COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA IV REPARTO UFFICIO APPROVVIGIONAMENTI Viale XXI Aprile, n. 51 Roma sito internet:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA IV REPARTO UFFICIO APPROVVIGIONAMENTI Viale XXI Aprile, n. 51 Roma sito internet: www.gdf."

Transcript

1 COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA IV REPARTO UFFICIO APPROVVIGIONAMENTI Viale XXI Aprile, n. 51 Roma sito internet: DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO: Procedura aperta per l affidamento dell appalto della fornitura di n giacche a vento mod e di n giacche a vento mod.2010 complete di copripantalone. IMPORTO COMPLESSIVO DELL APPALTO: ,00 (IVA esclusa) PREMESSO CHE: a) a seguito della determinazione a contrattare n /09 del , è stata indetta la procedura aperta in ambito U.E., suddivisa in 2 lotti, ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, della L.C.G.S. e del R.C.G.S. per l affidamento dell appalto di fornitura di n giacche a vento mod e di n giacche a vento mod complete di copripantalone; b) la documentazione ufficiale di gara (bando di gara, disciplinare di gara, schema di contratto, capitolati generali d oneri e specifiche tecniche n. 806/10 e n. 822/10) è disponibile in formato elettronico, sia pdf che firmata digitalmente, scaricabile dal sito c) il punto di contatto per la presente procedura di gara è il Comando Generale della Guardia di Finanza - IV Reparto Ufficio Approvvigionamenti - II Sezione - Telefono: Ten. Col. t. ST Andrea Pieroni; Posta elettronica: - Fax ; d) nella presente procedura, il Comando Generale della Guardia di Finanza, IV Reparto, Ufficio Approvvigionamenti è Amministrazione aggiudicatrice; e) responsabile del procedimento in questione è il Capo Ufficio Approvvigionamenti del IV Reparto del Comando Generale Col. Gian Raffaele Guariniello; 1

2 f) riguardo le fasi e i termini del procedimento, si richiama integralmente quanto previsto all art. 11 del D.Lgs. n. 163/2006; g) secondo quanto specificamente indicato di seguito, l aggiudicazione avverrà separatamente per ciascun lotto, in base al prezzo più basso. Tutto ciò premesso si definiscono le modalità e i termini che disciplinano la presente procedura. 1. OGGETTO DELL APPALTO E MODALITA DEL SERVIZIO Oggetto della gara è l affidamento dell appalto di fornitura di n giacche a vento mod e di n giacche a vento mod complete di copripantalone, secondo quanto previsto nelle rispettive Specifiche Tecniche. Il subappalto è ammesso nei limiti di cui all art. 118 del D.Lgs. 12 aprile 2006, n Ripartizione dei lotti LOTTO N. 1: fornitura di n giacche a vento mod Prezzo unitario a base d asta (IVA esclusa) 173,00. LOTTO N. 2: fornitura di n giacche a vento mod. 2010, complete di copripantalone Prezzo unitario a base d asta (IVA esclusa) 202, CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE Per le Ditte straniere, i documenti rilasciati dalle Autorità straniere dovranno essere presentati con annessa traduzione in lingua italiana giurata certificata conforme al testo straniero dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana all estero, ovvero da un traduttore ufficiale. Le firme sugli atti e documenti formati all estero da autorità estere e quelle dei traduttori ufficiali dovranno essere legalizzate dalle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane all estero. Sono fatte salve le esenzioni dall obbligo della legalizzazione stabilite da leggi o da accordi internazionali. Deposito cauzionale provvisorio La cauzione provvisoria dovrà essere costituita in conformità alle disposizioni di cui all art. 75 del d.lgs. 163/2006. Ai sensi di quanto previsto dai commi 1 e 7 dell art. 75 del D.Lgs. n. 163/2006 ed atteso che requisito fondamentale per la partecipazione alla gara di che trattasi è il possesso da parte delle Ditte della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9001, dell anno 2000 per la fornitura di cui all oggetto dell appalto, l offerta dovrà essere corredata da una garanzia pari all 1% del valore globale del singolo lotto, al netto dell Iva, a cui si intenda partecipare. 2

3 In caso di partecipazione in R.T.I. e/o Consorzio ordinario, tutte le Imprese che lo costituiscono devono essere in possesso della predetta certificazione, attestata da ciascuna Impresa. Tale garanzia potrà essere sotto forma di cauzione o di fideiussione, a scelta dell offerente, secondo quanto previsto ai commi 2 e 3 del citato 75 del D.Lgs. n. 163/2006, con periodo di validità di 180 giorni che decorrono dal termine ultimo di presentazione dell offerta. La garanzia dovrà prevedere, in forma esplicita, ai sensi di quanto previsto dal comma 4 del medesimo art. 75 del D.Lgs. n. 163/2006, la clausola della rinunzia alla preventiva escussione del debitore principale nonché la clausola che la garanzia seguiterà ad essere in vigore oltre la scadenza prevista fino al rilascio del nulla osta di svincolo. Inoltre, sempre ai sensi dell art. 75, comma 8 del D.Lgs. n. 163/2006, il concorrente dovrà, a pena di esclusione, produrre l impegno di un fideiussore (istituto bancario o assicurativo o intermediario finanziario iscritti nell elenco speciale di cui all art. 107 del D.Lgs. n. 385/1993) a rilasciare la cauzione definitiva, qualora il concorrente stesso rimanga aggiudicatario. Si avverte che per la fideiussione bancaria e/o la polizza assicurativa, da costituire quale deposito cauzionale provvisorio, a garanzia dell offerta, è necessaria l autentica, a cura del Notaio, della firma del/dei funzionario/i che legalmente possono impegnare l Istituto bancario o assicurativo; i suddetti Pubblici Ufficiali, nel contesto del medesimo atto (fideiussione bancaria o polizza assicurativa), dovranno esplicitamente attestare che i summenzionati funzionari sono in possesso degli occorrenti poteri per impegnare legalmente la Banca o l Assicurazione. La cauzione copre e viene escussa per la mancata stipula del contratto per cause dipendenti dal concorrente e viene altresì escussa, ai sensi dell art. 48 del D.Lgs. n. 163/2006, nel caso in cui il concorrente non fornisca la prova in ordine al possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e di capacità tecnica richiesti nell avviso di gara, nel caso di dichiarazioni mendaci ivi incluse quelle contenute nella domanda di abilitazione o nell offerta. 3. PARTECIPAZIONE DI IMPRESE, RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI DI IMPRESE E CONSORZI, DIVIETO DI PARTECIPAZIONE DI IMPRESE CONTROLLATE E COLLEGATE a) E ammessa la partecipazione di Imprese, Raggruppamenti Temporanei di Impresa e Consorzi nelle forme e modalità previste dagli artt. 34, 35, 36 e 37 del D.Lgs. n. 163/2006. b) Ai sensi dell art. 37, comma 7 del D.Lgs. n. 163/2006, è fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un Raggruppamento Temporaneo o Consorzio di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in Raggruppamento o Consorzio ordinario di concorrenti. I Consorzi di cui all articolo 34, comma 1, lettere b) e c) del predetto D.Lgs., sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per 3

4 quali Consorziati il Consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il Consorzio che il Consorziato. Non è ammesso che un Impresa partecipi a R.T.I. o Consorzio con diversa composizione per i diversi lotti, pena l esclusione dell Impresa medesima, del R.T.I. e del Consorzio al quale l Impresa partecipa. In caso di partecipazione a più lotti, pertanto, la composizione del Raggruppamento Temporaneo di Imprese e del Consorzio deve rimanere la medesima per tutti i lotti. Non è ammessa la partecipazione in R.T.I., ovvero in Consorzio, di due o più Imprese che siano in grado di soddisfare singolarmente i requisiti economico-finanziari e tecnici di partecipazione, pena l esclusione dalla gara del R.T.I. o del Consorzio. E invece ammessa senza limitazione la partecipazione di Consorzi stabili. c) Tutte le Imprese che intendano partecipare alla presente gara in Raggruppamento Temporaneo di Imprese devono manifestare la loro intenzione a partecipare quale raggruppamento in sede di offerta. Le Imprese che intendano partecipare alla presente gara in R.T.I. o con l impegno di costituire un R.T.I., ovvero i Consorzi, dovranno osservare le seguenti condizioni: 1) i requisiti di ordine generale, richiesti dal bando di gara, dovranno essere posseduti da ciascuna delle Imprese raggruppande, raggruppate o consorziate, oltre che dal Consorzio stesso in caso di Consorzi di cui alle lettere b) e c) dell art. 34 del D.Lgs. n.163/2006; 2) i requisiti relativi alla capacità economico-finanziaria richiesti dal bando di gara dovranno essere posseduti dalle sole imprese confezioniste per l intero ammontare. In caso di Consorzio stabile, il requisito deve essere posseduto dal Consorzio medesimo, purché confezionista; ove tale requisito non venga raggiunto, il Consorzio può partecipare in RTI con le proprie consorziate. La cauzione provvisoria, dovrà essere presentata, in caso di R.T.I., dall Impresa mandataria (o designata tale) ovvero, in caso di Consorzio, dal Consorzio medesimo. In caso di R.T.I. non ancora costituito, la cauzione dovrà essere intestata a tutte le Imprese costituenti il Raggruppamento. In caso di aggiudicazione della gara ad un R.T.I., il pagamento del corrispettivo del servizio verrà effettuato a favore dell Impresa mandataria. 4. RETTIFICHE E CHIARIMENTI Ulteriori informazioni e/o chiarimenti sugli atti di gara possono essere richiesti tramite indirizzo di cui al punto di contatto indicato alla sezione I del bando di gara, entro e non oltre il termine dell Rettifiche e chiarimenti verranno pubblicati sul sito 5. REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Possono partecipare le ditte che, non trovandosi in alcuna delle cause di esclusione previste dall art. 38 del D. Lgs. n. 163/2006 (ad eccezione delle ipotesi di cui al comma 1-bis del medesimo articolo), realizzano in proprio l intero ciclo produttivo ovvero: tessitura, laminazione e confezione. 4

5 Le ditte che non dispongono dell intero ciclo produttivo possono partecipare alla gara raggruppandosi, ovvero ricorrendo all istituto dell avvalimento (art. 49 del D.Lgs. n. 163/2006). Nel caso di Raggruppamenti Temporanei di Imprese, le aziende devono indicare nell offerta, a pena di nullità, le parti di fornitura che saranno eseguite dalle singole imprese. Nel caso di RTI non ancora costituito l offerta dovrà essere firmata dai legali rappresentanti di ciascuna impresa raggruppata. Nel caso di avvalimento dovrà essere prodotta la documentazione di cui all art. 49 del D.Lgs. n.163/2006. Per i sottoelencati lotti, saranno ammesse a partecipare alla gara soltanto ditte confezioniste (in proprio) o ditte confezioniste facenti parte di Raggruppamenti Temporanei di Imprese, che hanno conseguito, in almeno uno degli ultimi tre esercizi chiusi, un fatturato non inferiore a: - lotto n.1 (giacche a vento mod. 2010) ,00; - lotto n. 2 (giacche a vento mod complete di copripantalone) ,00. Per i Raggruppamenti Temporanei di Imprese, il fatturato di cui sopra è riferito alla somma dei singoli fatturati delle sole ditte confezioniste. Nell ambito di uno stesso lotto l impresa in raggruppamento non potrà partecipare singolarmente e in qualità di associata ad altro raggruppamento, pena l esclusione dalla gara. Non possono concorrere in gara, singolarmente o in R.T.I., ditte che abbiano rapporti tra loro di controllo e/o di collegamento ex art del codice civile, pena l esclusione; parimenti, non possono concorrere, singolarmente od in R.T.I., ditte che abbiano i citati rapporti di collegamento e/o controllo con imprese che, seppur non partecipanti, siano collegate o controllino ditte concorrenti. L offerta, a pena di nullità, dovrà essere sottoscritta da tutte le raggruppate. Qualora formalmente costituito in data anteriore alla presentazione della domanda, sarà ammessa la sottoscrizione della ditta capogruppo, purché tale fattispecie si evinca dal mandato speciale di rappresentanza conferito alla capogruppo in sede di atto pubblico o scrittura privata autenticata da notaio ed allegata all offerta stessa. Le ditte concorrenti, da sole o in raggruppamento, la cui attività è esecutiva da meno di tre anni, dovranno dimostrare il requisito di capacità economico-finanziaria relativo al periodo corrispondente. I concorrenti dovranno inoltre disporre in località italiana di idoneo deposito/magazzino, in regola con la normativa vigente, ove avverrà il collaudo dei materiali in fornitura. I concorrenti dovranno essere in possesso del certificato di qualità ai sensi della normativa UNI EN ISO 9001 dell anno 2000 rilasciato da organismi accreditati per il settore specifico, riguardante la tessitura, la laminazione e la confezione. La certificazione dovrà essere posseduta dalle singole imprese anche se inquadrate nella fattispecie del raggruppamento temporaneo o del consorzio; in tal caso, fermo 5

6 rimanendo che ciascuna impresa dovrà essere in possesso del certificato di qualità per almeno una delle 3 tipologie di lavorazione sopra citate, il concorrente raggruppato o il consorzio dovrà risultare in possesso dei certificati di qualità per tutte e 3 le tipologie di lavorazione (tessitura, laminazione e confezione). Le imprese italiane confezioniste dovranno, altresì, essere in possesso della licenza del Ministero dell Interno, di cui al successivo punto 6. c, mentre quelle straniere dovranno aver eseguito forniture di uniformi militari in almeno uno degli ultimi 3 anni. 6. PRESENTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE E DELL OFFERTA Per concorrere, le imprese devono presentare - a pena di esclusione dalla gara: a) dichiarazione sostitutiva di atto notorio del rappresentante legale del concorrente ex D.P.R. n. 445/2000, circa il possesso dei requisiti previsti dall art. 38, comma 1, del D.Lgs. n.163/2006 nonché la dichiarazione di cui al comma 2 del medesimo art. 38; b) copia dichiarata autentica della certificazione di qualità, ai sensi della normativa UNI EN ISO 9001 del 2000, rilasciata da organismo accreditato per il settore specifico o autocertificazione circa il possesso dello stesso. Nel caso di avvalimento, tale certificazione (autocertificabile) dovrà essere posseduta anche dalla ditta ausiliaria; c) copia dichiarata autentica o dichiarazione sostitutiva - rilasciata ai sensi del DPR n. 445/ della Licenza del Ministero dell Interno per forniture destinate alle FF.AA., ai sensi dell art. 28 del T.U. Leggi di Pubblica Sicurezza, R.D. n. 733/1931, come previsto dal D.M. 14/2/1991, n. 242 (art. 3 comma 1 lett.d.). In caso di raggruppamenti temporanei di imprese o di avvalimento, la suddetta licenza dovrà essere posseduta dalla ditta confezionista. Le imprese non italiane devono fornire adeguata documentazione comprovante la fornitura nei rispettivi Paesi di uniformi militari in almeno uno degli ultimi tre anni; d) dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente contenente: - l elenco dei macchinari e delle attrezzature in dotazione al concorrente relativi alla produzione in fornitura (tipologia e marca); - il numero dei dipendenti del concorrente, distinto per qualifica. Capacità economica e finanziaria a) idonee dichiarazioni bancarie rilasciate da almeno 2 istituti; b) copia dichiarata autentica dei bilanci o estratti dei bilanci del concorrente confezionista relativi agli ultimi 3 esercizi chiusi ovvero, per le imprese non soggette a tale obbligo, le copie dichiarate autentiche del modello unico (Dichiarazione dei redditi) relative all analogo periodo. 6

7 In alternativa ai predetti documenti, è possibile presentare dichiarazione sostitutiva di atto notorio, con allegata copia del documento di identità del sottoscrittore, rilasciata dal rappresentante legale del concorrente, in ordine al fatturato conseguito dalla ditta confezionista (in proprio o facente parte di Raggruppamento temporaneo di imprese) negli ultimi 3 esercizi chiusi; c) elenco sottoscritto dal legale rappresentante del concorrente delle principali forniture di uniformi effettuate negli ultimi tre anni con indicazioni di importi, date e destinatari; le forniture nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni saranno comprovate con certificati rilasciati e vistati dalle stesse; d) dichiarazione sostitutiva di atto notorio rilasciata dal legale rappresentante del concorrente, in merito alla ubicazione e disponibilità - in località italiana - di idoneo deposito/magazzino, in regola con la normativa vigente, ove avverrà il collaudo dei materiali in fornitura, qualora risulti aggiudicataria; e) indicazione del numero di telefax e di indirizzo , se disponibile, del concorrente da utilizzare dalla stazione appaltante per richiedere la comprova dei requisiti di cui all art. 48 del D.Lgs. n. 163/2006; f) garanzia provvisoria, fornita in conformità dell art. 75 del D.Lgs. n. 163/2006. g) ricevuta (in originale o copia dichiarata autentica) del versamento di cui all art.1, comma 67 della legge , n. 266, pari ad 70,00 per ciascun lotto alla cui gara si intenda partecipare. I documenti richiesti, unitamente all offerta in carta legale (qualora prodotta in Italia), a valore corrente, devono pervenire esclusivamente mediante raccomandata, assicurata o postacelere del servizio postale nazionale, ovvero mediante corriere, entro il termine del 25 marzo 2010, ore 10,00, in busta chiusa riportante all esterno i dati della ditta concorrente e gli estremi della gara, al Comando Generale della Guardia di Finanza IV Reparto - Ufficio Approvvigionamenti - Viale XXI Aprile n Roma. Il plico chiuso, sigillato con ceralacca o con striscia di carta incollata sui lembi di chiusura, o sigillatura equivalente, dovrà recare a scavalco il timbro del richiedente e firma sui lembi di chiusura nonché all esterno, oltre alle indicazioni del mittente, cioè la denominazione o ragione sociale, la seguente dicitura: CONTIENE DOCUMENTAZIONE ED OFFERTA GARA FORNITURA GIACCHE A VENTO. Nel plico devono essere contenute due buste sigillate, recanti i lembi suggellati con ceralacca o sigillatura equivalente, contenti rispettivamente l offerta e la documentazione amministrativa. Tali buste dovranno recare all esterno, rispettivamente, le seguenti diciture: 7

8 CONTIENE DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA ; CONTIENE OFFERTA. La documentazione e/o l offerta, se sottoscritte da soggetto diverso dal legale rappresentante (procuratore), devono essere corredate da procura notarile, in originale. I documenti, se redatti in una lingua diversa dall'italiano, devono essere accompagnati da traduzione giurata conforme al testo originale. L inosservanza anche di una sola di dette prescrizioni o la mancata produzione di uno solo dei documenti richiesti nel termine indicato comporterà l automatica esclusione dalla gara. Ai sensi del D.Lgs , n. 196, i dati che perverranno in relazione al presente bando verranno utilizzati esclusivamente per la gestione delle procedure di gara e contrattuali. 7. MODALITÀ DI AGGIUDICAZIONE DELLA GARA La gara verrà aggiudicata separatamente per ciascun lotto, mediante il criterio del prezzo più basso, in conformità delle disposizioni di cui all art. 82 del D.Lgs. n. 163/2006. La gara sarà aperta il giorno 25 marzo 2010, alle ore 11,00 in seduta pubblica presso il Comando Generale della Guardia di Finanza, Viale XXI Aprile n. 51, Roma, con ingresso dalla Via Nardini. Pena l esclusione dalla gara, ciascun concorrente dovrà effettuare il pagamento del contributo di cui all art. 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, secondo le modalità di cui alle Istruzioni relative alle contribuzioni dovute, ai sensi dell art. 1, comma 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, di soggetti pubblici e privati pubblicate sul sito Il codice CIG per ciascun lotto sono i seguenti: lotto n. 1 - Codice CIG: C0; lotto n. 2 - Codice CIG: B. L appalto sarà aggiudicato, separatamente per ciascun lotto anche in presenza di una sola offerta valida, non superiore al prezzo base d asta, purché giudicata congrua e vantaggiosa per l Amministrazione a favore dell impresa o R.T.I. che avrà presentato l offerta con il prezzo più basso. E ammessa la partecipazione alla gara per uno o per entrambi i lotti. Offerta Economica 8

9 Il concorrente dovrà indicare nell offerta, per ogni singolo lotto alla cui gara intenda partecipare, il ribasso percentuale da applicare al prezzo unitario posto a base di gara: LOTTO N. 1: LOTTO N. 2: 173,00 euro; 202,00 euro. I ribassi percentuali dovranno essere espressi in numeri - fino alla seconda cifra decimale - e ripetuti in lettere. Nella presente procedura concorsuale non vi sono rischi da interferenza, svolgendosi l attività produttiva presso la sede del concorrente aggiudicatario; pertanto, non vengono attribuiti oneri a beneficio dell appaltatore per tali rischi. Il valore contrattuale di ogni singolo lotto sarà dato dalla moltiplicazione del valore unitario di aggiudicazione per il numero di uniformi comprese nel medesimo lotto. A tale importo sono da aggiungere i costi per la sicurezza valutati dall Organo tecnico del Comando Generale come segue: Lotto n ,00; Lotto n ,00. Nell offerta - a pena di esclusione il concorrente dovrà dichiarare di accettare tutte le norme e condizioni in base alle quali si svolge la presente gara. Nel caso di aziende temporaneamente raggruppate, dovranno essere indicate nell offerta le parti di fornitura (tessitura/laminazione/confezione) che ciascuna si impegna ad eseguire. Le offerte anormalmente basse saranno valutate ai sensi della disciplina prevista dal D.Lgs. n. 163/2006; in particolare, l Amministrazione si riserva la facoltà di procedere contemporaneamente alla verifica di anomalia delle migliori offerte, non oltre la quinta, fermo restando quanto previsto ai commi da 1 a 5 dell art. 88 del D.Lgs. n. 163/2006. Le offerte contenenti richieste di prezzo superiore a quelli posti base d asta saranno considerate non valide. L aggiudicazione provvisoria della gara avverrà, separatamente per ciascun lotto, a favore del Fornitore che avrà presentato l offerta con il più elevato ribasso percentuale, ferma rimanendo la disciplina prevista per le offerte anormalmente basse. In caso di parità, si proseguirà con ulteriori sessioni di negoziazione, fino all ottenimento di una ed una sola miglior offerta. Nel caso in cui in una delle successive, eventuali sessioni di negoziazione non venga presentata alcuna offerta migliorativa, l aggiudicazione del lotto avverrà mediante sorteggio fra le migliori offerte analoghe. Saranno esclusi dalla gara i concorrenti che presentino offerte: 9

10 - nelle quali fossero sollevate eccezioni e/o riserve di qualsiasi natura alle condizioni di fornitura specificate nel presente Disciplinare di gara, nelle specifiche tecniche e nel bando di gara; - che siano sottoposte a condizione; - che sostituiscano, modifichino e/o integrino le predette condizioni di fornitura; - incomplete e/o parziali; - che non possiedano le caratteristiche minime stabilite nelle Specifiche Tecniche ovvero che prevedano la fornitura con modalità difformi, in senso peggiorativo, da quanto stabilito nelle Specifiche Tecniche e/o nel Disciplinare di gara; - in aumento rispetto al prezzo unitario posto a base di gara. Sono, altresì, esclusi dalla gara i concorrenti coinvolti in situazioni oggettive lesive della par condicio tra concorrenti e/o lesive della segretezza delle offerte, ed, inoltre, in caso di non veridicità dei dati forniti con le autocertifìcazioni allegate in fase di presentazione dell offerta. Si rammenta, a tal proposito, che la falsità in atti e le dichiarazioni mendaci: 1) comportano sanzioni penali ai sensi dell art. 76 del D.P.R. n. 445/2000; 2) costituiscono causa d esclusione dalla partecipazione alla presente gara. In ordine alla veridicità delle dichiarazioni, l Amministrazione si riserva di procedere, anche a campione, a verifiche d ufficio. Si procederà, inoltre, in base all art. 48 del D.Lgs. n. 163/2006, a richiedere ad un numero di offerenti non inferiore al 10% delle offerte presentate scelti con sorteggio pubblico nella citata riunione del 25 marzo 2010, ore 11,00 di comprovare il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e di capacità tecnica richiesti nel bando di gara. In particolare, ai fini della comprova della capacità economica-finanziaria, dovrà essere presentata, entro il termine di 10 giorni dalla richiesta, che sarà inoltrata dalla stazione appaltante a mezzo fax o posta elettronica: una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, con allegata copia del documento di identità del sottoscrittore, resa dal soggetto o organo preposto al controllo contabile dell impresa sorteggiata (esempio il Collegio sindacale, il revisore contabile o la Società di revisione) ovvero da professionista iscritto all albo non dipendente dall impresa medesima (es. dottore commercialista, esperto contabile, revisore contabile) che rilevi i dati dalla contabilità dell impresa sorteggiata, relativa alla misura (importo) del fatturato dell impresa confezionista negli ultimi tre esercizi chiusi; copia autenticata della documentazione attestante il possesso, a qualsiasi titolo, di idoneo deposito/magazzino, in regola con la normativa vigente, in territorio italiano, ove avverrà il collaudo dei materiali in fornitura, qualora risulti aggiudicataria; ove il possesso della licenza ministeriale sia stato soltanto autocertificato, per le sole imprese italiane confezioniste, copia dichiarata autentica, rilasciata ai sensi del DPR n. 445/2000, della Licenza del Ministero dell Interno per forniture destinate alle FF.AA., ai sensi dell art. 28 del T.U. Leggi di Pubblica Sicurezza, R.D. n. 733/1931, come previsto dal D.M. 14/2/1991, n. 242 (art. 3 comma 1 lett.d). In caso di raggruppamenti temporanei di imprese o di 10

11 avvalimento, la suddetta licenza dovrà essere posseduta dalla ditta confezionista. Ove le imprese non italiane abbiano soltanto autocertificato la fornitura nei rispettivi Paesi di uniformi militari in almeno uno degli ultimi tre anni, copia dichiarata autentica della relativa documentazione riguardante le anzidette forniture; ove il concorrente abbia soltanto autocertificato il possesso della certificazione di qualità, ai sensi della normativa UNI EN ISO 9001 del 2000, rilasciata da organismo accreditato per il settore specifico, copia autenticata del predetto certificato che deve essere in corso di validità. Qualora la predetta documentazione non venga fornita ovvero qualora il possesso dei requisiti non risulti confermato dalla documentazione prodotta a comprova, si procederà all esclusione dalla gara, fermo quanto ulteriormente previsto dall art. 48, comma 1, del D.Lgs. n. 163/2006. Ai sensi dell art. 48, comma 2, del D.Lgs. n. 163/2006, la richiesta di cui sopra sarà, altresì, inoltrata, entro dieci giorni dalla conclusione delle operazioni di gara, anche all aggiudicatario di ciascun lotto e al concorrente che segue in graduatoria, qualora gli stessi non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati. Nel caso in cui uno od entrambi non forniscano la prova o non confermino le loro dichiarazioni, si applicano le suddette sanzioni e si procede alla determinazione della nuova soglia di anomalia dell offerta, ove rimangano almeno 5 offerte valide, ed alla conseguente eventuale nuova aggiudicazione. Gli stessi dovranno far pervenire, eventualmente, la documentazione che si renderà necessaria al proseguimento del procedimento amministrativo. Si precisa, inoltre, che: - il Comando Generale della Guardia di Finanza si riserva il diritto di: a) non procedere all aggiudicazione nel caso in cui nessuna delle offerte presentate venga ritenuta conveniente e/o idonea, b) sospendere, reindire o non aggiudicare la gara motivatamente, c) valutare di non stipulare il contratto anche qualora sia intervenuta in precedenza l aggiudicazione, sia nel caso di esito negativo delle verifiche ispettive sull aggiudicatario che in altre ipotesi in cui ricorrano motivate ragioni, d) procedere all aggiudicazione anche di un solo lotto. - gli offerenti sono vincolati alle offerte presentate per un periodo di 180 giorni naturali e consecutivi dalla data di scadenza del termine di presentazione delle offerte; - nel redigere l offerta, gli offerenti devono tener conto di tutti i costi derivanti dagli obblighi imposti dalla vigente normativa in materia di sicurezza e protezione dei lavoratori nonché delle condizioni stesse di lavoro. Aggiudicazione provvisoria L Amministrazione si riserva la facoltà di escludere le offerte anomale, individuate ai sensi dell art. 86 del D.Lgs. n. 163/2006 e valutate in base ai criteri e secondo la procedura di cui agli articoli 86, 87, 88 e 89 del citato D.Lgs. n. 163/

12 L Amministrazione si riserva la facoltà di procedere contemporaneamente alla verifica delle offerte anormalmente basse. 8. SVINCOLO DEL DEPOSITO CAUZIONALE PROVVISORIO Il rilascio del nulla osta per lo svincolo dei depositi provvisori avrà luogo nel più breve tempo possibile, a cura di questo Comando Generale. Lo svincolo dei depositi provvisori avrà luogo, inoltre, qualora si verifichi uno dei seguenti casi: presentazione di offerte condizionate o difformi dalle prescrizioni del presente Disciplinare di gara, ovvero offerte con prezzo superiore a quello di riferimento per il lotto (e perciò non valide); mancata presentazione o presentazione in ritardo della documentazione richiesta per la gara; mancata aggiudicazione a seguito di regolare offerta o mancata ammissione alla gara per espressa determinazione dell Amministrazione per aver presentato documenti incompleti, scaduti o comunque non regolari. 9. PARTECIPAZIONE A PIU LOTTI Possono essere presentate offerte per uno o per entrambi i lotti. Nell ipotesi di partecipazione ai due lotti, può essere presentata una sola cauzione provvisoria, per l importo pari alla somma di quelli previsti per ciascun lotto. Resta, tuttavia, inteso che l aggiudicazione definitiva di entrambi i lotti alla medesima Ditta/R.T.I. sarà subordinata alla verifica del possesso dei requisiti di fatturato del confezionista almeno pari alla somma dei fatturati minimi previsti per ciascuno dei due lotti. 10. VERIFICA DEI REQUISITI ECONOMICI Verrà verificato come specificato sub 9., da parte dell apposita Commissione - sulla base dei requisiti economici dichiarati in sede di partecipazione alla gara, se il concorrente che abbia presentato la migliore offerta per entrambi i lotti, sia in possesso dei requisiti di fatturato del confezionista almeno pari alla somma dei fatturati minimi previsti per ciascuno dei due lotti. Diversamente, in mancanza di tale requisito, il concorrente potrà essere aggiudicatario del lotto di importo economico più elevato tra quelli per i quali è risultato primo in graduatoria, secondo l ordine di rilevanza economica dei lotti e sarà escluso dal lotto per il quale non risulta in possesso dei requisiti di fatturato. Tale esclusione opererà indipendentemente dall esito dell adempimento all obbligo di produrre la documentazione prevista dell art. 48, 2 comma, del D.Lgs. n. 163/

13 11. FACOLTA DELL AMMINISTRAZIONE L Amministrazione si riserva la facoltà di effettuare nei confronti dei concorrenti aggiudicatari provvisori di ciascun lotto un sopralluogo per la verifica delle potenzialità tecniche dichiarate e della capacità di eseguire la fornitura nei tempi previsti dal presente bando. La verifica potrà riguardare la fase di tessitura, di laminazione e/o di confezione. L aggiudicazione definitiva è subordinata, tra l altro, all esito positivo della suddetta verifica, ove disposta. La verifica, ove disposta, è eseguita da Organo collegiale. 12. AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA Se gli esiti degli accertamenti di cui sopra risulteranno favorevoli, si procederà alla successiva approvazione ai sensi dell art. 12 del D.Lgs. n. 163/2006, fatto salvo quanto previsto dall art. 71 del D.P.R. n. 445/2000. Nei confronti delle Imprese che dovessero aver reso dichiarazioni mendaci, ferma restando le relative responsabilità penali, questo Comando Generale provvederà all escussione della cauzione provvisoria. 13. DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO Ai sensi dell art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006, per la stipula del contratto, la Ditta/Raggruppamento rimasta aggiudicataria di uno o entrambi i lotti, dovrà costituire una garanzia fideiussoria, per ciascun lotto, ragguagliata al 5% dell importo contrattuale del singolo lotto (IVA e costi per la sicurezza compresi). In caso di aggiudicazione con ribasso d asta superiore al 10%, la garanzia fideiussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10%; ove il ribasso sia superiore al 20%, l aumento è di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20%. Tali ultimi valori sono da ridurre del 50% in quanto requisito di partecipazione è il possesso della certificazione di qualità da parte del concorrente confezionista. La fideiussione bancaria o polizza assicurativa in parola dovrà espressamente prevedere in forma esplicita, la clausola della rinuncia alla preventiva escussione del debitore principale nonché la rinuncia al beneficio di cui all art. 1957, comma 2, Codice Civile. La garanzia dovrà altresì contenere in forma esplicita la dichiarazione che rimarrà valida ed efficace dalla data di stipula del contratto fino al rilascio di apposita dichiarazione di svincolo da parte dell Amministrazione appaltante. Si avverte che per la fideiussione bancaria e/o la polizza assicurativa, da costituire quale deposito cauzionale definitivo, è necessaria l autentica, a cura del Notaio, della firma del/dei funzionario/i che legalmente possono impegnare l Istituto bancario o assicurativo; i suddetti Pubblici Ufficiali, nel contesto del medesimo atto (fideiussione bancaria o polizza assicurativa), dovranno esplicitamente attestare che i 13

14 summenzionati funzionari sono in possesso degli occorrenti poteri per impegnare legalmente la Banca o l Assicurazione. 14. SVINCOLO DEL DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO Sarà effettuato ai sensi di quanto previsto dall art. 113 comma 3 del D.Lgs. n. 163/ STIPULA DEL CONTRATTO ED INVARIABILITA DEL PREZZO CONTRATTUALE Per la stipula del contratto, la Ditta/Raggruppamento rimasta/o aggiudicataria/o di uno o di entrambi i lotti - tramite il proprio legale rappresentante ovvero persona munita di procura notarile - dovrà presentarsi presso il Comando Generale della Guardia di Finanza, per la stipula in forma pubblico-amministrativa del contratto. L Amministrazione, inoltre, si riserva la facoltà di procedere alla stipula del contratto in forma pubblico-amministrativa con le imprese aggiudicatarie di ciascuno dei due lotti, in alternativa, mediante sottoscrizione con firma digitale. 16. SPESE CONTRATTUALI Entro 5 (cinque) giorni dalla data di stipula del contratto, il contraente dovrà provvedere a versare le spese contrattuali ai sensi e con le modalità previste dalla legge 27/12/1975, n APPROVAZIONE DEL CONTRATTO Per effetto del combinato disposto dell art. 19 della Legge C.G.S. e dell art. 117 del relativo Regolamento, i contratti, salvo eccezioni di legge, non sono esecutivi prima dell approvazione dei competenti organi di controllo amministrativi, a norma delle vigenti disposizioni di legge. 18. DIVIETO DI CESSIONE DEL CORRISPETTIVO CONTRATTUALE Il corrispettivo del presente appalto non è cedibile. L Amministrazione, ai sensi dell art. 117 del D.Lgs. n. 163/2006, manifesta sin da ora la propria opposizione alla cessione del corrispettivo contrattuale. 19. DISPOSIZIONI CONTRATTUALI a. Campioni ufficiali dei materiali in fornitura: l impresa aggiudicataria di ciascun lotto potrà ritirare a proprie cure e spese, presso il Quartier Generale della Guardia di Finanza Reparto Tecnico Sezione Merceologica, Via della Batteria di Porta Furba, n. 34 Roma, dietro presentazione di richiesta scritta 14

15 all Ufficio Equipaggiamenti e Materiali del Comando Generale della Guardia di Finanza, i campioni ufficiali dei materiali da fornire, con obbligo di restituzione, sempre a propria cura e spese, entro e non oltre 10 gg. dall avvenuto ritiro. b. Ripartizione in taglie: la ripartizione in taglie verrà comunicata all impresa aggiudicataria di ciascun lotto, dopo la stipula del contratto. c. Ventesimo in diminuzione: facoltà ammessa ai sensi dell art. 32 del C.G.d. O. D.M. 6 ottobre 1958; non è ammesso il ventesimo in aumento. d. Modalità di collaudo: L Amministrazione si riserva, ove eventualmente previsto, nel decreto di nomina della competente commissione, di procedere alle operazioni di collaudo secondo le procedure prescritte dalla norma UNI 2859 (collaudo su campionamento statistico), ferma rimanendo la possibilità di collaudo ordinario. La fornitura dovrà essere stivata, per il collaudo, in appositi ed idonei spazi destinati a tal proposito che dovranno essere pertanto coperti, delimitati, sigillabili e destinati esclusivamente alla conservazione della partita in collaudo. Il concorrente aggiudicatario di ciascun lotto, dovrà disporre di idoneo deposito/magazzino, in regola con la normativa vigente, in territorio italiano, dove avverrà il collaudo dei materiali in fornitura. e. Specifiche tecniche dei materiali in fornitura: i materiali da fornire dovranno essere in tutto rispondenti ai requisiti tecnici richiesti nelle citate specifiche tecniche nn. 806/10 e 822/10, con l avvertenza che qualora la ditta si renda responsabile di inadempienze accertate nelle varie fasi di esecuzione contrattuale, ovvero presenti al collaudo materiali non conformi ai requisiti tecnici previsti dal contratto, l Amministrazione si riserva di adottare i provvedimenti più opportuni intesi a salvaguardare gli interessi dell Amministrazione (art. 68 R.G.C.S). f. Controlli di lavorazione: l Amministrazione si riserva la facoltà, ai sensi dell art. 35 del C.G.d O. (D.M. 6 ottobre 1958) di vigilare saltuariamente e/o continuativamente, eventualmente anche senza preavviso, le lavorazioni in corso, affidando la titolarità dell esecuzione contrattuale ad ufficiale con idonea qualifica. g. Preavvisi di lavorazione: l inizio delle lavorazioni è condizionato dalla presentazione dello specifico piano di qualità, che dovrà essere presentato all Ufficio Equipaggiamenti e Materiali entro venti giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data di stipula del contratto. Entro 5 giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla data della stipula del contratto, l impresa appaltatrice è tenuta a comunicare all Ufficio Equipaggiamenti e Materiali e all Ufficio Approvvigionamenti il luogo di lavorazione e di deposito delle materie prime ai sensi dell art. 35 C.G.d O. (D.M. 6 ottobre 1958) sopra richiamato. 15

16 Qualora la ditta voglia iniziare le lavorazioni, a proprio rischio e pericolo, prima della partecipazione dell avvenuta approvazione del contratto e della registrazione presso gli Organi di controllo, fermo restando il termine perentorio relativo alla presentazione piano di qualità, dovrà comunicare al Comando Generale della Guardia di Finanza, IV Reparto, Ufficio Approvvigionamenti ed all Ufficio Equipaggiamenti e Materiali, a mezzo distinti telegrammi, la data di inizio delle lavorazioni e la loro presumibile durata (tali comunicazioni dovranno pervenire agli indirizzi indicati almeno 5 giorni prima dell inizio delle lavorazioni). In nessun caso la ditta aggiudicataria potrà avviare le lavorazioni se non avrà prima ricevuto comunicazione scritta, tramite l Ufficio Approvvigionamenti del Comando Generale, della previa conoscenza del suddetto intendimento, ai soli fini del concreto esercizio della facoltà di controllo. h. Numerazione progressiva: ogni prodotto dovrà essere contrassegnato, a cura e spese della ditta fornitrice, da un numero progressivo. La numerazione dovrà rispecchiare rigorosamente i ritmi di produzione giornaliera in modo tale che ad ogni numero corrisponda un periodo di produzione definito ed individuabile univocamente. Tale numerazione dovrà essere impressa anche sulla custodia (imballaggio primario). Gli imballaggi secondari (bauletti) dovranno riportare il range di numerazione progressiva riferito al rispettivo contenuto. i. Etichettatura: le etichette di cui al Capo V delle specifiche tecniche dovranno riportare, ove ne ricorrano i legittimi presupposti, la marchiatura CE. j. Approntamento al collaudo: i materiali dovranno essere approntati entro il numero di giorni, indicati per ciascun lotto nell allegato 1, decorrenti dalla data di ricevimento delle lettere raccomandate con cui si comunicano: o la ripartizione in taglie dei materiali; o l avvenuta approvazione del contratto, fatta salva la facoltà dell Amministrazione di richiedere l esecuzione anticipata del contratto entro il limite del quinto del valore dello stesso. k. Sospensione termini di esecuzione contrattuale: nel periodo dal 5 al 31 agosto i termini di esecuzione contrattuale sono sospesi e non si procederà ad alcuna attività di collaudo, salvo casi di particolare urgenza logistica dell Amministrazione. l. Consegna dei capi in fornitura: i capi in fornitura, dopo l avvenuto collaudo centralizzato (presso idoneo magazzino, in territorio italiano, nella disponibilità dell appaltatore) e l accettazione da parte dell Amministrazione, rimarranno nella disponibilità dell appaltatore stesso che dovrà provvedere a consegnarli - entro 20 giorni solari, decorrenti dalla data di ultimazione del collaudo - presso le sedi del Corpo indicate al seguente punto m. del presente disciplinare. Le consegne dovranno essere effettuate presso le singole sedi, secondo la ripartizione in taglie predisposta dall Ufficio Equipaggiamenti e Materiali. Il giorno successivo al collaudo, l appaltatore dovrà consegnare all Amministrazione apposita polizza fideiussoria pari al valore dell intera fornitura (importo contrattuale, IVA ed oneri per la sicurezza compresi). Tale polizza, a garanzia dei materiali di proprietà dell Amministrazione, sarà svincolata al termine dell ultima consegna. 16

17 m. Luogo di consegna della fornitura: presso le sedi dei Comandi del Corpo in: Torino, Genova, Milano, Venezia, Trento, Trieste, Bologna, Firenze, Ancona, L Aquila, Roma (4 sedi, compreso il Lido di Ostia), Napoli, Bari, Catanzaro, Palermo, Cagliari, Bergamo e Pratica di Mare (RM). 20. NORME REGOLATRICI Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente Disciplinare, la gara e l appalto, si intendono regolati: - dalle clausole dello schema di contratto; - dal D.Lgs. n. 163/2006; - dal R.D. 18/11/1923, n e dal relativo Regolamento; - dal Codice Civile e dalle altre disposizioni normative già emanate in materia di contratti, per quanto non regolato dalle clausole e disposizioni degli atti sopra richiamati; - dal Capitolato generale d oneri per gli acquisti e le lavorazioni dei materiali interessanti il vestiario, i mobili ed il casermaggio per la Guardia di Finanza approvato con decreto del Ministero delle Finanze del 6 ottobre 1958, con esclusione degli artt. 48 e seguenti riguardanti la Commissione Centrale per i collaudi in appello; - dal Capitolato generale d oneri per le forniture di beni e le prestazioni di servizi occorrenti al Corpo della Guardia di Finanza, approvato con decreto del Ministero delle Finanze del 15 giugno 1990, n E interesse delle Imprese partecipanti di chiedere formale conferma all Ufficio di ogni eventuale comunicazione comunque pervenuta concernente mutamenti delle modalità e dei tempi di espletamento della gara, specificando oggetto, contenuto ed estremi di riferimento (protocollo e data). 21. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Ai sensi della normativa vigente. Si informa che ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 tutti i dati forniti saranno raccolti, registrati, organizzati e conservati per le finalità di gestione della gara e saranno trattati, sia mediante supporto cartaceo che informatico, anche successivamente all eventuale instaurazione del rapporto contrattuale per le finalità del rapporto medesimo. IL CAPO DEL REPARTO (Gen. B. Carmine Lopez) 17

18 ALLEGATO 1 LOTTO N. 1 Tipo dei materiali da fornire: lotto n.1 (giacche a vento mod. 2010). Criterio di aggiudicazione: art. 82 Codice degli Appalti Prezzo più basso. Specifiche tecniche di fornitura: n. 822/10. Approntamento al collaudo: entro 100 giorni decorrenti dalla data in cui si perfezionano tutte le seguenti fattispecie (con sospensione tra il 5 ed il 31 agosto): o ricevimento della lettera raccomandata con la quale verrà comunicata la ripartizione in taglie dei materiali; o ricevimento della lettera raccomandata con la quale verrà comunicata l avvenuta approvazione del contratto, fatta salva la facoltà dell Amministrazione di richiedere l esecuzione anticipata del contratto entro il limite del quinto del valore dello stesso. 18

19 LOTTO N. 2 Tipo dei materiali da fornire: lotto n. 2 (giacche a vento mod.2010 complete di copripantalone) Criterio di aggiudicazione: art. 82 Codice degli Appalti Prezzo più basso. Specifiche tecniche di fornitura: n. 806/10. Approntamento al collaudo: entro 70 giorni decorrenti dalla data in cui si perfezionano tutte le seguenti fattispecie (con sospensione tra il 5 ed il 31 agosto): o ricevimento della lettera raccomandata con la quale verrà comunicata la ripartizione in taglie dei materiali; o ricevimento della lettera raccomandata con la quale verrà comunicata l avvenuta approvazione del contratto, fatta salva la facoltà dell Amministrazione di richiedere l esecuzione anticipata del contratto entro il limite del quinto del valore dello stesso. 19

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Disciplinare di gara PREMESSO:

Disciplinare di gara PREMESSO: DISCIPLINARE DI GARA TELEMATICA PER L AFFIDAMENTO IN VIA NON ESCLUSIVA DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ANALISI, LA COPERTURA E LA GESTIONE DEI RISCHI RIGUARDANTI POLIZZE DI INTERESSE DELLA

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli