, responsabile commerciale della direzione regionale Emilia Romagna di Trenitalia. L incontro- ha commentato Cortesi- è stato organizzato dagli amministratori locali preoccupati per il malfunzionamento del servizio sulla linea ferroviaria in questione; si sono verificate ben due soppressioni di treni nello scorso mese di marzo, cinque ritardi di oltre 30 minuti e 2 superiori ai 15 minuti. Trenitalia e RFI, dal canto loro, hanno puntualizzato che i problemi sono dovuti ai nuovi sistemi di sicurezza entrati in funzione, sistemi che obbligano i treni a procedere ad una velocità più bassa e ai 48 passaggi a livello della tratta. Pur trattandosi di un incontro interlocutorio- ha proseguito il presidente dell Unione - è stato molto utile per le nostre amministrazioni far rilevare ulteriormente l importanza della linea Faenza Lavezzola (11 corse e qualcosa come passeggeri al giorno n.d.r.). Si tratta di una linea di spicco del corridoio adriatico anche per il trasporto merci, ragion per cui se ne è richiesta da tempo l elettrificazione della linea. La sottostazione di Lugo, ad esempio, è stata concepita in questa prospettiva. Nel corso dell incontro RFI e Trenitalia si sono impegnati a predisporre un nuovo schema di orari che sia più consono alle esigenze dell utenza e a verificare il programma di manutenzione degli impianti. Al tempo stesso proseguirà, in sede regionale, il confronto per una ristrutturazione adeguata della linea e per il rinnovo del materiale rotabile. Questa tratta è inserita nel Piano Regionale dei Trasporti come tratta di grande interesse. Foto: G. Bartolotti Le cento volte del Giro di Romagna Sono ben 100 le candeline del Giro di Romagna, la storica gara ciclistica per professionisti la cui prima edizione risale al 1 maggio In attesa della corsa rivolta ai big, in programma il 5 settembre, con partenza Lugo e arrivo a Lugo, sono numerose le manifestazioni finalizzate a celebrare non solo l aspetto sportivo dell evento ma anche tese a promuovere l identità dei territori toccati dal percorso. Da segnalare almeno due novità di quest edizione: il coinvolgimento pieno dell Unione dei Comuni della Bassa Romagna e la celebrazione del centenario. Il programma è stato presen- tato in Rocca dai rappresentanti di tutti gli enti e associazioni coinvolti. Si tratta di due novità importanti, stimoli per fare ancora meglio e dare il giusto risalto a tutti gli eventi in programma- ha precisato Raffaele Cortesi, sindaco di Lugo e presidente dell Unione dei Comuni precisando che- la Ciclistica Baracca, vero perno dell organizzazione, può contare su numerosi sostenitori e quest anno anche sull Unione, proprio per dare lustro ad iniziative che contribuiscono in maniera importante alla promozione dei nostri territori. L edizione 2010 si caratterizza per un programma ricco a cui hanno collaborato numerosi enti di promozioni sportiva, istituzioni ed associazioni. In calendario, manifestazioni cicloturistiche alla scoperta del territorio, attività sportive, incontri, tavole rotonde e mostre. Al di là dell aspetto prettamente sportivo, ad emergere in modo significativo è il valore culturale ed identitario che la bicicletta ha per il nostro territorio, tanto da essere stata scelta anche come simbolo dell Unioneha dichiarato Mirco Bagnari, referente per le attività sportive dell Unione dei Comuni, e l edizione del Centenario si fa promotrice del territorio, coinvolgendo numerosi altri enti al fine di realizzare un maggior numero di iniziative. Motore di tutto è la Ciclistica Baracca che, già lo scorso anno, ha contribuito alla costituzione dell associazione GirodellaRomagna.net. Era il 1 maggio 1910 quando un gruppo di temerari diede il via all avventura di questo nostro Giro della Romagna, ha spiegato Giorgio Tampieri, presidente della Ciclistica Baracca. Oggi, temprati dall esperienza delle edizioni precedenti, vogliamo celebrare quest avvenimento nel modo più degno. È per questo che si è lavorato ad un progetto ambizioso, che ci serva anche in futuro. Pesaro-Lugo: nozze Rossiniane Pesaro e Lugo vanno a nozze. Nozze rossiniane, evidentemente. Le due città, da oltre due secoli considerate le due patrie di Gioachino Rossini che amava definirsi il Cigno di Pesaro e il Cignale di Lugo, alludendo ironicamente al fatto di essere nato a Pesaro ma di avere trascorso alcuni anni della giovinezza a Lugo, paese originario dei genitori, hanno trovato uno storico accordo: le due massime fondazioni culturali delle due città, la Fondazione Rossini di Pesaro e la Fondazione Teatro Rossini di Lugo, nei prossimi anni collaboreranno strettamente per accre- scere la cultura e la diffusione dell opera rossiniana nel mondo. Primo atto di questo matrimonio è la donazione da parte della Fondazione Rossini di Pesaro alla città di Lugo di tutte le preziose opere di e su Rossini pubblicate in oltre 40 anni di studi e di approfondimenti sui testi originali effettuati dai maggiori musicologi sotto l egida della Fondazione Rossini: stiamo parlando cioè delle cosiddette edizioni critiche delle maggiori opere di Rossini, sia teatrali che strumentali, dei libretti e del ricco materiale editoriale pubblicato durante i 30 anni del Rossini Opera Festival, le edizioni a stampa degli atti dei numerosi convegni di studio, insomma di tutto ciò che è stato prodotto nella città marchigiana depositaria dell eredità rossiniana. Un enorme patrimonio (31 titoli d opera per un totale di 55 partiture musicali, 24 volumi di commento critico, 4 volumi di epistolari, 15 volumi della collana I libretti di Rossini, 4 volumi della collana Saggi e fonti, 4 volumi di Iconografia rossiniana ) che improvvisamente sarà a disposizione di studiosi e melomani. Dove? Al Fondo Malerbi della Biblioteca Trisi (a fianco del teatro intitolato al compositore) dove da tempo si può trovare tutto ciò produssero (opere e documenti) i fratelli musicisti lughesi Luigi e Giuseppe Malerbi, presso la cui scuola si formò il giovanissimo Rossini. Nella Sala Giunta del Comune di Lugo ha avuto luogo la cerimonia ufficiale di consegna di questo tesoro editoriale, presenti i sindaci di Lugo e Pesaro, il Presidente della Fondazione Rossini di Pesaro Oriano Giovanelli, il Sovrintendente del Rossini Opera Festival Gianfranco Mariotti e il direttore del Teatro Rossini di Lugo Mauro Emiliani. Il tutto favorirà fin da subito una piena collaborazione fra le due istituzioni per l approfondimento del Fondo Malerbi e per lo studio delle opere del primo Rossini.

4 C M Y CM MY CY CMY K Esame computerizzato del piede - Plantari e scarpe su misura - Busti - Calze elastiche - Sistemi antidecubito e di trasferimento - Saliscale - Tutori ortopedici - Ausili per disabili e anziani NOLEGGIO: letti, apparecchi per magnoterapia, ultrasuoni, mobilizzatori di ginocchio/spalla/caviglia... CONSEGNA A DOMICILIO Via Provinciale Cotignola, 22/1 - Lugo (Ra) Tel Colori compositi ( AIUTALO CON I pannolini lavabili per la sua salute per il tuo risparmio per il nostro ambiente parliamone. ( (la cosa più bella del mondo) Lugo via Acquacalda, 25

5 Attualità/Cronaca La Rocca - n. 2 aprile Inaugurati Salone Estense ed ex Museo Baracca Foto: Diego Bracci Inaugurati il Salone Estense in Piazza dei Martiri e gli ambienti del Museo Baracca, restaurati e recuperati grazie ai contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e POR FESR Emilia Romagna Erano presenti alla cerimonia Raffaele Cortesi, sindaco di Lugo, Francesco Giangrandi, presidente della Provincia di Ravenna, Lanfranco Gualtieri, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, Antonella Ranaldi, soprintendente ai beni ambientali ed architettonici di Ravenna e Giovanni Liverani, responsabile del servizio patrimonio del Comune di Lugo. Per quanto riguarda il Salone Estense, scoperto durante un intervento di restauro, i lavori hanno riguardato principalmente il restauro del soffitto ligneo, che è stato completamente restituito all aspetto originario, risalente al XV secolo; si è potuto risalire alla data grazie alle tecniche della dendrocronologia. Lo studio del legno utilizzato ha permesso di risalire all età del salone, che è comunque contrassegnato anche da immagini che parlano chiaro. Il Salone Estense si trova nel lato nord della Rocca e il restauro ha riguardato anche le strutture portanti; ha una capienza di circa settanta posti a sedere. Questo spazio- ha precisato il sindaco di Lugo Raffaele Cortesi- sarà destinato a sala convegni, e proprio per le sue caratteristiche anche a luogo per incontri pubblici. Il Museo Baracca dedicato all eroe dell aviazione è attualmente ubicato in via Baracca. Per circa quattro lustri i cimeli dell aviatore sono stati esposti in un locale allestito all ingresso della Rocca, lato est per chi sale la scalinata principale. Ora questo spazio, composto da un piccolo vestibolo e da una saletta per un totale di circa sessanta metri quadrati, è stato restituito all aspetto che aveva quando fu destinato a museo, negli anni 20. Mentre nell 800, come risulta dalle mappe ottocentesche della Rocca, questo spazio faceva parte delle carceri lughesi, sufficentemente capienti da contenere un centinaio di detenuti. Un Consiglio Comunale on line Dal 18 febbraio, ha preso il via un nuovo servizio di cui tutti i cittadini possono fruire. E possibile seguire on-line le dirette del Consiglio comunale e, successivamente, poter consultare la registrazione audio video dell ultima seduta. Tutto questo sarà disponibile sul sito del Comune. Il link alla diretta audio video ed il filmato verranno pubblicati, a partire dalla home page, nella sezione Comune di Lugo informa - Sedute del Consiglio Comunale. Il giorno della seduta, inoltre, il link alla diretta sarà disponibile tra le notizie in evidenza nella home page medesima. La ripresa video avviene con una telecamera fissa ad alta risoluzione, telecamera posizionata centralmente all ingresso della sala. L audio integrato nel filmato, proviene dal circuito di amplificazione, al fine di garantirne la migliore qualità possibile. La diretta può essere seguita utilizzando semplicemente un browser Internet, collegandosi al link pubblicato. Per motivi tecnici, è necessario utilizzare il browser Microsoft Internet Explorer dalla versione 5.5 in avanti, dopo aver accettato l installazione di un componente Active-X che viene proposta al primo utilizzo del servizio. Si tratta di un importante novità- puntualizzano il nuovo assessore alla comunicazione Giovanni Costantini e il sindaco di Lugo Raffaele Cortesi- in quanto il sistema di videoregistrazione nella sala del Consiglio Comunale permetterà di venire incontro all esigenza di una maggiore fruibilità delle sedute, spesso poco partecipate; una richiesta venuta direttamente dai cittadini che è stata realizzata con la volontà di offrire maggiore trasparenza da parte dell amministrazione comunale. Verde pubblico, un patrimonio per la città Verde pubblico, un patrimonio che appartiene a tutta la cittadinanza, definizione con una origine ben precisa, quella del Protocollo di Kyoto, oltre le normative nazionali ed Europee. Il regolamento che è stato approvato il 27 novembre del 2008 con Deliberazione della Giunta ed è entrato in vigore dal 1 gennaio dell anno successivo. Ha come obiettivo quello di tutelare la vegetazione del territorio comunale, come un patrimonio che appartiene a tutta la cittadinanza. Il Regolamento detta disposizioni a tutela delle alberature, di parchi, giardini pubblici e privati, delle aree di pregio ambientale (aree boscate, siepi, macchie), delle aree agricole a verde non direttamente interessate dalle coltivazioni (maceri, fossi, scoli e prati stabili). Sono oggetto di salvaguardia le alberature : - alloctone aventi diametro del tronco superiore a cm. 40 o circonferenza cm 126 rilevato a m. 1 dal colletto; - autoctone e/o presenti all interno dell Allegato 1 aventi diametro del tronco superiore a cm. 20 o circonferenza cm 63 rilevato a m. 1 dal colletto. Ovvero, tutte le piante al di sotto dei suddetti diametri possono essere abbattute senza comunicazione da parte del privato e/o della Ditta. Sono escluse inoltre: piantagioni di alberi da frutta, pioppi ibridi,noci da taglio in coltivazioni specializzate o semi specializzate e piante da frutto sparse, orti botanici, vivai e simili. Al contrario, le piante con diametro superiore a quello indicato, come prevede l articolo numero 6, sono soggette a debita comunicazione secondo il modulo comunicazione abbattimento. L avente titolo dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità l esistenza di una tra le condizioni presupposte e necessarie all abbattimento: pericolo di crollo, stato di malattia irreversibile, danni oggettivamente riscontrabili a strutture e/o impianti tecnologici, eccessiva densità di impianto (limitatamente agli alberi soccombenti). Si può procedere all abbattimento decorsi 30 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte dell Ufficio Protocollo del Comune. Gli alberi abbattuti devono essere sostituiti da altrettanti esemplari, a seconda delle dimensioni dell albero abbattuto o, in alternativa, il proprietario potrà decidere di versare all ente una somma di Euro 100 per ogni albero non reimpiantato. Tale somma sarà utilizzata dall ente per la rinaturalizzazione di aree pubbliche. L art. 9 del regolamento, invece, detta nelle aree di cantiere l obbligo di adottare accorgimenti utili ad evitare il danneggiamento dell albero presente (lesioni alla corteccia e alle radici, rottura di rami, ecc ). L art. 10 descrive le distanze di impianto ideali dai confini. Ad esempio: alberi di prima grandezza devono essere posti ad almeno 450 centimetri dal confine di proprietà. L art. 12 prescrive per gli interventi di nuova costruzione, ampliamento e ristrutturazione integrale e la presentazione di un elaborato relativo alla sistemazione degli spazi aperti, con l indicazione delle zone alberate, delle zone a prato e, infine, delle superfici pavimentate impermeabili: quest ultime non dovranno essere superiori all 80% dell area scoperta, fatta eccezione per le aree produttive, per le quali è richiesta una superficie pavimentata impermeabile non superiore di norma al 90% dell area scoperta. L art. 24 vieta un elenco di comportamenti all interno dei parchi pubblici e aree verdi in generale. In primis, nelle aree verdi denominate Marinai d Italia, Il Tondo, Parco del Loto ; inoltre nell area di pertinenza del Palazzetto dello sport e nelle aree verdi poste in piazza Martiri, è vietato accedere con cani. Nel Parco del Tondo nemmeno i velocipedi possono entrare anche se condotti a mano. In tutte le altre aree verdi, ad esclusione delle aree adibite a sgambatoio cani, è fatto obbligo ai cittadini proprietari dei cani di condurre i loro animali al guinzaglio e di essere muniti di paletta e sacchetto per asportarne le feci. FIERA alle PORTE? Prenota la tua moquette RISPARMI! S. AGATA SUL SANTERNO Via U. Mori, 8 (zona ind. Lugo) tel Fax DETTAGLIO - INGROSSO - POSA IN OPERA Controsoffitti Cartongesso Pareti divisorie Pavimenti legno Moquette Passatoie Carta da parati Isolanti PVC Zerbini Battiscopa Cornici Rosoni Colonne

6 l albero della vita Abbigliamento e detergenza biologici per neonati - bambini - adulti e libri del benessere. via Baracca, 82/1 - LUGO (Ra) - tel Abbiamo deciso di fare più sport... ci siamo spostati in via Baracca! via Baracca, 28 - Lugo Quando una bottiglia di vino può essere un piacere quotidiano o un regalo speciale... VINI, SPUMANTI, DISTILLATI, GLI ACCESSORI E IDEE REGALO DI ARTI E MESTIERI LE ESCLUSIVE CERAMICHE GENSINI oggetti per ogni stagione LUGO - RA Via Baracca, 79/2 Tel Via Baracca, 79/1 LUGO

7 Bilancio preventivo La Rocca - n. 2 aprile Foto: Diego Bracci Comune di Lugo: bilancio preventivo 2010 Ai sensi dell art. 6 legge 25/2/1987 n. 67, si pubblicano i seguenti dati relativi al bilancio preventivo 2010 ed al conto consuntivo ) le notizie relative alle entrate e alle spese sono le seguenti: Previsioni di Denominazione competenza da bilancio anno 2010 Avanzo di amministrazione Tributarie ,05 Contributi e trasferimenti (di cui dallo Stato) (di cui dalle Regioni) , , ,80 Extratributarie ,02 (di cui per proventi servizi pubblici) ,82 Totale entrate di parte corrente Alienazione di beni e trasferimenti , ,44 (di cui dallo Stato) (di cui dalle Regioni) Assunzioni di prestiti (di cui per anticipazioni di tesoreria) 4.929, , , ,00 Totale entrate conto capitale ,44 Partite di giro Totale Disavanzo di Gestione Totale generale , , ,51 Accertamenti da conto consuntivo anno , , , , , , , , , , , , , , ,48 Denominazione Disavanzo amministrazione Correnti Rimborso quote di capitale ammortamento mutui Totale spese di parte corrente Spese di investimento Totale spese conto capitale Rimborso anticipazioni di tesoreria e altri Partite di giro Totale Avanzo di Gestione Totale generale Previsioni di competenza da bilancio anno , , , , , , , , ,51 Impegni da conto consuntivo anno , , , , , , , , ,48 2) la classificazione delle principali spese correnti ed in conto capitale, desunte dal consuntivo, secondo l analisi economico-funzionale, è la seguente: (in euro) Ammin.ne gestione e controllo Istruzione e cultura Abitazioni Attività sociali Trasporti Attività economiche , , , , , ,77 500, , , , , , , ,32 Personale Acquisto beni e servizi Interessi passivi Investimenti effettuati direttamente dall Amministrazione Investimenti indiretti Totale , , , , , , , , , ,75 Totale , , , , ,34 3) la risultanza finale a tutto il 31 dicembre 2008 desunta dal consuntivo (in euro) Avanzo di amministrazione dal conto consuntivo dell anno 2008 Ammontare dei debiti fuori bilancio comunque esistenti e risultanti dalla elencazione allegata al conto consuntivo dell anno , ,00 4) le principali entrate e spese per abitante desunte dal consuntivo sono le seguenti: Entrate correnti 963,59 di cui tributarie 340,85 contributi e trasferimenti 270,72 altre entrate correnti 352,02 Spese correnti di cui personale acquisto beni e servizi altre spese correnti 816,94 262,02 358,93 195,99 IL SINDACO Cortesi Raffaele Cucina Tipica Romagnola L Ustareja d e Sol Pasta fatta in casa & cucina a base di pesce Specialità: paella e spaghetti allo scoglio bruschette e pizza al tegamino banchetti e cerimonie Prezzi: da 11,00 a 30,00 Euro SOLAROLO Via Di Vittorio, 33 tel Cell Aperto mezzogiorno e sera Chiuso il martedì InteRa s.r.l. Sede di Ravenna Via R. Murri 27, Ravenna tel fax: Sede di Lugo Via Baracca 68, Lugo RA tel fax:

8 8 La Rocca - n. 2 aprile 2010 Cronaca La città dei bambini 2010 a Lugo: giornate clou il 21 ed il 22 maggio Anche quest anno Lugo ha festeggiato l infanzia nel mese di maggio con La città dei bambini. Venerdì 21 maggio il centro storico ha accolto i bambini e di tutte le scuole d infanzia della città e delle frazioni che hanno assistito alle letture animate di lettori volontari e professionisti in luoghi suggestivi: il Pavaglione, il Giardino pensile della Rocca, il Chiostro della Banca del Monte, il piazzale davanti alla Chiesa di Sant Onofrio, il cortile della chiesa del Carmine,ecc Sotto i portici del Pavaglione sono stati allestiti degli stand di varie associazioni che hanno offerto piccoli doni e gadget ai bambini, oltre a tavoli i cui i librai e altri commercianti della città che hanno esposto libri e oggetti per bambini. Alle Pescherie è stata inaugurata la mostra Questo l ho fatto io! con i lavori realizzati dai bambini che frequentano i servizi 0/6 (nidi e materne) Presso la Galleria della Banca di Romagna è stato possibile visitare l allestimento della mostra Ragazzi in città, progetti e percorsi didattici a cura di Scuole Primarie e secondarie di 1 grado. Inoltre nel cuore della città erano visibili varie istallazio- ni offerte da privati: una mongolfiera, alcuni personaggi della playmobil a grandezza uomo, ecc in modo da rendere la città più giocosa ed accogliente. Sabato 22 maggio la festa si è spostata al parco del Loto, dove i piccoli dei nidi comunali e delle sezioni Primavera, insieme alle loro famiglie, hanno potuto vivere un pomeriggio di gioco e attività con un pic nic che verrà offerto a chi partecipa (cestino da pic nic incluso). Fino al 2 giugno, al centro commerciale Globo era presente l allestimento di LugoFamosa: guarda qua che gente! mostra sui personaggi storici della nostra zona a cura della Consulta dei ragazzi della scuola dell obbligo. Domenica 23 maggio, poi, all aeroporto di Villa S. Martino, c è stata una Festa degli aquiloni, rivolta alle famiglie, con laboratori per insegnare le tecniche per la costruzione degli aquiloni. Il progetto Nati per leggere con attori, lettori professionisti e volontari, ha accompagnato poi tutta l iniziativa e sostiene gran parte dell organizzazione. Alla biblioteca Trisi è stata allestita, fino al 31 maggio, la mostra I libri della fantasia dedicata all opera di Gianni Rodari. Sempre per celebrare e Rodari le vetrine delle librerie di Lugo erano dedicate a lui e ai suoi libri in questo mese. Si ringraziano gli sponsor non solo per il contributo, ma anche per la collaborazione Foto: G. Bartolotti e l entusiasmo dimostrati: la cooperativa Zerocento e il Cerchio, Lugo Catering, Vulcaflex di Cotignola, Sogno del Bambino, le librerie Nuti, Minerva, Alfabeta e librerie Coop, la disponibilità del Ludobus, la Pasticceria Tiffany, L angolo dei desideri, la Dolceria, la merceria Scardovi, l Albero della vita, la disponibilità del Globo. L indispensabile e prezioso contributo della biblioteca Trisi Nati per Leggere, dei volontari e delle associazioni: Avis, Aido, Ascom, Confesercenti, C.N.A., F.A.P.A., Cgil, Cisl, Uil, Spi. La rassegna è a cura dell Assessorato ai servizi educativi con la collaborazione dell Assessorato alla cultura, alle politiche sociali, all ambiente, ai lavori pubblici e della Polizia Municipale. Da Cosap nasce Tosap A Lugo, il Cosap (Canone per l occupazione di spazi e aree pubbliche) sostituirà la Tosap (tassa per l occupazione di spazi e aree pubbliche) e la novità ha provocato una certa preoccupazione soprattutto da parte dei commercianti timorosi di subire una stangata con il passaggio da tassa a canone. In Comune però sottolineano che «le tariffe fissate con delibera di Giunta portano a un sostanziale pareggio tra gettito 2009 e gettito L aumento massimo è stato calcolato sulla base dell inflazione che è stata del 20% complessiva nei 9 anni (dal 2001 al 2010) in cui le tariffe temporanee non avevano subito aumenti, e dell 8% nei 4 anni (dal 2006 al 2010) in cui le tariffe permanenti erano rimaste anch esse stabili. A fronte di tali aumenti ci sono state diminuzioni che hanno raggiunto anche il 50% delle tariffe dello scorso anno, così da garantire un uguale gettito complessivo tra 2009 e 2010». Dagli uffici comunali viene poi evidenziato che i vantaggi per i cittadini con il passaggio da Tosap a Cosap sono legati principalmente «a una maggiore elasticità di gestione regolamentazione da parte del Comune, perchè la tassa è legata rigidamente alle disposizioni di legge». Secondo il Comune, quindi, con il Canone ci sono minori vincoli «nella determinazione di agevolazioni e riduzioni; nella regolamentazione delle esenzioni che possono essere fissate in totale autonomia; nella determinazione dei termini per il pagamento del canone; nella razionalizzazione del sistema sanzionatorio». E nel regolamento comunale per l applicazione del canone è previsto che «il canone annuo delle occupazioni permanenti di suolo pubblico può essere frazionato in 2 semestri ed è dovuto solo se c è occupazione nel corso del semestre». Prevista anche l esenzione per le occupazioni delle onlus, per quelle cui è connesso il patrocinio da parte del Comune di Lugo, per quelle determinate da manutenzioni del verde, per quelle necessaria per l esecuzione di opere o lavori appaltati dal Comune. Inoltre l importo del canone annuale può essere frazionato in 2 rate se l importo è superiore a 500 euro, con scadenza il 30 giugno e il 31 ottobre dell anno di riferimento e il termine per il pagamento del canone annuale è fissato nel 31 marzo dell anno successivo. Foto: Diego Bracci tel via Acquacalda, 50 Lugo

9 Cronaca La Rocca - n. 2 aprile Una casa per le giovani coppie settembre la Biennale fa XXIII Il 2 febbraio scorso è stato il giorno in cui le giovani coppie che avevvano sottoscritto un pre-contratto con un impresa proprietaria di alloggi potevano presentare la domanda di contributo compilando online l apposita modulistica nell ambito del programma regionale Una casa alle giovani coppie. Questo progetto si inserisce perfettamente nelle politiche abitative - precisa l assessore alle politiche attive per la casa Alessandra Fiorini - che intendiamo perseguire anche nella Bassa Romagna e a Lugo, con l obiettivo di aiutare a soddisfare il più velocemente possibile, e a condizioni maggiormente favorevoli di quelle di mercato, la domanda di casa, in particolare delle famiglie e dei giovani, contribuendo, in tale modo, ad ampliare l offerta abitativa. La stessa filosofia dell intervento di recupero e ampliamento delle ex scuole elementari di Belricetto, 8 alloggi per la locazione a canoni concordati e dell urbanizzazione di via Villa, che consentirà al Comune di Lugo di entrare in possesso di 12 nuovi alloggi mettendo anche a disposizione della comunità altri 54 alloggi a prezzi calmierati. A fianco di questi progetti e interventi -puntualizza il sindaco di Lugo Raffaele Cortesi - procederemo alla manutenzione e all incremento del patrimonio residenziale pubblico, proseguendo nelle verifiche dei requisiti di accesso e permanenza negli alloggi pubblici. In particolare, questo lavoro di controllo e di verifica che i nostri uffici portano avanti regolarmente, ci consente di disporre di un dato costantemente monitorato, relativo anche alla nazionalità degli assegnatari. Vediamo la situazione nel dettaglio. Sono 336 gli alloggi di proprietà del Comune di Lugo e dell ASP e solamente 18, oggi come oggi, sono sfitti in quanto in corso di assegnazione o in fase di ripristino. La distribuzione delle abitazioni vede attualmente 272 assegnatari di nazionalità italiana e 46 di origine straniera (7 albanesi, 1 algerino, 1 cubano, 1 egiziano, 1 francese, 28 marocchini, 2 rumeni, 1 russo, 1 jugoslavo, 1 spagnolo e 2 tunisini). Per i cittadini di nazionalità italiana le cifre parlano di un 85,53% e per gli altri di un 14,47%. Su di una popolazione residente di abitanti, come risulta dai tabulati dell anagrafe del Comune di Lugo al 31/12/2009, gli stranieri in totale sono 3281 di cui 1534 maschi e 1747 femmine. Un dieci per cento circa dell intera comunità, ragion per cui anche la percentuale di assegnazione alloggi agli stranieri regolari è pressoché corrispondente al rapporto popolazione italiana- popolazione straniera. Nel 2008 è stato abbattuto il muro delle presenze del 2006, oggi l intento è quello di ritoccarlo ulteriormente, superando le 135mila unità. Nel 2010 la Biennale avrà luogo dall 11 al 19 settembre. Spero che anche il prossimo settembre ci regali un edizione davvero importante- ha precisato Sergio Ustignani, amministratore delegato della Romagnola Promotion - ma debbo essere realista e tenere nella massima considerazione anche il momento difficile che sta attraversando il nostro Paese a livello economico. Punto molto sul mercato dell intera regione tentando uno sconfinamento anche nelle Marche Chi è interessato ad uno stand all interno di Expo può contattare telefonicamente la Romagnola Promotion ai numeri e oppure venire direttamente in sede al civico 41 di via Mazzini a Lugo. L ultima edizione della Biennale ha regalato enormi soddisfazioni- prosegue Maurizio Filippucci, sindaco di Conselice e referente per gli eventi espositivi dell Unione- sia per la qualità delle merce esposta, sia per l enorme numero di persone che ha partecipato all evento; di sabato e Domenica pomeriggio, percorrere un intera tornata del Pavaglione, significava impiegare almeno una mezz oretta, tanti erano i cittadini presenti ad Expo. Ed è proprio l intera comunità che voglio ringraziare per l enorme afflusso. Grazie agli abitanti della Bassa Romagna, degnamente supportati da visitatori provenienti da Imola, Faenza, Ravenna, Argenta e Forlì, siamo riusciti ad ottenere quel risultato che tutti sognavamo. Una grande soddisfazione per coloro che hanno lavorato sodo e che sono stati ripagati dalle decine di migliaia di persone. Ora si tratta di ripetere un evento consolidato proponendo ulteriori novità. Si lavora in pratica da ottobre 2008 e davanti a noi ci sono ancora circa sette mesi di tempo per preparare al meglio l evento. Wireless gratuito agli studenti universitari L assessorato alle Politiche Giovanili e Biblioteche ha deciso che la rete wireless Comunale sia fruibile, del tutto gratuitamente, dagli studenti universitari; i giovani studenti, presentando il proprio tesserino universitario in Biblioteca, potranno dunque navigare gratuitamente nelle piazze del centro e a Palazzo Trisi. Scopo di tale iniziativa è in primo luogo agevolare i tanti ragazzi che, per motivi di studio frequentano la Biblioteca Trisi, dando loro la possibilità di accedere senza spese alle fonti che la rete può loro offrire e, in secondo luogo, far si che gli spazi pubblici e privati diventino sempre più fruibili dai ragazzi che intendono utilizzarli. Questa delibera- ha precisato l assessore Marco Scardovi- si contestualizza infatti nell ambito del progetto Trisi al Caffè che vede una costruttiva collaborazione fra Biblioteca e gestori di locali lughesi. Restauri al cimitero Ebraico Lo stralcio esecutivo del progetto di restauro del cimitero ebraico, realizzato nel 2007 ha consentito il risanamento della camera mortuaria; grazie ad ulteriori finanziamenti disponibili è iniziato, nei giorni scorsi, il restauro del muro di cinta. Gli interventi programmati sono evidenziati nella tavola di variante in corso d opera alla D.I.A, e consistono nel consolidamento del muro, ovviamente operato dall esterno, mediante la realizzazione di un cordolo perimetrale in cemento armato, con innesti puntuali di sottofondazione alla muratura, il ripristino a cuci-scuci di porzioni fessurate o slegate e di mattoni ammalorati e la tinteggiatura a calce, con colore analogo all esistente. Si prevede inoltre di realizzare il collegamento degli scarichi di acque meteoriche sul lato est alla fogna di via Dell Arca. Tali interventi sono già stati autorizzati dalla competente Soprintendenza, essendo corrispondenti a quanto previsto nel progetto generale di restauro del cimitero. Trisi al Caffè: un eccellenza Palazzo Trisi rappresenta un eccellenza e un punto di riferimento, tanto in termini di qualità dell offerta quanto in relazione al numero dei volumi messi a disposizione, quindi alla quantità. Nel 2009 i prestiti realizzati dalla Biblioteca sono infatti stati più di Il progetto Trisi al Caffè è una scommessa e un punto di partenza innovativo. Collocando i libri della Biblioteca all interno dei bar della città si intende infatti fornire un importante input volto alla diffusione della lettura, in primo luogo fra i giovani. Stiamo inoltre avviando contatti volti a seminare libri all interno di tutti quei locali, per esempio parrucchiere, in cui si abbia a disposizione un lasso di tempo colmabile con la lettura. La diffusione della cultura, in questo caso della lettura, è infatti in senso lato paragonabile a una vera e propria lotta sul tempo. Tempo di cui disponiamo sempre meno e, talora, in modo sempre meno costruttivo. Foto: Diego Bracci Rischio questo che corrono soprattutto i/le giovani, esposti sempre più passivamente a modelli mediatici talvolta controproducenti, legati non alla sostanza ma all apparenza, in primo luogo estetica. Grazie a un propositivo contributo di privati e associazioni di categoria intendiamo quindi espandere l offerta culturale in modo innovativo, uscendo dall ambito istituzionale e rivolgendoci potenzialmente a un più ampio numero di cittadini. Marco Scardovi (assessore biblioteche e musei) CEDESI A LUGO attività di Rosticceria Gastronomia avviatissima, ultraventennale, clientela consolidata NO INTERMEDIARI cell tel Via Acquacalda, 26 - LUGO (RA) - tel SERVIZIO PIATTI D ASPORTO Aperto tutti i giorni (escluso martedì a pranzo); è gradita la prenotazione telefonica; ogni spesa superiore ai 20, una birra in omaggio.

10 SCONTO 50% ACQUISTANDO UN OCCHIALE DA VISTA COMPLETO Promozione valida fino al 30 Giugno 2010 su tutte le lenti monofocali InteRa srl è specializzata in: sviluppo di progetti web grafica per la comunicazione aziendale design di immagine coordinata, cataloghi, brochure, depliant e loghi 3D multimedia game design software CMS Open Source TYPO3 che permette la gestione dei progetti web LUGO Via Quarantola Tel FAENZA Via Granarolo Tel InteRa s.r.l. Sede di Ravenna Via R. Murri 27, Ravenna tel fax: Sede di Lugo Via Baracca 68, Lugo RA tel fax: offerta valida no al 30/05/2010

11 Attualità/dai Gruppi consiliari La Rocca - n. 2 aprile Al Museo Baracca la F 300 di Schumacher Quando lo stallo si tinge di rosa Dopo quasi due anni di permanenza al Museo Baracca la F 399 di Schumacher è rientrata a Maranello per una mostra sulla formula 1 in preparazione alla Galleria Ferrari. Da oggi, ad accogliere i visitatori e a sottolineare il legame tra il celebre cavallino di Baracca ed il marchio Ferrari, una splendida F 300 guidata dal sette volte campione del mondo nel 98. Il prestito rientra nella proficua collaborazione tra i due musei e si inserisce nel progetto Motor Valley (Terra di Motori) volto a valorizzare la grande tradizione della nostra regione nel settore della motoristica sportiva. Il Governo taglia le gambe agli studenti ma non sono tutti pinocchi di legno Con un effetto domino i tagli agli organici della scuola e le conseguenze di queste decisioni del Governo, ricadono anche sui Comuni, sul territorio e sulle famiglie che vedranno ridotto il tempo-scuola a disposizione dei bambini oltre al rischio evidente del crollo della qualità di tutto il sistema scolastico. Nel nostro Comune, le scuole, che già non avevano più compresenze per i laboratori, non potranno più garantire il tempo prolungato, oltre ad avere difficoltà nel mantenimento delle attività programmate. Segnali di allarme e richieste di aiuto per le difficili condizioni in cui si trova il nostro sistema scolastico arrivano quotidianamente all Assessorato alla Pubblica Istruzione. Si è deciso quindi di portare davanti all Ufficio scolastico provinciale le richieste motivate per una maggiore attenzione alle esigenze e necessità formative del nostro territorio. Per la vernice degli stalli rosa (marzo scorso) in largo del Tricolore sono state invitate ufficialmente a partecipare tutte le donne presenti in consiglio comunale. Oltre ad Amerighi Katia, Annalisa Antonellini, Tiziana Bartolotti, Candia Bassi, Alice Poli, Laura Baldinini, Donatella Donati, Angela Scardovi e Ilaria Xodo, il presidente del Consiglio Elena Zannoni e gli assessori Patrizia Randi, Laura Sughi e Alessandra Fiorini. All invito hanno aderito in molte e il sindaco Raffaele Cortesi, con l assessore Ombretta Toschi, ha poi inaugurato ufficialmente i primi parcheggi al femminile, riservati alle donne in stato interessante. Dopo La stanza delle coccole e Benvenuto a Lugo - ha precisato l assessore alle pari opportunità Ombretta Toschi - ora gli Stalli rosa, ovvero un progetto fortemente voluto da tutte le rappresentanze politiche. Questo perché la maternità, in tutte le sue accezioni, inquadrata come una fase essenziale della vita della famiglia, va sostenuta e accompagnata con politiche adeguate e con attenzione costante. Un altro obiettivo raggiunto in questo percorso di sostegno per le politiche a favore delle donne. LEGA NORD Ecco le cose che l amministrazione non vi dirà MAI! Questo che segue è un elenco di interventi fatti in Consiglio con il quale si riassume il nostro lavoro e grazie al quale abbiamo smascherato alcune situazioni critiche che Vi segnaliamo: - Il nostro confronto con l amministrazione sul tema del luogo di culto islamico di Via Mazzini ha chiarito che questa gente non ha nessun requisito per usufruire di nessun privilegio, questo è emerso chiaramente durante la nostra esposizione in Consiglio, il Sindaco messo alle strette mi ha risposto lei può continuare a fare interpellanze io non ho intenzione di fare nulla i cittadini ne tengano conto; - tutti i Cittadini hanno capito che la discarica di Voltana oltre ad essere stata fonte di grandi guadagni per qualcuno è la lampante dimostrazione di mancanza di un progetto per il futuro, infatti nessuno di lorsignori ci ha ancora detto cosa faremo fra 4-5 anni quando la discarica sarà di nuovo piena, forse ne brevetteranno una a stile condominiale? - la variante al PRG del Canale dei Mulini e Via Giardini è un bel progetto, ma il percorso che ha portato la proprietà ad acquisire tutta l area non è molto chiaro, come non è chiaro come mai la proprietà ha presentato osservazioni essenziali a termini scaduti, senza peraltro dimostrare motivazioni plausibili, ma l amministrazione comunque il giorno dopo ha approvato, i cittadini ed i tecnici che frequentano lo sportello per l edilizia sanno cosa vuol dire aspettare e sentirsi dire NO, per altri invece evidentemente non è così!! - altra brillante operazione in termini di tempistica e quella della Frutteria, pensate quasi un record in soli quindici giorni di calendario è stato fatto la delibera, il permesso a costruire e l inizio lavori, infatti quando ho manifestato il mio stupore in Consiglio il Sindaco mi ha risposto è perché noi dell amministrazione siamo bravi e veloci anche qui chi conosce i tempi ed i modi della nostra burocrazia ci ragioni sopra, comunque sono tutti felici e contenti di questa grande iniziativa un po meno contenti sono i titolari delle imprese che hanno lavorato alla costruzione, a buon intenditor poche parole. - l iniziativa per l acqua pubblica è un altro artifizio politico ed ideologico per confondere la gente, infatti la privatizzazione riguarda solo il servizio e come sottolineato già all inizio dell anno, non mi risulta che HERA sia una no profit, ma invece sia una società quotata in borsa e l unico aspetto pubblico di questa società è che i fautori della cessione fatta nel 2003 si sono riservati il privilegio di far assumere amici, compagni e parenti, anche in questo caso invito a riflettere sul fatto che ad oggi ci sono ancora molte famiglie che appena fuori dai centri abitati non hanno l allaccio all acquedotto, alla faccia dell acqua pubblica. - altro tema la gestione della linea ferroviaria Ferrara- Ravenna, che viene usata come pretesto per dare responsabilità al Governo con RFI, invece che a FER per la Regione, ed intanto che si gioca a rimpiattino, i pendolari gli studenti e la Stazione di Voltana ne fanno le spese in termini di disservizi e penalizzazioni. - altra questione che a me fa un po sorridere è il subbuglio che ha creato nella maggioranza di centrosinistra Lughese quel cattivaccio del Ministro Calderoli che vuole tagliare le poltrone per un quarto dei Consiglieri, un quarto degli Assessori e togliere il direttore generale, rimangono invece le consulte purché a titolo gratuito, credo sia giusto sottolineare che se ci troviamo in queste condizioni, oltre alla pesante responsabilità del vecchio pentapartito, lo dobbiamo anche al centrosinistra che non sempre ha dimostrato di amministrare con il senno del buon padre di famiglia, vedi il mega debito di Roma e Napoli o la situazione disastrosa di Puglia, Campania, Calabria, ma anche in Romagna con lo scandalo dei 10 milioni SPARITI dal Consorzio per i servizi alla persona di Ravenna o l indagine sull AUSL Ravennate ed i suoi vertici, considerando che il debito pubblico comprende anche i debiti degli enti locali sono chiare le responsabilità, se si vuole uscire da questa situazione tutti insieme dobbiamo tirare la cinghia tutti insieme, senza dimenticare di chi ne è stato la causa e chi sta facendo di tutto per risolvere i problemi creati appunto da questa classe dirigente, sia vecchia che nuova, in molti casi incompetente ed in malafede. - forse non riusciremo a cambiare il mondo ma vogliamo cambiare la ROMAGNA Capogruppo LEGA NORD CAPUCCI RUDI InteRa s.r.l. Sede di Ravenna Via R. Murri 27, Ravenna tel fax: Sede di Lugo Via Baracca 68, Lugo RA tel fax:

12 Created by Helen Gardini Giochi e Attrazioni Bar Ristorazione Musica dal Vivo I BAMBINI IN FESTA con il patrocinio comune di Ravenna domenica 06 Giugno 2010 Dalle ore 15:00 Giardini Pubblici di Ravenna - Viale Santi Baldini è una iniziativa Round Table 11 Ravenna - Club 41 - Associazione Amici della Round Table 11 con il patrocinio provincia di Ravenna Il ricavato della manifestazione sarà devoluto ad A.G.E.O.P. Ab Studio Adria Bandiere Adiura Alberto Migliardi Amedea Servizi Besant Bottega Del Vino Caffè del Corso by Birillo Carnevali & Stern Casadio e Vannini Circolo Velico Danesi Delta Douuod EMMEQUATTRO Enoteca del Corso Europa Farmacia Montanari F.lli Dolcini Futurauto Giovagnoli Oscar Hook Imea Impresa Casadio Labotest LNT Meani-Forlani Moderna Montevecchi Auto Mowa Nuova Saimar Olympia di Navigazione Officina F.lli Grassi Officina Presentati ORI P.I.E. Professional Service Punto Vela Raffaele Turchi Ristorante Alle Torri Ristorante Alma Romagna Scar Service Silvano Pironi SIVA Sorelle Casadio Studio Tecnico Ravaioli Tassinari Trattoria Cubana Tribeca Venerom Vi Mar Zurich ARAR Bravi Luca C.M.C. Chalet di Big Mamy Com. per la storia delle ferrovie e delle tramvie Compagnia Arceri del Marchesato Conad Galilei e La Fontana De Angelis Godo knights Fattore K Foto Badessi I.B.S. Italia Il Planetario IRCA La Ludoteca dei Cacciatori di Teste La Muka Loca Luca Vitiello Mago Lucchi Giampiero Metro' Perepètazum Piadina Gastone Polisportiva Porto Fuori Pubblica Assistenza RadioTeam Robur Teodora Vigili del Fuoco -

13 Dai Gruppi consiliari La Rocca - n. 2 aprile ITALIA DEI VALORI E passato un anno dall inizio dell attuale legislatura e, considerato anche che in Consiglio è già stato approvato il bilancio consuntivo del 2009, il nostro gruppo consigliare vorrebbe trarre alcune conclusioni in ordine a quanto si è fatto ed a quanto ancora rimane da fare per assolvere al mandato che Voi ci avete dato. Per quanto riguarda l attività svolta dall Amministrazione di cui facciamo parte, dobbiamo premettere che ha interessato principalmente i lavori che avevano avuto inizio nella scorsa legislatura, nel rispetto delle norme prescrittive previste nel patto di stabilità. Dobbiamo prendere atto inoltre dell attività svolta dal nostro giovane assessore Marco Scardovi relativamente al Teatro, alle attività della Biblioteca Trisi nonché a quelle incluse nelle politiche giovanili. Ci risulta in merito che tutte le varie attività ed i servizi che offre la biblioteca hanno incontrato l approvazione di tutti coloro che ne sono stati interessati, ivi inclusi i frequentatori, sia per ragioni di studio che di cultura, della biblioteca anche in ragione della professionalità dimostrata nella conduzione da parte dei Dirigenti e degli addetti che ne fanno parte. Sempre relativamente a tali attività occorre precisare che l avvio di radio Web Giovani ha avuto ampio successo da parte del pubblico sia con riferimento agli ascolti che per quanto riguarda coloro che ne sono divenuti gli artefici con le loro proposte ed i vari interventi collaborativi. Con riferimento a Lugo Sud occorre puntualizzare che, tempo permettendo, i lavori potranno dirsi quasi portati a termine nei prossimi mesi. Per quanto riguarda l avvio del progetto della Nuova San Vitale occorre mettere in evidenza che qualcosa si sta muovendo e che peraltro sono già stati messi in essere convegni che vanno nella direzione giusta. Sono stati inoltre anticipati progetti ed iniziative atti a promuovere nei tempi previsti i necessari investimenti sia da parte della Regione che della Provincia, risorse permettendo. Abbiamo apprezzato inoltre i progressi ottenuti nella riqualificazione e recupero di parte della Rocca ove ha sede il Municipio. In proposito ha avuto il giusto risalto il completamento del recupero della Sala Estense con un duplice scopo: quello del recupero di una parte della Rocca e di avere messo a disposizione dell Amministrazione e della cultura cittadina un pezzo prezioso della storia di Lugo per l utilizzo in convegni di alto livello. Parlando un po di economia finanziaria occorre mettere in evidenza che ci si sta avviando verso una fase di rientro del debito del nostro Comune. Debito contratto nei vari anni delle passate legislature per promuovere attività varie di investimento necessarie alla nostra realtà economica e culturale. Passando alle cifre si è proceduto ad utilizzare i euro circa di avanzo dello scorso anno per estinguere in forma anticipata una quota altrettanto pari del nostro debito. Ci fermiamo qui con l elencazione delle cose fatte in questo anno di legislatura in quanto riteniamo che altrettanto venga fatto anche da parte dei partiti alleati, quindi non vogliamo tediare oltre i nostri cittadini nell elencazione di fatti e cifre. Il nostro partito rimane comunque a disposizione in qualsiasi momento per informare i cittadini, elettori e non, di qualsiasi azione o progetto che li riguardino messa in atto dai nostri amministratori in questo ultimo periodo. L Italia dei Valori manifesta anche grande preoccupazione per gli interventi ai danni della scuola pubblica.la scuola è un bene comune da tutelare, valorizzare ed innovare al fine di garantire una buona scuola per ogni allievo. L attuale Governo sta invece modificando la scuola a colpi di decreto, senza alcuna concertazione, né alcun piano che espliciti i meriti dei cambiamenti proposti. Il piano programmatico, attuativo dell art. 64 della legge 133/08 prevede tagli di organico nel triennio 2009/2012 per oltre posti sul piano nazionale, che per la Provincia di Ravenna si concretizza per l anno scolastico in corso in un taglio netto di quasi 300 cattedre, con dati allarmanti sul personale precario. Il disagio per le famiglie sarà enorme poichè a pochi giorni dal termine dell anno scolastico le scuole non saranno in grado di esplicitare la propria offerta formativa. Ma la cosa più grave che l IDV sottolinea è il mancato coinvolgimento, reale e non propagandistico, del mondo della scuola nella sua molteplice composizione, genitori, studenti e lavoratori. Voler a tutti i costi procedere all attuazione, forzando sui tempi, vuol dire creare confusione ed incertezza, esattamente il contrario di un serio processo di riorganizzazione territoriale. Per esempio la definizione delle opzioni possibili nell istruzione tecnica e professionale, l obbligo scolastico, la riduzione degli attuali indirizzi, l autonomia, i titoli in uscita sono tutti elementi da ponderare con estrema chiarezza. Per cui l Italia dei Valori di Lugo esprime il suo dissenso rispetto ad una riforma che cambia la scuola disinvestendo rispetto al suo ruolo sociale, al suo essere diritto per tutti.la qualità del sistema scolastico è strettamente connessa alla crescita culturale del Paese, ed anche a quella del nostro territorio, al superamento delle disparità economiche e sociali, alla formazione di cittadini che sappiano interpretare criticamente ed agire responsabilmente negli attuali e futuri contesti. Per chi non lo sapesse si fa presente che il partito ha aperto una sede in Galleria del Corso al nr.12 civico dove si riuniscono gli aderenti tutti i primi martedì del mese dalle ore 20,30. Concludiamo tornando all attività amministrativa in generale per mettere in evidenza, in quanto fautori ad oltranza della trasparenza negli atti amministrativi in qualsiasi circostanza, che nel complesso dei rapporti fra gli esponenti dei partiti di maggioranza ed il Sindaco, fatta eccezione per quelli con Rifondazione Comunista, ci sono state delle luci e delle ombre dovute per lo più a ipotetiche incomprensioni o per mancanza di dialogo. Pertanto ci si auspica una migliore disponibilità di ascolto da parte del nostro Sindaco rivolta verso i responsabili del partito, in quanto debbono rendere conto ai propri elettori di tutto quanto viene discusso nell ambito amministrativo quando interessa direttamente i cittadini della nostra città. Non ce ne voglia il Signor Sindaco ma poiché riteniamo si tratti, per il momento, solo di piccole incomprensioni dovute per la maggior parte al rodaggio del primo anno di attività di questa legislatura ci auguriamo che le medesime vengano ricomposte al più presto come è auspicabile fra alleati fedeli. Per il Gruppo Consiliare dell IDV Luciano Ronchini UDC A LUGO: C ENTRO La consulta che coincide con il cuore della città, ha per confini infatti l intera circonvallazione, è indubbiamente diversa dalle altre. Gli stessi residenti faticano a percepirla come realtà con la quale rapportarsi per migliorare, come si usa dire oggi in maniera un po altisonante, la qualità della vita. Ma, al di là dei termini usati, lo scopo delle Consulte è proprio quello di migliorare la convivenza favorendo le iniziative e le proposte positive che vengono dalla società oltre che far conoscere le iniziative promosse dall Amministrazione Comunale. Si potrebbe pensare che, proprio perché la Consulta coincide con il centro cittadino, non abbia particolari problemi ma, dopo alcuni mesi dall insediamento, è sempre più chiaro che le necessità non mancano. Come appare evidente a chi non fugge dalla realtà -per rifugiarsi nel suo mondo di favola- il centro di Lugo sta conoscendo una rapida diminuzione delle attività commerciali insediate. Parallelamente sono sempre più numerosi gli edifici vuoti. Se il Porticato ex Locatelli ha finalmente ripreso vita è certamente preoccupante lo stato di progressivo abbandono del palazzo di proprietà della Banca di Romagna sul retro dell istituto stesso come pure l inutilizzazione della ex sede del Centro Giovani. In tale situazione è assolutamente necessario favorire tutto ciò che può aggregare e rendere la città vivibile per i cittadini ed attraente per chi lughese non è. Opportunamente, non è mai troppo tardi, l Amministrazione Comunale si sta ponendo il problema del futuro del Centro anche se, solo per studiare, spenderemo E previsto che la società venga coinvolta durante le fasi dello studio e la Consulta sarà certamente in prima linea in quest azione. Andrea Sartori presidente circ.lugo Centro Storico EDUCAZIONE STRADALE La scorsa estate l Unione di Centro richiese all amministrazione lughese come spendeva i quasi novantamila euro pari al dieci per cento dell importo complessivo delle sanzioni derivanti da infrazioni al Codice della Strada. L articolo 208 del Codice stesso prevede che tale percentuale debba essere destinata ad interventi per la sicurezza stradale in particolare a tutela degli utenti deboli: pedoni, ciclisti, bambini, anziani, disabili. E risultato che a Lugo quei soldi servono per pagare gli interessi sui mutui delle piste ciclabili. Ci augurammo qualche ciclabile in meno e maggiori investimenti in educazione stradale e sicurezza. A distanza di mesi qualcosa si è mosso. I nostri amministratori prevedono di destinare una piccola parte degli introiti da contravvenzioni per finanziare l educazione stradale nelle scuole mentre un altra frazione sarà destinata all integrazione degli stipendi della polizia municipale. I soldi ci sarebbero ma si fermano nell apparato. E una vecchia abitudine difficile da scardinare quella che il palazzo trattenga per sé le risorse. E successo così per lo sportello stranieri che è servito più allo sportello che agli stranieri, succede così per l educazione stradale. Occorre ancora molto lavoro per rendere più tel via Acquacalda, 50 Lugo

14 14 La Rocca - n. 2 aprile 2010 Dai Gruppi consiliari snello ed efficiente l apparato che appare ancora una volta un costoso colosso dai poveri piedi d argilla. Torniamo a mettere al centro le persone e rendiamo gli apparati al servizio del cittadino. LIBERAZIONE Ovunque in Italia nella ricorrenza della liberazione si commemora la lotta contro tutte le dittature in favore della libertà. Le dittature sono state sconfitte ma tuttora resistono, soprattutto dalle nostre parti, le ideologie: onore ai vincitori e guai ai vinti. Riteniamo non siano stati fatti, finora, passi significativi in ordine alla riconciliazione se, ancora oggi, si parla di fascisti o comunisti, se studenti di sinistra e di destra si affrontano nelle piazze in modo violento. La libertà non può prescindere da una seria ricerca della verità. Per decenni è stata alimentata la leggenda dei buoni che non sbagliano mai e dei cattivi che non hanno combinato mai nulla di buono. Occorre ricostruire su solide basi il nostro tessuto sociale, restituire dignità a chi, rientrando dal fronte oltre sessant anni fa, non fece la scelta giusta. La sfida è coraggiosa ma necessaria per poter guardare al futuro con fiducia. Giovanni Minguzzi capogruppo UdC comune di Lugo (http://blog.libero.it/udclugo/) POPOLO DELLA LIBERTA La Politica dei due pesi e due misure Nel caso della rotonda che nascerà all incrocio tra le vie Brignani e Piratello, il Comune di Lugo sembra aver rinunciato al ruolo di guardiano dei beni storici del territorio, fino ad ora svolto con rigore maniacale. Se ogni cittadino lughese è soggetto alla miriade di leggi preposte alla salvaguardia degli edifici di pregio storico, l amministrazione comunale può, al contrario, in nome delle dimensioni di una rotonda, decidere la demolizione dell antico casale posto di fronte al Marco Polo. Chiunque lo voglia può accedere all archivio storico di Lugo e constatare che, nelle antiche mappe catastali, esisteva, fin dal Seicento, un fabbricato rurale nel luogo preciso in cui oggi si trova la casa condannata alla demolizione. Sicuramente in quel sito, per secoli, è esistito un casolare che, nel corso del tempo, ha cambiato volto e di cui oggi abbiamo testimonianza in quelle mura antiche, impregnate delle usanze, dei modi di dire e degli affetti più cari di molti lughesi. Proprio in virtù di questo suo valore simbolico, nei moderni mappali del Prg, la casa viene classificata come A2 (edificio di valore storicoambientale) e protetta dai vincoli che ne derivano, a tutela dell interesse della collettività. Qualsiasi lughese intenda cambiare colore alle persiane della propria abitazione in centro storico, spostare la finestra di un fabbricato o trasformare un rustico, si trova di fronte ad un muro di divieti. Il Comune, al contrario, può modificare i vincoli e passare tranquillamente, per una casa tutelata, dalla classe A2 a quella D6.2 (zona produttiva-commerciale), consentendone, in tal modo, anche l abbattimento. Questo per far posto ad una rotatoria, funzionale alla viabilità del centro commerciale, con il pretesto di realizzare un opera di pubblica utilità. Che dire? È forse una questione di figli e figliastri? O siamo agli albori di una politica urbanistica che, in nome di questo pericoloso precedente, adotterà la scelta della demolizione di ogni edificio ritenuto scomodo? Comunque vada, per molte antiche costruzioni i lughesi dovranno accontentarsi solo di piccole macchie sulle pergamene degli antichi catasti. Laura Baldinini (capogruppo consiliare Pdl) Il Sindaco fa acqua da tutte le parti. Dal dicembre 2009 è partito il progetto L ACQUA DEL SINDACO, volto a promuovere l uso dell acqua che sgorga dai nostri rubinetti, definita, qualitativamente, equiparabile alle minerali imbottigliate. Premesso che, ormai, i lughesi se le sono davvero già bevute tutte e che gli attuali governanti ci vogliono fare BER SANI, sarebbe opportuno, prima di dar corso ad ogni altra iniziativa, verificare con precisione lo stato delle tubature e dei rubinetti di molte abitazioni, dato che, se la qualità dell acqua è ottima alla fonte, non è detto che lo sia anche nell ultima fase del viaggio, quella necessaria all arrivo nel bicchiere. Proporrei al Sindaco, piuttosto, l idea di commercializzare la brocca della rocca e di testare veramente, sul mercato, la qualità della nostra acqua, incentivando la partecipazione dei ristoratori al progetto, in modo che sia possibile stimare effettivamente il grado di apprezzamento degli utenti finali. Questa promozione potrebbe essere utile, inoltre, ad abbassare, per effetto di una sana competizione, il prezzo delle acque in bottiglia, anche se non si può dimenticare che alcune qualità sono proprie esclusivamente di certe fonti e che, quindi, per alcuni, l acqua del rubinetto non potrebbe essere un adeguato sostituto. Gassata, liscia, povera di, ricca di, che fa più o meno plin plin e, sinceramente, senza essere un cultore di carta delle acque, mi permetterei di dire che la differenza si sente e si gusta! Di certo c è che l attuale promozione cartellonistica che, avvalendosi dello sguardo autorevole del Sindaco,dichiara eccellente qualsiasi erogazione domestica, appare eccessiva (La mia vicina di casa, 80 anni, la pensa diversamente, da quando le ho mostrato le inquietanti incrostazioni del suo rubinetto..). Ci auguriamo, piuttosto, che si faccia, tra la nostra gente, informazione più chiara, trasparente e incolore, proprio come l acqua, ricordando che non è detto che l acqua della piccola Rocca sia proprio uguale alla Rocchetta. Alessandro Casadei (Consigliere PdL) Due considerazioni in tema di Bilancio e rendiconto della gestione Con l approssimarsi del 30 giugno, anche il Comune di Lugo, come gli altri enti locali, deve predisporre il rendiconto della gestione, che coinvolge sinergicamente sia l apparato tecnico che quello politico, rappresentando un momento importante di verifica del grado di raggiungimento degli obiettivi prefissati in relazione ai progetti da realizzare nel corso del mandato amministrativo. Noi siamo contrari al modo di amministrare Lugo sia in merito alla gestione del consenso dell attuale maggioranza, sia alla sua tendenza a condizionare le scelte a filtrare le risorse, ad imporre dall alto modelli di sviluppo ed a frenare le energie che non si piegano ai condizionamenti politici. Noi speriamo di poter dare presto a Lugo un amministrazione pubblica che offra ai cittadini una struttura di servizi efficienti e facili da utilizzare, che consenta a ciascuno di valorizzare la creatività e le qualità di cui dispone; insomma una città più bella, più sicura, più dinamica, più solidale e più liberale. In termini socioeconomici il rendiconto della gestione per noi ideale sarebbe un documento che imponga una rottura di un sistema di organizzazione e regolazione economica, che tuteli le rendite di posizione contro le esigenze della crescita, della competizione e dell innovazione e che, a questo fine, istituisca la prevalenza dello stato sul mercato e del pubblico sul privato. Guido Baldrati Folli (Consigliere PdL) RIFONDAZIONE COMUNISTA L acqua non si vende Questo è lo slogan della campagna referendaria, che ha preso il via da alcune settimane ed attualmente in pieno svolgimento su tutte le piazze dei nostri comuni, per la raccolta delle firme sui tre quesiti che riguardano l abrogazione del D.L. n. 135/2009 che nei fatti impone ai Comuni l affidamento della gestione dei servizi pubblici a rilevanza economica ai privati o a società a capitale misto, purché partecipino a gare ad evidenza pubblica. In pratica la definitiva privatizzazione dell acqua, che come abbiamo già avuto modo di ricordare su queste pagine e ribadito in un Ordine del Giorno approvato dal Consiglio Comunale di Lugo, lo scorso 9 dicembre, - Rappresenta fonte di vita insostituibile per gli ecosistemi, dalla cui disponibilità dipende il futuro degli esseri viventi; - Costituisce, un bene comune dell umanità, che appartiene a tutti; - Il diritto all acqua è un diritto inalienabile: l acqua non può essere proprietà di nessuno, bensì bene condiviso equamente da tutti, l accesso all acqua deve essere garantito a tutti come un servizio pubblico. Gli incoraggianti risultati ottenuti a livello nazionale a poche settimane dall apertura della campagna referendaria (Oltre firme) e a livello locale dove si è abbondantemente superato il migliaio, dicono più di ogni altra cosa dell interesse suscitato da questa campagna referendaria. Il nostro partito, è fra i sostenitori nazionali e locali dell iniziativa, ed è in prima fila nell impegno per la raccolta delle firme, sia in collaborazione con il Comitato Promotore sia con forme autonome, al fine di raggiungere e anche superare la quota necessaria a rendere possibile lo svolgimento del referendum. La raccolta delle firme è il primo passo di una campagna, forse lunga e faticosa, per tentare di riaggregare quel consenso di massa che consentì di liberarsi dal nucleare grazie ad una partecipazione straordinaria di popolo, che, nonostante la consistente contrarietà dei poteri forti, impose con la forza della democrazia una grande vittoria. E a questo proposito che noi ci facciamo promotori a livello locale di un forte coordinamento territoriale di tutti coloro, partiti o movimenti, associazioni o singoli cittadini, che hanno a cuore il problema, proponendo non solo di espandere la platea degli attivisti per la raccolta delle firme, ma anche di iniziare già da ora ad organizzare quel senso comune che si richiamava in precedenza, anche attraverso manifestazioni pubbliche o assemblee, conferenze o convegni, volantinaggi o interventi sui giornali. In una parola, qualsiasi attività tesa a tenere alto l interesse sull argomento ed impedire che questo tema, una volta passata l euforia della raccolta di firme, venga poi abbandonato o dimenticato. Noi riteniamo che questa sia una lotta fondamentale per la ripresa e lo sviluppo della partecipazione e riteniamo anche che questa sia una scelta marcatamente di sinistra destinata, dopo anni di sconfitte, alla vittoria. Spiace, a questo proposito, che il PD, pur ritenendo principale la proposizione di una legge, non abbia deciso di aderire ufficialmente all iniziativa referendaria, poiché le due cose non sono in alternativa. Spiace ancora che la banalità e il luogo comune del primato della società civile contrapposta ad una fantomatica società incivile dei partiti e della polit-

15 Dai Gruppi consiliari La Rocca - n. 2 aprile ica che non sono tutti uguali, continui a fare proseliti anche fra le nostre fila e impedisca, di fatto, di allargare il più possibile il consenso. Il percorso per una sinistra utile ed un centrosinistra alternativo è e sarà purtroppo ancora molto lungo e difficile. Voltana e dintorni In questi giorni con il dibatto riaccesosi attorno alla discarica di Voltana, è prepotentemente ritornato attuale il problema dello smaltimento dei rifiuti nel nostro territorio. Con l ordine del giorno del 23 aprile 98 votato anche da Rifondazione che allora era all opposizione, si affermava che la durata massima di quell impianto sarebbe stata di 15 anni e con l impegno di un potenziamento viario finalizzato non solo e principalmente al trasporto dei rifiuti, quanto al miglioramento della viabilità generale del territorio comunale e cosa assolutamente di primaria importanza l ordine del giorno auspicava che l allora COSECO si facesse promotore di un ampia campagna informativa rivolta alla cittadinanza sulle corrette modalità della raccolta differenziata. Partendo da questo punto ci preme rilevare come nel panorama politico dei prossimi mesi ci aspettano importanti appuntamenti per la regolamentazione territoriale e di conseguenza ambientale. Il rispetto del Piano Provinciale Rifiuti e la conseguente sempre maggior applicazione del sistema di raccolta differenziata tesa al recupero e al riuso ed anche il contenimento della produzione dei rifiuti. Infatti, la discarica è l ultimo passo del processo dei rifiuti che sempre maggiormente deve essere teso alla minor produzione ed al riuso, incentivando politiche proprio come quelle dell utilizzo dell acqua di rubinetto, gestita pubblicamente, che consente un notevole risparmio in termini di trasporti e conseguente inquinamento dell aria per finire con l eliminazione delle miriade di bottiglie di plastica che devono essere smaltite. Su questo tema oltre allo sforzo dei singoli comuni auspichiamo una decisa presa di posizione del governo centrale che sui temi ambientali non si è mostrato molto sensibile ed al contrario ha rispolverato il tema del nucleare. Per tornare al territorio, proprio in questi giorni inizia la discussione sul Regolamento urbanistico edilizio (RUE ) manderà in pensione i vecchi Piani Regolatori e scriverà le regole urbanistiche di tutto il territorio dei comuni dell Unione. Essendo sempre stati fautori di un dialogo diretto con la gente riteniamo che in questa ottica deve svolgersi un largo confronto con cittadinanza e associazioni per meglio condividere un percorso in difesa del territorio e teso ad uniformare le regole urbanistiche di tutti i comuni dell Unione. In questo scenario dovrà integrarsi anche il Piano Energetico Provinciale e si dovrà arrivare ad una regolamentazione dei sistemi di produzioni di energie alternative che, non regolamentati da una legge nazionale, in merito alle installazioni, stanno trasformando i nostri terreni agricoli in immense distese di specchi. Basti pensare che per produrre 1 Mega Watt di corrente elettrica occorre ricoprire 2 ettari e mezzo di terreno, senza poi tener conto dello smaltimento di queste strutture al termine del loro uso. Proprio per la difesa dell ambiente e del territorio occorre che il confronto sia capillare per comprendere al massimo le problematiche che siamo chiamati a normare ora, per un futuro sostenibile. Fiorenzo Baldini Capogruppo Rifondazione Comunista E.mail : PARTITO DEMOCRATICO L EUROPA E GLI ENTI LOCALI: DUE MOTIVI DI SPERANZA PER IL FUTURO DEL PAESE Quest anno ricorrono i sessant anni della c.d. Dichiarazione Schumann: il riferimento è un discorso pronunciato dall allora ministro degli esteri francese Robert Schumann il 9 maggio 1950 a Parigi e considerato il primo discorso politico ufficiale in cui compare il concetto di Europa come unione economica e in prospettiva politica tra i vari stati europei. E sufficiente riportare un passo della Dichiarazione per comprenderne la portata storica: La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano. Il contributo che un Europa organizzata e vitale può apportare alla civiltà è indispensabile per il mantenimento di relazioni pacifiche. [ ] L Europa non è stata fatta e abbiamo avuto la guerra. L Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto [ ]. Anche in un contesto locale è importante cogliere questa occasione di riflessione sul percorso di unificazione europea, che, pur attraverso non poche fatiche e battute d arresto, ha raggiunto negli anni straordinari successi: la moneta unica e il superamento delle frontiere sono solo gli esempi più eloquenti e tangibili. La Costituzione italiana si è dimostrata lungimirante anche sotto questo aspetto: secondo l art. 11 della nostra Carta fondamentale, infatti, l Italia consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. L adesione alla comunità europea prima e all Unione poi rientra pienamente nello spirito di questa previsione. Il processo di costruzione dell Europa unita, avviato quando si era da poco usciti dalla catastrofe della seconda guerra mondiale, ha in primo luogo garantito all Europa stessa il periodo di pace più lungo della sua tormentata storia. Ha sancito il superamento della divisione Est Ovest, accogliendo i paesi che si erano liberati dai regimi comunisti e rendendo così concreta l immagine di un continente che secondo una fortunata espressione tornava a respirare con due polmoni. Ha portato centinaia di milioni di persone a sentirsi parte di unica comunità; ha avvicinato culture, esperienze, sensibilità; ha contribuito alla crescita civile, sociale, economica delle nazioni. Ovviamente non mancano le resistenze e le critiche: il nuovo trattato ha avuto una vicenda assai accidentata, taluni Paesi vengono accusati di pretese egemoniche, si contesta un presunto dominio di aspetti burocratici e tecnocratici nell adozione delle decisioni. Si lamenta il cosiddetto deficit di democrazia dell Unione e se ne contesta la capacità di affrontare con efficacia le situazioni di crisi. In realtà la risposta a queste obiezioni non sta in meno Europa ma in più Europa : eventuali difficoltà nel prendere decisioni, lentezze nell azione o farraginosità nei meccanismi sono dovuti alla ritrosia dei governi nazionali a riconoscere all Europa poteri di decisione politica autonoma (e, se necessario, in contrasto) rispetto alle posizione degli Stati. In tale contesto l aspirazione alla creazione di un vero stato federale europeo dovrebbe essere promossa e incoraggiata. Più ancora preoccupa la crescita di movimenti nazionalisti o localistici che avversano con decisione l idea di unificazione europea, esprimendo idee di chiusura, diffidenza, ostilità fino a sfociare spesso in atteggiamenti populistici e xenofobi. La contrapposizione tra comunità locale, vista come un fortino da difendere, e immaginari nemici esterni, tra i quali spesso viene inserita l Europa, è del tutto sterile e assolutamente pericolosa. I comuni, le città, le identità locali si arricchiscono solo se sono inserite in un contesto di apertura, di rapporti con altre comunità anche lontane, di scambio: in questo senso ricordiamo che il comune di Lugo ha ormai da decenni sviluppato e coltivato, grazie all esperienza dei gemellaggi, una solida vocazione europea. La valorizzazione del ruolo dell Europa e la valorizzazione del ruolo degli enti locali vanno di pari passo e sono espressione del medesimo principio: quello relativo alla necessità che le varie competenza siano attribuite al livello istituzionale più idoneo a gestire le competenze stesse, in un contesto di sussidiarietà e collaborazione. Nell attuale momento politico, invece, assistiamo in Italia a espressioni di diffidenza nei confronti dell Europa e, allo stesso tempo, a una mortificazione delle autonomie locali quali non si vedeva da tempo. La destra italiana si caratterizza come ostile nei confronti dell Unione Europea nonché centralista e vessatoria nei confronti delle autonomie locali: un atteggiamento che è esattamente l opposto di quello che l attuale situazione richiederebbe. La crescita del Paese, infatti, nella complessità della situazione attuale, non può che prescindere da un corretto rapporto del governo, e della politica nazionale in generale, con queste due dimensioni la cui importanza per il cittadino è in continua crescita: da una parte quella internazionale, ed europea in particolare, dall altra quella delle autonomie locali. Anche noi, nel nostro contesto lughese, abbiamo il compito di promuovere l attenzione e la sensibilità su questi temi. Giacomo Baldini Capogruppo PD Lugo Via R.Murri, Ravenna Tel Fax da un idea di

16 Settimanale d informazione della provincia di Ravenna Ogni venerdì in edicola euro 1,50 Visita il sito Il quotidiano online della provincia di Ravenna

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 Comune di Forlì PRESENTANO EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 NOTTE VERDE e dell'innovazione RESPONSABILE e SETTIMANA DEL BUON VIVERE a cura di Centro per l Innovazione e lo Sviluppo Economico AZIENDA SPECIALE

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Cultura Musei e City Branding DIRETTORE QUAGLIA dott.ssa MAURIZIA Numero di registro Data dell'atto 849 10/06/2015 Oggetto : "Acquedotte" - Festival Musicale

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

CONVENZIONI CARTA GIOVANI

CONVENZIONI CARTA GIOVANI CONVENZIONI CARTA GIOVANI I POSSESSORI DELLA CARTA GIOVANI POSSONO USUFRUIRE DELLE CONVENZIONI ATTIVE A LIVELLO NAZIONALE (4.600) ED INTERNAZIONALE (100.000) CHE SI TROVANO SUI SITI WEB www.cartagiovani.it

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli