UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA AD UN POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE ICAR/07 - GEOTECNICA FACOLTA DI INGEGNERIA G.U. N.29 DEL 13/04/2004 RELAZIONE FINALE Alle ore 15:00 del giorno 13 dicembre 2004 presso la sede dell Università di Napoli Parthenope in Napoli alla Via Ammiraglio Acton n. 38 si riunisce la Commissione giudicatrice della procedura di valutazione comparativa ad un posto di professore ordinario settore scientifico disciplinare ICAR/07-Geotecnica - bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.29 del 13/04/2004. Risultano presenti il: - prof. Michele Jamiolkowski Presidente, - prof. Alberto Burghignoli Componente, - prof. Aldo Evangelista Componente, designato dalla Facoltà, - prof. Antonio Mario Federico Componente, - prof. Vincenzo Pane Segretario. membri della Commissione nominata con decreto n. 355 del 26/07/2004, pubblicato sulla G.U. IV Serie Speciale n.66 del 20/08/2004, a seguito di autorizzazione del Rettore (nota prot /pos.PD del 29 settembre 2004). La Commissione si è riunita in seduta telematica il giorno e, successivamente, nei giorni e presso la sede dell Università di Napoli Parthenope in Via Ammiraglio Acton 38. La prima seduta della Commissione è stata effettuata per via telematica alle ore 10:00 del giorno I commissari hanno concordato la nomina del Presidente nella persona del prof. Michele Jamiolkowski e del Segretario nella persona del Prof. Vincenzo Pane. Quindi, la Commissione, presa visione degli atti normativi e regolamentari che disciplinano lo svolgimento delle procedure di valutazione comparativa nonché del bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.29 del 13/04/2004 Nomina della Commissione Decreto Rettorale n. 355 del 26/07/2004 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.66 del 20/08/2004, ha preso atto che nessuna istanza di ricusazione dei commissari, relativa alla presente valutazione comparativa, è pervenuta all Ateneo e che pertanto la Comissione era pienamente legittimata ad operare secondo le norme del bando concorsuale. La Commissione ha iniziato la verifica dei nomi dei candidati, tenendo conto dell'elenco fornito dall Ateneo: SIMONELLI Armando Lucio, nato a Caracas il 13/01/1956; AVERSA Stefano, nato a Napoli il 28/04/1960; RAMPELLO Sebastiano, nato ad Enna il 06/06/1958; GAJO Alessandro, nato a Treviso il 20/01/1962; MANCUSO Claudio, nato a Napoli il 22/05/1960; pag. 1di31

2 URCIUOLI Gianfranco, nato ad Atripalda (AV) il 24/04/1960; MUSSO Antonino, nato a Belmonte Mezzano (PA) il 06/11/1949; ed ognuno dei membri della Commissione ha dichiarato di non avere relazioni di parentela ed affinità entro il 4 grado incluso con i candidati e con gli altri commissari (art. 5 comma 2 D. lgs n. 1172) e che non sussistevano le cause di astensione di cui all art. 51 c.p.c.. La Commissione ha preso atto della comunicazione inviata al Prof. Evangelista dal candidato Rampello, con la quale lo stesso rinunciava a partecipare alla presente Valutazione Comparativa in quanto risultato già idoneo in una precedente Valutazione Comparativa per lo stesso ruolo nello stesso Settore Scientifico Disciplinare. L elenco dei candidati è stato così modificato: SIMONELLI Armando Lucio, nato a Caracas il 13/01/1956; AVERSA Stefano, nato a Napoli il 28/04/1960; GAJO Alessandro, nato a Treviso il 20/01/1962; MANCUSO Claudio, nato a Napoli il 22/05/1960; URCIUOLI Gianfranco, nato ad Atripalda (AV) il 24/04/1960; MUSSO Antonino, nato a Belmonte Mezzano (PA) il 06/11/1949 La Commissione ha preso atto che il bando dispone che, al termine della valutazione dei titoli, venisse sostenuta dai candidati che non rivestono la qualifica di professore associato una prova didattica che concorre alla valutazione complessiva. A questo proposito, tutti i membri della Commissione hanno dichiarato di essere a conoscenza del fatto che tutti i candidati risultassero già inquadrati come professori associati nel SSD ICAR/07 alla data del bando della presente valutazione comparativa. Pertanto, non vi è stata necessità di prevedere alcuna prova didattica. La Commissione ha considerato a tal riguardo la possibilità di poter fissare già nella seduta in corso la data della successiva riunione e di procedere quindi a determinare i criteri generali di massima. In riferimento a tale compito, la Commissione ha preso atto che le norme concorsuali dispongono che, per quanto attiene in particolare la valutazione del curriculum complessivo dei candidati e delle pubblicazioni scientifiche prodotte, i relativi criteri devono uniformarsi a quelli esposti dall art. 4 del bando concorsuale e che in sede di valutazione devono essere obbligatoriamente valutati i titoli previsti dallo stesso articolo del bando. Al termine della predeterminazione dei criteri di massima (Allegato 1 alla presente Relazione finale), la Commissione ha dato incarico al Prof. Aldo Evangelista di darne immediata conoscenza al Responsabile del procedimento amministrativo per i provvedimenti conseguenziali, nonché di disporre il ritiro del materiale e della documentazione prodotta dai candidati, affinchè, nella successiva seduta, da tenersi non prima dei sette giorni previsti, la Commissione stessa fosse in condizione di procedere speditamente nei propri lavori. A conclusione dei suoi lavori la Commissione, quindi, tenuto conto del numero complessivo di candidati, ha fissato la successiva riunione in data alle ore 10:00 presso l Università di Napoli Parthenope a Napoli in Via Ammiraglio Acton n.38. La riunione è stata sciolta alle ore 12:00. A causa della indisposizione del prof. Jamiolkowski, la riunione della Commissione, prevista per il , è stata rinviata, a seguito di accordi telefonici, al giorno alle ore 9:30 presso l Università di Napoli Parthenope a Napoli in Via Ammiraglio Acton n.38. La Commissione si è riunita per la seconda seduta alle ore 9:45 del giorno presso la sede dell Università di Napoli Parthenope in Napoli alla Via Ammiraglio Acton n. 38. La Commissione ha preso atto dell avvenuta consegna delle domande e delle relative documentazioni presentate dai candidati alla presente valutazione comparativa di cui all elencazione pag. 2di31

3 nominativa innanzi riportata, nonché delle pubblicazioni inviate da ciascuno dei candidati ai singoli commissari. Rispetto allo stesso, non sono risultate trasmesse quelle del Prof. Antonino MUSSO, da considerarsi rinunciatario ai sensi di quanto stabilito nell art. 3 del bando della valutazione comparativa in oggetto. La Commissione ha deciso, quindi, di procedere all esame della documentazione e dei titoli allegati dai candidati alle singole domande e alla formulazione sui candidati medesimi dei giudizi di ogni commissario, secondo l ordine alfabetico degli stessi. Si è passati quindi all esame delle domande allo scopo di redigere il curriculum dell attività di ciascun candidato e di formulare i giudizi dei singoli commissari. Si è provveduto ad aprire i plichi trasmessi e, da parte di ciascun commissario, si è proceduto all esame della documentazione per la formulazione dei singoli giudizi da parte degli stessi commissari. Sono state prese in esame solo le pubblicazioni corrispondenti agli elenchi delle stesse allegati alle domande di partecipazione al concorso. Esaminati gli elenchi delle pubblicazioni dei candidati, la Commissione ha riscontrato che due di essi hanno presentato lavori svolti in collaborazione con un componente della Commissione, e precisamente: Aversa con il Commissario Evangelista; Simonelli con il Commissario Evangelista. Il Commissario Evangelista ha illustrato l apporto dei candidati alle pubblicazioni svolte in collaborazione. Successivamente, la Commissione ha collegialmente proceduto alla valutazione del contributo dato da ogni singolo candidato nelle pubblicazioni presentate a più autori. Gli elenchi delle pubblicazioni dei 5 candidati, con le relative attribuzioni dei contributi, nel caso dei lavori svolti in collaborazione con altri autori e con i Commissari, sono riportati nell Allegato 2 alla presente Relazione finale. Dopo l esame dei curricula, dei titoli e delle pubblicazioni presentati dai candidati ai fini della valutazione comparativa, la Commissione, dopo ampia discussione, ha deciso di formulare, per ciascun candidato, un profilo oggettivo delle attività scientifiche e didattiche, condiviso all unanimità da tutti i membri della Commissione, che costituisce il riferimento per i giudizi individuali dei singoli Commissari e di quello generale della Commissione. Tali profili sono riportati nell Allegato 3 alla presente Relazione finale. La riunione è stata chiusa alle ore 17:00 e riconvocata il giorno alle ore 9:30 presso l Università di Napoli Parthenope a Napoli in Via Ammiraglio Acton n.38. La Commissione si è riunita per la terza seduta alle ore 9:45 del giorno presso la sede dell Università di Napoli Parthenope in Napoli alla Via Ammiraglio Acton n. 38. Si è proceduto alla formulazione dei giudizi individuali dei singoli commissari su tutti i candidati, riportati nell Allegato 4 alla presente Relazione finale. A seguito di approfondita discussione, la Commissione ha proceduto alla formulazione dei giudizi collegiali sui singoli candidati, riportati nell Allegato 5 alla presente Relazione finale. La Commissione ha proceduto quindi ad una ponderata valutazione comparativa sulla base dei giudizi complessivi relativi a ciascun candidato con ampia discussione cui hanno partecipato attivamente tutti i membri della Commissione stessa. Sulla base della comparazione effettuata, la Commissione, con deliberazione assunta all unanimità, ha dichiarato inequivocabilmente quale idonei i Professori Stefano Aversa e Claudio Mancuso. pag. 3di31

4 Napoli, La Commissione - prof. Michele Jamiolkowski, Presidente - prof. Alberto Burghignoli, Componente - prof. Aldo Evangelista, Componente - prof. Antonio Mario Federico, Componente - prof. Vincenzo Pane, Segretario pag. 4di31

5 RELAZIONE FINALE ALLEGATO N.1 CRITERI DI MASSIMA (ex. Art. 4 comma 1 D.P.R. 117/00) Dopo ampia e approfondita discussione, la Commissione della Valutazione Comparativa ad un posto di Professore Ordinario del SSD ICAR/07 presso la Facoltà di Ingegneria dell Università degli studi di Napoli Parthenope ha stabilito i criteri generali di valutazione del curriculum vitae complessivo, dei titoli e delle pubblicazioni presentate dei candidati, ex art. 4 del bando di concorso. I criteri stabiliti sono riportati qui di seguito in carattere corsivo: Per valutare il curriculum complessivo del candidato e le pubblicazioni scientifiche, la Commissione tiene in considerazione i seguenti criteri: originalità ed innovatività della produzione scientifica e rigore metodologico; apporto individuale del candidato, analiticamente determinato nei lavori in collaborazione; congruenza dell attività del candidato con le discipline ricomprese nel settore scientifico disciplinare per il quale è bandita la procedura, ovvero con tematiche interdisciplinari che le comprendono; rilevanza scientifica della collocazione editoriale delle pubblicazioni e loro diffusione all interno della comunità scientifica; continuità temporale della produzione scientifica anche in relazione all evoluzione delle conoscenze nello specifico settore scientifico-disciplinare. Al fine di valutare il curriculum scientifico complessivo, la Commissione farà anche ricorso, ove possibile, a parametri riconosciuti in ambito scientifico internazionale. Costituiscono, in ogni caso, titoli da valutare specificamente quelli di cui all art. 4 comma 4 del regolamento di cui al D.P.R. n. 117 del 23/03/00, ed in particolare: o l attività didattica svolta anche all estero. Per le attività svolte presso Atenei Italiani verrà presa in considerazione solo quella effettuata in forza di provvedimenti ufficiali e non già quella effettuata in sostituzione di docenti ufficiali; o i servizi prestati negli Atenei e negli enti di ricerca, italiani e stranieri; o l attività di ricerca, comunque svolta, presso soggetti pubblici e privati, italiani e stranieri; o i titoli di dottore di ricerca e la fruizione di borse di studio finalizzate all attività di ricerca; o l organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca; o il coordinamento di iniziative in campo didattico e scientifico svolte in ambito nazionale ed internazionale; il servizio prestato nei periodi di distacco presso i soggetti di cui all art. 3, comma 2 del D. Lgs. 27/07/99, n pag. 5di31

6 prof. Stefano AVERSA RELAZIONE FINALE ALLEGATO N.2 ELENCHI DELLE DODICI PUBBLICAZIONI SELEZIONATE ELENCO DELLE 12 PUBBLICAZIONI SELEZIONATE AI FINI DELLA VALUTAZIONE COMPARATIVA 1. S. AVERSA (1991) - Mechanical behaviour of soft rocks: some remarks. IW Experimental characterization and modelling of soils and soft rocks, Napoli 2. S. AVERSA, A. EVANGELISTA, S. LEROUEIL, L. PICARELLI (1993) Some aspects of the mechanical behaviour of structured soils and soft rocks. IS on Geotechnical Engineering of Hard Soils and Soft Rocks, Athens 3. A. EVANGELISTA, S. AVERSA (1993) Experimental evidence of non-linear and creep behaviour of pyroclastic rocks. Course on Visco Plastic Behaviour of Geomaterials, CISM, Udine 4. S. AVERSA, A. EVANGELISTA (1993) Thermal expansion of neapolitan yellow tuff. Rock Mechanics and Rock Engineering, vol. 26, n S. AVERSA, F. VINALE (1995) Improvement to a stress-path triaxial cell. Geotechnical Testing Journal, vol. 18, n. 1, ASTM 6. S. AVERSA (1996) Eurocodice 7: strutture di sostegno. RIG, vol. XXX, n. 2/3 7. S, AVERSA, M. CANDELA, N. NOCILLA, G. URCIUOLI.(1997) Stability of the vertical cliff overhanging Via Krupp in Capri. Arrgigo Croce Memorial Symposium Geotechnical Engineering for the Preservation of Monuments and Historic Sites, Napoli 8. S. AVERSA (1997) Aspetti sperimentali e modellazione nella progettazione delle opere di sostegno e degli scavi. Relazione Generale, IV Convegno GNCSIG del CNR, Perugia 9. S. AVERSA, A. EVANGELISTA (1998) Mechanical behaviour of a pyroclastic rock: yield, strength and destructuration effects. Rock Mechanics and Rock Engineering, vol. 31, n S. AVERSA, R. LA GIOIA (2000) Model requirements and design criteria in soft rocks. Panel Report, 2nd IS on the Geotechnics of Hard Soils and Soft Rocks, Napoli 11. S. AVERSA, M.V. NICOTERA (2002) A triaxial and oedometer apparatus for testing unsaturated soils. Geotechnical Testing Journal, vol. 25, n. 1, ASTM 12. A. PELLEGRINO, S. AVERSA (2003) Principi di geotecnica. Manuale dell ingegnere civile ed ambientale, Zanichelli editore. INDIVIDUAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEI CONTRIBUTI Le pubblicazioni n. 3, 4 e 9 sono in collaborazione esclusivamente con il Commissario Evangelista, mentre la pubblicazione 2 è in collaborazione con Evangelista e con altri autori. Il Commissario Evangelista dichiara che la nota n.4 rappresenta la pubblicazione su rivista internazionale di parte degli esiti della attività di ricerca svolta nell ambito del Dottorato del candidato e che pertanto in essa il contributo del candidato deve ritenersi prevalente. Per la pubblicazione n. 2, il candidato, insieme con gli altri autori, ha contribuito all organizzazione ed allo sviluppo del lavoro, con particolare riguardo agli aspetti relativi al comportamento delle rocce tenere; il contributo può considerarsi paritetico. Per la pubblicazione n. 3, il candidato ha contribuito a parte della sperimentazione e all analisi dei dati sperimentali; il contributo può considerarsi paritetico. Per la pubblicazione n.9, il candidato ha contribuito all organizzazione ed allo sviluppo del lavoro, con particolare riferimento agli aspetti della modellazione; il contributo può considerarsi paritetico. Il candidato presenta inoltre cinque note in collaborazione con altri autori per le quali non esistono esplicite indicazioni sul contributo degli Autori. Sulla base dell attività complessiva del candidato la Commissione individua il contributo del candidato e lo valuta paritetico a quello degli altri autori. pag. 6di31

7 prof. Alessandro GAJO ELENCO DELLE 12 PUBBLICAZIONI SELEZIONATE AI FINI DELLA VALUTAZIONE COMPARATIVA 1. A. GAJO, L. MONGIOVÌ (1995) An analytical solution for the transient response of saturated porous elastic solids, Int. Journ. Numerical and Analytical Methods in Geomechanics, A. GAJO (1995) The influence of viscous coupling in the propagation of elastic waves in saturated soils. Journ. Geot. Eng., ASCE, 121,9. 3. A. GAJO (1996) The effects of inertial coupling in the interpretation of dynamic soil tests. Géotechnique, 46, A. GAJO, A. FEDEL, L. MONGIOVÌ (1997) Experimental analysis of the effects of fluid-solid couplings on the velocity of elastic waves in saturated porous media. Géotechnique, 47, A. GAJO (2002) A non linear analysis of non isithermal vawe propagation in linear elastic fluid saturated porous media. Int. Journ. Plasticity, A. GAJO, D. MUIR WOOD (1999) A kinematic hardening costitutive model for sands: the multiaxial formulation. Analytical and Numerical Methods in Geomechanics, A. GAJO, L. PIFFER (1999) The effects of preloading history on the undrained behaviour of saturated loose sand. Soils and Foundations, 39, A. GAJO, L. PIFFER, F. DE POLO (2000) Analysis of certain factors affecting the unstable behaviour of saturated loose sand. Mechanics of Coesive and Frictional Materials, A. GAJO, D. MUIR WOOD (1999) A new approach to anisotropic bounding surface plasticità: general formulation and simulation of natural and reconstituted clays. Int. Journ. Numerical and Analytical Methods in Geomechanics, B. LORET, T. HUECKEL, A. GAJO (2002) Chemio-mechanical coupling in saturated porous media: elastic-plastic behaviour of homoionic espansive clays. International Journal of Solids and Structures, A. GAJO, B. LORET, T. HUECKEL (2002) Electro-chemio-mechanical couplings in saturated porous media: elastic plastic behaviour of heteroionic espansive clays. International Journal of Solids and Structures, A. GAJO, B. LORET (2003) Finite element simulations of che mio-mechanical coupling in elastic-plastic homoionic espansive clays. Comp. Meth. Appl. Mech. And Eng., 192. INDIVIDUAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEI CONTRIBUTI Il candidato presenta note in collaborazione con altri autori per le quali non esistono esplicite indicazioni sul contributo degli Autori. Sulla base dell attività complessiva del candidato la Commissione individua il contributo del candidato e lo valuta paritetico a quello degli altri autori. pag. 7di31

8 prof. Claudio MANCUSO ELENCO DELLE 12 PUBBLICAZIONI SELEZIONATE AI FINI DELLA VALUTAZIONE COMPARATIVA 1. C. MANCUSO, F. SILVESTRI E F. VINALE (1995) - Italian experiences on dynamic in situ and laboratory measurements of soil properties - Invited Lecture National Turkish Committee for Earthquake Engineering, Istanbul Technical University (ITU), Istanbul, Proc. of the III Turkish Earthquake Engineering Conference, Istanbul. 2. C. MANCUSO, F. SILVESTRI, F. VINALE (1997) - Soil properties relevant to seismic microzonation.- Invited lecture, 1 st Japanese/Turkish Conf. On Earthquake Engineering, Istanbul. 3. F. VINALE, A. D ONOFRIO, C. MANCUSO, F. SANTUCCI DE MAGISTRIS, F. TATSUOKA (1999) The pre-failure behaviour of soils as construction materials. Opening lecture, 2 nd Int. Symp. On Pre-Failure Deformation Characteristics of Geomaterials. Torino. 4. C. MANCUSO, R. VASSALLO, A. D ONOFRIO (2002) Small strain behaviour of soils in controlled suction conditions.- Panel lecture, 3 rd Int. Conf. On Unsaturated Soils, UNSAT 2002, Recife 5. R. VASSALLO, C. MANCUSO (2000) Soil behaviour in the small and the large strain range under controlled suction conditions-. 1 st Int. Workshop on Unsaturated Soils, Experimental Evidence and Theoretical Approach, Trento,. 6. C. MANCUSO (1996) Misure dinamiche in sito: applicazioni geotecniche. Argomenti di Ingegneria Geotecnica, n. 4. Hevelius, Benevento 7. MANCUSO (1995) Aspetti metodologici ed applicazione della tecnica sperimentale SASW. Rivista Italiana di Geotecnica 8. C. RAMPINO, C. MANCUSO, F. VINALE (1999) - Laboratory testing on unsaturated soil: equipment, procedures and first experimental results. Canadian Geotechnical Journal 9. C. RAMPINO, C. MANCUSO, F. VINALE (1999)- Mechanical Behaviour of an unsaturated dynamically compacted silty sand--patron Editore, Bologna Italian Geotechnical Journal 10. MANCUSO, C. RAMPINO, F. VINALE (2000) Experimental behaviour and modelling of an unsaturated compacted soil.- Canadian Geotechnical Journal. 11. C. MANCUSO, M.V. NICOTERA, C. RAMPINO, R. VASSALLO (2000) La sperimentazione sui terreni non saturi: tecniche e procedure di laboratorio. Relazione di panel, XX Convegno Nazionale di Geotecnica. Rivista Italiana di Geotecnica. 12. C. MANCUSO, R. VASSALLO, A. D ONOFRIO (2000) Small strain behaviour of a silty sand in controlled suction RCTS tests. Canadian Geotechnical Journal. INDIVIDUAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEI CONTRIBUTI Il candidato presenta note in collaborazione con altri autori per le quali non esistono esplicite indicazioni sul contributo degli Autori. Sulla base dell attività complessiva del candidato la Commissione individua il contributo del candidato e lo valuta paritetico a quello degli altri autori. pag. 8di31

9 prof. Armando Lucio SIMONELLI ELENCO DELLE 12 PUBBLICAZIONI SELEZIONATE AI FINI DELLA VALUTAZIONE COMPARATIVA 1 C. MANCUSO, A.L. SIMONELLI, F. VINALE (1988) - Misure di velocità delle onde di taglio nella Piana del Fucino - I Convegno Nazionale dei Ricercatori del Gruppo Nazionale di Coordinamento per gli Studi di Ingegneria Geotecnica del C.N.R. - Monselice (Pd). 2 A.L. SIMONELLI (1993) - Displacement analysis in earth slope design under seismic conditions - VI Conference on Soil Dynamics and Earthquake Engineering - Bath, (CMP, Southampton & Elsevier, London ) 3 A.L. SIMONELLI (1995) - Earth retaining wall displacement analysis under seismic conditions - X European Conference on Earthquake Engineering - Vienna, Settembre 1994 (Balkema, Rotterdam 1995) 4 A.L. SIMONELLI, E. FORTUNATO (1996) - Effects of earth slope characteristics on displacement based seismic design - 11 World Conference on Earthquake Engineering - Acapulco, (Pergamon, Oxford ) 5 A.L. SIMONELLI, C.A. TAYLOR, A. EVANGELISTA, A. SCOTTO DI SANTOLO (1997) - Sperimentazione su muri di sostegno mediante tavola vibrante IV Convegno dei Ricercatori Universitari del GNCSIG del C.N.R. - Perugia 6 A.L. SIMONELLI, P. DI STEFANO (2001) - Effects of vertical seismic accelerations on slope displacements - IV International Conference on Recent Advances in Geotechnical Earthquake Engineering and Soil Dynamics San Diego, California, USA (Rolla, MO) 7 A.L. SIMONELLI, F. SANTUCCI DE MAGISTRIS (2004) - Amplification effects of a site in the city of Salerno Fifth Int. Conf. on Case Histories in Geotechnical engineering, New York. (Rolla, MO) 8 A.L. SIMONELLI ET AL (2000) - Ground effects and surface faulting in the September-October 1997 Umbria-Marche (Central Italy) seismic sequence Journal of Geodynamics, no.29, Elsevier Science (UK). 9 E. ESPOSITO, S. PORFIDO, A.L. SIMONELLI, G. MASTROLORENZO, (2000) -. Landslides and other surface effects induced by 1997 Umbria-Marche seismic sequence Landslide hazard in seismically active regions (Wasowski et al. eds.), Special Issue of Engineering Geology, Elsevier Science (UK). 10 A.L. SIMONELLI Eurocodice 8: valutazione delle azioni sismiche al suolo ed effetti sulla spinta dei terreni Rivista Italiana di Geotecnica, in stampa 11 A.L. SIMONELLI, C. MANCUSO (1999) - Prove dinamiche in sito per la misura delle proprietà dinamiche dei terreni in Ingegneria Geotecnica nelle Aree Sismiche a cura di T. Crespellani, International Center for Mechanical Sciences (CISM), Udine 12 A.L. SIMONELLI ET AL. (2001) - Seismic Design Guidelines for Port Structures PIANC (International Navigation Association)/PTCII/Working Group 34, Balkema, Rotterdam INDIVIDUAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEI CONTRIBUTI La pubblicazioni n. 5 è in collaborazione e in collaborazione con il commissario Evangelista e con altri autori. Il Commissario Evangelista dichiara che il candidato ha sviluppato il programma di ricerca, contribuendo all ideazione della sperimentazione ed all interpretazione delle prove eseguite, anche in quanto responsabile del progetto di ricerca internazionale con l'università di Bristol; il contributo del candidato deve pertanto ritenersi prevalente. Il candidato presenta inoltre sei note in collaborazione con altri autori per le quali non esistono esplicite indicazioni sul contributo degli Autori. Sulla base dell attività complessiva del candidato la Commissione individua il contributo del candidato e lo valuta paritetico a quello degli altri autori. pag. 9di31

10 prof. Gianfranco URCIUOLI ELENCO DELLE 12 PUBBLICAZIONI SELEZIONATE AI FINI DELLA VALUTAZIONE COMPARATIVA 1. G. URCIUOLI (1988) - Sperimentazione sulla caduta di blocchi lungo un pendio nella formazione calcareo-dolomitica della Penisola sorrentina. Convegno su "Cartografia e monitoraggio dei movimenti franosi", Gruppo Nazionale per la Difesa dalle Catastrofi Idrogeologiche, sessione Monitoraggio, Bologna. 2. L, PICARELLI L., G. URCIUOLI (1993) - Effetti dell'erosione in argilliti di alta plasticità Rivista Italiana di Geotecnica, n L. PICARELLI L., G. URCIUOLI (1993) - Parametri geotecnici rilevanti per l'analisi e la progettazione di gallerie in argilla (relazione di Panel). XVIII Convegno Nazionale di Geotecnica, Rimini. 4. G. URCIUOLI (1994) - Permeabilità di argilliti a scaglie. Convegno C.N.R. sul tema: "Il ruolo dei fluidi nei problemi di Ingegneria Geotecnica", Mondovì. 5. G. URCIUOLI (1998) - Pore pressures in unstable slopes constituted by fissured clay shales. 2 nd Int. Symp. on The Geotechnics of Hard Soils - Soft Rocks, Napoli. 6. L. PICARELLI, S. LEROUEIL, G.URCIUOLI, G. GUERRIERO, M.C DELISLE. (1998) - Occurrence and features of shear zones in clay. 4 th Int. Workshop on localization and bifurcation theory for soils and rocks, Gifu, (stampato a Rotterdam da A.A. Balkema). 7. A. MANDOLINI, G.URCIUOLI (1999) Previsione dell evoluzione cinematica dei pendii mediante un procedimento di simulazione statistica.. Rivista Italiana di Geotecnica. 8. C. RUSSO, G. URCIUOLI (1999) Influenza delle variazioni di pressioni neutre sugli spostamenti di frane lente. Rivista Italiana di Geotecnica. 9. L. PICARELLI, C. DI MAIO, L. OLIVARES, G. URCIUOLI (2000) Properties and behaviour of tectonized clay shales in Italy (opening report). 2 nd Int. Symp. on The Geotechnics of Hard Soils - Soft Rocks, Napoli. 10. G. URCIUOLI (2002). Strains preceding failure in infinite slopes. Int. Journal of Geomechanics. 11. A. PELLEGRINO, L. PICARELLI,G. URCIUOLI. (2004) - Experiences of mudslides in Italy (general report). Workshop internazionale: Occurrence and mechanisms of flows in natural slopes and earthfills (IW-Flows2003). Naples, may 2003 (in corso di pubblicazione). 12. L. PICARELLI L., G. URCIUOLI, C. RUSSO (2004) Effect of groundwater regime on behaviour of clayey slopes. Canadian Geotechnical Journal. (in corso di pubblicazione) INDIVIDUAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEI CONTRIBUTI Il candidato presenta note in collaborazione con altri autori per le quali non esistono esplicite indicazioni sul contributo degli Autori. Sulla base dell attività complessiva del candidato la Commissione individua il contributo del candidato e lo valuta paritetico a quello degli altri autori. pag. 10di31

11 RELAZIONE FINALE - ALLEGATO N. 3 PROFILI DEI CANDIDATI prof. Stefano AVERSA Il prof. Stefano AVERSA è nato a Napoli nel 1960 e si è laureato con lode in Ingegneria Civile Trasporti nel 1985 presso l Università di Napoli Federico II. Nello stesso anno è stato ammesso al Dottorato di Ricerca in Ingegneria Geotecnica in Consorzio fra le Università di Roma La Sapienza e Napoli Federico II, conseguendo il relativo titolo nel Nel 1990 è ricercatore universitario presso l Istituto di Tecnica delle Fondazioni e Costruzioni in Terra (oggi Dipartimento di Ingegneria Geotecnica, DIG) dell Università di Napoli Federico II; è confermato nel ruolo nel Dal 1998 al 1999 è professore associato di Geotecnica presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Trento; dal 1999 al 2002, a seguito di concorso per trasferimento, è professore associato di Geotecnica presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Pisa. Nel 2001 è confermato nel ruolo. Dal 2002 si trasferisce presso l Università di Napoli Parthenope, dapprima presso la Facoltà di Scienze Nautiche e poi presso la Facoltà di Ingegneria. Negli anni dal 1988 al 1998 ha collaborato a svariati corsi impartiti presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Napoli Federico II, svolgendo le esercitazioni, tenendo cicli di lezioni, collaborando all organizzazione didattica e partecipando alle commissioni di esame dei seguenti corsi: Principi di Geotecnica, Opere di Sostegno e Costruzioni in Terra, Opere di Sostegno, Esecuzione e Controllo di Opere Geotecniche, Indagini e Controlli Geotecnici. Nel 1995/96 insegna per supplenza il corso di Principi di Geotecnica per il Corso di Laurea in Ingegneria Edile dello stesso Ateneo. Dal 1996/97 al 1998/99 e nel 2002/03 insegna per supplenza il corso di Geotecnica presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Pisa. Nell anno 1998/99 è stato titolare dei corsi di Fondazioni e Opere di Sostegno presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Trento. Dal 1999/2000 al 2002/2003 ha insegnato, presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Pisa, il corso di Geotecnica per il Corso di Laurea in Ingegneria Civile e per quello in Ingegneria Edile. Sempre a Pisa, dal 2001 al 2003, ha insegnato Geotecnica per il Corso di Diploma in Ingegneria delle Infrastrutture e per le Lauree Triennali di Ingegneria Edile e di Ingegneria Civile dell Ambiente e del Territorio. Nell a.a è stato titolare, e nel supplente, del corso di Geotecnica Marina per i Corsi di Laurea in Scienze Nautiche e in Scienze Ambientali dell Università Parthenope. Nell a.a ha tenuto come incarico sostitutivo il corso di Rilievo e Rappresentazione del Territorio presso la Facoltà d Ingegneria dell Università Parthenope. E stato relatore di numerose tesi di Laurea; ha svolto lezioni e conferenze in numerosi corsi di aggiornamento e perfezionamento in Italia e all Estero. Ha svolto un intensa attività di servizio e di partecipazione agli organi accademici delle varie Università nelle quali ha insegnato. E stato relatore a congressi nazionali ed internazionali; è componente di comitati scientifici e gruppi di ricerca nazionali ed internazionali. Dal 1992 ad oggi partecipa in vario modo all attività dell AGI: in questi anni è stato membro del Consiglio di Presidenza, membro del comitato di redazione della RIG, componente di un gruppo di lavoro sull Eurocodice, membro della commissione cultura, organizzatore di corsi di perfezionamento AGI. A partire dal 1992 si occupa attivamente di aspetti legati alla normativa: è membro del Sottocomitato SC7 del comitato d Ingegneria Strutturale dell UNI. E il componente del gruppo di lavoro incaricato di redigere gli annessi tecnici nazionali degli Eurocodici. Elenca nel suo curriculum 36 lavori scientifici dei quali 27 in collaborazione con altri Autori, più 6 recensioni e 12 tra rapporti interni e comunicazioni a riunioni CNR e IARG. Elenca inoltre due lavori in corso di pubblicazione. pag. 11di31

12 La produzione scientifica del prof. Aversa riguarda prevalentemente il comportamento di rocce piroclastiche sotto elevate temperature e pressioni, il comportamento meccanico delle rocce lapidee tenere e dei terreni strutturati, il comportamento meccanico di terreni parzialmente saturi, la stabilità di costoni in roccia, le opere di sostegno, la normativa geotecnica. Sia dal punto di vista della collocazione editoriale, sia da quello del contenuto, la produzione è attinente al settore scientifico disciplinare ICAR07-Geotecnica. Ai fini della presente valutazione comparativa presenta 12 pubblicazioni, delle quali 9 in collaborazione con altri Autori. Per quanto attiene alla collocazione editoriale, 4 di queste note sono pubblicate su riviste internazionali con referees ed una su rivista italiana con referees. Altre 4 - tra cui una relazione di panel - sono state presentate a congressi internazionali. Delle rimanenti, una è una relazione generale in congresso italiano, una è una monografia ed una costituisce un capitolo di un libro internazionale. La collocazione editoriale ed il contenuto sono attinenti al settore scientifico disciplinare ICAR07-Geotecnica. prof. Alessandro GAJO Il prof. Alessandro Gajo è nato a Treviso nel 1962; si è laureato con lode nel 1988 in Ingegneria Civile, Sezione Idraulica, presso l Università degli Studi di Padova. Dopo una breve collaborazione con l ISMES di Bergamo, nel 1989 viene ammesso ai corsi di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Geotecnica presso il Politecnico di Torino, dove frequenta i primi due anni, ma poi abbandona senza conseguire il titolo. Nel 1991 prende servizio come Ricercatore Universitario presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Trento, ove viene confermato nel ruolo nel Collabora con docenti delle Università di Bristol e Grenoble dal 1996 fino ad oggi. Dal 1999 è studente di Dottorato presso l Università di Bristol. Nel 2001 consegue l idoneità come Professore Associato e dal 2002 è inquadrato in tale ruolo presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Trento. Nel 2004 è dichiarato idoneo al conseguimento del titolo di Philosophy Doctor presso l Università di Bristol. Oltre ad attività di esercitazioni in altri corsi presso l Università di Trento, ha insegnato per supplenza Geotecnica in un Corso di Diploma dal 1994/95 al 1999/2000; dal 1999/2000 al 2000/01 il Corso di Fondazioni. Dal 2001/02 è titolare del corso di Fondazioni, nel 2002/03 è stato titolare del corso di Geotecnica e nel , insieme ad altro docente, del corso di Opere di Sostegno, sempre presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Trento. Ha svolto lezioni e seminari in altre Università italiane e straniere ed è stato relatore di tesi di laurea. Ha partecipato alle attività di servizio presso l Università di Trento. Ha svolto attività di reviewer per numerose riviste. Partecipa al collegio dei docenti del dottorato di ricerca in Progetto, Conservazione e Controllo delle Strutture Convenzionali ed Innovative. Ha collaborato all attività organizzativa del Consiglio di Corso di Laurea in Ingegneria Civile dal Su invito del prof. Loret, è stato Visiting Professor presso l Università di Grenoble nel gennaio Elenca nel suo curriculum 49 pubblicazioni, delle quali 41 in collaborazione con altri autori; 11 rapporti interni o brevi comunicazioni alle riunioni CNR e IARG. Elenca, inoltre, 2 pubblicazioni in corso di stampa o di preparazione. L attività scientifica del candidato verte principalmente sullo studio di problemi di accoppiamento fra le fasi solida e fluida in condizioni statiche e dinamiche nei mezzi porosi saturi, e del comportamento meccanico e chimico-elettrico-meccanico dei terreni, sia con indagini sperimentali che con la formulazione di modelli costitutivi. Sia dal punto di vista della collocazione editoriale, pag. 12di31

13 sia da quello del contenuto, la produzione appare attinente al settore scientifico disciplinare ICAR07-Geotecnica. Ai fini della presente valutazione comparativa, presenta 12 pubblicazioni, 9 delle quali in collaborazione con altri Autori. Per quanto attiene alla collocazione editoriale, tutti i suddetti lavori sono pubblicati su riviste internazionali. La sede di pubblicazione, come pure gli argomenti, sono attinenti al settore scientifico disciplinare ICAR 07. prof. Claudio MANCUSO Il prof. ing. Claudio MANCUSO è nato a Napoli nel Nel 1987 ha conseguito la laurea in Ingegneria Civile-Edile con massimo dei voti e lode presso la Facoltà d Ingegneria dell Università degli Studi di Napoli Federico II. Immediatamente dopo la laurea il prof. C. Mancuso ha continuato a frequentare assiduamente l Istituto di Tecnica delle Fondazioni e Costruzioni in Terra (attualmente Dipartimento di Ingegneria Geotecnica DIG), usufruendo di contratti di collaborazione scientifica. Nel 1988 è stato ammesso al Dottorato di Ricerca in Ingegneria Geotecnica del Consorzio tra le Università di Roma La Sapienza e Napoli Federico II: nel 1992 ha sostenuto con profitto l'esame finale del dottorato, conseguendo il titolo di Dottore di Ricerca. Nel 1990, il prof. C. Mancuso ha partecipato al concorso per Funzionario Tecnico di VIII livello presso l'istituto di Geologia e Geotecnica dell'università della Basilicata, risultando primo in graduatoria. Nel 1991 ha lavorato come Scientist Assistant presso il Department of Engineering dell Università del Texas ad Austin, U.S.A., collaborando con il prof. Ken Stokoe. Dal 1992 al 2001 è Ricercatore presso il DIG, confermato a partire dal Nel 2001 ha conseguito l idoneità alla copertura del ruolo di professore associato per il SSD H06X-Geotecnica ed è stato immesso nel ruolo di professore associato presso la Facoltà d Ingegneria dell Università di Napoli Federico II, con inquadramento nel SSD ICAR/07-Geotecnica. Dal 1988 al 2002 ha collaborato a lezioni, esercitazioni ed esami di vari corsi impartiti presso il DIG, quali : Principi di Geotecnica, Fondamenti di Geotecnica, Meccanica delle Terre, Geotecnica nella Difesa del Territorio, Esecuzione e Controllo di Opere Geotecniche. Dal 1996/97 al 2000/01 ha tenuto per supplenza il corso di Esecuzione e Controllo di Opere Geotecniche impartito nell ambito del Diploma Universitario in Ingegneria delle Infrastrutture presso la Facoltà di Ingegneria dell Ateneo Federico II. Dal 1999/2000 al 2000/01, ha tenuto per supplenza il corso di Geotecnica presso il Corso di laurea in Scienze Geologiche della Facoltà di Scienze MM. FF. e NN. dell Ateneo di Napoli. Nel ruolo di professore associato ha svolto attività didattica presso la Facoltà d Ingegneria dell Università di Napoli Federico II: in particolare, nel 2001/02 è stato titolare del corso di Indagini Geotecniche e del corso di Esecuzione e Controllo di Opere Geotecniche del Diploma Universitario in Ingegneria delle Infrastrutture, nonché supplente del corso di Fondamenti di Geotecnica del Corso di Laurea in Ingegneria Civile (vecchio ordinamento); nel 2002/03 è stato supplente del corso di Fondamenti di Geotecnica del Corso di Laurea in Ingegneria Civile (vecchio ordinamento), titolare del corso di Fondamenti di Geotecnica (Corso di laurea in Ingegneria Civile, nuovo ordinamento); nel 2003/04 ha ancora svolto la supplenza del corso di Fondamenti di Geotecnica (vecchio ordinamento) ed è stato titolare dei corsi di Fondamenti di Geotecnica (Ingegneria Civile, nuovo ordinamento) e del corso di Geotecnica nella Difesa del Territorio (Corsi di laurea in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio e Ingegneria Civile per lo Sviluppo Sostenibile, nuovo ordinamento). Ha collaborato allo sviluppo di diverse tesi di laurea teoriche, compilative e sperimentali, di cui è stato relatore o correlatore; assiste studenti di diversi dottorati di ricerca; ha inoltre preso parte a corsi d aggiornamento promossi dall Associazione Geotecnica Italiana e da vari Ordini Professionali. pag. 13di31

14 Il prof. C. Mancuso ha svolto e svolge attività di servizio per il Dipartimento di Ingegneria Geotecnica, per la Facoltà d Ingegneria e per l Ateneo Federico II. In particolare, fin dal 1998, ha seguito con continuità le attività del Corso di Laurea in Ingegneria Civile e, dal marzo 2004, è Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Civile per lo Sviluppo Sostenibile. Il Prof. Mancuso partecipa a gruppi di ricerca ed a comitati tecnico-scientifici nazionali ed internazionali, tra i quali il Technical Committee TC6 dell ISSMGE, nel quale attualmente ricopre il ruolo di core member. Ha contribuito fattivamente all organizzazione di Congressi nazionali ed internazionali. Elenca nel suo curriculum 43 pubblicazioni, delle quali 39 in collaborazione con altri autori, oltre a 17 comunicazioni a riunioni di ricercatori. La produzione scientifica del prof. Mancuso è dedicata a temi quali: lo sviluppo e la messa a punto di apparecchiature, tecniche di interpretazione e procedure sperimentali in sito ed in laboratorio, soprattutto nel campo delle piccole deformazioni e dei carichi ciclici; la microzonazione sismica; lo sviluppo di apparecchiature e procedure per lo studio sperimentale dei terreni non saturi nel campo delle piccole e medie deformazioni; l analisi di problemi al finito. Sia dal punto di vista della collocazione editoriale, sia da quello del contenuto, la produzione appare attinente il SSD ICAR07- Geotecnica. Ai fini della presente valutazione comparativa presenta 12 pubblicazioni, 10 delle quali in collaborazione con altri Autori. Per quanto attiene alla collocazione editoriale dei suddetti lavori, 5 note sono pubblicate su riviste internazionali con referee; una su rivista italiana con referees; 5 sono relazioni ad invito a congressi internazionali; l ultima è una monografia. Collocazione editoriale e contenuto sono attinenti al SSD ICAR07-Geotecnica. prof. Armando Lucio SIMONELLI Il prof Armando Lucio SIMONELLI é nato a Caracas, Venezuela, nel Nel 1982 ha conseguito con lode la laurea in Ingegneria Civile Edile presso la Facoltà di Ingegneria dell'università degli Studi di Napoli. Appena dopo la laurea ha iniziato l attività di ricerca presso l Istituto di Tecnica delle Fondazioni e Costruzioni in Terra della stessa Facoltà (oggi Dipartimento di Ingegneria Geotecnica) dove ha goduto di due contratti di collaborazione scientifica. Dal 1985 al 1988 è stato ricercatore del Gruppo Nazionale Difesa dai Terremoti del C.N.R., prima ex art.36 Legge 70/75 e dal 1988 di ruolo, distaccato presso il Dipartimento di Ingegneria Geotecnica dell Università di Napoli Federico II. Dal 1998 al 2001 ha svolto anche attività presso l Istituto Geomare Sud di Napoli, dove è stata costituita una sede del G.N.D.T. Dal 2001 è professore universitario di II fascia presso la Facoltà di Ingegneria dell Università del Sannio, dove attualmente presta servizio Subito dopo aver conseguito la laurea, il prof. Simonelli ha partecipato assiduamente all attività didattica svolta presso il Dipartimento di Ingegneria Geotecnica (DIG) dell Università di Napoli Federico II, collaborando con i docenti allo svolgimento della didattica. Ha svolto lezioni ed esercitazioni nell ambito dei corsi di Fondamenti di Geotecnica tenuti da differenti docenti, e del corso di Tecnica delle Fondazioni. In tali anni ha fatto parte con assiduità, in qualità di cultore della materia, delle commissioni di esame dei predetti corsi ed ha prestato assistenza didattica agli allievi. Ha svolto, su invito dei titolari, cicli di lezioni inerenti il comportamento di pendii e di muri di sostegno in condizioni sismiche nell ambito dei seguenti corsi: Opere di Sostegno e Costruzioni in Terra, Stabilità dei Pendii (presso la Seconda Università di Napoli), Dinamica dei Terreni. Ha collaborato all organizzazione ed allo svolgimento del corso di Indagini e Controlli Geotecnici, per il Diploma di Ingegneria delle Infrastrutture. Ha collaborato con il Prof. Carlo Viggiani allo svolgimento del corso di Geotecnica, presso la Facoltà di Architettura dell Università di Napoli Federico II. Dall a.a all a.a ha tenuto per contratto il corso di Indagini Geotecniche (dell insegnamento di Indagini pag. 14di31

15 e Controlli Geotecnici), impartito presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Napoli Federico II nell ambito del D.U. di Ingegneria delle Infrastrutture. Dall a.a all a.a ha tenuto per contratto il corso di Elementi di Geotecnica per il Diploma di Laurea in Edilizia, indirizzo Costruzioni, presso la Facoltà di Architettura dell Università di Napoli Federico II. Nell a.a ha tenuto per contratto il corso di Principi di Geotecnica per il Diploma di Laurea in Ingegneria delle Infrastrutture, presso la Facoltà di Ingegneria dell Università del Sannio. Dall a.a è titolare quale professore associato di tutti gli insegnamenti del SSD ICAR/07 attivati per il corso di laurea triennale in Ingegneria Civile presso la Facoltà di Ingegneria dell Università del Sannio: Principi di Geotecnica, Tecnica delle Fondazioni e Opere di Sostegno, Indagini e Controlli di Opere Geotecniche. Presso l Università del Sannio, dal 2002 è responsabile di rapporti di collaborazione e scambio con Università straniere nell ambito dei progetti ERASMUS-SOCRATES, per la mobilità degli studenti e dei docenti. In tale contesto ha organizzato a Benevento seminari e lezioni di docenti stranieri. Ha svolto lezioni nell ambito di corsi di perfezionamento tenuti presso gli ordini professionali. Recentemente ha tenuto lezioni e seminari sulla recente normativa geotecnica sismica europea (Eurocodice 8) presso sedi universitarie e presso vari Ordini degli Ingegneri. E stato relatore o correlatore di numerose tesi di laurea. E stato membro del gruppo di lavoro internazionale "Benevento Seismic Risk". Dal 1994 è membro del Sottocomitato SC7 "Fondazioni- Geotecnica" del Comitato Ingegneria Strutturale dell'uni. È stato responsabile di un progetto di ricerca internazionale con l'università di Bristol, finanziato dall'ecoest (European Consortium on Earthquake Shaking Table). E stato membro del PIANC (International Navigation Association)/PTCII/Working Group 34 per lo studio del comportamento delle strutture marittime in condizioni sismiche. E membro del gruppo di lavoro sismico istituito dall AGI. E responsabile di un progetto di ricerca in fieri fra l Earthquake Engineering Research Centre dell Università di Bristol ed il Dipartimento di Ingegneria dell Università del Sannio, sul comportamento di sistemi geotecnici soggetti ad azioni sismiche. Elenca nel suo curriculum 38 lavori scientifici dei quali 31 in collaborazione con altri Autori, più 16 tra rapporti interni e comunicazioni a riunioni CNR e IARG. La produzione scientifica del prof. Simonelli riguarda prevalentemente la sperimentazione dinamica in sito, la microzonazione sismica di territori urbani, il comportamento di pendii in presenza di azioni sismiche, il comportamento di muri di sostegno, costruzioni in terra e portuali in presenza di azioni sismiche, la sperimentazione su modelli di opere geotecniche mediante tavola vibrante, gli effetti al suolo indotti da terremoti, la normativa geotecnica. Sia dal punto di vista della collocazione editoriale, sia da quello del contenuto, la produzione appare attinente al SSD ICAR07-Geotecnica. Ai fini della presente valutazione comparativa presenta 12 pubblicazioni, delle quali 8 in collaborazione con altri Autori. Per quanto attiene alla collocazione editoriale, 3 di queste note sono pubblicate su riviste internazionali con referees (di cui una in corso di stampa); 5 sono state presentate a congressi internazionali; 2 sono state presentate a congressi italiani, 2 sono contributi a lavori monografici. La collocazione editoriale ed il contenuto sono attinenti al settore scientifico disciplinare ICAR07-Geotecnica. prof. Gianfranco URCIUOLI Il prof. Gianfranco URCIUOLI, nato ad Atripalda (Av) nel 1960, si è laureato nel 1986 in Ingegneria Civile Edile presso l'università degli Studi di Napoli Federico II con il massimo dei voti e lode. Dopo la laurea ha iniziato a svolgere attività di ricerca presso l'istituto di Tecnica delle Fondazioni e Costruzioni in Terra dell'università di Napoli. Nel 1988 è ammesso al IV ciclo del Dottorato in pag. 15di31

16 Ingegneria Geotecnica, in Consorzio fra le Università di Roma La Sapienza e Napoli Federico II, conseguendo il relativo titolo nel Nel 1991 è risultato vincitore del concorso a n.1 posto di ricercatore universitario per il raggruppamento disciplinare n.120 (Geotecnica) presso la Facoltà di Ingegneria dell'università di Napoli Federico II, ed è entrato in servizio in qualità di ricercatore universitario presso la suddetta Facoltà. E stato confermato in tale ruolo nel Nel febbraio 2001 ha conseguito l idoneità a professore associato ed è stato assunto in ruolo dall Università degli Studi di Napoli Federico II, presso la Facoltà di Ingegneria, dove dal novembre 2001 presta servizio come professore associato. Il prof. Urciuoli ha svolto presso l Istituto di Tecnica delle Fondazioni e Costruzioni in Terra dell Università di Napoli, poi divenuto Dipartimento di Ingegneria Geotecnica, le esercitazioni dei corsi di: Tecnica delle Fondazioni, Fondazioni, Principi di Geotecnica, Stabilità dei Pendii, Geotecnica nella Difesa del Territorio, Opere di Sostegno. Ha svolto per supplenza, presso l Università del Sannio, il corso di Geotecnica tenuto alla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali nell a.a ; il corso di Geotecnica per il Diploma in Ingegneria delle Infrastrutture tenuto alla Facoltà di Ingegneria, nell a.a ; il corso di Geotecnica tenuto alla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dal al ; il corso di Geotecnica per il Diploma in Ingegneria delle Infrastrutture tenuto alla Facoltà di Ingegneria nell a.a Ha svolto per supplenza presso l Università degli Studi di Napoli Federico II, il corso di Indagini e Controlli Geotecnici tenuto alla Facoltà di Ingegneria, nell ambito del Diploma in Ingegneria delle Infrastrutture nell a.a Presso la stessa Facoltà ha tenuto il corso di Stabilità dei Pendii dapprima per titolarità, nell a.a , e successivamente per supplenza nell ambito del Corso di Laurea in Ingegneria Civile. A partire dall a.a è titolare dell insegnamento di Fondamenti di Geotecnica per gli allievi del Corso di Laurea in Ingeneria per l Ambiente e il Territorio. E stato relatore e co-relatore di tesi di laurea teoriche, compilative e sperimentali. Ha svolto lezioni e conferenze in numerosi corsi di aggiornamento e perfezionamento organizzati dall AGI per la Diffusione della cultura geotecnica. Ha tenuto lezioni in seminari e corsi rivolti a tecnici e volontari che operano nel settore della Protezione Civile, ed a funzionari del Servizio Nazionale Dighe. Ha organizzato giornate di studio per l Ordine degli Ingegneri di Avellino sul tema del rischio idrogeologico. Elenca nel suo curriculum 44 lavori scientifici (9 dei quali accettati dall editore ed in corso di pubblicazione), dei quali 34 sono redatti in collaborazione con altri Autori; elenca, inoltre, 14 tra recensioni, rapporti interni e comunicazioni a riunioni CNR e IARG. L attività scientifica del candidato ha riguardato i seguenti argomenti: sperimentazione su terreni argillosi a struttura complessa; stabilità e interventi di stabilizzazione dei pendii; caratterizzazione geotecnica di grandi aree; gallerie. Sia dal punto di vista della collocazione editoriale, sia da quello del contenuto, la produzione appare attinente il SSD ICAR07-Geotecnica. Ai fini della presente valutazione comparativa presenta 12 pubblicazioni, delle quali 2 in corso di pubblicazione. Otto sono state redatte in collaborazione con altri Autori. Per quanto attiene alla collocazione editoriale, 4 di queste note sono state pubblicate su riviste internazionali con referees; una su rivista nazionale con referees; 3 sono state presentate a Congressi nazionali, di cui una è una relazione di panel; 4 a Congressi internazionali, di cui due relazioni generali. Collocazione editoriale e contenuto sono attinenti al SSD ICAR07-Geotecnica. pag. 16di31

17 RELAZIONE FINALE - ALLEGATO N. 4 GIUDIZI INDIVIDUALI DEI COMMISSARI GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. M. JAMIOLKOWSKI SUL CANDIDATO prof. Stefano AVERSA Le pubblicazioni presentate dal Prof. Aversa ai fini della presente valutazione comparativa abbracciano un vasto campo di problematiche centrali all Ingegneria Geotecnica, testimoniando il notevole livello di maturità scientifica raggiunta dal Candidato. Tra i lavori presentati spiccano quelli dedicati alla modellazione del comportamento meccanico dei terreni e delle rocce tenere, abbinati alle pubblicazioni che trattano avanzati problemi di sperimentazione in laboratorio su questi materiali. L analisi dell insieme della produzione scientifica del Candidato evidenzia un ottima preparazione teorica di base, unitamente alle doti di abile sperimentatore. Inoltre, le pubblicazioni che vertono sul comportamento meccanico dei materiali con riferimento alla nonlinearità, ai fenomeni di destrutturizzazione, alle deformazioni dilazionate nel tempo e alla risposta alle variazioni termiche sono caratterizzate da contributi originali e significativi. La maturità del Prof. Aversa è anche testimoniata dalla fattiva partecipazione all organizzazione della didattica e della ricerca presso le sedi Universitarie nelle quali ha svolto il servizio, nonchè nelle attività svolte come membro di diversi comitati nazionali ed internazionali dediti all educazione permanente ed alla preparazione delle normative geotecniche. Alla luce di quanto su esposto, lo scrivente ritiene che la Commissione della presente valutazione comparativa dovrebbe rivolgere la massima attenzione al candidato Prof. S. Aversa. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. M. JAMIOLKOWSKI SUL CANDIDATO prof. Alessandro GAJO La produzione scientifica del Candidato, anche se settoriale, ha eccellente collocazione editoriale e denota ottima preparazione per quanto riguarda la meccanica del continuo e la padronanza dello strumento matematico. Essa verte principalmente sulla modellazione costitutiva dei mezzi multifase, inclusa la loro risposta alla propagazione delle onde elastiche. Si rileva l ottima collocazione dei lavori a stampa selezionati ai fini della presente valutazione comparativa. D altro canto, non è sempre immediato individuare e quantificare l immediata rilevanza delle pubblicazioni selezionate per quanto concerne il comportamento dei geomateriali naturali nel contesto dei problemi al finito propri dell Ingegneria Geotecnica. In virtù della sua buona preparazione di base il Candidato, allargando opportunamente il campo delle proprie attività di ricerca, presenta notevoli potenzialità di crescita per il futuro e per questo merita l attenzione della Commissione. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. M. JAMIOLKOWSKI SUL CANDIDATO prof. Claudio MANCUSO L attività di ricerca del prof. C. Mancuso è prevalentemente dedicata allo studio del comportamento meccanico dei geomateriali in condizioni statiche e dinamiche. Recentemente ha esteso questo filone di ricerca anche a problemi di frontiera della moderna meccanica dei terreni, ed in particolare al comportamento dei materiali non saturi. Da tutti i dodici lavori presentati emergono un ottimo pag. 17di31

18 inquadramento teorico e doti di eccellente sperimentatore. Le ricerche sono collocate nell ambito di tematiche di grande interesse, a livello internazionale, per la loro rilevanza nella mitigazione dei disastri naturali. In aggiunta alle doti di ricercatore universitario sopra illustrate, va evidenziata un apprezzabile attività didattica e un lodevole impegno nei servigi resi di coordinamento e di partecipazione agli organi collegiali dell Università di appartenenza. Alla luce delle considerazioni sopra esposte, lo scrivente ritiene che la Commissione debba rivolgere la massima attenzione al candidato prof. C. Mancuso. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. M. JAMIOLKOWSKI SUL CANDIDATO prof. Armando Lucio SIMONELLI La produzione scientifica del Candidato verte su un ampio spettro di problematiche inerenti alla dinamica dei terreni ed al comportamento delle opere geotecniche in presenza di eventi sismici, temi di notevole rilevanza scientifica ed applicativa. Nelle pubblicazioni selezionate ai fini della presente valutazione comparativa si rileva una buona preparazione di base, rigore metodologico, e la presenza di contributi non privi di originalità. In aggiunta agli aspetti di indubbio interesse per quanto riguarda i contributi di carattere scientifico, è doveroso segnalare la notevole e consolidata maturità del Prof. Simonelli per quanto concerne la didattica nonché la gestione delle varie attività di ricerca. Pertanto, lo scrivente ritiene che la Commissione dovrebbe considerare con attenzione il candidato A.L. Simonelli ai fini della presente valutazione comparativa. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. M. JAMIOLKOWSKI SUL CANDIDATO prof. Gianfranco URCIUOLI I temi di ricerca affrontati dal prof. G. Urcioli riguardano un ampio spettro di problematiche connesse con le varie manifestazioni di instabilità dei pendii naturali in terreni a grana fine e rocce tenere. In questo ambito il candidato approfondisce, con apprezzabile rigore scientifico ed attenzione rivolta agli aspetti applicativi, le questioni riguardanti i vari meccanismi di collasso, l influenza delle pressioni interstiziali, il comportamento meccanico dei materiali rilevante ai fini della ricerca. Nel suo insieme la produzione scientifica è caratterizzata da una buona impostazione metodologica e da una approfondita conoscenza dei principi teorici che governano i temi trattati, sia per quanto concerne il comportamento dell elemento di volume che i problemi al finito. In alcune tra le dodici pubblicazioni selezionate per il giudizio comparativo sono individuabili trattazioni non prive di originalità. In aggiunta alle doti di ricercatore, il curriculum del prof. Urciuoli evidenzia una buona esperienza didattica testimoniata dai corsi tenuti, per titolarità o per supplenza, presso vari Atenei. In considerazione di quanto sopra esposto, lo scrivente ritiene che la Commissione debba rivolgere attenzione al Candidato in oggetto. pag. 18di31

19 GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. A. BURGHIGNOLI SUL CANDIDATO prof. Stefano AVERSA La produzione scientifica del Prof. Aversa riguarda argomenti di base, quali il comportamento di rocce tenere e di terreni con marcati caratteri strutturali, e temi applicativi quali la stabilità delle pareti e le opere di sostegno. Di rilievo appare l attività scientifica dedicata alla sperimentazione e alla modellazione del comportamento meccanico. Particolare attenzione è dedicata anche alla normativa geotecnica. Tutti gli argomenti sono di interesse centrale nell ambito dell Ingegneria geotecnica. La produzione scientifica ha caratteri d originalità ed evidenzia un approccio rigoroso ed approfondito nei riguardi dei temi trattati. La collocazione editoriale delle pubblicazioni è buona. Il Candidato ha avuto e mantiene proficui rapporti internazionali, nell ambito dell attività scientifica e normativa. Inoltre svolge attività didattica, per supplenza o con titolarità dei corsi, dal Il Candidato è membro di numerosi comitati scientifici, nazionali e internazionali, ed ha attivamente preso parte alle attività istituzionali nelle Università presso le quali ha prestato servizio. Si apprezza anche il lavoro svolto per più di un decennio nell ambito dell Associazione Geotecnica Italiana. Dal complesso delle attività scientifiche e didattiche, così come da tutti i titoli esaminati, emerge un profilo di professore brillante, maturo e attento a tutti gli aspetti della diffusione della cultura geotecnica. Per questi motivi si ritiene che il Prof. S. Aversa sia altamente meritevole di considerazione nella valutazione comparativa. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. A. BURGHIGNOLI SUL CANDIDATO prof. Alessandro GAJO La produzione scientifica del Prof. A. Gajo è prevalentemente concentrata sulla modellazione del comportamento meccanico dei terreni e dei fenomeni di accoppiamento chimico-elettricomeccanico. Su questi argomenti sono anche presenti alcuni riscontri sperimentali. Gli argomenti trattati sono attinenti al SSD ICAR07. La collocazione editoriale delle pubblicazioni è molto buona. Il candidato svolge attività didattica, per supplenza o con titolarità dei corsi, dal Inoltre ha avuto e mantiene frequenti contatti scientifici a livello internazionale. Il candidato ha svolto attività di servizio presso l Università di Trento. Dall insieme delle pubblicazioni scientifiche, dell attività didattica e di tutti i titoli presentati emerge la figura di un ricercatore serio e rigoroso, che padroneggia lo strumento matematico e che privilegia gli aspetti teorici dei problemi rispetto a quelli applicativi. Si ritiene pertanto che il Prof. A. Gajo sia meritevole d attenzione nella valutazione comparativa. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. A. BURGHIGNOLI SUL CANDIDATO prof. Claudio MANCUSO Dall esame delle pubblicazioni emerge la propensione del Candidato alla sperimentazione in sito e in laboratorio, con riferimento sia alla messa a punto delle apparecchiature sia alle relative metodologie d impiego e d interpretazione delle prove. Gli argomenti trattati sono di interesse centrale nell Ingegneria geotecnica - come il comportamento in campo dinamico dei terreni e le applicazioni geotecniche dell ingegneria sismica e inoltre rappresentano settori relativamente nuovi e promettenti, come il comportamento dei terreni non saturi. Dalla produzione scientifica emergono indubbi elementi d originalità e i caratteri di un approccio approfondito e di rigorosa impostazione metodologica dei temi trattati. La collocazione editoriale delle pubblicazioni è buona. pag. 19di31

20 Il Prof. C. Mancuso svolge attività didattica, per supplenza o con titolarità dei corsi, dal Mantiene proficui rapporti internazionali e ha svolto attività di coordinamento della ricerca. Il candidato ha anche svolto attività di servizio e di gestione, testimoniata dall appartenenza ad organi di governo dell Università quali giunte e commissioni, in funzione anche di coordinatore e presidente di corso di laurea. Dal complesso delle pubblicazioni scientifiche, dell attività didattica e di tutti i titoli esaminati emerge un profilo di professore brillante e maturo. Pertanto, si ritiene che il candidato Prof. C. Mancuso sia altamente meritevole di considerazione nella valutazione comparativa. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. A. BURGHIGNOLI SUL CANDIDATO prof. Armando Lucio SIMONELLI La produzione scientifica del Prof. Simonelli riguarda l ampio settore della geotecnica sismica, spaziando dalla dinamica dei terreni al comportamento del territorio e delle opere in presenza degli eventi sismici. I lavori scientifici, non privi di spunti d originalità, evidenziano un approfondita conoscenza dei temi trattati e un apprezzabile capacità di legare coerentemente gli aspetti teorici e applicativi della disciplina. Molto apprezzabile è anche l attenzione del Candidato nei riguardi delle implicazioni di tali argomenti ai fini del loro recepimento in norme tecniche. Gli argomenti trattati sono attinenti al SSD ICAR07. La collocazione editoriale delle pubblicazioni è relativamente buona. Il Prof. Simonelli svolge attività didattica, per supplenza o con titolarità dei corsi, dal Ha avuto e mantiene proficui rapporti internazionali. Partecipa all attività di gestione dell Università presso la quale presta servizio e svolge attività di coordinamento della ricerca. L insieme delle pubblicazioni scientifiche, dell attività didattica e gestionale e di tutti i titoli presentati testimoniano la serietà e la maturità del Prof. L.A. Simonelli che, per questi motivi, merita particolare attenzione nella valutazione comparativa. GIUDIZIO INDIVIDUALE DEL PROF. A. BURGHIGNOLI SUL CANDIDATO prof. Gianfranco URCIUOLI L interesse scientifico del Prof. G. Urciuoli è prevalentemente rivolto al tema della stabilità del territorio, con più specifico riferimento ai pendii e alla loro stabilizzazione. Nell ambito degli aspetti più legati alla meccanica dei terreni, l attività del Candidato è rivolta alla sperimentazione su terreni argillosi a struttura complessa. Desta interesse il tema dell analisi delle deformazioni precedenti l instabilità dei pendii. Gli argomenti trattati appartengono ad un ben definito settore geotecnico, ancorché centrale nella disciplina e di notevole interesse in ambito nazionale; essi sono sviluppati con rigore e contengono spunti d originalità. La collocazione editoriale delle pubblicazioni è relativamente buona. Il Prof. G. Urciuoli svolge attività didattica, per supplenza o con titolarità dei corsi, dal Il candidato ha svolto attività di gestione in ambito universitario. La qualità della produzione scientifica, l attività didattica e l insieme dei titoli connotano il Prof. G. Urciuoli come meritevole di considerazione ai fini della valutazione comparativa. pag. 20di31

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale.

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale. PROCEDUM VALUTATIVA DI CHIAMATA RISERVATA PER I.A COPERTUM DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO AI SENSI DELL',ART. 24 CO. 6 DEL -A LEGGE N.240l2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/G1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

\ L v. VERBALE N. l (SedutaPreliminare)

\ L v. VERBALE N. l (SedutaPreliminare) ' PROCEDURA PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE ALLE FUNZION DI PROFESSORE UNIVERSITARIO DI PRIMA E SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE10/G1GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA INDETTA

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei

Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei progetti di ricerca ai sensi dell articolo 20, comma 1, della

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

La valutazione dei corsi di dottorato

La valutazione dei corsi di dottorato La valutazione dei corsi di dottorato Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Dicembre 2014 1 Premessa Questo documento illustra i criteri e gli indicatori che l ANVUR intende utilizzare

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca

Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca TIPOLOGIE DI LAVORATORI NON STRUTTURATI 1. Assegnista di ricerca con fondi di ateneo 2.

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

@polimi.it. pratica. dei cicli. Sommario. In questa convogli.

@polimi.it. pratica. dei cicli. Sommario. In questa convogli. U UNA PROCEDURA SEMPLIFICATA PER IL CALCOLOO DEI CEDIMENTI DII RILEVA ATI FERROVIARI Gabriele Della Vecchia, Federico Pisanò, Andrea Galli, Claudio di Prisco Politecnico di Milano gabriele.dellavecchia@

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli