Schroder International Selection Fund Manuale Operativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Schroder International Selection Fund Manuale Operativo"

Transcript

1

2 Indice Schroder International Selection Fund Pagina 1 Pag. 1. Il Gestore: Schroder Investment Management Ltd La Sicav Schroder International Selection Fund (Schroder ISF) I soggetti che intervengono nel collocamento di Schroder ISF 3 3. I comparti di Schroder ISF La gamma dei comparti I comparti azionari I comparti obbligazionari I comparti monetari I comparti a capitale protetto Le azioni Le classi azionarie Il prezzo delle azioni Il Fair Value Pricing I proventi di gestione Le commissioni La struttura Le commissioni d uscita e negoziazione Le commissioni di conversione (switch) Le commissioni di performance Altre commissioni e spese Le operazioni in cambi Le spese amministrative La sottoscrizione Gli importi minimi Le modalità operative La facoltà di recesso Le tempistiche Il modulo di sottoscrizione Il modulo di versamento aggiuntivo Ulteriori specificazioni La conversione (switch) Le tempistiche Il modulo di conversione (switch) Il rimborso Le tempistiche Ulteriori specificazioni Il modulo di rimborso Appendice Modifica di intestazione delle azioni Reintestazione delle azioni appartenenti al de-cuius Trasferimento delle azioni Costituzione in pegno delle azioni Lettera di rimborso Conferimento di procura Regime fiscale 11.1 Regime fiscale per i sottoscrittori residenti in Italia Trattamento fiscale delle azioni di partecipazione alla Sicav in caso di donazione e successione 40

3 1. Il Gestore: Schroder Investment Management Ltd. Pagina 2 Fondato nel 1804 e quotato alla borsa valori di Londra dal 1959, Schroders è un primario gruppo finanziario internazionale indipendente, specializzato nelle attività di gestione di patrimoni. I servizi di gestione internazionale di capitali sono offerti dal Gruppo tramite Schroder Investment Management Limited ( SIM ), interamente controllata da Schroders PLC. Con oltre 181,1 miliardi di Euro in gestione al 30 settembre 2006 e uno staff di oltre collaboratori (tra cui 314 gestori e analisti), SIM è uno dei principali gestori mondiali di capitali. La sede centrale di SIM è situata a Londra, ma oltre la metà del personale opera al di fuori del Regno Unito, in 34 uffici situati nelle principali aree geografiche. Dati al 30/09/06 Fonte: Schroders 2. La Sicav 2.1 Schroder International Selection Fund (Schroder ISF) La Sicav (Società d Investimento a Capitale variabile) è una società per azioni che ha per oggetto esclusivo l investimento collettivo in valori mobiliari del patrimonio raccolto mediante offerta al pubblico delle proprie azioni. A differenza dei fondi comuni d investimento, il patrimonio della Sicav è rappresentato da azioni anziché quote: pertanto i sottoscrittori, diventando soci della Sicav, hanno la facoltà di intervenire alle assemblee e di votare le delibere. Schroder ISF è una Sicav multicomparto di diritto estero (Lussemburghese), conforme alla direttiva CEE n. 85/611, modificata dalle direttive n. 88/220, 2001/107 e 2001/108 ed autorizzata alla distribuzione in Italia dal Multicomparto in quanto, pur essendo un unico strumento finanziario, è suddivisa in diversi comparti (fondi), ciascuno con un proprio patrimonio ed una specifica politica d investimento; di diritto estero poiché è stata costituita in Lussemburgo il 5 dicembre 1968.

4 Pagina I soggetti che intervengono nel collocamento di Schroder ISF Schroder ISF è distribuita in Italia grazie ad una struttura che coinvolge diversi soggetti, ciascuno con incarichi distinti: Collocatore: soggetto (Banca o Sim) autorizzato al collocamento delle azioni di Schroder ISF presso il pubblico. Il Collocatore trasmette tutti i dati delle sottoscrizioni ed i mezzi di pagamento delle azioni di Schroder ISF, e delle operazioni successive, al Soggetto Incaricato dei Pagamenti. Soggetto Incaricato dei Pagamenti ( 1 ): [Vedi TAV. II dell allegato al modulo di sottoscrizione] Istituto bancario autorizzato che funge da tramite tra il Collocatore e la Sicav. Ha il compito di raccogliere le informazioni provenienti dal Collocatore in un flusso di dati da trasmettere all Agente di Trasferimento. Schroder Investment Management (Luxembourg) S.A.: (5, Rue Höhenhof, L-1736 Senningerberg - Luxembourg) è la Società di Gestione e Agente Domiciliatario. J.P. Morgan Bank Luxembourg S.A.: (5, Rue Plaetis, PO Box 240, L-2012 Luxembourg) agisce in qualità di: Depositario: è la banca depositaria del patrimonio di Schroder ISF, ed ha la funzione di vigilare affinché l emissione e l estinzione delle azioni effettuate da Schroder ISF rispettino la legge e lo statuto della Sicav. Contabile del Fondo: è responsabile del calcolo del patrimonio netto per azione (NAV) di ogni comparto di Schroder ISF, e della gestione del registro contabile della Sicav. (1) Ex Banca Corrispondente.

5 Pagina 4 3. I comparti di Schroder ISF 3.1 La gamma dei comparti I comparti di Schroder ISF autorizzati al collocamento in Italia sono: 43 azionari puri, completamente investiti nel mercato di riferimento; 14 obbligazionari puri, completamente investiti nel mercato di riferimento; 2 monetari; 1 a capitale protetto. Ogni comparto è espresso nella valuta di denominazione, che riflette quella del mercato di riferimento in cui investe prevalentemente. 3.2 I comparti azionari America Latin American: investe in titoli azionari di società latino-americane. Il comparto è stato lanciato il 16 luglio 1998 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI EM Latin American Gross Index (TR). US Large Cap: investe in titoli azionari di società statunitensi. Le società a grande capitalizzazione sono società che, al momento dell'acquisto, si ritiene costituiscano il primo 85% del mercato statunitense per capitalizzazione. La rilevazione delle performance è effettuata a partire dal 21 marzo 2001, data in cui ha iniziato ad operare il nuovo team di gestione. Il comparto è denominato in Dollari USA. Benchmark: S&P 500 Composite Net Index. North American Equity Sigma: investe in titoli azionari di società nordamericane. Il gestore effettuerà gli investimenti in un portafoglio ampiamente diversificato di titoli selezionati mediante l applicazione di tecniche analitiche. Il comparto è stato lanciato il 30 agosto 2002 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: S&P 500 Index (Composite). US Small and Mid Cap Equity: investe in titoli azionari di imprese statunitensi di piccola e media dimensione che, al momento dell acquisto, rappresentano l ultimo 40% del mercato statunitense in termini di capitalizzazione. Il comparto è stato lanciato il 10 dicembre 2004 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: Russell 2500 (TR). US Smaller Companies: investe in titoli azionari di società statunitensi a piccola capitalizzazione che, al momento dell acquisto, costituiscono l ultimo 30% del mercato. Il comparto è stato lanciato il 20 luglio 1989 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: Russell 2000 Index (TR). Asia Asian Equity Alpha: investe in titoli azionari di società asiatiche. Al fine di raggiungere tale obiettivo, il gestore degli investimenti seleziona un portafoglio di titoli che a suo avviso può offrire il migliore potenziale di crescita futura. Il comparto è stato lanciato il 21 maggio 2004 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI AC Far East ex Japan Gross (TR). Asian Equity Yield: investe in azioni e titoli legati alle azioni di società asiatiche, che offrono rendimenti interessanti ed una politica di pagamento dei dividendi sostenibile nel tempo. Il comparto è stato lanciato l 11 giugno 2004 per attuare il trasferimento degli azionisti dalla gamma Schroder Hong Kong Institutional Pooled Funds alla SICAV Schroder ISF. Per il periodo precendente all 11 giugno 2004 il comparto Schroder ISF Asian Equity Yield utilizza il track record dello Schroder Institutional Pooled Funds - Asian Equity Yield Fund, pertanto la performance viene calcolata a partire dal 12 dicembre Il comparto è denominato in Dollari USA. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Esclusivamente per l analisi della performance viene utilizzato il benchmark MSCI AC Pacific ex Japan (TR). Asia Smaller Companies: investe in titoli azionari di società asiatiche di piccole dimensioni (Giappone escluso). Sono considerate società di piccole dimensioni quelle che, al momento dell acquisto, costituiscono in termini di capitalizzazione l ultimo 30% del mercato asiatico (Giappone escluso). Il comparto è stato lanciato i 16 settembre 2005 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI AC Far East ex-japan Gross (TR).

6 Pagina 5 China Opportunities: investe in azioni e titoli connessi ad azioni di società con sede legale e/o quotate o che abbiano una sostanziale esposizione delle proprie attività nella Repubblica Popolare Cinese. Il comparto è stato lanciato il 17 febbraio 2006 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI China. Emerging Asia: investe in titoli azionari emessi da società delle economie emergenti dell Asia. Il comparto è stato lanciato il 9 gennaio 2004 per attuare il trasferimento degli azionisti dalla gamma Schroder Hong Kong Unit Trusts alla SICAV Schroder ISF. Per il periodo precendente al 9 gennaio 2004, il comparto Schroder ISF Emerging Asia utilizza il track record dello Schroder HK Asia Emerging Markets Unit Trust dal 31 ottobre Il comparto è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI EM Asia USD (TR). Greater China: investe in titoli azionari di società della Repubblica Popolare Cinese, di Hong Kong SAR e Taiwan. Il comparto è stato lanciato il 12 maggio 1997 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI Golden Dragon Index. Japanese Equity: investe in titoli azionari di società giapponesi. Il comparto è stato lanciato il 2 agosto 1993 ed è denominato in Yen. Benchmark: Japan TSE 1st Section Index (TR). Comparto disponibile anche nella classe azionaria Euro Hedged (con copertura del cambio Euro/Yen). Benchmark: Japan TSE 1st Section Index EUR hedged (TR). Japanese Smaller Companies: investe in titoli azionari di società giapponesi a bassa capitalizzazione che, al momento dell acquisto, costituiscono l ultimo 30% del mercato giapponese. Il comparto è stato lanciato il 13 ottobre 1993 ed è denominato in Yen. Benchmark: nell agosto 2004 il Japan TSE 2nd Section Index (Price) è stato sostituito con il Russell / Nomura Small Cap Index. Il track record del benchmark precedente è stato sostituito con il nuovo. Pacific Equity: investe principalmente in titoli azionari di società del Bacino del Pacifico, escluso il Giappone. Il comparto è stato lanciato il 29 ottobre 1993 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI AC Asia ex Japan Gross Index (TR). Europa Emerging Europe: investe in titoli azionari di società dell Europa orientale e centrale, compresi i mercati dell ex Unione Sovietica e quelli emergenti del Mediterraneo. Il portafoglio può investire, in modo residuale, nei mercati del Nord Africa e del Medio Oriente. Il comparto è stato lanciato il 28 gennaio 2000 ed è denominato in Euro. Benchmark: nel febbraio 2004 il benchmark MSCI Emerging Europe (ex Greece) è stato sostituito con il benchmark MSCI EM Europe 10/40 Gross (TR). EURO Active Value: investe in un portafoglio di stile value di titoli azionari emessi da società operanti nei paesi che partecipano all UEM. Il comparto è stato lanciato il 9 agosto 2002 ed è denominato in Euro. Nel giugno del 2004 il benchmark del comparto Citi Euro Value PR è stato sostituito con l indice MSCI EMU Net Index (TR). Il track record del benchmark precedente è stato sostituito con il nuovo.

7 Pagina 6 EURO Dynamic Growth: investe in un portafoglio di stile growth di titoli azionari emessi da società operanti nei paesi facenti parte dell UEM e denominati in euro. Il comparto è stato lanciato il 28 febbraio 2002 ed è denominato in Euro. Nell aprile 2005 il benchmark del comparto Citi Euro Growth Index (TR) è stato sostituito con l indice MSCI EMU Net Index (TR) ed il track record del benchmark precedente è stato sostituito con il nuovo. EURO Equity: investe in titoli azionari di società dei paesi facenti parte dell Unione Economica e Monetaria Europea. Il comparto è stato lanciato il 21 novembre 1998 ed è denominato in Euro. La performance del comparto è calcolata a partire dal 20 novembre 1998, data di lancio della classe azionaria A a distribuzione. Il prezzo delle azioni A a distribuzione con i dividendi reinvestiti è stato utilizzato come proxy fino alla data di lancio delle azioni A ad accumulazione. Benchmark: MSCI EMU Net Index (TR). European Absolute Return: investe in titoli azionari di società europee e titoli di debito europei e, nel contempo, mira a mantenere il capitale attraverso l impiego strategico di depositi con istituti di credito e strumenti del mercato monetario. Il comparto può investire in strumenti finanziari derivati per un efficiente gestione del portafoglio o a fini di copertura. Più precisamente, a questo scopo, il comparto può acquistare o vendere future su indici azionari e acquistare e vendere opzioni su indici o singoli titoli azionari. Allo stesso scopo, ossia per contenere l esposizione a indici azionari o singoli titoli azionari, il comparto può sottoscrivere contratti per differenza (contracts for difference) laddove gli investimenti sottostanti non siano consegnati e la liquidazione avvenga in contanti. Il comparto è stato lanciato il 29 novembre 2002 ed è denominato in Euro. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Esclusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato in benchmark euro 3mo e MSCI Europe Net (TR). European Active Value: investe attivamente in un portafoglio con stile value composto da titoli azionari emessi da aziende europee. ll comparto è stato lanciato il 31 marzo 2006 ed è denomianto in Euro. Benchmark: MSCI Europe Net Index (TR). European Dynamic Growth: investe dinamicamente in un portafoglio con stile growth composto da titoli azionari emessi da aziende europee. Il comparto è stato lanciato il 31 agosto 2005 ed è nominato in Euro. Benchmark: MSCI Europe Net Index (TR). European (ex UK) Equity: investe in titoli azionari di società europee, escluso il Regno Unito. Il comparto è stato lanciato il 3 giugno 2005 per attuare il trasferimento degli azionisti dallo Schroder World Markets Fund European (ex UK) Equity (lanciato nel 22 novembre 1999) alla SICAV Schroder ISF. Per il periodo precedente al giugno 2005 il comparto utilizza il track record dello Schroder World Market Fund European (ex UK) Equity. Il comparto è denominato in Euro. Benchmark: FTSE WI Europe ex UK. European Equity Alpha: investe in titoli azionari di società europee. Il Gestore degli investimenti selezionerà il portafoglio dei titoli che a suo avviso offrono il migliore potenziale di crescita futura. Il comparto è stato lanciato il 31 gennaio 2003 ed è denominato in Euro. Benchmark: MSCI Europe Net Index (TR). European Equity Yield: investe in azioni ed in titoli ad esse correlati di società europee che offrono rendimenti attraenti e attuano sostenibili politiche di distribuzione dei dividendi. Il comparto, in precedenza denominato European Equity Sigma, ha cambiato denominazione e politica di investimento il 12 settembre 2005, data di riferimento per la rilevazione della performance. Il comparto è denominato in Euro. Benchmark: MSCI Europe Net Index (TR). European Large Cap: investe in titoli azionari di società europee, che al momento dell acquisto, costituiscano il primo 80% del mercato europeo per capitalizzazione. Il comparto, in precedenza denominato European Equity, in data 22 agosto 2005 ha cambiato denominazione e politica d investimento. La rilevazione delle performance è effettuata a partire dal 4 dicembre 1995, data di lancio dell originario European Equity Market Cap. Il comparto è denominato in Euro. Benchmark: MSCI Europe Net Index (TR).

8 Pagina 7 European Smaller Companies: investe in titoli azionari di società europee di minori dimensioni. Le società europee di minori dimensioni sono quelle che, al momento dell acquisto, rappresentano in termini di capitalizzazione l ultimo 30% di ciascun mercato europeo. Il comparto è stato lanciato il 7 ottobre 1994 ed è denominato in Euro. Benchmark: HSBC European Smaller Companies Index (TR). European Special Situations: investe in titoli azionari di società Europee. Al fine di raggiungere l obiettivo del comparto, il Gestore degli Investimenti investirà in un portafoglio selezionato di titoli di società in situazioni speciali. Con situazione speciale, il Gestore degli Investimenti intende quelle società la cui valutazione non rispecchi pienamente il futuro potenziale. Il comparto è stato lanciato il 31 marzo 2006 ed è denominato in Euro. Benchmark: MSCI Europe Net Index (TR) Italian Equity: investe in titoli azionari di società italiane. Il comparto è stato lanciato il 3 maggio 1996 ed è denominato in Euro. Benchmark: Mibtel Index (Price). Swiss Equity: investe in titoli azionari di società svizzere. Il comparto è stato lanciato il 18 dicembre 1995 ed è denominato in Franchi Svizzeri. Benchmark: Swiss Performance Index. Swiss Equity Active Allocation: investe in titoli azionari e altri titoli correlati emessi da società svizzere. Per raggiungere l obiettivo, il Gestore investe in un portafoglio di titoli che, a suo giudizio, presentano le migliori potenzialità di crescita. Il comparto è stato lanciato il 31 agosto 2005 ed è denominato in Franchi Svizzeri. Benchmark: Swiss Performance Index. Swiss Small & Mid Cap Equity: investe in titoli azionari di società svizzere di piccola e media dimensione che, al momento dell acquisto, costituiscono l ultimo 30% del mercato svizzero in termini di capitalizzazione. Il comparto è stato lanciato il 28 giugno 2002 ed è denominato in Franchi Svizzeri. Benchmark: nell ottobre 2004 l indice Swiss 2nd Liners Dynamics, è stato sostituito con l indice SPI Extra. Il track record completo dell indice precedente è stato mantenuto e legato al nuovo. Benchmark: Swiss Performance Index Extra (TR). UK Equity: investe in titoli azionari di società britanniche. Il comparto è stato lanciato il 13 aprile 1993 ed è denominato in Sterline. Benchmark: FTSE All Share Index (TR). Globali BRIC: investe in titoli azionari di società brasiliane, russe, indiane e cinesi. Il comparto è stato lanciato il 31 ottobre 2005 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI BRIC Gross Index (TR). Emerging Markets: investe nei mercati azionari emergenti. Il comparto è stato lanciato il 9 marzo 1994 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI EM Gross Index (TR). Global Energy: investe in titoli di società operanti nel settore energetico. Il comparto è stato lanciato il 30 giugno 2006 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI AC World Energy. Global Equity: investe in titoli azionari di società a livello mondiale. Il comparto è stato lanciato il 3 giugno 2005 ed è denominato in Dollari USA. Il comparto è stato lanciato nel 2005 per attuare il trasferimento degli azionisti dallo Schroder World Markets Fund Global Equity (lanciato il 22 novembre 1999) alla SICAV Schroder ISF. Per il periodo precedente al giugno 2005 il comparto utilizza il track record dello Schroder World Markets Fund Global Equity. Benchmark: MSCI World Mkt Cap Wtd Net Index (TR). Global Equity Alpha: investe in titoli azionari di società di tutto il mondo. Il gestore selezionerà un portafoglio di titoli che a suo avviso offrono il miglior potenziale di crescita futura. Il comparto è stato lanciato il 29 luglio 2005 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI World Net Index.

9 Pagina 8 Global Equity Sigma: investe in titoli azionari di società a livello mondiale. Al fine di raggiungere tale obiettivo, il Gestore degli Investimenti investirà in un portafoglio ampiamente diversificato di titoli selezionati mediante l'applicazione di tecniche analitiche. Il comparto, in precedenza denominato Global Equity, ha modificato il nome e la politica di investimento il 1 luglio La rilevazione delle performance è effettuata a partire dal 3 giugno 1993, data di lancio del Global Equity. Il comparto è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI World Mkt Cap Wtd Net Index (TR). Global Equity Yield: investe in titoli azionari ed altri titoli correlati emessi da società di tutto il mondo che offrono rendimenti attraenti ed attuano sostenibili politiche di distribuzione dei dividendi. Il comparto è stato lanciato il 29 luglio 2005 ed è denominato il Dollari USA. Benchmark: MSCI AC World Index. Global Property Securities: investe in titoli azionari e titoli di debito di società immobiliari di tutto il mondo. Il comparto è stato lanciato il 31 ottobre 2005 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Comparto disponibile anche nella classe azionaria Euro Hedged (con copertura del cambio Euro/Dollaro). Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Eslcusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato il benchmark JP Morgan Composite Index (50% EMBI, 50% ELMI+). Global Quantitative Active Value: investe in modo attivo in un portafoglio diversificato di stile value di azioni e titoli connessi ad azioni di società operanti in tutto il mondo. Il comparto è stato lanciato il 29 ottobre 2004 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Esclusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato il benchmark MSCI World. Global Smaller Companies: investe in titoli azionari di società di tutto il mondo di piccole dimensioni. Le società di piccole dimensioni sono quelle che, al momento dell'acquisto, costituiscono in termini di capitalizzazione l ultimo 30% di ogni singolo mercato. Il comparto è stato lanciato il 24 febbraio 2006 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: S&P/Citigroup Extended Market World Index. Global Technology: investe in titoli azionari di società tecnologiche di tutto il mondo o di società associate ai settori nuovi ed emergenti, in cui le prospettive di crescita siano enfatizzate dagli sviluppi tecnologici. Il comparto è stato lanciato il 9 agosto 1999 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: MSCI All Countries World Index IT (TR). 3.3 I comparti obbligazionari America US Dollar Bond: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile denominati in Dollari USA emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari a livello mondiale. Il comparto è stato lanciato il 15 dicembre 1997 ed è denominato in Dollari USA. La performance del comparto è calcolata a partire del 22 gennaio 1998, data di lancio della classe azionaria A a distribuzione. Il prezzo delle azioni A a distribuzione con i dividendi reinvestiti è stato utilizzato come proxy fino alla data di lancio delle azioni A ad accumulazione. Benchmark: Lehman Brothers US Aggregate Bond Index (TR). Asia Asian Bond: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile emessi da stati, enti pubblici, emittenti sovranazionali e societari asiatici, escluso il Giappone. Il comparto è stato lanciato il 16 ottobre 1998 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto).

10 Pagina 9 Europa Converging Europe Bond: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari dei paesi dell Europa orientale ed emergente. Il comparto è stato lanciato il 31 marzo 2000 ed è denominato in Euro. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Esclusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato il benchmark CiTi EMU 3m Eurodeposit. EURO Bond: investe in emissioni obbligazionarie ed altri titoli a tasso fisso e variabile denominati in Euro emessi da stati, enti pubblici, ed emittenti sovranazionali e societari a livello mondiale. Il comparto è stato lanciato il 18 dicembre 1998 ed è denominato in Euro. La performance del comparto è calcolata a partire dal 19 aprile 1999, data di lancio della classe azionaria A a distribuzione. Il prezzo delle azioni A a distribuzione con i dividendi reinvestiti è stato utilizzato come proxy fino alla data di lancio delle azioni A ad accumulazione. Lehman EURO Aggregate Index. EURO Corporate Bond: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile denominati in Euro, emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari. Un massimo pari al 20% degli attivi netti del Comparto sarà detenuto in titoli emessi dai governi. Il comparto è stato lanciato il 30 giugno 2000 ed è denominato in Euro. Benchmark: Merrill Lynch Euro Corporate Bond Index. EURO Short Term Bond: investe in obbligazioni a breve termine ed altri titoli a tasso fisso e variabile denominati in Euro ed emessi da governi, agenzie governative, organismi sovranazionali ed emittenti societari a livello globale. La scadenza media dei titoli detenuti in portafoglio dovrà essere pari a o inferiore a tre anni, mentre la vita residua di tali titoli non potrà essere superiore a cinque anni. Il comparto è stato lanciato il 17 marzo 1998 ed è denominato in Euro. Benchmark: Citi EMU Gov Bond 1-3 y Index (TR). European Bond: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile emessi da stati europei, enti pubblici, ed emittenti sovranazionali e societari. Il comparto è stato lanciato il 13 settembre 1994 ed è denominato in Euro. Benchmark: Citi European WGBI (TR). Globali Emerging Markets Debt: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari dei mercati dei paesi emergenti. Il comparto è stato lanciato il 29 agosto 1997 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Eslcusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato il benchmark JP Morgan Composite Index (50% EMBI, 50% ELMI+). Comparto disponibile anche nella classe azionaria Euro Hedged (con copertura del cambio Euro/Dollaro). Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Eslcusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato il benchmark JP Morgan Composite Index (50% EMBI, 50% ELMI+). Global Bond: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile, denominati in varie divise, emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari di tutto il mondo con non più del 20% delle attività nette del comparto investite in titoli con rating inferiore ad investment grade (secondo le categorie Standard & Poor s o le categorie equivalenti di altre agenzie di rating). Il comparto è stato lanciato il 3 giugno 1993 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: Lehman Brothers Global Aggregate Bond Index.

11 Pagina 10 Global Corporate Bond: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile denominati in varie valute emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari a livello mondiale. Un massimo pari al 20% degli attivi netti del comparto sarà detenuto in titoli emessi dai governi. Il comparto è stato lanciato il 20 settembre 1994 ed è denominato in Dollari USA. La performance del comparto è calcolata a partire dal 1 luglio Benchmark: nel luglio 2002, l indice di riferimento Salomon Smith Barney Currency Hedged WGBI è stato sostituito con l indice Lehman Brothers Global Aggregate - Credit Component. Il track record completo del benchmark è stato mantenuto e legato al nuovo. Il comparto è disponibile anche nella classe azionaria Euro Hedged (con copertura del cambio Euro/dollaro). Benchmark: Lehman Brothers Global Aggregate - Credit Compnent EUR Hedged. Global High Yield: investe in obbligazioni ed altri titoli a tasso fisso e variabile denominati in varie valute emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari a livello globale. Una percentuale non inferiore al 70% del patrimonio netto del comparto sarà investita in titoli con rating creditizio inferiore a investment grade (secondo le categorie di Standard & Poor s o le categorie equivalenti di altre agenzie di rating). Il comparto è stato lanciato il 16 aprile 2004 ed è denominato in Dollari USA. Nell agosto 2005, il benchmark Lehman Brothers Global High Yield Corporate Index è stato sostituito con il Lehman Brothers Global High Yield Corporate 2% Cap Index. Il track record dell indice precedente è stato mantenuto e legato al nuovo. Il comparto è disponibile anche nella classe azionaria Euro Hedged (con copertura del cambio Euro/dollaro). Benchmark: Lemhan Brothers Global High Yield Corporate 2% Cap Index EUR Hedged. Global Inflation Linked Bond: investe in titoli di debito legati all inflazione emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari a livello mondiale. Il comparto è stato lanciato il 28 novembre 2003 ed è denominato in Euro. Benchmark: Merrill Lynch Global Governments Inflation-Linked Index. Il comparto è disponibile anche nella classe USD Hedged (con copertura del cambio rispetto all Euro). Benchmark: Merryl Lynch Global Governments Inflation-Linked Index USD hedged. Strategic Bond: investe in obbligazioni e titoli a tassi fisso e variabile denominati in varie valute, emessi da stati, enti pubblici ed emittenti sovranazionali e societari di tutto il mondo. Il comparto potrà investire nell'intera gamma di titoli disponibili, compresi quelli non investment grade. Il comparto è stato lanciato il 30 settembre 2004 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Esclusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato il benchmark 3-month US Dollar LIBOR. Il comparto è disponibile anche nella classe azionaria Euro Hedged (con copertura del cambio Euro/Dollaro). Benchmark: non previsto (rendimento assoluto). Esclusivamente per l analisi delle performance viene utilizzato il benchmark 3-month EUR LIBOR. Strategic Credit: investe principalmente in titoli di credito, strumenti legati ai crediti, in altri titoli a tasso fisso e variabile, liquidità e derivati che, nel complesso, garantiscono un esposizione sui mercati globali del credito. Il comparto può avere, in qualsiasi momento, un esposizione in titoli di debito investment grade e sub-investment grade. Mentre i titoli di credito e gli strumenti legati ai crediti costituiscono la componente fondamentale del patrimonio del comparto, è anche possibile detenere titoli emessi da governi, agenzie governative ed organismi sopranazionali. Il comparto è stato lanciato il 30 settembre 2005 ed è denominato Euro.

12 Pagina I comparti Monetari America US Dollar Liquidity: investe principalmente in titoli obbligazionari a breve termine di alta qualità denominati in dollari USA e verificando che, al momento dell acquisto, la scadenza media iniziale o residua di tutti i titoli detenuti in portafoglio non sia superiore a 12 mesi; considerando tutti gli strumenti finanziari ad essi connessi, o che il regolamento di tali titoli preveda la revisione del tasso d interesse con cadenza almeno annuale, in base alle condizioni di mercato. Il comparto è stato lanciato il 21 settembre 2001 ed è denominato in Dollari USA. Benchmark: Citi USD 1m Eurodeposit LC. Europa Euro Liquidity: investe principalmente in titoli obbligazionari a breve termine di alta qualità denominati in Euro verificando che al momento dell acquisto, la scadenza media iniziale o residua di tutti i titoli detenuti in portafoglio non sia superiore a 12 mesi, considerando tutti gli strumenti finanziari ad essi connessi, o che il regolamento di tali titoli preveda la revisione del tasso d interesse con cadenza almeno annuale, in base alle condizioni di mercato. Il comparto è stato lanciato il 21 settembre 2001 ed è denominato in Euro. Benchmark: Citi EUR 1m Eurodeposit LC. 3.5 I comparti a capitale protetto European Defensive: investe nei principali mercati azionari europei, cercando di limitare eventuali perdite di capitale alla fine di ogni trimestre al 5% del NAV calcolato all inizio di detto trimestre. Il comparto investe principalmente in obbligazioni a breve termine e altri titoli a breve termine a tasso fisso e variabile e strumenti del mercato monetario denominati in euro. Il comparto può investire in opzioni call legate ad un paniere composto dai maggiori indici azionari europei, come il CAC 40 (Francia), il DAX 30 (Germania), il S&P/MIB 30 (Italia), l AEX (Paesi Bassi), l IBEX 35 (Spagna), lo SMI (Svizzera), l FTSE 100 (Regno Unito) e il Dow Jones Euro STOXX 50 (Europa). Non vi è garanzia relativamente alla limitazione massima delle perdite al 5% su base trimestrale. Il comparto è stato lanciato il 13 ottobre 1998 ed è denominato in Euro. Benchmark: Citi EMU 3m Eurodeposit Index (TR).

13 Pagina Le azioni 4.1 Le classi azionarie La Sicav prevede l emissione di azioni: A, A1, B e C per ciascun comparto. I diversi tipi di azioni si caratterizzano per una diversa struttura commissionale, ad eccezione del comparto Schroder ISF European Defensive, per il quale non è prevista né la classe C né la classe A1. È attualmente prevista l emissione in via esclusiva di azioni nominative, registrate nel libro soci di Schroder ISF con un massimo di quattro cointestatari. Non è prevista l emissione dei certificati rappresentativi delle azioni. 4.2 Il prezzo delle azioni Il prezzo delle azioni è determinato giornalmente in base al valore patrimoniale netto del portafoglio di ciascun comparto ( NAV : Net Asset Value o Valore Patrimoniale Netto), diviso il numero delle azioni (per categoria e tipo) dello stesso comparto fino a quel momento emesse da Schroder ISF. Il calcolo è effettuato alle ore (CET) di ogni giorno di valutazione (giorno lavorativo bancario in Lussemburgo), nella valuta di denominazione di ciascun comparto, secondo i seguenti criteri: per i mercati dell area asiatica vengono considerati i prezzi di chiusura dello stesso giorno di valutazione; per i mercati europei vengono considerati i prezzi delle ore (CET); per i mercati americani vengono generalmente considerati i prezzi di chiusura del giorno di valutazione precedente, fatto salvo i comparti per i quali viene applicata la tecnica del Fair Value Pricing. I prezzi delle azioni sono pubblicati giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore e sul sito Internet in via ufficiale, e si riferiscono alle quotazioni del giorno di valutazione precedente in Lussemburgo. I prezzi sono pubblicati anche su altri quotidiani. N.B.: I prezzi dei diversi tipi di azione (A, A1, B e C) sono pubblicati al netto delle relative commissioni annue e al lordo della ritenuta fiscale. 4.3 Il Fair Value Pricing Nel luglio 2003 è stata introdotta la tecnica di valorizzazione conosciuta come fair value pricing, per consentire una più corretta valorizzazione dei portafogli dei comparti che investono nei mercati non europei. In precedenza i titoli sottostanti erano valutati sulla base dei prezzi di chiusura del mercato di riferimento, anche se determinati in un momento antecedente rispetto al valuation point (ore CET). Con la nuova tecnica è possibile tenere conto di eventuali oscillazioni del valore dei titoli intervenute successivamente alla chiusura. L Amministratore del Fondo può decidere di rettificare il valore netto d inventario affinché questo esprima correttamente il valore del portafoglio. ll fair value pricing è attualmente applicato solo ai seguenti comparti: Schroder ISF US Large Cap, Schroder ISF North American Equity Sigma, Schroder ISF Global Equity Sigma, Schroder ISF Global Technology, Schroder ISF Global Equity e Schroder ISF Global Quantitative Active Value. In futuro l applicazione del fair value pricing potrà essere estesa anche ad altri comparti. 4.4 I proventi di gestione Schroder ISF prevede l emissione di azioni di categoria a distribuzione o ad accumulazione dei proventi di gestione per ciascun comparto. In Italia vengono collocate solo le azioni ad accumulazione (i proventi di gestione vanno ad accrescere in misura corrispondente il valore delle azioni del comparto), introdotte il 17 gennaio 2000, ed autorizzate in Italia dal 30 maggio 2000.

14 5. Le commissioni Schroder International Selection Fund Pagina La struttura Ogni classe azionaria si caratterizza per una specifica struttura commissionale come segue: Azioni di tipo A: azioni con commissione di vendita (ingresso) e commissione di gestione annua. Azioni di tipo A1: azioni con commissione di vendita (ingresso), e commissione annua, calcolata come somma delle commissioni di gestione annue e delle commissioni di distribuzione annue riportate sia nel Prospetto Informativo Completo, che nel Prospetto Semplificato. Azioni di tipo B: azioni no load, con commissione annua, calcolata come somma delle commissioni di gestione annue e delle commissioni di distribuzione annue riportate sia nel Prospetto Informativo Completo, che nel Prospetto Semplificato. Azioni di tipo C: azioni con commissione di vendita (ingresso) e commissione di gestione annua, caratterizzate da una particolare soglia minima di sottoscrizione (paragrafo 7.1). Le azioni di tipo C sono riservate ad operatori qualificati. 5.2 Le commissioni di uscita e La struttura commissionale di Schroder ISF per l Italia non prevede commissioni di di negoziazione uscita e di negoziazione. 5.3 Le commissioni di L applicazione della commissione di conversione e la misura della stessa (entro il limite conversione (switch) massimo riportato nel Prospetto Informativo Completo) sarà determinata dal Collocatore, previo accordo con la Società di Gestione della Sicav.

15 Pagina 14 Azioni di tipo A Azioni di tipo C COMMISSIONI DI VENDITA min 0% min 0% min 0% non previste max 4% max 3% max 0,75% COMMISSIONI ANNUE in bps Commissioni di Commissioni di Commissione Totale annua Comparti Monetari gestione distribuzione gestione distribuzione Euro Liquidity US Dollar Liquidity Comparti Obbligazionari Euro Short Term Bond Euro Bond European Bond Global Bond Global Inflation Linked Bond (2) US Dollar Bond Euro Corporate Bond Global Corporate Bond (1) Global High Yield (1) Strategic Bond (1) Asian Bond Converging Europe Bond Emerging Markets Debt (1) Strategic Credit Comparti Azionari European Absolute Return * European (ex UK) Equity European Large Cap (ex European Equity) Global Equity Global Equity Sigma Global Quantitative Active Value (3) Italian Equity Japanese Equity (1) North American Equity Sigma Swiss Equity UK Equity US Large Cap (ex North American Equity) (3) Asian Equity Alpha * Asian Equity Yield Asian Smaller Companies* BRIC (Brazil,Russia,India & China) (3) China Opportunities Emerging Asia (3) Emerging Europe Emerging Markets (3) Euro Active Value Euro Dynamic Growth Euro Equity European Active Value * European Dynamic Growth * European Equity Alpha * European Equity Yield (ex European Equity Sigma) European Smaller Cos European Special Situations * Global Energy Global Equity Alpha * (3) Global Equity Yield (3) Global Property Securities (1) Global Smaller Companies Global Technology Greater China Japanese Smaller Cos Latin American (3) Pacific Equity (3) Swiss Equity Active Allocation * Swiss Small & Mid Cap US Smaller Cos Us Small & Mid Cap Equity (3) Comparti a Capitale Protetto European Defensive 125 n/a n/a n/a COMMISSIONI DI USCITA non previste non previste non previste non previste COMMISSIONI DI CONVERSIONE non previste non previste non previste non previste * comparto con commissioni di performance pari al 15% (1) disponibile anche nella classe Hedged in Euro (2) disponibile anche nella classe Hedged in USD (3) comparto denominato in US$ (valuta di riferimento) ed in Euro Azioni di tipo A1 Azioni di tipo B Commissione Totale annua

16 Pagina Le commissioni di performance Per alcuni comparti è prevista la corresponsione di una commissione di performance. Tale commissione è dovuta nel caso in cui la performance del comparto in un determinato periodo temporale (normalmente tra il 1 gennaio ed il 31 dicembre di ogni anno) sia positiva e superiore a quella del relativo benchmark. Inoltre, affinché maturi la commissione di performance, il valore netto d inventario del comparto alla fine del periodo deve essere superiore all High Water Mark (HWM). Tale principio è stato adottato per assicurare che la commissione di performance non venga pagata due volte. L HWM può essere considerato come il valore minimo che il comparto deve raggiungere alla fine del periodo, affinché maturi la commissioni di performance. Inizialmente l HWM coincide con il prezzo di lancio del comparto e viene rivisto alla fine di ogni periodo (ovvero al 31 dicembre di ogni anno). Se l andamento del comparto è stato tale da generare il pagamento di una commissione di performance, l HWM viene incrementato fino a coincidere con il prezzo corrente del comparto a fine periodo. Se invece, nessuna commissione di performance è dovuta, l HWM rimane invariato. In fase di revisione a fine periodo l HWM non può mai diminuire, ma solo aumentare o restare invariato. Commissioni di performance: High Water Mark (HWM) T 0 T 1 Fondo = 100 HWM = 100 Indice = 100 Fondo = 130 HWM = 100 Indice = 120 Fondo > HWM Fondo > indice Commissione di performance: SI su ( ) HWM = 130 Fondo = 130 HWM = 100 Indice = 140 Fondo > HWM Fondo < indice Commissione di performance: NO Fondo = 90 HWM = 100 Indice = 80 Fondo < HWM Fondo > indice Commissione di performance: NO La commissione di performance è pari al 15% della sovra-performance, ovvero della differenza positiva tra l incremento del valore netto d inventario del comparto in un dato periodo e quello del relativo benchmark nello stesso periodo. La commissione è calcolata e contabilizzata su base giornaliera.

17 Pagina 16 Al momento dell emissione del presente documento, i comparti e le classi di azioni interessate all introduzione di una commissione di performance sono i seguenti: Comparto Benchmark Classi di azioni Schroder ISF MSCI All Country Far A, A1, B e C Asian Equity Alpha East ex Japan Gross (TR) Schroder ISF MSCI AC Far East (ex-japan) A, A1, B e C Asian Smaller Companies Schroder ISF EUR Libor 3mo A, A1, B e C European Absolute Return Schroder ISF MSCI Europe A, A1, B e C European Active Value Schroder ISF MSCI Europe Net (TR) A, A1, B e C European Dynamic Growth Schroder ISF MSCI Europe Net (TR) A, A1, B e C European Equity Alpha Schroder ISF MSCI Europe Net (TR) A, A1, B e C European Special Situation Schroder ISF MSCI World A, A1, B e C Global Equity Alpha Schroder ISF S&P/Citigroup Extended A, A1, B e C Global Smaller Companies Market World Index Schroder ISF Swiss Performance Index A, A1, B e C Swiss Equity Active Allocation

18 6. Altre commissioni e spese Pagina Le operazioni in cambi effettuate dal Soggetto Incaricato dei Pagamenti Qualora il cliente chieda una sottoscrizione/rimborso di azioni Schroder ISF in una valuta diversa da quella di denominazione dei comparti prescelti, il Soggetto Incaricato dei Pagamenti provvederà alla relativa operazione in cambi applicando una commissione nella misura massima dello 0,10% dell importo sottoscritto/rimborsato, al netto delle Commissioni di Vendita e delle Spese Amministrative. Non sono previste altre spese in cambi per le operazioni di conversione (switch). 6.2 Le spese amministrative Il Soggetto Incaricato dei Pagamenti provvederà a trattenere, a titolo di spese amministrative, un ammontare massimo di 40 Euro dall importo lordo relativo ad ogni operazione di sottoscrizione e rimborso, in ciascun comparto. Il Soggetto Incaricato dei Pagamenti potrà inoltre addebitare, a propria discrezione, un rimborso spese per le richieste di trasferimento di azioni ad altro Collocatore o per la modifica di intestazione delle azioni. Tale ammontare viene comunicato al Collocatore (paragrafo 10.3).

19 7. La sottoscrizione Schroder International Selection Fund Pagina Gli importi minimi La sottoscrizione iniziale minima per le azioni di tipo A, A1 e B è di Euro o importi equivalenti in altre valute. La sottoscrizione iniziale minima per le azioni di tipo C è di Euro o importi equivalenti in altre valute; per i versamenti aggiuntivi il minimo è di Euro o importi equivalenti in altre valute. 7.2 Le modalità operative Ogni Collocatore disporrà di un unico Modulo di Sottoscrizione o di Versamento Aggiuntivo valido sia per le sottoscrizioni in forma analitica che per le sottoscrizioni in forma cumulativa. Si rammenta che solo in caso di sottoscrizione in forma cumulativa l investitore da mandato senza rappresentanza al Soggetto Incaricato dei Pagamenti di sottoscrivere per Suo conto le azioni di Schroder ISF (si veda paragrafo Soggetto Incaricato dei Pagamenti riportato sul modulo). L origine dei flussi indicati inizia dal giorno in cui la domanda ed i relativi mezzi di pagamento sono ricevuti dalla Sede Centrale del Collocatore (T). T+1 e T+2 indicano i limiti massimi entro cui deve essere effettuata la trasmissione della domanda. I Collocatori sono impegnati, ai sensi dell art CC, a trasmettere al Soggetto Incaricato dei Pagamenti le domande/ordini entro e non oltre il giorno successivo a quello di ricezione, assieme ai relativi mezzi di pagamento. I Promotori Finanziari e le Agenzie devono trasmettere la domanda ed i relativi mezzi di pagamento alla Sede Centrale del Collocatore nel più breve tempo possibile dopo la ricezione. 7.3 La facoltà di recesso In caso di prima sottoscrizione con collocamento fuori sede, si applica la facoltà di recesso a favore del sottoscrittore, e quindi l efficacia del contratto è sospesa per sette giorni dalla data di sottoscrizione. Trascorso tale termine inizia la tempistica indicata nello schema seguente (T).

20 Pagina Le tempistiche Lo schema seguente riassume la tempistica di esecuzione delle domande di sottoscrizione di azioni di Schroder ISF complete ed esatte nella loro compilazione (vedi Allegato al Modulo di Sottoscrizione). Cliente Sottoscrittore T+6 Invio conferma di investimento Filiale/ Agenzia Collocatore (sede centrale) Promotore Finanziario T T+1 Trasmissione domanda e relativo mezzo di pagamento Soggetto Incaricato dei Pagamenti T+2 Trasmissione domanda Schroder ISF T+2 Attribuzione NAV (1) I mezzi di pagamento ammessi per la sottoscrizione sono: assegno bancario, circolare o postale, non trasferibile, emesso all ordine di Schroder International Selection Fund ; bonifico bancario in Euro od in valuta sul c/c intestato a Schroder International Selection Fund acceso presso il Soggetto Incaricato dei Pagamenti (vedi il numero di c/c sulla Tavola II dell Allegato al Modulo di Sottoscrizione); se il mezzo di pagamento utilizzato è un assegno, questo è accettato dal Soggetto Incaricato dei Pagamenti salvo buon fine e si procede alla trasmissione della domanda il giorno feriale successivo a quello di valuta dell'assegno. Qualora l assegno non andasse a buon fine, il Soggetto Incaricato dei Pagamenti procederà all operazione di disinvestimento delle azioni sottoscritte. Se il mezzo di pagamento utilizzato è un bonifico bancario, il Soggetto Incaricato dei Pagamenti attenderà la valuta dello stesso prima di procedere alla trasmissione della domanda. (2) Le valute dei mezzi di pagamento sono riportate nel modulo. (3) La tempistica indicata si riferisce alla data di invio (a mezzo posta ordinaria) della conferma dell investimento.

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

Modulo di sottoscrizione

Modulo di sottoscrizione Modulo di sottoscrizione Il presente Modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia di azioni di JPMORGAN INVESTMENT FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese a struttura multicomparto e multiclasse.

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV )

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) Pagina 1 di 10 EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Modalità di partecipazione:

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo Schroder International Selection Fund Prospetto informativo (Società di investimento a capitale variabile (SICAV) di diritto lussemburghese) Febbraio 2015 Italia Schroder International Selection Fund

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Indagine conoscitiva sulla gestione del risparmio da parte dei Fondi pensione e Casse professionali, con riferimento agli investimenti mobiliari e immobiliari,

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 LISTINO BASE 3 mesi Tasso nominale partita 0,25% lordo annuo 6 mesi

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING Integrazione Webank-WeTrade NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING La fusione tra Webank e WeTrade, avvenuta lo scorso 18 dicembre, ha comportato alcune novità nella tua operatività di trading. Te li riassumiamo

Dettagli