S p e c i a l e : a n n i v e rs a r i o d e l l a S. O. M. S. d i P i e t ra M a ra z z i

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "S p e c i a l e : 1 5 0 a n n i v e rs a r i o d e l l a S. O. M. S. d i P i e t ra M a ra z z i"

Transcript

1 Allegato 1 S p e c i a l e : a n n i v e rs a r i o d e l l a S. O. M. S. d i P i e t ra M a ra z z i Centocinquantanni di mutualismo L idea del mutualismo, ovvero quella di riunirsi in gruppo di persone per affrontare assieme difficoltà o problemi singoli o di una categoria (valore base che ha originato la nascita delle Società Operaie) risale a tempi remotissimi: V. le corporazioni operaie dell antica Grecia, le solidalitates romane e poi i vari Collegi, Congregazioni, Confraternite, ecc. italiane dal medioevo in poi. Nella 2ª metà dell Ottocento, con il nascere delle prime strutture industriali, anche il concetto di mutualità decolla definitivamente, non essendo in grado la neonata entità statale di dare risposte ai problemi sociali che derivano dal lavoro. E solo dopo il 1860 che ha luogo in Italia la straordinaria svolta delle S.O.M.S., la quale trova riscontro in una nuova presa di coscienza di questa esigenza e delle situazioni perlopiù legate al crescente sviluppo industriale, ma anche dei problemi riferiti all elevazione morale e culturale dei soci. La data di nascita della S.O.M.S. di Pietra Marazzi è il 29 giugno La tensione civile che ha caratterizzato la nascita e lo sviluppo delle S.O.M.S. ha determinato i primi veri segni di cambiamento nella società italiana, ancora prigioniera delle strutture corporative e delle drammatiche diseguaglianze di ceto che impedivano il processo di emancipazione delle classi più deboli. In questo senso (come sottolineavano nel 2006 il Presidente della Provincia di Alessandria Paolo Filippi e l Assessore alla Cultura Rita Rossa in occasione della Mostra a Palazzo Guasco delle Bandiere delle S.O.M.S. provinciali) la solidarietà, la condivisione dei percorsi di vita, la volontà di superare insieme le difficoltà, ha fornito la spinta decisiva allo sviluppo del progetto democratico, di una forma di governo che fosse del e per il popolo. Nella figura in alto è riportata la storica bandiera della S.O.M.S. di Pietra Marazzi, con le mani in fede (due mani che si stringono l emblema più antico e ripetuto delle Società Operaie e delle Cooperative) intorno al quale la Società si riconosceva ed identificava e che per 150 anni ha accompagnato i momenti più significativi della storia del sodalizio e dei suoi soci. Il Sindaco Non solo salamini. Quando si parla della S.O.M.S., il pensiero dei Pietramarazzesi corre subito alle numerose iniziative di carattere gastronomico o festaiolo ed ecco che nella memoria di ciascuno scorrono le immagini delle varie sagre, della Terrazza San Martino con file di tavoli imbanditi, di affezionati e famelici avventori in spasmodica attesa degli agnolotti o del galletto arrosto, della piazza con la pista da ballo, delle cene sociali, della tombola, delle varie feste di carnevale o della donna, dei tornei di carte, ed altro ancora.

2 Pagina 2 Comune in...forma! Allegato Vi sono, tuttavia, ambiti di attività attraverso i quali la S.O.M.S. di Pietra Marazzi prosegue quelle finalità di assistenza, mutualismo, volontariato, aiuto reciproco per assicurare le quali è stata creata nell ormai lontano Nell immaginario collettivo dei Pietramarazzesi è del tutto comprensibile che il pensiero si concentri subito sulle feste e sulle sagre poiché, fortunatamente, le tutele di carattere sanitario, sociale, assistenziale di cui oggi gode il cittadino fanno si che risulti quasi superfluo l intervento di altri soggetti, che non siano pubblici, impegnati a garantirne la salvaguardia. Prendiamo, però, il caso delle adozioni a distanza: forse non tutti sono a conoscenza del fatto che la S.O.M.S. ha provveduto, in collaborazione con il Gruppo Assefa di Alessandria, a garantire numerose adozioni a distanza a favore di altrettanti bambini indiani che, grazie al contributo fornito dai Soci, hanno avuto la possibilità di vestirsi, studiare, o semplicemente sfamarsi. Quando il Paese è stato colpito da calamità naturali quali l alluvione nell Alessandrino del 1994, il terremoto in Umbria e Marche nel 1997 ed altre analoghe sciagure, la S.O.M.S. si è mossa sollecitamente per assicurare alle popolazioni colpite un aiuto, anche piccolo, ma altamente significativo concretizzato in collette alimentari, vestiario, giocattoli, ecc. Non possiamo nemmeno dimenticare che alcuni Soci, indossata la divisa della S.O.M.S., sono anche partiti da Pietra Marazzi per portare un aiuto diretto alle persone in difficoltà. Un attenta lettura dei bilanci annuali del sodalizio ci conferma che tutti gli anni, ovviamente in relazione all entità delle entrate, una parte dei ricavi delle varie manifestazioni viene devoluta ad associazioni che si occupano di disabili, di malati, di attività di prevenzione oppure, più semplicemente, viene assegnato un contributo alle varie maratone di solidarietà come Telethon, Medici senza Frontiere, AISM ed altre ancora. Da parecchi anni ormai è attivo un corso bisettimanale di ginnastica riservato alle Socie a costi decisamente inferiori rispetto a quelli praticati da professionisti del settore ma ugualmente gestito con competenza e professionalità da un esperta insegnante mentre, di recente, è stata acquistata l apparecchiatura per la magnetoterapia che consente ai Soci di fruire in sede di applicazioni normalmente fornite presso le strutture sanitarie del territorio Insieme alla tessera di Socio, dal 2013 viene consegnato a ciascuno il tesserino FIMIV che dà diritto ai Soci, semplicemente componendo un numero verde, di fruire di consulenza medica telefonica, assistenza medica a domicilio in caso di emergenza o impedimento, invio di un medico, di un ambulanza, di un infermiere, spesa a domicilio, assistenza ai minori ed altri vantaggi a beneficio specialmente di persone anziane, sole oppure in difficoltà. Questi e tanti altri piccoli grandi gesti di solidarietà vengono oggi realizzati dalla S.O.M.S. di Pietra Marazzi che non ha certamente perso per strada i princìpi ispiratori che ne hanno caratterizzato la nascita e contrassegnato i 150 anni di storia. Essa, anzi, intende accrescere il senso della propria presenza nel tessuto sociale del Paese e se la visibilità della S.O.M.S. risulta oggi legata prevalentemente alle iniziative di carattere ricreativo e gastronomico è bene tenere presente che, per ogni salamino acquistato alla sagra, una parte anche piccola ma significativa del ricavato verrà destinata a queste ed altre analoghe finalità.

3 Allegato Comune in...forma! Pagina 3 Qualche anticipazione sul programma La ricorrenza del 150 anniversario della fondazione della S.O.M.S. di Pietra Marazzi non può essere ridotta ad una semplice cerimonia di commemorazione, due discorsi e qualche applauso: essa merita ben altro per dare risalto e conferire la necessaria importanza al compleanno di una delle istituzioni più longeve del Piemonte e per meglio agevolare la comprensione del fenomeno dell associazionismo spontaneo, di ciò che ha rappresentato e di ciò che tuttora rappresenta. Il Comitato per i festeggiamenti del 150esimo anniversario della S.O.M.S. di Pietra Marazzi, appositamente creato, sta lavorando in questa prospettiva in vista della predisposizione di un programma che, una volta sottoposto all approvazione del Consiglio Direttivo, accompagnerà i Pietramarazzesi nei prossimi mesi e si svilupperà attraverso una serie di iniziative di carattere culturale, artistico, sportivo, musicale, ecc. con l obiettivo di predisporre un offerta fruibile dalla maggior parte dei cittadini nel tentativo di soddisfare le esigenze e le aspettative di tutti Pur non essendo ancora stato definito nei dettagli il calendario, è tuttavia possibile fornire in anteprima qualche informazione circa le iniziative in cantiere. Le celebrazioni prenderanno avvio Sabato 20 Aprile con una cerimonia di apertura e vedranno la loro conclusione con un analoga cerimonia di chiusura per conferire all evento la giusta importanza e risonanza esterna. Sabato 1 e Domenica 2 Giugno si svolgerà l annuale Sagra delle ciliegie. Sabato 29 Giugno ricorre il compleanno della S.O.M.S. e per questa importante ricorrenza verrà celebrata una S. Messa, scoperta una lapide commemorativa del 150enario, un pranzo sociale ed altri eventi a seguire. E in cantiere l organizzazione, nel periodo estivo, di una giornata dedicata ai cortili aperti nel corso della quale in diversi luoghi di Pietra Marazzi si potranno degustare piatti tipici, ascoltare musica, assistere a proiezioni e percorrere itinerari storico-culturali. A metà Luglio verrà celebrata la Festa Patronale della Madonna del Carmine. Il 31 Agosto ed il 1 Settembre vedranno lo svolgimento della Sagra dei Maccheroni e del Barbera quest anno alla sua 51 edizione con cottura dei maccheroni, intrattenimenti vari, grigliata alla Terrazza San Martino, ballo pubblico, ed altro ancora. Sono inoltre previsti: un torneo di calcetto, due gare podistiche del 150enario, concerti di musica classica, rock, jazz e canto corale, convegni e conferenze sui temi della mutualità e della solidarietà, mercatini all aperto, presentazione di libri e pubblicazione di studi in materia, mostre tematiche, fotografiche e tante altre iniziative tutte sotto il segno del centocinquantenario in modo da lasciare nella memoria dei Pietramarazzesi il ricordo di eventi piacevoli e la consapevolezza del bene comune che la S.O.M.S. rappresenta per il paese. Il Comitato Organizzatore è al lavoro: saranno graditissimi i suggerimenti, le idee e la collaborazione individuale che tutti i concittadini vorranno fornire e, per agevolare ciò, è stato appositamente creato il profilo facebook della S.O.M.S. ed è attivo l indirizzo di posta elettronica:

4 Il nuovo Consiglio Direttivo Il Consiglio Direttivo della S.O.M.S. di Pietra Marazzi per il biennio , eletto nel corso dell Assemblea dei Soci tenutasi il giorno 01/02/2013, risulta così composto: PRESIDENTE VICEPRESIDENTE CASSIERE SEGRETARIO ECONOMO CONSIGLIERE CONSIGLIERE Aldo Gregori Barbara Cacciola Ada Barberis Giuseppe Peola Ornella Manfredini Marisa Cipri Gianni Galati Gentile Famiglia Il Presidente scrive Nell anno 2013 ricorre il centocinquantesimo anniversario della fondazione della S.O.M.S. Pietra Marazzi. Si tratta di un importante occasione che impegnerà il Consiglio Direttivo e tutti i Soci nelle celebrazioni per la ricorrenza di una delle istituzioni più longeve del Piemonte e così fondamentale per la vita dell intera comunità pietramarazzese tanto da essere considerata da sempre un preciso e sicuro punto di riferimento. Nel corso del 2013 verranno, infatti, sviluppate diverse iniziative di carattere culturale, sportivo, artistico, ecc. la cui programmazione è già in fase di perfezionamento al fine di predisporre una serie di eventi che accompagneranno nei prossimi mesi i Soci, la cittadinanza e tutti i simpatizzanti e sostenitori della S.O.M.S. Risulta tuttavia evidente che, accanto al costante contributo di volontariato da sempre prestato da parte dei Soci, occorra anche un sostegno di partecipazione e di presenza della comunità di Pietra Marazzi che consentirebbe la buona riuscita delle varie manifestazioni oltre ad una graditissima gratificazione nei confronti di coloro che le organizzano. Sono, pertanto, con questa lettera a richiederle di voler contribuire con la Sua presenza alla buona riuscita delle manifestazioni nella convinzione che le celebrazioni del 150 anniversario consentiranno di accrescere ulteriormente, presso i pietramarazzesi, la consapevolezza che la S.O.M.S. rappresenta un patrimonio irrinunciabile per tutta la comunità. Confido nella Sua sensibilità e disponibilità e, nella speranza di incontrarla presto, porgo distinti saluti. Il Presidente della S.O.M.S. Aldo Gregori

5 COMUNE I!

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE Comune di Spilamberto REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 45 del 28.05.2012, divenuta esecutiva ai

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, PATROCINI E USO DI STRUTTURE PUBBLICHE

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, PATROCINI E USO DI STRUTTURE PUBBLICHE REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, PATROCINI E USO DI STRUTTURE PUBBLICHE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 28.02.2011 Modificata con deliberazione del

Dettagli

Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè. Adozione testo definitivo del 02/05/2014

Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè. Adozione testo definitivo del 02/05/2014 Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè Adozione testo definitivo del 02/05/2014 Art.1 RIFERIMENTI ALLO STATUTO COMUNALE 1 Il presente Regolamento si ispira al Titolo III

Dettagli

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it 1 La Mutua per la Maremma La Banca della Maremma che, coerentemente con i propri principi ispiratori, valorizza la centralità della persona, ha deli berato

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Lazio Via Pianciani 32 00185 Roma

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Lazio Via Pianciani 32 00185 Roma MPI- AOODRLA Registro Ufficiale Prot. n. 24274 uscita Roma, 12 ottobre 2010 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Statali del Lazio, di ogni ordine e grado Ai Coordinatori delle Attività educative

Dettagli

APRE A MONZA UN ECCELLENZA ASSISTENZIALE PER MALATI DI SLA E IN STATO VEGETATIVO

APRE A MONZA UN ECCELLENZA ASSISTENZIALE PER MALATI DI SLA E IN STATO VEGETATIVO APRE A MONZA UN ECCELLENZA ASSISTENZIALE PER MALATI DI SLA E IN STATO VEGETATIVO Verrà inaugurato il 18 gennaio prossimo alle ore 10,30 a Monza un innovativo centro destinato all accoglienza di malati

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) Settore Servizi Sociali e Cultura REGOLAMENTO COMUNALE PER l ISTITUZIONE DELL Albo delle Associazioni E PER I Rapporti con le Associazioni Approvato con

Dettagli

Newsletter dell Assessorato alle politiche sociali. Carissimi,

Newsletter dell Assessorato alle politiche sociali. Carissimi, Newsletter dell Assessorato alle politiche sociali 16 Febbraio Newsletter Numero 1 /2015 Carissimi, Dopo una breve interruzione, riprende l invio delle notizie dal nostro Municipio, con una newsletter

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE...2 PARTE I: PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE...3 PARTE II: LE NOSTRE ATTIVITÀ...5 PARTE III: I NOSTRI STANDARD ED IMPEGNI...

SOMMARIO PRESENTAZIONE...2 PARTE I: PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE...3 PARTE II: LE NOSTRE ATTIVITÀ...5 PARTE III: I NOSTRI STANDARD ED IMPEGNI... Pag. 1 di 8 SOMMARIO PRESENTAZIONE...2 PARTE I: PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE...3 PARTE II: LE NOSTRE ATTIVITÀ...5 PARTE III: I NOSTRI STANDARD ED IMPEGNI...7 PARTE IV: LA VERIFICA DEGLI IMPEGNI ASSUNTI...8

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE O.N.L.U.S.

STATUTO DI ASSOCIAZIONE O.N.L.U.S. STATUTO DI ASSOCIAZIONE O.N.L.U.S. Art.1 Costituzione, denominazione e sede 1) E costituita, ai sensi della Legge 266/91, l Associazione denominata Gruppo di Solidarietà Internazionale Amici di Joaquim

Dettagli

indigenti: lo straordinario

indigenti: lo straordinario Bambini, famiglie e indigenti: lo straordinario lavoro della Caritas di S.Croce Santa Croce è un paese ad alto tasso di immigrazione (25%), per cui la crisi economica che ha investito il nostro paese rende

Dettagli

Il sottoscritto/a Presidente/legale rappresentante pro-tempore dell Organizzazione di Volontariato denominata

Il sottoscritto/a Presidente/legale rappresentante pro-tempore dell Organizzazione di Volontariato denominata (Intestazione dell Associazione) Al Presidente dell Amministrazione Provinciale di Lucca Oggetto: Domanda di iscrizione alla Sez. provinciale del Registro Regionale del Volontariato (legge di 11.08.1991

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI. COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI. Approvato con deliberazione di C.C. n.23 del 18/03/1991 Modificato

Dettagli

Circolo. SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane

Circolo. SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA Tel. 049 897 72 36 - Rubano 22 giugno 2014 Anno 1 n 25 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI 1 TITOLO I 3 Disposizioni Generali 3 Art. 1 3 Finalità 3 Art. 2 3 Obiettivi 3 Art. 3 3 Funzionamento del Regolamento del C.C.R. 3 TITOLO II 4 Il Consiglio

Dettagli

. Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158

. Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158 . Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158 F:\testi\REGOLAMENTI IN VIGORE\REGOLAMENTI IN VIGORE\FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI.DOC REGOLAMENTO

Dettagli

Nome dell Associazione, Nome e Cognome del Responsabile dell Associazione, Telefono ; Fax. e-mail (o indirizzo di posta elettronica certificata)

Nome dell Associazione, Nome e Cognome del Responsabile dell Associazione, Telefono ; Fax. e-mail (o indirizzo di posta elettronica certificata) Spett.le Comune di Trezzo sull Adda Servizio cultura, sport, politiche giovanili Via Roma 5 20056 Trezzo sull Adda OGGETTO: CENSIMENTO DELLE ASSOCIAZIONI LOCALI Nome dell Associazione, Nome e Cognome del

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI MEZZOJUSO 2) Codice di accreditamento: NZ00607 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

COMUNE DI GIARRATANA Provincia di Ragusa

COMUNE DI GIARRATANA Provincia di Ragusa COMUNE DI GIARRATANA Provincia di Ragusa REGOLAMENTO CENTRO DIURNO PER ANZIANI Allegato alla Delibera del C/C n. 33 del 6.6.1997 Integrato con le modifiche di cui alle Delibere del C/C del 26.2.1998 e

Dettagli

REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEL VOLONTARIATO REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEL VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del C.C. n. 25 del 29/05/2013 Foglio 2/6 L Amministrazione Comunale di Settimo Milanese, al fine di riconoscere e valorizzare

Dettagli

ALLEGATO ALLA CARTA DEI SERVIZI ANPAS EMILIA ROMAGNA

ALLEGATO ALLA CARTA DEI SERVIZI ANPAS EMILIA ROMAGNA DENOMINAZIONE: ASSISTENZA PUBBLICA PARMA (onlus) INDIRIZZO: PARMA 43125 V.LE GORIZIA 2/A TELEFONO E FAX: 0521/224922 0521/224920 MAIL: amministrazione@apparma.org ANNO DI FONDAZIONE: 1902 CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

CONVENZIONE TRA CISSACA E ASSOCIAZIONE IDEA ONLUS PER EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI INIZIATIVE RIVOLTE A PERSONE CON DISABILITÀ.

CONVENZIONE TRA CISSACA E ASSOCIAZIONE IDEA ONLUS PER EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI INIZIATIVE RIVOLTE A PERSONE CON DISABILITÀ. CONVENZIONE TRA CISSACA E ASSOCIAZIONE IDEA ONLUS PER EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI Rep. n. INIZIATIVE RIVOLTE A PERSONE CON DISABILITÀ. L anno 2014, il giorno del mese di giugno, presso la sede

Dettagli

20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR)

20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR) 20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR) DIRITTO DI ASILO: NELLA MIA CITTÀ ACCOGLIENZA PER I RIFUGIATI QUANDO La Giornata Mondiale del Rifugiato (GMDR) è stata istituita con la risoluzione n. 55/76

Dettagli

Bilancio 2006 dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS

Bilancio 2006 dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS dell Associazione di Volontariato Casa di Zaccheo ONLUS Elenco dei Soci aggiornato al 15 marzo 2007...2 Cariche sociali al 15 marzo 2007...2 Consenso al trattamento dei dati personali...2 Lettera ai Soci...3

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO A.V.G. FANCONI ART. 1 1. È costituita ai sensi della legge n. 266 del 1991 l organizzazione di volontariato, denominata: «A.V.G. Fanconi» 2. L organizzazione ha

Dettagli

Comune di Ottaviano PRO GENS ONLUS U.I.L.D.M.

Comune di Ottaviano PRO GENS ONLUS U.I.L.D.M. Comune di Ottaviano PRO GENS ONLUS U.I.L.D.M. 13/02/2015 Progetto di integrazione sociale a favore di 15 persone disabili e 30 anziani in situazione di gravità RELAZIONE CONCLUSIVA 1 Ringraziamenti Per

Dettagli

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 14 del 22/7/2009 1 REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE

Dettagli

COMUNE DI ROÉ VOLCIANO Provincia di Brescia. Approvato con deliberazione n.4 del Consiglio Comunale del 30.01.2013

COMUNE DI ROÉ VOLCIANO Provincia di Brescia. Approvato con deliberazione n.4 del Consiglio Comunale del 30.01.2013 COMUNE DI ROÉ VOLCIANO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Approvato con deliberazione n.4 del Consiglio Comunale del 30.01.2013 I N D I C E Art.

Dettagli

DONNE E UOMINI PER UNA ECONOMIA DI CONDIVISIONE

DONNE E UOMINI PER UNA ECONOMIA DI CONDIVISIONE DONNE E UOMINI PER UNA ECONOMIA DI CONDIVISIONE Anche il più piccolo atto nelle circostanze più limitate ha in sé il germe della stessa illimitatezza, perché un solo atto, e qualche volta una sola parola,

Dettagli

Regolamento per la concessione di contributi a enti e associazioni

Regolamento per la concessione di contributi a enti e associazioni Regolamento per la concessione di contributi a enti e associazioni approvato con atto consiliare n. 50 del 27/06/2002 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A ENTI E ASSOCIAZIONI Capo I - DISCIPLINA

Dettagli

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Collegio docenti Ente Morale Asilo Infantile 1 luglio 2015 Cos è il Piano dell Offerta Formativa: P.O.F E il documento fondamentale che ogni scuola autonoma predispone

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO. ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO. ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità Il presente regolamento disciplina l uso e la gestione del Centro Socio Culturale Gambaro, denominato

Dettagli

Statuto dell'associazione Culturale di Promozione Sociale

Statuto dell'associazione Culturale di Promozione Sociale Statuto dell'associazione Culturale di Promozione Sociale Articolo 1 TITOLO I - Denominazione - Sede Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana, in ossequio a quanto previsto dagli artt.36

Dettagli

PROGETTO DI SOCIALIZZAZIONE ANZIANI 01 gennaio 2014 31 dicembre 2015

PROGETTO DI SOCIALIZZAZIONE ANZIANI 01 gennaio 2014 31 dicembre 2015 Allegato 1 PROGETTO DI SOCIALIZZAZIONE ANZIANI 01 gennaio 2014 31 dicembre 2015 Il Comune di Pistoia, attraverso i Servizi sociali e le ex Circoscrizioni, ha sostenuto e implementato negli anni, proposte

Dettagli

Art. 1 - Costituzione, denominazione, sede e durata.

Art. 1 - Costituzione, denominazione, sede e durata. STATUTO L.266/91 ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO Piccolo carro Art. 1 - Costituzione, denominazione, sede e durata. a - E costituita in data 1 MARZO 2008 l Associazione di Volontariato denominata Piccolo

Dettagli

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA E RELAZIONI PUBBLICHE

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA E RELAZIONI PUBBLICHE Pagina 1 di 5 Documento PER L EFFETTUAZIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA E PER Rev. Data Oggetto della revisione 1 01.12.11 1a emissione. Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 9 del 16/01/2012

Dettagli

Associazione di Volontariato ARCI 690.

Associazione di Volontariato ARCI 690. STATUTO Art 1 E costituita con sede in Cascina, presso i locali della Pubblica Assistenza, Via Comaschi, 46 un Associazione di Volontariato che assume la denominazione di Associazione di Volontariato ARCI

Dettagli

SCUOLA DI COOPERAZIONE. ANALISI DEL CASO STUDIO: VILLA ZANARDELLI Verona, 10 dicembre 2012 Sociologia del Terzo Settore

SCUOLA DI COOPERAZIONE. ANALISI DEL CASO STUDIO: VILLA ZANARDELLI Verona, 10 dicembre 2012 Sociologia del Terzo Settore SCUOLA DI COOPERAZIONE ANALISI DEL CASO STUDIO: VILLA ZANARDELLI Verona, 10 dicembre 2012 Sociologia del Terzo Settore VILLA ZANARDELLI OCCASIONE DI SVILUPPO DI PROGETTI COMUNITARI VILLA ZANARDELLI E un

Dettagli

Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà un percorso lungo

Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà un percorso lungo Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà un percorso lungo Il Centro Servizi Volontariato della provincia di Taranto giunge nel 2014 all organizzazione della decima Rassegna provinciale

Dettagli

Presentazione UILDM VERONA ONLUS Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. Sede di Verona Sede staccata di Cerea

Presentazione UILDM VERONA ONLUS Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. Sede di Verona Sede staccata di Cerea Presentazione Sede di Verona Sede staccata di Cerea Presentazione Presentazione Missione Presentazione UILDM Verona é un'organizzazione di Volontariato iscritta al Registro Regionale del Volontariato VR0059.

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DI SIENA DEL REGISTRO REGIONALE DEL VOLONTARIATO (legge n. 266/91, L.R. 28/93 e L.R. n.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DI SIENA DEL REGISTRO REGIONALE DEL VOLONTARIATO (legge n. 266/91, L.R. 28/93 e L.R. n. DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DI SIENA DEL REGISTRO REGIONALE DEL VOLONTARIATO (legge n. 266/91, L.R. 28/93 e L.R. n.29/96) Al Presidente della Provincia di Siena Piazza Amendola 29 53100

Dettagli

PROGRAMMA N. 5: PER LA SALUTE

PROGRAMMA N. 5: PER LA SALUTE PROGRAMMA N. 5: PER LA SALUTE 53 54 PROGETTO 5.1: PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Promozione di azioni per gruppi di popolazione svantaggiati.

Dettagli

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 8 e 13 aprile 2010 CANNOCCHIALE... 1 CANNOCCHIALE... 2 CANNOCCHIALE... 3 CANNOCCHIALE... 4 PANORAMA...

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 8 e 13 aprile 2010 CANNOCCHIALE... 1 CANNOCCHIALE... 2 CANNOCCHIALE... 3 CANNOCCHIALE... 4 PANORAMA... CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 8 e 13 aprile 2010 CANNOCCHIALE... 1 Bonus gas... 1 CANNOCCHIALE... 2 Nasce "Alia", il notaio solidale... 2 CANNOCCHIALE... 3 Arriva la card delle farmacie... 3 CANNOCCHIALE...

Dettagli

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI Ente titolare Comune di Alzano Lombardo Riferimenti: Ufficio Servizi alla Persona Via G.Mazzini, 69-24022 (BG) Tel. 035 4289000 Email servizi.sociali@comune.alzano.bg.it Comune di Alzano Lombardo PROGETTO

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER VENTI GIOVANI TRENTINI

BANDO DI SELEZIONE PER VENTI GIOVANI TRENTINI BANDO DI SELEZIONE PER VENTI GIOVANI TRENTINI Il Movimento Punto Europa - Associazione Europa.org, su incarico delle Politiche giovanili del Comune di Trento e con il sostegno della Provincia autonoma

Dettagli

Città di Monte Porzio Catone. Regolamento CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

Città di Monte Porzio Catone. Regolamento CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Città di Monte Porzio Catone Regolamento CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI maggio 2005 ARTICOLO 1 - COSTITUZIONE E SEDE CAPO I 1) La consulta delle Associazioni di Monte Porzio Catone è un organismo democratico

Dettagli

COMUNE DI CERRETO LAZIALE

COMUNE DI CERRETO LAZIALE COMUNE DI CERRETO LAZIALE REGOLAMENTO COMUNALE DEL CENTRO SOCIALE PER ANZIANI - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

1 Associazione Internazionale delle Carità fondate da San Vincenzo dè Paoli.

1 Associazione Internazionale delle Carità fondate da San Vincenzo dè Paoli. STATUTO GRUPPI DI VOLONTARIATO VINCENZIANO AIC ITALIA Approvato dal Comitato di Presidenza nazionale il 10 maggio 2007 Approvato dal Consiglio nazionale il 10 maggio 2007 Art. 1 - Costituzione I Gruppi

Dettagli

bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali

bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali pubblicato il 29 gennaio 2016 budget complessivo: 80.000 euro termine per la presentazione dei progetti: 15 aprile 2016 contenuti:

Dettagli

Volontariato e Associazioni no-profit a Ferrara

Volontariato e Associazioni no-profit a Ferrara AGIRE SOCIALE C.S.V. FERRARA Volontariato e Associazioni no-profit a Ferrara Ferrara 15 febbraio 2013 1 Il Terzo Settore in provincia di Ferrara: un po di numeri (dati al 31/12/2012) Organizzazioni di

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO PUNTO DI INCONTRO E SPAZIO DI ASCOLTO 1. Premessa 1.1 - Il percorso fatto nella scuola e nel rione Esquilino L Associazione Genitori Scuola Di Donato nasce

Dettagli

COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa

COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI E PER IL SOSTEGNO ALLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 8 del 14.02.13 1 Art. 1 -

Dettagli

SI CONVIENE QUANTO SEGUE:

SI CONVIENE QUANTO SEGUE: CONVENZIONE TRA ASP AZIENDA DEI SERVIZI ALLA PERSONA DELLE TERRE D'ARGINE E ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO ASSOCIAZIONE AMICA DI CARPI PER LA REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO DI VOLONTARIATO PRESSO LE CASE

Dettagli

COMUNE DI CESENA. Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO

COMUNE DI CESENA. Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO COMUNE DI CESENA Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO TITOLO I PRINCIPI E FINALITÀ 2 Art. 1 - Principi 2 Art. 2 - Istituzione 2 Art. 3 Finalità 2 TITOLO II ORGANI E FUNZIONI 3

Dettagli

Dodicesimo Rapporto sul Servizio Civile in Italia. Sintesi Rapporto finale

Dodicesimo Rapporto sul Servizio Civile in Italia. Sintesi Rapporto finale Dodicesimo Rapporto sul Servizio Civile in Italia Sintesi Rapporto finale Dicembre 2010 EXECUTIVE SUMMARY Il dodicesimo rapporto della Conferenza degli Enti per il Servizio Civile si compone di due approfondimenti:

Dettagli

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto (Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013 Presentazione del progetto LA CURA DELL INCONTRARSI: lo stare insieme di bambini e famiglie a Moglia e a Pegognaga per superare l ombra della calamità

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

STATUTO Associazione Regionale Veneti a Milano TITOLO I

STATUTO Associazione Regionale Veneti a Milano TITOLO I STATUTO Associazione Regionale Veneti a Milano TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA Art. 1) Denominazione È costituita l Associazione denominata Associazione Veneti a Milano O.N.L.U.S. Art. 2) Sede L Associazione

Dettagli

29 COMPLEANNO DI PINOCCHIO 28 maggio 2016. Bambini a nuoto, a piedi... da lontano.

29 COMPLEANNO DI PINOCCHIO 28 maggio 2016. Bambini a nuoto, a piedi... da lontano. 29 COMPLEANNO DI PINOCCHIO 28 maggio 2016 Bambini a nuoto, a piedi... da lontano. Li vediamo in TV bagnati, affamati, stanchi, impauriti, sono i bambini che a nuoto, a piedi o nelle braccia dei genitori

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CULTURALE PICCOLI CANTORI DI TORRESPACCATA STATUTO

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CULTURALE PICCOLI CANTORI DI TORRESPACCATA STATUTO STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CULTURALE PICCOLI CANTORI DI TORRESPACCATA STATUTO ART. l DENOMINAZIONE E SEDE È costituita l Associazione culturale denominata ASSOCIAZIONE PICCOLI CANTORI DI TORRESPACCATA,

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

Associazione S.D. GAM - Gioco Animazione in Movimento CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015

Associazione S.D. GAM - Gioco Animazione in Movimento CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015 CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015 L idea del progetto nasce da una parte dall esigenza di formare nuovi operatori con l intento di creare un più ampio bacino di risorse e dall altra

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Elaborazione Ufficio Servizi Culturali Ottobre 2007 INDICE Art. 1 Principi ispiratori Art. 2 Consulta delle Associazioni Art. 3 Finalità ed attività Art. 4

Dettagli

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FI- NANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, COMITATI ED ORGANISMI VARI Approvato con deliberazione

Dettagli

FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO

FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO Avvertenze: Il presente testo contiene alternativamente gli articoli dello Statuto della Federazione e del Regolamento.

Dettagli

In fase iniziale, giugno/luglio 2011, si è resa necessaria soprattutto un attività di sensibilizzazione

In fase iniziale, giugno/luglio 2011, si è resa necessaria soprattutto un attività di sensibilizzazione Relazione annuale 26 maggio 2011 26 maggio 2012 L Ufficio Provinciale Giovani, servizio istituito dalla Provincia del Medio Campidano con l obiettivo di informare e supportare la popolazione giovanile

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO;

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO; REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO; Approvato con deliberazione di G.M. n. 57 del 24/03/2003 REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL

Dettagli

CALENDARIO MANIFESTAZIONI ANNO 2009

CALENDARIO MANIFESTAZIONI ANNO 2009 CALENDARIO MANIFESTAZIONI ANNO 2009 LUGLIO MERCOLEDI' 1 CONCERTO con la CORALE SAN CASSIANO VITA NUOVA e L'ORCHESTRA ZONA MUSICALE - Org. Corale San Cassiano e Comune Montemarciano (Parco Colle Sereno

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI Art. 1 - E costituita, ai sensi degli artt. 36 e ss. c.c., l'associazione culturale AEQUA Associazione per l Efficienza e la QUalità nell Amministrazione). Art. 2

Dettagli

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA Comune di Villasor Provincia di Cagliari Regolamento comunale per lo Sport Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011 INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

CALENDARIO DEGLI EVENTI ANNO 2015-2016

CALENDARIO DEGLI EVENTI ANNO 2015-2016 Anno 2015 GIORNO MESE APPUNTAMENTO/UBICAZIONE MANIFESTAZIONE ORGANIZZATORE DETTAGLI EVENTO giovedì 1 gennaio 2015 venerdì 2 gennaio 2015 sabato 3 gennaio 2015 domenica 4 gennaio 2015 lunedì 5 gennaio 2015

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

Scheda Associazione da inserire in banca dati CSV Pavia e Provincia

Scheda Associazione da inserire in banca dati CSV Pavia e Provincia Scheda Associazione da inserire in banca dati CSV Pavia e Provincia Denominazione DATI ANAGRAFICI Sigla/Acronimo Preferenza per la sigla: Sì No Sede legale Sede operativa (se diverso da sede legale) per

Dettagli

Progetto di Educazione Ambientale DAI COLORE AL GRIGIO

Progetto di Educazione Ambientale DAI COLORE AL GRIGIO Progetto di Educazione Ambientale DAI COLORE AL GRIGIO Cooperativa Sociale l Ulivo s.c.r.l. Via del Lavoro 25/h 40127 Bologna Tel 051 255934 Fax 051 255981 Codice Fiscale e Partita Iva : 03604680375 info@ulivo.coop

Dettagli

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 50 DEL 19.12.2012 INDICE Art. 1 Art.

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI Provincia di Brindisi

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI Provincia di Brindisi CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI Provincia di Brindisi DIRETTIVE PER L EFFETTUAZIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. DEL 1 Indice Punto 1 Spese di rappresentanza

Dettagli

nel registro generale delle Organizzazioni volontariato Sez. A di cui all articolo 6 della L.R. n.22/1994

nel registro generale delle Organizzazioni volontariato Sez. A di cui all articolo 6 della L.R. n.22/1994 Aggiornato alla data del: 30 luglio 2011 1 Denominazione Sociale: Associazione di Volontariato Progetto Colapesce onlus Anno di costituzione: 2004 Codice Fiscale: 97074810835 Iscrizione Registro Volontariato:

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE

SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE LOGO DELL ASSOCIAZIONE : (spedire il logo in ottima definizione per poterlo inserire nel sito internet del Comune di Brugine) NOME DELL ASSOCIAZIONE : Pro Loco

Dettagli

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T.

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. SEZIONE 1. DATI ANAGRAFICI DELL ORGANIZZAZIONE Denominazione dell Organizzazione Acronimo (Sigla) Indirizzo della sede Presso¹ CAP Telefono Comune Fax E-mail PEC Sito web

Dettagli

Il ciliegio. Nido d infanzia. Nido comunale d infanzia Gualtieri RE. Comune di Gualtieri

Il ciliegio. Nido d infanzia. Nido comunale d infanzia Gualtieri RE. Comune di Gualtieri Nido d infanzia Comune di Gualtieri Il ciliegio Nido comunale d infanzia Il ciliegio Gualtieri RE Via G. di Vittorio tel. 0522 828603 nidociliegio@alice.it www.asbr.it storia 1978 Il nido d infanzia Il

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E CULTURALI. (Approvato con Deliberazione di C.C. n. del ) 1 INDICE

Dettagli

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Comune di Riofreddo Provincia di Roma Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Approvato con delibera del Consiglio Comunale nr. 03 del 08 Febbraio 1 Premessa L istituzione di un gruppo di volontari nel

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CENTRO ANZIANI DI LISSONE COLORI DELLA VITA

CARTA DEI SERVIZI DEL CENTRO ANZIANI DI LISSONE COLORI DELLA VITA COOPERATIVA SOCIALE LA RIABILITAZIONE O.N.L.U.S. VIA ANTONIO GRAMSCI, 9 20831 SEREGNO (MB) CARTA DEI SERVIZI DEL CENTRO ANZIANI DI LISSONE COLORI DELLA VITA 1 Carta dei Servizi Centro Diurno Anziani Lissone

Dettagli

Sabato 11 Luglio Ore 15:30 - Palestra Comunale Vigor Bovolenta TORNEO DI PALLAVOLO MISTO OVER 18 ISCRIZIONE 70 A SQUADRA Premiazione per le prime due squadre classificate Informazioni ed iscrizioni: Whatsapp

Dettagli

ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA. E costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia

ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA. E costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia STATUTO ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA ITALIA NEL CUORE Articolo 1 Denominazione E costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia l associazione non riconosciuta denominata: Italia

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Al 31/12/2009 risultano registrati nel Comune di Cernusco Lombardone 3.862 abitanti, di cui 1865 maschi e 1997 femmine.

Al 31/12/2009 risultano registrati nel Comune di Cernusco Lombardone 3.862 abitanti, di cui 1865 maschi e 1997 femmine. Relazione, ai sensi dell art. 20 dello Statuto Comunale, sulla situazione e sullo stato di bisogno dei cittadini più in difficoltà. Anno di riferimento: 2009 Al 31/12/2009 risultano registrati nel Comune

Dettagli

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA)

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) PARTE GENERALE Art. 1. E costituita la Associazione EX_TRA con sede presso l Istituto PAVONI Scuola Media Paolo VI in Tradate via Sopranzi,26.

Dettagli

COMUNE DI FINALE LIGURE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

COMUNE DI FINALE LIGURE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA COMUNE DI FINALE LIGURE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Approvato con deliberazione di C.C. n. 18 del 23/04/2013 1 I N D I C E Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 Definizione

Dettagli

L associazione ha sede legale e domicilio fiscale in Corbetta Via N. Sauro, 2.

L associazione ha sede legale e domicilio fiscale in Corbetta Via N. Sauro, 2. Art. 1. COSTITUZIONE E' costituita l A.E.S. (Associazione Enogastronomica Sommelier) i DIVINI. Art. 2. SEDE L associazione ha sede legale e domicilio fiscale in Corbetta Via N. Sauro, 2. Le attività si

Dettagli

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO ART. 1 Costituzione - Denominazione - Sede È costituito un Comitato civico cittadino denominato Centro Storico, di seguito chiamato anche

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1 Costituzione e sede L Associazione SOCI GIOVANI BCC Don Rizzo costituitasi in Alcamo per volere di un gruppo di giovani

Dettagli