PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC SECONDO BANDO DI VENDITA SENZA INCANTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC SECONDO BANDO DI VENDITA SENZA INCANTO"

Transcript

1 PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC SECONDO BANDO DI VENDITA SENZA INCANTO PREMESSE a) In data giugno 2014 il Tribunale di Varese dichiarava il fallimento di S.I.A.C. INDUSTRIA ACCESSORI CAVARIA S.p.A., di seguito Fallimento Siac S.p.A., nominando il dott. Sandro Litigio Curatore; b) In data 28 novembre 2014 il Tribunale di Varese dichiarava lo stato di insolvenza di SOCIETA INDUSTRIE ACCESSORI CASTIGLIONI S.r.l. nominando Commissari Giudiziali l avv. Claudio Franceschini, l ing. Marco Sogaro ed il prof. Simone Manfredi; in data 1 aprile 2015 il Tribunale di Varese dichiarava con decreto il fallimento della stessa società, di seguito Fallimento SIAC INTERNATIONAL, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 270/1999 nominando Curatore il Prof. Simone Manfredi; c) Tra Fallimento Siac S.p.A., e Fallimento SIAC INTERNATIONAL è in vigore contratto di affitto d azienda stipulato in data 7/11/2013 a Rep /6.366 Notaio Paola Casali di Milano registrato all Agenzia delle Entrate 1 Ufficio Milano il 14/11/2013 Serie IT al n , di seguito il Contratto d Affitto d Azienda o il Contratto avente ad oggetto l azienda di seguito descritta; in forza del Contratto, Fallimento SIAC INTERNATIONAL ha attualmente alle proprie dipendenze l intero personale dipendente comprensivo di tutte le figure professionali e sta gestendo l attività, senza che la sottoposizione a procedura concorsuale di SIAC SPA, prima, e di SIAC INTERNATIONAL, dopo, abbia ad oggi determinato interruzione della continuità aziendale; d) Il Fallimento SIAC ed il Fallimento SIAC INTERNATIONAL, debitamente autorizzati dagli organi delle rispettive procedure, intendono, in conformità alle modalità, ai termini e condizioni descritti nel presente bando (di seguito il Bando ) proseguire la procedura per la vendita congiunta senza incanto (di seguito la Procedura di Vendita ) dell Azienda Siac, come definita al successivo punto e), relativamente alla quale si è già svolta una prima fase conclusasi in data 24 giugno 2015 senza la presentazione di offerte; e) L azienda oggetto della Procedura di Vendita, di seguito Azienda SIAC, è un complesso unitario di beni e rapporti corrente in Cavaria con Premezzo, via Cascina dei Ferrandi n. 85 esercente l attività di 1

2 fabbricazione, industria e commercio di articoli per calzature, minuterie metalliche in genere, macchine per la loro applicazione ed articoli affini composta da: e.1) l oggetto del Contratto d Affitto d Azienda che comprende (i) (ii) (iii) (iv) impianti e macchinari i contratti di leasing mobiliare i contratti stipulati per l esercizio dell azienda (che rispetto a quelli originariamente compresi nel Contratto d Affitto d Azienda si sono incrementati e modificati per effetto di ulteriori contratti che fanno capo al Fallimento SIAC INTERNATIONAL Srl, di seguito I Contratti del Fallimento SIAC INTERNATIONAL Srl per l esercizio dell azienda ) n. 221 dipendenti e (v) il diritto di utilizzare la denominazione S.I.A.C. INDUSTRIA ACCESSORI CAVARIA S.p.A. nonché le insegne, i segni distintivi, i simboli ed i nomi di dominio, di seguito l Azienda Affittata ; l Azienda Affittata è di proprietà del Fallimento SIAC S.p.A. ma gestita dal Fallimento SIAC INTERNATIONAL in forza del Contratto d Affitto d Azienda, da cui il Fallimento SIAC S.p.A. è receduto ai sensi dell art. 79 l.f.; e.2) e.3) alcune aree immobiliari adiacenti agli immobili di cui al successivo punto f) ove è esercitata l attività, nonché l area sottostante l immobile oggetto del Leasing Mediocredito Italiano S.p.A.; impianti, macchinari ed attrezzature originariamente non ricomprese nell Azienda Affittata; rimanenze non acquistate da SIAC INTERNATIONAL S.R.L. nel vigore del Contratto d Affitto d Azienda, tutti beni di proprietà del Fallimento SIAC S.p.A., di seguito, unitariamente, I Beni del Fallimento SIAC S.p.A. ; impianti e macchinari acquistati nel vigore del Contratto d Affitto d Azienda e rimanenze generatesi nel vigore del Contratto d Affitto d Azienda, di proprietà del Fallimento SIAC INTERNATIONAL S.r.l., di seguito unitariamente I Beni del Fallimento SIAC INTERNATIONAL ; 2

3 e.4) tutti gli altri beni e rapporti, diversi da quelli indicati ai precedenti punti e.1), e.2) ed e.3), che vengano espressamente indicati come inclusi nell Azienda SIAC in forza del presente Bando e più dettagliatamente al punto 2); f) L Azienda SIAC è attualmente condotta negli immobili siti in Cavaria con Premezzo (di cui SIAC S.p.A. è utilizzatrice in forza di contratto di leasing immobiliare n del 7/11/2007 con Commercio e Finanza S.p.A., di seguito Il Leasing Commercio e Finanza S.p.A. e di contratto di leasing immobiliare n del 26/10/2005 con Intesa Leasing S.p.A., oggi Mediocredito Italiano S.p.A., di seguito Il Leasing Mediocredito Italiano S.p.A. ), che il Fallimento SIAC INTERNATIONAL utilizza impegnandosi al pagamento delle sole spese di manutenzione ordinaria; g) per quanto riguarda il Leasing Commercio e Finanza S.p.A., il Fallimento SIAC S.p.A. si sta sciogliendo dal relativo contratto e sta concludendo con Commercio e Finanza S.p.A. in amministrazione straordinaria, di seguito Commercio e Finanza S.p.A., un accordo che prevede tempi e modalità di rilascio dell immobile oggetto del contratto stesso nonché la definizione di una indennità di occupazione da pagarsi sino alla data del rilascio, di seguito L Accordo per l Occupazione dell Immobile in Leasing che è parte integrante dell Azienda Siac; h) Al fine della Procedura di Vendita il Curatore del Fallimento SIAC S.p.A. ed il Curatore del Fallimento SIAC INTERNATIONAL hanno determinato in ,00 (novemilionitrecentocinquantamila) la nuova base d asta (di seguito la Base d Asta ) che le Offerte come di seguito definite dovranno rispettare, sulla base di un prezzo ribassato del 15% rispetto a quello del primo tentativo di vendita senza incanto ; i) Il Fallimento SIAC S.p.A. ed il Fallimento SIAC INTERNATIONAL hanno allestito una data room virtuale, di seguito la Data Room, che consentirà ai Soggetti Interessati, come di seguito definiti, alle condizioni e termini del Bando di effettuare una due diligence, di seguito Due Diligence, dell Azienda SIAC; in Data Room saranno disponibili tra l altro elenchi dettagliati dei beni e contratti compresi nell Azienda SIAC e gli elaborati peritali sulla base dei quali si è giunti alla determinazione della Base d Asta; 3

4 j) la cessione dell Azienda SIAC avverrà previo esperimento della procedura sindacale ex art. 47 L. 1990/428. Tutto ciò premesso, Il Fallimento SIAC S.p.A. ed il Fallimento SIAC INTERNATIONAL indicano di seguito l oggetto, le modalità, i termini e le condizioni relative alla Procedura di Vendita dell Azienda Siac. 1. MANIFESTAZIONE DI INTERESSE, ACCESSO ALLA DATA ROOM VIRTUALE E DUE DILIGENCE 1.1 Con il presente Bando si invitano gli interessati, di seguito I Soggetti Interessati o, con riferimento, ad uno o ciascuno di essi Il Soggetto Interessato, a manifestare interesse all acquisto dell Azienda SIAC alle condizioni di cui al Bando mediante l invio di apposita manifestazione d interesse (di seguito la Manifestazione d Interesse ) secondo le modalità, termini e condizioni di seguito indicati. 1.2 La Manifestazione d Interesse può essere formulata da soggetti italiani od esteri muniti di personalità giuridica secondo la legge del paese di appartenenza. Non verranno prese in considerazione le Manifestazioni d Interesse (i) pervenute da soggetti diversi da società di capitali (ii) pervenute da soggetti che alla data della presentazione siano sottoposti a procedure di liquidazione o concorsuali o, comunque, a qualsiasi tipo di procedura di ordinamento italiano od estero che denoti stato di insolvenza, cessazione dell attività, gestione coattiva etc. (iii) che siano proposte per persona da nominare o per le quali non sia identificabile una persona giuridica, (iv) che non siano redatte in lingua italiana o, ove redatte in altra lingua, che non siano accompagnate da traduzione giurata in lingua italiana, fermo restando che il testo italiano sarà l unico rilevante in caso di contrasto tra il testo italiano e quello in lingua straniera e (v) che non siano state predisposte in conformità a quanto previsto nel Bando. La Manifestazione d interesse dovrà contenere denominazione, indirizzo, numero di telefono, fax e indirizzo di posta elettronica certificata del Soggetto Interessato e di quello eventualmente delegato a corrispondere con Fallimento SIAC S.p.A. e Fallimento SIAC 4

5 INTERNATIONAL presso il quale i Soggetti Interessati dovranno dichiarare di voler ricevere le comunicazioni attinenti la Procedura di Vendita, elezione di domicilio in Italia per la Procedura di Vendita per i soggetti di nazionalità estera, un espressa dichiarazione di interesse all acquisto dell Azienda SIAC, una breve indicazione delle motivazioni che originano l interesse all acquisto, un breve profilo delle attività svolte dal soggetto che presenta la Manifestazione di Interesse e, se esistente, dal gruppo di appartenenza e/o della società controllante; alla Manifestazione d Interesse dovrà essere allegata una visura aggiornata al 2015 del Soggetto Interessato e la documentazione attestante i poteri del legale rappresentante. 1.3 Le Manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro la data e l ora di chiusura della Data Room come indicata al successivo punto 1.5 a mezzo posta elettronica certificata ad entrambi i seguenti indirizzi: per Fallimento SIAC S.p.A. e per Fallimento SIAC INTERNATIONAL con l indicazione Manifestazione d interesse Vendita Azienda SIAC e dovranno essere sottoscritte e firmate digitalmente dal legale rappresentante del Soggetto Interessato. Ove le Manifestazioni d Interesse pervengano dopo l apertura della Data Room come specificata al punto 1.5, il Soggetto Interessato, ove ammesso con le modalità di cui al successivo punto 1.4, non avrà diritto ad un prolungamento dei tempi di accesso alla Data Room rispetto a quelli indicati al successivo punto 1.5 né avrà diritto ad essere rimesso in termini rispetto ad attività o richieste per le quali sia previsto un termine, ove questo sia già scaduto. 1.4 Entro due giorni lavorativi dal ricevimento della Manifestazione d Interesse, il Curatore del Fallimento SIAC S.p.A. ed il Curatore del Fallimento SIAC INTERNATIONAL invieranno una comunicazione di ammissione ai soggetti che avranno inviato la Manifestazione d Interesse conforme al Bando per ammetterli alla Data Room. Alla comunicazione di ammissione saranno allegati l elenco della documentazione presente in Data Room, il regolamento della Data Room, e la bozza dell accordo di riservatezza. 1.5 I soggetti ammessi alla Data Room, di seguito I Soggetti Ammessi, potranno effettuare la Due Diligence dalle ore 9,00 del giorno successivo al deposito presso la Cancelleria del Tribunale di Varese del provvedimento del Giudice Delegato di autorizzazione alla pubblicazione del presente Bando (o dalle ore 9,00 del giorno 5

6 successivo alla data di invio della comunicazione di ammissione) sino al 21 luglio 2015 ore 12,00, previa sottoscrizione e firma digitale, per accettazione, da parte del legale rappresentante dell elenco della documentazione presente in Data Room, del regolamento della Data Room e dell allegata richiesta di accesso, e dell accordo di riservatezza. In Data Room saranno disponibili, tra gli altri, oltre a quanto indicato al punto j) delle Premesse: (i) bozza del contratto di cessione, di seguito Il Contratto di Cessione (ii) standard di comunicazione sindacale ai sensi dell art. 47, primo comma, della legge 29 dicembre 1990 n. 428, (iii) copia dell Accordo per l Occupazione dell Immobile in Leasing (iv) bozza della Fidejussione a favore della Società di Leasing come di seguito definita. 1.6 Entro le ore 19,00 del giorno 13 luglio 2015 i Soggetti Ammessi dovranno far pervenire per iscritto le proprie eventuali proposte di modifica alla bozza di documentazione contrattuale disponibile in Data Room come elencata al precedente punto 1.5 lett. (i) e (ii) ad entrambi i seguenti indirizzi pec: per Fallimento SIAC S.p.A. e per Fallimento SIAC INTERNATIONAL nonché a e I Soggetti Cedenti, come di seguito definiti, assistiti dai propri consulenti, provvederanno a valutare le osservazioni e comunicheranno al Soggetto Ammesso che avrà fatto pervenire tali osservazioni entro il 16 luglio 2015 h. 19,00 l eventuale non recepimento delle stesse, riservandosi la facoltà di sentire o convocare i Soggetti Ammessi per eventuali chiarimenti. 2. CONTENUTI ESSENZIALI DEL CONTRATTO DI CESSIONE 2.1 I soggetti cedenti sono il Fallimento SIAC S.p.A. il Fallimento Siac INTERNATIONAL, di seguito il Fallimento SIAC S.p.A. ed il Fallimento Siac INTERNATIONAL, congiuntamente, i Soggetti Cedenti. Ai fini della presente Procedura di Vendita i pagamenti previsti verranno effettuati al Fallimento SIAC S.p.A., che provvederà poi a versare al Fallimento Siac INTERNATIONAL la quota di competenza di quest ultimo. 6

7 2.2 Oggetto della Procedura di Vendita è la cessione dell Azienda Siac, come sopra definita, facente capo ai Soggetti Cedenti; l Azienda SIAC è costituita unitariamente dai beni mobili ed immobili, dalle rimanenze di materie prime, semilavorati, prodotti finiti, stampi e attrezzature tecniche, dai rapporti contrattuali ed, in generale da tutto quanto in essa compreso (ivi inclusi l Azienda Affittata, i Beni del Fallimento S.I.A.C. S.p.A., il Leasing Mediocredito Italiano S.p.A. e i Beni del Fallimento SIAC INTERNATIONAL ed i Contratti del Fallimento SIAC International Srl per l esercizio dell azienda) come sopra individuato e come verrà documentato in Data Room; in particolare l Azienda SIAC comprende i rapporti di lavoro con i n.221 dipendenti come da prospetto dettagliato che verrà reso disponibile in Data Room, con le modifiche che interverranno sino alla Data di Cessione come di seguito definita. 2.3 L Azienda SIAC comprende l Accordo per l Occupazione dell Immobile in Leasing. 2.4 Non saranno oggetto di cessione i debiti connessi all esercizio dell Azienda Siac anteriori alla Data della Cessione, come di seguito definita; i debiti vs. i dipendenti con esclusivo riferimento alle voci: trattamento di fine rapporto e ratei, di seguito Il Debito vs. i Dipendenti, potranno essere oggetto di accollo da parte del cessionario e potranno essere dedotti dal Prezzo Definitivo come di seguito definito solo se sarà raggiunto l accordo sindacale di cui al successivo punto 4.4 e solo ove vi sia espressa liberazione dal relativo debito dei Soggetti Cedenti nelle forme di legge; non saranno oggetto di cessione le attività diverse da quelle comprese nell Azienda SIAC, i crediti nonché tutti i diritti connessi all esercizio di azioni revocatorie e di responsabilità. 2.5 L Azienda SIAC ed i beni che la compongono verranno ceduti nello stato di fatto e di diritto in cui si troveranno alla Data della Cessione, come di seguito definita. Sarà esclusa ogni garanzia dei Soggetti Cedenti con riferimento all Azienda SIAC ed ai beni che la compongono quali a titolo esemplificativo garanzie relative ad impianti e macchinari, a sopravvenienze passive ovvero insussistenze o minusvalenze di attivo, ovvero a qualsiasi garanzia per vizi o mancanza di qualità. Il Fallimento SIAC S.p.A. si adopererà per la cancellazione dei vincoli esistenti sugli immobili compresi nei Beni del Fallimento SIAC S.p.A. 7

8 2.6 Per quanto concerne i rapporti di lavoro dipendente, il cessionario dovrà assumere tutti i dipendenti in forza ed obbligarsi a mantenere per almeno due anni i livelli occupazionali in essere alla Data di Cessione, come di seguito definita; i dipendenti passeranno direttamente alle dipendenze del cessionario con le modalità, alle condizioni e nei limiti definiti nell accordo preso nell ambito della procedura ex art. 47 L. 428/1990, fermi gli impegni di cui sopra; in caso di mancato accordo nell ambito della procedura ex art 47 L. 428/1990 si applicherà il disposto dell art c.c. 2.7 L ottenimento di eventuali autorizzazioni di autorità competenti che siano necessarie per la conclusione del Contratto di Cessione (ivi inclusi eventuali nulla-osta ai sensi delle normative anti-trust) sarà a carico esclusivamente del cessionario il quale sarà tenuto ad adempiere ad eventuali obblighi di comunicazione ai sensi della normativa anti-trust applicabile e sopporterà il rischio collegato all eventuale mancato, non tempestivo o condizionato rilascio delle stesse. 2.8 Ogni onere o spesa comunque inerente o conseguente al trasferimento dell Azienda SIAC sarà a carico del cessionario. 3. INVITO A PRESENTARE L OFFERTA - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE ALLA GARA PER LA SCELTA DEL MIGLIOR OFFERENTE 3.1 In relazione a quanto indicato in precedenza, i Soggetti Ammessi sono invitati sin d ora a formulare un offerta irrevocabile di acquisto (di seguito l Offerta ) alle condizioni, secondo i termini e le modalità indicate nel Bando (di seguito, collettivamente, Offerenti ed individualmente Offerente ). 3.2 L Offerta potrà essere presentata solo dai Soggetti Ammessi; ove il soggetto che presenta l Offerta intenda procedere all acquisizione in oggetto tramite una società veicolo appositamente costituita (di seguito Newco ) tale circostanza dovrà essere evidenziata nell Offerta. Qualora l Offerta venga presentata da una Newco, tutti i soci della Newco dovranno presentare dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante, attestante l intenzione di partecipare alla Procedura di Vendita congiuntamente con gli altri soggetti nominativamente individuati, ciascuno per la quota di specifico interesse espressamente indicata. Tutti i soci della Newco saranno 8

9 considerati Offerenti ai fini della Procedura di Vendita e saranno responsabili solidalmente tra loro, nonché in solido con Newco, in relazione a tutti gli obblighi di cui al presente Bando ed al Contratto di Cessione. Ove l Offerente sia una persona giuridica di nazionalità estera, la stessa dovrà costituire entro la data di sottoscrizione del Contratto di Cessione apposita società di capitali di diritto italiano, con sede in Italia, che, in caso venga scelto come il Miglior Offerente, si renderà acquirente dell Azienda SIAC, di seguito Newco Italiana, ferma la responsabilità solidale del socio di Newco Italiana con la stessa Newco Italiana per l adempimento di tutte le obbligazioni derivanti dal Bando e dal Contratto di Cessione. Non è ammessa la presentazione di un Offerta per persona da nominare e per la quale non sia chiaramente identificabile una persona giuridica o, in caso di Newco, oltre a questa, i suoi soci. 3.3 L Offerta dovrà essere redatta in lingua italiana ovvero, ove redatta in altra lingua, dovrà essere accompagnata da una traduzione giurata in italiano che sarà l unica rilevante in caso di contrasto tra i due testi ed eventuali documenti allegati in altra lingua dovranno essere corredati da traduzione giurata in italiano. L Offerta, a pena di esclusione, dovrà essere depositata entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 21 luglio 2015 presso la Cancelleria del Tribunale di Varese Sezione Fallimentare, P.za Cacciatori delle Alpi, Piano Primo, Stanza 142 in unico plico chiuso e sigillato, con timbro e firma dell Offerente sui lembi di chiusura, recante all esterno, oltre alla ragione sociale dell Offerente, il riferimento: RISERVATA Offerta irrevocabile Azienda SIAC. Non saranno presi in considerazione i plichi depositati in Cancelleria oltre il predetto termine 3.4 L Offerta dovrà essere formulata per un prezzo non inferiore alla Base d Asta. 3.5 Nel plico di cui al punto 3.3. dovrà essere incluso, oltre ad un indice completo del proprio contenuto: (i) il presente Bando siglato in ogni sua pagina e sottoscritto in calce dall Offerente per l accettazione di tutti i termini e le condizioni nello stesso indicati; (ii) dichiarazione, da redigersi su carta intestata dell Offerente e debitamente sottoscritta nella quale deve essere precisato il prezzo offerto per l Azienda SIAC, di seguito Il Prezzo, avente il seguente tenore: 9

10 (iii) (iv) (v) (vi) (vii) (viii) (ix) I termini utilizzati nella presente con la lettera maiuscola hanno lo stesso significato ad essi attribuito nel Bando. La presente costituisce offerta irrevocabile d acquisto dell Azienda SIAC, come definita nel Bando per la Procedura di Vendita della stessa, allegato alla presente, di titolarità di Fallimento SIAC S.p.A. e del Fallimento SIAC INTERNATIONAL ; il Prezzo offerto dalla sottoscritta è pari ad tenuto conto di ogni termine e condizione previsto nel Bando e nel Contratto di Cessione ivi incluse le obbligazioni relative ai dipendenti ed al mantenimento dei livelli occupazionali. L Offerta è valida ed irrevocabile sino al 30 settembre Pertanto l Offerente si obbliga a stipulare, ove venga indicato come il Miglior Offerente con le modalità indicate nel Bando, il Contratto di Cessione; Si intenderanno quali parti integranti del Contratto di Cessione l accordo sindacale, ove sia eventualmente sottoscritto all esito della procedura di consultazione sindacale ai sensi dell art.47 della Legge 29 dicembre 1990 n. 428 ovvero il relativo verbale o altra documentazione analoga attestante il mancato raggiungimento di tale accordo sindacale. Si dà atto di aver versato la cauzione pari al 10% del Prezzo per ; bozza del Contratto di Cessione siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce; comunicazione sindacale ai sensi dell art. 47, primo comma, della Legge 428/1990 secondo lo standard fornito in Data Room compilata in ogni sua parte siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce; visura dell Offerente aggiornata, copia dei documenti d identità dei firmatari e documentazione idonea ad attestarne i relativi poteri; dichiarazione d impegno dei soci di Newco o di Newco Italiana ai sensi del precedente punto 3.2 siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce; visura dei soci di Newco o di Newco Italiana aggiornata, copia dei documenti d identità dei firmatari e documentazione idonea ad attestarne i relativi poteri; documentazione attestante il versamento di una cauzione, di seguito la Cauzione, pari al 10% del Prezzo, con le seguenti modalità: assegno circolare intestato a Fallimento SI.A.C. S.p.A. ; dichiarazione di primario istituto di credito nazionale che attesti che l Offerente ha la disponibilità necessaria per elevare 10

11 (x) di un ulteriore 10% l importo della Cauzione, ove venga individuato come il Miglior Offerente ed entro dieci giorni da tale individuazione; fidejussione di primario istituto di credito nazionale (di seguito La Fidejussione a favore di Commercio e Finanza S.p.A. ) a prima richiesta a garanzia del pagamento dell indennità di occupazione per almeno un anno avente testo conforme a quello disponibile in Data Room. 3.6 Non saranno considerate valide ai fini della presente Procedura di Vendita le Offerte che non concernano tutti i beni ed i rapporti compresi nell Azienda Siac o che non siano redatte in conformità a quanto previsto nel Bando. 4. MODALITA DI SCELTA DEL MIGLIOR OFFERENTE 4.1 L apertura delle buste avverrà il giorno 22 luglio 2015 alle ore 11,00 presso il Tribunale di Varese, avanti al Giudice Delegato del Fallimento SIAC S.p.A. e del Fallimento SIAC INTERNATIONAL dott. Miro Santangelo, del Curatore del Fallimento SIAC S.p.A. e del Curatore del Fallimento SIAC INTERNATIONAL. Il legale rappresentante di ciascun Offerente, ovvero un suo procuratore speciale munito di procura speciale notarile, sarà tenuto a comparire all ora e nel luogo anzidetto anche ai fini della eventuale gara di cui infra: la mancata comparizione non escluderà la validità dell Offerta. 4.2 Dopo l apertura delle buste, il Giudice Delegato, i Curatori procederanno ad esaminare le Offerte ed a verificarne la validità. Le Offerte considerate invalide saranno escluse dal prosieguo della Procedura di Vendita. A quel punto: (i) in presenza di un unica offerta valida l unico Offerente sarà scelto come miglior offerente, di seguito Il Miglior Offerente ; (ii) in presenza di più Offerte valide, si svolgerà avanti al Giudice Delegato una gara per individuare il Miglior Offerente sulla base dell Offerta con il Prezzo più elevato e con rilancio minimo di ,00 (duecentomila) tra i legali rappresentanti e/o procuratori degli Offerenti presenti (iii) ove non vi fosse presente nessuno, il Miglior Offerente sarà quello che ha presentato l Offerta con il Prezzo più elevato. La procedura descritta al presente punto viene indicata di seguito come La Scelta del Miglior Offerente. 11

12 Entro il giorno successivo alla Scelta del Miglior Offerente, si procederà all invio della comunicazione ex art. 47 della Legge. 428/1990. Le Cauzioni consegnate dagli altri Offerenti saranno restituite. 4.3 Il Miglior Offerente si obbliga entro e non oltre dieci giorni dalla Scelta del Miglior Offerente e pena la revoca della stessa, a consegnare al Fallimento SIAC S.p.A. a mezzo assegno circolare un importo pari al 10% del Prezzo Definitivo per integrare la Cauzione già versata. In caso di inadempimento all obbligo di cui al presente punto da parte del Miglior Offerente, la Scelta del Miglior Offerente si intenderà immediatamente revocata ed i Soggetti Cedenti potranno trattenere la Cauzione, trattenendo il relativo importo a titolo di risarcimento del danno forfettariamente determinato ai sensi e per gli effetti di cui all art c.c., salvo il diritto a far valere il maggior danno eventualmente subito. 4.4 Il Miglior Offerente avrà venticinque giorni di tempo, decorrenti dalla Scelta del Miglior Offerente, per esperire la trattativa e siglare l accordo sindacale ai sensi dell art. 47 della Legge 428/1990 con le rappresentanze dei lavoratori competenti. I Curatori, ove necessario, non appena raggiunto l accordo provvederanno a siglarlo unitamente alle altre parti; in caso venga raggiunto l accordo e questo lo preveda, il Miglior Offerente avrà facoltà di accollarsi il Debito vs. i Dipendenti e di dedurlo dal Prezzo Definitivo con le modalità indicate nel Contratto di Cessione solo previa liberazione dei Soggetti Cedenti dallo stesso ai sensi di legge; in caso di mancato raggiungimento dell accordo si procederà egualmente alla stipula del Contratto di Cessione con applicazione dell art c.c. 4.5 Il Contratto di Cessione verrà stipulato entro e non oltre il 15 settembre La stipulazione avverrà avanti a Notaio il cui nominativo verrà reso noto dai Soggetti Cedenti entro la data di chiusura della Data Room. Alla Data di Cessione si svolgeranno nel seguente ordine cronologico le seguenti attività: - Versamento del Prezzo Definitivo (dedotto il Debito vs. i Dipendenti risultante solo verificatasi l ipotesi di cui al precedente punto 4.4) in unica soluzione da parte del Miglior Offerente a favore del Fallimento SIAC S.p.A., che provvederà poi a liquidare la quota di competenza del Fallimento Siac INTERNATIONAL secondo accordi intervenuti tra i Soggetti Cedenti; il pagamento avverrà con 12

13 fondi immediatamente disponibili e valuta alla Data di Cessione o, in alternativa con assegni circolari emessi da primario istituto di credito italiano all ordine Fallimento S.I.A.C. S.p.A.; - stipula del Contratto di Cessione da parte dei Soggetti Cedenti e del Miglior Offerente in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata; - sottoscrizione e consegna a Commercio e Finanza S.p.A. della comunicazione attestante il subentro del cessionario nell Accordo per l Occupazione dell Immobile e consegna a Commercio e Finanza S.p.A. della Fidejussione a favore della Società di Leasing - consegna dell Azienda SIAC mediante apposito verbale; - restituzione della Cauzione ove non imputata al Prezzo Definitivo; - compimento di eventuali ulteriori adempimenti di legge in relazione al Contratto di Cessione. 4.6 In caso di inadempimento del Miglior Offerente all obbligo di cui al precedente punto 4.3, all obbligo di stipulare il Contratto di Cessione entro il termine indicato e/o a quello di pagare il Prezzo Definitivo, la Scelta del Miglior Offerente si intenderà immediatamente revocata ed i Soggetti Cedenti potranno trattenere la Cauzione, trattenendo il relativo importo a titolo di risarcimento del danno forfettariamente determinato ai sensi e per gli effetti di cui all art c.c., salvo il diritto a far valere il maggior danno eventualmente subito, con rinuncia del Miglior Offerente ad ogni pretesa. 5. VARIE 5.1 La pubblicazione del presente Bando cosi come la ricezione delle Manifestazioni di Interesse e delle Offerte non comporta per i Soggetti Cedenti alcun obbligo o impegno di vendita dell Azienda SIAC nei confronti dei Soggetti Interessati e/o dei Soggetti Ammessi e/o degli Offerenti nè, per tali soggetti, alcun diritto ad esigere qualsivoglia prestazione nei confronti dei Soggetti Cedenti. Sino alla Scelta del Miglior Offerente, i Soggetti Cedenti si riservano la facoltà di recedere in qualsiasi momento dalle trattative di vendita, qualunque sia il loro stato e grado di avanzamento, nonché di sospendere, interrompere o modificare i termini e le condizioni della Procedura di Vendita, ovvero di assumere impegni vincolanti nei confronti di altri soggetti terzi, senza che per ciò i Soggetti Interessati e/o i Soggetti Ammessi e/o gli Offerenti possano avanzare nei confronti dei Soggetti Cedenti alcuna pretesa a titolo di risanamento del danno o di indennizzo. 13

14 5.2Il presente Bando non costituisce un invito a offrire, né un offerta al pubblico ex art del cod. civ. o una sollecitazione del pubblico risparmio ex art. 94 e ss. del D.Lgs. n. 58 del 24 febbraio Tutte le comunicazioni dei Soggetti Interessati, dei Soggetti Ammessi, degli Offerenti e del Migliore Offerente previste dal presente Bando dovranno essere trasmesse via posta certificata sottoscritte e firmate digitalmente (oltre che in formato pdf). I Soggetti Cedenti si riservano la facoltà di chiedere la trasmissione degli originali tutte le volte che ne ravvisino la necessità e/o l opportunità. 5.4 Il presente Bando e quanto nello stesso previsto sono regolati dalla legge italiana. Per ogni controversia relativa al presente Bando, alla sua interpretazione, esecuzione, validità o efficacia, nonché derivante dai rapporti pre-contrattuali sarà competente in via esclusiva il Foro di Varese. 14

F.D.G. (BEMBERG) SpA in Amministrazione Straordinaria Commissario straordinario Prof. Avv. Francesco Fimmanò BANDO DI VENDITA Il sottoscritto Prof.

F.D.G. (BEMBERG) SpA in Amministrazione Straordinaria Commissario straordinario Prof. Avv. Francesco Fimmanò BANDO DI VENDITA Il sottoscritto Prof. F.D.G. (BEMBERG) SpA in Amministrazione Straordinaria Commissario straordinario Prof. Avv. Francesco Fimmanò BANDO DI VENDITA Il sottoscritto Prof. Avv. Francesco Fimmanò, è interessato a ricevere offerte

Dettagli

Tribunale di Campobasso. Concordato Preventivo n. 2/2012. ARENA AGROINDUSTRIE ALIMENTARI S.p.a.

Tribunale di Campobasso. Concordato Preventivo n. 2/2012. ARENA AGROINDUSTRIE ALIMENTARI S.p.a. Tribunale di Campobasso Concordato Preventivo n. 2/2012 ARENA AGROINDUSTRIE ALIMENTARI S.p.a. Procedura competitiva per la cessione dei marchi d impresa SURGELATI ARENA marchio (figurativo) - ARENA SURGELATI

Dettagli

FILATURA DI POLLONE S.p.A

FILATURA DI POLLONE S.p.A FILATURA DI POLLONE S.p.A INVITO A MANIFESTARE INTERESSE ALL ACQUISTO DELLA FILATURA DI POLLONE S.R.L. Filatura di Pollone S.p.A. ( Filatura di Pollone ), società con sede in Pollone (Biella), via A. Botto

Dettagli

AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DI ALITALIA LINEE AEREE ITALIANE S.P.A. AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI

AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DI ALITALIA LINEE AEREE ITALIANE S.P.A. AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DI ALITALIA LINEE AEREE ITALIANE S.P.A. AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI 1. Premesse Su istanza di Alitalia Linee Aeree Italiane S.p.A. (di seguito, Alitalia o la Società ),

Dettagli

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER L ACQUISTO DI TUTTO O PARTE DEL COMPLESSO AZIENDALI DI FIREMA TRASPORTI IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER L ACQUISTO DI TUTTO O PARTE DEL COMPLESSO AZIENDALI DI FIREMA TRASPORTI IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER L ACQUISTO DI TUTTO O PARTE DEL COMPLESSO AZIENDALI DI FIREMA TRASPORTI IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA Premesso che a) con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER LA VENDITA DI RAMO D AZIENDA ELETTRO 33 IN LIQUIDAZIONE SPA (GIA ELECA SPA)

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER LA VENDITA DI RAMO D AZIENDA ELETTRO 33 IN LIQUIDAZIONE SPA (GIA ELECA SPA) TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI COMO Sezione Fallimenti Procedura n. 89/2013 Giudice Delegato Dott. Alessandro Petronzi Curatore Dott.ssa Elena Mognoni Fallimento ELETTRO 33 SPA IN LIQUIDAZIONE AVVISO DI

Dettagli

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME concordato preventivo 1/2014 a carico di Italfer srl Regolamento di vendita Immobili

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME concordato preventivo 1/2014 a carico di Italfer srl Regolamento di vendita Immobili TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME concordato preventivo 1/2014 a carico di Italfer srl Regolamento di vendita Immobili Nell ambito del programma di liquidazione, redatto ai sensi dell art. 104 ter della Legge

Dettagli

IL CONSORZIO UNITARIO TORRINO MEZZOCAMMINO

IL CONSORZIO UNITARIO TORRINO MEZZOCAMMINO IL CONSORZIO UNITARIO TORRINO MEZZOCAMMINO Con sede in Roma, Via Vallisneri n.3, attuatore della Convenzione Urbanistica a rogito del Notaio Luigi La Gioia di Roma in data 18 settembre 2002 rep.n.50882/11567

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER LA VENDITA DI RAMO DI AZIENDA PRECEDUTA DA UNA LOCAZIONE ***

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER LA VENDITA DI RAMO DI AZIENDA PRECEDUTA DA UNA LOCAZIONE *** TRIBUNALE DI LECCO Fallimento nr. 38/2014 Tomasi S.r.l. in liquidazione Giudice Delegato: Dott. Dario Colasanti Curatore: Avv. Stefano Artese *** AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER LA VENDITA DI RAMO

Dettagli

QUATTROCCHIO BANDO DI VENDITA DELL AZIENDA DI TITOLARITA DEL FALLIMENTO XXXXX

QUATTROCCHIO BANDO DI VENDITA DELL AZIENDA DI TITOLARITA DEL FALLIMENTO XXXXX TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI TORINO SESTA SEZIONE CIVILE FALLIMENTI Giudice Delegato: Dott.ssa Maurizia GIUSTA Curatore: Prof. Dott. Luciano Matteo QUATTROCCHIO BANDO DI VENDITA DELL AZIENDA DI TITOLARITA

Dettagli

LOTTO IMMOBILE PROPRIETÀ VALORE BASE 1 Porzione di fabbricato, sito in Sesto San Giovanni, (Milano - Italia), via XXIV Maggio, n. 8/10.

LOTTO IMMOBILE PROPRIETÀ VALORE BASE 1 Porzione di fabbricato, sito in Sesto San Giovanni, (Milano - Italia), via XXIV Maggio, n. 8/10. 2 AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DI ALITALIA - LINEE AEREE ITALIANE S.P.A. E ALITALIA SERVIZI S.P.A Oggetto: bando per la procedura di vendita dei beni immobili di proprietà di Alitalia - Linee Aeree Italiane

Dettagli

Tribunale di Udine Concordato Preventivo n. 24/2014 REGOLAMENTO DI VENDITA PER LE ASTE ON LINE ASTA 1051

Tribunale di Udine Concordato Preventivo n. 24/2014 REGOLAMENTO DI VENDITA PER LE ASTE ON LINE ASTA 1051 Tribunale di Udine Concordato Preventivo n. 24/2014 REGOLAMENTO DI VENDITA PER LE ASTE ON LINE ASTA 1051 IT Auction s.r.l., su incarico del Liquidatore Giudiziale delegato alle operazioni di vendita dei

Dettagli

PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC REGOLAMENTO DATA ROOM VIRTUALE RELATIVO AL SECONDO BANDO

PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC REGOLAMENTO DATA ROOM VIRTUALE RELATIVO AL SECONDO BANDO PROCEDURA DI VENDITA DELL AZIENDA SIAC REGOLAMENTO DATA ROOM VIRTUALE RELATIVO AL SECONDO BANDO Il presente regolamento, di seguito il Regolamento, disciplina le modalità di accesso e di consultazione

Dettagli

TRIBUNALE DI SALERNO SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 67/2015

TRIBUNALE DI SALERNO SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 67/2015 Giudice Delegato: dott.ssa Maria Elena Del Forno Curatore: dott. Eduardo Grimaldi P.E.C.: f67.2015salerno@pecfallimenti.it TRIBUNALE DI SALERNO SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 67/2015 INVITO ALLA PRESENTAZIONE

Dettagli

Concordato Preventivo N. 15/2013

Concordato Preventivo N. 15/2013 Concordato Preventivo N. 15/2013 TRIBUNALE ORDINARIO DI URBINO Giudice Delegato: Presidente Dott. Francesco Nitri Commissario Giudiziale: Dott.ssa Silvana Canestrari Liquidatore Giudiziale: Dott. Nicola

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA VENDITA DI BENE IMMOBILE

DISCIPLINARE PER LA VENDITA DI BENE IMMOBILE Imposta di bollo assolta con contributo unificato (L. 488/99) RGF 37/10 omissis TRIBUNALE DI CHIETI SEZIONE FALLIMENTARE G.D. Dott. Adolfo Ceccarini Curatore Dott. L. Raimondi nella procedura di fallimento

Dettagli

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA II Bando

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA II Bando TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE Sezione Fallimentare Fallimento n. 92/2014 PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA II Bando INVITO A PRESENTARE OFFERTE IRREVOCABILI PER L ACQUISTO DI BENI MOBILI Il Dott. Alessandro

Dettagli

REGOLAMENTO STRAORDINARIA

REGOLAMENTO STRAORDINARIA REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI OFFERTE IRREVOCABILI INERENTI L ACQUISTO DEL RAMO D AZIENDA LAMINATI ESERCITATO DA LIRI INDUSTRIALE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA A) Con sentenza

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI FALLIMENTO A.T.E. CENTER S.R.L. Vista l autorizzazione del Comitato dei Creditori al Programma di liquidazione che prevede

TRIBUNALE DI FORLI FALLIMENTO A.T.E. CENTER S.R.L. Vista l autorizzazione del Comitato dei Creditori al Programma di liquidazione che prevede TRIBUNALE DI FORLI FALLIMENTO A.T.E. CENTER S.R.L. N. 18/10 Reg.Fall. Sentenza: n. 18 del 12 aprile 2010 BANDO DI VENDITA IMMOBILIARE Ill.mo Signor Giudice Delegato DOTT.ALBERTO PAZZI Il sottoscritto Dott.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER CESSIONE DI BENI AZIENDALI Le procedure di fallimento di seguito indicate, a mezzo dei rispettivi Curatori: REVAS GROUP SpA-

DISCIPLINARE DI GARA PER CESSIONE DI BENI AZIENDALI Le procedure di fallimento di seguito indicate, a mezzo dei rispettivi Curatori: REVAS GROUP SpA- DISCIPLINARE DI GARA PER CESSIONE DI BENI AZIENDALI Le procedure di fallimento di seguito indicate, a mezzo dei rispettivi Curatori: REVAS GROUP SpA- dott. Piergiorgio Renier, REVAS Srl - dott. Roberto

Dettagli

AVVISO DI VENDITA DELL IMMOBILE SITO IN MATERA, PIAZZA SAN FRANCESCO 2, SENZA BASE D ASTA 2. DATI E INQUADRAMENTO URBANISTICO DELL IMMOBILE

AVVISO DI VENDITA DELL IMMOBILE SITO IN MATERA, PIAZZA SAN FRANCESCO 2, SENZA BASE D ASTA 2. DATI E INQUADRAMENTO URBANISTICO DELL IMMOBILE AVVISO DI VENDITA DELL IMMOBILE SITO IN MATERA, PIAZZA SAN FRANCESCO 2, SENZA BASE D ASTA 1. OGGETTO DELLA VENDITA La Banca d Italia, con sede legale in Roma, Via Nazionale, 91, intende alienare l immobile

Dettagli

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP AVVISO D ASTA N... Allegato 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP Il/la sottoscritto/a Cognome Nome Comune di nascita Provincia

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA

TRIBUNALE DI BRESCIA VIA TRIESTE 77 F 25018 MONTICHIARI BRESCIA TEL. 0309981177 - FAX 0309981092 e-mail : procedure@studioprignacca.it TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE SPECIALE D IMPRESA Fallimento xxxx G.D.: Dott. Paolo Bonofiglio

Dettagli

SOLLECITAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

SOLLECITAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE SOLLECITAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L ACQUISIZIONE DEL COMPLESSO AZIENDALE DI PROPRIETA DELLA FADALTI S.P.A. IN LIQ. IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA I sottoscritti dott.

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA DI VENDITA DI E-VAI CAR SHARING INVITO A MANIFESTARE INTERESSE

AVVISO DI PROCEDURA DI VENDITA DI E-VAI CAR SHARING INVITO A MANIFESTARE INTERESSE AVVISO DI PROCEDURA DI VENDITA DI E-VAI CAR SHARING INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PREMESSA SEMS Servizi per la Mobilità Sostenibile S.r.l., con sede legale in Milano (MI), Piazzale Cadorna 14, iscritta

Dettagli

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA DI CESSIONE DELL IMMOBILE DI PORTO CERVO DI TITOLARITÁ DELLA SOCIETÁ NUOVA ANDREA FASHION S.P.A. IN A.S.

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA DI CESSIONE DELL IMMOBILE DI PORTO CERVO DI TITOLARITÁ DELLA SOCIETÁ NUOVA ANDREA FASHION S.P.A. IN A.S. DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA DI CESSIONE DELL IMMOBILE DI PORTO CERVO DI TITOLARITÁ DELLA SOCIETÁ NUOVA ANDREA FASHION S.P.A. IN A.S. INDICE I. Premesse 1. Requisiti dei soggetti offerenti 2. Informazioni

Dettagli

PROPRIETÀ DI EUR S.P.A.

PROPRIETÀ DI EUR S.P.A. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER L ACQUISTO DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DI EUR S.P.A. Eur S.p.A. con sede legale in Roma, Largo Virgilio Testa n. 23, iscritta presso il Registro delle Imprese di Roma,

Dettagli

TRIBUNALE DI PADOVA *** AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE PROCEDURA COMPETITIVA

TRIBUNALE DI PADOVA *** AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE PROCEDURA COMPETITIVA Fall. 2BG s.r.l. n. 164/2014 TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: 2BG s.r.l. n. 164/2014 GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Manuela Elburgo CURATORE: Dott.ssa Monica Benetollo AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE

Dettagli

2) la dichiarazione di almeno un Istituto di credito attestante la capacità economica e finanziaria del concorrente;

2) la dichiarazione di almeno un Istituto di credito attestante la capacità economica e finanziaria del concorrente; DISCIPLINARE PER LA VENDITA DELL IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI CREMONA IN VIA DEL SALE N. 81 INDIVIDUATO CATASTALMENTE AL FG. 100 MAPPALE 131 E DEL PREFABBRICATO SITO IN CREMONA IN VIA DEL CASELLO N. 1 INDIVIDUATO

Dettagli

AVVISO DI VENDITA DEL COMPENDIO IMMOBILIARE SITO IN VARESE, VIA CAVOUR 21 SENZA BASE D ASTA

AVVISO DI VENDITA DEL COMPENDIO IMMOBILIARE SITO IN VARESE, VIA CAVOUR 21 SENZA BASE D ASTA AVVISO DI VENDITA DEL COMPENDIO IMMOBILIARE SITO IN VARESE, VIA CAVOUR 21 SENZA BASE D ASTA 1. OGGETTO DELLA VENDITA La Banca d Italia, con sede legale in Roma, Via Nazionale, 91, intende alienare l immobile

Dettagli

A. OGGETTO B. PRIMA FASE DELLA PROCEDURA - MANIFESTAZIONE DI INTERESSE REGOLAMENTO PROCEDURA COMPETITIVA AD EVIDENZA PUBBLICA

A. OGGETTO B. PRIMA FASE DELLA PROCEDURA - MANIFESTAZIONE DI INTERESSE REGOLAMENTO PROCEDURA COMPETITIVA AD EVIDENZA PUBBLICA REGOLAMENTO PROCEDURA COMPETITIVA AD EVIDENZA PUBBLICA A. OGGETTO Il presente regolamento (il Regolamento ) è volto ad individuare i pincipali termini della procedura competitiva ad evidenza pubblica (la

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA DISCIPLINARE DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DI N. 53 IMMOBILI EXTRARESIDENZIALI IN ROMA DI PROPRIETA DELL A.T.E.R. DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE D I PORTOSCUSO

COMUNE D I PORTOSCUSO COMUNE D I PORTOSCUSO P R O V I N C I A D I C A R B O N I A I G L E S I A S Bando di gara per la cessione della quota di partecipazione nella società Tonnara Su Pranu Portoscuso srl di proprietà del Comune

Dettagli

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA I Bando

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA I Bando TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE Sezione Fallimentare Fallimento n. 92/2014 PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA I Bando INVITO A PRESENTARE OFFERTE IRREVOCABILI PER L ACQUISTO DI BENI MOBILI Il Dott. Alessandro

Dettagli

Abbigliamento Grosseto S.r.L. in Amministrazione Straordinaria BANDO

Abbigliamento Grosseto S.r.L. in Amministrazione Straordinaria BANDO BANDO PER LA RACCOLTA DI OFFERTE VINCOLANTI DI ACQUISTO DELL AZIENDA ABBIGLIAMENTO GROSSETO S.R.L. IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA *** PREMESSE - In data 10 dicembre 2013 il Tribunale di Grosseto ha accertato

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CESSIONE DELLA PROPRIETA' DI N. 6 AUTORIMESSE MEDIANTE PERMUTA DI POSTI AUTO.

DISCIPLINARE PER LA CESSIONE DELLA PROPRIETA' DI N. 6 AUTORIMESSE MEDIANTE PERMUTA DI POSTI AUTO. DISCIPLINARE PER LA CESSIONE DELLA PROPRIETA' DI N. 6 AUTORIMESSE MEDIANTE PERMUTA DI POSTI AUTO. Termine di ricezione delle offerte: ore 12,00 del giorno 13 maggio 2016 Modalità di partecipazione e recapito

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DEI CREDITI COMMERCIALI DEL GRUPPO CIT IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DEI CREDITI COMMERCIALI DEL GRUPPO CIT IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DEI CREDITI COMMERCIALI DEL GRUPPO CIT IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA PREMESSE A. Con decreto datato 8 marzo 2006, il Ministero delle Attività Produttive (oggi Ministero dello

Dettagli

INVITO AD OFFRIRE PER L'ACQUISTO DELL'IMMOBILE DI VIA E. SCALFARO N 1 CATANZARO (EX UFFICI DIREZIONALI CASSA EDILE)

INVITO AD OFFRIRE PER L'ACQUISTO DELL'IMMOBILE DI VIA E. SCALFARO N 1 CATANZARO (EX UFFICI DIREZIONALI CASSA EDILE) INVITO AD OFFRIRE PER L'ACQUISTO DELL'IMMOBILE DI VIA E. SCALFARO N 1 CATANZARO (EX UFFICI DIREZIONALI CASSA EDILE) La Cassa Edile di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia rende noto che intende avviare una

Dettagli

VEICOLI TARGATI AZIENDALI

VEICOLI TARGATI AZIENDALI TRIBUNALE DI FOGGIA - Articolazione Territoriale di Lucera - SEZIONE FALLIMENTARE Procedura di concordato preventivo n. 05/2012 - G.D. G. Placentino ---^-^-^-^-^--- Bando per la procedura competitiva di

Dettagli

Immobiliare Elste Seconda s.r.l. in liquidazione, con sede. in Milano, via G.C. Merlo 1, c.f 00990500183, R.E.A. di

Immobiliare Elste Seconda s.r.l. in liquidazione, con sede. in Milano, via G.C. Merlo 1, c.f 00990500183, R.E.A. di BANDO DI VENDITA AVENTE PER OGGETTO IL CONTRATTO DI LEASING RELATIVO ALL EDIFICIO COMMERCIALE SITO IN CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MI) VIA VERDI 104 1) Il dott. Diego Moscato, liquidatore giudiziario di Immobiliare

Dettagli

SOLLECITAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DI OFFERTE IRREVOCABILI

SOLLECITAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DI OFFERTE IRREVOCABILI SOLLECITAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DI OFFERTE IRREVOCABILI PER L ACQUISIZIONE DEL COMPLESSO AZIENDALE DI PROPRIETA DELLA FADALTI S.P.A. IN LIQ. IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA I sottoscritti dott. Renato

Dettagli

PROCEDURA DI VENDITA MEDIANTE INVITO PUBBLICO AD OFFRIRE DEL CESPITE SITO NEL TERRITORIO DI PESCARA CORSO VITTORIO EMANUELE II, 10

PROCEDURA DI VENDITA MEDIANTE INVITO PUBBLICO AD OFFRIRE DEL CESPITE SITO NEL TERRITORIO DI PESCARA CORSO VITTORIO EMANUELE II, 10 LIGESTRA DUE SRL Cap. Soc. Euro 50.000 i.v. Registro Imprese di Roma C.F. e Part. IVA n. 08881801008 R.E.A. n. RM/1123853 PROCEDURA DI VENDITA MEDIANTE INVITO PUBBLICO AD OFFRIRE DEL CESPITE SITO NEL TERRITORIO

Dettagli

TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013. GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Maria Antonia Maiolino

TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013. GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Maria Antonia Maiolino TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013 GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Maria Antonia Maiolino CURATORE: Dott.ssa Monica Benetollo AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE

Dettagli

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA V Bando

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA V Bando TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE Sezione Fallimentare Fallimento n. 96/2014 PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA V Bando INVITO A PRESENTARE OFFERTE IRREVOCABILI PER L ACQUISTO DI BENI MOBILI Il Dott. Alessandro

Dettagli

TRIBUNALE DI GENOVA Sezione Fallimentare

TRIBUNALE DI GENOVA Sezione Fallimentare TRIBUNALE DI GENOVA Sezione Fallimentare *** AVVISO DI VENDITA Il sottoscritto dott. Roberto Bozzo, curatore del fallimento Immobiliare e Sviluppo srl, visti gli atti ed in particolare la relazione dell

Dettagli

TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013 AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE PROCEDURA COMPETITIVA

TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013 AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE PROCEDURA COMPETITIVA TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013 GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Maria Antonia Maiolino CURATORE: Dott.ssa Monica Benetollo AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE

Dettagli

1) Condizioni della vendita lotto 1

1) Condizioni della vendita lotto 1 ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE VIA UGO LA MALFA, 4 25124 - BRESCIA Tel.: 030.22.28.49 - Fax.: 030.22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 111/12 XXXXXXX. C.F. 02885980983 Giudice

Dettagli

Allegato 1 OFFERTE SEGRETE

Allegato 1 OFFERTE SEGRETE Allegato 1 OFFERTE SEGRETE 1) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA La Domanda di Partecipazione tramite Offerta Segreta all Asta dovrà essere redatta su carta semplice e conformemente al seguente schema:

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA PROCEDURA ESPLORATIVA FINALIZZATA A RACCOGLIERE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALL ACQUISTO DEL 34% DELLA QUOTA DI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA PROCEDURA ESPLORATIVA FINALIZZATA A RACCOGLIERE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALL ACQUISTO DEL 34% DELLA QUOTA DI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA PROCEDURA ESPLORATIVA FINALIZZATA A RACCOGLIERE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALL ACQUISTO DEL 34% DELLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE DETENUTA DA OMB INTERNATIONAL S.R.L. NELLA SOCIETÀ

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 320/2013 (pr. 1006-14) xxx nonché personale del signor xxx con sede in xxx cod. fiscale: xxxx

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 320/2013 (pr. 1006-14) xxx nonché personale del signor xxx con sede in xxx cod. fiscale: xxxx ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE Via Ugo La Malfa, 4 25124 - BRESCIA Tel. 030 22.28.49 - FAX 030 22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 320/2013 (pr. 1006-14) xxx nonché personale

Dettagli

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo)

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) Via Berni, 25 52011 BIBBIENA (Arezzo) 0575/5305 - FAX 0575/530667 www.comune.bibbiena.ar.it Partita IVA 00137130514 Conto corrente postale n. 124529 SERVIZIO: U.O.

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA CESSIONE DELLE AZIONI DI STOÀ ISTITUTO DI STUDI PER LA DIREZIONE E GESTIONE D'IMPRESA S.C.P.A.

BANDO DI GARA PER LA CESSIONE DELLE AZIONI DI STOÀ ISTITUTO DI STUDI PER LA DIREZIONE E GESTIONE D'IMPRESA S.C.P.A. BANDO DI GARA PER LA CESSIONE DELLE AZIONI DI STOÀ ISTITUTO DI STUDI PER LA DIREZIONE E GESTIONE D'IMPRESA S.C.P.A. A. OGGETTO Il Comune di Napoli con deliberazione della Giunta Comunale n. 389 del 5.06.2014

Dettagli

( RAMO IT ) E CALL CENTER

( RAMO IT ) E CALL CENTER BANDO PER LA PROCEDURA DI VENDITA DEI RAMI AZIENDALI TELECOMUNICAZIONI ( RAMO TLC ) E DIFESA ( RAMO DIFESA ) FACENTI CAPO AD EUTELIA SPA IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA ( EUTELIA ) EVENTUALMENTE, ANCHE

Dettagli

N 62/1998 R.G.E. (riunita con le proc. esec. N. 74/98, 101/98, 02/99, 13/99, 24/99, 50/99, 57/99, 59/99, 86/99)

N 62/1998 R.G.E. (riunita con le proc. esec. N. 74/98, 101/98, 02/99, 13/99, 24/99, 50/99, 57/99, 59/99, 86/99) TRIBUNALE CIVILE DI VASTO AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO DELEGATA N 62/1998 R.G.E. (riunita con le proc. esec. N. 74/98, 101/98, 02/99, 13/99, 24/99, 50/99, 57/99, 59/99, 86/99) Il professionista

Dettagli

OFFERTA VINCOLANTE. Il Sottoscritto, nato a,, il, domiciliato in, C.F.

OFFERTA VINCOLANTE. Il Sottoscritto, nato a,, il, domiciliato in, C.F. OFFERTA VINCOLANTE, Spett.le EniServizi SpA c/o Dott. AVONDOLA Domenico Studio Notarile AVONDOLA Domenico Via Cesare Battisti, 11 20122 MILANO Egregi Signori, Oggetto: Procedura di alienazione dell Immobile

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER CESSIONE DEI BENI DELLA SOCIETÀ xxxxx E C. SRL IN LIQUIDAZIONE

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER CESSIONE DEI BENI DELLA SOCIETÀ xxxxx E C. SRL IN LIQUIDAZIONE TRIBUNALE DI BRESCIA - SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA CONC. PREV. xxxxxx - C.P. n. 4/2015 (pr. 996-15) GIUDICE DELEGATO: dott. PAOLO BONOFIGLIO COMMISSARIO GIUDIZIALE: dott. MAURO SALVINELLI

Dettagli

AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI LIBERE

AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI LIBERE AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI LIBERE L Asta ha per oggetto unità immobiliari residenziali libere, di proprietà della S.C.I.P. - Società Cartolarizzazione Immobili Pubblici S.r.l.

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA DISCIPLINARE DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DI N. 45 IMMOBILI EXTRARESIDENZIALI E 1 AREA IN ROMA DI PROPRIETA DELL A.T.E.R. DEL

Dettagli

CENTRO DI FORMAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE ISOLA DI SAN SERVOLO VENEZIA

CENTRO DI FORMAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE ISOLA DI SAN SERVOLO VENEZIA CENTRO DI FORMAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE INVITO A MANIFESTARE INTERESSE AD ACQUISIRE PARTECIPAZIONI NELLA GESTIONE DEL CENTRO DI FORMAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE PRESSO VENICE INTERNATIONAL UNIVERSITY

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE Provincia di Catania BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE

COMUNE DI CALTAGIRONE Provincia di Catania BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI CALTAGIRONE Provincia di Catania BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE In esecuzione della deliberazione di C.C. n. 35 del 21/11/2014 e della Delibera del Commissario Straordinario

Dettagli

Edilizia Provinciale Grossetana S.p.A.

Edilizia Provinciale Grossetana S.p.A. 01311090532 Edilizia Provinciale Grossetana S.p.A. SEDE LEGALE: Via Arno n. 2 58100 GROSSETO - CAPITALE SOCIALE 4.000.000,00 INTERAMENTE VERSATO Codice Fiscale e Numero d iscrizione del REGISTRO delle

Dettagli

PROCEDURA COMPETITIVA PER LA CESSIONE DEL

PROCEDURA COMPETITIVA PER LA CESSIONE DEL Fallimento n. 62/2011 Ambrosio Group Hoding Spa In liq.ne Tribunale di Nola PROCEDURA COMPETITIVA PER LA CESSIONE DEL MARCHIO IMPRESA EXTYN REGOLAMENTO PREMESSA A. In data 29 giugno 2011, con sentenza

Dettagli

BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE

BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI CALTAGIRONE Provincia di Catania BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE In esecuzione alla determina dirigenziale n. 524 del 14/07/2011 si rende noto che il giorno 29 Agosto 2011.

Dettagli

TRIBUNALE DI FOGGIA. - Articolazione Territoriale di Lucera - SEZIONE FALLIMENTARE. Procedura di concordato preventivo n. 05/2012 - G.D. G.

TRIBUNALE DI FOGGIA. - Articolazione Territoriale di Lucera - SEZIONE FALLIMENTARE. Procedura di concordato preventivo n. 05/2012 - G.D. G. TRIBUNALE DI FOGGIA - Articolazione Territoriale di Lucera - SEZIONE FALLIMENTARE Procedura di concordato preventivo n. 05/2012 - G.D. G. Placentino ---^-^-^-^-^--- Bando per la procedura competitiva di

Dettagli

COMUNE DI ISOLA DEL LIRI PROVINCIA DI FROSINONE

COMUNE DI ISOLA DEL LIRI PROVINCIA DI FROSINONE COMUNE DI ISOLA DEL LIRI PROVINCIA DI FROSINONE SERVIZIO IV SPECIALISTICO IN AREE TECNICHE URBANISTICA E ASSETTO DEL TERRITORIO P.ZZA SAN FRANCESCO 03036 ISOLA DEL LIRI (FR) BANDO DI GARA INFORMALE DI

Dettagli

INVTO A MANIFESTARE INTERESSE

INVTO A MANIFESTARE INTERESSE INVTO A MANIFESTARE INTERESSE all acquisto di un ramo d azienda organizzato per l esercizio dell attività di vendita di GPL ai clienti finali nel territorio dei Comuni di Grosseto e di Campagnatico -----------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

BANDO PER LA PROCEDURA DI VENDITA DEL COMPLESSO AZIENDALE DI TITOLARITA DELLA G.D.M. S.p.A. IN LIQUIDAZIONE E AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

BANDO PER LA PROCEDURA DI VENDITA DEL COMPLESSO AZIENDALE DI TITOLARITA DELLA G.D.M. S.p.A. IN LIQUIDAZIONE E AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA BANDO PER LA PROCEDURA DI VENDITA DEL COMPLESSO AZIENDALE DI TITOLARITA DELLA G.D.M. S.p.A. IN LIQUIDAZIONE E AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA Oggetto: Bando per la Procedura di Vendita del Complesso Aziendale

Dettagli

per l acquisto ovvero per l affitto con impegno irrevocabile all acquisto

per l acquisto ovvero per l affitto con impegno irrevocabile all acquisto TRIBUNALE DI UDINE CONCORDATO PREVENTIVO n. 24/2014 COOPCA SOCIETA COOPERATIVA CARNICA DI CONSUMO IN LIQ. AVVISO DI RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L ACQUISTO, OVVERO PROPOSTE PER AFFITTO CON

Dettagli

COMUNE DI BOGLIASCO PROVINCIA DI GENOVA

COMUNE DI BOGLIASCO PROVINCIA DI GENOVA COMUNE DI BOGLIASCO PROVINCIA DI GENOVA BANDO PER L ALIENAZIONE A TRATTATIVA PRIVATA PREVIO ESPERIMENTO DI GARA UFFICIOSA DEI POSTI AUTO SCOPERTI SITI IN VIA GUGLIELMO MARCONI, IN BOGLIASCO. Prot. n. 1)

Dettagli

TRIBUNALE DI ANCONA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE

TRIBUNALE DI ANCONA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE TRIBUNALE DI ANCONA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE Fallimento n. 38/2007 Il sottoscritto Rag. Fabio Gobbi, Curatore del fallimento in epigrafe, avvisa che, in esecuzione del programma di liquidazione approvato

Dettagli

DISCIPLINARE DI PROCEDURA (GARA)

DISCIPLINARE DI PROCEDURA (GARA) DISCIPLINARE DI PROCEDURA (GARA) Premesso che a) Finpiemonte S.p.A. (da ora Finpiemonte) è l ente strumentale della Regione Piemonte e degli altri enti pubblici che costituiscono il suo capitale sociale;

Dettagli

AVVISO DI VENDITA DEI BENI DI TITOLARITÀ DEL FALLIMENTO CALL FOR OFFERS

AVVISO DI VENDITA DEI BENI DI TITOLARITÀ DEL FALLIMENTO CALL FOR OFFERS TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI TORINO Fallimento n. 229/10 GRUPPO FINANZIARIO IMMOBILIARE s.r.l. in liquidazione Presidente e Giudice Delegato: Dott.ssa Giovanna Carla DOMINICI Curatore: Prof. Dott. Luciano

Dettagli

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE IRREVOCABILI INERENTI L ACQUISTO DEI BENI INCLUSI NEL PATRIMONIO FALLIMENTARE SUDDIVISO NELLE CATEGORIE DI SEGUITO ELENCATE A) Con sentenza datata 2 agosto

Dettagli

L asta sarà dichiarata deserta qualora non venga presentata almeno un offerta valida.

L asta sarà dichiarata deserta qualora non venga presentata almeno un offerta valida. COMUNE DI CALTAGIRONE Provincia di Catania BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE In esecuzione alla determina dirigenziale n. 524 del 14/07/2011, esecutiva ai sensi di legge, si rende noto

Dettagli

AVVISO D ASTA PER LA VENDITA DI N. 1 BENE MOBILE DI PROPRIETA DELLA BANCA D ITALIA

AVVISO D ASTA PER LA VENDITA DI N. 1 BENE MOBILE DI PROPRIETA DELLA BANCA D ITALIA AVVISO D ASTA PER LA VENDITA DI N. 1 BENE MOBILE DI PROPRIETA DELLA BANCA D ITALIA Si rende noto che il giorno 20 luglio 2015, con inizio alle ore 10.00, presso i locali della Banca d Italia - Centro Donato

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA Fallimento R.F. 107/2012 QUINTO Esperimento di Vendita

TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA Fallimento R.F. 107/2012 QUINTO Esperimento di Vendita TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA Fallimento R.F. 107/2012 QUINTO Esperimento di Vendita Si rende noto che il giorno mercoledì 29 giugno 2016 alle ore 11.00 presso lo Studio del Curatore, dott. Emilio

Dettagli

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino Prot. n.23 AVVISO D ASTA PUBBLICA IL DIRIGENTE Vista la deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 del 09/06/2008, n. 2 del 28/01/2009 e n. 9 del 23/03/2010;

Dettagli

AVVIARE LA TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DEL RAMO DI AZIENDA DETENUTO DA GROMA SRL

AVVIARE LA TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DEL RAMO DI AZIENDA DETENUTO DA GROMA SRL AVVISO DI PROCEDURA PER LA SELEZIONE DEL SOGGETTO/DEI SOGGETTI CON CUI AVVIARE LA TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DEL RAMO DI AZIENDA DETENUTO DA GROMA SRL I. Premessa GROMA Srl, con sede legale in

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI - PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE Sviluppo Economico e Attività Produttive. AVVISO DI GARA

PROVINCIA DI CAGLIARI - PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE Sviluppo Economico e Attività Produttive. AVVISO DI GARA PROVINCIA DI CAGLIARI - PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE Sviluppo Economico e Attività Produttive. AVVISO DI GARA per la cessione della quota di partecipazione di proprietà dell'amministrazione Provinciale

Dettagli

A) ENTE CEDENTE B) OGGETTO DELLA PROCEDURA

A) ENTE CEDENTE B) OGGETTO DELLA PROCEDURA Avviso d interpello per la selezione del soggetto o dei soggetti da ammettere alla trattativa privata per la cessione dell intera quota di partecipazione detenuta dalla Società Aeroporto Catania S.p.A.

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO - SEZIONE FALLIMENTARE. Fall. 1046/14 DUE ELLE ALIMENTARI SRL. Sentenza 1071/14 del 04.12.2014/ dep 09.12.2014

TRIBUNALE DI MILANO - SEZIONE FALLIMENTARE. Fall. 1046/14 DUE ELLE ALIMENTARI SRL. Sentenza 1071/14 del 04.12.2014/ dep 09.12.2014 TRIBUNALE DI MILANO - SEZIONE FALLIMENTARE Fall. 1046/14 DUE ELLE ALIMENTARI SRL Sentenza 1071/14 del 04.12.2014/ dep 09.12.2014 G.D. Dott. Guido Macripò Curatore Avv. Dario Radice * * * * AVVISO DI GARA

Dettagli

SI DA ATTO CHE IL COMPLESSO IMMOBILIARE RISULTA OCCUPATO E CHE VERRA RESO LIBERO DAL COMUNE ENTRO LA DATA DEL 31.12.2014.

SI DA ATTO CHE IL COMPLESSO IMMOBILIARE RISULTA OCCUPATO E CHE VERRA RESO LIBERO DAL COMUNE ENTRO LA DATA DEL 31.12.2014. COMUNE DI BRESCIA SETTORE CASA, HOUSING SOCIALE, VALORIZZAZIONE PATRIMONIO Servizio Patrimonio e Inventari Via Marconi n.12 25128 BRESCIA Tel.: 030 2978747/8719/8746/8413 fax 030 2978564 BANDO DI GARA

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 289/2013 (pr. 792-14) xxxx nonché personale del socio xxxxx con sede in xxxx cod.

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 289/2013 (pr. 792-14) xxxx nonché personale del socio xxxxx con sede in xxxx cod. ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE Via Ugo La Malfa, 4 25124 - BRESCIA Tel. 030 22.28.49 - FAX 030 22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 289/2013 (pr. 792-14) xxxx nonché personale

Dettagli

AVVISO DI VENDITA ALL INCANTO DI BENI IMMOBILI. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Area III Servizi Tecnici

AVVISO DI VENDITA ALL INCANTO DI BENI IMMOBILI. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Area III Servizi Tecnici COMUNE DI SELVINO Provincia di Bergamo Corso Mano, 19 - C.a.p. 24020 - P. IVA 00631310166 Servizio III - Area Servizi Tecnici tel. 035-764250 fax 035-764085 E-Ma: edizia.privata@comunediselvino.it Selvino,13

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx. Giudice Delegato: Dott. Paolo Bonofiglio Curatore: Dott.

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx. Giudice Delegato: Dott. Paolo Bonofiglio Curatore: Dott. ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE VIA UGO LA MALFA, 4 25124 - BRESCIA Tel.: 030.22.28.49 - Fax.: 030.22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx Giudice Delegato:

Dettagli

TRIBUNALE DI LUCCA SEZIONE FALLIMENTARE CONCORDATO PREVENTIVO n.23/2015 BENETTI SAIL DIVISION s.p.a. in liquidazione corrente in Viareggio (LU) via

TRIBUNALE DI LUCCA SEZIONE FALLIMENTARE CONCORDATO PREVENTIVO n.23/2015 BENETTI SAIL DIVISION s.p.a. in liquidazione corrente in Viareggio (LU) via TRIBUNALE DI LUCCA SEZIONE FALLIMENTARE CONCORDATO PREVENTIVO n.23/2015 BENETTI SAIL DIVISION s.p.a. in liquidazione corrente in Viareggio (LU) via Marina di Levante, 1 INVITO A PRESENTARE OFFERTE IRREVOCABILI

Dettagli

ART. 2 STATO DI FATTO E DI DIRITTO La vendita è a corpo, nello stato di fatto e di diritto in cui il bene mobile si trova.

ART. 2 STATO DI FATTO E DI DIRITTO La vendita è a corpo, nello stato di fatto e di diritto in cui il bene mobile si trova. Bando di vendita mediante asta pubblica di mobili di proprietà di S.E.U.S. S.C.p.A. La Società S.E.U.S. SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA S.C.p.A. RENDE NOTO - che il giorno 04.12.2012, alle ore 10,00,

Dettagli

AVVISO D ASTA PER L ALIENAZIONE DI UN AUTOMEZZO USATO FORD FOCUS - DI PROPRIETÀ DELL UNIVERSITÀ DI FOGGIA (C2_2015)

AVVISO D ASTA PER L ALIENAZIONE DI UN AUTOMEZZO USATO FORD FOCUS - DI PROPRIETÀ DELL UNIVERSITÀ DI FOGGIA (C2_2015) Prot. n. 16505-I/7 del 01/07/2015 Rep. A.U.A. n. 208-2015 AVVISO D ASTA PER L ALIENAZIONE DI UN AUTOMEZZO USATO FORD FOCUS - DI PROPRIETÀ DELL UNIVERSITÀ DI FOGGIA 1 ART. 1- OGGETTO E IMPORTO A BASE D

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BELLUNO. Ufficio Esecuzioni Immobiliari. Avviso di vendita di beni immobili. (artt. 591-bis, 570 e 576 cpc)

TRIBUNALE ORDINARIO DI BELLUNO. Ufficio Esecuzioni Immobiliari. Avviso di vendita di beni immobili. (artt. 591-bis, 570 e 576 cpc) 1 90/12 R.G. Esec. TRIBUNALE ORDINARIO DI BELLUNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Avviso di vendita di beni immobili (artt. 591-bis, 570 e 576 cpc) Il professionista delegato, dott.ssa Gaffuri Silvana,

Dettagli

AVVISO DI VENDITA DELLA PARTECIPAZIONE AZIONARIA DETENUTA DA MILANO SERRAVALLE MILANO TANGENZIALI S.P.A.P.A.

AVVISO DI VENDITA DELLA PARTECIPAZIONE AZIONARIA DETENUTA DA MILANO SERRAVALLE MILANO TANGENZIALI S.P.A.P.A. AVVISO DI VENDITA DELLA PARTECIPAZIONE AZIONARIA DETENUTA DA MILANO SERRAVALLE MILANO TANGENZIALI S.P.A. NELLA AUTOSTRADA BRESCIA VERONA VICENZA PADOVA S.P.A. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A.

Dettagli

FALLIMENTO SIDER PIANA SAS DI GABRIELE MAGGIONI in AVVISO VENDITA DI IMMOBILE INVITO AD OFFRIRE

FALLIMENTO SIDER PIANA SAS DI GABRIELE MAGGIONI in AVVISO VENDITA DI IMMOBILE INVITO AD OFFRIRE TRIBUNALE DI BERGAMO FALLIMENTO SIDER PIANA SAS DI GABRIELE MAGGIONI in liquidazione R.G. n. 258/2013 Giudice delegato: dott.ssa Giovanna Golinelli Curatore fallimentare: dott. Emanuele Rigoldi AVVISO

Dettagli

Comune di Palaia Prov. di Pisa AVVISO DI VENDITA DI AZIONI DELLA SOCIETA PUBLISERVIZI SPA

Comune di Palaia Prov. di Pisa AVVISO DI VENDITA DI AZIONI DELLA SOCIETA PUBLISERVIZI SPA Comune di Palaia Prov. di Pisa AVVISO DI VENDITA DI AZIONI DELLA SOCIETA PUBLISERVIZI SPA Il Comune di Palaia, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47 del 29/11/2013, ha proceduto ad aggiornare

Dettagli

MACCHINARI ED ATTREZZATURE PER LA PRODUZIONE DI LATERIZI

MACCHINARI ED ATTREZZATURE PER LA PRODUZIONE DI LATERIZI TRIBUNALE DI FOGGIA - Articolazione Territoriale di Lucera - SEZIONE FALLIMENTARE Procedura di concordato preventivo n. 05/2012 - G.D. G. Placentino ---^-^-^-^-^--- Bando per la procedura competitiva di

Dettagli

TRIBUNALE DI CREMONA. Sezione fallimentare. FALLIMENTO: CMF + NUOVA TECNO SRL sede in Cremona, V. Milano n. 18

TRIBUNALE DI CREMONA. Sezione fallimentare. FALLIMENTO: CMF + NUOVA TECNO SRL sede in Cremona, V. Milano n. 18 Fall. n. 7/2013 TRIBUNALE DI CREMONA Sezione fallimentare FALLIMENTO: CMF + NUOVA TECNO SRL sede in Cremona, V. Milano n. 18 Giudice Delegato : Dott.ssa Maria Marta Cristoni Curatore: Dott. Ernesto Quinto

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

COMUNE DI BARBARESCO Provincia di Cuneo

COMUNE DI BARBARESCO Provincia di Cuneo COMUNE DI BARBARESCO Provincia di Cuneo 12050 PIAZZA DEL MUNICIPIO N.1 Tel. 0173.635135 - Fax 0173.635234 E-mail: barbaresco@comune.barbaresco.cn.it P.E.C.: pec@pec.comune.barbaresco.cn.it IL RESPONSABILE

Dettagli