I numeri relativi. Il calcolo letterale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I numeri relativi. Il calcolo letterale"

Transcript

1 Indice Il numero unità I numeri relativi VIII Indice L insieme R Gli insiemi Z e Q Confronto di numeri relativi Le operazioni fondamentali in Z e Q 0 L addizione 0 La sottrazione La somma algebrica La moltiplicazione La divisione Potenza e radice quadrata in Z e Q Potenza con esponente positivo Potenza con esponente negativo La radice quadrata Le espressioni in Z e Q Numeri piccoli e ordine di grandezza Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento unità Il calcolo letterale Le espressioni letterali I monomi Le operazioni con i monomi 0 L addizione algebrica 0 La moltiplicazione La divisione La potenza I polinomi Le operazioni con i polinomi L addizione algebrica La moltiplicazione 0 Moltiplicazione di un monomio per un polinomio e viceversa 0 Moltiplicazione di due polinomi 0 La divisione di un polinomio per un monomio Potenza e prodotti notevoli I prodotti notevoli Prodotto della somma di due monomi per la loro differenza

2 Quadrato di un binomio Cubo di un binomio Espressioni e problemi Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento unità Equazioni e disequazioni Identità ed equazioni I principi di equivalenza 00 Primo principio di equivalenza 00 Secondo principio di equivalenza 0 Risoluzione di un equazione di grado 0 Equazioni determinate, indeterminate e impossibili 0 Risoluzione di un equazione di grado Equazione pura Equazione di grado riconducibile a due equazioni di grado Le disequazioni Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento IX Indice unità La risoluzione algebrica dei problemi Problemi ed equazioni 0 Problemi e disequazioni 0 Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento Dati e previsioni unità La statistica Indagini e dati statistici Elaborazione dati continui La frequenza cumulata I numeri indice RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano

3 Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento 0 unità La probabilità X Eventi aleatori composti La probabilità composta La probabilità di eventi indipendenti fra loro La probabilità di eventi dipendenti fra loro 0 La probabilità classica, frequentista e soggettiva Ricorda Esercizi di riepilogo 00 Scheda di autoverifica 0 Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento Indice Relazioni e logica unità La logica matematica Le proposizioni logiche 0 Proposizioni composte e connettivi 0 La congiunzione logica 0 La disgiunzione logica La disgiunzione esclusiva La disgiunzione inclusiva La negazione logica Negare una proposizione composta L implicazione e la deduzione logica La deduzione logica Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento Il pensiero razionale unità Gli insiemi Rivediamo ciò che sappiamo L insieme delle parti 0

4 Il prodotto cartesiano La partizione di un insieme Ricorda Esercizi di riepilogo 0 Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento Relazioni e logica unità Corrispondenze e relazioni Corrispondenza fra insiemi Relazioni in un insieme Proprietà delle relazioni Relazioni di equivalenza e di ordine 0 Relazione di equivalenza 0 Relazione di ordine 0 Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento XI Indice unità 0 La geometria analitica Il piano cartesiano ortogonale Le funzioni y = ax e y = mx p Equazione di una retta passante per un punto e di coeffi ciente angolare assegnato Equazione di una retta passante per due punti Rette parallele e rette perpendicolari 0 La funzione y = a/x 0 La funzione y = ax 0 Ricorda Esercizi di riepilogo Scheda di autoverifica Esercizi di recupero Esercizi di potenziamento Apparati Soluzioni delle Schede di autoverifica Tavole numeriche

5 Il numero unità I numeri relativi Contenuti L insieme R Gli insiemi Z e Q Le operazioni fondamentali in Z e Q Potenza e radice quadrata in Z e Q Le espressioni in Z e Q Numeri piccoli e ordine di grandezza Prerequisiti Conoscere il sistema di numerazione decimale Avere padronanza delle quattro operazioni e dei loro procedimenti di calcolo in N e Q Obiettivi Conoscenze Il concetto di numero relativo Gli insiemi Z, Q ed R I procedimenti di calcolo fra numeri relativi La notazione esponenziale e scientifi ca e l ordine di grandezza dei numeri piccoli Abilità Riconoscere i tipi di numero che formano l insieme R Eseguire le operazioni fondamentali in Z e Q Calcolare la potenza e la radice quadrata in Z e Q Risolvere semplici espressioni in Z e Q Scrivere l ordine di grandezza dei numeri piccoli Materiali di matematica in Mappa interattiva Audioripasso

6 L insieme R L esigenza di avere sempre il quoziente esatto fra due numeri naturali ci ha portato dall insieme N all insieme dei numeri razionali assoluti Q. Sia in N sia in Q, però, non è sempre possibile eseguire la sottrazione. Il numero Per risolvere questo problema, prenderemo in considerazione adesso un nuovo insieme numerico formato da numeri che forse già conosci, perché spesso usati in circostanze familiari. Osserva i due termometri a fianco il primo ci dice che a Milano c è una temperatura di C sopra lo zero e, come sai, lo si indica scrivendo C; il secondo ci dice che a Londra c è una temperatura di C sotto lo zero e lo si indica scrivendo C. Per indicare senza possibilità di confusione la situazione descritta, si ricorre quindi all uso di numeri preceduti dal segno, detti numeri positivi, o dal segno, detti numeri negativi. Tutti i numeri che conosciamo, naturali, razionali o irrazionali, possono essere positivi o negativi. I numeri naturali formano rispettivamente quelli positivi,,,, 0, 00,, l insieme dei numeri interi positivi Z ; quelli negativi,, 0,, 0,,, l insieme dei numeri interi negativi Z. Z e Z formano l insieme dei numeri interi relativi Z Z Z = Z Z. L insieme Z coincide con l insieme N, N = Z, ovvero i numeri naturali coincidono con i numeri interi positivi che, se non c è possibilità di equivoco, si possono scrivere senza il segno davanti =. All insieme Z appartiene anche il numero 0 (zero), al quale non si attribuisce alcun segno. I numeri razionali formano rispettivamente quelli positivi,,,,,,,,, l insieme dei numeri razio- 0 nali positivi Q ; quelli negativi,,,,, 0,,,, l insieme dei numeri razionali negativi Q. Q e Q formano l insieme dei numeri razionali relativi Q Q Q = Q Q. Ovviamente Z Q, Z Q e quindi Z Q. I numeri irrazionali formano rispettivamente quelli positivi,,,, l insieme dei numeri irrazionali posi tivi I ; quelli negativi,,,, l insieme dei numeri irrazionali negativi I. I e I formano l insieme dei numeri irrazionali relativi I I I = I I.

7 Se adesso consideriamo l insieme formato dagli insiemi numerici, Q e I, otteniamo l insieme dei numeri reali relativi, o semplicemente l insieme dei numeri reali, che si indica con R R = Q I Ovviamente Q I = R reali positivi e Q I = R reali negativi. Riassumiamo dicendo che R Q I Z N numeri decimali limitati numeri decimali periodici L insieme dei numeri interi positivi, Z, e l insieme dei numeri interi negativi, Z, costituiscono l insieme dei numeri interi relativi, o semplicemente numeri interi, che si indica con Z Z = Z Z. L insieme dei numeri razionali positivi, Q, e l insieme dei numeri razionali negativi, Q, costituiscono l insieme dei numeri razionali relativi, che si indica con Q Q = Q Q. L insieme dei numeri irrazionali positivi, I, e l insieme dei numeri irrazionali negativi, I, costituiscono l insieme dei numeri irrazionali relativi, che si indica con I I = I I. L insieme formato da Z, Q e I è l insieme dei numeri reali relativi, o semplicemente l insieme dei numeri reali, che si indica con R R = Q I. Possiamo rappresentare l insieme R con il diagramma di Eulero-Venn a fianco N R Z Q I. I numeri relativi Esercizi pag. per riflettere Come dicevamo, i numeri relativi, in particolare i numeri interi relativi, si usano in tante circostanze. Si usano, ad esempio, per indicare 00 epoche a.c. e d.c.... a.c. livello del mare 00 quote sopra e sotto il livello del mare nascita di Cristo o anno zero bilanci in attivo e in passivo... d.c. RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano

8 acciamo il punto verifica le tue conoscenze.. Completa le seguenti affermazioni. Z e Z costituiscono l insieme dei numeri..., che si indica con.... Q e Q costituiscono l insieme dei numeri..., che si indica con.... I e I costituiscono l insieme dei numeri..., che si indica con.... Il numero. Completa. L insieme dei numeri razionali relativi e l insieme dei numeri irrazionali relativi formano l insieme dei..., che si indica con..... Segna il completamento esatto. L insieme N coincide con l insieme Z. l insieme Z. l insieme Z.. Segna il completamento esatto. L insieme dei numeri reali R è uguale a Q I. Z I. Z Q. verifica le tue abilità.. Scrivi quattro numeri appartenenti all insieme Z, quattro appartenenti all insieme Q e quattro appartenenti all insieme I. Z = {; ; ; } Q = {; ; ; } I = {; ; ; }. Vero o falso? Scrivilo accanto a ciascuna relazione. I.. Z.. 0 R.. N.. Z.. Q... Inserisci nel diagramma di Eulero-Venn i seguenti numeri relativi. ; ;, ; ; 0, ; ; ; 0, ; Z N Q I

9 Gli insiemi Z e Q Soffermiamoci sui numeri interi relativi e sui numeri razionali relativi e rappresentiamoli, come abbiamo fatto per i numeri naturali e razionali, sulla retta orientata procedendo in questo modo disegniamo una retta, fissiamo su di essa un punto O e consideriamo le due semirette opposte di origine O, a cui facciamo corrispondere il numero 0 (zero); stabiliamo il verso di percorrenza sulla retta, da O verso destra per i numeri positivi e da O verso sinistra per i numeri negativi; negativi O positivi fissiamo su questa retta l unità di misura e, in base ad essa, avremo le immagini dei numeri A B C O 0 Diremo quindi che, ad esempio, i punti A, B, C, D ed E sono rispettivamente le immagini dei numeri,,, e. D E u. I numeri relativi Esercizi pag. per riflettere E se volessimo rappresentare un numero irrazionale relativo? Osserviamo come procedere per rappresentare, ad esempio, e, ricordando che è la misura dell ipotenusa di un triangolo rettangolo che ha i cateti lunghi u (rispetto ad una certa unità di misura fissata). Disegniamo sulla retta orientata, a partire dallo 0, un triangolo rettangolo di cateti uguali all unità di misura. Utilizzando il compasso, riportiamo quindi l ipotenusa di questo triangolo sulla semiretta positiva per individuare il punto immagine di e sulla semiretta negativa per individuare il punto immagine di. A partire dal triangolo rettangolo disegnato prima possiamo rappresentare anche i numeri e, e o e. Osserva il disegno a fianco. G 0 F E A D B C

10 Osserviamo adesso alcune caratteristiche di questi numeri interi relativi e razionali relativi. Se di un qualsiasi numero relativo, per esempio e, consideriamo solo la parte numerica, senza il segno, abbiamo il modulo o valore assoluto del numero e lo indichiamo in questo modo =, = gg Numeri relativi aventi tutti lo stesso segno (tutti o tutti ) si dicono concordi, numeri aventi segno diverso tra loro si dicono discordi. Quindi e sono concordi; e sonodiscordi. 0 Due numeri relativi discordi ma che hanno lo stesso valore assoluto, per esempio e o e 0, si dicono opposti. 0 Sulla retta orientata avremo Il numero H G F E A B C D, 0 concordi concordi discordi opposti Confronto di numeri relativi Confrontare due numeri relativi significa stabilire se sono uguali o se uno è maggiore dell altro. Per farlo, osserviamo la rappresentazione di alcuni numeri sulla retta orientata 0 e consideriamo che un numero è maggiore di un altro se lo segue secondo l ordine stabilito dal verso di orientamento della retta, cioè fra due numeri relativi è maggiore quello che sta più a destra sulla retta orientata. Ci accorgiamo quindi che andando da 0 verso sinistra il valore diminuisce, andando da 0 verso destra il valore aumenta. 0 verso sinistra il valore diminuisce numeri negativi numeri positivi verso destra il valore aumenta

11 Possiamo allora affermare che qualsiasi numero positivo è maggiore di un qualsiasi numero negativo; fra due numeri discordi, quindi, è sempre maggiore il positivo <, > lo zero è minore di un qualsiasi numero positivo e maggiore di un qualsiasi numero negativo 0 <, 0 >, 0 <, 0 > fra due numeri concordi positivi è maggiore quello che ha maggior valore assoluto >, > fra due numeri concordi negativi è maggiore quello che ha minor valore assoluto >, > Possiamo riassumere dicendo che Un qualsiasi numero positivo è sempre maggiore di un qualsiasi numero negativo a > b. Lo zero è sempre minore di un numero positivo e maggiore di un numero negativo a > 0 > b. Fra due numeri positivi è maggiore quello che ha maggior valore assoluto a > b se a > b a < b se a < b Fra due numeri negativi è maggiore quello che ha minor valore assoluto a > b se a < b a < b se a > b. I numeri relativi Esercizi pag. nella storia L introduzione one dei numeri negativi nell ambito degli studi matematici è stata un impresa alquanto difficile, anche i matematici del passato erano proprio contrari a considerare numeri che erano il risultato di sottrazioni con il sottraendo maggiore del minuendo! I primi matematici a parlarne sono Brahmagupta (00 d.c.), matematico indiano, che nelle sue opere accenna anche alle regole per operare su di essi come numeri veri e propri e Al-Khuwarizmi (IX secolo d.c.), matematico persiano. Si arriva al Rinascimento, gli studi matematici progrediscono, ma i numeri negativi continuano ad essere snobbati. Ne parlano diffusamente il matematico italiano Gerolamo Cardano, che nei suoi scritti definisce però i numeri positivi numeri veri e i numeri negativi numeri finti, e il matematico tedesco Michael Stifel, che li definisce numeri assurdi. Furono i grandi matematici del Seicento (fra i quali gli italiani Galileo, Cavalieri, Viviani, i francesi Cartesio, Fermat, Pascal, l olandese Huygens, gli inglesi Wallis, Newton e il tedesco Gottfried Leibniz) che finalmente li introducono nei loro studi con trattazione completa e dignità pari a quella dei numeri naturali e razionali. Brahmagupta, regola per operare sui numeri negativi. Gerolamo Cardano.

12 acciamo il punto verifica le tue conoscenze.. Completa. La parte numerica di un numero relativo, senza il segno, si chiama..... Completa. Numeri relativi aventi tutti lo stesso segno si dicono.... Numeri relativi aventi segno diverso tra loro si dicono... Due numeri razionali relativi si dicono opposti se.. Completa. Fra due numeri discordi è maggiore il.... Fra due numeri concordi positivi è maggiore.... Il numero Fra due numeri concordi negativi è maggiore.. Lo zero è minore di un numero ed è maggiore di un numero.. verifica le tue abilità. Sulla retta orientata data in ciascuno dei seguenti esercizi rappresenta i numeri assegnati.. ; ; ; ; ;,; ; ;, u O. ; ; ; ; ; u. Indica se le seguenti coppie sono formate da numeri concordi (C), discordi (D) o opposti (O). e e. e, e. e e. 0, e.. e.... Per ciascuno dei seguenti numeri scrivine uno concorde e uno discorde. ; ; ;,; ; 0, O

13 . Scrivi l opposto di ciascuno dei seguenti numeri e rappresentali su una retta orientata. ; ; ; 0, ; ;, ; ;. Completa la tabella a fianco. Coppia Concordi Discordi Opposti ( ;,) ( ; ) ( 0; 0) ( ;...) X ( ;...) X (...; ) X Inserisci il simbolo > o < tra le coppie di numeri relativi date nei seguenti esercizi ; ; ; ,; 0,... 0,.... ; ;... Ordina in senso crescente i gruppi di numeri dati nei seguenti esercizi.. ; ; ; ;,;,;,. ;,;,;,;, ; ;., ; ; 0, ; ; ; ; ;,. I numeri relativi Esercizi pag. Ordina in senso decrescente i gruppi di numeri dati nei seguenti esercizi.. ; ; ; ; ; 0; ; ; 0. ;,;,;,;, ;,;. ;, ; ; ; 0, ;, ;, Completa le seguenti tabelle.. Intero precedente Numero relativo Intero successivo. Intero precedente Numero relativo Intero successivo,,, 0

14 ricorda L insieme dei numeri interi positivi, Z, e l insieme dei numeri interi negativi, Z, costituiscono l insieme dei numeri interi relativi, o semplicemente numeri interi, che si indica con Z Z = Z Z. L insieme dei numeri razionali positivi, Q, e l insieme dei numeri razionali negativi, Q, costituiscono l insieme dei numeri razionali relativi, che si indica con Q Q = Q Q. L insieme dei numeri irrazionali positivi, I, e l insieme dei numeri irrazionali negativi, I, costituiscono l insieme dei numeri irrazionali relativi, che si indica con I I = I I. L insieme formato da Z, Q e I è l insieme dei numeri reali relativi, o semplicemente l insieme dei numeri reali, che si indica con R R = Q I. Un qualsiasi numero positivo è sempre maggiore di un qualsiasi numero negativo a > b. Il numero Lo zero è sempre minore di un numero positivo e maggiore di ogni numero negativo a > 0 > b. Fra due numeri positivi è maggiore quello che ha maggior valore assoluto a > b se a > b; a < b se a < b Fra due numeri negativi è maggiore quello che ha minor valore assoluto a > b se a < b; a < b se a > b La somma di due numeri relativi concordi è un numero concorde a essi e avente per valore assoluto la somma dei valori assoluti. La somma di due numeri relativi discordi è un numero concorde all addendo che ha maggior valore assoluto e avente per valore assoluto la differenza dei valori assoluti. La somma di due numeri relativi opposti è uguale a zero. La differenza fra due numeri relativi si ottiene addizionando al primo l opposto del secondo. Il prodotto di due numeri relativi è un numero che ha per valore assoluto il prodotto dei valori assoluti ed è positivo se i due numeri sono concordi, negativo se sono discordi. Il quoziente di due numeri relativi è un numero che ha per valore assoluto il quoziente dei valori assoluti ed è positivo se i due numeri sono concordi, negativo se sono discordi. La potenza che ha per base un numero relativo è un numero relativo che ha per valore assoluto la potenza del valore assoluto della base; esso è sempre positivo tranne nel caso in cui la base sia negativa e l esponente dispari. La potenza di un numero relativo (diverso da zero) con esponente negativo è il reciproco della potenza con esponente positivo a n =. an

15 esercizi di riepilogo. Completa mettendo al posto dei puntini il segno o.. N. Q. I. R. N,. Q 0,. Q. Z. N. I. R. R. Stabilisci quali delle seguenti relazioni sono vere e quali sono false, segnando rispettivamente la V o la F, e giustifica la risposta. N Z V F N Z V F N0 Z V F Z Z = Z V F Q Q = Q V F Z Q R V F Q I = R V F R R = R V F. Scrivi, quando possibile, due numeri che soddisfino le seguenti indicazioni appartengono a Z ma non a N ; appartengono a Z ma non a Q ;. I numeri relativi Teoria da pag. a pag. appartengono a R ma non a Q ; appartengono a N ma non a Q.. Rappresenta i seguenti numeri sulla retta orientata assegnata. ; ; ; ; ; ; ; ; ; u O Scrivi quali numeri sono rappresentati nelle rette orientate date nei seguenti esercizi.. u B D E O A C. u A B C O D E

16 esercizi di riepilogo. u. F G H O I L M u N P Q O R S T U Srivi il numero intero relativo più grande possibile che soddisfa le disuguaglianze date nei seguenti esercizi..... < ;... < 0,;... <,; 0, >...;, > < ;... < ;... < ; >...; >... Scrivi il numero intero relativo più piccolo possibile che soddisfa le disuguaglianze date nei seguenti esercizi. Il numero. <...; <...;, <...;... > ;... >,. <...; <...; < Nei seguenti esercizi completa quanto richiesto....;... > ;... >. La temperatura di una certa località è C. A che temperatura si arriva se sale di C...; poi scende di C...; scende ancora di C...; risale di C..... La temperatura di una certa località per passare da C a C è salita di... C; per passare da C a C è salita di... C; per passare da C a C è scesa di... C; per passare da C a C è scesa di... C.. Il signor Giulio, in possesso di un assegno di 00 euro, estingue due debiti di 00 euro ciascuno e successivamente, avendo incassato 00 euro, emette un assegno di 000 euro. Alla fine si trova in attivo o in passivo? E di quanto?. Al gennaio dell anno scorso la popolazione di un paese era di 000 persone. Nel corso dell anno sono morte 0 persone e ne sono nate 0; contemporaneamente ne sono emigrate e rimpatriate 0. Qual era la popolazione al dicembre? Esprimi la variazione subita. [ ; ]

17 . Completa la seguente tabella. Anno di nascita 0 a.c. 0 a.c. a.c. a.c. Anno di morte d.c. d.c. 0 d.c. d.c. Anni di vita 0. La valutazione di un test prevede punti per ogni risposta esatta, punto per ogni risposta sbagliata e 0 punti per ogni risposta non data. Sapendo che il test richiede 0 risposte, completa le seguenti affermazioni. Il massimo punteggio ottenibile è Risposte Esatte Sbagliate Non date. Il minimo è. Il punteggio riportato da Sandra, Aldo, Franco e Luisa, i cui risultati sono dati nella tabella a fianco, è rispettivamente Sandra... Aldo... Franco... Luisa... Sandra Aldo Franco Luisa 0 0. Il grafico sotto descrive la variazione della popolazione di una città nel decennio I numeri relativi Teoria da pag. a pag Se nel la popolazione era di persone il numero di abitanti nel 00 era..., nel 00 era..., nel 00 era.; la variazione della popolazione registrata dal 000 al 00 è stata di... e dal 00 al 00 di...; l intervallo di anni consecutivi in cui si è avuto il massimo incremento....

18 esercizi di riepilogo 0. Il resoconto di un azienda a fine anno è dato dal grafico a fianco. Alla data 0 giugno, il saldo era di... Il saldo a fine anno è di.. attivo 000 passivo Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre 0 Il numero Scrivi al posto dei puntini il numero intero relativo che rende vere le uguaglianze date.. ( ) (.) = ; ( ) (.) =. ( ) (.) = ; ( ) (.) =. (.) ( ) = ; (.) ( ) =. (.) ( ) = ; (.) ( ) = 0 Scrivi al posto dei puntini due numeri interi relativi concordi che rendono vere le uguaglianze date.. (.) (.) =. (.) (.) = (.) (.) = (.) (.) =. (.) (.) = (.) (.) = 0. (.) (.) = (.) (.) = Scrivi al posto dei puntini due numeri interi relativi discordi che rendono vere le uguaglianze date.. (.) (.) =. (.) (.) = (.) (.) = (.) (.) = 0. (.) (.) = 0 (.) (.) =. (.) (.) = (.) (.) = Completa, dove possibile, le uguaglianze date nei seguenti esercizi scrivendo al posto dei puntini l opportuno numero relativo..... = 0;... =.... = ;... =.... = 0;... =.... = ;... =

19 .... = 0; = ;... =.... = ;... = ;... = Completa le seguenti tabelle.. a b c a b a c b c a b c (a b) (b c). a b c a b a c b c a b c (a b) (b c). I numeri relativi Teoria da pag. a pag.. a b c a b a c (a b) c b (a c) (a b) (b c). a b c a b a c (a b) c b (a c) (a b) (b c)

20 esercizi di riepilogo. Esponente Base 0. Esponente Base 0 / / Il numero / /. Esponente Base / / Traduci ciascuno dei seguenti diagrammi ad albero in espressioni e calcolane il valore.... [] 0

21 . I numeri relativi Teoria da pag. a pag. Calcola il valore delle seguenti espressioni sostituendo alle lettere i valori indicati.. (a b) (b a) c con a =, b =, c = [ ]. [a (b c)] b c con a =, b =, c = [ ]. [ a (b c)] (b c) con a b c = b = c,, b. [(a b) (a b)] con a b =,. a b b a c a b con a b c = c b =,, b. a b c c ( ) a b c c con a b c = =,, b [ ] Calcola il valore delle seguenti espressioni [ ]

22 e sercizi di riepilogo Il numero ( ). 0. [ ] ( ) 0 [ ]. 0. 0

23 . I numeri relativi Teoria da pag. a pag. 0. ( ) ) []. 0 [ ]. [ ]

24 scheda di autoverifica. I numeri relativi Nome. Cognome. Classe. Completa le seguenti affermazioni. a. Si chiama modulo di un numero relativo. b. Si dicono concordi i numeri relativi aventi.. c. Si dicono discordi i numeri relativi aventi... d. Si dicono opposti due numeri relativi.. Vero o falso? Scrivilo accanto a ciascuna relazione. a. a > b... b. a > 0 > b... c. Se a > b, allora a < b... d. Se a < b, allora a < b... e. Se a < b, allora a < b... f. Se a > b, allora a < b.... Stabilisci, scrivendolo al posto dei puntini, se le seguenti affermazioni sono esatte o sbagliate. a. La potenza di un numero relativo è un numero che ha per valore assoluto la potenza del valore assoluto della base ed è sempre positiva tranne nel caso in cui l esponente sia dispari.... b. La potenza di un numero relativo (diverso da zero) con esponente negativo è il reciproco della potenza con esponente positivo.... c. La radice quadrata di è ±..... Esprimi con un numero relativo a. 00 euro di debito.; b. C sopra lo zero.; c. 0 m sotto il livello del mare... Completa con i termini concordi, discordi o opposti. a. e sono... c. e sono... b. e sono... d. e sono.... Esegui le seguenti addizioni. a. = b. =......

25 scheda di autoverifica. Esegui le seguenti sottrazioni. a. = b. 0 =. Esegui le seguenti moltiplicazioni. a. = b. = Esegui le seguenti divisioni. a. = b.... = Calcola il valore della seguente espressione. 0 Assegnati punto per ogni risposta esatta e punti per l espressione risolta. Punteggio conseguito / Se il tuo punteggio è inferiore a, svolgi gli esercizi di recupero, altrimenti passa agli esercizi di potenziamento che trovi in fondo al volume.

26 Esercizi di recupero Una consistente serie di esercizi, unità per unità, fi nalizzati al recupero delle nozioni matematiche acquisite. La gradualità delle diffi coltà e i numerosi esercizi guidati consentono un agevole percorso di apprendimento. Esercizi di potenziamento Una consistente serie di esercizi, unità per unità, fi nalizzati al potenziamento delle nozioni matematiche acquisite e completati da esercizi tratti, in gran parte, dalle Olimpiadi della Matematica.

27 esercizi di recupero unità I numeri relativi i. Per ciascun numero dato scrivi un numero concorde, un numero discorde e il numero opposto. concorde... concorde..., concorde... discorde... discorde... discorde... opposto... opposto... opposto... Esegui le addizioni date nei seguenti esercizi (osserva l esempio e segui la traccia dei primi esercizi).. = = =. = =. =. = = =. =.. =.. =... Il numero. =.. =.. =... Esegui le sottrazioni date nei seguenti esercizi (osserva l esempio e segui la traccia dei primi esercizi).. = = =. = = =. = = = =.. =.. =... 0 =.. =.. =...

28 Calcola le somme algebriche date nei seguenti esercizi (osserva l esempio).. = = = =. =. =.. = =. =.. = ( ). =. =.. =... =. =.. =... 0 Esegui le moltiplicazioni date nei seguenti esercizi.. = = ; 0. =. = = = Esegui le divisioni date nei seguenti esercizi.. 0 =. = =. =... ; ; 0 Ricorda che per dà per dà per dà per dà =... =... [ ] =... =... =... =... =... =... Ricorda che diviso dà diviso dà diviso dà diviso dà. I numeri relativi Teoria da pag. a pag. RCS Libri S.p.A. - Divisione Education, Milano

29 0 Il numero Esercizi di recupero. =. =.. = =. =.. =.... =. =.. =.... =. =.. = =. =.. =... Calcola le seguenti potenze.. =. =.. =. =.. = = = =. =. =.. =.... =. =.. = =. =.. =... Calcola il valore delle seguenti espressioni (nelle prime segui la traccia).. = = = = = = = =.....

30 . I numeri relativi Teoria da pag. a pag.. = = = = = = = = [ ]. 0 0 [ ] [ ]...

31 I numeri relativi unità esercizi di potenziamento Il numero Calcola il valore delle seguenti espressioni... ( ) ) [ ]. ( ) 0 0. [ ] [0]

32 . I numeri relativi Teoria da pag. a pag [± ] ±. ±. [± ]. [± ]. Quanto fa? a. 0 b. c. d. e. (Olimpiadi della Matematica, Brasile, 00). Calcola il risultato dell espressione. (Olimpiadi della Matematica, Brasile, 00) In gara I

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

B9. Equazioni di grado superiore al secondo

B9. Equazioni di grado superiore al secondo B9. Equazioni di grado superiore al secondo Le equazioni di terzo grado hanno una, due o tre soluzioni, risolvibili algebricamente con formule molto più complesse di quelle dell equazione di secondo grado.

Dettagli

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale Radicali 1. Radice n-esima Terminologia Il simbolo è detto radicale. Il numero è detto radicando. Il numero è detto indice del radicale. Il numero è detto coefficiente del radicale. Definizione Sia un

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE")

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC DERIVE) F U N Z I O N I E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE") I N D I C E Funzioni...pag. 2 Funzioni del tipo = Kx... 4 Funzioni crescenti e decrescenti...10

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI I numeri naturali I numeri interi I numeri razionali Teoria degli insiemi (cenni) ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 L insieme N dei numeri naturali 4 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

Esponenziali elogaritmi

Esponenziali elogaritmi Esponenziali elogaritmi Potenze ad esponente reale Ricordiamo che per un qualsiasi numero razionale m n prendere n>0) si pone a m n = n a m (in cui si può sempre a patto che a sia un numero reale positivo.

Dettagli

ESERCIZI SVOLTI Ricerca del dominio di funzioni razionali fratte e irrazionali. www.vincenzoscudero.it novembre 2009

ESERCIZI SVOLTI Ricerca del dominio di funzioni razionali fratte e irrazionali. www.vincenzoscudero.it novembre 2009 ESERCIZI SVOLTI Ricerca del dominio di funzioni razionali fratte e irrazionali v.scudero www.vincenzoscudero.it novembre 009 1 1 Funzioni algebriche fratte 1.1 Esercizio svolto y = x 1 x 11x + 10 (generalizzazione)

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI Le disequazioni fratte Le disequazioni di secondo grado I sistemi di disequazioni Alessandro Bocconi Indice 1 Le disequazioni non lineari 2 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA LA NOTAZIONE SCIENTIFICA Definizioni Ricordiamo, a proposito delle potenze del, che = =.000 =.000.000.000.000 ovvero n è uguale ad seguito da n zeri. Nel caso di potenze con esponente negativo ricordiamo

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

LE FUNZIONI MATEMATICHE

LE FUNZIONI MATEMATICHE ALGEBRA LE FUNZIONI MATEMATICHE E IL PIANO CARTESIANO PREREQUISITI l l l l l conoscere il concetto di insieme conoscere il concetto di relazione disporre i dati in una tabella rappresentare i dati mediante

Dettagli

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma.

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma. Addizione: PROPRIETA' COMMUTATIVA Cambiando l'ordine degli addendi la somma non cambia. 1) a + b = b + a PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le funzioni nel discreto 3 1.1 Le funzioni nel discreto.................................. 3 1.1.1 La rappresentazione grafica............................

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni.

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni. MATEMATICA. Sistemi lineari in due equazioni due incognite. Date due equazioni lineari nelle due incognite x, y come ad esempio { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un

Dettagli

Geometria nel piano complesso

Geometria nel piano complesso Geometria nel piano complesso Giorgio Ottaviani Contents Un introduzione formale del piano complesso 2 Il teorema di Napoleone 5 L inversione circolare 6 4 Le trasformazioni di Möbius 7 5 Il birapporto

Dettagli

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE COSA SONO LE FUNZIONI Dati due sottoinsiemi A e B non vuoti di R, una FUNZIONE da A a B è una relazione che associa ad ogni numero reale

Dettagli

Lezioni di Matematica 1 - I modulo

Lezioni di Matematica 1 - I modulo Lezioni di Matematica 1 - I modulo Luciano Battaia 16 ottobre 2008 Luciano Battaia - http://www.batmath.it Matematica 1 - I modulo. Lezione del 16/10/2008 1 / 13 L introduzione dei numeri reali si può

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

Numeri reali. Funzioni e loro grafici

Numeri reali. Funzioni e loro grafici Argomento Numeri reali. Funzioni e loro grafici Parte B - Funzioni e loro grafici Funzioni reali di variabile reale Definizioni. Supponiamo che A sia un sottoinsieme di R e che esista una legge che ad

Dettagli

Metodi risolutivi per le disequazioni algebriche

Metodi risolutivi per le disequazioni algebriche Metodi risolutivi per le disequazioni algebriche v.scudero Una disequazioni algebrica si presenta in una delle quattro forme seguenti: () P( () P( (3) P( () P( essendo P( un polinomio in. Noi studieremo

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA.

ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA. ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA. Prerequisiti I radicali Risoluzione di sistemi di equazioni di primo e secondo grado. Classificazione e dominio delle funzioni algebriche Obiettivi minimi Saper

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE. Prerequisiti e sviluppi universitari G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R.

LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE. Prerequisiti e sviluppi universitari G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R. LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE Prerequisiti e sviluppi universitari a cura di G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R. ZAN Unione Matematica Italiana 2006 Ho continuato

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

2 Rappresentazioni grafiche

2 Rappresentazioni grafiche asi di matematica per la MPT 2 Rappresentazioni grafiche I numeri possono essere rappresentati utilizzando i seguenti metodi: la retta dei numeri; gli insiemi. 2.1 La retta numerica Domanda introduttiva

Dettagli

MATEMATICA. I numeri relativi. I numeri relativi. il testo:

MATEMATICA. I numeri relativi. I numeri relativi. il testo: 01 sono i numeri che hanno davanti il segno + o il segno -. li usano quando devi far capire se un numero sta sopra o sotto dello zero. Se dico che la temperatura è di 30 gradi per te è sicuramente difficile

Dettagli

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem)

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Raccolta di Esercizi di Matematica Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Contenuti: 8-1. L ordine Algebrico delle Operazioni 8-2. Problemi sulle Percentuali 8-3. Le Forme Standard e Point-Slope

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito

Dettagli

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE Sia I un intervallo di R e siano a = inf(i) R { } e b = sup(i) R {+ }; i punti di I diversi dagli estremi a e b, ( e quindi appartenenti all intervallo aperto

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano I NUMERI DECIMALI che cosa sono, come si rappresentano NUMERI NATURALI per contare bastano i numeri naturali N i numeri naturali cominciano con il numero uno e vanno avanti con la regola del +1 fino all

Dettagli

IV-1 Funzioni reali di più variabili

IV-1 Funzioni reali di più variabili IV- FUNZIONI REALI DI PIÙ VARIABILI INSIEMI IN R N IV- Funzioni reali di più variabili Indice Insiemi in R n. Simmetrie degli insiemi............................................ 4 2 Funzioni da R n a R

Dettagli

I Numeri Complessi. Si verifica facilmente che, per l operazione di somma in definita dalla (1), valgono le seguenti

I Numeri Complessi. Si verifica facilmente che, per l operazione di somma in definita dalla (1), valgono le seguenti Y T T I Numeri Complessi Operazioni di somma e prodotto su Consideriamo, insieme delle coppie ordinate di numeri reali, per cui si ha!"# $&% '( e )("+* Introduciamo in tale insieme una operazione di somma,/0"#123045"#

Dettagli

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4.0. Esponenziale. Nella prima sezione abbiamo definito le potenze con esponente reale. Vediamo ora in dettaglio le proprietà della funzione esponenziale a,

Dettagli

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Archimede ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. Sia ABCD un quadrato di

Dettagli

Analisi Matematica di circuiti elettrici

Analisi Matematica di circuiti elettrici Analisi Matematica di circuiti elettrici Eserciziario A cura del Prof. Marco Chirizzi 2011/2012 Cap.5 Numeri complessi 5.1 Definizione di numero complesso Si definisce numero complesso un numero scritto

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π PROBLEMA Il triangolo rettangolo ABC ha l ipotenusa AB = a e l angolo CAB =. a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio, l arco di circonferenza di estremi P e Q rispettivamente

Dettagli

1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione.

1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione. 1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione. 1.1. Intorni circolari. Assumiamo come distanza di due numeri reali x e y il numero non negativo x y (che, come sappiamo, esprime la distanza tra i punti

Dettagli

ESTRAZIONE DI RADICE

ESTRAZIONE DI RADICE ESTRAZIONE DI RADICE La radice è l operazione inversa dell elevamento a potenza. L esponente della potenza è l indice della radice che può essere: quadrata (); cubica (); quarta (4); ecc. La base della

Dettagli

Frazioni e numeri razionali

Frazioni e numeri razionali Frazioni e numeri razionali I numeri naturali sono i primi numeri che hai incontrato, quando hai cominciato a contare con le dita. Ma vuoi eseguire tutte le sottrazioni. E allora hai bisogno dei numeri

Dettagli

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Sequenza dei passi Classificazione In pratica Classifica il tipo di funzione: Funzione razionale: intera / fratta Funzione irrazionale: intera

Dettagli

Teoria degli insiemi

Teoria degli insiemi Teoria degli insiemi pag 1 Easy Matematica di dolfo Scimone Teoria degli insiemi Il concetto di insieme si assume come primitivo, cioè non riconducibile a concetti precedentemente definiti. Sinonimi di

Dettagli

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO Così come avviene per i numeri ( 180 = 5 ), la scomposizione in fattori di un polinomio è la trasformazione di un polinomio in un prodotto di più polinomi irriducibili

Dettagli

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO APPUNTI PER IL CORSO DI ANALISI MATEMATICA I G. MAUCERI Indice 1. Introduzione 1 2. La funzione esponenziale 2 3. Il numero e di Nepero 9 4. L irrazionalità di e

Dettagli

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d.

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d. 1) Il valore di 5 10 20 è: a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 2) Il valore del rapporto (2,8 10-4 ) / (6,4 10 2 ) è: a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori 3) La quantità

Dettagli

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks"

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: TIMSS 2007 Assessment Frameworks Capitolo Uno TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks" a cura di Anna Maria Caputo, Cristiano Zicchi Copyright 2005 IEA International Association for

Dettagli

Esercizi svolti sui numeri complessi

Esercizi svolti sui numeri complessi Francesco Daddi - ottobre 009 Esercizio 1 Risolvere l equazione z 1 + i = 1. Soluzione. Moltiplichiamo entrambi i membri per 1 + i in definitiva la soluzione è z 1 + i 1 + i = 1 1 + i z = 1 1 i. : z =

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

Elementi di teoria degli insiemi

Elementi di teoria degli insiemi Elementi di teoria degli insiemi 1 Insiemi e loro elementi 11 Sottoinsiemi Insieme vuoto Abbiamo già osservato che ogni numero naturale è anche razionale assoluto o, in altre parole, che l insieme dei

Dettagli

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata libera e vincolata Generalità. Limiti e continuità per funzioni di 2 o Piano tangente. Derivate successive Formula di Taylor libera vincolata Lo ordinario è in corrispondenza biunivoca con i vettori di

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

I numeri reali. Note per il corso di Analisi Matematica 1. G. Mauceri. a.a. 2003-04

I numeri reali. Note per il corso di Analisi Matematica 1. G. Mauceri. a.a. 2003-04 I numeri reali Note per il corso di Analisi Matematica 1 G. Mauceri a.a. 2003-04 2 I numeri reali Contents 1 Introduzione 3 2 Gli assiomi di campo 3 3 Gli assiomi dell ordine 4 4 Valore assoluto 5 5 I

Dettagli

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA DEFINIZIONE: Dato un numero reale a che sia a > 0 e a si definisce funzione esponenziale f(x) = a x la relazione che ad ogni valore di x associa uno e un solo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE Quando si studia una funzione! " #$%&' (funzione reale di variabile reale) è fondamentale conoscere il segno, in altre parole sapere per quali valori di &( #$%&'$è positiva,

Dettagli

Le trasformazioni geometriche

Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni affini del piano o affinità Le similitudini Le isometrie Le traslazioni Le rotazioni Le simmetrie assiale e centrale Le omotetie

Dettagli

Formule trigonometriche

Formule trigonometriche Formule trigonometriche C. Enrico F. Bonaldi 1 Formule trigonometriche In trigonometria esistono delle formule fondamentali che permettono di calcolare le funzioni goniometriche della somma di due angoli

Dettagli

I numeri. Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri?

I numeri. Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri? I numeri Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri? Come ti sarai reso conto, i numeri occupano un ruolo importante nella tua vita: dai numeri che esprimono il prezzo degli oggetti venduti in un

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

A.1 Definizione e rappresentazione di un numero complesso

A.1 Definizione e rappresentazione di un numero complesso 441 APPENDICE A4 NUMERI COMPLESSI A.1 Definizione e rappresentazione di un numero complesso Si riepilogano i concetti e le operazioni elementari relativi ai numeri complessi. Sia z un numero complesso;

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli. Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it

Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli. Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it 3 4 5 Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it Qualche osservazione preliminare sul Teorema di Pitagora e le terne

Dettagli

Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 2014

Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 2014 Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 14 Problema 1 Punto a) Osserviamo che g (x) = f(x) e pertanto g () = f() = in quanto Γ è tangente all asse delle ascisse,

Dettagli

Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale

Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale Liceo G. B. Vico - Napoli Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale Prof. Giuseppe Caputo Premetto due teoremi come prerequisiti necessari per la comprensione di quanto verrà esposto

Dettagli

Appunti di Analisi Matematica 1. Docente:Fabio Camilli. SAPIENZA, Università di Roma A.A. 2014/15. http://www.dmmm.uniroma1.it/~fabio.

Appunti di Analisi Matematica 1. Docente:Fabio Camilli. SAPIENZA, Università di Roma A.A. 2014/15. http://www.dmmm.uniroma1.it/~fabio. Appunti di Analisi Matematica Docente:Fabio Camilli SAPIENZA, Università di Roma A.A. 4/5 http://www.dmmm.uniroma.it/~fabio.camilli/ (Versione del 9 luglio 5) Note scritte in collaborazione con il prof.

Dettagli

SEGNO DELLA FUNZIONE. Anche in questo caso, per lo studio del segno della funzione, occorre risolvere la disequazione: y > 0 Ne segue:

SEGNO DELLA FUNZIONE. Anche in questo caso, per lo studio del segno della funzione, occorre risolvere la disequazione: y > 0 Ne segue: CAMPO DI ESISTENZA. Poiché la funzione data è una razionale fratta, essa risulta definita su tutto l asse reale tranne che nei punti in cui il denominatore della frazione si annulla, cioè: C.E. { R: 0}

Dettagli

Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor

Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor Marco Robutti October 13, 2014 Lo sviluppo in serie di Taylor di una funzione è uno strumento matematico davvero molto utile, e viene spesso utilizzato in

Dettagli

FUNZIONI CONVESSE. + e x 0

FUNZIONI CONVESSE. + e x 0 FUNZIONI CONVESSE Sia I un intervallo aperto di R (limitato o illimitato) e sia f(x) una funzione definita in I. Dato x 0 I, la retta r passante per il punto P 0 (x 0, f(x 0 )) di equazione y = f(x 0 )

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

Limiti e forme indeterminate

Limiti e forme indeterminate Limiti e forme indeterminate Edizioni H ALPHA LORENZO ROI c Edizioni H ALPHA. Ottobre 04. H L immagine frattale di copertina rappresenta un particolare dell insieme di Mandelbrot centrato nel punto.5378303507,

Dettagli

CS. Cinematica dei sistemi

CS. Cinematica dei sistemi CS. Cinematica dei sistemi Dopo aver esaminato la cinematica del punto e del corpo rigido, che sono gli schemi più semplificati con cui si possa rappresentare un corpo, ci occupiamo ora dei sistemi vincolati.

Dettagli

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una NUMERI INTERI E NUMERI DECIMALI Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una cassetta sono contenuti 45 penne e che una lamiera misura 1,35 m. dl lunghezza,

Dettagli

NUMERI COMPLESSI. Esercizi svolti., e) i 34, f) i 7. 10 i

NUMERI COMPLESSI. Esercizi svolti., e) i 34, f) i 7. 10 i NUMERI COMPLESSI Esercizi svolti 1. Calcolare le seguenti potenze di i: a) i, b) i, c) i 4, d) 1 i, e) i 4, f) i 7. Semplificare le seguenti espressioni: a) ( i) i(1 ( 1 i), b) ( + i)( i) 5 + 1 ) 10 i,

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

ESEMPIO 1: eseguire il complemento a 10 di 765

ESEMPIO 1: eseguire il complemento a 10 di 765 COMPLEMENTO A 10 DI UN NUMERO DECIMALE Sia dato un numero N 10 in base 10 di n cifre. Il complemento a 10 di tale numero (N ) si ottiene sottraendo il numero stesso a 10 n. ESEMPIO 1: eseguire il complemento

Dettagli

Appunti e generalità sulle funzioni reali di variabili reali.

Appunti e generalità sulle funzioni reali di variabili reali. Appunti e generalità sulle funzioni reali di variabili reali. Premessa Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire solamente i concetti

Dettagli

Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme

Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme 1. L insieme R. Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme R = R {, + }, detto anche retta reale estesa, che si ottiene aggiungendo all insieme dei numeri reali R

Dettagli

IL PENSIERO MATEMATICO

IL PENSIERO MATEMATICO Claudio Bernardi Lodovico Cateni Roberto ortini Silvio Maracchia Giovanni Olivieri erruccio Rohr IL PENSIERO MATEMATICO OLUME 1 Algebra Statistica Geometria IL PENSIERO MATEMATICO cindice ALGEBRA UNITÀ

Dettagli