PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO RISORSE UMANE (codice SA)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO RISORSE UMANE (codice SA)"

Transcript

1 PROGRAMMA DEL DIPARTIMENTO RISORSE UMANE (codice SA) Dirigente responsabile del programma COLAIACOMO DAMIANO Direttore di struttura Cognome Nome Qualifica/incarico ORGANIGRAMMA Unità di Direzione DIPARTIMENTO RISORSE UMANE Direzione Organizzazione, sistema di valutazione del personale Sicurezza sul lavoro e privacy Direzione Relazioni sindacali - Trattamento giuridico ed economico - Disciplina Direzione Reperimento risorse umane e formazione professionale U.O. Organizzazione - Sistema di valutazione del personale U.O. Relazioni sindacali Disciplina - GESPER U.O. Formazione e sviluppo professionale U.O. Sicurezza lavoro - Privacy U.O. Spesa del personale e Gestione risorse umane U.O. Reperimento risorse umane

2 La Struttura eroga i seguenti servizi tipici: Centro di Responsabilità dirigenziale Servizio tipico erogato Unità di Direzione U.O. Organizzazione - Sistema di valutazione del personale U.O. Sicurezza lavoro - Privacy U.O. Relazioni Sindacali - Disciplina - GESPER U.O. Spesa del Personale e Gestione risorse umane U.O.Formazione e sviluppo professionale U.O. Reperimento Risorse Umane Servizio di supporto e coordinamento della struttura Attività rilevanti: mobilità interna, incarichi dirigenziali, mobilità esterna, concorsi Gestione degli assetti organizzativi e dei correlati incarichi di responsabilità area direttiva Sicurezza lavoro, privacy Disciplina giuridica e gestione delle relazioni sindacali Gestione del trattamento economico Formazione e sviluppo professionale Gestione dei piani assunzionali

3 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Unità di Direzione (codice SAA00) Dirigente responsabile COLAIACOMO DAMIANO Direttore di struttura Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Servizio di supporto e coordinamento della struttura Dimensioni Sottodimensioni Indicatore Macroattività Descrizione Misurazione Dato Coordinamento gestione elettronica documentale e archivio Indice di dematerializzazione di documenti ed archivi n. atti dematerializzati / n. totale atti protocollati Valore di riferimento Anno di Riferimento 1, Previsioni iniziali di entrata / previsioni definitive di entrata Fonte Ragioneria Generale Accertamenti definitivi (Tit. I e III) / Previsioni definitive (Tit. I e III) Fonte Ragioneria Generale Efficienza/ Efficacia Output Gestione economico finanziaria Gestione delle risorse umane Corretta e tempestiva gestione del ciclo della spesa e delle entrate Indice mancato allineamento risorse (Residui attivi titolo I al / Accertamento titolo I competenza anno ) / (Residui attivi titolo I / Accertamento titolo I competenza 2011) (Residui attivi titolo III al / Accertamento titolo III competenza anno ) / (Residui attivi titolo III / Accertamento titolo III competenza 2011) n. risorse umane assegnate con atto formale / n. risorse umane assegnate alla Struttura numero risorse umane riallocate / numero risorse umane da riallocare (solo per i servizi di autofunzionamento) Fonte Ragioneria Generale Fonte Ragioneria Generale 1, ,

4 Gestione della comunicazione interna ed esterna Capacità di interazione con l'esterno n. segnalazioni + n. reclami acquisiti (fonte: SGR) tempo medio di risposta sulle richieste di accesso agli atti gestiti da tutte le U.O. (in gg) 4, , Spesa totale corrente impegnata Spesa totale corrente (int. 1,2,3,4,5) , Risorse finanziarie / Spesa impegnata per ogni singolo contratto di servizio Spesa impegnata per ogni singolo contratto di servizio: contratto in -Global Service , Risorse umane / Lavoro effettivo risorse N totale ore di lavoro effettuate , Servizio Attività rilevanti: mobilità interna, incarichi dirigenziali, mobilità esterna, concorsi Dimensioni Efficienza Sottodimensioni Output Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Atti adottati dal servizio Attività realizzata dal servizio Provvedimenti di mobilità esterna in entrata + Provvedimenti di mobilità esterna in uscita + Provvedimenti di distacco + Provvedimenti di comando in entrata + Provvedimenti di comando in uscita Numero verifiche su istanze (Numero trasferimenti richiesti per mobilità interna 0PE40) + Numero trasferimenti concessi per mobilità interna (0PE50) + numero dipendenti assegnati presso organi politici ed istituzioni (0PE59) + Incarichi dirigenziali conferiti e assegnazioni Dirigenti sub apicali (OPE52) + assegnazioni dei neo assunti e del personale acquisito da mobilità (0PE57) + numero richieste di personale (note 0PE55) Valore di riferimento 215, ,00 Previsione Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,91 Risorse umane Spesa per risorse umane destinate al servizio N ore lavorate del personale ,04 Accessibilità fisica.. Accessibilità Accessibilità multicanale..

5 Tempestività Tempestività.. Conformità.. Efficacia Affidabilità.. Compiutezza..

6 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente Completamento e messa a reggime del modello di gestione del Ciclo della programmazione e controllo di Roma Capitale (Del. Giunta Capitolina n. 116 e n. 117 del 2010) Obiettivo 1.1c - Definizione di una architettura integrata del Ciclo di "Programmazione e controllo" - Messa a regime della matrice servizi/indicatori nell'ambito del PEG Messa a regime del sistema della contabilità analitica e dei correlati indici di efficienza propedeutici al processo di efficientamento delle attività correnti attese Codice Fase Ruolo (resp/conc) Responsabile Risultato atteso dell obiettivo Realizzazione di un sistema unico di indicatori e avvio della misurazione dell'attività istituzionale corrente attesa per struttura Conti economici, indici di efficienza e relativo bencmarking del target a supporto dei piani di efficientamento Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo Revisione e aggiornamento del manuale di gestione del flusso documentale dell'amministrazione DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile Codice Fase Ruolo (resp/conc) PEC - Posta Elettronica certificate GED - Gestione Elettronica Documentale SIO - Sistema Informativo per l'organizzazione e Modulistica on line Risultato atteso dell obiettivo Nuovo manuale integrato per la gestione del flusso documentale dell'amministrazione (protocollo, archivio, DDD, PEC) Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Attivazione e gestione delle PEC istituzionali delle strutture e relazione sulla gestione della PEC istituzionale di Struttura Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati Sio in esercizio e Modulistica on line per tutte le Strutture Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente Efficienza e razionalizzazione Obiettivo Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Gestione dei magazzini per beni ad uso comune delle Strutture Capitoline Messa a regime del processo di Pianificazione della Spesa per beni ad uso comune Utilizzo del Sistema SAP/MM per la gestione dei magazzini Utilizzo del Sistema SAP/MM per la Pianificazione dei Fabbisogni per beni ad uso comune Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente Trasparenza e Integrità - Accessibilità e qualità dei servizi Obiettivo Prima attuazione e aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità () Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Vedi dettaglio allegato Piano operativo di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità

7 2.2 Progetti della Struttura Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale Sviluppo della disciplina contrattuale decentrata e attuazione dei piani assunzionali Obiettivo Completamento delle procedure preliminari al concorso e avvio delle preselezioni ed espletamento Concorso per i dirigenti di Roma Capitale: Avvocato Dirigente Peso Descrizione della fase Avvio delle preselezioni delle 18 procedure selettive pubbliche indette nell'anno 2009 Conclusione delle preselezioni delle procedure selettive pubbliche Espletamento delle 4 procedure concorsuali non soggette a preselezione Avvio fase istruttoria delle domande di partecipazione pervenute per Avvocato Dirigente Pianificazione Prodotto Avvio preselezioni Conclusion e preselezioni Graduatorie definitive D.D. di Ammission e/esclusion e Avvocato Dirigente Scadenza Peso Fasi 30/04/ 40 31/07/ 30 31/12/ 30 31/12/ 100 Risultato atteso Conclusione delle 18 preselezioni ed espletamento delle n. 4 procedure concorsuali non soggette a preselezione Avvio della fase istruttoria delle domande di partecipazion e pervenute per Avvocato Dirigente Obiettivo di fine mandato Completame nto delle procedure preliminari al Concorso e avvio delle Preselezioni ed espletamento - tutte entro il 31/12/ Concorso per i dirigenti di Roma Capitale - Avvio della fase istruttoria e adozione dei provvediment i di ammissione/ esclusione entro il SAL attività gestionali funzionali al OBFM (%) 2011=40 = =0 2011=30 = =100 Analisi della normativa e delle circolari esistenti in materia di mobilità interna Relazione 07/12/ 50 Proposta di disciplina per mobilità interna del personale capitolino 10 Proposta di regolamento attuativo della mobilità interna Bozza di disciplina 31/12/ 50 Regolamento di mobilità interna

8 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE PE 40 Trasferimenti richiesti: PE 50 Trasferimenti concessi: PE 52 Incarichi dirigenziali conferiti: Non è possibile effettuare una previsione per il triennio poiché il dato è soggetto a direttive dell Organo Politico R.A.: nel 2013 elezioni amministrative di Roma Capitale. 0PE 53 Numero trasferimenti richiesti per mobilità interna (reinserito) Da eliminare è equivalente all indicatore 0PE40 0PE 55 Mobilità interna: richieste di personale PE 57 Assegnazioni dei neo assunti e del personale acquisito da mobilità: Non è possibile effettuare una previsione per il triennio. 0PE 59 Numero dipendenti assegnati presso organi politici ed istituzioni La previsione relativa all anno 2013 è calcolata sull attività straordinaria che si dovrà svolgere a seguito delle elezioni amministrative di Roma Capitale. 0PE 60 Richieste di mobilità esterna in entrata: PE 70 Provvedimenti di mobilità esterna in entrata: PE 80 Richieste di mobilità esterna in uscita: PE 90 Provvedimenti di mobilità esterna in uscita: PE 100 Richieste di distacco: PE 110 Provvedimenti di distacco: PE 115 Dipendenti distaccati presso altre Amministrazioni: PE 120 Richieste di comandi in entrata: PE 130 Provvedimenti di comando in entrata: PE 140 Richieste di comandi in uscita: PE 150 Provvedimenti di comando in uscita: PE 155 Dipendenti comandati presso altre Amministrazioni: ex1s 50 Dipendenti non di ruolo complessivamente gestiti con il sistema O informatico: ex1s O 60 Dipendenti comandati da altri enti: LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ Centro/i di costo di riferimento Percentuale relativa alla spesa per beni e servizi (titolo 1, interventi 2,3,4,5): Percentuale relativa alla spesa per investimento (titolo 2 ): 0OM PE 91, SP 0, SO 56, DG LE DOTAZIONI FINANZIARIE AFFIDATE AL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SA00 : Direzione apicale - Unità di direzione Tit. Funz. Serv. Int. Uscite TITOLO I - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI MATERIE PRIME E/O BENI DI CONSUMO , , , PRESTAZIONI DI SERVIZI , , , UTILIZZO DI BENI DI TERZI , , , TRASFERIMENTI , ,28 0,00 TOTALETITOLO I - SPESE CORRENTI , , ,23 TOTALE SPESE DEL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SA00 : Direzione apicale - Unità di direzione , , ,23

9 5 LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI Dotazioni di risorse umane Numero Dotazioni strumentali Numero Dirigenti 1 Personal computer 88 cat D 23 PC Portatili /Notebook 2 cat C 64 stampanti 31 cat B 17 Scanner Totale 105 Altre attrezzature informatiche di HW di cui a tempo parziale 11 Numero autorizzazioni accessi Internet 18 di cui a tempo determinato 5 Telefoni 59 Fax 12 Fotocopiatrici 6 condizionatori d aria 34 uffici (mq) 1029,98 magazzini/archivi (mq) 1433,91 locali per il pubblico (mq) altri locali (mq) 544 FIRMA DEL DIRIGENTE FIRMA DEL RESPONSABILE DEL PROGRAMMA

10 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Direzione Organizzazione, sistema di valutazione del personale - Sicurezza sul lavoro e Privacy - U.O. Organizzazione - Sistema di valutazione del personale (codice SAA01) Dirigente responsabile dell'unità Organizzativa PIZZOLLA ANTONIO Direttore di direzione Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Gestione degli assetti organizzativi e dei correlati incarichi di responsabilità area direttiva Dimensioni Sottodimensioni Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Valore di riferimento Previsione Atti rilasciati dal servizio Numero provvedimenti di modifica della Macrostruttura Capitolina 8,00 Output Numero posizioni organizzative istituite/gestite + Numero posizioni per specifiche responsabilità di categoria D gestite ,00 Efficienza Attività realizzata dal servizio Numero inserimenti/aggiornamenti della struttura organizzativa dell'ente nel SIO + Numero inserimenti/aggiornamenti relativi agli incarichi dell'area dirigenziale e direttiva nel SIO 992,00 Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,57 Risorse umane Spesa per risorse umane destinate al servizio N ore lavorate del personale ,92 Accessibilità fisica.. Accessibilità Accessibilità multicanale.. Tempestività Tempestività..

11 Richieste evase / Richieste dei servizi extracanone (Multiservizi) 0,89 Conformità Attività previste dal contratto Monitoraggi eseguiti / Monitoraggi previsti (Multiservizi) 0,42 Efficacia Affidabilità Verifica del rispetto della normativa Numero strutture su cui intervenire / Numero verifiche sullo stato di attuazione degli adempimenti (Sicurezza Alimentare) 0,82.82 Compiutezza..

12 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile GED - Gestione Elettronica Documentale SIO - Sistema Informativo per l'organizzazione e Modulistica on line Codice Fase Ruolo (resp/conc) Responsabile Risultato atteso dell obiettivo Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati Sio in esercizio e Modulistica on line per tutte le Strutture 2.2 Progetti della Struttura Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale Sviluppo della disciplina contrattuale decentrata e attuazione dei piani assunzionali Obiettivo Definizione di un sistema di misurazione e valutazione del personale, basato su criteri di produttività e di merito, cui correlare le indennità previste dal contratto Decentrato di Roma Capitale, da sottoporre al confronto sindacale Peso 50 Descrizione della fase Ricerca e studio comparato dei modelli di misurazione e valutazione del personale ed elaborazione di una proposta di sistema di misurazione e valutazione del personale di Roma Capitale Elaborazione di una proposta, da sottoporre al confronto sindacale, di applicazione del sistema di misurazione e valutazione del personale all'area direttiva per la corresponsione delle indennità previste dal contratto Decentrato di Roma Capitale Pianificazione Prodotto Proposta di un sistema di misurazion e e valutazione del personale di Roma Capitale Proposta di applicazion e del sistema di misurazion e e valutazione del personale all'area direttiva per la corresponsi one delle indennità previste dal contratto Decentrato di Roma Capitale Scadenza Peso Fasi 30/09/ 30 31/10/ 40 Risultato atteso Definizione di un sistema di misurazione e valutazione del personale, basato su criteri di produttività e di merito Obiettivo di fine mandato SAL attività gestionali funzionali al OBFM (%)

13 Attività a supporto della delegazione trattante relativa alla proposta di sistema di misurazione e valutazione del personale Relazione a chiusura del confronto sindacale 31/12/ 30 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE ex1s 100 Posizioni organizzative istituite: O ex1s 110 Posizioni per specifiche responsabilità di categoria D gestite: O 0OM 020 Posizioni di lavoro categoria D gestite LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ 5 LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI Dotazioni di risorse umane Numero Dotazioni strumentali Numero Dirigenti 0 Personal computer 6 cat D 2 PC Portatili /Notebook 0 cat C 4 stampanti 3 cat B 0 Scanner Totale 6 Altre attrezzature informatiche di HW di cui a tempo parziale 0 Numero autorizzazioni accessi Internet 6 di cui a tempo determinato 0 Telefoni 3 Fax 1 Fotocopiatrici 0 condizionatori d aria 1 uffici (mq) 39,45 magazzini/archivi (mq) locali per il pubblico (mq) altri locali (mq) FIRMA DEL DIRIGENTE FIRMA DEL RESPONSABILE DEL PROGRAMMA

14 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Direzione Organizzazione, sistema di valutazione del personale - Sicurezza sul lavoro e Privacy - U.O. Sicurezza lavoro - Privacy (codice SAA02) Dirigente responsabile dell'unità Organizzativa VISCA MARCELLO Dirigente Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Sicurezza lavoro, privacy Dimensioni Efficienza Sottodimensioni Output Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Attività realizzata dal servizio Istruttoria istanze di cause di servizio per la C.M.V. + Definizione provvedimenti per il riconoscimento cause di servizio e/o concessione/revisione equo indennizzo + Istruttoria istanze di verifica della dipendenza della menomazione da causa di servizio + Istanze di accertamento di idoneità al servizio ex D.P.R. 461/01 istruite e trasmesse alla commissione medica di verifica + Istruttoria e trasmissione istanze di accertamento di riconoscimento della pensione di inabilità ex L. 335/95 e dei benefici contrattuali di cui agli artt. 21 e 22 del CCNL + Verifiche esiti visite accertamenti idoneità al servizi ex D.P.R. 461/01 e trasmissione agli uffici competenti + Verifiche esiti visite accertamenti di riconoscimento pensioni di inabilità ex L. 335/95 e dei benefici contrattuali di cui agli artt. 21 e 22 del CCNL e trasmissione agli uffici competenti Sopralluoghi da parte dei medici competenti e dei responsabili del Servizio Prevenzione e Protezione + Numero visite mediche obbligatorie (D.Lgs. 81/08 art.41) + Numero di relazioni da parte dell'ufficio di coordinamento - R.S.P.P. per attività di consulenza ai datori di lavoro (D. Lgs. 81/08 art. 41) Valore di riferimento 2.245, ,00 Previsione Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa totale corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,32 Risorse umane Risorse umane N ore effettive lavorate del personale ,27 Accessibilità Accessibilità fisica..

15 Accessibilità multicanale.. Tempestività Tempestività.. Conformità.. Efficacia Affidabilità.. Compiutezza.. 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile GED - Gestione Elettronica Documentale Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati 2.2 Progetti della Struttura Non sono previsti specifici progetti di struttura.

16 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE SP 25 Sopralluoghi da parte dei medici competenti e dei responsabili del Servizio Prevenzione e protezione 0SP 35 Interventi da parte dell ufficio di coordinamento R.S.P.P per attività di consulenza ai datori di lavoro (D.Lgs 626/94 e s.m.i.): 0SP 40 Visite mediche obbligatorie ai sensi del D. Lgs. 626/94: ex0p 510 Istruttoria istanze di cause di servizio per la C.M.O.: E ex0p 520 Definizione provvedimenti per il riconoscimento cause di E servizio e/o concessione/revisione equo indennizzo: ex0p 525 Istruttoria istanze di verifica della dipendenza della E menomazione da causa di servizio: 0SP 45 Istanze di accertamento di idoneità al servizio ex D.P.R /01 istruite e trasmesse alla commissione medica di verifica 0SP 55 Istruttoria e trasmissione istanze di accertamento di riconoscimento della pensione di inabilità ex l. 335/95 e dei benefici contrattuali di cui agli artt. 21 e 22 del CCNL LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ Centro/i di costo di riferimento Percentuale relativa alla spesa per beni e servizi (titolo 1, interventi 2,3,4,5): Percentuale relativa alla spesa per investimento (titolo 2 ): 0PE 0,47 0 0SP 99,89 0 LE DOTAZIONI FINANZIARIE AFFIDATE AL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SAA01 : U.O. Sicurezza lavoro - privacy Tit. Funz. Serv. Int. Uscite TITOLO I - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI MATERIE PRIME E/O BENI DI CONSUMO 125,16 114,36 114, PRESTAZIONI DI SERVIZI , , , UTILIZZO DI BENI DI TERZI , , , TRASFERIMENTI 98,76 0,00 0,00 TOTALETITOLO I - SPESE CORRENTI , , ,33 TOTALE SPESE DEL CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE SAA01 : U.O. Sicurezza lavoro - privacy , , ,33

17 5 LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI Dotazioni di risorse umane Numero Dotazioni strumentali Numero Dirigenti 1 Personal computer 60 cat D 43 PC Portatili /Notebook 1 cat C 20 stampanti 24 cat B 2 Scanner Totale 66 Altre attrezzature informatiche di HW di cui a tempo parziale 17 Numero autorizzazioni accessi Internet 14 di cui a tempo determinato 0 Telefoni 38 Fax 11 Fotocopiatrici 2 condizionatori d aria 2 uffici (mq) 541,65 magazzini/archivi (mq) locali per il pubblico (mq) altri locali (mq) FIRMA DEL DIRIGENTE FIRMA DEL RESPONSABILE DEL PROGRAMMA

18 CENTRO DI RESPONSABILITA' DIRIGENZIALE Direzione Relazioni Sindacali - Trattamento giuridico ed economico - Disciplina - U.O. Relazioni Sindacali - Disciplina - GESPER (codice SAB01) Dirigente responsabile dell'unità Organizzativa CANOSSI GIUSEPPE Direttore di direzione Cognome Nome Qualifica/incarico 1 ATTIVITA CORRENTE Servizio Disciplina giuridica e gestione delle relazioni sindacali Dimensioni Sottodimensioni Indicatore Descrizione Misurazione Dati 2010 Valore di riferimento Previsione Procedimenti disciplinari e/o penali gestiti dell'anno + numero informative sindacali (documenti) 351,00 Output Atti adottati dal servizio numero di provvedimenti emessi in relazione all'applicazioni degli istituti contrattuali + n. faq pubblicate + n. di circolari emesse 66,00 Efficienza Attività svolta dal servizio numero di posizioni verificate + numero ritenute sindacali ,00 Risorse finanziarie Spesa gestita dal servizio Spesa totale corrente impegnata (interventi 1,2,3,4,5) ,78 Risorse umane Risorse umane N ore effettive lavorate del personale ,15 Accessibilità fisica.. Accessibilità Accessibilità multicanale.. Tempestività Tempestività.. Conformità Qualità dell'azione amministrativa Numero di ricorsi su applicazione istituti contrattuali 50,00 Efficacia Affidabilità Attività di contrattazione sindacale Numero accordi sottoscritti per la trattativa sindacale / Numero accordi previsti per la trattativa sindacale 1,00

19 Compiutezza Capacità di risposta a pareri Pareri resi (rilevazione da avviare nel ) / Numero richieste pareri (protocollati) 1,25 2 ATTIVITA PROGETTUALE OBIETTIVI DI SVILUPPO 2.1 Progetti di Ente Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale - Progetti di ente E-Government - Dematerializzazione Obiettivo DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate senza rilevanza contabile DDD - Determinazioni dirigenziali dematerializzate con rilevanza contabile GED - Gestione Elettronica Documentale Codice Fase Ruolo (resp/conc) Risultato atteso dell obiettivo Dematerializzazione delle DD senza rilevanza contabile Dematerializzazione delle DD con rilevanza contabile Scansione del 100% dei documenti protocollati scansionabili sulla base della percentuale indicata dal Dipartimento risorse tecnologiche servizi delegati 2.2 Progetti della Struttura Settore di intervento Progetto Qualità dell'azione amministrativa: attività istituzionale e interventi di innovazione organizzativa, tecnologica e gestionale Sviluppo della disciplina contrattuale decentrata e attuazione dei piani assunzionali Obiettivo Ridefinizione dei processi interni relativi alla gestione del personale nell'ambito della nuova piattaforma ERP-SAP per il SI contabile, del personale, dell'ufficio controllo interno, della privacy, della sicurezza dei luoghi di lavoro dei lav pubbl. di Roma Capitale Peso 25 Descrizione della fase Ricognizione e formalizzazione dei processi di lavoro e dei flussi informativi al fine di definire i requisiti funzionali attesi per ciascun servizio coinvolto Revisione perfezionament o della soluzione attraverso incontri periodici di SAL (stato di avanzamento lavori) con il RTI di sviluppo e i referenti funzionali coinvolti Pianificazione Prodotto Documento di Business Blueprint validato Relazione finale sullo stato di avanzamen to lavori con allegati i verbali degli incontri di SAL Scadenza Peso Fasi 30/09/ 50 31/12/ 50 Risultato atteso Processi interni ridefiniti Obiettivo di fine mandato SAL attività gestionali funzionali al OBFM (%)

20 Completamento nuovo Contratto Decentrato di Roma Capitale basato su criteri di produttività e di merito. Chiusura del confronto sindacale e trasmissione esiti dell'alta Direzione politica e gestionale dell'ente 25 Ricognizione degli istituti modificati e già soggetti a contrattazione sindacale Avvio del confronto sindacale e verifica della proposta di parte sindacale Chiusure del confronto sindacale e trasmissione esiti all'alta Direzione politica e gestionale dell'ente Elaborato di tutti gli istituti modificati Avvio del confronto sindacale e verifica della proposta di parte sindacale Chiusure del confronto sindacale e trasmission e esiti all'alta Direzione politica e gestionale dell'ente 30/09/ 20 30/11/ 30 31/12/ 50 Chiusure del confronto sindacale e trasmissione esiti all'alta Direzione politica e gestionale dell'ente Completame nto nuovo Contratto Decentrato di Roma Capitale basato su criteri di produttività e di merito. Proposta di revisione del contratto entro il =30 = =100 3 INDICATORI LE MISURE/INDICATORI DI GESTIONE DEL CENTRO DI RESPONSABILITÀ DIRIGENZIALE PE 350 Licenziamenti: PE 360 Indagini ispettive avviate e concluse nell anno: PE 370 Procedimenti disciplinari avviati nell anno: PE 380 Sanzioni disciplinari irrogate nell anno: PE 400 Tentativi obbligatori di conciliazione: PE 410 Procedimenti penali monitorati: PE 420 Procedimenti disciplinari archiviati nell anno ex1s 120 Tentativi obbligatori di conciliazione: O ex0p E 200 Applicazione co. 4 art. 21 ccnl (cambio di qualifica legato al riconoscimento di inidoneità ai compiti di istituto): ex0p 580 Pareri resi (già Circolari esplicative emanate): E 0PE Numero di tavoli attivati per la trattativa e la concertazione PE Numero incontri effettuati per la trattativa e la concertazione PE Numero accordi sottoscritti per la trattativa sindacale LE RISORSE IN DOTAZIONE AL CENTRO DI RESPONSABILITÀ

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015

SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015 COMUNE DI VICENZA REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015 Comune di Vicenza - a cura del Settore Risorse Umane, Segreteria 1 Generale e Organizzazione

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Parte I Regolamento di organizzazione L assetto organizzativo della Provincia di Imperia - L attribuzione di responsabilità gestionali per l attuazione

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 7. CAPO I - NORME GENERALI D ORGANIZZAZIONE... 7 Art. 1 Oggetto... 7 Art. 2 - Principi e criteri informatori...

INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 7. CAPO I - NORME GENERALI D ORGANIZZAZIONE... 7 Art. 1 Oggetto... 7 Art. 2 - Principi e criteri informatori... INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 7 CAPO I - NORME GENERALI D ORGANIZZAZIONE... 7 Art. 1 Oggetto.... 7 Art. 2 - Principi e criteri informatori.... 7 TITOLO II - STRUTTURA ORGANIZZATIVA E FUNZIONI DI

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

A.S.P. ISTITUZIONI ASSISTENZIALI RIUNITE DI PAVIA

A.S.P. ISTITUZIONI ASSISTENZIALI RIUNITE DI PAVIA A.S.P. ISTITUZIONI ASSISTENZIALI RIUNITE DI PAVIA Regolamento di Organizzazione e Contabilità (ai sensi della L.R. n. 1/2003 e del regolamento regionale n. 11/2003) I N D I C E Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI Approvato con D.G. N.40 DEL 10.04.2000 Modificato con D.G. N.79 DEL 04.11.2002 Modificato con D.G. N.70 DEL 13.11.2006

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali La procedura della contrattazione decentrata integrativa Comparto Regioni e Autonomie locali Marzo 2013 INDICE 1. Introduzione... 2 2. Le fasi della procedura... 3 3. Nomina delegazione di parte pubblica...

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO del Personale del Comparto Università quadriennio normativo 2006-2009 biennio economico 2006-2007

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO del Personale del Comparto Università quadriennio normativo 2006-2009 biennio economico 2006-2007 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO del Personale del Comparto Università quadriennio normativo 2006-2009 biennio economico 2006-2007 A seguito del parere favorevole espresso dal Comitato di Settore

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 186 del 29/12/2010 Modificato ed integrato con deliberazione di G.C. n. 102 del 07/09/2012 1 TITOLO I L ORGANIZZAZIONE

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

Studio De Marco Canu Zanon Gregoris Consulenti del Lavoro in Udine. Circolare numero: 009/2015

Studio De Marco Canu Zanon Gregoris Consulenti del Lavoro in Udine. Circolare numero: 009/2015 CONSULENTI DEL LAVORO: Rag. Gioacchino De Marco Dott. Riccardo Canu Dott. Elena Zanon P.az Roberta Gregoris Studio De Marco Canu Zanon Gregoris Consulenti del Lavoro in Udine Via Zanon 16/6 33100 Udine

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato con deliberazione consiliare n. 45 del 27.9.2010 INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI - ARTICOLO 1 FINALITA ED AMBITO

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Approvato con atto deliberativo n. 105 del 29.3.2011 REGOLAMENTO AZIENDALE per la DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE per il Personale Dipendente dell Area del COMPARTO FINALITA : Il presente

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO COMUNALE SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI COMUNE DI LONGI Provincia di Messina Via Roma, 2 98070 LONGI (ME) Tel. 0941 / 48.50.40 - Fax 0941 / 48.54.01 0941 / 48.53.42 Partita IVA: 02 810 650 834 C.F.: 84 004 070 839 c.c.p. 13 92 59 87 E mail:

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Liceo Primo Levi _- S. Donato Milanese Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Scade il 15 marzo la

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

PROGRAMMA. ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014

PROGRAMMA. ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014 PROGRAMMA ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014 Avv. Renato Botrugno - Avvocato in Roma La normativa prevista dalla legge

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli