il DialoGo il Dialogo n.18 VIGONOVO PERIODICO COMUNALE DI ATTUALITÀ PER L ASCOLTO E L INFORMAZIONE DEL CITTADINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "il DialoGo il Dialogo n.18 VIGONOVO PERIODICO COMUNALE DI ATTUALITÀ PER L ASCOLTO E L INFORMAZIONE DEL CITTADINO"

Transcript

1 il DialoGo il Dialogo n.18 VIGONOVO PERIODICO COMUNALE DI ATTUALITÀ PER L ASCOLTO E L INFORMAZIONE DEL CITTADINO E EDIZIONILEON E Anno 1 n. 1/2008 Recyclated paper 100% Periodico settimanale di informazione locale

2 SOMMARIO REDAZIONALE Il Dialogo si è rinnovato e da questo numero si presenta con una nuova versione grafica. La rivista è interamente stampata su carta riciclata al 100%. Redazionale pag. 1 Editoriale del Sindaco pag. 2 Comitato Vigonovese pag. 3 Pubblica Istruzione e Sport pagg. 4/5 Servizi Sociali ed Assistenza pagg. 6/7 Commercio e Att. Produttive pagg. 8/9 LL.PP., Prot. Civile, Trasporti pagg. 10/11 Manutenzioni e Ambiente pagg. 12/13 Edilizia e Politiche Energ. pagg. 14/15 Pagina della Salute pag. 16 Associazioni pag. 17/18 Varie pag. 19 Sport pagg. 20/22 Capitello di S. Antonio pag. 23 Vita Sociale pag. 24 Riceviamo e pubblichiamo pag. 25 Elezioni politiche 2008 pag. 25 Varie pag. 26 Vigorock pag. 27 Scuole medie pag. 28 Vita sociale pag. 29 Associazioni pag. 30 Gruppi consiliari pag. 31 La questione elettrodotto (e a ruota la camionabile ) è il principale argomento trattato in questa edizione de Il Dialogo. In tanti hanno voluto esprimere le proprie opinioni a riguardo ma, come inevitabilmente succede quando viene trattato lo stesso argomento, pensieri, opinioni e concetti vengono ribaditi più volte. E compito di ogni Redazione giornalistica, che vede tutti insieme i vari servizi pervenuti, tagliare, restringere o riassumere gli articoli ripetitivi. Per una volta tanto questa prerogativa non è stata adottata e i numerosi servizi riguardanti elettrodotto e camionabile sono stati lasciati integri. Tutto ciò farà maggiormente capire anche ai lettori meno attenti e non direttamente interessati, quanto sia importante la battaglia che l Amministrazione Comunale, il Comitato per la Salvaguardia del Territorio, i gruppi politici e tantissimi cittadini stanno combattendo contro la realizzazione di grandi opere che ancora una volta (dopo la Cunetta del Brenta e l Idrovia) andrebbero a martoriare il territorio di Vigonovo. Dal canto suo Vigonovo, lanciato verso l obiettivo abitanti, si fa più bello e accogliente. Piazza Marconi si è vestita di nuovo e il prossimo 2 giugno avrà luogo una grande festa per la sua inaugurazione, congiuntamente ai festeggiamenti per il 250 anno di fondazione del mercato settimanale. Il Direttore Responsabile Vittorino Compagno Gruppi consiliari pag. 32 Il Dialogo è consultabile anche nel sito internet del Comune di Vigonovo il Dialogo n. 18 DIRETTORE RESPONSABILE, redazione e rielaborazione testi Vittorino Compagno E EDIZIONILEON E Reg. Trib. Padova N del 21/04/08 IMPAGINAZIONE E STAMPA Grafiche Leone Via Noventana, 9/a Noventa Padovana (PD) Tel Recyclated paper 100% Per trovare spazio nelle pagine di Il Dialogo indirizzare a: Posta tradizionale: Notiziario Comunale Il Dialogo Municipio Area Socio Culturale Via Veneto, Vigonovo (VE) Posta elettronica: Redazione: Il Dialogo viene distribuito gratuitamente a tutte le famiglie del Comune. La presente edizione viene stampata in 4500 copie. In copertina: la nuova Piazza Marconi di Vigonovo vista dal campanile 01

3 > 3 EDITORIALE LA PAROLA AL SINDACO Con questo editoriale cerchiamo di fare il punto sulle infrastrutture elettriche e stradali che sono annunciate lungo il tracciato dell idrovia e che costituiscono importanti argomenti di attualità locale. ELETTRODOTTI All inizio del 2008 Terna Spa ha avviato il procedimento di approvazione di un ampio progetto di razionalizzazione della rete elettrica delle province di Padova e Venezia. Nel nostro territorio gli interventi consistono principalmente in un nuovo elettrodotto aereo da 380 kv (Dolo-Camin) lungo l idrovia e nella sostituzione di tutti gli attuali e vecchi elettrodotti da 220 kv con una nuova linea interrata, anch essa per buona parte lungo un argine. Il progetto dovrà essere approvato dal Ministero dello Sviluppo e dell Ambiente con tempi presunti dai sei mesi ai due anni. STRADA IDROVIA La Regione (e in parte il nostro piano regolatore) poi, come è noto, non lascia ma raddoppia le opere sugli argini dell idrovia, con una previsione di strada a rapido scorrimento (c.d. camionabile) le cui caratteristiche tecnico-economiche non sono ancora conosciute, a norma della legge sui lavori pubblici. Lo saranno nei prossimi mesi, a termine della procedura regionale di aggiudicazione della proposta riconosciuta di pubblico interesse, tra le due presentate in gennaio In seguito sono previste le consultazioni con i territori interessati e una complicata trafila, anch essa stimata di diversi mesi. AZIONE LOCALE Per gli elettrodotti i cittadini hanno potuto presentare osservazioni fino al 17 aprile. I Comuni fino al 16 maggio. L Amministrazione Comunale ha organizzato più momenti informativi (serate e punti informativi pubblici, seminari tecnici, ecc.). Ha cercato alleanze con i Comuni interessati e coordinazione con i comitati spontanei, incaricato esperti, esercitato rimostranze in più sedi e promosso raccolte firme per aumentare la pressione nei confronti di Terna. INDIRIZZO POLITICO-AMMINISTRATIVO DEL COMUNE Il Consiglio Comunale all unanimità (maggioranza e minoranza) ha approvato due ordini del giorno Seduta di Giunta Comunale Foto aerea di Vigonovo a favore di linee elettriche interrate, contro la linea aerea e contro la c.d. strada camionabile. Allo stato attuale non c è accordo tra le posizioni dell Amministrazione Comunale di Vigonovo e di Terna Spa e Regione. I MOTIVI DEL NON ACCORDO Secondo il Comune l area dell idrovia oggi esprime qualità ambientale, sociale ed economica. Oggi è uno spazio verde che fornisce valore urbano perché rende le condizioni di vita più salutari e il paese più vivibile. Un paese è di qualità non solo perché ha una continuità di edificato ma perché ha attrazioni e funzioni significative (usi ricreativi, riorganizzazione della viabilità ciclabile e pedonale, salvaguardia e valorizzazione della vegetazione, ecc.) Un area naturale intorno al paese rafforza il valore residenziale, è un luogo di memoria e identificazione per i cittadini, è un occasione di riscatto dell intero paese, una sorta di polmone naturale e culturale. Se invece viene pensato come corridoio infrastrutturale per linee di alta tensione e strade regionali, l area diventa industriale e il paese intero rischia di perdere di valore. Ecco perché tutto il Consiglio Comunale ha detto sì alla linea elettrica interrata e ad una linea metropolitana e no alla linea aerea e alla strada lungo l idrovia. C è, almeno fino ad oggi e per quanto ne sappiamo, un differenziale negativo in termini di inquinamento, di alterazione morfologica e impatto paesistico di notevole pesantezza che non appare risolto in modo convincente. COSA FARE La legge italiana, purtroppo, conferisce ampi margini di potere decisionale a Terna Spa e alla Regione, in quanto opere di interesse sovracomunale. Il Comune ne è consapevole ed ha il dovere di esprimere una disponibilità al dialogo, ma non possiamo gettare la spugna. Se è possibile interrare l elettrodotto, se il progetto stradale appare peggiorativo e non si hanno informazioni sicure sui benefici e sulle compatibilità ambientali, il Comune non può che esprimere un no e lavorare con tutte le sue prerogative per proteggere il territorio ed i suoi abitanti. 02 Leonardo Galenda Sindaco di Vigonovo

4 ELETTRODOTTO PROGETTO NUOVO ELETTRODOTTO COMITATO VIGONOVESE PER LA SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO E stata ottima la collaborazione posta in essere fra il Comitato Vigonovese per la salvaguardia del territorio e le forze politiche presenti in Consiglio Comunale, che hanno fatto fronte comune per opporsi con idonee iniziative alla realizzazione da parte della Società TERNA del famigerato elettrodotto aereo ad altissimo voltaggio. Il progetto (in visione presso il Municipio) attraverserebbe il territorio del nostro Comune a ridosso dell Idrovia, lambendo in più punti il centro abitato. Da tempo a Vigonovo si sta paventando il pericolo rappresentato da una tale struttura, che insieme a quella della cosiddetta Camionabile a pedaggio (leggasi Autostrada), costituirebbero un vero e proprio sconvolgimento del nostro ambiente, con inimmaginabili conseguenze negative per coloro che vi risiedono. Avvertendo appunto tale pericolo, nell Aprile dello scorso anno è nato il nostro Comitato. Da allora non ha mai mancato di portare nelle sedi Ministeriali e Regionali competenti il dissenso dei Vigonovesi nei confronti di tali opere, nonché di stimolare l Amministrazione Comunale ad assumere precise, limpide e coraggiose iniziative per scongiurare il pericolo di un grave decadimento del nostro ambiente e di tutto ciò che ne consegue. In seguito a nostre precise e pressanti richieste, il Sindaco ha in due occasioni riunito il Consiglio Comunale in seduta straordinaria, adottando all unanimità deliberazioni con le quali si oppone alla realizzazione di tali opere. Orbene, la Società TERNA ha recentemente iniziato l iter burocratico per ottenere dagli organi Statali e Regionali competenti il necessario nulla-osta per dare inizio alla realizzazione di quanto progettato. Poiché la stessa Legge prevede che i cittadini che si sentissero danneggiati da detta struttura abbiano la possibilità di inoltrare presso le sedi competenti le loro motivate osservazioni, il Sindaco dott. Galenda, accogliendo con spirito di collaborazione un nostro invito, ha favorito un Seduta di Giunta Comunale incontro operativo per organizzare la raccolta del maggior numero possibile di osservazioni da parte dei vigonovesi entro il termine fissato del 17 aprile Sono stati predisposti vari tipi di documenti, tra cui uno di livello tecnico e legale da proporre alla firma della generalità dei Vigonovesi e uno riservato ai capi famiglia dei cosiddetti frontisti. Va ricordato a tale proposito che i piloni hanno un altezza di oltre sessanta metri e che oltre ai rischi legati alla salute, tale opera porterebbe anche ad un sicuro deprezzamento degli immobili. Altri esposti sono stati predisposti da singoli cittadini. In tutti i documenti si chiedeva che l Elettrodotto, se proprio si deve fare, lo si faccia non aereo ma interrato. Ciò ridurrebbe al minimo gli effetti negativi per il territorio e soprattutto per la salute. Vero è che l interramento comporterebbe maggiori difficoltà tecniche e maggiori costi, ma è ancor più impensabile che siano i cittadini a subire danni alla salute ed altresì economici. Sono state raccolte una valanga di sottoscrizioni da parte di cittadini del nostro Comune, grazie anche alla valida collaborazione del gruppo della locale Protezione Civile che per due giorni (notte compresa) ha allestito in Piazza Marconi una grande tenda, illustrando il progetto dell Elettrodotto. Si sono alternati per la raccolta delle firme anche i membri del Comitato, assessori e consiglieri comunali, rappresentanti delle forze politiche locali ed altri volonterosi che ringraziamo vivamente per la solidarietà e la collaborazione. Un ringraziamento particolare a coloro che si sono prestati alla raccolta di firme a domicilio. Vogliamo sperare che la collaborazione che ha permeato questa delicata fase di mobilitazione abbia a continuare fino al raggiungimento dell obiettivo, ossia l interramento del famigerato elettrodotto. Servirà ancora più mobilitazione per l appuntamento riguardante la Camionabile. Sarà questa una battaglia ancor più dura, in quanto esiste una forte volontà politica regionale per la sua realizzazione. Siamo convinti che gli stessi amministratori, che tanto si sono impegnati in questa prima fase contro l elettrodotto aereo, lo saranno anche, e soprattutto, contro la realizzazione della camionabile, rinsaldando ancor più il fronte che si è appena costituito. 03

5 PUBBLICA ISTRUZIONE SPORT ASS. VALIDIO ZINATO DA NOTE DI DONNE A ALLA RICERCA DELL'ARTE CON L'ASS. FUORI RIGA Anche quest'anno Vigonovo sceglie di partecipare attivamente a dei percorsi artistico-culturali che già nel 2007 avevano visto buon riscontro di pubblico, convinto di offrire un'occasione in più a tutti per avvicinarsi al mondo dell'arte. Con l'associazione Fuori Riga, infatti, lo scorso 8 marzo si è ospitato l'appuntamento tutto al femminile del progetto Note di Donne 2008, dove insieme a lettrici e musiciste della scuola Il Pentagramma, le artiste dell'associazione stessa hanno presentato il cortometraggio Sed Spes, in una serata dedicata alla grande capacità creativa di molte donne del nostro territorio. Per la stagione primaverile, invece, Fuori Riga è stata scelta per la gestione e promozione di un altro importante percorso organizzato dalla Biblioteca Civica: Alla ricerca dell'arte. Il 15 maggio, presso la sala polivalente del comune, si terrà una serata introduttiva con la critica d'arte Selena Favotto, dal titolo Il multiforme linguaggio dell'arte. L'incontro permetterà di scoprire i segreti e il significato di quello che racchiudono la mostra di Mirò, la Terra (visita guidata: 18 maggio, Palazzo dei Diamanti, Ferrara) e La Bella Epoque: arte in Italia (visita guidata: 8 giugno, Palazzo Roverella, Rovigo). Per informazioni e iscrizioni, rivolgersi in biblioteca o telefonare allo FESTA DI PRIMAVERA E DELLA SOLIDARIETA Occasione consolidata da anni e aspettata dalle persone che conoscono i nostri Servizi, anche quest anno si svolge la Festa per anziani e disabili il 15 MAGGIO 2008 presso la Sala Polivalente del Comune di Vigonovo. Al pranzo sono invitate tutte le persone diversamente abili e parzialmente autosufficienti del nostro Comune. Un occasione per stare insieme e passare momenti gioiosi in compagnia. Scuola d italiano per stranieri NATI PER LEGGERE TORNEO DI CALCIO PER GIOVANISSIMI E ALLIEVI INFORMATICA Serate a ingresso gratuito 04 La Biblioteca Civica di Vigonovo partecipa al progetto "Nati per leggere", appuntamento nazionale che ha l'obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. Domenica 11 maggio la nostra biblioteca gestirà per tutto il giorno un'apertura straordinaria, promuovendo letture per i bambini più piccoli, nonché una lettura animata con artisti-attori e incontri di formazione e confronto per i genitori. Per maggiori informazioni rivolgersi in biblioteca. 28 aprile - 14 giugno 2008 L Associazione sportiva dilettantistica VIGONOVO- TOMBELLE, con il patrocinio del Comune di Vigonovo e in collaborazione con l Assessorato allo Sport, organizza il 26 torneo primaverile notturno di calcio, memorial Nicola Siviero, riservato alla categoria giovanissimi. In contemporanea si disputerà anche il 10 torneo riservato alla categoria allievi, memorial Franco Callegaro. Le partite si disputeranno presso lo stadio comunale di via Roma. a cura del Dott. D. Bergamini La Biblioteca Civica ha deciso di appoggiare la proposta spontanea del Dott. Bergamini di sviluppare un ciclo di quattro incontri sulle possibilità che offrono i nostri computer, toccando in qualche modo anche il vasto mondo dell'open source. Sala polivalente alle ore 21, aprile Mantenere Windows Xp 07 maggio Vacciniamo Windows Xp contro i virus 14 maggio Le insidie di internet e della posta elettronica 21 maggio Chat, Voip, Divx 04 giugno Il filesharing di Emule e Bittorent

6 PUBBLICA ISTRUZIONE SPORT LETTERA DI PRESENTAZIONE DEL NUOVO DIRETTORE DIDATTICO DELLE SCUOLE ELEMENTARI DOTT. GIORGIO DI MARCO Il Circolo Didattico di Vigonovo è formato da 5 plessi di scuola primaria situati nei comuni di Vigonovo e Fossò con, attualmente, 37 classi e 680 alunni (nel prossimo anno scolastico 38 classi e quasi 700 alunni, dei quali circa il 13% di nazionalità straniera). Il circolo si sta impegnando, da alcuni anni, a realizzare esperienze e riflessioni sulle tematiche interculturali, nel tentativo di fornire una risposta ad un esigenza educativa fortemente richiesta dal contesto socio-culturale nel quale operiamo. I progetti, che costituiscono uno dei tratti connotanti l offerta formativa della nostra istituzione scolastica, prevedono il coinvolgimento di alunni, genitori, realtà locali in percorsi di crescita collettiva finalizzati a favorire l integrazione, l interazione, il decentramento, la relazione. Particolare importanza riveste il ruolo degli EE.LL. che sulla base degli art.138 e 139 del Dlg. 112/98 hanno varie competenze, tra le quali la fornitura degli edifici scolastici, la loro manutenzione, il rispetto delle norme antincendio ed antisismiche, l assistenza, i trasporti scolastici, la mensa, etc. Inoltre le locali amministrazioni erogano contributi che, come deliberato dal Consiglio di Circolo, vengono utilizzati per progetti educativo-didattici, acquisto di materiale di facile consumo per gli alunni, beni inventariabili. Le scuole autonome dal 1999 (DPR 275/99), autonomia sancita nella riforma costituzionale del Titolo V del 2001, devono permettere il più ampio successo formativo, da intendere come piena, integrale, originale e massima formazione della persona umana. Alla piena formazione provvede innanzitutto la famiglia ( art.30 della Costituzione) e l efficacia dell interazione scuola-famiglia rende più proficuo ogni intervento. La formazione si attua anche attraverso tutta la ricchezza delle stimolazioni socioculturali che il bambino ha la possibilità di vivere nel territorio (vicinato, strade, spazi all aperto ciclabili, giardini, parchi gioco, paesaggio complessivo, biblioteche, strutture sportive, varie agenzie formative ) e quindi con la creazione di un ambiente non solo a misura degli adulti, ma soprattutto a misura dei bambini. E auspicabile una sempre più ampia e fattiva collaborazione tra scuola ed EE.LL. che veda entrambe le istituzioni parimenti impegnate a promuovere la formazione dei bambini in modo da integrare in modo ottimale i rispettivi interventi. Il Piano dell Offerta Formativa, che ogni Istituzione scolastica deve elaborare, può così essere fondato su una lettura comune con l Ente Locale del contesto e può meglio rispondere alle esigenze e vocazioni di sviluppo civile, culturale ed economico del territorio. Il Direttore Didattico Giorgio Di Marco Bambini dell asilo in biblioteca 05

7 SERVIZI SOCIALI ED ASSISTENZA ASS. CESARE ZANIN LABORATORIO TEATRALE PER ANZIANI Incontro di presentazione il 15 maggio 2008 presso il Centro Anziani E' noto che, con l'avanzare dell'età, la memoria ha bisogno di venire continuamente sollecitata. Quale occasione migliore per tenerla in esercizio se non frequentando un laboratorio teatrale? Non occorrono requisiti particolari, basta avere più di 50 anni; la voglia di impegnarsi nello studio di un copione e, soprattutto, il desiderio di divertirsi insieme. Il corso si terrà presso il Centro Anziani di Via Montale 1 e durerà da settembre/ottobre 2008 fino ad aprile/maggio Gli incontri settimanali, di pomeriggio, avranno ciascuno la durata di due ore circa. I ruoli previsti sono sia maschili sia femminili e per questo primo esperimento di laboratorio teatrale i posti disponibili saranno limitati a dieci. Il laboratorio sarà diretto dalla signora MILENA MAGNABOSCO. Il laboratorio sarà presentato in occasione di un incontro che si terrà presso il Centro Anziani il giorno GIOVEDI' 15 MAGGIO 2008, alle ore Nel corso dell'incontro si raccoglieranno anche le eventuali pre-iscrizioni. La quota di iscrizione al laboratorio sarà di 10 euro annuali. PROGETTO IL SOLLIEVO PER PERSONE CON DISABILITA PSICO-FISICA I Comuni di Campolongo Maggiore, Camponogara, Vigonovo, Dolo e Fossò hanno elaborato un progetto di prevenzione e contrasto all emarginazione ed isolamento sociale denominato PROGETTO SOLLIEVO, ormai attivo da alcuni anni. L obiettivo del progetto è di rispondere a specifici bisogni del territorio della Riviera del Brenta legati in particolare al mondo della disabilità soprattutto psichica, con l obiettivo generale di favorire condizioni di benessere per persone svantaggiate attraverso interventi di socializzazione positiva. La sperimentazione di tale Progetto ha dato risposte importanti e significative in questo particolare ambito del disagio sociale, passando da tre a sei e poi a dodici partecipanti nel triennio precedente. E stato individuato nella Cooperativa C.S.S.A a r.l. Onlus l organizzazione che si occuperà della gestione tecnica del Progetto per il prossimo anno 2008/2009. Per informazioni contattare l assistente sociale al n Centro anziani POLITICHE GIOVANILI Il Comune di Vigonovo aderisce al progetto politiche giovanili della Riviera del Brenta Anche per il 2008 Vigonovo figura tra i 17 Comuni promotori del progetto per le politiche giovanili, ex L.R. 29/88. Oltre che ai comuni della Riviera, da quest anno il progetto è stato esteso anche ai comuni del Miranese. Il programma sarà incentrato sullo sfruttamento dei nuovi mezzi di comunicazione legati alle nuove tecnologie per la creazioni di nuove reti di conoscenza locali tra i giovani. Target del progetto, denominato S.TE.P. - Sistema Tecnologico Partecipato per l informazione e la comunicazione dei giovani della Riviera del Brenta e del Miranese, sono i giovani di età compresa tra 19 e 29 anni, abituali utilizzatori delle moderne tecnologie informatiche afferenti al cosiddetto web 2.0. In sostanza, attraverso la messa in rete di un portale moderato da un operatore, i giovani avranno la possibilità di interagire per la creazione di nuovi contenuti condivisi, attraverso i blog, i forum e i wiki, su tematiche di loro interesse, soprattutto a carattere settoriale e locale. La spinta innovativa del progetto è quella di utilizzare delle tecnologie internazionali per dare forza ad un contesto di interazioni su base locale. 06 Il progetto si appoggia, anche da punto di vista tecnologico e di risorse umane, agli atenei di Padova e Venezia ed ha già attirato l interesse di questi ultimi che si sono proposti per la collaborazione con stage e tirocini.

8 SERVIZI SOCIALI ED ASSISTENZA CORSO DI AVVICINAMENTO ALL AFFIDO FAMILIARE Affinché nel nostro territorio tutti i bambini abbiano l opportunità di crescere in un ambiente familiare che possa garantire loro le cure e le attenzioni di cui hanno bisogno, è indispensabile una forte solidarietà sociale e per tale motivo si cercano famiglie e persone singole disponibili all affido. Il Centro per l Affido e la Solidarietà Familiare è un servizio pubblico sovracomunale che, in collegamento con i servizi sociali del territorio, offre formazione e sostegno alle persone disponibili ad affrontare l importante esperienza dell affido. Il Centro intende sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell affido familiare, proponendo un corso informativo aperto a chiunque sia interessato. Tutti possono diventare affidatari, coppie o persone singole, senza limiti di età. Sono cointeressati i comuni di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Dolo, Fossò, Fiesso D Artico, Martellago, Mira, Mirano, Noale, Pianiga, Salzano, Scorzè, S. Maria di Sala, Spinea, Strà e Vigonovo. Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi a: Centro per l Affido e la Solidarietà Familiare presso il Distretto Socio-Sanitario di Mirano dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle Telefono: Presentazione Progetto Doblò Ippoterapia Ippoterapia PROGETTO MOBILITÀ DEBOLE Un FIAT Doblò per il trasporto disabili sponsorizzato da aziende locali E stato presentato alla stampa lo scorso 19 aprile il progetto "SOSTEGNO DELLA MOBILITA' DEBOLE". Aumenta il numero di persone sole e in condizioni di isolamento e con sempre maggior frequenza viene richiesta assistenza ai Servizi Sociali del Comune e agli organismi del privato sociale. Persone non autosufficienti o in difficoltà richiedono servizi di trasporto per centri specialistici e socio-assistenziali. Emersa pertanto la necessità di un ulteriore potenziamento di tale servizio, l'assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Vigonovo ha promosso, in collaborazione con la P.D.V. (Piano Disabili Veneti), un azienda che ha abbracciato un iniziativa già collaudata da parecchi anni nei paesi del Centro Europa e in alcune Regioni italiane, l'acquisizione di un automezzo FIAT Doblò attrezzato per il trasporto disabili attraverso la forma della sponsorizzazione da parte di aziende del territorio di Vigonovo, sempre impegnate sul fronte solidaristico. Ciò garantirà un servizio continuativo per tutta la settimana e l avvio di progetti specifici per persone diversamente abili. IPPOTERAPIA Si ripeterà anche per il 2008 un ciclo di 15 sedute di riabilitazione equestre rivolte a persone con disturbi psico-fisici presso il Centro di riabilitazione equestre F.I.S.E. In Bloom di Maserà di Padova. L Attività equestre di riabilitazione psico-fisica si propone tre obiettivi: 1. riabilitativi sul piano motorio che riguardano il mantenimento e/o potenziamento delle abilità residue in soggetti colpiti da esiti di trauma o da malattia progressive. Viene inoltre stimolata la coordinazione motoria in quanto l impartire gli ordini al cavallo richiede l impiego contemporaneo di più distretti muscolari (mani, braccia, schiena, gambe, piedi), nonché la fine motricità (impiego delle redini). 2. Sul piano mentale gli obiettivi possono essere distinti in cognitivi e affettivorelazionali 3. Gli obiettivi educativi principali sono: a) rispetto delle regole e autoregolazione del comportamento b) gestione di spazi di autonomia c) aumento dell autostima 07

9 COMMERCIO E ATTIVITÀ PRODUTTIVE ASS. FRANCO DORO NUOVA ZONA ARTIGIANALE PREVISTI CIRCA 25 NUOVI INSEDIAMENTI Serviranno ancora autorizzazioni e collaudi, ma intanto la zona artigianale della Cooperativa Brenta Artigiani sta rapidamente prendendo corpo in una area nella zona compresa tra via Colombo, via Piovego e via Dante. Alcuni capannoni sono già stati ultimati e tra questi anche un fabbricato di 300 metri quadrati che la Cooperativa, tramite una convenzione, cederà al Comune di Vigonovo. Il traffico principale della zona artigianale non graverà su strade di centri abitati ma si snoderà lungo una nuova arteria con sbocco sulla nuova rotatoria della provinciale via Dante, a ridosso dell argine del Brenta. FESTA AL PARCO DOMENICA 25 MAGGIO Nell ottica di uno sviluppo urbano sostenibile, più attento alla qualità della vita e della riqualificazione ambientale, anche quest anno si organizza una festa insieme al Parco Sarmazza. Domenica 25 maggio 2008 avrà luogo la seconda edizione di Saperi e Sapori nel Parco Sarmazza. Si tratta di una mostra-mercato dell agricoltura biologica e di una dimostrazione sulla possibilità di energie alternative della filiera foresta-legno e agricola. Saranno rievocati arti e mestieri del passato e la giornata sarà allietata dalla presenza di uno stand di degustazione enogastronomica, con particolare attenzione ai prodotti biologici utilizzati. Per tutta la giornata ci saranno intrattenimenti musicali con canzoni venete e folcloristiche. Aspettiamo tutti i cittadini per passare insieme una lieta domenica primaverile.

10 COMMERCIO E ATTIVITÀ PRODUTTIVE 2 GIUGNO Accordata fin dal 23 dicembre 1758 l istituzione di un mercato in Vigonovo a comodo di quella popolazione Inizia così un provvedimento del rappresentante la deputazione del Consiglio Generale di Padova, con il quale si dava la notizia della prima presenza del nostro mercato tradizionale del lunedì mattina in piazza Marconi. Lunedì 2 giugno 2008 sarà ricordato il 250 anniversario della fondazione e in tale occasione sarà anche inaugurata la nuova Piazza dopo i lavori di sistemazione. Sono previste numerose iniziative. 250 ANNIVERSARIO DELL ISTITUZIONE MERCATO DEL LUNEDÌ E INAUGURAZIONE NUOVA PIAZZA Mercato lungo via Padova Dipinto di Roberto Scantamburlo per il 250 anniversario del mercato La nuova fontana di Piazza Marconi 09

11 LAVORI PUBBLICI PROTEZIONE CIVILE TRASPORTI PARCO SARMAZZA UN VERO PARCO NATURALE PER FLORA E FAUNA L Amministrazione Comunale procede per la designazione di area SIC/ZPS Il Parco Sarmazza costituisce una vera risorsa per la comunità di Vigonovo, un vero luogo di relax, di pace e di aria pura per chi lo frequenta. Ma non solo per l uomo. In una zona della pianura fortemente urbanizzata, costituisce una diversificazione del paesaggio e rappresenta un punto di sosta e di rifugio anche per la fauna, diventando un potenziale sito di una più vasta rete ecologica. Le aree umide limitrofe infatti favoriscono e permettono la nidificazione a una grande varietà di animali, a tutto vantaggio della biodiversità. Da uno studio affidato dall Amministrazione Comunale sulla caratterizzazione florofaunistica dell area del Parco Sarmazza, è emerso che la zona presenta una ricchezza specifica molto elevata, un habitat sul quale sarà possibile istituire un sito SIC/ZPS (Sito di Interesse Comunitario/Zone di Protezione Speciale). In particolare, il rilievo della vegetazione ha portato alla individuazione di tipologie rientranti nell habitat prioritario, con presenza di elementi unici e rari. Sono state censite 86 tipi di specie faunistiche, comprendenti alcune specie di anfibi (tra cui il tritone punteggiato e la rana dalmatina), rettili (columbro liscio e testuggine palustre), inserite nella lista rossa IUCN come specie vulnerabili e prossime alla minaccia. Sono stati contati nell area di studio 57 specie di uccelli nidificanti e/o svernanti, tra i quali l airone rosso, il falco di palude, il gabbiano reale e la tortora dal collare orientale. Tale studio sarà divulgato tra le pubbliche Amministrazioni della Riviera del Brenta e della Regione, affinché venga preso in considerazione durante la discussione di progetti (camionabile ed elettrodotto in primis) che vadano a distruggere questo sito ecologico in nome di un decantato sviluppo e progresso. 10 «LA CAMIONABILE SULL'IDROVIA, UN PROGETTO FANTASMA» DITO PUNTATO CONTRO IL SILENZIO E LA POCA CHIAREZZA DI REGIONE E PROVINCIA La camionabile sull'idrovia ha le sembianze di un progetto fantasma, imposto da Regione e Provincia di Venezia, da cui è stato escluso totalmente il coinvolgimento delle amministrazioni locali e della cittadinanza. Fino ad oggi è mancato il confronto diretto su quest'opera e temo che, qualora iniziasse, sarebbe comunque troppo tardi. Opera pubblica strategica o asse stradale che sia, resta il problema fondamentale che tale struttura attraverserà il territorio vigonovese a poca distanza dal centro abitato. Un opera che distruggerà il nuovo Parco Sarmazza, un luogo che abbiamo reso accessibile e fruibile con importanti investimenti. Di certo si sa che la camionabile congiungerà la zona artigianale di Padova con quella di Mestre, sarà larga una decina di metri, seguirà il percorso dell'incompiuta idrovia e la sua realizzazione sarà finanziata, per la maggior parte, da soggetti privati. Si lamenta un'assoluta assenza di informazioni relativamente ad alcuni elementi fondamentali quali l'analisi sul traffico, un eventuale sbocco dell'opera nel comune di Vigonovo, modalità di risoluzione dell'incrocio con il fiume Brenta e con il cavalcavia di Via Dante. I nostri dubbi non sorgono solo sull'aspetto meramente esecutivo, ma prima ancora sull'effettiva indispensabilità dell'opera stessa per Vigonovo e per tutto il territorio brentano. Non è ancora chiaro il tema del probabile pagamento di un pedaggio, ma di sicuro l opera potrebbe di fatto diventare un'alternativa all'autostrada, con tutti i rischi e le conseguenze negative e impattanti. Ci si chiede se piuttosto non sia stata considerata la differente soluzione della creazione di un'ulteriore corsia sull'autostrada Padova - Venezia. Più volte la Regione e la Provincia hanno ribadito la concreta volontà di realizzare l'opera sull'incompiuta, tuttavia si ha l'impressione che si tratti di progetti imperativi e percorsi che non considerano le tensioni e i delicati equilibri del territorio e della gente che lo abita. Auspico dunque che si faccia subito chiarezza nell'ottica di un coinvolgimento vero di tutti i comuni e i soggetti interessati. Assessore Filippo Fogarin

12 LAVORI PUBBLICI PROTEZIONE CIVILE TRASPORTI PROTEZIONE CIVILE MAXI ADESIONE AI CORSI DI PRIMO SOCCORSO Grande interesse ha suscitato il corso di primo soccorso, proposto dall associazione Volontari di Protezione Civile di Vigonovo. Già dal 2001 l associazione organizza corsi di primo soccorso rivolti ad un pubblico non specializzato, per fornire nozioni su come intervenire e come comportarsi correttamente senza mettere in pericolo se stessi ed gli infortunati in caso di incidenti domestici o esterni. Nel programma annuale era previsto per il mese di febbraio un corso base, articolato in quattro incontri suddivisi in una parte teorica ed una pratica, incentrato sulla rianimazione cardiopolmonare. In particolare, oltre alla rianimazione adulti, si sono volute esaminare anche le manovre da effettuarsi su bambini sino ad otto anni. Il corso rivolto principalmente ad una utenza familiare, ha visto la partecipazione anche di insegnanti e operatrici delle scuole materne. I 25 posti disponibili si sono velocemente esauriti e, per cercare di accogliere le numerose adesioni pervenute all associazione (quasi ottanta), nel mese di aprile è iniziato un secondo turno di incontri ed è in previsione un terzo ciclo di serate probabilmente nel tardo autunno. ZANZARA TIGRE COME PREVENIRE E COMBATTERE LA SUA PRESENZA Arriva l estate e arrivano anche le zanzare. Ma non è tanto la vecchia e affezionata zanzara nostrana a creare preoccupazione, quanto in particolare la zanzara tigre, nuova specie di insetto sconosciuto in Italia fino al 1990 e che nel nostro territorio si è ben presto adattato. La zanzara tigre è portatrice di malattie tropicali quali la febbre Chikungunya, la Dengue e l encefalite da virus West Nile. Lo scorso anno intere zone della Romagna sono state infestate dalla loro presenza e hanno costretto a letto molte persone colpite da una epidemia di febbre. La presenza della zanzara tigre è segnalata in tutta la Pianura Padana e anche in qualche paese della pedemontana. Ulss, Regioni e Comuni sono già corse ai ripari per cercare di contrastarne la diffusione, ma la lotta sembra impari. Gli accorgimenti, la prevenzione e le disinfestazioni messi in atto dagli enti pubblici preposti non bastano da soli a sconfiggere la fastidiosa presenza dell insetto e senza la collaborazione di ogni singolo cittadino la guerra sembra essere già persa in partenza. Infatti la maggioranza del territorio (70-80%) sono orti, giardini e aree di proprietà privata. Consigli pratici per combattere la zanzara tigre: evitare il ristagno di acqua nei sottovasi, nei teli, nei copertoni, tra le macerie o in qualsiasi altro contenitore (non vanno svuotati nei tombini) trattare ogni 15 giorni i tombini e le zone di scolo con prodotti larvicidi coprire cisterne e contenitori di acqua piovana con teli o zanzariere svuotare sempre innaffiatoi, secchi, ciotole (o girarli con l apertura verso il basso) tenere pulite fontane e vasche ornamentali (eventualmente inserire i pesci rossi, grandi predatori delle larve di zanzara tigre) In caso di puntura: disinfettare la zona punta e applicare ghiaccio per rallentare l assorbimento e alleviare il dolore (non usare ammoniaca) 11

13 MANUTENZIONI AMBIENTE ASS. ALESSANDRO COSTANZO INTERVENTI A FAVORE DELLA MOBILITA E DELLA SICUREZZA DEL TRAFFICO (VIA DANTE E VIA PADOVA) L intervento prevede la realizzazione di due rotatorie, una nell intersezione di via Dante con via IV Novembre e una all ingresso di Tombelle e altri lavori di riqualificazione dei marciapiedi. I lavori sono stati aggiudicati alla ditta GIRARDELLO S.P.A. di Porto Viro (RO) e verranno iniziati entro il mese di maggio. LAVORI DI TRASLAZIONE E RICOMPOSIZIONE CAPITELLO DI VIA CADICETO Sono in corso di realizzazione e la loro ultimazione è prevista entro il mese di maggio, l intervento comporterà anche l arretramento del Capitello rispetto al ciglio stradale in modo da metterlo in sicurezza. I lavori sono stati aggiudicato alla ditta EDIL SCAVI srl di Saonara. LAVORI NEL CIMITERO RIALZO CAMPO INUMAZIONE Sono stati aggiudicati alla ditta AS SERVICES srl con sede a Caselle di Selvazzano (PD) ed inizieranno entro il mese di maggio. LAVORI DI REALIZZAZIONE CAMPO INDECOMPOSTI PRESSO IL CIMITERO I lavori sono stati affidati alla ditta F.LLI ZAMPIERI di Vigonovo e già ultimati nel mese di marzo. RACCOLTA PILE E MEDICINALI SCADUTI Si prega di introdurre negli appositi contenitori posti nel territorio comunale i rifiuti costituiti in pile esauste e medicinali scaduti privi di scatole e borse in plastica. AFFIDAMENTO SERVIZIO VIGILANZA AMBIENTALE - PARCO SARMAZZA L amministrazione comunale, con convenzione sottoscritta in data , ha affidato al Corpo di Vigilanza appartenente all Associazione Italiana della Caccia, Corpo Nazionale Agenti Faunistico Ambientale, l incarico di vigilanza nell area del Parco Sarmazza. I compiti svolti dai volontari del Servizio di Vigilanza Ambientale, in collaborazione con gli uffici POLIZIA LOCALE ed AMBIENTE del Comune, saranno quelli di vigilare e accertare eventuali infrazioni all ordinanza Comunale n 16 del disciplinante l accesso al Parco Sarmazza, tra cui il divieto di circolazione dei veicoli a motore ed il divieto del taglio di alberi. Saranno altresì verificati e repressi, su tutto il territorio comunale, episodi di abbandono di rifiuti. I volontari, riconoscibili dalla divisa verde ufficiale, svolgeranno il loro compito prevalentemente nelle giornate di sabato e domenica nelle ore in cui le aree del parco risultano più frequentate da famiglie, dagli amanti dello sport e della natura. Il servizio di vigilanza sarà svolto in turni di tre ore con la presenza di due volontari. 12

14 MANUTENZIONI AMBIENTE LOTTA OBBLIGATORIA ALLA PROCESSIONARIA DEL PINO SUNTO DELL ORDINANZA COMUNALE APPOSITAMENTE EMESSA In base al Decreto Ministeriale 17/04/1998 è obbligatoria la lotta alla Traumatocampa pityocampa (Processionaria del Pino) da parte dei detentori di piante di Pinus Pinea, Pinus nigra, Pinus sylvestris, Pinus pinaster, di cedri e delle conifere in genere. Le larve di processionaria del pino possono provocare gravi reazioni allergiche e infiammatorie negli animali e nell uomo (irritazioni cutanee e oculari, eritemi alle mucose e alle vie respiratorie). Tali manifestazioni possono verificarsi anche senza il contatto con il corpo dei bruchi (i peli urticanti possono staccarsi ed essere trasportati dal vento). Si invitano pertanto tutti i proprietari di conifere con presenza di nidi di processionaria di provvedere alla rimozione dei nidi e alla relativa distruzione con il fuoco (i nidi si presentano normalmente in forma di grosse masse sericee); in caso di attacchi estesi effettuare trattamenti localizzati in grado di raggiungere tutta la chioma con Bacillus thuringiensis (larvicida biologico), piretroidi o altri prodotti di sintesi nel rispetto delle modalità d uso e con le precauzioni riportate in etichetta del prodotto; in caso di nidi difficilmente raggiungibili o volendo effettuare interventi con efficacia pluriennale effettuare trattamenti insetticidi localizzati mediante endoterapia con iniezioni al tronco di prodotti specifici, documentandone l applicazione a fronte di eventuali controlli delle autorità competenti; utilizzare attrezzature appropriate ed adottare adeguate misure protettive, avvalendosi anche di ditte specializzate nel settore. E VIETATO il deposito delle ramaglie con nidi di processionaria nei contenitori per il verde, nei sacchetti dell umido e del secco ed il loro conferimento all ecocentro comunale. BORSE DI PLASTICA, ADDIO? DAL 2010 AL BANDO IN ITALIA, MA... Un maxiemendamento alla Finanziaria del 2007 prevede la messa al bando dei sacchetti tradizionali in polietilene entro il La tradizionali borsette in plastica dovrebbero essere sostituite da sacchetti in plastica biologica, materiale già da noi conosciuto ed usato quale contenitore dei rifiuti cosiddetti umidi. E però d obbligo il condizionale perché il progetto di convenzione tra la borsa in plastica e quella biologica avrebbe dovuto partire già dallo scorso anno. E invece. E invece nel 2007 il consumo di polietileni ad alta densità è cresciuto del 2,2%. Le borse in plastica sono sempre più usate e la domanda è in vertiginoso aumento. Nel mondo si producono miliardi di sacchetti in plastica all anno, di cui 4 miliardi in Italia. Da sola la Cina ne usa miliardi, ma proprio nello scorso mese di gennaio la Cina ha emanato una legge che proibisce la distribuzione gratuita dei contenitori in plastica. Il provvedimento entrerà in vigore in agosto, proprio in concomitanza con l apertura delle Olimpiadi. In Irlanda, paese nel quale esistono incentivi ecologici dal 2003, è da tempo vietato l uso di borse di plastica. L operazione si chiama shopper-free, cioè libera dai sacchetti. Lo stesso slogan e lo stesso sistema è applicato da tempo anche in Corsica e in alcune regioni della Francia. Il divieto di importazione e produzione degli shopper è vietato anche in alcuni paesi in via di sviluppo. Ecco allora Zanzibar (Tanzania) e Bangladesh, dove il divieto è diventato legge, darci lezioni di ecologia! La spinta verso soluzioni alternative sta crescendo, ma pare difficile trovare una valida e comoda alternativa. La stessa plastica biologica ha un impatto non trascurabile. In Italia, per sostituire i 4 miliardi di borse in plastica con bioshopper, servirebbero ben 40 mila tonnellate di olio di girasole e 20 mila tonnellate di mais. Le ricadute sui prezzi agricoli appaiono quasi inevitabili, forti dell esperienza già in atto a livello mondiale proprio sull utilizzo dei prodotti agricoli per ricavarne carburanti. 13

15 EDILIZIA PRIVATA POLITICHE ENERGETICHE NUOVO ELETTRODOTTO INCONTRO CON IL C.N.R. All incontro avvenuto il 14 aprile, con gli esperti del C.N.R. (Consiglio Nazionale delle Ricerche) - Ing. Pagura del C.N.R. ed Ing. Turri del Dipartimento Ingegneria Elettrica di Padova - hanno partecipato oltre che la Commissione Consiliare del Territorio, i candidati sindaci del comune di Saonara, i rappresentanti del comitato che sta affiancando l amministrazione per chiedere l interramento dell elettrodotto ed alcuni tra i cittadini maggiormente coinvolti. I tecnici invitati sono stati chiamati per spiegare in modo chiaro ed obiettivo l impatto che un elettrodotto aereo, come da indicazioni progettuali, avrebbe sul nostro territorio e sulla vita dei cittadini. E emerso che l opera deve essere inquadrata all interno di un più ampio progetto, come potenziamento e miglioramento generale della rete elettrica nazionale e che Vigonovo trarrebbe dei benefici indiretti, che sono stati valutati in fase preliminare e, dicono, ampiamente giustificati. L alternativa dell interramento avrebbe un grande limite nell aspetto economico, in quanto i costi sarebbero 5/6 volte superiori rispetto alla realizzazione di una linea aerea. Ma un concetto è passato forte e chiaro: l unione fa la forza e il cittadino ha il diritto ed il dovere di esprimersi per difendere i propri principi e diritti. L Amministrazione comunale è pronta ad affiancare la popolazione per intraprendere le azioni necessarie a tutela del territorio. In questa direzione ha già avviato varie azioni per contrastare la realizzazione dell elettrodotto aereo da 380kV: Nel 2006 ha promosso vari incontri con le Amministrazioni comunali coinvolte dal progetto di Terna, per concordare una strategia comune di opposizione. A questa iniziativa ha risposto positivamente solo il comune di Saonara. 02. Il Consiglio comunale ha approvato due Ordini del giorno, con i quali si è espresso in modo netto e unanime contro la linea aerea ad alta tensione. 03. La Commissione del Territorio è stata allargata coinvolgendo i Comitati dei cittadini. 04. E stato predisposto uno Studio florofaunistico dell area del Parco Sarmazza, che identifica le specie di piante e di animali da proteggere, al fine di istituire nell area del parco un Sito di Interesse Comunitario. 05. Con l aiuto dei Volontari della Protezione Civile è stato attivato in piazza Marconi un Punto informativo sul progetto Terna. 06. La sede municipale ha ospitato diversi incontri con i cittadini, alla presenza dei tecnici comunali. 07. L Amministrazione ha coinvolto i cittadini direttamente interessati dall elettrodotto, ai quali ha fornito le informazioni necessarie per tutelare i propri diritti e ha predisposto i modelli per presentare le proprie singole Osservazioni al Comune, a Terna e ai Ministeri competenti. 08. Si è svolto il Seminario Tecnico con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.) in data 14 aprile, al quale hanno partecipato gli esperti del C.N.R., i rappresentati dell intera Amministrazione, del Comitato per la difesa del territorio e i canditati sindaci di Saonara. 09. L amministrazione ha promosso e supportato la presentazione di un osservazione generale da far sottoscrivere a tutta la cittadinanza per chiedere l interramento della linea da 380kV, grazie alla quale sono state raccolte firme già trasmesse alla Regione Veneto e ai Ministeri di competenza. 10. Il Comune ha incaricato un avvocato e tecnici esperti in materia elettrotecnica, elettromagnetica e ambientale, per tutelare in modo efficace gli interessi del territorio e della popolazione, anche in sede di Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale. Assessore Donatella Zambolin

16 EDILIZIA PRIVATA POLITICHE ENERGETICHE CARO VITA COME RIDURRE SPESE E CONSUMI NELL OTTICA DI UN CONSUMO CRITICO Percorso di incontri pratici e teorici organizzati dal comune in sala polivalente L Amministrazione Comunale ha organizzato una serie di incontri (inizio ore 20.15, sala polivalente) per illustrare modi e strategie nell ottica di una riduzione dei consumi nelle nostre case. Le tematiche dibattute sono di estrema e importante attualità per l economia familiare. Si cercherà di fare chiarezza nel complicato mondo dei servizi a rete, nel come risparmiare nei consumi, come saper scegliere e riconoscere le offerte migliori. L iniziativa gode del patrocinio dell ACM Veritas e della collaborazione di Adiconsum, Aqua Altra e Tamiso. Saranno presenti esperti relatori dei vari settori. 29 aprile Energia elettrica e gas - Tariffe e liberalizzazione dei servizi a rete 6 maggio Telefonia - Un mondo di servizi messo a nudo 13 maggio Imbrocchiamola - Piccola guida di consumo critico dell acqua 20 maggio Nuovi stili di vita - Consumo responsabile e scelta biologica Il 25 maggio, a conclusione dell iniziativa, per tutta la giornata, festa al Parco Sarmazza con Saperi e sapori Saranno presenti delegazioni di Legambiente, Green Peace, AIAB ed altre importanti associazioni naturistiche, nonché gruppi locali con prodotti di natura biologica e stand dedicati ai temi affrontati nelle varie serate. DUE NUOVE FORZE ALL UFFICIO TECNICO (edilizia privata, urbanistica, protezione civile) Le autopresentazioni dei tecnici Mi chiamo Ludovica Ceccato, sono nata e vissuta a Vigonovo fino allo scorso anno. Mi sono laureata nel 2004 all Istituto Universitario di Architettura di Venezia e da subito ho avuto la fortuna di conoscere tante realtà lavorative. Dallo scorso gennaio faccio parte dell Ufficio Tecnico del Comune di Vigonovo in veste di istruttore all Ufficio Urbanistica. Affiancata da un affiatato gruppo di tecnici sto cercando di inserirmi nel migliore dei modi. Questa è infatti per me una preziosa opportunità di esplorare con approcci nuovi la professione. Provengo, infatti, da una realtà opposta, quella dello studio di progettazione, dove il professionista vede con occhio di sfida chi dall altra parte ha il ruolo del dipendente comunale. E per questo che il mio obbiettivo è di affrontare il lavoro con determinazione, mantenendo comunque vivo lo spirito di quello che io stessa sono fuori di qui, cioè un professionista e soprattutto un cittadino, per cercare di portare all interno del Comune di Vigonovo un mio piccolo contributo di qualità. Mi chiamo Thomas Carraro, sono di Vigonovo ed ho 25 anni. Ho il diploma di geometra e sono un laureando alla facoltà di Architettura di Venezia (speranzoso di giungere alla sospirata laurea entro l anno in corso). Da circa due anni presto la mia attività presso l ufficio tecnico del comune, nel settore edilizia privata in qualità di istruttore tecnico. E un lavoro che mi affascina ed importante per il mio bagaglio culturale e per la mia carriera professionale. 15

17 PAGINA DELLA SALUTE A CURA DEL DOTT. MAURIZIO SINIGAGLIA STAGIONI E SALUTE L ORGANISMO CAMBIA CON LE STAGIONI Con il cambio della stagione molte persone si sentono stanche, depresse, oppure insonni o più agitate. Gastriti e modifiche della pressione arteriosa si fanno sentire in particolar modo in primavera e autunno. Il nostro organismo è una potente e complessa struttura (definirla macchina mi sembra riduttivo) che plasmatosi negli anni ha vissuto a stretto contatto con la natura. Dentro il corpo umano esiste un orologio biologico che regola i ritmi delle sue funzioni fisiologiche, sia durante la giornata che durante tutto l anno. Organo importante a tal riguardo è l epifisi che produce melatonina quando la luce solare viene meno. La melatonina svolge numerosi ruoli: aiuta il sonno fisiologico, determina un azione antistress, va a regolare la produzione di altri ormoni. Nel passaggio dall inverno alla primavera aumenta l esposizione del corpo umano alla luce e, conseguentemente, vengono sovvertiti i livelli di produzione di questa sostanza. In base alla costituzione delle singole persone si potranno avere sintomi diversi. Così la persona con una tendenza all ipertono simpatico potrà soffrire di insonnia, agitazione e rialzo pressorio. Chi ha invece una costituzione vagotonica tenderà alla sonnolenza, stanchezza (specie al mattino) e bruciori di stomaco. Di fronte a questi sintomi si cerca di ovviare bevendo più caffè o assumendo più dolci o zucchero e, di fatto, peggiorando con questi alimenti la situazione. I passaggi delle stagioni vanno aiutati, non tanto con cibi o generici ricostituenti e vitamine, quanto applicando delle norme che permettano all organismo di provvedere da sé all adattamento stagionale. Vediamole insieme: 1. Fare delle passeggiate all aria aperta almeno un ora tutti i giorni; la luce solare fornirà così l informazione giusta alla ghiandola epifisi. 2. Mettersi a lavorare vicino ad una finestra e se ciò non fosse possibile, nella pausa lavoro uscire all aperto e passeggiare. 3. Bere molti liquidi e farsi spremute di limone, centrifugati di mirtillo e carote. 4. Fare esercizio fisico, meglio se a contatto con la natura. A tal proposito ricordo che ora esiste a Vigonovo, lungo il percorso del Brenta, il parco naturale Sarmazza. 5. Rispettare il periodo notturno del sonno e quindi non coricarsi né troppo tardi, né troppo presto (con la luce del sole!). 16 L uomo ha vissuto per secoli in intimo contatto con la natura e i suoi cicli. E solo da mezzo secolo che vive per la gran parte del suo tempo all interno di edifici quali la casa, il luogo di lavoro, la scuola, la palestra, il dopo scuola, le discoteche, etc. Questo microambiente è per lo più illuminato in maniera artificiale. Visto che abbiamo creato le piante da interno, vogliamo fare anche l Uomo da interni?

18 ASSOCIAZIONI GALTA 7 FESTA DEL CICLISMO E DELLA SOLIDARIETÀ Ancora un successo e grande partecipazione alla settima Festa della Solidarietà, ottimamente organizzata dal Gruppo Ciclistico di Galta. Il ricavato della festa, come tradizione, verrà devoluto alla Fondazione Padovana Città della Speranza per lo studio delle leucemie infantili e alla Fondazione Robert Hollman, che si occupa della assistenza dei bambini portatori di handicap visivi. Nelle sei precedenti edizioni sono stati elargiti Euro. Domenica 13 aprile tutti gli alunni delle prime e seconde classi elementari e i bambini dell asilo di Galta si sono ritrovati con i propri genitori ed insegnanti per una pranzo comune che ha visto la partecipazione di circa 400 persone. A.S.D. COMITATO PER LO SPORT E TEMPO LIBERO SONO 338 I SOCI ATLETI Noia, pigrizia, ozio? Queste parole sono bandite dal vocabolario dell Associazione per lo Sport e Tempo Libero di Vigonovo, un gruppo che non conosce soste e che ogni anno aggiunge nuove iniziative per quanti vogliano mantenersi in forma praticando attività fisiche. Le attività sportive con maggior affluenza sono i corsi di yoga, di areo-gag, di ginnastica artistica e di kick boxing per bambini e ragazzi. Sul prossimo numero de Il Dialogo daremo maggiori informazioni sulle attività e novità che l associazione sta impostando. SPORTELLO DONNA SANTIPPE MAMME PER MAMME Lo Sportello Donna Santippe è aperto tutti i martedì mattina e si inserisce in una rete di servizi collegati con la Provincia di Venezia rivolti alle donne e alle mamme. Il Comune di Vigonovo è partner nel progetto attivato dalla Regione del Veneto Mamme per mamme che prevede una serie di iniziative tra le quali la formazione di donne interessate all apertura di spazi per l accoglienza diurna di bambini. Chi fosse interessato all iniziativa può rivolgersi allo sportello Donna attivo tutti i martedì mattina dalle 9.30 alle MARCO BAZZATO E LA BULGARIA LO SCRITTORE VIGONOVESE ALL UNIVERSITÀ DI SOFIA Nel quadro di un programma che si occupa di peculiarità nazionali, di tradizioni e luoghi comuni, di stereotipi e innovazioni nell identità di due popoli a confronto (Italia e Bulgaria), lo scrittore vigonovese Marco Bazzato è stato chiamato ad una conferenza con gli studenti del master in antropologia comparata presso la Cattedra di filologia italiana all Università di Sofia. 17

19 ASSOCIAZIONI POLISPORTIVA VIGONOVESE Anche in quest ultimo anno sportivo la Polisportiva Vigonovese può dirsi soddisfatta dei traguardi raggiunti e delle novità che hanno caratterizzato l intera stagione, tra cui un corso di danza contemporanea per giovanissime e un corso di stretching per adulti. Come tradizione ormai per la nostra Società, le maggiori soddisfazioni sono arrivate dalla pallavolo giovanile e dal nostro "Centrominibasket Vigonovese" (fortemente voluto dall'attuale sindaco). La squadra di pallavolo under 12 emme si è classificata al secondo posto nel proprio girone. Il meglio di sé stessa lo ha però espresso nella partita di qualificazione per i quarti di finale, disputando e vincendo una entusiasmante gara contro la Vispa Volley, ritenuta la squadra più forte di tutta la categoria provinciale. Nonostante fosse all esordio, anche la matricola del "Centrominibasket Vigonovese" si è ben comportata al torneo provinciale scoiattoli. I risultati tecnici ottenuti sono stati soddisfacenti e hanno appagato in primis i bambini stessi, ma altrettanto i tecnici, la dirigenza, i genitori e. pure il sindaco! PEDALIAMO PER LA VITA CICLOPELLEGRINAGGIO A SOTTO IL MONTE (BG) Massimo Giora durante la sua pedalata verso il Parco del Gran Paradiso Dal 30 maggio al 2 giugno 2008 l Associazione Pedaliamo per la Vita ha organizzato il Ciclopellegrinaggio Vigonovo - Sotto il Monte (Bergamo). Si tratta del quarto viaggio in bicicletta, dopo Assisi, Roma e Medjugorje e che quest anno attraverserà Veneto, Trentino e Lombardia. Il percorso di quest'anno prevede molta salita e anche... molta discesa!!! Sarà un percorso che vedrà la nostra associazione impegnata a divulgare il messaggio della Fondazione PUZZLE di Padova che si occupa della ricerca (terapia cellulare, ingegneria tissutale, sostituzione tessuti ed organi) per il trattamento delle malattie gravi del bambino. Lungo il percorso sono previste delle soste e degli incontri con alcune rappresentanze dei comuni interessati dal passaggio dei nostri ciclisti. Il 2 giugno, giorno del nostro arrivo a Sotto il Monte, un pullman partirà da Vigonovo la mattina per ricongiungersi con i ciclo pellegrini. Tutti assieme faremo visita ai luoghi natali di Papa Roncalli. Il rientro a Vigonovo sarà in autobus per tutti. Informazioni più dettagliate sul sito Il prossimo 11 maggio si svolgerà Bimbimbici 2008, passeggiata in bicicletta per le strade di Vigonovo, organizzata unitamente ad Avis Aido e Protezione Civile. Il giorno di Pasqua è scomparso a soli 39 anni di età il nostro socio Massimo Giora. Massimo si era associato da poco più di un anno e si era sempre reso disponibile per aiutarci così come aveva compiuto questo viaggio in solitaria la scorsa estate che lo aveva portato da Vigonovo fino al Parco del Gran Paradiso. Buone pedalate in Cielo, Massimo. 18 Associazione di promozione sociale PEDALIAMO PER LA VITA Via Terracini 17, Vigonovo (Ve)

20 VARIE VIVIANA SEGANTIN, SCRITTRICE VIGONOVESE BACK FOR GOOD - TORNARE PER SEMPRE Viviana Segantin, vigonovese di adozione, ha presentato il suo primo romanzo Back for good. E la storia di Silvia, giovane universitaria volata a Londra per studiare e per intraprendere uno stage alla BBC; un viaggio che si trasforma in un esperienza così forte da far vacillare certezze e valori, costringendo la protagonista ad un avvincente faccia a faccia con se stessa. Uno spaccato di vita dove gli incontri, gli amori e i tradimenti portano alla ribalta, attraverso l evoluzione psicologica della protagonista, temi controversi come l incomunicabilità tra le persone, la stabilità della coppia, la libertà dai vincoli. Back for good racconta i giovani e, con il loro linguaggio, parla del loro bisogno di amore e di amicizia, ma anche della necessità di confrontarsi con la loro parte più nascosta. Una storia che alla fine rappresenta tutti noi, con le incertezze, le speranze, i dualismi dell anima, insegnando che tornare può voler dire anche partire, con una nuova consapevolezza di se stessi, verso un nuovo sogno da realizzare. Viviana Segantin è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne. Ha collaborato con alcuni periodici locali e si è distinta con un ciclo di racconti brevi inediti. Ha ricevuto premi e riconoscimenti, tra cui: Premio Letterario Nazionale Eraldo Miscia 1999, Città di Lanciano (CH), prima classificata categoria giovani; Premio Quinta Stagione 1999, Amministrazione Comunale di Ceregnano (RO), seconda classificata; Premio Letterario Interlingue Montagne d Argento 1999 (Aosta), Duecento Lettere d Amore, seconda classificata; Premio Ermete Marangoni 1999, Taglio di Po (RO), segnalazione; Premio Letterario Nazionale Montemerlo (PD) 1999, segnalazione. IL RUGBY E ARRIVATO A TOMBELLE! Il Rugby a Tombelle è nato dall idea di due papà, Michele e Giampietro, che hanno voluto far conoscere la realtà della palla ovale ai bambini come alternativa ad altri sport. Provenienti da piazze storiche del Rugby, quali Rovigo e San Donà, hanno portato la loro passione a Tombelle. L obiettivo principale è quello di far divertire i ragazzi, in seconda battuta fare conoscere questo splendido sport, dice Michele Pizzardo, uno dei promotori dell iniziativa. Dallo scorso mese di settembre è partita l attività rivolta ai bambini dai 5 anni in su presso il campo sportivo di Tombelle. Nei mesi invernali l attività è proseguita presso la Palestra della Scuola Elementare. Attualmente all attività partecipano 25 bambini delle categorie under e 13. Il 10 e 11 maggio è prevista la partecipazione al Trofeo Topolino a Treviso, una specie di campionato Italiano del Minirugby. Oltre alle attività in campo sono programmate anche attività promozionali presso le Scuole Elementari di Vigonovo, Galta e Tombelle, con alcune lezioni tenute dagli allenatori-educatori del Rugby Riviera. Per chi volesse avvicinarsi a questo sport e provare la sensazione di segnare una meta può contattare Michele Pizzardo al numero Under 7 Under 9 19

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Allegato 2 Rilevazioni dei dati quantitativi relativi alle leggi per il rapporto sullo stato della legislazione della Camera dei Deputati 2000-2003

Allegato 2 Rilevazioni dei dati quantitativi relativi alle leggi per il rapporto sullo stato della legislazione della Camera dei Deputati 2000-2003 Allegato 2 Rilevazioni dei dati quantitativi relativi alle leggi per il rapporto sullo stato della legislazione della Camera dei Deputati 2000-2003 progr. Anno legge Titolo della legge articoli commi

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli