PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO RISORSE UMANE (codice SA)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO RISORSE UMANE (codice SA)"

Transcript

1 PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO RISORSE UMANE (codice SA) Dirigente responsabile del programma COLAIACOMO DAMIANO Direttore di struttura Cognome Nome Qualifica/incarico ORGANIGRAMMA Unità di Direzione DIPARTIMENTO RISORSE UMANE Direzione Organizzazione, sistema di valutazione del personale Sicurezza sul lavoro e privacy Direzione Relazioni sindacali - Trattamento giuridico ed economico - Disciplina Direzione Reperimento risorse umane e formazione professionale U.O. Organizzazione - Sistema di valutazione del personale U.O. Relazioni sindacali Disciplina - GESPER U.O. Formazione e sviluppo professionale U.O. Sicurezza lavoro - Privacy U.O. Spesa del personale e Gestione risorse umane U.O. Reperimento risorse umane

2 La Struttura eroga i seguenti servizi tipici: Centro di Responsabilità dirigenziale Servizio tipico erogato Unità di Direzione U.O. Organizzazione - Sistema di valutazione del personale U.O. Sicurezza lavoro - Privacy U.O. Relazioni Sindacali - Disciplina - GESPER U.O. Spesa del Personale e Gestione risorse umane U.O.Formazione e sviluppo professionale U.O. Reperimento Risorse Umane Servizio di supporto e coordinamento della struttura Attività rilevanti: mobilità interna, incarichi dirigenziali, mobilità esterna, concorsi Gestione degli assetti organizzativi e dei correlati incarichi di responsabilità area direttiva Sicurezza lavoro, privacy Disciplina giuridica e gestione delle relazioni sindacali Gestione del trattamento economico Formazione e sviluppo professionale Gestione dei piani assunzionali

3 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Unità di Direzione (codice SAA00) Dirigente responsabile COLAIACOMO DAMIANO Direttore di struttura Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Servizio di supporto e coordinamento della struttura Dimensioni Sottodimensioni Indicatore Macroattività Descrizione Misurazione Dato Coordinamento gestione elettronica documentale e archivio Indice di dematerializzazione di documenti ed archivi n. atti dematerializzati / n. totale atti protocollati Valore di riferimento Anno di Riferimento 1, Previsioni iniziali di entrata / previsioni definitive di entrata Fonte Ragioneria Generale Accertamenti definitivi (Tit. I e III) / Previsioni definitive (Tit. I e III) Fonte Ragioneria Generale Efficienza/ Efficacia Output Gestione economico finanziaria Gestione delle risorse umane Corretta e tempestiva gestione del ciclo della spesa e delle entrate Indice mancato allineamento risorse (Residui attivi titolo I al / Accertamento titolo I competenza anno ) / (Residui attivi titolo I / Accertamento titolo I competenza 2011) (Residui attivi titolo III al / Accertamento titolo III competenza anno ) / (Residui attivi titolo III / Accertamento titolo III competenza 2011) n. risorse umane assegnate con atto formale / n. risorse umane assegnate alla Struttura numero risorse umane riallocate / numero risorse umane da riallocare (solo per i servizi di autofunzionamento) Fonte Ragioneria Generale Fonte Ragioneria Generale 1, ,

4 Gestione della comunicazione interna ed esterna Capacità di interazione con l'esterno n. segnalazioni + n. reclami acquisiti (fonte: SGR) tempo medio di risposta sulle richieste di accesso agli atti gestiti da tutte le U.O. (in gg) 4, , Spesa totale corrente impegnata Spesa totale corrente (int. 1,2,3,4,5) , Risorse finanziarie / Spesa impegnata per ogni singolo contratto di servizio Spesa impegnata per ogni singolo contratto di servizio: contratto in -Global Service , Risorse umane / Lavoro effettivo risorse N totale ore di lavoro effettuate , Servizio Attività rilevanti: mobilità interna, incarichi dirigenziali, mobilità esterna, concorsi Dimensioni Efficienza Sottodimensioni Output Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Atti adottati dal servizio Attività realizzata dal servizio Provvedimenti di mobilità esterna in entrata + Provvedimenti di mobilità esterna in uscita + Provvedimenti di distacco + Provvedimenti di comando in entrata + Provvedimenti di comando in uscita Numero verifiche su istanze (Numero trasferimenti richiesti per mobilità interna 0PE40) + Numero trasferimenti concessi per mobilità interna (0PE50) + numero dipendenti assegnati presso organi politici ed istituzioni (0PE59) + Incarichi dirigenziali conferiti e assegnazioni Dirigenti sub apicali (OPE52) + assegnazioni dei neo assunti e del personale acquisito da mobilità (0PE57) + numero richieste di personale (note 0PE55) Valore di riferimento 215, ,00 Previsione Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,91 Risorse umane Spesa per risorse umane destinate al servizio N ore lavorate del personale ,04 Accessibilità fisica.. Accessibilità Accessibilità multicanale..

5 Tempestività Tempestività.. Conformità.. Efficacia Affidabilità.. Compiutezza..

6 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente Completamento e messa a reggime del modello di gestione del Ciclo della programmazione e controllo di Roma Capitale (Del. Giunta Capitolina n. 116 e n. 117 del 2010) Obiettivo 1.1c - Definizione di una architettura integrata del Ciclo di "Programmazione e controllo" - Messa a regime della matrice servizi/indicatori nell'ambito del PEG Messa a regime del sistema della contabilità analitica e dei correlati indici di efficienza propedeutici al processo di efficientamento delle attività correnti attese Codice Fase Ruolo (resp/conc) Responsabile Risultato atteso dell obiettivo Realizzazione di un sistema unico di indicatori e avvio della misurazione dell'attività istituzionale corrente attesa per struttura Conti economici, indici di efficienza e relativo bencmarking del target a supporto dei piani di efficientamento Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo Revisione e aggiornamento del manuale di gestione del flusso documentale dell'amministrazione DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile Codice Fase Ruolo (resp/conc) PEC - Posta Elettronica certificate GED - Gestione Elettronica Documentale SIO - Sistema Informativo per l'organizzazione e Modulistica on line Risultato atteso dell obiettivo Nuovo manuale integrato per la gestione del flusso documentale dell'amministrazione (protocollo, archivio, DDD, PEC) Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Attivazione e gestione delle PEC istituzionali delle strutture e relazione sulla gestione della PEC istituzionale di Struttura Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati Sio in esercizio e Modulistica on line per tutte le Strutture Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente Efficienza e razionalizzazione Obiettivo Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Gestione dei magazzini per beni ad uso comune delle Strutture Capitoline Messa a regime del processo di Pianificazione della Spesa per beni ad uso comune Utilizzo del Sistema SAP/MM per la gestione dei magazzini Utilizzo del Sistema SAP/MM per la Pianificazione dei Fabbisogni per beni ad uso comune Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente Trasparenza e Integrità - Accessibilità e qualità dei servizi Obiettivo Prima attuazione e aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità () Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Vedi dettaglio allegato Piano operativo di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità

7 2.2 Progetti della Struttura Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale Sviluppo della disciplina contrattuale decentrata e attuazione dei piani assunzionali Obiettivo Completamento delle procedure preliminari al concorso e avvio delle preselezioni ed espletamento Concorso per i dirigenti di Roma Capitale: Avvocato Dirigente Peso Descrizione della fase Avvio delle preselezioni delle 18 procedure selettive pubbliche indette nell'anno 2009 Conclusione delle preselezioni delle procedure selettive pubbliche Espletamento delle 4 procedure concorsuali non soggette a preselezione Avvio fase istruttoria delle domande di partecipazione pervenute per Avvocato Dirigente Pianificazione Prodotto Avvio preselezioni Conclusion e preselezioni Graduatorie definitive D.D. di Ammission e/esclusion e Avvocato Dirigente Scadenza Peso Fasi 30/04/ 40 31/07/ 30 31/12/ 30 31/12/ 100 Risultato atteso Conclusione delle 18 preselezioni ed espletamento delle n. 4 procedure concorsuali non soggette a preselezione Avvio della fase istruttoria delle domande di partecipazion e pervenute per Avvocato Dirigente Obiettivo di fine mandato Completame nto delle procedure preliminari al Concorso e avvio delle Preselezioni ed espletamento - tutte entro il 31/12/ Concorso per i dirigenti di Roma Capitale - Avvio della fase istruttoria e adozione dei provvediment i di ammissione/ esclusione entro il SAL attività gestionali funzionali al OBFM (%) 2011=40 = =0 2011=30 = =100 Analisi della normativa e delle circolari esistenti in materia di mobilità interna Relazione 07/12/ 50 Proposta di disciplina per mobilità interna del personale capitolino 10 Proposta di regolamento attuativo della mobilità interna Bozza di disciplina 31/12/ 50 Regolamento di mobilità interna

8 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE PE 40 Trasferimenti richiesti: PE 50 Trasferimenti concessi: PE 52 Incarichi dirigenziali conferiti: Non è possibile effettuare una previsione per il triennio poiché il dato è soggetto a direttive dell Organo Politico R.A.: nel 2013 elezioni amministrative di Roma Capitale. 0PE 53 Numero trasferimenti richiesti per mobilità interna (reinserito) Da eliminare è equivalente all indicatore 0PE40 0PE 55 Mobilità interna: richieste di personale PE 57 Assegnazioni dei neo assunti e del personale acquisito da mobilità: Non è possibile effettuare una previsione per il triennio. 0PE 59 Numero dipendenti assegnati presso organi politici ed istituzioni La previsione relativa all anno 2013 è calcolata sull attività straordinaria che si dovrà svolgere a seguito delle elezioni amministrative di Roma Capitale. 0PE 60 Richieste di mobilità esterna in entrata: PE 70 Provvedimenti di mobilità esterna in entrata: PE 80 Richieste di mobilità esterna in uscita: PE 90 Provvedimenti di mobilità esterna in uscita: PE 100 Richieste di distacco: PE 110 Provvedimenti di distacco: PE 115 Dipendenti distaccati presso altre Amministrazioni: PE 120 Richieste di comandi in entrata: PE 130 Provvedimenti di comando in entrata: PE 140 Richieste di comandi in uscita: PE 150 Provvedimenti di comando in uscita: PE 155 Dipendenti comandati presso altre Amministrazioni: ex1s 50 Dipendenti non di ruolo complessivamente gestiti con il sistema O informatico: ex1s O 60 Dipendenti comandati da altri enti: LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ Centro/i di costo di riferimento Percentuale relativa alla spesa per beni e servizi (titolo 1, interventi 2,3,4,5): Percentuale relativa alla spesa per investimento (titolo 2 ): 0OM PE 91, SP 0, SO 56, DG LE DOTAZIONI FINANZIARIE AFFIDATE AL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SA00 : Direzione apicale - Unità di direzione Tit. Funz. Serv. Int. Uscite TITOLO I - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI MATERIE PRIME E/O BENI DI CONSUMO , , , PRESTAZIONI DI SERVIZI , , , UTILIZZO DI BENI DI TERZI , , , TRASFERIMENTI , ,28 0,00 TOTALETITOLO I - SPESE CORRENTI , , ,23 TOTALE SPESE DEL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SA00 : Direzione apicale - Unità di direzione , , ,23

9 5 LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI Dotazioni di risorse umane Numero Dotazioni strumentali Numero Dirigenti 1 Personal computer 88 cat D 23 PC Portatili /Notebook 2 cat C 64 stampanti 31 cat B 17 Scanner Totale 105 Altre attrezzature informatiche di HW di cui a tempo parziale 11 Numero autorizzazioni accessi Internet 18 di cui a tempo determinato 5 Telefoni 59 Fax 12 Fotocopiatrici 6 condizionatori d aria 34 uffici (mq) 1029,98 magazzini/archivi (mq) 1433,91 locali per il pubblico (mq) altri locali (mq) 544 FIRMA DEL DIRIGENTE FIRMA DEL RESPONSABILE DEL PROGRAMMA

10 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Direzione Organizzazione, sistema di valutazione del personale - Sicurezza sul lavoro e Privacy - U.O. Organizzazione - Sistema di valutazione del personale (codice SAA01) Dirigente responsabile dell'unità Organizzativa PIZZOLLA ANTONIO Direttore di direzione Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Gestione degli assetti organizzativi e dei correlati incarichi di responsabilità area direttiva Dimensioni Sottodimensioni Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Valore di riferimento Previsione Atti rilasciati dal servizio Numero provvedimenti di modifica della Macrostruttura Capitolina 8,00 Output Numero posizioni organizzative istituite/gestite + Numero posizioni per specifiche responsabilità di categoria D gestite ,00 Efficienza Attività realizzata dal servizio Numero inserimenti/aggiornamenti della struttura organizzativa dell'ente nel SIO + Numero inserimenti/aggiornamenti relativi agli incarichi dell'area dirigenziale e direttiva nel SIO 992,00 Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,57 Risorse umane Spesa per risorse umane destinate al servizio N ore lavorate del personale ,92 Accessibilità fisica.. Accessibilità Accessibilità multicanale.. Tempestività Tempestività..

11 Richieste evase / Richieste dei servizi extracanone (Multiservizi) 0,89 Conformità Attività previste dal contratto Monitoraggi eseguiti / Monitoraggi previsti (Multiservizi) 0,42 Efficacia Affidabilità Verifica del rispetto della normativa Numero strutture su cui intervenire / Numero verifiche sullo stato di attuazione degli adempimenti (Sicurezza Alimentare) 0,82.82 Compiutezza..

12 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile GED - Gestione Elettronica Documentale SIO - Sistema Informativo per l'organizzazione e Modulistica on line Codice Fase Ruolo (resp/conc) Responsabile Risultato atteso dell obiettivo Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati Sio in esercizio e Modulistica on line per tutte le Strutture 2.2 Progetti della Struttura Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale Sviluppo della disciplina contrattuale decentrata e attuazione dei piani assunzionali Obiettivo Definizione di un sistema di misurazione e valutazione del personale, basato su criteri di produttività e di merito, cui correlare le indennità previste dal contratto Decentrato di Roma Capitale, da sottoporre al confronto sindacale Peso 50 Descrizione della fase Ricerca e studio comparato dei modelli di misurazione e valutazione del personale ed elaborazione di una proposta di sistema di misurazione e valutazione del personale di Roma Capitale Elaborazione di una proposta, da sottoporre al confronto sindacale, di applicazione del sistema di misurazione e valutazione del personale all'area direttiva per la corresponsione delle indennità previste dal contratto Decentrato di Roma Capitale Pianificazione Prodotto Proposta di un sistema di misurazion e e valutazione del personale di Roma Capitale Proposta di applicazion e del sistema di misurazion e e valutazione del personale all'area direttiva per la corresponsi one delle indennità previste dal contratto Decentrato di Roma Capitale Scadenza Peso Fasi 30/09/ 30 31/10/ 40 Risultato atteso Definizione di un sistema di misurazione e valutazione del personale, basato su criteri di produttività e di merito Obiettivo di fine mandato SAL attività gestionali funzionali al OBFM (%)

13 Attività a supporto della delegazione trattante relativa alla proposta di sistema di misurazione e valutazione del personale Relazione a chiusura del confronto sindacale 31/12/ 30 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE ex1s 100 Posizioni organizzative istituite: O ex1s 110 Posizioni per specifiche responsabilità di categoria D gestite: O 0OM 020 Posizioni di lavoro categoria D gestite LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ 5 LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI Dotazioni di risorse umane Numero Dotazioni strumentali Numero Dirigenti 0 Personal computer 6 cat D 2 PC Portatili /Notebook 0 cat C 4 stampanti 3 cat B 0 Scanner Totale 6 Altre attrezzature informatiche di HW di cui a tempo parziale 0 Numero autorizzazioni accessi Internet 6 di cui a tempo determinato 0 Telefoni 3 Fax 1 Fotocopiatrici 0 condizionatori d aria 1 uffici (mq) 39,45 magazzini/archivi (mq) locali per il pubblico (mq) altri locali (mq) FIRMA DEL DIRIGENTE FIRMA DEL RESPONSABILE DEL PROGRAMMA

14 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Direzione Organizzazione, sistema di valutazione del personale - Sicurezza sul lavoro e Privacy - U.O. Sicurezza lavoro - Privacy (codice SAA02) Dirigente responsabile dell'unità Organizzativa VISCA MARCELLO Dirigente Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Sicurezza lavoro, privacy Dimensioni Efficienza Sottodimensioni Output Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Attività realizzata dal servizio Istruttoria istanze di cause di servizio per la C.M.V. + Definizione provvedimenti per il riconoscimento cause di servizio e/o concessione/revisione equo indennizzo + Istruttoria istanze di verifica della dipendenza della menomazione da causa di servizio + Istanze di accertamento di idoneità al servizio ex D.P.R. 461/01 istruite e trasmesse alla commissione medica di verifica + Istruttoria e trasmissione istanze di accertamento di riconoscimento della pensione di inabilità ex L. 335/95 e dei benefici contrattuali di cui agli artt. 21 e 22 del CCNL + Verifiche esiti visite accertamenti idoneità al servizi ex D.P.R. 461/01 e trasmissione agli uffici competenti + Verifiche esiti visite accertamenti di riconoscimento pensioni di inabilità ex L. 335/95 e dei benefici contrattuali di cui agli artt. 21 e 22 del CCNL e trasmissione agli uffici competenti Sopralluoghi da parte dei medici competenti e dei responsabili del Servizio Prevenzione e Protezione + Numero visite mediche obbligatorie (D.Lgs. 81/08 art.41) + Numero di relazioni da parte dell'ufficio di coordinamento - R.S.P.P. per attività di consulenza ai datori di lavoro (D. Lgs. 81/08 art. 41) Valore di riferimento 2.245, ,00 Previsione Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa totale corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,32 Risorse umane Risorse umane N ore effettive lavorate del personale ,27 Accessibilità Accessibilità fisica..

15 Accessibilità multicanale.. Tempestività Tempestività.. Conformità.. Efficacia Affidabilità.. Compiutezza.. 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile GED - Gestione Elettronica Documentale Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati 2.2 Progetti della Struttura Non sono previsti specifici progetti di struttura.

16 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE SP 25 Sopralluoghi da parte dei medici competenti e dei responsabili del Servizio Prevenzione e protezione 0SP 35 Interventi da parte dell ufficio di coordinamento R.S.P.P per attività di consulenza ai datori di lavoro (D.Lgs 626/94 e s.m.i.): 0SP 40 Visite mediche obbligatorie ai sensi del D. Lgs. 626/94: ex0p 510 Istruttoria istanze di cause di servizio per la C.M.O.: E ex0p 520 Definizione provvedimenti per il riconoscimento cause di E servizio e/o concessione/revisione equo indennizzo: ex0p 525 Istruttoria istanze di verifica della dipendenza della E menomazione da causa di servizio: 0SP 45 Istanze di accertamento di idoneità al servizio ex D.P.R /01 istruite e trasmesse alla commissione medica di verifica 0SP 55 Istruttoria e trasmissione istanze di accertamento di riconoscimento della pensione di inabilità ex l. 335/95 e dei benefici contrattuali di cui agli artt. 21 e 22 del CCNL LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ Centro/i di costo di riferimento Percentuale relativa alla spesa per beni e servizi (titolo 1, interventi 2,3,4,5): Percentuale relativa alla spesa per investimento (titolo 2 ): 0PE 0,47 0 0SP 99,89 0 LE DOTAZIONI FINANZIARIE AFFIDATE AL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SAA01 : U.O. Sicurezza lavoro - privacy Tit. Funz. Serv. Int. Uscite TITOLO I - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI MATERIE PRIME E/O BENI DI CONSUMO 125,16 114,36 114, PRESTAZIONI DI SERVIZI , , , UTILIZZO DI BENI DI TERZI , , , TRASFERIMENTI 98,76 0,00 0,00 TOTALETITOLO I - SPESE CORRENTI , , ,33 TOTALE SPESE DEL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SAA01 : U.O. Sicurezza lavoro - privacy , , ,33

17 5 LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI Dotazioni di risorse umane Numero Dotazioni strumentali Numero Dirigenti 1 Personal computer 60 cat D 43 PC Portatili /Notebook 1 cat C 20 stampanti 24 cat B 2 Scanner Totale 66 Altre attrezzature informatiche di HW di cui a tempo parziale 17 Numero autorizzazioni accessi Internet 14 di cui a tempo determinato 0 Telefoni 38 Fax 11 Fotocopiatrici 2 condizionatori d aria 2 uffici (mq) 541,65 magazzini/archivi (mq) locali per il pubblico (mq) altri locali (mq) FIRMA DEL DIRIGENTE FIRMA DEL RESPONSABILE DEL PROGRAMMA

18 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Direzione Relazioni Sindacali - Trattamento giuridico ed economico - Disciplina - U.O. Relazioni Sindacali - Disciplina - GESPER (codice SAB01) Dirigente responsabile dell'unità Organizzativa CANOSSI GIUSEPPE Direttore di direzione Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Disciplina giuridica e gestione delle relazioni sindacali Dimensioni Sottodimensioni Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Valore di riferimento Previsione Procedimenti disciplinari e/o penali gestiti dell'anno + numero informative sindacali (documenti) 351,00 Output Atti adottati dal servizio numero di provvedimenti emessi in relazione all'applicazioni degli istituti contrattuali + n. faq pubblicate + n. di circolari emesse 66,00 Efficienza Attività svolta dal servizio numero di posizioni verificate + numero ritenute sindacali ,00 Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa totale corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,78 Risorse umane Risorse umane N ore effettive lavorate del personale ,15 Accessibilità fisica.. Accessibilità Accessibilità multicanale.. Tempestività Tempestività.. Conformità Qualità dell'azione amministrativa Numero di ricorsi su applicazione istituti contrattuali 50,00 Efficacia Affidabilità Attività di contrattazione sindacale Numero accordi sottoscritti per la trattativa sindacale / Numero accordi previsti per la trattativa sindacale 1,00

19 Compiutezza Capacità di risposta a pareri Pareri resi (rilevazione da avviare nel ) / Numero richieste pareri (protocollati) 1,25 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile GED - Gestione Elettronica Documentale Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati 2.2 Progetti della Struttura Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale Sviluppo della disciplina contrattuale decentrata e attuazione dei piani assunzionali Obiettivo Ridefinizione dei processi interni relativi alla gestione del personale nell'ambito della nuova piattaforma ERP-SAP per il SI contabile, del personale, dell'ufficio controllo interno, della privacy, della sicurezza dei luoghi di lavoro dei lav pubbl. di Roma Capitale Peso 25 Descrizione della fase Ricognizione e formalizzazione dei processi di lavoro e dei flussi informativi al fine di definire i requisiti funzionali attesi per ciascun servizio coinvolto Revisione perfezionament o della soluzione attraverso incontri periodici di SAL (stato di avanzamento lavori) con il RTI di sviluppo e i referenti funzionali coinvolti Pianificazione Prodotto Documento di Business Blueprint validato Relazione finale sullo stato di avanzamen to lavori con allegati i verbali degli incontri di SAL Scadenza Peso Fasi 30/09/ 50 31/12/ 50 Risultato atteso Processi interni ridefiniti Obiettivo di fine mandato SAL attività gestionali funzionali al OBFM (%)

20 Completamento nuovo Contratto Decentrato di Roma Capitale basato su criteri di produttività e di merito. Chiusura del confronto sindacale e trasmissione esiti dell'alta Direzione politica e gestionale dell'ente 25 Ricognizione degli istituti modificati e già soggetti a contrattazione sindacale Avvio del confronto sindacale e verifica della proposta di parte sindacale Chiusure del confronto sindacale e trasmissione esiti all'alta Direzione politica e gestionale dell'ente Elaborato di tutti gli istituti modificati Avvio del confronto sindacale e verifica della proposta di parte sindacale Chiusure del confronto sindacale e trasmission e esiti all'alta Direzione politica e gestionale dell'ente 30/09/ 20 30/11/ 30 31/12/ 50 Chiusure del confronto sindacale e trasmissione esiti all'alta Direzione politica e gestionale dell'ente Completame nto nuovo Contratto Decentrato di Roma Capitale basato su criteri di produttività e di merito. Proposta di revisione del contratto entro il =30 = =100 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE PE 350 Licenziamenti: PE 360 Indagini ispettive avviate e concluse nell anno: PE 370 Procedimenti disciplinari avviati nell anno: PE 380 Sanzioni disciplinari irrogate nell anno: PE 400 Tentativi obbligatori di conciliazione: PE 410 Procedimenti penali monitorati: PE 420 Procedimenti disciplinari archiviati nell anno ex1s 120 Tentativi obbligatori di conciliazione: O ex0p E 200 Applicazione co. 4 art. 21 ccnl (cambio di qualifica legato al riconoscimento di inidoneità ai compiti di istituto): ex0p 580 Pareri resi (già Circolari esplicative emanate): E 0PE Numero di tavoli attivati per la trattativa e la concertazione PE Numero incontri effettuati per la trattativa e la concertazione PE Numero accordi sottoscritti per la trattativa sindacale LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ

PROGRAMMA DEL GABINETTO DEL SINDACO (codice AA)

PROGRAMMA DEL GABINETTO DEL SINDACO (codice AA) PROGRAMMA DEL GABINETTO DEL SINDACO (codice AA) Dirigente responsabile del programma BASILE SERGIO Capo di Gabinetto Cognome Nome Qualifica/incarico ORGANIGRAMMA Vice Capo di Gabinetto n. 3 GABINETTO DEL

Dettagli

PROGRAMMA DEL RAGIONERIA GENERALE (codice SD)

PROGRAMMA DEL RAGIONERIA GENERALE (codice SD) PROGRAMMA DEL RAGIONERIA GENERALE (codice SD) Dirigente responsabile del programma SALVI MAURIZIO Ragioniere Generale Cognome Nome Qualifica/incarico ORGANIGRAMMA Vice Ragioniere Programmazione RAGIONERIA

Dettagli

4. Aree strategiche, obiettivi strategici, obiettivi operativi

4. Aree strategiche, obiettivi strategici, obiettivi operativi 4. Aree strategiche, obiettivi strategici, obiettivi operativi Ciclo integrato di programmazione, gestione della performance e controllo Il ciclo integrato di programmazione, gestione della performance

Dettagli

Direzione RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE - CONTROLLO DI GESTIONE - Piazza Gandolfo, 3 - Catania INDICATORE

Direzione RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE - CONTROLLO DI GESTIONE - Piazza Gandolfo, 3 - Catania INDICATORE Ufficio Protocollo Atti relativi alla numerazione di provvedimenti sindacali 26 22 Ufficio Protocollo Atti relativi alla numerazione di provvedimenti dirigenziali 824 745 Ufficio Protocollo PEC in uscita

Dettagli

CONTENUTO DELLA FUNZIONE

CONTENUTO DELLA FUNZIONE RISORSE UMANE FUNZIONE CONTENUTO DELLA FUNZIONE - Predisposizione e gestione del Bilancio e coordinamento centri elementari di costo - Aggiornamento banca dati del personale dei centri elementari di costo

Dettagli

PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO SVILUPPO INFRASTRUTTURE E MANUTENZIONE URBANA (codice LG)

PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO SVILUPPO INFRASTRUTTURE E MANUTENZIONE URBANA (codice LG) PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO SVILUPPO INFRASTRUTTURE E MANUTENZIONE URBANA (codice LG) Dirigente responsabile del programma PETROSELLI UMBERTO Direttore di struttura Cognome Nome Qualifica/incarico ORGANIGRAMMA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30 TRIBUTI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RAG. SERRA PIER GIORGIO Tel. 0782-847006 847077 e-mail ragioneria@comune.orroli.ca.it N.d. Rimborsi di somme non dovute per tributi a ruolo e non a ruolo 90 Domande

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 COMUNE DI VILLANOVA DEL GHEBBO P R O V I N C I A D I R O V I G O C.F. 82000570299 P.I. 00194640298 - Via Roma, 75 - CAP 45020 - Tel. 0425 669030 / 669337 / 648085 Fax 0425650315 info-comunevillanova@legalmail.it

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 14 in data 09 maggio 2011 1 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella

Dettagli

IL DIRIGENTE del SETTORE 02 RISORSE E INNOVAZIONE RENDE NOTO

IL DIRIGENTE del SETTORE 02 RISORSE E INNOVAZIONE RENDE NOTO AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI POSTI DI ESECUTORE SCOLASTICO SPECIALIZZATO CON FUNZIONI DI CUOCO - CATEGORIA B1 A PART-TIME E A TEMPO INDETERMINATO AI SENSI DELL ART. 30 DEL

Dettagli

Gestione del Personale e Organizzazione

Gestione del Personale e Organizzazione e Organizzazione Denominazione procedimento e breve descrizione Riferimento normativo Ufficio titolare del procedimento (sede - recapito telefonico - orari - mail istituzionale) Responsabile del procedimento

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Inserire una fotografia (facoltativo, v. istruzioni) Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Barbara Bertagni Indirizzo(i) Telefono(i) Telefono Ufficio 06/67102125 Fax Fax

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE Piano esecutivo di

Dettagli

Direttore/Segretario Generale. Nucleo di valutazione LORO SEDI

Direttore/Segretario Generale. Nucleo di valutazione LORO SEDI Repubblica Italiana CITTÁ DI MAZARA DEL VALLO C.F.: 82001410818 P.IVA: 00257580811 www.comune.mazara-del-vallo.tp.it -----===ooo===----- 5 SETTORE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE tel.: 0923 671711

Dettagli

(PROVINCIA DI CATANIA)

(PROVINCIA DI CATANIA) (PROVINCIA DI CATANIA) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella accessibilità delle informazioni sulla organizzazione, degli

Dettagli

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 Allegato A Al Programma Triennale per la 2015-2017 Di seguito i dati oggetto di pubblicazione, ai sensi di quanto previsto dalla normativa sulla di cui al 33 del 2013.

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott.

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Obiettivo n. 1 Centro di Responsabilità Dirigente responsabile 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Mario Mura Obiettivo n. Denominazione obiettivo 1 ATTIVITÀ ORDINARIA DEL SETTORE Descrizione

Dettagli

COMUNE DI LEONFORTE - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013)

COMUNE DI LEONFORTE - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013) 1 Disposizioni generali 1A Programma per la Trasparenza e l'integrità D.Lgs. 33/2013 - Art. 10, c. 8, lett. A D. Lgs. 150/2010 - Art. 15 Annuale 1A.1 Programma per la Trasparenza e l'integrità 1A.2 Piano

Dettagli

4) Concessione permessi ex art. 33 legge 104/1992 (disabili) Trattamento Giuridico

4) Concessione permessi ex art. 33 legge 104/1992 (disabili) Trattamento Giuridico 2 settore Gestione delle risorse Servizio Risorse Umane N Procedimenti Ufficio di competenza 1) Predisposizione e trasmissione on-line del prospetto informativo relativo alla quota di riserva assunzione

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 217 Del 09/04/2015 Risorse Umane OGGETTO: Avviso di mobilitã volontaria esterna per la copertura di n. 1 posto vacante a tempo

Dettagli

Direttore Dott.ssa Anna Salducci a.salducci@scf.gov.it

Direttore Dott.ssa Anna Salducci a.salducci@scf.gov.it DENOMINAZIONE :UOC TRATTAMENTO GIURIDICO Direttore Dott.ssa Anna procedimento amministrativo responsabile del procedimento responsabile dell'adozione del provvedimento termine di conclusione superamento

Dettagli

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto:

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto: Oggetto: Modifica di alcune condizioni di svolgimento del Telelavoro nella Provincia di Bologna. Approvazione del relativo Progetto Generale e autorizzazione alla sottoscrizione del Contratto Collettivo

Dettagli

COMUNE DI BERTINORO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013)

COMUNE DI BERTINORO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013) 1 Disposizioni generali 1A Programma per la Trasparenza e l'integrità 1A.1 Programma per la Trasparenza e l'integrità Annuale Segretario Generale D.Lgs. 33/2013 - Art. 10, c. 8, lett. A 1A.2 Piano anticorruzione

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE FUNZIONAMENTO GENERALE DEL SERVIZIO. Tipo di Obiettivo ORDINARIO BUDGET DESCRIZIONE OBIETTIVO

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE FUNZIONAMENTO GENERALE DEL SERVIZIO. Tipo di Obiettivo ORDINARIO BUDGET DESCRIZIONE OBIETTIVO 2010-3C00 RISORSE UMANE E Settesoldi Annarita FUNZIONAMENTO GENERALE DEL SERVIZIO, Tipo di Obiettivo ORDINARIO BUDGET Tit. Int. Descrizione Importo 2010 CP 01 02 Acquisto di beni 500,00 Tit. Cat. Descrizione

Dettagli

L anno duemila..., il giorno del mese di ( xx/xx/xxxx), nella sede del Comune di Lastra a Signa, con la presente scrittura privata a valere ad

L anno duemila..., il giorno del mese di ( xx/xx/xxxx), nella sede del Comune di Lastra a Signa, con la presente scrittura privata a valere ad Allegato A CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLA BANCA DATI DELLE POSIZIONI ASSICURATIVE DEI LAVORATORI ISCRITTI ALLA GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DELL INPS (EX INPDAP) TRA I COMUNI DI CALENZANO,

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016. Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016. Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016 Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria PREMESSA Il presente Programma Triennale 2014/2016 rappresenta il terzo

Dettagli

Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014)

Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014) Provincia di Torino Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014) Approvato con D.G.C. n. 161 del 1 luglio 2013 Stato di attuazione del Programma della Trasparenza

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014. (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014. (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150) COMUNE DI SANT ANGELO A SCALA Provincia di Avellino PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150) Cod. SAS-PTI01 Data: 30/04/2012 Adottato con

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 attività amministrativa - Tipologie di (art.24 c.1 e art.35 c.1 D.Lgs 33/2013) Cessazione dal servizio per qualsiasi causa e provvedimenti 2.giuridica@pro 6 connessi(mantenimento in vincia.en servizio,

Dettagli

DECRETA. Articolo 1 Indizione e descrizione dei profili

DECRETA. Articolo 1 Indizione e descrizione dei profili Il Dirigente Decreto n. 892 Anno 2015 Prot. n. 68445 AVVISO DI SELEZIONE INTERNA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA SEGUENTE UNITÀ DI PROCESSO PER L AREA RISORSE

Dettagli

Provincia di Udine. P.E.C. comune.maranolagunare@certgov.fvg.it

Provincia di Udine. P.E.C. comune.maranolagunare@certgov.fvg.it Prot. n. 841/2014 AVVISO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI UN INCARICO DI NATURA PROFESSIONALE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PER LE POLITICHE GIOVANILI E LA GESTIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE

Dettagli

SOA DIREZIONE AMMINISTRATIVA

SOA DIREZIONE AMMINISTRATIVA e riferimenti Procedure concorsuali (comparto/dirigenti) /istanza di concorsi avvisi incarichi concorsi (disponibile per ciascun concorso in fase di pubblicazione bando) 6 mesi dalla prova scritta (art.

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità ANVUR

Programma triennale per la trasparenza e l integrità ANVUR Programma triennale per la trasparenza e l integrità ANVUR 2012-2014 1 1. PREMESSA L art. 2, comma 138, del decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre

Dettagli

PROGRAMMA DELL UFFICIO TEMPORANEO DI SCOPO GESTIONE E SVILUPPO PUNTI VERDI QUALITA' (codice LR)

PROGRAMMA DELL UFFICIO TEMPORANEO DI SCOPO GESTIONE E SVILUPPO PUNTI VERDI QUALITA' (codice LR) PROGRAMMA DELL UFFICIO TEMPORANEO DI SCOPO GESTIONE E SVILUPPO PUNTI VERDI QUALITA' (codice LR) Dirigente responsabile del programma RAIMONDO ANGELA Direttore di struttura ad interim Cognome Nome Qualifica/incarico

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015)

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015) Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015) Premessa Il Programma Triennale per la Trasparenza e l integrità dell azienda è redatto in ottemperanza alle seguenti fonti normative: D.Lgs

Dettagli

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ CONNESSE A PROGRAMMI DI RICERCA E PER L ATTIVAZIONE DI INFRASTRUTTURE TECNICHE COMPLESSE

Dettagli

ASL 7 CARBONIA BANDO RISERVATO AI DIRIGENTI MEDICI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA STRUTTURA SEMPLICE A

ASL 7 CARBONIA BANDO RISERVATO AI DIRIGENTI MEDICI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA STRUTTURA SEMPLICE A ASL 7 CARBONIA BANDO RISERVATO AI DIRIGENTI MEDICI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA STRUTTURA SEMPLICE A VALENZA DIPARTIMENTALE DI ONCOLOGIA DESTINATARI: Conferimento dell incarico

Dettagli

Prot. n. 905/UD IL DIRETTORE

Prot. n. 905/UD IL DIRETTORE Prot. n. 905/UD IL DIRETTORE Visto lo Statuto dell Agenzia delle dogane deliberato dal Comitato direttivo in data 5 dicembre 2000, modificato e integrato con delibere n. 5 del 14 dicembre 2000 e n. 10

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI

AREA AFFARI GENERALI AREA AFFARI GENERALI BANDO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA EX ART. 30 D.LGS 165/2001 PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI UN POSTO DI ISTRUTTORE CONTABILE CAT. C SETTORE FINANZIARIO. IL SEGRETARIO

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016 Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016 Documento Trasparenza: Codice di raggruppamento: Oggetto della modifica: TR.PRO.TRA TR.PRO.TRA Approvazione: Delegato Piero Buoncristiano Emissione:

Dettagli

IL SEGRETARIO COMUNALE, RESPONSABILE DEL SETTORE I RENDE NOTO

IL SEGRETARIO COMUNALE, RESPONSABILE DEL SETTORE I RENDE NOTO BANDO DI MOBILITA VOLONTARIA PER FORMAZIONE GRADUATORA CANDIDATI IDONEI A RICOPRIRE N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO, CATEGORIA C, TEMPO PIENO ED INDETERMINATO. RISERVATO AGLI APPARTENENTI ALLE

Dettagli

Funzioni nel campo dei trasporti. Trasporto Pubblico Locale (TPL) QUADRO A Elementi specifici dell'ente e del territorio.

Funzioni nel campo dei trasporti. Trasporto Pubblico Locale (TPL) QUADRO A Elementi specifici dell'ente e del territorio. QUESTIONARIO FP03U - trasporti trasporti QUADRO A Elementi specifici dell'ente e del territorio A01 A02 A03 A04 Trasporto Pubblico Locale (TPL) Percorrenza annua di TPL - di cui per servizi integrativi,

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013)

COMUNE DI MAGNAGO - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013) COMUNE DI MAGNAGO - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/03) Disposizioni generali A Programma per la Trasparenza e l'integrità B Atti generali C Oneri informativi per cittadini e imprese

Dettagli

Comune di Campo San Martino PROVINCIA DI PADOVA

Comune di Campo San Martino PROVINCIA DI PADOVA Prot. n. 8041 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE TECNICO, CATEGORIA GIURIDICA C A TEMPO PIENO E INDETERMINATO PRESSO L AREA SERVIZI TECNICI URBANISTICA,

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (allegato Delibera Giunta n. 4 del 02.02.2015) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione del Programma Triennale per la

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DIRIGENZIALI PREMESSA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DIRIGENZIALI PREMESSA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DIRIGENZIALI Allegato A PREMESSA Il presente regolamento definisce le procedure per l affidamento, la conferma e la revoca degli incarichi dirigenziali di

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 403 SETTORE Settore Affari Generali e Innovazione NR. SETTORIALE 97 DEL 10/04/2015

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 403 SETTORE Settore Affari Generali e Innovazione NR. SETTORIALE 97 DEL 10/04/2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 403 SETTORE Settore Affari Generali e Innovazione NR. SETTORIALE 97 DEL 10/04/2015 OGGETTO: DIPENDENTE COMUNALE A TEMPO INDETERMINATO SIG. P. V..CESSAZIONE

Dettagli

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA, PREVIDENZA ED INCENTIVAZIONE DEI SERVIZI SVOLTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE

PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE INDICE 1. Premessa 2. L attuale gestione del personale 3. La convenzione (Le norme scritte) 4. L organizzazione dell UFFICIO UNICO 5. Il

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome Indirizzo Via Nomentana, 54-00161 - Roma Telefono 06 67668515 Fax 06 67668735 E-mail m.gaglione@cittametropolitanaroma.gov.it

Dettagli

art. 1 Finalità e ambito di applicazione

art. 1 Finalità e ambito di applicazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÁ VOLONTARIA CON AZIENDE DEL COMPARTO SANITA E CON AMMINISTRAZIONI DI COMPARTI DIVERSI. PERSONALE DIRIGENTE E NON DIRIGENTE (approvato con deliberazione n. 185

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DELLE RELAZIONI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D. LGS. 163/2006

Dettagli

COMUNE DI ROGLIANO (PROVINCIA DI COSENZA)

COMUNE DI ROGLIANO (PROVINCIA DI COSENZA) COMUNE DI ROGLIANO (PROVINCIA DI COSENZA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE 1^-AMMINISTRATIVO-TRIBUTI-PATRIMONIO N.77 /Reg.SETTORE N.206 /Reg.GENERALE del 10 giugno 2013 del 10 giugno 2013 --- *

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO

SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO RISORSE UMANE Trattamento Giuridico, Economico e Previdenziale : Dott.ssa M. Vignola - 0341/266413 - segretario@comune.oggiono.lc.it Responsabile

Dettagli

INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE

INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE 1 Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione 1. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO COMUNE DI MONTEBELLO JONICO CAPO X SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE ART.57 -FINALITA DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE 1. Le disposizioni contenute nel presente Titolo

Dettagli

LA GIUNTA MUNICIPALE

LA GIUNTA MUNICIPALE DG 84.2012 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012-2014 LA GIUNTA MUNICIPALE PREMESSO che l art. 11 c. 1 del D.Lgs n. 150/2009 definisce la trasparenza come: accessibilità

Dettagli

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico Tracce digitali Trasparenza e accessibilità dei siti web della PA Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico 10 giugno 2015 Archivisti *el web

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA Allegato alla Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 8 del 15 settembre 2010 AREA AFFARI GENERALI Compiti di segreteria del Direttore Attività di segreteria

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma SETTORE 4 SERVIZI GENERALI SERVIZIO RISORSE UMANE. ALLEGATO alla determinazione N.87/SSGG/2015 Mentana, 02/10/2015

Comune di Mentana Provincia di Roma SETTORE 4 SERVIZI GENERALI SERVIZIO RISORSE UMANE. ALLEGATO alla determinazione N.87/SSGG/2015 Mentana, 02/10/2015 SETTORE 4 SERVIZI GENERALI SERVIZIO RISORSE UMANE ALLEGATO alla determinazione N.87/SSGG/2015 Mentana, 02/10/2015 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE (MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA),AI

Dettagli

ART.3 CONDIZIONI PRELIMINARI PER L ATTIVAZIONE DELLA MOBILITÀ ESTERNA BANDO PUBBLICO...3

ART.3 CONDIZIONI PRELIMINARI PER L ATTIVAZIONE DELLA MOBILITÀ ESTERNA BANDO PUBBLICO...3 INDICE DISCIPLINA DEI CRITERI REGOLAMENTARI E PROCEDURALI PER LA MOBILITÀ ESTERNA ED INTERNA DEL PERSONALE Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n.16 del 3.7.2012 ART.1 CRITERI GENERALI E AMBITO

Dettagli

Direzione Ufficio N. posti

Direzione Ufficio N. posti Prot. 147125/2014 R.U. Procedura di mobilità intercompartimentale per la copertura, mediante passaggio diretto tra amministrazioni pubbliche, di n. 9 posti nella terza area funzionale, profilo professionale

Dettagli

Documento sulla politica di investimento

Documento sulla politica di investimento DEI DIPENDENTI DELLE IMPRESE DEL GRUPPO UNIPOL Iscrizione all Albo dei Fondi Pensione n 1292 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 approvato

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI.

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI. REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI. PREMESSA L Azienda speciale consortile COeSO Consorzio per la gestione delle politiche

Dettagli

DOCCIA SERVICE SRL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI

DOCCIA SERVICE SRL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DOCCIA SERVICE SRL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI Art. 1 Oggetto e norme di riferimento 1. Il presente regolamento disciplina le procedure per

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Art.1 Oggetto Il programma triennale per la trasparenza e l integrità, in attuazione dell art.11 comma 7 del d.lgs. 150/09 ha come oggetto la definizione

Dettagli

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.it

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO ANALOGO DELLE SOCIETA CONTROLLATE O PARTECIPATE

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO ANALOGO DELLE SOCIETA CONTROLLATE O PARTECIPATE Approvato con delibera assembleare nr. 10 del 11.02.2014 REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO ANALOGO DELLE SOCIETA CONTROLLATE O PARTECIPATE Art. 1 - Ambito di applicazione e modalità di controllo Le disposizioni

Dettagli

Regolamento del Personale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Decreto del Presidente del CNR del 4 maggio 2005 prot. n.

Regolamento del Personale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Decreto del Presidente del CNR del 4 maggio 2005 prot. n. Regolamento del Personale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Decreto del Presidente del CNR del 4 maggio 2005 prot. n. 0025035) SOMMARIO TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art.1 - Finalità e ambito di applicazione

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA

PROVINCIA DI COSENZA PROVINCIA DI COSENZA AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DIRIGENZIALE A TEMPO DETERMINATO DIRIGENTE SETTORE RELAZIONI INTERISTITUZIONALI ASSISTENZA TECNICO AMMINISTRATIVA AGLI ENTI LOCALI -

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017)

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017) Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017) Premessa Il Programma Triennale per la Trasparenza e l integrità 2015-2017 integra e aggiorna il precedente Programma Triennale 2014-2016

Dettagli

Area Finanziaria Comune di Bomporto. Prot. 11464 del 04.10.2010

Area Finanziaria Comune di Bomporto. Prot. 11464 del 04.10.2010 Prot. 11464 del 04.10.2010 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA BOZZA DI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL COMUNE DI BOMPORTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE FINANZIARIE 2008, 2009 e 2010. 1) LE

Dettagli

Valore al 30/06/2012 >= 78,00% 100,00% 100,00% Risorse umane dedicate (FTE) <= 1,80 1,80 100,00%

Valore al 30/06/2012 >= 78,00% 100,00% 100,00% Risorse umane dedicate (FTE) <= 1,80 1,80 100,00% AREA STRATEGICA: GARANTIRE LA SALUTE DELL'ENTE CAMERALE Obiettivo Operativo/Portafoglio attività e servizi DIRITTO ANNUALE Peso Indicatore Formula Segno Target Percentuale di incasso del Diritto Annuale

Dettagli

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

Procedure di conferimento degli incarichi professionali

Procedure di conferimento degli incarichi professionali Regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi Parte II Procedure di conferimento degli incarichi professionali Approvato con delibera della Giunta dell Unione di Comuni n. 88 del 23/10/2012 Modificato

Dettagli

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione 4 modulo Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione Riferimento bibliografico: appendice del libro; Slide con la collaborazione di Stefano Castriglianò Ellegi consulenza Fondi pensione negoziali:

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA PISANA

AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA PISANA AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA PISANA AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E indetto un avviso di selezione interna per titoli e colloquio per l attribuzione dell incarico

Dettagli

Pag. 1/6. Esercizio 2013. 11 dicembre 2013

Pag. 1/6. Esercizio 2013. 11 dicembre 2013 Pag. 1/6. DELIBERA N. 81 82 - Impianto organizzativo di ER.GO: stato di attuazione per l anno 2014 Il PRESIDENTE sottopone all'attenzione del Consiglio la seguente proposta di deliberazione IL CONSIGLIO

Dettagli

FRONTESPIZIO PROTOCOLLO GENERALE

FRONTESPIZIO PROTOCOLLO GENERALE FRONTESPIZIO PROTOCOLLO GENERALE REGISTRO: NUMERO: DATA: OGGETTO: Protocollo generale 0082911 17/09/2014 08:57 Avviso per l'attribuzione di incarico dirigenziale di struttura semplice dipartimentale denominata

Dettagli

Procedura per attribuzione di incarichi di lavoro autonomo

Procedura per attribuzione di incarichi di lavoro autonomo Procedura per attribuzione di incarichi di lavoro autonomo Soggetti destinatari Il conferimento dell'incarico di prestazioni di lavoro autonomo di natura occasionale o coordinata e continuativa, ferma

Dettagli

AREA RISORSE UMANE (AREA 4)

AREA RISORSE UMANE (AREA 4) Ricezione e smistamento della posta email in ingresso Nr. 2997 SEGRETERIA AFFARI GENERALI AREA 4 (UOA 09) Monitoraggio, rielaborazione e comunicazione dati in possesso degli uffici dell'area Nr. 7 Supporto

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 INDICE 1. Introduzione... pag. 2 1.1 Trasparenza... pag. 2 1.2 Integrità... pag. 2 1.3 Obiettivi... pag. 2 2. Individuazione dei dati da pubblicare...

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

CONVENZIONE CON IL COMUNE DI PODENZANO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI: ECONOMICO/FINANZIARIO E SEGRETERIA DELL UNIONE VALNURE.

CONVENZIONE CON IL COMUNE DI PODENZANO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI: ECONOMICO/FINANZIARIO E SEGRETERIA DELL UNIONE VALNURE. CONVENZIONE CON IL COMUNE DI PODENZANO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI: ECONOMICO/FINANZIARIO E SEGRETERIA DELL UNIONE VALNURE. L anno 2008, il giorno VENTOTTO del mese di NOVEMBRE in Podenzano nella sede

Dettagli

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 Provincia di Bergamo 3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 1. Descrizione dell azione L azione eroga contributi finalizzati alla stabilizzazione dei rapporti

Dettagli

SETTORE I - AFFARI GENERALI

SETTORE I - AFFARI GENERALI SETTORE I - AFFARI GENERALI 08-SERVIZIO PERSONALE N.O 1 Domanda di partecipazione al procedimento selettivo 180 gg. dalla data della prima prova (art. 11, comma 5 DPR 487/94) - Comunicazione effettuata

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Falcone e P. Borsellino Via G. Giolitti, 11 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331 880344 fax 0331 877311 C.M. MIIC837002

Dettagli

AVVISO DI MOBILITÀ VOLONTARIA (ai sensi dell art. 30 comma 1 del D.lgs. 165/2001 e art. 57 C.C.N.L. 2006-2009)

AVVISO DI MOBILITÀ VOLONTARIA (ai sensi dell art. 30 comma 1 del D.lgs. 165/2001 e art. 57 C.C.N.L. 2006-2009) Prot. n. 4710 del 26 marzo 2015 AVVISO DI MOBILITÀ VOLONTARIA (ai sensi dell art. 30 comma 1 del D.lgs. 165/2001 e art. 57 C.C.N.L. 2006-2009) Si rende noto che presso la Scuola Superiore Sant Anna sono

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Informatizzazione I L D I R I G E N T E

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Informatizzazione I L D I R I G E N T E REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Informatizzazione Proposta nr. 1 del 16/01/2014 - Determinazione nr. 113 del 16/01/2014 OGGETTO: Servizio di assistenza,

Dettagli

SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE

SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE DIRIGENTE Del SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE DOTT. GIANLUIGI MAROTTA e-mail :gianluigi.marotta@comune.avellino.it tel. 0825200290 - FUNZIONARIO ALTA PROF.TA RESP.SERVIZIO

Dettagli

LIBRO UNICO. Tenuta e vidimazione

LIBRO UNICO. Tenuta e vidimazione LIBRO UNICO Tenuta e vidimazione I PRINCIPALI ATTI NORMATIVI DL 112/2008 convertito nella Legge 133/2008, articolo 39 DM 9.7.2008. 2 LA PRASSI MINISTERIALE Circolare n. 20 /2008 Vademecum del 5.12.2008.

Dettagli