In distribuzione nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo PROMOZIONE. L Asca sconfitto a Torino tra errori e rimpianti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In distribuzione nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo PROMOZIONE. L Asca sconfitto a Torino tra errori e rimpianti"

Transcript

1 fd Euro 3.50 CON L ACQUISTO DEL CORRIERE DELLE PROVINCE HAI DIRITTO Poste Italiane S.p.A. Spedizione in Abb. Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art 1, comma 1 NO/ALESSANDRIA ROC del A RICEVERE UNA COPIA DI SPRINT&SPORT (2 al prezzo di 1) ANNO 3 - NUMERO 4 - Lunedì 2 febbraio 2015 In distribuzione nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo CARROSIOCRAZIA SOMMARIO Lega Pro pag. 4 L Alessandria è tornata: Giana Erminio stesa con Rantier matador Tosonotti difende palla, a destra l esultanza della panchina (foto Covone) GIOVANISSIMI FASCIA B REGIONALI Otto vittorie su otto, la squadra di Magrì è devastante Rapid Torino battuto grazie a bomber Alessandro Repetto Serie D pag. 3 La Novese cade col Vado L ex Mair punisce i ragazzi di Mango Giov. Reg. pag. 16 Casale e Castellazzo si spartiscono la posta: decide un autorete Giov. Prov. pag. 20 Polizzi cala il poker e fa volare la Fortitudo contro l Acqui Per la tua pubblicità su: PROMOZIONE L Asca sconfitto a Torino tra errori e rimpianti ALLIEVI REGIONALI Derthona, ko pesante La spunta l Atletico Torino ASTI Il Corriere delle ProvinceSPORT Piemonte e Lombardia chiama subito concessionario unico per tutta la provincia Tel Cell Mirone sfugge ad un avversario in Cit Turin-Asca (foto Prisco) Pag.7 ECCELLENZA Casale, e adesso chi ti ferma? Col Tortona Villa finisce 4-0 servizi a pag. 5 Meetz in azione contro l Atletico Torino (foto Prisco) Pag.14 BASKET - LEGADUE Che Tomassini con Barcellona, la Novipiù torna al successo servizi a pag. 22

2 2 Approfondimento Lunedì 2 febbraio 2015 Il Corriere delle Province L INTERVISTA Alessandro Gino impegnato in gara; sotto, un primo piano al via di una corsa e la festa sul podio del Pietra di Bagnolo Cuneo Daniele Galosso I l tempo è una scusa, quando si ama una cosa il tempo lo si trova, scriveva ormai quasi vent anni fa Dacia Maraini in Italialibri. «Se hai una passione, trovi il tempo per tutto», conferma lui oggi con maggior pragmatismo. Lui è Alessandro Gino, 32enne cuneese, direttore generale della Gino Spa per lavoro e pilota di rally per hobby. Un impegno di grande responsabilità nell azienda di famiglia che non gli ha impedito di coltivare la grande passione per gli sport motoristici. Passione che, in questo caso, fa rima con successo: tre Rally della Pietra di Bagnolo, un Rally d Inverno, un Valli del Bormida, un Sanremo Leggenda, una Ronde della Val Merula ed un Rally delle Langhe campeggiano infatti in bella mostra nella bacheca dei trofei condivisa con il navigatore Marco Ravera. «Una passione coerente, persino naturale se l azienda di famiglia lavora nel settore fin dal 1959 conferma Gino, una laurea alla Bocconi ed un esperienza in banca d affari prima di entrare nell organigramma della concessionaria. Sono salito a bordo di un go-kart da bambino e da lì è nato tutto. Certo, gli impegni con lo studio prima e col lavoro poi non mi hanno permesso di inseguire la carriera che avrei desiderato, ma i rally sono la soluzione ideale. Ho corso il primo a 18 anni, ad Alba, a bordo di una Peugeot N1. Da lì in poi, ogni anno qualche corsa me la sono sempre concessa». E insieme al pilota, anno dopo anno, è cresciuta anche la struttura intorno alla sua figura. «Ad inizio carriera noleggiavo le auto da corsa con cui gareggiare. Poi nel 2011 ho acquistato la mia prima vettura e ho cominciato a dedicarmi con più assiduità a questo hobby. E dallo scorso anno ho anche una Mini, che ho così portato a gareggiare in Italia». Una scelta che, anche in questo caso, unisce passione e lavoro. «Si tratta di un marchio che mi ha permesso di coniugare al meglio le esigenze agonistiche con quelle dell azienda. E una vettura uscita dal Mondiale Rally nel 2012, ma molto esigente: richiede grande dedizione per lo sviluppo. Dal punto di vista del motore ho già ottenuto il massimo, ora ci stiamo concentrando sull assetto: l auto è stata concepita in Gran Bretagna, ma in Italia abbiamo asfalti piuttosto differenti rispetto a quelli del resto d Europa. Ci sto lavorando su». E, dopo la vettura di proprietà, è arrivata la volta anche della creazione di un team. «Sì, lo scorso anno è nato il Gino Wrc Team. Ho cercato di legare il nome all azienda più che a me stesso, per sviluppare anche un tema commerciale all interno di questa scelta. Per me, d altronde, l azienda viene sempre prima della persona. E infatti l obiettivo è quello di sviluppare il Team andando anche oltre alla mia carriera. Abbiamo già cominciato a noleggiare le vetture a terzi, per esempio, nel corso della passata stagione». Un punto fermo, in tutti questi anni, è invece stato il suo navigatore: Marco Ravera. «Marco è al mio fianco da ormai più di dieci anni. Ci sono così tante variabili in una gara di rally che non vedo il motivo per averne una in più. Con lui c è un ottimo feeling in gara, oltre che un amicizia consolidata nel corso degli anni anche al di fuori delle competizioni». Per quanto confinata nella sfera degli hobby, una passione come quella per i rally richiede comunque allenamento e dedizione. «Il mio programma ideale prevederebbe di salire in macchina ogni sei settimane, ma gli impegni di lavoro spesso me lo impediscono. Lo scorso anno, per esempio, ho guidato dieci volte: sette in gara e soltanto tre in dei test privati. Oltremodo complicati di per sé, tra l altro, perché bisogna far chiudere appositamente le strade e metterle in sicurezza». E bisogna curare tanto la mente quanto il corpo. «Vado regolarmente in palestra, che è quel che serve per affrontare le gare cui solitamente partecipo. Con particolare attenzione alla muscolatura della schiena ed a quella del braccio. Da quel punto di vista la Mini è molto esigente, ha un cambio duro che richiede un adeguata preparazione. Ma anche a livello mentale lo sforzo per partecipare ad un rally è notevole. Per dire, quando possibile visiono il percorso di gara anche tre o quattro volte prima della corsa: incastrare un impegno simile tra quelli di lavoro, restando concentrati al volante anche per otto o dieci ore di fila, è molto impegnativo». Ma viene ripagato al momento di salire sul gradino più alto del podio, come le è già successo diverse volte e in particolare in tre occasioni al Rally della Pietra di Bagnolo. «Su quelle strade ho ottenuto il mio primo successo in carriera nel 2011, per altro anche contro piloti di livello, ed è nata una sorta di amore verso quella corsa. Il fatto di avere il percorso di gara vicino a casa sicuramente aiuta, ma si è creato qualcosa di unico con quella manifestazione e con prove speciali come quella, affascinante, di Montoso. Sì, ho un gran feeling con il Pietra. E puntare al poker è uno dei miei obiettivi per la nuova stagione». MOTORI Alba (Cn) Luca Piana A distanza di sette anni dall ultima edizione, il Rally di Alba torna nel calendario nazionale con un percorso in gran parte inedito ma basato comunque sulla tradizione. La gara si svolgerà sabato 16 e domenica 17 maggio con partenza e cerimonia di premiazione in piazza Savona. Oltre ai vincitori delle varie classi, saranno assegnati riconoscimenti speciali (nell ambito del Primo Trofeo Silvio Stroppiana ) e punti agli equipaggi iscritti al Renault Clio R3 Trofeo Italia. I motori si accenderanno sabato 16 maggio in giornata con lo shakedown, che servirà ai piloti per testare le vetture in vista della partenza ufficiale. La tabella tempi non è ancora stata pubblicata dagli organizzatori sarà pronta tra marzo e aprile ma le indiscrezioni che circolano già da diverso tempo si stanno trasformando in certezze. Sette le prove speciali in programma nei due giorni di gara. Dopo la partenza da piazza Savona nel pomeriggio di sabato 16 maggio, gli equipaggi si sfideranno in serata (con partenza tra le ore 20 e 21) nella PS 1 Unicar. Si tratta di una prova spettacolo particolarmente adatta alle famiglie, con il fascino della notte che regalerà fascino e prestigio alla kermesse motoristica. Al termine della prima piesse le vetture saranno parcheggiate nel riordino notturno, con i meccanici che non potranno effettuare modifiche al di fuori del service park. Domenica 17 maggio sono in programma sei prove speciali in fase di definizione (certa è la presenza di una ps a Diano d Alba), inframezzate da due passaggi dal parco assistenza con conseguente riordino che si svolgeranno nel centro di Alba. Tanti gli equipaggi attesi al via della gara albese, da Roberto Botta (vincitore del Rally di Alba per ben 3 volte: 2002, 2005 e 2007) all astigiano Luca Cantamessa, sempre protagonista della kermesse. Nel 2002 si presentò al via della gara anche il finlandese Mikko Hirvonen (navigatore Jarmo Lehtinen) con una Ford Puma del team Astra Racing: l equipaggio dal 2004 fino a fine 2014 è stato grande protagonista del Mondiale Rally. Grande curiosità anche per gli sponsor e per le iniziative collaterali. Oltre all agenzia di comunicazione BeTween, ci sarà anche il team BRC, impegnato nel Campionato Italiano Rally, che promette sorprese agli appassionati Roberto Botta, vincitore del Rally di Alba nel 2002, nel 2005 e nel 2007 Rappresentative Sono tre le categorie che questa settimana saranno coinvolte nei raduni delle Rappresentative: si tratta della Juniores, degli Allievi e degli Allievi Fascia B. I più grandi, che si ritroveranno mercoledì sul campo del Lucento, vedranno in campo Tarantini e Galvagno dell Albese, Bordone della Benarzole, Germano del Casale, Alushi e Blini della Cheraschese, Testolina del Colline Alfieri, Terlizzi del Corneliano, Quagliata dell Olmo, Provenzano della Pro Dronero e Rinaldi della Vitus Mondovì. Per quanto riguarda invece il gruppo misto 98/ 99, con appuntamento presso la società dell Orione Vallette giovedì, i convocati sono Morre della Giovanile Centallo, Benabid dell Acqui, Jornea del Derthona, Kolaj dell Asca e Mazzucco e Bevione della Cheraschese. Scuola di Acconciatura DIVENTA PARRUCCHIERE IN 30 MESI! Via Sant Ubaldo 29 - Alessandria Tel https://www.facebook.com/amaralsnc

3 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Approfondimento ACQUI Acqui Terme (Al) Claudio Moretti S i riparte da un numero: 212. Tante sono le firme raccolte, dando seguito a un esplicita richiesta del sindaco Enrico Bertero, dai genitori dei ragazzi del settore giovanile dell Acqui calcio, per dimostrare quanto fosse radicato il dissenso sulle modalità con cui questo viene gestito da parte della società. Qualche settimana fa, i genitori avevano espresso il loro malcontento, in un movimentato faccia a faccia nella sala consiliare del Comune di Acqui Terme, che aveva visto come controparte, in rappresentanza della società, il presidente Pier Giulio Porazza. All origine delle lamentele, anzitutto la mancata riaffiliazione della società alla Juventus Academy (di cui, va ricordato, il presidente si era assunto tutta la responsabilità, dicendosi anzi pronto ad intervenire per rimborsare i genitori), ma anche la gestione logistica dei campi di allenamento, il mancato acquisto di alcuni mini bus e la difficoltà a essere ricevuti a colloquio dagli stessi vertici societari. Tutte accuse cui l Acqui aveva già parzialmente risposto in settimana, annunciando una immediata ristrutturazione del settore giovanile; questo però non è bastato per rassicurare i genitori, che hanno così portato avanti la petizione, consegnando, nel tardo pomeriggio di martedì 27 gennaio le firme raccolte direttamente nelle mani del sindaco Bertero. Più che il numero stesso dei firmatari, impressiona la loro distribuzione, a copertura del 75% dei tesserati compresi fra il settore giovanile e quello femminile: una percentuale che lo stesso sindaco ha definito «Oggettivamente impressionante e tale da convincermi a prendere in mano la situazione». In che modo? Mentre il settore femminile, per bocca del tecnico Maurizio Fossati chiede espressamente la scissione, per quanto riguarda il settore giovanile i genitori esigono garanzie scritte dalla società, e il sindaco sembra disponibile a farsi portatore dell istanza. «Convocherò il presidente Porazza per un incontro durante il quale farò presente l esigenza di fornire precise rassicurazioni, e di dare a queste un rapido seguito nei fatti». La telenovela continua... ASTI Asti Guido Ferraro NOVESE 1 VADO 2 MARCATORI: pt 8 Molinari, 29 Mair; st 47 Aquaro. NOVESE (4-4-2): Masneri 6; Sola 6.5, Vinci 5.5, Pollero 5.5, Leo 5 (4 st Balestrero 5.5); Ponsat 5.5 (36 st Giordano ng), Taverna 6.5 (4 st Muratore 5.5), Longhi 6.5, Cantatore 6; D Onofrio 5.5, Aquaro 6. A disp. Pellegrini, Gallio, Lucarino, Siciliano, Rametta, Barcella. All. Mango. VADO (4-3-3): Lucia 6; Labate 6, Rusca 6, Molinari 6.5, Puddu 6; Figone 6 (17 st Sassari 6), Sancinito 6.5 (35 st Ferrara ng), Bianchi 6; Chiarabini 6, Dalessandro 6, Mair 6.5 (29 st Cafferata). A disp. Carpi, Fenoglio, De Benedetti, Bottino, Bormida, Scotto. All. Tabbiani. ARBITRO: Moro di Schio 4.5. NOTE: spettatori 350 circa. Ammoniti Taverna, D Onofrio; Bianchi, Dalessandro. Calci d angolo: 5-4. Recupero pt 0 ; st 5. L Acqui 99, l unica formazione che è riuscita ad approdare ai regionali La quiete dopo la tempesta. La sosta del campionato di serie D per consentire alla Rappresentativa di partecipare per la decima volta consecutiva al Torneo di Viareggio, è stata salutare anche per l Asti. I galletti dopo l inaspettato scivolone interno con il Valle d Aosta hanno vissuto una settimana particolare. Prima i giocatori hanno deciso di sospendere per un pomeriggio gli allenamenti. Riposo forzato, per smuovere le acque a livello societario. Il problema, vero, era il ritardo da diverse settimane sui rimborsi spese. Con il presidente Lillo Di Franco che si era chiamato fuori già prima di Natale, la gestione economica, difficile ad Asti come in altre società, aveva indotto i giocatori a fermarsi per un face to face con l amministratore delegato Pierpaolo Gherlone che ha voluto ribadire il pensiero, sia personale che della società: «Abbiamo chiarito le tempistiche dei pagamenti arretrati, ho notato da parte di tutti i giocatori la voglia di dimostrare che i soldi non sono tutto nella vita. Questo atteggiamento mi ha fatto molto piacere. Probabilmente ci sono altri personaggi che non hanno recepito come il calcio a livello dilettantistico debba far emergere dei valori veri e non effimeri legati solo al dio denaro. I giocatori hanno capito che non perderanno un euro di quello che gli spetta. Da questo confronto ritengo che usciamo certificati, noi come società, i giocatori come uomini veri che daranno il massimo e qualcosa in più per arrivare alla salvezza. Obiettivo che è alla nostra portata». Gherlone, in gran spolvero, sottolinea come: «Gli impegni presi verranno rispettati. I tempi sono difficili per tutti. Ma non dubito minimamente che l Asti porterà a termine il campionato nel migliore dei modi. centrando la salvezza sul campo e fuori dal campo. Siamo un ottimo gruppo, allenato da un allenatore preparato e capace. L Asti ha superato tante difficoltà da quando sono arrivato e supererà anche quelle attuali. Come? Rimanendo uniti e remando tutti nella medesima direzione». Parole che sanno di qualche addio eccellente per un Asti che non ama le chiacchiere ma predilige fare i fatti. Smentita quindi, amche con un comunicato da parte della società, l eventualità di uno sciopero o di una fuga di massa da parte dei principali giocatori della prima squadra, voce che era circolata insistentemente nei giorni scorsi. NOVESE Novi Ligure (Al) Fabrizio Merlo C è voluta una riunione per trovare un punto d incontro, ma alla fine fra la proprietà della Novese ed i tecnici del settore giovanile della medesima società si è finalmente trovato un accordo. Il tutto per evitare conseguenze pesanti al futuro di un vivaio, dove oltre duecento ragazzi sono iscritti con la speranza di diventare un giorno calciatori e di indossare la maglia biancoceleste anche nella prima squadra. La vicenda è stata risolta nella serata di giovedì 29 gennaio al termine di una riunione resa pubblica per volontà di patron Renato Traverso e che ha visto idealmente riuniti attorno a un tavolo i venti allenatori (e il personale di segreteria) del vivaio da una parte, e i vertici della Novese dall altra. Tutto era nato da un paio di lettere inviate alla Novese proprio dai mister dei giovani che lamentavano il mancato pagamento dei rimborsi concordati e il mancato rispetto dei piani di rientro degli arretrati della passata stagione. Una lettera dove peraltro si ponevano dei termini definitivi: o ci pagate o da febbraio, o per meglio dire da lunedì prossimo, non svolgeremo più le nostre mansioni. La missiva non è andata giù più per i modi che per la liceità delle richieste a Traverso e all amministratore unico Emanuela Giacomello che hanno deciso di estendere l incontro anche alla stampa. L assemblea di piazza Dellepiane è stata tesa e franca, con le due parti che per lungo tempo sono rimaste ferme sulle loro posizioni: da una parte la proprietà che ha insistito sui costi del settore giovanile e che ha ammesso il ritardo motivandolo con fattori contingenti (situazione economica generale) e strutturali (i costi per l affitto dei campi in paesi limitrofi che si sperava di non dovere più sostenere con la realizzazione, non ancora avvenuta, del nuovo campo in sintetico coinvolgendo quindi idealmente anche lo stesso Comune nella querelle) e dall altra gli allenatori che hanno insistito, per principio, nel rivendicare quanto era loro dovuto. Alla fine però, ha prevalso l obiettivo comune e cioè salvaguardare gli interessi dei ragazzi: soprattutto per loro i tecnici del vivaio biancoceleste hanno accettato la proposta della società - pagamento a giorni di una mensilità a condizione che diano continuità al loro lavoro senza altri aut aut - e ritirato l ultimatum. Una soluzione che è stata osservata da lontano anche dall amministrazione comunale che con la Novese ha avuto un incontro proprio giovedì sera e dove il club ha fatto presente la situazione e ha avanzato alcune richieste di rimborsi, situazioni che il comune ha intenzione di sbloccare in tempi brevi. DERTHONA Tortona (Al) Marco Gotta Il primo paragone che viene in mente dovendo descrivere il presidente Riccardo Sonzogni al termine dell incontro con i tifosi organizzato dal Trust Noi Siamo il Derthona è quello di un medico capace, che sa che il paziente che sta curando è grave, e non lo nasconde ai parenti pur facendo capire che è possibile salvarlo e che le terapie sono chiare nella sua mente. Due ore e mezza più gradevole e spensierata appendice dove sono state date risposte a quasi tutte le domande dei tifosi tortonesi, anche quelle che solitamente non arrivano. Cominciamo dal bilancio: il Derthona ha saldato circa altri euro di debiti pregressi nel 4 trimestre 2014, rimanendo quindi perfettamente in linea con le previsioni, ed è riuscito a far cancellare la sanzione da euro, iniziando pratiche per verificare la liceità anche della seconda sanzione da Gli emolumenti ai giocatori sono in ritardo in media di un paio di mesi in seguito al mancato incasso di una sponsorizzazione differita a fine marzo anziché a novembre: per fine aprile ci sarà un nuovo incontro per verificare i progressi e la situazione dovrebbe essere rientrata nella normalità. Siamo anche pronti ad ascoltare le situazioni personali, RECUPERO Novi Ligure Marco Gotta Un arbitraggio discutibile e la scarsa mira dei propri attaccanti sotto porta condannano una Novese che dopo avere regalato due reti agli avversari come da copione cerca di reagire in ogni modo ma trova il gol che riapre la gara solo nei minuti di recupero del secondo tempo. Ai liguri bastano infatti solo otto minuti per avere ragione della difesa di casa: prima Lucia anticipa con una bella scelta di tempo in uscita D Onofrio, poi sulla ripartenza Sancinito impegna in angolo Masneri e dalla palla inattiva la difesa rilancia corto e Labate trova il corridoio giusto per servire Molinari che in tuffo praticamente rasoterra mette la palla in rete di testa. Il vantaggio degli ospiti scuote la Novese e D Onofrio è due volte protagonista in un minuto prima scattando su lancio di Longhi, poi depositando in rete una apertura larga di Ponsat ma in entrambe le occasioni due discutibili decisioni della terna arbitrale gli negano il gol rispettivamente per fallo e fuorigioco. Alla mezz ora Leo perde palla in una ripartenza, ancora Labate in progressione apre per Chiarabini in posizione più che sospetta di fuorigioco, la punta appoggia sul secondo palo a Mair a cui basta un facile tap-in per fare avverare la maledizione del gol dell ex. Sotto di due gol gli ultimi dieci minuti del primo tempo la Novese scatena attacchi su attacchi ma con risultati scarsi: D Onofrio raccoglie due cross di Sola dalla fascia destra ma non inquadra la porta, risponde Mair che appoggia indietro a Figone ma Vinci si immola sul tiro. Anche l avvio di ripresa, con in campo Muratore e Balestrero per Taverna e Leo, vede una Novese proiettata in avanti ma imprecisa al momento di concludere: al 10 Longhi taglia il campo per Ponsat sulla fascia destra, ma il destro al volo della punta finisce altissimo; pochi minuti dopo ancora Longhi appoggia indietro per Cantatore ma il tiro fa soltanto la barba al palo. A metà ripresa brivido per i tifosi di casa quando Sancinito parte in progressione, entra in area da sinistra saltando tutta la difesa novese e poi angola troppo la conclusione incrociata dal dischetto del rigore appoggiando sul fondo. Lucia spreca un volo plastico per mettere in angolo l ennesima conclusione di Ponsat prima che la punta sia sostituita da Giordano, poi D Onofrio dal calcio d angolo indovina l angolo giusto ma un tocco inutile sulla linea di porta di Aquaro in evidente fuorigioco vanifica tutto: il centravanti si farà poi perdonare con il gol di testa in pieno recupero che riapre solo sulla carta la partita, perchè nonostante i cinque minuti concessi dall arbitro si allunghino per recuperare il tempo perso a medicare Lucia infortunatosi nel gol della Novese la difesa ligure è attenta ed al fischio finale può fare festa. Renato Traverso, presidente della Novese Abbiamo costruito occasioni ma non abbiamo trovato mai la lucidità e la cattiveria necessaria per fare gol. I miei ragazzi hanno cercato di impostare una manovra efficace, sbagliando però troppo sotto porta. Non riusciamo a tenere la concentrazione per novanta i minuti, e se commettiamo una leggerezza o un errore gli avversari ci puniscono: è successo col Cuneo, oggi si è ripetuta la stessa situazione; nostro passaggio sbagliato che innesca l azione-gol degli avversari. Soffriamo su palle inattive. E una sconfitta pesante ma non decisiva: sapevamo che per salvarci avremmo dovuto lottare fino alla fine intervenendo se necessario. Sonzogni ha proseguito ricordando come il ritardo dei pagamenti non possa essere usato come scusa per le prestazioni, in quanto anche nei primi mesi quando i pagamenti erano regolari la squadra non aveva reso. «Ci sono stati errori di valutazione che hanno pesato, ma sono tutti frutto di scelte in buona fede e delle quali non si deve incolpare il solo Balsamo come ds, ma anche me e Flavio perchè tutte queste scelte sono state prese in totale concordia. Dopo avere dovuto sostituire Banchieri abbiamo forse commesso un errore con Domenicali, che non credeva nel gruppo e ha scelto male modo e momento per comunicarcelo. Adesso con Daidola c è un allenatore competente che crede nella salvezza; la consapevolezza che un buon risultato in questa stagione gli varrebbe la conferma è per lui uno sprone, e i ragazzi stanno mostrando segni di risveglio». Per sostituire Cavaglià, che dovrebbe rimanere fuori un paio di mesi per una frattura al malleolo, sono in prova due giocatori tedeschi per i quali si sta aspettando il trasferimento e a breve dovrebbero essere disponibili sia Dell Aglio che Serlini che andranno a rimpolpare l attacco al fianco di Baudinelli. Parole che mostrano come piano piano Sonzogni si stia calando nella nuova realtà con competenza e passione: la speranza è che i risultati sportivi arrivino di pari misura. Mango, allenatore Novese Provvedimenti disciplinari Sono dieci i provvedimenti Daspo, ora ufficiali, stabiliti dal Questore contro nove tifosi astigiani ed un tortonese accusati di essere entrati allo stadio, nella partita Asti-Derthona, con il volto coperto e brandendo cinture (si tratta di una violazione della legge sull ordine pubblico del 1975 e del codice penale italiano). Ai condannati sarà vietato entrare in tutti gli stadi dell Unione Europea per un anno e non potranno neanche trovarsi nelle vicinanza dello stadio astigiano il giorno delle partite. Il provvedimento è stato preso contro: Gianluca Opessio, Alessandro opezzo, Mirko Saracco, Luca Vanino, Yuri Lucente, Cesare Saracco, andrea Mantovani. Per Antonio De Sarro, Luca Morando, Davide Battiston, invece, si tratta di accusa per aver brandito cinture. Per questi ci sarebbero gli estremi anche per far scattare il processo penale. Gli imputati sono ancora in tempo per fare ricorso al Tar del Piemonte.

4 4 Lega Pro/Giovanili Nazionali LEGA PRO COMO-ALBINOLEFFE 1-2 ALESSANDRIA-GIANA ERMINIO 1-0 VENEZIA-MANTOVA 1-0 CREMONESE-NOVARA 0-1 FERALPISALÒ-PAVIA 3-4 BASSANO V.-PORDENONE 1-0 PRO PATRIA-REAL VICENZA 1-1 AREZZO-RENATE 3-2 MONZA-SUDTIROL 0-1 LUMEZZANE-SASSARI TORRES 1-3 PAVIA (-1) BASSANO V NOVARA ALESSANDRIA SUDTIROL COMO FERALPISALÒ REAL VICENZA VENEZIA SASSARI TORRES MONZA AREZZO MANTOVA (-1) CREMONESE RENATE GIANA ERMINIO LUMEZZANE ALBINOLEFFE PRO PATRIA (-1) PORDENONE PAVIA-ALESSANDRIA ALBINOLEFFE-BASSANO V. VENEZIA-COMO SUDTIROL-CREMONESE SASSARI TORRES-FERALPISALÒ REAL VICENZA-MONZA GIANA ERMINIO-PORDENONE NOVARA-PRO PATRIA MANTOVA-RENATE LUMEZZANE-AREZZO Guerci esulta (foto Dicanosa) Alessandria Marco Gotta L a Giana Erminio gioca, l Alessandria porta a casa la vittoria: sintesi estrema e forse persino un po irriverente della partita che peraltro, in versione più edulcorata, è quanto detto dai protagonisti in sala stampa che permette ai grigi di tenere il passo delle capoliste ma che lascia più di un dubbio sul futuro. Al quarto d ora la prima occasione, se così si può chiamare, per l Alessandria: Obodo batte una punizione dai venti metri con palla che scorre mestamente sul fondo. Sette minuti più tardi su una punizione di Vitofrancesco il colpo di testa di Marconi in torsione debole è facile preda di Paleari. Ancora protagonista al 25 Vitofrancesco: interviene involontariamente di testa su una punzione inoffensiva del Giana Erminio e la trasforma in una occasionissima che fa la barba al palo. La Giana Erminio prende coraggio e si affaccia nell area dell Alessandria: appena dopo la mezz ora Perna si libera al tiro sulla destra ma la conclusione finisce dritta fra le mani di Poluzzi. L Alessandria soffre il grande dinamismo degli avversari che giocano un calcio tatticamente semplice ma molto efficace e che sbagliano pochissimi palloni. Al 39 arriva come un lampo il gol: Iunco raccoglie palla sulla sinistra, si accentra fintando il tiro ma poi apre sulla destra per Vitofrancesco, cross teso a centro area dove Rantier di destro rasoterra infila incrociando in diagonale per il vantaggio dell Alessandria. La ripresa vede le due formazioni rientrare in campo senza cambi anche se forse ce ne sarebbe stato bisogno: la partita si adagia lentamente in uno stato di torpore che prosegue per tutto il secondo tempo. Per la prima occasione bisogna attendere il decimo minuto, quando una conclusione da fuori di Pinto Lunedì 2 febbraio 2015 al termine di una azione molto manovrata trova la parata sicura di Poluzzi. Cinque minuti dopo l Alessandria imbastisce un buon contropiede, ma Iunco anzichè cercare un compagno sulle fasce prova la conclusione personale che sporca e debole esce alla destra di Paleari. L ultima emozione della partita arriva al 19 : punizione dalla destra per la Giana Erminio, la palla prolungata di testa scorre per tutta l area piccola ed arriva sul secondo palo a Bonalumi ma Poluzzi è attento e para a terra. D Angelo cambia Vitofrancesco e Iunco per Spighi e Germinale, Albè prova a recuperare inserendo Gasbarroni e Sarao ma la partita non decolla ed anzi un po per il freddo un po per il momento del campionato i ritmi si abbassano. Le due occasioni più belle capitano entrambe sui piedi di Marconi: prima un contropiede dove la punta sbaglia il penultimo tocco e favorisce la difesa dei milanesi che liberano, poi in pieno recupero tira una punizione dal limite esaltando i riflessi di Paleari che si stende alla sua destra e devia in angolo; finisce 1-0 e vale tre punti, per il bel gioco c è tempo. Il Corriere delle Province LEGA PRO ALESSANDRIA 1 GIANA ERMINIO 0 MARCATORE: pt 39 Rantier. ALESSANDRIA ( ): Poluzzi 6.5; Sosa 5.5, Morero 6, Sirri 5.5; Vitofrancesco 5.5 (22 st Spighi 6), Valentini 5, Obodo 6, Mora 5.5; Rantier 7 (30 st Mezavilla ng); Iunco 4.5 (24 st Germinale 5), Marconi 5.5. A disp. Cizza, Sabato, Cavalli, Nicolao. All. D Angelo. GIANA ERMINIO ( ): Paleari 6.5; Perico 6, Bonalumi 6.5 (30 st Rossini ng), Polenghi 6, Montesano 6; Marotta 6.5, Pinto 6.5, Augello 6; Crotti 5.5 (18 st Gasbarroni 6); Perna 6.5, Spiranelli 5.5 (28 st Sarao ng). A disp. Ghislanzoni, Sosio, Di Lauri, Solerio. All. Albè ARBITRO: Andreini di Forlì 6.5 NOTE: ammoniti Obodo, Germinale; Perna. Calci d angolo 3-3. Recupero pt 0 ; st 4. Spettatori 1700 circa. Bisognava pensare solo alla vittoria e a portare a casa tre punti e l abbiamo fatto: a volte ci rammarichiamo perchè abbiamo giocato meglio dell avversario e perdiamo, stavolta abbiamo giocato peggio ma abbiamo vinto noi. Sapevamo dell importanza di questi tre punti per non perdere il treno delle prime, non è facile giocare all attacco in un campo così. Abbiamo gestito benissimo nella ripresa il vantaggio D Angelo, allenatore Alessandria BERRETTI ALESSANDRIA 2 RENATE 0 MARCATORI: pt 45 Guerci; st 13 Simone. ALESSANDRIA (3-5-2): Marchesotti 6.5; Sala 6, Chiarlo 6.5, Campana 6.5 (33 st Canapa ng); Simone 6.5, Limone 6.5, Zemide 6.5, Marongiu 6.5 (27 st Curti 4), Gentile 7; Guerci 6.5, Neirotti 6 (16 st Zarmanian 6.5). A disp. Canegallo, Benech, Cottarelli, Amello. All. Zanchetta. RENATE ( ): Antonini 6.5; Soldi 5.5, Mutton 6 (18 st Mazza 6), Pace 6.5, Pozzi 6; Acquistapace 6.5, Steffanetti 6 (29 st Sardella ng), Zonca 5.5, Vicedomini 6; Saccer 5.5 (5 st Taurino 5.5), Gerali 6.5. A disp. Bianchi, Buzzi, Verrecchia, Villa. All. De Gaetano. ARBITRO: Gandino di Alessandria 6.5. NOTE: espulso Curti (39 st) per fallo di reazione. Ammonito Campana. Angoli: 5-2 per l Alessandria. Recupero: pt 1 ; st 4. Alessandria Claudio Moretti L Alessandria fatica per un ora, poi però fa valere la sua maggiore qualità e piega un Renate che, col passare dei minuti, non riesce a mantenere la stessa intensità di gioco mostrata nel primo tempo. Questa la sintesi di una partita molto tattica che solo nell ultima mezzora ha davvero regalato spettacolo al pubblico del CentoGrigio. Tutto nasce da una scelta del tecnico lombardo, De Gaetano, che ben conscio della superiorità tecnica dell Alessandria, vara un corto e stretto, con linea del pressing molto alta e raddoppi sistematici sul portatore di palla. Per tutto il primo tempo la densità dei nerazzurri soffoca la manovra dei ragazzi di Zanchetta, che si fanno vivi solo su corner, al 6, quando un inserimento sul secondo palo di Chiarlo non inquadra la porta. Poi per mezzora non succede quasi niente L esultanza dei grigi e la gara si riaccende nel finale di frazione. Al 35 bella punizione di Stefanetti che dai 25 metri con un rasoterra impegna Marchesotti in angolo. L Alessandria alza il ritmo nel finale di tempo e con questo sussulto si porta in vantaggio. I grigi ci provano prima al 43 con un altro spunto di Gentile che Antonini respinge, sugli sviluppi dell azione Neirotti dal vertice dell area obbliga il portiere a un altro grande intervento, ma al 45 la porta lombarda capitola. Azione di Marongiu sull out di sinistra, dribbling a evitare due avversari e cross al centro dove Guerci di collo pieno batte l incolpevole Antonini. La ripresa si apre con l Alessandria subito in avanti e al 3 un tiro di Zemide, ben servito al limite dell area da Gentile, esce di poco; sull altro fronte risponde subito Gerali, che con una gran botta dal settore destro dell area scalda le mani di Marchesotti. Il pressing del Renate cala di intensità, e l Alessandria va a nozze: al 13 ecco il raddoppio, con un altro spunto sulla trequarti di Marongiu, che si gira e serve in area il taglio dell accorrente Simone, il quale, a tu per tu con Antonini, sfiora appena di esterno destro e manda fuori tempo il portiere. Sul 2-0 il Renate si sfilaccia e l Alessandria potrebbe dilagare, ma Limone al 26 non inquadra la porta, mentre Gentile al 28 vede la sua spettacolare girata deviata in angolo da Antonini. L Alessandria sbaglia molto, ma rischia qualcosa solo al 35 quando una botta da fuori di Acquistapace trova Marchesotti pronto alla gran parata con l aiuto della traversa. Poi un momento di follia di Curti (fallo di reazione su Zonca) lascia i grigi in dieci, ma con il Renate ormai in debito d ossigeno l Alessandria gestisce bene palla fino al 94, sfiorando anzi il terzo gol con un tiro dal limite di Simone che scheggia l incrocio dei pali. Tre punti fondamentali in una partita dalle mille insidie. Siamo stati bravi a trovare il gol, e oggi siamo molto soddisfatti per questa vittoria, Adesso pensiamo al Pavia Rantier, allenatore Alessandria BERRETTI CREMONESE-COMO RINV. ALBINOLEFFE-FERALPISALÒ 2-3 VARESE-GIANA ERMINIO RINV. PAVIA-MONZA 3-5 LUMEZZANE-PRO PATRIA 2-7 TORINO-PRO PIACENZA 6-1 ALESSANDRIA-RENATE 2-0 NOVARA-SAVONA 4-0 TORINO FERALPISALÒ NOVARA COMO CREMONESE GIANA ERMINIO ALESSANDRIA LUMEZZANE PRO PATRIA PAVIA MONZA PRO PIACENZA ALBINOLEFFE VARESE RENATE SAVONA SAVONA-ALBINOLEFFE COMO-ALESSANDRIA PRO PATRIA-CREMONESE RENATE-LUMEZZANE GIANA ERMINIO-NOVARA FERALPISALÒ-PAVIA MONZA-TORINO PRO PIACENZA-VARESE

5 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Eccellenza POKER CASALE 4 TORTONA VILLAL. 0 MARCATORI: pt 29 Di Gennaro, 44 Zenga; st 10 Zenga, 24 rig. Russo. FBC CASALE (4-4-2): Castagnone 6; Benelkhaidir 6, Silvestri 6.5, Balzo 6.5, Buso 6.5 (27 st Birolo 6); Kerroumi 7.5, Mazzucco 6 (18 st Granieri 6), Ghigliazza 6.5, Di Gennaro 7.5; Russo 6.5, Zenga 7 (33 Daffara 6). A disp.: Cantamessa, Marianini, Molica Nardo, Germano. All.: Fossati. TORTONA VILLALVERNIA (4-4-2): Murriero 5; Giordano 5 (30 st Bisio ng), Camussi 5.5, Mar. Bardone 5, Iannelli ng (21 pt Calogero 5.5); Mat. Bardone 5, Magnè 5, Francia 5.5, Mandirola 5 (13 st Lombardi 6); Cassani 5.5, Deideri 5. A disp.: Mercolillo, Cristiano, Acerbo, Di Mattia. All.: Melchiori. ARBITRO: Schirinzi di Nichelino 6 NOTE: Ammonito Francia. Angoli: 8-2. Recupero: pt 1 ; st 2. Spettatori 250 circa. Giornata soleggiata, terreno in discrete condizioni. Casale Monferrato (Al) Nicolò Foto C i sono film la cui trama è sfiziosa, che raccolgono l interesse del pubblico, attratto da un cast di ottimo livello e dalla storia emozionante che si portano dietro. Film che, all atto pratico, finiscono per deludere le attese degli spettatori accorsi sui seggiolini del cinema con le più rosee aspettative. La gara tra Casale e Tortona Villalvernia è stata un po così, con il ritorno di Stefano Melchiori sulla panchina sbagliata e con l abbraccio di un pubblico che lo amerà per sempre. Tanto romanticismo e poca suspense, con una gara praticamente mai in discussione che ha visto i nerostellati trionfare con un poker che più netto non si può e che lascia ben sperare in vista della prossima, importantissima, partita di Pinerolo che, a questo punto, può diventare un crocevia vitale per l aggancio ai posti più ambiti della platea di Eccellenza. Nelle prime battute di gara, Villalvernia intelligente e guardingo, bravo a chiudersi a tartaruga e a limitare i ragionamenti degli strateghi del Casale. Ma le sbavature non sono ammesse dal talento offensivo a disposizione di mister Fossati e, dunque, alla prima palla persa, ecco il lancio millimentrico del solito Kerroumi che, con un meraviglioso destro squarcia-campo, trova sull out opposto il prontissimo Di Gennaro che, in velocità, si beve Giordano, arriva sulla mezza luna e CASTELLAZZO-FOSSANO 2-1 MARCATORI: pt 27 Merlano, 40 Merlano; st 5 Berberi CASTELLAZZO: Basso, Cartasegna, Parrinello, Molina, Robotti, Della Bianchina, Valmori (28 st Acrocetti), Pavanello, Merlano, Rosset, Piana (34 st Pellicani). A disp. Filograno, Clementini, Cozza, Cimino, Gandino. All. Lovisolo. FOSSANO: Rosano, Gazzera (22 st Tavella), G. Brizio (38 st Bonsanto), Del Soglio, Madrigrano, Campagnolo (26 st Arigò), Pernice, Giraudo, Berberi, Sese Zamatoko, Riorda. A disp. Dia, Douza, Gillio, Brondino. All. Dalla Riva. LE ALTRE GARE scarica un fortunoso destro che sfiora un piede avversario, poi la traversa e finisce in gol. La sensazione è che l approdo del giocatore vogherese in Monferrato potrà essere decisivo in vista della lotta, più che mai aperta, verso la promozione. Sullo scadere di primo tempo, è sempre Di Gennaro a fare impazzire la retroguardia tortonese. Melchiori prova a scalare Magnè sulla destra, ma è tutto vano. Il numero 10 nerostellato fa esattamente ciò che pensi voglia fare ma, immancabilmente, lo fa alla perfezione, non lasciandoti scampo. Dunque altra fuga a sinistra, accentramento perfetto, palla a Zenga e bis assicurato. Nella ripresa la solfa non cambia, anzi, peggiora. Dopo appena otto giri d orologio, Kerroumi si reinventa geometra lanciando in profondità Zenga con un destro da impazzire, la punta casalese si tiene alle spalle Bardone e realizza con un bel piattone. Gara in cassaforte. Il Villalvernia prova ad alzare la testa con Calogero, il migliore dei suoi, ma non basta. Il Casale recupera palla e si invola ancora a rete: Di Gennaro lancia Zenga che sfiora verso Russo, anticipato da un ottimo Murriero. Palla a Kerroumi che punta Francia ed è rigore. Dal dischetto Gigi Russo è implacabile nella realizzazione del poker. Nel finale, dentro il giovanissimo e di prospettiva Birolo, classe 98. E per Fossati è la quinta vittoria in cinque partite. Il film non sarà stato bellissimo, ma l incasso è stato quindi da Oscar. Casale Castagnone 6 Dorme sonni tranquilli per 90 minuti. Rilassato. Benelhaidir 6 Parte in sordina, poi si rivela attento. Giocatore onesto. Silvestri 6.5 In sua presenza non si passa. The wall. Anzi, o mur. Balzo 6.5 A sinistra o in mezzo non fa differenza. Duttile. Buso 6.5 Prestazione di sostanza. Adatto. Birolo 6 esordio convincente. Il ragazzo si farà. Kerroumi 7.5 Costante spina nel fianco per tutti. Saetta. Ghigliazza 6.5 Brilla per lucidità ed intelligenza. Piccolo grande uomo. Mazzucco 6 Padrone della metà campo. Esperto. Granieri 6 In ritardo di condizione. Ma arriverà. Di Gennaro 7.5 Spacca la partita sempre e comunque. Man of the match. Russo 6.5 Quando la palla arriva dalle sue parti, lui è pronto. Bomber di razza. Zenga 7 Tanta sostanza e precisione in zona gol. Sentenza. Daffara 6 entra col piglio giusto. I ragazzi hanno dato prova di essere una squadra importante Tortona Villalvernia Murriero 5 Sul gol di Zenga sfiora la palla, ma non basta. Tradito dalla difesa. Giordano 5 In balia di Di Gennaro per mezzora. Spaesato. Magnè 5 Anche per lui la cura Di Gennaro è letale. In difficoltà quando viene puntato dagli attaccanti avversari. Camussi 5.5 Per esperienza è certamente il migliore dei suoi. Ma non può bastare per evitare il tracollo. Calogero 5.5 il più vivo dei suoi. Sopravvissuto. Mar. Bardone 5 soffre l urto avversario. Non riesce ad incidere come vorrebbe, Francia 5.5 Là in mezzo fa ciò che può. Lottatore. Mat. Bardone 5.5 Braccato dagli avversari. Deideri 5 Si spegne troppo in fretta. Cassani 5.5 Lotta con onore ma in modo vano. Mandirola 5 La vede poco e la tocca meno. Abbandonato al proprio destino. Lombardi 5 Non può incidere sul match. Sapevamo quanto sarebbe stata dura, la seconda rete ci ha tagliato le gambe Fossati, allenatore Casale Melchiori, allenatore T. Villalvernia GIRONE B BENE NARZOLE-ALBESE 3-0 V.MONDOVÌ-COLLINE ALFIERI 1-3 OLMO-CORNELIANO ROERO 0-1 CASTELLAZZO-FOSSANO 2-1 LUCENTO-PINEROLO 1-2 CHERASCHESE-PRO DRONERO 0-6 CAVOUR-SG.CHIERI 1-0 CASALE-T.VILLALVERNIA 4-0 SALUZZO-VALENZANA MADO 3-2 PINEROLO CAVOUR CASALE BENE NARZOLE PRO DRONERO ALBESE CASTELLAZZO CHERASCHESE VALENZANA M SALUZZO T.VILLALVERNIA V.MONDOVÌ OLMO CORNELIANO R COLLINE ALFIERI LUCENTO FOSSANO SG.CHIERI PRO DRONERO-ALBESE COLLINE ALFIERI-BENE NARZOLE PINEROLO-CASALE SG.CHIERI-CASTELLAZZO VALENZANA MADO-CAVOUR CHERASCHESE-LUCENTO FOSSANO-OLMO T.VILLALVERNIA-SALUZZO CORNELIANO ROERO-V.MONDOVÌ FUORI CASA OLMO 0 CORNELIANOROERO 1 MARCATORE: st 15 Terlizzi. OLMO (4-3-3): Campana 7; Fresia 6, Bianco 6, Bima 5.5, Amos Pepino 5.5; Sciatti 6, Mattia Lerda 5.5 (37 st Ligotti ng), Oggero 5 (23 st Mingione 5); Dalmasso 5, Ballario 5, Balsamo 5. A disp.: Marengo, Nicolino, Colombero, Parola. All. Pengue. CORNELIANO ROERO (3-5-2): Gallino 6; Lombardo 6, Anderson 7, Terlizzi 7; Pagliasso 6 (44 st Quattrocolo ng), Padovan 6, Garrone 6, Giordano 6.5, Costa 6.5; Piovano 6.5 (48 st Di Prima ng), Dominin 6 (1 st Valfrè 6.5). A disp. Cheinasso, Iannarella, Marone, Ursache. All. Dessena. ARBITRO: Ameglio di Torino 5. NOTE: espulso (46 st) Mingione per gioco violento. Ammoniti Piovano, Valfrè, Balsamo, Sciatti, Pagliasso. Madonna dell Olmo (Cn) Michele Rosso Un Olmo da dimenticare cede tre pesantissimi punti-salvezza a un volitivo Corneliano Roero, capace di colpire nel momento più propizio dell incontro e centrare una importante quanto meritata vittoria esterna. Ai padroni di casa resta la parziale attenuante di una sfida giocata senza la coppia di centrali difensivi Mosé Pepino- Manfredi: squalificato il primo, infortunato il secondo. Pengue sceglie di schierare sugli esterni l esordiente 96 Fresia e Amos Pepino, in mezzo l inedita coppia composta da Bima e Bianco, mentre è solo panchina per Ligotti, reduce dall influenza. In casa Olmo è la sterilità offensiva a preoccupare: pochi i cenni di vita sugli esterni di Balsamo e Dalmasso, mentre al centro dell attacco Ballario non riceve palloni giocabili né sembra in grado di procurarseli. Le parate di Campana, che pare avere un conto aperto con Piovano, tengono a galla i padroni di casa, incapaci però di spaventare una retroguardia diretta con esperienza e determinazione da Anderson. Ad addormentare ulteriormente una gara già di per sé soporifera è poi la pessima direzione di gara del signor Ameglio di Torino, che permette ogni tipo di perdita di tempo, oltre a incidere nel finale con l oltremodo severa espulsione del neoentrato Mingione per un contrasto a centrocampo. La voglia di vittoria dell Olmo si concentra nei primi dieci minuti di gioco: Ballario in diagonale manca di poco la porta, poco più tardi Mattia Lerda innesca in profondità Dalmasso, ma la girata dell ex Virtus Mondovì è fuori bersaglio. La risposta ospite passa attraverso i piedi di Dominin: il primo tentativo è neutralizzato senza difficoltà da Campana, fatale poco più tardi l indecisione del numero nove roerino al cospetto dell esperto portiere di casa. Una conclusione fuori misura di Garrone chiude un primo tempo fatto di pochissime emozioni, in avvio di ripresa ecco i primi scricchiolii difensivi olmensi. Un colpo di testa su azione d angolo di Bima e un tiro-cross di Dalmasso è quanto riesce a produrre la squadra di casa in un secondo tempo tagliato in due dal gol di Terlizzi: Valfrè, da poco in campo al posto di Dominin, fa breccia sulla destra e offre al compagno di squadra la palla da tre punti. Il Corneliano una volta in vantaggio non concede possibilità di replica agli avversari, che commettono l errore di affidarsi spesso e volentieri alle palle alte verso una zona di campo dominata da un monumentale Anderson. L Olmo si sbilancia, ma non punge, ed è anzi Campana a tenere in corsa i suoi opponendosi alla grande ai ripetuti tentativi di Piovano, vera spina nel fianco della rimaneggiata difesa grigiorossa. Le parate dell ex numero uno di Alessandria e Cuneo, però, non sono sufficienti per muovere la classifica, perché il guizzo di Terlizzi resta l unica rete dell incontro. Nel finale Pengue tenta il tutto per tutto, proposito smorzato dal severissimo cartellino rosso sventolato in faccia a Mingione. Il Corneliano è bravo ad addormentare la gara nei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, intascando un 1-0 che vale oro in ottica salvezza. SALUZZO-VALENZANA MADO 3-2 MARCATORI: pt 21 Caserio; st 5 Parodi, 8 Casassa Mont, 23 Gozzo, 29 Rizzo SALUZZO: Ghiglione, Brignolo, A. Serra, Gozzo, Carli, Marzanati, Casassa Mont, Sacco, Perrone (34 st Morero), Caserio, Boscolo (22 st Allasia). A disp. Peano, Mucciolo, Demaria, Giordana, Chaix. All. Rignanese. VALENZANA MADO: Teti, Padovano, Di Sisto, Manno, Serao (43 st Marelli), Eugenio, Fiore (26 st Giusti), A. Gramaglia (1 st Rizzo), Pellegrini, Ilardo, Parodi. A disp. Pinato, L. Gramaglia, Ravagnani, Correzzola. All. Pellegrini. NOTE: espulso Morero (45 st). La squadra non ha fatto nulla per vincere, al contrario del Corneliano, che ha meritato i tre punti. Un evidente passo indietro, sotto il punto di vista del gioco e dell atteggiamento in campo. Così non si va da nessuna parte Pengue, allenatore Olmo Oggi contavano i tre punti, importantissimi per accorciare le distanze in classifica rispetto alle dirette concorrenti per la salvezza. La squadra sta migliorando di partita in partita, soprattutto dal punto di vista difensivo Dessena, allenatore Corneliano Roero

6 6 Lunedì 2 febbraio 2015 Il Corriere delle Province

7 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Promozione UN GOL PER TEMPO CIT TURIN 2 ASCA 0 MARCATORI: pt 47 Bungaro; st 20 Gianarro. CIT TURIN ( ): Controverso 6, Sangiorgi 6 (36 st Bichi ng), Baudino 6, D Addetta 6, Moncalvo 6, Cirone 6.5, Salis 6 (17 st Mascia 6), Vargiu 6.5, Bungaro 7, Garau 6 (32 st Audasso 6), Gianarro 7. A disp. Longobardi, Gigliotti, Alesci, Gagliardi. All. Garau. ASCA (4-3-3): Decarolis 5, Canapa ng (11 Berri 5.5), Capuana 6, Ghè 5.5, Maldonado 6, Sciacca 5.5, Randazzo 5.5, Palumbo 6, Vesconi 5 (17 st Avitabile 5.5), Mirone 6.5, Pivetta 4.5 (26 st Arfuso 5.5). A disp. Amodio, Moretti, Caruso, Giordano. All. Cattaneo. ARBITRO: Sanfilippo di Biella 6. NOTE: ammoniti Garau, Ghè. Al pt 39 Pivetta (A) sbaglia un calcio di rigore. CANELLI 2 SAN GIULIANO N. 0 MARCATORI: pt 28 Gueye, st 33 Paroldo. CANELLI (3-4-3): Bellè 6; Sandri 6, Macrì 6.5, F.Menconi 6.5; Ferrero 5.5 (39 st Turco ng), Mossino 5.5, Rosso 5.5, Pietrosanti 6; M.Alberti 5.5 (31 st Perelli ng), Cherchi 6 (24 st Paroldo 6.5), Gueye 7. A disp: Guarina, G.Alberti, Penengo, Masieri. All: Robiglio. SAN GIULIANO NUOVO (4-3-3): Maniscalco 5.5; Giuliano 5.5, Cerutti 6 (24 st Sacco ng), Marcon 6.5, Nizza 5.5 (1 st Dimou 6); Oudrou 5.5, Marinello 6, Taverna 5.5 (28 st Meta ng), Crapisto 5.5, Orsi 6, Russo 5.5. A disp: Rodriguez, Ouby, Karriqi, Cirucci. All: Ammirata. ARBITRO: Zovine di Torino 6 (Varrese di Torino e Piazzo di Nichelino) NOTE: Ammoniti Rosso, Oudrou, Russo, Crapisto, Dimou; espulso il dirigente ospite Gazza per proteste. Recupero: pt 0 ; st 4. Torino Luigi Trafficante L Asca getta alle ortiche la possibilità di impensierire la capolista e torna a casa con un altra sconfitta. Il ko contro il Cit Turin ci può stare ma l errore dal dischetto di Pivetta e l assist sciagurato di Decarolis sui piedi di Bungaro prima dell intervallo, segnano di fatto l esito della gara. Già, perché gli ospiti accusano il colpo e nella ripresa restano con la testa e con le gambe negli spogliatoi. Tutto piuttosto facile per il Cit Turin controllare il resto della gara e piazzare il colpo letale con Gianarro a metà secondo tempo. Troppo pesante, ma non vuol essere certo un alibi, l assenza per squalifica di Rapetti nel reparto avanzato. Pivetta e Vesconi, infatti, non hanno dato il giusto contributo alla causa e il volitivo Mirone ci ha messo tanto impegno ma poco più. La situazione in classifica dell Asca resta ancora pericolosa ma i risultati provenienti dagli altri campi possono far tirare un sospiro di sollievo a mister Cattaneo nonostante la sconfitta contro la capolista che lascia immutato il divario in zona playout. E un camaleontico quello scelto da Cattaneo per affrontare il Cit Turin. A trazione anteriore in fase d attacco e con un centrocampo folto in fase di difesa. Sembra funzionare a meraviglia lo schieramento dell Asca, abile nel controllare senza affanno le sortite dei torinesi e con buone ripartenze. E proprio da un azione di rimessa che gli ospiti hanno la possibilità di sbloccare la gara. Mirone viene steso in area di rigore da Garau, per Sanfilippo è calcio di rigore. Dagli undici metri però Pivetta spreca la grande chance calciando altissimo. Un brutto colpo per l Asca che nel finale commette l ennesimo errore della domenica. Questa volta è Decarolis con un rinvio completamente sballato a servire un comodo assist all incredulo Bungaro che da posizione favorevole porta in vantaggio i suoi. Nella ripresa Cattaneo prova a mischiare le carte e dare vivacità all attacco con gli ingressi di Arfuso e Avitabile per gli anonimi Randazzo e Pivetta. I cambi non producono effetto perché i secondi 45 minuti raccontano di tanto Cit e pochissimo Asca. Gianarro e due volte Vargiu sfiorano la rete del 2-0. Sono le prove generali del raddoppio che, puntuale, arriva al minuto E stata una partita condizionata dagli episodi. Prima l errore di Pivetta, poi quello di Decarolis hanno segnato la gara. La nostra partita purtroppo è finita su questi episodi. L assenza di Rapetti si è fatta sentire, ma oggi avremmo dovuto fare di più e invece nel secondo tempo non abbiamo mai creato problemi al loro portiere. Il Cit Turin è sicuramente un ottima formazione anche se oggi non hanno forse giocato la loro migliore partita. Noi non siamo stati bravi ad approfittarne e siamo stati puniti Cattaneo, allenatore Asca VITTORIA ALL INGLESE Canelli (At) Elio Merlino C era voglia di continuare a vincere, nel Canelli, dopo il brillante successo esterno 2-0 di Borgaretto, che aveva portato quella gioia dei tre punti che mancavano da una vita e messo fine a un periodo di magra (1 rete e 2 punti nelle 7 partite precedenti), dopo la mini rivoluzione decembrina, caratterizzata dagli arrivi del centrale di difesa Sandri, dell interno di centrocampo Rosso e della punta esterna Gueye, ma anche l addio della bandiera Talora. Sul fronte ospite, il San Giuliano Nuovo si presentava al Sardi voglioso di ricominciare a sentire il profumo dell erba, tornando a giocare dopo lo stop per neve dell ultimo turno. Anche i biancoverdi hanno fatto iniezioni d esperienza nell ultima sessione di GIRONE D PAVAROLO-ARQUATESE 0-1 CIT TURIN-ASCA 2-0 MIRAFIORI-BORGARETTO 1-1 CBS-LG TRINO 2-1 CANELLI-S.GIULIANO NU 2-0 SDS ROCCHETTA-SANTOSTEFANESE 0-0 LIBARNA-SPORTING CENISIA RINV. ATLETICO TORINO-VICTORIA IVEST 2-0 CIT TURIN SDS ROCCHETTA CBS S.STEFANESE ARQUATESE LG TRINO PAVAROLO CANELLI ATL. TORINO VICTORIA IVEST ASCA S.GIULIANO NU BORGARETTO MIRAFIORI LIBARNA SP. CENISIA LG TRINO-ATLETICO TORINO SPORTING CENISIA-CANELLI BORGARETTO-CBS ARQUATESE-CIT TURIN SANTOSTEFANESE-LIBARNA S.GIULIANO NU-MIRAFIORI VICTORIA IVEST-PAVAROLO ASCA-SDS ROCCHETTA PAVAROLO-ARQUATESE 0-1 MARCATORE: pt 35 S. Torre. PAVAROLO : Capodici, Todaro, Arcaro (30 st Gazzola), Bresciani, Perfetti, Rosa (22 st Serra), Bragardo Alessandro, Vailatti, Saponaro, Fascio (1 st Marocco), Novara. A disp. Catanà, Benedicenti, Magnesi, Gatti. All. Gatti. ARQUATESE: G. Torre, Bonanno, Scali, A. Daga, Scabbiolo, Semino, Macalau (28 st Firpo), Tacchella (1 st Poggio, 32 st Ciriello), S. Torre, Petrosino, Dell Aira. A disp. Colombo, Moretti, Vera, Carino. All. Pastorino. S.D.SAVIO ROCCHETTA-SANTOSTEFANESE 0-0 SD SAVIO ROCCHETTA: Calabrò, Ishaak, Sasso, Busco (41 st Pergolini), Pappadà, Bagnasco, Motta (24 st Pollina), Conti, Bosco (32 st L. Fassina), Dispenza, Manzone. A disp. Fida, Amodio, Maschio, Vicario. All. Raimondi. SANTOSTEFANESE: Gallo, Meda, Balestrieri III (14 st Zilio), Rizzo, Marchisio, Ivaldi, Bertorello, Nosenzo, Marchisio, Maghenzani (11 st Morrone), Busato (19 st Carozzo). A disp. Campanella, Lomanno, Garazzino, Thouafi. All. Amandola. L Arquatese di Pastorino 20 e porta la firma di Gianarro. L attaccante torinese riceve palla da Bungaro, resiste alla carica di Ghè e mette in rete con un preciso diagonale. Sigillo al match e finale in completo relax per i padroni di casa fino al triplice fischio finale. Randazzo cerca la giocata su Gianarro (foto Prisco) mercato, con gli arrivi di Russo, Crapisto e Giuliano, chiamati a portare il team di patron Ricci fuori dalla zona play out. Squadre che si presentano sul rettangolo del Sardi in maniera similare: entrambe con le tre punte e i locali che si schierano con il 3-4-3, contrapposto al dei ragazzi di Ammirata. Primo tempo sicuramente non da palati fini. Si vede poco calcio, con due squadre che stentano ad imbastire una trama di gioco; così i primi 25 minuti sono quasi di dormiveglia, così monotoni che neanche un caffè molto forte tenderebbe a cambiare; da segnalare solo un tentativo di Russo respinto in angolo da Bellè su piazzato e una conclusione del locale Cherchi respinta da Maniscalco. La gara si illumina per gli spumantieri negli ultimi 20, con la rete del vantag- LE ALTRE GARE gio che matura al 28 : bel triangolo Pietrosanti-Cherchi-Gueye con quest ultimo che parte come un furetto sulla fascia, converge in area e conclude sul palo lungo ove Maniscalco non può arrivare: 1-0. Sull onda del vantaggio il Canelli sfiora il gol che chiuderebbe in anticipo i conti già al 41, quando Cherchi si incunea in area e trova il palo a respingere la sua conclusione; sulla palla vagante irrompe Menconi che chiama alla risposta in angolo Maniscalco. La ripresa si apre con Cherchi che serve dopo centoventi secondi M.Alberti, il quale in area piccola converge ma stringe troppo il diagonale che si spegne sul fondo; ancora locali in azione all 8 con M.Alberti che lancia Gueye che in corsa prova il tiro ma non trova la porta. Il San Giuliano ha una timida reazione al 10 quando Marcon vede un suo insidioso cross respinto da Bellè e sulla palla vagante Marinello dal limite non trova il pertugio giusto per mettere in rete. Poi una quindicina di minuti a fasi alterne, con il San Giuliano che non riesce a rendersi pericoloso e con il Canelli che bada al sodo, ossia alla gestione del punto del vantaggio. Robiglio estrae dal cilindro dei cambi Paroldo per Cherchi e viene presto ricompensato dal neoentrato, che raddoppia al 33 con una punizione dal limite che rimbalza davanti a Maniscalco e lo scavalca per il 2-0. Al termine dei 4 di recupero il Canelli può festeggiare il secondo successo di fila e l aver sfatato il tabù San Giuliano; di contro mister Ammirata avrà da lavorare sodo per far uscire i suoi dalle acque torbide della zona playout

8 8 Prima categoria Lunedì 2 febbraio 2015 Il Corriere delle Province GIRONE H LUESE 1 CASSINE 1 MARCATORI: st 25 A.Perfumo, 40 Andric. LUESE (4-4-2): Filì 6; Greco 5.5, De Nitto 6 Favaretto 6 Mazzoglio 6 Bianchi 6 Martinengo 6.5 Cuculas 6.5 (11 st Grimaldi 5.5), Bellio 6; Andric 7 (42 Bonsignore ng ) Acampora 6. A.disp. Fazi, Giacometti, Piccinini, Vignolo, Pirrone. All.: Moretto CASSINE (4-3-3): Gilardi 6; Gamalero 6, Chillè 6.5 Trofin 6.5 Dal Ponte 6.5 Monasteri 6.5 Lovisolo 6 Perfumo F. 6.5 A.Perfumo 7.5 Barbasso 7 ( 37 Di Stefano 6) Ivaldi 6.5 (4 st Jafri 6). A.disp. Gastaldo, Coccia, Zamperla, Ferraris, Channouf. All.: Lolaico ARBITRO: Farsad di Alessandria 6 NOTE: ammonito Barbasso. Recupero: pt 0 st 2. Calci d angolo: 7-2 per il Cassine. Spettatori circa 100. RECUPERO PRIMA G INFERNOTTO 2 VIGONE 1 MARCATORI: pt 21 Gamba; st 16 Spezzacatena, 18 Chakour. INFERNOTTO: Copetti, Rostan, Tognini, Benedetto, Bessone, Raffi, Chakour, Isaia (42 st G.Bruno Franco), Spezzacatena (34 st Carignano), Rosso, Testa (45 st El Mahrhani). A disp. M.Bruno Franco, Maurino, Kouthar. All. Zaino. VIGONE: Ceaglio, N.Gillino, J.Gillino, Battisti (17 st Falcetti), F.Restagno, Bollati, Gamba (24 st Sanmartino), Vaglienti (40 st M.Restagno), Tagliaferro, Sina, Inzitari. A disp. Caffaratti, Barbero, Tanasa, Cordero. All. Boretto. NOTE: espulso al 32 st N.Gillino. Nel recupero della seconda di ritorno l Infernotto si impone in rimonta sul Vigone e rilancia le proprie ambizioni. Ospiti in vantaggio al 21 del primo tempo grazie ad una bella conclusione di Gamba da fuori area che non dà scampo a Copetti. La squadra di Zaino ribalta il risultato in 2 a metà ripresa. Al 16 Spezzacatena controlla un pallone e dai 25 metri lascia partire una bordata che manda la sfera ad incocciare sul palo prima di finire in rete. Centoventi secondi più tardi Rosso imbecca Chakour il cui tiro in corsa batte imparabilmente Ceaglio e regala i tre punti ai cuneesi del presidente Raviolo. GIRONE G RECUPERO: INFERNOTTO-VIGONE 2-1 DENSO F.C GIOV. CENTALLO VILLAR INFERNOTTO VICESE RACCONIGI VILLANOVETTA DOGLIANI S. SEBASTIANO GARESSIO POL. MONTATESE MARENE MONFORTE BOYS F.C. VIGONE VALVERMENAGNA SCARNAFIGI DENSO F.C.-POL. MONTATESE F.C. VIGONE-MONFORTE BOYS GARESSIO-S. SEBASTIANO MARENE-GIOV. CENTALLO RACCONIGI-DOGLIANI VALVERMENAGNA-VILLANOVETTA VICESE-SCARNAFIGI VILLAR 91-INFERNOTTO Lu Monferrato (Al) Aldo Colonna F inisce in parità il big-match fra Luese e Cassine. Dopo una sconfitta fuori casa per 1-0 e una partita da recuperare, la Luese entra in campo decisa a fare risultato, ma viene costretta a chiudersi in difesa incalzata dal Cassine. Al 9 il croato Andric cerca la conclusione dalla lunga distanza alta sulla traversa. In tre minuti la Luese realizza tre azioni significative al 14 Andric da dentro l area, tiro teso parato da Gilardi, al 15 Greco serve il croato che spreca a lato, e al 16 un cross dalla bandierina non sortisce niente di significativo. La Luese fino a questo punto conduce con una certa determinazione rintuzzata dal Cassine, che fa fatica a superare la metà campo. Al 25 dopo un azione manovrata con passaggi laterali una palla in profondità arriva tra le gambe di Ivaldi e il cassinese sferra una rasoiata angolata che Filì controlla a fatica. Cinque minuti dopo l arbitro Mohammed fischia un fallo per trattenuta di Favaretto su Federico Perfumo, punizione senza esito. Al 31 Alex Perfumo si libera bene in area sullo stretto, dribbla il difensore più arretrato e tira secco su Filì che para a terra. Centrocampo latitante SAVOIA 2 VILLANOVA 1 MARCATORI: st 2 Cairo; 14 Bidone; 21 M. Moretto SAVOIA ( ): Brites 6.5; Cimino 6, Borromeo 6.5, Bidone 7.5, Islamaj 6.5; Cairo 6.5, Bovo 6.5, Montobbio 6.5; A. Giordano 6; Ranzato 5.5 (13 st Bilt 6), Fossati 6.5. A disp. Berengan, Guida, Mangiacotti, Latella, Grifa, Crestani. All. Carrea VILLANOVA M.TO ( ): Piccaluga 5.5; Girino 6, M.Richichi 5.5, Rossi 6, M.Moretto 6.5; S.Richichi 6, Sarzano 6 (25 st F.Moretto 6); Beltrame 6 (35 st A.Cavallone ng), L. Marangoni 6, L.Bonelli 6; M. Cavallone 6 (11 st Barbato 6). A disp. G.Bonelli, Tiozzo, Rosati, Marin. All. Perotti ARBITRO: Bellosono di Torino 5.5 NOTE: espulsi al 30 pt Cimino per comportamento non regolamentare, al 41 st Latella direttamente dalla panchina per proteste Giornata soleggiata, terreno molto allentato. Spettatori 80 circa. Ammoniti: Cimino, Borromeo, Bidone, Montobbio, M.Moretto, Sarzano, L. Marangoni. Angoli: 5-4 per il Savoia. Recupero: pt 0, st 3. della Luese che produce una serie di svarioni. Al 37 il solito Alex Perfumo, migliore in campo, colpisce di giro di interno destro con la sfera che sfiora il palo alla destra del portiere. Si fa sentire la mancanza di Michele Martinengo (ex giovanili Inter e poi Valenzana e una media di 10 gol a stagione) che manca dalla squadra di Lu sin dalla prima giornata per un problema ai crociati. Si chiude la prima frazione di gioco con il cassinese Ivaldi che calcia alto sul legno più lungo. Si apre il secondo tempo e al 7 Alessandro Perfumo da lontano fa la barba al primo palo. La Luese appare inferiore a centrocampo, reparto che andrebbe forse rafforzato. Imbeccato da un lungo cross del fratello Federico, Alex Perfumo tira da posizione angolata e il sicuro Filì manda in angolo. Nonostante il Cassine gestisca bene il centrocampo e tenga in mano l iniziativa la Luese regge e gioca bene di rimessa. Al 12 sempre Alex Perfumo, ancora lui, dall angolo di destra, poco fuori l area piccola manda a lato dalla parte opposta. Sull azione successiva Andric tira da vicino e Gilardi para in due tempi. Al 20 il numero dieci della Luese batte una punizione contro la barriera, poi su un rimpallo Bellio tira di prima intenzione e viene parato. La Luese si riprende e il Litta Parodi (AL) Claudio Moretta Impresa del Savoia: con un uomo in meno i ragazzi di Carrea piegano 2-1 la capolista Villanova dando una nuova dimensione al proprio campionato. I tre punti maturano al termine di una partita nervosa e spezzettata: la posta in palio è alta, e forse per questo le due squadre cominciano guardinghe, con una fase di studio che si protrae per circa mezzora, senza tiri in porta, e col Savoia spesso vittima del fuorigioco sistematico dei casalesi. A muovere le acque provvede, al 30, la prima decisione controversa del direttore di gara, che espelle Cimino, già ammonito, per bestemmia. In realtà, da bordo campo, la frase proferita pare lievemente diversa. Il Savoia in dieci ha il merito di non disunirsi, e anzi al 36 sono proprio i biancoblù a farsi pericolosi con un colpo di testa di Bidone, su punizione dalla trequarti, che però si spegne sul fondo. Dopo un primo tempo bloccato, la ripresa riserva molte emozioni. Al primo affondo, su palla ferma, il Savoia passa: al 2, Fossati da sinistra serve Montobbio che crossa teso; mischia in area, la palla schizza via e Cairo è il più lesto a correggerla in rete. Il Villanova si scuote al 12, con una girata di Beltrame, a lato, ma il Savoia non fa sconti, e al 14 su angolo di Montobbio, Bidone, appostato sul secondo palo, schiaccia in rete il 2-0. Il Villanova alza il baricentro e prova a premere, riuscendo anche a riaprire la gara al 21 quando su cross dalla destra di Luca Marangoni, sul secondo palo Moretto si coordina in splendida girata e insacca l 1-2. La partita ora si fa nervosa e l arbitro non Cassine arranca ma il risultato non varia. Al 25 il vantaggio del Cassine: Alex Perfumo di sinistro dall altezza del dischetto insacca con un tiro teso a mezz aria. Al 40 arriva il pareggio dei padroni di casa: da un fallo battuto dalla fascia laterale Andric, schiena alla porta, gira una soluzione a fil di palo, secca e imparabile, e Gilardi è battuto. Andric al 41 serve Acampora che conclude sul palo. Due conclusioni luesi una da lontano e una da vicino si rivelano inefficaci e il pareggio è la logica conseguenza per il risultato finale. GIRONE H Un azione di Savoia-Villanova Savoia Brites 6.5 Un paio di belle parate Cimino 6 L espulsione è eccessiva, ma lui è stato ingenuo Borromeo 6.5 Gladiatore dell area, le dà e a volte le prende. Bidone 7.5 Una muraglia di un solo uomo. E fa anche gol Islamaj 6.5 Sicuro nella sua zona Cairo 6.5 Tanto lavoro oscuro e un gol che vale oro Bovo 6.5 Cervello del centrocampo Montobbio 6.5 Dinamismo e intraprendenza A.Giordano 6 Si muove tra le linee e regala solo qualche lampo Ranzato 5.5 Cade troppo facilmente (13 st Bilt 6 Acerbo, ma con tanta volontà) Fossati 6.5 Punto di riferimento per tutte le manovre offensive 6 PARTITE da recuperare nel girone H: quattro relativi alla giornata di ieri, due al turno precedente riesce a tenerla in pugno, dopo un gran volo di Brites, a neutralizzare un tiro dai 30 metri di Rossi al 33, al 41 ecco un altro fattaccio: nell area del Savoia, Borromeo, cade a terra sanguinante colpito da una manata. L arbitro non vede nulla ma in compenso espelle dalla panchina Latella per proteste. Da qui alla fine praticamente non si gioca più, tra proteste, falli e palloni gettati lontano, ma per il Savoia, in 10 contro 11, sono tre punti da non farsi sfuggire. Villanova Piccaluga 5.5 Incolpevole sul primo gol. Sul secondo potrebbe uscire Girino 6 Prova ad appoggiare l azione M.Richichi 5.5 Qualche sbavatura Rossi 6 Ci prova due volte da lontano M.Moretto 6.5; Un gol e tanto carattere S.Richichi 6 Si limita al compitino Sarzano 6 Si accende a sprazzi (25 st F.Moretto 6 non incide) Beltrame 6 Dinamico ma poco concreto (35 st A.Cavallone sv), L.Marangoni 6 Ha tecnica, ma va a corrente alternata L.Bonelli 6 Corre molto e mette qualche cross M.Cavallone 6 Poco servito (11 st Barbato 6 Non cambia la partita). Complimenti al Savoia. Hanno meritato. Abbiamo preso due gol su calcio piazzato, e dovremo lavorarci su Perotti, allenatore Villanova Siamo stati eroici. Non ho altro modo per definire questa vittoria, in 10 contro 11. Nella ripresa è emerso il nostro grande cuore Carrea, allenatore Savoia CASTELNUOVO 3 POIRINESE 0 MARCATORI: pt 10 Dickson, 30 Dickson; st 15 Lotta. CASTELNUOVO B.: Gorani, Poncino (30 st La Rocca), Molinari (1 st Giordano), Pennacino, Borriero, Mighetti, Dickson, Brusasco, Sirb, Baseggio, Lotta (30 st Fanzelli). A disp. Ratti, Erba, Gagliardi. All. Musso. POIRINESE: Petrone, Lazzarotto, Tarasco, Gamba, Pavesio, Arlorio, Pezzano, Abbondanza (30 Stoppa), Celeghini (10 st Lungo Vaschetti), Parisi (35 st Mannella), Deriu. A disp. Pinna, Bosco, Bardi, Senese. All. Mogliotti. NUOVA SCO 2 ATL. CHIVASSO 0 MARCATORI: st 22 Agazzi D., 35 Boschiero. NUOVA SCO: Furin, Toso, Vercelli, Scassa, Bertero, Testolina, Zanellato Alessandro (25 st Zanellato Alberto), Virciglio, Altomonte (30 st Boschiero), Agazzi, Cori Gae. (10 st Andreotti). A disp. Sacco, Palmisano, Aloi, Lampiano. All. Rossi. ATL.CHIVASSO: Argomenniò, Camosso, Bentivenga (10 st Parisi), Perseghin, Lazzarino, Calzolaro, Vai, Liuzzi (28 st Del Verme), Turano, Raso, Durmishi (14 st Vendemiati). A disp. Esposito, Fossati, Novellino Christian, Butera. All. Parisi. PRO VILLAFRANCA 4 TROFARELLO 0 MARCATORI: pt 13, 33 Cori; st 5 Cori, 43 Rocchi. PRO VILLAFRANCA: Migliore, Bruno, Li Causi (35 st Politi), Biamino, Pace, C. Bruno, Mahboub, Brignole (30 st Ferreri), Cori (22 st Balbo), Demaria, Rocchi. A disp. Bighi, Furlan, Crea, Di Masi Antonio. All. Mensio. TROFARELLO: Aliaj, Piva, Pezzetta, Decollasio, Sartori, Colaianni, Santinon (30 st Tonegaru), Cuneo, Di Tanno, Ucci (15 st Marguati), Gallea (20 st Bouchnaf). A disp. Mancuso, Foti. All. Serami. USAF FAVARI 5 SANDAMIANESE 0 MARCATORI: pt 48 Pani; st 5 Pani, 27 Pani, 34 D. Razzetti, 45 Bissacco. USAF FAVARI: Bosticco, D. Razzetti (41 st Marzullo), Pani (39 st Manto), Valle, Favaretto, Guidi Colombi (30 st Bissacco), Orrù, Rey, Calzolai, Mas. Tallano, Mar. Tallano. A disp. M. Razzetti, Demasi, Milanaccio, Addiesi. All. Marocco. SANDAMIANESE: Favarin, Gai, Gamba, Campanale, Sesta, Saviano, Quaglia (13 st Emma), Franco (33 st Graziano), Porta, Mogos, Tica. A disp. Prestigiacomo, Belzer, Raviola, Mallus. All. Cascino. NOTE: espulso Tica (7 st).

9 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Prima categoria GIRONE H CASSANO 0 LA SORGENTE 2 MARCATORI: pt 1 Balla; st 27 Daniele. CASSANO (4-4-2): Rossi 6, Campantico 6 (10 st L. Guaraglia 5.5), M. Guaraglia 5.5, Sterpi 6.5, Rigobello 6, Repetto 6, Bagnasco A. 5.5, Bisio 6, Ceria 5.5, Merlano 5.5, Giacomelli 6. A disp. Ursida, Tegon. LA SORGENTE (4-4-2): Miceli 6, Battiloro 6, Marchelli 6, Grotteria 6 (31 st Favelli ng), Goglione 5.5, Astengo n.g. (27 pt Cebov 5.5), Daniele 6, Salis 6.5, Pari 6.5, Cutuli 6 (29 st Reggio 5.5), Balla 7. A disp. Benazzo, Fameli, De Bernardi, Laborai. All. Marengo. ARBITRO: Roveriks di Bra 6 NOTE: espulso Bagnasco (33 st.) per somma di ammonizoni. Ammoniti: Campanatico, Guaraglia M., Guaraglia L., Repetto, Bagnasco, Merlano, Salis. Calci d angolo 5-4 per il Cassano. Spettatori 40 circa. Cassano d Orba (Al) Giorgio Vernetti C ontinua alle spese del Cassano la cavalcata de La Sorgente che, con la vittoria per 0-2 di questa domenica, vince la quinta partita nelle ultime sei giornate e si proietta fuori dalla lotta per non retrocedere. Una lotta che vede, invece, ancora protagonista il Cassano che, nonostante la buona prova fornita in questa partita, occupa ancora il penultimo posto in classifica. Non ha nulla da recriminare, infatti, la squadra di casa, artefice di una buona prestazione in campo, ma che poco ha potuto contro un avversaria in splendida condizione di forma e che ha dimostrato in questa partita un gioco da fare invidia anche alle squadre al vertice della classifica. A dimostrazione della loro condizione di forma, bastano una manciata di secondi a La Sorgente per rifilare al Cassano un inaspettata doccia fredda. Sugli sviluppi del calcio d inizio, infatti, Balla riceve in area un pallone tagliato dalla destra che addomestica facilmente e insacca fra le gambe di Rossi, in quello che potrebbe facilmente essere il gol più veloce di tutto il campionato. Il Cassano viene colto alla sprovvista dalla accelerata degli ospiti che al 6 potrebbero già chiudere la partita se non fosse per la traversa che dice no ad una punizione dal limite di Marchelli. Scrollatosi di dosso lo shock iniziale, il Cassano cresce e al 29 ha un occasione clamorosa con Repetto che su cross dalla trequarti prova una rovesciata in mezzo all area ma calcia poco sopra la traversa. La Sorgente non fa l errore di sottovalutare il Cassano, continuando a spingere sull acceleratore nonostante l avversario in crescita. La squadra di casa non sfigura nel resto del primo tempo, ma gli acquesi sbagliano poco e si ritrovano più volte davanti alla rete sciupando sul più bello. Nella ripresa il copione non cambia: al 7 una bella azione si conclude con Marchelli che da due passi schiaccia con troppa forza un colpo di testa che rimbalza davanti alla porta e finisce sopra la traversa. Quattro minuti più tardi anche il Cassano batte un colpo e GiRONE F CMC MONFERRATO 2 QUATTORDIO 1 MARCATORI: pt 15 Calderisi, 18 Ressia, st 33 Ivanov rig. CMC MONFERRATO: Ribellino, Ressia, Casablanca, Sgobba, Risso, Arenario, Ivanov (34 st Frascà), Barosso, Remondino (25 st Guerrato), Camarà, Clerico (1 st Maggiora). A disp. D Urso Daniele, Succio, Boero, Danzi. All. D Urso. QUATTORDIO: G. Giordano, Aagoury (27 st Khatim), Bastianini, Bobbio (35 st Stella), Ghezzi (4 st Miraglia), Bisio, Timis, Volante, Calderisi, Muscarella, Giannicola. A disp. Dardano, De Benedetti, Roccaforte, El Mouket Bader. All. Carnevale. Montiglio (At) Moretti-Merlino Non comincia nel migliore dei modi il cammino del nuovo tecnico del Quattordio, Carnevale. Il Montiglio Monferrato infatti trova su rigore la via della vittoria, vanificando il vantaggio regalato da Calderisi a un quarto d ora del fischio d inizio. Quella del Quattordio è Stavolta nel Girone F, dove le strade del Quattordio è l ennesima panchina che salta in Prima categoria, questa volta a farne le spese è stato Maurizio Vennarucci. L addio del tecnico si è consumato venerdì, a poche ore dalla sfida di campionato in programma ieri, e dopo che lo stesso Vennarucci aveva diretto regolarmente gli allenamenti della settimana. A prima vista, per tempistiche e modalità si tratta di un divorzio che dall esterno potrebbe sembrare sorprendente, ma che evidentemente è maturato in modo graduale, almeno secondo quanto spiega il ds dei biancoazzurri, Andrea Canestri. «Premesso che ci siamo lasciati bene, e che Maurizio era e rimane un amico, al punto che anche dal mio punto di vista prendere questa decisione non è stato facile, credo sia giusto ammettere che è stata una scelta della società». Per i risultati sportivi? «Non esattamente. Forse la squadra potrebbe fare un po di più, ma le ambizioni non erano di vertice assoluto. Il problema è che sin dall inizio qualcosa a livello di amalgama interno non ha funzionato. Lo stesso Maurizio non era del tutto soddisfatto di come andavano le cose, né lo eravamo noi. Niente di eclatante, ma mancava da parte di tutti la serenità per andare avanti». Una volta stabilito che era tempo di voltare pagina, la società ha deciso di optare per una soluzione interna restituendo, appunto, il ruolo di allenatore a Carlo Carnevale, che già aveva guidato il Quattordio nello scorso campionato. Al momento la soluzione è provvisoria, ma vista la profonda conoscenza dell ambiente da parte di Carnevale, è probabile che possa essere lui a guidare il Quattordio fino alla fine di questo campionato. Miceli deve superarsi per mandare in angolo un tiro a giro di Repetto dal limite dell area. I padroni di casa non demordono ma al 27 La Sorgente riesce finalmente a mettere a segno il gol della sicurezza. L autore della rete Daniele che non deve far altro che appoggiare in rete un pallone splendidamente servito da Balla dopo un velocissimo contropiede in 3 contro 1. Al 33 l unico neo di una partita ruvida ma senza cattiveria da parte di entrambe le squadre: Bagnasco entra i tackle in ritardo su un avversario e, già ammonito, si vede sventolare davanti il cartellino rosso. Da segnalare comunque l assoluta mancanza di malizia nel gesto del centrocampista cassanese. Sul finale il Cassano cala leggermente, complice una panchina cortissima, e La Sorgente crea diverse occasioni, soprattutto con Cebov e Reggio, ma non riesce ad arrotondare ulteriormente il risultato. Al fischio finale il risultato è di 0-2 per La Sorgente, uscita vincitrice in una partita che rappresenta tutto ciò che c è di bello nel calcio senza eccessi e antisportività. Non so dove finiscano i meriti nostri e i limiti dei nostri avversari, però oggi abbiamo giocato una splendida partita. Credo che la quantità di occasioni da gol che abbiamo creato ne siano la riprova. Abbiamo vinto 2-0 senza correre grossi rischi, sicuramente potevamo mettere al sicuro il risultato prima, ma sono comunque soddisfatto. Nonostante le assenze, le seconde linee hanno dimostrato di saper sostituire i compagni molto bene, soprattutto Balla, la nostra punta, che ha dettato i tempi della manovra che è la cosa più importante per la nostra squadra. Bene tutti, quando vinci partite di questa importanza 2-0 sbagliando la quantità di gol che abbiamo sbagliato noi non posso che essere contento Marengo, allenatore Cassano VILLAROMAGNANO-F. OCCIMIANO 2-4 MARCATORI: st 8, 20, 42 Ubertazzi; 30 Bordoni, 35 Gentile, 37 Felisari, VILLAROMAGNANO(4-4-2): Ballotta; Mura, Bosco (32 st Gianelli), Albanese, Cremonte; Baiardi (14 st Scotti), Albertini (14 st Stramesi), Toukebri, Mandara; Felisari, Bordoni. A disp: Faliero, Rolando. All: Cornaglia FORTITUDO OCCIMIANO (5-4-1): Melotti; Patrucco, Alessio, Colella, Badarello, Silvestri; Da Re (42 st Gigliotti), La Porta, Artico, Gentile (40 st Polizzi); Ubertazzi. A disp: Zanotti, Milan. All: Borlini NOTE: espulso al 36 st Mandara ARBITRO: Verdese di Asti Sei gol e tante emozioni fra Villaromagnano e Fortitudo. Vincono, a sorpresa, i casalesi, che si impongono addirittura per 4-2, ravvivando le loro speranze di salvezza, trascinati da un super Ubertazzi, vero mattatore del confronto con tre reti personali. Dopo un primo tempo vissuto a fasi alterne, e concluso a reti inviolate, la partita si sblocca improvvisamente all 8 della ripresa quando l arbitro concede un penalty alla Fortitudo per un fallo di Ballotta su Da Re, e Ubertazzi trasforma con freddezza. L ex San Carlo è scatenato e al 20 raddoppia con una rovesciata di alta scuola, che raccoglie applausi dal pubblico assiepato a bordo campo, ma i locali rientrano in corsa al 30, grazie a Bordoni, che sfrutta un azione di Felisari e finalizza il momentaneo 2-1. Passano cinque minuti e la Fortitudo allunga nuovamente grazie a Gentile, che si invola in contropiede e non dà scampo a Ballotta. I locali restano in dieci per l espulsione di Mandara, ma al 37 Felisari dimostra che la gara non è ancora finita e con una conclusione perentoria riporta i tortonesi in partita. Negli ultimi minuti Villaromagnano sbilanciatissimo in avanti a giocare il tutto per tutto, e Fortitudo pronta a colpire in contropiede: proprio su una ripartenza al 42 Ubertazzi sorprende la difesa rossoblù eccessivamente avanzata e va a realizzare il definitivo 4-2 GIRONE F ATL. SANTENA-BALDISSERO 2-0 CASTELNUOVO B.-POIRINESE 3-0 CMC MONTIGLIO-QUATTORDIO 2-1 MONCALIERI-C. MONCALIERI 0-0 NUOVA SCO-ATL. CHIVASSO 2-0 PRO VILLAFRANCA-TROFARELLO 4-0 S. G. RIVA-VILLASTELLONE C 0-1 USAF FAVARI-SANDAMIANESE AT 5-0 ATL. SANTENA ATL. CHIVASSO SANDAMIANESE BALDISSERO USAF FAVARI PRO VILLAFRANCA CASTELNUOVO B POIRINESE MONCALIERI NUOVA SCO CMC MONTIGLIO QUATTORDIO VILLASTELLONE C TROFARELLO C. MONCALIERI S. G. RIVA ATL. CHIVASSO-ATL. SANTENA BALDISSERO-PRO VILLAFRANCA C. MONCALIERI-CMC MONTIGLIO POIRINESE-NUOVA SCO QUATTORDIO-S. G. RIVA SANDAMIANESE AT-CASTELNUOVO B. TROFARELLO-MONCALIERI VILLASTELLONE C-USAF FAVARI GIRONE H A.C. BOSCHESE-OVADA - CASSANO CALCIO-LA SORGENTE 0-2 GAVIESE-VIGUZZOLESE - LUESE-CASSINE 1-1 PRO MOLARE-QUARGNENTO - SAVOIA FBC-VILLANOVA AL 2-1 SILVANESE-AURORACALCIO - VILLAROMAGNANO-FORTITUDO F.O. 2-4 VILLANOVA AL CASSINE SAVOIA FBC SILVANESE LUESE VILLAROMAG OVADA LA SORGENTE AURORACALCIO A.C. BOSCHESE FORTITUDO F.O VIGUZZOLESE QUARGNENTO PRO MOLARE CASSANO CALCIO GAVIESE AURORACALCIO-VILLAROMAGNANO CASSINE-SILVANESE FORTITUDO F.O.-PRO MOLARE LA SORGENTE-GAVIESE OVADA-LUESE QUARGNENTO-CASSANO CALCIO VIGUZZOLESE-SAVOIA FBC VILLANOVA AL-A.C. BOSCHESE

10 10 Seconda categoria GIRONE I AUR.PIOSSASCO-ATL.RACCONIGI 0-2 SCALENGHE-BRICHERASIO 1-6 SAN BERNARDO-CANDIOLO 4-2 PIOSSASCO-PEROSA 2-2 BRUINESE-SAN PIETRO VL 0-1 ROLETTO-VINOVO BOYS 3-2 RIPOSA: P.POLONGHERA ATL.RACCONIGI PIOSSASCO VINOVO BOYS P.POLONGHERA PEROSA BRICHERASIO CANDIOLO BRUINESE SAN PIETRO VL SAN BERNARDO AUR.PIOSSASCO SCALENGHE ROLETTO BRUINESE-AUR.PIOSSASCO ATL.RACCONIGI-P.POLONGHERA CANDIOLO-PIOSSASCO PEROSA-ROLETTO BRICHERASIO-SAN BERNARDO VINOVO BOYS-SAN PIETRO VL RIPOSA: SCALENGHE GIRONE L TSOMMARIVESE-BUTTIGLIERESE 6-2 CORTEMILIA-MEZZALUNA 0-2 TORRETTA-PRALORMO 0-2 SPARTAK SD-P.SOMMARIVA 3-1 CANALE-SALSASIO 1-3 P.VALFENERA-STELLA MARIS 2-4 RIPOSA: SANFRÈ STELLA MARIS PRALORMO MEZZALUNA CORTEMILIA SPARTAK SD CANALE SANFRÈ BUTTIGLIERESE SALSASIO SOMMARIVESE P.SOMMARIVA TORRETTA P.VALFENERA PRALORMO-CORTEMILIA SALSASIO-P.VALFENERA P.SOMMARIVA-SANFRÈ STELLA MARIS-SOMMARIVESE MEZZALUNA-SPARTAK SD BUTTIGLIERESE-TORRETTA RIPOSA: CANALE GIRONE M VAL MAIRA-COSTIGLIOLESE ND. PRO SAVIGLIANO-GENOLA 1-1 SPORT ROERO-MANTA 5-1 V.SOLARO-OL.SALUZZO 0-0 DEA NARZOLE-RORETESE 0-1 BANDITO-S.CHIAFFREDO 0-0 MURAZZO-VILLAFALLETTO 1-0 RORETESE OL.SALUZZO COSTIGLIOLESE GENOLA SPORT ROERO BANDITO V.SOLARO MURAZZO VILLAFALLETTO S.CHIAFFREDO MANTA PRO SAVIGLIANO VAL MAIRA DEA NARZOLE MANTA-BANDITO COSTIGLIOLESE-DEA NARZOLE S.CHIAFFREDO-MURAZZO RORETESE-OL.SALUZZO VILLAFALLETTO-PRO SAVIGLIANO V.SOLARO-SPORT ROERO GENOLA-VAL MAIRA Lunedì 2 febbraio 2014 GIRONE O MONFERRATO 3 BISTAGNO VB 3 MARCATORI: pt 18 Piovano, 28 Naimi, 45 Merlo; st 2 Amisano rig., st 13 Merlo, st 39 Amisano MONFERRATO (4-3-3): Bacchin 5.5; Mora 6.5, Scantanburlo 5.5 (st 1 Giacobbe 6), Bergo 6, Greco 6; Rutigliano 6.5, Chilelli 7, Naimi 6 (st 35 Bircaj 6); Amisano 6, Zanella 6, Taormina 5.5 (st 1 Greggio 6). A disp. Jain, Sparacino, Concas, Ravizza. All. Tinnirello. BISTAGNO ( ): N. Dotta 5.5; Piovano 6.5, Astesiano 6, Palazzi 6, Gregucci 6, Viotti 6 (st 3 Alberti 6.5), Garrone 6 (st 14 Moscardini Malvicino 6), K. Dotta 5.5; Merlo 7, Vola 6 (st 29 Pane 6); Foglino 6.5. A disp. Delorenzi, Dabormida. All. Caligaris ARBITRO: Marcella di Asti 6 NOTE: ammoniti Viotti, Vola, Zanella, Greggio, N. Dotta. San Salvatore Monferrato Mattia Stango BANDITO-SAN CHIAFFREDO 0-0 BANDITO: R. Milano, M. Milano, D. Morra (12 st Drogo), F. Morra, Piras, Iazzetta, Montà, Rossi, Maffettone, Allocco (5 st Scavetta), Rascu. A disp. Abrate, Ferrero, Toman, Deboni, Piumatti. All. Turletti SAN CHIAFFREDO: Luciano, Giacoma (1 st Giraudo), Calvo, Dutto, Comba, Tallone, Dalmasso, Eandi, Garnero (10 st Gullino), Parola, Bottero. A disp. Devalle, Cherasco, Castagno. All. Mazza. V. SOLARO-OL. SALUZZO 0-0 VILLANOVA SOLARO: Macheda, Perrone, Bodrero, D. Genco (1 st Ambrassa), Botta, Trombetta, Tealdi (36 st Vinai), Panero, Giustetto (20 st Apuzzo), Delpiano, C. Genco. A disp. Gallarate, Rinaudo, Fantino. All. Caratto. OLIMPIC SALUZZO: Petrussi, Costa, Lingua, Telamone, Rinaudo, Quaglia, Parola, Da Costa, Bordino, Dao, Rinaudo, A disp. Martino, Chiappero, Dalmasso. All. Costa. U n match importante quello fra Monferrato e Bistagno, entrambe nei bassifondi del campionato - rispettivamente ultima e terzultima - e alla ricerca di punti fondamentali in chiave salvezza. Alla fine nessuna delle due squadre ha il coraggio di portarsi a casa l intera posta in gioco: le occasioni da entrambe le parti non mancano, ma si vedono anche parecchi errori in fase conclusiva. Partono forte i padroni di casa con Amisano che, a pochi minuti dal fischio d inizio, potrebbe già portare in vantaggio i suoi ma, a tu per tu col portiere avversario, tergiversa sul da farsi e non riesce a concludere a rete, con il pallone che si accomoda fra le braccia di Dotta. Passa meno di un quarto d ora e, al 18, gli ospiti sbloccano il tabellino della partita: da calcio di punizione, Merlo effettua un velenoso cross a tagliare l area, sul quale si fa trovare pronto Piovano che, arrivando dalle retrovie, sorprende la difesa del Monferrato e manda in rete con un tiro a botta sicura. Il gol subito sembra però risvegliare i ragazzi di Tinnirello che, dopo aver rischiato di subire il secondo gol a causa di un errore in fase di disimpegno a favore di Foglino (imprecisa la sua conclusione sulla linea di porta), riportano il risultato in parità, sempre su calcio da fermo. Ad incaricarsi della battuta è Chilelli, il cui traversone raggiunge il secondo palo, dove Naimi è bravo a farsi trovare pronto per segnare il tap in vincente. Passano pochi minuti e Amisano ha la possibilità di ribaltare il risultato, ma il portiere ospite è attento a deviare col piede in angolo il tiro indirizzato sul primo palo dall attacante gialloblu. Sul finire della prima frazione, però, il Bistagno approfitta di una dormita della difesa di casa e torna in vantaggio, grazie al colpo di testa di Merlo che, ricevuto il cross dalla destra di Viotti e lasciato completamente solo, insacca alle spalle dell incolpevole Bacchin. Pronti via e, nella ripresa, Amisano riequilibra nuovamente il match, trasformando un calcio di rigore procurato da Greggio, dopo che quest ultimo si era inspiegabilmente visto annullare un gol dal direttore di gara nell azione precedente. L equilibrio ritrovato dura soltanto fino al quarto d ora, quando viene spezzato dalla rete che vale la doppietta personale di Merlo, bravo a sfruttare la verticalizzazione di Foglino, altrettanto scaltro nel soffiare la palla a centrocampo ad un disattento Naimi. L ultimo quarto d ora di gara vede Garrone e compagni cedere terreno e, al contrario, la formazione di casa crescere gradualmente d intensità e, al 31, il Monferrato va vicinissimo al pareggio con Amisano che, a pochi passi dalla porta, manda il pallone all altezza delle stelle. Lo stesso attaccante è bravo però a farsi perdonare, otto minuti più tardi, sfruttando nel migliore di modi il passaggio di Chilelli a scavalcare la difesa e segnando la rete del definitivo 3 3. Un pareggio fondamentalmente inutile per entrambe le squadre, soprattutto per il Monferrato, che nel finale ha rischiato di trovare i tre punti che, sebbene non decisivi, quantomeno avrebbero momentaneamente allontanato i gialloblu dall ultima piazza occupata in classifica. LE ALTRE GARE DEA NARZOLE-RORETESE 0-1 MARCATORE: st 15 Fissore DEA NARZOLE: Vaira, Oddo, Ciravegna, Fresio, Migliorino (15 st Raviola), Moldovanu, Ricca (10 st Plepi), Cerone, Barberis, Lagdani, Andelkovic (15 st Bonkongou). A disp. Daniele, Montanara All. Ciravegna. RORETESE: Tobia, M. Ariaudo, S. Ariaudo (30 st Aimonino), Costantino, Rinaudo, Ferrero, Scognamiglio, Gazzera, Marengo )33 st Pane), Russo (20 st Flori), Fissore. A disp. Aracri, Bori, Panero, Lenta. All. Bori. NOTE: Barberis (14 st), Cerone (44 st) per proteste. CORTEMILIA-MEZZALUNA 0-2 MARCATORI: pt 31 Valetto; st 6 Piazza rig. CORTEMILIA: Roveta, Proglio (22 st Fresia), Vinotto, Ferrino, Molinari, Bertone (15 pt Merolla), Greco, Chiola, Tonti (32 st G.Scavino), Savi, Poggio. A disp. Rabino, Laratore, Brusco, Dotta. All. Ferrero. MEZZALUNA: Colosi, Carroccia, Maucci, Mortara, Lucchese, V.Alovisi (28 st F.Alovisi), Cerchio, Visconti, Valetto, Briglia (20 st Campolo), Piazza. All. Guardalben. ARBITRO: Castello di Bra. NOTE: espulso Mortara (13 st) per fallo in chiara occasione da rete. MURAZZO-VILLAFALLETTO 1-0 MARCATORE: pt 24 Buluggiu MURAZZO: A. Giraudo, M. Farcas-Lohan, Paladini, Gagna, Bernardi, I. Farcas-Lohan, Bertolino, Gallo (16 st Perna), Pompeiano, Buluggiu (38 st Tozzo), Peano. A disp. Agodino, Occelli, La Mantia, M. Giraudo, Bertolino. All. Francone. VILLAFALLETTO: Quaglia, Faccia, Barra (27 st Seye), Cometto, Peano, Racca, Paoletti, Mandrile, Brero, Ambrosino (41 st Parola), Biamonte. A disp. Florea, Ambrosino. All. Bottero. NOTE: ammoniti Peano, Gallo, Pompeiano, Mandrile. P. VALFENERA-STELLA MARIS 2-4 MARCATORI: : pt 7 Visocaro, 14 Brazzò; st 25 Visocaro, 27 Sottero, 36 Potenza, 47 Potenza. PRO VALFENERA: Ingrassia, Camia, M. Musso, Favarino, Abbondanza, Cucco (30 st Vessio), Amatuzzo, Boschetto (10 st Di Biasio), P. Potenza, M. Gioia, Cerruti (35 st Napolitano). A disp. A. Gioia. All. Cucco. STELLA MARIS: Rocca, Boffa (33 st Gallesio), Fontana, Tripodi, Pasquero, Saglietti, Ponzone, Giardino, Tivalon, Visocaro (29 st Moresco), Brazzò (26 st Sottero). A disp. Poggio, Alessandria, Muratore. All. Gallo. Il Corriere delle Province Ce l abbiamo messa tutta, anche perché in settimana ci siamo concentrati molto, abbiamo cercato di preparare la partita al meglio e sul finale avremmo anche potuto vincerla. Credo che la classifica ci stia penalizzando un po troppo, ma stiamo lavorando e sono sicuro che molto presto torneremo ad occupare il posto che meritiamo Tinnirello, allenatore Monferrato L importante per noi era non perdere perché non era una partita facile. Ovviamente spiace essere stati recuperati per ben tre volte, ma dato il momento difficile e i numerosi assenti, molti a causa dei soliti malanni stagionali, siamo comunque riusciti a portare via un punto. Non dimentichiamo che quest oggi la nostra squadra era formata da molti juniores, perciò si tratta di un buon pareggio, in quanto il cammino è ancora lungo e siamo fiduciosi di riuscire, pian piano, ad allontanarci dal fondo della classifica Caligaris, allenatore Bistagno VB PRO SAVIGLIANO-GENOLA 1-1 MARCATORI: pt 10 Foletto; st 15 M. Ferrero. PRO SAVIGLIANO: Dompè, Ober, Mensa, Bolle, Fiorito, Dabbene, Lucio (5 st Cerutti), Deideri, Pengue, Polarolo (39 st Cignarale), Ferrero. A disp. Origlia. All. Leatico. GENOLA: Provera, Tosto, Olivero, Bedino, Menso, Tortalla (10 st Carena), Frau, Gagliardo (30 st Ariaudo), Nayaga, Foletto, Testa (25 st Ruffino). A disp. Graglia, Lamberti, Garino, Estienne. All. Gullino, NOTE: ammonito Bolle. S.DAMIANO-P- SOMMARIVA 3-1 MARCATORI: pt 44 Nervo; st 2 Labbate, 13, 49 Gatto Monticone SPARTAK SAN DAMIANO: Polga, Stocco, Calabresi, Derelitto, Ion, E. Rabino, P. Gatto Monticone, Cotto Vasilev (30 pt Giannetto), Labbate (23 st Trovato), Baracco, Durcan (30 st G. Gatto Monticone). All. Barbera. PRO SOMMARIVA: Coraglia, Intermite, Binello, Giacosa, Dobria, Martino, Berbotto, Cestari, Asteggiano, Nervo, Manassero. A disp. Muratore, Gueye, Pennucci. All. Pellegrino.

11 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Seconda categoria GIRONE O BERGAMASCO 3 SEXADIUM 1 MARCATORI: pt 10 Avella, 13 Zanutto rig.; st 10 Zanutto, 48 Parodi aut. BERGAMASCO ( ): Gandini 6.5; Petrone 6, Ciccarello 6, Buoncristiani 6 (39 st Conta ng); Bonagurio 6; Braggio 6.5, Lovisolo 6.5, Gordon 5, Sorice 6; (27 st Tripiedi 5.5); Zanutto 7 (42 st Cerutti ng), Manca 6. A disp. Lava, Morongiu, Sassarini, Furegato. All. Caviglia. SEXADIUM (4-3-3): Gallisai 5; Ferraris 5.5, Foglino 6 (24 st Aime 5.5), Parodi 5.5, Calligaris 5; Falleti 6.5, (35 st Ruffato sv), Ottria 6, Berretta 6; Pace 6 (40 st Mobilia sv), Avella 6, G. Pergola 5.5. A disp. Sacchinelli, Boidi, Caliò, Lipari. All. Moiso. ARBITRO: Pro di Nichelino 4.5 GIRONE O MONFERRATO-BORMIDA BISTAGNO 3-3 NICESE-CALLIANO 1-0 CERRO PRAIA-CASTELLETTO M.TO 0-2 FRESONARA-FULVIUS ND. CASALCERMELLI-PONTI ND. BERGAMASCO-SEXADIUM 3-1 RIPOSA: FELIZZANOLIMPIA FELIZZANOL BERGAMASCO SEXADIUM CALLIANO FULVIUS Bergamasco (Al) Elio Merlino B ergamasco-sexadium era senz altro il big-match della ripresa del campionato di Seconda Categoria. Di fronte ai locali, terzi in classifica a quota 24, si presentano gli ospiti, secondi a quota 25. Entrambe le squadre sono chiamate con questa partita a dare risposte in ottica scalata al primo posto, per ora appannaggio del Felizzano. Il Bergamasco, nonostante le pesanti assenze di Cela nel reparto arretrato e di L.Quarati in mediana ha giocato un calcio pratico, fatto d essenziale, rischiando quasi nulla dietro e dimostrandosi pronto e cinico in avanti; di contro il Sexadium è apparso spento in difesa e forse un po troppo sbilanciato in avanti, mentre in fase offensiva, l ex di turno Pergola ha sprecato due occasioni ciclopiche che avrebbero potuto chiudere anzitempo il match. La partita si apre bene per il Bergamasco, passano dieci giri di orologio e gli ospiti si rendono pericolosi con Pergola, che dalla fascia mette un cross teso, corretto dalla deviazione di stinco vincente di Avella in rete per lo 0-1. Il Bergamasco reagisce immediatamente e raggiunge il pari al 13. Parodi tocca Manca in area e per l arbitro Pro è calcio di rigore; Zanutto trasforma con una botta secca e centrale. I cartellini iniziano a fioccare e Calligaris ne fa le spese venendo espulso al 40 per doppia ammonizione. La ripresa parte a marce alte. Pergola evita Gandini ma trova il suo tiro stoppato da Lovisolo con l aiuto del palo GIRONE P LERMA-CASTELNOVESE ND AUDAX ORIONE-MOLINESE ND GARBAGNA-MONTEGIOCO 3-1 PADERNA-MORNESE 1-2 G3 REAL NOVI-X FIVE SPINETTA ND POZZOLESE-VALMILANA ND RIPOSA: DON BOSCO AL VALMILANA DON BOSCO AL LERMA POZZOLESE PADERNA CERRO PRAIA-CASTELLETTO 0-2 MARCATORI: pt 20 Zanardi, 23 Tovello. CERRO PRAIA: Pavese, Mercurio, Ferrero (st 15 Locatelli), Greco, A. Ferro, Vacchina, Giarrizzo, Capra, Bianchi, Capuano (st 28 Marchiò), C. Ferro (st 23 Saviano). A disp Milano, Marchiò Cupello, Cisternino,, Marchiò, Saviano, Tognin. All. Zichi. CASTELLETTO: Borgon, Mazza (35 st Zamboni), Santacasa, Mancuso, Arzani, Canti (45 st Piazza), Monaco, Tovello, Zanardi, Kasbi (st 40 Ammirata), Davite. A disp. Bugliata, Rolando, Scaglia. All. Rolando. esterno. Al 7 poi sul capovolgimento di fronte, Braggio evita Gallisai e serve Sorice, che pennella per la testa di Zanutto. La sua incornata termina fuori di poco. Stessa azione, con gli stessi interpreti, che si ripete in maniera vincente al 10. Tiro di Sorice e deviazione vincente nei tre metri finali da rapace d area, di Zanutto per il 2-1. Moiso le prova tutte: passa alle quattro punte nel finale con gli innesti di Aime e Mobilia, ma l unico pericolo lo porta Pergola, con un tiro sull esterno delle rete. Dopo pochi minuti Parodi appoggia a Gallisai un pallone troppo potente, il portiere sezzadiese sbaglia e la sfera termina in rete per il 3-1 finale. Il punteggio farà riflettere sicuramente il Sexadium, che nonostante abbia tentato di monovrare di più ha palesato tutti i suoi limiti; di contro i locali hanno manifestato una condizione che li potrà portare certamente lontano in questo campionato. Sognare è lecito, mantenendo comunque i piedi ben piantati per terra. La gara ha comunque messo di fronte due squadre che nonostenate qualche limite, si sono affrontate a viso aperto e hanno consegnato al pubblico sugli spalti un calcio bello e a tratti molto divertente. Ora entrambe le squadre continueranno nella loro corsa alla vetta della classifica, il Bergamasco con la vittoria odierna ha mostrato di avere qualche carta in più da potersi giocare da qui fino alla fine della competizione. Caviglia lo sa e grazie alla vittoria contro il Sexadium potrà continuare a spingere tranquillamente in questa direzione. NICESE-CALLIANO 1-0 MARCATORE: st 45 Pergola. NICESE: Ferretti, Caligaris (5 st Amandola), Fogliati, Scaglione, Giacchero, Cantarella, Dogliotti, Gallo, (st 35 Mazzetta) Velkov, Sosso, Rascanu (20 st Pergola). All. Liborio. CALLIANO: Ceron, Bosso, Zambellini, La Penna, Ghisella, Marenco, Rossi (30 st Catone), Talora, Coggiola, Ambrogio (35 st Froio), Soares (15 st Scarpa). A disp. Salama, Cannella. All. Incardona. Il Sexadium, sopra il Bergamasco LE ALTRE GARE DEL GIRONE O E P GARBAGNA-MONTEGIOCO 3-1 MARCATORI: Fassio, Quaglia, Toscano rig., Lazzarin. GARBAGNA: Romero, Angelin, Bastita, Prato, Di Gioia, Quaglia, Guerin (15 st Schenone), Fanfani, Toscano, Lazzarin, Gemme. A disp. Tolve. All. Galardini. MONTEGIOCO: Nizza, Tolve, Destro (20 st Sciano), Cazzola, Balduzzi, Manesso, Fassio (30 st Yassine), Faliero, Bianchini, Zora, Apicella (45 st Himed). A disp. Bianchi, Allegrone, Costa. All. Candiloro. PADERNA-MORNESE 1-2 MARCATORI: pt 30 Mazzarello, st 30 Campi, 47 Atzeni. PADERNA: Pelizzari, Moratto, Cartolari, Gandolfi (20 st Stranieri), Atzeni, Finiguerra, Bamdirola, Rinaldi (st 35 Frisio), Castellazzi (40 st Giuliaoni), Ilardi. Gruppuso. A disp. Arobba, Ventura. All. Atzeni. MORNESE: Ghio, La Rosa, Tosti (st 42 Paveto), F. Mazzarello, Malvasi, A. Mazzarello, Parodi (st 15 Bruzzone), Campi, S. Mazzarello (st 20 Salgado), Tessarino. A disp. Soldi, Barbieri, Barletto, Albertelli. All. Boffito. NOTE: espulsi Malvasi, La Rosa. NICESE CASALCERMELLI PONTI FRESONARA CERRO PRAIA CASTELLETTO BISTAGNO VB MONFERRATO FULVIUS-BERGAMASCO SEXADIUM-CERRO PRAIA CALLIANO-FELIZZANOLIMPIA BISTAGNO VB-FRESONARA PONTI-MONFERRATO CASTELLETTO M.TO-NICESE RIPOSA: CASALCERMELLI G3 REAL NOVI GARBAGNA X FIVE SPINETTA AUDAX ORIONE CASTELNOVESE MOLINESE MORNESE MONTEGIOCO CASTELNOVESE-AUDAX ORIONE DON BOSCO AL-GARBAGNA MORNESE-G3 REAL NOVI MONTEGIOCO-LERMA VALMILANA-PADERNA MOLINESE-POZZOLESE RIPOSA: X FIVE SPINETTA Il Montegioco

12 12 Terza categoria GIRONE ALESSANDRIA TASSAROLO-AURORA PONT. 3-1 GAMALERO-BASSIGNANA 9-0 PLATINUM-CASTELLARESE 1-5 PIEMONTE AL-VALMADONNA 3-2 SALE-TIGER NOVI 2-1 C.CASTELLETTESE-VIGNOLESE RINV. HA RIPOSATO: SERRAVALLESE SCR. TASSAROLO SERRAVALLESE S VIGNOLESE C.CASTELLETTESE PIEMONTE AL CASTELLARESE VALMADONNA SALE TIGER NOVI PLATINUM AURORA PONT GAMALERO BASSIGNANA CASTELLARESE-C.CASTELLETTESE VIGNOLESE-GAMALERO TIGER NOVI-PIEMONTE AL SERRAVALLESE SCR.-PLATINUM BASSIGNANA-SALE VALMADONNA-TASSAROLO RIPOSA: AURORA PONT. GIRONE ASTI CALAMANDRANA-COSTIGLIOLE 1-0 MP CALIFORNIA-MIRABELLO 3-2 SOLERO-INCISA 2-0 STAY O PARTY-REFRANCORESE 5-1 VIRTUS JUNIOR-S.PAOLO SOLBRITO RINV. DON BOSCO AT-UNION RUCHÈ 3-2 MP CALIFORNIA CALAMANDR S.PAOLO SOL DON BOSCO AT COSTIGLIOLE MIRABELLO STAY O PARTY UNION RUCHÈ SOLERO VIRTUS JUNIOR INCISA REFRANCORESE S.PAOLO SOLBRITO-CALAMANDRANA COSTIGLIOLE-DON BOSCO AT INCISA-MP CALIFORNIA REFRANCORESE-SOLERO UNION RUCHÈ-STAY O PARTY MIRABELLO-VIRTUS JUNIOR SALE 2 TIGER NOVI 1 MARCATORI: st 3 e 43 Belvedere; 42 Marletta. SALE (4-4-2): Pampirio 6, Magnè 6, Salvatore 6, Bani 6, Guida 6, Laghnane 6, De Marco 6 (1 st Bisceglia 6), Marc. Botosso 6 (1 st Palumbo 6), Belvedere 7, Mass. Botosso 6, Zito 6 (11 st Callegari 6). A disp. Ghiglione, Codispoti, Anacleto. All. Rizzin (in panchina Bani). TIGER NOVI (4-4-2): Ferretti 6, Paschino 5.5, Cosentino 5.5, Nocerino 5.5, Lamnaouar 5.5, Romanini 5.5, Qasir 6 (1 st Carracino 6), Troiano 6 (14 st Troncoso 6), Ciliberto 6 (23 st Marletta 6), Massone, Amellal 6. A disp. Angiulli, Spataro. All. Nicola. ARBITRO: Pantuosco di Alessandria 5.5 NOTE: ammoniti Lamnaouar, Paschino, Carracino, Laghnane e Bani. Giornata di sole (8 gradi), terreno allentato e scivoloso. Recupero pt 0 + st 5 Sale (Al) Andrea Lupo I l Sale piega di misura la Tiger Novi. Prima frazione senza reti ed emozioni, salvo alcuni particolari sulla spartizione del controllo campo. La Tiger Novi, partita aggressiva, adotta un interessante in attacco che mette in difficoltà la difesa salese, costretta a liberare assiduamente la propria trequarti per almeno mezz ora, con soltanto pochi sprazzi di contropiede dei padroni. Le occasioni da gol pur se in difficoltà non mancano per i locali: almeno tre opportunità per attaccare la porta su schema, sempre partendo dal lato destro corto al limite dell area. Sulla parte opposta del campo, i biancostellati chiamano palla al centro per un giocatore in corsa, peccato che i traversoni siano sconclusionati, o troppo corti e bassi, o lunghi in mischia senza trovare l uomo libero dalla marcatura. La Tiger non ha sfigurato, anzi con solidità ha difeso la propria area, attaccando spesso in avanti senza però pungere negli ultimi venti metri. Occasione più ghiotta dopo la mezz ora: Guida in possesso della palla, perde malamente il controllo, Troiano ruba palla e tenta la sgroppata solitaria. Velo difensivo di Magnè e portiere a tu per tu con l avversario, frettoloso nel concludere quando da solo, poteva sfruttare una diagonale facile sul secondo palo a estremo decentrato. Mano a mano il Sale esce dal limbo, attacca e prende possesso della trequarti complice un baricentro ribassato degli avversari: bella la parata di Ferretti su Botosso che impegna in tuffo su un calcio piazzato dai 18 metri. Il direttore glissa su un episodio che ha come protagonista Belvedere, atterrato in area. Per il pubblico è rigore, ma si prosegue. La punta locale si rifà in avvio di ripresa quando su azione insistita, lascia di sasso la difesa e conclude in rete sul secondo palo, per il gol dell 1-0 al 3, con sfera transitata in un buco lasciato libero in area piccola dal pacchetto arretrato novese presa alla sprovvista. Da li in poi, supremazia alternata con molta battaglia a centrocampo, nonostante dalle girandole di cambi ci si sarebbe aspettato un po più di imprevedibilità. Il Sale attacca bene e ordinato, i cambi danno continuità mentre per la Tiger poco cambia, il baricentro rimane basso e la difficoltà di creare situazioni offensive pericolose è palpabile. Poi nel finale due gol in meno di 30 : prima la difesa sa- Lunedì 2 febbraio 2015 Ci siamo sbloccati dopo un periodo di empasse in cui non riuscivamo a interpretare bene il gioco avversario. Siamo usciti alla distanza poco per volta, prima con qualche timido cenno, poi recuperando palle in mediana e giocando con un piglio diverso. Riconquistare la trequarti, premere e segnare appena rientrati ci dà una bella scossa. Vittoria dedicata a mister Rizzin assente per indisposizione: a lui tre punti preziosi. Pareggio? Ci siamo meritati la seconda rete se non altro per una manifesta superiorità per circa due terzi di partita Palumbo, presidente Sale Il Corriere delle Province DI MISURA PIEMONTE SPORT 3 SOMS VALMADONNA 1 MARCATORI: pt 7 Barboglio, 30 Ricci; st 20 Fava rig., 32 Tascheri, 45 Moccia. PIEMONTE SPORT (4-4-2): Giacobbe, Morchio, Ricci (30 st M. Salvucci), Alb. Scantanburlo, Albertin, Vanin, Tascheri (35 st Canapa), Messina, Barboglio, An. Scantanburlo, Coppola (42 st Galiano). A disp. Costa, Vicino, Pasino, Finesso. All. Repetto. SOMS VALMADONNA (4-4-2): Papale, Ottone, Moretti (35 st Gagliardini), Ensabella, Peluso, Fava, Raiteri (15 st Moccia), Russo (40 pt A. Salvucci), Lo Proto (1 st Giugno), Daja, Nunziante. A disp. Petralia. All. Gabiazzi. TASSAROLO 3 AURORA PONTECURONE 1 MARCATORI: pt 10 Briatico rig., 29 Belba; st 10 Ghio, 49 Siddi. TASSAROLO ( ): Parolisi, Ventoso, Merlano (16 st Fagliano), Senzioni, Mastria, Inverardi, Collarà (40 st Campasso), F. Arecco, Briatico, Ghio (28 st Farruggia), Fossati (37 st Siddi). All. Pestarino. AURORA PONTECURONE(4-4-2): Rosina, Marcon, Simonetti, Picchi, Usala, Odino (17 pt Zago), Belba, Berbece, Muratori (16 st Belaj), Tomei, Di Benedetto. A disp. Maione, Pennisi, Linza. All. Gabiazzi. LE ALTRE GARE DEL GIRONE DI ALESSANDRIA GAMALERO 9 BASSIGNANA 0 MARCATORI: pt 2 Bruno, 15 e 19 Colombo, 24 Bruno; st 16 Covaci, 18 Beretta, 23 e 24 Muratore, 31 Garofalo. GAMALERO (4-4-2): Bacelle, Zogno (10 st Gallo), Dediu, Gualco (15 st Selvaggio), Di Tonno, Ruvio (20 st Scantanburlo), Covaci, Garofalo, Colombo (5 st Beretta), Bruno, Caggeggi (44 pt Muratore). A disp. Sisti. All. Ozzano. BASSIGNANA (4-4-2): Alb. Statelli, Paredes, Ferraiuoli, Perrone, Seminatore, Mosa, Marchi, Bertasi, Marin, Musumeci, Montenegro. A disp. Biscaro, All. Statelli. lese lascia correre Marletta che libero buca la rete per un pareggio che vale il ristabilire degli equilibri. Poi Belvedere ritorna in attacco, lascia nuovamente di stucco la difesa e sigla la doppietta personale al 43 ristabilendo la vittoria per i padroni di casa, legittimati se non altro per le occasioni, nonostante la fortuna di non PLATINUM 1 CASTELLARESE 5 MARCATORI: pt 5 Boboc, 20 Bensi, 35 Buzzi 42 Porzio; st 15 Anastasia, 45 Boccagatta. PLATINUM (4-4-2): Nari, Puzzolante, Ciavagnoli, Iavarone, Abate, M. Ouchbab, S. Ouchbab, Ammirata, Perez, Porzio, Nicolli. All. Puzzolante. CASTELLARESE (4-4-2): Cartasegna, Finiguerra, Valeri, Buzzi (1 st Vaccarella), Bovone, Ricardi (10 st G. Chiesa, 40 st Boccagatta), El Kaiali, Gharab, Boboc, Anastasia (3 st Stavanovic), Bensi. A disp. Orsi. All. Redi. subire sull unico contropiede ghiotto della Tiger. Cinque minuti di recupero nel finale causa cambi e due interventi dei massaggiatori: nulla di fatto se non la gestione ordinaria con il Sale lievemente proiettato in avanti a legittimare tre punti insperati se si considera l avvio timoroso e riverente. Siamo andati ad affrontare una squadra con delle qualità; noi scendiamo in campo pure con le prime apparizioni di alcuni elementi e per il gioco espresso, avendo tenuto per oltre mezz ora il pallino, non posso che essere soddisfatto. Dovendo fare i conti con un recupero da influenze e un richiamo delle preparazione, in più affrontando elementi di categoria non potevamo sperare di meglio dal punto di vista dell interpretazione. Il pareggio arriva per costanza, il 2-1 per disattenzione capibile per le differenze citate poco fa Nicola, allenatore Tiger Novi 39 RETI messe a segno da Tassarolo e Castellettese: i migliori attacchi del girone CALAMANDRANESE 1 COSTIGLIOLE 0 MARCATORE: pt 9 Spertino. CALAMANDRANESE ( ): Brondolo 6, Cusmano 6.5, Rivetti 6.5 (33 st Scaglione ng), Milione 7, Mazzapica 6.5, Palumbo 7, Spertino 6.5 (8 st Barison 5.5), A. Bincoletto 6 (22 st Grassi 6), Massimelli 7, Pavese 6 (1 st Terranova 6.5), Smeraldo 5.5 (1 st Morando 6). A disp. S. Bincoletto, Cartona. All. Lorando. COSTIGLIOLE (4-4-2): Giordano 6.5, Tartaglino 6, Furlan 5, Garberoglio 6 (47 st Ponzo ng), Ponti 5, Lovisolo 6.5, Riascos Sanchez 5.5 (24 st Molinaro 6), Preci 5.5 (14 st Gallo ng, 33 st Lamattina ng), Medana Zucco 5, Agazzi 6.5, Genta 5.5. A disp. Aimasso, Laiolo. All Barbieri. ARBITRO: Priore di Asti 7.5. NOTE: ammoniti Preci, Rivetti, Mazzapicca. Recupero pt 1 ; st 4. GIRONE ASTI Calamandrana (At) Alessio Zarrilli Prima partita dell anno per Calamandranese e Costigliole, che si sono affrontate in una partita che prometteva tanto spettacolo, per le alte posizioni occupate da tutte e due le compagini in classifica, ma così non è stato. Un gol all inizio basta ai padroni di casa per sbarazzarsi del Costigliole, squadra rivelazione del campionato, che questa sera non è pervenuta in campo. Per i padroni di casa è stato il debutto del nuovo allenatore Lorando, che sostuisce Bincoletto per problemi personali, e che ha ben pianificato le manovre della sua squadra, orchestrate per la maggior parte dal Pampa Massimelli. Dall altra parte il tecnico dei biancoazzurri Barbieri ha impostato la partita solo su lanci lunghi per innescare Riascos Sanchez, ben murato da Milione e Palumbo. In tutta la partita i costigliolesi non si sono mai fatti più di tanto pericolosi dalle parti di Brondolo. I primi minuti sono stati all insegna dell equilibrio e dello studio, però al primo affondo i padroni di casa passano in vantaggio con Spertino, che al La Calamandranese volo ribadisce in rete una bella punizione calciata da Milione. La rete del vantaggio taglia le gambe agli ospiti che al 23 rischiano di subire il raddoppio, minuto in cui Smeraldo sbaglia il più facile dei gol a porta completamente sguarnita, dopo il palo colpito da Massimelli. La ripresa inizia con gli ospiti alla ricerca del pareggio, Garberoglio calcia in porta a botta sicura trovando il provvidenziale salvataggio sulla linea di Palumbo; mister Barbieri tenta il tutto per tutto schierando ben sei attaccanti, mossa che poi non porterà nessun frutto ai suoi ragazzi. Al 37 è Agazzi a provarci dalla distanza ma il suo tiro finisce fuori di molto dalla porta difesa dal numero uno di casa; sul finire di gara i biancorossi sciupano due grandi occasioni per chiudere definitivamente la partita, prima con Morando e poi con Massimelli, che trovano davanti a sé uno straordinario Giordano. Nell ultimo dei quattro minuti di recupero assegnati dal direttore di gara, Morando da fuori area disegna una bella traiettoria, ma il suo tiro si stampa sul palo. Al termine della gara c è spazio per i festeggiamenti e il saluto della squadra ai circa venti sostenitori accorsi al campo sportivo, nonostante il freddo, a incitare i propri beniamini in una delle partite più cruciali della stagione. I padroni di casa si godono il primo posto in classifica, solo momentaneo, però, visto il successo in rimonta del Motta Piccola California nel match casalingo contro il Mirabello.

13 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Juniores JUNIORES REGIONALE GIRONE H VALENZANA MADO 3 PONTI 1 MARCATORI: pt 5 E. Bosio, 44 F. Bennardo; st 16 Libralesso, 36 D. Bennardo. VALENZANA MADO (4-4-2): Bonifacio 6.5; Barbera 6, Allara 6.5 (43 st Maggi ng), Zuzzè 6.5, Bruni 6 (44 st Dianin ng); Baldomè 6.5, F. Bennardo 7 (44 st Illario ng), Cerrina 6 (23 st Rabatti 6.5), Deleani 6; Libralesso 6.5 (15 st Aguggia 6), D. Bennardo 7. A disp: Travaini, Pillonca. All. Maccarini. PONTI (4-3-3): Roffredo 6; Gatti 5.5 (15 st F. Bosio 6), Baldizone 6, Cambiaso 5.5, Basile 6; Nobile 6 (24 st Moretti 5.5), C. Minetti 5.5 (29 st Cocco 5.5), E. Bosio 6.5; L. Barisone 6 (8 st Bosetti 6), Allam 6, Pellizzaro 6 (35 st Barresi 5.5). A disp: Merlo, Giuso. All. Bobbio. ARBITRO: Licenij di Casale Monferrato 6. NOTE: Ammoniti Cerrina, Allara, Deleani, Zuzzè, C. Minetti. Recupero: st 5. Calci d angolo: 3-1 per Valenzana Mado. JUN. REGIONALE GIR. B FR VALDENGO-ALICESE 2-0 CEVERSAMA-CASALE 1-1 BIOGLIESE-GATTINARA 2-2 COSSATO 2010-JL BIELLESE 3-3 LG TRINO-NO.VE. 0-5 DUFOUR VARALLO-SANTHIÀ 0-0 NO.VE JL BIELLESE FR VALDENGO CASALE COSSATO CEVERSAMA ALICESE D. VARALLO SANTHIÀ LG TRINO BIOGLIESE GATTINARA JL BIELLESE-ALICESE FR VALDENGO-BIOGLIESE NO.VE.-CEVERSAMA CASALE-COSSATO 2010 GATTINARA-DUFOUR VARALLO SANTHIÀ-LG TRINO Siamo partiti male e lenti ma dopo il pareggio ci siamo sbloccati. Sono orgoglioso del carattere mostrato dai miei giocatori Maccarini, allenatore Vale Mado JUN. REGIONALE GIR. G CHERASCHESE-BOVES MDG 2-2 PEDONA-FOSSANO 1-2 REVELLO-OLMO 1-0 BUSCA-SALUZZO 0-4 PRO DRONERO-SAVIGLIANESE RINV. FC SAVIGLIANO-V.MONDOVÌ 1-1 SALUZZO FOSSANO REVELLO CHERASCHESE V.MONDOVÌ OLMO BOVES MDG PEDONA BUSCA SAVIGLIANESE FC SAVIGLIANO PRO DRONERO PRO DRONERO-BUSCA SALUZZO-CHERASCHESE FOSSANO-FC SAVIGLIANO SAVIGLIANESE-OLMO BOVES MDG-PEDONA V.MONDOVÌ-REVELLO Valenza Po (Al) Marco Mazzaza I nizia con calma la partita Valenzana Mado Ponti e da entrambe le parti si gioca senza troppa foga. L equilibrio però si spezza subito quando E. Bosio Spara una bomba dalla destra da 30 metri, imprendibile per Bonifacio. Attacca ancora il Ponti con L. Barisone al 12 che però viene fermato dalla difesa avversaria senza dargli il tempo di tirare. Passano pochi minuti e questa volta è la difesa degli ospiti che blocca il passaggio in area di D. Bennardo dopo una corsa sulla fascia sinistra. Ponti che cerca ancora di segnare ma la difesa degli orafi non cede ed al 43 la difesa del Ponti perde palla in area e rischia con Baldomè che è pronto a recuperare. Passa un minuto ed è ancora Baldomè che ci prova da destra rimpallato ma la sfera va ai piedi di F. Bennardo che segna il pareggio. Il secondo tempo inizia subito con un errore di Bonifacio che perde la palla ma la difesa della Vale Mado è pronta e recupera facilmente. Le squadre giocano alla pari, fino al 16 quando arriva il secondo gol dei padroni di casa con Libralesso che spara una fucilata da 20 metri, da sinistra. Da questo punto in poi il Ponti cala, fatica a recuperare palla e sbaglia tanto anche nell area avversaria. La Valenzana Mado non sta a guardare e al 33 prova con D. Bennardo che si fa spazio in area tra gli avversari e tira ma Roffredo fa sua la sfera. Al minuto 36 gli orafi battono dall angolo con Baldomè che crossa in area sulla testa di Rabatti per la sponda verso D. Bennardo, incornata alla palla e terzo gol per i padroni di casa. L arbitro concede 5 di recupero dove il Ponti, giù di morale, non riesce più a mordere gli avversari e la Valenzana Mado porta a casa un altra vittoria, rimanendo in vetta alla classifica. Abbiamo subito sbloccato la gara ma non siamo riusciti a tenerla in pugno. Ci sta a perdere con la prima Bobbio, allenatore Ponti JUN. REGIONALE GIR. H LIBARNA-ALBESE RINV. SOMMARIVA-ASCA 1-2 SANTOSTEFANESE-CANELLI 2-5 CORNELIANO ROERO-CASTELLAZZO 2-5 VALENZANA MADO-PONTI 3-1 COLLINE ALFIERI-SDS ROCCHETTA 2-0 VALENZANA M ALBESE CASTELLAZZO COLLINE ALFIERI PONTI ASCA SDS ROCCHETTA CORNELIANO R CANELLI LIBARNA S.STEFANESE SOMMARIVA ASCA-ALBESE PONTI-COLLINE ALFIERI SDS ROCCHETTA-CORNELIANO ROERO LIBARNA-SANTOSTEFANESE CASTELLAZZO-SOMMARIVA CANELLI-VALENZANA MADO REGIONALI GIRONE B CEVERSAMA-CASALE 1-1 MARCATORI: pt 16 Rovito, 20 Casone. CEVERSAMA: Velescu, Cabras (29 st Busca), Rovito (29 st Miolo), Bigiordi, Antoniotti, Corniati, Marino, Bonanno (7 st Pollotti), Diarrassouba (39 st Franzoni), Galimberti, La Martina. A disp. Dissegna. All. Ferraro. CASALE: Sottile, Ferro, Vellano, Costanzo, Giorcelli, Martinotti, Casone (22 st Rastellino), Fava, Fuiano (15 st Kerroumi), Daffara, Mullici (28 st Patria). A disp. Porceddu, Bracci. All. Tosi. REGIONALI GIRONE G REVELLO-OLMO 1-0 MARCATORE: st 39 Seimandi. REVELLO: Comba, Castellino, G. Calvetti, Maero, Brondino, Lorenzati (24 st Rrotani), Billia (31 st Bellonio), Nika, Seimandi (47 st Barale), Ferrato (1 st Campagnolo), Terragno. A disp. Rolando, R. Sellam, Dalmasso. All. Castellino. OLMO: Silvestro, Bernardi, Bertaina, Giraudo Marco (18 st Artusio), Cirina, Caruso, Veneziani, Carelli, Serra, F. Lerda, Daniele. A disp. Brignone Matteo II, Vitucci, Salomone, Sannai, F. Nasta. All. Enrici. FC SAVIGLIANO-V.MONDOVÌ 1-1 MARCATORI: pt 15 M. Migliore; st 49 Tocci. FC SAVIGLIANO: Di Dio (5 st Paradiso), Favole, Sarvia, Buccino, Caula, Guelfi (7 st Peluffo), Galfione, Vanzetti, Pagliero (10 st Beirani), Pengue, M. Migliore. A disp. Bravo, Lembo. All. Curti. VIRTUS MONDOVÌ: Gonella, Manfredi, Petiti, De Carolis, Marchisio, Paolazzo, Sibiriu, Romano (2 st Peirano), Tocci, Pagliano (20 st Oliveri), Mawete (30 st El Ouariti). A disp. Abbona. All. Miglio. NOTE: espulso (45 st) Vanzetti. LE ALTRE GARE REGIONALI GIRONE G PEDONA-FOSSANO 1-2 MARCATORI: pt 20 Cena; st 10 Brondino, 35 rig. Diakhatè. PEDONA: Martini, Dutto Fi. (20 st L. Tallone), M. Tallone, Cena, Galliano, Gastaldi, Chiaramello, Dutto, Pellegrino, Cavallero (10 st Marino), Delpero. A disp. Porqueddu, Cavallo, Armitano. All. Ricci. FOSSANO: Ariu, Sampò (35 st Olivero), Ferracin, Borra, Testa, Boscarino, Brondino (15 st Barra), Audetto (45 st Curti), Degano Ayrton, Roccia (25 st Diakhatè), Fiorito (1 st Dalmasso). All. Vigna. NOTE: espulsi (10 st) Martini, (45 st) Ariu. CHERASCHESE-BOVES MDG 2-2 MARCATORI: pt 15 rig. Gazzera, 44 Tirari, st 10 Dicianni, 44 Troccello. CHERASCHESE: Lano, Gatto, Parigi, Gaia, Alushi, Dicianni, Sarale (30 st Gasco), Torta, Endemini (15 st Cotza), Sandron (10 st Compaore), Tirari. A disp. Scaparone. All. Gattuso. BOVES MDG: De Santis, Favole (10 st Gangi), Porfido (20 L. Dutto), Lombardo (1 st Giraudi), Dalmasso, Cavallera, Gazzera, Perano (1 st Troccello), P. Dutto, Falco, Pellegrino (1 st Oberti). A disp. Calvo, Miha. All. Pinna. NOTE: espulsi (12 st) Falco, (15 st) Lano. BUSCA-SALUZZO 0-4 MARCATORI: pt 18 Chaix, 24 Preci, 33 Chaix, st 10 Chaix. BUSCA: Gaggioli, Gaj, Giordano, Arese (29 st Beka), Monge (37 Farina), Franco, Barra, Garro, Di Biase (12 st Barbero), Daniele (13 st Delpiano), Obertino. A disp. Garnero, Gertosio. All. Forte. SALUZZO: Armando, Magnano, Forgia (27 st Cossotto), Falco, Giachino, Ferrero, Mucciolo (25 st Bossa), Campanella, Chaix (18 st Orellano), Rivoira (22 st Roggero), Preci. A disp. Albanese, Bravo. All. Boscolo. NOTE: espulsi (36 st) Gaj. REGIONALI GIRONE H COLL. ALFIERI-SDS ROCCHETTA 2-0 MARCATORI: st 18 Torra, 37 aut. Burbello. COLLINE ALFIERI: Alongi, Panico (36 st Canaj), F. Bianco, Genta, Perna (25 st Sena), Cinello, Arione (28 st Xhaferri), Zefi, Torra, Gaffarelli, Zefi. A disp. Libbia. All. Moretti. SDS ROCCHETTA: Ricci, Imbrici (15 st Dieng), Burbello, Spessa, Asllani, Sitra, Kezire, Ferrara (25 st Bella), Piras (35 st Fungo), Sarr, Casaburi. A disp. Fida, Falcone, Borio, Caldiero. All. Patti. CORNELIANOROERO-CASTELLAZZO 2-5 MARCATORI: pt 20 Alb, st 10 Vezza, 11 Alb, 20 Alb, 35 Dallorto, 45 Mancuso, 47 Mancuso. CORNELIANO ROERO: Fantino, Fiorengo, Dallorto, Marone, Cardino, Ursache, Scanavino, Pinto (37 st Gado), Giacone, Zahariev (40 Vezza), Sacco (5 st Bertolusso). A disp. D Agosto, Balbo. All. Sollazzo Vito. CASTELLAZZO: Turco, Borgoglio, Soriano, Frizza (25 st Robiglio), De Bianchi, Cirio, Barbieri (12 st Poggio), Alb, Mancuso, Bagnus, Giarrusso. A disp. Buffo, Santoro. All. Moretti. SOMMARIVA-ASCA 1-2 MARCATORI: st 1 Cerrata, 6 Boccaccio, 18 Boveri. SOMMARIVA: Lusso, Masoero (5 st Dall orto), Cappellano, Lusso, Ferrero, Lusso (15 st Del Mondo), Dogliani (31 st Dall Orto), Ferrero, Cerrata (19 st Vignola), Della Valle (8 st Cuniberto), Rosso. All. Viassone. ASCA: Mazzucco, Viezzoli (1 st Boccaccio), Damoni, Mangini, Pagliuca, Falco (9 st Dejan), Campagno (29 st Torra), Reggio, Boveri, Santi (25 st Atzeni), Scarcella. All. Bardelli. SANTOSTEFANESE-CANELLI 2-5 MARCATORI: pt 4 e 39 L. Menconi, 43 D. Anakiev; st 11 Tortoroglio, 20 Riccio, 30 Dessi, 38 Dessi. S.STEFANESE: Campanella (38 st Fenocchio), Galuppo, Toso, Baldovino, Gjorgjiev (6 st Rolando), Di Bartolo (31 st Gocev), Tortoroglio, Zirpoli, Gulino, Anakiev, Rivetti (16 st Zagatti). A disp. Mialoski, Pavese. All. Meda. CANELLI: Guarina (1 st Martini), Franchelli, Sconfienza, Tortoroglio, Riccio, Fabiano (38 st Stankov), Tosatti, Guza, Rizzola (26 st Tona), Menconi (38 st Stoimenov), Marasco (11 st Dessi). All. Rota.

14 14 Allievi Regionali Lunedì 2 febbraio 2015 Il Corriere delle Province GIRONE C ATLETICO TORINO 3 DERTHONA 2 MARCATORI: pt 33 Manzati, 37 Forneris; st 21 Babacar rig, 30 Echimov rig, 35 Forneris. ATLETICO TORINO (4-3-3): Parise 6.5; Coppola 6, Squarcio 6, Bassoli 6, Ramundo 6 (15 st Masina 6); Zanon 6, Promio 6, Babacar 6.5; Musca 6.5 (40 st Gaeta 6), Cincinnato 6 (24 st Di Francesco 6), Forneris 7.5 (36 st Rabuffi 6) All. Goglia. DERTHONA (4-4-2): De Rosa 6; Piromalli 6, Santamaria 6, Letthija 6, Tresin 6; Echimov 6.5, Merli 6 (29 st Meetz 6), Manzati 6.5, Minopoli 6 (19 st Elefante 6); Jorrea 6, Curallo 6 (37 st Grandin 6) All. Simoniello. ARBITRO: Greco di Nichelino 5.5. NOTE: ammoniti Echimov, Zanon, Letthija e Meetz. NOVESE 1 J STARS 1 MARCATORI: pt 5 Sarao rig.; st 19 Mundula. NOVESE (4-4-2): Cremon 6, Lenzi 5.5, B. Marchisotti 6 (22 st Basso 6), Spiga 6.5, Roncati 5.5, A. Caruso 5, Mundula 6.5, Dicati 5.5, Ursida 6 (8 st Vitale 6), Di Donna 6, M. Caruso 6.5. A disp.: Serafin, R. Marchisotti, Fioretti, Mallak. All.: Fevola. J STARS (4-4-2): Privitera 6, Lupo 5, Saffioti 5.5, Bersanetti 5, Di Benedetto 6 (30 st Bellacozza ng), Vietto 5.5, Giampalmo 5.5 (16 st Salerno 6), Corsucci 6, Crisafi 5.5, Sarao 6.5 (24 st Lazzarini ng), Faraco 6 (10 st Arcari 5.5). A disp.: Stella, Sibilia. All.: Ragagnin. ARBITRO: Bembamui di Alessandria 5 NOTE: espulso Lupo (40 st) per fallo da ultimo uomo. Ammoniti A. Caruso, Mundula, M. Caruso, Lupo, Bersanetti, Vietto, Corsucci. Calci d angolo 5-4 per la Novese. Torino Niccolò Faggino I l colpo di scena, come nei più avvincenti romanzi gialli, arriva solo nel finale. Purtroppo per il Derthona non è un finale felice e l assassino indossa la maglietta nera dell Atletico Torino. Risponde al nome di Forneris e la sua zampata decisiva rischia di costare molto cara alla squadra di Simoniello. Complica infatti non poco la rincorsa al primo posto occupato dal Chisola e rischia di lasciare anche qualche strascico nella testa dei giocatori. Già perché perdere immeritatamente non fa mai piacere e non è mai una buona medicina. Immeritatamente perché i padroni di casa, a parte uno sterile possesso palla, non hanno mostrato nulla che possa giustificare i tre punti ottenuti. Lo scontro diretto infatti, pur la netto delle cinque reti realizzate non ha offerto uno spettacolo esaltante. Tanto agonismo certo, ma poche giocate di qualità e manovre ragionate. Al totale delle reti realizzate ha poi significativamente contribuito anche il direttore di gara, concedendo due rigori piuttosto generosi. A parte una conclusione da fuori area con l esterno di Echimov in avvio, respinta in tuffo da Parise per vivere un sussulto nel primo tempo bisogna attendere la mezz ora quando il Derthona rompe gli indugi e passa in vantaggio. Ottima giocata di Santamaria, che a sinistra alza la testa e pennella uno splendido cross all altezza del dischetto. Manzati sfrutta tutta la sua abilità negli inserimenti senza palla per fiondarsi sul pallone e calciare al volo, con l estremo difensore avversario che può solo sfiorare il pallone che finisce in fondo al sacco. Il vantaggio però dura molto poco e in questo caso la colpa è da imputare in buona parte alla retroguardia cuneese. Che si addormenta su un lancio in profondità non leggendo correttamente la traiettoria del pallone. Errore che permette a Forneris di beffare De Rosa in uscita sfruttando il rimbalzo del pallone per scavalcarlo con un pallonetto. Così le due squadre vanno a riposo in parità. Ad inizio ripresa i bianconeri hanno subito una buona occasione per riportarsi in vantaggio. Manzati può colpire di testa a pochi passi dalla linea di porta ma Parise si supera e con la mano di richiamo vola a togliere il pallone da sotto la traversa. Passano pochi minuti ed è il direttore di gara a diventare protagonista del match. Il contatto in area tra Letthija e Cincinnato sembra infatti rientrare assolutamente nei limiti del regolamento, ma l arbitro decide diversamente e indica il dischetto. Sul quale si presenta un letale Babacar che spiazza De Rosa. Ad essere sinceri anche il rigore concesso al Derthona è piuttosto generoso e sa tanto di compensazione. Giusto soltanto perché permette di raggiungere un pareggio assolutamente meritato alla luce dell andamento della gara e della reazione allo svantaggio. Difficile capire bene cosa succeda in area, con Elefante che cade in una mischia originata da un calcio di punizione. Implacabile Echimov che può liberare il suo velenoso mancino spedendo la palla sotto all incrocio dei pali. Il sollievo per i raggiunto pareggio viene però rapidamente spazzato via dall ultimo assalto dei padroni di casa, per i quali il pareggio significherebbe l addio a ogni velleità di classifica. Assalto che produce una conclusione in mischia sulla quale De Rosa si esalta con una super parata, vanificata però dalla rapacità di Forneris che con rabbia scarica in rete il pallone che costa la sconfitta. GIRONE C San Marziano (Al) Giorgio Vernetti Nel pantano di San Marziano finisce 1-1 Novese e J- Stars. Sono stati due episodi, un rigore e una palla deviata su punizione, a decidere una partita fisica e fortemente influenzata da un campo molto fangoso che ha reso impossibile per entrambe le squadre la costruzione di un gioco lineare. Buona prestazione per i ragazzi di Fevola che hanno saputo recuperare lo svantaggio subito nei primissimi minuti e a portare la partita su binari a loro favorevoli, giocando molto sul fisico e sui lanci lunghi a seguire per gli attaccanti. A partire meglio sono, però, stati gli ospiti che al 5 di gioco passano subito in vantaggio su calcio di rigore. Sugli sviluppi di un calcio d angolo un tiro da fuori di Corsucci viene deviato di mano da un difensore della Novese e, nonostante le proteste per la presunta CASALE 1 ACQUI 1 MARCATORE: pt 20 Patrucco, st 33 Anibri. CASALE: Porceddu, Ganora, Alliverti, Fioravanti, Hoxhaj, Viazzi, Bimbo, Zaia, Delozzo (15 st Coppo), Patrucco, Pallavidino (20 st Botta). A disp. Sottile, Provera, Leo, Bracci, Giuseppin. All. Sisti. ACQUI: Benabid Lahcen, Vitale, Acossi, Ratto, Montorro, Bertrand, Tuluc (22 st Pastorino), Viscomi, Anibri, Cortesogno (15 st Branda), Troni. A disp. Calabrese, Panucci, Rabellino. All. Conti. NOTE: espulsi (10 st) Troni, (34 st) Anibri. involontarietà del gesto, l arbitro assegna un calcio di rigore. Dal dischetto Sarao batte Cremon insaccando nell angolino basso sinistro. Nonostante lo svantaggio, è la Novese a fare il gioco per gran parte della prima frazione, rimanendo costante nel controllo del pallone ma non riuscendo mai ad affondare definitivamente il colpo. Gli ospiti, invece, si affidano molto di più ai contropiedi, andando un paio di volte vicini alla marcatura ma senza mai concretizzare. La Novese cresce con il passare dei minuti e sul finale di primo tempo è praticamente un assolo biancoceleste, con il J-Stars costretto a difendersi nella propria metà campo senza mai riuscire a superarla. Il gol del pareggio arriva nel secondo tempo: al 19 della ripresa, infatti, Di Donna batte una punizione tesa dalla trequarti destra che attraversa l area e viene sfiorata da Mundula, il qua- LE GARE DEL GIRONE C le la devia nell angolino opposto dove Privitera non può arrivare. Raggiunto il pareggio la Novese crede nella rimonta e prende in mano le redini della partita, trasformandola in uno scontro ruvido per il possesso del pallone. Con l aumento della fisicità in campo aumenta anche il nervosismo fra le due squadre che, nella seconda metà della ripresa, si beccano più volte, costringendo l arbitro ad estrarre ben 6 cartellini gialli. Il tutto culmina proprio sul finale quando sugli sviluppi di un lancio lungo Vitale si libera e avrebbe un autostrada per la porta, ma viene raggiunto e sgambettato da Lupo, finendo a terra. Sebbene il terreno fangoso non abbia per niente aiutato in questo contrasto, il fallo è abbastanza netto e l arbitro sventola il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Sugli sviluppi, tuttavia, Di Donna fallisce una punizione dal limite dell area che porterà al fischio finale. CUNEO 3 POZZOMAINA 0 MARCATORI: pt 24 Canepa; st 17 Rosso, 23 Lamantia. CUNEO: Erdely, Toscano, Macario, Mondino (15 st Aiello), Multari, Lamantia, Rosso (32 st Turcis), Salaniti (35 st Vacchetta), Pontone (1 st Febbraro), Canepa (39 st Dalla Battista), Bianco (30 st Aprile). A disp. Zamariola. All. Tonino. POZZOMAINA: Contino, Descrovi (22 st Bellato), Picciano, Tabarky (9 st Turrisi), Saggese (16 st Bianchi), Alfieri, Popa (6 st Iadaresta), Casciano (31 st Meirano), Sorgente (12 st Maggiolini), Martini, Tulifero. All. Vietti. Un contrasto tra Merli e Squarcio (foto Prisco) GIRONE C AIRASCHESE-G.CENTALLO 0-1 ATLETICO TORINO-DERTHONA 3-2 CASALE-ACQUI 1-1 CHISOLA-CBS 1-2 NOVESE-J STARS 1-1 CHISOLA CBS ATLETICO TORINO DERTHONA ACQUI G.CENTALLO J STARS AIRASCHESE CASALE NOVESE ACQUI-ATLETICO TORINO CBS-NOVESE DERTHONA-AIRASCHESE G.CENTALLO-CHISOLA J STARS-CASALE LE GARE DEL GIRONE D PINEROLO 0 CANELLI 0 PINEROLO: Sandrini, Storello, Zagni (22 st Donnini Motta), Giusiano, Matera, Montanari (1 st Blanc), Zago, Gennero (37 st Collet), Gallo, Accollo (26 st Costantino), Di Ninno. A disp. Marchisio, Lo Gioco, Falco. All. Buzzacchino. CANELLI: Contardo Matteo, Vico, Mo, Gallizio, Bosca, Terranova (30 st Stojkov), Anastasio (13 st Cavagnino), Borgata, Benazzo (30 st Allovio), Barotta, Formica. A disp. Martini, Bellangero, Plado. All. Barbero. GIRONE D ALBESE-OLMO 1-3 ASTI-CHERASCHESE 3-3 CUNEO-POZZOMAINA 3-0 PEDONA-ASCA 1-0 PINEROLO-CANELLI 0-0 HA RIPOSATO: SG.CHIERI CUNEO PEDONA CHERASCHESE PINEROLO OLMO POZZOMAINA CANELLI ALBESE ASTI SG.CHIERI ASCA ASCA-CUNEO CANELLI-OLMO CHERASCHESE-PINEROLO POZZOMAINA-ASTI SG.CHIERI-ALBESE RIPOSA: PEDONA ALBESE 1 OLMO 3 MARCATORI: pt 5 Armando, st 20 Gilardi, 25 Lerda, 38 Sangare. ALBESE: F. Taliano, Dieye, Foggetti (5 st Dogliani), Giovanelli, Bergadano (25 st Ivanov), Upinot, Mala, Delsanto, Brazzò, Scalzo, Gilardi (15 st Chiavarino). A disp. Cavaglià, Paglieri. All. Panza. OLMO: Hasani, Saba Manuel (15 st Fragale), Sabena, Manes, Armando, Magnaldi, Sangare, Shehu Leandro (10 st Lerda), Arcuri (5 st Shehu Andi), Biondi De Oliveira (20 st Capellino), Armando (10 st Borgogno). A disp. Delisina, Apostol. All. Giacalone.

15 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Allievi fb Regionali GIRONE C FOSSANO 0 ASTI 0 FOSSANO ( ): Bonofiglio 6.5, Biondi 6.5, Ciravegna 7, Pinta 6.5, Audino 6, Sampò 6, Mondino 7 (43 st Dogliani ng), Giordana 6.5, L. Audetto 6 (30 st Castellino 6), Bergesio 6.5, Occelli 6 (36 st Ferrero ng). A disp. Pellegrino, Rinaldi, Beccaria, Bertoglio. All. A. Audetto. ASTI (4-3-3): Ferro 6, Suman 6, Carelli 6.5, Vejseli 6, Gardini 6.5, Monzeglio 6 (24 st Zanatta 6), Cocco 6.5 (1 st Ronco 6), La Ganga 6.5, Rossanino 6, Marocco 6 (24 st Dimitrov 6), Kharoufi 5.5 (36 st Barbero ng). A disp. Binello, Ruscalla, Cheula. All. Tona. ARBITRO: Bernocco di Bra 6.5 NOTE: Ammoniti Kharoufi, Ciravegna, Giordana. Recupero: st 3. Fossano Bonofiglio 6.5 Buona respinta su Rossanino. Biondi 6.5 Chiude ogni varco. Ciravegna 7 Infonde sicurezza. Pinta 6.5 Stantuffo instancabile. Audino 6 Prestazione sufficiente. Sampò 6 Fai il suo dovere. Mondino 7 Faro del centrocampo. Giordana 6.5 Ci prova a più riprese: deve migliorare la mira. Audetto 6 Un guerriero. Castellino 6 Dà linfa nel finale. Bergesio 6.5 Fantasia al servizio della squadra. Occelli 6 Poco ispirato. Soddisfatto della prestazione, abbiamo giocato alla pari con un avversario di alto profilo Audetto, allenatore Fossano Fossano (Cn) Andrea Silvestro T ra Fossano e Asti c è in palio il secondo posto che vale la qualificazione alla fase finale. Dopo una gara combattuta ma avara di emozioni, le due formazioni si spartiscono la posta. Se da una parte i biancoblu recriminano per aver sciupato l occasione di far valere il fattore campo, dall altra gli ospiti vantano di non aver corso alcun rischio, e se la prendono con le pessime condizioni del terreno di gioco. Difficile dargli torto, ma in fin dei conti il pareggio rispecchia quanto visto complessivamente in campo. Gli spettatori, viste le aspettative che la gara portava con sé, hanno lasciato il Pochissimo delusi, oltreché infreddoliti. L occasione più pericolosa del match la creano i ragazzi di To- Asti Ferro 6 Qualche uscita poi total relax. Suman 6 Fa il compitino. Carelli 6.5 Montagna invalicabile. Vejseli 6 Sempre sicuro. Gardini 6.5 Carattere e qualità. Monzeglio 6 Prova in chiaroscuro. Cocco 6.5 Gran primo tempo. 1 st Ronco 6 Fa filtro. La Ganga 6.5 Bene in interdizione. Rossanino 6 Si perde tra le maglie della difesa fossanese. Marocco 6 Da lui ci si aspetta di più. Kharoufhi 5.5 Mai pericoloso. Potevamo fare qualcosa di più, ma le condizioni del campo ci hanno limitato. E un punto prezioso Tona, allenatore Asti na al 4 : incursione centrale di Rossanino che impegna Bonofiglio in una grande respinta. La risposta dei locali si concretizza con un bell affondo di Pinta, che dopo aver scartato anche il portiere trova la respinta di un difensore sulla linea di porta. Al 17 ancora Fossano: Audetto scappa in velocità sulla destra per poi concludere con un rasoterra che termina di poco a lato. Successivamente, si assiste a una fase di stallo, con diversi errori commessi da entrambe le parti in fase di palleggio. Per vedere un azione degna di nota bisogna infatti aspettare il 30, quando un pregevole scambio Audetto-Giordana sulla trequarti si conclude con il tentativo fuorimisura di quest ultimo. Prima dell intervallo è nuovamente Giordana a pungere, con una grande azione personale: palla rubata a metà campo, serie di dribbling che ubriacano gli avversari ma poi, giunto stremato al momento topico, calcia malissimo. Nella ripresa sono i locali a farsi subito vivi in avanti: Bergesio arma col contagiri Mondino il cui destro velenoso si spegne a lato. Gli ospiti reagiscono al 15, con Marocco che si coordina alla perfezione calciando al volo dal limite dell area: brivido per Bonofiglio, rimasto immobile, ma la palla termina fuori. L azione seguente è di livello, con una sgroppata di Pinta sulla destra che si beve due avversari e crossa in mezzo per Audetto, il quale prova la sforbiciata: alto. Nel finale sale nuovamente in cattedra il Fossano, che mette in atto un assedio. I tentativi di Castellino e Mondino, però, non hanno fortuna. Nonostante la sconfitta della Novese, la lotta per il secondo posto è più aperta che mai. GIRONE D CHISOLA 5 COLLINE ALFIERI 3 MARCATORI: pt 6 rig. e 26 Filippone; st 2 e 12 Costante, 6 e 26 Redi, 30 Allotta, 40 Raviola. CHISOLA (4-3-3): Ganci 6, Basta 6.5 (38 st Bolla ng), Nardiello 6.5, De Marco 6, Nordio 6.5, Grinzato 6, Addorisio 6.5 (32 st Rulli ng), Mazzarella 6 (15 st Sanmartino 6), Filippone 7 (20 st Allotta 6.5), De Vitti 6.5 (15 st Donnoli 6), Costante 7.5 (20 st Savino 6.5). A disp. Miretti. All. Mercuri. COLLINE ALFIERI (4-3-3): Bosco 5.5, Palumbo 6.5 (20 st Mento 6), Testolina 6.5 (34 st Loddo ng), Marino 6 (20 st Sacchetto 6), Santini 6.5, Bosticco 6, Gelardi 5.5 (1 st Redi 7), Raviola 7, Iachello Fr. 6.5, Bonino 6.5 (18 st Turiano 6.5), Del Conte 5.5 (1 st Fogliati 6.5). A disp. Gioanola. All. Farello. ARBITRO: Cherkaoui di Nichelino 5. Torino Alina Gioacas Quando si incontrano due squadre che giocano a viso aperto non può che venir fuori una partita spettacolare e in bilico fino all ultimo minuto. Così è stato tra Chisola e Colline Alfieri: il risultato premia la maggior cattiveria agonistica dei vinovesi ma onore agli astigiani per essere venuti a giocarsela in casa della corazzata biancoblù senza nessun timore e mostrando buone trame di gioco. Per la squadra di Mercuri una vittoria che vale doppio, viste le contemporanee sconfitte di Chieri e Cbs: ora il Chisola è là in alto e si torna a sognare in grande. Mercuri propone il con Nordio davanti alla difesa e De Vitti, Filippone e Costante interscambiabili nel tridente; stesso modulo per Farello con capitan Iachello supportato ai lati da Gelardi e Raviola. Inizio di match scoppiettante, l arbitro concede un rigore molto generoso per l uscita di Bosco su Costante, Filippone ringrazia e trasforma. Il Colline tenta la reazione, si distende bene in mezzo al campo ma i tentativi di Raviola finiscono sul fondo. Pian piano il Chisola prende però le redini del match in mano, il reparto arretrato concede poco o niente e quello avanzato crea parecchio, dopo i tentativi di Costante e De Vitti non andati a buon fine, è infatti ancora Filippone a segnare con un colpo di testa su cross proprio di Costante. Nel finale di frazione si risveglia il Colline con i piazzati di Marino, Ganci controlla. Nella ripresa ancora super partenza Chisola, Santini si fa beffare da Costante che la mette sotto la traversa per il 3-0. Il risultato sembra in cassaforte, gli ingressi di Redi e Fogliati danno nuova linfa alla manovra astigiana e proprio il numero 16 accorcia con un rasoterra su assist di Iachello. Il match è vivacissimo, Costante e Redi continuano il proprio show e mettono a segno altri due gol. Allotta, servito da Savino, firma poi il 5-2 che però non taglia le gambe al Colline ed è Raviola a chiudere le marcature di un match intenso e dalle mille emozioni. GIRONE C CASALE-J STARS 1-2 FOSSANO-ASTI 0-0 PEDONA-SALUZZO 3-2 PISCINESE RIVA-NOVESE 3-2 HA RIPOSATO: SAVIGLIANESE J STARS ASTI FOSSANO NOVESE PEDONA SAVIGLIANESE SALUZZO PISCINESE RIVA CASALE ASTI-CASALE NOVESE-FOSSANO SALUZZO-PISCINESE RIVA SAVIGLIANESE-PEDONA RIPOSA: J STARS GIRONE D ATLETICO TORINO-CARAMAGNESE 5-2 CHIERI-VALENZANA MADO 2-4 CHISOLA-COLLINE ALFIERI 5-3 CUNEO-LIBARNA 2-0 PINEROLO-CBS 5-2 CUNEO CHISOLA CHIERI CBS ATL. TORINO COLLINE ALFIERI LIBARNA PINEROLO VALENZANA M CARAMAGNESE CARAMAGNESE-CHISOLA CBS-ATLETICO TORINO COLLINE ALFIERI-CUNEO LIBARNA-CHIERI VALENZANA MADO-PINEROLO

16 16 Giovanissimi Regionali Lunedì 2 febbraio 2015 Il Corriere delle Province GIRONE F CASTELLAZZO 1 CASALE 1 MARCATORI: st 5 Lasalvia, 27 Lenti Aut. CASTELLAZZO (4-4-2): Cancelliere 6; Rossi 6, Muner 6 (6 st Cerrelli 6), Tartara 6, Nastasi 6.5; Picciau 6, Pavanello 6, Pelizza 6, Romano 6.5; Biorcio 6, Celestre 6. A disp. Massobrio, Qarku, Cannas, Selis, Bruma. All. Nani. CASALE (4-3-3): Nikoci 6; Lenti 6, Ferrero 6, Maddaloni 6, Baldasso 6; Catale 6, Illario 6.5 (33 st Francia ng), Avonto 6; Battista 6, Lasalvia 6.5, Mazzucco 6.5. A disp. Scrivanti, Hoxha, Islami, Morello. All. Valeri. ARBITRO: Santoro di Alessandria 5.5 NOTE: ammoniti Tartara, Picciau, Avonto. Recupero pt 1 ; st 2. Spettatori 50 circa. Nani, allenatore della Cheraschese 2000 GIRONE D ALBESE-ACCADEMIA ALBA 0-0 COLLINE ALFIERI-TORINO 0-2 PINEROLO-CUNEO 0-6 SPORTING CENISIA-ATLETICO TORINO 1-1 BACIGALUPO-SALUZZO 2-0 SPORTING CENISIA ATLETICO TORINO COLLINE ALFIERI CUNEO PINEROLO BACIGALUPO SALUZZO ACCADEMIA ALBA ALBESE SQUADRE FUORI CLASSIFICA: TORINO. ACCADEMIA ALBA-BACIGALUPO ATLETICO TORINO-PINEROLO CUNEO-COLLINE ALFIERI SALUZZO-SPORTING CENISIA TORINO-ALBESE Castellazzo Bormida (Al) Simone Merlano C astellazzo-casale finisce senza vincitori né vinti. Uno a uno il finale, al termine di una partita tirata e intensa. Casale che vede sfumare la vittoria proprio nei minuti finali, a causa di una sfortunata autorete di Lenti, dopo aver sfiorato più volte il raddoppio. Grande intensità fin dalle prime battute, su un terreno di gioco ai limiti della praticabilità nonché pericoloso per via di alcuni punti del rettangolo ghiacciati che hanno condizionato per lunghi tratti l andamento della partita, soprattutto i giocatori più tecnici. Partono forte Mazzucco e compagni che già al minuto quarto confezionano la prima occasione della partita, direttamente su calcio di punizione, ma la conclusione di Illario finisce di poco a lato. Quattro minuti più tardi il direttore di gara annulla per fuorigioco un gol GIRONE E CASTI-BRA 1-1 CITTÀ DI RIVOLI-CHERASCHESE ND. JUVENTUS-FOSSANO 1-1 LA SORGENTE-J STARS 1-3 PEDONA-CHISOLA ND. FOSSANO J STARS CHISOLA BRA PEDONA ASTI LA SORGENTE CHERASCHESE CITTÀ DI RIVOLI SQUADRE FUORI CLASSIFICA: JUVENTUS. BRA-PEDONA CHERASCHESE-JUVENTUS CHISOLA-LA SORGENTE FOSSANO-ASTI J STARS-CITTÀ DI RIVOLI alla squadra nero stellata, a segno con Mazzucco, tra le proteste dei numerosi tifosi ospiti. L occasione più clamorosa dei primi quarantacinque minuti tuttavia, la si registra al minuto ventisette ed è a favore dei padroni di casa, che con Celestre, in contropiede, complice una leggerezza della retroguardia avversaria, falliscono una ghiottissima occasione, con palla che, sulla conclusione dell attaccante locale, va a sbattere sulla traversa. Nella ripresa si sblocca la partita a favore della squadra ospite, subito nelle battute iniziali, sugli sviluppi di una calcio di punizione, con Lasalvia, bravo a svettare più in alto di tutti e di testa battere Cancelliere. A questo punto la partita diventa via via più nervosa, anche a causa di una mal gestione da parte dell arbitro, tutt altro che impeccabile in alcune scelte. La squadra di Maurizio Nani comunque ci prova, è viva, e alza il baricentro di alcuni metri, espondendosi però troppo ai contropiedi avversari. E proprio in azione di ripartenza, la squadra nero stellata manca per ben due volte il gol del raddoppio, su tutte al minuto venticinquesimo, quando Mazzucco, a tu per tu con Cancelliere spedisce abbondantemente a lato. Gol sbagliato, gol subito, ci sarà un motivo se questa massima non passa mai di moda, perché due minuti più tardi, su una discesa palla al piede sull out di destra da parte di Biorcio con conseguente traversone teso al centro dell area, arriva l autorete sfortunata di Lenti nel tentativo di anticipare il ben appostato Celestre. Il finale di gara non riserva particolari emozioni, le squadre sembrano accontentarsi, Valeri inserisce un difensore in più e la partita si avvia verso il triplice fischio. GIRONE F ALESSANDRIA-VALENZANA MADO 6-0 CHIERI-PERTUSA 2-2 CAST.PANCALIERI-V.MONDOVÌ 2-1 CASTELLAZZO-CASALE 1-1 DERTHONA-NOVESE 3-2 CHIERI PERTUSA CASTELLAZZO CASALE V.MONDOVÌ NOVESE DERTHONA VALENZANA M CAST.PANCALIERI SQUADRE FUORI CLASSIFICA: ALESSANDRIA. CASALE-ALESSANDRIA NOVESE-CHIERI PERTUSA-CAST.PANCALIERI VALENZANA MADO-DERTHONA V.MONDOVÌ-CASTELLAZZO LE ALTRE GARE GRIONE F DERTHONA 3 NOVESE 2 MARCATORI: pt 2 Ghiglione, 10 e 24 Coscia, 35 Balestrero; st 7 Mutti. DERTHONA (4-5-1): Torre 6.5; Chindris 5.5, Zampieron 6 (34 st Cosola ng), Angeleri 6.5, Concolino 6.5; Piccinini 6, Mutti 6.5, Lerta 7, Guaraglia 6.5, Ghiglione 6.5; Balestrero 6.5. A disp. Gemme, Mangione, Xhaxia. All. Lo Piccolo (Squalificato, in panchina Ricci). NOVESE (5-3-2): Trentin 5; Giommi 5.5, Trapasso 6, Goretta 6, Mauceri 6, Pintabona 5.5 (19 st Percivale 4); Krekaj 6, Milanese 6, Garau 6 (11 st El Berd 6.5); Cazzulo 5.5, Coscia 7. A disp. Campi, Ulderici, Trani, Udo. All. Toriggia ARBITRO: Pullia di Alessandria 6.5 NOTE: espulso Percivale (37 st) per doppia ammonizione. Ammoniti Mutti, Chindris. Calci d angolo 5-3 per la Novese. Recupero pt 1 ; st 6. Spettatori 100 circa. Eravamo in emergenza con quattro titolari assenti,ho dovuto far ruotare alcuni ragazzi perchè cercavo la soluzione meno penalizzante per la squadra Abbiamo pagato care alcune incertezze ma oggi era veramente impossibile fare di più Lo Piccolo, allenatore Derthona I Giovanissimi del Derthona Tortona (Al) Marco Gotta Emozioni a non finire nel derby dei Giovanissimi Regionali fra Derthona e Novese, con un altalena di reti che ha messo a dura prova le coronarie dei numerosi spettatori presenti. Passa in vantaggio subito il Derthona alla prima occasione: punizione sulla trequarti di destra battuta tesa sul primo palo da Ghiglione, Trentin chiama l intervento ma viene tradito dal rimbalzo sul sintetico del pallone che lo supera e termina la sua corsa in rete. E solo il secondo minuto, e la Novese ha il grande merito di non abbattersi ma di cercare di macinare gioco nonostante nelle fasi iniziali il possesso palla sia tutto dalla parte dei bianconeri. Un altra ottima qualità dei ragazzi di Toriggia è però il cinismo, e ne fa subito le spese il Derthona: nella prima vera occasione per i biancocelesti al 10 una punizione di Coscia dal limite dell area aggira rasoterra la barriera non ottimamente posizionata e si insacca sul primo palo lasciando Torre attonito. E una partita dove le occasioni nascono più dagli errori Mi spiace per il risultato, ma ho visto i miei ragazzi cercare di costruire trame di gioco e di far girare la palla anziché limitarsi a interrompere continuamente gli attacchi degli avversari e questo mi fa molto piacere. Abbiamo subito tre reti su tre nostri errori non dobbiamo concedere questi regali Torriggia, allenatore Novese delle difese che dalle prodezze degli attacchi, ed al quarto d ora il Derthona potrebbe tornare in vantaggio: retropassaggio di Giommi su cui Trentin si fa trovare mal piazzato e respinge il pallone alla disperata quando forse aveva già varcato la linea di porta ma l arbitro decide di non concedere il gol. Il Derthona è più in palla e costruisce una occasione incredibile a metà primo tempo con un cross di Guaraglia dalla fascia sinistra che dopo l uscita a vuoto di Trentin scatena una mischia furibonda senza però che nessuno dei giocatori del Derthona riesca a trovare il tocco decisivo finchè la difesa non spazza via il pallone. La troppa sicurezza gioca però un brutto scherzo ai padroni di casa, che lasciano prendere la mira a Coscia dopo avere vinto un rimpallo al limite dell area e la punta novese infilza Torre sul palo lontano con un pregevolissimo diagonale a mezz altezza portando a sorpresa avanti la Novese. Nel recupero prima dell intervallo arriva però un altra indecisione di Trentin e con essa il gol di Balestrero che prima colpisce di testa e poi appoggia in rete la palla non trattenuta dal portiere. Il gol partita arriva al 7 della ripresa quando su punizione dalla sinistra Guaraglia pennella un cross sul secondo palo su cui la difesa ospite perde le marcature e Mutti di testa deve solo appoggiare in rete. La partita in pratica finisce qui, perchè per il resto della gara le due squadre si annullano e si contengono a vicenda: c è solo spazio per l espulsione di Percivale per due ammonizioni in meno di dieci minuti, per una occasione dal limite per la Novese ben calciata da Coscia e ben parata da Torre e per la festa dei bianconeri al fischio finale dopo sei minuti di recupero. BACIGALUPO 2 SALUZZO 0 ALBESE 0 ACCADEMIA ALBA 0 LA SORGENTE 1 J STARS 3 ALESSANDRIA 6 VALENZANA MADO 0 CASTAGNOLE PANCALIERI 2 VIRTUS MONDOVÌ 1 ASTI 1 BRA 1 MARCATORI: st 15 Lanucara, 31 S. Tarasco BACIGALUPO: Jarraf, Pretti (10 st Brunetti), Sagliocca (20 st Pinciolla), Macripò, Ungureanu, Lanucara, Canova (18 st Ricciardi), Paderi, Viberti (25 st S. Tarasco), Mboup (14 st Quintavalle), Vaccaro. A disp. Pellegrino. All. Rizzo. SALUZZO: Fornero, Olivesio (31 st Zali), Calosso, Moino, Massimino, Moi (23 st Gramaglia), Barale, Bustone (7 st Fino), Pampiglione, Ghigo, Ferrero. A disp. Lorenzino, Crosetti. All. Risso. ALBESE: Bosticco, Lanzoni, Cocito, Giovanetti (20 st Desotgiu), Raimondo, Luciano, Battaglino (14 st Palumbo), Di Marco, Vincenti, Robino, Manno (26 st Autera). A disp. Collino, D Agostino, Bosco. All. Filograno. ACCADEMIA ALBA: Ravizza, Milanesio, Careglio (15 st Apostolov), Tedesco, Dieye, Guienne, Stojov, Albanese, Colletta, Grigore, Dos Santos (32 st Moubarac). A disp. Promio. All. Albanese. MARCATORI: st 3 Gemello, 12 Gemello, 20 D Ambrosio, 35 Vela LA SORGENTE: Lequio, Bernardi, Congiu (15 st Badano), Minelli, D Urso, Mignano, Cavanna, Ghignone, El Mazouri, Vela, Lika (15 st Amrani). A disp. Guercio, Catalano, Caputo, Marengo. All. Cavanna. J STARS: Cecconello, Valetto (1 st Galasso), Ierardi, Iaia (17 st Camilleri), De Marino Davide, Bellocchio, Gemello (15 st Bombana), Botto (30 st Cornaglia), Cravero (20 st Garoffolo), D Ambrosio, Amendola (12 st Benincaso). A disp. De Marino. All. Cerutti. MARCATORI: pt 31 Gerace; st 5 Romano, 16 Baldizzone, 23 Gerace, 29 Bagnadentro, 33 Tosonotti ALESSANDRIA: Rampoldi, Maccanuco (20 st Zarri), Sellitto, Toti (24 st Filip), Ventre (24 st Brollo), Nani, Romano (13 st Burragine), Osellame (9 st Tosonotti), Gerace, Baldizzone, Lamberti (18 st Bagnadentro). A disp. Zucca. All. Gentile. VALENZANA MADO: Palazzoli, Bortoloni, Visconti, Massa Simone, Barberis, Massa Matteo, Azizi, Catalano (5 st Barberis), Hysa (20 st Colombo), Fiore, Mosso. A disp. Piccardi. All. Scalzi. MARCATORI: pt 4 Deorsola, 12 Dan. Tesio rig.; st 27 Di Napoli CASTAGNOLE PANCALIERI: Cavallin, Mascarello, Mazzini, Vigliotti, Rossi, Oderda, Dan. Tesio, Labella, Dav. Tesio (5 st Sperino), Bauducci (4 st Di Napoli), Tribunella. A disp. Luserna, Caratto, Servidio. All. Cetrangolo. VIRTUS MONDOVÌ: Rasa, Barberis, Gasco, Deorsola, Porcelli (25 st Lamrhari), Gallesio, Martinetti, Berruti (6 st Hado), Cola, Pipi, Marini (10 st Sciandra). A disp. Ghiglia, Perrone, Fantini. All. Ravotto. MARCATORI: st 4 Claps, 13 Morgana. ASTI: Cerutti, Olivieri, Pavia Matteo, Ressia, Albertini, Stroppiana (1 st Claps), Bagnasco, Fabaro, Bortoletto, Lacinej, Caffa. A disp. Zeggio, Burroni. All. Lo Nano. BRA: Matis (32 st Molino), Fiore, Peirano, Tarable, Vanzetti, Morgana, Sacco, Panero (15 st Capriolo), Cammarata, Sandri (20 st Fea), Patrascu. A disp. Tahiri, Marku, Tibaldi. All. Cassaro.

17 Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Giovanissimi fb Regionali GIRONE D RAPID TORINO 0 CARROSIO 2 MARCATORI: pt 22 e 29 A. Repetto. RAPID TORINO ( ): Sayada 6 (st 7 Petruccelli 6); Caputo 6, Mingla 6, Cornelj 6 (pt 29 Tonello 6, st 13 Sacco 6), Gaj Tripiano 6; Mastrogiacomo 6, Baldi 6, Ciccalotti 6.5, Vlasie 6 (st 11 Maenza 6); Podda 6.5; Da Re 8. A disp. Emotan. All. Carrer. CARROSIO (4-3-3): Petrucci 7 (st 27 Cairello M. 6.5); Lechner 6.5, Bruzzone 6.5, Cairello A. 6.5, Ottaviani 6.5; Maroni 6.5, Ferraris 6.5 (st 29 Repetto E. ng), Tosonotti 6.5 (st 26 Carrea ng); Demicheli 6.5 (st 29 Repetto M. ng), Repetto A. 9 (st 32 Brunetti ng), Zunino 6.5 (st 19 Contardo 6.5). All. Magrì. ARBITRO: Gabellone di Torino 6.5. CUNEO 0 J STARS 1 MARCATORE: st 25 Rava CUNEO (4-4-2): Ferez 6; Giorgis 6, Musso 6, Degiovanni 6, Viale 6 (13 st Bersano 5.5); Giacca 6 (10 st S. Angeli 6), Berardo 6, Enrici 6, Raimondi 6; Rosano 6, Peano 6. A disp. Calosso, G. Angeli. All. Rosano. J-STARS (5-3-2): G. Maggi 6; Adriani 6, Fiore 6, Ricciardi 6, Principalli 6 (36 st Multari 6), S. Maggi 6 (13 st Armenio 6); Rosso 6 (1 st Rava 6.5), Somma 6 (10 st Petrone 6), Vigo 6; Malisotto 6 (25 st Rovagna 6), Crudo 6 (30 st Conte 6). All. Cornelj. ARBITRO Olocco di Cuneo 6 NOTE: ammonito Degiovanni. Torino Domenico Bencivenga I l Carrosio sale sull ottovolante ed espugna anche il catino infuocato di via Osoppo del Rapid Torino. Una vittoria di prestigio colta contro un avversario che ha venduto cara la pelle e che non ha mai mollato la presa. Continua la favola di questa compagine dell alessandrino, che ha alle spalle soltanto cinquecento abitabti. Per gli ospiti si tratta dell ottava vittoria di questo raggruppamento regionale, la sedicesima consecutiva nel suo complesso prendendo in esame anche la prima fase provinciale. Un risultato di assoluto valore, che colloca il Carrosio tra le pretendenti alla vittoria finale del titolo regionale. Sugli scudi la prestazione di spessore, in tutti i sensi, visto il fisico prorompente del numero nove biancoazzurro, Repetto autore di una doppietta nel primo tempo, condita da un acume tecnico e tattico di livello superiore, tant è che lo scorso lunedì ha tenuto un provino importante con una squadra di pari livello professionistica di Cuneo Daniela Giordanengo Ancora una domenica amara per i Giovanissimi 2001 di Luciano Rosano, costretti alla resa per 1-0 con la J-Stars. Sul sintetico del Parco della gioventù, gli ospiti vengono spesso anticipati dai biancorossi, ma la gara si sblocca solamente al 25 della ripresa quando Rava trova il colpo del ko che stende il Cuneo. Le due formazioni si affrontano in modo equilibrato, con qualche occasione in più per i bianconeri. La partita si apre con Crudo che impegna Ferez in un paio di occasioni, coadiuvato da Musso nel contenimento. Doppia occasione per il Cuneo con capitan Raimondi: prima si fa vedere su punizione, poi conclude a lato a portiere battuto. Biancorossi ancora in avanti al 33 : riflettori accesi su Giacca con Gianluca Maggi fuori dai pali e sfera che finisce clamorosamente sul fondo. Dopo l intervallo la J-Stars cerca maggiori spazi di manovra. Gli ospiti sembrano più determinati, anche grazie all apporto dato da Rava, chiamato a sostituire Rosso nei primi istanti della ripresa. Rava si fa vedere subito con un piazzato da fuori (non di molto a lato) e con una buona intuizione dalla bandierina a cui Ferez dice no smanacciando. La J-Stars è vivace, vuole dare continuità ai risultati per non perdere il treno Mirafiori. La gara, dunque, si fa più veloce. Rava torna a dire la sua su punizione, il cui rimbalzo viene murato dal portiere di casa; passa qualche istante ed è Fiore a tentare il colpaccio, ma Ferez è sempre sul pezzo. Al 20, per il Cuneo, Peano si fa imbambolare dalla difesa e sciupa un ottima occasione da gol, imbeccato da Rosano. Sempre Rosano serve un buon pallone al compagno Peano, supera in velocità Maggi, ma deposita a lato. Nulla di fatto per il Cuneo e parziale ancora fermo sullo 0-0, ma solo per poco. Al 25 i bianconeri vanno a segno con un piazzato dalla traiettoria lenta, ma insidiosa, del solito Rava.Allo scadere dei tempi regolamentari, Rosano conclude a lato l ultima occasione di aggancio. I 4 di recupero non bastano, Cuneo è espugnata 1-0. Serie A (le voci di corridoio dicono la Sampdoria, ndr), superandolo ampiamente. Non da meno è stato il dirimpettaio avversario Da Re, il migliore dei torinesi, che ha avuto tra i piedi tre clamorose palle gol, due nella prima frazione di gioco e una nel finale di partita, ma sulla sua strada ha trovato prima Petrucci e poi Cairello che hanno detto di no con ottime parate. L allenatore Carrer del Rapid Torino esprime il suo parere personale sul perché della sconfitta: «Il risultato finale è un po ingiusto, nelle sue proporzioni, ma bisogna dare atto che il Carrosio ha comunque giocato meglio, sia sul piano del gioco sia su quello della prestazionalità fisica. Se non avessimo avute tutte queste defezioni (ben sette) e molti atleti non al meglio della condizione atletica (almeno quattro), probabilmente, al completo, avremmo potuto vincere e come organico sono convinto che solo il Chieri ci è superiore. Sono comunque orgoglioso della prestazione dei ragazzi e dò loro un grosso applauso per l impegno e la dedizione espressa sul campo. Comunque sia, onore ai nostri avversari di turno che hanno meritato ai punti, usando un gergo boxistico, la vittoria finale». Di tutt altro avviso il mister alessandrino Magrì: «Il risultato non è mai stato in discussione, abbiamo ampiamente meritato il successo, giustificato anche dal fatto che abbiamo sprecato numerose occasioni. La mia unica paura può essere l eventuale stanchezza cui potremmo andare incontro strada facendo, visto che abbiamo centrato la sedicesima vittoria consecutiva stagionale. Mantenere questi ritmi non è stato facile, non lo è e non lo sarà mai. Non siamo una squadra da pareggio, il nostro credo è quello di vincere sempre, e fino ad adesso ci siamo ampiamente riusciti. Ho sposato quest anno questo progetto, che è a lunga scadenza, perché credo nella società e nei miei giocatori. Ho accettato di rinunciare alle prime squadre perché sono affascinato dall ambiente assolutamente professionale del Carrosio. Stiamo vivendo un sogno e non abbiamo paura di volare. E poi oltre ai risultati, abbiamo dalla nostra parte anche la volontà e la creatività di giocare a calcio». GIRONE C CANELLI-POZZOMAINA 2-3 CHISOLA-CHERASCHESE 2-1 CUNEO-J STARS 0-1 DERTHONA-BRA 2-1 MIRAFIORI-SALUZZO 0-3 RIPOSA: NOVESE J STARS CHISOLA MIRAFIORI CHERASCHESE POZZOMAINA SALUZZO CUNEO CANELLI NOVESE DERTHONA BRA BRA-CUNEO J STARS-CHERASCHESE NOVESE-CANELLI POZZOMAINA-MIRAFIORI SALUZZO-DERTHONA RIPOSA: CHISOLA LE ALTRE GARE GIRONE C Cuneo Ferez 6 concentrato Giorgis 6 se la cava Musso 6 non si lascia sorprendere Degiovanni 6 dà segni di nervosismo Viale 6 coadiuva i suoi Bersano 5.5 dentro dal 13 Giacca 6 spreca un ottima occasione S. Angeli 6 corre e si impegna Berardo 6 tiene la posizione Enrici 6 concentrato Raimondi 6 meglio nei primi 35 Rosano 6 intuitivo, spesso in anticipo Peano 6 non riesce a incidere come vorrebbe È stata una bella partita, mi è piaciuta. Spero che i ragazzi riescano a superare questo momento difficile sul piano mentale, sarebbe stato meglio riuscire ad ottenere una vittoria, ma sono comunque soddisfatto della prestazione Rosano, allenatore Cuneo MIRAFIORI 0 SALUZZO 3 MARCATORI: pt 3 Giacca, 29 Depretis; st 35 Motta MIRAFIORI: Cassese (9 st Menniti), Longo (25 Trivero), Fiorentini, Marmo, Pansini, Mangiacotti, Cariola (7 st Giovannelli), Bresolin (1 st Sinopoli), Messina, Lopes, Bonansone. A disp. Pirrello, Giangregorio. All. Dattilo. SALUZZO: Martini (13 st Bertola), Crabu (33 st Allemano), Depretis, Terragno, Kodra, Miretti (1 st Collino), Rrotani (30 st Covino), Cossotto, Giacca (24 st Motta), Brondino, Qira (1 st Barroero). All. Zordan ASTI 4 SAN GIORGIO TORINO 2 MARCATORE: pt 6 Macaione, 16 Savina, 24 Forneris (A); st 15 Scaccia (S), 23 Savina (A), 35 Leon (S). G. CENTALLO 1 CAMBIANO 0 MARCATORE: st 12 Bertone G.CENTALLO: Caldera (8 st Grasso), Sacchetti (25 st Prato), Gaveglio, Mecca, Piola, Toselli, Bima, Massucco, Bertone, Bima (20 st Bosio), Monge (30 st Golè). A disp. Perotti, Minni, Pelissero. All. Silvestro. CAMBIANO: Besusso (1 st Zapparoli), Costanzo, Mollo, Cannarozzo, Casarotto, Maddalena (10 st Crupano), Dassano (20 st Tozzoli), Carnà (15 st Cisi), Baravalle (8 st Piovano), Pacino (5 st Gilormo), Moro. A disp. Sorbera. All. Mitrione. CHISOLA 2 CHERASCHESE 1 MARCATORI: Savino, Gelao (Chi), Pia. PEDONA 6 VALENZANA MADO 1 MARCATORE: Piacenza, Pallara, Rizzo 2, Mino, Bono (P), Boselli (V). GIRONE D ASTI-SAN GIORGIO TO 4-2 CHIERI-LUSERNA 12-0 G.CENTALLO-CAMBIANO 1-0 PEDONA-VALENZANA MADO 6-1 PRO DRONERO-ATL.ROERO ND. RAPID TORINO-CARROSIO 0-2 CARROSIO CHIERI PEDONA ATL.ROERO ASTI RAPID TORINO VALENZANA M G.CENTALLO CAMBIANO SAN GIORGIO TO LUSERNA PRO DRONERO (*) ATL.ROERO-ASTI CAMBIANO-CHIERI LUSERNA-CARROSIO PEDONA-RAPID TORINO SAN GIORGIO TO-G.CENTALLO VALENZANA MADO-PRO DRONERO

18 18 Lunedì 2 febbraio 2015 Il Corriere delle Province

19 R Il Corriere delle Province Lunedì 2 febbraio Giovanili Provinciali Alessandria/Asti ALLIEVI FB GIR. ALESSANDRIA CASTELNOVESE 0 AUDAX ORIONE 2 MARCATORI: pt 10 Panariello; st 9 Belfiore. CASTELNOVESE CASTELNUOVO (4-5-1): Lo Prete 6; Apetroaie 5.5, Torti 5.5, Aarab 5.5, Mihalcea 5.5; Marcone 6, Dessì 5.5, Fogliati 6, Salvadeo 6, Bonavida 5.5; Bonacina 5.5. A disp.: Neve, Demetrio. All.: Basile. AUDAX ORIONE SAN BERNARDINO (4-3-3): Gligic 6; Ghiotto 6, Giacomin 6, Tudor 6, Raminelli 6.5; Calistri 7, Panariello 7.5, Gabatelli 6.5 ; Chlouh 6.5 (41 st Megna ng), Grillo 6 (38 st Merli ng), Belfiore 7. A disp.: Belingeri. All.: Di Trani. ARBITRO: El Azzaoui di Alessandria 5.5. NOTE: Espulso Basile per proteste. Ammonito Chlouh. L Audax Orione San Bernardino 99 ALLIEVI ALESSANDRIA X FIVE SPINETTA-TIGER NOVI 1-1 MARCATORI: pt 38 Leppa, st 23 Fettah. X FIVE SPINETTA: Guasco, Hoxha, Lumia, Bouamri, Generoso, Montalbano, G. Mercadante, Homerun, Penna, Faletti, Fettah. A disp. L.Mercadante. All. Locurcio. TIGER NOVI: Ruggieri, Militano, Montagna, Ake, Vano, Fusco, Gabbiani, Leppa, D Ursi, Angulo, Manca. A disp. Eligi, Lamì, Scaglia, Bour. All. Cazzadore. NOTE: Espulso Vano. SALE-AURORACALCIO 0-0 SALE: Biscaro, Mare, Della Porta, Comasco, Pelizzari, Palella, Prati, Tullo, Serafino, Giannini, D Ambrosio. A disp. Ichou, Bunaj, Pani, Anacleto, Serafin. All. Bittolo. AURORACALCIO: Iodice, Zottarelli, Skin, Zanda, Touati, Saggiorato, Troncone, Scarabello, Chiarion, El Kalki, Puleo. A disp. Abate, Dreid, Amato. All. Saggiorato. Castelnuovo Scrivia (Al) Simone Merlano V ince l Audax senza troppe difficoltà su un campo tradizionalmente ostico come quello della Castelnovese. Un gol per tempo e prestazione impeccabile sotto tanti punti di vista quali ottimo possesso palla, pressing altissimo e concentrazione massima. Fattori questi, che hanno permesso sì di portare a casa tre punti importanti nella gara odierna ma che spiegano anche l ottimo momento in campionato e il perché la squadra è prima in classifica. La squadra, guidata da Alessandro Di Trani, dimostra di recepire alla lettera quella che è la filosofia di gioco dell allenatore, che, come si evince dall atteggiamento sempre attivo e a tratti sopra le righe in panchina, ci tiene a curare ogni minimo dettaglio e propone un calcio molto propositivo e solido allo stesso tempo. E poi ci sono i giocatori: su tutti, Calistri a centrocampo partecipa moltissimo alla manovra e detta i giusti tempi e le giuste geometrie; Panariello, ALLIEVI ASTI COLLINE ALFIERI-MONFERRATO 9-0 MARCATORI: pt 24, 34 Sulas, st 14, 29, 37 Perletto, 22, 36 Rocha, 25, 34 Selliti. EUROPA BEVINGROS-ATL. ROERO 1-3 MARCATORI: pt 25 Addelsammad, st 20 Molino, 25, 30 Bourhil EUROPA BEVINGROS: Gili, Boschiero, Ortucci, Vetticelli, Barraga, Russo, Addelsammad, S. El Aluani, Barberis, Ouxas, A disp. Bartoluzzi, R. El Aluani, La Blanca, Rovero. All. Giannini. ATLETICO ROERO : Tacco, M. Del Santo, Molino, Soukhmane, Taliano, Bordino, Gucov (25 st lo Russo), Valsania, Toso (20 st L. Del Santo), Porchio, Bourhil. A disp. Cavagnero. Martino. SANTOSTEFANESE-CASTELLAZZO 6-0 MARCATORI: pt 22, 34 Anakiev, st 10 Rivetti, 15 Zagatti, 24, 32 Anakiev ALLIEVI FB ALESSANDRIA DERTHONA-GAVIESE 9-0 MARCATORI: Grandin 4, Orsi, Marsiglione, Gai DERTHONA: Radavero (30 st Pisani), Lain, Cirafici, Mangiarotti, Pantusco, Cella (36 st Chindris), Grandin, Pacenta, Gai, Orsi, Marsiglione (30 st Piccinini). All. Ricci. GAVIESE: Faggioni, Zerbo, Rizzu, Sergiampietri, Bruzzone, Giannoni, Soro, Rebora, Colla, Cecchetto, Persano. A disp. Quaranta, Derbisi. All. Sciascia. NOTE: ammonito Grandin. FORTITUDO-VALLI BORBERA 2-2 MARCATORI: Massa, Spais (V), Alessandri, Cosin (F) ASCA-OVADA 1-2 MARCATORI: Potomeano, Barbato (O) tatticamente preziosissimo perché gioca tra le linee, arriva al tiro con facilità e aiuta molto la squadra in fase di non possesso; Belfiore dà profondità alla squadra e permette più soluzioni offensive. La Castelnovese fatica a contenere le iniziative avversarie e al minuto dieci arriva il meritato vantaggio ospite proprio con capitan Panariello, bravo a sfruttare un indecisione della retroguardia locale e battere Lo Prete con una bellissima conclusione che va a stamparsi proprio sotto il sette. La risposta dei padroni di casa comunque non si fa attendere e un minuto più tardi una traversa colpita direttamente su calcio di punizione da Fogliati, fa tremare la dirigenza e la tifoseria tortonese. Tuttavia è solo un fuoco di paglia perché la squadra in maglia giallo-verde riprende a macinare gioco e quasi allo scadere di frazione Chlouh pareggia i conti delle traverse con un siluro dalla media distanza. Nella ripresa il copione sostanzialmente non cambia. La squadra di Basile si scrolla di dosso un po di timidezza che aveva contraddistinto la prima parte di gara e alza un po il baricentro ma si espone troppo al contropiede avversario. Infatti, al primo affondo, Gabatelli e compagni trovano il raddoppio, con Belfiore, anche se la posizione di partenza dell attaccante sembrerebbe in fuorigioco (Non l unico fuorigioco non visto dal direttore di gara tra l altro), tant è che nell occasione Basile viene espulso per proteste. Sul finale, due occasioni sempre a favore della squadra ospite, prima con Grillo, che da pochi passi manda incredibilmente a lato; poi, oltre tempo massimo è il neoentrato Megna a fallire una buona opportunità da buona posizione calciando troppo addosso al portiere. ALLIEVI FB ASTI TORRETTA-LA SORGENTE 10-0 MARCATORI: pt 4 Mitic, 7, 11, 22 Grasso, 18 Cornaglia, st 6 Tikvina, 10 Grasso, 20 Zenone rig., 23 Perma. P. VILLAFRANCA-AURORACALCIO 5-0 MARCATORI: pt 7, 31 Caraj, 19 Bighi, 25 Milone, 41 Appiano. PRO VILLAFRANCA: Cognolato, Destefanis, Drago (1 st Di Lauro), Milone (20 st Borsato,), daias, Bairo, Bighi, Lano, Passarella (25 st Printigia), Appiano, Caraj (20 st Borbone,). All. Demaria. AURORA: Olivero, Pisani, Giottarelli, Tetsi, Trocca, Muratori, Spadi, Amato, Milazzo, Malvicino, Trisoglio. A disp. Al. Bonifacio, An. Bonifacio. All. Milazzo. NOTE: ammonito Malvicino. SAN DOMENICO SAVIO-ACQUI 1-2 MARCATORI: pt 30 Burso (S) ALLIEVI FB ASTI CASSINE 2 PRO VALFENERA 1 MARCATORI: pt 15 Lo Monaco; st 7 Donetti, 12 Servetti rig. CASSINE (4-4-2): Visentin 6.5 (39 st Sacco); Porrati 6, Garbarino 6, Colucci 6, Marenco 6; Degu 5.5, Vacca 5.5, Lo Monaco 6, Stefanov 6.5 (12 st Carnacina); Vivolo 6 (21 st Re 6.5), Servetti 6 (33 st Croci). A disp. Ivanov. All. Pagliano. PRO VALFENERA ( ): Mich. Quarona 6.5; De Rosa 6.5, Mat. Quarona 5.5, Trossarello 6, Donetti 6.5; Rocca 5.5, Samiri 6, Sociu 6.5; Accossato 6, F. Panetta 6; S. Panetta 6. A disp. Sfhia. All. Lisa. ARBITRO: Janchev di Asti 6. NOTE: espulso Quarona Matteo (34 st). Ammoniti F.Panetta, De Rosa. Cassine (Al) Andrea Icardi Sfida nelle parti basse della classifica degli Allievi Provinciali Fascia B, tra il Cassine, che gioca in casa e con un solo punto in classifica in cui è penultima, ed il Pro Valfenera terz ultima a quota sei. La sfida inizia con i padroni di casa molto motivati, al 5 Stefanov prova a concludere con una punizione dalla destra, Quarona respinge corto, nessun compagno di squadra ci arriva, permettendo così alla difesa degli astigiani di allontanare il pallone. L incontro è comunque molto tranquillo, e abbastanza equilibrato. Sul quarto d ora Lo Monaco, su punizione dalla sinistra calcia ad effetto verso l area piccola, e quello che doveva essere un bel traversone si insacca direttamente nell angolino destro della porta sorprendendo tutti. Il La formazione del Cassine Cassine domina, ma spesso sbaglia concedendo spazi agli avversari, che nonostante la sofferenza provano comunque a reagire, arrivando a tirare in porta al 23 con Trossarello, che calcia basso dalla sinistra, e successivamente dopo due minuti con Accossato. Con lo scorrere dei minuti i padroni di casa, sembrano perdere lucidità e a calare, mentre la squadra ospite migliora. L incontro si fa dunque più equilibrato. A tre minuti dalla fine del primo parziale di gara il Cassine ci riprova su punizione, più centrale rispetto a quella del vantaggio, e stavolta alla battuta si incarica Degu, che calcia direttamente tra le braccia di Quarona che non si fa sorprendere ed afferra il pallone. I padroni di casa, nonostante gli errori ed il gioco un po altalenante, concludono il primo tempo in vantaggio. La ripresa inizia all insegna di un Valfenera molto motivato, che pressa nell area dei padroni di casa, che risultano tesi, continuando a sbagliare. Al 7 Donetti ruba palla a Servetti sulla fascia destra, avanzando ancora pochi metri e siglando il gol del pareggio. Dopo cinque minuti però rimedia il suo errore, ribaltando nuovamente la situazione e siglando su rigore la rete che riporta i suoi in vantaggio. Il Cassine sembra aver ritrovato la tranquillità necessaria per tenere sotto controllo la situazione. Al 25 Garbarino prova a ribattere di prima a rete la punizione di Vacca, respinta dalla difesa ma sbaglia. Il Valfenera comunque non demorde, e continua a pressare creando anche diverse azioni di contropiede, nonostante l espulsione subita, a cinque minuti dal termine. Il Cassine, nonostante la sofferenza delle battute finale, riesce a portarsi a casa questi tre punti, vincendo la sua prima partita stagionale. Cerchi lavoro? Scegli la professione giusta. Agenzia Borsa Immobiliare I 99 della Pro Valfenera Hai tra i 18 e i 30 anni, un diploma o una laurea? Il Gruppo Tecnocasa è diventato leader nel settore dell intermediazione immobiliare puntando sulla crescita e formazione interna dei suoi professionisti. Se hai entusiasmo e determinazione, se quello che cerchi è un lavoro dinamico in un ambiente giovane che ti offra reali possibilità di crescita ti stiamo cercando. MEDIAZIONE CREDITIZIA AFFILIATO: STUDIO RE S.A.S. CORSO ACQUI, 44 - ALESSANDRIA (AL) Tel AGENZIA DI ASTI: PIAZZA PORTA TORINO, 23 - ASTI (AT) Tel Gli Allievi dell X5 Spinetta La Gaviese Allievi fascia B Venite a visitare il nostro sito Via Andrea Vochieri, Alessandria Tel Borsa Immobiliare /05/2014

20 20 Giovanili Provinciali Alessandria/Asti GIOVANISSIMI ALESSANDRIA GIR. A ACQUI 2 FORTITUDO OCC. 5 MARCATORI: pt 6 e 13 Polizzi, 10 rig. Viola, 18 e 32 Viazzi, 33 Polizzi; st 29 Polizzi. ACQUI: Dalmas 6; Granara 5, El Quars 5.5, Dino 6; Norino 5.5, Caucino 6, Rizzo 5.5, Chini 5 (st 1 Vivalda); Carlos 6 (st 15 Nadir), Viazzi 6.5. A disp. Abdalama, Vivalda, Romagnini, Nadir. All. Mortarotti (Iacobuzzi squalificato). FORTITUDO: Panfiglio 6; Belluti 6,5, Giora 7, De Ambrosis 7, Mussi 6,5; Ben Baha 6.5 (st 34 Meti), Hoxa 7, Viola 6.5; Polizzi 8, Capramarzani 6.5, Cerumi 7 (st 34 Libranti). A disp. Libranti, Meti, Capocchiani. All. Usai. ARBITRO: Scavetto di Alessandria 5. NOTE: Ammoniti El Quars e Viola; Espulso (27 st) Granara. La vittoria è stata meritata, abbiamo disputato un ottima partita e siamo stati convincenti. Oggi in campo non si è vista la differenza di classifica tra le due squadre, ma abbiamo dimostrato realmente il nostro valore. Sono soddisfatto di tutti Usai, allenatore Fortitudo L assenza di molti ragazzi è stato ciò che per noi ha fatto la differenza purtroppo. Non voglio trovare scuse, perché quando si perde, si perde in undici Iacobuzzi, allenatore Acqui ALLIEVI ALESSANDRIA AUDAX ORIONE-G3 REAL NOVI RINV. LIBARNA-VAL BORBERA RINV. SALE-AURORA AL 0-0 X FIVE SPINETTA-TIGER NOVI 1-1 HA RIPOSATO: VALENZANA MADO AUDAX ORIONE LIBARNA X FIVE SPINETTA G3 REAL NOVI VAL BORBERA VALENZANA M TIGER NOVI AURORA AL SALE AURORA AL-LIBARNA G3 REAL NOVI-VALENZANA MADO TIGER NOVI-SALE VAL BORBERA-AUDAX ORIONE RIPOSA: X FIVE SPINETTA Acqui Terme (Al) Andrea Icardi I Giovanissimi Provinciali dell Acqui, secondi in classifica a pari punti con l Ovada, e nell occasione orfani del loro mister Iacobuzzi, squalificato e sostituito dal vice Mortarotti, ricevono in casa la Fortitudo, quinta con sette punti in meno, sulla cui panchina siede mister Usai. Entrambe le squadre sono decimate da infortuni ed assenze. L incontro parte subito con la squadra ospite aggressiva, che dopo poco più di cinque minuti di gioco passa in vantaggio con Polizzi, che dopo aver ricevuto un bel pallone dalle retrovie, avanza di qualche metro e dal limite dell area conclude perfettamente a rete. Dopo poco, sempre Polizzi avanza in area, ed El Quars nel tentativo di fermarlo commette fallo; il direttore di gara non ha dubbi e fischia il tiro dal dischetto, da dove Viola spiazza Dalmas, che si butta dal lato opposto. La Fortitudo è irrefrenabile, e dopo altri cinque minuti, una perfetta intesa tra Cerumi ed il solito Polizzi, da vita alla tre a zero, firmato da quest ultimo Dopo aver subito soltanto, i padroni di casa sul quarto d ora, con una punizione centrale dal limite, poco fuori oltre il palo sinistro arrivano vicini ad accorciare le distanze. Nonostante la sofferenza ed il pesante svantaggio si vede a tratti qualche accenno di miglioramento, pur risultando pericolosi quasi solo da calcio piazzato. Infatti il loro primo (e sarà l unico) gol arriva proprio su calcio di rigore, fischiato dal direttore di gara al 32 per un irregolarità commessa da un difensore della Fortitudo, ALLIEVI ASTI COLLINE ALFIERI-MONFERRATO 9-0 EUROPA B.ELEVEN-ATL.ROERO 1-3 SDS ROCCHETTA-CASSINE 4-2 SANTOSTEFANESE-CASTELLAZZO 6-0 HA RIPOSATO: BORMIDA BISTAGNO COLLINE ALFIERI ATL.ROERO SANTOSTEFANESE CASSINE CASTELLAZZO BISTAGNO V.B SDS ROCCHETTA MONFERRATO EUROPA B.ELEVEN ATL.ROERO-SANTOSTEFANESE BORMIDA BISTAGNO-COLLINE ALFIERI CASSINE-EUROPA B.ELEVEN MONFERRATO-SDS ROCCHETTA RIPOSA: CASTELLAZZO che comunque non lascia nemmeno il tempo all Acqui di festeggiare la rete, e subito riallunga le distanze ancora con Polizzi, protagonista assoluto di questo primo parziale di gara, e di tutti e quattro i gol della sua squadra, di cui tre portano appunto la sua firma. Nella ripresa il gioco sembra farsi più combattuto, e nel contempo anche più nervoso. I padroni di casa riescono a tener testa maggiormente agli avversari. Al 18 il portiere della Fortitudo, Panfiglio, prende palla con le mani in area durante un retropassaggio, ed il direttore di gara come da regolamento fischia la punizione a due a favore dell Acqui, che Viazzi riesce a buttare dentro. Già è raro vedere questo tipo di punizioni, ma vederne due nel giro di pochi minuti è ancora più inconsueto, infatti l arbitro vede un fallo simile, commesso dal portiere avversario ma De Ambrosis calcia contro la barriera. Poco prima della mezz ora, l arbitro giudica irregolare un intervento di Granara su Polizzi, assegnando il calcio di rigore alla Fortitudo e dando addirittura il rosso al difensore acquese. Provvedimento alquanto esagerato che ha scaturito molte proteste da parte dei sostenitori acquesi, che avevano già contestato altre decisioni. Dagli undici metri Viola calcia non troppo forte, e Dalmas para in due tempi. Ma a siglare la ciliegina sulla torta ci pensanuovamente il già plurimarcatore e assoluto protagonista Polizzi, le cui reti personali sono quattro, mentre le reti per i suoi cinque. Vittoria meritata per la Fortitudo, che riduce a quattro reti, la distanza in classifica dall Acqui. ALLIEVI FB ALESSANDRIA ASCA-OVADA 1-2 CASTELLAZZO-EUROPA B.ELEVEN RINV. CASTELNUOVO SCR.-AUDAX ORIONE 0-2 DERTHONA-GAVIESE 9-0 FORTITUDO-VAL BORBERA 2-2 AUDAX ORIONE DERTHONA OVADA CASTELLAZZO FORTITUDO VAL BORBERA CASTELNUOVO S ASCA GAVIESE EUROPA B.ELEVEN AUDAX ORIONE-FORTITUDO EUROPA B.ELEVEN-DERTHONA GAVIESE-CASTELNUOVO SCR. OVADA-CASTELLAZZO VAL BORBERA-ASCA Lunedì 2 febbraio 2015 Il Corriere delle Province GIOVANISSIMI ALESSANDRIA GIR. A GIOVANISSIMI ASTI GIOVANISSIMI FB ALESSANDRIA CASSINE-ASCA 1-0 ALERAMICA-SAVIO ROCCHETTA 2-1 AURORA-DERTONA C.G. 0-4 MARCATORE: pt 15 Fioravanti. CASSINE: Petrov, Facci, Sobrato, Reyes (28 st Eddorouach), Mulargia, Ferrato, Amico (21 st Riscossa), Brusco, Vivolo (7 st Bonelli), Fioravanti, Ristov. A disp. Visentin, Riscossa, Ferraris, Garbero. All. Mercorillo. ASCA: Sechi, Santangeletta, Kozinski, Cionchi (15 st Iaramillo), Monaco, Guizzardi, Rainò (3 st Antoni), Corda (1 st Lima, 27 st Rossi), Farate, Porta, Tomasello. All. Gangi. NOTE: ammoniti Fioravanti, Guizzardi. FULVIUS-MONFERRATO 1-5 MARCATORI: Arpini (F) GIOVANISSIMI ALESSANDRIA GIR. B AURORA-G3 REAL NOVI 7-2 MARCATORI: Settembrino 3, Massimiliani, Gandi, Pascariu, Florea (A), Esposito (R). AURORA: Gomra, Prati, Massimiliani, Curone, Gotta, Franzin, Pascariu, Burui, Florea, Gandi, Settembrino. A disp. Vicarini. All. Delfino. G3 REAL NOVI: L. Esposito, Amistà, Longo, Carbone, Trajanovski, Bottiglietti, M. Esposito, Conti, Barisone, Caratto, Rossi. All. Ferrise. CASTELNOVESE-DON BOSCO AL 1-4 MARCATORE: pt 13 Sustic, 25 Muco, st 10 A. Neve, Hauzi. CASTELNOVESE: Peschieri, Cola, Di Gaetano, Fulle, Demetrio, Lavezzo (20 st Abbari), F. Neve, Mastarone, Setti, A. Neve, Casagrande. A disp. Bianco, Angelini, Castagnaro. All. Bonacina. DON BOSCO ALESSANDRIA: Nisi, Ponziano, Gallo, Zito, Naimi, Possenti, Ravera, Bianco, Sorei (10 st Hauzi), Sustic, Muco (20 st Menshov). A disp. Benou, Elmouket. All. Orlandi. La formazione del Cassine Giovanissimi ALLIEVI FB ASTI CASSINE-P.VALFENERA 2-1 PRO VILLAFRANCA-AURORA AL 5-0 SDS ROCCHETTA-ACQUI 1-2 TORRETTA-LA SORGENTE 10-0 HA RIPOSATO: VOLUNTAS NIZZA PRO VILLAFRANCA ACQUI VOLUNTAS NIZZA SDS ROCCHETTA TORRETTA P.VALFENERA CASSINE LA SORGENTE AURORA AL ACQUI-VOLUNTAS NIZZA AURORA AL-CASSINE LA SORGENTE-SDS ROCCHETTA P.VALFENERA-TORRETTA RIPOSA: PRO VILLAFRANCA LE ALTRE GARE MARCATORI: st 20 Costantini (S) MEZZALUNA-CANELLI 1-7 MARCATORI: pt 10 Bonelli, 15 Torretta, 16, 17 N. Iori, 28 Argenti, st 15 Bonelli, 26 Gallina, 30 Serra. MEZZALUNA: Michita, Pavia, Buino, Varetto, Foti, Demarie, Balente, Minutello, Torretta, El Gamal, Conforto. A disp. Orbas, Bescuma, Sarzi, Vota. All. Mutino. CANELLI: Pavese, Robba (1 st Danna,), Gai, Sconfienza (1 st Anataro,), Bruno, Argenti, Bachiga (15 st Vico,), M. Iori (20 st Gallina), Pasquero (40 st Ponte), Bonelli, N. Iori. (20 st Serra,). A disp. All. Barotta. P.VILLAFRANCA-A. MONTEGROSSO 2-0 MARCATORI: st 10 Parino, 30 Toniolo PRO VILLAFRANCA: Tarfello, Massa, Tarditi, Simon, Peronace, Giorzi (st 10 Toniolo), Bovero (25 st Bocea, Lombardo, El Rahiti, Barbaria, Tarin (20 st Pallavidino). A disp. Pallavidino, Bocea, Toniolo. All. Mancinelli. ANSPI MONTEGROSSO: Morone, Amerio, Akluffo, Villa, Bosia, Fea, Bianco, Cocito, Gessolo, Chiarle, Vespa,. A disp. Savu, Nicolov, Rovero, Baldi. All. Tikvina. ASTISPORT-CASTELL ALFERO 6-1 MARCATORI: pt 1, 20 Marinica, 25 Morello, st 20 Morello, Pojum, 30 Cossetta. ASTISPORT: Ligora, Alessandro, Hjsa, Kavaia, Longo, Zivonei, Marinica, Marello, Curatoli, Morello, Jum. A disp. Avigliano, Piarulli, Baino, Tricarichi. All. Zanutto. CASTEL ALFERO: Baldin, Tosello, Cataldo, Balle, Eandi, Capello, De Falco, Cossetta, Baccega, Turino. A disp. Vapore, Gatti. Alessio. All. Burroni. GIOVANISSIMI ALESSANDRIA GIR. A ACQUI-FORTITUDO 1-5 CASSINE-ASCA 1-0 FULVIUS-MONFERRATO 1-5 OVADA-SAVOIA RINV. VIRTUS JUNIOR-EUROPA B.ELEVEN RINV. SAVOIA OVADA ACQUI VIRTUS JUNIOR CASSINE FORTITUDO MONFERRATO ASCA EUROPA B.ELEVEN FULVIUS ASCA-OVADA EUROPA B.ELEVEN-ACQUI FORTITUDO-FULVIUS MONFERRATO-CASSINE SAVOIA-VIRTUS JUNIOR MARCATORI: pt 2 Rava, 5 Beneventi, 10 Falvo, 14 Beneventi AURORA AL: Andrei (1 st Giribaldi), Cammarota (1 st Spanò), Cela, Posca, Gurgone, Sassu (1 st Buzio), Spezzon, Abate, Bencaga, Conzano (1 st Lakir), Manfrin. All. Castellani. DERTONA: Porrati, Marenzana, Palestra, Ferrari, Miron (11 st Bolognesi), Rava, Castellano (13 st Mohamed), Genova (15 st Shaini), Beneventi (13 st Finotti), Falbo, Ippolito. All. Manfredi. DON BOSCO AL FORTITUDO 4-0 MARCATORI: pt 21 Esposito; st 12 Esposito, 19 Esposito, 26 rig. Laiolo. GIOVANISSIMI FB ASTI COLLINE ALFIERI-TORRETTA 5-0 MARCATORI: Bonelli, Di Stasi 2, Sabatini, Graziano. FELIZZANO-SPARTAK SD 0-5 MARCATORI: pt 14 Sallaku, 25 Guglielmi; st 9 Lagrotteria, 15 Vilhem, 21 Torchio. FELIZZANOLIMPIA: Gandini, Sirombo, Cacciabue, Novelli, Ussia, Caviglia, Secioru, Tosi, Coggiola, Baietto, Nano. A disp. Astori, Raimondo, Buffa, Fiorini. All. Novelli. SPARTAK SAN DAMIANO: Cherio, Lamberti, Cordero, Ragaglia, Signorello, Negro, Torchio, lagrotteria (11 st Vilhem), Guglielmi, Sallaku (3 st Di Maria), Pavlov (20 st Rostino). All. Lanaro. SANTOSTEFANESE-VIRTUS JUNIOR 5-2 MARCATORI: 2 Montersino, 2 Pia, Biglino (S) VOLUNTAS-SGRIVA 4-0 MARCATORI: pt 31 Laiolo; st 3 Madeo, 15 Laiolo, 29 Celenza. GIOVANISSIMI ALESSANDRIA GIR. B A.PONTECURONE-G3 REAL NOVI 7-2 CASTELNUOVO SCR.-DON BOSCO AL 1-4 G.SALESIANA-TIGER NOVI RINV. POZZOLESE-LIBARNA RINV. VIRTUS JUNIOR-AUDAX ORIONE RINV. CASTELNUOVO S DON BOSCO AL LIBARNA G.SALESIANA AUDAX ORIONE POZZOLESE TIGER NOVI A.PONTECURONE G3 REAL NOVI AUDAX ORIONE-POZZOLESE DON BOSCO AL-A.PONTECURONE G3 REAL NOVI-G.SALESIANA LIBARNA-CASTELNUOVO SCR. TIGER NOVI-VIRTUS JUNIOR GIOVANISSIMI ASTI ALERAMICA-SDS ROCCHETTA 2-1 ASTISPORT-CASTELL ALFERO 6-1 MEZZALUNA-CANELLI 1-7 PRO VILLAFRANCA-ANSPI 2-0 HA RIPOSATO: ANNONESE SDS ROCCHETTA P. VILLAFRANCA ASTISPORT ANNONESE CANELLI ALERAMICA CASTELL ALFERO ANSPI MEZZALUNA ANSPI-ANNONESE CANELLI-ALERAMICA CASTELL ALFERO-PRO VILLAFRANCA SDS ROCCHETTA-ASTISPORT RIPOSA: MEZZALUNA GIOVANISSIMI FB ALESSANDRIA ASCA-ORTI 25-0 AURORA AL-DERTONA 0-4 BOYS CALCIO-LA SORGENTE RINV. DON BOSCO AL-FORTITUDO 4-0 VAL BORBERA-CASTELLAZZO RINV. DON BOSCO AL DERTONA CASTELLAZZO LA SORGENTE ASCA FORTITUDO VAL BORBERA AURORA AL BOYS CALCIO ORTI (-1) CASTELLAZZO-AURORA AL DERTONA-BOYS CALCIO FORTITUDO-VAL BORBERA LA SORGENTE-ASCA ORTI-DON BOSCO AL GIOVANISSIMI FB ASTI ACQUI-SDS ROCCHETTA COLLINE ALFIERI-TORRETTA 5-0 FELIZZANOLIMPIA-SPARTAK SD 0-5 SANTOSTEFANESE-VIRTUS JUNIOR 5-2 VOLUNTAS NIZZA-SG.RIVA 4-0 COLLINE ALFIERI VOLUNTAS NIZZA SG.RIVA SPARTAK SD SDS ROCCHETTA SANTOSTEFANESE FELIZZANOLIMPIA TORRETTA (-1) VIR. JUNIOR (-1) ACQUI SDS ROCCHETTA-COLLINE ALFIERI SG.RIVA-FELIZZANOLIMPIA SPARTAK SD-SANTOSTEFANESE TORRETTA-VOLUNTAS NIZZA VIRTUS JUNIOR-ACQUI GIOVANISSIMI FB VERCELLI CRESCENTINESE-BUSIGNETTO 11-0 J.TORRAZZA-CASALE 0-10 LG TRINO-ALICESE 3-0 PIEMONTE SPORT-BORGOVERCELLI ND HA RIPOSATO: CANADÀ CASALE BORGOVERCELLI CRESCENTINESE PIEMONTE SPORT CANADÀ LG TRINO ALICESE J.TORRAZZA BUSIGNETTO (-1) ALICESE-PIEMONTE SPORT BORGOVERCELLI-CANADÀ BUSIGNETTO-J.TORRAZZA CASALE-LG TRINO RIPOSA: CRESCENTINESE

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE)

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) REGOLA NUMERO 12 FALLI E SCORRETTEZZE Un calcio di punizione diretto, da battere nel punto in cui è accaduto, è accordato alla squadra

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE Corso MSTER nno 2000 / 2001 L DIDTTIC DELL DIFES TRE di DVIDE BLLRDINI relatori : prof. prof. Roberto Clagluna Franco Ferrari 1 INDICE : PREMESS 4 LE CRTTERISTICHE DEI DIFENSORI 6 L DIDTTIC. 7 CONCLUSIONI.

Dettagli

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.)

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) Stagione 2014-2015 5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) 27-10-2014 18:25 - Campionato GIOVANISSIMI B Nella 5 gara di campionato i giovanissimi B incontrano

Dettagli

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse.

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Proseguendo la mia tesi sulla disamina della Difesa Elastica attuata con il controllo visivo attivo ho ritenuto

Dettagli

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi.

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi. N. FEBBRAIO 006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE VIA E.FRANCALANCI

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015)

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) MARCATORI Mauri (L) al 25', Felipe Anderson (L) al 29' p.t.; Totti (R) al 2' e 19' s.t. ROMA De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00 Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 TROPPI ASSENTI IN AVANTI OKAKA LONDRA ROMA LONDRA E una Roma in chiara emergenza

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE Il calcio è ormai uno sport mondiale, si gioca infatti in ogni angolo del pianeta, anche i più remoti; i praticanti appartengono ad ogni età, razza, religione e sesso.

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

A.S.D. ORANGEPROTON2012

A.S.D. ORANGEPROTON2012 Regolamento di riferimento nel giuoco del calcio a 5 Il team OrangeProton riconosce come regolamento ufficiale di gioco quello adottato dal comitato provinciale OPES di Ferrara, istituito a partire dalla

Dettagli

Geografia del fuorigioco

Geografia del fuorigioco Geografia del fuorigioco Sono a ottomila chilometri da casa, qui. Mezzo pianeta di differenza, eppure il fuso orario non è cambiato, perché la città dove vivo e quella dove ora mi trovo sono sullo stesso

Dettagli

Allenare nel settore giovanile

Allenare nel settore giovanile ALLENARE NEL SETTORE GIOVANILE: la sovrapposizione, sviluppo tattico offensivo ANDREA PAGAN Allenatore di BASE diploma B UEFA PREMESSA Credo che la programmazione e l allenamento della fase offensiva sia

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari 3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016 Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari Regolamento del Torneo IL TORNEO E RISERVATO A TUTTI I GIOCATORI CHE ABBIANO COMPIUTO IL 30 ANNO DI ETA AL MOMENTO

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015.

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015. VOLLEY MISTA SPORT CAAM SARDEGNA 2015 TROFEO NAZIONALE/REGIONALE A.S.C. ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015 Costi

Dettagli

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere La ROMA NORD CHAMPIONSHIP organizza la SERIE A, torneo di calcio a 5 infrasettimanale e serale; il torneo, che si svolgerà tutti gli anni, vuole caratterizzarsi per il livello tecnico e la serietà di tutti

Dettagli

ANNO 2011-12 AQUILOTTI. Data di inizio: 26-11-2011 Data di fine: 29-11-2012. Gironi. girone B

ANNO 2011-12 AQUILOTTI. Data di inizio: 26-11-2011 Data di fine: 29-11-2012. Gironi. girone B ANNO 2011-12 AQUILOTTI Data di inizio: 26-11-2011 Data di fine: 29-11-2012 Gironi girone B girone B Data di inizio: 26-11-2011 Data di fine: 29-01-2011 calendario giornata 1 26-11-2011 16:30 PALESTRA TREBESCHI

Dettagli

UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2

UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2 Pulcini 2 anno girone 28 UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2 02-04-2012 09:01 - Pulcini 2 anno Per dovere di cronaca dirò che la partita è finita con un tristissimo pareggio che, sinceramente,

Dettagli

Corso di perfezionamento I giochi di transizione

Corso di perfezionamento I giochi di transizione Contenuto della lezione pratica Osservazioni preliminari Corso di perfezionamento I giochi di transizione La durata del gioco dipende dall intensità. L allenatore deve controllare lo stato fisico dei suoi

Dettagli

MEMORIAL Sergio Abbati

MEMORIAL Sergio Abbati 2011 MEMORIAL Sergio Abbati REGOLAMENTO: Art. 1) Ogni società potrà tesserare un massimo di 16 giocatori. Il tesseramento si chiuderà Giovedì 3 Giugno 2011. Dopo tale data non potranno essere tesserati

Dettagli

Esercizi aerobici con palla

Esercizi aerobici con palla Esercizi aerobici con palla Passaggio, conduzione, cross, colpo di testa, dribbling, tiro e difesa individuale sono gli aspetti tecnici stimolati dal circuito. Forza veloce, agilità e forza pliometrica

Dettagli

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO Approvato con Decreto del Commissario Straordinario n. 45/2014 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre.

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015

Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015 Settore Tecnico A.I.A. QUALITY Codice Revisione Denominazione 000 / 1415 0 Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015 IL BRIEFING PRE-GARA Il «briefing» pre-gara Il termine BRIEFING deriva dall inglese:

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei Data emissione: 23/05/2015 Versione: 1.0 Sommario Art.1 Costo e Iscrizione Torneo... 2 Art.2 Limiti di categorie sui tesseramenti... 2 Art.3 Campi di gioco...

Dettagli

AH BEH CHE. ESTATE vol II. RAGAZZI e RAGAZZE dai 7 ai 13 ANNI dal 15 giugno al 3 luglio

AH BEH CHE. ESTATE vol II. RAGAZZI e RAGAZZE dai 7 ai 13 ANNI dal 15 giugno al 3 luglio IL BARCANOVA, IN COLLABORAZIONE CON L ACCADEMIA DEL BEL CALCIO, ORGANIZZA AH BEH CHE ESTATE vol II RAGAZZI e RAGAZZE dai 7 ai 13 ANNI dal 15 giugno al 3 luglio presso il CAMPO del Barcanova in Via Occimiano

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA

REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA LO SPORT INTEGRATO è, per definizione, un gioco educativo che ha lo scopo di creare una cultura dell integrazione, accettazione e valorizzazione delle diversità

Dettagli

Il Tchoukball: una breve presentazione

Il Tchoukball: una breve presentazione FEDERAZIONE TCHOUKBALL ITALIA Via Varese, 172 21047 Saronno (Varese) Tel. 0238595552 Fax 029625552 Email tchoukballitalia@yahoo.it www.tchoukball.it Il Tchoukball: una breve presentazione www.tchoukball.it

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA "Sei Bravo a... Scuola di Calcio" 2014-15

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA Sei Bravo a... Scuola di Calcio 2014-15 CRITERI GENERALI - Le squadre devono presentarsi con almeno 14 giocatori. - 14 Bambini iscritti nella lista dovranno cimentarsi nei 3 giochi previsti e nel gioco partita 7c7. - La durata di ciascuna "partita

Dettagli

1 Campionato Lega A HAPPINESS

1 Campionato Lega A HAPPINESS 1 Campionato Lega A HAPPINESS 2012-2013 Regolamento Il Centro sportivo HAPPINESS organizza una manifestazione a carattere amatoriale che si svolgerà a Nardò ( Le) in Via Penta 1 Campionato Lega A Calcio

Dettagli

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo)

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) Siamo così giunti all ultima partita di campionato e, i nostri ragazzi

Dettagli

MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5

MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5 MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5 Il sottoscritto nato a il residente a in via n in qualità di responsabile chiede di poter iscrivere la propria squadra ** al torneo estivo di calcio a 5, che

Dettagli

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al gioco. SOSTITUZIONI

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

QUARTO CAMPIONATO DI CALCIO A 5 DEL COMITATO PROVINCIALE OPES DI FERRARA STAGIONE SPORTIVA 2011/12

QUARTO CAMPIONATO DI CALCIO A 5 DEL COMITATO PROVINCIALE OPES DI FERRARA STAGIONE SPORTIVA 2011/12 QUARTO CAMPIONATO DI CALCIO A 5 DEL COMITATO PROVINCIALE OPES DI FERRARA STAGIONE SPORTIVA 2011/12 ESTRATTO DEL REGOLAMENTO CALCIO A 5 SQUADRE E TEMPI DI GIOCO 1) Il numero legale per poter dare inizio

Dettagli

Solo qualora la squadra sia formata dai membri dell Alta Squadriglia di un Reparto questa dovrà avere in campo in ogni momento della partita:

Solo qualora la squadra sia formata dai membri dell Alta Squadriglia di un Reparto questa dovrà avere in campo in ogni momento della partita: Regolamento di gioco 1) Lo stile 2) Il campo da gioco 3) La palla 4) L uniforme da gioco 5) Composizione della squadra 6) La partita 7) Inizio del gioco 8) Arbitraggio 9) Dinamica di gioco 10) Scalpo pieno

Dettagli

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO Dimensioni Gare Palio Dimensioni Lunghezza m. 38 Larghezza m. 18,40

Dettagli

CSI DodgeBall Ravenna Le basi del DodgeBall: allenamento, esercizi e addestramento

CSI DodgeBall Ravenna Le basi del DodgeBall: allenamento, esercizi e addestramento CSI DodgeBall Ravenna Le basi del DodgeBall: allenamento, esercizi e addestramento 1. Introduzione 2. Riscaldamento e defaticamento 3. Percorsi 4. Esercitazioni 5. Giocare per divertirsi 6. Codice di Condotta

Dettagli

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Giuseppe BOSETTI Relazione al Corso di aggiornamento per allenatori di 1 grado e allievi allenatori CP Fipav Varese -

Dettagli

ESORDIENTI. Programma Tecnico

ESORDIENTI. Programma Tecnico ESORDIENTI Programma Tecnico IO, LA PALLA, I MIEI COMPAGNI E GLI AVVERSARI SEDUTA DI ALLENAMENTO ESORDIENTI dal semplice al complesso GIOCHI A TEMA 20% GIOCHI COLLETTIVI 20% LA PARTITA (Gli obiettivi specifici)

Dettagli

La scuola Calcio Barcellona

La scuola Calcio Barcellona La scuola Calcio Barcellona di Raffaele Barra Istruttore CONI FIGC, laureando in Comunicazione, dopo varie esperienze in altre società (nelle categorie pulcini ed esordienti) da 2 anni milita nel Sottomarina

Dettagli

Il Rugby in 5 minuti

Il Rugby in 5 minuti FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY Il Rugby in 5 minuti a cura della 3^ edizione 2009-10 IL TERRENO Il Terreno è la superficie totale di gioco, indicata nella pianta. Esso comprende: Il Campo di Gioco è l area

Dettagli

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri Federazione Italiana Pallacanestro Settore Giovanile Minibasket e Scuola Lezioni Integrate Minibasket I Fondamentali con palla Traguardi di Competenza. Partiamo dalle linee guida: Motorio/funzionale padronanza,

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

OFFBALL. Linea Dodge Line Dodge UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA

OFFBALL. Linea Dodge Line Dodge UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA OFFBALL UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA Il 16 Febbraio 2013 è stata fondata la Federazione Offball al fine di divulgare questo nuovo sport di squadra nato dalla collaborazione di Nelly Vasta e Giuseppe Raiti.

Dettagli

Programmazione Annuale

Programmazione Annuale Programmazione Annuale Scuola Calcio Milan di Vieste CATEGORIE Pulcini 2001-2002-2003 I BAMBINI IMPARANO CIÒ CHE VIVONO...: Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente. Se un bambino

Dettagli

FBC FBC. alla terza. Rivista Ufficiale del Casale Calcio. Anno 1, 15 settembre 2015

FBC FBC. alla terza. Rivista Ufficiale del Casale Calcio. Anno 1, 15 settembre 2015 FBC Rivista Ufficiale del Casale Calcio. Anno 1, 15 settembre 2015 FBC n.2 Tre alla terza FBC Tre punti, tre marcatori (diversi), alla terza giornata; il Casale si è divertito, finalmente aggiungiamo

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

Giovanissimi fascia B

Giovanissimi fascia B Giovanissimi fascia B Stagione calcistica 2012-13 Preparazione precampionato Allenatore: Erbetta Maurizio La preparazione proposta è relativa agli allenamenti precampionato della squadra giovanissimi 99

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Schema di mesociclo di 4 settimane preparazione precampionato per categoria Allievi. Premessa

Schema di mesociclo di 4 settimane preparazione precampionato per categoria Allievi. Premessa Schema di mesociclo di 4 settimane preparazione precampionato per categoria Allievi Premessa Si presentano N 21 sedute allenanti comprensive di N 4 partite amichevoli e la 1^ di campionato, suddivise in

Dettagli

REGOLAMENTO 7 BEACH VOLLEY PER TUTTI

REGOLAMENTO 7 BEACH VOLLEY PER TUTTI REGOLAMENTO 7 BEACH VOLLEY PER TUTTI DOMENICA 3 GIUGNO 2012 Lungomare di SOVERATO (CZ) TERMINE ISCRIZIONE 27 MAGGIO (OLTRE TALE DATA L ORGANIZZAZIONE SI RISERVA DI ACCETTARE L ISCRIZIONE) NOVITA 2012 SABATO

Dettagli

REGOLAMENTO COMPLETO:

REGOLAMENTO COMPLETO: REGOLAMENTO COMPLETO: Iscrizione Torneo: La quota d iscrizione dovrà essere versata entro i tempi indicati dallo staff. In caso di rinuncia fuori tempo massimo, ossia dopo aver lasciato la caparra, quest

Dettagli

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE Il Comitato Provinciale della Lega Calcio UISP di Modena, indice ed organizza per la stagione sportiva 2014/2015, l attività di Campionato per le seguenti categorie con

Dettagli

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 FAMIGLIA GIALLONERA NEWS STAGIONE 2015/2016 Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 SPAZIO CLUB Anche se in ritardo, desideriamo augurarvi un 2016 ovale e giallonero,

Dettagli

Testata giornalistica in attesa di autorizzazione Tribunale di Pavia - Direttore responsabile Matteo Angeli

Testata giornalistica in attesa di autorizzazione Tribunale di Pavia - Direttore responsabile Matteo Angeli Testata giornalistica in attesa di autorizzazione Tribunale di Pavia - Direttore responsabile Matteo Angeli IL BRIVIDO DELLA NORMALITÀ Sei giornate di campionato caratterizzate dal brivido, per i cuori

Dettagli

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente ESEMPIO 1 -- Giro dell Italia Gioco Presportivo a Coppie; Sport Basket; Abilità, Tiro al Canestro indicheremo con A l alunno Atleta con disabilità (DIR Non deamblante) Si contrassegna la metà campo nel

Dettagli

"Basketball players are made in the summer, but basketball teams are made in the winter."

Basketball players are made in the summer, but basketball teams are made in the winter. "Basketball players are made in the summer, but basketball teams are made in the winter." A tutte le giocatrci In vista di un lungo ed intenso campionato di basket,che affronteremo insieme, nella prossima

Dettagli

CUS MILANO CATTOLICA CUP 2016

CUS MILANO CATTOLICA CUP 2016 CATTOLICA CUP 2016 TORNEO DI CALCIO A 5 MASCHILE REGOLAMENTO DEL TORNEO ART. 1 Possono partecipare al Torneo tutti gli studenti regolarmente iscritti alle Università: Cattolica del Sacro Cuore, Politecnico

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

divertire USCITA ALTA

divertire USCITA ALTA INTRODUZIONE In questo mio piccolo e modesto pensiero di lavoro, vorrei farvi partecipi della mia realtà (oppure da condividere), dove essendo l unico nella mia zona che si preoccupa della cura tecnica

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b)

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b) REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE Stagione 2005-2006 (Versione BETA 1.1b) I N D I C E # REGOLA 01: OGGETTO DEL GIOCO # REGOLA 02: MODALITA DEL GIOCO # REGOLA 03: LA LEGA # REGOLA 04: LE SOCIETA # REGOLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT

REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT Ricavato dalla pubblicazione edita dal CNGEI Commissariato Nazionale Branca Esploratori-Esploratrici REGOLA N. 1 IL CAMPO DA GIOCO ED IL PALLONE Il Campo da gioco

Dettagli

Il gioco. 5.1. Come organizzarci

Il gioco. 5.1. Come organizzarci Il gioco 5 Che cos è È ogni esercizio o attività compiuta per divertimento o per sviluppare piacevolmente qualità fisiche o intellettuali. Perché giocare? Principalmente per il piacere di giocare. Attraverso

Dettagli

APPORT ASSOCIAZIONE ITALIANA PREPARATORI PORTIERI. L importanza del preparatore dei portieri nell aspetto psicologico nelle scuole calcio

APPORT ASSOCIAZIONE ITALIANA PREPARATORI PORTIERI. L importanza del preparatore dei portieri nell aspetto psicologico nelle scuole calcio ASSOCIAZIONE ITALIANA PREPARATORI PORTIERI L importanza del preparatore dei portieri nell aspetto psicologico nelle scuole calcio di Matteo Bonavolontà preparatore portieri scuola calcio S.S. Lazio L aspetto

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016

Stagione Sportiva 2015/2016 CAMPIONATO AMATORIALE NOTTURNO PROVINCIALE A 11 GIOCATORI OVER 40 NORME DI PARTECIPAZIONE - Regolamento ART. 1 - La Lega Calcio dell U.I.S.P. di Bergamo organizza, in collaborazione con la Associazione

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA P.le G. Matteotti n 9 43100 Parma Tel. 0521281226 289870 Fax 0521236626 E-mail: csi@csiparma.it http: www.csiparma.it CENTRO SPORTIVO ITALIANO Comitato

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

Laurea Triennale in Scienze Motorie

Laurea Triennale in Scienze Motorie Laurea Triennale in Scienze Motorie C.I. Metodi e tecniche delle attività motorie e sportive II TTD degli Sport di Squadra I (Prof. Stefano D Ottavio) I giochi sportivi tra cui il calcio, rappresentano

Dettagli

GIOCHI I PALIO DEL VOLONTARIATO. 10 Giugno 2012. Regolamento giochi. Dalle 15.00 in poi

GIOCHI I PALIO DEL VOLONTARIATO. 10 Giugno 2012. Regolamento giochi. Dalle 15.00 in poi GIOCHI I PALIO DEL VOLONTARIATO 10 Giugno 2012 Dalle 15.00 in poi Regolamento giochi 1 GIOCO Svuotiamo la cantina!! Gioco per 3 giocatori della squadra. LA GARA AVRA UN TEMPO MASSIMO DI 3 MINUTI Il primo

Dettagli

Introduzione. Strumenti di gioco

Introduzione. Strumenti di gioco Introduzione Lo snookball, calcio biliardo o calciobiliardo, è un gioco basato sull incrocio tra due discipline sportive: il calcio e il biliardo. La particolarità di questo sport consiste nei mezzi che

Dettagli

Note generali Categorie Attività praticate Squadre Compiti degli accompagnatori

Note generali Categorie Attività praticate Squadre Compiti degli accompagnatori Note generali Il CSI Regionale del Piemonte indice ed organizza il Meeting dei giovani ad Acqui Terme dal 29 aprile al 1 maggio. Il meeting è caratterizzato da una parte di attività sportiva (svolta alla

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

DOCUMENTO D ISCRIZIONE AL TORNEO ESTIVO SUL CAMPINO DEL PRETE

DOCUMENTO D ISCRIZIONE AL TORNEO ESTIVO SUL CAMPINO DEL PRETE DOCUMENTO D ISCRIZIONE AL TORNEO ESTIVO SUL CAMPINO DEL PRETE SOMMARIO DOCUMENTO D ISCRIZIONE AL TORNEO ESTIVO SUL CAMPINO DEL PRETE... 1 MODALITA E QUOTA D ISCRIZIONE... 2 REGOLAMENTO TORNEO... 3 REGOLAMENTO

Dettagli

Rivista ufficiale del Settimo Calcio. Anno secondo n. 8 22 ottobre 2014. www.settimocalcio1912.it. Paso doble

Rivista ufficiale del Settimo Calcio. Anno secondo n. 8 22 ottobre 2014. www.settimocalcio1912.it. Paso doble Rivista ufficiale del Settimo Calcio. Anno secondo n. 8 22 ottobre 2014 www.settimocalcio1912.it Paso doble Vittoria importante a Quincinetto. Non solo per la classifica, ma soprattutto per il cammino

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

Il tempo e le stagioni

Il tempo e le stagioni Unità IV Il tempo e le stagioni Contenuti - Tempo atmosferico - Stagioni - Mesi - Giorni Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto osserva L Orsoroberto guarda fuori dalla finestra e commenta il tempo atmosferico.

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Regolamento Settore Calcio a 5

Regolamento Settore Calcio a 5 Regolamento Settore Calcio a 5 Vers. 03.2014-15 REGOLAMENTO TORNEO CALCIO A5 SOMMARIO Art. 1 - Partecipazione al Campionato Art. 1.1 - Organizzazione e pendenze economiche Art. 1.2 - Modalità d iscrizione

Dettagli

Regolamento Torneo Educalcio Onlus

Regolamento Torneo Educalcio Onlus Regolamento Torneo Educalcio Onlus La partecipazione al Torneo Educalcio Onlus a 5 comporta l accettazione del presente regolamento Il Torneo Educalcio Onlus è una manifestazione sportiva non agonistica

Dettagli

Giochi di posizione per un modulo di gioco 4 3-3

Giochi di posizione per un modulo di gioco 4 3-3 Giochi di posizione per un modulo di gioco 4 3-3 2 CONTRO 2 Esercizio n 1: 2 contro 2 + 2 jolly ( difensore centrale e centravanti 9 ) Obiettivi: insegnare passaggi filtranti e appoggi Misure campo: 12

Dettagli

REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21

REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21 REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21 ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con quanto segue all interno di questo

Dettagli

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità 1. Il Torneo avrà inizio domenica 13 marzo con la gara di apertura. 2. Si potranno iscrivere ragazzi nati dal 1992 al 1996. 3. Quota di iscrizione 15 euro a persona

Dettagli

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA FIORENTINA - MILAN Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45 Copia Omaggio 191 2015 EFFETTO SOUSA 2 3 Editore: Publialpi sas Direttore Editoriale: Massimo Pieri Direttore responsabile:

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli