CAMERE DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DELLA SICILIA GUIDA AL DEPOSITO DEI BILANCI DI ESERCIZIO E DEGLI ELENCHI SOCI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAMERE DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DELLA SICILIA GUIDA AL DEPOSITO DEI BILANCI DI ESERCIZIO E DEGLI ELENCHI SOCI"

Transcript

1 CAMERE DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DELLA SICILIA GUIDA AL DEPOSITO DEI BILANCI DI ESERCIZIO E DEGLI ELENCHI SOCI ISTRUZIONI AGLI UTENTI PER L ANNO 2006

2 PREMESSA La recente riforma del diritto societario ha portato diverse novità che hanno attinenza con i bilanci. Tra queste si ricordano le seguenti: Art. 223 undecies disposizioni att. al c.c. Le società di capitali devono redigere i bilanci relativi ad esercizi chiusi dopo la data del 30 settembre 2004 secondo le nuove disposizioni. Art. 223 octiesdecies disp. att. c.c. Le società cooperative possono redigere i bilanci relativi ad esercizi chiusi tra il 1 gennaio 2004 e il 31 dicembre 2004 secondo le leggi anteriormente vigenti o secondo le nuove disposizioni; i bilanci relativi ad esercizi chiusi dopo la data del 31 dicembre 2004 devono essere redatti secondo le nuove disposizioni. Art c.c. Il bilancio deve essere depositato entro trenta giorni dalla sua approvazione da parte dell assemblea (o del consiglio di sorveglianza) e deve essere corredato dalla relazione sulla gestione, dalla relazione del collegio sindacale (ove previsto), dalla relazione del soggetto incaricato del controllo contabile (quando previsto dalla legge e diverso dal collegio sindacale), e, ovviamente, dal verbale di approvazione. Art.111 duodecies disp. att. c.c. Le società in nome collettivo e le società in accomandita semplice devono redigere e pubblicare il bilancio consolidato come disciplinato dall art. 26 del d.lgs. 127/91 in presenza dei presupposti ivi previsti. Art c.c., quarto comma. Le società in liquidazione non sono tenute alla presentazione del bilancio iniziale di liquidazione, ma unicamente del bilancio annuale per il periodo corrispondente al normale esercizio della società secondo quanto stabilito dal nuovo art c.c.. sono inoltre tenute alla comunicazione dell elenco dei soci. Art.2487 bis, comma 2. Il bilancio e gli altri atti allegati prodotti dalle società in liquidazione devono recare la dizione in liquidazione di seguito alla denominazione sociale. Art. 13, comma 35, della Legge 326/2003. La citata norma stabilisce che gli amministratori dei consorzi con attività esterna che svolgono l attività di garanzia collettiva dei fidi devono redigere il bilancio di esercizio con l osservanza delle disposizioni relative al bilancio delle società per azioni. L assemblea approva il bilancio entro centoventi giorni dalla chiusura dell esercizio ed entro trenta giorni dall approvazione una copia del bilancio, corredata dalla relazione sulla gestione, dalla relazione del collegio sindacale (ove costituito) e dal verbale di approvazione dell assemblea deve essere, a cura degli amministratori, depositata presso l ufficio del registro delle imprese. Per quanto riguarda l elenco soci va tenuto presente che ai sensi dell art. 13, comma 2

3 34, della legge in parola le modifiche dei consorziati devono essere iscritte nel registro delle imprese soltanto una volta l anno entro centoventi giorni dalla chiusura dell esercizio attraverso il deposito dell elenco dei consorziati riferito alla data di approvazione del bilancio. Pertanto non deve quindi essere depositata la conferma dell elenco dei consorziati rispetto a quello già depositato. Art. 5, commi 1 e 2, del D.M. 23 Giugno Le società cooperative iscritte all'albo che depositano annualmente i propri bilanci all'ufficio saranno tenute ad utilizzare dalla data di entrata in vigore del presente decreto il modello approvato dal Ministero. Gli amministratori al momento del deposito del bilancio devono dichiarare che nella società permane la condizione di mutualità prevalente, documentando nella nota integrativa tale condizione ai sensi degli articoli 2512, 2513 e 2514 del codice civile. 3

4 SOMMARIO 1. Le modalità di presentazione della pratica digitale: 1.1 Premessa pag Preparazione della pratica digitale pag Requisiti minimi di ricevibilità della pratica digitale pag Pratica presentata per via telematica pag Pratica predisposta su supporto informatico pag Modalità di pagamento della imposta di bollo e dei diritti di segreteria pag Modalità di pagamento per le pratiche inviate per via telematica pag Modalità di pagamento per le pratiche presentate su supporto informatico pag Rilascio di copie pag I soggetti legittimati alla presentazione della pratica: 2.1 Pratica presentata dall amministratore o liquidatore pag Pratica presentata dal Professionista incaricato pag Pratica presentata da altro intermediario abilitato pag La documentazione digitale da presentare: 3.1 Società per azioni e Società a responsabilità limitata pag Società cooperative pag Consorzi pag Consorzi Fidi pag I depositi a rettifica: 4.1 Deposito a rettifica del bilancio pag Deposito a rettifica dell elenco soci pag La regolarizzazione delle pratiche 5.1 Regolarizzazione pratiche sospese pag Annullamento pratiche pag Casi particolari pag Schede riepilogative pag Le Camere di Commercio Siciliane pag. 43 Allegati: Modello procura intermediario pag. 54 Istruzioni InfoCamere per l invio telematico pag. 55 4

5 DEPOSITO BILANCI ED ELENCHI SOCI ANNO 2006 Ogni anno, per i sotto indicati soggetti, è obbligatorio presentare, presso il Registro delle Imprese, il bilancio di esercizio: - Società a responsabilità limitata - Società per azioni - Società in accomandita per azioni - Società Cooperative - Società Consortili - Società estere con sede in Italia - G.e.i.e. - Società di persone (solo il bilancio consolidato) interamente partecipate da società di capitali - Consorzi con qualifica di confidi Gli stessi soggetti (ad eccezione delle cooperative) sono tenuti anche al deposito dell elenco soci e dei titolari di diritti o altri vincoli sulle azioni e sulle quote sociali. I consorzi che non hanno la qualifica di confidi sono tenuti a depositare unicamente la situazione patrimoniale. Non devono depositare il bilancio le associazioni, le società di persone e le ditte individuali. BILANCI SU SUPPORTO INFORMATICO O PER VIA TELEMATICA Dal 9 Dicembre 2002, per effetto dell art.31 L. 340/2000 e successive modifiche, i bilanci devono essere depositati esclusivamente per via telematica o su supporto informatico (per le Camere che non l abbiano esclusa). In entrambi i casi occorre utilizzare il software Fedra, compilando i modelli B ed intercalare S (quest ultimo solo in caso di variazione dei soci rispetto all anno precedente, diversamente, occorre fleggare l apposito riquadro nel modello B). Il bilancio trasmesso per via telematica o presentato su supporto informatico deve essere sottoscritto con firma digitale dal soggetto obbligato (amministratore, sindaco) mediante l apposito dispositivo di firma digitale, comunemente detto smart card (da richiedere anche presso gli uffici della Camera di Commercio). Abilitati alla firma ed alla trasmissione del Bilancio sono anche i Commercialisti (Dottori commercialisti ovvero Ragionieri e periti commerciali regolarmente iscritti nei rispettivi albi professionali). 5

6 Nel caso in cui il deposito venga effettuato tramite un intermediario (autorizzato con convenzione Telemaco Pay sottoscritta con la Camera di Commercio oltre la firma digitale del legale rappresentante deve essere apposta anche quella dell intermediario stesso. Solo ed esclusivamente per informazioni sulla sottoscrizione della convenzione Telemaco Pay ( non sul servizio Telemaco) è possibile telefonare al numero (dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30 e di mercoledì dalle ore 16,00 alle ore 17,30). Il deposito del bilancio con conferma elenco soci può essere trasmesso utilizzando Il sito COSTI DEL SERVIZIO Diritti di segreteria per il deposito del bilancio e dell elenco soci: Euro 60,00 modalità telematica Euro 90,00 su supporto informatico digitale (floppy disk o CD) in quest ultimo caso è pure dovuta la somma di Euro 1,81 per bollo di quietanza (previsto, appunto, nel caso in cui l ammontare dei diritti di segreteria superi l importo di 77,47). Diritti per il deposito del bilancio delle cooperative sociali: Euro 30,00 modalità telematica Euro 45,00 su supporto informatico digitale (floppy disk o CD) Gli importi relativi al deposito con supporto informatico digitale potranno essere versati sul conto corrente postale intestato alla Camera di Commercio o pagati con Bancomat presso gli sportelli camerali. Nel caso di invio telematico il diritto di segreteria verrà scalato dal fondo utente. 6

7 LINK UTILI In allegato alla presente guida potete trovare la guida all utente per l invio telematico realizzata da InfoCamere. NUMERI UTILI: Informazioni tecniche su Fedra Compilazione guidata Fedra Clienti Telemaco Pay Informazioni su firma digitale

8 1. LE MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA PRATICA DIGITALE 8

9 1.1 PREMESSA Ai sensi della normativa vigente i bilanci di esercizio e gli elenchi soci devono essere presentati al Registro delle Imprese in formato elettronico sottoscritti con firma digitale. Non è consentito presentare documentazione cartacea. Non è possibile ottenere allo sportello copia cartacea della documentazione presentata. Le copie dei bilanci di esercizio depositati e dei relativi allegati saranno disponibili per via telematica successivamente alla evasione della pratica. La modalità telematica è da preferire alla modalità su supporto informatico per velocità di istruttoria e risparmio per l utente che non deve recarsi presso gli uffici camerali. In alternativa è consentita la presentazione su supporto informatico che va spedito con plico raccomandato alla Camera di Commercio di competenza - Registro delle Imprese indirizzo (vedi cap. 8). Il supporto informatico comporta, per motivi tecnici, tempi più lunghi di istruttoria e non consente comunque il rilascio allo sportello di copia della documentazione presentata. Bisogna indicare sul supporto il numero REA e l anno di esercizio a cui si riferisce il bilancio presentato. I bilanci di esercizio e gli elenchi soci devono essere presentati al Registro delle Imprese entro 30 giorni dalla data del verbale di approvazione (art.2435 c.c.). Per la presentazione delle situazioni patrimoniali dei Consorzi (senza la qualifica di confidi ) il termine è di 2 mesi dalla chiusura dell esercizio (art.2615 bis c.c.). Se i termini scadono di sabato o in giorni festivi, sono di diritto prorogati al primo giorno lavorativo successivo. SANZIONI L Ufficio del Registro delle Imprese è tenuto a rilevare e sanzionare come tardiva l iscrizione o il deposito di atti effettuata oltre i trenta giorni dalla sua adozione. In altre parole, e limitando il discorso sull adempimento deposito del bilancio, l Ufficio rileva la presentazione tardiva quando sono trascorsi più di trenta giorni dall adozione della delibera che approva il bilancio. La tardiva e omessa presentazione del bilancio e dell elenco soci nei termini è punita con sanzione amministrativa prevista all art c.c. che, testualmente, recita: Chiunque, essendovi tenuto per legge a causa delle funzioni rivestite in una società o in un consorzio, omette di eseguire, nei termini prescritti, denunce, comunicazioni o depositi presso il registro delle imprese è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 206 euro a euro. Se si tratta di omesso deposito dei bilanci, la sanzione amministrativa pecuniaria è aumentata di un terzo. Pertanto la sanzione che sarà comminata, ritenendo applicabile più favorevolmente il doppio del minimo, ammonta a 549,34 (206x2+1/3) per il Bilancio e a 412 per l Elenco Soci omesso. Entrambe saranno a carico di ciascun obbligato al deposito del bilancio (dunque se, ad es., in una cooperativa l amministrazione è affidata ad un c.d a. composto da cinque persone le sanzioni saranno cinque) ed a favore dell Erario dello Stato. L omessa convocazione dell assemblea per l approvazione del bilancio entri i 120 giorni previsti all art c.c. è punita, ai sensi dell art c.c., con la pena pecuniaria da euro. 9

10 1.2 PREPARAZIONE DELLA PRATICA DIGITALE Per la preparazione della pratica digitale occorre essere muniti di hardware e software di seguito specificato: 1. Personal computer con collegamento ad internet e casella di posta elettronica; 2. Lettore di smart card; 3. Dispositivo di firma digitale 4. Software Fedra 5.9 (distribuito gratuitamente da Infocamere s.c.p.a. sul sito o programma compatibile); 5. Software di firma digitale ( ad esempio Dike distribuito gratuitamente da Infocamere s.c.p.a. sul sito 6. Scanner o software di conversione del formato dei documenti in pdf tipo Adobe Acrobat versione 6.0 o superiore. 1.3 REQUISITI MINIMI DI RICEVIBILITA DELLA PRATICA DIGITALE Il deposito viene considerato irricevibile nei seguenti casi: 1) mancanza della sottoscrizione mediante apposizione di firma digitale del modello B, dell Intercalare S (quando occorre) e di tutti i files allegati; 2) mancanza di validità della firma digitale; 3) istanza non compilata con il software Fedra o con altro programma informatico compatibile e non conforme alle specifiche tecniche indicate sul sito ; 4) mancanza del bilancio e dei documenti allegati; 5) codice fiscale mancante o errato; 6) numero Rea non corrispondente al codice fiscale dell impresa già iscritta; 7) incompetenza territoriale della C.C.I.A.A.; 8) avviso di ricevimento della pratica negativo o mancante. La ricevuta di deposito, contenente il numero e la data del protocollo, viene trasmessa telematicamente all indirizzo di posta elettronica dell utente che ha inviato la pratica. 1.4 PRATICA PRESENTATA PER VIA TELEMATICA I bilanci d esercizio e gli elenchi soci predisposti in formato digitale devono essere inviati per via telematica attraverso il software Telemaco. Per essere abilitati alla trasmissione 10

11 è necessario avere preventivamente sottoscritto una convenzione Telemaco Pay con la Camera di Commercio ovvero con altri distributori Infocamere. Le procedure che possono essere scelte per l invio telematico sono le seguenti: predisposizione della pratica digitale con il software Fedra 5.9 o programma compatibile ed invio telematico della stessa collegandosi al sito preparazione della pratica digitale tramite la compilazione del modello bilancio pdf, disponibile sul sito la procedura permette di richiamare i dati relativi alle società di cui si sta predisponendo il bilancio evitando la compilazione della modulistica Fedra. Il collegamento allo stesso sito permette l invio al Registro delle Imprese della pratica; preparazione della pratica digitale e invio telematico della stessa tramite la procedura bilanci on line predisposta da Infocamere e disponibile sul sito Tale procedura consente di non compilare la distinta Fedra poiché questa verrà generata automaticamente al momento dell invio della pratica dal sistema. Con la procedura bilanci on line l utente deve essere collegato al sito di infocamere per tutta la durata dell operazione; con la procedura bilanci pdf e con quella Fedra solo al momento della spedizione. 1.5 PRATICA PREDISPOSTA SU SUPPORTO INFORMATICO I bilanci d esercizio e gli elenchi soci predisposti in formato elettronico e sottoscritti con firma digitale, possono essere memorizzati su supporto informatico. I supporti informatici possono essere inviati per posta con plico raccomandato al seguente indirizzo: CCIAA di - Ufficio Registro Imprese - Il deposito su supporto informatico oltre a far venire meno i benefici dell invio telematico ha tempi più lunghi di istruttoria e non consente comunque il rilascio allo sportello di copia della documentazione presentata. Le copie dei bilanci di esercizio saranno disponibili successivamente alla evasione della pratica. Saranno ritenute irricevibili le domande di deposito carenti degli elementi di cui al precedente paragrafo 1.3 numeri 1,2,3,4,6,7. In relazione al punto 4, relativo ai documenti allegati, qualora si dovessero riscontrare bilanci illeggibili, quali file di dimensioni troppo elevate (più di 200 Kbyte per pagina) o derivanti da scannerizzazioni parziali o incomplete, la domanda di deposito verrà protocollata ma sarà richiesta l integrazione dei documenti illeggibili concedendo un periodo di tempo di tre giorni. 11

12 1.6 MODALITA DI PAGAMENTO DELL IMPOSTA E DEI DIRITTI DI SEGRETERIA L imposta di bollo per le pratiche digitali è stabilita nella misura di Euro 65,00 per le società di capitali (D.L. n.7 del 31/1/2005) e viene versata alla Camera di Commercio dai soggetti obbligati sulla base dell autorizzazione rilasciata dal Ministero dell Economia e delle Finanze. Per le pratiche soggette al pagamento del bollo, gli estremi di tale autorizzazione devono essere indicati sull apposito riquadro previsto nella distinta Fedra senza alcuna ulteriore indicazione sugli atti allegati. Resta inteso che qualora il soggetto che presenta la pratica sia in possesso di una autorizzazione specifica del Ministero dell Economia e delle Finanze per il pagamento virtuale dell imposta di bollo, gli estremi di tale autorizzazione devono essere indicati nella modulistica nel modo seguente: Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite l autorizzazione nr. - del Ministero dell Economia e delle Finanze - Dip. Delle Entrate di Ai sensi dell art.2 del D.M. 127/2002, l imposta di bollo può essere assolta previa presentazione, al competente ufficio dell Agenzia delle Entrate, di una dichiarazione con l indicazione del numero presunto degli atti da depositare durante l anno. Gli estremi di tale dichiarazione devono essere indicati nella modulistica (bollo assolto all origine) nel modo seguente: Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite presentazione della dichiarazione di cui all art.2 del D.M. 127/2002 inviata in data. Prot. nr all Agenzia delle Entrate di. Per gli atti esclusi dall imposta di bollo, l esenzione va indicata sia sull atto che negli appositi riquadri previsti dal programma Fedra. I diritti di segreteria dovuti per il deposito del bilancio di esercizio e dell elenco soci sono i seguenti: Euro 60,00 bilancio di esercizio ed elenco soci (modalità telematica) Euro 90,00 bilancio di esercizio ed elenco soci (con supporto informatico) Euro 30,00 bilancio di esercizio coop.ve sociali (modalità telematica) Euro 45,00 bilancio di esercizio coop.ve sociali (con supporto informatico) Euro 60,00 per il deposito del solo elenco soci (modalità telematica) Euro 90,00 per il deposito del solo elenco soci (con supporto informatico) Euro 1,81 (Bollo su quietanza) Nel caso in cui l ammontare dei diritti di segreteria superi l importo di 77,47. 12

13 1.7 MODALITA DI PAGAMENTO PER LE PRATICHE INVIATE PER VIA TELEMATICA Le modalità di pagamento dei diritti di segreteria e dell imposta di bollo per le pratiche trasmesse telematicamente avvengono tramite il sistema Telemaco-Pay ovvero tramite soggetti distributori di Infocamere come CGN, Visura, etc.. La convenzione di pagamento Telemaco-Pay è reperibile sui vari siti di Infocamere ed in allegato alle presenti istruzioni. Ulteriori informazioni possono essere attinte presso l Ufficio RAO Camerale. 1.8 MODALITA DI PAGAMENTO PER LE PRATICHE PRESENTATE SU SUPPORTO INFORMATICO (FLOPPY DISK) Il pagamento dei diritti di segreteria e dell imposta di bollo dovuti dall utente per la presentazione della pratica su supporto informatico deve essere effettuato sul conto corrente postale intestato alla C.C.I.A.A. (vedi cap. 8). Sono consentiti, inoltre, anche nel giorno di presentazione della pratica, sistemi di pagamento alternativi come illustrato nelle schede camerali (pagg. 43 e ssgg.). La ricevuta del pagamento effettuato alla cassa o l attestazione del versamento sul c.c.p. deve essere scansionata e inserita nel supporto informatico ed allegata in originale. Non vengono accettati pagamenti cumulativi relativi alla presentazione di più pratiche. Non devono essere versati diritti di segreteria connessi al rilascio di copie degli atti depositati in quanto tali copie non sono disponibili al momento del deposito ma solo successivamente all evasione della pratica. 1.9 RILASCIO COPIE Le copie dei bilanci e degli elenchi soci non saranno rilasciate al momento del deposito ma saranno disponibili in rete, dopo l evasione della pratica. Per il rilascio delle copie relative ad anni precedenti Costi: Richiesta copia bilancio cartacea 5,00 Per ogni pagina estratta 0,10 Richiesta copia bilancio su supporto informatico 6,00 Dall 1 marzo 2006, per il rilascio delle copie dell ultimo bilancio è possibile richiedere copia del fascicolo che comprende tutti gli atti depositati al Registro delle Imprese al costo di 13,00 13

14 2. I SOGGETI LEGITTIMATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA PRATICA DIGITALE 14

15 2.1 PRATICA PRESENTATA DALL AMMINISTRATORE O DAL LIQUIDATORE La pratica digitale presentata da un amministratore o da un liquidatore (per le società in liquidazione) deve essere predisposta nel modo seguente: Modello principale: - Distinta Fedra sottoscritta da un amministratore o da un liquidatore attraverso il dispositivo di firma digitale e contenente la visura a quadri compilata nei modelli B ed int. S. Allegati: Copia informatica del bilancio di esercizio (conto economico, stato patrimoniale e nota integrativa) sottoscritta da un amministratore o da un liquidatore attraverso il dispositivo di firma digitale. Copia informatica di ogni documento allegato (verbale di approvazione del bilancio, relazione sulla gestione dell organo amministrativo, relazione del collegio sindacale, relazione del soggetto incaricato del controllo contabile) sottoscritta da un amministratore o da un liquidatore attraverso il dispositivo di firma digitale. La copia informatica di ogni documento può essere redatta nei modi seguenti: a) Il documento (bilancio, verbale, relazione) viene prodotto informaticamente tramite programmi di video scrittura e trasformato in formato pdf con l indicazione nel testo dei nominativi dei firmatari del documento originale (amministratore o liquidatore nel bilancio di esercizio, presidente e segretario nel verbale di approvazione, sindaci effettivi nella relazione del collegio sindacale, etc.). Il file deve essere firmato digitalmente dall amministratore o dal liquidatore. b) Acquisizione da scanner e trasformazione in formato pdf del documento originale firmato dai soggetti obbligati come dinanzi indicato. Il file deve essere firmato digitalmente dall amministratore o dal liquidatore. In ogni copia informatica deve essere presente la seguente dichiarazione resa dall amministratore o dal liquidatore: Il sottoscritto amministratore della Società consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, attesta, ai sensi dell art. 47 del DPR 445/2000, la corrispondenza delle copie dei documenti allegati alla presente pratica ai documenti conservati agli atti della Società Per le domande e gli atti soggetti all imposta di bollo,la dichiarazione relativa all assolvimento dell imposta di bollo va effettuata nel riquadro previsti dal programma Fedra sulla base delle indicazioni del paragrafo 1,6 della presente guida. 15

16 Verbali di approvazione dei bilanci con distribuzione di utili La delibera di approvazione del bilancio portante anche la distribuzione di utili, è soggetta all obbligo della registrazione presso l Agenzia delle Entrate e sconta l imposta di registro nella misura fissa ai sensi dell art. 4, lettera d) n. 1 della tariffa, parte prima, del testo unico dell imposta di registro approvato con D.P.R. n. 131 del 26/04/1986. Inoltre con risoluzione del 22/11/2000 n. 174 il Ministero delle Finanze Dipartimento delle Entrate Direzione Centrale: Affari Giuridici e Cont. Tributario, ha fornito tale interpretazione, circa il corretto trattamento tributario da applicare ai verbali di approvazione dei bilanci portanti appunto la distribuzione degli utili d esercizio. Nel caso appunto il verbale di assemblea di approvazione del bilancio preveda una distribuzione di utili e sia stato pertanto sottoposto alla prescritta registrazione, sarà possibile apporre in calce al verbale la predetta dichiarazione: Il sottoscritto amministratore/liquidatore dichiara che è stata effettuata la registrazione del presente verbale presso l Agenzia delle Entrate di. in data. al numero. Nel caso in cui l'ufficio del Registro non rilasci in tempo utile il verbale registrato, il legale rappresentante deve allegare una dichiarazione firmata digitalmente, indicando la data e l Ufficio presso il quale si è provveduto alla registrazione o allegare la copia della ricevuta di presentazione sottoposta a scansione ottica. 2.2 PRATICA PRESENTATA DAL DOTTORE COMMERCIALISTA O RAGIONIERE E PERITO COMMERCIALE AI SENSI DELLA LEGGE 340/2000 L art. 31, comma 2 quater e quinques, della Legge 340/2000, come modificata dalla L.350/2003, consente ai soli Dottori Commercialisti ed ai Ragionieri e periti commerciali, iscritti nei rispettivi albi, la trasmissione e la sottoscrizione (ovviamente digitale) dei bilanci di esercizio. Rimangono esclusi i Periti tributari ed i Consulenti del lavoro. Rimangono, altresì, esclusi i Dottori Commercialisti ed i Ragionieri e periti commerciali che non risultino iscritti, o ne sia stata disposta la cancellazione, nei rispettivi albi professionali. Il professionista che trasmette telematicamente il bilancio deve avere stipulato una convenzione Telemaco-Pay o con altro distributore. I citati professionisti devono, inoltre, essere incaricati dai loro clienti (amministratore leg. rappr. o liquidatore) alla trasmissione del bilancio. La dichiarazione sulla iscrizione va inserita nel quadro Note della distinta Fedra e può avere il seguente tenore: Il sottoscritto Dott./Rag., nato a il, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, dichiara di essere iscritto all Ordine/Albo dei della Provincia di ; mentre in calce alla documentazione dovrà aggiungere la seguente dicitura: Il/la sottoscritto/a, ai sensi dell art. 31 comma 2-quinquies della Legge 340/2000, dichiara che il presente documento è conforme all originale depositato presso la società. 16

17 La pratica presentata dal professionista ai sensi dell art.31della legge 340/2000 deve essere predisposta nel modo seguente: Distinta Fedra sottoscritta dal professionista attraverso il dispositivo di firma digitale e contenente la visura a quadri compilata nei modelli B ed Int. S. Di recente, è iniziata la distribuzione ai predetti commercialisti del dispositivo di firma digitale, recante anche il titolo posseduto, da parte della società CERTICOMM. Tale dispositivo oltre a consentire la sottoscrizione digitale dei documenti attesta il possesso ed il permanere della qualifica di Dottore Commercialista ovvero di Ragioniere e Perito commerciale ed esenta il professionista dal rendere la dichiarazione inerente la sua qualifica. Allegati: Copia informatica del bilancio di esercizio (conto economico, stato patrimoniale e nota integrativa) sottoscritta dal professionista attraverso il dispositivo di firma digitale. Copia informatica di ogni documento allegato (verbale di approvazione del bilancio, relazione sulla gestione dell organo amministrativo, relazione del collegio sindacale, relazione del soggetto incaricato del controllo contabile) sottoscritta dal professionista attraverso il dispositivo di firma digitale. La copia informatica di ogni documento può essere redatta nei due modi già evidenziati o con video scrittura e trasformazione in pdf o con lo scanner e trasformazione in pdf ovviamente i file prodotti vanno firmati digitalmente dal professionista. Per le domande e gli atti soggetti all imposta di bollo, la dichiarazione relativa all assolvimento dell imposta di bollo, va effettuata negli appositi riquadri previsti dal programma Fedra sulla base delle indicazioni del paragrafo 1,6 della presente guida. Nel caso in cui il verbale di approvazione del bilancio preveda una distribuzione di utili e sia stato pertanto sottoposto alla prescritta registrazione, occorre inserire nella copia informatica del verbale di approvazione: Il sottoscritto amministratore/liquidatore dichiara che è stata effettuata la registrazione del presente verbale presso l ufficio delle Entrate di..in data..al nr. Nel caso in cui l'ufficio del Registro non rilasci in tempo utile il verbale registrato, il legale rappresentante deve allegare una dichiarazione firmata digitalmente, indicando la data e l Ufficio presso il quale si è provveduto alla registrazione o allegare la copia della ricevuta di presentazione sottoposta a scansione ottica. 17

18 2.3 PRATICA PRESENTATA DA ALTRO INTERMEDIARIO La pratica presentata dall intermediario abilitato deve essere predisposta nel modo seguente: Ipotesi A ( l amm.re o il liquidatore sono in possesso del dispositivo di firma digitale) Predisposizione della distinta Fedra sottoscritta da un amministratore o da un liquidatore e dall intermediario attraverso il dispositivo di firma digitale e contenente la visura a quadri compilata nei modelli B ed int. S. Se la pratica è presentata su supporto informatico (CD o floppy disk) la distinta è firmata solo dall amministratore o dal liquidatore. In tal caso, infatti, non c è un vero e proprio intermediario ma un soggetto in grado di predisporre una pratica informatica. Allegati: Copia informatica del bilancio di esercizio (conto economico, stato patrimoniale e nota integrativa) sottoscritta da un amministratore o dal liquidatore attraverso il dispositivo di firma digitale. Copia informatica di ogni documento allegato (verbale di approvazione del bilancio, relazione sulla gestione dell organo amministrativo, relazione del collegio sindacale, relazione del soggetto incaricato del controllo contabile) sottoscritta da un amministratore o da un liquidatore attraverso il dispositivo di firma digitale. Le copie informatiche dei documenti possono essere redatte a mezzo di programmi di video scrittura con trasformazione in pdf o a mezzo di acquisizione da scanner e trasformazione in pdf dei documenti. In ogni copia informatica deve essere presente la seguente dichiarazione resa dall amministratore o dal liquidatore : Il sottoscritto amministratore della Società, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, attesta, ai sensi dell art. 47 del DPR 445/2000, la corrispondenza delle copie dei documenti allegati alla presente pratica ai documenti conservati agli atti della Società Per le domande e gli atti soggetti all imposta di bollo, la dichiarazione relativa all assolvimento dell imposta di bollo va effettuata sia su ogni copia informatica che nei riquadri previsti dal programma Fedra sulla base delle indicazioni del paragrafo 1.6 della presente guida. Nel caso in cui il verbale di approvazione del bilancio preveda una distribuzione di utili e sia stato pertanto sottoposto alla registrazione, occorre inserire nella copia informatica del verbale di approvazione la seguente dichiarazione: 18

19 Il sottoscritto amministratore/liquidatore dichiara che è stata effettuata la registrazione del presente verbale presso l Ufficio delle Entrate di. al numero. Nel caso in cui l'ufficio del Registro non rilasci in tempo utile il verbale registrato, il legale rappresentante deve allegare una dichiarazione firmata digitalmente, indicando la data e l Ufficio presso il quale si è provveduto alla registrazione o allegare la copia della ricevuta di presentazione sottoposta a scansione ottica. Ipotesi B (l amm.re o il liquidatore non sono in possesso del dispositivo di firma digitale) In questo caso ciò che impedisce l invio della pratica, telematicamente o su supporto informatico è la mancanza di dispositivo di firma digitale. In questo caso è indispensabile il ricorso ad un procuratore. Un soggetto, cioè, in grado di sostituirsi all obbligato nella sottoscrizione della pratica. La procura viene realizzata in maniera c.d. leggera avvalendosi della dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà. Con tale atto il legale rappresentante conferisce all intermediario il semplice mandato a sottoscrivere e trasmettere il bilancio. La procura in parola può essere redatta sul modello predisposto da Uniocamere e allegato alla presente guida. Il modello va sottoscritto con firma autografa dal legale rappresentante (o dal liquidatore, etc.) e controfirmato digitalmente dall intermediario. Alla procura va allegata, in formato pdf, la copia del documento di identità del legale rappresentante. La procura, così confezionata, insieme alla copia del documento vanno infine allegati alla pratica in due distinti files contraddistinti dal codice E20. La procura andrà firmata digitalmente mentre la copia del documento non dovrà essere firmata. E importante segnare il codice tipo documento come descritto poiché tale codice inibisce la libera estrazione delle copie del documento contenente dati sensibili ai fini della tutela della privacy. Per il resto della pratica si può fare riferimento a quanto indicato al precedente punto con l avvertenza che tutti i files allegati andranno sottoscritti digitalmente dall intermediario. 19

20 3. LA DOCUMENTAZIONE DIGITALE DA PRESENTARE 20

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE (Modulistica Fedra e programmi compatibili) Versione 1.3 rilasciata in data 20.4.2009 Area Studi Giuridici Settore Anagrafico La redazione del documento

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA PLUS - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MODELLO S1 TRASFERIMENTO SEDE DA ALTRA PROVINCIA ISTRUZIONI TRIVENETO PARAGRAFO 5.4 E 12.4 Si fa presente

Dettagli

Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese. Campagna bilanci 2014. Sommario Sommario. Premessa... 4

Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese. Campagna bilanci 2014. Sommario Sommario. Premessa... 4 Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese Campagna bilanci 2014 Versione 1.0 del 10/04/2014 Sommario Sommario Premessa... 4 Unioncamere Pagina 1 di 60 1 Bilancio in formato XBRL...

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Asti CAMERE DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, NOVARA,VERCELLI UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Marzo 2010

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE PRATICHE DELLE IMPRESE START-UP INNOVATIVE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE PRATICHE DELLE IMPRESE START-UP INNOVATIVE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE PRATICHE DELLE IMPRESE START-UP INNOVATIVE Ufficio Registro Imprese Versione aggiornata a Giugno 2014 INDICE ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE PER UNA NUOVA SOCIETA CON

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società Registro Imprese - La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società - I trasferimenti di sede da altra provincia Come descrivere l attività Sintetica, chiara e concreta SI

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Guida alla compilazione dei modelli di denuncia di inizio attività

Guida alla compilazione dei modelli di denuncia di inizio attività CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI SALERNO 84100 Salerno Via Roma, 29 (Sede di Rappresentanza) - Via S. Allende, 19/21 (Sede Operativa) - Telefono 089.30.68.111 - Telefax 089.33.48.65

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

della domanda di agevolazione

della domanda di agevolazione Guida alla presentazione della domanda di agevolazione 1. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di agevolazione e i relativi allegati, pena l inammissibilità della stessa domanda, devono essere

Dettagli

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI 1. Dotazioni informatiche minime: Pc con accesso ad internet Contratto Telemaco

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

La start-up innovativa

La start-up innovativa La start-up innovativa Guida sintetica per utenti esperti sugli adempimenti societari Per maggiori informazioni: http://startup.registroimprese.it Adempimenti amministrativi ed informazioni sulle nuove

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS ISTRUZIONI MOD.COM6BIS COMMERCIO ELETTRONICO 2 AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM6BIS, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA DELLA CIRCOLARE, ALLA QUALE

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Il/la sottoscritto/a Cognome e Nome Codice Fiscale Partita IVA Data di nascita Comune di nascita

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

Guida a. versione: 1.60 data: 26.03.2015 autore: Infocamere collaborazioni: CCIAA di Venezia

Guida a. versione: 1.60 data: 26.03.2015 autore: Infocamere collaborazioni: CCIAA di Venezia Guida a versione: 1.60 data: 26.03.2015 autore: Infocamere collaborazioni: CCIAA di Venezia INDICE 1. La Comunicazione Unica con ComunicaStarweb... 6 1.1 Cos è la Comunicazione Unica... 6 1.1.1 Novità

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA COMUNE DI MASER (TV) ESENTE da Marca da bollo COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA Il/La sottoscritto/a: DA COMPILARSI IN CASO DI PERSONA

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. n. 867/A39 Brescia, 03/02/2010 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge 7 agosto 1990 n.241, e successive modificazioni; VISTO il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE AMMINISTRAZIONI DEBITRICI Versione 1.1 del 06/12/2013

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli