M. Cerini - R. Fiamenghi - D. Giallongo. Quaderno operativo 2. Trevisini Editore

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "M. Cerini - R. Fiamenghi - D. Giallongo. Quaderno operativo 2. Trevisini Editore"

Transcript

1 M. erini - R. Fiamenghi - D. Giallongo Quaderno operativo Trevisini Editore

2 La pubblicazione di un libro è un operazione complessa, che richiede numerosi controlli: sul testo, sulle immagini e sulle relazioni che si stabiliscono tra essi. L esperienza suggerisce che è praticamente impossibile pubblicare un libro privo di errori. Saremo quindi grati ai lettori che vorranno segnalarceli. Nel caso di eventuali errori od omissioni nelle citazioni delle fonti, la asa Editrice provvederà, nella prossima edizione, alle rettifiche che verranno comunicate dagli aventi diritto. Nei casi in cui non è stato possibile reperire chi potesse concedere il permesso di riproduzione, si precisa che la asa Editrice è a disposizione degli aventi diritto. Progetto grafico e impaginazione elettronica: M - Vaprio d dda opertina: reaimmagine - Milano Il contenuto di questo testo rispetta l art. della legge 169 del 0/10/08 e, pertanto, non sarà modificato per anni. PROPRIETÀ LETTERRI RISERVT I diritti di traduzione, riproduzione e di adattamento, totale o parziale, con qualsiasi mezzo, compreso fotocopie in bianco e nero o a colori, sono riservati. 010 asa Editrice Luigi Trevisini S.r.l. Prima edizione: gennaio 010 Edizione: on i tipi della: asa Editrice Luigi Trevisini S.r.l. Via Tito Livio Milano Tel Fax Sito internet: Posta Elettronica:

3 1 I numeri razionali: a esercizi e attivita` per il recupero per il potenziamento Prima cifra soppressa Æ per eccesso Prima cifra soppressa < Æ per difetto Per appossimare si applica la regola PER DIFETTO Il numero approssimato è minore del numero dato PER EESSO Il numero approssimato è maggiore del numero dato Si approssimano NUMERI RZIONLI a Frazioni decimali (il denominatore è potenza di 10) 7,, corrispondono a Numeri decimali limitati Numeri decimali illimitati periodici corrispondono a Frazioni ordinarie (il denominatore non è potenza di 10) 4,,... 7 Periodici semplici (solo periodo),1, 0, Periodici misti (periodo e antiperiodo) 4,7, 1,

4 4 1. I numeri razionali: a recupero Prima di effettuare gli esercizi per il recupero è opportuno che tu riveda la teoria sul libro di testo. 1. ompleta la seguente tabella separando le frazioni decimali da quelle ordinarie ; ; ; 10 ; 40 ; 1000 ; 1 ; ; ; 4 40 ; 180 ; 10. FRZIONI DEIMLI: HNNO PER DENOMINTORE UN POTENZ DI 10 FRZIONI ORDINRIE ; 1 ;. ompleta come negli esempi. ESEMPIO a) Trasforma la frazione 17 in frazione decimale. 0 Dato che 0 = ; è possibile operare la trasformazione; infatti: 0 = 100. Quindi = 0 = b) Trasforma la frazione 1 in frazione decimale. 0 Osserva che 0 = ; quindi non è possibile operare la trasformazione. Infatti non esiste un numero che moltiplicato per 0 lo trasformi in una potenza di 10: 1 è una frazione ordinaria. 0 a) b) 0 0 = =... = c) (osserva che 1= ) d) e) =

5 1. I numeri razionali: a. ompleta come negli esempi. FRZIONE N DEIMLE ORRISPONDENTE 7 : =, : = 4,6 11 : 1 = 0,916 TIPO DI NUMERO DEIMLE n decimale, periodico semplice n decimale, limitato n decimale, periodico misto PERIODO NTIPERIODO / / / ompleta come negli esempi. NUMERO DEIMLE FINITO 1,7 0,6,...,06 10, 0,0 0,08 4,07 FRZIONE DEIMLE nalizzando la fattorizzazione del denominatore delle seguenti frazioni, stabilisci il tipo di numero decimale originato da ciascuna di esse. Procedi come negli esempi. (Ricordati di semplificare le frazioni). 7 ESEMPIO a) 14 7 = 1= la fattorizzazione del denominatore contiene il e un altro fatore; il numero decimale è periodico misto; 41 1 b) 1 = la fattorizzazione del denominatore contiene solo il ; il numero decimale è limitato; 9 c) = 11= 11 la fattorizzazione del denominatore presenta né il né il ; il numero decimale è periodico semplice. 7 9 ; 1 0 ; ; 0 44 ; 6 ; 7 ; 60 ; 18 ; 11 ; 8 ; 6 ; ; 1 1 ; ; 6. Esegui le divisioni indicate dalle frazioni dell esercizio precedente e verifica l esattezza delle tue previsioni. Procedi come è indicato nei seguenti esempi. a) 7 7: 1= 0, 8 1 numero decimale periodico misto; previsione esatta. b) 1 1: = 0, 4687 numero decimale limitato; previsione esatta. 16

6 6 1. I numeri razionali: a 7. ompleta la seguente tabella. Procedi come nell esempio. FRZIONE DT FRZIONE RIDOTT I MINIMI TERMINI FTTORIZZZIONE DEL DENOMINTORE TIPO DI NUMERO DEIMLE =... 7 = Esegui le divisioni indicate dalle frazioni dell esercizio precedente e verifica l esattezza delle tue previsioni. 9. Determina la frazione generatrice dei seguenti numeri periodici. Segui le indicazioni. a) 4,18 = = b) 7,8 = = c),74 =... d) 10,4 = = e) 1,1 = = f),6 = Determina la frazione generatrice dei seguenti numeri periodici semplici ,; 0,7;,6; 1,; 0,07 11.,1; 0,6; 1,6; 0,7;, ; ; ; ;... Determina la frazione generatrice dei seguenti numeri periodici misti. 1. 1,48; 0,6; 0,4;,076; 1,61 67 ;...; ,08; 1,46; 0,149; 0,14;,01 49 ; ;

7 1. I numeri razionali: a 7 Risolvi le seguenti espressioni seguendo le indicazioni. 14. (,6 0, + 1,6) 0, scrivi la frazione generatrice di ogni numero decimale: esegui i calcoli e le semplificazioni: 4 9 esegui la moltiplicazione e poi l addizione nelle tonde:... semplifica ed esegui l ultima moltiplicazione: , 7 trasforma i numeri decimali nelle corrispondenti frazioni generatrici: 1., - [(0,6) (1,) ] : : completa le trasformazioni e semplifica: 48 9 svolgi le potenze: = 8 7 esegui la moltiplicazione nelle parentesi quadre e poi la divisione:... risolvi la sottrazione e semplifica il risultato: : 7 : Procedendo come negli esercizi precedenti, risolvi le seguenti espressioni. 16. (0,8 + 0, + 0,6) [4] 17. (0,8 + 0,16 + 0,0) : (0,6) (0,9 : 0,8-1,6 :,7) [1] 19. {, - [(0,1 + 0,6) : 0,46 + 0,7] :,} 0. 1, : 11-0,8 : 1,6 + 0,8 : 1,16 8 { } 1. 0, + [( 04, + 06, ): 0, + 1, 0, ]:

8 8 1. I numeri razionali: a. ompleta la seguente tabella effettuando le approssimazioni richieste. NUMERO DEIMLE PPROSSIMZIONE MENO DI 0,1 MENO DI 0,01 MENO DI 0,001 6,48 6, perché si sopprime 6,4 perché si sopprime 6,44 perché si sopprime 8,691 11,984 7,14 8,686. ompleta le seguenti approssimazioni del numero 8,694. ai decimi Æ 8,7 perché... la cifra soppressa è 9 > ai centesimi Æ 8,69 perché... 4 > ai millesimi Æ... perché... = ai decimillesimi Æ pprossima ai decimi i seguenti numeri decimali. 1,9 Æ... 4,1 Æ... 1,871 Æ... 8, Æ...,14 Æ... 1,67 Æ... 86, Æ... 6,471 Æ.... pprossima ai centesimi i seguenti numeri decimali.,781 Æ... 11,786 Æ...,184 Æ... 1,67 Æ... 8,7 Æ... 1,701 Æ... 0,46 Æ... 4,4 Æ Procedi come nell esempio per approssimare ai millesimi i seguenti numeri periodici. ESEMPIO 17,8 = 17, Æ 17,84 perché la prima cifra soppressa è 8 >,67474,67,674 =... Æ... 0,4 =... 16,7 =... Æ... 9,048 =...,106 =... 1,07 = Procedi come nell esempio per approssimare ai centesimi i seguenti numeri periodici: ESEMPIO 4,17 = 4, Æ 4,17 perché la prima cifra soppressa è 1 < 4,6 = 0, Æ 0,7 perché la prima cifra soppressa è 6 > 1,81 = 1, Æ 1,8 perché la prima cifra soppressa è 8 > 7,18 = 7, Æ... 1,71 =... 4,7 = 4, Æ... 7,6 =... 0,84 =...,14 =...

9 1. I numeri razionali: a 9 Osservazioni sulle regole per trasformare i numeri decimali in frazioni Ricerca della frazione generatrice di un numero decimale limitato Per ottenere la frazione generatrice di un numero decimale limitato si scrive il numero in forma polinomiale e poi si seguono i calcoli. Osserva i seguenti esempi: 1.,1 in forma polinomiale è: ; eseguendo i calcoli si ottiene: = 1 = potenziamento Numero di partenza senza la virgola 1 seguito da tanti zeri quante sono le cifre decimali del numero di partenza 4.,4 in forma polinomiale è: , eseguendo i calcoli si ottiene: = 4 = Più velocemente si possono ottenere gli stessi risultati moltiplicando e dividendo il numero decimale per un opportuna potenza di 10:, , 17 1= = = , , 17 4= = = Ricerca della frazione generatrice di un numero periodico semplice 1. onsideriamo il numero periodico semplice 1,. Moltiplicando per 10 si ha: 1, 10 = 1,... Moltiplicando per 1 si ha: 1, 1 = 1,... Possiamo scrivere: 10 1, - 1 1, = 9 1, ovvero 1, ,... = 1 Quindi: 9 1, = 1 da cui si ottiene: (1 1) numero senza il periodo e la virgola diminuito del numero formato dalle cifre che precedono il periodo 1, = 1 9 Un nove, cioè tanti nove quante sono le cifre che formano il periodo

10 10 1. I numeri razionali: a. onsideriamo il numero periodico semplice 0,. Moltiplicando per 100 si ha: 0, 100 =,... Moltiplicando per 1 si ha: 0, 1 = 0,... Pertanto possiamo scrivere: 100 0, - 1 0, = 99 0, ovvero, ,... = Quindi: 99 0, = da cui si ottiene: 0, = 99 ( 0) numero senza il periodo e la virgola diminuito del numero formato dalle cifre che precedono il periodo Due nove, cioè tanti nove quante sono le cifre che formano il periodo Ricerca della frazione generatrice di un numero periodico misto onsideriamo il numero periodico misto,16. Moltiplicando per 100 si ottiene 16, Moltiplicando per 10 si ottiene 1, Possiamo anche scrivere: 100,16-10,16 = 90,16 ovvero 16, , = 19 Quindi: 90,16 = 19 da cui si ottiene:,16 = Esercizi (16 1) numero senza il periodo e la virgola diminuito del numero formato dalle cifre che precedono il periodo Un nove, cioè tanti nove quante sono le cifre che formano il periodo. Uno zero, cioè tanti zeri quante sono le cifre che formano l antiperiodo Ricerca della frazione generatrice di un numero decimale limitato 1. ompleta procedendo come negli esempi. NUMERO DEIMLE LIMITTO SRITTUR POLINOMILE LOLO , + = = ,6 1,0 Più velocemente: 0, = 0, = = ,7 =... 1,6 =... 1,0 =...

11 1. I numeri razionali: a 11 Ricerca della frazione generatrice di un numero periodico semplice. ompleta inserendo le parti mancanti. a) onsidera il numero periodico semplice,7. Moltiplica,7 per 10: 7, moltiplica,7 per 1:... 10,7-1,7 = 9,7 7, =... quindi 9,7 =... da cui si ottiene: (7 -...)...,7 =... un nove, cioè tanti nove quante sono... b) onsidera il numero periodico semplice,14. Moltiplica,14 per 100: 14, moltiplica,14 per 1=, ,14-1,14 = 99, =... quindi 99,14 =... da cui si ottiene: ( )...,14 =... due nove, cioè tanti nove quante sono.... Procedi come negli esercizi precedenti per ricercare le frazioni generatrici dei numeri periodici semplici: 4,1; 1,; 7,1; 1,81; 0,14 Ricerca della frazione generatrice di un numero periodico misto 4. ompleta inserendo le parti mancanti. onsidera il numero periodico misto 1,1. Moltiplica per 1000 il numero periodico misto 1,1: 11,11... Moltiplica per 10 il numero periodico misto 1,1: ,1-10 1,1 = 990 1,1 11, =... Quindi 990 1,1 =... da cui si ottiene: 1,1 = ( ) due nove, cioè tanti nove quante sono......zero, cioè tanti zero quante sono...

12 1 1. I numeri razionali: a. Procedi come nell esercizio precedente per ricercare la frazione generatrice dei numeri periodici misti 0,147 e,4. Scrivi le frazioni generatrici dei seguenti numeri decimali. 6. 0,; 4,68; 11,1; 90,; 1, ,; 0,7;,6; 1,; 0, ,016; 0,87;,7; 1,06; 0,84. 9.,64; 0,7;,6; 0,10; 0, ; ;... 4 ; ; ; ; ; ;... Risolvi le espressioni con numeri razionali. 10. [(0,1 + 0,09 10) (0, + 0,7) + 1 : ] (0,8 + 0, + 1). [14] 11. [1,16 : (0,8 + 0,) + 0,6 : 0,6] : {[0,8 : (1 + 0,1) + 0,6] 1,7}. 1. [(0,4-0,04-0,04) : 1,97 + 0,81] : [(,64 -,8) : 1,6 + 0,] 1,8-0, ,6-0, [0,7 : 0,46 - (0, + 1, : 0,) : ] - (0,7-0,16 + 0,416) : 6,. 14. [(,4 : 17,1 + 0,7) : 0,97] : {[1,1 : (1 + 0,1)] 1, + 0,} (0,4-0,16-0,04) ( 0, 6, + 16, ) 0, ,. 18, + 0, 1+ 0, 0 8: 0, ( 06, 0, ):( 0, ) 07, ( 0, ) + 0, 87 (, 1 1) : 0, 0, [] ( 0, 7+ 0,, 6): 0, + ( 1 0, ) 06, + 0, 08, ( 1 0, ) 0, 6+ 1 ( 008, + 17, ): 1, 07, 00, : 01, 1, :. 1, : 0, + 14, 0, 7 1, +, , 0, : ( +, ):, + 14, : 07, 0,. 04, 016, 1+ 0, , 1, ( 06, + 018, ): 07, 0, 04, (, 1+, 6) 0, 0

13 La radice quadrata 1 esercizi e attivita` per il recupero per il potenziamento Scomporre in fattori primi Utilizzare un algoritmo onsultare le tavole numeriche a b = a b per calcolarla si può a: b = a: b a n = a n gode di proprietà L RDIE QUDRT a è Una operazione inversa dell elevamento a potenza a b = a b può essere Un numero razionale Un numero irrazionale in particolare è cioè Un numero intero Un numero decimale illimitato non periodico se il radicando è un Quadrato perfetto

14 14. La radice quadrata recupero Prima di effettuare gli esercizi per il recupero è opportuno che tu riveda la teoria sul libro di testo. 1. Stabilisci quali delle seguenti scomposizioni appartengono a dei quadrati perfetti ed estrai la loro radice quadrata. ESEMPIO a) 4 non è un quadrato perfetto perché un esponente () è dispari b) è un quadrato perfetto perché tutti gli esponenti sono pari, allora: 6 4 6: : 4: 7 11 = 7 11 = SI NO 4 = SI NO... 8 SI NO SI NO SI NO SI NO.... Osserva il primo schema e completa il secondo. = 7,41 19 = 4,. ompleta le seguenti frasi. a) Se nell estrazione di radice quadrata l approssimazione richiesta è 0,1 nel risultato ci deve essere... cifra decimale b) Se nell estrazione di radice quadrata l approssimazione richiesta è 0,01 nel risultato ci devono essere... cifre decimali c) Se nell estrazione di radice quadrata l approssimazione richiesta è 0, Utilizzando le tavole numeriche determina la radice quadrata dei seguenti numeri interi minori di 1000 (fai attenzione alle approssimazioni richieste). erca il radicando nella colonna intestata n e la radice quadrata nella colonna n , 784 = = , 7 0, ,01 si richiede l approssimazione ai centesimi radice radicando quadrata , =... 0 = = =... 0, 001 = =... 7 =... 4 = , 0, 001 0,1... = =... 01, 001, 0, 001

15 . La radice quadrata 1. Utilizzando le tavole numeriche determina la radice quadrata dei seguenti numeri interi maggiori di erca il radicando nella colonna intestata n e prendi, come radice quadrata, il numero corrispondente nella colonna n. ESEMPIO 0 = = = = = = = = = = = = = Utilizzando le tavole numeriche determina la radice quadrata dei seguenti numeri decimali. erca il radicando, privato della virgola, nella colonna intestata n e prendi come radice quadrata il numero corrispondente nella colonna n; metti poi la virgola nel risultato. ESEMPIO 67, 4 Æ cerca sulle tavole 674 nella colonna n, prendi come radice 8 e separa una cifra decimale; quindi: 67, 4 = 8, 01, 01, 16, =... 70, 6 = , =... 10, 89 =... 01, 01, 01, 01, 0, 41=... 70, 6 =... 76, =... 4, 01=... 01, 01, 01, 01, 10, 01=... 0, =... 10, 1= , =... 01, 01, 01, 016, =... 01, 001, 009, =..., 7 = , 0, 04 = , 001, 0, 1444 =... 14, 161= ompleta le seguenti frasi, scegliendo tra i termini indicati sotto (non tutti saranno utilizzati): decimali, aggiungendo, tre, togliendo, periodiche, zeri, uno, moltiplicando, due, sottraendo a) Per avere una cifra decimale nel risultato, nel radicando ci devono essere... cifre decimali. b) Per avere... cifre... nel risultato, nel radicando ci devono essere quattro cifre decimali. c) Se nel radicando le cifre decimali sono in numero..., devi pareggiare il numero delle...

16 16. La radice quadrata 8. Determina le radici quadrate dei seguenti numeri (fai attenzione agli zeri da aggiungere e alle approssimazioni richieste). ggiungi uno o tre zeri; cerca il numero sulle tavole nella colonna n (cerca quello che gli si avvicina di più), prendi il numero corrispondente nella colonna n, sistema le cifre decimali. ESEMPIO 01, 7, , 80 ; cerca 780, il quadrato perfetto che lo precede è 704 la cui radice quadrata è ; sistema poi la virgola; quindi: 01, 7, 8 =, 01, 71,... =... 10, 4... =... 46,... =... 1, 8... =... 8,... =... 6,... = , 01, 1,... =... 18,... =... 6, 4... = , 01, 01, 001, 001, 4111,... = ,... =... 66, 9... =... 01, 001, 001, 001, Logaritmo di un numero potenziamento Oltre l estrazione di radice quadrata, esiste un altra operazione inversa dell elevamento a potenza: il logaritmo, il cui simbolo è log. Questa operazione ci permette di trovare l esponente, conoscendo la base e il valore della potenza. Indicando con a la base e con b il valore della potenza, possiamo scrivere: log a b = x che si legge il logaritmo in base a di b è uguale a x. Il logaritmo di un numero è l operazione che consente di trovare l esponente, conoscendo la base e il valore della potenza. ESEMPIO log 81 = x Dobbiamo trovare l esponente da dare a per ottenere 81, cioè risolvere la seguente situazione: x = 81 Poiché 4 = 81 allora log 81 = 4 e si legge logaritmo in base di 81 uguale 4.

17 Esercizi 1. ompleta.. La radice quadrata 17 LOLO LOGRITMO RISULTTO DEL LOGRITMO DELL INOGNIT X log 7 49 = x 7 x = 49 quindi x = log 7 49 = log = x 10 x = 1000 quindi x =... log =... log 8 = x x = 8 quindi x = log 6 6 = x log 4 64 = x ompleta la frase. Il logaritmo è una delle due operazioni... dell elevamento... e permette di trovare... conoscendo... Metti al posto dei puntini il numero opportuno.. log 9 =... log 8 =... log 4 =... log 4 6 = log =... log 18 =... log 6 6 =... log 9 81 =.... log =... log =... log =... log 6 = = log =... log =... log =... log 7 4 = log =... log 6 =... log 4 =... log 1 =... ESEMPIO La scrittura 6... = 16 sotto forma di logaritmo si esprime nel seguente modo: log 6 16 =... Esprimi le seguenti scritture sotto forma di logaritmo = 1... = = = = 1... = = = 196 Risolvi le seguenti espressioni : : [0] 1 0

18 18. La radice quadrata : : : : : + 1 : 1 : 4 ( 1+ 0, ) : 0, , +, :, :, 8 0, : : : x : , : : , 01, : : : , 9 01, [] [1] [] [0] [0,9] [,] [0,86] [1,] [1,1]. Ecco un esempio di come si possa costruire un numero decimale illimitato non periodico (ossia un numero irrazionale) 1, Sapresti aggiungere altre cifre al numero seguendo la legge con cui sono state scritte le cifre decimali?. ostruisci almeno numeri irrazionali in base ad una legge che non consenta il formarsi di un periodo.

19 Rapporti e proporzioni 19 esercizi e attivita` per il recupero per il potenziamento godono della proprietà TENE DI RPPORTI UGULI a : b = c : d = e : f OMPORRE GLI NTEEDENTI E I ONSEGUENTI a : b (a + c + e) : (b + d + f) = c : d e : f antecedente a conseguente b i termini si chiamano uguaglianze tra due rapporti uguaglianze tra tre o più rapporti RPPORTI a : b = r a 1 antecedente c antecedente b 1 conseguente d conseguente b, c medi i termini si chiamano INVERTIRE b : a = d : c PROPORZIONI a : b = c : d godono delle seguenti proprietà PERMUTRE SOMPORRE (a b) : a = (c d) : c oppure (a b) : b = (c d) : d OMPORRE (a + b) : a = (c + d) : c oppure (a + b) : b = (c + d) : d FONDMENTLE b c = a d a, d estremi MEDI a : c = b : d ESTREMI d : b = c : a

20 0. Rapporti e proporzioni recupero Prima di effettuare gli esercizi per il recupero è opportuno che tu riveda la teoria sul libro di testo. 1. onsidera la proporzione seguente e completa le frasi. 1 : 0 = 18 : 0 I medi sono... 1 e 0 sono gli.... Data la seguente proporzione continua, completa le frasi. 49 : 14 = 14 : 4 Gli estremi sono... I due medi (14 e 14) sono uguali e si chiamano... proporzionale.. ompleta le frasi inserendo i termini esatti scelti tra quelli assegnati (non tutti andranno utilizzati). costanti; incognite; prodotto degli estremi; commutativa; continue; quoziente degli estremi; fondamentale; rapporti a) Una proporzione è un uguaglianza tra due... b) Per le proporzioni vale la proprietà... c) In ogni proporzione il prodotto dei medi è uguale al... d) Le proporzioni con i due medi uguali si chiamano Risolvi le seguenti proporzioni seguendo le indicazioni. a) x : 8 = 81 : 4 l incognita x è un estremo; per trovare il suo valore devi dividere il prodotto dei medi per l estremo conosciuto. Quindi: x = =... 4 Verifica se il tuo calcolo è esatto: prodotto dei medi: 8 81 =... prodotto degli estremi:... 4 =... se i due prodotti sono uguali a 648, il tuo calcolo è esatto; (in caso contrario, cerca l errore). b) 8 : 6 = x : 6 l incognita è un medio; per trovare il suo valore devi dividere il prodotto degli estremi per il medio conosciuto. Quindi: 6 8 x = 6 = Verifica se il tuo calcolo è esatto: prodotto degli estremi: 8 6 =... prodotto dei medi:...

21 . Rapporti e proporzioni 1 c) 8 : x = x : 18 la proporzione è continua; per calcolare il valore del medio proporzionale devi estrarre la radice quadrata del prodotto degli estremi. Quindi: x = 8 18 =... =... se il tuo calcolo è esatto il valore di x è 1. pplicando le regole, risolvi le seguenti proporzioni e verifica l esattezza dei tuoi calcoli.. x : 1 = 10 : 0 [] 7 : 8 = x : 7 [6] : 1 = x : 6 [4] 10 : 16 = 1 : x [4] 7. x : 70 = 1 : 7 [14] 18 : x = 4 : 16 [1] 8. : x = x : 7 [9] 7 : x = x : 8 [14] : x = x : 9 [1] 7 : x = x : [1] 10. Risolvi le seguenti proporzioni con le frazioni, seguendo le indicazioni. a) x : = : x è un estremo; si devono moltiplicare i medi e dividere il prodotto per l estremo conosciuto. Quindi: x = : = = verifica l esattezza dei tuoi calcoli: prodotto dei medi: 6 1 = 1 prodotto degli estremi:... b) 6 : 1 x = 8 : 4 x è un medio; si devono moltiplicare gli estremi e dividere il prodotto per il medio conosciuto. Quindi: 1... x = : = = verifica: prodotto degli estremi:... prodotto dei medi:... c) 1 x: = : x 4 6 la proporzione è continua; per calcolare il valore di ciascun estremo si deve estrarre la radice quadrata del prodotto dei medi. Quindi: 1 x = = = se il tuo calcolo è esatto il valore della x è. 1

22 . Rapporti e proporzioni Risolvi le seguenti proporzioni e verifica l esattezza dei tuoi calcoli : = x : x : = : ; : = x 7 : : = : x ; : x = x: : x = x: ; 1 7 pplica la proprietà del comporre o quella dello scomporre per risolvere i seguenti esercizi (segui le indicazioni) : 18 = (4 + x) : x applica la proprietà dello scomporre: (4 18) : 18 = (4 + x x) : x risolvi i calcoli nelle tonde e determina il valore di x: : 18 =... : x quindi x = = se i tuoi calcoli sono esatti il valore di x è : 1 = (4 x) : x applica la proprietà del comporre: (6 +...) :... = (4 x + x) : x risolvi i calcoli nelle tonde e determina il valore di x:... :... = 4 : x quindi il valore di x è 6. Procedendo come negli esercizi precedenti, risolvi. 16. (0 + x) : x = 90 : 40 [4] 19. : = (40 x) : x [1] 17. (6 x) : x = : 1 [0] 0. (6 x) : x = 10 : 18 [6] : 8 = (1 + x) : x [6] 1. (7 x) : x = 1 : 7 pplica la proprietà del comporre o quella dello scomporre per risolvere i seguenti problemi con due incognite (segui le indicazioni).. La differenza tra le diagonali di un rombo misura 40 cm e il loro rapporto è 9 ; calcola l area del rombo. onoscendo il rapporto tra le diagonali, si può impostare la seguente proporzione: : D = 9 : conoscendo la differenza delle diagonali, si applica la proprietà dello scomporre: ( D) : D = (...) : D = (D) =? D 40 : D =... : calcola la misura della diagonale D: = 9 D D = = x = =... 48

23 . Rapporti e proporzioni applica ora la proprietà dello scomporre per calcolare la misura della diagonale : ( D) : = (9 ) : = = applica ora la formula per calcolare l area del rombo: ( D) D = = [0 cm ]. Dividi il numero 1 in due parti tali che una sia i dell altra. 7 x = 1 a parte del numero y = a parte del numero x =? x + y = 1 x = y y =? 7 conoscendo il rapporto tra le due parti, puoi impostare una proporzione: x : y =... :... conoscendo la somma delle due parti, applica la proprietà del comporre: (x + y) :... = ( ) : 1 :... =... calcola il valore della prima parte x: x = = applica ora la proprietà del comporre per calcolare il valore della seconda parte y: (x + y) : y = ( ) : y =... verifica che la somma di x e y dia 1: x + y = =... pplica le proprietà del comporre o dello scomporre per risolvere i seguenti esercizi e problemi con due incognite x + y = 40 x = y [4; 16] 7 1. x y = 80 x = y [600; 0] 8 6. La somma di base e altezza di un parallelogramma è 100 m e il loro rapporto è 7. alcola l area del parallelogramma. 1 [7 m ] 7. nna è più alta di hiara di 4 cm; sapendo che il rapporto tra le altezze delle due ragazze è 17, calcola le misure delle due altezze in metri. 0 [1,6 m; 1,60 m]

24 4. Rapporti e proporzioni potenziamento Determinare due numeri conoscendo il loro prodotto e il loro rapporto. Determina il valore di x e y sapendo che il loro rapporto è e che x y = 4. Si imposta la proporzione: x : y = : si moltiplicano i termini del primo rapporto per x (applicando la proprietà invariantiva dei rapporti): (x x) : (x y) = : essendo x y = 4 si ha: x : 4 = : da cui: 4 x = = 6 = 6 si sostituisce il valore di x nella proporzione di partenza e si determina il valore di y: 6 : y = : da cui: 6 y = = 4 alcolo di due numeri conoscendo la somma (o la differenza) dei loro quadrati e il loro rapporto. Determina due numeri x e y sapendo che il loro rapporto è e che x + y = Si imposta la proporzione: x : y = : 6 si elevano al quadrato i termini della proporzione: x : y = : 6 si applica la proprietà del comporre: (x + y ) : x = ( + 6 ) : essendo x + y = 49 si ottiene: 49 : x = ( + 6) : 49 : x = 61 : da cui: 49 x = = = 1 61 si sostituisce il valore di x nella proporzione di partenza e si calcola il valore di y: : y = : 6 da cui y = = 18 Nel caso in cui si conosca il rapporto tra due numeri e la differenza dei loro quadrati, si procede come nel caso precedente, ma applicando la proprietà dello scomporre.

25 Esercizi Risolvi i seguenti esercizi.. Rapporti e proporzioni 1. x x y = 4 y = 16 x y = 1 6 x y = 17 [48 e 9; 6, e 18]. x x y = 704 y = 11 x 4 y = x y = 1 [44 e 16; 9 e 1]. x x y = 960 y = 1 x 16 y = 9 10 x y = 1440 [0 e ; 6 e 40] 4. x x y = 700 y = x 4 y = x y = 84 [4 e 60; 4 e 16] Risolvi i seguenti problemi.. Il rapporto tra le dimensioni di un rettangolo è : 19 e l area è 90 m. Determina le misure delle dimensioni. [10 m; 9 m] 6. L area di un rombo è di 90 cm e il rapporto tra le diagonali è ; determina le loro misure. 4 [1 cm; 1 cm] 7. L area di un triangolo è di 60 dm e la base è i 10 dell altezza; determina le loro misure. [0 dm; 6 dm] 8. L area di un triangolo è di 110 cm e l altezza è della base; determina le loro misure. 7 [40 cm; 6 cm] Risolvi i seguenti esercizi. 9. x + y = 676 x x + y = x : y = 4 : 18. [10 e 4; 14 e 6] y = x + y = 77 x : y = 7 : 1 x + y = 1 x [19 e 4; 1 e 8] y = Determina due numeri x e y tali che il loro rapporto sia 1 e la differenza tra i loro quadrati sia 86. (Risolvi seguendo le indicazioni). 4 La proporzione risolutiva è: x : y = 1 : 4 eleva al quadrato i termini della proporzione: x : y =... :... applica la proprietà dello scomporre: (x y ) : x = (......) :... sostituisci la differenza dei quadrati:... : x = (......) : :... =... :...

26 6. Rapporti e proporzioni da cui: x = = 900 = sostituisci il valore di x nella proporzione di partenza e calcola y:... : y = 1 : 4 da cui: y = = Determina x e y, sapendo che: 1. x : y = 18 : 10 x y = 04; x y = 4 14 y x = 0. [7 e 1; 14 e 49] (nel secondo caso, prima di applicare la proprietà dello scomporre, devi applicare quella...). 1. x : y = 11 : 7 x y = 1800; x y = 9 10 y x = 684. [ e ; 4 e 60] 14. x : y = 1 : 7 x y = 744,8; x y = x y = 1479,87. [,6 e 19,6; 48,6 e 9,7] 1. x x + y = 989; y = x 6 y = 7 10 x + y = 96 [ e 4; 14 e 0] Risolvi i seguenti problemi. 16. L idrogeno (H) e l ossigeno (O) combinandosi nel rapporto 1 a 8 danno origine all acqua. Determina i pesi dell idrogeno e dell ossigeno in 4, kg di acqua. [0, kg e 4 kg] 17. L azoto (N) e l ossigeno (O) combinandosi nel rapporto di 7 a 8 danno origine ad un composto chiamato ossido di azoto (NO ). Determina i pesi dell azoto e dell ossigeno presenti in 9 kg di ossido di azoto. [4, kg; 4,8 kg] 18. Un oggetto è costituito di una lega metallica rame-argento. Determina quanti grammi di rame e quanti di argento ci sono nell oggetto, sapendo che il suo peso è di 1 g e che il rapporto tra la quantità di rame e di argento è 1. [4 g; 90 g]

27 4 La proporzionalità 7 esercizi e attivita` per il recupero per il potenziamento y = k x y h = x Diretta Inversa può essere PROPORZIONLITÀ si applica per risolvere problemi del semplice del composto di ripartizione semplice Matematica finanziaria Diretto Inverso Diretta Inversa Percentuale P : r = N : 100

28 8 4. La proporzionaliltà recupero Prima di effettuare gli esercizi per il recupero è opportuno che tu riveda la teoria sul libro di testo. Rappresenta le seguenti leggi, utilizzando le indicazioni fornite. 1. y = x ompleta la tabella per calcolare i valori di y in funzione di x: x y = x 0 0 = = = = =... Individua i punti che hanno come coordinate i valori delle coppie (x; y) della tabella. ongiungi poi i punti ottenuti.il grafico è una semiretta uscente dall origine (0; 0); quindi la legge è di proporzionalità... y u O x. y = x 6 In questo caso, conviene assegnare alla x dei valori numerici che siano multipli di 6: y 1 u x y = x = = = = O x Individua i punti che hanno come coordinate i valori delle coppie (x; y) della tabella. ongiungi poi i punti ottenuti. nche in questo caso il grafico è una... uscente dall origine; quindi la legge è di...

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma.

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma. Addizione: PROPRIETA' COMMUTATIVA Cambiando l'ordine degli addendi la somma non cambia. 1) a + b = b + a PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

ESTRAZIONE DI RADICE

ESTRAZIONE DI RADICE ESTRAZIONE DI RADICE La radice è l operazione inversa dell elevamento a potenza. L esponente della potenza è l indice della radice che può essere: quadrata (); cubica (); quarta (4); ecc. La base della

Dettagli

73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90-91 69 92 93 94-95 96-97 98-99

73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90-91 69 92 93 94-95 96-97 98-99 Bravissimo/a! Sei arrivato/a alla fine della parte di italiano... Adesso perché non ripassi un po di matematica? A settembre sarai un bolide nelle operazioni, nel risolvere i problemi e in geometria! matematica

Dettagli

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una NUMERI INTERI E NUMERI DECIMALI Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una cassetta sono contenuti 45 penne e che una lamiera misura 1,35 m. dl lunghezza,

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d.

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d. 1) Il valore di 5 10 20 è: a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 2) Il valore del rapporto (2,8 10-4 ) / (6,4 10 2 ) è: a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori 3) La quantità

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks"

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: TIMSS 2007 Assessment Frameworks Capitolo Uno TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks" a cura di Anna Maria Caputo, Cristiano Zicchi Copyright 2005 IEA International Association for

Dettagli

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova SCUOLA MEDIA STATALE GIULIANO DA SANGALLO Via Giuliano da Sangallo,11-Corso Duca di Genova,135-00121 Roma Tel/fax 06/5691345-e.mail:scuola.sangallo@libero.it SELEZIONE INTERNA PER LA MARATONA DI MATEMATICA

Dettagli

Rapporti e Proporzioni

Rapporti e Proporzioni Rapporti e Proporzioni (a cura Prof.ssa R. Limiroli) Rapporto tra numeri Il rapporto diretto tra due numeri a e b, il secondo dei quali diverso da zero, si indica con Ricorda a e b sono i termini del rapporto

Dettagli

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano I NUMERI DECIMALI che cosa sono, come si rappresentano NUMERI NATURALI per contare bastano i numeri naturali N i numeri naturali cominciano con il numero uno e vanno avanti con la regola del +1 fino all

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

classe delle migliaia seimilionitrecentosedicimilaquattrocento 2 h di miliardi 120 501 926 840... 8 h di milioni 8 926 145 480...

classe delle migliaia seimilionitrecentosedicimilaquattrocento 2 h di miliardi 120 501 926 840... 8 h di milioni 8 926 145 480... ARITMETICA Le classi del numero Leggi i numeri che si riferiscono agli abitanti di alcuni Stati del mondo, poi riscrivili nella tabella in ordine crescente. Argentina 0 5 Nigeria 5 78 900 Australia 06

Dettagli

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale Radicali 1. Radice n-esima Terminologia Il simbolo è detto radicale. Il numero è detto radicando. Il numero è detto indice del radicale. Il numero è detto coefficiente del radicale. Definizione Sia un

Dettagli

IL VALORE POSIZIONALE

IL VALORE POSIZIONALE SCHEDA N. 1 IL VALORE POSIZIONALE 1. Scomponi ogni numero, seguendo l esempio. Esempio: 1=00000+0000+000+0+0+ =... 1 =... 9 1 =... 0 =... 0 09 =... 0 =.... Componi ogni numero, seguendo l esempio. Esempio:

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito

Dettagli

Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α?

Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α? QUESITO 1 Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α? Applicando il Teorema dei seni si può determinare il valore di senza indeterminazione, in quanto dalla

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI I numeri naturali I numeri interi I numeri razionali Teoria degli insiemi (cenni) ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 L insieme N dei numeri naturali 4 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

Analisi Matematica di circuiti elettrici

Analisi Matematica di circuiti elettrici Analisi Matematica di circuiti elettrici Eserciziario A cura del Prof. Marco Chirizzi 2011/2012 Cap.5 Numeri complessi 5.1 Definizione di numero complesso Si definisce numero complesso un numero scritto

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

LE FUNZIONI MATEMATICHE

LE FUNZIONI MATEMATICHE ALGEBRA LE FUNZIONI MATEMATICHE E IL PIANO CARTESIANO PREREQUISITI l l l l l conoscere il concetto di insieme conoscere il concetto di relazione disporre i dati in una tabella rappresentare i dati mediante

Dettagli

Appunti di Matematica

Appunti di Matematica Silvio Reato Appunti di Matematica Settembre 200 Le quattro operazioni fondamentali Le quattro operazioni fondamentali Addizione Dati due numeri a e b (detti addendi), si ottiene sempre un termine s detto

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Ogni frazione si può trasformare, dividendo il numeratore per il denominatore, in un numero che sarà:

Ogni frazione si può trasformare, dividendo il numeratore per il denominatore, in un numero che sarà: Ogni frazione si può trasformare, dividendo il numeratore per il denominatore, in un numero che sarà: naturale, se la frazione è apparente. Esempi: 4 2 2 60 12 5 24 8 decimale limitato o illimitato, se

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

I numeri relativi. Il calcolo letterale

I numeri relativi. Il calcolo letterale Indice Il numero unità I numeri relativi VIII Indice L insieme R Gli insiemi Z e Q Confronto di numeri relativi Le operazioni fondamentali in Z e Q 0 L addizione 0 La sottrazione La somma algebrica La

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA LA NOTAZIONE SCIENTIFICA Definizioni Ricordiamo, a proposito delle potenze del, che = =.000 =.000.000.000.000 ovvero n è uguale ad seguito da n zeri. Nel caso di potenze con esponente negativo ricordiamo

Dettagli

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE")

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC DERIVE) F U N Z I O N I E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE") I N D I C E Funzioni...pag. 2 Funzioni del tipo = Kx... 4 Funzioni crescenti e decrescenti...10

Dettagli

SISTEMI DI MISURA ED EQUIVALENZE

SISTEMI DI MISURA ED EQUIVALENZE Corso di laurea: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta; Max Artizzu PRECORSI DI MATEMATICA SISTEMI DI MISURA ED EQUIVALENZE Un tappezziere prende le misure di una stanza per acquistare il quantitativo di tappezzeria

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di I grado Classe Prima Spazio per l etichetta

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

1 n. Intero frazionato. Frazione

1 n. Intero frazionato. Frazione Consideriamo un intero, prendiamo un rettangolo e dividiamolo in sei parti uguali, ciascuna di queste parti rappresenta un sesto del rettangolo, cioè una sola delle sei parti uguali in cui è stato diviso.

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

Se log a. b = c allora: A) a b = c B) c a = b C) c b = a D) b c = a E) a c = b. L espressione y = log b x significa che:

Se log a. b = c allora: A) a b = c B) c a = b C) c b = a D) b c = a E) a c = b. L espressione y = log b x significa che: MATEMATICA 2005 Se log a b = c allora: A) a b = c B) c a = b C) c b = a D) b c = a E) a c = b L espressione y = log b x significa che: A) y é l esponente di una potenza di base b e di valore x B) x è l

Dettagli

Giovanna Mayer. Ordinamento dei numeri e retta numerica. Nucleo: Numeri

Giovanna Mayer. Ordinamento dei numeri e retta numerica. Nucleo: Numeri Giovanna Mayer Nucleo: Numeri Introduzione Tematica: Si propongono attività e giochi per sviluppare in modo più consapevole la capacità di confrontare frazioni, confrontare numeri decimali e successivamente

Dettagli

Esempi di problemi di 1 grado risolti Esercizio 1 Problema: Trovare un numero che sommato ai suoi 3/2 dia 50

Esempi di problemi di 1 grado risolti Esercizio 1 Problema: Trovare un numero che sommato ai suoi 3/2 dia 50 http://einmatman1c.blog.excite.it/permalink/54003 Esempi di problemi di 1 grado risolti Esercizio 1 Trovare un numero che sommato ai suoi 3/2 dia 50 Trovare un numero e' la prima frase e significa che

Dettagli

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI Visto che il 20% di un numero è uguale a frazionario per calcolare le percentuali. 20 100 n allora possiamo utilizzare il calcolo DATI n= numero intero p= frazione (percentuale) r= numeratore (tasso di

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c RSB0001 In quale/i dei disegni proposti l area tratteggiata é maggiore dell area lasciata invece bianca? a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. b) In nessuno dei due. c) Nel disegno contrassegnato

Dettagli

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO SCOMPOSIZIONE IN FATTORI DI UN POLINOMIO Così come avviene per i numeri ( 180 = 5 ), la scomposizione in fattori di un polinomio è la trasformazione di un polinomio in un prodotto di più polinomi irriducibili

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA CENNI DI RICERCA OPERATIVA ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA CENNI DI RICERCA OPERATIVA ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA CENNI DI RICERCA OPERATIVA ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 La ricerca operativa 2 1.1 Introduzione......................................... 2 1.2 Le fasi della ricerca operativa...............................

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2 Dati due numeri naturali a e b, diremo che a è divisibile per b se la divisione a : b è esatta, cioè con resto 0. In questo caso diremo anche che b è un divisore di a. 24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

PROGETTO EM.MA PRESIDIO

PROGETTO EM.MA PRESIDIO PROGETTO EM.MA PRESIDIO di PIACENZA Bentornati Il quadro di riferimento di matematica : INVALSI e TIMSS A CONFRONTO LE PROVE INVALSI Quadro di riferimento per la valutazione Quadro di riferimento per i

Dettagli

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate Nota: Alcuni esercizi sono tradotti, più o meno fedelmente, dal libro A first course in probability

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Anno Scolastico 2011-2012 Prova di Matematica : Relazioni + Geometria Alunno: Classe: 1 C 05.06.2012 prof. Mimmo Corrado 1. Dati gli insiemi =2,3,5,7 e =2,4,6, rappresenta

Dettagli

Introduzione alla probabilità

Introduzione alla probabilità Introduzione alla probabilità CAPITOLO TEORIA Il dilemma di Monty Hall In un popolare show televisivo americano il presentatore mostra al concorrente tre porte chiuse. Dietro a una di esse si cela il premio

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem)

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Raccolta di Esercizi di Matematica Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Contenuti: 8-1. L ordine Algebrico delle Operazioni 8-2. Problemi sulle Percentuali 8-3. Le Forme Standard e Point-Slope

Dettagli

Esponenziali elogaritmi

Esponenziali elogaritmi Esponenziali elogaritmi Potenze ad esponente reale Ricordiamo che per un qualsiasi numero razionale m n prendere n>0) si pone a m n = n a m (in cui si può sempre a patto che a sia un numero reale positivo.

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA.

ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA. ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA. Prerequisiti I radicali Risoluzione di sistemi di equazioni di primo e secondo grado. Classificazione e dominio delle funzioni algebriche Obiettivi minimi Saper

Dettagli

Esercizi svolti sui numeri complessi

Esercizi svolti sui numeri complessi Francesco Daddi - ottobre 009 Esercizio 1 Risolvere l equazione z 1 + i = 1. Soluzione. Moltiplichiamo entrambi i membri per 1 + i in definitiva la soluzione è z 1 + i 1 + i = 1 1 + i z = 1 1 i. : z =

Dettagli

Frazioni e numeri razionali

Frazioni e numeri razionali Frazioni e numeri razionali I numeri naturali sono i primi numeri che hai incontrato, quando hai cominciato a contare con le dita. Ma vuoi eseguire tutte le sottrazioni. E allora hai bisogno dei numeri

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Lezioni di Matematica 1 - I modulo

Lezioni di Matematica 1 - I modulo Lezioni di Matematica 1 - I modulo Luciano Battaia 16 ottobre 2008 Luciano Battaia - http://www.batmath.it Matematica 1 - I modulo. Lezione del 16/10/2008 1 / 13 L introduzione dei numeri reali si può

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le funzioni nel discreto 3 1.1 Le funzioni nel discreto.................................. 3 1.1.1 La rappresentazione grafica............................

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

INDICE. Unità 0 LINGUAGGI MATEMATICI, 1. Unità 1 IL SISTEMA DI NUMERAZIONE DECIMALE, 49

INDICE. Unità 0 LINGUAGGI MATEMATICI, 1. Unità 1 IL SISTEMA DI NUMERAZIONE DECIMALE, 49 INDICE Unità 0 LINGUAGGI MATEMATICI, 1 Il libro prosegue nel CD Il linguaggio degli insiemi, 2 1 GLI INSIEMI E LA LORO RAPPRESENTAZIONE, 2 Gli insiemi, 2 Insieme vuoto, finito e infinito, 3 La rappresentazione

Dettagli

f : A A = f (A) In altre parole f è una funzione che associa a un punto del piano un altro punto del piano e che si può invertire.

f : A A = f (A) In altre parole f è una funzione che associa a un punto del piano un altro punto del piano e che si può invertire. Consideriamo l insieme P dei punti del piano e una f funzione biiettiva da P in P: f : { P P A A = f (A) In altre parole f è una funzione che associa a un punto del piano un altro punto del piano e che

Dettagli

Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli. Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it

Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli. Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it 3 4 5 Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it Qualche osservazione preliminare sul Teorema di Pitagora e le terne

Dettagli

Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 2014

Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 2014 Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 14 Problema 1 Punto a) Osserviamo che g (x) = f(x) e pertanto g () = f() = in quanto Γ è tangente all asse delle ascisse,

Dettagli

Problemi sul parallelogramma con le incognite

Problemi sul parallelogramma con le incognite Problemi sl parallelogramma con le incognite Qante altezze ha n parallelogramma Il concetto di altezza rimanda direttamente a qello della distanza di in pnto da na retta La distanza di n pnto da na retta

Dettagli

Calcolo combinatorio

Calcolo combinatorio Probabilità e Statistica Esercitazioni a.a. 2009/2010 C.d.L.S.: Ingegneria Civile-Architettonico, Ingegneria Civile-Strutturistico Calcolo combinatorio Ines Campa e Marco Longhi Probabilità e Statistica

Dettagli

e l insieme delle soluzioni, dopo le analoghe riduzioni del caso n = 2, si scrive come

e l insieme delle soluzioni, dopo le analoghe riduzioni del caso n = 2, si scrive come Numeri complessi 9 Da questi esempi si può osservare che, facendo le successive potene di un numero complesso, i punti corrispondenti girano attorno all origine. Se inoltre > allora i punti si allontanano

Dettagli

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Archimede ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. Sia ABCD un quadrato di

Dettagli

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo 68 Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo 0) ircocentro 0) Incentro 03) Baricentro 04) Ortocentro Pagina 68 di 73 Unità Didattica N 8 Punti

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

DAL NUMERO ALLA FRAZIONE

DAL NUMERO ALLA FRAZIONE SCHEDA N. 2 DAL NUMERO ALLA FRAZIONE 1. Calcola il valore di ogni frazione e colora tanti disegni quanti ne indica il risultato. 2 di 18 =. 9 di 2 =. di 1 =. 8 di 2 =. 2. Calcola il valore di ogni frazione.

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

I numeri. Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri?

I numeri. Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri? I numeri Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri? Come ti sarai reso conto, i numeri occupano un ruolo importante nella tua vita: dai numeri che esprimono il prezzo degli oggetti venduti in un

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

IL PENSIERO MATEMATICO

IL PENSIERO MATEMATICO Claudio Bernardi Lodovico Cateni Roberto ortini Silvio Maracchia Giovanni Olivieri erruccio Rohr IL PENSIERO MATEMATICO OLUME 1 Algebra Statistica Geometria IL PENSIERO MATEMATICO cindice ALGEBRA UNITÀ

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 1. Si lancia una moneta 2 volte: qual è la probabilità che esca TESTA 0 volte? 1 volta? 2 volte? 2. Si lancia una moneta 3 volte:

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

Qualche cenno storico e una finestra sulle medie. 1,41421356 23730950 48801688 72420969 80785696 718753 76 2=1,414213562

Qualche cenno storico e una finestra sulle medie. 1,41421356 23730950 48801688 72420969 80785696 718753 76 2=1,414213562 mathematica [mentis] rubrica di cultura matematica a cura del CIRPU resp. scient. Prof. Italo Di Feo La radice 2 di Qualche cenno storico e una finestra sulle medie. 1,41421356 23730950 48801688 72420969

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile Problemi connessi all utilizzo di un numero di bit limitato Abbiamo visto quali sono i vantaggi dell utilizzo della rappresentazione in complemento alla base: corrispondenza biunivoca fra rappresentazione

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli