L Editoriale di Luigi Mari:Deiulemar, Dio perdonaci i peccati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Editoriale di Luigi Mari:Deiulemar, Dio perdonaci i peccati"

Transcript

1 Assemblaggio di notizie prelevate dalla carta stampata e dal web su e da Torre del Greco numero 81 dal 10 al 17 Marzo "Il piacere di comunicare di tutto... per il diritto di essere informati su tutto" Sabato 10 Deiulemar, la promessa degli armatori: «Manterremo gli impegni» Lo spiraglio di speranza per le famiglie che, insieme alla Deiulemar, rischiano il crac finanziario è arrivato al termine di una giornata di tensione e proteste. Una giornata che gli armatori hanno vissuto in trincea, all interno del «fortino» di via Marconi dove c è la sede della Deiulemar Shipping. è lì che Angelo e Pasquale Della Gatta - eredi di Giovanni Della Gatta, fondatore insieme a Michele Iuliano e Giuseppe Lembo - hanno ricevuto, al termine di una febbrile serie di contatti telefonici con il vice-questore di polizia e l amministratore unico Roberto Maviglia, una delegazione di risparmiatori e rappresentanti legali degli obbligazionisti. Il faccia a faccia è durato circa due ore e si è chiuso con un importante promessa: «Tutti i risparmiatori saranno trattati allo stesso modo, senza distinzioni tra titolari di certificati regolarmente iscritti in bilancio e i cosiddetti certificati paralleli», il primo risultato strappato dall avvocato Antonio Cardella e dall avvocato Pino Colapietro, rispettivamente portavoce dell Unione Nazionale Consumatori e del comitato degli obbligazionisti della Deiulemar. Un punto che aveva scatenato, in diverse occasioni, polemiche e proteste tra gli investitori. Preoccupati dal «buco nero» rappresentato proprio dalle cedole-fantasma sottoscritte al di fuori delle regolari procedure: un buco nero recentemente quantificato - in attesa della conclusione del censimento in corso all hotel Poseidon di piazzale Ferrovia - in 550 milioni di euro, ma che potrebbe arrivare fino a 800 milioni di euro. «I vertici della Deiulemar - racconta l avvocato Pino Colapietro - si sono impegnati a presentare entro quindici giorni un piano di rientro unico da sottoporre all attenzione di tutti gli obbligazionisti. è chiaro che il progetto dovrà essere valutato sotto tutti i suoi aspetti, ma ritengo siano stati compiuti importanti passi in avanti: abbiamo, in primis, ottenuto la conferma che sia la Deiulemar Shipping sia la Ledi Shipping rientreranno tra i beni a disposizione dei creditori». Ma durante l acceso dibattito tra le parti non sono mancati momenti di scontro: «Gli armatori hanno ammesso di avere commesso degli errori in passato - conclude Pino Colapietro - ma hanno, al tempo stesso, ribadito la volontà di proseguire la propria attività a Torre del Greco. Non vogliono lasciare la città, mi sembra una premessa incoraggiante». Più che una premessa, una promessa. Che la seconda generazione della Deiulemar deve adesso mantenere per non scatenare un vero e proprio terremoto economico all ombra del Vesuvio. ALBERTO DORTUCCI L Editoriale di Luigi Mari:Deiulemar, Dio perdonaci i peccati Una vecchietta stamane è entrata in bottega e sulla crisi torrese ha detto:"troppi peccati, troppi vizi, chiste so' castighe ru Pateterno". Retorica e qualunquista la nonnina? Torre del Greco, è stata una delle città più ricche del meridione con un numero elevato di laureati, con un reddito pro capite (sperequato) superiore alla media nazionale, grazie a cinque forze: il boom economico anni 70-80, la centenaria lavorazione del corallo, il lavoro dei marittimi; un ospedale garante della sanità in quasi tutti i casi e gli investimenti Deiulemar aderiti da ogni fascia sociale, nessuna esclusa. Il boom economico si è oramai estinto da tempo, oggi scomparso con la recessione; la lavorazione del corallo si incrinava fino a traballare definitivamente; il lavoro marittimo si assottigliava col traffico aereo fino all'indispensabile; l'ospedale viene chiuso; il colpo di grazia per l'impoverimento tangibile corallino è stato il presunto crack Deiulemar che coinvolgerà trasversalmente pure i torresi che non hanno investito che vivono con l'economia intro-moenia. Un solo vantaggio si evince da questo disastro e può consolarci un pochino: la solidarietà e il campanilismo, ma siamo sempre lontani dalle utopiche "libertè legalitè, fraternitè" E la vecchina rincalza: "Appena roppe 'a uerra scippavo l'evere 'a fianco 'i bbinari ru Cavaliere e u ccucinavo cu ll'acqua, pecche l'uoglio se venneva a once dinte 'a tazzulella". 1

2 CALCIO A 5 C1 SFIDA SALVEZZA LA TURRIS OCTAVA SUPERA IL CALVI Turris Octava - Real Calvi Simaldone 3-1 La Turris ha la meglio, tra le mura amiche, del Calvi Simaldone in una classica sfida salvezza al termine di una gara molto equilibrata decisa principalmente da una doppietta di Catapano tra il quattordicesimo e il sedicesimo del secondo tempo. Nella prima frazione l'equilibrio ha fatto da padrone con le due squadre che non concretizzavano le poche occasioni avute. Come detto, nella ripresa Catapano spezza gli equilibri. Il Calvi, sfortunato per alcuni legni colpiti, non riesce a concretizzare una parziale superiorità territoriale. Pinto a due minuti dal termine riesce a dimezzare lo svantaggio grazie alla mossa del portiere di movimento ma Improta al terzo minuto di recupero chiude definitivamente l'incontro. Soddisfatto ma realista il diesse corallino Giovanni Avitabile: "Dobbiamo continuare a fare il nostro campionato. Sappiamo che lottiamo per non retrocedere e, sinceramente, penso che la salvezza diretta sia molto difficile. Abbiamo perso molti punti per strada soprattutto in trasferta e dobbiamo comunque guardarci da Solofra ed Eboli. Contento del risultato odierno ma dobbiamo migliorare in trasferta". La situazione del Calvi Simaldone diventa preoccupante come spiega il presidente dei beneventini Vincenzo Bocchino: "E' stato un vero peccato. Non abbiamo concretizzato le molte occasioni avute e siamo stati anche molto sfortunati colpendo un palo e una traversa con Terracciano. Meritavamo almeno un punto. A questo punto del campionato sono preoccupato per l'attuale classifica; spero che la fortuna non ci giri più le spalle. La squadra c'è, speriamo di salvarci direttamente".antonino Vigilante - Domenica 11 NUOVA TEGOLA SULLA DEIULEMAR C'E' L'INCHIE- STA DÌ BANKITALIA Una nuova tegola si abbatte sulla Deiulemar e sulla crisi che rischia di mandare in rovina circa famiglie di Torre del Greco. Dopo la Consob - la commissione nazionale per le società e la borsa, pronta a fare luce sulle obbligazioni «parallele» emesse dalla compagnia di navigazione - e la procura di Torre Annunziata, sarebbero scattate nuove indagini che interessano da vicino il colosso economico con sede legale in via Tironi: un inchiesta aperta direttamente da Bankitalia per capire «chi e come» abbia gestito i certificati al portatore mai ufficialmente finiti nel bilancio della Deiulemar. Un «buco nero» da circa 600 milioni di euro - una stima per difetto, in attesa della conclusione del censimento in corso all hotel Poseidon - ora al vaglio di Bankitalia: «Ho sentito voci relative a una nuova inchiesta - conferma l avvocato Roberto Maviglia, amministratore unico della Deiulemar, subentrato allo storico «capitano» Michele Iuliano - ma la compagnia di navigazione non ha ricevuto alcuna comunicazione. D altronde, i bond finiti al centro dell attenzione non sono ufficialmente legati alla Deiulemar». In parole povere, le indagini sarebbero relative agli intermediari - comprese le banche - per i flussi di denaro tra i risparmiatori e i conti correnti su cui finivano i soldi portati agli sportelli di traversa Vittorio Veneto. Insomma, la stessa strada battuta dalla procura di Torre Annunziata che a un mese dall iscrizione nel registro degli indagati di cinque persone - tutti i vertici della compagnia di navigazione, a cui sono contestate ipotesi di reato che vanno dall associazione a delinquere alla truffa, passando per l appropriazione indebita - proseguono, attraverso il lavoro del pubblico ministero Sergio Raimondi, le indagini sul caso- Deiulemar.In settimana, intanto, dovrebbe arrivare il primo verdetto del giudice Gian Piero Vitale sulla richiesta di sequestro conservativo avanzata dalla Paragon Shipping - rappresentata dall avvocato Francesco Saverio Lauro - per il mancato pagamento delle navi a noleggio da parte della Deiulemar. «L esecuzione del provvedimento cautelare - spiega il legale - eviterebbe la disposizione dei beni residui della società, esplicando così i propri effetti a favore di tutti i creditori». La manifestazione organizzata in città, dunque, non è servita per calmare le acque all ombra del Vesuvio. Dove adesso sono tre le inchieste di magistratura e organi di controllo sulla complicata crisi finanziaria dal cui esito potrebbe dipendere il destino di un intera città. ALBERTO DORTUCCI 2

3 ISOLA ECOLOGICA NEL BOSCHETTO DÌ ENRICO DE NICOLA:SCATTA LA PROTESTA Indignazione nella città del corallo per lo «scempio» della storica pineta di via Tironi. Il boschetto attiguo alla villa intitolata all ex presidente della Repubblica Enrico De Nicola, infatti, sarà destinato a isola ecologica per la raccolta differenziata dei rifiuti. «Là dove c era un parco, oggi c è una discarica: organizzata, ma sempre una discarica», le parole colme di amarezza di Giuseppe Speranza, cofondatore e portavoce del comitato di quartiere Torre Nord che nel lontano 1993 ottenne in comodato d uso la pineta che Enrico De Nicola regalò ai bambini della città. «Il boschetto a quel tempo era ridotto a una discarica abusiva. Con le nostre braccia, insieme all aiuto di moltissimi residenti, bonificammo l area e la destinammo a bambini, anziani e portatori di handicap, creando un punto di ritrovo che poi ci è stato tolto». Oggi del boschetto in cui un tempo passeggiava il primo capo dello Stato resta poco o nulla: gli alberi sono ridotti a 4 o 5, mentre il terreno è stato in larga parte cementificato.«per una dolorosa ironia della sorte - prosegue Giuseppe Speranza - devo dire che questo luogo risponde a tutti i requisiti imposti dalla legge per la creazione di un isola ecologica, ma non si può destinare un bene così prezioso alla spazzatura. Pertanto, abbiamo suggerito senza successo, alcuni spazi comunali situati in differenti aree. Senza contare che siamo nei pressi del parco nazionale del Vesuvio, in una zona elegante e residenziale, in cui potrebbe si potrebbe verificare un drastico calo del mercato immobiliare». La vicenda si presenta spinosa pure dal punto di vista legale. Il comitato di quartiere, infatti, circa un anno fa si è costituito parte civile in giudizio contro la Provincia, per ottenere la legittima riacquisizione dell area. Dopo aver incassato il «no» del primo grado di giudizio, pare che la Corte d Appello si sia pronunciata a favore del Comitato di quartiere Torre Nord. Se così fosse, la vicenda getterebbe non poche ombre sulla regolarità della già contestata isola ecologica. MARINA MIRANDA RIFIUTI MIRACOLO TARSU A TORRE DEL GRECO : LE TASSE AI LIVELLI DEL 2008 Un «miracolo» in tre mosse. Realizzato proprio alla vigilia delle elezioni, al termine di un lavoro lungo tre anni. Il sindaco Ciro Borriello si presenterà al voto del 6 e 7 maggio con un invidiabile biglietto da visita: «La tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nel 2012 sarà riportata ai livelli del 2008», l annuncio del leader locale del Pdl. Un risultato che cancella la stangata-choc del 90% che scatenò il caos all ombra del Vesuvio e farà tirare un sospiro di sollievo a contribuenti e commercianti, in particolare ai ristoratori: l aliquota per le civili abitazioni - secondo lo schema approvato dalla giunta comunale - sarà fissata a 2,62 euro al metro quadrato (circa 90 centesimi in meno rispetto al 2011), esattamente la stessa del Particolarmente corposo, invece, lo sconto strappato - al termine di una lunga battaglia - dai ristoratori: la Tarsu passerà dai 36,67 euro al metro quadrato ai 22,28 metri quadrati, con una riduzione di circa il 40% rispetto allo scorso anno. Pari al 20%, invece, lo sconto per le restanti attività commerciali. Diminuzioni ottenute non solo attraverso il ricorso alle contestate isole ecologiche realizzate dall amministrazione comunale in ogni angolo della città per migliorare la percentuale di raccolta differenziata sul territorio, ma pure grazie alla task force condotta dall ufficio tributi del Comune: una serie di controlli a tappeto che ha consentito agli 007 dei tributi di stanare la bellezza di circa quattromila contribuenti che nel 2011 (e non solo) erano riusciti a sfuggire alle cartelle esattoriali per la Tarsu, facendo inevitabilmente salire l aliquota per coloro che erano regolarmente iscritti a ruolo. «La lotta all evasione e all elusione - fanno sapere dagli uffici comunali degli ex Molini Meridionali Marzoli - è stata portata avanti in maniera capillare. E i risultati hanno consentito di procedere a una equilibrata ridistribuzione tra i contribuenti dei costi per il servizio di igiene urbana. Si tratta di un risultato importante, ma non definitivo: i controlli, infatti, proseguiranno durante tutto il 2012 per scoprire gli eventuali furbetti che non pagano la Tarsu».Il provvedimento approvato dalla squadra di governo cittadino è stato accolto con particolare soddisfazione dai ristoratori e titolari di attività turistico-ricettive di Torre del Greco: «La nuova delibera - afferma in una nota Carlo Ceglia, portavoce dei rappresentanti di categoria - vede finalmente le attività ristorative di Torre del Greco accorpate alla categoria di bar e pasticceria che hanno un coefficiente più equo basso. In modo particolare si registra la diminuzione del costo a metro quadrato per i ristoranti e le pizzerie che passa da 35,17 al metro quadrato del 2010 a 22,50 al metro quadrato del 2012: una diminuzione che farà sicuramente bene alle attività ristorative che devono uscire quanto prima da questo periodo di crisi». Un risultato strappato dopo tre anni di «guerra» con Ciro Borriello & co. e ottenuto proprio alla vigilia delle elezioni: «La nostra interlocuzione con l amministrazione comunale è iniziata nel 2009, dopo l aumento della tassa della spazzatura di circa l 83%. Da allora c è stata una fitta rete tra le attività commerciali - imprenditoriali e associative della città che ci ha portato a interloquire con le istituzioni comunali in modo serio e costruttivo, illustrando la problematica e analizzando insieme le soluzioni, ottenendo oggi, dopo circa tre anni, i risultati sperati».alberto DORTUCCI 3

4 RIDUZIONE TARSU "FARA SICURAMENTE BENE AL- LE ATTIVITA RISTORATIVE LOCALI"Lo ha detto Carlo Ceglia Coordinamento Civico per la difesa degli Imprenditori. "Con soddisfazione apprendiamo che la Giunta Comunale di Torre del Greco, guidata dal Sindaco Ciro Borriello, ha approvato due delibere che finalmente ridimensionano la tassa dei rifiuti solidi urbani - Ta.R.S.". Lo ha detto Carlo Ceglia - Coordinamento Civico per la difesa degli Imprenditori. "Si tratta - spiega - della delibera n 95 e 96 del , la prima prevede la modifica al "Regolamento per l'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani", che vede finalmente le attività ristorative di Torre del Greco accorpate alla categoria di bar e pasticceria, che hanno un coefficiente più basso ed equo; mentre la delibera n 96 stabilisce le tariffe a mq per l'anno in corso e si può notare, sia per le utenze domestiche (abitazioni) che non domestiche, delle diminuzioni rispetto all'anno precedente. In modo particolare si registra la diminuzione del costo a mq per i ristoranti e pizzerie torresi che passa da 35,17 /mq del 2010 a 22,50 /mq del Una diminuzione che farà sicuramente bene alle attività ristorative torresi, che devono uscire quanto prima da questo periodo di crisi. Ricordo che la nostra interlocuzione con l'amministrazione Comunale è iniziata nel 2009, quando, a seguito dell'aumento indisciplinato della tassa della spazzatura (in questa città circa l'83%), come conseguenza dell'attuazione del DL n 61 del , convertito poi in legge il ,- Interventi straordinari per superare l'emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania e per garantire l'esercizio dei propri poteri agli enti ordinariamente competenti - che prevedeva per i comuni della Regione Campania, dal 1 gennaio 2008 e per cinque anni successivi, ai fini della determinazione della tassa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, un aumento della tassa fino a raggiungere la totale copertura del costo della nettezza urbana, inviammo la prima lettera al Sindaco Ciro Borriello. Da allora c'è stata una fitta rete tra le attività commerciali-imprenditoriali e associative della città, con incontri settimanali, che ci ha portato ad interloquire con le istituzioni comunali in modo serio e costruttivo, illustrando la problematica e analizzando insieme le soluzioni, ottenendo oggi, dopo circa tre anni, i risultati sperati. Ma il nostro impegno non finisce qui. Ad oggi, ridimensionato il costo a mq, il problema resta per le cartelle emesse da Equitalia per recuperare la tassa riferita agli anni 2008, 2009 e Cartelle esattoriali che, nella maggior parte dei casi, sono insostenibili. Il ricorso da parte dei ristoratori a una dilazione sembra ora scontata, almeno per ammortizzarle nel tempo, ma si dovrà analizzare caso per caso. Per questo motivo abbiamo intenzione di lanciare, come associazione "Per il rilancio di Torre del Greco", uno Sportello rivolto alle attività commerciali in difficoltà".stabiachannel.it ResusciTurris, tris al Gaeta Gaeta - Turris 1-3 I corallini tornano al successo contro l'ultima della classe La Turris torna a vincere dopo 3 ko consecutivi e lo fa battendo un Gaeta molto modesto. Un successo che riporta la vittoria in casa corallina, seppure inutile ai fini della classifica. Sprofonda sempre più in basso il Gaeta, sempre più ultimo in classifica. Nonostante la grossa emergenza cui Liquidato ha dovuto, per forza di cose, fare fronte è arrivata una vittoria bella e che ridà morale all ambiente torrese finito sotto assedio dopo le ultime sconfitte. In vista della gara contro la formazione di Melchionna l allenatore biancorosso cambia ancora la squadra. Affidando a Pagano il compito di guidare la difesa con 3 under. Al suo fianco c è De Palma, sulle fasce Lamattina e Speranza (due 93 e un 92 ). Centrocampo di conseguenza grande d età. Sardo e Somma in mediana con ai lati Gilfone e la sorpresa Foderaro che a suo piacere si sgancia e va a dare una mano all attacco. Allegretta fuori. In attacco il duo pesante Cosa - Esposito.Pronti via e la Turris si rende pericolosa con Somma che su punizione sfiora la traversa al 9. Il gol arriva al 27 quando Lamattina fa partire un cross dalla sinistra ben incornato da Cosa che spedisce in rete. Il vantaggio innervosisce il Gaeta che perde la testa. Zeigbo rifila una gomitata a De Palma e viene prontamente e- spulso al 32. Due minuti dopo il raddoppio, angolo di Somma: colpo di testa deviato di Esposito e palla in gol. La Turris ipoteca così il successo. Al 43 Foderaro arrotonda tornando a timbrare il cartellino dopo parecchio tempo. Il suo diagonale è imparabile per Fornasier. Timida reazione dei padroni di casa che cercano di riaprire il match con un gol del solito Moring su azione d angolo. Nella ripresa la Turris, forte del doppio vantaggio si limita a controllare. Il Gaeta fa la gara a sprazzi ed è anche sfortunato. Concimano colpisce il palo all 88 e non riesce a riaprire il match. I laziali poi chiudono in 9 per l espulsione di De Simone al 92. La Turris conquista tre punti che la agganciano al Campania, si fa dura per il Gaeta.Di Gerardo Dispoto 4

5 Lunedì 12 Vitaglione sulla Turris: "E' ora che Gaglione appenda le scarpette al chiodo"l'attuale ds della Nuvla attacca il presidente dei corallini Con Vitaglione si finisce inevitabilmente per parlare di Turris. Il direttore sportivo da calciatore è stato una bandiera del club corallino e nessuno a Torre del Greco ha dimenticato le sue gesta: Resto un tifoso della Turris anche se sto a Nola, mi dispiace per i tifosi perché la classifica non rende merito a una piazza bella e importante come quella. Poi senza mezzi termini si esprime sulla questione societaria: Credo che Gaglione abbia fatto il suo tempo - e aggiunge - come quando un calciatore non ha più nulla da dare e deve appendere le scarpette al chiodo (frase che il patron gli disse quando lo svincolò), così anche lui. E giunto il momento che si faccia da parte. A Vitaglione quell addio forzato di qualche anno fa sembra proprio che non sia andato giù e rincara la dose: Penso che una piazza come Torre del Greco meriti ben altro e non va mortificata così come sta facendo lui nell ultimo periodo. Di Andrea Ripa Turris-Ischia 4-5, scatta l'indagine della Procura Federale Tutto sarebbe partito da una denuncia del Martina Franca La Procura Federale indaga sulla vittoria dell Ischia al Liguori di Torre del Greco contro la Turris. Gli 007 del calcio, guidati da Stefano Palazzi, avrebbero aperto un fascicolo sul derby campano disputatosi domenica 26 febbraio. Nessuna indiscrezione trapela, ma pare che a far scattare l indagine sia stata una denuncia del Martina Franca, società in lotta con l Ischia per il primato nel girone H della serie D. Aperto il fascicolo e nominato il sostituto che si dovrà occupare dell inchiesta, ad essere ascoltati potrebbero essere anche diversi tesserati delle due società. Non si sa quale sia il filone a cui stanno lavorando gli uomini della Procura Federale, visto che il fascicolo potrebbe riguardare anche l atteggiamento di qualche singolo tesserato e non è detto che alla base dell indagine ci sia il risultato della gara. Giusto specificarlo a chiare lettere: al momento non c è neanche l accusa di illecito o altro e quindi i due club possono stare tranquilli. Un gara, quella tra Turris e Ischia, che vide la retroguardia corallina protagonista di clamorosi errori, in un match conclusosi con un rocambolesco 5-4 e che registrò il ritorno di Bruno Mandragora da ex a Torre del Greco, in qualità di allenatore degli isolani. Soltanto se ci saranno richieste di deferimento, in futuro, il procedimento potrebbe venire a galla, visto che qualora la Procura Federale non dovesse accertare comportamenti illeciti da parte di tesserati si procederebbe all archiviazione del fascicolo che è stato aperto già la settimana successiva alla gara. L Ischia, intanto, si gode il suo primato, dopo aver battuto il Grottaglie nell ultimo match casalingo. Turris che, invece, alimenta il suo rammarico per l ennesima stagione gettata al vento dopo la vittoria sul campo del Gaeta.Di Luigi Capasso TORRE DEL GRECO. CONSEGNA PALMA D ORO AL CARDINALE SEPE Domani, martedì 13 marzo 2012, alle ore 18, nella Chiesa di Sant - Antonio di Padova a Torre del Greco, nell ambito di un incontro Caritas, il fondatore e presidente onorario di Assisi Pax International, Padre GianMaria Polidoro, consegnerà la Palma d Oro di Assisi Pax al Cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli. La Palma è una onorificenza offerta da Assisi Pax per quanti si impegnano nel lavoro di pace. Questa la motivazione: Per l amore al popolo Per la generosità verso i poveri Per il coraggio di fronte alla malavita Per la tenerezza verso i bambini malati Per il suo augurio A Maronna V accumpagni Per l impegno di Pace.Sarà presente all evento il presidente di Assisi Pax International, dr. Gerardo Navazio, dato il particolare rilievo simbolico della Palma d Oro e la dignità del Pastore della Chiesa napoletana. In tale circostanza, il presidente Navazio porgerà il saluto del Consiglio Direttivo, dei Referenti Territoriali e dei Soci di Assisi Pax International. Saranno inoltre presenti alla cerimonia: don Francesco Contini, decano del 13 decanato della Chiesa di Napoli (Torre del Greco Torre Annunziata Boscotrecase Trecase); il dirigente scolastico dell Istituto Comprensivo Aldo Moro di Casalnuovo di Napoli (Na), prof. Michelangelo Riemma; il referente regionale campano di Assisi Pax International, Antonio Petrella e quello della citta di Napoli, Pietro Passariello, oltre ad altri referenti territoriali della Campania. Caserta24ore news 5

6 TARSU LA SODDISFAZIONE DEL SINDACO BORRIEL- LO: "UN RISULTATO STRAORDINARIO". "In merito alla riduzione sulla tassa dei rifiuti solidi urbani, questa Amministrazione ha pienamente centrato l'obiettivo: la tassa dei rifiuti solidi urbani nel 2012 è riportata ai livelli del Un traguardo importantissimo, anche perché è stato applicato una equità fiscale secondo i principi comunitari: chi più inquina, più paga". Così Ciro Borriello, Sindaco di Torre del Greco. "Questi sono fatti concreti e senza precedenti, anzi - prosegue - sottolineo che nel 2005 il costo totale dei rifiuti solidi urbani dell'ente a Torre del Greco era circa 12miloni di euro, oggi il totale è di 10.milioni729 euro. Un risultato straordinario. La lunga ed impegnativa attività coordinata - prosegue - sia di recupero tributario che di riduzione dei costi del servizio integrato dei rifiuti ha consentito, per il terzo anno consecutivo, di apportare notevoli riduzioni del tributo fino a raggiungere i livelli del Per le unità abitative la tariffa 2012 sarà di 2,62 euro identica a quella del È stato, quindi, assorbito completamente l'aumento del 83% praticato nell'anno 2009". Le riduzioni rispetto all'anno precedente - precisa Borriello - per le attività commerciali, seguendo il trend del biennio precedente, sono di circa 22% con un picco del 41% per le attività di ristorazione. Da rilevare per queste ultime una riduzione di circa il 30% rispetto alla tariffa dell'anno L'obiettivo raggiunto è scaturito anche grazie alle efficaci strategie messe in essere da questa amministrazione e nello specifico dal Settore fiscalità locale dell'ente, nonché dall'installazione delle isole ecologiche, sostanzialmente su tutto il territorio, ai controlli sulla differenziata, dal recupero delle evasioni ed elusioni alla sensibilizzazione effettuata a più livelli nelle scuole in particolare, fino ai frequenti controlli svolti dalla task force composta dalla Polizia locale e dalle Guardie ambientali. Di sicuro abbiamo dato una svolta agli importi precedentemente dovuti dalle attività commerciali di ristorazione. Ricordo che Torre del Greco la ristorazione è meta preferita da tanti buongustai, anche dai non torresi e siamo ben consapevoli che, in questo difficile momento di forte crisi, l'attività gastronomica assume un ruolo importante nell'economia cittadina e non solo. In questa ottica le imprese ristorative sono state assimilate alla categoria bar e pasticceria, con un coefficiente ridotto". "Consapevole che ci sono ancora gesti e azioni di incivili - conclude il Sindaco - che purtroppo, non rispettando le disposizioni in materia, offuscano il lavoro dei più. Pertanto, intensificheremo ulteriormente le verifiche e assicuro che in proposito non mancheranno per i trasgressori multe salatissime. Infine, ritengo doveroso ringraziare tutti i cittadini che stanno dimostrando un vero senso civico a favore dell'ambiente, della salute pubblica e del decoro della città".comunicato STAMPA StabiaChannel.it BASKET SERIE D CITTADELLA AMARA SCONFITTA CASALINGA Cittadella Dello Sport - Basket Sant Agnese Trasferta vittoriosa dei sanniti sul campo del Cittadella e aggancio a quest ultima al quarto posto in classifica, in coabitazione con la formazione casertana CUS Caserta vittoriosa a Nola nell altro scontro diretto per un posto a ridosso del trio ammazza campionato formato nell ordine da San Nicola Basket Cedri, Di Bello Napoli e N.P. Folgore Nocera. I ragazzi di coach Mirra hanno affrontato la difficile trasferta con la giusta determinazione e la consapevolezza che un passo falso avrebbe depauperato quanto di buono prodotto fin qui. Dopo il girone di andata, caratterizzato da prestazioni non sempre convincenti, con evidenti difficoltà nelle gare casalinghe a dispetto di una maggiore supremazia in quelle esterne, nel girone di ritorno i sanniti pare abbiano trovato la quadra e i risultati lo testimoniano: cinque vittorie in sei gare. Quella appena celebrata è la nona e le prossime sei gare saranno decisive per le sorti della squadra della presidente Manganiello. Prima della sosta forzata per le avverse condizioni meteo, coach Mirra aveva catechizzano i suoi circa l assoluta necessità di far proprio il risultato contro le dirette avversarie per non perdere contatto con la zona play-off; non v è dubbio che i risultati prodotti siano la risposta inequivocabile che i suoi discepoli intendono raccogliere i frutti del lavoro svolto. Il prossimo turno infrasettimanale in calendario il 14 marzo prevede il derby sannita contro l AP Libertà e domenica 18 la trasferta a San Nicola la Strada contro i primi della classe. Basket Sant Agnese Tino E Mottola Martedì 13 TORRE DEL GRECO CAOS PDL SI DIMETTE IL GOL- PISTA DEL SINDACO Ufficialmente, le dimissioni sono state presentate per «ragioni strettamente personali». Ma dietro l addio di Gennaro Granato - storico esponente del Pdl a Torre del Greco - alla maggioranza di palazzo Baronale, si nasconde chiaramente lo scontro frontale con il sindaco Ciro Borriello.Non c è pace per la squadra di governo cittadino guidata dall - ex deputato di Forza Italia, già scampato in extremis al «golpe» organizzato proprio da Gennaro Granato (e dal consigliere provinciale del Pdl, Giovanni Palomba) per staccare la spina - in collaborazione con i 14 esponenti dell opposizione - all amministrazione comunale: a dieci giorni dal flop, infatti, l esponente del primo partito del centrodestra si è tirato fuori dal consiglio comunale. Una scelta solitaria che rappresenta un chiaro «messaggio» a Ciro Borriello e ai 6

7 suoi fedelissimi, in vista del voto del 6 e 7 maggio, ma che potrebbe avere immediate conseguenze già sull attuale scenario politico all ombra del Vesuvio: le dimissioni di Gennaro Granato - arrivate dopo la promozione in giunta di Giuseppe Girardi - riducono, infatti, la «forza» del leader locale del Pdl a soli 15 consiglieri comunali. Un numero insufficiente - prima delle eventuali surroghe - a portare avanti i lavori dell assise cittadina, senza il sostegno della minoranza: una circostanza che nelle prossime ore potrebbe convincere gli esponenti dell opposizione a pensare nuovamente alle dimissioni di massa, facendo salire a 16 il numero dei consiglieri comunali da sostituire a palazzo Baronale e portando così alla definitivamente alla luce le difficoltà di Ciro Borriello nel gestire i malumori scoppiati all interno del Pdl.Malumori ulteriormente alimentati dall elezione del primo cittadino nel coordinamento provinciale del Pdl, dove - secondo gli avversari dell ex deputato di Forza Italia - la presenza di Ciro Borriello non era in calendario. Invece, il chirurgo di via del Monte è riuscito a trovare spazio - insieme al presidente del consiglio comunale Michele Polese, indicato e voluto direttamente dall onorevole Enzo Nespoli - e a mettere nuove pressioni al «gruppo storico» del Pdl a Torre de Greco. Una querelle scoppiata proprio alla vigilia di un appuntamento cruciale per Ciro Borriello. Oggi alle 11, infatti, dovrebbe arrivare la decisione del gup Elena Conte del tribunale di Torre Annunziata sulla richiesta di rito abbreviato - avanzata attraverso l avvocato Giancarlo Panariello - per lo scandalo «Abusivopoli»: uno scandalo che vede il sindaco del Pdl accusato di abuso d ufficio e soppressione di atti veri per la vicenda delle vetrine della boutique «Bruno». Ottimista, come al solito, il primo cittadino. Evidentemente rinfrancato dalle notizie nazionali relative al caso dell omicidio di Melania Rea: «Non credo di essere peggio di Salvatore Parolisi - l ironica riflessione del primo cittadino -. Se hanno concesso il rito abbreviato perfino a lui, non vedo perché dovrebbe essere negato a me». Una battuta prima di sottolineare che «il rito abbreviato permetterebbe di accorciare i tempi e risparmiare in termini economici». Niente rito abbreviato, invece, per i restanti 41 imputati del processo: la cricca di vigili urbani e tecnici del Comune travolti dall inchiesta «Abusivopoli» aspettano il verdetto sul rinvio a giudizio invocato dalla procura per lo scandalo delle mazzette e dei favori per chiudere un occhio sugli abusi edilizi realizzati in città. ALBERTO DORTUCCI ABUSIVOPOLI A TORRE DEL GRECO NIENTE RITO ABBREVIATO PER IL SINDACO No del gup Elena Conte del tribunale di Torre Annunziata alla richiesta di rito abbreviato condizionato (all'interrogatorio di due testimoni) avanzata dal sindaco Ciro Borriello. E' arrivato stamattina il primo verdetto del giudice per le udienze preliminari sullo scandalo «Abusivopoli» all'ombra del Vesuvio. Il gup ha rigettato l'istanza presentata dal primo cittadino del Pdl - attraverso l'avvocato Giancarlo Panariello - accusato di abuso d'ufficio e soppressione di atti veri nell'inchiesta sul giro di mazzette & favori per «chiudere un occhio» sugli abusi edilizi nella città del corallo: un'inchiesta che vede 42 imputati - in primis, una «cricca» di vigili urbani e tecnici del Comune - e che potrebbe costare il processo all'ex deputato di Forza Italia. In aula, Ciro Borriello ha scelto di essere interrogato dal gup, rispondendo per 45 minuti a una lunga serie di domande. Al termine dell'interrogatorio, la seduta è stata aggiornata agli inizi di aprile. Il verdetto del gup sul rinvio a giudizio è atteso per il 9 maggio, due giorni dopo le elezioni a Torre del Greco che dovrebbero vedere Ciro Borriello candidato al bis sempre con il Pdl. Metropolis CENSIMENTO E STIMA DEI BENI SETTIMANA DECISI- VA PER LA DEIULEMAR Settimana decisiva per la crisi della Deiulemar. Lasciate alle spalle le tensioni per la manifestazione pubblica organizzata dai risparmiatori, i vertici della compagnia di navigazione stringono i tempi per completare il censimento in corso all hotel Poseidon e valutare i beni immobili e societari messi a disposizione dalle tre famiglie di armatori che nel 1967 fondarono il «colosso economico» di Torre del Greco. «Entro venerdì prossimo -conferma l avvocato Roberto Maviglia, successore dello storico «capitano» Michele Iuliano al timone della Deiulemar - contiamo di chiudere i conti per il calcolo del passivo accumulato attraverso le cosiddette obbligazioni parallele». Un passivo stimato intorno ai 550 milioni di euro, ma che - in realtà - si dovrebbe aggirare tra i 700 e gli 800 milioni di euro. Numeri che saranno poi confrontati con l attuale attivo della compagnia di navigazione con sede in via Tironi, a cui andranno aggiunti i 75 milioni di euro e i beni personali messi a disposizione dalle tre famiglie di armatori: «Abbiamo affidato la valutazione di immobili e società - prosegue l amministratore unico - a un azienda specializzata del settore. A quel punto, avremo un quadro chiaro della situazione». Un quadro che si annuncia, in ogni caso, a tinte fosche per gli investitori che avevano puntato sulla Deiulemar per vedere crescere i propri risparmi. Non a caso, le «voci» del web parlano come un solo coro: «Non bisogna abbassare la guardia, si deve organizzare una nuova marcia a cui deve partecipare tutta la città», il tam tam che rimbalza su blog e siti internet. A preoccupare i titolari di cedole al portatore intestate alla Deiulemar, in particolare, la nascita di una nuova società con relativa trasformazione delle obbligazioni in azioni: un ipotesi avanzata durante un summit ristretto tra i soci - fino a oggi rimasti rinchiusi 7

8 nei propri «fortini», in un prolungato e preoccupante silenzio - e una ristretta delegazione di rappresentanti dei vari comitati nati a difesa dei risparmiatori, ma che proprio non piace agli investitori: «E chiaro che si tratta di una proposta - sottolinea l avvocato Roberto Maviglia - e non della soluzione definitiva alla questione. Nessuno può imporre nulla: saranno i creditori a scegliere se trasformare le obbligazioni in azioni, aderendo o meno alle new company. Ma, al momento, dobbiamo attendere la conclusione delle operazioni in corso». ALBERTO DORTUCCI Mercoledì 14 Torre del Greco - Deiulemar compagnia di Navigazione, se ne è discusso a ''Mezz' ora di Torre'' Contratti di nolo troppo alti. Da qui è partita la crisi. Nel corso della puntata del programma "Mezz'ora di Torre", in onda ogni martedì sera alle 21,30 su Tele Torre, l'amministratore unico della Deiulemar compagnia di Navigazione, Roberto Maviglia, ed il presidente del consiglio dell'ordine degli Avvocati del Foro di Torre Annunziata, Gennaro Torrese, hanno parlato dei nuovi risvolti sulla crisi Deiulemar."La crisi dipende soprattutto dai contratti di noleggio delle navi. - queste le prime parole di Roberto Maviglia - Molti accordi sono risalenti al 2008, e con la crisi dei noli apertasi nell'estate 2008 molte controparti sono saltate. Ci si è ritrovati con contratti di flusso attivo che non garantivano più entrate notevoli e contratti di noleggio troppo elevati per il mercato. Al momento la Deiulemar Compagnia di Navigazione ha alcuni contratti di nolo da chiudere, mentre altri sono già stati chiusi o risolti. Dovranno essere ora intavolate trattative con le controparti per giungere ad un accordo. Certo è che se il mercato dei noli dovesse riprendersi, si riprenderebbe di colpo anche la società".debiti - "La rinegoziazione dei noli servirà anche ad avere una chiara quantificazione del passivo della società. Perché ad oggi bisogna ancora calcolare quali sono i debiti rispetto ad altre società o alle banche. Parliamo di cifre inferiori rispetto a quelle dei prestiti obbligazionari emessi. Ma solo conoscendole sapremo quale è il reale stato di salute della società"tempi - "La società doveva fare prima e meglio questo lavoro di censimento e di calcolo degli accordi. Ora non resta che fare il prima possibile, per fare un'offerta chiara e trasparente ai suoi obbligazionisti", queste le parole di Gennaro Torrese. "Dal mio arrivo - la risposta di Maviglia -, non si è stati con le mani in mano sulla quantificazione dei debiti. E' sempre andato avanti il lavoro in modo contestuale, e alla fine di marzo avremmo un quadro chiaro".nappi - Anche un'intervista all'assessore regionale al Lavoro,Severino Nappi, nel corso della puntata. Nappi ha assicurato il pagamento dei contratti di lavoro, ha parlato di come accedere al fondo di 1 milione di euro messo a disposizione dall'istituzione regionale ("tramite richiesta dei creditori, le proposte saranno poi valutate da un comitato etico") e si è detto contrariato alla scelta degli obbligazionisti di far riferimento a degli avvocati ("Non è il momento di affidarsi ad un avvocato per avere indietro i soldi, bisogna solo chiedere garanzie ora"). "La società si fa promotrice verso i soci della costituzione di un fondo di uguale tipo", ha confermato Maviglia. DEIULEMAR SHIP- PING - "Ho chiesto ed ottenuto - ha detto Maviglia - anche l'impegno dei "giovani" delle tre famiglie per questo delicato caso. Mi è stato assicurato un loro impegno anche riguardo ai beni. Ricordo che la Shipping è tutt'ora una società sana e che continua a pieno regime la sua attività". "Giusto che nella Deiulemar rientri quello che è uscito, o è stato deviato verso altre attività", la risposta di Torrese. SEQUESTRO - Nel corso della puntata, viene fuori la notizia del sequestro di una nave della Deiulemar nel porto di Marsiglia, Maviglia commenta: "E' stata fermata da dei creditori della Deiulemar Compagnia di Navigazione, una nave della Deiulemar Shipping. Sono cose che possono succedere, ma quasi mai quando si parla di un territorio dove insiste un Tribunale continentale. E' stata azione di armatori che riescono, rifacendosi a Tribunali internazionali, anche il blocco di una società sorella. In un primo momento, un giudice era anche riuscito a sbloccarla, ma poi un nuovo ricorso ha permesso un nuovo blocco. Credo comunque che la vicenda possa risolversi a breve"bankitalia - "Ben venga la trasparenza" è la risposta unanime di Roberto Maviglia e Gennaro Torrese, ma l'amministratore unico Deiulemar precisa: "Ad oggi, la storia di un controllo di Bankitalia è falsa. Nessuno da parte della Banca d'italia ha mai chiesto accesso ai documenti né preteso di fare controlli".stabiachannel.it Torre del Greco, nasce l'armata anti- Pdl: intesa in arrivo tra Pd e Udc Restano da definire i «dettagli» relativi alla candidatura a sindaco e alle linee programmatiche, ma l accordo sostanzialmente è stato raggiunto: il centrosinistra e il terzo polo, salvo nuovi colpi di scena, proveranno insieme a contrastare la scalata-bis di Ciro Borriello a palazzo Baronale. Una scelta «obbligata» dal rifiuto del primo cittadino del Pdl - successivamente sostenuto dal nuovo commissario regionale della Campania, Francesco Nitto Palma - di correre insieme all Udc, dopo il fallimento del tentativo di alleanza portata avanti con Alfonso Ascione a partire dal gennaio Così i vertici locali di tutti i partiti del centrosinistra e gli esponenti locali del terzo polo si sono ritrovati nella sede del Pd di via Circumvallazione per «costruire un alternativa a Ciro Borriello». Una vera e propria impresa, a giudicare dalle difficoltà con cui sono state portate avanti fino a oggi le trattative al tavolo del centrosinistra: difficoltà che l attuale opposizione a palazzo Baronale cercherà adesso di superare con il sostegno del «grande centro» costituito da Udc, Api e Fli. Diversi (e, in parte, contrastanti) gli umori del giorno successivo al contatto ufficiale: l unico 8

9 punto in comune tra le varie «anime» che hanno partecipato all incontro è relativo alla necessità di individuare una «soluzione politica» prima di ripiegare su un nome proveniente dalla società civile. Un punto su cui ha battuto con particolare insistenza il Pd: non è un mistero che l esecutivo cittadino abbia già «benedetto» l avvocato Luigi Mennella - ex capogruppo della Margherita in consiglio comunale ai tempi del sindaco Valerio Ciavolino - e che il segretario cittadino Vittorio Cuciniello punti, fino a oggi senza apprezzabili risultati, a incassare il placet degli alleati. Alleati che, invece, restano freddi sull ipotesi della «minestra riscaldata» e cercano una via d uscita che potrebbe arrivare proprio dal terzo polo. Stasera - prima della partita Chelsea - Napoli, evidentemente in pole position rispetto alla necessità di trovare la quadratura del cerchio - è in programma un nuovo incontro e l Udc potrebbe portare al tavolo la sua proposta: considerata la decisione di puntare su una «soluzione politica» e i dubbi dell avvocato Gennaro Malinconico - il nome preferito da Nicola Donadio e, in seconda battuta, da Filippo Colantonio - non si escludono sorprese. A completare il quadro dei nomi in gioco, il viceprefetto di Napoli Giocchino Ferrer e l ex responsabile del distretto ospedaliero Bottazzi Patrizia Caputo, entrambi proposti da Italia dei Valori. Al momento, dunque, le uniche certezze restano legate alla candidatura - al momento esclusivamente mediatica - della pornostar Milly D Abbraccio e del giovane Michele Sorrentino con la Democrazia Cristiana. ALBERTO DORTUCCI Abusivopoli a Torre del Greco: la verità del sindaco Ciro Borriello Scandalo «Abusivopoli»: no al rito abbreviato condizionato per il sindaco Ciro Borriello. Prima doccia fredda per il leader locale del Pdl, a rischio processo per l inchiesta relativa al giro di mazzette & favori per chiudere un occhio sugli abusi edilizi realizzati all ombra del Vesuvio. Il gup Elena Conte del tribunale di Torre Annunziata ha respinto, infatti, la richiesta avanzata dall avvocato Giancarlo Panariello perché i due testimoni indicati per il rito alternativo - l arredatore Domenico D Albenzio e il titolare della boutique «Bruno» di via Roma, Fulvio Cuccurullo - erano già stati ascoltati a sommarie informazioni nel corso delle indagini condotte dal pm Emilio Prisco: una battuta d arresto che ha convinto il primo cittadino a «ripiegare» sulla procedura ordinaria, come i restanti 41 imputati del processo. Ma - in attesa del verdetto sul rinvio a giudizio invocato dalla procura - Ciro Borriello ha chiesto e ottenuto di essere ascoltato per raccontare la sua verità sui due episodi-chiave pagati con le accuse di abuso d ufficio e soppressione di atti veri: un interrogatorio di 45 minuti, aperto dalla vicenda relativa ai controlli alle vetrine della Dar Impianti - fino a oggi, l unica parte civile che si è costituita nel processo a carico della cricca di «Abusivopoli» - e concluso con la ricostruzione della querelle intorno al verbale fantasma per gli interventi di ristrutturazione della boutique «Bruno». Il sindaco-sceriffo Davanti al gup Elena Conte, il primo cittadino non ha perso la grinta mostrata in decine di infuocate sedute del consiglio comunale: «Ho sempre operato in prima persona - la premessa del leader locale del Pdl - per la repressione di ogni forma di illegalità sul territorio. E ci sono decine di articoli di giornale che testimoniano il mio operato in strada, insieme ai vigili urbani». Articoli di giornale precedenti, come sottolineato in aula dal sindaco, agli episodi «incriminati» e acquisiti agli atti del processo: «Le mie battaglie mi sono valse perfino l etichetta di sindaco-sceriffo», le parole pronunciate con un pizzico d orgoglio al gup Elena Conte. Il caso «Dar Impianti» Dopo avere specificato di non essere, dunque, il «braccio armato» della polizia municipale - come sostenuto dal pm Emilio Prisco - il sindaco è entrato nel merito del caso Dar Impianti: «Non conoscevo il proprietario dell attività commerciale - ha spiegato il primo cittadino - come successivamente confermato dallo stesso Donato Palomba. Mi limitai a segnalare ai vigili urbani ciò che ritenevo un abuso edilizio: passando davanti al locale di corso Vittorio Emanuele, infatti, mi accorsi che erano in corso lavori di ristrutturazione e volevo che fosse verificata l esistenza delle necessarie autorizzazioni. La vicenda delle vetrine abusive nel centro storico di Torre del Greco si trascina da venti anni: la prassi era che i commercianti sanassero le irregolarità al momento dei lavori di restyling. Nel caso della Dar Impianti, invitai i vigili urbani a procedere ai controlli». Dunque, nessuna traccia - secondo la difesa - di abuso d ufficio, solo un ordinaria attività di controllo da parte di un sindaco dal polso particolarmente «forte».il caso «Bruno» Più lunga e complicata, invece, la ricostruzione relativa alla (presunta) soppressione del verbale di sequestro alla boutique «Bruno» di via Roma. «Convocai i vigili urbani - la spiegazione di Ciro Borriello - perché Nicola Donadio e il professore Gianfranco Nicoletti (marito di Valeria Cuccurullo, proprietaria della boutique) mi chiesero di fare chiarezza sui controlli che avevano portato alla sospensione verbale dei lavori di ristrutturazione: una decisione, mi chiarirono gli agenti di polizia municipale, adottata per procedere alle verifiche di compatibilità tra le autorizzazioni in possesso del commerciante e gli interventi effettivamente portati avanti. Dopo l incontro, non mi sono più interessato della vicenda: successivamente, vidi che i lavori erano stati completati e ritenni che tutto fosse stato regolare. D altronde, tutti i protagonisti della vicenda hanno sempre escluso che fossero stati apposti sigilli e negato l esistenza di un verbale di sequestro». Una ricostruzione che ha scatenato l immediata replica del pm Rosa Annunziata - in udienza al posto del titolare delle indagini, Emilio Prisco - pronta a «ricordare» al sindaco che «un atto fu, comunque, redatto dai vigili urbani e furono scattate diverse fotografie: in diversi anni, non ho mai assistito a una sospensione orale di qualsiasi tipo di lavori». Un accusa che il primo cittadino ha provato, non senza difficoltà, a rintuzzare ribadendo che «l intervento era finalizzato a fare chiarezza sulla questione» e che «non fu mai chiesto di sopprimere nulla perché, come confermato dalle indagini, non è mai esistito un verbale di sequestro». Parole che hanno chiuso l interrogatorio-fiume e scritto la parola fine alla verità del sindaco sull inchiesta. Le reazioni «Non è 9

10 andata male, spero di avere chiarito la mia posizione», le prime parole del sindaco al termine dell udienza. «Certo, speravo che venisse accolta la richiesta di rito abbreviato, così avremmo potuto bruciare i tempi», l unico rimpianto che trapela dopo l interrogatorio. Il verdetto, invece, arriverà solo il 9 maggio. Ovvero due giorni dopo il voto. «La mia posizione politica non cambia - conclude Ciro Borriello -. Se il Pdl non dovesse fare obiezioni, sarò candidato per il bis a palazzo Baronale».ALBERTO DORTUCCI Torre del Greco, Milly D Abbraccio: Rinuncio alla candidatura NAPOLI Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco (Napoli). Non posso farcela, senza un gruppo forte. E durato poche settimane il sogno di portare a casa la fascia tricolore del comune vesuviano di Emilia Cucciniello, in arte Milly D Abbraccio, la pornostar che aveva annunciato la candidatura a sindaco di Torre del Greco dopo avere rinunciato a concorrere per la carica di primo cittadino a Monza.Dopo avere lanciato la propria campagna elettorale per la citta della quale ama il mare e il sole, lady D Abbraccio come le piace farsi chiamare si e accorta di essere sola, e piena di impegni personali come si legge in una nota diffusa questo pomeriggio dall ufficio stampa della pornostar. Non sono abituata prosegue Milly D Abbraccio a perdere le mie battaglie. Quindi, sì alla politica, ma non in questo momento. Ho avuto anche problemi tecnici di scadenze per la presentazione della lista civica. Sarà per la prossima volta.http://www.blitzquotidiano.it Ai domiciliari per stalking, 39enne si suicida: «Sono stato tradito dalla legge» TORRE DEL GRECO - Il corpo senza vita riverso sul letto dei suoi genitori, la testa ricoperta da un sacchetto di plastica e sul comodino una lunga lettera rivolta al Tribunale di Torre Annunziata: «La faccio finita perché sono stato tradito dalla legge». Questo il tragico epilogo della storia di Sergio Muzio, un 39enne torrese trovato morto per soffocamento lo scorso pomeriggio nella casa dei suoi genitori, in via Salvator Noto, dove era agli arresti domiciliari da circa due anni.all uomo, un ex commerciante senza precedenti penali, alla fine di febbraio era stata convalidata la pena di 7 anni e mezzo di reclusione per il reato di violenza sessuale e stalking ai danni di sua moglie: tra trenta giorni la parola sarebbe passata alla Corte di Cassazione, ma, come aveva già annunciato agli stessi familiari, Sergio non è voluto arrivare a quel giorno, e si è tolto la vita convinto di essere stato vittima di un ingiusta condanna. A trovare il corpo di Sergio senza vita è stata la madre, Luisa Langella, appena tornata dall ospedale dove aveva accompagnato il marito per un improvviso malore. A nulla le sue urla e l arrivo di diversi vicini: Sergio era già morto, provocandosi il soffocamento con un sacchetto di plastica e un fornellino a gas da campeggio. Un suicidio premeditato e già annunciato, come riferiscono i familiari, visto che la sera precedente l uomo aveva ingerito un cocktail di farmaci, tra cui anche tranquillanti. Sul posto sono immediatamente giunti gli uomini della polizia, alla guida del primo dirigente Paolo Esposito, che hanno predisposto l autopsia sul corpo di Muzio.Si è in attesa dei risultati ma gli inquirenti, che ancora indagano sul caso, propendono per la tesi del suicidio: numerosi gli elementi, attualmente, in possesso degli investigatori, tra cui la lettera lasciata dall uomo e gli atti del processo che ha portato alla sua condanna. «Vogliamo giustizia dice Luisa, la madre perché siamo convinti che il processo ai danni di mio figlio sia stato manipolato, e adesso impugneremo un azione legale».secondo i familiari, interpreti anche del messaggio che Sergio avrebbe voluto lasciare con la lettera scritta prima della morte, le accuse mosse dalla moglie, con cui era sposato da 3 anni e separato da due, erano false e il processo che aveva determinato la sua condanna condotto senza la valutazione di alcuna prova Dai vari atti è possibile ricostruire la storia familiare dei coniugi: fidanzati da 14 anni e sposati da 3, i problemi sarebbero iniziati dopo la scoperta della donna di non poter avere figli. Da qui sarebbero cominciati i litigi, le offese e le denunce reciproche, fino a quella di violenza del 2009 che avrebbe dato inizio al calvario dell uomo. Secondo testimonianze, entrambi avrebbero sofferto di disagi psichici: lei avrebbe persino tentato il suicidio per la scoperta della sua sterilità. Elementi, insomma, che al vaglio degli inquirenti sebbene non serviranno a riportare in vita Sergio, potranno essere utili a far chiarezza su questa tristissima storia. di Francesca Mari il mattino Guerra al pentito a Torre del Greco: condannati 4 scissionisti del clan Falanga Faida di camorra all ombra del Vesuvio per il controllo degli «affari» legati a droga e racket, nuova stangata per gli scissionisti del clan Falanga. A dieci giorni dalla requisitoria del pubblico ministero Maria Di Mauro della Dda di Napoli, arriva il verdetto della seconda sezione penale del tribunale di Torre Annunziata - presieduta dal giudice Maria Rosaria Aufieri - per i quattro pregiudicati accusati di «pressioni» sulla famiglia del pentito Filippo Cuomo per ritirare la denuncia relativa al raid a colpi di fucile contro l abitazione di via Martiri d Africa. Venti in tutto gli anni di carcere incassati in primo grado dai quattro fiancheggiatori del rione Sangennariello per le intimidazioni e il sequestro di persona scattati tra il mese di settembre e il mese di ottobre del 2010: due mesi particolarmente «caldi» per Filippo Cuomo - nipote del defunto boss Gaetano Di Gioia, noto come o tappo, fresco collaboratore di giustizia - e i suoi 10

11 familiari, finiti al centro del mirino dell ala separatista del clan Falanga. Una strategia del terrore costata otto anni di carcere per Francesco Raiola, alias Fravulella; sei anni e 8 mesi di reclusione per Francesco De Blasio - sorvegliato speciale di 44 anni, assistito dall - avvocato Antonio Morra - e quattro anni per Gaetano Magliulo, difeso dall avvocato Antonio Del Vecchio; due anni e mezzo per l ex pentito Silvano Scognamiglio noto negli ambienti criminali come Quattro Jolly. Condanne a vario titolo per armi, minacce e sequestro di persona che chiudono il primo round della vicenda giudiziaria - già annunciati i ricorsi in Appello - nata dalla sparatoria a colpi di fucile che il 13 febbraio 2010 terrorizzò via Martiri d Africa. In quattro si presentarono - in sella a due scooter Honda Sh - sotto la casa del nipote del boss Gaetano Di Gioia, un quartino al piano terra del civico 68. «Filippo affacciati», l insistente invito arrivato dalla strada. Dalla finestra, invece, si affacciò la figlia del ras: la ragazzina riconobbe i 4 uomini in strada e si accorse che uno di loro imbracciava un fucile. Alla vista dell arma, la giovane si riparò immediatamente in casa, mentre dal marciapiede partirono diversi colpi che danneggiarono gli infissi e le pareti della palazzina. Dopo il raid scattarono le indagini della polizia e decisiva fu la testimonianza di C.M.: la ragazzina indicò senza ombra di dubbio i responsabili del raid, immediatamente arrestati dagli uomini in divisa. In manette con l accusa di detenzione illegale di armi e danneggiamenti finirono Antonio Gaiezza, Salvatore Mercedulo, Francesco Accardo e Francesco De Blasio. Per i primi tre la vicenda si è chiusa con il giudizio con rito abbreviato: Francesco Accardo fu assolto, mentre in appello Antonio Gaiezza - assistito dall avvocato Antonio Cirillo - fu condannato a due anni e due mesi, ottenendo un corposo sconto rispetto ai quattro anni incassati in primo grado. Stesso trattamento per Salvatore Mercedulo, sceso da due anni e mezzo a un anno e 3 mesi di reclusione. ALBERTO DORTUCCI Giovedì 15 MILLY D'ABBRACCIO «NON MI CANDIDO A SINDACO DÌ TORRE DEL GRECO» Il «sogno» di sfidare Pdl e Pd all ombra del Vesuvio è durato solo 10 giorni, il tempo di incassare qualche «copertina» e di scatenare l indignazione degli addetti ai lavori. Dieci giorni di gossip, insomma, prima dell atteso e puntuale dietrofront: «Rinuncio alla candidatura a sindaco di Torre del Greco perché sono sola e piena di impegni personali», le parole con cui la pornostar Milly D Abbraccio ha ufficializzato la rinuncia alla corsa alla poltrona da numero uno di palazzo Baronale. Parole che hanno, inevitabilmente, suscitato sorrisi e battute nella città del corallo. Dove la presenza dell attrice hard era annunciata proprio in settimana. Invece, niente: Milly D Abbraccio non solo non si è vista, ma non sarà nemmeno tra le aspiranti alla fascia tricolore della quarta città della Campania. «Non sono abituata a perdere le mie battaglie - la resa di Emilia Cucciniello, vero nome della sessantenne originaria di Avellino -. Quindi, sì alla politica, ma non adesso». Addio, dunque, alla suggestiva ipotesi di uno scontro all ultimo voto tra la nota pornostar e il chirurgo plastico specializzato in vagino plastica: «Ho avuto, inoltre, problemi tecnici di scadenza - prosegue Milly D Abbraccio - per la presentazione della mia lista civica, Love Torre del Greco: sarà per la prossima volta». Una nuova promessa dopo la prima spettacolare «uscita» sulla candidatura a sindaco a cui, stavolta, non sembra credere proprio nessuno.metropolis Turris-Ischia sotto inchiesta, Gaglione: "La Turris e' la parte lesa, e..." Il presidente dei corallini: "Il Martina ha fatto bene a denunciare e chi ha sbagliato va radiato" Lo scandalo in serie D di Turris-Ischia 4-5 finita sotto la lente della Procura Federale, rischia di portare con sé lunghissimi strascichi. L indagine degli 007 di Palazzi è partita dopo una segnalazione del Martina Franca, che ha, appunto, denunciato qualcosa di irregolare su quella partita. Una gara cui nessuno aveva pensato potesse interessare la Procura Federale. Quel 5-4 in favore degli isolani invece ai pugliesi, e non solo, è sembrato molto sospetto. Tra i più sospettosi, c è anche Rosario Gaglione, il vulcanico presidente della Turris, che si dichiara parte lesa nella vicenda: La Turris - dice il massimo dirigente corallino - è parte lesa. Poi continua: Non so se c è stato qualcosa di irregolare o meno - e aggiunge - ma se qualcosa non è andato per il verso giusto, è giusto che la Procura Federale indaghi. Gaglione è dunque intenzionato a sapere la reale verità dei fatti al più presto: Il Martina Franca ha fatto bene a denunciare se ha riscontrato qualche anomalia, quello che voglio ribadire e che la Turris è parte lesa della 11

12 vicenda, anche perché noi la partita l abbiamo persa.anzi rincara la dose: Sono pronto a collaborare in ogni sede, purché si faccia giustizia e si scoprano, qualora fossero appurate, le anomalie di quella partita.il presidente dei corallini poi spiega che anche lui ha avuto qualche sospetto, dopo ché è partita l indagine da parte della Procura Federale: Quelli che ho sono dei sospetti, ma non posso prendere provvedimenti perché non ho le prove di quanto accaduto - e aggiunge - se avessi le prove di quello che è successo in quella partita, avrei già cacciato quei calciatori che si sono comportati in maniera scorretta nei confronti della Turris, queste sono cose che io non ammetto nella maniera più assoluta.e poi propone il suo metodo per quelli che dovessero essere coinvolti nella vicenda: Chi ha sbagliato deve pagare - e aggiunge - e deve essere punito in maniera esemplare: va radiato dal calcio chi commette queste cose, non è possibile compromettere le gare. Gaglione dunque è intenzionato a fare piena luce su questa vicenda, che potrebbe costare molto caro all Ischia, capolista del girone H e che si sta giocando la vittoria del torneo proprio con il Martina, il club che ha denunciato le anomalie della famosa partita del Liguori finita 5-4 per gli isolani. E qualcuno ha fatto giù un pensierino ai possibili 3 punti a tavolino: Non credo che ci sia la possibilità di averli - dice Gaglione - ma adesso non ci interessano, noi dobbiamo pensare al nostro campionato. Di Andrea Ripa RAID ALLA STAZIONE CIRCUM SCONTI DÌ PENA PER 2 ULTRA' DELLA TURRIS Sconti di pena per gli ultrà teppisti che, a novembre del 2011, scatenarono il caos davanti alla stazione della Circumvesuviana di piazzale della Repubblica. A quattro mesi dal verdetto di primo grado, i giudici della quarta sezione penale della corte d Appello di Napoli hanno condannato Domenico D Urzo e Giuseppe Montella - pregiudicato di 33 anni il primo, trentenne già in passato sottoposto a Daspo il secondo, entrambi appartenenti alla frangia più calda del tifo corallino - rispettivamente a un anno e dieci mesi di reclusione e a un anno e 8 mesi di reclusione. In pratica, abbonando a Nico D Urzo quattro mesi e a Giuseppe Montella sei mesi: entrambi gli ultrà-teppisti, infatti, erano stati inizialmente condannati a due anni, due mesi e venti giorni. A inchiodare i due tifosi della Turris furono le immagini del sistema di videosorveglianza della fermata di piazzale della Repubblica: inequivocabili fotogrammi che costarono alla coppia di ultrà-teppisti le accuse di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Capi d accusa scattati per la sete di «vendetta» nei confronti degli eterni rivali di Torre Annunziata: il raid scattò lo scorso 2 ottobre, quando intorno alle la stazione centrale della Circum fu presa d assalto per rispondere all incursione messa a segno qualche ora prima dai tifosi del Savoia giunti a Torre del Greco a bordo di un convoglio diretto a Ercolano (campo neutro della gara del campionato di Eccellenza che vedeva i bianco scudati opposti al Nola). Secondo la successiva ricostruzione da parte degli agenti del locale commissariato di polizia, guidato dal vicequestore aggiunto, Paolo Esposito, numerosi tifosi del Savioia erano scesi dal treno devastando la stazione e lanciando bottiglie e pietre in strada: un «affronto» che provocò un clima di tensione nei tifosi della Turris, pronti a organizzare una vera e propria ritorsione. La «risposta» arrivò intorno alle 18.30, quando a Torre del Greco fece tappa un treno con a bordo i tifosi della Rita Ercolano di ritorno da Sant Agnello, dove si era disputato il match del campionato di Promozione Sant Agnello - Rita Ercolano: un gruppo di ultrà-teppisti della Turris prese di mira il convoglio, provando a superare lo sbarramento di forze dell ordine che pattugliavano la zona. Durante le successive indagini, gli uomini in divisa arrestarono Domenico D Urzo e Giuseppe Montella, ritenuti tra i principali protagonisti degli scontri. Dopo il processo con rito direttissimo che aveva fissato la pena a due anni e due mesi di carcere, adesso sono arrivati gli sconti in Appello: un anno e 10 mesi e un anno e 8 mesi da trascorrere agli arresti domiciliari. ALBERTO DORTUCCI COMMISSIONE D'ACCESSO A TORRE DEL GRECO L'INCHIESTA SI ALLARGA AI POLITICI Non solo gare d appalto per i lavori da realizzare a Torre del Greco e per le forniture di servizi al cittadino: adesso, a finire al centro del mirino della commissione d accesso agli atti inviata dalla prefettura a palazzo Baronale, sono finiti i politici. In particolare, gli assessori e i consiglieri comunali che in cinque anni - a partire dal 2007 a oggi - si sono avvicendanti al fianco del sindaco Ciro Borriello. A presentare formalmente la richiesta di acquisizione di tutti i nomi è stato direttamente il maggiore dei carabinieri Luca Toti, chiamato - insieme al viceprefetto di Biella Claudio Ventrice e all ingegnere Ferdinando Orabona - a fare piena luce sulle presunte «anomalie» denunciate dai vertici regionali e provinciali di Idv, Pd e Sel nella gestione degli appalti da parte dell attuale amministrazione comunale guidata dal leader locale del Pdl. Il comandante della compagnia di Torre Annunziata - accompagnato da un attendente - ha varcato la soglia di palazzo Baronale intorno alle 12.30, in- 12

13 sieme al vice-segretario generale del Comune: il trio ha puntato direttamente la «stanza dei bottoni» di palazzo Baronale, dove lo 007 prefettizio ha presentato le nuove richieste della commissione d accesso. Secondo le prime indiscrezioni - non confermate né smentite dal maggiore dei carabinieri che ha lasciato il Comune senza commentare le ragioni della visita - a finire sotto la lente d ingrandimento del pool di investigatori toccherebbe ai circa 40 assessori che sono passati per la giunta di Ciro Borriello e ai consiglieri comunali, con particolare attenzione agli esponenti della maggioranza. Non solo: la commissione d accesso avrebbe chiesto l acquisizione dei nomi dei componenti del nucleo di valutazione dell ente (dove, in cinque anni, sono transitati diversi parenti «eccellenti» dei fedelissimi del sindaco) e l elenco di tutti i dipendente comunali. Atti che saranno consegnati nei prossimi giorni e che si aggiungono al faldone già in possesso del vice-prefetto Claudio Ventrice & co.: atti relativi alle gare d appalto promosse dal Comune di Torre del Greco e già finite sotto la lente d ingrandimento della commissione d accesso che si è insediata a palazzo Baronale dopo le denunce firmate da Idv, Pd e Sel. A concludere l elenco di fascicoli e informazioni al vaglio della commissione d accesso gli eventuali atti di indirizzo per il controllo dell abusivismo edilizio, l elenco degli appalti dei lavori pubblici di importo superiore a duecentomila euro, il servizio legato ciclo integrato dei rifiuti e l elenco delle sentenze esecutive per l abbattimento delle opere abusive. I controlli sugli appalti «sospetti» e i servizi «a rischio» saranno ultimati entro tre mesi dall insediamento della commissione d accesso, salvo proroghe di massimo tre mesi per ulteriori verifiche. ALBERTO DORTUCCI Deiulemar, varata una nuova nave a Shangai: «E' l'inizio del rilancio» La nave battezzata «Città di Torre del Greco». Sarà riproposta l'idea dell'azionariato Un sorriso dopo due mesi di paura e rabbia. Potrebbe ripartire da Shanghai la risalita della Deiulemar, la compagnia di navigazione di Torre del Greco che tiene con il fiato sospeso famiglie di risparmiatori. È l auspicio del nuovo amministratore unico Roberto Maviglia che ha annunciato il varo proprio a Shanghai della nuova nave di proprietà degli armatori della città del corallo: una nave che non a caso è stata battezzata «Città di Torre del Greco». Una scelta per lanciare un chiaro segnale agli investitori in vista delle future scelte sull azionariato popolare proposto fino a oggi senza grande successo dalla società: «Il rilancio della Deiulemar afferma l avvocato Roberto Maviglia potrebbe partire proprio dal varo della nuova nave, il cui nome prefigura ciò che potrebbe divenire l assetto dell'azionariato: la compagnia di navigazione, appunto, potrebbe divenire una public company con l'azionariato di riferimento radicato sul territorio della Città di Torre del Greco». Una proposta che potrebbe essere rinnovata al termine del censimento (la scadenza è fissata per domani) in corso all hotel Poseidon che consentirà di valutare l esatto ammontare del passivo accumulato dalla Deiulemar nei confronti dei risparmiatori. Metropolis AZZUFFATA SALVEZZA TURRIS OCTAVA RICACCIA DENTRO IL NOCERA Turris Octava - Nocera 4 a 3 Recupero Mors tua, vita mea. Nella battaglia di Torre del Greco la spunta la Turris, che nel ballottaggio salvezza con il Nocera vince di misura e torna a pieno titolo nel mucchio selvaggio di chi lotta per sopravvivere. In avvio, gli ospiti interpretano meglio la partita. I corallini pagano la pressione di dover vincere per forza, e vanno al riposo sul minimo svantaggio. E' Piero Fortino, al 24', a sbloccare il match. Nella ripresa, però, la Turris parte alla grande. Cronometro alla mano, bastano 3' 20'' ai corallini per ribaltare totalmente il match. Catapano, Iorio e ancora Catapano stordiscono il Nocera, che ci mette un po' per rialzarsi. Quando lo fa, non trova la giusta concretezza. Al 15' è Zurolo a siglare il poker biancorosso che sembra archiviare il match. Ma nel finale il Nocera ha un impeto dettato dall'orgoglio: tra il 20' e il 24' Villani e Imperato provano a costruire l'incredibile rimonta. La Turris trema, gravata anche da 5 falli. Nei minuti finali la palla del pareggio è sui piedi di Padovano. Il n.10 molosso, però, dopo essere stato uomo della provvidenza nelle ultime giornate, sbaglia dai dieci metri e chiude di fatto le speranze di rimonta. Finisce 4-3. Per mister Volpe è un sollievo enorme: "Oggi eravamo obbligati a vincere. Ce l'abbiamo fatta con una prestazione ottima, contro una squadra in salute. Tre punti d'oro, che ci permettono di riaprire il discorso salvezza, che sembrava compromesso dopo le sconfitte con Eboli e Calvi Simaldone. Credo però che le percentuali di salvezza diretta siano non più del 15%. Più probabili i play-out, ma fino a quando c'è la possibilità, ci proviamo". Mastica amaro, invece, Filippo Petti. "Peccato, senza quel black out in avvio di secondo tempo, poteva essere un'altra partita. Loro nel primo tempo mi sembravano alle corde, stavamo giocando meglio, ma quel break gli ha ridato grinta e speranza. Nel finale ci abbiamo provato e per un soffio non abbiamo acciuffato un pari che, per come si era messa la partita, poteva essere importante. Non cambia nulla. Sapevamo di dover lottare per la salvezza prima di stasera, lo sappiamo anche adesso. Possiamo tirarci fuori". Antonio Del Vecchio - 13

14 La vicenda sbarca in televisione, su La7 giovedì l approfondimento Deiulemar: Il nodo sono le banche, l analisi di Federconsumatori La Federconsumatori ha incontrato i risparmiatori nell incontro di ieri avvenuto al Teatro dell Arte. Sul caso Deiulemar, che ha messo in ginocchio in pochi mesi l intera economia torrese, è intervenuto Francesco Avallone, vicepresidente nazionale Federconsumatori, il quale non ha esitato nella sua analisi a puntare il dito contro le banche Per capire quello che sta succedendo dobbiamo fare grandi passi indietro e capire chi può restituire questi soldi. Quando si parla di una circolazione così copiosa di denaro, com è avvenuto nel giro di obbligazioni vendute dalla Deiulemar, c è sempre una banca dietro. Dobbiamo sapere che operazioni sono state fatte con le banche scatta dunque il sospetto da parte del vicepresidente di Federconsumatori di una serie di azioni illecite nell ambito finanziario rendendo inevitabile il paragone con il noto crac Parmalat il nodo sono le banche, nel caso Parmalat sono state le banche a pagare, se queste hanno violato le norme e coperto azioni illecite anche nel caso Deiulemar allora possiamo fare passi avanti importanti e riuscire a recuperare il denaro. Resta in cattive acque il colosso torrese e si va indebolendo la speranza di recuperare i risparmi, sorge infatti da parte dei risparmiatori presenti all incontro la richiesta di ottenere almeno gli interessi promessi dalla Deiulemar, ad evidenziare le criticità interviene anche Linda Di Donna della Federconsumatori di Torre del Greco la richiesta da parte dell amministratore delegato Maviglia di un concordato preventivo dice l avvocato - è l anticamera del fallimento Nel tutelare i risparmiatori che hanno investito nella società la Federconsumatori propone la possibilità di formare un comitato che potrà avvalersi gratuitamente del supporto dell associazione. Lunedì 19 marzo sarà possibile recarsi alla sede Federconsumatori che si trova nella Cgil di Via Martiri D Africa per ottenere aggiornamenti e richiedere il supporto legale. La vicenda Deiulemar inoltre sbarca in televisione, ad accogliere le lamentele dei risparmiatori che chiedono di tenere alta l attenzione sulla questione è la trasmissione Piazza Pulita che dedicherà alla crisi Deiulemar un approfondimento in onda giovedì alle 21,10 su La7.Carolina Esposito UNDER 14. BRAVA TORRE, CHE PARTITA Giornata dalle alte temperature quella di domenica 11 marzo. Oltre alle condizioni meteorologiche, c è da segnalare un vero e proprio show della Brava Torre under 14 in terra limitrofa. La partita è con la Fiamma Torrese di Torre Annunziata dove la struttura della squadra di casa ospita l ultima gara della stagione per la formazione di Torre del Greco allenata dal duo Pernice Cuciniello. La Brava Torre parte subito decisa e concentrata, attaccando e difendendo ogni pallone come se fosse l ultimo. Ottima la posizione in campo delle atlete che non sfigurano dinanzi ad un avversario di tutto rispetto. La formazione che scende in campo scelta dal duo della Brava Torre è: Balsamo, Perrotti, Cappa, Carolla, Galatola e Zantino. Iniziativa e gioco sin da subito governato dalla compagine del presidente avv. Balzano Gerardo che in modo cinico e senza sbavature riescono ad aggiudicarsi il primo set senza troppi patemi. Da segnalare la prestazione del capitano Perrotti che assieme alla sua compagna di ruolo Balsamo e alla palleggiatrice Cappa producono diversi attacchi pericolosi che indirizzano l incontro a favore della propria squadra. Il gruppo torrese dei coach Pernice Cuciniello continua la sua ottima prestazione anche nel secondo set dove ancora una volta l unione di squadra e la forza che tutte le atlete concentrano in questa partita portano alla conquista del 2-0. La formazione scesa in campo viene altresì alternata con le altre giocatrici disponibili per la partita odierna, quali Di Donna, Aurilia e Cozzolino che contribuiscono in modo eccellente al raggiungimento del risultato conquistato, assieme al resto del gruppo. Anche il terzo ed ultimo set fila liscio per la Brava Torre che si aggiudica così il match per 3-0. Gli allenatori dichiarano a fine partita: siamo contenti di avere un gruppo così reattivo e con molta forza di volontà. Certo abbiamo lasciato diversi punti per strada ma era da prevedere visto che metà dell organico era composta da ragazzine al loro primo anno di pallavolo. L aver disputato questo campionato Fipav aiuterà il gruppo a crescere in modo esponenziale e porterà al raggiungimento di risultati buoni per il futuro. Adesso continueremo ad allenarci e da subito a pensare alla programmazione per il prossimo campionato. Domenica riparte il girone di ritorno della seconda divisione dove la Brava Torre partirà alla volta di Striano per l incontro con la squadra locale. 14

15 Venerdì 16 CAROBENZINA SU FACEBOOK LA MAPPA DEGLI SCONTI E DEI DISTRIBUTORI PIU CARI TORRE DEL GRECO - Una pagina di Facebook, aggiornata quotidianamente sul prezzo della benzina, con le stazioni di servizio che praticano sconti e segnalare i distributori più cari. Passa attraverso il web la strategia dei torresi per risparmiare sulla spesa di gasolio e diesel : ad un passo dalla cifra record dei 2 euro al litro, gli utenti del social network hanno dichiarato guerra ai rincari selvaggi e promosso su internet una sorta di monitoraggio «fai da te» dei prezzi praticati in città sul carburante Tutte le informazioni sono consultabili alla sezione «Segnaliamo cosa non va nel comune di Torre del Greco», un gruppo fondato da alcuni imprenditori della città che da mesi raccoglie e divulga le segnalazioni dei privati che non riescono a fare valere la propria voce. Già da questa settimana sono on line tutte le principali news: informazioni sui distributori più cari, avvisi sulle pompe che promettono sconti o agevolazioni, perfino gli indirizzi delle stazioni dove il rifornimento è low cost. Con un semplice click e poche righe di testo, gli autori dei post segnalano a tutti gli altri utenti il prezzo del carburante nelle varie stazioni di servizio, annotando sia quello praticato dai gestori più importanti sia quello degli impianti periferici. Inoltre, il prezzo di verde, gasolio e diesel, indicato rigorosamente per litro, viene aggiornato ogni volta che la pompa ritocca il costo. Infine, vengono postati i punti vendita dove si può risparmiare a seconda del pieno fatto in particolari fasce orarie oppure quei distributori dove il self service conviene di più. Dunque, un vero e proprio censimento day by day che punta ad avvisare gli automobilisti e a proteggerli dai rincari dell'ultima ora. Il passaparola, in pochi giorni di iniziativa, ha già dato i primi frutti. Al momento gli iscritti sono quasi 500, tutti molto attivi: gli aggiornamenti sono praticamente quotidiani e spaziano dalla politica al costume, passando ovviamente per la cronaca nera e bianca. «Il nostro gruppo su Facebook - spiegano gli amministratori - è aperto, apartitico e apolitico. Ci prefiggiamo come solo ed unico scopo l'amore per la nostra città: sulla nostra pagina ogni cittadino potrà postare segnalazione di problemi relativi a Torre del Greco, storie di vita vissuta, disagi vari. Ma nello stesso tempo vogliamo anche diffondere messaggi positivi, pubblicando tutto quello che di buono accade nel nostro territorio e che purtroppo non viene sufficientemente pubblicizzato».di Francesca Raspavolo il mattino ECCO IL PIANO PER SALVARE DEIULEMAR Dare ristoro agli obbligazionisti tramite una soluzione mista che prevede in parte il rimborso del capitale e per la maggioranza del credito una conversione delle obbligazioni in azioni trattando tutti i risparmiatori (con in mano certificati regolari o irregolari) allo stesso modo. È questo il piano di salvataggio che verrà proposto ai risparmiatori coinvolti nel crac Deiulemar all'indomani del censimento ormai concluso e dal quale sono emersi poco meno di obbligazionisti con in mano certificati irregolari per un controvalore complessivo superiore ai 600 milioni di euro. La conferma arriva dal nuovo amministratore della società, Roberto Maviglia, che spiega: «La società potrebbe divenire una public company con l'azionariato di riferimento radicato sul territorio di Torre del Greco».Conferma ulteriore di questo progetto arriva dal nome dato alla nuova nave portarinfuse in costruzione presso i cantieri cinesi New Times Shipyard (la cui consegna è prevista entro fine giugno) che doveva originariamente chiamarsi Raffaele Iuliano ed è stata ora ribattezzata Città di Torre del Greco. «Il nome della nave prefigura quello che potrebbe divenire l'assetto dell'azionariato; se l'accordo verrà trovdhryato questa nave, come le altre, di fatto saranno dei risparmiatori» prosegue Maviglia precisando che alcuni acconti dell'unità in costruzione sono già stati versati nei mesi passati mentre il saldo finale verrà pagato grazie a un finanziamento concesso da una banca straniera. Presso lo stesso cantiere c'è anche un'altra nave gemella (da tonnellate di portata) in costruzione per conto di Deiulemar Shipping, frutto di una commessa firmata a inizio 2008 su livelli di prezzo elevati (poco più di 80 milioni di dollari per ogni nave) rispetto al mercato attuale (ordinarle oggi costerebbero circa 50 milioni). Per questa seconda newbuilding pare ci siano in corso trattative con il cantiere per posticiparne la consegna di alcuni mesi. Questo perché la stessa Deiulemar Shipping, seppure presenti conti decisamente migliori rispetto all'altra società di famiglia, pare stia comunque considerando 15

16 l'opportunità di affidarsi a degli advisor legali e finanziari (in pole position ci sarebbero Mediobanca e Rotschild) per uscire da questa fase di mercato in tempesta. Alcune società armatoriali straniere hanno chiesto e ottenuto il sequestro cautelare su almeno una nave di Deiulemar Shipping (la Michele Iualiano) per debiti e noli insoluti da parte di Deiulemar Compagnia di Navigazione. Nel piano che verrà proposto agli obbligazionisti, sia Deiulemar Shipping (proprietaria di 14 navi) che Ledi Shipping (proprietaria di due navi) dovranno diventare due controllate della public company in mano ai risparmiatori. «Oltre a mettere sul piatto come garanzia beni personali e contanti, le nuove generazioni delle famiglie Della Gatta, Iuliano e Lembo si sono impegnate anche a includere nel piano di salvataggio queste due società anche perché diversamente decadrebbe ogni ipotesi di salvataggio» precisa il nuovo amministratore di Deiulemar Compagnia che tiene a sottolineare come, ad esempio nel crac Parmalat, la soluzione di convertire parte delle obbligazioni in azioni abbia dato risultati soddisfacenti di fronte al rischio di perdite maggiori. La parola passa ora ai risparmiatori. Nicola Capuzzo CONSIGLIO COMUNALE ASSISE TRA ACCUSE E BATTIBECCHI Un'assise che si preannunciava infuocata ma che si è tradotta in un'ambigua bolla di sapone. Si è conclusa così, la prima battuta del Consiglio Comunale convocato ieri sera a Palazzo Baronale. Dopo il commosso e sentito ricordo del consigliere Franco Gallo, a cui tutti i presenti hanno partecipato, l'aula consiliare è stata infatti abbandonata da buona parte degli addetti ai lavori ; presenti all'appello, solo i consiglieri Alfonso Ascione(nella foto), Antonio Donadio, Massimo Meo, Valerio Ciavolino, Michele Farinaro, Domenico Brancaccio e Michele Polese. Un gesto annunciato, sussurrato, discusso. Una voce di corridoio che girava già da qualche giorno, colorata ogni volta da dinamiche in bilico tra sfiducia e i- nattese dimissioni. Un comportamento che però ha fatto sicuramente arrabbiare Alfonso Ascione, il quale dai banchi consiliari quasi del tutto vuoti, si è scagliato contro Vittorio Cuciniello: L'opposizione si comporta come la maggioranza; questa è la dimostrazione di un accordo trasversale sottobanco, un accordo di affari. Accuse non da poco, a cui il Vice Presidente del Consiglio Comunale ha risposto voltando fastidiosamente le spalle. Intanto, dai banchi dell'udc (e non solo), qualcuno ha puntato il dito contro Alfonso Ascione. Secondo alcuni, infatti, il Consigliere non avrebbe abbandonato l'aula solo perchè interessato alla sua interrogazione consiliare, dedicata alla critica situazione di Santa Maria La Bruna, di cui era presente (manco a farlo apposta) un'agguerrita delegazione di cittadini. Per chi non ne avesse abbastanza, il secondo tempo di questo movimentato teatrino consiliare, è rinviato a stasera. La torre 1905 DEIULEMAR IL RACCONTO DISTORTO DÌ "PIAZZA PULITA" IN ONDA SU LA 7 Urla, schiamazzi, vite di persone comuni buttate in pasto all audience. Ma nessun fatto concreto. La peggiore informazione possibile passa per una tv nazionale come La7, e finisce per infangare il buon nome di Torre del Greco. Il caso Deiulemar, così come trattato nel corso della trasmissione Piazza Pulita è l emblema della cattiva riuscita di un inchiesta giornalistica. Poco spazio ai fatti, tanto alle dicerie di popolo e alle supposizioni. Nessun vertice chiamato direttamente in causa per dare risposte concrete, tante immagini della disperazione di gente comune che non fa altro che raccontare la propria disgrazia economica. Ed è così che si parte con gli obbligazionisti nelle vesti, sacrosante, delle vittime, e si finisce per etichettarli come evasori fiscali. Il climax si compie senza avere alcuna competenza sul caso. Errori ripetuti in pochi minuti di pseudo notizia. Qualcuno spieghi ai giornalisti di Piazza Pulita che lo stesso Maviglia, ospite a Mezz ora di Torre, ha prontamente smentito un inchiesta di Bankitalia sul caso Deiulemar. Che i vertici parlano, eccome, e lo hanno fatto ai nostri microfoni. E soprattutto che non sono stati i primi a trattare la notizia, ma sicuramente i primi a farlo nel modo sbagliato togliendo addirittura la parola a chi ha il pieno diritto di spiegare, solo per esigenze di pubblicità. Ecco la televisione nazionale, che finge di conoscere le realtà locali, snobba emittenti che da anni vivono il territorio ed hanno in più occasioni riportato il caso, chiamando in causa prima Michele Iuliano, e poi Roberto Maviglia, chiedendo sempre loro chiarimenti certi. E poco importa se le principali testate italiane si rifacessero, i giorni seguenti, al duro lavoro svolto senza neanche citarne la fonte. In tal caso, merito al Corriere del Mezzogiorno per aver riportato in modo trasparente la fonte. Ecco, invece, la famosa La7, non nuova ad errori grossolani, come già capitò nel corso del programma 8emezzo proprio con l'emittente Julie Italia. Ecco la stampa da cui diffidare, per non finire in pasto a giudizi stupidi e facili su un meridione evasore ed ignorante. D altronde Piazza Pulita è una produzione Magnolia, la stessa che produce anche l Isola dei Famosi. Gente, forse, troppo abituata a cercare il picco di share anziché fare informazione. E allora che la lascino fare, la buona informazione, alle emittenti locali. Le uniche che affrontano nel modo giusto casi di così grande crisi sociale. di Salvatore Formisano julie news 16

17 L'avversario di domenica: la Viribus di mister Cioffi... Domenica la Turris ospita la Viribus di Renato Cioffi. Squadra in parte modificata a dicembre nella consueta sessione di mercato, i sommesi non sono però riusciti nell intento di tirarsi fuori dai play out. I rossoblu hanno comunque un organico non importante ma per lo meno decente, visto che nel tribolato girone d andata parevano destinati alla goleada ad ogni partita. Agli ordini di mister Cioffi, richiamato in panca dopo l interregno di Ingenito, il team di Somma Vesuviana presenta elementi importanti soprattutto in attacco dove sono arrivati Sergi(ex Neapolis e Casertana) ed Aurino(ex Cavese). A centrocampo e sulle fasce c è l ex Sant Antonio Abate Tedesco, l ex Turris Solimene, l ex Casertana D Isanto, con Irace(che sostituirà lo squalificato Giovanni Marciano) a fungere da diga in una difesa che ha subito 51 reti, una in meno del fanalino di coda Gaeta(52), che conta sui centrali Carotenuto e Palumbo, con ai lati i giovani Simonetti e Oriente.di Filippo Panariello Torre del Greco. Deiulemar, critiche alla trasmissione "Piazza Pulita" de La7 «La trasmissione su La7 è stata una ripresa televisiva o una ri-presa in giro di una città campana?». Parole di profondo rammarico da parte di Antonio Cardella in riferimento alla puntata di ieri del programma Piazza Pulita, nel quale si è discusso anche della questione Deiulemar. Cardella, rappresentante dell Unione Nazionale dei consumatori di Torre del Greco, è un avvocato, ex arbitro di calcio di serie A, che della moderazione ha fatto uno stile di vita e professionale. E stato tra i primi ad alzare la bandiera a difesa dei risparmiatori traditi dalla Deiulemar nell incresciosa vicenda da che due mesi tiene in ansia numerose famiglie di Torre del Greco e dei comuni limitrofi. L avvocato torrese, giustamente contrariato per come è stata travisata e banalizzata una problematica così importante, spara a zero sulla trasmissione. «E stato relegato a "tappabuchi" il collegamento da Torre del Greco, nell ambito di una trasmissione che, sebbene abbia avuto inizio in "prima serata", ha trattato la vicenda a partire dalle ore 23.30, dedicandovi solo pochi minuti». Eppure, come ha precisato l avvocato dei consumatori di Torre del Greco, le telecamere di La7 sono rimaste quasi un mese nella città corallina con l opportunità di riprendere luoghi, personaggi, incontri istituzionali e, soprattutto, raccogliere storie reali. Invece, assicura, molte interviste registrate nei giorni scorsi non sono andate in onda. La cosa che però ha lasciato sgomenti i torresi, è stata la superficialità con cui è stata trattata la vicenda e l immagine negativa che ne è derivata della popolazione locale. Sorprende che professionisti qualificati della televisione non siano stati in grado (o non hanno voluto) di andare alla radice della problematica che attanaglia la quarta città della Campania per numero di abitanti. In primis, bisognerebbe spiegare a molti che non tutta la provincia di Napoli è Scampia. Torre del Greco, per le fiorenti iniziative economiche (corallo, armatoriali, vivaistica ed antiquariato) può essere invidiata per tenore medio di vita da parecchie città del Lombardo-Veneto. Possiede una fiorente banca locale che è la più presente per sportelli in Campania, insieme al Banco di Napoli, sul circuito finanziario territoriale. Resta inoltre da precisare che le immagini diffuse nel video fanno torto a Torre del Greco ed alle città limitrofe, dove, anche se c è presenza di delinquenza organizzata (come a Milano c è corruzione di politici locali), il tessuto sociale è prevalentemente formato da persone per bene, da onesti lavoratori e professionisti che, in questi giorni, vedono seriamente compromessi i sacrifici di un intera vita. In sostanza, il ceto medio e tanta popolazione moderata non sono scesi in piazza per ritegno. Però di questo elemento i giornalisti de La7 ne avrebbero dovuto dar notizia. Il fatto è che tutto il Sud è servito da Istituzioni che funzionano come i treni, anche se le tasse sono uguali per tutti. Ne deriva che sono mancati i controlli pubblici a tutti i livelli. In questo modo capita che, mentre la crisi Parmalat diventa il centro del dibattito pubblico, del crac della maggiore azienda di navigazione commerciale che opera nel Mezzogiorno un sottosegretario di Governo si trova ad ammettere candidamente di non saperne nulla. «Come responsabili dell Unione Nazionale Consumatori, intervistati da La7 nei giorni precedenti, ma inspiegabilmente lasciati senza parole, ci si chiede perché una vicenda così delicata non è stata trasmessa in prima serata? Come mai le sono stati dedicati pochi minuti e agli ospiti dello studio non è stata illustrata in anticipo la vicenda, in modo da evitare imbarazzati giudizi? Inoltre - si chiede sempre Cardella - perché non sono stati invitati alla trasmissione i responsabili delle Istituzioni di controllo del mercato finanziario (Consob e Banca d Italia)?». Uno sfogo giustificato di un professionista torrese. Tante domande che meriterebbero finalmente risposte plausibili. MARIO CARDONE torresette A TORRE DEL GRECO AGGREDISCONO GLI AGENTI PRESI DOPO UNA ROCAMBOLESCA FUGA NEL TRAFFICO Hanno prima risposto all'alt imposto dagli agenti al loro ciclomotore accelerando, poi sono stati protagonisti di un lungo inseguimento nel quale hanno messo in pericolo l'incolumità di automobilisti e pedoni, infine una volta raggiunti hanno cercato di evitare l'arresto colpendo i poliziotti a calci e pugni. Tutto questo è accaduto a Torre del Greco, dove sono stati arrestati Ciro Magliulo, 25enne già noto alle forze dell'ordine, e Pericle Tormolino, di soli 18 anni: per loro le accuse in concorso sono di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Tutto è cominciato ieri pomeriggio quando i due, a bordo di un motociclo chiesto in prestito ad un amico e privo di copertura assicurativa, sono tran- 17

18 sitati in viale Campania, dove gli agenti del locale commissariato avevano effettuato un posto di controllo. Gli agenti hanno notato l'honda Sh che procedeva a forte velocità e gli hanno imposto l'alt per un controllo: il conducente, Ciro Magliulo, invece di arrestare la marcia ha iniziato a zigzagare, a forte velocità, prima di provare a scappare tra le strade cittadine mettendo in pericolo la sua incolumità, quella dell'altro passeggero ma anche di passanti e automobilisti presenti lungo il percorso. Ne è nato un inseguimento durante il quale Tormolino ha tentato in tutti i modi di coprire con un piede la targa per non permettere agli agenti di segnarla. Dopo circa un chilometro e mezzo, Magliulo - dopo avere più volte ostacolato i poliziotti, ponendosi anche davanti alla volante tanto da farsi tamponare - si è visto costretto ad imboccare una strada sconnessa e senza uscita. Qui i due sono finiti a terra. Magliulo e Tormolino, vistisi raggiunti, per evitare l'arresto si sono scagliati contro gli agenti, colpendoli a calci e pugni, prima di essere bloccati e arrestati con le accuse, in concorso, di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Due agenti sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche con una prognosi di sette giorni Metropolis Sabato 17 BIBLIOSHARE PER L'INAUGURAZIONE LUISA BOSSA DONA 10 COSTITUZIONI Si è tenuta ieri, venerdì 16 marzo, l inaugurazione di Biblio- Share, la nuova biblioteca di Torre del Greco. Il segretario dei Giovani Democratici, Giuseppe Stasio, ha dichiarato in merito Si è deciso di aprire una biblioteca perché riteniamo che in questo momento la cultura sia una priorità per Torre del Greco. La città ha grosse potenzialità, in ambito culturale e pensiamo che esse debbano essere sfruttate sinergicamente per uscire da questo momento difficoltà. E infatti c è stata una buona risposta all iniziativa come spiega Pietro Medio, ideatore della biblioteca. I cittadini torresi i hanno già donato numerosi libri. Siamo pertanto pronti ad offrire un servizio prestito gratuito della durata di un mese. La biblioteca è inoltre un luogo dove realizzeremo numerosi eventi culturali. Per il prossimo mese abbiamo già in programma alcuni eventi che ufficializzeremo a breve sulla nostra pagina FB. Tra i presenti all inaugurazione Claudia Palumbo, autrice di Damned, che ha raccontato la sua esperienza di scrittrice: Ho iniziato a scrivere il libro a 16 anni. Avevo avuto buoni riscontri da case editrici nazionali importanti e quando è arrivata la proposta della Sperling & Kupfer, editrice anche del mio autore preferito (Stephen King), ho capito che era il momento di pubblicare. Consiglio di credere sempre nei propri sogni perché in maniera inaspettata essi possono avverarsi. A chiudere l evento è infine intervenuta l On. Luisa Bossa, che ha donato alla biblioteca 10 Costituzioni. La Costituzione è la nostra bibbia laica - ha dichiarato, quindi ha espresso il suo plauso all iniziativa - I libri rappresentano le nostre riserve per difenderci dall inverno dello spirito. Alcuni parlano di tolleranza 0 bisogna invece lottare affinché ci sia ignoranza 0 Eleonora Colonna POLITICA & LEGALITA IL SINDACO BORRIELLO SFI- DA IL CENTROSINISTRA «Adesso basta: sono disponibile a un confronto pubblico con i miei avversari, a partire proprio dal tema della legalità». A 48 ore dall - ennesima pioggia di veleni arrivata dal centrosinistra, il sindaco Ciro Borriello alza il tiro dello scontro politico con i suoi «nemici» e lancia il guanto della sfida per fare chiarezza «sulla mia azione politica e sul contributo fornito alla città dai miei contestatori».il «no» del gup Elena Conte al rito abbreviato per lo scandalo Abusivopoli - adesso l ex deputato di Forza Italia affronterà la campagna elettorale da imputato per reati contro la pubblica amministrazione - e le successive «pressioni» dei vertici locali (e non) del centrosinistra al ritiro della candidatura per ragioni «etiche e morali», scatenano l immediata risposta del leader locale del Pdl: «Evidentemente - afferma il sindaco - l opposizione non ha argomenti. Mi meraviglio di chi implora il Pdl a non puntare nuovamente su di me: se ho governato male la città, sarà il popolo a decidere e presto loro avrebbero una grande occasione. Sento dire che ho fatto sfracelli, ho portato la camorra, ho devastato Torre del Greco: se così dovesse essere, il popolo mi punirà. Il no del gup non cambia l iter processuale: volevo il rito abbreviato per sgomberare il campo da eventuali nuvole in campagna elettorale, ma proseguirò per la mia strada anche con questa spada di Damocle che pende sulla mia testa. Perché la mia posizione non cambia: innocente ero ieri, innocente sono oggi».con buona pace - il sottinteso del sindaco - dei vari Nello Formisano (Idv), Arturo Scotto (Sel) e Francesco Maria Borrelli (Verdi) che in questi mesi hanno sottolineato i vari passi falsi del leader locale del Pdl: «Qualcuno di questi signori - attacca Ciro Borriello - è stato solo di passaggio a Torre del Greco e non conosce dove si trovi. Altri sono radicati, ma solo perchè ci vivono e stanno in politica già dalla prima re- 18

19 pubblica e hanno rivestito posti di estremo valore. Mi vorrei confrontare con loro sulla questione della legalità, perchè ho avuto la sfortuna di incappare in un incidente di percorso. Sono pronto a un confronto a 360, ma soprattutto sulla legalità: un confronto dove vogliono, in piazza come in televisione. Posso dimostrare in concreto cosa ha fatto il politico Ciro Borriello per Torre del Greco: non tutto è andato a buon fine, ma c è stato l impegno costante e totale. Ora vorrei scoprire cosa hanno fatto i miei avversari per la città».alberto DORTUCCI DEIULEMAR ECCO IL PIANO: SOLO IL 5% CASH 20% OBBLIGAZIONI E 75% AZIONI Cinque per cento cash, 20% in obbligazioni con scadenza 2018 e il resto in azioni della New Company che prenderà il posto della storica Compagnia di Navigazione. E' la proposta operativa a cui stanno lavorando i vertici della Deiulemar per uscire dall'incubo in cui da due mesi sono piombate famiglie di Torre del Greco che hanno puntato sul colosso economico di via Tironi per investire i propri risparmi. Investimenti che, al termine del censimento organizzato all'hotel Poseidon per valutare l'esatta «consistenza» delle cosiddette obbligazioni parallele e- messe dagli armatori della città del corallo, si attestano - esattamente come le stime lasciavano prevedere già a gennaio, quando scoppiò l'incubo crac per la società fondata nel 1967 da Giovanni Della Gatta, Michele Iuliano e Giuseppe Lembo - intorno agli 800 milioni di euro. Una cifra da capogiro che - complici le «resistenze» dei risparmiatori a trasformare tutte le obbligazioni in azioni - ha convinto l'amministratore unico della Deiulemar a valutare nuove ipotesi per uscire dal tunnel della crisi che rischia di spazzare via un'intera città: l'idea resta sempre legata a una New Company, ma con condizioni diverse rispetto alle prime indiscrezione. «Potremmo puntare a garantire immediatamente il 5% in contanti - spiega l'avvocato Roberto Maviglia - in modo da offrire una boccata d'ossigeno agli investitori e mantenere una percentuale intorno al 20% di obbligazioni. La parte restante, invece, dovrebbe essere convertita in azioni della New Company». Una società nuova di zecca formata dalla Deiulemar Compagnia di Navigazione - al momento proprietaria solo della nave inaugurata mercoledì scorso a Shanghai e significativamente battezzata «Città di Torre del Greco» - dove dovrebbero confluire i beni messi a disposizione dalle tre famiglie di soci e le quote societarie della Ledi Shipping e le quote societarie di Sakura Hotel e di Progresso & Futuro la società del Lussemburgo che indirettamente detiene una parte della proprietà di Palazzo d Avalos. «Adesso abbiamo un quadro chiaro - prosegue Roberto Maviglia - dell'esposizione debitoria che, complessivamente, si aggira intorno agli 800 milioni di euro: stiamo lavorando per individuare la soluzione ideale a consentire il proseguo dell'attività armatoriale e a tranquillizzare tutti gli investitori». In pratica, l'erede dello storico «capitano» Michele Iuliano - l'ottantottenne a cui erano intestati gli assegni per l'acquisto delle obbligazioni parallele finite nel mirino di Consob, procura di Torre Annunziata e Bankitalia - avrebbe aperto la caccia a un «fondo esterno» che creda nel rilancio della Deiulemar e nel «risveglio» del mercato dei noli. Un mercato legato a doppio filo al Baltic Dry Index - l'indice dell'andamento dei costi del trasporto marittimo - clamorosamente crollato a partire dal «All'epoca, l'indice si assestava intorno ai punti e oggi è fermo a 700 punti. E' come se l'indice Dow Jones - aveva in diverse occasioni sottolineato il nuovo amministratore unico della Deiulemar - fosse precipitato da a mille: numeri che dovrebbero rendere l'idea della crisi attraversata dal settore negli ultimi quattro anni». Una crisi che rischia di mandare gambe all'aria il principale «marchio» di Torre del Greco (e non solo) e l'economia di un'intera città: un pericolo che i vertici della Compagnia di Navigazione vorrebbero scongiurare con la New Company che, tuttavia, garantirebbe sull'unghia solo il 5% delle somme investite fino a oggi da famiglie della città del corallo. ALBERTO DORTUCCI 19

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese A quella di truffa è arrivata anche quella per corruzione a carico del presidente dell INPGI,

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

La Giustizia Penale a Parma

La Giustizia Penale a Parma La Giustizia Penale a Parma Alessandra Mezzadri Il presente breve contributo ha preso in considerazione i dati statistici relativi all attività svolta dal Tribunale Penale di Parma negli anni 2006-2010.

Dettagli

SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE DALLE INDAGINI ALLA SENTENZA DI PRIMO GRADO

SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE DALLE INDAGINI ALLA SENTENZA DI PRIMO GRADO SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE DALLE INDAGINI ALLA SENTENZA DI PRIMO GRADO SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE: i protagonisti SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE: i protagonisti e tanto altro. SIMULAZIONE DEL

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

LA TUTELA DEI DIRITTI DEI CONSUMATORI ATTIVITA E RISULTATI OTTENUTI NEL 2009 (a cura dell Avv. Antonio Mumolo)

LA TUTELA DEI DIRITTI DEI CONSUMATORI ATTIVITA E RISULTATI OTTENUTI NEL 2009 (a cura dell Avv. Antonio Mumolo) LA TUTELA DEI DIRITTI DEI CONSUMATORI ATTIVITA E RISULTATI OTTENUTI NEL 2009 (a cura dell Avv. Antonio Mumolo) LA TUTELA DEI DIRITTI DEI CONSUMATORI L'Ufficio Legale della Federconsumatori di Bologna,

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 998 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ANGELA NAPOLI Disposizioni per la tutela dei risparmiatori e istituzione del Fondo di garanzia

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà Progetto/azione Il tifoso protagonista della sicurezza Responsabilità Gabinetto del Sindaco Politiche per la Sicurezza Urbana Soggetti coinvolti Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Quando la famiglia raddoppia

Quando la famiglia raddoppia AI PADRI, ALLE MADRI, AI FIGLI Quando la famiglia raddoppia Guida INFORMATIVA alla separazione non più coniugi.. ma sempre genitori a cura di FABIO BARZAGLI NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO www.paternita.info

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle PRESIDENTE. Signor sindaco, la ringraziamo per la presenza. Stiamo completando l inchiesta sulla Calabria.

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE Corso MSTER nno 2000 / 2001 L DIDTTIC DELL DIFES TRE di DVIDE BLLRDINI relatori : prof. prof. Roberto Clagluna Franco Ferrari 1 INDICE : PREMESS 4 LE CRTTERISTICHE DEI DIFENSORI 6 L DIDTTIC. 7 CONCLUSIONI.

Dettagli

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio Luca Masera Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio 1. Per comprendere davvero quello che è successo e sta succedendo a Lampedusa, credo sia utile cercare di inserire tale vicenda all interno del

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

Morte della persona fisica e fallimento della società: le due situazioni non sono assimilabili

Morte della persona fisica e fallimento della società: le due situazioni non sono assimilabili Morte della persona fisica e fallimento della società: le due situazioni non sono assimilabili di Guido Stampanoni Bassi Nota a CASS. PEN., SEZ. V, 19 novembre 2012 (ud. 26 settembre 2012), n. 44824 GRASSI

Dettagli

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Cota: Lamiagiunta nontraballa Èl oradiresistere Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Retroscena «La mia giunta non traballa. Nei m o m e n t i difficili bisogna saper resistere». Roberto Cota,

Dettagli

I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO

I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO Elaborazione e presentazione dei risultati del QUESTIONARIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA PER GLI STUDENTI DELLE CLASSI V PRIMARIA E II A-II B SECONDARIA I GRADO A.S. 2012/2013

Dettagli

ROMA: DONNE E DISABILI, 8 MARZO IN ROSA NEI CIELI

ROMA: DONNE E DISABILI, 8 MARZO IN ROSA NEI CIELI La "Corte di Giustizia degli Ultimi" processa l'egoismo sociale Per l'8 Marzo giuria in rosa al Campidoglio. Iniziativa promossa dal Comitato per le Quote Bianche Donne, disabili e l attore fiorentino

Dettagli

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano TERMINE: 60gg dalla contestazione o dalla notificazione, sia per verbali con sanzioni pecuniarie, sia con aggiunta di sanzioni accessorie SOGGETTI

Dettagli

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE IL PRONOSTICO DI... Per il doppio ex mister di Napoli e Cagliari, il

Dettagli

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1 La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1. Composizione formazioni Le formazioni dovranno essere composte da 3 portieri 8 difensori 8 centrocampisti 6 attaccanti 2. Schieramenti

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 ART. 1 TESSERAMENTO 1. Ogni squadra al momento dell iscrizione dovrà indicare un Referente, che potrà essere anche un partecipante al Torneo, il quale curerà i

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA FIORENTINA - MILAN Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45 Copia Omaggio 191 2015 EFFETTO SOUSA 2 3 Editore: Publialpi sas Direttore Editoriale: Massimo Pieri Direttore responsabile:

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Sono giocatrici solitarie

Sono giocatrici solitarie ArtFamily - Fotolia.com IL SUCCESSO? NON SI PESA, MA SI VIVE Per il 72% delle professioniste coinvolte in un sondaggio di Mopi, è l equilibrio tra vita privata e carriera a misurare il grado di realizzazione

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI Giammatteo Secchi LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Gli operatori sociali in tutela minori si confrontano ogni giorno con situazioni

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale.

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. Difensore: nato a il e residente in,, codice fiscale. Controparti:

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE n. 2057/02 R.G.N.R. 4322/03 R.G. TRIB. a carico di V.S. + 1 (rito ordinario)

PROCEDIMENTO PENALE n. 2057/02 R.G.N.R. 4322/03 R.G. TRIB. a carico di V.S. + 1 (rito ordinario) Giugliano 5, 2001-02 PROCEDIMENTO PENALE n. 2057/02 R.G.N.R. 4322/03 R.G. TRIB. a carico di V.S. + 1 (rito ordinario) 1. Dati identificativi del procedimento. - Numeri di registro:2057/02 R.G.N.R. 4322/03

Dettagli

Fantacalcio Stigranca 2009/10

Fantacalcio Stigranca 2009/10 Fantacalcio Stigranca 2009/10 Art. 1 : Sito internet: WWW.STIGRANCA.TK Il sito è stato creato dall'organizzazione al fine di ottenere la massima trasparenza e tenere aggiornati i partecipanti. Su questo

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951.

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. Lucas D Angelo: Nato a: Rosario (Argentina) Età: 38 anni Carriera: ha giocato per 19 anni nel Jockey

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura MIGRANTI La classe I B incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti Progetto di intercultura Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Prandelli Daniele Cina 2000-2003 Il Giornale di Brescia Cronaca Data: 5 Novembre 2000

RASSEGNA STAMPA Prandelli Daniele Cina 2000-2003 Il Giornale di Brescia Cronaca Data: 5 Novembre 2000 Il Giornale di Brescia Cronaca Data: 5 Novembre 2000 Bresciaoggi-Cronaca Data:5 Novembre 2000 Il Giornale di Brescia Prima pagina Data: 5 Novembre 2000 Il Giornale di Brescia Cronaca Data: 25 Novembre

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

COMUNITA LA CRISALIDE

COMUNITA LA CRISALIDE COMUNITA LA CRISALIDE Via Aquila 144 80143 Napoli Tel. Fax. 081 269834 cell: 335235916 e-mail: ass.margherita@fastwebnet.it sito: www.casafamiglialacrisalide.it LA FALSA DOMANDA Quante volte abbiamo detto,

Dettagli

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali)

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) Martedì 15 febbraio 2011 3 Commissioni riunite I e XII COMMISSIONI RIUNITE I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) S O M M A R I O SEDE REFERENTE: Istituzione

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Nessuno però ha chiesto : come mai?...piuttosto in molti han preferito fare tutto da soli, sia la domanda che le risposte.

Nessuno però ha chiesto : come mai?...piuttosto in molti han preferito fare tutto da soli, sia la domanda che le risposte. Mino Costabile un semplice appassionato con un ruolo istituzionale di Grandi Responsabilità. Amici del motocross Puglia, doverosamente penso di dover fornire delle spiegazioni in merito alle posizioni

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 19 del 11-05-2011

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 19 del 11-05-2011 COMUNE DI PONTE SAN NICOLÒ PROVINCIA DI PADOVA COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 19 del 11-05-2011 Sessione Ordinaria - Seduta Pubblica di Prima Convocazione Oggetto: SURROGA DEL

Dettagli

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati REGOLAMENTO FANTA PLAZET: Ciao a tutti ragazzi! Anche questa edizione è passata più o meno in maniera perfetta Le piccole cosa da sistemare sono state riviste, tipo qualche partecipante furbetto! Quindi

Dettagli

COMUNE di SAN FELICE CIRCEO PROVINCIA di LATINA. RASSEGNA STAMPA 19 aprile 2012

COMUNE di SAN FELICE CIRCEO PROVINCIA di LATINA. RASSEGNA STAMPA 19 aprile 2012 COMUNE di SAN FELICE CIRCEO PROVINCIA di LATINA RASSEGNA STAMPA 19 aprile 2012 Incontri elettorali, calendario molto fitto Mini sindaci e mini presidenti al Circeo Strani lavori notturni nell area del

Dettagli

Abuso sistematico di potere da parte di uno o più ragazzi/e che si rendono autori di prepotenze, ai danni di uno o più compagni di scuola.

Abuso sistematico di potere da parte di uno o più ragazzi/e che si rendono autori di prepotenze, ai danni di uno o più compagni di scuola. Abuso sistematico di potere da parte di uno o più ragazzi/e che si rendono autori di prepotenze, ai danni di uno o più compagni di scuola. Gli attori IL PREVARICATORE LA VITTIMA Caratteristica: prepotenza

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI PERCORSI DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ Anno scolastico 2007/2008 L educazione alla legalità ha trovato spazio nella progettazione della scuola secondaria di

Dettagli

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione n. 61 25 gennaio / 1 febbraio 2013 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Appello dell ANPI per le elezioni del 24 e 25 febbraio Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35.

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35. 1/7 MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 12.35. PRESIDENTE. Buongiorno, avvocato. Lei è stato Presidente del Consorzio CE/3. FRANCESCO CUNDARI,

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO CONFERITA AL VICE SOVRINTENDENTE DELLA POLIZIA DI STATO MICHELE D AMELIO.

PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO CONFERITA AL VICE SOVRINTENDENTE DELLA POLIZIA DI STATO MICHELE D AMELIO. PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO CONFERITA AL VICE SOVRINTENDENTE DELLA POLIZIA DI STATO MICHELE D AMELIO. CONSEGNA IL RICONOSCIMENTO IL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI SALERNO DR. ALFREDO ANZALONE. EVIDENZIANDO

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento 1- La Lega è composta da otto Squadre 2- L Assemblea di Lega comprende tutti gli allenatori 3- La Lega è presieduta dal Presidente, eletto dall Assemblea 4-

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli