GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO"

Transcript

1 GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO LA GESTIONE DEL CONTO CORRENTE PER TUTTI manuale prima parte pag. 1

2 Introduzione Euroconto 2005 è frutto di una esperienza decennale nello sviluppo di software per la gestione dei conti correnti bancari. Esso può essere utilizzato anche per uso domestico ma è stato pensato per le aziende che hanno necessità di monitorare, continuamente, la situazione bancaria, sia dal punto di vista delle giacenze, sia per quello dei costi di gestione. Dispone di innumerevoli funzioni che permettono di utilizzarlo secondo le proprie necessità, senza, però, inficiarne la semplicità d utilizzo. Unico nel suo genere, gestisce i carnet degli assegni, per una più facile gestione degli assegni emessi, preciso nella generazione del conto scalare e del calcolo degli interessi, con funzioni adeguate alla maggiore tipologia di condizioni riscontrabili. La possibilità di lavorare con diverse valute lo rende adatto a quanti hanno rapporti con l estero o dispongono di conti in altri paesi e vogliono disporre di un programma che permette di tenere i conti nelle varie divise monetarie. Caratteristiche principali - grafica rinnovata ma non stravolta - intestazione del conto - numero di conti gestibili illimitato - stampa dei movimenti in orizzontale o verticale - ordinamento dei dati ascendente o discendente nella maschera gestione movimenti - possibilità di elencare solo i movimenti non sospesi nell elenco movimenti - ricerca dell'editor di testo per le stampe esterne facilitato - immissione automatica del conto a aperto come preferito all'avvio - indicazione del numero delle righe per la stampa - manutenzione carnet - funzione "vedi appunti per controllare i movimenti in memoria per il copia ed incolla" - gestione dei carnet e dei relativi assegni - gestione valute estere con conversione immediata - gestione delle rate con richiamo automatico alla scadenza - generazione del conto scalare - calcolo degli interessi - calcolo eccedenza extrafido - calcolo delle commissioni massimo scoperto - calcolo delle commissioni massimo scoperto annuale o trimestrale - campi spese personalizzabili - campi oneri personalizzabili - conto scalare calcolato per data operazione o per data valuta - calcolo del T.E.G. con campi modificabili - esportazione ed importazione da excel - esportazione su editor esterno - causali gestite dall utente - riepilogo dei saldi per causale - possibilità di ordinare le causali per codice o per descrizione manuale prima parte pag. 2

3 - causali raggruppabili per categorie - conti raggruppabili per categorie - gestione causali con spese - ricerca movimenti utilizzando filtri combinabili per campi - estratto conto ordinato per data operazione o data valuta - gestione movimenti su maschera tabellare o griglia - selezione veloce delle date dei periodi da calcolare - utilità per la generazione di piani di ammortamento - utilità per la conversione delle valute - stampa diretta dell assegno emesso - password per l apertura del programma - password per l apertura del singolo conto oltre a tante altre funzioni che facilitano il lavoro di immissione dei dati. Il programma è, continuamente, aggiornato, con l inserimento dei suggerimenti degli utilizzatori che meglio di ogni altro sanno cosa è meglio per loro, e per migliorare il codice, al fine di rendere sempre più facile l utilizzo dell applicativo. manuale prima parte pag. 3

4 Come iniziare La prima operazione da effettuare, quando si inizia ad operare con Euroconto 2005, è quella di creare le valute con le quali verranno gestiti i nostri conti. Per aprire la maschera di gestione delle valute, occorre cliccare su gestione valute, presente sotto la voce archivi della barra del menù generale, oppure cliccare sul pulsante con rappresentato il simbolo dell euro, presente nella tool bar della maschera generale. Occorre precisare sin da subito che, in questa fase, deve essere scelta la valuta che verrà utilizzata come base per tutti i conti che andremo a gestire e che, una volta fatta, questa scelta, non si dovrà più modificare, altrimenti si modificano tutti i valori dei movimenti registrati. La valuta scelta come base avrà un rapporto di cambio pari a 1, mentre tutte le altre dovranno avere un rapporto di cambio rapportato alla valuta base. Altro consiglio importante è quello di effettuare le registrazioni impostando, durante la gestione, come valuta quella base perché, anche se e possibile inserire i movimenti in qualsiasi valuta, siccome il programma andrà a memorizzare i valori dopo averli divisi per il rapporto di cambio, se i rapporto della valuta utilizzata ha diverse posizioni decimali dopo la virgola (se lira rispetto all euro), il valore registrato potrebbe avere, a sua volta, molte cifre dopo la virgola. Quando si andranno a ricaricare i dati per essere letti in una valuta diversa, si potrebbero avere piccole differenze contabili per effetto degli arrotondamenti. Se, invece, i movimenti vengono registrati nella valuta base, il rapporto di cambio sarà 1 e, quindi, I importo memorizzato non sarà diviso per numeri con decimali e le successive conversioni avranno meno arrotondamenti. La maschera per la gestione valute presenta, nella parte superiore, 5 campi per l inserimento dei dati, 4 pulsanti per la gestione ed un pulsante per la selezione dei file icona, la parte inferiore è occupata dall elenco delle valute già caricate. Nel campo divisa, deve essere indicato il nome della divisa (valuta) che si sta caricando (es, Dollaro, Euro, Lira etc.); nel campo Nazione si inserirà la nazione a cui la valuta appartiene. manuale prima parte pag. 4

5 Nel terzo campo deve essere inserito il rapporto di cambio, seguendo le indicazioni fornite sopra, mentre nel campo data, si dovrà inserire la data di rilevamento del rapporto di cambio. Si precisa che questo valore non ha alcuna influenza sui conteggi e questi ultimi verranno effettuati considerando il rapporto di cambio memorizzato, ignorando i cambi precedenti. Il pulsante a sinistra permette di selezionare il file icona da associare alla valuta. Cliccando su di esso col pulsante sinistro del mouse, si apre la maschera di navigazione dei file del tipo esplora risorse, con la quale ci si muove tra gli archivi del proprio PC, per scegliere il file da associare. Se non si associa alcun file icona, al momento di creare le maschere, il programma genererà un errore che chiuderà l applicativo; pertanto, è indispensabile effettuare questa operazione. Quando si sarà scelto il file, il percorso di questo sarà automaticamente indicato nel campo a fianco del pulsante di selezione. Il gruppo dei quattro pulsanti, a destra della maschera, permette di eseguire le funzioni tipiche della gestione di un archivio. Il primo pulsante a sinistra, quello con indicata una V stilizzata (pulsante conferma) serve a confermare i dati inseriti nei campi, avviando la memorizzazione dei dati; il secondo, sempre da sinistra, ripulisce i campi da ogni dato e provvede a deselezionare eventuali dati; dall elenco sottostante. Il pulsante con l icona del gommino esegue la cancellazione del dato richiamato in maschera. Per richiamare un dato in maschera, basta effettuare un doppio clic col pulsante sinistro del mouse, in corrispondenza della riga che lo rappresenta nell elenco sottostante. Un dato richiamato in maschera può anche essere modificato e salvato con i nuovi valori, cliccando sul pulsante conferma. L ultimo pulsante a destra, infine, è il pulsante di uscita da utilizzare per chiudere la maschera. Dopo aver impostato le valute occorre predisporre gli archivi, indispensabili per la personalizzazione e la pianificazione dei dati. Ovviamente l archivio più importante è quello del conto, dove verranno memorizzati i movimenti. Ogni conto può essere accorpato in una categoria che raggruppa tutti i conti omogenei, in modo da poter estrapolare, in seguito, i saldi globali dei conti divisi per categoria. Dovendo abbinare al conto da creare una categoria di appartenenza, l archivio delle categorie dovrà essere caricato prima di quello dei conti. Naturalmente, ogni archivio può essere aggiornato, successivamente, con nuovi dati; quindi, si potranno inserire, in seguito, quei valori che necessiteranno. Per gestire l archivio delle categorie di conto, occorre selezionare la voce Tipi di conto dal menù Archivi. Si aprirà la maschera di gestione dei Tipi di conto, dove sono presenti due campi, codice e descrizione. Possono essere inseriti dei valori alfanumerici e, per spostarsi da un campo all altro, si può utilizzare il tasto Enter, il tasto Tab o, semplicemente, il puntatore del mouse. manuale prima parte pag. 5

6 A destra della maschera di immissione sono presenti quattro pulsanti che svolgono le normali funzioni di manutenzione. Il primo in alto, la cui icona rappresenta una V, equivale al tasto di conferma per la memorizzazione dei dati inseriti nei campi; il secondo pulsante ha raffigurata l icona del gommino e permette di cancellare un dato precedentemente selezionato; il terzo serve a pulire i dati presenti nei campi e l ultimo chiude, senza salvare i dati, la maschera. La descrizione di questi pulsanti è valida per tutte le maschere dell intero applicativo, dove essi sono presenti, pertanto, le loro funzioni, da qui in avanti, non verranno più descritte, a meno di non dover indicare una particolare diversità di comportamento della funzione svolta dal pulsante. Il resto della maschera è quasi interamente occupato dall elenco dei dati già memorizzati in archivio. Per modificare o cancellare un dato già archiviato è sufficiente posizionarsi col puntatore del mouse in corrispondenza di esso nella lista, il doppio click del pulsante sinistro richiama il dato in maschera ed il pulsante cancella diventa attivo. A questo punto si possono modificare i dati e salvarli utilizzando il tasto conferma o cancellarli, utilizzando l apposito pulsante. Le procedure di cancellazione e modifica dei dati sono uguali in tutte le maschere dove vengono gestiti dei dati, pertanto, non si ritornerà sulla spiegazione di queste funzioni. Per aprire la maschera di immissione-gestione dei conti occorrerà selezionare Gestione conto dalla voce Archivi presente nella barra del menù generale. Procediamo alla creazione dei conti, solo se abbiamo già caricato i dati dei tipi di conto, altrimenti i dati inseribili non saranno completi. La maschera immissioni dati conto contiene le informazioni anagrafiche del conto che stiamo gestendo, il fido assegnato al conto, un menù a tendina dal quale è possibile scegliere una tra le voci di tipi di conto presenti in archivio, i dati relativi alle coordinate bancarie e l elenco dei conti presenti in archivio. Occorre tenere presente che i dati inseriti nel campo nr. di conto saranno utilizzati per nominare tutti i file generati dal programma per il dato conto, pertanto, occorrerà inserire caratteri accettati dal sistema operativo per la nominazione dei file. Inoltre, tale dato non potrà essere più modificato in futuro. Sono da evitare i punti, le virgole, i trattini le barre inclinate etc.. E ammesso, invece, il trattino di sottolineatura. Si precisa che i dati relativi al domicilio della banca non sono obbligatori e nell inserire il valore del fido fare attenzione alla valuta selezionata, I valori inseriti devono rispettare tale selezione. manuale prima parte pag. 6

7 Per la manutenzione dei dati valgono le stesse regole viste sopra, tenendo presente che l eliminazione di un conto, comporta l eliminazione di tutti i files generati per il conto eliminato ed i movimenti non saranno più recuperabili dopo tale operazione. L archivio dei conti rappresenta il serbatoio, dove vengono immagazzinati tutti i movimenti; pertanto, completata questa fase occorre preparare il programma per la gestione di questi movimenti. Essi vengono generati da causali definite dall utente ed esiste tra loro un legame indissolubile. Ciò permette, in ogni momento, di richiamare i movimenti generati da una specifica causale. Le causali, a sua volta, sono raggruppate per categorie, permettendo una maggiore flessibilità nell estrazione di dati, potendo accorpare tutti i movimenti generati da una specifica causale o da causali che appartengono alla stessa categoria. Le categorie di Causale vengono generate con lo stesso procedimento visto per le categorie di conti; i campi e la maschera sono simili. Dal menù archivi, selezionando la voce Gestione Categorie causali, si aprirà la maschera di gestione delle categorie che, come si può notare, ha lo stesso schema grafico di quella per la gestione delle categorie di conto. L unica differenza è rappresentata dal fatto che il campo codice è costituito da un solo carattere alfanumerico. Come è facile intuire dall esempio indicato nella figura sotto, le categorie di causali hanno un ruolo importante nella scomposizione ed estrazione dei movimenti per grandi gruppi omogenei. Sarà possibile, infatti, ottenere le somme algebriche di tutti i movimenti raggruppati per categoria di causale o di una singola e sapere, come dall esempio, a quanto assommano tutte le spese, le entrate o le uscite etc. Finita la generazione dell archivio tipo causali si può procedere alla generazione delle causali. Sempre dal menù archivi, selezionare la voce Gestione causali oppure cliccare sul pulsante della tool bar, presente nella maschera generale del programma. Si aprirà la maschera per la gestione delle causali, dove è possibile inserire tutti i dati riguardanti tale archivio. I campi, dove occorre inserire i dati sono principalmente due, le altre informazioni sono gestite da opzioni selezionabili. Inoltre, l inserimento del costo del movimento è possibile farlo solo se la selezione causale con spese è settato a si. Si tralascia di specificare il significato delle opzioni di immediata comprensione. manuale prima parte pag. 7

8 L opzione sospeso indica che i movimenti generati da quella causale verranno inseriti, anche, in una lista separata per poterli confrontare, successivamente, con l estratto conto bancario. Tali movimenti contribuiscono ugualmente a generare il saldo contabile, mentre per il calcolo del conto scalare e degli interessi occorre indicare se devono essere inseriti o meno. Tutti i movimenti che non sono sospesi generano il saldo allineato, che corrisponde a quello indicato nell estratto conto bancario. La gestione dei movimenti sospesi verrà approfondita nella sezione ad essi dedicata. L opzione soggetti a costo indica se occorre contabilizzare il costo per la registrazione che le banche applicano ad ogni scrittura, il cui importo verrà indicato nella maschera degli interessi e costi. L opzione causale con spese indica se per il movimento generato vi è un ulteriore addebito di spese o commissioni. Se si indica si, automaticamente, il campo spese diventa attivo ed è possibile inserire l importo. Quando si immette un movimento con questa causale, verrà generato, in automatico, un ulteriore movimento delle spese per il quale viene proposta una maschera con i dati modificabili del movimento stesso, prima di effettuare la registrazione. I dati relativi alle causali sono generati una sola volta per tutti i conti. A questo punto sono stati generati gli archivi indispensabili per poter iniziare a lavorare con Euroconto Tali archivi permettono la fase di immissione dati. Manca la descrizione della gestione degli interessi e dei costi che verrà analizzata più avanti. Intanto, occorre indicare alcune preferenze al programma che influenzano l operatività ed i calcoli. Dal menù File selezionare la voce Preferenze, si aprirà la maschera relativa, dove occorre inserire alcuni parametri ed opzioni che automatizzano alcune funzioni. In questa maschera sono presenti diversi campi, una scelta opzione, due menù a tendina ed un pulsante. Il primo menù a tendina permette di scegliere la valuta predefinita per gli importi dei movimenti, Quando si avvierà il programma tutti i movimenti verranno effettuati nella valuta scelta. Sotto la valuta è presente il campo decimali che serve ad indicare quante cifre decimali devono essere rappresentate dopo la virgola. Se si seleziona la lira come valuta, il manuale prima parte pag. 8

9 programma non terrà conto del valore dei decimali e presenterà solo valori interi. Nel secondo menù a tendina occorre selezionare quale causale deve essere utilizzata per la generazione del movimento automatico delle causali con spese. La sezione sotto i dati della valuta riguarda l immissione dei dati relativi alla password ed al nome utente. Dopo aver inserito i dati, occorre settare l opzione accesso con password, perché questa diventi attiva. Si raccomanda di non dimenticare la password ed il nome utente, altrimenti non sarà più possibile accedere al programma. Infatti, occorre tenere presente che la password inserita in questa sezione serve ad inibire l uso del programma alle persone non autorizzate. I campi percorso di avvio e conto da aprire in avvio servono ad istruire il programma su quale conto deve essere aperto in automatico all avvio della procedura. I dati in questi campi sono facoltativi. Nel campo editor esterno deve essere inserito il percorso completo ed il nome dell eseguibile del programma da utilizzare come editor esterno (es.: c:\programmi\notepad.exe). Sarà possibile, così, esportare verso l editor indicato la lista dei movimenti selezionati. Si consiglia di non usare percorsi che abbiano un numero di caratteri eccessivo. Il programma non memorizza percorsi che superano i 60 caratteri, per cui i caratteri successivi vengono troncati. Al fine di facilitare la corretta immissione del percorso, è presente il pulsante sfoglia che avvia una interfaccia tipo Explorer per individuare il file eseguibile e memorizzarlo nel campo. Altra importante funzione riguarda l orientamento di stampa e la lunghezza pagina. Tale scelta influenza, momentaneamente, solo le stampe relative ai movimenti. Presto verranno estese a tutte le altre stampe. Per l indicazione del valore che indica la lunghezza delle stampe, siccome il risultato è legato al modello della stampante utilizzata, conviene iniziare a stampare con i valori presenti nell esempio rappresentato dalla fig. sopra, modificandoli se le stampe risultano di lunghezza errata. Il pulsante posto in prossimità dei dati relativi alla valuta, serve ad aprire la maschera per il settaggio dei parametri di stampa dell assegno. E possibile, infatti, stampare gli assegni direttamente dal programma, ma è indispensabile che esso venga istruito sulle posizioni di stampa dei vari dati. La maschera che si apre riproduce un assegno compreso il tronchetto che rimane come promemoria dell assegno emesso. I campi sono posti in corrispondenza degli inizi di posizionamento dei vari campi ed in essi deve essere inserita la distanza in millimetri dal vertice superiore sinistro del foglio. Tale punto è indicato con uno zero nella maschera stessa. manuale prima parte pag. 9

10 Per ogni campo sono disponibili due valori: uno riguarda la distanza da sinistra verso destra e l altro dall alto verso il basso. Oltre ai campi per indicare i punti di stampa, sono presenti due opzioni per indicare l orientamento di stampa ed una per l inserimento o meno della dicitura non trasferibile E possibile, inoltre, inserire il logo dell azienda, che potrà essere scelto cliccando all interno del riquadro destinato ad esso. Si aprirà una finestra di esplora risorse, con la quale potrà essere individuato il file immagine. Il logo verrà stampato tal quale, pertanto, deve essere di dimensioni tali da poter rientrare nello spazio ad esso destinato. Prima di procedere alla effettiva stampa degli assegni, si consiglia di fare diverse prove, modificando i valori dei campi fino ad ottenere il giusto posizionamento delle scritte. I pulsanti in basso hanno le funzioni già viste in occasione della descrizione delle altre maschere. Il primo salva i dati impostati, il secondo svuota tutti i campi, infine, il terzo chiude la maschera senza salvare i dati. manuale prima parte pag. 10

11 Importazione dei dati dalla precedente versione Euroconto 2005 è l aggiornamento della precedente versione targata Pertanto, coloro che dovranno passare dalla precedente versione a questa, hanno la necessità di importare i dati. Le modifiche apportate al programma, infatti, non rendono possibile l utilizzo diretto di alcuni archivi, per i quali si rende necessaria l esecuzione della procedura di importazione di essi. Cliccando sulla voce File del menù generale. Si apre il menù a tendina dove, tra le altre, sono presenti le voci Importa causali da V ed Importa movimenti da V Per prima cosa, occorre procedere con l importazione delle causali, le quali, come abbiamo precedentemente visto, sono uniche per tutti i conti e sono deputate alla generazione dei movimenti secondo le nostre necessità e, nello stesso tempo, contribuiscono a restituire in forma corretta i movimenti gia caricati. Cliccando sulla voce Importa causali. Si apre la maschera di esplora risorse con la quale si individua il file da importare. Naturalmente, occorrerà cercare il file causali della versione 2003 di Euroconto, altre versioni non è possibile importarle. Il file che dobbiamo importare si chiama Causali2.dat ed è già indicato nel campo nome file della maschera di esplora risorse. Individuato il file, basta cliccarvi due volte col pulsante sinistro del mouse o selezionarlo e cliccare, successivamente, sul pulsante Apri. Si aprirà la maschera di importazione delle causali, nella quale, se l archivio selezionato è corretto, saranno presenti due elenchi affiancati verticalmente, nel primo dei quali, saranno elencate le causali da importare. Se il file selezionato non corrisponde ad un archivio valido, verrà visualizzato un messaggio di errore. In questo caso occorre chiudere la procedura di importazione e riprovare di nuovo. manuale prima parte pag. 11

12 Come si può vedere dalla figura a fianco, la maschera per l importazione delle causali è composta da due elenchi verticali, in quello di sinistra vengono visualizzate le causali presenti nel file dati della precedente versione e l elenco a destra risulta vuoto. In questa fase è possibile scegliere le causali che si vogliono importare selezionandole singolarmente, un doppio clic col tasto sinistro del mouse, in corrispondenza della causale da importare, sposterà tale causale dall elenco di sinistra a quello di destra. Se ci si è accorti di aver sbagliato selezione, basterà ripetere tale operazione nell elenco di destra per spostare nuovamente il dato in quello di sinistra. Nel caso in cui, nel programma è già presente una causale con lo stesso codice di quella che si intende importare, verrà visualizzato un messaggio che avvisa di tale evento ed impedisce lo spostamento della stessa. Tutte le causali spostate nell elenco di destra verranno importate, dopo aver cliccato sul pulsante conferma, posto sotto gli elenchi delle causali. I due pulsanti posti tra i due elenchi permettono lo spostamento simultaneo da una lista all altra di tutte le causali presenti nell elenco. L importazione dei movimenti può essere effettuato solo dopo aver creato il conto a cui questi si riferiscono, seguendo le istruzioni sopra indicate; pertanto, occorre aprire, prima, il conto precedentemente creato e nel quale dovranno essere importati i dati. Per aprire un conto esistente occorre cliccare sul pulsante Apri presente nella tool bar della maschera principale o dalla voce apri conto esistente dal menù file. Si apre la maschera Selezione conto che contiene l elenco di tutti i conti presenti in archivio. Cliccando su di essi, col pulsante sinistro del mouse, viene caricato il conto selezionato. Il caricamento del conto viene evidenziato con l apertura della maschera di inserimento/gestione dei movimenti, a questo punto sarà possibile procedere all importazione cliccando sulla voce Importa movimenti presente nel menù file. Si manuale prima parte pag. 12

13 aprirà la maschera di gestione risorse per la selezione del file da importare. Anche in questo caso occorre selezionare un file della versione 2003 di euroconto, non sarà possibile importare dati da altre versioni. A differenza del file relativo alle causali che ha un nome univoco, il nome da selezionare dovrà corrispondere al codice del conto indicato in euroconto 2003 seguito dall estensione Mov. Se, ad esempio, il conto da importare aveva il codice conto 10123, il file da cercare per l importazione sarà Mov. Il codice del file da importare è indipendente da quello del conto di importazione. Occorre tenere presente che i dati importati rimpiazzeranno completamente quelli, eventualmente, esistenti. manuale prima parte pag. 13

14 UNO SGUARDO ALLA MASCHERA GENERALE La maschera generale è suddivisa in diverse aree, dove sono raggruppati i comandi, le informazioni ed i risultati delle elaborazioni contabili. La parte in alto presenta il classico menù generale di windows nidificato, con le tendine a discesa. Sotto di esso è presente la toolbar, dove sono presenti una serie di pulsanti che servono ad eseguire le funzioni di maggiore utilizzo. Ogni funzione o comando, svolto dai pulsanti, ha la corrispettiva voce nel menù generale. Sostando col puntatore del mouse sui pulsanti si attiva una etichetta che indica la funzione svolta dal pulsante puntato manuale prima parte pag. 14

15 Sotto la toolbar vi sono tre campi sovrapposti, il primo indica il percorso completo e l archivio aperto, il secondo il nome della banca ed il terzo l intestatario del conto. A destra di questi campi è presente un riquadro che contiene un menù a discesa per la selezione della valuta corrente, affiancato dall icona che rappresenta la nazione della valuta scelta e che si aggiorna, automaticamente, col cambio della valuta. Sotto il menù delle valute sono presenti tre campi sovrapposti; il primo indica il valore dell affidamento di cui dispone il conto; il secondo indica il numero degli assegni emessi ma non ancora portati all incasso; il terzo indica il numero degli assegni in mano, ancora non emessi A destra del riquadro appena descritto è presente la maschera dei saldi. Essa è divisa in tre sottoschede, dove sono raggruppati i diversi dati restituiti dal programma. Per muoversi da una scheda all altra, basta cliccare sulla linguella di quella che si vuole aprire. I dati raggruppati sotto la scheda Totali 1 indicano: il primo il saldo calcolato alla data corrente, il secondo valore indica il saldo calcolato per data valuta, mentre il terzo indica la disponibilità economica data dalla somma algebrica del saldo valuta con il fido assegnato al conto. La scheda Totali 3 contiene un solo valore e riguarda il saldo allineato. Tale valore è il risultato algebrico ottenuto dopo aver provveduto ad allineare i movimenti con l estratto conto della banca ed esso deve essere uguale al saldo di quest ultimo. La scheda Totali 3 riporta un campo data, un pulsante e tre campi numerici. Inserendo un qualsiasi valore nel campo data e cliccando sul pulsante vai, la procedura calcola i saldi per la data indicata. Tale funzione è utile per avere una istantanea della situazione economica in un dato momento, sia antecedente che successivo alla data presente. Una importante caratteristica che interessa tali schede è data dai colori con i quali vengono rappresentati i valori. Infatti, se il valore rappresentato in un qualsiasi campo indica un saldo attivo, il colore dei caratteri saranno neri se, invece, il valore è negativo ma rimane all interno del fido concesso, allora il colore dei caratteri diventa magenta. Nel caso in cui i valori negativi superano il fido concesso, allora il colore dei caratteri diventa rosso. Tale caratteristica è presente anche nella sottoscheda Totali 3 ma il cambio del colore interessa lo sfondo del campo mentre i caratteri restano sempre bianchi. La parte centrale della maschera corrisponde alla vera e propria area di lavoro, all interno di essa è rappresentato il logo dell autore e quello del programma e vi vengono aperte tutte le maschere dell applicazione. Tale area si ridimensiona in proporzione allo schermo o alla dimensione della finestra del programma, così come le maschere che non hanno accesso esclusivo. A sinistra dell area di lavoro è presente l area del menù verticale. Esso presenta quattro sottomenù apribili alternativamente. Ogni sottomenù ha una linguella nella quale è indicato il titolo dello stesso e nella quale occorre cliccare per aprirlo. manuale prima parte pag. 15

16 La caratteristica di questo menù è quella che vede le varie voci rappresentate da altrettante icone ed ogni icona riporta una indicazione sintetica della funzione svolta; ciò rende più immediato ed intuitivo l uso dello stesso e, soprattutto, comporta una maggiore facilità di memorizzazione dei comandi. La divisione per gruppi permette di ritrovare più facilmente la funzione che ci interessa e, nello stesso tempo la grafica risulta più gradevole. Tale menù funziona solo se è stato già aperto un conto, altrimenti viene visualizzato un messaggio di errore che comunica l impossibilità ad eseguire la funzione cliccata. Infine, la maschera è delimitata, in basso, dalla barra di stato nella quale è indicato, a sinistra, il nome del licenziatario del programma ed il codice di sblocco, mentre, nell angolo a destra, è presente la data corrente. manuale prima parte pag. 16

Per gestire l archivio delle categorie di conto, occorre selezionare la voce Tipi di conto dal menù Archivi.

Per gestire l archivio delle categorie di conto, occorre selezionare la voce Tipi di conto dal menù Archivi. Come iniziare La prima operazione da effettuare quando si inizia ad operare con Quick Bank, è quella di creare gli archivi nei quali verranno memorizzate tutte le scritture. Ovviamente, l archivio più

Dettagli

GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO

GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO parte seconda LA GESTIONE DEL CONTO CORRENTE PER TUTTI manuale seconda parte pag. 1 La gestione dei movimenti Prima di caricare i movimenti, è indispensabile aprire il

Dettagli

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE GESTIONE PRESENZE MANUALE Gestione archivi La prima operazione da effettuare, per poter utilizzare gestione presenze, è la creazione dell archivio dove saranno memorizzati tutti i dati riconducibili ad

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

MODULO 5 BASI DI DATI

MODULO 5 BASI DI DATI MODULO 5 BASI DI DATI A cura degli alunni della VD 2005/06 del Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento NA Supervisione prof. Ciro Chiaiese SOMMARIO 5.1 USARE L APPLICAZIONE... 3 5.1.1 Concetti fondamentali...

Dettagli

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti Categoria prodotti 153 Menù magazzino In StudioXp è possibile gestire per ciascuna ditta delle funzionalità minime di magazzino. La gestione integrata con la procedura consente di gestire un archivio di

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Access - Lezione 02. Basi di dati. Parte seconda. (Per andare direttamente su un argomento, fare clic con il mouse sul titolo nell indice sottostante)

Access - Lezione 02. Basi di dati. Parte seconda. (Per andare direttamente su un argomento, fare clic con il mouse sul titolo nell indice sottostante) Access - Lezione 02 Basi di dati Parte seconda (Per andare direttamente su un argomento, fare clic con il mouse sul titolo nell indice sottostante) 1.0 Operazioni di base 1.1 Impostare e pianificare un

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 1. Novità di Excel 2003 MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 CAPITOLO 1 Microsoft Office Excel 2003 ha introdotto alcune novità ed ha apportato miglioramenti ad alcune funzioni già esistenti nelle precedenti versioni

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0 MANUALE OPERATIVO Programma di gestione della fatturazione BDWinfatture 2007 Versione 6.0 MANUALE OP ERAT I V O BDWinfatture Belvedere Daniele Software Via Petitti, 25 10017 Montanaro (To) info@belvederesoftware.it

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel Il Foglio Elettronico 1 Parte I Concetti generali Celle e fogli di lavoro.xls Inserimento dati e tipi di dati Importazione di dati Modifica e formattazione di fogli di lavoro FOGLIO ELETTRONICO. I fogli

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE... Manuale Operatore Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...6 4.1. Saldi...6 4.1.1. Riepilogo saldi...6

Dettagli

Il DATABASE Access. Concetti Fondamentali

Il DATABASE Access. Concetti Fondamentali Il DATABASE Access Concetti Fondamentali Con la nascita delle comunità di uomini, si è manifestata la necessità di conservare in maniera ordinata informazioni per poi poterne usufruire in futuro. Basta

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Disciplina informatica Uso di Excel

Disciplina informatica Uso di Excel Disciplina informatica Uso di Excel Mario Gentili Definizione Il foglio elettronico, conosciuto anche come foglio di calcolo, è una griglia di caselle all interno delle quali possono essere inseriti non

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12 $FFHVV;3 A Sommario cura di Ninni Terranova Marco Alessi DETERMINARE L INPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 DETERMINARE L OUTPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 CREARE LA STRUTTURA DI UNA TABELLA 3 STABILIRE

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12)

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12) Manuale utente per l ordine online del materiale pubblicitario e modulistica, biglietti da visita e timbri Versione 1.0 del 18/6/12 Login Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it Versione 1.7 Manuale d uso Introduzione Dance Club è un programma che nasce per soddisfare le esigenze organizzative e gestionali delle Scuole di Ballo. Per qualsiasi problema di installazione potete contattare

Dettagli

Manuale di utilizzo software. e-xflow

Manuale di utilizzo software. e-xflow Manuale di utilizzo software e-xflow PG Protocollo e Corrispondenza e-xflow XX - AMMINISTRAZIONE SISTEMA e-xflow PG PROTOCOLLO GENERALE E CORRISPONDENZA MAGGIOLI Spa - B.U. Informatica Assistenza Segreteria

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica Corso di introduzione all informatica Microsoft Excel Gaetano D Aquila Sommario Cosa è un foglio elettronico Caratteristiche di Microsoft Excel Inserimento e manipolazione dei dati Il formato dei dati

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

8.9 CREARE UNA TABELLA PIVOT

8.9 CREARE UNA TABELLA PIVOT 8.9 CREARE UNA TABELLA PIVOT Utilizziamo la tabella del foglio di Excel Consumo di energia elettrica in Italia del progetto Aggiungere subtotali a una tabella di dati, per creare una Tabella pivot: essa

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

Gestione delle scorte Agosto 2012

Gestione delle scorte Agosto 2012 Documenti Tecnici Informatica e Farmacia Vega S.p.A. Gestione delle scorte Agosto 2012 Sommario 1. Premessa...2 2. Magazzino...3 3. Gestione delle scorte...3 3.1. Gestione...3 3.2. Dettaglio Magazzino...4

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

GestFatt GESTFATT. Gestione Fatturazione. Guida all uso del software

GestFatt GESTFATT. Gestione Fatturazione. Guida all uso del software GestFatt 1 GESTFATT Gestione Fatturazione Guida all uso del software GESTIONE FATTURAZIONE Guida all uso del software GestFatt Ver. 2.00 Inter-Ware Srl Via degli Innocenti, 2a 50063 Figline Valdarno (FI)

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 MODELLO F24 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Importazione dati da anno precedente 3 1.2 Inserimento di una nuova anagrafica

Dettagli

Manuale d uso Gestione Condomini

Manuale d uso Gestione Condomini Manuale d uso Gestione Condomini Guida Per Amministratori Indice 1. Introduzione 1.1 Principali Videate pag. 3 2. Comandi 2.1 Inserire una riga pag. 4 2.2 Cancellare una riga pag. 4 2.3 Aggiornare una

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database Cosa è Basi di dati Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Microsoft Access Access è un DBMS relazionale in grado di supportare: Specifica grafica dello schema della base dati Specifica grafica delle interrogazioni

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 Tutti i nominativi riportati in questo documento sono inventati e non riconducibili a nessuna persona realmente esistente (in ottemperanza

Dettagli

Manuale. Outlook. Outlook 2000

Manuale. Outlook. Outlook 2000 Manuale di Outlook Outlook 2000 SOMMARIO Premessa... 4 Lettura posta... 5 Invio posta... 5 Composizione posta mediante inserimento testo...6 Stampa posta... 6 Indirizzamento posta mediante inserimento

Dettagli

Database Modulo 2. Le operazioni di base

Database Modulo 2. Le operazioni di base Database Modulo 2 Le operazioni di base L architettura concettuale dei dati ha lo scopo di astrarre dal mondo reale ciò che in questo è concettuale, cioè statico. 2 In altri termini gli oggetti del mondo

Dettagli

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows Basi di Informatica Il sistema operativo Windows Perchè Windows? MS-DOS: Interfaccia di solo testo Indispensabile conoscere i comandi Linux & Co. : Meno diffuso soprattutto nelle aziende Bella interfaccia

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL I fogli elettronici vengono utilizzati in moltissimi settori, per applicazioni di tipo economico, finanziario, scientifico, ingegneristico e sono chiamati in vari modi : fogli

Dettagli

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico)

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) 1 Aprire Access Appare una finestra di dialogo Microsoft Access 2 Aprire un

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Le pagine che seguono introducono l utente all uso delle principali funzionalità di TQ Tara mediante un corso organizzato in otto lezioni. Ogni lezione spiega

Dettagli

Corso di Informatica II. Corso di Informatica II. Corso di Informatica. Access 22/03/2009. Ing. Dario Sguassero. Ing.

Corso di Informatica II. Corso di Informatica II. Corso di Informatica. Access 22/03/2009. Ing. Dario Sguassero. Ing. Lezione del 20 marzo 2009 Introduzione ad Access Informatica Presentazione di Microsoft Access Access Accessè un programma della suite Office per la gestione dei database (archivi) Un database è una raccolta

Dettagli

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro,

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro, EXCEL PER WINDOWS95 1.Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area

Dettagli

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D M www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D SOMMARIO INTRODUZIONE...3 I comandi di base...5 I comandi di base...6 Avvio...7 Gestione Clienti...7 Gestione Fornitori...8 Gestione Prodotti...9 Help...10

Dettagli

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata.

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata. Microsoft Word 2007 Microsoft Office Word è il programma di elaborazione testi di Microsoft all interno del pacchetto Office. Oggi Word ha un enorme diffusione, tanto da diventare l editor di testi più

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

Cancellare la cache e i cookie dal browser

Cancellare la cache e i cookie dal browser Cancellare la cache e i cookie dal browser Ultima revisione: Ottobre 2014 Cancellare la cache e i cookie dal tuo browser può aiutareti a risolvere una varietà di problemi che potresti riscontrare. I cookie,

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP Desktop (scrivania) Il Desktop è la prima schermata che appare all accensione del computer. icone Barra delle applicazioni Le piccole immagini che appaiono

Dettagli

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 GENERALITÁ I sinottici sono disegni che rappresentano graficamente uno o più impianti tecnici. Questi disegni sono completi di tutti gli accessori

Dettagli

Microsoft Access 2000

Microsoft Access 2000 Microsoft Access 2000 Corso introduttivo per l ECDL 2004 Pieralberto Boasso Indice Lezione 1: le basi Lezione 2: le tabelle Lezione 3: creazione di tabelle Lezione 4: le query Lezione 5: le maschere Lezione

Dettagli

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Scopo: Scopo di questa esercitazione è la creazione di una base dati relazionale per la gestione

Dettagli

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access sergiopinna@tiscali.it Seconda Parte: Ms Access (lezione #2) CONTENUTI LEZIONE Query Ordinamento Avanzato Maschere Report Query (interrogazioni) Gli strumenti

Dettagli

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access Scopo: Familiarizzare con le funzionalità principali del DBMS (Database Management System) Microsoft

Dettagli

Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda

Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda Utilizzo delle funzioni... 1 Utilizzo di intervalli nelle formule... 2 Riferimenti di cella e di intervallo... 5 Indirizzi assoluti, relativi e misti...

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

Condividere i documenti

Condividere i documenti Appendice Condividere i documenti Quando si lavora in gruppo su uno stesso documento, spesso succede che ciascun redattore stampi una copia del testo per segnare su di essa, a mano, le proprie annotazioni

Dettagli

GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO

GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO Pagina 1 di 113 INDICE 1 CONFIGURAZIONE HARDWARE E SOFTWARE CONSIGLIATA... 4 1.1 VERIFICA DELLE IMPOSTAZIONI

Dettagli