Per conto dei cittadini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Per conto dei cittadini"

Transcript

1 Sommario Speciale Bilancio e Patrimonio Voci dal Consiglio Pesaro in breve Notizie & Flash Con84 Con 84 giugno Autorizzazione Tribunale di Pesaro n. 113 del 26/04/1964 Poste Italiane - Tariffa pagata - Pubblicità diretta non indirizzata DCO/DCI PS Aut. n. 3 del 24/02/03 - Alle famiglie Notiziario del Comune di Pesaro Per conto dei cittadini Amministrare con rigore ed equità fiscale una città dovrebbe essere cosa normale. Lo testimonia Pesaro, che in questi anni ha gestito la spesa pubblica e le risorse con senso di responsabilità. Un impegno di concretezza che ha consentito al Comune di mantenere alta la qualità dei servizi, diminuire i costi della politica, produrre investimenti senza chiedere un euro in più ai cittadini

2 Speciale Bilancio Sociale/Editoriale Finanza equa, città che cresce Con serietà, nonostante i ripetuti tagli statali, il Comune di Pesaro presenta i conti di un bilancio sano che garantisce qualità, servizi e investimenti, senza gravare sulle tasche dei contribuenti di Luca Ceriscioli, sindaco di Pesaro e Sabrina Pecchia, assessore al Bilancio, Patrimonio e Tributi Il bilancio di previsione 2008 del Comune di Pesaro è riuscito senza dubbio a raggiungere importanti obiettivi, sia per quanto riguarda i numeri sia la qualità. Si tratta infatti di un bilancio che garantisce equità fiscale e tariffaria, che investe nel welfare - inteso nella più ampia accezione di interventi finalizzati al benessere e alla qualità della vita della città -, che punta alla cooperazione tra i soggetti pubblici e privati del territorio, per condividere progettualità ma anche risorse. Certamente le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare in questi anni non sono scomparse per magia, con esse siamo costretti a confrontarci continuamente. Ogni anno infatti il nostro Comune accumula un divario tra entrate e uscite che si aggira intorno ai di euro, che servono per sostenere spese tutt altro che superflue, ma, al contrario, legate alla necessità di finanziare mutui per realizzare nuove opere pubbliche, garantire il rinnovo del contratto del personale, far fronte all aumento del bisogno di servizi. Queste criticità rappresentano in modo esemplare l inadeguatezza strutturale di risorse con cui devono fare i conti i Comuni italiani. A questo si deve aggiungere la difficoltà di tante famiglie ad arrivare alla fine del mese, difficoltà rispetto alla quale abbiamo voluto garantire una maggiore tutela dei redditi. Proprio per questo motivo, abbiamo posto come prioritaria per il nostro bilancio la salvaguardia della rete di welfare locale: il fatto che i cittadini possano contare sul mantenimento dei servizi rappresenta sicuramente la miglior forma di sostegno al reddito. Consideriamo quindi un risultato pienamente positivo il fatto di aver aumentato la spesa sociale di ben euro rispetto al 2007 e contemporaneamente di aver lasciato inalterate le tariffe e le imposte locali. Il nostro Comune si attesta così su un livello di pressione fiscale equo, che, stando ai dati del Sole 24 Ore, ci colloca al di sotto della media delle regioni del centronord, di quell area cioè del nostro paese che può vantare il più alto livello di erogazione di servizi. Il livello di pressione fiscale infatti va sempre confrontato con quello di erogazione di servizi e ormai tutte le indagini fatte in questi anni confermano che i cittadini non vogliono pagare meno tasse di fronte al rischio di avere meno servizi. L equità è il criterio che ci ha guidato, e, a maggior ragione, dovrà essere il nostro obiettivo per i prossimi anni perché anche in prospettiva del federalismo fiscale dobbiamo aver chiaro che non ci può essere crescita del sistema della finanza locale senza equità, a costo altrimenti di inasprire in misura inaccettabile la pressione fiscale. Oggi la risorsa fondamentale che garantisce l equità proviene dal recupero dell evasione fiscale che dall inizio del mandato ha già prodotto oltre di euro di entrate strutturali. Questo è il nostro tesoretto locale che ci permette di mantenere un livello di pressione fiscale equo e garantisce risorse per il welfare. La gestione diretta del catasto va in questa direzione, nella direzione di rendere più efficaci i controlli che permettono di far pagare tutti affinché tutti possano pagare meno, e quindi si tratta di un operazione non di cassa ma di equità fiscale. Il federalismo è all ordine del giorno dell agenda istituzionale, ma occorre aver ben presente che per funzionare ha bisogno di cooperazione tra i diversi livelli istituzionali e anche tra i soggetti privati del territorio. In questi anni, in particolare nel 2007, ci siamo impegnati a tessere relazioni che non fossero occasionali e questo lavoro si è tradotto anche in termini di maggiori risorse esterne, sia private che pubbliche. Una quota significativa di queste proviene dalla Regione Marche e servirà a far aumentare il contributo (regionale) per la residenza per anziani di Santa Colomba, a finanziare interventi nel campo del teleriscaldamento così come della mobilità sostenibile attraverso parcheggi scambiatori e percorsi alternativi casa/scuola e casa/lavoro. Quello 2008 dunque, è un bilancio che rilancia, che investe non solo nelle politiche sociali ma anche in una serie di politiche e interventi innovativi legati al risparmio energetico, alla mobilità alternativa, con una ricaduta benefica in campo ambientale e sulla qualità della vita della nostra città. Colophon Con84 Con 84 giugno 2008 Notiziario del comune di Pesaro Piazza del Popolo n. 1 Tel Fax Direttore responsabile Manuela Albertini Segreteria redazione Carla Cartoceti Editing Stefano Mariani Stampa Cantelli Rotoweb Referenze fotografiche Ufficio Stampa Comune di Pesaro, Danilo Billi, Umberto Dolcini, Archivio Renco Chiuso in redazione il 21 maggio 2008 Per l acquisto di spazi pubblicitari telefonare a: Redazione di Con tel Marcella Mulazzani cell In copertina: Gli uffici comunali al servzio dei cittadini -2-

3 Speciale Bilancio e Patrimonio/Welfare Primo impegno i servizi Oltre un terzo delle finanze locali viene assorbito dai servizi sociali ed educativi. Quest anno, con un significativo incremento dell investimento, grazie al recupero di evasione fiscale Servizi confermati in qualità e quantità. Non solo, quest anno l Amministrazione comunale ha disposto un aumento di spesa pari a un milione e 200 mila euro (+ 6,3%). Il tutto senza aumentare tasse e imposte locali, grazie anche alle maggiori risorse dovute al recupero dell evasione fiscale. Traducendo, ciò significa che nel 2008 l addizionale Irpef resterà bloccata allo 0,6% (non subirà cioè alcun aumento) e che sarà mantenuta l esenzione fino a 9 mila euro di reddito. La quota di risorse che ogni anno il Bilancio destina ai Servizi sociali e ai Servizi educativi è senza dubbio molto importante, e ammonta a oltre 25 milioni di euro (corrispondente a più di un terzo del bilancio complessivo). In particolare, per quanto riguarda il sociale quest anno si andrà a potenziare la presenza dell Amministrazione comunale nell ambito dei centri di aggregazione per adolescenti e di aggregazione giovanile, che hanno visto raddoppiare la presenza di ragazzi. Novità positive anche per la residenza protetta Santa Colomba, che, finalmente dopo anni ha ottenuto un maggior contributo regionale, pari a euro. Non solo, nel 2007 questa struttura è riuscita ad aumentare, a parità di costi per il Comune, la sua ricettività di ben 30 posti letto (per un totale di oltre 150), parte dei quali destinati ad affrontare l emergenza legata alla chiusura di Villa Speranza. Con un investimento di 150 mila euro è stata migliorata la qualità dei servizi diurni per persone disabili (con l adeguamento agli standard della legge regionale), in particolare l apertura per tutto l arco dell anno e il rapporto educatori/utente. Anche i Servizi educativi, rispetto a quasi 15 milioni di euro a disposizione, potranno contare nel 2008 su 700 mila euro in più. Murales del centro giovani C entro dentro di Vismara Oltre quindi ai tantissimi servizi già a erogati alla collettività, da quest anno saranno disponibili negli asili nido 28 posti in più, a tariffa convenzionata; sempre nei nido, si potrà contare su ulteriori 21 posti, ma a tariffa comunale. Dal prossimo anno scolastico, per le famiglie che hanno un figlio al nido e un altro o altri in diversi servizi dell infanzia, è prevista la riduzione del 10% sulla retta del nido. A disposizione anche servizi di trasporto per i percorsi casacentri sportivi e inoltre saranno programmate azioni per cercare di migliorare l integrazione scolastica dei disabili in tutte le scuole. Contributi per le fasce deboli Con un recente accordo sindacale, il Comune ha sottoscritto un intesa per il sostegno alle famiglie in affitto o con persone non autosufficienti a carico Firmato lo scorso marzo un protocollo d intesa sulle politiche di bilancio per l anno 2008 tra giunta comunale e segreterie provinciali di Cgil- Cisl-Uil. Nel documento le parti si sono trovate d accordo nel ritenere centrale una politica che affronti con decisione i problemi dei redditi e delle condizioni di vita delle famiglie, in particolare per le categorie socialmente più deboli, i lavoratori e i pensionati. Comune e sindacati condividono anche gli obiettivi di salvaguardare e migliorare la qualità dei servizi erogati e di consolidare le politiche delle entrate basate sulla trasparenza del prelievo, sull equità fiscale e sulla progressività del prelievo stesso. L accordo prevede tra le altre cose, la conferma di un fondo a sostegno delle famiglie affittuarie in condizioni di disagio e l incremento delle risorse a favore delle famiglie con persone non autosufficienti. Il Comune, inoltre, si è impegnato a modificare l art. 11 del Regolamento comunale per la gestione dei rifiuti solidi urbani, prevedendo l esenzione tariffaria per le famiglie sulla base dell indicatore Isee. Famiglie in affitto A disposizione risorse comunali pari a euro, aggiuntive rispetto al fondo statale di 350 mila euro; questa operazione permette di beneficiare di un meccanismo incentivante in base al quale nel momento in cui i Comuni finanziano il fondo per l affitto anche con risorse proprie - nel caso del Comune di Pesaro appunto mila euro -, la Regione Marche ne aggiunge altrettante. Sostegno alle famiglie con persone non autosufficienti Un euro per abitante: questo il segnale simbolico che si è voluto dare. Aumenta così, da a euro il fondo creato l anno scorso per il sostegno alla famiglie con persone non autosufficienti che ricorrono all aiuto di collaboratrici familiari. Si tratta di un progetto innovativo nella Regione Marche che punta anche a far emergere il lavoro nero e a intervenie sulla formazione delle collaboratrici familiari. -3-

4 Speciale Bilancio e Patrimonio/Tributi Prima casa senza Ici L attuale governo ha deciso di abolire l imposta sulla prima casa, già a partire da giugno. Novità e agevolazioni per chi affitta a canone concordato. Lotta agli evasori dell imposta sugli immobili Il Bilancio di previsione 2008 del Comune aveva lasciato invariata l Ici sulla prima casa al 4,9 per mille, cui andava ad aggiungersi l ulteriore detrazione prevista nella Finanziaria del governo Prodi. Lo scorso 21 maggio, è arrivata la decisione dell attuale governo di abolire l imposta comunale sulla prima abitazione, ad eccezione delle case signorili e delle ville. Restano invece fissate al 7 per mille le aliquote Ici sulla seconda casa, mentre quelle delle abitazioni sfitte al 9 per mille. Per le case concesse invece in affitto a canone concordato, l imposta resterà al 2 per mille. In quest ultimo caso, la persona interessata è obbligata a presentare copia del contratto di locazione all Ufficio Casa del Comune (anche attraverso lo sportello Informa&Servizi). Novità: canone concordato Viene inoltre introdotta una ulteriore agevolazione per i proprietari che affitteranno la loro casa a canone concordato agli studenti universitari (gli universitari che attualmente frequentano Pesaro Studi sono circa 1.400): l aliquota Ici, anche in questo caso, sarà fissata al 2 per mille. Il soggetto interessato è obbligato a presentare copia del contratto d affitto all Ufficio Casa del Comune (oppure anche allo sportello Informa&Servizi). Progetti di recupero Ici (comma 336: permette ai Comuni di verificare che la rendita dichiarata in Catasto corrisponda alla situazione di fatto dell immobile) A questo fine sono stati controllati: a) fabbricati rurali - per verificare la fondatezza del requisito di ruralità che esenta dal pagamento dell Ici. b) 500 fabbricati incompleti che erano privi di rendita catastale c) 152 fabbricati di categoria A5 - (ovvero abitazioni dichiarate senza bagno o con bagno in comune) d) 600 beni comuni censibili - (unità accessorie di fabbricati principali senza autonoma intestazione) e) 245 fabbricati di categoria F4 - Immobili in corso di definizione catastale, il Catasto è stato invitato ad effettuare le verifiche e conseguenti accatastamenti f) 215 fabbricati di categoria F3 per verificare se gli immobili non ancora accatastati sono realmente in corso di costruzione Progetti di verifica da ultimare in tempi brevi a) Controlli sulle concessioni edilizie per verificare se, durante il periodo dei lavori, l Ici viene regolarmente pagata. Provvedimenti emessi negli ultimi tre anni in base al comma 336 Tipologia Irregolarità riscontrate Risorse recuperate ( ) Percentuale di irregolarità Percentuale dell importo F/3 F/4 A/5 incompleti ,51% 20,51% Rurali ,26% 10,26% Aree ,95% 17,95% Altri fabbricati ,28% 51,28% Come si può vedere dalla tabella, l incremento significativo dei contratti a canone concordato è avvenuto nel 2005, quando è stata eliminata l agevolazione al 4,9 per mille per i proprietari di appartamenti affittati a canone libero, vale a dire di mercato. Recupero evasione fiscale ICI Attualmente, i Comuni possono attivare il recupero di evasione fiscale limitatamente all imposta Ici. Negli ultimi tre anni, l Ufficio Tributi ha coordinato in particolare due grandi progetti di recupero Ici legati rispettivamente al comma 336 della Finanziaria 2005 e alle aree edificabili del Prg (piano regolatore generale). -4-

5 Progetto di recupero ICI aree edificabili Negli ultimi tre anni sono state spedite ai contribuenti notifiche per informarli personalmente sulla natura di area edificabile acquisita dal terreno di loro proprietà con l adozione del Piano regolatore generale Quest anno verranno spedite ai contribuenti interessati le notifiche per informarli sulle varianti di Prg adottate. Questo ha prodotto un recupero di imposta per aree fabbricabili di circa un milione e 500 mila euro, a cui si aggiungono tutte le altre risorse Ici recuperate negli ultimi tre anni con la notifica degli accertamenti (vedi tabella sotto) pari a mila euro. Risorse recuperate negli ultimi tre anni con la notifica degli accertamenti Anno ruolo coattivo Importi riscossi per recupero evasione ICI negli ultimi tre anni Importo , , , , ,00 Accertamenti Percentuale 10,60% 10,84% 35,35% 43,21% 100,00% Gli uffici Tributi e Patrimonio si spostano nell ex tribunale Dal mese di maggio tutti gli sportelli dell ufficio tributi dislocati a palazzo Mamiani (sia quelli al terzo piano che quelli situati nei locali dell Informa&Servizi al piano terra) non sono più operativi. Gli uffici si sono infatti trasferiti nell ex tribunale (lato mare, via Gavardini, 36). Anche l ufficio Patrimonio, entro il mese di giugno si trasferirà nei locali dell ex tribunale, al primo piano. Belli e sicuri per sempre Per la sostituzione delle vecchie finestre è possibile usufruire della detrazione fiscale del 55% Finestre in pvc Porte da interno Persiane Avvolgibili Zanzariere Cancelli di sicurezza Portoni in pvc Portoni blindati Esempio di sostituzione finestra senza opere di muratura Esposizione: via Flaminia 300, Pesaro Tel

6 Speciale Bilancio e Patrimonio/Classifiche de Il Sole 24 Ore Il Sole su Pesaro Prima città delle Marche per erogazione e qualità dei servizi. Equilibrato prelievo fiscale rispetto all ammontare dei costi sociali. Disciplina in strada e multe ben al di sotto della media nazionale Spesa sociale Spesa sociale, fiore all occhiello del Comune di Pesaro. Nella classifica del Sole 24 Ore che il giornale economico ha riportato nell edizione del 10 marzo scorso e relativa al 2006, Pesaro si trova in ottima posizione, al 32 posto, prima dei cinque capoluoghi delle Marche, davanti quindi ad Ancona (45^), Macerata 49^), Fermo (59^) e Ascoli Piceno (79^). La spesa pro capite per il settore sociale è pari 170,95 euro, mentre il totale welfare è di 341,9 euro. Imposte Il Comune di Pesaro non è un Comune che vessa i suoi abitanti. Per averne una prova basta infatti dare un occhiata alla classifica del Sole 24 Ore pubblicata dal quotidiano economico lo scorso 4 febbraio: Pesaro si trova al 46 posto in graduatoria, ben al di sotto della media dei Comuni del Nord ovest, del Nord est e anche del centro Italia, realtà che in genere possono vantare un erogazione di servizi molto elevata, sia per qualità che quantità. Quando si parla infatti di prelievo fiscale è doveroso non perdere di vista la stretta correlazione che esiste tra imposte e servizi. In particolare, la classifica del Sole 24 Ore prende in considerazione non tanto il livello delle aliquote Ici e Irpef, bensì l entità del gettito riscosso, che comprende anche il recupero dell evasione fiscale. Grazie al buon lavoro fatto dall Amministraizone comunale, sono stati recuperati, nel triennio , tre milioni e mezzo di euro. Le Multe Un altra classifica apparsa sul Sole 24 Ore il 25 febbraio scorso, riguarda gli introiti dei Comuni dovuti alle multe. Anche in questo caso, il Comune di Pesaro si trova nelle zone basse della graduatoria, sfatando quindi il luogo comune che vorrebbe gli automobilisti indisciplinati supertartassati dagli agenti di Polizia municipale: si trova infatti al 78 posto (con 14,4 euro pro capite, - 39 la differenza in percentuale con 2006/05) dopo Nuoro e prima di Imperia. -6-

7 Speciale Bilancio e Patrimonio/Risorse esterne Un tesoretto per buone cause E quello che arriva da Stato e Regione. Contributi che andranno a finanziare progetti di edilizia residenziale per giovani coppie, sostegno per gli affitti, mobilità sostenibile, impianti fotovoltaici Grazie ai contributi esterni (Stato, Regione, straordinari) il Comune di Pesaro potrà finalmente dare una risposta diversificata al problema della casa. Contributi regionali Sono stati ottenuti, con la collaborazione di Regione e Provincia, 1 milione e 600 mila euro per alloggi a canone concordato che permetteranno a 40 famiglie di usufruire di questa nuova possibilità. Sono inoltre stati finanziati con il piano regionale di edilizia residenziale per il triennio , buoni per giovani coppie per un importo totale di un milione e 175 mila euro, da suddividere con altri 6 Comuni della provincia (Fano, Urbino, Fermignano, Montelabbate, Colbordolo e S. Angelo in Lizzola)ad alta tensione abitativa. Ogni anno, il Comune riceve dalla Regione anche contributi per l affitto, per metterli a disposizione dei nuclei familiari meno abbienti: nel 2007 l ente ha ottenuto un contributo di 378 mila euro. Finanziamenti straordinari Si tratta di un programma straordinario di edilizia residenziale pubblica che darà la possibilità al Comune di Pesaro di ricevere un milione di euro, con cui potranno essere realizzati alloggi per l edilizia pubblica. Sono stati impegnati dall ERAP per Pesaro oltre 4 milioni di euro per la costruzione di 40 nuovi alloggi popolari. Mobilità sostenibile, finanziamenti della Regione Marche Per quanto riguarda la mobilità sostenibile, il Comune ha ottenuto un finanziamento di euro per costruire il parcheggio scambiatore di via Solferino. Ulteriori 100 mila euro sono arrivati per la pedonalizzazione dei percorsi casa-scuola in alcune zone della città; altri euro potranno essere utilizzati per la creazione del parcheggio di via del Cinema/Zavattini, mentre ulteriori euro per costruire quello di via del Novecento/Rossellini; 30 mila euro complessivi saranno a disposizione per allestire parcheggi coperti per le bici in via dell Acquedotto, al San Decenzio e in piazzale Matteotti. Infine, euro per la realizzazione dei sistemi automatici di controllo della Ztl. Impianti fotovoltaici Azzeramento della bolletta energetica Il Comune di Pesaro, all interno delle azioni per la qualità dell aria e per il risparmio energetico, intende contribuire allo sviluppo dell approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili (fotovoltaico) utilizzando e diffondendo sul proprio territorio le opportunità e gli incentivi previsti dal decreto del 2007 del ministro dello Sviluppo Economico che semplifica e rafforza il nuovo quadro di incentivazione del fotovoltaico chiamato Conto Energia. La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie terrestre in energia elettrica, sfruttando le proprietà del silicio, elemento semiconduttore. Attraverso due bandi pubblici il Comune prevede la concessione in comodato d uso per 20 anni di tetti di 12 edifici di proprietà e di due aree parcheggio per l installazione di impianti fotovoltaici destinati a produrre energia che potrà essere utilizzata per fornire energia all immobile con conseguente azzeramento della bolletta energetica o essere immessa nella rete con conseguente riscossione del costo dell energia stabilito dalle norme in vigore. Anche la politica costa meno al Comune Dal confronto dei dati emerge una diminuzione dei costi degli organi istituzionali. Un risparmio che nel 2008 si ridurrà ulteriormente come si evince dalle uscite del primo quadrimestre rispetto al 2007 (pari a oltre 67 mila euro in meno), per un totale di circa euro all anno QUADR QUADR 2008 DIFF. 08 SU 07 Consiglio comunale Gettoni e Indennità Giunta comunale Indennità di carica Circoscrizione Indennità e gettoni circoscrizioni TOTALE , , , , , , , , , , , , ,16-232, , , , , ,49-7-

8 Speciale Bilancio e Patrimonio/Immobili comunali Dal Comune, affitti equi e trasparenti Con il nuovo Regolamento sulle proprietà immobiliari comunali, maggiore trasparenza ed equità sui canoni di locazione. Priorità e agevolazioni per il mondo dell associazionismo e i centri sociali Approvato in Consiglio comunale nel marzo scorso, il nuovo Regolamento per la gestione del patrimonio immobiliare comunale che stabilisce criteri di trasparenza e di pubblicità per l assegnazione degli immobili pubblici in concessione e in locazione. Il Regolamento prevede di effettuare l inventario dei beni immobili attraverso una gestione informatizzata delle banche dati ai fini di una corretta gestione e valorizzazione del patrimonio pubblico. Abbiamo voluto mettere in gioco il nostro patrimonio spiega l assessore al Bilancio, patrimonio e tributi Sabrina Pecchia non solo ai fini di una migliore redditività, ma anche per una migliore fruizione pubblica e di soddisfacimento dei bisogni della collettività. Fra gli articoli più importanti l articolo 10 che prevede una serie di agevolazioni a favore del mondo dell associazionismo e del volontariato perché la volontà del Comune è quella di valorizzare la funzione sociale del patrimonio e quindi il lavoro delle associazioni nella nostra città. A questo fine, il Comune mette a disposizione i locali di sua proprietà a un canone sociale pari al 25% del prezzo di mercato. Per i centri sociali per anziani e per i centri giovanili della nostra città, la percentuale si abbassa al 10%. Inoltre, è possibile scontare dal canone dovuto le eventuali spese di manutenzione degli immobili dell ente, sostenute dalle associazioni. Tutto ciò aiuta ad incentivare la manutenzione del patrimonio comunale, responsabilizzando anche le associazioni. Osservatorio permanente sulle carceri Sono iniziati i lavori di ristrutturazione dell immobile comunale situato in via Castelfidardo destinato a sede dell associazione Osservatorio permanente sulle carceri per far conoscere l attività e i progetti realizzati in collaborazione con il carcere di Villa Fastiggi. Ferrhotel Finalmente una casa per il mondo dell associazionismo e del volontariato: lavori di messa a norma della struttura che sarà dotata anche di un impianto a pannelli fotovoltaici. I lavori inizieranno il primo di luglio. La casa del Miralfiore Diventerà la sede di riferimento delle varie associazioni ambientaliste con un progetto ambizioso: realizzare anche a Pesaro un centro dell economia solidale. Centro sociale culturale 900 Pino Monaldi E stato concesso in uso al centro l immobile di proprietà comunale situato in via del Cinema (Celletta) per la durata di 20 anni. Il centro è stato autorizzato ad eseguire lavori di ampliamento per l importo di 187 mila euro, da scomputarsi dal canone di concessione. -8- Centro sociale Parco Caprilino E stato assegnato al centro socio culturale Parco Caprilino l immobile di proprietà comunale situato a Tombaccia. Il Comune ha stanziato 500 mila euro per la ristrutturazione, i cui lavori inizieranno entro l anno.

9 Sul fronte dell uso sociale degli immobili è stato dato forte impulso all assegnazione di proprietà comunali a condizioni agevolate al mondo dell associazionismo e del no profit, riconoscendone il ruolo integrativo nella gestione dei servizi. La città della gioia E stato concesso in locazione all associazione La città della gioia l immobile di proprietà comunale di via dell Acquedotto al fine di organizzarvi l attività di pronta accoglienza per persone in stato di estrema povertà e senza fissa dimora. L associazione eseguirà i lavori di sistemazione dello stabile, attualmente in stato di degrado, investendo 120 mila euro che verranno scontati dal canone d affitto per i prossimi 20 anni. Casa Sacchetti e centro di prima accoglienza per minori E stata concessa (in diritto di superficie) alle cooperative Labirinto e la Ginestra due l area situata a Celletta di Santa Veneranda per la realizzazione e gestione delle strutture di accoglienza per ragazze madri casa Sacchetti e di un centro di prima accoglienza per minori. Nell operazione le cooperative investiranno euro. Casa colonica, associazione Azobè L associazione provvederà alla ristrutturazione dell immobile di via Cimarosa con oneri a proprio carico per oltre un milione di euro per la realizzazione di due strutture educative per affido residenziale e diurno dei minori. Croce Rossa Il Comune metterà a disposizione della Croce Rossa Italiana un area situata a Torraccia dove la Cri realizzerà la sua nuova sede, le cui dimensioni e caratteristiche consentiranno alla città di Pesaro di dotarsi di una struttura di pronto intervento sanitario all avanguardia. La scelta dell area è motivata dal fatto che nelle vicinanze verrà costruito un eliporto H 24 da parte della Provincia di Pesaro e Urbino. Skate park Il Comune metterà a disposizione un area in località Torraccia per la realizzazione e gestione a carico della società coperativa Nuagal arl di una struttura polivalente destinata ai giovani per le attività di skatebord, sala prove musicali, danza, musica dal vivo e ritrovo. Fra gli obiettivi, offrire una valida alternativa d intrattenimento nel territorio comunale ai giovani pesaresi, creare un ambiente culturale che favorisca lo scambio di idee e di progetti tra i ragazzi. Museo storico Benelli E stato approvato l accordo con l Ente Scuola Edile in base al quale il Comune cederà il terreno attiguo all attuale sede della scuola consentendo di accorpare in un unica sede operativa sia i servizi previdenziali che quelli assistenziali forniti ai propri iscritti; mentre l Ente Scuola Edile provvederà a ristrutturare la copertura del fabbricato di proprietà comunale, adibito a sede del museo storico Benelli (situato in viale Mameli). Villaggio di Trebbiantico Il Comune, attraverso l acquisto del villaggio di Trebbiantico (costruito negli anni 80 dall Ail, Associazione italiana contro le leucemie) di Pesaro, recupererà la struttura per realizzarvi alloggi di edilizia residenziale pubblica. Contestualmente l Ail, con il ricavato potrà completare la nuova struttura di Muraglia. Casette ex Polveriera E iniziata la sistemazione di entrambi gli edifici situati all interno dell area dell ex Polveriera (in via Lamarmora) che diventeranno rispettivamente le sedi del movimento scout Cngei e del Cral (circolo ricreativo aziendale lavoratori del Comune di Pesaro) del Comune. Una parte dei lavori sarà a carico delle rispettive associazioni. -9- Nuova sede provinciale per la Federazione italiana pallacanestro La Federazione provinciale pallacanestro da circa un anno può contare su una nuova sede, messa a disposizione dal Comune. I locali di 113 metri quadri - si trovano in viale XI Febbraio, la federazione ha provveduto a ristrutturarli spendendo euro.

10 Speciale Bilancio e Patrimonio/Polo catastale intercomunale C era una volta il catasto statale Il Comune di Pesaro ha deliberato di gestire direttamente tutte le funzioni catastali. Un sicuro vantaggio per i cittadini che avranno un unico interlocutore (per giunta, digitalizzato) fine settembre 2007, il A Comune di Pesaro ha scelto di gestire direttamente il catasto. In base a tale atto, la gestione completa delle informazioni catastali compreso l aggiornamento delle mappe e dei dati riguardanti i proprietari sarà effettuata dal Comune, con ovvi benefici per il cittadino che avrà finalmente un unico interlocutore. Secondo l accordo intercorso fra i Comuni dell ex associazione intercomunale (Colbordolo, Gabicce Mare, Gradara, Mombaroccio, Monteciccardo, Montelabbate, S. Angelo in Lizzola e Tavullia), si andrà alla costituzione di un polo catastale con il Comune di Pesaro nel ruolo di ente capofila. Verrà anche aperto uno sportello a Pesaro per la ricezione e l aggiornamento delle pratiche e la fornitura di servizi agli utenti. Saranno anche attivati due ulteriori sportelli: negli uffici dell Unione Pian del Bruscolo a Montecchio e a Gabicce Mare. Inoltre, nelle sedi delle circoscrizioni di Pesaro e degli enti consorziati nel polo, sarà possibile effettuare la consultazione dei dati da parte degli utenti. Il decentramento, che doveva essere operativo dal novembre scorso, sta subendo ritardi a causa di alcuni ricorsi di associazioni di categoria e burocratici. Gli estimi catastali rimangono allo Stato La riforma degli estimi catastali rimane di competenza dello Stato e su questo i Comuni attualmente non hanno alcun potere. Possono, invece intervenire, grazie alla gestione diretta del Catasto, per controllare la correttezza del classamento. I progetti strategici Nell ambito della gestione del Catasto, il Comune di Pesaro si è attivato insieme a realtà come i Comuni di Roma, Bologna, Torino e Genova con due progetti strategici, Elisa1 e Elisa2 (programma Enti locali innovazione di sistema), per ottenere finanziamenti statali finalizzati alla gestione digitale dei servizi locali in materia fiscale e catastale. Tutto ciò anche grazie alla notevole esperienza maturata con il progetto Bdu base dati unificata che prevede l integrazione dei dati contenuti nei vari archivi (anagrafe, tributi, ecc.) con la cartografia. La gestione della numerazione civica A fine 2007 è stato istituito il nuovo servizio Catasto e, nel suo ambito, l Unità operativa Bts (Basi territoriali e statistica). La nuova struttura va ad integrare le funzioni del Sit (sistema informativo territoriale), con le funzioni di attribuzione della numerazione civica e la definizione della toponomastica stradale. In pratica si è operata una distinzione netta fra il momento finale del controllo urbanistico e quello dell attribuzione del Al piano terra del palazzo ex Bramante presto saranno allestiti gli uffici comunali del Catasto numero civico, che ora può avvenire anche molto prima: nel momento in cui il progettista ha definito le unità immobiliari del nuovo edificio è possibile procedere alla richiesta di attribuzione del numero civico, con la presentazione di uno schema di elaborato planimetrico contenente l indicazione degli ingressi delle unità immobiliari e la loro individuazione catastale. I vantaggi della nuova procedura sono: Tempi notevolmente più brevi per l attribuzione del civico, in quanto il rilascio non è più legato alle complesse verifiche urbanistiche. Sarà successivamente verificato dai tecnici dell Urbanistica che l edificio per il quale il tecnico richiede l abitabilità abbia ottenuto il numero civico e sia stato accatastato. Per il cittadino si abbreviano i tempi per definire i contratti per le utenze e la possibilità di ottenere la residenza non appena l edificio ha ottenuto l agibilità. La creazione di un archivio che contiene per ogni unità immobiliare sia i dati di toponomastica (via, civico e interno) abbinati con i dati catastali (foglio, mappale e subalterno). Tale archivio prende il nome di Anagrafe delle Unità Immobiliari e nell ambito del progetto di integrazione dati Bdu (Base dati unificata) è di importanza strategica, consente infatti di mettere in relazione il proprietario di un immobile e chi vi risiede. 6 mesi all anno la vostra pubblicità entra in tutte le case di Pesaro Conè il notiziario del Comune di Pesaro che entra in tutte le case Un mezzo efficace e puntuale per raggiungere con ogni numero famiglie con la vostra pubblicità. Per informazioni e acquisti degli spazi potete contattare la redazione di Con da lunedì a venerdì ore 8:00 / 14:00 martedì e giovedì 15:30 / 18:00-10-

11 Speciale Bilancio e Patrimonio/Finanza derivata Derivato sarà lei Per alcune ragioni qui sotto illustrate, l Amministrazione comunale ha scelto di non utilizzare strumenti di finanza derivata. Merito di un debito contenuto e di offerte poco convincenti La normativa vigente dà agli enti locali la possibilità di attivare strumenti di finanza derivata quali in particolare combinazioni di operazioni sul proprio indebitamento finalizzate al passaggio da tasso fisso a tasso variabile e viceversa al raggiungimento di un valore soglia predefinito o passato un periodo di tempo predefinito. L operazione tipicamente speculativa nel settore privato deve essere usata nel settore pubblico solo in difesa da un incremento incontrollato dei tassi variabili o in parziale riduzione degli oneri dei mutui a tasso fisso in presenza di tassi variabili bassi in fasi temporali più o meno prolungate. Ciò sempre e comunque nei giusti equilibri all interno del complessivo indebitamento dell ente. Il tentativo più o meno mascherato di ottenere rilevanti vantaggi iniziali da tali operazioni espone immancabilmente l ente locale a forti penalizzazioni nel tempo. Fra l altro, in un mercato in continua evoluzione, nel quale gli operatori devono essere particolarmente specializzati e nel quale qualsiasi ritardo nel modificare e/o integrare le operazioni comunque poste in essere produce forti danni tali penalizzazioni possono assumere valori tali da inficiare nei casi estremi gli equilibri di bilancio. Per questi motivi il Comune di Pesaro conclude l assessore al Bilancio - che ha tra l altro un debito sufficientemente equilibrato nel rapporto fra tassi fissi (decisamente bassi) e tassi variabili (avendo provveduto ad estinguere grandi quantità di mutui a tassi più onerosi), non ha comunque ritenuto opportuno avvalersi di strumenti che introducono elementi di rischio nella gestione delle risorse pubbliche. La strategia del Comune per debellare il terribile insetto Lottiamo insieme contro la zanzara tigre Il Servizio Ambiente ha dato avvio alle azioni di prevenzione e controllo su tutto il territorio comunale. Molto però dipende dai cittadini che devono adottare alcuni utili accorgimenti La strategia anti-zanzare del Comune La lotta alla zanzara tigre è iniziata. Il Servizio Ambiente del Comune di Pesaro ha dato il via dal mese di maggio alla campagna di prevenzione e di controllo delle infestazioni della zanzara tigre con interventi programmati di disinfestazione antilarvale nelle caditoie stradali e nei fossi delle aree pubbliche e una serie di azioni dirette a sensibilizzare l impegno e la partecipazione dei cittadini nella lotta domiciliare. L Amministrazione comunale è inoltre parte attiva della nuova rete provinciale di monitoraggio della zanzara tigre e di sorveglianza della Chikungunya. In tale ambito effettua l attività di monitoraggio in stretto contatto con il Dipartimento di Prevenzione dell ASUR di Pesaro e l Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche (IZSUM), impegnati nel mettere a punto sistemi pratici di sorveglianza entomologica su tutta l area comunale. Stop alla zanzara tigre? Dipende anche da te Si può contenere la proliferazione della zanzara tigre, ma dipende da ognuno di noi. La disinfestazione delle aree pubbliche non basta! Solo un intervento congiunto anche nelle aree private - può portare a risultati concreti e quindi ridurre al minimo possibile la presenza di zanzare. Tieniti in contatto! Telefono Zanzara Attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 per chiedere consigli, richiedere gratuitamente sopralluoghi nelle aree private, segnalare situazioni a rischio infestazione. Punto Zanzara Un esperto risponde alle tue richieste e fornisce informazioni personalizzate allo Sportello Informa&Servizi (Largo Mamiani, 11) tutti i martedì e giovedì dalle 9 alle 13 Il sito contiene una sezione dedicata alla zanzara dove si possono avere aggiornamenti sul programma di disinfestazione del Comune e scaricare l ordinanza n. 720 che detta disposizioni sui comportamenti a cui occorre rigidamente attenersi per evitare il proliferare dei focolai larvali. Partecipa alla lotta Le uova di zanzara tigre si schiudono in piccole quantità di acqua stagnante quindi occorre: 1) evitare di lasciare contenitori o semplici sottovasi all aria aperta, esposti alla pioggia e quindi a ristagno d acqua 2) mantenere le proprie caditoie pulite per contribuire concretamente all eliminazione di possibili focolai d infestazione Lo sapevi che. nell estate 2007 per la prima volta in Italia in alcune aree dell Emilia-Romagna - sono comparsi focolai epidemici di Chikungunya? Si tratta di un virus di origine asiatica trasmesso dalle punture della zanzara tigre; provoca febbre alta e dolori articolari, anche persistenti. Purtroppo con l intensificarsi dei viaggi nei paesi tropicali e l innalzamento delle temperature è possibile il riproporsi di focolai in qualunque parte d Italia e diventa quindi necessario da parte di tutti intensificare la lotta alla zanzara tigre. Le Marche comunque, al pari dell Emilia Romagna, sono ad oggi le uniche realtà territoriali che affrontano il rischio con uno specifico piano di prevenzione e di intervento. -11-

12 Speciale Bilancio e Patrimonio/Voci dal Consiglio La parola ai capigruppo Silvano Ciancamerla capogruppo Partito Democratico Non può passare inosservato il voto sul bilancio di previsione 2008 espresso dal Consiglio comunale mercoledì 26 marzo. L approvazione avvenuta con 26 voti favorevoli e 6 contrari testimonia una coesione e una ritrovata piena sintonia all interno della maggioranza. Si è infatti trattato di un bilancio che garantisce equità fiscale e tariffaria senza incrementi di tasse e tariffe, con una pressione fiscale complessiva ben al di sotto di Comuni della nostra dimensione, mentre gli investimenti sui servizi sono di una quantità e qualità superiore a città simili alla nostra. Il capitolo della spesa sociale cresce di euro rispetto al 2007 (più 6,3%). Il sostegno diretto alle famiglie in capo ai servizi sociali è di un importo complessivo pari a euro, per far fronte al disagio abitativo (sostegno agli oneri degli affitti), sostegno assistenziale alle famiglie con congiunti in condizioni di non autosufficienza, interventi a favore di famiglie con congiunti disabili per un totale di famiglie sostenute dalle politiche sociali. Sul versante delle politiche educative l impegno di bilancio è di euro con un aumento di euro rispetto al 2007, per garantire di fatto la completa soddisfazione delle richieste delle famiglie per quanto riguarda l asilo nido e la scuola materna. Con rette confrontate con Comuni di pari grandezza fra le più basse. Infatti sul costo annuo di un posto al nido (7.400 euro) solo il 23% rimane a carico della famiglia, il resto viene coperto dal Comune. Queste sono politiche familiari fra le più importanti. Gli asili, sono il primo ed indispensabile aiuto per favorire la natalità e la possibilità per le donne di lavorare ed essere indipendenti. Un bilancio che mette in campo risorse per tante azioni: sull ambiente, cultura, opere pubbliche, sicurezza, turismo che tutte insieme contribuiranno al miglioramento della qualità della vita della nostra città. Un bilancio sano, solido che ci fa guardare al futuro con serenità nella consapevolezza del non venir meno all impegno a favore di tutti i cittadini a partire come sempre è stato, dalle fasce più deboli ed esposte. Gabriele Del Monte capogruppo Comunisti Italiani E importante che questo bilancio mantenga tutte quelle azioni mirate alle fasce più deboli e aumenti i servizi a sostegno delle famiglie. Dati recenti pubblicati da centri studi sindacali e confindustriali dicono che in questo paese il 78% della popolazione dei lavoratori guadagna non più di 1200 euro al mese e il 48% di questi lavoratori sono l unico sostegno delle famiglie. La realtà del nostro territorio non è lontana da questi dati, anche nella nostra città ci sono giovani che fanno fatica a pagare i mutui che hanno contratto; per fortuna ci sono i servizi che questo Bilancio mantiene e aumenta nella spesa. Condivido inoltre l idea di continuare a costruire impianti per la pratica sportiva, impianti di qualità, perché è importante che si continui a progettare spazi per l attività sportiva. Ai fini delle risorse, è importante anche quello che si fa al di fuori del Bilancio, in particolare per quanto riguarda la ricerca di imprenditori privati che sostengano le iniziative della pubblica amministrazione. Rispetto ad esempio a Pesaro Studi credo sia importante per l economia di questa città valorizzare i studenti che frequentano l università e creare corsi di studio a sostegno delle nostre industrie esortando i nostri imprenditori a fare la loro parte. Luciano Trebbi capogruppo PRC Devo dare atto all assessore Pecchia e ai funzionari comunali di aver messo mano alla visione del patrimonio comunale. Tutti però siano in attesa di conoscere il cartaceo che include tutte le proprietà dell Amministrazione comunale comprese quelle che provengono dagli enti sciolti anni orsono, quali le Irab (istituzioni riunite assistenza e beneficenza) ed Eca (ente comunale di assistenza). Occorre essere chiari e molto trasparenti: chi ha in affitto locali della pubblica amministrazione non deve avere attenuanti, occorre far valere i contratti sottoscritti e purtroppo disattesi (vedesi palazzo Gradari) ed altri. Inoltre occorre concentrare gli uffici comunali dispersi in varie zone della città affinché vengano risparmiati centinaia di migliaia di euro sugli affitti. Sono sempre in attesa di sapere quanti cittadini sono morosi nei confronti dell amministrazione comunale e cioè di tutti noi cittadini. Ci sono casi particolari di persone indigenti che non possono adempiere ai loro obblighi perchè sprovvisti di sostentamento, mentre altri possono benissimo adempiere ai contratti sottoscritti; mi riferisco anche ad alcuni di coloro che usufruiscono dei locali della pubblica amministrazione adibiti a bar e ristoranti, che a volte non sono sempre in regola con i pagamenti tanto da commettere violazione di occupazione abusiva del suolo pubblico senza che vengano sanzionati come prevedono i regolamenti comunali. Sempre in materia di risparmi: perché non si comincia con l abolire tutte le plance per collocare tutti i manifesti dei partiti? Il tutto andava bene 60 anni orsono quando eravamo usciti da oltre 20 anni di silenzio, ma ora con la tv è anacronistico continuare in tali comportamenti dispendiosi e inutili. Luca Acacia Scarpetti capogruppo Italia dei Valori Bilancio rigido e durissimo per i cittadini. Dai 24 mld di lire di avanzo del 1994 (finiti poi al palas insieme a tanti altri), si è passati alla situazione attuale, di assoluta sofferenza e ristrettezza di risorse. Ma cos è successo in questi pochi anni? Sono i disastri della legge Bassanini che se mal gestita...! Tagli netti per le manutenzioni e numerose altre necessità, e oasi inattaccabili per tutto quello che viene fornito dalle cooperative sociali. Non si discute sul loro ruolo, ma una verifica dei servizi e una razionalizzazione era atto dovuto e facente parte degli accordi elettorali. Cominciano ad essere troppi gli accordi non rispettati da questa maggioranza. Carlo Rossi capogr. Riformatori per Pesaro L approvazione del bilancio di previsione 2008 che ha visto il consenso di 26 consiglieri è il segno della presenza di una maggioranza coesa all interno dell ente sulla quale si potrà contare per la realizzazione del programma. Quello del 2008 è un bilancio, che nonostante il problema della carenza di risorse con cui si devono confrontare tutti gli enti, non comporta incrementi di tasse e tariffe. Il Bilancio 2008 individua risorse specifiche per diverse linee di intervento: dall ambiente alla cultura, alle opere pubbliche, alla sicurezza; interventi importanti e indispensabili per contribuire al miglioramento della qualità della vita nella città. Sul fronte della sicurezza, sono previste risorse a favore di attività che vanno oltre la concezione della semplice sicurezza stradale, tali azioni si sviluppano in una maggiore attenzione alla percezione della medesima nell ambito della cittadinanza, quindi un miglioramento della quantità e della qualità delle risposte date dal servizio di Polizia municipale al bisogno di sicurezza. L accrescimento del livello della sicurezza percepita è un fattore che contribuisce anch esso all aumento della qualità della vita. Massimiliano Nardelli capogruppo PDL Il bilancio 2008 del Comune di Pesaro è altamente penalizzante per i cittadini e per le famiglie pesaresi. Basta citare solo un dato: dal 2004, 3 milioni di euro di entrate straordinarie sono state rese strutturali prelevandole dai cittadini pesaresi e dagli operatori economici con politiche fiscali inique che hanno reso e rendono insostenibile il livello di tassazione locale. L addizionale comunale è vero che non è stata rialzata ma bisogna ricordare che l anno scorso era stata raddoppiata, così come la tassa di occupazione suolo pubblico era già stata portata ai livelli massimi. Continua a non esistere una politica di tutela fiscale della famiglia perché forse questa maggioranza non ha ancora un concetto di famiglia. Tutti i servizi di base continuano ad aumentare costantemente ogni anno compreso il del 2,5%. Così ci ritroviamo famiglie a cui aumentano rette scolastiche, rette per le case di riposo, spese per le mense scolastiche mentre addirittura gli aumenti arrivano fino al 5% per i servizi sportivi. Le politiche di welfare, frutto di una presunta redistribuzione del reddito ai ceti meno abbienti, vengono sempre più utilizzate da questa amministrazione in modo strumentale e con finalità politiche. Si è avuta la conferma che gli investimenti milionari fatti per i varchi di accesso alla ZTL e l installazione di rilevatori sugli impianti semaforici servono solamente per fare cassa tanto che i proventi relativi alle contravvenzioni stradali sono stati preventivati in euro in più rispetto all anno scorso, raggiungendo la cifra folle per un Comune come il nostro di euro. Si continuano a finanziare progetti -12-

13 relativi alla pianificazione ambientale senza affrontare veramente questo problema che ha posto la nostra città all ultimo posto nella regione Marche, con un livello di inquinamento assolutamente inaccettabile per una provincia come la nostra e fuori controllo. Addirittura si è parlato della creazione di un tesoretto locale mentre i cittadini pesaresi sono costretti a sacrifici sempre più pesanti per far quadrare i conti. Quindi un giudizio totalmente negativo di questo bilancio e l ennesima dimostrazione che il nostro Comune è bravo a fare i suoi interessi ma non quelli dei suoi cittadini. Caterina Tartaglione capogruppo LiberiXPesaro La discussione del bilancio è tra le esperienze più traumatiche che sia dato vivere in Consiglio comunale. Soffre infatti della intrinseca incomprensibilità della sua lettura, legata al fatto che si applica uno strumento finalizzato alla correttezza contabile, alla missione che l amministrazione pubblica ha di dare risposte ai bisogni della collettività. Il ricorso al bilancio sociale per rendere trasparente la realizzazione di tale missione è ancora ben lontano dall aver raggiunto una fruibilità facile e comprensibile. Se questo è il punto nodale e valorizzante del bilancio, non è però possibile sottrarsi al dovere di evidenziare limiti che sono anche di tipo strutturale. Il bilancio del comune di Pesaro infatti, risulta sempre più irrigidito nella rincorsa a reperire risorse per arrivare al pareggio, principalmente attraverso l alienazione di beni patrimoniali, per trovarsi poi in affanno quando ciò risulta impraticabile come è accaduto quest anno con la cessione del Perticari, impossibile senza variante al PRG. Un bilancio di questo tipo, dal momento che il patrimonio non è infinito, è un bilancio che non offre garanzie di dare continuità ai servizi offerti oggi e che non è capace di dare respiro a progetti ed investimenti per il futuro. Altre fonti di reperimento di risorse non si possono cercare nella tassazione che è gia a livelli alti e nemmeno è possibile ricorrere all incremento delle occasioni di sanzioni dato che ormai si è dato fondo a soluzioni come telecamere e parcheggi a pagamento. Anche per l altro bacino di entrate che sono le concessioni edilizie, bisogna oggi fare i conti con una crisi del settore tanto ampiamente prevista quanto ignorata nelle azioni per governarla. La soluzione del problema, a nostro parere, deve spostarsi e svilupparsi su questi aspetti: revisione delle spese del personale, con spostamento della gestione dei rami di azienda su società proprie al fine di superare il patto di stabilità; tagli alle spese di consulenza; migliore resa delle entrate extratributarie, controllando l efficacia delle partecipate; corretta gestione del patrimonio con una rivalutazione del valore effettivo del patrimonio immobiliare; utilizzo del patrimonio senza alienarlo (spinoff); finanziamento di progetti attraverso le istituzioni europee. Walter Stafoggia La Destra L avvento del nuovo governo Berlusconi, consentirà all amministrazione comunale di Pesaro di trovare una serie di giustificazioni alla sua inefficienza e alle nuove tasse, occulte e non, che si abbatteranno sulle spalle dei cittadini pesaresi. Un esempio delle nuove tasse occulte è la progressiva scomparsa dei parcheggi gratuiti sostituiti da quelli a pagamento e il contestuale aumento delle tariffe dei parcheggi più vicini al centro storico, il tutto propagandato con motivazioni francamente risibili. Sul fronte della gestione del patrimonio comunale l unica nota positiva è che l amministrazione comunale si è finalmente dotata di un Regolamento (con undici anni di ritardo da quanto prevedeva la legge, ma questo ovviamente è considerato un dettaglio ininfluente). Nel frattempo la gestione del patrimonio comunale immobiliare continua ad essere quantomeno approssimativa, con immobili occupati da anni senza nessun tipo di contratto, neppure a titolo di comodato gratuito. Sul fronte delle spese continuano a proliferare le consulenze. In verità il problema, a mio avviso, non sta tanto nell entità e nel numero di tasse, nei costi delle consulenze, ma quanto di queste tornano a vantaggio dei cittadini. Pesaro è una città dove nessuno nella maggioranza pare avere chiare le idee sulle strategie per il futuro: emblematico é il caso del vecchio palazzetto dello sport, ma si potrebbe continuare l elenco con la realizzazione della nuova Questura, del secondo casello, di quale destinazione dare ai reperti (o meglio ai ruderi di nessun valore archeologico) di piazzale Matteotti, del quartiere Fieristico, dell ospedale e della sanità, del parco fluviale, di Palazzo Perticari, del rilancio del piccolo commercio, dell ex carcere minorile, per terminare, saltando tante altre questioni alle quali un amministrazione virtuosa dovrebbe dare risposte, alla riqualificazione (ma forse sarebbe già tanto chiudere le buche) di piazza del Popolo. Notizie&Flash Pesaro in breve Inaugurato il museo Arte della stampa Venerdì 11 aprile è stato inaugurato il museo Arte della stampa situato in via Podgora 10, adiacente alla tipografia Montaccini Oggi. All inaugurazione erano preseti l on. Giorgio La Malfa, il sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, l assessore alla cultura Luca Bartolucci e l assessore alla cultura della provincia Simonetta Romagna nonchè altre autorità ed esperti del settore tipografico. Nell occasione gli ospiti e i visitatori hanno potuto ammirare e veder funzionare vecchie macchine da stampa compresa la regina della tipografia Linotype messa a punto da Franco Pastorello, l ultimo dei meccanici. A tutti gli appassionati ed esperti del settore, ed anche al sindaco Luca Ceriscioli, è stata addirittura donata una riga calda battuta appositamente. Durante la giornata sono state effettuate da Giorgio Montaccini altre dimostrazioni su torchio tipografico del 1840; c è stato anche chi ha voluto provare il piacere di stampare in tipografia. L inaugurazione è stata allietata anche dall esibizione di un raffinato duo violino ed arpa, sulle note delle musiche di Strauss. Il museo resta aperto nelle ore consuete, a disposizione di chi volesse visitarlo. In Comune il caffè equo-solidale Il Comune di Pesaro sensibile ai temi della solidarietà e del commercio equosolidale. Da qualche giorno infatti i distributori automatici di caffè dell ente sono stati dotati di caffè proveniente dal Guatemala, da un piccolo villaggio che si chiama El Bosque. L iniziativa fa seguito ad una mozione presentata dal consigliere comunale Maurizio Tonucci lo scorso ottobre. E l inizio di un percorso che rientra nell ambito di un intervento più vasto spiega l assessore alla Cultura della pace e cooperazione internazionale Sabrina Pecchia che vede il Comune di Pesaro attento ai temi della solidarietà e dello sviluppo sostenibile. El Bosque è un piccolo villaggio posto a circa 1500 metri di altitudine situato nel municipio di Santa Cruz Naranjo, provincia di Santa Rosa in Guatemala. Lì, i piccoli produttori di una cooperativa che coinvolge circa 50 famiglie coltivano il caffè con metodi tradizionali a basso impatto ambientale. Al progetto Genitori insieme menzione speciale del premio Amico della famiglia 2007 Riconoscimento nazionale per il progetto Genitori insieme che proprio a marzo è ripartito per il nono anno: il dipartimento delle Politiche della Famiglia della presidenza del Consiglio dei ministri gli ha attribuito la menzione speciale nell ambito del Premio Amico della Famiglia 2007 per l attenzione mostrata verso le famiglie e per i segnali concreti di interesse, meritevoli di essere incoraggiati e diffusi. Il coordinamento è di Maria Rosa Gaudiano, la referente scientifica è Anna Putton. Alla premiazione, che si è tenuta a Roma alla presenza del ministro per le Politiche della famiglia Rosy Bindi, ha preso parte l assessore Maria Pia Gennari. Nasce il Villaggio dei ragazzi sorridenti Nasce l associazione onlus Villaggio dei ragazzi sorridenti. Il sodalizio si è costituito lo scorso dicembre e ha già messo in cantiere una serie di importanti iniziative per aiutare i bambini di strada dell Etiopia. L associazione che ha come presidente don Marco Di Giorgio e può contare su 25 soci fondatori - sta infatti costruendo un villaggio a Soddo, cittadina di circa 70 mila abitanti situata su un altopiano, 400 chilometri a sud di Adis Abeba. La prima parte della struttura il cui costo complessivo ammonta a un milione e 200 mila euro - verrà inaugurata il prossimo settembre. Chiunque voglia contribuire a sostenere i progetti dell associazione in Etiopia può farlo tramite bonifico bancario intestato a: Ethiopia s street children villaggio dei ragazzi sorridenti c/o la Banca di Pesaro agenzia S. Maria dell Arzilla, o tramite c/c postale n intestato a: Ethiopia s street children villaggio dei ragazzi sorridenti onlus. -13-

14 Un parcheggio per il canile comunale Un parcheggio per il canile comunale. Grazie alla sensibilità e all impegno del vicesindaco Ilaro Barbanti scrive un volontario della struttura è stata ripulita l area antistante il canile, creando così un comodo parcheggio per visitatori e volontari che ogni giorno si recano nella struttura di Santa Veneranda per accudire gli animali. Il canile - diretto da Francesco Favaretto - è una struttura moderna e ben organizzata, che accoglie mediamente 150 cani abbandonati. I volontari accudiscono e si prendono cura degli animali con grande passione, per poi affidarli, gratuitamente, ai cittadini che amano la compagnia di un amico fedele. Si sta inoltre effettuando una campagna di sensibilizzazione con gli studenti delle scuole pesaresi contro il randagismo e il maltrattamento degli animali. Il canile è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 16 e dalle ore 10 alle 12 domenica e i festivi (tel ). Estate ai musei (giugno-settembre 2008) Laboratori e percorsi > giugno giovedì 5 ore percorso e laboratorio per ragazzi (8-12 anni), Casa Rossini; giovedì 12 ore 17, laboratorio con Gek Tessaro per ragazzi (8-12 anni), palazzo Mazzolari Mosca (piano terra); giovedì 12 ore 21, laboratorio con Gek Tessaro per adulti, palazzo Mazzolari Mosca (piano terra); martedì 24 ore 17.30, percorso e laboratorio alle collezioni d arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro per bambini e famiglie, palazzo Montani Antaldi > luglio giovedì 3 ore percorso e laboratorio per ragazzi (8-12 anni), Casa Rossini; giovedì 10 ore 17.30, percorso e laboratorio alle collezioni d arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro per bambini e famiglie, palazzo Montani Antaldi; giovedì 17 ore 17.30, percorso e laboratorio per bambini e famiglie, Musei Civici; martedì 22 ore 21 laboratorio di ceramica per adulti, palazzo Mazzolari Mosca (piano terra); giovedì 24 ore 17.30, percorso e laboratorio per bambini e famiglie, Musei Civici, ingresso gratuito su prenotazione. informazioni (lunedì-venerdì 9-13). Eventi speciali Il Circo delle nuvole spettacolo di e con Gek Tessaro (in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro), venerdì 13 giugno ore 21, cortile di palazzo Montani Antaldi (via Passeri 72), ingresso gratuito. informazioni Plasmando e cuocendo. Ceramica e cucina nel Rinascimento > giovedì 19 giugno ore 21, sala Bellini dei Musei Civici_piazza Toschi Mosca 29 - conversazione con Tommaso Lucchetti e percorso guidato alle maioliche del Cinquecento > giovedì 26 giugno ore 21, palazzo Mazzolari Mosca (piano terra)_via Rossini 37 - laboratorio di ceramica per adulti. ingresso gratuito su prenotazione informazioni (lunedìvenerdì 9-13) Aperture musei e monumenti Musei Civici palazzo Toschi Mosca, piazza Toschi Mosca 29 Casa Rossini, via Rossini 34 Orario: giugno, settembre martedì, mercoledì , da giovedì a domenica , 16-19; luglio, agosto mercoledì, venerdì, sabato, domenica , 16-19, martedì e giovedì , ingresso gratuito fino a 14 anni, ogni terza domenica del mese. info Musei Civici , Casa Rossini , Museo della Marineria Washington Patrignani, Villa Molaroni, viale Pola 9 Orario: giugno - settembre da martedì a venerdì , sabato e domenica ingresso gratuito. Info Sinagoga, via delle Scuole Orario: giugno, luglio, agosto tutti i giovedì ingresso gratuito. in collaborazione con le associazioni FAI e SERC/ sezioni di Pesaro. info Cimitero ebraico, strada panoramica San Bartolo c/o n. 161 Orario: giugno-settembre tutti i giovedì 17-19; venerdì 15 agosto apertura eccezionale 10-12, ingresso gratuito. info Ente Parco Naturale Monte San Bartolo , dal 18 luglio palazzo Ciacchi, via Cattaneo 34 Dipinti e ceramiche dei musei civici a palazzo Ciacchi, ogni terzo venerdì del mese; orario 15-18, ingresso gratuito su prenotazione. info Confindustria Pesaro Urbino. Mostre > dall 1 giugno Memorie dell antico nelle collezioni Mosca Arredi e souvenir dell epoca del Grand Tour a cura di Laura Bartolucci Copie della colonna Traiana, micromosaici, modellini in marmo e bronzo che rimandano all architettura di Roma, copie in scala ridotta della statuaria antica: sono solo alcuni degli oggetti provenienti dal lascito della marchesa Mosca in mostra per evidenziare il recupero della cultura classica che caratterizza tardo Settecento e Ottocento. Le scoperte archeologiche di quel periodo alimentano anche un fiorente mercato di souvenir ispirati all arte antica, destinati a viaggiatori e collezionisti che percorrono le rotte del Grand Tour, desiderosi di conservare un ricordo di viaggio. sede Musei Civici_Museo delle Ceramiche, palazzo Toschi Mosca, piazza Toschi Mosca 29 > fino al 31 agosto Orologi dalle collezioni Mosca Gli esemplari residui a cura di Paolo Piovaticci Gli orologi da appartamento - in prevalenza dei secoli XVIII e XIX - testimoniano l evoluzione tecnica e stilistica dell orologeria nell epoca documentata. Fanno parte del lascito di fine Ottocento della marchesa Vittoria Toschi Mosca alla città di Pesaro e provengono dal prezioso arredo di palazzo Mazzolari Mosca, residenza della nobildonna. sede Musei Civici_Pinacoteca, piazza Toschi Mosca 29 > dal 14 luglio Il servizio Napoleonico e le stampe della Rivoluzione francese Esposizione temporanea delle porcellane del servizio napoleonico e di una selezione di stampe ispirate alla Rivoluzione Francese; entrambe le raccolte fanno parte delle collezioni Mosca sede Musei Civici_Pinacoteca, piazza Toschi Mosca 29 Orario: giugno, settembre martedì, mercoledì , da giovedì a domenica , luglio, agosto mercoledì, venerdì, sabato, domenica , 16-19, martedì e giovedì , ingresso incluso nel biglietto dei Musei Civici, gratuito fino a 14 anni, ogni terza domenica del mese. info , Le campionesse del volley brindano all Enoteca 075 Hanno brindato allo scudetto all Enoteca 075 di palazzo Gradari le campionesse della Scavolini volley, prima di recarsi alla Palla di Pomodoro dove si è tenuta una grande festa in loro onore. Le ragazze, insieme a dirigenti e allenatore, hanno alzato i calici e la bellissima coppa conquistata battendo le avversarie di Perugia. Lo sport di gruppo pesarese, dopo vent anni dalla conquista dello scudetto del basket, è tornato dunque ai massimi livelli con il volley femminile. Progetto a sostegno di anziani e disabili Mobilità garantita gratuitamente Oltre 60 mila interventi, in quattro anni, grazie al progetto Mobilità garantita gratuitamente a sostegno di anziani e disabili. Tre i mezzi a disposizione, due in dotazione all Aias e uno all Asur. Da alcuni giorni è iniziata la seconda campagna informativa rivolta a tutte le aziende del territorio comunale. I tre mezzi hanno effettuato oltre 60 mila interventi a trecentosessanta gradi - ha spiegato il procuratore interregionale Mgg Italia Raffaele Di Pancrazio -. Questo importante progetto è stato reso possibile grazie alla sensibilità dimostrata dall assessore alle Politiche sociali Marco Savelli e dal sindaco Luca Ceriscioli. Al progetto ha collaborato anche Fiorella Rotatori (Mgg Italia). Da una semplice idea si è realizzato un grande progetto ha detto Fiorella Rotatori - che prevede nel 2008 la consegna di cinque nuovi mezzi in sostituzione dei tre già esistenti, i quali andranno a piccoli Comuni che non avrebbero mai la possibilità di utilizzare mezzi nuovi. I veri protagonisti del progetto ha evidenziato l assessore Marco Savelli - sono le aziende e i commercianti di ogni settore che hanno investito una piccola parte dei loro utili per un servizio rivolto ai più deboli. -14-

15 Nuova struttura polivalente in via Togliatti Siglato l accordo per la realizzazione di un nuovo impianto sportivo in via Togliatti. Il protocollo d intesa fra Comune di Pesaro, Provincia e Federazione italiana Pentathlon Moderno, è stato sottoscritto lo scorso mese di marzo. In particolare la Fipm si impegna - insieme a Comune e Provincia - a realizzare un nuovo complesso sportivo polifunzionale sull area dell ex impianto sportivo Cassiani, con l obiettivo di divulgare e far praticare la disciplina sportiva del Pentathlon moderno, aperto principalmente ai giovani del territorio pesarese e nel contempo di restituire alla collettività un bene particolarmente importante per lo sport della città. Il nuovo impianto sportivo avrà dunque come destinazione d uso prevalente le discipline sportive che compongono il Pentathlon moderno, ma saranno destinati spazi anche alle attività sportive per fasce di utenza sociale-riabilitativa e didattico-promozionale; all interno della struttura potrà trovare sede il centro federale di Pesaro della Fipm. Il nuovo impianto sportivo - che sarà denominato Adriano Facchini, atleta pesarese due volte olimpionico di Pentathlon Moderno e maestro di sport - comprenderà le seguenti strutture: una piscina regolamentare di 25 metri di otto corsie, una piscina di ambientamento, palestre e sale polivalenti confacenti allo svolgimento del Pentathlon Moderno, palestre di ginnastica e muscolazione, uffici, servizi e punti di ristoro. Operazione di bonifica lungo il fiume Foglia Il Comune di Pesaro è in prima linea da alcuni mesi nel rendere l area urbana del fiume Foglia più sicura per i cittadini pesaresi e per turisti che vogliono vivere a contatto diretto con la natura, all interno del più grande parco urbano della città di Pesaro. Nel tratto che va dallo storico Ponte Vecchio alla struttura dell AdriaticArena, il gruppo di Protezione civile del Comune di Pesaro ha di recente avviato un operazione di bonifica consistente nella rimozione di capanni abusivi e nella eliminazione degli amianti in essi contenuti nonché l eliminazione di accumuli di rifiuti, a volte purtroppo presenti per lo scarso senso civico. Questi interventi di straordinaria manutenzione dell argine si sommano a quelli ordinari del verde urbano (in particolare, ma non solo, la potatura dei pioppi e l eliminazione di canne ed essenze arboree secche allo scopo di prevenire rischio incendi). Con l inaugurazione del nuovo percorso ciclo-pedonale lungo gli argini del Foglia (che si è tenuta il 18maggio scorso) e grazie all imminente sistemazione del tratto che collegherà il parco XXV aprile con il parco Miralfiore, si concretizza dunque un obiettivo strategico dell Amministrazione Comunale che punta a rendere più fruibili e sicuri gli scenari ambientali e paesaggistici del fiume che attraversa la nostra città, per troppo tempo visto come un problema e non come una risorsa a beneficio della cittadinanza. Artisti in mostra: Claudio Benoffi interpreta Pasqualon Il dopolavoro aziendale della Cassa di Risparmio di Pesaro Banca Marche ha presentato nella saletta di via Rossini Artisti in Mostra: Claudio Benoffi interpreta Pasqualòn, in occasione del Premio di Poesia Odoardo Giansanti detto Pasqualòn 2008 bandito dal sodalizio in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, alla presenza dell assessore alla cultura della Provincia Simonetta Romagna, del sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, del vicesindaco Ilaro Barbanti, del direttore centrale di Banca Marche Leo Cavicchia, della presidenza della fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro. Concerti al tramonto, quinta edizione al via Prenderà il via giovedì 19 giugno la quinta edizione della rassegna Concerti al tramonto organizzata da Comune di Pesaro (assessorato Politiche sociali), C.r.a. Santa Colomba e Ancescao, con il patrocinio della Provincia. I concerti si terranno tutti i giovedì, al calar del sole, a partire dalle ore , al porto. Giovedì 19 giugno dunque primo appuntamento, con la banda di Fano che proporrà Films and songs, mentre giovedì 26 giugno Elisa Ridolfi e il Gruppo del Fado presenteranno Appunti di Fado. Giovedì 3 luglio sarà la volta di Lu Passagalle con Addussule..., mentre il 10 luglio Robert Tiso proporrà un concerto per bicchieri musicali dal titolo Bicchieri che suonano. Giovedì 17 luglio il gruppo Musicaparole presenterà Tribù Italiche e Celtiche ; giovedì 24 luglio Arakne Mediterranea proporrà Un viaggio attraverso la storia della tarantella, si proseguirà poi il 31 luglio con la City of Rome Pipe Band con Scozzesi d Italia. Infine, la rassegna si concluderà giovedì 7 agosto con la banda di Candelara che eseguirà Note e atmosfere in un crepuscolo d estate. L acquedotto romano all Esposizione internazionale di Saragozza Su invito del ministero degli Affari Esteri il Comune di Pesaro presenterà l acquedotto romano nel padiglione italiano all Esposizione Internazionale che si terrà a Saragozza (Spagna) dal 14 giugno al 14 settembre 2008 sul tema acqua. Come noto, l acquedotto romano di Pesaro risale alla piena età imperiale (nella foto sopra, di Giuseppe Antonini Ancona, i particolari del cunicolo; nella foto sotto, di Maria Teresa Di Luca, la campagna pesarese punteggiata dai pozzetti di ispezione dell acquedotto romano); scende in cunicolo da Novilara al centro storico cittadino ed è ancora perfettamente funzionante (oggi gestito da Marche Multiservizi, costituisce fonte di approvvigionamento idrico per gli usi non potabili della zona mare). Il cunicolo corre ad una profondità variabile dal piano di campagna da un minimo di 3,50 metri ad un massimo di 17 metri drenando, mediante feritoie sulle pareti, l acqua contenuta negli strati del terreno che attraversa. Il percorso è facilmente individuabile per la presenza dei pozzetti di ispezione emergenti dal terreno (come ad esempio lungo Strada dei Condotti). Il sindaco ringrazia la citta per la partecipazione al Giro d Italia Accogliamo con grande piacere le testimonianze di congratulazioni e di consenso per la tappa del giro d Italia Pesaro-Urbino pervenute dalla città e dagli organizzatori della manifestazione ha commentato il sindaco Luca Ceriscioli -. E nostro dovere ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla perfetta riuscita dell evento che nonostante la pioggia ha visto la partecipazione di migliaia di cittadini in piazza e lungo il percorso della gara, sostenendo con grande tifo i girini. Sono consapevole degli inevitabili disagi che abbiamo dovuto sopportare sulla viabilità cittadina e sul normale svolgimento del commercio e delle attività produttive e per questo ringrazio tutti per la comprensione e la pazienza dimostrata. Anche dietro la forte spinta dell informazione locale e nazionale, abbiamo dato vita a un evento che ha rappresentato una straordinaria vetrina per Pesaro e il territorio e proprio per questo ho già espresso agli organizzatori la disponibilità ad ospitare in futuro una nuova tappa del Giro d Italia. -15-

16

COMUNE DI SAN CASCIANO DEI BAGNI

COMUNE DI SAN CASCIANO DEI BAGNI VERBALE DI ACCORDO Il giorno 6 Marzo 2008, presso la sala giunta del comune di San Casciano dei Bagni, si sono incontrati il Sindaco Franco Picchieri, l Assessore al bilancio dello stesso comune e le Organizzazioni

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA

L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA A CURA DELL OSSERVATORIO UIL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI PREMESSA L IMU

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione Comune di Spilamberto (MO)

Relazione al bilancio di previsione Comune di Spilamberto (MO) febbraio 9 Relazione al bilancio di previsione 2015 Comune di Spilamberto (MO) 1. Il bilancio Il Bilancio di Previsione è il documento di programmazione e controllo dell'ente; deve assolvere contemporaneamente

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Signore Consigliere e Signori Consiglieri, Mai, dal dopoguerra ad oggi, ci siamo trovati ad affrontare una crisi economica e sociale delle dimensioni e della durata pari a quella che stiamo vivendo. Negli

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZI SOCIALI Presentazione I Servizi Sociali sono impegnati ad assicurare alle persone ed alle famiglie interventi che consentano di godere di un adeguata qualità della vita.

Dettagli

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE Avanzo di amministrazione 1.000.00 Entrate tributarie (titolo I) 63.778.705,00 Entrate da trasferimenti (titolo II) 15.725.005,58 Entrate extratributarie (titolo III)

Dettagli

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente.

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente. DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2014 Analisi delle misure di carattere fiscale, finanziario e previdenziale. Da nota tecnica del 22 Ottobre 2013 Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco,

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 L allarme che qualche mese fa avevamo lanciato sui tagli ai comuni oggi è diventato certezza, e non è stata cosa semplice, per

Dettagli

LA NUOVA ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ICI, TARSU E COLLABORAZIONE CON L AGENZIA DELLE ENTRATE. di Cesare Cava

LA NUOVA ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ICI, TARSU E COLLABORAZIONE CON L AGENZIA DELLE ENTRATE. di Cesare Cava LA NUOVA ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ICI, TARSU E COLLABORAZIONE CON L AGENZIA DELLE ENTRATE di Cesare Cava L attività di accertamento dei tributi locali e la collaborazione con l Agenzia delle Entrate per

Dettagli

Nuovo Modello ISEE del Governo Monti: le modifiche e le novità in sintesi

Nuovo Modello ISEE del Governo Monti: le modifiche e le novità in sintesi Nuovo Modello ISEE del Governo Monti: le modifiche e le novità in sintesi Il nuovo modello ISEE per la scuola e anche per altre finalità conoscerà un nuovo calcolo in virtù delle modifiche ad opera del

Dettagli

Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali

Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali GUIDA ALLA LETTURA DEI BILANCI COMUNALI L esame dei bilanci dei Comuni può costituire un utile strumento di analisi e di supporto all elaborazione di linee

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009

PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009 PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009 Nel complesso quadro normativo di riferimento della programmazione e previsione economico-finanziaria degli enti locali, predisporre il bilancio di previsione

Dettagli

Politiche Abitative - Comune di Empoli -

Politiche Abitative - Comune di Empoli - Politiche Abitative - Comune di Empoli - Con il trasferimento della funzione all Unione, è stato costituito un unico ufficio casa per tutto l Empolese Valdelsa. Fino al 2013 sul territorio erano presenti

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

Comune di Vernate Provincia di Milano

Comune di Vernate Provincia di Milano SINTESI RISULTANZE FINALI BILANCIO DI PREVISIONE COMUNE DI VERNATE ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 IL BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 E STATO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 15 APRILE

Dettagli

Analisi di bilancio. Comune di Buccinasco

Analisi di bilancio. Comune di Buccinasco Analisi di bilancio Comune di Buccinasco INDICE INDICE... 3 CENNI STORICI... 4 IL BILANCIO COMUNALE alcune nozioni... 5 L ANALISI DELLE ENTRATE... 6 Autonomia Finanziaria... 7 Autonomia tributaria...

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

IV.3 Politiche per l equità

IV.3 Politiche per l equità IV.3 Politiche per l equità L indice di povertà relativa, misurato con la metodologia comunitaria, è nel nostro paese del 19 per cento (quota della popolazione che vive sotto la linea di povertà relativa),

Dettagli

COMUNE DI POGGIO BERNI PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI POGGIO BERNI PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI POGGIO BERNI PROVINCIA DI RIMINI ACCORDO SULLE POLITICHE SOCIALI a favore della popolazione anziana DEL COMUNE DI POGGIO BERNI PER L ANNO 2011 In data presso la Sede Municipale del Comune di

Dettagli

HELP ICI. 1. Servizi di visualizzazione. 2. Dichiarazione di variazione ICI

HELP ICI. 1. Servizi di visualizzazione. 2. Dichiarazione di variazione ICI 1. Servizi di visualizzazione HELP ICI Lo stato di aggiornamento della Banca Dati comunale relativamente alle varie tipologie di dati è la seguente: Dichiarazioni Presentate fino all'anno: 2007 (*) Comunicazioni

Dettagli

Comune di BOSCOTRECASE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2015 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1

Comune di BOSCOTRECASE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2015 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 61.562,42 61.562,42 61.562,42 di cui: VINCOLATO 61.562,42 NON VINCOLATO 61.562,42

Dettagli

A cura del Dipartimento Ds infanzia e adolescenza PROSPETTO SPESA PER INFANZIA E ADOLESCENZA DAL 2001 AL 2006

A cura del Dipartimento Ds infanzia e adolescenza PROSPETTO SPESA PER INFANZIA E ADOLESCENZA DAL 2001 AL 2006 A cura del Dipartimento Ds infanzia e adolescenza PROSPETTO SPESA PER INFANZIA E ADOLESCENZA DAL 2001 AL 2006 Capitolo/Anno 2001 2002 2003 2004 2005 2006 Legge 451 Capitolo 1655/3284 Centro Nazionale e

Dettagli

ULTIME NOTIZIE TASI. Di seguito, la situazione di alcune province:

ULTIME NOTIZIE TASI. Di seguito, la situazione di alcune province: 1 ULTIME NOTIZIE TASI Il Consiglio comunale di Lecce il 10 settembre ha dato via libera alle aliquote Tasi: il 16 ottobre pertanto è fissata la scadenza per il pagamento della prima rata Tasi. Aliquota

Dettagli

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati BILANCIO 2015 Comune di Scanzorosciate CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015 Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati IL TERRITORIO Superficie complessiva Kmq 11 Strade Km 70 Numero

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014 Stampa per Codice di Bilancio R I S O R S A Accertamenti ult. eser. chiuso 999999 10 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO 0.00.0000 999999 20 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

Comune di Vernate Provincia di Milano

Comune di Vernate Provincia di Milano SINTESI RISULTANZE FINALI BILANCIO DI PREVISIONE COMUNE DI VERNATE ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 IL BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 E STATO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 29.04.2015

Dettagli

Per la documentazione da portare al seguito vedere l allegato vademecum.

Per la documentazione da portare al seguito vedere l allegato vademecum. ASSISTENZA FISCALE MOD. 730/2008 - CONVENZIONE SAPAF Molise/F.A.B.I. Anche quest anno abbiamo rinnovato, a livello regionale, la convenzione con il CAF-F.A.B.I., il CAF del Sindacato Autonomo dei lavoratori

Dettagli

BILANCIO DELL'ANNO 2006 - ENTRATE

BILANCIO DELL'ANNO 2006 - ENTRATE BILANCIO DELL'ANNO 2006 - ENTRATE Avanzo di amministrazione 1.000.000,00 Entrate tributarie (titolo I) 59.822.705,00 Entrate da trasferimenti (titolo II) 15.548.438,32 Entrate extratributarie (titolo III)

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

SFRATTI DA CASE PRIVATE

SFRATTI DA CASE PRIVATE Unione Inquilini SFRATTI DA CASE PRIVATE UN EMERGENZA CHE NON SI PUO CONTINUARE AD IGNORARE. SUBITO LA GRADUAZIONE DELLE ESECUZIONI E IL PASSAGGIO DA CASA A CASA PER LE FAMIGLIE SFRATTATE. Conferenza Stampa

Dettagli

ALIQUOTE E DETRAZIONI I.M.U. PER L ANNO 2013

ALIQUOTE E DETRAZIONI I.M.U. PER L ANNO 2013 ALIQUOTE E DETRAZIONI I.M.U. PER L ANNO Il Consiglio Comunale con delibera CC n. 24 in data 18 aprile, esecutiva, ha approvato in via definitiva le aliquote e detrazioni in vigore per l anno. Di seguito

Dettagli

Il nuovo ISEE tassa la casa

Il nuovo ISEE tassa la casa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 341 21.11.2014 Il nuovo tassa la casa L abbattimento di 1/3 non compensa l abolizione della franchigia Categoria: Contribuenti Sottocategoria:

Dettagli

Comune di Desenzano del Garda Bilancio di previsione 2010/2012

Comune di Desenzano del Garda Bilancio di previsione 2010/2012 Comune di Desenzano del Garda Bilancio di previsione 2010/2012 1 Il quadro finanziario dei Comuni si inserisce in un contesto di finanza pubblica particolarmente indebolito dalla crisi economica che ha

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010 PARTE ENTRATA E 00190 000 2010 IMPOSTA COMUNALE IMMOBILI 1.336.000,00 E 00191 000 2007 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI 37.420,44 E 00191 000 2008 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI

Dettagli

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF (materiale gentilmente concesso dalla Prof.ssa Alessandra Casarico) Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF Prof. Paolo Buonanno paolo.buonanno@unibg.it Schema dell IRPEF T=t(Y-d)-f Reddito complessivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (REGOLAMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 30.10.2012 CON DELIBERAZIONE N. 60/121562) INDICE Art. 1 Oggetto..pag. 3 Art. 2 Abitazione

Dettagli

1. Politiche delle entrate e politiche di sostegno al reddito Si concorda quindi di avviare un confronto che porti a:

1. Politiche delle entrate e politiche di sostegno al reddito Si concorda quindi di avviare un confronto che porti a: 1. Politiche delle entrate e politiche di sostegno al reddito Si concorda quindi di avviare un confronto che porti a: Verificare le condizioni per ridurre o eventualmente rimodulare l addizionale IRPEF

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 05 04.02.2014 Contratti di locazione Novità e aspetti rilevanti Categoria: Contratti Sottocategoria: Locazione Dal 2014 i contratti di locazione sono stati

Dettagli

Informazioni e Calcolo ICI 2007

Informazioni e Calcolo ICI 2007 COMUNE DI CHIOGGIA Settore Finanze e Contabilità Ufficio Tributi I.C.I. www.chioggia.org Tributi@chioggia.org Informazioni e Calcolo ICI 2007 NOVITA DAL 1 GENNAIO 2007 L ACCONTO ICI DEVE ESSERE VERSATO

Dettagli

LA RELAZIONE CONTABILE

LA RELAZIONE CONTABILE LA RELAZIONE CONTABILE Struttura del Bilancio di Previsione Il bilancio di previsione comunale è il documento di indirizzo politicofinanziario con il quale il Consiglio Comunale, su proposta della Giunta,

Dettagli

verso quale nuovo assetto locale?

verso quale nuovo assetto locale? Conferenza ANCI Le novità su Patto di Stabilità e Fiscalità Locale Bagno a Ripoli, 17 ottobre 2015 La finanza locale Dai tagli alle riforme: verso quale nuovo assetto locale? Claudia Ferretti Patrizia

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO ENTRATE COMUNE DI BRUGHERIO - ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE PARTE I - ENTRATA Valuta: EURO Pag.1

Dettagli

Contro la crisi accanto alle famiglie

Contro la crisi accanto alle famiglie Contro la crisi accanto alle famiglie Coesione sociale Servizi educativi Sicurezze Coesione sociale e sostegno alle persone in difficoltà Misure anticrisi e sostegno alle famiglie Protocollo d intesa fra

Dettagli

Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE

Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate da MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE Milano, 25 MAGGIO 2015 1. L AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE 1.1.

Dettagli

Comune di San Quirico d Orcia Provincia di Siena

Comune di San Quirico d Orcia Provincia di Siena ACCORDO BILANCIO COMUNALE PREVENTIVO 2013 Nei giorni 22 gennaio e 28 febbraio 2013, alle ore 9,30, presso il Comune di San Quirico d Orcia, si sono incontrati il Sindaco Roberto Rappuoli, l Assessore alle

Dettagli

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA 1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE 1 1 Categoria 01 - IMPOSTE 1010020 I.C.I 354.100,00 374.003,00 6.731,37 367.271,63 1010021

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE

BILANCIO DI PREVISIONE Comune di Cernusco Lombardone BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 al 19 maggio 2015 www.comune.cernuscolombardone.lc.it BILANCIO COME FUNZIONA Il bilancio di previsione del Comune risulta in pareggio: il

Dettagli

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI Servizio Politiche Territoriali Servizio Politiche Fiscali e Previdenziali GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI 1 COMPARTECIPAZIONE DEI COMUNI AL CONTRASTO ALLA LOTTA ALL

Dettagli

PER VALORIZZARE IL LAVORO E FAR CRESCERE IL PAESE

PER VALORIZZARE IL LAVORO E FAR CRESCERE IL PAESE PER VALORIZZARE IL LAVORO E FAR CRESCERE IL PAESE CGIL CISL UIL considerano indispensabile ed urgente costruire le condizioni adatte a consolidare ed incrementare la crescita economica del nostro Paese.

Dettagli

Si fa presente che i casi elencati sono indicativi di situazioni per le quali permane l obbligo dichiarativo.

Si fa presente che i casi elencati sono indicativi di situazioni per le quali permane l obbligo dichiarativo. DICHIARAZIONE ICI A partire dal 1 gennaio 2008 è soppresso l obbligo della presentazione della dichiarazione ICI per coloro che acquistano o vendono immobili. Coloro che nell anno 2007 hanno acquistato

Dettagli

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 Prot. n. 24405 1 E istituita con decorrenza dal 1 gennaio 2014 l imposta comunale (IUC), con la Legge 27/12/2013,

Dettagli

22 proposte per l Abruzzo

22 proposte per l Abruzzo Un fisco locale più equo per tornare a crescere: 22 proposte per l Abruzzo Premessa Da 15 anni a questa parte, con il decentramento amministrativo, è aumentata l autonomia impositiva delle Autonomie Locali.

Dettagli

Gli aspetti fiscali del welfare aziendale. Studio Associato Specchio

Gli aspetti fiscali del welfare aziendale. Studio Associato Specchio Gli aspetti fiscali del welfare aziendale Studio Associato Specchio Scopo: esistono soluzioni per aumentare il reddito netto percepito dal dipendente riducendo il costo aziendale derivante da un tale aumento?

Dettagli

PER UNA POLITICA EQUA BISOGNA VEDERCI CHIARO

PER UNA POLITICA EQUA BISOGNA VEDERCI CHIARO PER UNA POLITICA EQUA BISOGNA VEDERCI CHIARO Patto Bilaterale tra Roma Capitale e Guardia di Finanza Conferenza stampa 20 gennaio 2014 I pesanti effetti della crisi economica e la cronica esiguità di mezzi

Dettagli

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA SOMMARIO Premesse:... 2 I fattori di contesto... 2 Gli immobili facenti parte del patrimonio

Dettagli

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012 mod-tribici-015-06.doc5 rev. 6 del 31/05/12 CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it Mini-guida IMU 2012 NOVITA RILEVANTI:

Dettagli

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati pubblicata su B.U.R. MARCHE n. 23 del 12 marzo 1998 Capo I Principi generali Art. 1 (Finalità) 1. La Regione,

Dettagli

Il bilancio di previsione 2012

Il bilancio di previsione 2012 1 Bilancio parte corrente 2012 Entrate Entrate correnti (titoli 1+2+3): 56.590.403,00 Proventi delle concessioni edilizie che finanziano spese correnti: proventi contravvenzioni al cds che finanziano spese

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2015 - Numero 5 11 febbraio 2015 Anno13 - Numero 2013 ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel. 0683057390-0683057422 Fax 0683057440

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. SOSTEGNO ALL AFFITTO 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni

Dettagli

L.R. 28 Aprile 2006, n. 4 Legge finanziaria regionale per l'esercizio 2006 (art. 11 legge regionale 20 novembre 2001, n. 25) (1)

L.R. 28 Aprile 2006, n. 4 Legge finanziaria regionale per l'esercizio 2006 (art. 11 legge regionale 20 novembre 2001, n. 25) (1) L.R. 28 Aprile 2006, n. 4 Legge finanziaria regionale per l'esercizio 2006 (art. 11 legge regionale 20 novembre 2001, n. 25) (1) Art. 73 (Modifiche alla legge regionale 6 agosto 1999, n. 12 Disciplina

Dettagli

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE OSASCO UNIONE DI COMUNI SIGLA PROV. TO CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 Pag. 3 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE o UNIONE DI COMUNI DI OSASCO SIGLA

Dettagli

Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri

Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri E un resoconto ampio quello che attiene ai cinque anni (2009-2013) della prima amministrazione guidata da Paolo Lucchi, così come è dettagliato il

Dettagli

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA BILANCIO DI PREVISIONE 2011/2013

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA BILANCIO DI PREVISIONE 2011/2013 COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA BILANCIO DI PREVISIONE 2011/2013 Assessore Sergio Parolini Dirigente Dott.ssa MariaGrazia Margonari Responsabile Dott.ssa Tiziana Rossi 1 Nella stesura del bilancio di previsione

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

IMU INSERTO STACCABILE

IMU INSERTO STACCABILE IMU SCHEDE INFORMATIVE PER LA GUIDA AL CALCOLO DELL ACCONTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU ANNO 2012 valevole per il contribuente residente e dimorante nel Comune di Piazzola sul Brenta per il solo

Dettagli

POLITICHE PER LA FAMIGLIA

POLITICHE PER LA FAMIGLIA Segreteria Confederale Servizio Politiche di Cittadinanza e della Salute POLITICHE PER LA FAMIGLIA Documento in preparazione alla Conferenza sulla Famiglia 1 Premessa I provvedimenti del Governo sono serviti

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 11568066,42 9718909,97 10494965,10 10771886,36 11034546,46 11219546,46 2,64 Contributi e trasferimenti

Dettagli

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO PROVENTI CONCESSIONI EDILIZIE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO MONETIZZAZIONI AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: ALIENAZIONI

Dettagli

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014. Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014. Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014 COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 Prot. n. 24405/2014 1 Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014 E istituita con decorrenza dal 1 gennaio

Dettagli

UIL VADEMECUM 2009 PER LA CONTRATTAZIONE CON LE AUTONOMIE LOCALI

UIL VADEMECUM 2009 PER LA CONTRATTAZIONE CON LE AUTONOMIE LOCALI Servizio Politiche Territoriali polterritoriali@uil.it UIL VADEMECUM 2009 PER LA CONTRATTAZIONE CON LE AUTONOMIE LOCALI PREMESSA Il momento di crisi economica e di recessione richiede una serie di interventi

Dettagli

COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE

COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) (Approvato con Deliberazione Consiliare n. 22 del 09.09.2014) La Tassa

Dettagli

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 1) IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) La Legge di Stabilità 2014 n. 147 del 27 dicembre 2013 (articolo 1 commi da 639 a 731) ha istituito, a partire dal 1/01/2014, l Imposta

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI Responsabile: sotto il profilo gestionale Aldini Laura Sotto il profilo di indirizzo amministrativo politico Grioni Mario Linee Programmatiche 2010-2015 SEGRATE AIUTA I PIU

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it LA LEGGE DI STABILITÀ INTERVENTI PER PERSONE, FAMIGLIE, SOCIETÀ INTERVENTI PER LE IMPRESE INVESTIMENTI LA SERVICE TAX IL COFINANZIAMENTO DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 INTERVENTI PER PERSONE,

Dettagli

Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa

Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa 1. Finalità L'agenzia casa è un servizio pubblico del Comune di Modena volto istituzionalmente ad assicurare l'accesso alla casa ai cittadini

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI)

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI) COMUNE DI VALERA FRATTA PROVINCIA DI LODI P.zza Vittoria, 6 Tel. 0371.99000 Fax 0371.99348 c.a.p. 26859 E-mail: comunevalerafratta@virgilio.it RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE MISURE DI CONTRASTO ALLA POVERTA A FAVORE DI PERSONE E NUCLEI FAMIGLIARI CHE VERSANO IN STATO DI BISOGNO

REGOLAMENTO DELLE MISURE DI CONTRASTO ALLA POVERTA A FAVORE DI PERSONE E NUCLEI FAMIGLIARI CHE VERSANO IN STATO DI BISOGNO REGOLAMENTO DELLE MISURE DI CONTRASTO ALLA POVERTA A FAVORE DI PERSONE E NUCLEI FAMIGLIARI CHE VERSANO IN STATO DI BISOGNO ART.1 OGGETTO Il presente Regolamento disciplina gli interventi di natura economica

Dettagli

Fare i conti per il patto e con il patto. Porto Sant Elpidio, Villa Baruchello, li 13/04/2012 Dott. Roberto Petrucci Dott.ssa Claudia Petrelli

Fare i conti per il patto e con il patto. Porto Sant Elpidio, Villa Baruchello, li 13/04/2012 Dott. Roberto Petrucci Dott.ssa Claudia Petrelli Fare i conti per il patto e con il patto Porto Sant Elpidio, Villa Baruchello, li 13/04/2012 Dott. Roberto Petrucci Dott.ssa Claudia Petrelli Il calcolo dell obiettivo La media triennale Le percentuali

Dettagli

Comune di Airasca BILANCIO PLURIENNALE (2013-2014 - 2015) PREVISIONI DEFINITIVE. esercizio in corso

Comune di Airasca BILANCIO PLURIENNALE (2013-2014 - 2015) PREVISIONI DEFINITIVE. esercizio in corso Avanzo di Amministrazione 101.701,00 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti 64.701,00 Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 37.000,00 Entrate Tributarie TITOLO I CATEGORIA 1 Imposte 1.01.1003

Dettagli

COMUNE DI MERATE IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) 2015

COMUNE DI MERATE IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) 2015 COMUNE DI MERATE IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) 2015 Dal 1 gennaio 2014 la Legge n. 147 del 27.12.2013 (Legge di Stabilità 2014) ha istituito l Imposta Unica Comunale, di seguito denominata IUC, basata

Dettagli

GOVERNO ITALIANO Presidenza del Consiglio dei Ministri

GOVERNO ITALIANO Presidenza del Consiglio dei Ministri GOVERNO ITALIANO Presidenza del Consiglio dei Ministri 28 Agosto 2013 La Presidenza del Consiglio comunica che: Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 17.50 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI

L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI Gli schemi del bilancio «armonizzato». La Classificazione delle entrate e delle spese. Le variazioni.

Dettagli

di essere cittadino italiano o di uno stato aderente all Unione Europea;

di essere cittadino italiano o di uno stato aderente all Unione Europea; Al Sig. Sindaco del Comune di Altopascio P.zza Vittorio Emanuele, 24 55011 Altopascio (LU) DOMANDA CONTRIBUTO AFFITTO ANNO 2014 in esenzione da bollo ai sensi del D.P.R. 642/72 tab. B art. 8 comma 3 Il

Dettagli

Intervento Consiglio provinciale Aperto su Casa

Intervento Consiglio provinciale Aperto su Casa Intervento Consiglio provinciale Aperto su Casa "Un lavoro e un tetto per tutti". Con questo antico slogan abbiamo nel recente passato sintetizzato i bisogni primari di tanti lavoratori dipendenti e delle

Dettagli

COMUNE DI MONTESPERTOLI (Città Metropolitana di Firenze)

COMUNE DI MONTESPERTOLI (Città Metropolitana di Firenze) COMUNE DI MONTESPERTOLI (Città Metropolitana di Firenze) DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 38 del 30/04/2015 Oggetto: IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) - DETERMINAZIONE ALIQUOTE TRIBUTO SUI SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE I.S.E.E. - APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.05.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE I.S.E.E. - APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.05. REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE I.S.E.E. - APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.05.2015 - INDICE Pag. ART. 1 OBIETTIVO. 3 ART. 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ART.

Dettagli