Con96. Ambiente futuro presente. Notiziario del Comune di Pesaro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Con96. Ambiente futuro presente. Notiziario del Comune di Pesaro"

Transcript

1 Sommario Pesaro Speciale Ambiente Voci dal Consiglio Pesaro in breve Notizie & Flash Con96 Con 96 maggio Autorizzazione Tribunale di Pesaro n. 113 del 26/04/1964 Poste Italiane - Tariffa pagata - Pubblicità diretta non indirizzata DCO/DCI PS Aut. n. 3 del 24/02/03 - Alle famiglie Notiziario del Comune di Pesaro Ambiente futuro presente L Amministrazione comunale, da alcuni anni, è impegnata a favorire politiche di tutela ambientale e di sviluppo sostenibile. Temi che giocano un ruolo fondamentale per la salute e il benessere della collettività. Risparmio energetico, qualità dell aria e dell acqua, bioarchitettura, mobilità alternativa sono il presente e sempre di più saranno il futuro della nostra città

2 Pesaro Speciale Ambiente/Editoriale Obiettivo sostenibilità L ambiente al centro delle politiche comunali di sviluppo. Un obiettivo che riguarda l Amministrazione, ma anche i singoli cittadini di Luca Ceriscioli, sindaco di Pesaro e Giancarlo Parasecoli, assessore Ambiente, energia e salute ambiente è uno dei temi L più importanti dell azione di governo cittadino per centrare l obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini. È sull ambiente dunque che vogliamo puntare, non solo per migliorare la qualità dell aria e dell acqua della nostra città, ma perché l ambiente, lungi dal rappresentare un freno per l economia, offre una grande occasione di rilancio strategico per le imprese. Nell ambito di questa ripresa l Amministrazione vuol giocare un ruolo fondamentale nel promuovere lo sviluppo sostenibile, concorrendo così al perseguimento degli obiettivi di Kyoto. A tutti, infatti, è richiesto un preciso compito nel sostenere l ambiente; conta sempre più la coscienza individuale e collettiva dei cittadini nell abbracciare le campagne ambientali, ma conta ancor di più la capacità di un Amministrazione di mettere l ambiente al centro delle sue politiche, coinvolgendo i cittadini e creando anche occasioni per innescare una green economy locale. È così che il Comune di Pesaro dal 2009 ha iniziato a produrre energia pulita installando pannelli fotovoltaici sui suoi edifi ci e con il grande impianto fotovoltaico di 2,5 megawatt nel parcheggio dell Adriatic Arena in fase di ultimazione entro l anno. Per quanto riguarda la raccolta differenziata, in città si sono raggiunte percentuali importanti, superando il 45% e puntando a raggiungere entro il 2012 il 65%. Contribuire a migliorare l habitat è possibile anche riconsiderando luoghi della città a volte dimenticati. Il Comune di Pesaro, con interventi e progetti di riqualifi cazione, sta riscoprendo il fiume Foglia con l obiettivo di farne una straordinaria area naturale, un area che può diventare un vero e proprio parco naturalistico e contemporaneamente rappresentare un corridoio verde di collegamento fra centro storico, mare, parco Miralfi ore, parco San Bartolo e parco sportivo, e, in futuro anche fi no a Borgo Santa Maria. Un corridoio fatto di piste ciclabili e percorsi pedonali, un tesoretto verde che si affaccia sul Foglia, le cui acque sono in progressivo miglioramento grazie al piano di sdoppiamento delle fognature. Il miglioramento dell ambiente e dunque della nostra città, avviene anche dando una caratterizzazione ad aree senza una specifi ca vocazione, rispondendo al contempo a una necessità avvertita da tanti cittadini: nascono con questo spirito le aree verdi dedicate ai nostri amici a quattro zampe. Questa Amministrazione, attenta all ambiente, sa anche offrire servizi che contribuiscano a tutelarlo: le navette estive di collegamento veloce al mare, la progressiva realizzazione della rete delle piste ciclabili, i percorsi protetti casa-scuola del progetto a scuola ci andiamo da soli, la promozione del trasporto pubblico e l intensifi cazione delle linee soprattutto per gli spostamenti casa-lavoro, sono esempi concreti a favore della mobilità sostenibile. Per sapere come contribuire, ciascuno con i propri gesti quotidiani al miglioramento dell ambiente, è necessario essere informati. Per questo il Comune fa la sua parte con lo Sportello Energia attivo all Informa&Servizi e con i siti internet dedicati all energia, all ambiente e alla mobilità. L obiettivo è quello di rispondere ad una comune esigenza: informare, educare, sensibilizzare. Ciò signifi ca accrescere il senso di responsabilità individuale, signifi ca raggiungere insieme risultati signifi cativi per consegnare un ambiente migliore alla Pesaro di oggi, ma soprattutto alla Pesaro di domani. Dobbiamo sempre più far maturare in noi un profondo rispetto per l ambiente. Ogni nostro gesto quotidiano infl uisce su tutto, anche sull ambiente. Il rispetto per tutto ciò che ci circonda e l acquisizione di un forte senso civico sono senza dubbio una scelta di vita. Una scelta di civiltà che deve caratterizzare l uomo moderno che vuole guardare al futuro con l ottimismo che contraddistingue questa amministrazione. Colophon Con96 Con 96 maggio 2010 Notiziario del comune di Pesaro Piazza del Popolo n. 1 Tel /306 Fax Direttore responsabile Manuela Albertini In redazione Marina Druda Segreteria redazione Carla Cartoceti -2- Hanno collaborato Antonio Mezzino, Annarita Santilli, Luca Palombi, Paolo Bonopera, Graziella Scatassi, Beniamino Tatali, Paola Stolfa, Antonella Leggio, Alessandro Galli Laforest Editing Stefano Mariani Impaginazione Artù comunicazione Stampa Cantelli Rotoweb Referenze fotografiche Danilo Billi Leo Mattioli Patrizio Mecchi Luca Toni archivio: uffi cio stampa, ambiente, Ente Parco San Bartolo Chiuso in redazione il 13 maggio 2010 Per l acquisto di spazi pubblicitari telefonare a Redazione di Con tel

3 Pesaro Speciale Ambiente/Energia L energia nelle nostre mani Pesaro spende il suo futuro su risparmio energetico ed energia rinnovabile. Se i cittadini si attivano, spenderemo tutti molto meno. TELERISCALDAMENTO, BIOARCHITETTURA, CALDAIE EFFICIENTI In ambito di risparmio energetico Pesaro è un laboratorio pieno di iniziative in itinere, che coinvolgono i cittadini ma anche le strutture comunali. CITTADINI ENERGETICAMENTE EFFICIENTI : COME? A) Con il teleriscaldamento Nel 2005 il Comune di Pesaro ha ricevuto un contributo regionale di ,53 euro per la realizzazione del primo stralcio dell impianto di teleriscaldamento che in convenzione con Marche Multiservizi si svilupperà su tutto il territorio comunale. Sono previsti 3 stralci d intervento. Il primo - in corso di realizzazione - con la centrale di cogenerazione prevista al Campus Scolastico, collegherà i nuovi appartamenti realizzati in largo Ascoli Piceno e già privi di caldaiette domestiche. Il teleriscaldamento avviene mediante centrali energeticamente effi cienti a cogenerazione che riscaldano l acqua per l impianto di riscaldamento e per l uso sanitario attraverso un sistema di tubature messe in rete che arrivano fi no ad ogni appartamento, che può autonomamente gestire i propri usi e consumi in base alle proprie esigenze. Questa soluzione prevede l eliminazione delle classiche caldaiette garantendo minor spesa e maggior sicurezza. Con il medesimo impianto si può ottenere anche il teleraffrescamento, che permette di eliminare impianti di climatizzazione e minor consumo energetico. B) Con la bioarchitettura Il Comune di Pesaro ha adottato un regolamento che premia chi costruisce applicando regole di risparmio energetico e di tutela ambientale. Nella stessa linea va il Piano Casa della Regione Marche, con legge regionale n. 22/2009 e il Protocollo Itaca introdotto con la legge regionale n. 14/2008. C) Tenendo efficiente la propria caldaia grazie all Operazione Energia Pulita Avviata all inizio del 2005, l operazione consiste nella rilevazione di un censimento e del controllo degli impianti termici civili ai sensi di legge. Tale operazione mira a portare in effi cienza gli impianti termici cittadini con indubbi vantaggi in termini di riduzione di consumi energetici e di minor emissioni inquinanti in atmosfera. Cifre censimento impianti termici Anni numero impianti censiti: regolarizzazione impianti con anomalie: Anni numero impianti censiti: regolarizzazione impianti con anomalie: D) Con interventi di risparmio energetico che possono ottenere lo sgravio fiscale del 55% Sostituzione infi ssi, sostituzione caldaie, installazione pannelli solari termici, isolamento del tetto: tanti sono gli interventi su cui è possibile recuperare dalle tasse il 55% della spesa. Per chiarire ogni dubbio al riguardo e scoprire come la procedura burocratica per ottenere lo sgravio sia meno complicata di quanto si pensi, si può contattare lo Sportello Energia del Comune. COMUNE ENERGETICAMENTE EFFICIENTE: COME? A) Rendendo i propri edifici energeticamente efficienti Quante volte, a causa dell età degli edifi ci e dei metodi di riscaldamento, i cittadini hanno notato sprechi energetici negli edifi ci pubblici? Risolvere la questione con i bilanci comunali sempre più diffi cili da gestire e altre priorità sempre presenti, come la messa in sicurezza degli edifi ci pubblici è stato da sempre un problema di non facile soluzione. Ora l intenzione dell Amministrazione comunale, supportata dalla recente normativa, è di cambiare rotta, affi dando - tramite bando pubblico - l illuminazione interna degli edifi ci e la gestione del calore a società ESCO (energy saving company), specializzate in risparmio energetico, accreditate presso l Autorità per l Energia in ambito nazionale, garantendo a costi zero per il Comune edifi ci energeticamente effi cienti. Per fare questo l Uffi cio Energia del Comune, attraverso alcuni stagisti, sta svolgendo un censimento che rileva le caratteristiche dei consumi energetici degli edifi ci di proprietà comunale, ad iniziare dalle scuole. B) Rendendo l illuminazione pubblica energeticamente efficiente Il Comune intende promuovere l attivazione dei contratti di rendimento energetico in applicazione del decreto legge 115/2008 per ottenere soluzioni più avanzate e rendere l illuminazione pubblica più effi ciente. Per esempio, si possono prevedere nuovi corpi illuminanti ad altissima effi cienza che si auto-regolano in base alla luce del sole e che comunicano con un computer centrale per segnalare automaticamente i guasti. È fantascienza? No, è una delle proposte che il Comune sta elaborando attraverso l Uffi cio Energia. C) Formando gli addetti ai lavori e la cittadinanza Nel primo caso l Uffi cio Energia sta già contribuendo alla formazione di professionisti del settore, organizzando corsi con la Regione Marche e l università, per tecnici professionisti e tecnici degli enti. Nel secondo caso lo Sportello Energia del Comune promuoverà le seguenti iniziative rivolte alla cittadinanza: - M illumino di meno - Settimana Amica del Clima - Cambio di Clima - Giornate delle Rinnovabili - L ora della Terra - Sun Day - Settimana europea energia sostenibile - Giornate europee energia solare - Generazione Clima. Impianto fotovoltaico all Adriatic Arena (rendering) -3-

4 Pesaro Speciale Ambiente/Energia Produrre energia pulita e rinnovabile. Sia cittadini che Comune possono produrre energia pulita e rinnovabile utilizzando i propri edifi ci come piccole centrali virtuose di produzione. Nel territorio di Pesaro la fonte rinnovabile maggiormente producibile è il solare fotovoltaico. Ma non è l unica. ANCHE I CITTADINI POSSONO DIVENTARE PRODUTTORI DI ENERGIA RINNOVABILE: COME? A) Installando impianti fotovoltaici nei propri edifici I cittadini di Pesaro non sono ancora tra i più virtuosi nell installazione di fotovoltaico nelle proprie abitazioni. Ecco i dati forniti dal Gestore Elettrico Nazionale: al 31/07/06 gli impianti in esercizio erano 10 per una produzione di 126,20 KW di potenza. Dopo l approvazione del Conto Energia che rende il fotovoltaico il miglior investimento economico attualmente esistente e arriva anche all installazione a costo zero, i numeri sono andati migliorando: al 01/02/10 gli impianti in esercizio erano 74 per una produzione di 755,00 KW di potenza. Rivolgendosi allo Sportello Energia del Comune si possono ottenere tutti i chiarimenti del caso. B) Mettendo a disposizione i tetti dei propri edifici Possiedi un capannone industriale? Abiti in un condominio? Ma non vuoi o non puoi realizzare un impianto fotovoltaico a tue spese? I tetti di medie-grandi dimensioni sono ricercati da ditte specializzate in fotovoltaico che sono disposte a pagare un canone di affi tto per installare a proprie spese un impianto fotovoltaico sulla copertura degli edifi ci, per produrre energia rinnovabile che godrà del conto energia cioè del pagamento di una quota in euro da parte dello Stato per ogni Kw prodotto dall impianto, per vent anni. Per saperne di più basta andare su o contattare lo Sportello Energia del Comune. C) Sfruttando il calore della terra Il calore del sottosuolo della terra può essere utilizzato per riscaldare e/o raffrescare l abitazione attraverso un impianto di geotermia. Quello che questa tecnologia sfrutta è la temperatura costante che ha il terreno in tutto il corso dell anno. Normalmente, già ad un metro di profondità, si riescono ad avere circa C. A questo punto si utilizza la pompa di calore che sfrutta la differenza di calore fra il terreno e l esterno per assorbire calore dal terreno e renderlo disponibile per gli usi umani. Impianto fotovoltaico sul tetto della scuola primaria Pirandello Impianto fotovoltaico all Adriatic Arena (rendering) D) Utilizzando il proprio terreno per produrre biomassa Hai un terreno poco adatto alla coltivazione? Potrebbe interessare le ditte che cercano terreni per piantumazioni adatte alla produzione di energia elettrica da biomassa. Vai su sito COMUNE PRODUTTORE DI ENERGIA RINNOVABILE: COME? A) Installando impianti fotovoltaici nei propri edifici Grazie all adesione al progetto nazionale My Future promosso da Legambiente, Vodafone ed Enel, il Comune di Pesaro ha installato (26 febbraio 2009) a costo zero un impianto fotovoltaico da 6,12 kwp (kilowatt/picco) sul tetto della scuola primaria Pirandello. Tramite bando il Comune ha affi dato poi in comodato d uso 7 tetti comunali (5.890 mq complessivi) a una ditta per installare impianti fotovoltaici, non solo senza spendere un euro, ma guadagnandoci anche ciò che serve per pagare le bollette elettriche degli edifi ci. Dei 7 tetti, al momento sono stati inaugurati, il 13 febbraio 2010 gli impianti fotovoltaici sopra tre edifi ci: - palestra via Pasolini, - mercato ortofrutticolo, - scuola secondaria G. Galilei. B) Installando pensiline fotovoltaiche nei propri parcheggi. Parcheggiare l automobile all ombra e contemporaneamente produrre fotovoltaico è ciò che sta realizzando l Amministrazione comunale che attraverso un bando pubblico suggerito dall uffi cio energia a costi zero per il Comune, ha dato in concessione d uso oneroso l area adibita a parcheggio pubblico dell Adriatic Arena per una superfi cie di mq coperta da pensiline di ombreggiamento dotate di fotovoltaico per un impianto che complessivamente produrrà 2,5 MW di potenza. Un progetto ambizioso, i cui lavori sono iniziati proprio mentre questo numero di Con va in stampa, e che ha ricevuto il premio nazionale Innovazione Amica dell Ambiente Il progetto prevede la ripiantumazione del doppio delle piante che dovranno essere rimosse e l installazione di telecamere, per monitorare l area 24 ore su 24 e collegate con la sede municipale di Pesaro, a garanzia della miglior sicurezza dell area. C) Sfruttando i propri terreni per coltivare biomassa L Uffi cio Energia del Comune sta effettuando un analisi progettuale di fattibilità per utilizzare a biomassa l area della ex discarica Grancia (sopra la Fiera di Campanara). Impianto fotovoltaico mercato ortofrutticolo L architetto Annarita Santilli è la responsabile dell Ufficio Energia a cui rivolgersi nella sede in via Sabbatini 8 - tel e dello Sportello Energia: SPORTELLO ENERGIA BOX Apertura al pubblico tutti i giovedì presso lo Sportello Informa&Servizi del Comune in largo Mamiani 11 con orario: ; Gli altri giorni è possibile contattare tramite: telefono: (se spento, lasciare un messaggio in segreteria) Fax: SPORTELLO ENERGIA ON LINE Posta elettronica: Sito: Contatto Skype: sportello.energia.pesaro Contatto facebook: Sportello Energia Pesaro Centinaia di cittadini hanno contattato lo Sportello nel 2009 soprattutto per questioni sulle detrazioni del 55% e gli incentivi al fotovoltaico. -4-

5 Pesaro Speciale Ambiente/Bicipolitana Meglio la bicicletta Il cantiere delle piste ciclabili è costantemente in moto. Abbiamo 52 chilometri già percorribili che presto aumenteranno. Legambiente, Pesaro al 20 posto in Italia del Novecento, via Barsanti- Negrelli, Villa Fastiggi Vvia (nuovo quartiere in bioarchitettura): sono questi gli ultimi percorsi ciclabili realizzati che hanno permesso al Comune di Pesaro di superare i 50 chilometri (circa 52 km) di Bicipolitana. Ma l impegno dell Amministrazione prosegue, l obiettivo è quello di arricchire ulteriormente la ragnatela di itinerari che in un prossimo futuro collegheranno tutti i quartieri cittadini con il centro e la zona mare. Sono infatti già in corso di realizzazione due nuove piste ciclabili, Ponte Vecchio-Porta Rimini, piazzale Lazzarini-piazza Cinelli-via della Liberazione che rappresentano un anello di collegamento attorno al centro storico. Infi ne è stato completato il percorso ciclabile nel tratto fi nale di viale Trieste (realizzato insieme alla rotatoria) che garantisce, attraverso il nuovo sottopasso ferroviario ciclopedonale, il raccordo con la ciclabile Pesaro-Fosso Sejore. Il sottopasso e l intera ciclabile, dal porto fi no a Fosso Sejore, sono stati percorsi interamente da migliaia di pesaresi e per la prima volta in occasione della giornata nazionale della bicicletta che si è svolta domenica 9 maggio. Piste ciclabili realizzate negli ultimi mesi Villa Fastiggi: percorsi ciclopedonali: metri Via Barsanti - via Negrelli: 400 metri Via del Novecento: 250 metri Percorso ciclo-pedonale naturalistico Ponte vecchio - Miralfi ore (lungo Foglia): 600 metri Piste ciclabili in corso di realizzazione Piazzale Cinelli-piazzale Lazzarini: 500 metri Ponte Vecchio Ponte Vecchio: 500 metri Pista Cardinali : metri Via del Cinema-via Zavattini: 130 metri (che in seguito proseguirà verso la rotatoria di via Bonini) Piste ciclabili da realizzare entro il 2011 Via Risorgimento - Miralfiore: 500 metri Via Tolmino: metri Sicuramente queste ultime realizzazioni permetteranno alla città di Pesaro di progredire Villa Fastiggi ulteriormente nella classifi ca, già molto positiva, stilata da Legambiente nella ricerca Ecosistema Urbano 2009 (dati relativi al 2008) che vede Pesaro al 20 posto in Italia. Via Togliatti Pesaro Speciale Ambiente/Pesaro in bicicletta Pedalata nazionale La città ha festeggiato con partecipazione la giornata nazionale della bicicletta. Un 9 maggio simbolico che potrebbe valere ogni giorno omenica 9 maggio si è svolta Dla prima edizione della giornata nazionale della bicicletta. Anche il Comune di Pesaro ha aderito all iniziativa coinvolgendo i quartieri della città. Partendo da 5 punti di ritrovo, migliaia di ciclisti - grandi e piccini - si sono dati appuntamento alla Sfera Grande di Pomodoro, per poi proseguire fi no a Fosso Sejore. All iniziativa erano presenti anche gli assessori comunali Andrea Biancani, Giancarlo Parasecoli, Riccardo Pascucci, il presidente della Provincia Matteo Ricci e i presidenti dei quartieri coinvolti. È stata una giornata di grande festa con l auspicio che usare la bicicletta diventi un abitudine anche negli spo- stamenti quotidiani, uno stile di vita per favorire il benessere dei cittadini. -5-

6 Partono le navette gratuite/dai parcheggi scambiatori al mare. Anche di notte E la navetta va... Novità della prossima estate il passaggio al parcheggio di via dell Acquedotto con la linea mare trieste FREQUENZA CORSE sotto monte andata FREQUENZA CORSE sotto monte ritorno FREQUENZA CORSE mare notte FREQUENZA CORSE mare trieste Le corse partono dal capolinea San Decenzio a 15 e 45 prima corsa ore 8,45 ultima corsa ore 19,45 CALENDARIO CORSE via Berna via Baldi viale Parigi viale Mosca piazza Europa Panoramica Adriatica via Ponte Vecchio Acquedotto Passaggi minuti via Agostini via G. Caboto via dell Acquedotto Stazione Lungofoglia delle Nazioni Fermate San Decenzio (parcheggio) Matteotti (gramsci) Delle Marche Fosso Sejore via Canale viale della Liberazione calata Caio Duilio via Ancona viale Napoli via Cecchi viale G. Mameli Le corse partono dal capolinea Fosso Sejore a 00 e 30 prima corsa ore 9,00 ultima corsa ore 19,30 nei week end: 12/13-19/20-26/27 giugno 3/4 luglio viale Gorizia viale Battisti viale Paterni corso viale Monfalcone XI Settembre Passaggi minuti via Mazza viale Trieste viale Trento via Pola Curvone via Branca via XI Febbraio via Bramante Fermate Fosso Sejore delle Marche Cialdini San Decenzio (parcheggio) tutti giorni: dal 10 luglio al 22 agosto viale Fiume via Da Vinci viale dei Partigiani viale Marconi piazza del Popolo viale della Vittoria via Rossini S.Francesco viale Dante viale Gramsci piazzale Matteotti viale Manzoni Le corse partono dal capolinea Repubblica direzione sud a 20 e 50 prima corsa ore 20,20 ultima corsa ore 23,50 dal capolinea Repubblica direzione nord a 30 e 00 prima corsa ore 20,30 ultima corsa ore 24,00 CALENDARIO CORSE viale Zara via Lanfranco viale Cialdini Repubblica CAPOLINEA MARE NOTTE via De Gasperi via Sanzio via Raggi Passaggi minuti piazza Libertà via Buonarroti viale Piave viale G. Verdi via Cavallotti via Mascagni Fermate Repubblica D Annunzio Trieste (sottopasso) Trieste (amendola) Trieste (rosselli) Repubblica Trieste (palla) Trieste Nord (marconi) Trieste Nord (monfalcone) Trieste (napoli) Trieste Nord (porto) Napoli (battisti) Gorizia (cecchi) Berna Mosca Europa (baia flaminia) Gorizia (cecchi) Vittoria (park palas) Repubblica tutti giorni: dal 12 giugno al 5 settembre via La Marca piazzale D Annunzio via Zanella viale Trieste viale Battisti viale Rosselli via Albertini via Kolbe Le corse partono dal capolinea San Decenzio a 15 e 45 prima corsa ore 8,45 ultima corsa ore 19,45 CALENDARIO CORSE via Amendola Passaggi minuti Fermate San Decenzio (parcheggio) La Marca Trieste (sottopasso) Trieste Sud (amendola) Trieste Sud (rosselli) Trento (verdi) Trento (repubblica) Trieste Nord (palla) Trieste Nord (marconi) Trieste Nord (monfalcone) Trieste Nord (napoli) Trieste Nord (porto) Napoli (battisti) Gorizia (cecchi) Acquedotto (parcheggio) Bramante San Decenzio (parcheggio) nei week end: 12/13-19/20 26/27 giugno tutti giorni: dal 29 giugno al 22 agosto L assessore Andrea Biancani: Anche quest anno il servizio di navette gratuite, messe a disposizione dall assessorato alla Mobilità del Comune di Pesaro, permette di raggiungere comodamente e ogni 30 minuti, le spiagge, di giorno e di notte. Carducci via Miralfiore CAPOLINEA MARE TRIESTE SOTTOMONTE San Decenzio via Flaminia strada delle Marche (SS16) Fosso Sejore -6-

7 Pesaro Speciale Ambiente/Reti e fognature Acqua buona anche usata Il ciclo dell acqua è una priorità del Comune di Pesaro. Dall acquedotto alla rete fognaria, l acqua rispetta l ambiente ono tante le azioni che Sil Comune di Pesaro ha intrapreso e che porterà a compimento nei prossimi anni per migliorarne la qualità delle acque, secondo un programma articolato che punta su: potenziamento dell acquedotto, adeguamento del sistema fognario, azioni di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza per un consumo intelligente, per moltiplicare le esperienze di riuso. Grazie ad un attenta politica ambientale, il Comune sta portando avanti, giorno dopo giorno, l adeguamento della rete fognaria con interventi che spaziano dallo sdoppiamento a Villa San Martino, al completamento a Case Bruciate, al potenziamento in via Toscana, sino alla realizzazione del collettore fognario presso La Grancia ; senza contare le operazioni di manutenzione straordinaria e potenziamento dell impianto di depurazione di Borgheria. Il tutto nasce non solo dal comune obiettivo di avere acque sempre più pulite, ma anche per rilanciare una grande priorità: il fi ume Foglia. La necessità di migliorarne le acque, depurandolo e potenziando la rete fognaria dell intera città, signifi ca renderlo sempre più vivibile per arrivare ad avere un vero e proprio parco fl uviale con la creazione di percorsi naturalistici e ciclopedonali lungo gli argini. Completamento collettore fognario di Case Bruciate: 1 stralcio - CASE BRUCIATE: Sdoppiamento della nuova rete fognaria nera nel centro abitato. Inizio lavori Febbraio stralcio - ZONA TORRACCIA (ex La Grancia): Realizzazione di condotta fognaria e relativo collettamento ad impianto di depurazione esistente. Inizio lavori Novembre 2008 Fine Lavori Dicembre 2009 Attivazione Dicembre 2009 Importo Lavori Euro ,00 Finanziamento Marche Multiservizi S.p.A. Intervento previsto nel Piano AATO Le opere realizzate hanno portato ad un miglioramento delle condizioni ambientali della zona che si è notevolmente ampliata nel tempo con la realizzazione di nuovi insediamenti urbani e sono da considerarsi di completamento per la periferia sud-ovest della città di Pesaro. La realizzazione della rete fognaria nera che si sviluppa per oltre mt. a Case Bruciate e dalla Località Torraccia fi no alla lottizzazione San Lorenzino (DN a Case Bruciate - DN 400 a Torraccia) ed ha previsto la realizzazione di oltre 100 pozzetti, permette ad oggi a tutta la zona di essere servita dal depuratore di Borgheria - Abitanti circa BENEFICI realizzazione opere: > Miglioramento delle condizioni ambientali della zona che si è notevolmente ampliata nel tempo con la realizzazione di nuovi insediamenti urbani > Eliminazione delle situazioni di allagamento di alcune proprietà private, verifi catesi sino a prima della realizzazione > Importante completamento per la periferia sud-ovest della città di Pesaro - ABITANTI CIRCA > Le frazioni di Case Bruciate e Tre Ponti, le zone residenziali-commerciali e produttive di Torraccia e dintorni del casello autostradale saranno servite dal depuratore di Borgheria > Verranno dismessi i n. 2 impianti di depurazione a Case Bruciate (realizzati da lottizzanti) > Forte valenza sotto l aspetto del risanamento ambientale in quanto tutti gli scarichi della zona (ca abitanti) vengono depurati c/o l impianto di depurazione di Borgheria ed anche i nuovi insediamenti hanno già la soluzione definitiva alla depurazione Cosa c è da fare: Tutti i residenti della zona devono fare richiesta di allaccio alla nuova rete fognaria (in caso contrario verrà emessa Ordinanza) Investimenti realizzati: Periodo anni (interventi rilevanti) Fognatura: sdoppiamento rete fognaria Villa San Martino; potenziamento rete fognaria Via Toscana; sdoppiamento rete fognaria Case Bruciate; realizzazione collettore fognario La Grancia Depurazione: manutenzione straordinaria e potenziamento impianto di depurazione di Borgheria; manutenzione straordinaria impianti di depurazione e di sollevamento vari; trattamento odori impianti di depurazione e di sollevamento Investimenti in corso e futuri: Periodo anni (interventi rilevanti) Fognatura: realizzazione collettore Villa San Martino; realizzazione collettore ed allaccio al nuovo depuratore di S.Maria dell Arzilla; sdoppiamento rete fognaria quartiere Soria; bonifi che e potenziamenti fognature Depurazione: nuovo depuratore S. Maria dell Arzilla; adeguamento-potenziamento impianto di depurazione di Borgheria; adeguamento e manutenzione straordinaria impianti di depurazione vari Piano sdoppiamento fognature: Fabbricati allacciabili n di cui: allacciati n ; in fase di allaccio n. 485; da allacciare n CONTO PROSPETTIVE Conto della Banca di Pesaro per i giovani dai 18 ai 35 anni Conto Prospettive, non è un semplice conto corrente. È un insieme di prodotti e servizi che ti viene offerto dalla Banca di Pesaro ad un costo molto contenuto e trasparente. Scopri l ampia gamma di vantaggi, oltre alle interessanti opportunità che ti offre, decidendo di investire sul tuo futuro e quello del tuo territorio, scegli anche di diventare socio della banca e, soprattutto, di un modo diverso di fare la banca. Illustrazione di Mara Cerri Chiedi informazioni nelle nostre filiali -7-

8 Pesaro Speciale Ambiente/Verde e parchi Verde Pesaro, verde città In città c è un vero e proprio sistema di parchi a due passi da ogni quartiere. Se lo scopri lo frequenti l verde a Pesaro è strettamente Iconnesso con la città. A due passi dal centro il parco Miralfi ore e il parco XXV Aprile, divisi dalla linea ferroviaria e racchiusi dal fi ume Foglia, possono essere considerati come il tesoretto verde della città, un sistema unico di verde affacciato sull ambiente fl uviale, un patrimonio vegetazionale ricchissimo, tutto da conoscere e riscoprire. Il parco Miralfiore è il più grande parco pubblico cittadino e si estende per circa 23 ettari. All interno, oltre a una zona giochi attrezzata per bambini e un area dedicata ai cani, è presente l area naturalistica con un lago artifi ciale, un osservatorio subacqueo, lo stagno degli anfi bi, la casa delle farfalle, il tunnel della forra e la collina rocciosa. Dal parco si raggiunge l area del Foglia e ci si immette sulla passeggiata oggi restituita alla città, antico viale alberato al confi ne della proprietà di Miralfi ore che si estendeva fi no al Ponte Romano, e che nel 1861 subì un interruzione forzata dovuta al tracciato della linea ferroviaria. Il XXV Aprile è un parco a lungo dimenticato, fuori dagli itinerari dei giardini della nostra città a causa della posizione decentrata, della fi tta vegetazione e del lento degrado a cui è andato incontro nel corso degli anni. Si tratta di un area verde di circa mq, situata alla fi ne di via dell Acquedotto, comodamente raggiungibile con il bus navetta gratuito che collega il centro (piazzale Lazzarini) al parcheggio di via dell Acquedotto o anche camminando lungo la balza sinistra del Foglia, nel percorso che collega il ponte Vecchio al ponte di via Ponchielli. Questo percorso è stato recentemente oggetto di riqualifi cazione grazie all unione di intenti tra istituzioni pubbliche (Comune e Provincia) e associazioni private (il Soroptimist Club di Pesaro). Dal 2006 sono iniziati i lavori di riqualifi cazione del parco XXV Aprile con interventi di bonifi ca, potatura, abbattimento degli esemplari arborei secchi Pesaro Speciale Ambiente/Mare pulito La bandiera è sempre più blu Per il sesto anno consecutivo, Pesaro si aggiudica la Bandiera Blu. Il mare pulito è l ultimo anello di una seria politica ambientale del territorio Per il sesto anno consecutivo la Bandiera Blu sventolerà sul litorale di Pesaro. Martedì 11 maggio infatti il Comune di Pesaro ha conquistato nuovamente, a Roma, il prestigioso riconoscimento della Fee Italia (Foundation for Environmental Education). Il premio internazionale viene assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Si parte quindi dalle acque che devono necessariamente rispettare i parametri di conformità, ma il giudizio complessivo spazia dalla gestione dei rifi uti, con un occhio particolare alle percentuali di raccolta differenziata, agli interventi sul patrimonio storico e culturale della città, all introduzione delle energie pulite, all accessibilità delle spiagge, alla promozione e attivazione di percorsi di educazione ambientale rivolti alle scuole, ai cittadini e anche ai turisti. -8-

9 Pesaro Speciale Ambiente/Fiume o pericolosi presenti nell area. Recentemente, oltre alle operazioni di periodica cura e manutenzione del verde, il parco è stato dotato di panchine, offerte da Coop Adriatica, per offrire ai cittadini una migliore fruibilità di un ampia area verde a due passi dal centro. Il fiume Foglia rappresenta il più grande parco urbano della nostra città; attorniato da aree verdi, il fi ume può essere paragonabile ad uno straordinario parco naturalistico, rimasto tuttavia per anni al di fuori del tessuto connettivo della città. Da luogo dimenticato, oggetto spesso di degrado per la presenza di rifi uti abbandonati, il fi ume con i suoi argini può trasformarsi in un effi cace fronte di collegamento fra centro storico, mare, parco Miralfi ore, parco san Bartolo e parco sportivo, e, in futuro anche fi no a Borgo Santa Maria. Perché ciò avvenga l Amministrazione comunale punta sul miglioramento della qualità delle acque del fi ume con il piano di sdoppiamento delle fognature e sulla creazione di piste ciclabili, con la Bicipoliatana e sui percorsi pedonali. Si tratta di progetti di riqualifi cazione a tutto tondo, pensati per garantire la rinnovata vivibilità all area fl uviale, restituendola a pieno titolo alla città di Pesaro. Lo sforzo del Comune si è tradotto in fatti. Sono stati effettuati diversi interventi di manutenzione nel patrimonio verde che costeggia il fi ume: la riqualifi cazione del parco XXV Aprile, la bonifi ca del tratto urbano del fi ume da tutte le baracche fatiscenti contenenti amianto, l apertura del sentiero che collega il Ponte Vecchio al parco XXV Aprile, al parco Miralfi ore, fi no al ponte di via Ponchielli, in quest ultimo caso sposando un progetto di riqualifi cazione urbana promosso dai privati: l associazione Soroptimist. Ed è proprio dalla collaborazione con i privati, dalla condivisione degli obiettivi con gli sponsor che possono nascere iniziative concrete, che sommano, con un effetto moltiplicatore, le azioni delle istituzioni pubbliche alle iniziative private. Prova ne è il progetto di prossima attuazione, promosso anch esso da cittadini privati, di collegamento dell attuale pista ciclabile sulla sommità della balza sinistra del fi ume Foglia, per il tratto che va dal Ponte Vecchio a via Spoleto, con il nuovo percorso ciclopedonale che seguirà il corso del fi ume fi no all Adriatic Arena, in località Torraccia. -9-

10 Pesaro Speciale Ambiente/Amici a quattro zampe Corri cane, corri Anche i cani hanno i loro diritti. Soprattutto di correre. Un efficace sodalizio fra pubblico e privato ha creato sgambatoi in tante aree della città Il verde per i nostri amici a quattro zampe Per soddisfare l esigenza di molti cittadini di far correre e giocare liberamente il proprio cane, il Comune di Pesaro ha realizzato, in collaborazione con le ex circoscrizioni, piccoli spazi verdi riservati agli amici a quattro zampe. Gli sgambatoi verranno creati in tutti i quartieri. Attualmente sono stati realizzati e sono già attivi: - Sgambatoio Celletta - Sgambatoio 5 Torri - Sgambatoio Montegranaro - Sgambatoio Pantano - Sgambatoio Parco Miralfiore Anche all interno del parco della Pace esiste un area recintata adibita a sgambatoio per cani. Un nuovo sgambatoio è invece previsto nel quartiere di Villa Ceccolini/ Villa Fastiggi. Si tratta di interventi realizzati per valorizzare e caratterizzare gli spazi urbani e per offrire alternative concrete ai nostri amici a quattro zampe, che, in queste aree verdi recintate possono girare e giocare liberamente. Gli sgambatoi rappresentano la traduzione in fatti degli impegni assunti dal Comune con il regolamento del verde e successivamente anche con il regolamento sulla tutela degli animali ; quest ultimo prevede, infatti, l impegno dell Amministrazione ad attivarsi affi nché ogni quartiere della città possa avere un area riservata agli animali. Gli sgambatoi, inoltre, oltre a rappresentare un importante luogo di svago per gli animali, offrono un occasione di relazione fra le persone. Va inoltre evidenziato che le aree per cani vengono realizzate anche grazie a sponsorizzazioni, senza pesare troppo sulle casse comunali. Spazio agli animali: il grosso contributo delle organizzazioni private Da tempo il Comune di Pesaro ha avviato un attiva collaborazione con alcune associazioni animaliste con l obiettivo di sensibilizzare i cittadini riguardo al grave problema degli abbandoni, incentivando le adozioni di cani e gatti ospitati nei canili/gattile comunali. Un grazie speciale va quindi a: Associazione Animal House che realizza ogni agosto la manifestazione Cane di razza è bello, meticcio è meglio. OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) che anche nel 2010 organizzerà la mostra fotografi ca Caninattesa nella quale protagonisti indiscussi saranno i cani ospiti del canile comunale gestito dalla cooperativa sociale L Adriatico. Coop. Onlus L Adriatico che cura la realizzazione del progetto GRAN CAN CAN - la Scuola al Canile, il Canile fa Scuola, progetto di educazione e di sensibilizzazione sul fenomeno del randagismo rivolto alle scuole. Associazione L Ancora che, grazie ad una collaborazione con il gestore di uno dei canili comunali, intende dotare il canile di una struttura per le attività di pet-therapy. Associazione animalista Animalia, che gestisce il gattile sanitario comunale. Gatti in Città e Gatti liberi collaborano attivamente per sensibilizzare le persone al problema del randagismo felino. Associazione Arabel che gestisce il campo di sepoltura per gli animali da affezione. Fido dove ti metto? I cittadini possono chiedere al sindaco, per sopravvenuta e comprovata impossibilità di mantenimento, il trasferimento del proprio cane nelle strutture di ricovero comunali. La richiesta va presentata compilando un opportuno modulo che può essere reperito all Uffi cio Tutela Animali del Servizio Qualità Ambiente del Comune, in viale Partigiani 19. L ingresso, se autorizzato, avverrà dopo aver accertato la fondatezza della motivazione e previa rinuncia alla proprietà del cane da parte del proprietario a fronte del pagamento delle spese di mantenimento dell animale che deve essere microchippato, in regola con le vaccinazioni e sterilizzato (se femmina). Sono previsti esoneri dal pagamento per motivi di carattere socio-economico. Casi particolari relativi a dichiarazioni di mordacità o pericolosità vengono trattati in collaborazione con l Asur. Il Comune di Pesaro inoltre, risponde sempre con sollecitudine alle richieste da parte delle forze dell ordine, di accoglimento di cani soggetti a sequestro per maltrattamento; ha anche strutturato procedure di controllo in collaborazione con la Polizia municipale per le verifi che dei microchip dei cani di proprietà. Costante e positiva la collaborazione con il servizio veterinario dell Asur territoriale. Pesaro Speciale Ambiente/Zanzare Tu zanzara. Noi la tigre Disinfestazioni comunali, prevenzione, attenzione. Le zanzare non faranno più paura se ci mettiamo, insieme, dalla parte della tigre Inizia nel mese di maggio e termina a settembre il piano di lotta alla zanzara tigre promosso dal Comune di Pesaro con la collaborazione di Aspes spa. Il piano, come di consueto, prevede interventi programmati di disinfestazione antilarvale nelle caditoie stradali e nei fossi delle aree pubbliche ed è elaborato in stretto contatto con il dipartimento di prevenzione dell Asur; questi ne presidia gli aspetti più tipicamente connessi al monitoraggio e alla sorveglianza per quanto riguarda eventuali malattie trasmissibili all uomo, che hanno come vettore le zanzare. La strategia vincente in materia di lotta integrata alla zanzara tigre è comunque un gioco di squadra. Alla disinfestazione nelle aree pubbliche deve accompagnarsi la cura e il controllo delle aree private da parte di ciascuno cittadino perché - è bene ricordarlo - qualunque piccola raccolta d acqua è un allevamento inconsapevole di zanzare. Vuoi quindi sapere se nel tuo giardino è già presente questo fastidioso insetto? Per ottenere consigli, richiedere gratuitamente sopralluoghi nelle aree private e segnalare situazioni a rischio infestazione: - Chiama il Telefono Zanzara , attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle Vieni a trovarci al Punto Zanzara tutti i giovedì dalle 8.30 alle 13 e dalle alle 17 allo Sportello Informa&Servizi (Largo Mamiani, 11), dove sono disponibili gratuitamente, fi no ad esaurimento scorte, le pasticche da inserire nei tombini. - Richiedi alle farmacie comunali le pasticche da inserire nei tombini: sono gratuite. - Scrivici allo comune.pesaro.ps.it. - E per tenerti aggiornato consulta il sito nella pagina dedicata alla zanzara dove sono consultabili i trattamenti di disinfestazione realizzarti in area pubblica. -10-

11 Pesaro Speciale Ambiente/Piano di classificazione acustica Tanto rumore non serve a nulla Il rumore è uno dei parametri per giudicare la qualità ambientale di una città. Pesaro si è già attrezzata per l ecologia dell orecchio CLASSIFICAZIONE ACUSTICA La classifi cazione acustica approvata con deliberazione del Consiglio comunale (n. 147 del 11/7/2005) defi nisce i limiti di esposizione al rumore per ogni zona della città a cui devono adeguarsi le varie sorgenti di rumore. Si tratta di un atto tecnico-politico complesso in quanto disciplina l uso del territorio tenendo conto del parametro ambientale connesso con l impatto acustico delle attività svolte. Per quanto riguarda il rumore da traffi co, la principale fonte di rumori in ambiente urbano, va rilevato che la realizzazione della strada Interquartieri sta portando signifi cativi miglioramenti in molte zone della città, anche se va tenuto presente che, nell ultimo decennio, il parco veicoli circolanti è aumentato di circa il 7%. Così come va menzionato il miglioramento della situazione dovuto alla realizzazione e al rifacimento di alcuni manti stradali con asfalti fonoassorbenti. IL RUMORE Il rumore è prodotto principalmente dalle attività dell uomo e nelle realtà urbane di oggi è fortemente legato al traffi co; altre cause sono le attività industriali, le attività commerciali (bar, ristoranti, musica all aperto, discoteche). Secondo recenti statistiche almeno un italiano su dieci accusa problemi all udito a causa di rumore eccessivo. Oltre alla diminuzione della capacità uditiva il rumore può incidere negativamente sulla salute. I PROSSIMI PASSI Piano di risanamento acustico e piani di bonifica Con il confronto tra la classifi cazione e la mappatura acustica del territorio il piano consentirà di localizzare e focalizzare l attenzione sulle aree dove non sono rispettati i limiti di legge con i relativi interventi necessari al risanamento. Avrà come obiettivi la riduzione del rumore ambientale dovuto alle sorgenti fi sse e mobili e la salvaguardia delle zone non inquinate. Sarà coordinato con il piano urbano del traffi co e con i piani previsti in materia ambientale. Il piano dovrà contenere: l individuazione della tipologia ed entità dei rumori presenti, incluse le sorgenti mobili; le zone da risanare, il numero degli interventi da effettuare e la stima della popolazione interessata ad ogni intervento; l individuazione dei soggetti a cui compete l intervento di risanamento; l indicazione delle priorità, delle modalità e dei tempi per il risanamento; la stima degli oneri fi nanziari e dei mezzi necessari; le A titolo esemplifi cativo riportiamo alcuni interventi strutturali da contemplare nel piano con diversi gradi di effi cacia e costi anche molto elevati Interventi sui veicoli: - interventi di fonoassorbimento sui mezzi pubblici; - sostituzione di mezzi pubblici con motori a combustione interna con veicoli a trazione elettrica; - controllo dei requisiti acustici dei veicoli ai valori di collaudo. Schermi e barriere acustiche: - barriere acustiche vegetali; - barriere acustiche artifi ciali (pannelli fonoassorbenti o fonoisolanti) Interventi su superfici stradali - manti stradali fonoassorbenti; - giunti antirumore. eventuali misure cautelari a carattere d urgenza per la tutela dell ambiente e della salute pubblica. Per quanto riguarda gli interventi di mitigazione del rumore prodotto, nella fattispecie, dalle infrastrutture stradali vanno annoverati: - la riduzione della velocità dei veicoli, accorgimento che oltre a ridurre il rumore urbano favorisce anche l utilizzo della strada come spazio per auto, ciclisti e pedoni; - la riduzione e l eliminazione del traffi co in alcune zone della città, con interventi paralleli di viabilità alternativa, idonei parcheggi di scambio, facilitazione nell uso di percorsi pedonali e ciclabili e incentivazione del mezzo pubblico; sostituzione di impianti semaforici con rotatorie. I principali interventi sugli edifi ci sono: - fi nestre antirumore; - rivestimenti fonoassorbenti delle facciate; - miglioramento del comportamento acustico interno in ambienti particolari come ad esempio le scuole. Il Regolamento comunale del rumore, infi ne, defi nisce i criteri per il rilascio delle autorizzazioni per lo svolgimento di attività temporanee e di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico e per spettacoli a carattere temporaneo qualora comportino l impiego di sorgenti sonore o effettuino operazioni rumorose, in deroga ai limiti fi ssati dalla classifi cazione acustica. Nel regolamento vengono dettate specifi che disposizioni per: l attività di cantiere, l attività agricola, le manifestazioni e l esercizio di particolari sorgenti sonore che abbiano il carattere dell attività temporanea. -11-

12 Pesaro Speciale Ambiente/Raccolta differenziata Nelle Marche facciamo la differenza Grazie pesaresi. La nostra raccolta differenziata è prima in regione. Se continuiamo così, entro il 2012 raggiungeremo il 65% una delle città marchigiane con È la percentuale più elevata di raccolta differenziata: oltre il 45% (a fi ne 2009), ma l obiettivo del Comune di Pesaro è raggiungere il 65% entro il Intanto, la raccolta differenziata ha prodotto anche un altro importante risultato: dal 2004 al 2009 i rifi uti smaltiti in discarica si sono ridotti del 16%. A partire dal 2010, l Amministrazione comunale ha avviato, in collaborazione con Marche Multiservizi, un progetto per il potenziamento della raccolta differenziata, che prevede l integrazione di due modalità di gestione nei vari quartieri della città: Porta a porta, prossimità. Un ruolo fondamentale in questo progetto lo giocano i cittadini e le attività commerciali. Con un buon gioco di squadra infatti sarà possibile, nei prossimi anni, mettere a segno il risultato del 65%. In quest ottica il Comune e l Azienda puntano sul rapporto diretto con i cittadini e le imprese: saranno infatti organizzati incontri pubblici nel corso dei quali verranno fornite spiegazioni, informazioni e consigli su come gestire al meglio i piccoli cambiamenti che il nuovo servizio può determinare in fase di avvio. Relativamente alle imprese ricordiamo che è già attivo il servizio gratuito di raccolta differenziata di carta, imballaggi in cartone, imballaggi in plastica, vetro, imballaggi in legno, frazione organica, scarti vegetali, oli vegetali esausti, toner e cartucce da stampa. Differenziare a Pesaro? Il protagonista sei tu Un gesto semplice per contribuire nel quotidiano a fare la cosa giusta per l ambiente? Differenziare i propri rifi uti. La prima fase della separazione avviene, infatti, nelle nostre case. Ecco cosa prevedono i sistemi di raccolta differenziata presenti nella città. PORTA A PORTA Il porta a porta prevede il periodico ritiro a domicilio dei materiali separati (nella propria abitazione) nelle diverse categorie merceologiche. sacchetti e contenitori marroni: frazione organica (umido) contenitori rossi: carta e cartone sacchetti gialli: imballaggi in plastica contenitori blu: vetro contenitori bianchi: lattine sacchetti grigi: residuo secco indifferenziato Attualmente in funzione nei quartieri: Cattabrighe, Colombarone (compresa Siligata),Vismara, Santa Maria delle Fabbrecce, parte di Tombaccia (parte a Nord della tratta ferroviaria),torraccia, parte di Soria, centro storico della città (compreso tra la strada Statale Adriatica, la ferrovia e viale della Liberazione). Nel 2010 verrà esteso in tutte le vie di Tombaccia. Nel 2011 a Soria e Baia Flaminia. PROSSIMITÀ La prossimità prevede il conferimento, in appositi contenitori dislocati lungo le strade cittadine, dei materiali separati (nella propria abitazione) nelle diverse categorie merceologiche. È facile riconoscerli perché ogni contenitore è contraddistinto da un colore: marrone: frazione organica (umido) rosso: carta e cartone giallo: plastica bianco o blu: vetro Attualmente in funzione nei quartieri: Villa Fastiggi e Celletta. Nel 2010 verrà esteso a Tre Ville e sul San Bartolo. ECOMOBILE Centro mobile gratuito per raccogliere e riciclare carta, imballaggi in cartone, imballaggi in plastica, vetro, scatolette e barattoli in acciaio, lattine in alluminio con riconoscimento sulla tariffa rifi uti di buono sconto. Si raccomanda di portare la bolletta della tariffa rifi uti. L utilizzo dell ecomobile è gratuito. In giornate prestabilite secondo un preciso calendario, l Ecomobile sosta nella città di Pesaro, nei quartieri non serviti dai sistemi di raccolta differenziata. L Ecomobile è dotata di una bilancia elettronica che permette la pesa dei rifi uti conferiti. In base alla quantità e alla tipologia dei materiali conferiti, il cittadino potrà ottenere uno sconto sull importo della bolletta rifi uti. CENTRO DI RICICLAGGIO (via dell acquedotto) Nel Centro si possono conferire: carta, imballaggi in cartone, imballaggi in plastica, vetro, scatolette e barattoli in acciaio, lattine in alluminio, indumenti usati, ferro, legno, imballaggi in legno, residui di potatura, scarti di giardinaggio, inerti da demolizione e costruzione, oli vegetali, oli minerali, pile esauste, batterie al piombo, farmaci scaduti, toner e cartucce per la stampa, rifi uti urbani pericolosi, rifi uti ingombranti non recuperabili, frigoriferi, rifi uti di apparecchiature elettroniche (RAEE). È possibile ottenere, a fi ne anno, uno sconto sulla bolletta dei rifi uti, sulla base dei conferimenti effettuati al Centro di riciclaggio, grazie all utilizzo dell Ecocard. L Ecocard è una scheda magnetica che viene rilasciata dal Centro di riciclaggio su presentazione di una bolletta del servizio rifi uti e permette di calcolare lo sconto in bolletta automaticamente, a partire dal sistema di pesatura. Ridurre i rifi uti? Si può La prima regola per una corretta gestione dei rifi uti è produrne il meno possibile. Ecco come fare: - Riscoprire il baratto: oggetti in valido stato che non si usano posso essere scambiati. In questa ottica sono nati in rete siti internet appositamente dedicati e l ultimo sabato di novembre di ogni anno (in occasione della Settimana Europea per la riduzione dei rifi uti) Comune di Pesaro e Provincia organizzano Il Giorno del Baratto coinvolgendo cittadini, scuole e associazioni volontariato. Per info Cea della Provincia Riutilizzare gli oggetti in maniera creativa: è l attività della Ludoteca del Riuso Riù del Comune di Pesaro, aperta al mattino per le scuole e al pomeriggio per le famiglie. Per info 0721/ Donando a chi ne ha più bisogno come al Mercatone Solidale della Caritas. Per info Vendendo oggetti in buono stato ma che non si usano nei mercatini dell usato privati presenti anche a Pesaro. - Usando buste riutilizzabili quando si fa la spesa. Dal 1 gennaio 2011 saranno bandite le buste di plastica usa e getta, utilizzate comunemente per portare i propri acquisti. Come arrivare preparati a L iniziativa Il Giorno del Baratto quella data? Imparando a usare buste (per esempio in tela) che possano essere riutilizzate per acquisti successivi. Questo comportamento ecologicamente corretto (meno plastica meno inquinamento) viene già promosso in alcuni supermercati della città (es. Ipercoop e Iperossini) dove è possibile acquistare a basso costo buste riutilizzabili. Il Comune di Pesaro, da parte sua, ha aderito all iniziativa nazionale Porta la Sporta ed è in contatto con le associazioni di categoria rappresentanti i commercianti per sollecitare l adozione di buste riutilizzabili. -12-

13 Pesaro Speciale Ambiente/Voci dal Consiglio La parola ai capigruppo Silvano Ciancamerla capogruppo Partito Democratico L ambiente è un valore da salvaguardare e conservare per le future generazioni. La complessità e trasversalità delle questioni ambientali è tale che per essere adeguatamente affrontata richiede un grande sforzo e un coinvolgimento di molteplici attori sociali. Si è fatta strada in questi anni nella coscienza individuale e collettiva l importanza di questo tema ed è sempre più forte la consapevolezza che vivere in un ambiente sano, non inquinato e pulito è una garanzia fondamentale per la salute e il benessere. Per questo l Amministrazione comunale si impegna in vari ambiti d intervento al fi ne di conseguire importanti risultati sul versante delle politiche ambientali. Le direttrici più importanti sono: la gestione dei rifiuti con l obiettivo di sviluppare la raccolta differenziata già oltre il 45% e raggiungere il traguardo del 65% entro il 2012; la tutela delle acque che dopo il rifacimento e potenziamento del depuratore di Borgheria prevede lo sdoppiamento e allaccio delle fognature; si tratta di completare il programma avviato per consentire un corretto utilizzo delle risorse: limitazione degli sprechi continuando a garantire la balneabilità delle nostre acque, consolidare il risultato dell attribuzione della bandiera blu attribuitaci per il sesto anno consecutivo. La qualità dell aria rappresenta una delle più preoccupanti criticità ambientali, per intervenire su questo problema il Comune attiva diverse azioni che vanno dalla mobilità sostenibile alla qualità del parco veicolare, passando per un forte incentivo dei mezzi pubblici e l implementazione del verde urbano, e lo sviluppo della mobilità ciclabile. L impegno per il completamento delle piste ciclabili registra un ulteriore sviluppo con l acquisizione gratuita delle aree per il completamento della ciclabile da viale Trieste ai Gelsi. Avremo così tutta la spiaggia servita dalla pista ciclabile. Proseguono, i lavori della pista ciclabile lungo il Foglia fi no all Adriatic Arena. Stanno per partire i lavori della ciclabile Teatro-Stazione-ospedale, così si potrà percorrere in tutta sicurezza il tragitto dal teatro Rossini alla stazione fi no ad arrivare all ingresso del S.Salvatore. La nostra città potrà così contare su oltre 50 Km di piste ciclabili. Un traguardo che ci pone ai primi posti in questo importante settore della mobilità urbana e della qualità ambientale complessiva. Luca Acacia Scarpetti capogruppo IdV Ambiente? Purtroppo è uno dei buchi neri della nostra Amministrazione. Venti righe sono il nulla per giustifi care una affermazione così forte, ma di motivazioni ne abbiamo tante e corpose. Un esempio? Le città vicine come Fano, Gabicce, Cattolica, Riccione, Rimini, Senigallia, hanno da oltre 20 anni i propri refl ui fognari completamente collegati al depuratore, noi oggi, nemmeno il 50%. Non si riutilizza ancora neanche un litro di acqua refl ua almeno per scopi agricoli o di verde pubblico, non si riutilizzano quei pochi fanghi di depurazione prodotti, manca di fondo una sensibilità e una adeguata cultura ambientale, per anni barattata per arredi urbani e convegni. Non c è nulla da scoprire, c è solo da applicare quanto altrove ormai collaudato. Il discorso è più complesso e più dipendente da fattori terzi sia per quanto riguarda la tematica aria che il problema rifi uti. Già IdV ha fatto approvare di recente una mozione a favore di un impianto centrale di separazione dei rifi uti, lasciando eventualmente la separazione manuale alla sola frazione umida. Il porta a porta o le isole di raccolta, per quanto lodevoli, sono comunque strumenti insuffi cienti per risolvere defi nitivamente il problema. Nessun processo comunque, basta proteste e solo proposte, a patto che la maggioranza mostri giusta sensibilità e decida di cambiare passo sul tema ambiente. Il silenzio assordante su tali tematiche, è evidente, e non può essere certo un privato (Hera) a dettare l agenda delle priorità civiche, noi a questa politica non ci stiamo. Giovanna Cassiani capogruppo LiberiXPesaro Partendo dalla premessa di salvaguardare, tutelare e migliorare lo stato dell ambiente e di assicurare uno sviluppo sostenibile, senza rischi ne per l ambiente ne per l essere umano, dovremmo adottare un adeguata tutela dell ambiente utilizzando come risorsa primaria l ambiente stesso. Il campo delle energie rinnovabili infatti possiede un enorme potenzialità, a partire dal geotermico, il solare, l eolico, sia sul fronte dello sviluppo economico che su quello industriale, un ambito questo dell energia cosidetta pulita da potenziare, publicizzare per la tutela e la salvaguardia del nostro mondo. L economia che rispetta l ambiente è sicuremente, almeno per noi, la risposta a molti problemi come quello dell occupazione, sviluppo economico, ecologico e perchè no anche a quello sociale. La nostra città, a mio parere, sta mettendo in opera meccanismi importanti per la tutela del nostro ambiente difatti l utimo intervento effettuato, per quanto riguarda la rete fognaria appena completata a Case Bruciate, rappresenta un miglioramento anche economico in quanto verrano dismessi i due depuratori. Anche nelle zone di Torraccia e Treponti, la rete fognaria verrà allacciata in un secondo momento al depuratore di Borgheria a servizio di 12 mila abitanti. Altri interventi saranno effettuati anche a S.M. dell Arzilla dove ancora oggi è assente la rete fognaria e sono in essere depuratori privati. A nostro avviso questi sono interventi molto importanti che miglioreranno indubbiamente la qualità dell acqua e del fi ume Foglia che ci permetteranno sicuramente di ottenere nuovamente la bandiera blu certifi cata. Altra cosa, non di poca importanza, è l installazione di pannelli solari fotovoltaici su 7 tetti di edifi ci comunali, su scuole, palestre e sul mercato ortofrutticolo. Anche il nuovo progetto del parcheggio dell Adriatic Arena prevede la realizzazione di pensiline ombreggianti munite di pannelli solari fotovolaici che produrranno 3 milioni kilowat ora. Mi piacerebbe contribuire al miglioramento dell ambiente stilando anche un opuscolo informativo, un vademecum indicante delle semplici azioni che possono contribuire al miglioramento dell ambiente e lasciare perchè no, piu denaro nelle tasche dei cittadini. Rientrano fra i compiti del Comune il controllo e la tutela del verde e delle biodiversità, adottando ogni azione volta a tutelare e proteggere dove è possibile anche con il giusto utilizzo di prodotti idonei all ambiente. Ribadisco con forza anche la teoria di una corretta cultura del riuso come prevenzione ambientale nella produzione dei rifi uti perchè allungando la durata di vita dei beni, si riduce notevolmente la quantità dei rifi uti stessi. Quanto sopra per il nostro gruppo è un dovere etico da proporre alle nuove generazioni, non solo per un ambiente più vivibile ma soprattutto per un mondo nuovo ricco di valori. Piergiorgio Cascino capogruppo PdL Pesaro è una città ricca, alla quale la natura ha elargito doni con generosità: il mare, due belle e verdeggianti colline, una dolce vallata che ci unisce con l entroterra. Pesaro un tempo era meta di tantissima gente che veniva nella nostra città per la sua aria salubre, in riva al mare a godersi i suoi giardini (conosciuti da tutti come i giardini Pesaresi) i viali alberati, le belle ville liberty dei primi del novecento, con la sua rotonda sul mare. Era considerata una località dove ritemprarsi e curarsi dallo stress di chi viveva lontano dal mare o nelle grandi città. Lo sviluppo economico ha toccato la nostra Pesaro. Abbiamo edifi cato tanto e male, senza curarci del verde, nonostante una vecchia legge preveda ancora che per tanti metri edifi cati vi siano proporzionalmente nuove piantumazioni. Sono state abbattuti villini e costruzioni a due e tre piani, al loro posto grandi palazzoni, non propriamente belli dal punto di vista estetico, dimenticandosi i parcheggi e lasciando la stessa viabilità. Non abbiamo più curato il verde esistente, con potature idonee, anzi i viali alberati ricchi di vegetazione di 40/50 anni sono stati trasformati in strade, abbattendo gli alberi e mettendo a dimora piante che forse tra 40/50 daranno ombra e permetteranno l abbattimento dell anidride carbonica, vedi Viale Mancini, Zanella. Abbiamo il Parco Miralfi o- re che ha permesso a Pesaro di essere tra le prime città per metriquadri di verde per cittadino, ma visto che questo parco è stato acquisito dalla città negli anni 90, non capisco per quale motivo non si sia continuato a curare ed incrementare il verde in tutte le sue forme nella nostra città. Perché non si stimolano i privati ad arricchire i loro giardini, agevolandoli ed aiutandoli nella manutenzione invece di mandargli delle ingiunzioni o diffi de per il pericolo che le loro piante creano, quando sono al confi ne con strade o suoli pubblici. Stiamo aggredendo il nostro ambiente con polveri sottili, causate dal grande traffi co ancor più esasperato dalla mancanza di parcheggi al centro e di parcheggi scambiatori periferici e da riscaldamento domestico, usiamo pesticidi e diserbanti che danneggiano l eco sistema. Il fi ume che dovrebbe esser una grande risorsa per la città, ma è ancora ricettacolo di rifi uti e scarichi sia dall entroterra sia dalla città di Pesaro. Inquinamento acustico, motorini, con motori truccati che senza alcun rispetto delle normative scorazzano creando un rumore infernale ed inquinamento, sia lungo mare che in periferia, eludendo spesso i controlli. Il nostro Parco San Bartolo patrimonio di Pesaro deve essere usufruibile da tutti nel rispetto dell ambiente e delle regole dovrebbe essere il nostro polmone verde. Massimo Cesarini capogruppo La Rosa di Pesaro Spesso le problematiche ambientali hanno dimensioni sovra comunali. Questo non signifi ca comunque che l amministrazione cittadina debba starsene con le mani in mano. Tra l altro il tema ambientale è strettamente legato alla salute delle persone; un ambiente sano comporta l insorgenza di un minor numero di malattie. Detto questo sono senz altro apprezzabili tutti quegli interventi che producano effetti positivi verso l ambiente che ci circonda; tra questi sono annoverabili la realizzazione di nuove piste ciclabili dirette a dare sollievo alla viabilità pesarese. L Amministrazione comunale è invece ancora carente sotto il profi - lo del monitoraggio e del controllo. Tre esempi su tutti: le polveri sottili, il transito dei camion sulla banchina portuale ed il recente inquinamento incorso nell area ex Amga. Relativamente alle polveri sottili sembrerebbe un problema ormai superato tenuto conto che non se ne parla più; il problema è comunque più vivo che mai. Era forse opportuno rafforzare il sistema informativo e quello di monitoraggio posizionando magari qualche centralina di rilevamento in più anziché toglierla. Lo stesso discorso vale per il transito dei mezzi pesanti nella banchina portuale. Altro discorso è per l inquinamento nell area ex Amga. Qui sono mancati tutti quei controlli che forse necessitavano nei confronti di coloro che intervengono in quei siti industriali dismessi ove la possibilità di inquinamento è più elevata. Le conseguenze ora sono sotto gli occhi di tutti. Da ultimo merita senz altro attenzione l uso eccessivo del territorio comunale causato da una urbanizzazione spesso e volentieri sovradimensionata rispetto ai reali bisogni cittadini; basta solo guardarsi un attimo intorno per rendersi conto dei numerosi locali o strutture da adibire alla produzione, al commercio, al terziario che sono chiusi o sfi tti. Se poi ci orientiamo verso il residenziale non è un caso che siano circa gli appartamenti sfi tti a Pesaro. Questi sono indicatori su cui dovremmo rifl ettere prima di utilizzare altro territorio comunale. Alessandro Fiumani Gruppo Misto Caccia Ambiente Negli ultimi anni, sempre con maggiore frequenza, sento usare il termine intervento rispettoso dell ambiente per convincere i cittadini della bontà di alcune scelte urbanistiche che vanno dalla realizzazione dei nuovi enormi condomini di Largo Ascoli Piceno, costruiti all interno dell area golenale del fi ume, alla autorizzazione rilasciata per la ristrutturazione degli ex depositi di legname siti sul lungofoglia Caboto, ora ridenti appartamenti a schiera realizzati proprio dentro il letto del fi ume Foglia, fi nendo, come dice il Sindaco Pesaro città dei motori autorizzando una pista per go-kart in una delle poche zone fl uviali rimaste intatte da un punto di vista ambientale, dopo l orgia urbanistica degli anni 80-90, che ha riempito la valle del Foglia di capannoni industriali, molti dei quali ormai chiusi o addirittura in rovina. Di contro osservo una ineffi cace manutenzione del verde cittadino, seguita a ruota dalla inesistente manutenzione delle strade pubbliche, soprattutto quelle periferiche e del costante abbandono e incuria del territorio, che nello scorso inverno ci ha regalato una serie infi nita di frane e smottamenti. A questo punto chiedo alla attuale Amministrazione quale vocazione intende attribuire al nostro territorio, industriale, terziario, turistica. Credo che l insieme di queste attività produttive sia incompatibile per uno sviluppo reale e duraturo del territorio comunale pesarese. Credo piuttosto che dobbiamo coltivare e vendere quello che ci rimane della nostra cultura, tramandata saggiamente da chi ci ha preceduto, che è la bellezza delle nostre colline, il mare le spiagge e gli ambienti naturali lungo il fi ume Foglia, che a mio avviso sono la vera ricchezza del territorio. -13-

14 Notizie&Flash Pesaro in breve Una sede per l associazione Verderame Il Comune di Pesaro affi da all associazione Verderame una sede per costruire la Casa dell Economia solidale, uno spazio di incontro tra idee, valori e pratiche sostenibili. Si tratta della struttura situata accanto all arco Miralfi ore, meglio conosciuta come la Limonaia. In questo spazio, Verderame costruirà dunque la Casa dell Economia Solidale impegnandosi a ristrutturare l edifi cio secondo i principi della bioedilizia e a valorizzare, con le sue attività, quest area di dominio pubblico, per restituirla alla comunità come luogo aperto e partecipato. Verderame - i cui obiettivi sono sostenuti dall assessore al Patrimonio e alla Mobilità Andrea Biancani, e dalla Rete di Economia Etica e Solidale delle Marche -, punta a costruire dal basso un economia diversa, fatta di rapporti umani e di rispetto per l ambiente. Per l assessore l obiettivo è sensibilizzare le pubbliche amministrazioni e la cittadinanza verso la diffusione delle logiche della sostenibilità, solidarietà e consumo critico per stimolare circoli virtuosi che portino al benessere dei cittadini, delle imprese e delle associazioni. Per informazioni: S.o.s. compiti, si cercano volontari Il quartiere Santa Veneranda-Pantano e l istituto comprensivo Pirandello cercano volontari - docenti, ex docenti, studenti diplomati, laureati (o vicino alla laurea) - per S.o.s compiti, doposcuola per alunni della scuola primaria da realizzare nel mese di luglio (nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì). Chi fosse interessato a fare questa esperienza di volontariato può contattare la segretaria di quartiere al n. 0721/ o quartiere. entro il 5 giugno. Ami, nuovo deposito a Villa Fastiggi L Ami si appresta a realizzare nella zona di Villa Fastiggi, un nuovo deposito per la propria fl otta di autobus. L annuncio è stato dato dal presidente della società di trasporto pubblico Giorgio Londei e dal sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli. Per realizzare la struttura sono stati investiti circa 4,8 milioni di euro. Il progetto prevede un intervento su circa 19 mila mq, dei quali 3,7 coperti da pensiline, che a loro volta copriranno i mezzi per un totale di circa 100 posti riservati agli autobus e 11 alle auto. Il deposito di Villa Fastiggi è caratterizzato dalla possibilità di svolgere una funzione di assistenza ai mezzi attraverso un offi cina in grado di svolgere tutti i lavori di manutenzione. Nella stessa area saranno previsti anche gli uffi ci, per un totale di circa 200 mq, e, naturalmente, a completare la struttura saranno presenti gli impianti di lavaggio e i distributori di carburante, mentre l impianto di rifornimento di metano - già realizzato -, sarà in funzione nella stessa area dai prossimi giorni. Interessante è, inoltre, la realizzazione contemporanea di un impianto di produzione di energia elettrica di tipo fotovoltaico, inserito sopra le pensiline di copertura degli autobus. Guardia medica turistica, nuova sede La vecchia sede della Guardia medica e turistica di via Trento é andata in pensione. Lo scorso 13 maggio infatti sono stati inaugurati i nuovi locali al Curvone di viale della Vittoria 189, adiacente al vecchio palazzetto dello- Sport. I nuovi spazi sono ampi, idonei e adeguati alle esigenze di cittadini e turisti. Il servizio di Guardia medica (tel 0721/22405) si effettua nei seguenti orari: sabato e prefestivi: dalle 10 alle 8 del giorno successivo al festivo; giorni feriali: dalle 20 alle 8 del giorno successivo. Quattro i medici in servizio di giorno e tre di notte. Il servizio di Guardia medica turistica (tel 0721/21344) opererà come di consueto, da giugno a settembre, in orari prestabiliti e debitamente comunicati. Due i medici in servizio, sia di giorno che di notte. Interquartieri, partiti i lavori per l ultimo tratto Hanno preso il via a fi ne aprile i lavori per la realizzazione di due delle 4 corsie previste nell ultimo tratto dell Interquartieri, quello che collegherà la rotatoria dell Iper Rossini a Strada S. Colomba. Si tratta di un tratto di strada lungo 250 metri. È uno dei pochi casi in cui le opere di urbanizzazione partono prima degli interventi edilizi - spiega l assessore all Urbanistica Luca Pieri -. Il progetto prevede anche la realizzazione di una rotatoria lungo la Urbinate. Prevista inoltre la costruzione di uno stabile di tre piani da destinare a terziario-commerciale, con un parcheggio: la realizzazione è affi data alla ditta veronese Archingegno. Presto - prosegue Pieri -, insieme al recupero dell edifi cio della Viet che passerà da produttivo a terziario, verranno realizzate anche le altre due corsie, più la rotatoria fi nale e la viabilità di collegamento. San Bartolo, benedizione solenne della Croce L Ente Parco San Bartolo ha organizzato, in collaborazione con la parrocchia di Cattabrighe - Santa Marina alta, la benedizione solenne della Croce. Un iniziativa a cui hanno partecipato centinaia di persone, abitanti del parco e non, comprese intere famiglie con tanti bambini. Si è trattato di un momento toccante ed intenso, offi ciato da don Graziano Ceccolini, con cui si è voluto ricordare l installazione della storica Croce del monte Castellaro, avvenuta il 13 aprile del perché la Croce protegga le nostri ridenti campagne ed il bel mare ceruleo, e li faccia fecondi di frutti; perché protegga i nostri fratelli marinai e gli stanchi lavoratori dei campi e delle offi cine, e sia loro di conforto, e sorgente di forti ed onesti pensieri. Con questa preghiera solenne ha ricordato il presidente del parco, Luca Acacia Scarpetti - la parrocchia di Santa Marina inaugurava la prima posa della Croce. Un simbolo divenuto riferimento per naviganti e devoti. Il ritrovamento dell avviso sacro in cui era contenuta, ci ha stimolato a ripetere l avvenimento. E molti dei partecipanti ci hanno anche invitato a ripristinare la processione che si celebrava tutti gli anni, fi no al

15 Notizie&Flash Festa dei Popoli, VII edizione La Festa dei Popoli è giunta alla sua settima edizione. Quest anno propone un tema attuale e accattivante: Camminiamo diritti. Al centro dell attenzione è l urgente e acceso dibattito sui diritti dell uomo. Gli appuntamenti in programma per la Festa dei Popoli sono tre: un Seminario di approfondimento sul diritto dell immigrazione, incontro formativo per avvocati e operatori del settore, realizzato in collaborazione con Provincia, che si terrà mercoledì 26 maggio, alle ore nella sala del Consiglio Adele Bei (via Gramsci 4). Venerdì 28 maggio, alle ore 19, in piazza del Popolo si terrà Aspettando la Festa, ovvero una cena della gluppa multietnica, momento di unione e saluto prima dell attesa giornata interculturale della Festa dei popoli. Parteciperanno volontari e comunità presenti sul territorio. Seguirà la proiezione del fi lm sudafricana Izulu Lami al cinema Astra, alle ore Infi ne, domenica 13 giugno, dalle ore 17 in poi al parco Miralfi o- re avrà luogo l attesa FESTA FINALE, che prevede giochi e laboratori per bambini e ragazzi, scuola di danze popolari, la biblioteca vivente, mostre, musiche e spettacoli etnici, degustazioni di cibi tradizionali. Per informazioni: CENTRO INTERCULTURALE PER LA PACE, tel oppure (martedì e giovedì ) o scrivere a comune.pesaro.ps.it; La scuola diventa museo La scuola primaria di largo Baccelli a Pesaro cambia veste grazie al progetto soqquadro fi nanziato dal quartiere di Pantano/Santa Veneranda ed affi dato per la realizzazione al dipartimento di comunicazione e didattica dell arte dell Accademia di Belle Arti di Urbino. Il salone d accoglienza della scuola di largo Baccelli si trasformerà da esclusivo spazio di passaggio in un luogo di educazione all arte contemporanea. A lavorare al progetto gli studenti Teresa Abate, Giulia Fraternale, Stefania Varvara, Luana Colocci, Veronica Cestari e Patrizia Magnani, insieme ad altri studenti dell Accademia coordinati da Elvis Spadoni, studente esperto in decorazione. La progettazione degli studenti è stata coordinata da Antonella Micaletti, responsabile del dipartimento, con la preziosa consulenza dei prof.ri Sebastiano Guerrera e Piero De Mitri, docenti di tecniche pittoriche e disegno scientifi co all Accademia di belle arti di Urbino. L inaugurazione si terrà il 5 giugno, alle ore 10. Al carcere di Pesaro consegnati gli attestati ai detenuti-corsisti Martedì 5 maggio alle ore 9.30 al carcere di Villa Fastiggi si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati ai detenuti che hanno partecipato al corso di formazione per Esecutore di interventi in campo edile. Il corso, fi nanziato dall Ambito sociale territoriale n. 1 di Pesaro e realizzato dall Agenzia per l innovazione, ha visto la partecipazione di 9 detenuti i quali hanno appreso le competenze necessarie ad eseguire piccoli interventi di manutenzione in campo edile. Durante il corso, i ragazzi, coordinati dal docente-artigiano Riccardo Ghiandoni, hanno ristrutturato una cella andata a fuoco, riportandola a nuovo. I detenuti formati nell ambito del corso potranno applicare, sin da subito all interno dell istituto, quanto appreso proseguendo come lavoranti addetti alla manutenzione dell edifi cio oltre che, una volta fuori dal carcere, utilizzare le loro competenze nel mondo del lavoro. Il corso è stato reso possibile anche grazie alla sponsorizzazione di aziende del territorio che, mostrandosi sensibili all iniziativa, hanno fornito gratuitamente materiali e attrezzature. Si ringraziano per questo le ditte EdilSole srl di Paoletti Leardo e Bartoli Terenzio & C. di Villa Fastiggi. Gli attestati sono stati consegnati, alla presenza degli sponsor, dei docenti e degli educatori del carcere, dall assessore alle Politiche Sociali del Comune, Gerardo Coraducci. Don Marcello Signoretti a Pesaro Il missionario pesarese don Marcello Signoretti è tornato per qualche giorno nella sua città per prendere parte a una serie di incontri organizzati in suo onore e per ricevere un prestigioso riconoscimento. Lo scorso 10 maggio infatti, a palazzo Montani Antaldi, gli è stato consegnato il premio del Circolo della Stampa di Pesaro. Don Marcello Signoretti vive da anni a Soddo, in Etiopia, dove lo scorso dicembre è riuscito - grazie alla solidarietà di tante persone - a far diventare realtà il sogno di realizzare la città dei ragazzi sorridenti (Smiling children town). Il 20 maggio, sempre a palazzo Antaldi, alle ore 18 si è tenuto l incontro una vita per l Etiopia con la testimonianza di don Marcello, mentre per il 10 giugno, alle 21, al cinema Loreto si svolgerà uno spettacolo dialettale con Carlo Pagnini. Giochi e Giocattoli d altri tempi Sabato 29 maggio alle ore 17 alla biblioteca S. Giovanni di Pesaro si svolgerà la presentazione del libro di Adriano Campanari Giochi e Giocattoli d altri tempi. Un tempo i giochi venivano fatti in strada dove ci si sporcava il fondo dei pantaloni e si sbucciava le ginocchia. Il libro Giochi e Giocattoli d altri tempi riporterà indietro nel tempo nonni e genitori e spiegherà ai piccoli di oggi i passatempi ludici di ieri. I giochi e giocattoli dimenticati sono stati ritrovati dall autore del libro attraverso raccolte di testimonianze orali e poi ricostruiti. Giochi e Giocattoli d altri tempi è un libromanuale composto di 170 pagine su cui sono raccontati 90 giochi corredati da disegni semplici ed effi caci. Banda Larga, Pesaro verso la copertura totale Il Comune di Pesaro ha previsto il completamento della copertura del territorio con la rete di connettività a banda larga per offrire pari opportunità tecnologica e condizioni di modernità sia ai cittadini sia alle imprese. Un utile strumento per conoscere criticità e problemi oltre che per informare sugli interventi è senza dubbio il sito web del Comune di Pesaro (www. comune.pesaro.pu.it) che nella sezione Innovazione e tecnologie contiene tutte le informazioni riguardanti la situazione della copertura a banda larga del territorio comunale e lo stato di avanzamento degli interventi tecnici previsti dal Piano Telematico Regionale. Per quanto riguarda le criticità sul nostro territorio - spiega l assessore Andrea Biancani -, posso già anticipare che gli utenti della zona di Candelara e il 50% di quelli di Novilara potranno disporre del servizio di connettività Adsl 2+ entro maggio, mentre per gli utenti della zona Fornace Pica e Ginestreto saranno necessari ancora tempi tecnici, rispettivamente di circa due e dieci mesi. Concorso europeo Disegnami un diritto! La squadra Azobè premiata a Roma Il 14 aprile, nello Spazio Europa della sede della Rappresentanza italiana della Commissione Europea a Roma, si è svolta la cerimonia di premiazione nazionale del concorso europeo Disegnami un Diritto!. I vincitori del concorso nazionale sono: per la categoria di età anni: la squadra Azobè dell associazione Azobè onlus di Pesaro; al secondo posto si è classifi cata la squadra Dama dell istituto comprensivo E. De Amicis di Bergamo, mentre al terzo la squadra L del 193 circolo didattico Quinqueremi di Roma. La squadra vincitrice (Azobè) ha ricevuto anche una menzione speciale per il lavoro complessivo svolto. -15-

16 Acqua corrente. Buona da bere, rispetta l ambiente. Buona, controllata e garantita. Dissetandoci con l acqua del rubinetto non inquiniamo, limitiamo un inutile produzione di bottiglie e il conseguente smaltimento di rifiuti plastici. Adottiamo un comportamento eco-sostenibile per garantire un futuro al nostro pianeta. Pensiamo globale ed agiamo locale: acqua corrente, controcorrente.

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro.

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. Poste Italiane - tassa pagata - invii senza indirizzo auto./dc/er/bo/isi/3627/2003 del 20/06/2003. Alla

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni EcoCentro Lombardia Scheda Tecnica di Approfondimento Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI Nozioni Il Decreto legislativo n. 152/2006, Norme in materia

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI GE.S.IDR.A. S.p.A. Gestione Servizi Idrici Ambientali Via Lazio sn 24055 Cologno al Serio (Bg) Tel. 035 4872331 - Fax 035 4819691 e-mail: protocollo@gesidra.it SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

Dettagli

Bilancio Sociale 2004-2008

Bilancio Sociale 2004-2008 Bilancio Sociale 2004-2008 Ecologia ed Ambiente Rifiuti prodotti Andamento raccolta differenziata L acqua Agenda 21 Risorse sociali presenti sul territorio Ecologia ed Ambiente L attenzione rivolta dall

Dettagli

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE Ordinanza n. 755 del 12 novembre 2013 Oggetto: DIVIETO DI ABBANDONO RIFIUTI E MATERIALI IL SINDACO VISTO D.Lgs 03/04/06 n. 152 e s.m.i. Norme in materia ambientale ed in particolare: - l articolo 178 ove

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

SOMMARIO. .a questo ed altro risponde lo. 1. LA NOZIONE DI RIFIUTO E LA SUA CLASSIFICAZIONE IN BASE AL D.LGS. n 22/97. 2. LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI.

SOMMARIO. .a questo ed altro risponde lo. 1. LA NOZIONE DI RIFIUTO E LA SUA CLASSIFICAZIONE IN BASE AL D.LGS. n 22/97. 2. LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI. Alberto Casarotti Orari Martedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 16,00 Su appuntamento in orari diversi da quelli indicati sopra tel. 0532 299540 fax 0532 299525 rispondiamo

Dettagli

ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA. Comune di Fiordimonte. Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL

ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA. Comune di Fiordimonte. Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA Comune di Fiordimonte Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL SETTIMANA TIPO LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO ENICA Comune di Fiordimonte Comune di

Dettagli

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI PROVINCIA DI PERUGIA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 89 DEL 07-04-2011 OGGETTO: POLITICA AMBIENTALE. OBIETTIVI, TRAGUARDI E PROGRAMMI AMBIENTALI PARERE TECNICO Ai sensi dell Art. 49, comma

Dettagli

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini Utenze domestiche Centro Storico di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Stabilimenti balneari Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA 1. Introduzione Nel corso degli ultimi decenni, l aumento generalizzato della

Dettagli

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune.

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. SCUOLA CULTURA SPORT ASSOCIAZIONISMO VOLONTARIATO Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. L Amministrazione intenderà: garantire spazi sicuri, curati e funzionali

Dettagli

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA ARTICOLO DI RIFERIMENTO FATTISPECIE VIOLAZIONE SANZIONE MINIMO EDITTALE 1.1 Nelle

Dettagli

3 CONSIGLI FACILI PER RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN CASA

3 CONSIGLI FACILI PER RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN CASA 3 CONSIGLI FACILI PER RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN CASA CONSIGLIO #1: SII CURIOSO DI SAPERE QUANTO PUOI RISPARMIARE. RICHIEDI UNA DIAGNOSI ENERGETICA GRATUITA. Il primo passo verso il risparmio di soldi

Dettagli

AMBIENTE, RIFIUTI, VERDE PUBBLICO

AMBIENTE, RIFIUTI, VERDE PUBBLICO AMBIENTE, RIFIUTI, VERDE PUBBLICO 65 66 Ecologia e ambiente Linee programmatiche o Promuovere e potenziare azioni ed interventi volti a migliorare la qualità dell aria, dell acqua e del suolo o Incentivare

Dettagli

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro Carta dei servizi Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana Comune di Nembro Comune di Ranica Comune di Pradalunga Comune di Alzano Lombardo che cos è la carta dei servizi La Carta dei Servizi

Dettagli

SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. Corso di Laurea in Ingegneria per la Sicurezza dell'ambiente e del Lavoro

SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. Corso di Laurea in Ingegneria per la Sicurezza dell'ambiente e del Lavoro SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 1 Normativa di riferimento Legge nazionale di riferimento: Testo Unico in materia ambientale D.Lgs. 152/06 In Lombardia vige la L.R. 26/03 Disciplina dei servizi locali

Dettagli

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale fe r ma t a S. R it a via ma ssaren ti Nella zona intorno a via Scandellara (tra via del Terrapieno, la ferrovia Sfm Veneta e la

Dettagli

LE POLITICHE PER LA MOBILITÀ CICLABILE DEL COMUNE DI TORINO

LE POLITICHE PER LA MOBILITÀ CICLABILE DEL COMUNE DI TORINO LE POLITICHE PER LA MOBILITÀ CICLABILE DEL COMUNE DI TORINO Torino, settembre 2006 Torino 25 26 Febbraio 2009 Gabriella BIANCIARDI Percorsi europei per la mobilità sostenibile 1 TORINO ALCUNI DATI N ABITANTI:

Dettagli

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Le risorse disponibili sulla terra non sono infinite ed è quindi

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

Formazione tecnici di settore EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO

Formazione tecnici di settore EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO Formazione tecnici di settore EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO Particolare attenzione alla mobilità ciclabile QUESTIONI Difficoltà di realizzazione di piste ciclabili Ci sono i percorsi che servono? L

Dettagli

Apriamo le porte alla raccolta differenziata.

Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Utenze domestiche Borgo San Giuliano di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una

Dettagli

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE . COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE Allegato Delibera di Giunta Comunale n. 54 del 15.02.2010-1 - INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi

Dettagli

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015 Convegno internazionale AUTONOMIA È SALUTE PESARO RO. A scuola ci andiamo da soli. un progetto partecipato per l autonomia dei bambini e la mobilità sostenibile arch. Paola Stolfa Roma - 23 novembre 2015

Dettagli

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE UN PROGETTO PARTECIPATO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Ecosistema bambino 2009 dati comunali anni 2006-2007 - 2008 2 parte METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE Il ogni anno propone il progetto agli Istituti

Dettagli

Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it

Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it Vallarsa, lì 10 dicembre 2013 Oggetto: questionario relativo ai consumi energetici

Dettagli

Raccolta differenziata di prossimità. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Raccolta differenziata di prossimità. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata di prossimità. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Le risorse disponibili sulla terra non sono infinite ed è quindi indispensabile

Dettagli

Un sacco. di differenza

Un sacco. di differenza Un sacco di differenza Utenze domestiche - Q.re Porto Un sacco di differenza Buongiorno, il Comune ed Hera ti danno una buona notizia: inizia la nuova stagione dei rifiuti nel centro storico. Da oggi nel

Dettagli

Comune di Arluno. 21 Progetti

Comune di Arluno. 21 Progetti Comune di Arluno 21 Progetti Scheda di progetto 1/21 Tecnico settori urbanistica ed ecologia Piano regolatore generale con supervisione del PTCP e della VAS Tempi del progetto L intera comunità Il nuovo

Dettagli

La Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi La Carta dei Servizi - Allegato B - DETTAGLIO SULLE STRUTTURE E I SERVIZI FORNITI Le principali attività garantite da ACEA sono: la raccolta stradale per eco-punti; le raccolte domiciliari; il lavaggio

Dettagli

CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I

CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I parte Introduzione Generale Acqua, rifiuti ed energia rappresentano tre questioni fondamentali per il futuro del nostro pianeta. Emergenze ambientali

Dettagli

PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO

PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO www.cleanpowerenergia.it FOR A NEW LIFESTYLE CONTRIBUISCI A CREARE UNA CITTÀ MIGLIORE. PASSA A CLEANPOWER. www.cleanpowerenergia.it LA FILOSOFIA DI CLEANPOWER

Dettagli

I Professionisti della Green Economy

I Professionisti della Green Economy I Professionisti della Green Economy MR GREEN, ACCOMPAGNARTI NEL ENERGETICO LA NOSTRA SOLUZIONE: ENERGIE Esistono molti modi per risparmiare Energia, Vivere il Confort è la proposta MR GREEN. MR GREEN,

Dettagli

riqualificare risparmiare guadagnare

riqualificare risparmiare guadagnare riqualificare risparmiare guadagnare Il valore da proteggere Spesa annua per il riscaldamento domestico Francia 1150 Spagna 1116 Germania 1104 Ambiente, Energia e Casa. Tre parole unite da un unico comune

Dettagli

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA Comune di Montemarciano GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 2015 Valido dal 01.02.2015 al 31.05.2015 LE MODALITÀ DI RACCOLTA LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO Frazione organica Da

Dettagli

PIANO FINANZIARIO T.A.R.I.

PIANO FINANZIARIO T.A.R.I. COMUNE DI MARANO DI VALPOLICELLA (Provincia di Verona) PIANO FINANZIARIO T.A.R.I. Allegato "B" alla CC. n. 13 del 27.07.2015 f.to Il Segretario Comunale ANNO 2015 1 1. PREMESSA Il presente documento riporta

Dettagli

L efficienza energetica nella sanità in Italia. Un caso di eccellenza: l Azienda Ospedaliera di Perugia.

L efficienza energetica nella sanità in Italia. Un caso di eccellenza: l Azienda Ospedaliera di Perugia. L efficienza energetica nella sanità in Italia. Un caso di eccellenza: l Azienda Ospedaliera di Perugia. Il nostro mondo sta cambiando 2 2N. 2 Nel 2050, la popolazione mondiale sarà di 9.1 miliardi di

Dettagli

COMUNE DI VERDELLO PROVINCIA DI BERGAMO ORDINANZA N. 21 DEL 03.08.2015

COMUNE DI VERDELLO PROVINCIA DI BERGAMO ORDINANZA N. 21 DEL 03.08.2015 COMUNE DI LLO PROVINCIA DI BERGAMO ORDINANZA N. 21 DEL 03.08.2015 OGGETTO: ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE DI DEPOSITO TEMPORANEO DEI RIFIUTI PRESSO L AREA COMUNALE ANTISTANTE L ATTUALE SITO DI CORSO

Dettagli

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Nave San Rocco Provincia autonoma di Trento Via 4 vembre, 44 38010 NAVE SAN ROCCO 0461/870641 0461/870588 www.comune.navesanrocco.tn.it sindaco@comune.navesanrocco.tn.it F853-4139 - 24/08/2015-6.9

Dettagli

Con la partecipazione del

Con la partecipazione del Con la partecipazione del Treno Verde 2012 La vera generosità verso il futuro consiste nel donare tutto al presente. Albert Camus Il futuro è già qui Un viaggio attraverso la sostenibilità ambientale:

Dettagli

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS è una realtà aziendale italiana, con sistema di qualità certificato ISO 9001:2008, che opera nell impiantistica meccanica e termoelettrica industriale, realizza costruzioni

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA ZONA ARANCIO ZONA VERDE EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA I cambiamenti di orari e modalità di conferimento per un servizio ancora più puntuale ed efficiente. Per un centro cittadino

Dettagli

I cassonetti a «calotta» arrivano a Gavardo COMUNE DI GAVARDO

I cassonetti a «calotta» arrivano a Gavardo COMUNE DI GAVARDO L obiettivo delle norme italiane, conforme alle indicazioni dell Unione Europea, è il 65% di Raccolta Differenziata entro il 31 dicembre 2012 per garantire una migliore qualità dell ambiente e della nostra

Dettagli

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO fotovoltaico clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Il Centro di Raccolta Differenziata dei rifiuti è un area presidiata ove si svolge l attività di raccolta

Dettagli

Calendario Raccolta Rifiuti

Calendario Raccolta Rifiuti P Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona Calendario Raccolta Rifiuti Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta La nuova guida per la raccolta differenziata porta a porta. Più vicino a te,

Dettagli

FOR A NEW LIFESTYLE. www.cleanpowerenergia.it

FOR A NEW LIFESTYLE. www.cleanpowerenergia.it FOR A NEW LIFESTYLE www.cleanpowerenergia.it LA CITTÀ STA CAMBIANDO: CAMBIA IL TUO STILE DI VITA. www.cleanpowerenergia.com LA FILOSOFIA DI CLEANPOWER PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO COSTRUISCI

Dettagli

FORUM AGENDA 21 LOCALE MANTOVA. Appendice al Piano d'azione Le Priorità

FORUM AGENDA 21 LOCALE MANTOVA. Appendice al Piano d'azione Le Priorità di Mantova - Assessorato Ambiente FORUM AGENDA 21 LOCALE MANTOVA Appendice al Piano d'azione Le Priorità Agenda 21 Mantova - via Roma 39 46100 MANTOVA - @mail:agenda21lmantova@domino.comune.mantova.it

Dettagli

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG 3 I PROMOTORI Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG I DESTINATARI - Sistema Produttivo - Pubblica Amministrazione - Cittadini OBIETTIVI Incentivare il

Dettagli

IL GIARDINO DEL LAVORATORE Quartiere Stanic - Bari. Campagna nazionale per il recupero di aree a forte degrado ambientale e sociale

IL GIARDINO DEL LAVORATORE Quartiere Stanic - Bari. Campagna nazionale per il recupero di aree a forte degrado ambientale e sociale Campagna nazionale per il recupero di aree a forte degrado ambientale e sociale IL GIARDINO DEL LAVORATORE Quartiere Stanic - Bari in collaborazione con Come si arriva Dalla tangenziale prendere l uscita

Dettagli

NovaE e Consorzio Agrario

NovaE e Consorzio Agrario NovaE e Consorzio Agrario Insieme per accompagnare le aziende agricole verso un futuro sostenibile è una partnership NovaE aiuta le imprese agricole, scegli un partner affidabile per investire nell ambiente.

Dettagli

CENTRAL PARK Soluzioni per il Risparmio Energetico e la Salvaguardia Ambientale previste nell ambito del Piano Attuativo di iniziativa mista pubblico-privata dell area Officine Franchi- Bastia Umbra L

Dettagli

Tavolo: VERDE URBANO

Tavolo: VERDE URBANO Contributi dai cittadini Tavolo: VERDE URBANO 24 0 5 Più verde in città a) Preservare e Aumentare il Verde comune in città. b) Se un albero va tagliato per qualunque motivo automaticamente se ne pianta

Dettagli

D Come rispettare l ambiente Territorio e Ambiente

D Come rispettare l ambiente Territorio e Ambiente D Come rispettare l ambiente Territorio e Ambiente 1. L energia - L ambiente - L inquinamento ridurre i fabbisogni di risorse energetiche del Comune ed incentivare le stesse azioni anche ai cittadini tutelare

Dettagli

Azioni e Monitoraggio. Francesca Inverardi Servizio Pianificazione Territoriale, Ambiente e Politiche culturali Responsabile U.O.

Azioni e Monitoraggio. Francesca Inverardi Servizio Pianificazione Territoriale, Ambiente e Politiche culturali Responsabile U.O. Azioni e Monitoraggio Francesca Inverardi Servizio Pianificazione Territoriale, Ambiente e Politiche culturali Responsabile U.O. Qualità dell Aria 2 Le azioni Le azioni discendono dalle strategie di Mitigazione

Dettagli

Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO

Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO La natura non spreca l uomo sì! s Sì!!! Primo comandamento :

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE COMUNE DI SPELLO Provincia di Perugia REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE Approvato con deliberazione consiliare n. 9 del 14 marzo 2005 Modificato ed integrato con deliberazione consiliare

Dettagli

Gabriele Florindi. Saluto del Sindaco IMPARIAMO A CONOSCERE L ECOCENTRO. Caro Concittadino,

Gabriele Florindi. Saluto del Sindaco IMPARIAMO A CONOSCERE L ECOCENTRO. Caro Concittadino, Saluto del Sindaco Caro Concittadino, Il tema ambientale è legato intimamente al rispetto del territorio che, per questa Amministrazione, nonché per la nostra gente, rappresenta un immenso valore. E grazie

Dettagli

DOCUMENTO del gruppo La città accessibile

DOCUMENTO del gruppo La città accessibile DOCUMENTO del gruppo La città accessibile TITOLO DELLA PROPOSTA: Bella e accessibile Follonica /problemi di ieri e di oggi Fino al 1836 poco più di uno stradello collegava il primo forno fusorio, Forno

Dettagli

CITTÀ DI RAGUSA SETTORE VIII. www.comune.ragusa.it. ORDINANZA N. 275 R.O.S. del 06/02/2012. Oggetto: Regolamentazione servizio integrato dei rifiuti.

CITTÀ DI RAGUSA SETTORE VIII. www.comune.ragusa.it. ORDINANZA N. 275 R.O.S. del 06/02/2012. Oggetto: Regolamentazione servizio integrato dei rifiuti. CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE VIII Ambiente, Energia, Protezione Civile Via Mario Spadola, 56 Pal. Ex Consorzio Agrario - Tel. 0932 676436 Fax 0932 676438 - E-mail giulio.lettica@comune.ragusa.gov.it

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 TERRITORIO Potenziamento delle strutture sul territorio : Realizzazione di progetti ex novo e di ristrutturazione affiancati da richieste di assegnazione di fondi europei,

Dettagli

MODULO DIDATTICO. Ufficio Agenda 21 del Comune di Udine Anno 2009. La scuola sostenibile PUBBLICAZIONE DI FINE PROGETTO

MODULO DIDATTICO. Ufficio Agenda 21 del Comune di Udine Anno 2009. La scuola sostenibile PUBBLICAZIONE DI FINE PROGETTO MODULO DIDATTICO Ufficio Agenda 21 del Comune di Udine Anno 2009 La scuola sostenibile PUBBLICAZIONE DI FINE PROGETTO Agenda 21 e la scuola Il coinvolgimento delle scuole nei processi di Agenda 21 costituisce

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO RACCOLTA RIFIUTI SOVRACCOMUNALE DI CANZO (CO)

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO RACCOLTA RIFIUTI SOVRACCOMUNALE DI CANZO (CO) Comunità Montana Triangolo Lariano Gestione Associata dei Servizi di Igiene Urbana, Raccolta Differenziata e Smaltimento RSU REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO RACCOLTA RIFIUTI SOVRACCOMUNALE DI CANZO

Dettagli

Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili

Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili Introduzione Nome dell ente Comune di Padova, Italia Logo del

Dettagli

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 27/04/2012. INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi di applicazione

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

COMPANY PROFILE ENTRA IN MONDO ENERGETICO. TUTTA UN ALTRA ENERGIA.

COMPANY PROFILE ENTRA IN MONDO ENERGETICO. TUTTA UN ALTRA ENERGIA. COMPANY PROFILE ENTRA IN MONDO ENERGETICO. TUTTA UN ALTRA ENERGIA. QUANDO NON C È ENERGIA NON C È COLORE, NON C È FORMA, NON C È VITA. (CARAVAGGIO) 3 MONDO ENERGETICO. MONDO ENERGETICO OFFRE SISTEMI INTEGRATI

Dettagli

Comfort a 1,50 /mq. Impaginato OK.indd 1 10/09/2007 12.44.31

Comfort a 1,50 /mq. Impaginato OK.indd 1 10/09/2007 12.44.31 Comfort a 1,50 /mq Impaginato OK.indd 1 10/09/2007 12.44.31 Comfort a 1,50 /mq Impaginato OK.indd 2 10/09/2007 12.44.32 La casa in cui si sceglie di abitare deve essere un luogo accogliente, che si integra

Dettagli

IL PAES del Comune di Udine. risposta pianificatoria alle urgenze ambientali

IL PAES del Comune di Udine. risposta pianificatoria alle urgenze ambientali IL PAES del Comune di Udine risposta pianificatoria alle urgenze ambientali Udine, 22 novembre 2012 Patto dei Sindaci Covenant of Mayors L impegno del Comune di Udine a seguito dell adesione al Covenant

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA MONITORAGGIO SULLA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI E SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DESTINATA AL RICICLAGGIO Per poter premiare le situazioni più virtuose nella gestione

Dettagli

Progetto porta a porta

Progetto porta a porta Progetto porta a porta Il presente progetto intende sperimentare su differenti aree campione differenti sistemi organizzativi del servizio per sviluppare la Raccolta Differenziata La base del nuovo sistema

Dettagli

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi?

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi? QUESTIONARIO A) Risparmio energetico e fonti rinnovabili nelle abitazioni residenziali. Indagine conoscitiva ai fini dello sviluppo del Piano d Azione per l Energia Sostenibile 1.Quale tipo di abitazione

Dettagli

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani.

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Enel è la più grande azienda di energia elettrica d Italia e la seconda utility quotata d Europa per capacità installata. È un operatore integrato, attivo

Dettagli

Le eccellenze energetiche del Comune di Rozzano. Ing. Marco Masini Presidente CCDP Territorio

Le eccellenze energetiche del Comune di Rozzano. Ing. Marco Masini Presidente CCDP Territorio Le eccellenze energetiche del Comune di Rozzano Ing. Marco Masini Presidente CCDP Territorio Il Comune di Rozzano 12,5 kmq 40.502 abitanti (31/12/08) 73 km strade comunali 6 km strade provinciali 4 km

Dettagli

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità Elettrica l energia che sposta le persone Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità ecologica? L automazione elettrica delocalizza l inquinamento? polveri

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE GUIDA ALLA LETTURA Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE 1) Indicazioni generali 2) Spiegazione singole schede dalla n. 15 a seguire INDICAZIONI GENERALI

Dettagli

POWER HOUSE EUROPE INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DEL VS. CASO DI STUDIO

POWER HOUSE EUROPE INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DEL VS. CASO DI STUDIO POWER HOUSE EUROPE INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DEL VS. CASO DI STUDIO Siamo lieti del Vs. Interesse a presentare un caso studio al fine di condividere la Vs. Esperienza con altri organizzazioni europee

Dettagli

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Antonio Marrazzo Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano Attività dei diversi settori PROGETTI - N 101 - EDILIZIA SCOLASTICA tot 21.000.402,38 24% STRADE tot 12.155.500 23% ALLOGGI COMUNALI

Dettagli

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT 1 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT Mobility Managment La Commissione mondiale sull ambiente e lo sviluppo (Rapporto Brundtland, 1987), ha definito lo sviluppo

Dettagli

1. Presentazione della società. 2. Perché una carta dei servizi 3. PRINCIPI FONDAMENTALI. Validità della carta

1. Presentazione della società. 2. Perché una carta dei servizi 3. PRINCIPI FONDAMENTALI. Validità della carta ! "! 1. Presentazione della società Cisterna Ambiente è l azienda partecipata dal Comune di Cisterna di Latina che gestisce nel territorio comunale i servizi ambientali e cioè la pulizia della città, la

Dettagli

Esistono vari tipi di inquinamento:

Esistono vari tipi di inquinamento: L inquinamento L inquinamento è un alterazione delle caratteristiche ambientali. Queste variazioni possono essere provocate da fenomeni naturali e da fenomeni dovuti all azione dell uomo, in particolar

Dettagli

SCHEDA SINTETICA STAZIONE ECOLOGICA

SCHEDA SINTETICA STAZIONE ECOLOGICA SCHEDA SINTETICA STAZIONE ECOLOGICA Stazione ecologica attrezzata: area per il deposito temporaneo di rifiuti ottenuti solo dalla raccolta differenziata Via Romea Via Spinelli COSA E LA STAZIONE ECOLOGICA

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado P. Cafaro -Andria. PROGETTO di EDUCAZIONE AMBIENTALE

Scuola Secondaria di Primo Grado P. Cafaro -Andria. PROGETTO di EDUCAZIONE AMBIENTALE Scuola Secondaria di Primo Grado P. Cafaro -Andria Anno Scolastico 2009 / 2010 PROGETTO di EDUCAZIONE AMBIENTALE Referente del progetto Prof. ssa Arcangela Quacquarelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

Dettagli

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale A. PARTE DESCRITTIVA Si richiede la conferma / aggiornamento dei dati riportati nelle analoghe caselle della scheda di

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Allegato 1 - Metodo per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella regione Friuli Venezia Giulia

Allegato 1 - Metodo per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella regione Friuli Venezia Giulia Allegato 1 - Metodo per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella regione Friuli Venezia Giulia 1. Premessa Al fine di consentire una contabilizzazione uniforme della

Dettagli

Prot. Ordinanza n 1679

Prot. Ordinanza n 1679 Prot. Ordinanza n 1679 Oggetto: Raccolta domiciliare differenziata dei rifiuti urbani ed assimilati, denominata porta a porta, nel territorio comunale di alcuni quartieri. Il Dirigente del Servizio Qualità

Dettagli

II Settore. GUIDA alla raccolta DIFFERENZIATA. campagna informativa sulla nuova raccolta differenziata

II Settore. GUIDA alla raccolta DIFFERENZIATA. campagna informativa sulla nuova raccolta differenziata II Settore GUIDA alla raccolta DIFFERENZIATA campagna informativa sulla nuova raccolta differenziata CAMPAGNA PROMOZIONALE PESCHICI PULITA LETTERA INVITO AI CITTADINI Cari Cittadini, II Settore questa

Dettagli

DECOR HOUSE LA BIOEDILIZIA. 1. Conoscenza delle specificità locali del sito, come ad esempio,

DECOR HOUSE LA BIOEDILIZIA. 1. Conoscenza delle specificità locali del sito, come ad esempio, LA BIOEDILIZIA Costruire in armonia con l ambiente significa riconoscere che la casa fa parte di un ecosistema che si estende al di là delle pareti domestiche. Risulta fondamentale, pertanto, scegliere

Dettagli

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO VISTE e RICHIAMATE integralmente le proprie Ordinanza Sindacali n 213 del 13 novembre 2009 disciplinante il servizio di raccolta dei rifiuti urbani

Dettagli

Piano dei Tempi e degli Orari (PTO) Progetto Pilota Rione Vittoria

Piano dei Tempi e degli Orari (PTO) Progetto Pilota Rione Vittoria COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI Assessorato Tempi della Città e Partecipazione Piano dei Tempi e degli Orari (PTO) Progetto Pilota Rione Vittoria Documenti tratti da: Dossier conclusivo terza fase luglio

Dettagli

PERCORSO PARTECIPATIVO di SUPPORTO ALLA REALIZZAZIONE DEL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI MEDICINA

PERCORSO PARTECIPATIVO di SUPPORTO ALLA REALIZZAZIONE DEL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI MEDICINA PERCORSO PARTECIPATIVO di SUPPORTO ALLA REALIZZAZIONE DEL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI MEDICINA -- RELAZIONE FINALE -- A cura di Leonardo Dovigo Marzo 2014 0 PERCORSO PARTECIPATIVO

Dettagli

Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, 10 10125 Torino

Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, 10 10125 Torino 13/286 Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, 10 10125 Torino ASSUNZIONE DI UN FINANZIAMENTO FINALIZZATO ALLA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO RESIDUO CORRELATO ALLA REALIZZAZIONE DEL CENTRO DEL DESIGN

Dettagli

RICARICANDO IL PIANETA

RICARICANDO IL PIANETA RICARICANDO IL PIANETA UN PENSIERO 100% GREEN La General Building - Energie rinnovabili nasce da un idea che risale al 2000 dell imprenditore Marco Maracci il quale, forte della sua lunga esperienza nel

Dettagli

SUPPORTO DIDATTICO LA STORIA DI ETRUSCA. Come sarebbe vivere in un mondo rispettoso di ambiente e persone dove la mobilita sostenibile e realta.

SUPPORTO DIDATTICO LA STORIA DI ETRUSCA. Come sarebbe vivere in un mondo rispettoso di ambiente e persone dove la mobilita sostenibile e realta. SUPPORTO DIDATTICO LA STORIA DI ETRUSCA Come sarebbe vivere in un mondo rispettoso di ambiente e persone dove la mobilita sostenibile e realta. Istruzioni Questa è la storia di Etrusca, una bambina che

Dettagli