PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC SECONDO BANDO DI VENDITA SENZA INCANTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC SECONDO BANDO DI VENDITA SENZA INCANTO"

Transcript

1 PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC SECONDO BANDO DI VENDITA SENZA INCANTO PREMESSE a) In data giugno 2014 il Tribunale di Varese dichiarava il fallimento di S.I.A.C. INDUSTRIA ACCESSORI CAVARIA S.p.A., di seguito Fallimento Siac S.p.A., nominando il dott. Sandro Litigio Curatore; b) In data 28 novembre 2014 il Tribunale di Varese dichiarava lo stato di insolvenza di SOCIETA INDUSTRIE ACCESSORI CASTIGLIONI S.r.l. nominando Commissari Giudiziali l avv. Claudio Franceschini, l ing. Marco Sogaro ed il prof. Simone Manfredi; in data 1 aprile 2015 il Tribunale di Varese dichiarava con decreto il fallimento della stessa società, di seguito Fallimento SIAC INTERNATIONAL, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 270/1999 nominando Curatore il Prof. Simone Manfredi; c) Tra Fallimento Siac S.p.A., e Fallimento SIAC INTERNATIONAL è in vigore contratto di affitto d azienda stipulato in data 7/11/2013 a Rep /6.366 Notaio Paola Casali di Milano registrato all Agenzia delle Entrate 1 Ufficio Milano il 14/11/2013 Serie IT al n , di seguito il Contratto d Affitto d Azienda o il Contratto avente ad oggetto l azienda di seguito descritta; in forza del Contratto, Fallimento SIAC INTERNATIONAL ha attualmente alle proprie dipendenze l intero personale dipendente comprensivo di tutte le figure professionali e sta gestendo l attività, senza che la sottoposizione a procedura concorsuale di SIAC SPA, prima, e di SIAC INTERNATIONAL, dopo, abbia ad oggi determinato interruzione della continuità aziendale; d) Il Fallimento SIAC ed il Fallimento SIAC INTERNATIONAL, debitamente autorizzati dagli organi delle rispettive procedure, intendono, in conformità alle modalità, ai termini e condizioni descritti nel presente bando (di seguito il Bando ) proseguire la procedura per la vendita congiunta senza incanto (di seguito la Procedura di Vendita ) dell Azienda Siac, come definita al successivo punto e), relativamente alla quale si è già svolta una prima fase conclusasi in data 24 giugno 2015 senza la presentazione di offerte; e) L azienda oggetto della Procedura di Vendita, di seguito Azienda SIAC, è un complesso unitario di beni e rapporti corrente in Cavaria con Premezzo, via Cascina dei Ferrandi n. 85 esercente l attività di 1

2 fabbricazione, industria e commercio di articoli per calzature, minuterie metalliche in genere, macchine per la loro applicazione ed articoli affini composta da: e.1) l oggetto del Contratto d Affitto d Azienda che comprende (i) (ii) (iii) (iv) impianti e macchinari i contratti di leasing mobiliare i contratti stipulati per l esercizio dell azienda (che rispetto a quelli originariamente compresi nel Contratto d Affitto d Azienda si sono incrementati e modificati per effetto di ulteriori contratti che fanno capo al Fallimento SIAC INTERNATIONAL Srl, di seguito I Contratti del Fallimento SIAC INTERNATIONAL Srl per l esercizio dell azienda ) n. 221 dipendenti e (v) il diritto di utilizzare la denominazione S.I.A.C. INDUSTRIA ACCESSORI CAVARIA S.p.A. nonché le insegne, i segni distintivi, i simboli ed i nomi di dominio, di seguito l Azienda Affittata ; l Azienda Affittata è di proprietà del Fallimento SIAC S.p.A. ma gestita dal Fallimento SIAC INTERNATIONAL in forza del Contratto d Affitto d Azienda, da cui il Fallimento SIAC S.p.A. è receduto ai sensi dell art. 79 l.f.; e.2) e.3) alcune aree immobiliari adiacenti agli immobili di cui al successivo punto f) ove è esercitata l attività, nonché l area sottostante l immobile oggetto del Leasing Mediocredito Italiano S.p.A.; impianti, macchinari ed attrezzature originariamente non ricomprese nell Azienda Affittata; rimanenze non acquistate da SIAC INTERNATIONAL S.R.L. nel vigore del Contratto d Affitto d Azienda, tutti beni di proprietà del Fallimento SIAC S.p.A., di seguito, unitariamente, I Beni del Fallimento SIAC S.p.A. ; impianti e macchinari acquistati nel vigore del Contratto d Affitto d Azienda e rimanenze generatesi nel vigore del Contratto d Affitto d Azienda, di proprietà del Fallimento SIAC INTERNATIONAL S.r.l., di seguito unitariamente I Beni del Fallimento SIAC INTERNATIONAL ; 2

3 e.4) tutti gli altri beni e rapporti, diversi da quelli indicati ai precedenti punti e.1), e.2) ed e.3), che vengano espressamente indicati come inclusi nell Azienda SIAC in forza del presente Bando e più dettagliatamente al punto 2); f) L Azienda SIAC è attualmente condotta negli immobili siti in Cavaria con Premezzo (di cui SIAC S.p.A. è utilizzatrice in forza di contratto di leasing immobiliare n del 7/11/2007 con Commercio e Finanza S.p.A., di seguito Il Leasing Commercio e Finanza S.p.A. e di contratto di leasing immobiliare n del 26/10/2005 con Intesa Leasing S.p.A., oggi Mediocredito Italiano S.p.A., di seguito Il Leasing Mediocredito Italiano S.p.A. ), che il Fallimento SIAC INTERNATIONAL utilizza impegnandosi al pagamento delle sole spese di manutenzione ordinaria; g) per quanto riguarda il Leasing Commercio e Finanza S.p.A., il Fallimento SIAC S.p.A. si sta sciogliendo dal relativo contratto e sta concludendo con Commercio e Finanza S.p.A. in amministrazione straordinaria, di seguito Commercio e Finanza S.p.A., un accordo che prevede tempi e modalità di rilascio dell immobile oggetto del contratto stesso nonché la definizione di una indennità di occupazione da pagarsi sino alla data del rilascio, di seguito L Accordo per l Occupazione dell Immobile in Leasing che è parte integrante dell Azienda Siac; h) Al fine della Procedura di Vendita il Curatore del Fallimento SIAC S.p.A. ed il Curatore del Fallimento SIAC INTERNATIONAL hanno determinato in ,00 (novemilionitrecentocinquantamila) la nuova base d asta (di seguito la Base d Asta ) che le Offerte come di seguito definite dovranno rispettare, sulla base di un prezzo ribassato del 15% rispetto a quello del primo tentativo di vendita senza incanto ; i) Il Fallimento SIAC S.p.A. ed il Fallimento SIAC INTERNATIONAL hanno allestito una data room virtuale, di seguito la Data Room, che consentirà ai Soggetti Interessati, come di seguito definiti, alle condizioni e termini del Bando di effettuare una due diligence, di seguito Due Diligence, dell Azienda SIAC; in Data Room saranno disponibili tra l altro elenchi dettagliati dei beni e contratti compresi nell Azienda SIAC e gli elaborati peritali sulla base dei quali si è giunti alla determinazione della Base d Asta; 3

4 j) la cessione dell Azienda SIAC avverrà previo esperimento della procedura sindacale ex art. 47 L. 1990/428. Tutto ciò premesso, Il Fallimento SIAC S.p.A. ed il Fallimento SIAC INTERNATIONAL indicano di seguito l oggetto, le modalità, i termini e le condizioni relative alla Procedura di Vendita dell Azienda Siac. 1. MANIFESTAZIONE DI INTERESSE, ACCESSO ALLA DATA ROOM VIRTUALE E DUE DILIGENCE 1.1 Con il presente Bando si invitano gli interessati, di seguito I Soggetti Interessati o, con riferimento, ad uno o ciascuno di essi Il Soggetto Interessato, a manifestare interesse all acquisto dell Azienda SIAC alle condizioni di cui al Bando mediante l invio di apposita manifestazione d interesse (di seguito la Manifestazione d Interesse ) secondo le modalità, termini e condizioni di seguito indicati. 1.2 La Manifestazione d Interesse può essere formulata da soggetti italiani od esteri muniti di personalità giuridica secondo la legge del paese di appartenenza. Non verranno prese in considerazione le Manifestazioni d Interesse (i) pervenute da soggetti diversi da società di capitali (ii) pervenute da soggetti che alla data della presentazione siano sottoposti a procedure di liquidazione o concorsuali o, comunque, a qualsiasi tipo di procedura di ordinamento italiano od estero che denoti stato di insolvenza, cessazione dell attività, gestione coattiva etc. (iii) che siano proposte per persona da nominare o per le quali non sia identificabile una persona giuridica, (iv) che non siano redatte in lingua italiana o, ove redatte in altra lingua, che non siano accompagnate da traduzione giurata in lingua italiana, fermo restando che il testo italiano sarà l unico rilevante in caso di contrasto tra il testo italiano e quello in lingua straniera e (v) che non siano state predisposte in conformità a quanto previsto nel Bando. La Manifestazione d interesse dovrà contenere denominazione, indirizzo, numero di telefono, fax e indirizzo di posta elettronica certificata del Soggetto Interessato e di quello eventualmente delegato a corrispondere con Fallimento SIAC S.p.A. e Fallimento SIAC 4

5 INTERNATIONAL presso il quale i Soggetti Interessati dovranno dichiarare di voler ricevere le comunicazioni attinenti la Procedura di Vendita, elezione di domicilio in Italia per la Procedura di Vendita per i soggetti di nazionalità estera, un espressa dichiarazione di interesse all acquisto dell Azienda SIAC, una breve indicazione delle motivazioni che originano l interesse all acquisto, un breve profilo delle attività svolte dal soggetto che presenta la Manifestazione di Interesse e, se esistente, dal gruppo di appartenenza e/o della società controllante; alla Manifestazione d Interesse dovrà essere allegata una visura aggiornata al 2015 del Soggetto Interessato e la documentazione attestante i poteri del legale rappresentante. 1.3 Le Manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro la data e l ora di chiusura della Data Room come indicata al successivo punto 1.5 a mezzo posta elettronica certificata ad entrambi i seguenti indirizzi: per Fallimento SIAC S.p.A. e per Fallimento SIAC INTERNATIONAL con l indicazione Manifestazione d interesse Vendita Azienda SIAC e dovranno essere sottoscritte e firmate digitalmente dal legale rappresentante del Soggetto Interessato. Ove le Manifestazioni d Interesse pervengano dopo l apertura della Data Room come specificata al punto 1.5, il Soggetto Interessato, ove ammesso con le modalità di cui al successivo punto 1.4, non avrà diritto ad un prolungamento dei tempi di accesso alla Data Room rispetto a quelli indicati al successivo punto 1.5 né avrà diritto ad essere rimesso in termini rispetto ad attività o richieste per le quali sia previsto un termine, ove questo sia già scaduto. 1.4 Entro due giorni lavorativi dal ricevimento della Manifestazione d Interesse, il Curatore del Fallimento SIAC S.p.A. ed il Curatore del Fallimento SIAC INTERNATIONAL invieranno una comunicazione di ammissione ai soggetti che avranno inviato la Manifestazione d Interesse conforme al Bando per ammetterli alla Data Room. Alla comunicazione di ammissione saranno allegati l elenco della documentazione presente in Data Room, il regolamento della Data Room, e la bozza dell accordo di riservatezza. 1.5 I soggetti ammessi alla Data Room, di seguito I Soggetti Ammessi, potranno effettuare la Due Diligence dalle ore 9,00 del giorno successivo al deposito presso la Cancelleria del Tribunale di Varese del provvedimento del Giudice Delegato di autorizzazione alla pubblicazione del presente Bando (o dalle ore 9,00 del giorno 5

6 successivo alla data di invio della comunicazione di ammissione) sino al 21 luglio 2015 ore 12,00, previa sottoscrizione e firma digitale, per accettazione, da parte del legale rappresentante dell elenco della documentazione presente in Data Room, del regolamento della Data Room e dell allegata richiesta di accesso, e dell accordo di riservatezza. In Data Room saranno disponibili, tra gli altri, oltre a quanto indicato al punto j) delle Premesse: (i) bozza del contratto di cessione, di seguito Il Contratto di Cessione (ii) standard di comunicazione sindacale ai sensi dell art. 47, primo comma, della legge 29 dicembre 1990 n. 428, (iii) copia dell Accordo per l Occupazione dell Immobile in Leasing (iv) bozza della Fidejussione a favore della Società di Leasing come di seguito definita. 1.6 Entro le ore 19,00 del giorno 13 luglio 2015 i Soggetti Ammessi dovranno far pervenire per iscritto le proprie eventuali proposte di modifica alla bozza di documentazione contrattuale disponibile in Data Room come elencata al precedente punto 1.5 lett. (i) e (ii) ad entrambi i seguenti indirizzi pec: per Fallimento SIAC S.p.A. e per Fallimento SIAC INTERNATIONAL nonché a e I Soggetti Cedenti, come di seguito definiti, assistiti dai propri consulenti, provvederanno a valutare le osservazioni e comunicheranno al Soggetto Ammesso che avrà fatto pervenire tali osservazioni entro il 16 luglio 2015 h. 19,00 l eventuale non recepimento delle stesse, riservandosi la facoltà di sentire o convocare i Soggetti Ammessi per eventuali chiarimenti. 2. CONTENUTI ESSENZIALI DEL CONTRATTO DI CESSIONE 2.1 I soggetti cedenti sono il Fallimento SIAC S.p.A. il Fallimento Siac INTERNATIONAL, di seguito il Fallimento SIAC S.p.A. ed il Fallimento Siac INTERNATIONAL, congiuntamente, i Soggetti Cedenti. Ai fini della presente Procedura di Vendita i pagamenti previsti verranno effettuati al Fallimento SIAC S.p.A., che provvederà poi a versare al Fallimento Siac INTERNATIONAL la quota di competenza di quest ultimo. 6

7 2.2 Oggetto della Procedura di Vendita è la cessione dell Azienda Siac, come sopra definita, facente capo ai Soggetti Cedenti; l Azienda SIAC è costituita unitariamente dai beni mobili ed immobili, dalle rimanenze di materie prime, semilavorati, prodotti finiti, stampi e attrezzature tecniche, dai rapporti contrattuali ed, in generale da tutto quanto in essa compreso (ivi inclusi l Azienda Affittata, i Beni del Fallimento S.I.A.C. S.p.A., il Leasing Mediocredito Italiano S.p.A. e i Beni del Fallimento SIAC INTERNATIONAL ed i Contratti del Fallimento SIAC International Srl per l esercizio dell azienda) come sopra individuato e come verrà documentato in Data Room; in particolare l Azienda SIAC comprende i rapporti di lavoro con i n.221 dipendenti come da prospetto dettagliato che verrà reso disponibile in Data Room, con le modifiche che interverranno sino alla Data di Cessione come di seguito definita. 2.3 L Azienda SIAC comprende l Accordo per l Occupazione dell Immobile in Leasing. 2.4 Non saranno oggetto di cessione i debiti connessi all esercizio dell Azienda Siac anteriori alla Data della Cessione, come di seguito definita; i debiti vs. i dipendenti con esclusivo riferimento alle voci: trattamento di fine rapporto e ratei, di seguito Il Debito vs. i Dipendenti, potranno essere oggetto di accollo da parte del cessionario e potranno essere dedotti dal Prezzo Definitivo come di seguito definito solo se sarà raggiunto l accordo sindacale di cui al successivo punto 4.4 e solo ove vi sia espressa liberazione dal relativo debito dei Soggetti Cedenti nelle forme di legge; non saranno oggetto di cessione le attività diverse da quelle comprese nell Azienda SIAC, i crediti nonché tutti i diritti connessi all esercizio di azioni revocatorie e di responsabilità. 2.5 L Azienda SIAC ed i beni che la compongono verranno ceduti nello stato di fatto e di diritto in cui si troveranno alla Data della Cessione, come di seguito definita. Sarà esclusa ogni garanzia dei Soggetti Cedenti con riferimento all Azienda SIAC ed ai beni che la compongono quali a titolo esemplificativo garanzie relative ad impianti e macchinari, a sopravvenienze passive ovvero insussistenze o minusvalenze di attivo, ovvero a qualsiasi garanzia per vizi o mancanza di qualità. Il Fallimento SIAC S.p.A. si adopererà per la cancellazione dei vincoli esistenti sugli immobili compresi nei Beni del Fallimento SIAC S.p.A. 7

8 2.6 Per quanto concerne i rapporti di lavoro dipendente, il cessionario dovrà assumere tutti i dipendenti in forza ed obbligarsi a mantenere per almeno due anni i livelli occupazionali in essere alla Data di Cessione, come di seguito definita; i dipendenti passeranno direttamente alle dipendenze del cessionario con le modalità, alle condizioni e nei limiti definiti nell accordo preso nell ambito della procedura ex art. 47 L. 428/1990, fermi gli impegni di cui sopra; in caso di mancato accordo nell ambito della procedura ex art 47 L. 428/1990 si applicherà il disposto dell art c.c. 2.7 L ottenimento di eventuali autorizzazioni di autorità competenti che siano necessarie per la conclusione del Contratto di Cessione (ivi inclusi eventuali nulla-osta ai sensi delle normative anti-trust) sarà a carico esclusivamente del cessionario il quale sarà tenuto ad adempiere ad eventuali obblighi di comunicazione ai sensi della normativa anti-trust applicabile e sopporterà il rischio collegato all eventuale mancato, non tempestivo o condizionato rilascio delle stesse. 2.8 Ogni onere o spesa comunque inerente o conseguente al trasferimento dell Azienda SIAC sarà a carico del cessionario. 3. INVITO A PRESENTARE L OFFERTA - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE ALLA GARA PER LA SCELTA DEL MIGLIOR OFFERENTE 3.1 In relazione a quanto indicato in precedenza, i Soggetti Ammessi sono invitati sin d ora a formulare un offerta irrevocabile di acquisto (di seguito l Offerta ) alle condizioni, secondo i termini e le modalità indicate nel Bando (di seguito, collettivamente, Offerenti ed individualmente Offerente ). 3.2 L Offerta potrà essere presentata solo dai Soggetti Ammessi; ove il soggetto che presenta l Offerta intenda procedere all acquisizione in oggetto tramite una società veicolo appositamente costituita (di seguito Newco ) tale circostanza dovrà essere evidenziata nell Offerta. Qualora l Offerta venga presentata da una Newco, tutti i soci della Newco dovranno presentare dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante, attestante l intenzione di partecipare alla Procedura di Vendita congiuntamente con gli altri soggetti nominativamente individuati, ciascuno per la quota di specifico interesse espressamente indicata. Tutti i soci della Newco saranno 8

9 considerati Offerenti ai fini della Procedura di Vendita e saranno responsabili solidalmente tra loro, nonché in solido con Newco, in relazione a tutti gli obblighi di cui al presente Bando ed al Contratto di Cessione. Ove l Offerente sia una persona giuridica di nazionalità estera, la stessa dovrà costituire entro la data di sottoscrizione del Contratto di Cessione apposita società di capitali di diritto italiano, con sede in Italia, che, in caso venga scelto come il Miglior Offerente, si renderà acquirente dell Azienda SIAC, di seguito Newco Italiana, ferma la responsabilità solidale del socio di Newco Italiana con la stessa Newco Italiana per l adempimento di tutte le obbligazioni derivanti dal Bando e dal Contratto di Cessione. Non è ammessa la presentazione di un Offerta per persona da nominare e per la quale non sia chiaramente identificabile una persona giuridica o, in caso di Newco, oltre a questa, i suoi soci. 3.3 L Offerta dovrà essere redatta in lingua italiana ovvero, ove redatta in altra lingua, dovrà essere accompagnata da una traduzione giurata in italiano che sarà l unica rilevante in caso di contrasto tra i due testi ed eventuali documenti allegati in altra lingua dovranno essere corredati da traduzione giurata in italiano. L Offerta, a pena di esclusione, dovrà essere depositata entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 21 luglio 2015 presso la Cancelleria del Tribunale di Varese Sezione Fallimentare, P.za Cacciatori delle Alpi, Piano Primo, Stanza 142 in unico plico chiuso e sigillato, con timbro e firma dell Offerente sui lembi di chiusura, recante all esterno, oltre alla ragione sociale dell Offerente, il riferimento: RISERVATA Offerta irrevocabile Azienda SIAC. Non saranno presi in considerazione i plichi depositati in Cancelleria oltre il predetto termine 3.4 L Offerta dovrà essere formulata per un prezzo non inferiore alla Base d Asta. 3.5 Nel plico di cui al punto 3.3. dovrà essere incluso, oltre ad un indice completo del proprio contenuto: (i) il presente Bando siglato in ogni sua pagina e sottoscritto in calce dall Offerente per l accettazione di tutti i termini e le condizioni nello stesso indicati; (ii) dichiarazione, da redigersi su carta intestata dell Offerente e debitamente sottoscritta nella quale deve essere precisato il prezzo offerto per l Azienda SIAC, di seguito Il Prezzo, avente il seguente tenore: 9

10 (iii) (iv) (v) (vi) (vii) (viii) (ix) I termini utilizzati nella presente con la lettera maiuscola hanno lo stesso significato ad essi attribuito nel Bando. La presente costituisce offerta irrevocabile d acquisto dell Azienda SIAC, come definita nel Bando per la Procedura di Vendita della stessa, allegato alla presente, di titolarità di Fallimento SIAC S.p.A. e del Fallimento SIAC INTERNATIONAL ; il Prezzo offerto dalla sottoscritta è pari ad tenuto conto di ogni termine e condizione previsto nel Bando e nel Contratto di Cessione ivi incluse le obbligazioni relative ai dipendenti ed al mantenimento dei livelli occupazionali. L Offerta è valida ed irrevocabile sino al 30 settembre Pertanto l Offerente si obbliga a stipulare, ove venga indicato come il Miglior Offerente con le modalità indicate nel Bando, il Contratto di Cessione; Si intenderanno quali parti integranti del Contratto di Cessione l accordo sindacale, ove sia eventualmente sottoscritto all esito della procedura di consultazione sindacale ai sensi dell art.47 della Legge 29 dicembre 1990 n. 428 ovvero il relativo verbale o altra documentazione analoga attestante il mancato raggiungimento di tale accordo sindacale. Si dà atto di aver versato la cauzione pari al 10% del Prezzo per ; bozza del Contratto di Cessione siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce; comunicazione sindacale ai sensi dell art. 47, primo comma, della Legge 428/1990 secondo lo standard fornito in Data Room compilata in ogni sua parte siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce; visura dell Offerente aggiornata, copia dei documenti d identità dei firmatari e documentazione idonea ad attestarne i relativi poteri; dichiarazione d impegno dei soci di Newco o di Newco Italiana ai sensi del precedente punto 3.2 siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce; visura dei soci di Newco o di Newco Italiana aggiornata, copia dei documenti d identità dei firmatari e documentazione idonea ad attestarne i relativi poteri; documentazione attestante il versamento di una cauzione, di seguito la Cauzione, pari al 10% del Prezzo, con le seguenti modalità: assegno circolare intestato a Fallimento SI.A.C. S.p.A. ; dichiarazione di primario istituto di credito nazionale che attesti che l Offerente ha la disponibilità necessaria per elevare 10

11 (x) di un ulteriore 10% l importo della Cauzione, ove venga individuato come il Miglior Offerente ed entro dieci giorni da tale individuazione; fidejussione di primario istituto di credito nazionale (di seguito La Fidejussione a favore di Commercio e Finanza S.p.A. ) a prima richiesta a garanzia del pagamento dell indennità di occupazione per almeno un anno avente testo conforme a quello disponibile in Data Room. 3.6 Non saranno considerate valide ai fini della presente Procedura di Vendita le Offerte che non concernano tutti i beni ed i rapporti compresi nell Azienda Siac o che non siano redatte in conformità a quanto previsto nel Bando. 4. MODALITA DI SCELTA DEL MIGLIOR OFFERENTE 4.1 L apertura delle buste avverrà il giorno 22 luglio 2015 alle ore 11,00 presso il Tribunale di Varese, avanti al Giudice Delegato del Fallimento SIAC S.p.A. e del Fallimento SIAC INTERNATIONAL dott. Miro Santangelo, del Curatore del Fallimento SIAC S.p.A. e del Curatore del Fallimento SIAC INTERNATIONAL. Il legale rappresentante di ciascun Offerente, ovvero un suo procuratore speciale munito di procura speciale notarile, sarà tenuto a comparire all ora e nel luogo anzidetto anche ai fini della eventuale gara di cui infra: la mancata comparizione non escluderà la validità dell Offerta. 4.2 Dopo l apertura delle buste, il Giudice Delegato, i Curatori procederanno ad esaminare le Offerte ed a verificarne la validità. Le Offerte considerate invalide saranno escluse dal prosieguo della Procedura di Vendita. A quel punto: (i) in presenza di un unica offerta valida l unico Offerente sarà scelto come miglior offerente, di seguito Il Miglior Offerente ; (ii) in presenza di più Offerte valide, si svolgerà avanti al Giudice Delegato una gara per individuare il Miglior Offerente sulla base dell Offerta con il Prezzo più elevato e con rilancio minimo di ,00 (duecentomila) tra i legali rappresentanti e/o procuratori degli Offerenti presenti (iii) ove non vi fosse presente nessuno, il Miglior Offerente sarà quello che ha presentato l Offerta con il Prezzo più elevato. La procedura descritta al presente punto viene indicata di seguito come La Scelta del Miglior Offerente. 11

12 Entro il giorno successivo alla Scelta del Miglior Offerente, si procederà all invio della comunicazione ex art. 47 della Legge. 428/1990. Le Cauzioni consegnate dagli altri Offerenti saranno restituite. 4.3 Il Miglior Offerente si obbliga entro e non oltre dieci giorni dalla Scelta del Miglior Offerente e pena la revoca della stessa, a consegnare al Fallimento SIAC S.p.A. a mezzo assegno circolare un importo pari al 10% del Prezzo Definitivo per integrare la Cauzione già versata. In caso di inadempimento all obbligo di cui al presente punto da parte del Miglior Offerente, la Scelta del Miglior Offerente si intenderà immediatamente revocata ed i Soggetti Cedenti potranno trattenere la Cauzione, trattenendo il relativo importo a titolo di risarcimento del danno forfettariamente determinato ai sensi e per gli effetti di cui all art c.c., salvo il diritto a far valere il maggior danno eventualmente subito. 4.4 Il Miglior Offerente avrà venticinque giorni di tempo, decorrenti dalla Scelta del Miglior Offerente, per esperire la trattativa e siglare l accordo sindacale ai sensi dell art. 47 della Legge 428/1990 con le rappresentanze dei lavoratori competenti. I Curatori, ove necessario, non appena raggiunto l accordo provvederanno a siglarlo unitamente alle altre parti; in caso venga raggiunto l accordo e questo lo preveda, il Miglior Offerente avrà facoltà di accollarsi il Debito vs. i Dipendenti e di dedurlo dal Prezzo Definitivo con le modalità indicate nel Contratto di Cessione solo previa liberazione dei Soggetti Cedenti dallo stesso ai sensi di legge; in caso di mancato raggiungimento dell accordo si procederà egualmente alla stipula del Contratto di Cessione con applicazione dell art c.c. 4.5 Il Contratto di Cessione verrà stipulato entro e non oltre il 15 settembre La stipulazione avverrà avanti a Notaio il cui nominativo verrà reso noto dai Soggetti Cedenti entro la data di chiusura della Data Room. Alla Data di Cessione si svolgeranno nel seguente ordine cronologico le seguenti attività: - Versamento del Prezzo Definitivo (dedotto il Debito vs. i Dipendenti risultante solo verificatasi l ipotesi di cui al precedente punto 4.4) in unica soluzione da parte del Miglior Offerente a favore del Fallimento SIAC S.p.A., che provvederà poi a liquidare la quota di competenza del Fallimento Siac INTERNATIONAL secondo accordi intervenuti tra i Soggetti Cedenti; il pagamento avverrà con 12

13 fondi immediatamente disponibili e valuta alla Data di Cessione o, in alternativa con assegni circolari emessi da primario istituto di credito italiano all ordine Fallimento S.I.A.C. S.p.A.; - stipula del Contratto di Cessione da parte dei Soggetti Cedenti e del Miglior Offerente in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata; - sottoscrizione e consegna a Commercio e Finanza S.p.A. della comunicazione attestante il subentro del cessionario nell Accordo per l Occupazione dell Immobile e consegna a Commercio e Finanza S.p.A. della Fidejussione a favore della Società di Leasing - consegna dell Azienda SIAC mediante apposito verbale; - restituzione della Cauzione ove non imputata al Prezzo Definitivo; - compimento di eventuali ulteriori adempimenti di legge in relazione al Contratto di Cessione. 4.6 In caso di inadempimento del Miglior Offerente all obbligo di cui al precedente punto 4.3, all obbligo di stipulare il Contratto di Cessione entro il termine indicato e/o a quello di pagare il Prezzo Definitivo, la Scelta del Miglior Offerente si intenderà immediatamente revocata ed i Soggetti Cedenti potranno trattenere la Cauzione, trattenendo il relativo importo a titolo di risarcimento del danno forfettariamente determinato ai sensi e per gli effetti di cui all art c.c., salvo il diritto a far valere il maggior danno eventualmente subito, con rinuncia del Miglior Offerente ad ogni pretesa. 5. VARIE 5.1 La pubblicazione del presente Bando cosi come la ricezione delle Manifestazioni di Interesse e delle Offerte non comporta per i Soggetti Cedenti alcun obbligo o impegno di vendita dell Azienda SIAC nei confronti dei Soggetti Interessati e/o dei Soggetti Ammessi e/o degli Offerenti nè, per tali soggetti, alcun diritto ad esigere qualsivoglia prestazione nei confronti dei Soggetti Cedenti. Sino alla Scelta del Miglior Offerente, i Soggetti Cedenti si riservano la facoltà di recedere in qualsiasi momento dalle trattative di vendita, qualunque sia il loro stato e grado di avanzamento, nonché di sospendere, interrompere o modificare i termini e le condizioni della Procedura di Vendita, ovvero di assumere impegni vincolanti nei confronti di altri soggetti terzi, senza che per ciò i Soggetti Interessati e/o i Soggetti Ammessi e/o gli Offerenti possano avanzare nei confronti dei Soggetti Cedenti alcuna pretesa a titolo di risanamento del danno o di indennizzo. 13

14 5.2Il presente Bando non costituisce un invito a offrire, né un offerta al pubblico ex art del cod. civ. o una sollecitazione del pubblico risparmio ex art. 94 e ss. del D.Lgs. n. 58 del 24 febbraio Tutte le comunicazioni dei Soggetti Interessati, dei Soggetti Ammessi, degli Offerenti e del Migliore Offerente previste dal presente Bando dovranno essere trasmesse via posta certificata sottoscritte e firmate digitalmente (oltre che in formato pdf). I Soggetti Cedenti si riservano la facoltà di chiedere la trasmissione degli originali tutte le volte che ne ravvisino la necessità e/o l opportunità. 5.4 Il presente Bando e quanto nello stesso previsto sono regolati dalla legge italiana. Per ogni controversia relativa al presente Bando, alla sua interpretazione, esecuzione, validità o efficacia, nonché derivante dai rapporti pre-contrattuali sarà competente in via esclusiva il Foro di Varese. 14

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA BAGNANTI E PULIZIA VASCHE DEGLI EDIFICI E DELLE PISCINE, NONCHE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE ALLEGATO AL VERBALE DELL UDIENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE PROCEDURA N R.G.E. PROCEDIMENTO DI DIVISIONE N. I L G I U D I C E Visto il provvedimento reso all udienza del nella procedura esecutiva

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ Novembre 2014 INDICE Sezione 1: Documentazione e Classificazione dei Cambi di Titolarità... 4 1. TIPOLOGIE DI CAMBI DI TITOLARITÀ... 8 1.1.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 15/2014

NOTA OPERATIVA N. 15/2014 NOTA OPERATIVA N. 15/2014 OGGETTO: La crisi di impresa e le possibili soluzioni - Introduzione La crisi economica, che ha investito il nostro Paese, sta avendo effetti devastanti sulle imprese; la presente

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS ISTRUZIONI MOD.COM6BIS COMMERCIO ELETTRONICO 2 AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM6BIS, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA DELLA CIRCOLARE, ALLA QUALE

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

le parti concordano e stipulano quanto segue

le parti concordano e stipulano quanto segue Logo Prefettura Logo Ufficio Scolastico Regionale BOZZA PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Prefetto di.. nella persona del dott.. e il Direttore dell Ufficio Scolastico Regionale di.,. nella persona del dott....,

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Roma, 23/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 82

Roma, 23/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 82 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 23/04/2015 Circolare

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli