Settimanale di A, B, Lega Pro, Serie D, Calcio Femminile, Calcio a 5 e Politica Sportiva ANNO 7 - N MARZO 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settimanale di A, B, Lega Pro, Serie D, Calcio Femminile, Calcio a 5 e Politica Sportiva ANNO 7 - N 10-12 MARZO 2015"

Transcript

1 Settimanale di A, B, Lega Pro, Serie D, Calcio Femminile, Calcio a 5 e Politica Sportiva ANNO 7 - N MARZO 2015 LE NOSTRE RUBRICHE SCOMMETTI CON NOI pag. 4 DENTRO IL PALAZZO pag.6 SERIE A FEMMINILE pag.15 DAL CAMPO AL FORO pag.21 CAMPIONATO S.MARINO pag.23 FISCHIETTI FUMANTI LA GESTIONE LEGGERA E LA FINANZA CREATIVA ALL AIA DI CITTÀ DI CASTELLO A PAGINA canale 177

2 numero marzo EDITORIALE PERGOCREMA: MACALLI RISCHIA AIA CITTÀ DI CASTELLO: PERCHÉ? di FLAVIO La scorsa settimana pubblicammo la nostra copertina con il presidente della Lega Pro Mario Macalli con l elmetto in testa. Mai fummo più profetici, bisogna ammetterlo. Ora è scoppiato, anzi, è riscoppiato il bubbone Pergocrema. Nei mesi scorsi Macalli fu assolto dal Tribunale Ordinario dall accusa di abuso d ufficio, ma evidentemente la giustizia sportiva (e un po c era da aspettarselo) la pensa in maniera differente. E lo si capisce già dal dispositivo del deferimento, nel quale si parla apertamente di conflitto di interessi e stabiliva chi dovesse svolgere attività calcistica professionistica nella città di Crema [ ] venendo meno al suo ruolo di imparzialità. Parole e accuse pesantissime, che potrebbero avere già il sapore di condanna. Senza considerare il discorso del mancato pagamento al Pergocrema della quota derivante dai diritti televisivi senza che ricorresse alcuna giustificazione giuridica. Starà a Macalli, ora, trovarla. A pagina 8 potete leggere le parole di commento di Gabriele Gravina, l oppositore di Macalli che, molto signorilmente, decide di non cavalcare l onda e aspettare. Come, evidentemente, la giustizia sportiva e arbitrale decidono di fare con la sezione di Città di Castello dell AIA, palesemente in violazione amministrativa. Siamo venuti in possesso del verbale di controllo da parte del Servizio Ispettivo Nazionale. Bastano poche righe per capire la gravità della situazione (il dettaglio a pagina 12-13): Alla luce di quanto emerso, si evidenzia che la tenuta contabile denota comportamenti di gestione associativa e/o amministrativa palesemente irregolari, non conformi al regolamento e, qualora sia confermata e non spiegata la contabilizzazione con partita Iva fittizia di un operazione da ritenere oggettivamente inesistente, anche di tipo fraudolento. Le copie di questo verbale sono state inviate, tra gli altri, al presidente dell AIA Marcello Nicchi e alla Procura Arbitrale Nazionale. Ed era il 16 maggio del E passato quasi un anno, e il presidente della sezione Morvidoni è ancora al suo posto. E questa la trasparenza di Nicchi? Maurizio Morvidoni, presidente della Sezione di Città di Castello dell AIA (Foto Archivio)

3

4 numero marzo SCOMMETTI CON NOI ORA LA LOTTA È PER L EUROPA di VERONICA BRESCIA Mentre appare ormai certo il verdetto sullo scudetto, la Serie A si infiamma per la lotta al secondo posto e per gli altri posti disponibili in Champions ed Europa League. La Juventus, vincendo con il Sassuolo, si è portata a 11 punti di vantaggio sulla Roma, non ha rivali e vede avvicinarsi sempre di più il quarto scudetto consecutivo. I giallorossi, dopo l ennesimo pareggio, sono alle prese con una ormai conclamata crisi di risultati e vedono avvicinarsi pericolosamente non solo il Napoli, ma anche la Lazio, che con il poker rifilato alla Fiorentina ha raggiunto proprio i partenopei al terzo posto della classifica. Alle loro spalle, Fiorentina, Sampdoria e Genoa si contendono il secondo palcoscenico europeo e la lotta per la salvezza può ancora regalare sorprese. È questo lo scenario alla viglia della 27esima giornata, che ci regala due big match: Roma-Sampdoria e Fiorentina-Milan. La squadra di Garcia, secondo i pronostici, dovrebbe interrompere la lunga serie di pareggi con i blucerchiati: i giallorossi sono proposti a 1.60, la vittoria degli uomini di Mihajlovic vale ben 6 volte la posta. L ennesima X dei giallorossi vale I viola cercano il pronto riscatto dopo la pesante sconfitta subita contro la Lazio e sono avanti nei pronostici rispetto al Milan, con la panchina di Inzaghi in forte rischio: la vittoria della squadra di Montella è a 2, a 3.75 quella dei rossoneri. La Juve capolista va in trasferta a Palermo con la vittoria in tasca a Le quote parlano chiaro su Napoli-Verona: strada in discesa per i partenopei, a 1.80, vale 4.50 la vittoria dei gialloblù. La Lazio ha una gara insidiosa contro l ottimo Torino, per i bookmakers gli uomini di Pioli non si fermeranno ma il pronostico è in bilico: quote vicinissime, con una leggera prevalenza per i biancocelesti, a 2.60, i granata un soffio sotto a 2.75, mentre la X vale L Inter è favoritissima contro il Cesena, ormai con un piede in B, facile vittoria anche per il Genoa, vincente a 1.95 con il Chievo, mentre aver richiamato Zeman sulla panchina potrebbe giovare al Cagliari, dato per favorito nel match con l Empoli a In Atalanta-Udinese, infine, ad avere la meglio saranno gli uomini di neo mister Reja a 2.35, la vittoria dei bianconeri vale 3.20.

5

6 numero marzo DENTRO IL PALAZZO MA CHE FUTURO HA IL NOSTRO CALCIO? di FULVIO BIANCHI Tolte poche eccezioni, siamo messi male. Molto male. Gli ultimi risultati europei, di sicuro benvenuti, mascherano una situazione generale, dalla serie A ai dilettanti, che è preoccupante. Il divario fra noi e il resto d Europa, quella che conta, rischia di aumentare: basta pensare che la Premier League ha appena chiuso un contratto tv da 2 miliardi e 300 milioni a stagione. In Serie A si arriverà a 1,2 miliardi dalla prossima stagione, ed è già un notevole incremento rispetto ad adesso. Ma i club inglesi, che incassano soldi veri anche dai botteghini e dal merchandising, avranno risorse nettamente superiori alle nostre: dovremo accontentarci di molti scambi e parametri zero. Anni fa quando Adriano Galliani disse che l Italia non poteva più permettersi un Ibrahimovic, non fu nemmeno preso in considerazione soprattutto dai giornali sportivi, alla disperata rincorsa di un lettore in più. E ora siamo in questa situazione che allegra non è. Solo la serie A ha 1,7 miliardi di debiti e un patrimonio netto aggregato di soli 213 milioni. E esploso il caso Parma, d accordo, ma ci sono altre situazioni complicate e, come ha fatto notare Tavecchio, se ci Adriano Galliani, ad del Milan. Fu tra i primi a lanciare l allarme sullo stato del nostro calcio (Foto Archivio) fossero ancora i parametri del 2007 chissà quanti club riuscirebbero ad iscriversi al campionato? Ci vogliono capitali freschi, magari in arrivo da Oriente (vedi il Milan) per cercare di stare al passo e non indebitarsi sempre più. La riforma dei campionati può di sicuro aiutare perché i club professionistici (20 in A, 22 in B, 60 in Lega Pro) sono ancora troppi, un anomalia tutta italiana, e soprattutto sempre più in affanno. Bisogna trovare il coraggio di tagliare: Carlo Tavecchio aspetta fine marzo, non c è molto tempo da perdere. Ma ci vogliono progetti seri, non chiacchiere. In serie A, logica vorrebbe che si scendesse a 18 squadre, in B subito a 20 (meglio sarebbe a 18). E in Lega Pro? Claudio Lotito ha in testa un progettino, due soli gironi da 18. Totale, 36 squadre (ora sono 60). Forse è un po troppo drastico ma certo la situazione non è affatto allegra, e il caos in Lega non aiuta di sicuro: ci sono numerosi club che non pagano (o pagano in ritardo) gli stipendi. Fra questi, Novara, Venezia (che ha un proprietario russo), Monza, Barletta, Reggina, Savoia. Ci sono ancora troppe realtà diverse fra loro: se la Salernitana (sempre Lotito...) fa ad esempio spettatori, più di alcuni club di serie A, il Real Vicenza ne fa poche decine. Possono ancora convivere mondi così lontani? ABBONATI A A SOLI 80 ALL ANNO TUTTE LE NOTIZIE DA PER INFO: o

7

8 numero marzo LEGA PRO, ALTRI GUAI MACALLI DEFERITO Il presidente chiamato in causa Per la vicenda dei marchi del Pergocrema di FILIPPO GHERARDI Il Procuratore Federale, esaminati gli atti acquisiti dall A.G.O procedente e valutate le risultanze dell espletata istruttoria, ha deferito al Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare il presidente della Lega Pro Mario Macalli perché nel corso della stagione 2011/2012 e delle stagioni sportive successive, allorché medesimo rivestiva la qualifica di Presidente della Lega Pro, poneva in essere le seguenti condotte: - nel febbraio 2011, registrava a suo nome, presso l Ufficio Marchi e Brevetti della CCIAA di Roma, i marchi Pergocrema, Pergocrema 1932, Pergolettese e Pergolettese 1932; - nel luglio 2012, essendo stato dichiarato il fallimento della U.S. Pergocrema 1932, concedeva in uso gratuito, con potestà di revoca, al sig. Cesare Angelo Fogliazza il marchio Pergolettese 1932 e quest ultimo per accordi interceduti con lo stesso Macalli provvedeva al cambio di denominazione della Soc. Pizzighettone ed il suo trasferimento a Crema; - nell ottobre del 2013, allorché la Pergolettese 1932 veniva promossa dal campionato di Serie D in Lega Pro Seconda Divisione, provvedeva a donare il marchio U.S. Pergolettese 1932 alla stessa società in persona del suo legale rappresentante; con ciò di fatto stabilendo chi dovesse svolgere l attività calcistica professionistica nella città di Crema e con ciò venendo meno al suo ruolo di imparzialità quale Presidente della Lega Pro e Vice Presidente Mario Macalli (Foto Archivio) della Federazione Italiana Giuoco Calcio e in conflitto di interessi per l acquisizione di marchi relativi e denominazioni di società sportive rimanendo a tutt oggi titolare di tre dei quattro marchi registrati a suo nome, sopra indicati. Macalli è stato deferito anche perché nei mesi di aprilemaggio 2012, bloccava il bonifico della somma di euro ,80 dovuta alla U.S. Pergocrema 1932 quale quota dei contributi derivanti dalla suddivisione dei diritti televisivi, senza che ricorresse alcuna giustificazione giuridica, con ciò aggravando la situazione di crisi finanziaria della predetta società, che non ebbe la possibilità di ripianare il debito portato nel ricorso di fallimento e che, dunque, veniva dichiarata fallita dal Tribunale di Crema in data Questo il testo, con accuse pesanti, del deferimento pubblicato lunedì pomeriggio dalla Federcalcio. Da Macalli, al momento di chiudere il giornale, nessuna dichiarazione. Abbiamo raccolto le impressioni di Gabriele Gravina, il primo oppositore dell attuale presidenza Macalli: «Si tratta di un problema vecchio e di natura personale, non mi va e non mi sento di commentare ulteriormente. Rispetto a quanto è stato detto, e a quanto è successo, negli ultimi mesi si tratta di due situazioni assolutamente distinte, anche se mi rendo conto che in un primo momento è pressoché impossibile non collegarle tra loro. Sono tutte cose che lasciano intuire la necessità di un cambiamento. Tuttavia, ribadisco che la mia rimane solo e soltanto un analisi di natura politica, che non si fonda su attacchi personali e peggio ancora su strumentalizzazioni. Non fa parte della mia natura».

9

10 numero marzo SALERNITANA ESULTA BENEVENTO KO E SORPASSATO Il big match parla granata Gabionetta e Calil a segno di F.GIANANDREA DE ANGELIS C era grande attesa per il match dell anno che è andato in scena sabato scorso allo stadio Arechi di Salerno, dove si sono affrontate Salernitana e Benevento, seconda e prima nel girone C della Lega Pro a distanza di due soli punti. In ventimila sono andati a sostenere i propri beniamini, i padroni di casa e 2000 gli ospiti, ma alla fine ha festeggiato solamente una tifoseria, quella granata, esaltata dalle due reti nella ripresa di Gabionetta e Calil per il 2 a 0 finale. Il sorpasso è avvenuto, ma il tempo a disposizione dei sanniti per tornare primi è tanto, solo la Salernitana può governare il suo destino con l obbligo di non fare passi falsi, gli stregoni saranno sempre in agguato fino al termine. Trapela comunque sicurezza dalle parole di Mariano Fabiani, il direttore sportivo della Salernitana, che ci ha parlato di come sono andate le cose durante la partita e di come dovranno continuare: «Siamo molto soddisfatti della vittoria di sabato, la squadra ha assunto il La gioia del giocatori della Salernitana (Foto Archivio) Mariano Fabiani ds dela Salernitana (Foto Archivio) giusto comportamento, quello che serviva in una partita del genere, contro la prima della classe era necessaria un attenzione massimale. Era una gara importante, ma in questo campionato lo sono tutte, ora ne mancano altre dieci e dovremo essere bravi a non commettere errori, praticamente sarà come giocare ogni volta una finale. L importante è mantenere lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto in tutta la stagione, dovremo essere solidi e concentrati ogni volta che scenderemo in campo, solo in questo modo potremo centrare l obiettivo finale». Come dice Fabiani, ogni partita ora rappresenterà una finale, e già mercoledì i ragazzi di mister Menichini saranno impegnati in casa del Lecce terzo in classifica ma sicuramente costruito per traguardi più ambiziosi: «Il Lecce era la squadra accreditata per la vittoria del campionato, ma qualche incidente di percorso li ha allontanati dal primo posto. Hanno comunque una formazione di tutto rispetto, con giocatori importanti come ad esempio Miccoli, quindi sarà una partita molto delicata. Dopo di loro incontreremo il Matera, ma non ci spaventiamo perché prima o dopo bisognava giocarle».

11

12 numero marzo AIA CITTÀ DI CASTELLO IRREGOLARITÀ E MISTERI Le verifiche del maggio 2014 non lasciano dubbi Ma le sanzioni a quando? di FLAVIO GRISOLI Siamo venuti in possesso dei verbali di verifica amministrativa da parte del S.I.N. (Servizio Ispettivo Nazionale) sulla sezione AIA di Città di Castello. La data, riportata sui documenti, è del 16 maggio Quindi dieci mesi fa. I documenti, due, divisi in parte amministrativa e contabile. Mi limiterò a riportare fedelmente quanto scritto su questi documenti, dai quali si evince abbastanza facilmente che la gestione sia amministrativa che contabile della sezione sia stata negli ultimi anni (e chissà quelli precedenti) per così dire, amichevole. Iniziando dalla verifica amministrativa, si legge: Dall analisi del Registro dei verbali di detto Collegio, risulta che lo stesso non ha effettuato il grassetto non è il mio, ma di chi ha compilato il verbale il controllo di legittimità sulle entrate e sugli impieghi della Sezione, nel rispetto dell art.35 comma 5 del regolamento A.I.A.. Anche per quanto riguarda i verbali delle riunioni del Collegio dei Revisori Sezionali di Città di Castello ci sono delle anomalie: Dal riscontro effettuato sui verbali si evince che questi appaiono molto stringati, ripetitivi e inefficaci: Usa un format standard facendo il copia e incolla cambiando i numeri ma le frasi sono sempre le stesse, in due verbali quello del 02/01/2013 a fondo pagina la data riportata (02/10/2012) è della riunione precedente; stessa cosa del verbale datato 03/10/2013 nel quale risulta la data (03/07/2013) anch essa della riunione precedente. Il Collegio non invita mai il Presidente a prendere provvedimenti nei confronti degli associati morosi (ci sono morosi del 2012 e del 2013). Mai un controllo dei bilanci e della loro spedizione a CRA. Maurizio Morvidoni, attuale presidente della Sezione AIA di Città di Castello (Foto Archivio) Non c è mai nessuna annotazione di irregolarità sui mandati di pagamento.. E vedremo tra poco che di irregolarità ce ne sono, eccome. Come confermano gli ispettori: Dai controlli effettuati dal CRS si riscontra sempre la stessa dicitura: SI VERIFICANO I MANDATI DI PAGAMENTO E SI VERIFICA CHE TUTTI SONO ACCOMPAGNATI DA REGOLARE RICEVUTA E/O RICEVUTA E DA FOTOCOPIA DELL ASSEGNO TRATTO DAL C/C SEZIONALE. Dal alla suddetta dicitura è stato aggiunto A/O DA RICEVUTA UTILIZZO BANCOMAT. Per tutto quanto innanzi indicato il CRS, disattendendo l art.35 comma 4 e 5 del Regolamento dell AIA, ha verbalizzato situazioni NON corrispondenti all effettiva realtà degli accadimenti omettendo pertanto di annotare e segnalare le irregolarità riscontrate, invece, da questo Servizio. Ma non è finita qui, perché il grosso dell ispezione (e delle irregolarità) sono riportate nell ispezione contabile. E qui se ne vedono davvero di tutti i colori: Le registrazioni contabili non sono state eseguite né analiticamente e né in stretto ordine cronologico. I pagamenti relativi alle locazioni di impianti sportivi di competenza degli anni sono stati contabilizzati nel secondo semestre del 2012 e nel 2013, rendendo così inattendibili i bilanci consuntivi degli anni Le irregolarità più gravi ed evidenti ricadono sotto la voce Mandati di pagamento : Ad ogni mandato di pagamento non sempre è allegato idoneo documento rilasciato ai sensi di Legge. La maggior parte di essi avvengono senza documento fiscali o senza idoneo documento di pagamento. Inoltre le ricevute delle spese della locazione degli impianti sportivi sono sprovviste di marche da bollo e alcune di esse presentano cancellature e sono sbianchettate. MANDATI DI PAGAMENTO NON CONFORMI

13 13 n.15 mandati sono mancati del documento fiscale valido (ometto per brevità il dettaglio) n.3 mandati sono mancanti del documento di pagamento Le ricevute dei seguenti mandati di pagamento risultano corrette o sbianchettate: n.35, 73, 80. Nel mandato n.52 le due ricevute allegate oltre che corrette sono in fotocopia e corrette nella data di emissione, manca inoltre il documento di pagamento. Nel mandato n.74/12 di 200,00 due ricevute per un importo totale di 150,00 Nei mandati n.31 e 32 del 31/05/2012 risulta allegata una fattura n.1 del emessa da Lazzari Sandro per un importo di 726,00 avente p.iva n (da interrogazione fatta sul sito istituzionale dell Agenzia delle Entrate risulta NON VALIDA. Dalla stessa interrogazione risulta che la prima p.iva del LAZZARI Sandro è ed è stata richiesta in data Il presidente dell AIA Marcello Nicchi (Foto Archivio) Giampaolo Innocenti, ex numero uno dell AIA tifernate (Foto Archivio) Si precisa che tutti gli assegni emessi non risultano mai datati. Quello che si apre di fronte a chi legge è un quadro assolutamente sconcertante, fatto di gestione contabile-amministrativa leggera, se non dolosa. Questo lo riporteranno gli stessi ispettori, nelle conclusioni. Ma non finisce qui. Anche per quanto riguardo la riscossione delle quote associative c è molta confusione e faciloneria: Contributi relativi all anno 2012: risultano inadempienti con il pagamento delle quote associative n.2 associati per un importo di 120,00. Risultano inadempienti con il pagamento della quota 2013 n.16 associati, per un importo totale di 900,00, pari al 20% della forza arbitrale sezionale. Per i contributi la cui scadenza è alla data del 31/03/2014 risultano inadempienti con il pagamento di detto contributo n.47 associati, per un importo totale di 2820,00, pari al 58% della forza arbitrale sezionale. Il presidente Morvidoni, in questo caso, non ha fatto nulla per cercare di recuperare le somme e mettere in mora i contravventori: Il presidente della Sezione, ai sensi dell art.23 comma 3 lettera p) del Regolamento AIA, non ha attivato la procedura di messa in mora per i predetti associati. Si arriva così alle conclusioni, che sono durissime, e chiamano in causa i due presidenti che si sono avvicendati nel periodo sotto la lente d ingrandimento del S.I.N.: Giampaolo Innocenti e Maurizio Morvidoni: Alla luce di quanto emerso, si evidenzia che la tenuta contabile denota comportamenti di gestione associativa e/o amministrativa palesemente irregolari, non conformi al regolamento e, qualora sia confermata e non spiegata la contabilizzazione con partita Iva fittizia di un operazione da ritenere oggettivamente inesistente, anche di tipo fraudolento. Il grassetto, stavolta, è il mio. Questi due documenti sono stati inoltrati al presidente dell AIA Nicchi e alla Procura Arbitrale Nazionale. E da allora non si hanno notizie su come (e se, soprattutto) sia stata valutata questa vicenda. E se, nel caso, siano stati presi dei provvedimenti. Cosa che escludiamo, visto che Morvidoni siede ancora al suo posto. Quello che si legge, però, stride con tutte le parole improntate alla verità, alla lealtà, alla purezza e al rispetto delle regole che Marcello Nicchi ha sempre propinato. E chissà quante altre situazioni borderline (per non dire peggio) ci sono nelle sezioni AIA in Italia. Nicchi si lamenta dei tagli da parte della FIGC? Allora cominciasse a fare le pulci nelle sezioni e vedere se tutti quanti si comportano correttamente. Pagando la quota di iscrizione e non votandosi alla finanza creativa.

14 Colleziona i campioni della Serie A TIM, schiera i più forti e inizia la sfida. Ora anche online!

15 15 LA PARTITA DEL CUORE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE La Res Roma in prima linea Diana Stefani: Grazie a tutti di DELFINA MARIA D AMBROSIO Sabato 7 marzo, nella magnifica cornice dello Stadio Dei Marmi, si è tenuta la prima Partita del Cuore di calcio femminile. Una giornata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne, in occasione anche dell imminente 8 marzo. Si è scelto di riflettere su questo importante tema attraverso lo sport: la Res Roma ha prima sfidato una squadra mista di donne con rappresentanti del mondo spettacolo e altre atlete, per poi giocare contro l ItalianAttori. A scendere in campo, però, sono stati tutti i presenti che hanno voluto esprimere fortemente la loro solidarietà alle donne vittime di violenza. Diana Stefani, presidente della Res Roma ha spiegato: «In pochissimo tempo abbiamo organizzato questa magnifica giornata e devo dire che hanno aderito tante istituzioni e tante associazioni, il CONI ci ha addirittura messo a disposizione lo stadio dei marmi. Noi con questa manifestazione vogliamo dire no alla violenza sulle donne e ad ogni forma di abuso e di discriminazione. Quest ultimo punto si lega, inoltre, alla proposta di legge che tende a tutelare le donne nello sport che devono essere riconosciute a livello professionistico. Questo è un problema che riguarda varie discipline e sono convinta che unire le forze sia particolarmente importante». Non potevamo non scambiare due battute anche con Patrizia Cottini, segretario Dipartimento Calcio Femminile: «Si tratta di una giornata dedicata alle donne e allo sport alla quale il Dipartimento di Calcio Femminile, impegnato nel sociale per avvicinare lo sport alle donne meno fortunate, non poteva non aderire. Queste iniziative sono importantissime, dobbiamo cercare di tutelare le donne. Con questa giornata di festa intendiamo dare un altro segnale nella speranza di sconfiggere un mostro come la violenza sulle donne. Il ringraziamento del Dipartimento va alla Res Roma e alla sua presidente Diana Stefani che non è nuova a queste iniziative». Fabio Melillo, allenatore della Res Roma che ha inoltre battuto 3-1 l ItalianAttori ha spiegato: «Cerchiamo di essere sempre in prima linea in ogni iniziativa che può far riflettere e uniamo l opportunità di far conoscere il nostro mondo, che ne ha fortemente bisogno. Ogni volta, quando ci sono queste giornate, le persone si meravigliano dell alto livello calcistico che possono offrire le nostre ragazze. Dimostrarlo in una cornice del genere fa doppiamente piacere, perché i diritti delle donne vanno sempre tutelati». Non avrebbe bisogno di presentazioni Giacomo Losi, storico capitano della Roma degli anni sessanta, oggi allenatore dell ItalianAttori: «Oggi ci hanno invitato a fare questa partita ed è stata davvero una bella esperienza. I miei ragazzi si sono molto divertiti a giocare contro una squadra che fa un bel calcio e, lo ribadisco, saremo sempre disponibili a partecipare a iniziative meravigliose come questa». Diana Stefani, presidente della Res Roma (Foto Archivio) Fabio Melillo, tecnico della Res Roma (Foto Archivio) Giacomo Losi, icona del calcio italiano. Si è prestato per guidare la selezione degli attori (Foto Archivio) Le squadre nella foto prima della partita (Foto Archivio) Patrizia Cottini, segretario del Dipartimento Calcio Femminile (Foto Archivio)

16 numero marzo SARANNO CAMPIONI AL PRO ROMA Tradizione e innovazione In un pezzo di storia del calcio di DELFINA MARIA D AMBROSIO Una delle società più antiche della Capitale, con più di cent anni di storia alle spalle e quasi 200 bambini iscritti alla scuola calcio: stiamo parlando del Pro Roma. Nata nel 1911, oggi questa realtà riesce a coniugare tradizione e innovazione, offrendo ai propri iscritti la guida di istruttori qualificati e una struttura, quella del campo Danilo Vittiglio, che vanta tanti campi in sintetico. Noi di Saranno Campioni siamo andati a fare visita a questo club per farci raccontare qualcosa di più. Non poteva che fare gli onori di casa Fabrizio Pascucci, presidente Pro Roma, che ha un ritorno a casa. Personalmente, da quest anno è iniziata anche un altra avventura, come tecnico della prima squadra, in questo momento siamo secondi in Prima Categoria, speriamo di riuscire a centrare la promozione». Il presidente ci ha anche spiegato come, in un momento di crisi economica, la società sia andata incontro alle esigenze delle famiglie: «Questo è un quartiere popolare e noi vogliamo essere un punto di riferimento. Per questo abbiamo abbassato ulteriormente il costo di iscrizione, per fare in modo che il calcio sia davvero accessibile a tutti». Fabrizio Pascucci, presidente Pro Roma (Foto Archivio) possiamo che essere soddisfatti, per quanto siano ancora molto piccoli ci sono comunque bambini abbastanza bravi». È d accordo con lui Walter Gabrielli, responsabile Piccoli Amici che con grande emozione ha spiegato: «Allenare questi bambini è un esperienza magnifica. Passare del tempo con loro ti permette di tornare alla loro età e di scrollarti, almeno per quelle ore, tutti i problemi di dosso. Basta guardarli, li vedi correre, giocare, scherzare, e puoi riscoprire la parte più vera e pura del calcio». Una panoramica durante gli allenamenti (Foto Archivio) spiegato: «Abbiamo il vanto di essere una delle società più antiche della città, dalla quale inoltre è nata l AS Roma alla quale siamo anche affiliati. Noi abbiamo rilevato la società nove anni fa, quando ero piccolo venivo qui a vedere mio fratello, che è del 67, giocare a calcio, per me è stato come Marco Ricchioni è il responsabile della fascia d età che va dal 2005 al 2007 e allenatore dei 2005: «Per allenare ci vuole tanta passione, per il calcio ma anche per i bambini. Noi dobbiamo essere prima degli istruttori di vita, e poi degli istruttori di calcio. Anche tecnicamente, comunque, non Il logo della nuova trasmissione

17 17 TOUR PANINI 2015 VIA ALLE FIGURINIADI Nella prestigiosa cornice di Piazza Vittorio Torna l appuntamento più amato di DELFINA MARIA D AMBROSIO Il Tour Panini è, senza dubbio, l appuntamento più atteso da tutti i collezionisti, dagli amanti del mondo Panini che aspettano con ansia la data cerchiata sul calendario, quel giorno in cui è possibile scambiare tantissime figurine con persone di tutte l età che condividono la stessa passione. Per i romani, tutto questo è diventato realtà lo scorso fine settimana, quando i giardini di Piazza Vittorio Emanuele II hanno ospitato la tappa capitolina del tour. Tantissime le persone presenti: uomini, donne e bambini di tutte le età. Una giornata che ha offerto l occasione alle famiglie di uscire insieme e do socializzare con altre persone godendo del divertimento offerto dai tanti giochi organizzati, come racconta un collezionista: «Siamo arrivati qui e abbiamo conosciuto subito altre famiglie, con la scusa di scambiare figurine ci siamo ritrovati a passare delle ore piacevoli insieme». Giacomo Iotti, il capovillaggio (Foto Archivio) Uno scatto della visione d insieme dell evento (Foto Archivio) Un altro collezionista racconta, invece, come quest iniziativa sia importante per terminare l album: «Ci sono tantissime attività che mettono in palio pacchetti di figurine, giochi divertenti e coinvolgenti, e inoltre c è anche l opportunità di scambiare con gli addetti ai lavori dieci doppioni con altrettante figurine che mancano, un grande aiuto per chi ha quasi completato l album». Ad occuparsi di intrattenere tutte le persone presenti c è Giacomo Iotti, capo villaggio del Tour Panini, che ci ha spiegato: «Da quest anno l evento ha preso il sottotitolo delle Figuriniadi, sono tante le persone scese in piazza per giocare con i quiz e per partecipare alle nostre attività come la sfida di lanciare più lontano le figurine o di attaccarle più velocemente degli avversari. Qui a Roma, poi, è sempre un giorno speciale, c è ogni anno tantissima gente e vedere la piazza piena è un emozione stupenda». Lo speciale realizzato alla tappa capitolina del Tour andrà in onda all interno della puntata di Ce l ho, mi manca venerdì 13 marzo alle ore su Odeon Tv, canale 177 del Digitale Terrestre.

18

19 19 SPORT&SALUTE LA PREPARAZIONE ATLETICA DEI GIOVANI: I CONSIGLI I primi approcci dell allenatore Devono essere precisi e mirati di GIUSEPPE AUGELLO Ben ritrovati all appuntamento con la nostra rubrica dedicata allo sport e alla salute. Questa settimana cominceremo a parlare di preparazione atletica, ma prima di arrivare a descrivere una preparazione atletica di uno sport a livello agonistico professionistico è doveroso cominciare col capire cosa effettivamente sia lo sport e da dove cominciano a nascere le difficoltà e soprattutto gli sbagli di molti istruttori e allenatori. Diciamo che ogni prestazione motoria e sportiva è determinata da una serie di fattori, i più importanti dei quali sono legati alla personalità globale dell atleta posta a confronto con determinate condizioni che, se non canalizzate nel modo giusto, determinano l abbandono precoce dell attività sportiva da parte del giovane atleta. Questo perché istruttori e allenatori non hanno una conoscenza o una capacità personale per saper gestire allo stesso tempo gli aspetti motivazionali e quelli tecnici. La preparazione e lo svolgimento di un allenamento dipendono da caratteristiche interne ed esterne dell atleta, come: - La costituzione fisica: quale la struttura, la massa, la mobilità articolare etc. - La condizione: in funzione dei processi metabolici energetici, come la forza, la resistenza, la velocità e così via dell apparato cardiocircolatorio e della struttura muscolare. - La coordinazione: come lo sviluppo del movimento, della fluidità e del ritmo - Il controllo dell azione: cioè tutti i processi cognitivi, emotivi e motivazionali. L istruttore che si occupa dei giovani deve tenere sempre in considerazione che un individuo apprende tutti i nuovi movimenti solo in base a quelli che già possiede. E anche per questo motivo che un allenatore, per poter meglio conoscere i propri allievi, deve essere in grado di conoscere il livello motorio iniziale. Per effettuare la valutazione motoria, lo stesso operatore per poter ottenere una programmazione giusta e specifica per il giovane si avvale sia di test motori standardizzati, utili soprattutto per analizzare le capacità motorie di base, e sia dell osservazione del comportamento motorio durante lo svolgimento del test. A tal punto, avendo a disposizione dati importanti ottenuti dalle varie valutazioni, sarà possibile effettuare un programma di allenamento specifico che porterà l atleta non solo a migliorare e a sviluppare le proprie capacità in modo ottimale ma lo porterà ad un livello di sicurezza psicofisica migliore. La settimana prossima analizzeremo più a fondo l allenamento dei giovani, il ruolo del tecnico ed il rapporto tra di essi. Un caro saluto a tutti voi e buon proseguimento di settimana.

20 in ogni caso i migliori in campo

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Titolo primo L Associazione Italiana Arbitri Capo primo: Natura, funzioni e poteri. Art. 1 Natura e funzione 1.L Associazione Italiana Arbitri (AIA) è l associazione

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO SOGGETTO PROMOTORE Società R.T.I. SpA, con sede legale a Roma, Largo del Nazareno 8 e con sede amministrativa in Cologno Monzese (MI) viale Europa

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli