Comune di Gudo Visconti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Gudo Visconti"

Transcript

1 Comune di Gudo Visconti (Provincia di Milano) -- Servizio Amministrativo e Finanziario -- DISCIPLINARE DI GARA In esecuzione della determinazione n. 68 del , SI RENDE NOTO che è stata indetta una procedura aperta da esperire con le modalità di cui al D.Lgs.163/2006 (relativamente ai servizi previsti nell allegato II B e per gli articoli espressamente richiamati nel presente Disciplinare) per l affidamento della GESTIONE DEL SERVIZIO DI MICRO NIDO PRIVATO CONVENZIONATO - PERIODO: 3 (TRE) ANNI SCOLASTICI CONSECUTIVI DALL A.S. 2013/2014 ALL A.S. 2015/2016 E PRECISAMENTE DAL 01/09/ /07/2016. Oggetto della concessione: gestione micro nido privato convenzionato (massimo 10 iscritti) - sito in Gudo Visconti P.zza Roma n. 6 alle condizioni di cui al Capitolato Speciale. L utenza prevista nella struttura sono bambini da 8 (otto) mesi a 3 (tre) anni. La capienza massima prevista è di n. 10 (dieci) bambini. L Impresa Aggiudicataria, dovrà prevedere oltre all intera giornata anche delle forme di frequenza part-time, nel rispetto della normativa vigente, della relativa autorizzazione al funzionamento e nel limite della capienza massima. Categoria di servizio 25 Numero di riferimento CPC 93 Servizi sanitari e sociali Base d appalto: è la retta massima mensile di frequenza al micro nido fissata in 500,00 Iva esclusa e relativa all intera giornata (dalle ore 7,30 alle ore 17,30). Verranno ammesse offerte in ribasso rispetto alla retta mensile posta a base di gara. La retta mensile di frequenza per i bambini residenti deve tener conto di una riduzione incondizionata pari al 5% della retta base. Importo presunto: ,00 (euro centosessantacinquemila/00), esclusa IVA. Oneri per la sicurezza inclusi nella base d asta del presente appalto 1.100,00/annui Valore calcolato considerando una frequenza full-time di 10 bambini per 11 mesi per 3 anni. Si è scelto tale criterio, in quanto è difficile stimare la base della concessione triennale, non conoscendo numero dei frequentanti, periodo e tipologia di frequenza (full time/part time). Durata del contratto: 3 (tre) anni scolastici consecutivi dall a.s. 2013/2014 all a.s. 2015/2016 e precisamente dal 01/09/2013 al 31/07/2016. Gli atti di gara sono costituiti dal presente Disciplinare, dal Capitolato Speciale e dai seguenti allegati: - DUVRI - modello A Istanza di partecipazione e dichiarazione - modello B Dichiarazione art.38 co. 1 lett. B D. Lgs. n.163/ modello C Dichiarazione art.38 co. 1 lett. C D. Lgs. n. 163/2006 (per soggetti in carica) - modello D Dichiarazione art.38 co. 1 lett. C D. Lgs. n.163/2006 per soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la data del bando - modello E Dichiarazione requisiti speciali - modello F Tracciabilità Flussi - modello G Offerta economica disponibili anche sul sito internet del Comune di Gudo Visconti

2 Non verrà trasmessa copia dei suddetti atti via e/o via fax Con riferimento alla procedura di affidamento in oggetto, il codice identificativo della gara è il seguente: Per partecipare alla gara si richiede l effettuazione obbligatoria del sopralluogo tecnico, da concordare telefonicamente, anche nel caso si conosca già la struttura e/o sia già stato gestito il servizio presso tale struttura. La mancata effettuazione del sopralluogo è causa di esclusione della gara. All atto del sopralluogo ciascun concorrente provvederà al ritiro della relativa dichiarazione attestante tale operazione che dovrà essere allegata alla documentazione di gara compresa nella busta A. Nel caso in cui il concorrente riscontri difformità tra l esistente e quanto riportato in capitolato, questi deve comunicare per iscritto alla Stazione Concedente le difformità riscontrate. La Stazione Concedente in contraddittorio con il concorrente procederà alla verifica delle eventuali difformità riscontrate. Normativa di riferimento: La procedura di gara indetta con il presente atto, avendo ad oggetto l affidamento di un servizio, quale la gestione del micro nido, ricompresso nell allegato II B del Codice degli Appalti, non è soggetta all applicazione della vigente normativa in materia di affidamento degli appalti di pubblici servizi fatta salva l applicazione degli articoli 65, 68, 225 del D.Lgs. 163/06 e l applicazione delle altre disposizioni normative espressamente e specificatamente richiamate nel presente disciplinare. 1 - SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE LE OFFERTE Sono ammessi a presentare offerta, se in possesso dei requisiti soggettivi e dei requisiti di carattere tecnico-organizzativo ed economico-finanziario richiesti nel successivo paragrafo 3, i seguenti soggetti: 1.1 Le imprese individuali, le società commerciali, le società cooperative; 1.2 I raggruppamenti temporanei d imprese, i consorzi di imprese e i consorzi di cooperative già formalmente costituiti; 1.3 Le imprese che dichiarino, con atto a corredo dell offerta presentata, di volersi appositamente e temporaneamente raggruppare o consorziare; 1.4 I soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (GEIE) ai sensi del D.Lgs. 23 luglio 1991, n SOGGETTI NON AMMESSI A PRESENTARE LE OFFERTE: Rispetto ai soggetti indicati nel precedente paragrafo 1, non sono ammessi a presentare offerta: 2.1 I soggetti che partecipano alla gara in forma individuale e contemporaneamente in raggruppamento con altri dei soggetti indicati nel precedente paragrafo 1 partecipanti anch essi alla gara; 2.2 I soggetti che partecipano alla gara in forma individuale e contemporaneamente in consorzio con altri dei soggetti indicati nel precedente paragrafo 1 partecipanti anch essi alla gara; 2.3 I soggetti che partecipano alla gara in più di un raggruppamento temporaneo, o del G.E.I.E o di consorzio; 2.4 I soggetti nei confronti dei quali sussistano situazioni di controllo ai sensi dell art C.C. Nel caso in cui si verificasse anche una sola delle predette condizioni, saranno esclusi tutti i soggetti interessati. 3 - REQUISITI RICHIESTI PER PARTECIPARE ALLA GARA 3.1. Requisiti soggettivi: 2

3 Per essere ammessi a presentare offerta, i soggetti di cui al precedente paragrafo 1: a) devono essere iscritti alla Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura della Provincia in cui il soggetto ha sede (o registro equivalente del Paese di origine o provenienza) per un oggetto sociale coerente con l'oggetto dell'affidamento; b) Per le cooperative sociali e loro consorzio, iscrizione all albo regionale delle Cooperative/Consorzi sociali, di cui all art. 9 della legge 381/1991 e della L.R. 16/1993, oppure al registro prefettizio nel caso in cui la regione, in cui ha sede la Cooperativa non abbia ancora costituito l apposito albo; c) non devono trovarsi nelle condizioni di esclusione dalla gara di cui all art 1 - bis della Legge n. 383 del 18 Ottobre 2001, come modificato dal D.L. 25 Settembre 2002, n. 210, convertito in legge, del 22 Novembre 2002, n. 266; d) non devono trovarsi in alcuna delle condizioni che determinano l esclusione dalle procedure per l affidamento dei pubblici contratti previste dall'art. 38, comma 1, lettera a), b), c), d), e), f), g), h), i), l) e m) m-bis), m-ter), m-quater) del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i.; L insussistenza delle condizioni di esclusione di cui al citato art. 38, comma 1, lettera b) e c), del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 deve riguardare tutti gli amministratori muniti di potere di rappresentanza. Si precisa, inoltre, che la causa di non ammissione prevista dal sopra richiamato art. 38, comma 1, lettera c) del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e successive modificazioni opera anche nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la data di pubblicazione del presente disciplinare di gara, qualora l impresa non dimostri di aver adottato atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata. Il concorrente, in relazione alla causa di non ammissione prevista dal sopra richiamato art. 38, comma 1, lettera c) del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e successive modificazioni, è tenuto a riportare nella dichiarazione tutte le eventuali condanne dei soggetti sopra menzionati, comprese le eventuali condanne per le quali abbia beneficiato della non menzione. I sopra esposti requisiti soggettivi devono essere posseduti: - nei raggruppamenti temporanei di imprese - anche se non ancora formalmente costituiti - e nei GEIE: da ciascuno dei soggetti raggruppati; - nei consorzi: dal consorzio e dai singoli consorziati indicati quali esecutori della gestione del servizio di asilo nido Requisiti oggettivi: Requisiti tecnico-organizzativi: Per essere ammessi a presentare offerta i soggetti di cui al precedente paragrafo 1: a) devono disporre di una struttura tecnico - organizzativa idonea a garantire un'efficiente gestione del servizio di micro nido, oggetto di affidamento, nel rispetto delle prescrizioni contenute nel Capitolato Speciale e, comunque, delle condizioni indicate in sede di offerta. b) devono avere esperienza di gestione - effettuata a regola d'arte e con buon esito - di un servizio di micro nido autorizzato ad accogliere almeno 10 bambini da 8 mesi a 3 anni, di durata non inferiore a 11 (undici) mesi continuativi. L esperienza di cui al precedente punto b) deve essere provata dall aggiudicatario: - quando il committente è un Amministrazione od ente pubblico, da autocertificazione, da cui si evinca che la gestione è stata effettuata a regola d'arte e con buon esito; - quando il committente è un privato, da attestazione rilasciata dal medesimo o, in mancanza, dallo stesso concorrente, da cui si evinca che la gestione è stata effettuata a regola d'arte e con buon esito; 3

4 Per i raggruppamenti temporanei di imprese e per i consorzi - anche se non formalmente costituiti - e per i GEIE, i requisiti oggettivi sopra esposti devono essere posseduti da ciascuno dei soggetti raggruppati o consorziati per la parte di gestione del servizio di asilo nido che sarà dagli stessi eseguita. Ogni soggetto raggruppato o consorziato non può dichiarare di avere intenzione di gestire una percentuale del servizio di asilo nido maggiore rispetto a quella per la quale in sede di gara ha dichiarato il possesso dei requisiti. I requisiti richiesti devono, in ogni caso, essere posseduti in misura prevalente dal soggetto indicato come mandatario. La somma dei requisiti oggettivi posseduti dai singoli soggetti raggruppati o consorziati deve essere almeno pari a quella richiesta per la partecipazione alla gara. Il possesso dei requisiti di cui sopra viene dichiarato dal concorrente utilizzando il modello allegato E (vedere anche paragrafo 7 del Disciplinare) Requisiti economico-finanziari: Per essere ammessi a presentare offerta i soggetti di cui al precedente punto 1: - devono possedere capacità finanziaria ed economica adeguata all oggetto dell affidamento, attestata da idonee dichiarazioni bancarie; - devono aver realizzato, nel periodo , un fatturato relativo al servizio oggetto della presente procedura non inferiore a ,00 (euro centocinquantamila/00), IVA esclusa. Per i raggruppamenti temporanei di impresa e per i consorzi anche non formalmente costituiti e i GEIE, i requisiti economico finanziari sopra esposti devono essere posseduti da ciascuno dei soggetti raggruppati o consorziati per la parte di gestione del servizio di asilo nido che sarà dagli stessi eseguita. I requisiti devono, in ogni caso, essere posseduti in misura prevalente dal soggetto indicato come mandatario. La somma dei requisiti posseduti dai singoli soggetti raggruppati o consorziati deve essere almeno pari a quella richiesta per la partecipazione alla presente gara (vedere anche paragrafo 7 del Disciplinare). 4 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Le offerte devono pervenire, a pena esclusione dalla gara, entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00 del giorno al seguente indirizzo: Comune di Gudo Visconti - Ufficio Protocollo P.zza Roma n Gudo Visconti (MI). Oltre al sopraddetto termine non è valida alcuna offerta, anche se sostitutiva o aggiuntiva a quella precedente. Non sono ammesse offerte incomplete o condizionate. Saranno escluse, altresì, tutte le offerte redatte o inviate in modo difforme da quello prescritto nel presente Disciplinare. Nessun rimborso è dovuto per la partecipazione alla gara, anche nel caso in cui non si dovesse procedere all aggiudicazione. L Offerta, redatta in lingua italiana, dovrà essere contenuta, a pena di esclusione, in un unico plico non trasparente, chiuso, sigillato con mezzi idonei a garantirne la sicurezza contro eventuali manomissioni, controfirmato sui lembi di chiusura riportante la dicitura GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO MICRO NIDO PRIVATO CONVENZIONATO - PERIODO: 3 (TRE) ANNI SCOLASTICI CONSECUTIVI DALL A.S. 2013/2014 ALL A.S. 2015/2016 E PRECISAMENTE DAL 01/09/2013 AL 31/07/2016. Il plico potrà essere inviato mediante servizio postale, a mezzo di raccomandata/espresso, o mediante corrieri privati o agenzie di recapito debitamente autorizzati, ovvero consegnato a mano da un incaricato dell impresa limitatamente a tale ultimo caso verrà rilasciata apposita ricevuta con l indicazione dell ora e della data di consegna - nelle giornate non festive dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 12,00 fino al termine perentorio sopra indicato. Il Comune di Gudo Visconti declina ogni responsabilità in ordine a disguidi postali o di altra natura che impediscano il recapito del plico entro il termine predetto. Il plico sigillato, riportante la dicitura come sopra indicato, dovrà recare a margine le seguenti informazioni: 4

5 - la ragione sociale della Concorrente (nel caso di R.T.I. o Consorzi vale quanto disciplinato nel successivo paragrafo 7 - Partecipazione di Raggruppamenti temporanei di imprese e di Consorzi ); - l indirizzo del destinatario. Tale plico deve contenere la documentazione amministrativa, gli elaborati tecnici e l offerta economica predisposti secondo le norme ed indicazioni che seguono. All interno del plico devono essere inserite, a pena di esclusione dalla gara, tre distinte buste: Busta A, B e C. Tutte le buste devono essere non trasparenti, chiuse, sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura e riportare la dicitura di seguito indicata per ciascuna busta. 5 MODALITA DI COMPILAZIONE DELL OFFERTA Busta A Busta non trasparente adeguatamente sigillata, a pena di esclusione dalla gara, controfirmata sui lembi di chiusura, riportante esternamente, oltre all indicazione del nominativo della ditta, la seguente dicitura BUSTA A - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA - GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MICRO NIDO PRIVATO CONVENZIONATO contenente, a pena di esclusione, la seguente documentazione: A) Domanda/dichiarazione resa dal Legale Rappresentante, conforme al Modello A Istanza di partecipazione e dichiarazione allegato in appendice al presente Disciplinare. La dichiarazione deve essere resa su carta libera - redatta in lingua italiana o corredata da traduzione giurata - sottoscritta dal legale rappresentante o da soggetto munito di specifica delega allo stesso conferita dal legale rappresentante, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000 n. 445 e corredata da una copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore, ai sensi dell'art. 38 del citato d.p.r. n. 445/2000. B) Dichiarazione resa dal Legale Rappresentante, conforme al Modello B, C, D, E, F, allegati in appendice al presente Disciplinare. La dichiarazione deve essere resa su carta libera - redatta in lingua italiana o corredata da traduzione giurata - sottoscritta dal legale rappresentante o da soggetto munito di specifica delega allo stesso conferita dal legale rappresentante, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000 n. 445 e corredata da una copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore, ai sensi dell'art. 38 del citato d.p.r. n. 445/2000. C) Dichiarazione del fideiussore con la quale si impegna a rilasciare la garanzia fidejussoria per l esecuzione del contratto qualora l offerente risultasse aggiudicatario (D.Lgs. 163/2006, art. 75 comma 8); D) Dichiarazione di istituto bancario o intermediario, autorizzato ai sensi della legge n. 385 dell 1/9/1993, attestante la capacità economica e di solvibilità della ditta concorrente, in relazione al valore della concessione. Tale dichiarazione deve fare esplicito riferimento all oggetto della gara, nonché al relativo importo complessivo della durata triennale; In caso di R.T.I. o Consorzio: E) Dichiarazione in cui dovranno essere specificate le parti del servizio che saranno eseguite dalle singole imprese. In caso di R.T.I. o Consorzio già costituito: F) Copia autentica del mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza, conferito alla mandataria per atto pubblico o per scrittura privata autenticata. Ovvero atto costitutivo RTI. Ovvero dell Atto costitutivo del Consorzio. In caso di R.T.I. o Consorzio non ancora costituito G) Dichiarazione resa da ogni offerente attestante: 1) a quale Impresa raggruppanda, in caso di aggiudicazione favorevole, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza, ovvero l Impresa che sarà designata quale referente responsabile del Consorzio; 2) l impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla disciplina prevista dall Art. 37 comma 8 del D.Lgs. n. 163/2006; 5

6 3) per i Consorzi di cui all art. 34 comma 1 lett. b) e c), per quali consorziati il Consorzio concorre. Dovrà essere presentato lo statuto e l elenco delle cooperative costituenti il consorzio. In luogo del Legale Rappresentante le dichiarazioni di cui ai punti precedenti possono essere rese da soggetto munito dei poteri di firma, comprovati da copia autentica dell atto di conferimento dei poteri medesimi. Oltre alla suddetta dichiarazione la BUSTA A deve contenere, a pena di esclusione, i seguenti documenti: a) Attestazione rilasciata dall ufficio della Stazione Concedente preposto, inerente il sopralluogo effettuato presso i locali ove il servizio deve essere prestato; b) DURC in corso di validità; c) Cauzione provvisoria, pari al 2% del valore della concessione, ridotta del 50% ai sensi dell art. 75 comma 7 del D.Lgs. 163/2006, per un importo pari a 3.300,00 (euro tremilatrecento/00). Per assicurare in modo pieno l'operatività della garanzia di fronte ai possibili inadempimenti, nel caso di RTI costituende o già costituite, la garanzia deve essere intestata a tutte le imprese associate e deve richiamare la natura collettiva della partecipazione alla gara, identificando singolarmente le imprese. In caso di Consorzio dovrà essere presentata dal Consorzio medesimo. Contestualmente deve dichiarare di garantire, con la cauzione provvisoria, non solo la mancata sottoscrizione del contratto, ma anche ogni altro obbligo derivante dalla partecipazione alla gara. Detta cauzione, che deve riportare l oggetto della gara e avere obbligatoriamente una validità di 180 (cento ottanta) giorni dalla data di presentazione dell offerta, deve espressamente prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro quindici giorni a semplice richiesta scritta da parte del Comune di Gudo Visconti. In caso di irregolarità formali, non compromettenti la par condicio tra le Ditte Concorrenti e nell interesse della Stazione Concedente, il concorrente verrà invitato, a mezzo di opportuna comunicazione scritta, a mezzo pec, a completare o a fornire i chiarimenti in ordine ai documenti presentati, ai sensi dell Articolo 46 del D.lgs n. 163/2006. d) Dichiarazione resa in ossequio all art. 3 e 6 della legge n. 136 del 13/08/2010 e ss.mm.ii. (tracciabilità dei flussi finanziari), come da MODELLO F allegato al presente disciplinare di gara. 5.2 BUSTA B Busta non trasparente adeguatamente sigillata, a pena di esclusione dalla gara, controfirmata sui lembi di chiusura riportante esternamente, oltre all'indicazione del nominativo della Ditta, anche la seguente dicitura: BUSTA B OFFERTA TECNICA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO MICRO NIDO PRIVATO CONVENZIONATO dovrà contenere obbligatoriamente, a pena di esclusione, la seguente documentazione: 1. Capitolato Speciale e Disciplinare di Gara e DUVRI, controfirmati per accettazione su ogni pagina dal legale rappresentante della Ditta. Nel caso di R.T.I. o Consorzio i documenti devono essere firmati dai rappresentanti legali di ciascuna ditta costituente il raggruppamento o dalle ditte consorziate che effettueranno il servizio; 2. Relazione Tecnica, comprovante i requisiti di qualità dell offerta, composta come di seguito specificato, la quale deve sviluppare almeno i seguenti punti: a) Progetto Educativo e di gestione dei servizi logistici, al quale deve essere allegato il curriculum e il titolo di studio dichiarato del coordinatore responsabile del servizio, deve essere articolato secondo il seguente schema: a. FINALITA E OBIETTIVI DEL SERVIZIO b. ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI E DEI TEMPI c. PROPOSTE EDUCATIVE d. MATERIALI E FORNITURE e. VALUTAZIONE DELLA QUALITA f. PERSONALE E PIANO DI GESTIONE DELLE RISORSE 6

7 g. ATTIVITA EDUCATIVA E TURNAZIONI h. PIANO DELLE PULIZIE E TURNAZIONI i. PIANO DELLA SICUREZZA j. PIANO DELLA GESTIONE DEI MOMENTI DI CRISI Il titolo di studio del coordinatore responsabile del servizi, dichiarato in fase di gara, è vincolante per la concessionaria anche in caso di sostituzione del personale, nell arco della durata della concessione. b) organizzazione del servizio e dell offerta, articolato secondo il seguente schema: a. GIORNATA AL MICRO NIDO b. MOMENTI DI ROUTINE c. ATTIVITA d. GIOCHI e. INTEGRAZIONE f. SOCIALIZZAZIONE 3. funzionamento del servizio, ovvero regolamento del funzionamento interno e carta del servizio per la comunicazione all esterno; 4. progetto e piano di formazione del personale, destinato ai diversi profili; 5. procedure e strumenti di funzionamento e monitoraggio. Per l aggiudicazione dovranno essere presentati i modelli tipo degli strumenti di funzionamento e monitoraggio, il cui utilizzo sarà poi vincolante per la Ditta. 6. comunicazione all utenza ed alle famiglie. Per l aggiudicazione si dovrà procedere a proporre tutti gli strumenti di comunicazione del servizio alle famiglie per ogni fase di vita del servizio nell anno e nella giornata. 7. migliorie del servizio. Dichiarazione contenente le migliorie che non dovranno comunque comportare un aggravio di costi e saranno comunque vincolanti per la Ditta che le ha formulate. Prescrizioni Tutta la documentazione costituente la relazione tecnico organizzativa dovrà essere datata e firmata dal Legale Rappresentante della Concorrente o da persona munita dei poteri di firma Nel caso di Raggruppamento Temporaneo d Imprese, la sottoscrizione della documentazione deve avvenire secondo quanto stabilito nel successivo paragrafo 7. Le Ditte Concorrenti potranno essere invitate a fornire chiarimenti/integrazioni in ordine ai documenti presentati nell ambito dell Offerta Tecnica. Qualora i chiarimenti o le integrazioni non siano forniti entro i termini fissati, sarà preclusa la successiva valutazione dell Offerta Economica. La relazione tecnico organizzativa deve risultare armonica e coerente a quanto richiesto dal capitolato speciale ed essere articolata in modo tale che ogni punto sia esauriente per se stesso, senza richiami non contenuti nella documentazione presentata (che non saranno presi in considerazione). La relazione deve avere un indice analitico, ogni pagina deve essere numerata e ogni paragrafo deve riportare la numerazione progressiva. La relazione tecnica non deve superare 60 pagine (esclusi i curricula, modelli tipo, gli eventuali allegati tecnici e i depliants illustrativi delle caratteristiche dell azienda) scritta in carattere corpo 12, su formato A 4 - no fronte retro. Nella Relazione Tecnica deve essere indicato l allegato in cui sono inserite le informazioni richieste. Ai fini della valutazione della relazione, laddove trattasi del personale, sarà preso in considerazione solamente il personale operativo che sarà effettivamente impiegato nelle attività e il monte ore esposto è vincolante per l Impresa nell esecuzione delle attività medesime. La carenza sostanziale della documentazione tecnica complessivamente presentata dalla Ditta, tale da non consentire la valutazione del servizio offerto, da parte della Commissione, comporta l esclusione dalla gara. 7

8 5.3 BUSTA C Busta non trasparente, adeguatamente sigillata, a pena di esclusione dalla gara, e controfirmata sui lembi di chiusura, riportante esternamente, oltre all'indicazione del nominativo della Ditta, la seguente dicitura BUSTA C OFFERTA ECONOMICA GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO MICRO NIDO PRIVATO CONVENZIONATO contenente a pena di esclusione: Offerta economica, formulata in lingua italiana come da fac-simile Modello G Offerta economica, allegato in appendice al presente Disciplinare, in carta resa legale (se dovuta), che dovrà contenere l indicazione della ragione sociale o del nominativo dell offerente, nonché del domicilio legale e dovrà essere sottoscritta, con firma leggibile e per esteso, dal Legale rappresentante della Ditta o da persona abilitata ad impegnare l offerente. Nel caso di: - Raggruppamento temporaneo d Imprese e di Consorzio ordinario di concorrenti non ancora costituiti, l offerta dovrà essere firmata da tutti i Legali Rappresentanti delle Ditte raggruppate e dovrà specificare le parti del servizio/fornitura che saranno eseguite dalle singole imprese - Consorzio stabile, l offerta dovrà essere firmata dallo stesso Consorzio con indicazione delle imprese che effettueranno il servizio /fornitura. L offerta economica deve esprimere il seguente prezzo: retta mensile per utente, relativa alla frequenza giornata intera/tempo lungo/full TIME (dalle ore 7,30 alle ore 17,30), IVA esclusa. La retta mensile di frequenza per i bambini residenti in Gudo Visconti deve tener conto di una riduzione incondizionata pari al 5% della retta base IVA Esclusa. Il prezzo offerto, a pena di esclusione, non deve superare 500,00 (euro cinquecento/00) IVA esclusa. L offerta economica dovrà inoltre obbligatoriamente indicare, a pena d esclusione, le componenti singole che hanno determinato la formulazione dell offerta stessa, così come precisato nel Modello allegato. Sulla base della retta mensile per utente, relativa alla frequenza al TEMPO LUNGO, sarà determinata la retta per frequenza parziale (part time), in base a quanto indicato nel Capitolato Speciale. L offerta dovrà essere formulata in EURO. La Stazione Concedente non accetterà offerte con un numero di decimali superiore a due. Tale offerta dovrà essere indicata sia in cifre che in lettere; in caso di discordanza fra il prezzo indicato in cifre e quello in lettere, sarà ritenuta valida l offerta più vantaggiosa per la Stazione Concedente. Il concorrente è tenuto a precisare nell offerta l aliquota IVA a cui è assoggettato il servizio. 6 - CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE L'aggiudicazione del servizio avverrà in base a quanto previsto all'art. 83 del D.Lgs. 163/2006, e cioè a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa sulla base dei seguenti elementi ai quali è riservato un punteggio massimo complessivo di 100 punti così suddivisi: ELEMENTI PUNTEGGIO MASSIMO A - Elementi economici 40 B - Elementi qualitativi 60 TOTALE 100 Per quanto riguarda gli elementi economici, il punteggio sarà così attribuito: 8

9 ELEMENTI ECONOMICI A - Retta mensile per utente, relativa alla frequenza al TEMPO LUNGO Micro Nido (dalle ore 7,30 alle ore 17,30) PUNTEGGI MASSIMI 40 Il punteggio per l elemento di cui al punto A verrà attribuito applicando la seguente formula: X = Pi x C PO Ove: X = Punteggio da attribuire al concorrente in esame Pi = Prezzo più basso offerto C = Punteggio attribuito all elemento considerato PO = Prezzo offerto dal concorrente in esame Per quanto riguarda gli elementi qualitativi i punteggi saranno attribuiti come segue: ELEMENTI QUALITATIVI PUNTEGGI MASSIMI B.1 Progetto educativo e di gestione dei servizi 15 B.2 Organizzazione del servizio e dell offerta 10 B.3 Funzionamento del servizio 10 B.4 Progetto e piano di formazione 5 B.5 Procedure e strumenti di funzionamento e monitoraggio 5 B.6 Comunicazione all utenza ed alle famiglie 10 B.7 Migliorie del servizio 5 Per quanto attiene il progetto educativo e di gestione dei servizi logistici (punto B.1 punteggio max 15 punti) la commissione di gara procederà alla assegnazione del punteggio prendendo in considerazione: a. completezza - massimo 5 punti b. concretezza/fattibilità - massimo 5 punti c. chiarezza espositiva - massimo 5 punti Per quanto attiene l organizzazione del servizio e dell offerta (punto B.2 punteggio max 10 punti ) la commissione procederà alla assegnazione del punteggio prendendo in considerazione: a. completezza - massimo 2 punti b. fattibilità - massimo 2 punti c. flessibilità - massimo 3 punti d. efficienza/efficacia - massimo 3 punti Per quanto attiene il funzionamento del servizio (punto B.3 punteggio max 10 punti) la commissione, con riferimento ai documenti di cui al punto 3 dell offerta tecnica, procederà alla assegnazione del punteggio prendendo in considerazione: a. completezza - massimo 3 punti b. semplicità/accessibilità/comprensione - massimo 4 punti c. flessibilità - massimo 3 punti Per quanto attiene progetto e piano di formazione del personale (punto B.4 punteggio max 5 punti) verrà attribuito il punteggio massimo tra i partecipanti a chi presenterà il piano con il più alto monte ore pro-capite di formazione, a dipendente, destinato nei diversi profili. Gli altri concorrenti 9

10 avranno un punteggio ridotto in misura proporzionale e percentuale rispetto a quello più alto. Il piano offerto sarà vincolante per la Ditta che lo formulerà e dovrà essere coerente e funzionale alla concessione posta in gara Procedure e strumenti di funzionamento e monitoraggio (punto B.5 punteggio max 5 punti) saranno da comprovare con la presentazione di modelli tipo di strumenti che, a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si individuano in: progetto educativo all utenza, cartella dell utente, diario di bordo, registri delle presenze, informazioni all utenza, liberatorie, modulo iscrizioni ecc. e ogni altro modello tipo per la documentazione che la Ditta vorrà predisporre in relazione al criterio. La commissione procederà alla assegnazione del punteggio prendendo in considerazione: a. utilità procedure individuate - massimo 2 punti b. semplicità di compilazione - massimo 1,5 punti c. semplicità di lettura - massimo 1,5 punti Comunicazione all utenza ed alle famiglie (punto B.6 punteggio max 10 punti) sarà da comprovare con la presentazione dei documenti verso l esterno di cui al punto 6 dell offerta tecnica e con modelli tipo di strumenti che, a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si individuano in: breve carta del servizio, informazioni all utenza per i diversi servizi, comunicazioni quotidiane, liberatorie.e ogni altro modello tipo per la documentazione che la Ditta vorrà predisporre in relazione al criterio. La commissione procederà alla assegnazione del punteggio prendendo in considerazione: a. utilità procedure individuate - massimo 4 punti b. semplicità di compilazione - massimo 2 punti c. semplicità di lettura - massimo 4 punti Per quanto attiene le migliorie del servizio (punto B.7 punteggio max 5 punti) la commissione di gara si riserva la facoltà di valutare quanto proposto in sede di gara. Le migliorie, che non dovranno comunque comportare un aggravio di costi, saranno vincolanti per la Ditta che le ha formulate e dovranno essere coerenti e funzionali ai servizi posti in gara e riferite in particolare a: a. ulteriore ampliamento dei tempi del servizio (oltre i servizi già richiesti dal Capitolato Speciale) b. ampliamento dell offerta (oltre i servizi già richiesti dal Capitolato Speciale) c. fruibilità della struttura per altre attività d. fornitura nuovi arredi e/o attrezzature L Amministrazione Comunale si riserva, comunque, la facoltà di non dare esecuzione alle migliorie proposte e/o di non assicurarne l attuazione per tutto il periodo di durata del presente appalto. La commissione procederà alla assegnazione del punteggio prendendo in considerazione: a. fattibilità - massimo 1,5 punti b. utilità - massimo 1,5 punti c. innovatività - massimo 2 punti Nota: - con riferimento agli elementi qualitativi si precisa che: o laddove l elemento di giudizio sia riconducibile a dati oggettivi l assegnazione del punteggio avverrà in maniera proporzionale. Il punteggio per ogni singolo elemento verrà attribuito fino alla seconda cifra decimale, per troncamento; o qualora la documentazione contenesse informazioni incoerenti o insufficienti per un adeguata valutazione dei singoli parametri o sub elementi o sub criteri dell offerta tecnica, la Commissione non assegnerà il relativo punteggio; o le offerte che conseguiranno un punteggio relativo alla qualità inferiore a 35/60 verranno escluse dalla gara in quanto non coerenti con gli standard funzionali e qualitativi minimi attesi dalla Stazione Appaltante; 10

11 o il progetto che non ottemperi a quanto previsto dal capitolato o non corrisponda ai requisiti minimi prescritti non potrà essere ammesso alle successive fasi di gara; - in merito alle migliorie offerte, che non dovranno comunque comportare un aggravio di costi per la Stazione Appaltante, si precisa che le stesse saranno vincolanti per la Ditta che le ha formulate e dovranno essere coerenti e funzionali al servizio posto in gara. Il Comune di Gudo Visconti si riserva, comunque la facoltà di non dare esecuzione alle migliorie proposte e/o di non assicurarne l attuazione per tutto il periodo di durata della presente concessione. Nel caso in cui la Stazione Appaltante non accogliesse, totalmente o parzialmente le migliorie, potrà richiedere altre migliorie, coerenti con l appalto. Pertanto, deve essere indicato il costo di ciascuna miglioria. Il servizio sarà aggiudicato a favore del concorrente che avrà ottenuto il punteggio complessivo maggiore dato dalla somma dei punteggi attribuiti ai singoli elementi dell offerta considerata. In caso di parità di punteggio verrà preferita l offerta che ha riportato il maggior punteggio negli elementi qualitativi. La Stazione Concedente si riserva il diritto di aggiudicare il servizio anche in presenza di una sola offerta valida. Nessun rimborso è dovuto per la partecipazione alla gara, anche nel caso in cui la Stazione Concedente non intendesse procedere ad alcuna aggiudicazione, né verranno restituiti gli elaborati presentati. 7 - PARTECIPAZIONE DI RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI DI IMPRESE (R.T.I.) E DI CONSORZI E ammessa la partecipazione di Imprese temporaneamente raggruppate o raggruppande, con l osservanza della disciplina di cui all art. 37 D.Lgs.. n. 163/2006 e s.m.i. nonché di Consorzi di Imprese, ovvero, per le Imprese stabilite in altri paesi membri dell UE, nelle forme previste nei paesi di stabilimento. Per favorire la concorrenza, non è ammessa la partecipazione in RTI di due o più Imprese che siano in grado di soddisfare singolarmente i requisiti economici e tecnici di partecipazione, pena l esclusione dalla gara del RTI così composto. Non è ammesso che un Impresa partecipi singolarmente e quale componente di un R.T.I. o di un Consorzio, ovvero che partecipi a R.T.I. o Consorzi diversi, pena l esclusione dalla gara dell Impresa medesima e dei R.T.I. o Consorzi ai quali l Impresa partecipa. Non è ammessa la partecipazione di Imprese, anche in R.T.I. o in Consorzio, che abbiano rapporti di controllo e/o di collegamento, ai sensi dell art Cod. Civ., con altre imprese che partecipano alla gara singolarmente o quali componenti di R.T.I. o Consorzi, a pena di esclusione dalla gara sia dell Impresa controllante che delle Imprese controllate, nonché dei R.T.I. o Consorzi ai quali le Imprese eventualmente partecipino. Le Concorrenti che intendano presentare un offerta per la presente gara in R.T.I. o con l impegno di costituire un R.T.I., ovvero in Consorzi, dovranno osservare le seguenti condizioni: 7.1. Il plico contenente le Buste A, B e C dovrà riportare all esterno l intestazione: - di tutte le Imprese raggruppande, in caso di R.T.I. non formalmente costituiti al momento della presentazione dell offerta, - dell Impresa mandataria, in caso di R.T.I. formalmente costituiti prima della presentazione dell offerta Con riferimento al paragrafo 5.1, Busta A, del presente Disciplinare di gara: - domanda di partecipazione alla gara e dichiarazione possesso requisiti generali e di idoneità professionale, redatta secondo apposito modello (allegato A) sottoscritta dal legale rappresentante della Cooperativa/Consorzio o da suo procuratore (con allegata copia della procura), corredata da copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore; - dichiarazione di cui all art. 38, comma 1, lettera B) del D.Lgs. 163/2006 (conforme all allegato B), resa dal titolare o dal direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; 11

12 dai soci o dal direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, dai soci accomandatari o dal direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, dagli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o dal direttore tecnico o dal socio unico persona fisica, ovvero dal socio di maggioranza in caso di Società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società; - dichiarazione di cui all art. 38, comma 1, lettera C) del D.Lgs. 163/2006 (conforme all allegato C) resa dal titolare o dal direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; dai soci o dal direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, dai soci accomandatari o dal direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, dagli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o dal direttore tecnico o dal socio unico persona fisica, ovvero dal socio di maggioranza in caso di Società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società; - dichiarazione di cui all art. 38, comma 1, lettera C) del D.Lgs. 163/2006 (conforme all allegato D) per i soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la data di pubblicazione della gara; - dichiarazione dei requisiti speciali di qualificazione conforme all allegato E, sottoscritta, a pena esclusione, dal legale rappresentante o da altro soggetto autorizzato, corredata da copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore. In caso di RTI la dichiarazione deve essere resa da ciascun rappresentante legale dei partecipanti al raggruppamento. I requisiti speciali dovranno essere posseduti/forniti nella percentuale almeno del 60% dall Impresa mandataria e del restante 40% dalle Imprese mandanti (comunque l R.T.I. nel suo complesso dovrà raggiungere i suddetti requisiti); - le dichiarazioni bancarie di cui alla lettera D dovranno essere fornite dall impresa mandataria, in caso di RTI costituito e dall impresa che assumerà il ruolo di mandataria in caso di RTI costituendo, in caso di Consorzio, dal Consorzio medesimo; - le dichiarazioni di cui alla lettera E, F, G, dovranno essere sottoscritte: - dal Legale Rappresentante di tutte le Imprese raggruppande, in caso di R.T.I. non formalmente costituiti al momento della presentazione dell offerta, - dal Legale Rappresentante dell Impresa mandataria, in caso di R.T.I. formalmente costituiti prima della presentazione dell offerta; - dal Legale Rappresentante del Consorzio, in caso di Consorzio; - la cauzione provvisoria dovrà essere presentata, in caso di R.T.I. costituito, dalla Impresa mandataria ed essere intestata alla medesima; in caso di R.T.I. costituendo, da una delle imprese raggruppande ed essere intestata a tutte le imprese del costituendo raggruppamento; in caso di Consorzio, dal Consorzio medesimo Con riferimento al contenuto della Busta B e della Busta C La documentazione tecnica e l offerta dovranno essere firmate: - dal Legale Rappresentante dell Impresa mandataria o del Consorzio, in caso di R.T.I. costituiti o di Consorzi; - dal Legale Rappresentante di tutte le Imprese raggruppande, in caso di R.T.I. non costituiti al momento della presentazione dell offerta. 8 - FASI DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO Il procedimento di gara avverrà secondo la normativa vigente ed in particolare esso avrà il seguente svolgimento: 1. il giorno alle ore 14,30=- presso gli uffici del Comune di Gudo Visconti alla presenza dei Legali Rappresentanti delle Ditte, la Commissione procederà alla verifica della documentazione amministrativa di cui alla BUSTA A. Le imprese concorrenti vi possono presenziare mediante un solo rappresentante; la presente quindi vale anche come convocazione a detta seduta per le imprese che intendono partecipare. L eventuale esclusione dalla gara verrà immediatamente comunicata per iscritto al concorrente inadempiente, ed esplicitamente comunicata nella prima seduta pubblica utile alle altre imprese partecipanti. 12

13 2. successivamente, in sedute non pubbliche, la Commissione giudicatrice esaminerà la documentazione tecnica presentata dalle Ditte offerenti assegnando i relativi punteggi secondo i criteri sopra indicati; 3. successivamente sarà comunicato alle Ditte (via pec), il giorno, l ora ed il luogo per l apertura, in seduta pubblica, delle buste contenenti le offerte economiche; 4. La commissione giudicatrice, il giorno stabilito, alla presenza dei legali rappresentanti delle Ditte, procederà a comunicare agli intervenuti il punteggio qualità attribuito dalla Commissione Giudicatrice; quindi verranno aperti i plichi contenenti le offerte economiche e saranno attribuiti, mediante l utilizzo della formula matematica sopra riportata, i punteggi riferiti al prezzo; 5. La Commissione, sulla base del punteggio totale conseguito, proporrà aggiudicataria la Ditta che avrà ottenuto il punteggio globale più alto lasciando impregiudicata la possibilità dell esame della congruità del prezzo stesso. Il verbale con il quale viene individuata la ditta aggiudicataria, equivale ad aggiudicazione provvisoria. L aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso, oltre che degli eventuali requisiti richiesti, dalla seguente documentazione: a) dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà, ai sensi del D.P.R.28/12/00, n.445, della certificazione relativa alla regolarità contributiva. In caso di Raggruppamento Temporaneo di Imprese o Consorzio, tale documentazione dovrà essere presentata da ogni impresa facente parte del Raggruppamento o Consorzio; b) polizze assicurative nei modi e con i valori indicati nel Capitolato Speciale; c) atto costitutivo dell RTI (solo per Raggruppamenti) con mandato conferito al Legale Rappresentante dell Impresa Capogruppo dalle imprese mandatarie, risultante da scrittura privata autenticata da un Notaio; d) documentazione prevista dalla normativa antimafia, richiesta dalla Stazione Concedente con la comunicazione di avvenuta aggiudicazione; e) solo per la ditta aggiudicataria - deposito cauzionale definitivo, ai sensi dell articolo 113 del Codice degli Appalti, un deposito cauzionale, pari al 10% dell'importo presunto della concessione, da effettuarsi mediante fidejussione bancaria o assicurativa, a norma della Legge 348 del 10/06/ Non verranno accettate fidejussioni bancarie o polizze assicurative che contengono la clausola della preventiva escussione del debitore, ai sensi dell'art.1944 del Codice Civile. Tali fidejussioni e polizze dovranno obbligatoriamente prevedere l'immediata eseguibilità dell'importo, da parte dell'azienda, dietro semplice richiesta scritta in applicazione delle clausole contrattuali per penalità o risoluzione del contratto stesso. La restituzione del deposito cauzionale avverrà a fornitura eseguita o cessato ogni motivo di contestazione. - Inoltre, entro 30 giorni dalla data formale di comunicazione dell avvenuta aggiudicazione, la Ditta aggiudicataria dovrà altresì inviare dichiarazione di Nomina del responsabile esterno di trattamento di dati personali. Qualora dall accertamento risulti l esistenza di alcune cause ostative previste dalla legge, ovvero le dichiarazioni non vengono confermate, la Stazione Concedente procederà alla rideterminazione della graduatoria di aggiudicazione. In tal caso la Stazione Concedente si riserva la facoltà di incamerare l eventuale cauzione e richiedere i maggiori danni come previsto per i casi di inadempienza. 9 - CONTRATTO Al termine della procedura concorsuale e adottati gli atti di aggiudicazione, verrà stipulato apposito contratto con la Ditta. Alla data che sarà comunicata dalla Stazione Concedente l Impresa dovrà presentarsi all ora e nel luogo indicato per sottoscrivere il contratto. 13

14 Gudo Visconti, lì 24/07/2013

15 Allegati: - DUVRI - Allegato A Istanza di partecipazione e dichiarazione - Allegato B Dichiarazione art. 38 co. 1 lett. B D.Lgs. 163/2006 e smi - Allegato C Dichiarazione art. 38 co. 1 lett. C D.Lgs. 163/2006 e smi (per soggetti in carica) - Allegato D Dichiarazione art. 38 co. 1 lett. B D.Lgs. 163/2006 e smi (per soggetti cessati dalla carica l anno antecedente la data della gara - Allegato E Dichiarazione requisiti speciali - Allegato F Tracciabilità dei Flussi - Allegato G Offerta economica PER ACCETTAZIONE LA DITTA: (timbro della Ditta e firma del Legale Rappresentante della Ditta) Ai sensi degli artt.1341 e 1342 del vigente Codice Civile la Ditta dichiara di accettare il contenuto del presente Disciplinare di Gara. (timbro della Ditta e firma del Legale Rappresentante) 15

16 Comune di Gudo Visconti (Provincia di Milano) -- Servizio Amministrativo e Finanziario -- CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MICRO NIDO PRIVATO CONVENZIONATO PERIODO: 3 (TRE) ANNI SCOLASTICI CONSECUTIVI DALL A.S. 2013/2014 ALL A.S. 2015/2016 E PRECISAMENTE DAL 01/09/ /07/2016 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Individuazione dei rischi specifici del luogo di lavoro e misure adottate per eliminare le interferenze) Redatto preventivamente alla fase di Gara d Appalto Da allegare al contratto di appalto (Art. 26 D.Lgs. 81/2008 ex art 7 D.Lgs n. 626 modificato dalla Legge n. 123 e D.Lgs. n. 106/09. CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MICRO NIDO PRIVATO CONVENZIONATO Allegato al disciplinare di gara 16

17 NUMERI TELEFONICI UTILI DA CONTATTARE IN CASO DI EMERGENZA Il Micro Nido è dotato di linea telefonica fissa che deve essere intestata all Impresa Aggiudicataria, previa voltura del servizio telefonico entro 3 mesi dall aggiudicazione. Intestatario Numeri Emergenza Sanitaria 118 Carabinieri 112 Polizia Stradale 113 Emergenza Infanzia 114 Vigili del Fuoco 115 Comune di Gudo Visconti ENEL Distribuzione - Servizio guasti Enel Rete Gas 800/ AMIACQUE ) Quadro Legislativo Decreto legislativo n. 81 del 09 aprile 2008 (ex Legge 3 Agosto 2007 n. 123): Art. 26 Obblighi connessi ai contratti d'appalto o d'opera o di somministrazione modificato dall art. 16 del D.Lgs. n. 106/ Il datore di lavoro committente promuove la cooperazione ed il coordinamento di cui al comma 2, elaborando un unico documento di valutazione dei rischi che indichi le misure adottate per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze. Tale documento è allegato al contratto di appalto o di opera e va adeguato in funzione dell evoluzione dei lavori, servizi e forniture. Nel campo di applicazione del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163, e successive modificazioni, tale documento è redatto, ai fini dell affidamento del contratto, dal soggetto titolare del potere decisionale e di spesa relativo alla gestione dello specifico appalto. Tali disposizioni non si applicano ai rischi specifici propri dell'attività delle imprese appaltatrici o dei singoli lavoratori autonomi. 2) Definizioni Committente: Trattasi dell Ente che commissiona il lavoro o l appalto. Nel caso specifico trattasi del Comune di Gudo Visconti Appaltatrice / Appaltatore / Fornitore / Impresa Aggiudicataria / Impresa concessionaria: E la ditta che riceve l incarico o l appalto per l esecuzione di una attività, la fornitura di una merce o di un servizio. Interferenza: Circostanza dove si verifica un contatto rischioso tra il personale della Committente e quello dell Appaltatrice o tra il personale di imprese diverse che operano contemporaneamente nella stessa area con contratti indipendenti. Fra le situazioni rischiose vengono indicati i rischi. Costi della sicurezza: Sono i costi derivanti da oneri oppure dall'impiego di risorse per garantire le condizioni di sicurezza nell'esecuzione dei lavori. Tali costi devono essere valutati ed indicati nel contratto. 17

18 In generale rientrano nei costi della sicurezza tutte quelle spese che si prevede di sostenere in più rispetto a quanto ha già a disposizione per garantire la sicurezza dei lavoratori dai rischi interferenziali Coordinatore Tecnico della Ditta Appaltatrice: Persona in organico all Appaltatrice incaricata di sovrintendere e coordinare l attività svolta dalle proprie maestranze e di collaborare con la Committente al fine di garantire un efficace coordinamento tra le diverse attività presenti. Egli sarà inoltre garante per l Appaltatrice della puntuale applicazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi stabilite nella logica del coordinamento. 3) Aggiornamento del DUVRI Il DUVRI è un documento dinamico per cui la valutazione dei rischi da interferenza deve essere necessariamente aggiornata al mutare delle situazioni originarie, lavoratori autonomi, ulteriori forniture, nonché in caso di modifiche di tipo tecnico, logistico o organizzativo che si sono rese necessarie nel corso dell esecuzione delle attività previste. 4) Finalità Il presente documento (DUVRI) riguarda esclusivamente i rischi residui dovuti alle interferenze ovvero le circostanze in cui si verifica un contatto rischioso tra il personale dell Impresa Aggiudicataria e altro personale (Insegnanti, educatrici, personale ATA, addetti alla ristorazione, ecc.). Pertanto, le prescrizioni previste nel presente Documento non si estendono ai rischi specifici cui è soggetta l Impresa Aggiudicataria. Nelle seguenti schede sono indicati i soggetti che cooperano all attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro nell attività lavorativa oggetto dell appalto ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. n 81/2008 e s.m.i.. Il presente Documento di Valutazione è stato redatto preventivamente alla fase d appalto in ottemperanza al dettato dell art. 26 del D.Lgs.n 81/2008 e s.m.i.: per promuovere la cooperazione ed il coordinamento previsto al comma 2 del medesimo articolo e cioè: per cooperare all attuazione delle misure di protezione e prevenzione dai rischi sul lavoro incidenti sull attività lavorativa oggetto dell appalto; per coordinare gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui sono esposti i lavoratori; per informarsi reciprocamente in merito a tali misure; al fine di eliminare i rischi dovuti alle interferenze nelle lavorazioni oggetto: dell appalto da stipularsi tra le parti, in forma scritta, mediante : contratto 5) Descrizione delle attività oggetto dell appalto I servizi affidati in appalto consistono nelle seguenti attività: gestione completa del servizio di Micro Nido, come indicato nel Capitolato Speciale. Il servizio ha per oggetto anche la somministrazione dei pasti, l esecuzione della pulizia giornaliera, integrata dai periodici interventi di pulizia di fondo, da effettuarsi presso il luogo in argomento. Il servizio di pulizia, da eseguire con materiali, macchinari, attrezzi e personale della ditta appaltatrice, comprende anche il conferimento in strada per la raccolta differenziata, con le modalità previste dalle disposizioni comunali vigenti. Per ulteriori specifiche inerenti le attività di somministrazione pasti e del servizio di pulizia si demanda al Capitolato Speciale. 18

19 6) Elenco dei luoghi interessati dalle attività Le attività oggetto della presente gara (vedasi Capitolato Speciale) sono previste presso il seguente edificio: Micro nido, sito in Piazza Roma n. 6 Gudo Visconti 7) Attrezzature e mezzi in dotazione Le attrezzature impiegate per l espletamento del servizio saranno di modesto impatto e saranno messe a disposizione dall Impresa Aggiudicataria. 8) Schede soggetti Nelle seguenti schede sono indicati i soggetti che cooperano all attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro nell attività lavorativa oggetto dell appalto ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. n 81/2008 e precisamente: - Impresa Aggiudicataria servizio di ristorazione scolastica (Gemeaz Elior S.p.A.); - Micro nido, sito in Piazza Roma n. 6 Gudo Visconti Impresa Aggiudicataria del servizio di ristorazione scolastica DATI RAGIONE SOCIALE GEMEAZ ELIOR S.p.A. Durata Appalto dall a.s. 2011/2012 all a.s. 2013/2014, l appalto scade il 31/07/2014 INDIRIZZO Milano Via Venezia Giulia, 5/A Datore di Lavoro (con riferimento al D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.) Nominativo Dirigente Delegato Giorgio Castellani Indirizzo Sede - Recapito telefonico Via Venezia Giulia, 5/A Milano Tel Responsabile del S.P.P. Dott. Luciano Lamacchia Servizi svolti: Preparazione pasti e merende c/o centro cottura sito in Via Vittorio Emanuele n. 5 Gudo Visconti, all interno della Scuola dell Infanzia Medico Competente (con riferimento al D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.) Dott. Emilio Raineri Scheda Scuola: Micro Nido Piazza Roma n Gudo Visconti Proprietà Responsabile del S.P.P. Comune di Gudo Visconti P.zza Roma n Gudo Visconti (MI) tel fax Geom. Andrea Fracassi P.zza Roma n Gudo Visconti (MI) tel fax ) Descrizione delle misure di sicurezza Con il presente documento unico preventivo vengono fornite al concorrente dettagliate informazioni sui rischi di carattere generale esistenti sui luoghi di lavoro oggetto dell appalto (e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla propria attività), sui rischi derivanti da possibili interferenze nell ambiente/i in cui è destinata ad operare la ditta appaltatrice 19

20 nell espletamento del contratto in oggetto e sulle misure di sicurezza proposte in relazione alle interferenze. Comune di Gudo Visconti Rischi specifici Rischio elettrico Rischio rumore Rischio chimico Esposizione a sostanze nocive o tossiche Rischio di esplosione Rischio incendio Colpi e tagli con oggetti di varia natura. Zone per le quali devono essere adottati sistemi e misure di protezione particolari Zone ad accesso controllato per le quali è necessaria un autorizzazione scritta del committente Misure di prevenzione e protezione Al fine di evitare sovraccarico elettrico l alimentazione di tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche utilizzate nelle attività devono essere alimentate con tensione non superiore a 220/380V. Nel caso in cui i lavoratori debbano utilizzare utensili elettrici portatili è fatto divieto di usare allacciamenti di fortuna. L utilizzo di apparecchiature elettriche all interno dell azienda è consentito limitatamente ai punti di presa. Rispettare i carichi disponibili al punto di presa. Nell ambito dei locali comunali/scolastici non sono presenti ambienti di lavoro con un livello di rumore superiore al valore di 80 dba. Nell ambito dei locali comunali/scolastici non sono presenti prodotti chimici nocivi e pericolosi. Non esistono ambienti con presenza di sostanze nocive o tossiche provenienti dalle lavorazioni. Non presente Prendere visione delle planimetrie inerenti il piano di emergenza del singolo edificio riportanti la posizione dei dispositivi antincendio, destinazione e codifica di ciascun locale. E fatto divieto assoluto a tutto il personale estraneo di entrare nel locale della centrale termica e nei locali ove sono ubicati impianti tecnologici a meno che non sia stato preventivamente autorizzato o debba svolgere lavori di manutenzione specifica sui manufatti ivi presenti. Non intervenire sugli organi in movimento delle macchine e, per nessuna ragione, rimuovere i ripari, se non specificatamente incaricati alla manutenzione delle macchine. Intervenire nelle operazioni di pulizia a macchina scollegata. Il personale esterno non deve utilizzare gli utensili e le attrezzature Comunali/scolastiche se non preventivamente autorizzato. Nel caso in cui il personale esterno debba operare sui macchinari è necessario che ne verifichi preventivamente l integrità. L uso delle apparecchiature è in ogni caso subordinato all obbligo di uso dei DPI che verranno indicati caso per caso. In tutti i locali tecnici (locali quadri elettrici, centrali termiche) ove peraltro è vietato l ingresso al personale non specificatamente autorizzato. In tutti i locali tecnici (locali quadri elettrici, centrali termiche) ove peraltro è vietato l ingresso al personale non specificatamente autorizzato. 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Disciplinare di gara PREMESSO:

Disciplinare di gara PREMESSO: DISCIPLINARE DI GARA TELEMATICA PER L AFFIDAMENTO IN VIA NON ESCLUSIVA DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ANALISI, LA COPERTURA E LA GESTIONE DEI RISCHI RIGUARDANTI POLIZZE DI INTERESSE DELLA

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA Mod. PRES 1. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Per la pubblica gara avente ad oggetto Procedura aperta per l affidamento del servizio di assistenza ad personam Periodo

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

STA ST Z A IO Z N IO E U

STA ST Z A IO Z N IO E U MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE CAMPANIA MOLISE UFFICIO DIRIGENZIALE V UFFICIO TECNICO III UNITA OPERATIVA DI CASERTA Via Cesare Battisti

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE

ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE Allegato 1 - Domanda di ammissione ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE DICHIARAZIONE (da rendere da parte dei soggetti a ciò tenuti e accompagnata dalla copia di un documento di identità personale

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli