LINATE FLASH City Airport

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LINATE FLASH City Airport"

Transcript

1 LINATE FLASH City Airport 66 COMMENTI E FATTI DI VITA AEROPORTUALE Direzione e Redazione: Cappellanìa Aeroporto 'E. Forlanini' Milano-Linate Tel. 02 / Fax 02/ Internet-Sito: http: // www. uli. it / aerocappellalinate uli. it. Direttore Responsabile: Don Giovanni Tremolada Autorizzazione Trib. di Milano n. 220 del 4 Aprile 1992 Spedizione in abb. post. - Art. 2 - Comma 20/c Legge 662/96 - Filiale di Varese Stampa: 'Grafica P. Luigi Monti', srl - Saronno (VA) n Novembre 2002 'In principio era il Verbo... e il Verbo era la luce e la vita degli uomini... Venne tra la sua gente, ma i suoi non l'hanno riconosciuto... A quanti però l'hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio...' (Gv. 1, 1-14) E M I N E N Z A Particolare dell'opera d'arte moderna, posta dietro l'altare della Cappella dell'aeroporto di Linate, degli artisti Benedetta e Alberto Ceppi, di Meda (MI), che illustra il Prologo del Vangelo di San Giovanni 1

2 La Divina Misericordia Giovanni Paolo II GESU' CONFIDO IN TE! 'NELLA MISERICORDIA DI DIO IL MONDO TROVERA' LA PACE, E L'UOMO LA FELICITA' Durante la celebrazione della S. Messa della Dedicazione del Santuario della Divina Misericordia a Lagiewnicki, vicino a Cracovia, sabato 17 agosto 2002, il Papa ha tenuto una omilìa di alto e denso significato teologico e in qualche punto quasi dogmatico. Siccome le parole del Papa dovranno formare l'ossatura della genuina devozione alla Misericordia di Dio, devozione non opzionale ma fondamentale per un credente, riproduciamo in sintesi l'omilìa nei suoi sei punti: 1) Il Papa, citando una espressione di Santa Faustina Kowalka, afferma di essere venuto nel Santuario della Misericordia di Lagiewniki per tre motivi: a) per 'adorare l'insondabile e inconcepile mistero della Misericordia di Dio'; b) per 'professare che non esiste per l'uomo altra fonte di speranza al di fuori della Misericordia di Dio'; c) per 'riscoprire in Cristo il Volto del Padre, che è 'Padre misericordioso e Dio di ogni consolazione'. 2) Nel secondo punto Giovanni Paolo II ringrazia tutti i partecipanti alla Celebrazione e in particolare coloro che hanno contribuito alla erezione del celebre Santuario e favoriranno il suo sviluppo. 3) Giovanni Paolo II, riferendosi alla dedicazione del Tempio di Gerusalemme da parte del Re Salomone, afferma che ci sono 'dei tempi e luoghi che Dio sceglie, affinchè gli uomini sperimentino in modo speciale la sua presenza e la sua grazia' e si dice 'convinto che il Santuario della Misericordia sia un luogo scelto da Dio per spargere la grazia della sua Misericordia'. Prega pertanto perchè il Santuario diventi 'un luogo d'annuncio del messaggio della Misericordia divina, un luogo di conversione e di penitenza, un luogo di celebrazione dell'eucarestia, fonte della Misericordia, un luogo di preghiera e di ardente implorazione della Misericordia per noi e per il mondo'. 4) Il Papa afferma che è 'lo Spirito Santo, Consolatore e Spirito di verità, che ci conduce sulle vie della Divina Misericordia'. E' lo Spirito Santo che ci svela il senso e la gravità del peccato e nello stesso tempo ci rivela la pienezza della salvezza in Cristo. Questo avviene in riferimento alla Croce, attraverso la quale comprendiamo il 'mysterium iniquitatis' e nello stesso tempo il 'mysterium pietatis'. Il Papa ha poi aggiunto: 'Questa verità verrà sempre ricordata dalla pietra angolare di questo Santuario, prelevata dal monte Calvario, in un certo modo dal di sotto della Croce sulla quale Gesù Cristo ha vinto il peccato e la morte'. 5) Il mondo di oggi ha un immenso bisogno della Misericordia di Dio. 'Perciò oggi, in questo Santuario, voglio solennemente affidare il mondo alla Divina Misericordia. Lo faccio con il desiderio ardente che il messaggio dell'amore misericordioso di Dio, qui proclamato mediante Santa Faustina, giunga a tutti gli abitanti della terra e ne riempia i cuori di speranza. Tale messaggio si diffonda da questo luogo nell'intera nostra amata Patria e nel mondo. Si compia la salda promessa del Signore Gesù: 'da qui deve uscire 'la scintilla che preparerà il mondo alla sua ultima venuta' (Diario). Il Papa ha aggiunto: 'Nella Misericordia di Dio il mondo troverà la pace, e l'uomo la felicità'. 6) Il Papa ha concluso l'omilìa con una toccante preghiera alla Divina Misericordia, che vedremo riprodotta in milioni di immagini e che dovremo renderci familiare: 'Dio, Padre misericordioso, che hai rivelato il Tuo amore nel Figlio Tuo Gesù Cristo, e l'hai riversato su di noi nello Spirito Santo, Consolatore, Ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo. ChinaTi su di noi peccatori, risana la nostra debolezza, sconfiggi ogni male, fà che tutti gli abitanti della terra sperimentino la Tua misericordia, affinchè in Te, Dio Uno e Trino, trovino sempre la fonte della speranza. Eterno Padre, per la dolorosa Passione e Resurrezione del Tuo Figlio, abbi misericordia di noi e del mondo intero! Amen 2

3 La devozione alla Divina Misericordia Chi era Suor Faustina Kowalska Il nome di Battesimo era Elena Kovalska, terza di dieci figli, nata da genitori contadini il 29 agosto 1905, a Glogow, vicino a Lodz, in Polonia. Fin da bambina aveva sentito la vocazione per il Convento, ma per le condizioni disagiate della famiglia non aveva potuto rispondere alla Chiamata, finchè dopo le insistenze di Gesù che le appariva in visione, a 18 anni, entra nella Congregazione di Nostra Signora della Misericordia a Cracovia, dove svolge i lavori più umili. Provata dalla vita dura, dalla malattia e dalla notte della fede, muore il 5 ottobre 1938, a 33 anni, a Legewniki, vicino a Cracovia, dove è sorto ora il moderno Santuario, consacrato da Giovanni Paolo II, il 17 agosto Obbedendo al comando del suo Confessore, Suor Faustina raccolse in un Diario la sua esperienza interiore, dalla quale risulta essere la più grande Mistica del secolo scorso. Suor Faustina è stata beatificata da Giovanni Paolo II nel1993 e santificata nell'anno La coroncina della Divina Misericordia Il 13 settembre 1935, Suor Faustina Kowlaska vedendo un angelo sul punto di eseguire un tremendo castigo sull'umanità, fu ispirata ad offrire a Dio Padre: 'Il Corpo, il Sangue, l'anima e la divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Signore nostro Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero'. Mentre la Suora ripeteva la preghiera, l'angelo era impotente a mettere in atto quel castigo, non solo, ma Gesù le disse: 'Concederò grazie senza numero a chi recita questa coroncina, perchè il ricorso alla mia Passione commuove l'intimo della mia Misericordia. Quando la reciti avvicini a Me l'umanità. Le anime che pregheranno con queste parole saranno avvolte dalla mia Misericordia per tutta la loro vita e in modo speciale al momento della morte... Quando questa Coroncina sarà recitata accanto a un morente, mi collocherò Io stesso fra quell'anima e il Padre mio, non come giusto giudice ma come Salvatore'. L'icona di Gesù misericordioso Il 22 febbraio 1931, a Plock, in Polonia, in un Convento delle Suore di N. S. della Misericordia, Suor Faustina ebbe qusta visione: 'Vidi Gesù con una veste bianca; teneva una mano alzata per benedire e l'altra toccava sul petto la sua veste; dalla veste socchiusa sul petto uscivano due grandi raggi, uno rosso e l'altro bianco. Gesù mi disse: 'Dipingi un quadro secondo l'immagine che vedi, con sotto la scritta: Gesù confido in Te. Prometto che l'anima la quale tributerà culto a questo quadro non perirà'. E' questa l'immagine dell'amore misericordioso, che Suor Faustina riuscì a far dipingere e che fu esposta nel 1935 nel Santuario mariano di Ostra-Brama, a Wilno, capitale della Lituania. Da quel momento il culto della divina Misericordia si è diffuso nel mondo. Recita della Coroncina Si incomincia con la recita del: Padre nostro, Ave Maria e Credo poi usando una comune corona del Rosario, sui grani del Padre nostro, si recita la seguente preghiera: 'Eterno Padre, ti offro il Corpo, il Sangue, l'anima e la Divinità del Tuo Dilettissimo Figlio e Signore Nostro Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero' Sui grani dell'ave Maria, aggiungerai per 10 volte: 'Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero' Alla fine, ripeterai tre volte questa invocazione: 'Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero'. 3

4 Il Card. Dionigi Tettamanzi si presenta Il Card. Dionigi Tettamanzi con il Cappellano L'altare della chiesa di Renate Nei giorni scorsi, ho voluto rileggere con calma tutte lettere, i discorsi e le omilìe tenute fin'ora in Diocesi dal nuovo Arcivescovo di Milano, Card. Dionigi Tettamanzi, materiale che ho rilevato da Internet, soffermandomi in particolare sull'omilìa della Messa dell'ingresso in Diocesi del 29 settembre scorso, che ha un grosso spessore programmatico e il peso di una Enciclica (!). Mi pare che sia questo il modo migliore di presentare la figura del nuovo Pastore, facendolo parlare direttamente e mettendoci in ascolto della sua parola. Già nella prima lettera di saluto alla Diocesi, inviata al Card. Martini dopo la nomina del Papa ad Arcivescovo di Milano, lettera che purtroppo è passata inosservata per via del tempo di vacanze, erano tratteggiati i quattro punti cardinali della missione episcopale del Card. Tettamanzi a Milano e cioè: 1) servire Cristo, 2) servire la Chiesa che è in Milano, 3) servire l'uomo, 4) servire la società. In tutti gli altri discorsi e omilìe, comprese quelle tenute nelle sette Zone pastorali che il Cardinale ha appena visitato, mi pare che l'arcivescovo riprenda quei punti per svilupparli e precisarli. Merita una attenzione particolare lo stile discorsivo dell'arcivescovo, gravido di contenuti e nello stesso tempo semplice, piano, chiaro, 'popolare', che rivela la grande intelligenza del Pastore e la sua vasta preparazione, ma anche la sua vicinanza alla gente, la sua umiltà, la sua bontà, caratteristiche che gli riconoscono tutti quelli che già lo conoscono, e che tutti gli altri hanno già intuito. Tentiamo una sintesi dei quattro punti programmatici seguendo la falsariga dell'omilìa della Messa dell'ingresso. Servire Cristo In tutti gli interventi emerge la fede umile, ma granitica e appassionata del Pastore per Gesù Cristo 'unico Salvatore del mondo e degli uomini'. 'In comunione con Pietro, con Giovanni Paolo II e con tutti i credenti, confesso ancora una volta la mia fede in Cristo Signore: 'Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente'. Gesù, Parola di Dio fatta carne e carne crocifissa, voglio conoscere, amare, servire, testimoniare e annunciare a tutti, con tanta umiltà e insieme con convinzione, fierezza e gioia grande. E mentre rinnovo la mia professione di fede e la mia totale dedizione alla missione che mi è affidata, prego perchè rimanga sempre desta in tutti la consapevolezza che 'Cristo è tutto per noi', come esclamava Sant'Ambrogio'. Si spiega così l'insistenza sulla necessità della preghiera per i singoli e per le Comunità e l'appello alla santità per tutti. Servire la Chiesa che è in Milano 'Alla Chiesa di Cristo, alla Chiesa che è in Milano, con la grazia della chiamata ad esserne Pastore, sento di poter dire tutto il mio amore e tutta la mia decisione di spendere in lei e per lei le forze che Dio mi vorrà donare'. 'Nato e cresciuto in questa terra ambrosiana, sono ora ritornato per amarla, donarle la mia vita totalmente e 'sino alla fine'. L'Arcivescovo si mostra ammirato per il glorioso passato e per il presente della Chiesa di Milano, ritenendola una Chiesa viva, avvertendo però che è una vitalità da custodire e da rinnovare e da aprire ad un nuovo slancio missionario. In questa missione siamo tutti coinvolti e corresponsabili Servire l'uomo La benedizione del nuovo Pastore 4 Il Fonte battesimale La Sig.ra Giuditta, mamma del Card. Dionigi Tettamanzi 'All'uomo ora mi rivolgo, a ogni uomo e donna che il Signore porrà sul mio cammino. Voglio onorare e venerare la sua incommensurabile dignità, la sua somiglianza con il Creatore, la sua destinazione a divenire figlio di Dio e partecipe della sua beatitudine. Si, dico questo di ogni uomo; a cominciare dal più piccolo, dal povero, dal malato, dal sofferente e disperato, da chi è calpestato nei suoi sacrosanti diritti e reso incapace di assolvere alle sue responsabilità. Non mi stancherò di ripetere che 'i diritti dei deboli non sono affatto diritti deboli', e di sollecitare tutti, autorità e citadini, alla giustiza, all'onestà, alla solidarietà e all'amore. Perchè la nostra sia una civiltà degna dell'uomo e della ragione!' Servire la società Sarò lieto di continuare, con i responsabili della cosa pubblica, uno stile di rispetto della laicità e di collaborazione per il bene di ogni persona e dell'intera società... Desidero conoscere le realtà economiche, sociali e culturali della società milanese, insieme ai disagi, alle sofferenze, alle tensioni e ai conflitti, ai numerosi problemi vecchi e nuovi che pesano sulla nostra Città e sul nostro territorio in questa stagione storica'. Card. Dionigi Tettamanzi

5 La coroncina della Divina Misericordia 5

6 Alcuni dei 17 Gruppi Aeroportuali che hanno partecipato alla 'Minimissionenatalizia 2001' TEMPO DI MINIMISSIONE Il Natale si avvicina e più ancora il Tempo di Avvento che lo prepara e che inizierà domenica 17 novembre. In questo Tempo sacro si svolgerà anche la 2a edizione della 'Minimissionenatalizia 2002' per tutta la Comunità aeroportuale.che COSA E' Gli Amici di O.K.Team Personale della Sala VIP CHE COSA E' E' un invito rivolto a tutti gli aeroportuali di Linate, lavoratori e passeggeri, a partecipare in gruppo, ad una S. Messa nella Cappella, per prepararsi al S. Natale e per ricordare i Defunti del Reparto o dell'ufficio. CHI E' INVITATO Tutti coloro che si sentono di esprimere liberamente e comunitariamente la loro fede. E' buona cosa invitare anche i parenti degli aeroportuali defunti. QUANDO Nel giorno e nell'ora più comoda per gli aeroportuali (di mattina, di sera, di giorno, di notte...). Il Cappellano è sempre a disposizione. TEMA DI RIFLESSIONE Personale del Taboga Il tema di riflessione comunitaria sarà la PREGHIERA, in sintonìa con il tema dell'anno Pastorale della Diocesi di Milano. E LA BENEDIZIONE NATALIZIA? Personale della Sala Radar La 'MMN 2002' sostituisce, migliorandola, la tradizionale Benedizione dei Reparti e degli Uffici, che non viene però abolita, ma solo differita e distribuita lungo il corso dell'anno. Chi volesse incontrare il Cappellano in qualsiasi giorno dell'anno, per una conversazione e per una benedizione, lo trova sempre a disposizione. Basta telefonare al N

7 Fa L'ICONA EVANGELICA L'episodio di Marta e Maria, raccontato da San Luca al capitolo 10, M 'Mentre Gesù si trovava in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse in casa sua. Ella aveva una sorella chiamata Maria, che si era seduta ai piedi del Signore e ascoltava la sua parola. Marta, occupata nelle varie faccende domestiche si fece avanti e disse: 'Signore, non t'importa che mia sorella mia abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti! Ma il Signore le rispose: 'Marta, Marta, tu ti inquieti e ti affanni per molte cose; una sola cosa è necessaria. Maria infatti ha scelto la parte migliore che non le sarà tolta'. MCM La Minimissione 2002 è una occasione per rivisitare la Cappella e per apprezzare le opere d'arte che la ornano L'interno della Cappella Adorazione nel Tempo di Avvento LO SLOGAN Lo slogan della Minimissione sarà 'Stare con il Signore', nell'ascolto della Parola di Dio e nella preghiera personale e familiare. INTERROGATIVI CUI RISPONDERE * Cristiano: attivo o contemplativo? * Preghiera: parlare o ascoltare? * Dove pregare: in casa, in strada, in montagna... o in chiesa? * Come pregare: chiedendo, o anche lodando, ringraziando...? * Che cosa pregare: il Padre nostro, l'ave Maria..., o con parole proprie? * Chi pregare: il Padre, Gesù, lo Spirito Santo, la Madonna, i Santi? * Pregare da soli o pregare insieme? * La S. Messa è preghiera? * Pregare è facile o difficile? * Quali le difficoltà principali della preghiera? * Chi è il Maestro della preghiera? * Quanto tempo dedico alla preghiera quotidiana? * L'ambiente di lavoro può anche essere ambiente di preghiera? * Si prega nella tua famiglia? come? quando? quanto? * Si può vivere anche senza pregare? La scultura ecumenica Il Sacrario per le Vittime L'artistico Presepe nell'atrio 7

8 Nascere e morire oggi S. Cresima di Maicu Paolo S. Cresima di De Chiara Paola S. Cresima di Zanardi Giacomo Famigliola Albanese Cimitero di Ripalta Guerina (CR) NASCITE I coniugi CRISTINA RANZENIGO e MAURO DELLA VEDOVA (SEA-Elettricisti) annunciano con gioia la nascita di SAMUELE. I coniugi DRAMMIS VITTORIA e GAETANO IENOPOLI (SEA-Elettricisti), con MARIA FRANCESCA, annunciano con gioia la nascita di VINCENZO GABRIELE. I coniugi GALDI ROBERTA (SEA-Telefoni) e COLOMBO CLAUDIO (SEA- Termodinamici) annunciano con gioia la nascita di GABRIEL. Lo zio GIOVANNI VERNOCCHI (Sea-Area 1), con il fratello GIORGIO, annunciano con gioia la nascita della nipotina ALESSANDRA. I coniugi SCUDERI GIUSEPPE (Ex Sigma) e PUGLISI MARIA ROSA (Team Service), con DANIELE, annunciano con gioia la nascita di FABIO. I coniugi BRABANTE GIUSY (SEA-Direzione) e NOCELLI GIUSEPPE, con GIACOMO, annunciano con gioia la nascita di LETIZIA. I coniugi FABIO e LAURA SPINELLI (SEA-Area 1) annunciano con gioia la nscita di ERIKA. I coniugi ANNA PICONE e GIUSEPPE BIMONTE (SEA ex Linate, ora a Malpensa), annunciano con gioia la nascita di ALESSANDRO CRESIME Domenica 4 agosto 2002, il Cappellano ha amministrato la S. Cresima al Sig. MAICU PAOLO (Controllore di Volo). Ha fatto da Padrino il Sig. GIGLI ANTONIO MARIA. Domenica 22 Settembre 2002, il Cappellano ha amministrato la S. Cresima alla Sig.na DE CHIARA PAOLA (Controllore di Volo). Ha fatto da Madrina la Sig.na SERENELLA CORSETTI. Domenica 22 settembre 2002, il Cappellano ha amministrato la S. Cresima al Sig. GIACOMO ZANARDI (amico della Cappella). Ha fatto da Padrino il Sig. ZANARDI AMILCARE. MATRIMONI Il 14 settembre 2002 si sono uniti in matrimonio la Sig.na GIORGIA MARSIA con il Sig. MAICU PAOLO (Controllore di Volo). La cerimonia si è svolta nella chiesa dei Santi Cosma e Damiano a Grazzano Visconti. Il 28 settembre 2002 si sono uniti in matrimonio la Sig.na BENASSI SONIA e il Sig. VERGANI DIEGO (Responsabile Montaggi della Ditta Kopron di Carugate, che ha preparato la tensistruttura per la Pista di Linate). La cerimonia si è svolta nella chiesa di Sant'Andrea a Carugate (MI). il 31 ottobre 2002 si sono uniti in matrimonio la Sig.na DE CHIARA PAOLA con il Sig. ANGELO ANTONIO CREDENDINO (entrambi del CRAV). La cerimonia si è svolta nella chiesa della Madonna di Pompei a Mirabella Eclano (Av). Il 24 settembre 2002, i Sigg. DI BITONTO LUCIA (Team Service) e PASQUALE (SEA-Piazzale), con ALFONSO e DANIELA (Boutique 'I Santi'), hanno festeggiato il 25 di Matrimonio. PARTECIPAZIONE A LUTTI La Comunità di Linate partecipa al lutto: del Sig. DE NORA PASQUALE (SEA-Merci), per la morte prematura della moglie TINA (47 anni). del Sig. CLAUDIO MELLO (EAV-CAV, Aerologista ), per la morte prematura del figlio MARCO (23 anni!). del Sig. ORSI MARIO (SEA-Merci), per la morte del fratello del Sig. BABOLIN GIUSEPPE (Ex SEA-Infrastrutture) e della figlia LOREDANA (Team Service), per la morte della moglie e mamma MARIA (66 anni). della Sig.ra FUSETTI GRAZIELLA (Area 1), per la morte della mamma PALMINA (a. 89). della Fam. FIDIA per la morte della Sig.na ROSITA (Ex SEA- Area 1) della Sig.a ANTONELLA BERTINO (Tem Service), per la morte del nipote (16 anni!) a seguito di incidente stradale. 8

9 CARI AMMALATI MAI DIMENTICATI IL RICORDO DI UNA PERSONA CARA Il mese di Novembre è dedicato per tradizione alla memoria dei Defunti e io vorrei fare memoria di un personaggio illustre, che ha voluto tanto bene a me e alla Comunità aeroportuale di Linate, nel Centenario della sua nascita e nel Decennio della sua morte. E' il Card. Giovanni Colombo, che ha governato la Diocesi di Milano dal 1963 al 1979, succedendo al Card. Giovanni Battista Montini, poi Paolo VI, e precedendo il Card. Carlo Maria Martini. La mia vita di giovane seminarista e dei primi venticinque anni di sacerdozio è legata a Lui, che mi è stato Padre e Maestro. Di lui ricordo il privilegio di averlo avuto partecipe della mia prima S. Messa, nella quale ha tenuto una toccante omilìa. Di lui ricordo con particolare gratitudine, la totale fiducia che ha sempre avuto in me nelle varie destinazioni del ministero, soprattutto in quella della fondazione del nuovo Ufficio di Curia della Pastorale del Turismo, che mi ha affidato ciecamente da inventare. Il Card. Colombo ha voluto tanto bene anche alla Comunità aeroportuale di Linate. Negli anni del suo ritiro e riposo forzato per malattia, andavo spesso a trovarlo in Corso Venezia, dove mi accoglieva sempre con grande cordialità e mentre gli raccontavo della mia esperienza a Linate, ricevevo sempre da lui parole di apprezzamento per i lavoratori e parole illuminanti e incoraggianti per me. Ora però non vorrei parlare della persona del Cardinale, nè del suo ministero, che richiederebbero ben altro spazio e preparazione, bensì vorrei semplicemente ricordare alcuni punti del suo Testamento spirituale, che rimane lo specchio della sua vita di cristiano, di sacerdote e di vescovo. E' stato scritto di suo pugno il 18 febbraio Si apre con il significato della vita e della morte: 'Con la morte non è la vita che finisce, ma la strada del ritorno. Io ritorno a Dio misericordioso e giusto: Padre, Figlio e Spirito Santo'. Un cenno fugace alla sua famiglia: 'Dalla mia famiglia, umile e povera, ho ereditato le ricchezze che più contano: quelle dello spirito'. Lo scopo principale della sua vita: l'amore: 'Fratelli e figli, non ho amato che voi, non ho lavorato che per voi sulla terra; ma non sono riuscito a farvi tutto il bene che volevo, tutto il bene che vi dovevo. Continuerò ad amarvi in paradiso'. Un ricordo particolare per il mondo del lavoro: 'Dal cielo mi farò sentire nel mondo del lavoro, cui mi legano le mie origini familiari, per le quali in ogni operaio rivedo mio padre e i miei fratelli'. Quattro consigli per i suoi figli spirituali: 'Figli della Chiesa ambrosiana, credete in Gesù Cristo, perchè senza di lui non c'è vera salvezza, nè vera liberazione. Amate la Madonna, perchè una tenera e illuminata devozione a Maria rende più facile e più dolce il compimento della volontà di Dio. Vogliatevi bene tra di voi nella reciproca stima e comprensione, nella giustizia, nella fraternità e nella pace. Rispettate lealmente la vostra coscienza e non traditela mai, perchè viene poi il momento in cui bisognerà rendere conto di tutto'. Ed ecco la toccante conclusione del Testamento: 'Ogni volta che sulla terra ambrosiana scenderà la sera, dal cielo guarderò su ciascuna famiglia. Pregherò con quelli che pregano. Pregherò per quelli che non pregano. E tutti benedirò. Come già fin d'ora benedico: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo'. Vostro aff.mo Card. Giovanni Colombo Miei Cari: credo che vi saranno arrivati i saluti dal Santuario della Madonna di Rho, dove ho trascorso i Santi Esercizi spirituali alla fine di ottobre. Ma non è l'unico ricordo dell'anno, perchè, anche se non ci sentiamo spesso, vi ricordo ogni giorno, sia nella S. Messa che nel Rosario, perchè la seconda parte, i Misteri dolorosi, la recito sempre per voi. Vi penso e prego perchè anche voi possiate utilizzare al meglio i vostri guai, accettandoli con fede e con amore. Giacchè dobbiamo soffrire, cerchiamo di soffrire bene, in unione di spirito con il Signore, il quale ci assicura la ricompensa. Offrite qualche sacrificio anche per la Comunità aeroportuale, perchè il Signore l' assista e le conservi la fede. Con questo vi saluto, vi abbraccio e vi benedico, con la Madonna addolorata. Vostro Don Giovanni IL NUOVO SITO INTERNET DELLA CAPPELLA-SANTUARIO 'MADONNA DI LORETO' uli.it 9

10 Il Sacrario: messaggio di luce e di speranza per tutti L'8 ottobre 2001 per me non è solo un ricordo, ma una visione, che ho e che avrò per tutta la vita. La visione di un rogo da una parte, con gente indaffarata a spegnere le fiamme impazzite, e dall'altra, l'hangar militare con la lunga teoria di salme allineate, raccolte in sacchi di plastica, che alcuni agenti impietosamente cercavano di scandagliare alla ricerca di una identificazione. Mi rivedo ai piedi di ciascuna salma, con la Corona fra le dita, per benedirla e per invocare la misericordia del Signore. E poi, poco più in là, nella sala degli Ufficiali militari, l'incontro straziante con i familiari e i parenti che volevano sapere ad ogni costo il perchè di una simile tragedia. Rispondevo muto, guardandoli fissi negli occhi e stringendo forte le loro mani, accomunati nel pianto, per far sentire che anch'io non capivo il perchè, ma che il loro dolore era anche il mio e di tutta la Comunità. Al termine delle meste giornate mi rivedo all'altare della Cappella, attorniato da pochi fedeli senza parole, per la Messa di suffragio per i Morti e di conforto per i Vivi. Ho officiato i funerali delle cinque vittime aeroportuali, incominciando da quello di Cairo Renato, svoltosi per volontà dei parenti e dei colleghi di lavoro, nell'hangar dell'ata, l'aeroporto privato di Linate, con la bara posta davanti all'ufficio di Renato, sulla cui scrivania era posato un mazzo di fiori bianchi. Ora, con i parenti delle cinque Vittime di Linate formiamo come una sola famiglia, desiderosi di rivederci ogni ultima domenica del mese per pregare insieme e per scambiarci qualche parola. Ho conosciuto poi i membri del Comitato dei Familiari delle Vitime, persone squisite, che si sono caricate del peso delle 118 Vittime, pur essendo esse stesse ferite. L'ultima visione che conservo è quella dell'amico Pasquale Padovano, ustionato all'80% nella tragedia, che è e che rimarrà la memoria vivente del triste evento. Accanto a lui rivedo la sua bambina Anna, diventata la motivazione principale della sua esistenza e la moglie Teresa, fedele per 12 mesi accanto al letto del marito, come Maria ai piedi della croce. Rivedo il Personale medico e paramedico dell'ospedale di Niguarda che veramente ha fatto miracoli per Pasquale e che merita tutta la nostra stima e riconoscenza. Ma la visione per me dominante è quella che ho voluto esprimere nel 'Sacrario' della Cappella e che gli artisti Benedetta e Alberto Ceppi hanno ben tradotto in immagini. E' una visione di luce e di speranza. L'ho mutuata dalla Parola di Dio e in particolare dal Libro della Sapienza, che dice: 'Le anime dei giusti sono nelle mani di Dio, nessun tormento le toccherà. Agli occhi degli stolti parve che morissero; la loro fine fu ritenuta una sciagura, la loro dipartita da noi una rovina, ma essi sono nella pace. Dio li ha provati e li ha trovati degni di Sè, li ha saggiati come oro nel crogiuolo e li ha graditi come un olocausto. Nel giorno del loro giudizio brilleranno come stelle nel firmamento...' (Sap. 3, 1-9). Con questa visione non diciamo addio ai nostri Cari, ma un semplice arrivederci! Il Cappellano Moscatello Francesco SEA-Sicurezza (55) De Vivo Luigi SEA-Taboga (52) Mastromauro Roberto SEA-Taboga (34) Agnetta Girolamo SEA-Sic.a (53) Cairo Renato ATA-EuroJet (54) 10

11 Cari Amici: arrivederci! le 118 Vittime da non dimenticare AGOSTI - SIMONE ALCAMO - LEONARDO ANDERSEN - HANS PETER ANDERSEN - LISE LOTTE ANDERSSON - HÅKAN BERTACCHINI - GIUSEPPE BETTONI - GIAN BORTOLO BLASI - ROMANO BOMAN - PER CAIRO - RENATO CAIRONI - CRISTINA CALGARO - TINO CAMERONI - NATALE CAMPANINI - ANDREA CANDIANI - LUCA CANTÚ - MARCO CAPUTO - GIANPIERO CARLIN - SANDRO CONTE - ANDREA COTTA RAMUSINO - ALBERTO DANIELSEN - EILER DE VIVO - LUIGI DOSMO - RENATO DURANTE - SIMONE ERIKSSON - GUNILLA ERIKSSON - PÄR ESSEBRO - ROBERT FALCH - HEIDI FELTHAUS - ARLY FELTHAUS - INGER MARIE FOGLIANI - LAURA FONTANA - MICHELE FORSMAN - CHRISTER FORSMAN - ROBIN FOSSATI - LUCA FRIGERIO - FRANCO FRISTEDT - GUNILLA GAMBETTA - MAURO GARDE - METTE FRIBOEGATTI - ROBERTO GAUCAN - GABRIELA GHIGLINO - LUIGI GIOACCHINI - RICCARDO GIUMELLI - VALENTINA GRYNFELD - HELENA GUSTAFSSON - JOAKIM HEGGELUND - ESPEN HONKARANTA - TARMO HYLLANDER - ANDERS IVERSEN - ASGER LUND IVERSEN - THYGE LUND IVERSEN - ULLA HELGA JAKOBSSON - OLAF JÄSPERI - ARJA JÖRBACK - HÅKAN KARJALUOTO - ALEXANDER KARJALUOTO - JAN KARLSSON - BERT ARNE KARLSSON - DANIEL KING - JESSICA KÖNIGSMANN - HORST KRISTENSEN - PIA KRISTENSEN - POUL LUND KRUGER - ERIC KRUGER - MICHAEL LAFFRANCHI - ANDREA LARSEN - STEEN SCHYTT LARSSON - KURT ÅKE LASSEN - FINN LASSEN - MADS LAZZARINI - ATTILIO LINDGREN - TOBIAS MANGIAGALLI - FABIO MARTELLO - MATTEO MASTROMAURO - ROBERTO MATTSSON - ANITTA MECKLIN - ANU MICALLEF - NATALIE MOGENSEN - LARS MORONI - MARCO MOSCATELLO - FRANCESCO MOTTA - LUIGI MUSSIDA - LUIGI NIELSEN - JENS OLESEN - MARIANNE OLESEN - ANJA SCHLICHTER OPPIZZI - ALBERTO PENTTINEN - JANNE SAMULI PESAPANE - MAURIZIO PETTERSSON - OLA PETTINAROLI - LORENZO PICCIRIELLO - AGOSTINO PIEMONTI - ORAZIO POLASTRI - LUCA POLI - RICCARDO PRANDI - MASSIMO PREDAROLI - FILIPPO PROSERPIO - ALBERTO ROMANELLO - STEFANO ROMANINI - PRIMO ROSSELLO - OSVALDO ROSSI - MARIO ROTA - CLARA ROTA - GIOVANNI ROTA - MICHELE SALATI - PEPPINO SANNA - ANTONELLA SAVIO - GIANCARLO SCABURRI - ANGELO SCHNEIDER - MARTIN STRÖMME - JAN MARC TAVECCHIA - BARBARA VANELLI - VIVIANA VENTURINI - CARLO VERGANI - MAURO VINDAHL LUND - VIBEKE ZANOLI - SIMONE 11

12 L'inaugurazione del Sacrario L'inaugurazione del Sacrario è avvenuta domenica 29 settembre 2002, in una Cappella stracolma di partecipanti, con la S. Messa celebrata dal Cappellano, Don Giovanni Tremolada, cui ha fatto seguito una preghiera ecumenica da parte del Pastore Evangelico Pentecostale, Sig. Giacomo Tumbarello. Erano presenti i Familiari delle Vittime aeroportuali, i membri del 'Comitato 8 ottobre 2001', gli artisti del Sacrario, i lavoratori aeroportuali e molti amici della Cappella. Nel corso della cerimonia il Cappellano ha conferito ad alcune persone benemerite della Comunità tre 'Gabbiani d'oro', in segno di stima, affetto e riconoscenza: ai Sigg. Teresa e Pasquale Padovano, al Sig. Gennaro Brigliadoro, della Guardia di Finanza di Linate e ai membri del 'Comitato 8 ottobre', nella persona del Presidente, Dr. Paolo Pettinaroli. La S. Messa è stata accompagnata dai canti del Quartetto 'Saint Francis Voices' di Don Stefano Varnavà. L'apprezzamento del Sacrario come memoria storica della tragedia dell'8 ottobre 2001, come opera artistica di alto livello e come messaggio di speranza, è stato unanime da parte di tutti i partecipanti alla toccante cerimonia. La preghiera e la benedizione del Papa Rev.o Don Tremolada: occasione inaugurazione in codesta Cappella artistico Sacrario at ricordo Vittime italiane et scandinave sciagura aerea 8 ottobre 2001, Sommo Pontefice esprime vivo compiacimento per lodevole iniziativa et mentre eleva preghiere di suffragio per eterno riposo Defunti, invia at Familiari, Personale aeroporto, promotori et presenti tutti sacro rito, implorata Benedizione Apostolica. Card. Angelo Sodano - Segretario di Stato Città del Vaticano Il saluto e l'abbraccio dell'arcivescovo Qui vorremmo solo ringraziare il nuovo Arcivescovo di Milano, Card. Dionigi Tettamanzi, per la bellissima lettera che ha inviato alla Comunità aeroportuale di Linate ( vedi a pag. 7) in occasione della inaugurazione del Sacrario per le Vittime dell'8 ottobre 2001, avvenuta nella Cappella dell'aeroporto domenica 29 settembre Una lettera che trasuda umanità, affetto e fede. Potremmo dire che il Cardinale ci ha voluto bene prima ancora di conoscerci. Un particolare interessante: alla vigilia della manifestazione, l'arcivescovo, temendo di non arrivare in tempo con la lettera, da Renate, suo paese nativo, dove si trovava in attesa dell'ingresso in Milano, ha mandato il suo Segretario particolare a Cesano Maderno, paese del Cappellano, per consegnargli personalmente e con urgenza la lettera! Al ringraziamento vorremmo unire tutta la nostra stima e il nostro affetto, con l'augurio di ogni bene, con la certezza che sarà un grande Arcivescovo e con il desiderio di vederlo presto in Cappella. Le motivazioni dei tre 'Gabbiani d'oro' Ai coniugi Pasquale e Teresa Padovano: A Pasquale Padovano, per l eroica sopportazione delle conseguenze della sciagura di Linate, in 12 mesi di degenza all ospedale di Niguarda. Alla moglie Teresa e alla figlia Anna, per l esempio di totale donazione al marito e al papà, nella sua assistenza quotidiana fisica e morale. A Gennaro Brigliadoro della Guardia di Finanza di Linate: Per la prontezza di spirito, il coraggio e la generosità dimostrate nel soccorrere Pasquale Padovano nel momento della tragedia, contribuendo così a salvargli la vita. Al Comitato dei Familiari delle Vittime, nella persona del Presidente, Dr. Paolo Pettinaroli: Per l intelligenza e la determinazione dimostrate finora nel tenere viva la memoria della sciagura di Linate nell opinione pubblica, presso gli Organi governativi e presso gli Enti benefici. Per la sensibilità dimostrata nel lenire le ferite dei Familiari delle Vittime con una assitenza morale e materiale puntuale e cordiale. 12 Il Coro 'Saint Francis Voices' Il Comitato 8 ottobre 2001 Gli artisti Benedetta e Alberto Ceppi

13 Due novità editoriali della Cappella 'LA PAROLA CHE VOLA' Mi hanno sempre colpito le parole che Dio rivolge a Geremia, dopo averlo investito della missione di Profeta. Di fronte alle comprensibili perplessità del giovane Geremia che cerca di schermirsi dicendo: Ahimè, Signore Dio, ecco io non so parlare, perché sono giovane!. Dio risponde: Non dire: sono giovane, ma va da coloro a cui ti manderò e annunzia ciò che ti ordinerò. Non temerli, perché io sono con te per proteggerti (Ger. 1, 4). 1 Accingendomi a pubblicare il secondo volume della Parola che vola, cioè delle omilìe tenute dal Cappellano alla Comunità nella Cappella dell aeroporto di Linate, nell anno , indicato dalla Liturgia come Anno A, provo gli stessi sentimenti e le stesse perplessità: Farò bene? Non farò bene? Che cosa posso insegnare io ad altri? Che utilità potranno avere queste mie omilìe per chi non conosce l ambiente aeroportuale? E via di seguito. Dopo aver fatto un atto di fede nella potenza della Parola di Dio, che opera in coloro che credono per mezzo dello Spirito Santo', mi sono sentito incoraggiato nella nuova pubblicazione anche dalla buona accoglienza che ha avuto il primo volume, riguardante le omilìe dell Anno C. Mi sono giunte attestazioni spontanee di gradimento veramente commoventi, soprattutto da parte di persone umili e semplici, nelle quali agisce più liberamente e più fruttuosamente lo Spirito Santo. Nel pubblicare le omilìe non ho avuto mire particolari, se non quella di dar gloria al Signore e di lasciare un piccolo ricordo alle persone a me più care, familiari, parenti ed amici. Per questo è stata fatta una tiratura limitata, solo 300 copie, sia del volume a stampa, che di quello con le audiocassette, che riprendono in diretta la viva voce del predicatore. Le 300 copie sono state distribuite personalmente dal Cappellano durante l anno e il rito si ripeterà, a Dio piacendo, per il secondo volume e, speriamo, anche per il terzo. I volumi saranno tre perché le Letture del Lezionario liturgico sono triennali, divise in Anno A, B e C. Mi riempie di meraviglia il fatto che le stesse omilìe venivano spedite settimanalmente, via , in diverse parti del mondo: in Norvegia, in Polonia, in Africa, in Australia, a coloro che ne avevano fatto richiesta. Mi stupisce poi il fatto che le omilìe del primo volume sono contenute in Internet, nel Sito della Cappella di Linate, a disposizione dei navigatori interessati. Mi commuove soprattutto il fatto che delle persone anziane, o malate, costrette in casa, continuano a riascoltarle, ritenendole una compagnia rasserenante. Mi confonde poi il fatto che delle Religiose di Clausura ascoltano le omilìe in preparazione alla Liturgia festiva. Mi conforta solo il pensiero che il Signore sa comunicare i suoi messaggi servendosi di tutti, anche degli asini, come è successo a Balaam (Num. 22, 22). Qualche sacerdote colpito dall eleganza della pubblicazione si è preoccupato per l' ingente spesa, ma il Cappellano ha risposto che la spesa corrisponde circa a quella di un funerale, per cui avendola risparmiata personalmente nell anno trascorso, ha potuto destinarla alla pubblicazione. Così spero vivamente che avvenga nei prossimi anni. Con questo, saluto e ringrazio tutti coloro che utilizzeranno il secondo volume della Parola che vola, augurando che possano volare veramente in alto e lontano. Il Cappellano Don Giovanni IL VOLO DEL GABBIANO NEL 2003 In questi ultimi anni si è molto diffusa la moda dei Calendari, soprattutto da parte dei VIP e delle Staars per 'reclamizzare' una persona, o semplicemente un corpo, o un prodotto. Vi sono però anche dei Calendari alternativi, il cui classico esempio può essere indicato nel Calendario di Frate Indovino, che tutti conoscono e che non solo lucida gli occhi, ma arricchisce anche la mente con tante notizie interessanti. Nella scìa dei Calendari alternativi si inserisce quello della Comunità aeroportuale di Linate, significativamente intitolato 'Volo del Gabbiano nel 2003'. Il Calendario, con più di 150 fotografie, illustra la vita della Comunità, mettendo in risalto i fatti più salienti, sia sotto il profilo religioso, che civile. Ad es. oltre ai Santi del Calendario liturgico, sono indicati 45 Santi Patroni della Comunità aeroportuale: dalla Polizia, ai Carabinieri, alla Guardia di Finanza, ai Postali, agli Informatici, ai bagagliai, ecc. Sono indicate inoltre le ricorrenze più significative della Comunità, come la Festa della Madonna di Loreto, dei Pensionati aeroportuali, dei Clochards, ecc. Lo scopo ultimo del Calendario è quello di far sentire in qualche modo che non siamo isolati, ma siamo una Comunità, che prega, che lavora, che soffre e che gioisce. L'auspicio è che il Calendario venga esposto in ogni Reparto e in ogni ufficio dell'aeroporto. La sua preparazione ha richiesto un notevole impegno, di cui bisogna dare merito a due amici della Comunità, ai Sigg. Marina e Maurizio Balsamo, leader del Gruppo O. K. Team, che cordialmente ringraziamo. 13

14 Vita della Cappella Il Cronista Una serata ferragostana trascorsa in piacevole compagnia di amici L'indimenticabile Teresa, una Clochard che viveva in aerostazione 14 ADOZIONI A DISTANZA PARZIALI (*) E DI GRUPPI CAV-EAV-METEO Amm.tivi CAV Torre di Controllo CID Operatori C.R.A.V. (Sala T.D.P.) Controllori di Volo (Sala Radar) Duty Free Shop Fabrizi Luciano (*) Finesso Roselvy (*) Guardia di Finanza Marchetti - Recrosio (*) Operatori Alitalia O.K. Copy Italia O.K. Team Petrelli Jole (*) Polli Renata (*) Raffaghello - Andena (*) Sacco Alessandro-Marilena (*) S.E.A. Club S.E.A. Uff. Cont. Clienti S.E.A. - OCIV - Segreterìa S.E.A. Uff. Fornitori S.E.A. Segreteria Piazzale S.E.A. Serv. Imp. Elettrici S.E.A. Termodinamici S.E.A. Parking SOGIL Operatori (*) Soldà Casari Luisa (*) Vigili aeroportuali Vigliarolo Maria Tina (*) (*) Adozioni parziali LE VACANZE NORMALI E QUELLE ALTERNATIVE Come ogni anno, nei mesi estivi, sono arrivate molte cartoline alla Cappella e al Cappellano da parte degli aeroportuali in vacanza in Italia e all'estero. Ormai il mondo si è fatto piccolo e si identifica con il villaggio globale e niente più impedisce di conoscerlo e di percorrerlo, se non la mancanza di tempo o di denaro. D'altro canto il Signore ha creato il mondo per questo: 'Il Signore Iddio prese l'uomo e lo pose nel giardino dell'eden, perchè ne fosse il cultore e il custode' (Gen.) e perchè l'uomo, 'vedendo le meraviglie del creato, riconoscesse il Creatore e desse gloria al Padre' (Sap.). C'è da augurarsi che tutti abbiano questa visione religiosa del mondo, perchè è la più soddisfacente anche per la ragione, oltre ad essere esaustiva per chi ha la fede. Il Cappellano comunque ringrazia tutti gli aeroportuali che gli hanno scritto, assicurando tutti di aver celebrato una S. Messa secondo le loro intenzioni. Alcuni hanno chiesto al Cappellano se e come aveva trascorso le sue vacanze! Ho risposto che avevo fatto delle bellissime 'vacanze alternative', come più della metà degli Italiani, che sono rimasti a casa, pur staccando dalle abituali occupazioni. Anch'io sono rimasto a Linate, prestando servizio regolare alla Cappella, pregando con maggior calma, leggendo, visitando i lavoratori che si trovavano sulla Pista o che curavano il restyling dell'aerostazione, festeggiando la Madonna Assunta e il Ferragosto con gli amici Clochards, andando a trovare i bambini del Centro Estivo, qualche ammalato, qualche famiglia di aeroportuali, per consumare insieme una cenetta alla 'brusca', terminando con la tradizionale fetta di cocomero, che in quel momento era più dell'aragosta e del caviale. E' proprio vero il proverbio che dice: 'Chi si accontenta, gode!' ONORATA L'ASSUNTA CON 33 CLOCHARDS La festa della Madonna Assunta, a ferragosto, a Linate, è stata celebrata, come è ormai tradizione, con Natale e Pasqua, con 33 Clochards. Potevano essere più numerosi, ma alcuni si sono lasciati intimidire dalla notizia della chiusura dell'aeroporto, o non hanno potuto prendere il Bus, perchè proprio quella mattina era affollato dai Controllori (!). Comunque il proverbio dice: 'Poca brigata, vita beata!'. In effetti tutto si è svolto bene, ordinatamente, senza inconvenienti di sorta. I 33 hanno partecipato devotamente alla S. Messa delle ore 11 nella Cappella dell'aeroporto, pregando, cantando e ascoltando l'omilìa del Cappellano, nella quale ha detto, fra l'altro, che i poveri sono la ricchezza della Chiesa e ciò spiega la fioritura nei secoli e fino ai giorni nostri, di opere di carità e di Santi che le hanno promosse. Anche le tre feste annuali della Comunità di Linate con i Clochards possono essere considerate come un segno della benevolenza della Chiesa verso i poveri. Dopo la S. Messa i Clochards si sono recati al Ristorante aziendale Onama per consumare il pranzo di ferragosto, offerto dalla Cappella, in semplicità e gioiosa amicizia, fra lo stupore dei commensali lavoratori, alcuni dei quali vedevano per la prima volta così tanti Clochards nella Mensa aziendale. Lo Schef e il Personale del Ristorante si sono mostrati come sempre all'altezza della situazione, preparando le vivande e servendo gli ospiti con signorilità e con cordialità. E' stato un vero pranzo completo, dall'antipasto, alla frutta, al dolce, al caffè corretto al 'Bar Spizzico' in aerostazione e, dulcis in fundo... la solita e attesa paghetta finale. I Clochards sono partiti contenti e soddisfatti per l'accoglienza ricevuta, e noi siamo rimasti ancor più contenti e soddisfatti per la benedizione che ci hanno portato.

15 Il 'Bosco dei faggi' con il monumento (in fondo) alle Vittime scandinave Benedizione del nuovo Radar nella Sala di controllo della Torre di Linate ADOZIONI A DISTANZA DI SINGOLI E DI FAMIGLIE MEMORIAL DAY 8 OTTOBRE 2002 La mattina di martedì, 8 ottobre 2002, 1 anniversario della tragedia aerea di Linate, mentre i familiari delle Vittime si sono ritrovati sulla pista dell'aeroporto, per un momento di silenzio e di preghiera, nella Cappella, il Cappellano, alle 8.10 in punto, iniziava la S. Messa di suffragio, partecipata da lavoratori e passeggeri. Al 'memento dei morti' sono state ricordate nominalmente le 118 Vittime, fra la commozione di tutti i presenti. Il giorno della memoria è continuato nella Basilica di Sant'Ambrogio, dove ha avuto luogo una Celebrazione ecumenica fra Cattolici ed Evangelici, presenti le Autorità civili, militari e religiose. Al termine della cerimonia sono stati letti i Messaggi inviati dall'arcivescovo di Milano Card. Dionigi Tettamanzi e dal Card. Martini. La piacevole sorpresa per tutti è stata di vedere presente alla cerimonia, l'amico Pasquale Padovano, unico sopravvissuto alla tragedia, circondato dai familiari e ben assistito dal personale medico e paramedico dell'ospedale di Niguarda. Alle 13, presso il Parco Forlanini, nel 'Bosco dei faggi', è stato inaugurato un piccolo monumento dedicato alle Vittime scandinave (vedi foto in alto), con vari discorsi di circostanza. Nel pomeriggio il Cappellano ha visitato il Taboga della sciagura, davanti al quale in mattinata i colleghi di De Vivo Luigi e di Mastromauro Roberto (e di Padovano Pasquale), avevano deposto una corona di fiori, per una preghiera comunitaria e una benedizione, cose che sono state poi ripetute con i colleghi del Taboga attualmente operante. In serata, presso il Conservatorio di Milano, è stato tenuto un Concerto, il cui ricavato è stato devoluto dal Comitato dei Familiari ai poveri di Fratel Ettore Boschin. UN NUOVO RADAR PER LA SICUREZZA Dai primi di ottobre 2002 è funzionante presso la Sala della Torre di controllo di Linate il nuovo Radar, che tanto ha fatto discutere a seguito della sciagura aerea del'8 ottobre Il 10 ottobre il Cappellano ha impartito la Benedizione alla nuova strumentazione, presenti gli amici radaristi in servizio. Auguri! ANCHE A LINATE 'GIOCHI PREZIOSI' Domenica 13 ottobre 2002 in aerostazione è stato aperto un nuovo negozio di giocattoli per bambini, da parte di una Ditta molto nota e affermata nel Settore. Auguri al Sig. Preziosi, ad Antonio, Pamela, Cristina, Eleonora e benvenuti a Linate da parte dell'intera Comunità! I PARENTI DEL CAPPELLANO A LINATE Domenica 15 settembre 2002, alcuni parenti del Cappellano si sono ritrovati a Linate per partecipare ad una S. Messa in suffragio di una zia, Suor Agnese, Religiosa Salesiana, mancata nel Abate Carla e Giorgio Ala e Enrico Antonietta, Felice e Alessia Allione Sig.ra Amina Arienti Valeria e Fam. Aroldi Sig. Giovanni Azzetti Fam. e Borchia Matilde Balsamo Moreno Bastini M. Teresa e Salvatore Bermani F. - Radice C. Borrelli Antonella Botti Fausta e Spotti Emilio Brescianini Angelo Carcasci Sig. Matteo Carugati Lazzari Renata Casetta Rosella e Vincenzo Clerici Chiara e Francesco Conforto Galli Dr. Cristina Cristiani Sig. Carlo Curti Sig.ra Elvira Decio Sig. Bartolomeo De Belli-Carra Sig.ra Elena Di Tizio Lucia e Ferdinando Di Tomaso Anna e Giuseppe Divicari Silvia Fabrello Sig. Antonio Felisi Nuccia e Franco Fella Sig.ra Lina Florio Francesco Fruner Nadia e Silvano Gallizioli Maria e Lina Gardella Ermanno-Gardella Pina Gibertoni Massimiliano Leoni Rosy Macchi Don Nando e Gisella Maggiore Anna Maino Erminio, Stefania e Silvia Manca Sig. Angelo Mandato Angelina e Donato Muggiani Sig.ra Renata Omenetto Fam. Paggiaro Daniele Patruno Tania e Gian Luca Pelucchi Eliana e Alessandro Raimondi Nadia e Giovanni Recchia Francesco Rochira Sig.na Luciana Sacco Angelo Sacco Elena Salvi Margherita Soldati Renato-Lehnus Laura Tassi Sig.na Giovanna Tassi Marinella - Fantuz Claudio Toso Romeo Tremolada Don Giovanni Villa Giuliana e Fam. Vincenzi Maria e Lorenzo Volpato Bruno 15

16 Tra SEA e dintorni Il Cronista SULLA PISTA E IN AEROSTAZIONE SGRANANDO IL ROSARIO La mia non è una cronaca rilevata dai comunicati stampa, ma ripresa in diretta, in quanto spesso mi recavo sulla pista dell'aeroporto per osservare l'avanzamento dei lavori e soprattutto per incontrare i lavoratori delle diverse Ditte che lavoravano a turno, giorno e notte, domeniche comprese (!). Erano bergamaschi, lodigiani, cremaschi, calabresi, siciliani, albanesi, rumeni, ecc., alle dipendenze di alcune grandi Imprese bergamasche e valtellinesi, riunite in pool per affrontare la grande commessa triennale della SEA per lavori a Linate e a Malpensa. Costo della commessa 15 milioni di euro, circa 30 miliardi di lire. In 20 giorni, dal 6 al 26 agosto, dovevano effettuare i lavori di rifacimento della Pista e in parte del Piazzale-aerei di Linate, che non vedevano interventi seri dal I tempi sono stati rispettati e il 27 agosto sono ripresi i voli. Frequentando i lavoratori sulla pista e nella Mensa aziendale, ho imparato a conoscerli per nome: Giuseppe il capo cantiere, Filippo il gruista, Mauro il responsabile della Ditta, Fabio l'ingegnere, Carlo il ruspista, ecc. ecc. Saranno stati in tutto circa 150. Abbiamo fatto anche alcune fotografie che conserveranno come ricordo di Linate. Mentre percorrevo la pista in lungo e in largo, mi piaceva sgranare il Rosario per loro, per le loro famiglie e perchè tutto procedesse e finisse senza inconvenienti, come di fatto è avvenuto. Memore della tragedia dell'8 ottobre 2001, alla fine dei lavori, ho impartito la benedizione ai lavoratori e alla pista, pregando il Signore che in futuro ci risparmi prove tanto dolorose. Avevo pensato di celebrare anche una S. Messa sulla pista a ferragosto, ma non è stato possibile per via della grande dispersione dei lavoratori e delle turnazioni. Le cose sono andate un pò diversamente in aerostazione, dove i lavori si sono protratti un pò più a lungo del previsto. La cosa più rilevante in aerostazione è stata l'unificazione dei 'varchi' nazionali ed internazionali per ragioni di maggior sicurezza. Ciò ha comportato però alcuni inconvenienti di percorso, costringendo i passeggeri a fare la ginkana per arrivare agli imbarchi. Anche alcuni negozi situati nella parte più bella e più nuova dell'aerostazione sono stati notevolmente penalizzati. Per il resto sono stati lucidati i pavimenti e cambiate le soffittature con le relative plafoniere, che rendono l'aerosatzione più luminosa. Un pò poco per la verità! Sarebbe come se ad un clochard si fosse cambiato il cappello e si fossero lucidate le scarpe, senza però cambiare il vestito, rimasto vecchio, smunto e logoro. Le cose che non funzionavano in aerostazione sono rimaste tali: ascensori perennemente guasti, scale mobili obsolete, mancanza di un montacarichi per gli addetti alle pulizie, toilettes per handicappati sempre chiuse, ecc. ecc. Questo era il restyling che ci si aspettava a Linate e che non è stato fatto. Ho sentito però che questi lavori fanno parte di 200 progetti che sono attualmente sul tavolo della SEA. Speriamo che ne vengano attuati almeno quattro o cinque. 16

17 Giacomo, un Clochard di Linate La facciata dell'aeroporto di Malpensa I ragazzi del Centro Estivo della SEA UNA LEGGE CHE INTERESSA ANCHE LINATE E' SEMPRE MEGLIO PREVENIRE CHE REPRIMERE DA GIUGNO A SETTEMBRE LA VACANZA PER 50 RAGAZZI Nei giorni scorsi ho letto nel Giornale 'Avvenire' dell'esistenza di una legge negli U.S.A., detta del 'Buon Samaritano', che presto dovrebbe arrivare anche in Italia. Si tratta di una legge del '96, approvata da Bill Clinton quando era ancora Presidente, a favore dei milioni di americani poveri. La legge consiste nel fatto che gli alimenti a breve o lunga scadenza possono essere utilizzati per scopi filantropici dalle Organizzazioni di Volontariato, senza nessun vincolo, nè controlli igienici e sanitari di nessun tipo. La legge metterebbe sullo stesso piano le Organizzazioni di Volontariato e i consumatori normali. Come quando vado a pranzo in Mensa, posso portare via il panino o il frutto che non ho consumato, per mangiarlo magari alla sera, così le Organizzazioni potranno prelevare dalla Mensa tutto quello che è avanzato per distribuirlo agli indigenti, senza però alcun lucro. La legge riguarderà non solo il mondo della ristorazione e della gastronomia, ma anche i privati cittadini, i quali, invece di buttare nella pattumiera gli avanzi commestibili non deperiti, potranno destinarli ai bisognosi. Il Consiglio dei Ministri, prima delle ferie, il 3 agosto, ha approvato lo schema del Disegno di legge, che ora passerà all'esame della Conferenza Stato-Regioni, per poi iniziare il consueto iter parlamentare. Parecchie volte abbiamo trattato questo argomento anche in Linate Flash, deprecando gli sprechi delittuosi che si consumano ogni giorno anche a Linate, ma non c'era soluzione al problema in quanto nessuno voleva assumersi la re responsabilità delle possibili conseguenze. Con questa legge ogni ostacolo dovrebbe essere superato e Linate potrebbe diventare esemplare anche per questa opera di solidarietà. Il metodo educativo preventivo è stato il metodo vincente di San Giovanni Bosco, metodo con il quale ha salvato migliaia di giovani dalla strada e dal vizio. Il metodo, tutt'ora seguito dai suoi figli spirituali, i Salesiani, consiste nello stare sempre con i giovani e nell'assisterli giorno e notte, in modo da correggere eventuali elementi negativi del carattere o del comportamento e da potenziare gli elementi positivi. Mi è venuto alla mente questo, quando il 24 agosto scorso è scoppiata la bomba di Malpensa (si fa per dire!), quella dei 37 lestofanti, che hanno rischiato di far passare la SEA e il secondo aeroporto italiano come una spelonca di ladri. Abbiamo assistito allora alle filippiche televisive di denuncia e di promesse repressioni, di licenziamenti, come se la cosa non fosse risaputa e come se fosse stata la prima volta. A parte lo scoop televisivo, che forse era atteso e preparato, i benpensanti si sono chiesti: se la cosa durava da due anni e i dirigenti sapevano tutto, perchè non sono intervenuti subito in modo da prevenire la cosa, da salvare il buon nome dell'azienda, il licenziamento di 37 lavoratori e l'umiliazione per 37 famiglie? In questo senso, non sono un pò corresponsabili anche i dirigenti? E' vero che queste cose sono successe e succedono in tutti gli aeroporti del mondo, Linate compreso, ma ciò non toglie che se i dirigenti fossero un pò più attenti, ne succederebbero di meno. E' ciò che si invoca anche per i dirigenti di Linate: un pò meno menefreghismo e un pò più di presenza attiva sul campo, con interventi tempestivi e mirati, per rendere la vita degli aeroportuali, lavoratori e passeggeri, più sicura e più serena. Dal termine delle scuole al loro inizio, da giugno a settembre, per ben tre mesi interi, a Linate ha funzionato il Centro Estivo per i figli dei dipendenti della SEA, dai 5 ai 12 anni, che hanno trascorso le vacanze tra giochi, piscina, saggi e lavoretti parascolastici. Erano presenti in media ragazzi ogni giorno, ben assistiti da 5 giovani studenti per turno. E' doveroso ringraziare il Signore perchè tutto si è svolto senza inconvenienti, la SEA e i suoi dirigenti per l'organizzazione e gli educatori per la attenta e generosa assistenza. LA NUOVA BOUTIQUE DI MORESCHI II 3 settembre, a Linate, ai varchi internazionali dell'aerostazione, ha aperto i battenti una nuova Boutique di scarpe e pelletteria, col glorioso nome di Moreschi, famoso in Milano, in Italia e all'estero. Basta citare tre negozi importanti: in Corso V. Emanuele, in Via Manzoni e all'aeroporto di Malpensa. Nella Boutique lavorano a turno tre bravi giovani: Mario, Norma e Katryn, ai quali il Cappellano ha portato la benedizione del Signore, come auspicio per l'inizio e il proseguo dell'attività. Auguri anche da parte della Comunità 17

18 Linate chiama Cameroun 18 Il Missionario ADOZIONI A DISTANZA OBIETTIVO Aiutare un bambino povero e handicappato, mantenendolo nel suo ambiente. CONSISTENZA Nel fatto che una persona singola, una famiglia, un Gruppo aeroportuale, si fà carico delle necessità di un bambino/a in grave stato di bisogno, versando una quota fissa annuale per il suo mantenimento, le cure mediche e la sua istruzione. DURATA L'ideale sarebbe portare il bambino/a adottato, fino al compimento degli studi (14 anni). CONTRIBUTO La somma annuale stabilita dal 'Foyer Handicappees'- PO Ebolowa (Cameroun), è di E 258/00 (Adozione intera), o di E 129/00 (Adozione parziale), da versare alla Cappella in una sola volta, o anche a rate, entro il 31 luglio. CARI GENITORI ADOTTIVI DI LINATE Cari Genitori adottivi: lunedì 7 otobre è passato da Linate P. Sergio Janeselli, nostro referente in Cameroun, per una visita veloce, il tempo di darci le ultime notizie sui bambini di Ebolowa e di consegnarci le ultime loro fotografie. E' venuto in Italia per assistere ad una ordinazione sacerdotale di un prete africano. Avrebbe desiderato incontravi per parlarvi direttamente, ma non ha avuto proprio il tempo e ha pregato me di trasmettervi i suoi saluti e i suoi più sentiti ringraziamenti. La prima cosa che mi ha detto è quella dei cambiamenti che sono avvenuti nel Foyer. Quest'anno sono cambiati ben 18 bambini, per cui 18 di voi dovranno avere la pazienza di vedersi assegnato un altro bambino, nella speranza che non cambi ancora durante l'anno. In Africa le cose vanno così! Mi ha raccontato di una bambina, Roukaya Laringam che è giunta al Foyer con la mamma, ma che non aveva i soldi per pagare la divisa del Foyer e la mamma voleva riportarla al villaggio per poi ritornare con i soldi. La bambina ha tanto fatto e pianto per farsi accogliere che si è messa a baciare e ad abbracciare tutti, dicendo alla mamma di ritornare da sola al villaggio. Il primo giorno di scuola è stato dedicato alla pulizia della Scuola: scopare il cortile, le aule della classe, l'ufficio el Direttore, ecc. Nei giorni successivi ciascun bambino si è presentato al Direttore e ai Maestri per esporre le proprie difficoltà e per ricevere l'occorrente per la scuola: libri, quaderni, zainetto, ecc. Per il programma scolastico seguiranno quello governativo, anche perchè la loro scuola è molto apprezzata dal Governatore della Regione, che di tanto in tanto va a visitare i ragazzi. La scuola è iniziata l'8 settembre 2002 e il 1 trimestre si protrarrà fino alla vigilia di Natale, quando verrà consegnato ai bambini il dono dei genitori adottivi di Linate. Per questo regalo il Cappellano ha consegnato a P. Janeselli la somma di L. 2 milioni. Pertanto la somma complessiva consegnata a P. Janeselli nell'anno è di 42 milioni! Sono dei bei soldini, ma assolutamente inferiori alle necessità del Foyer e dei bambini, perchè essendo tutti bambini handicappati, necessitano di protesi, di medicine e di cure particolari molto costose. Ringraziamo il Signore che ci da la possibilità di fare un pò di bene e di essere per questo da Lui benedetti. BILANCIO DELLE ADOZIONI - Per le 90 Adozioni totali e parziali, al , è stata raccolta la somma di E (pari a Lire ). Sono già stati trasmessi a P. Janeselli di Ebolowa E (pari a Lire ). Detratte le spese generali per i bonifici bancari, le lettere e i francobolli, i quadretti per gli attestati, ecc. (E , pari a L ), rimangono in Cassa E , pari a L ). Con le quote di alcuni ritardatari (!) potremo arrivare a E 2.500, giusto la somma per i Regali natalizi degli anni 2002 e Non ho ritenuto bene di dover chiedere a P. Janeselli di motivare le spese sostenute, perchè è giusto che abbia la sua libertà amministrativa. A noi basta sapere che i soldi sono in mani sicure e vengono usati bene, per il vitto, le medicine, i vestiti, l ambiente, la scuola, ecc.. Del resto, le fotografie che P. Sergio ci manda dei bambini/e documentano da sole il progresso annuale del Foyer. Anzi lo ringraziamo, insieme a tutti gli Educatori del Foyer, per quello che hanno fatto e faranno per i nostri bambini/e. Nell'anno vorremo arrivare alle 100 Adozioni. Le quote saranno di E 258 per le Adozioni totali e di E 129 per le Adozioni parziali. Ciascun 'Genitore adottivo' è pregato di ricordare la data della scadenza della propria Adozione. Con questo vi saluto e vi benedico. Vostro Don Giovanni

19 Dove volano i Gabbiani' Il Pensionato MADONNA DI LORETO 10 dicembre 2002 Festa dei Pensionati aeroportuali PROGRAMMA Ore 11 S. MESSA Ore 12 PRANZO Ore 14 PARTENZA PER MEDA Ore 17 RIENTRO A LINATE LINATE FLASH Prime offerte Esterni Argento Stefania, Banfi Carla e Mario, Cairo Carla e Pietro, Cialdella Marisa, Delli Carri Maria e Michele, Dolcini Francesca, Di Dio Giulia e Rocco, Farina Ambrogio, Felisi Nuccia e Franco, Fumagalli Bruno, Leonardi Agnese, Guerini Maria e Luca, Longoni Aquilino, Mazzarese Giuseppe, Ponti Lucia e Aldo, Salamone Giuseppina, Seveso Carla, Tremolada Anna e Luigia Interni Cerasomma Giacomo, Vernocchi Giovanni Pensionati Coppolino Adriano, Borroni Gian Carla, Brescianini Angelo, Florio Francesco, Sacco Alessandro CARI PENSIONATI, VI SCRIVO Miei Cari: si avvicina la festa della Madonna di Loreto, Patrona della Comunità aeroportuale di Linate (10 dicembre, martedì). Da alcuni anni è diventata anche la festa dei Pensionati aeroportuali, che in quel giorno si riuniscono per onorare la Madonna con la partecipazione alla S. Messa e per un incontro con gli ex colleghi di lavoro. Il programma, riportato qui a fianco, prevede, oltre alla S. Messa, il pranzo ufficiale presso il Ristorante aziendale 'Onama', offerto dalla Cappella, e nel pomeriggio, la visita culturale a Meda, cittadina della Brianza, dove si trova una stupenda Villa dell'800, la Villa Antona Traversi, sorta sulle rovine di un Monastero del IX secolo, il Monastero di S. Vittore. A Meda ci accoglieranno gli attuali proprietari della Villa, i Nobili Luigi Antona Traversi e la Marchesa Federica Friuli, che gentilmente ci accompagneranno nella visita ai tesori della Villa. Saranno presenti anche i coniugi Benedetta e Alberto Ceppi, residenti a Meda, autori delle opere d'arte moderna della Cappella di Linate. La visita si concluderà con un brindisi offerto dagli illustri proprietari della Villa. Speriamo in una bella giornata di sole, come quella dell'anno scorso, perchè il sole è determinante in queste occasioni. Alcune norme pratiche: - come sempre, potete venire accompagnati dalla moglie, o dal marito, o da un amico. - Date le nuove norme di sicurezza vigenti a Linate, sarà un pò difficile parcheggiare la macchina, però con un pò di buona volontà ci riuscirete - Questo scritto vale come invito personale e non seguiranno altri inviti - L'appuntamento è in Cappella per le 10.45, mentre nel pomeriggio il pulman partirà per Meda alle in punto, dal Piazzale antistante il Ristorante aziendale. Saluto tutti e ciascuno, con un caldo arrivederci! Vostro Don Giovanni PER FINIRE IN ALLEGRIA Un clochard che frequenta l'aeroporto di Linate, viene beccato dal controllore sul Bus 73 senza biglietto. Così gli chiede: - E lei, come si trova qui? - Benissimo, grazie! risponde il clochard, prima di scendere velocemente dal Bus. Due borsaioli in aerostazione, in un momento di poco traffico, stanno conversando tra di loro. Ad un certo punto il più anziano dice: - Prendiamo qualcosa? E l'altro risponde: - E a chi, se non c'è nessuno!... Un passegero entra nel Bar della SOGIL e chiede al cameriere: - Mi dia un caffè...' - Come lo vuole: hag, moka, doppio, ristretto, lungo, espresso, corretto, freddo...? - Uffa, quante storie per un caffè!... Allora, mi dia un vermouth!... - Chinato?... - No: in piedi, perchè ho tanta fretta di prendere l'aereo!... Tempo dei Morti. Un aeroportuale singhiozza davanti a una tomba: -Tu non dovevi morire!...'. Passa un collega e chiede: - Chi è seppellito nella tomba, tuo padre... tuo fratello... - No, riponde, è il primo marito di mia moglie!... 19

20 1 novembre - venerdì Festa di TUTTI I SANTI - Ore 11 S. Messa Chi visita la Cappella può lucrare l'indulgenza plenaria, alle solite condizioni. Durante l'ottava, chi visita un Cimitero e prega almeno mentalmente per i Defunti, può acquistare l'indulgenza plenaria. Inizio della 'MINIMISSIONENATALIZIA 2002' (Tel. Cappella 2510) 2 novembre - sabato Commemorazione di TUTTI I FEDELI DEFUNTI Ore 9, 11 e S.S. Messe 3 novembre - domenica XXXI DELL'ANNO Ore 11 S. Messa CAPPELLA SANTUARIO MADONNA DI LORETO Celebrazioni e Servizi 10 novembre - domenica N. S. GESÙ CRISTO, RE DELL'UNIVERSO Ore 11 S. Messa 17 novembre - domenica PRIMA DI AVVENTO, in preparazione al S. Natale. Ore 11 S. Messa 21 novembre - giovedì Ogni giovedì di Avvento, in Cappella, dalle 14 alle 16: esposizione e adorazione silenziosa del Santissimo Sacramento. Ore S. Messa 7 dicembre - sabato SANT'AMBROGIO Patrono della Città e della Diocesi di Milano Ore S. Messa prefestiva Giornata della Riconciliazione in preparazione alla Festa Patronale 8 dicembre - domenica QUARTA DI AVVENTO - MADONNA IMMACOLATA e Festa popolare della MADONNA DI LORETO Ore 11 S. Messa - Indulgenza plenaria a chi visita la Cappella, alle solite condizioni. 10 dicembre - martedì MADONNA DI LORETO - (Festa liturgica) - Festa patronale di Linate - Raduno sociale dei Pensionati aeroportuali Ore 11 S. Messa - Pomeriggio culturale con la visita della Villa Antona Traversi a Meda (MI) 15 dicembre - domenica QUINTA DI AVVENTO - Ore 11 S. Messa Continua la 'MINIMISSIONENATALIZIA 2002' (Tel. Cappella 2510) 22 dicembre - domenica DIVINA MATERNITÀ DELLA BEATA VERGINE MARIA Al termine della Santa Messa delle 11, il Cappellano imparte la Benedizione natalizia ufficiale a tutto l'aeroporto. 24 dicembre - martedì Vigilia del S. Natale - Giornata della Riconciliazione - Ore Veglia, seguita dalla S. Messa di mezzanotte, accompagnata dal Quartetto sinfonico 'Soli Deo gloria' 25 dicembre - mercoledì SANTO NATALE DEL SIGNORE - Ore 11 S. Messa con la partecipazione degli Amici Clochards. Seguirà il pranzo natalizio 26 dicembre - giovedì SANTO STEFANO - Ore 11 S. Messa 31 dicembre -martedì SAN SILVESTRO - Ore S. Messa prefestiva di ringraziamento 1 gennaio -mercoledì CAPODANNO - Giornata mondiale della pace - Ore 11 S. Messa S.S. Messe Prefestiva ore Domenica e festivi ore 11 (Ore 17: Servizio di Culto Evangelico Pentecostale) Lunedì, Martedì e Mercoledì ore 13 Giovedì, Venerdì ore Confessioni Prima e dopo le S.S. Messe o nelle ore di ufficio del Cappellano Catechesi In preparazione alla Cresima o al Matrimonio: da concordare con il Cappellano Adorazione Cappellano Giovedì ore 14-16, in Avvento, Quaresima e Tempo pasquale Presente in aeroporto: tutti i giorni Presente in ufficio: ore attorno alla Messa Per comunicazioni urgenti: Segreterìa telefonica Fax Internet: - uli. it. 20

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in

Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in A. P. - D. L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46)

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Maggio ogni giorno con Maria

Maggio ogni giorno con Maria Maggio ogni giorno con Maria Maria, Maestra di contemplazione: i misteri della luce Il Rosario con San Giovanni Paolo II [BRUNA FREGNI] Proposta ispirata alla lettera apostolica sul Rosario di papa Giovanni

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Liturgie matrimoniali

Liturgie matrimoniali Liturgie matrimoniali Le Chiese battiste (e i suoi pastori!) hanno sempre rivendicato libertà nelle forme di liturgia da utilizzare non solo nel culto domenicale, ma anche nei culti speciali. La diversità

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PREGHIERA DIGIUNO tutto crede, tutto spera, tutto sopporta tutto copre, carita Esercizi spirituali sull Amore che possiamo vivere in famiglia Esercizi

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

EUCARISTIA, DONO DI AMORE

EUCARISTIA, DONO DI AMORE EUCARISTIA, DONO DI AMORE Voce guida La nostra processione, quest'anno, sarà accompagnata dalla lettera enciclica di Benedetto XVI, sul tema dell'amore di Dio come fondamento e sviluppo della nostra vita

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani Segni e simboli nei sacramenti "In quanto essere corporale e spirituale insieme, l'uomo esprime e percepisce le realtà spirituali attraverso segni e simboli materiali" (CCC, n. 1146). Gesù, con i segni

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera?

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Catechismo della Chiesa Cattolica Pregare oggi e perché Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Quali sono le

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

Introduzione. Guida: Fratelli e sorelle.

Introduzione. Guida: Fratelli e sorelle. DIOCESI DI VIGEVANO 2 Introduzione Guida: Fratelli e sorelle. Questa veglia ci mette in sintonia con tutta la Chiesa nel condividere l ascolto della Parola e la preghiera, ed ancor più ci aiuta a riscoprire

Dettagli

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015 DATA Domenica II di Pasqua in albis Divina Misericordia INTENZIONE Sabato 11 18.30 Def. Marcuzzi Pietro / def. Fam. Jogna Prat Angelo/ def. Pupulin Anna e Bertoia

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo. Lectio Divina (1 Pt.

CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo. Lectio Divina (1 Pt. CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo Lectio Divina (1 Pt.2,1-5; 3,15) Vocazione e missione della comunità cristiana: il cammino degli

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni

La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni 74. «Il tempo nel cristianesimo ha un importanza fondamentale. Nel tempo viene creato il mondo, al suo interno si svolge la storia della salvezza,

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi Card. Stanisław Ryłko Presidente Pontificio Consiglio per i Laici Città del Vaticano GIOVANNI PAOLO II: AMICO DEI GIOVANI Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi 1.

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA CON MARIA IN ATTESA DELLA PENTECOSTE Canto; NOME DOLCISSIMO GUIDA: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Ti salutiamo o Maria, piena di grazia, il Signore

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE

APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE Traduzione dell articolo pubblicato il mese di Marzo 2011 dalla rivista Cattolica francese L APPEL DU CIEL APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II Nel 2005, in occasione

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare Statement-Incontro Mondiale delle Famiglie 1/5 Elisabeth & Bernhard Neiser / Nr. 20 Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare 1. Riflessioni introduttive: Domenica e giorno

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

Lo Spirito riempì tutta la casa

Lo Spirito riempì tutta la casa Veglia di preghiera per il Sinodo della famiglia Pentecoste 2015 Lo Spirito riempì tutta la casa Introduzione 1L. Dal Magistero del nostro Arcivescovo La famiglia è la via maestra e la prima, insostituibile

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete. PARROCCHIE DI S. BARTOLOMEO CAPREZZO S. BRIZIO COSSOGNO E S. PIETRO - TROBASO Parroco: Micotti don Adriano Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.it

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Edizioni Trappiste LA PRIMA CONFESSIONE SERIE PR in due versioni Immagine semplice con interno bianco: dimensioni

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani.

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani. RELIGIONE CATTOLICA Classi 1 che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l'uomo Identità personale relazione con l'altro: la famiglia, gli amici, la scuola, il mondo. Racconto biblico della

Dettagli

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Canto Guida: Questo pomeriggio siamo qui, davanti a Gesù e davanti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO 18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI Vergine Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo La spiritualità della Santa, centrata in Gesù presente nell Eucaristia, e la sua santità di vita, sono forte

Dettagli

Preghiera per la Fede Paolo VI

Preghiera per la Fede Paolo VI Preghiera per la Fede Paolo VI Signore, io credo: io voglio credere in Te. O Signore, fa che la mia fede sia piena, senza riserve, e che essa penetri nel mio pensiero, nel mio modo di giudicare le cose

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO PLESSI : Molinelli, Pantano e Orsomarso INSEGNANTI :Biondi Beatrice - D Aprile Carmelina - Di Santo Tiziana

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio)

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) CORPUS DOMINI 22 giugno 2014 Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) Canto: Adoramus Te Domine (canone di Taizè) - Ti riconosciamo, Signore, presente a noi nell eucaristia - Ti adoriamo,

Dettagli

La chiamata alla speranza

La chiamata alla speranza La chiamata alla speranza Preghiera mensile Dicembre 2015 1.- Introduzione L'Avvento è un tempo per rispondere alla "chiamata alla speranza". La nostra è la speranza che abbiamo nella nascita di Cristo,

Dettagli