Essenziale bellezza di queste soccorrevoli creature, nostre sorelle indispensabili!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Essenziale bellezza di queste soccorrevoli creature, nostre sorelle indispensabili!"

Transcript

1 Pubblicazione bimestrale durante l'anno scolastico da Settembre a Giugno - Poste Italiane Sped. in A.P. art. 2 comma 20/c L. 662/96 - Bergamo - Aut. Trib. BG n. 427 del NUOVA SERIE - N ANNO 33 - Maggio 2015 PERIODICO DELLE SUORE ORSOLINE DI SAN GIROLAMO IN SOMASCA - DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE: BERGAMO - VIA BROSETA, TEL FAX Essenziale bellezza di queste soccorrevoli creature, nostre sorelle indispensabili! E tu vai lentamente verso l Eterno, con la tua sete e la tua voglia di vivere (p. Davide Montagna)

2 Redazionale Desideri di bene MAGGIO FestA DellA beata CAterInA CIttADInI: esperienza viva DI un DOnO... nella GIOIA Dell InCOntrO Parole, emozioni, preghiere, confidenze... a somasca a prato di strada in brasile in India nelle Filippine in Indonesia InsIeMe per progetti DI COnDIvIsIOne Fondazione Caterina Cittadini Associazione Amici di Caterina e Giuditta Cittadini Associazione Amici di padre pedro esperienze educative AllA scuola DI CAterInA e GIuDIttA ItAlIA bolivia brasile InDIA FIlIppIne InDOnesIA Estate 2015 percorsi GIOvAnIlI Direttore responsabile: Anna Maria rovelli Redazione: Suore Orsoline di Somasca 2 Realizzazione: studio effe - Mozzo (bg) Stampa: press r3 - Almenno san bartolomeo (bg)

3 Momenti di festa, di preghiera, di speranza, esperienze di formazione, di annuncio e di condivisione con i poveri e i fragili della terra e il cuore rivolto a somasca. In questo numero di In Altum attraverso narrazioni e immagini ringraziamo in modo particolare il signore per il dono della beata madre Caterina, di cui nei diversi luoghi della nostra missione educativa si è celebrata la festa liturgica. Il 5 maggio ogni anno è speciale occasione di grazia e di incontro per dirsi la certezza di una presenza che dal cielo ci assiste, come lei stessa ha assicurato prima di morire. tante volte possiamo dire di aver sperimentato questa protezione, di aver visto il limite umano sovrastato dall onnipotenza divina e di essere riusciti ad esprimere lo stupore e la commozione del cuore con l espressione più semplice e vera: la gratitudine. ringraziamo davvero il signore per il bene operato nel quotidiano svolgersi della missione educativa. Camminiamo fiduciosi nella ricerca del bene, sempre e comunque, consapevoli di essere semplicemente in cammino e perciò bisognosi di ricerca, di confronto, di formazione, di impegno radicale per l altro. la nostra casa è la casa della gente, che con semplicità insieme a noi vuole aprirsi alla speranza, vuole credere che ogni attimo è provvidenziale per dipingere tracce di luce in noi e intorno a noi, per realizzare con fiducia e determinazione progetti di vita, nonostante il male e gli immancabili profeti di morte e di sventura. la beata Caterina con la sorella Giuditta dal cielo guarda e sorride. 3

4 Desideri di bene la gioia delle diverse celebrazioni vissute in occasione della festa liturgica di madre Caterina Cittadini ci ha aiutato ancora di più a ringraziare il signore per il dono della chiamata alla vita consacrata nel segno della maternità educativa, che caratterizza la nostra consacrazione e missione. una bella sensazione ha attraversato ancora una volta il cuore di fronte alle tante persone, che con devozione e semplicità si sono unite a noi per condividere la preghiera e la festa: il sentirsi parte di un dinamismo di gratitudine, di semplicità, di preghiera, di affidamento, radicato nella certezza che il vero bene parla ancora all uomo del nostro tempo. l esempio di santità feriale regalatoci dalla beata Caterina e dalla sorella Giuditta non lascia indifferenti, suscita il desiderio di camminare giorno dopo giorno nell impegno a tracciare strade di cura educativa per l altro, di attenzione autentica alla persona, di creatività e coraggio nella carità. I tempi sono indubbiamente cambiati: rispetto ai moderni velocissimi mutamenti sociali e culturali il XIX secolo è epoca quasi perduta nella notte del tempo, ma una vita spesa nella ricerca e volontà di bene è sempre attuale, perché generatrice del per sempre dell amore. Così la sana inquietudine, che spinge umanamente e spiritualmente a cercare strade per edificare una società più giusta e solidale o un ambiente più a misura di persona trova in somasca una casa e nel cuore delle sorelle Cittadini uno spazio di esperienza vitale, di accoglienza e di senso per la vita. e sicuramente questo il motivo per cui tante persone in diversi luoghi del mondo e a somasca in particolare si affidano all intercessione della beata madre Caterina e chiedono preghiera. una preghiera per sapersi amare sempre e intensamente, per la famiglia, per il desiderio di vita, per i figli portati in grembo, per i figli che crescono, per la realizzazione di progetti di vita, per la malattia, per situazioni conflittuali, per la pace, per le sofferenze che affliggono il mondo. tutto affidato e offerto al cuore di madre di Caterina, di Giuditta e di noi sue figlie, perché la nostra vita consacrata è scelta quotidiana di essere di Cristo per portare in Cristo e a Cristo tutte le situazioni. 4

5 non viviamo fuori del mondo, ma lo abitiamo non solo con la generosa e semplice attuazione della missione educativa, ma innanzitutto con la consapevolezza di essere spose e madri in Colui che ha scelto di amare a tal punto l umanità da dare la vita. la preghiera è, quindi, essenza di dono, è invocazione fiduciosa, è espressione di gratitudine perché la vita umana è abitata dalla sua presenza operatrice di bene oltre ogni nostra attesa e consapevolezza. Nell unica e molteplice preghiera che sale al Padre da tutta la Chiesa, in Cristo, animate dallo Spirito, affidiamo quotidianamente a Dio le gioie, le speranze, i problemi del mondo e i nostri cammini personali, comunitari e apostolici per essere docili strumenti del Suo provvidenziale disegno d amore (Cost. n. 61). Così ci indica la nostra regola di vita, così sperimentiamo di essere parte di un disegno d amore, che ha scelto di manifestarsi nel volto del bene. e per questo preghiamo. Suor Maria Saccomandi superiora generale

6 5 Maggio Festa della beata esperienza viva di un dono I n tutte le comunità dell Istituto la festa liturgica della beata Caterina Cittadini è vissuta con particolare preghiera, intensità e gioia. Attraverso alcuni scritti entriamo nel mondo delle narrazioni, delle emozioni, delle riflessioni che le diverse celebrazioni hanno suscitato nel cuore delle persone, soprattutto in chi ha vissuto la festa a Somasca, luogo dove la luce dell esperienza umana e spirituale di Caterina risplende in tutta la sua intensità. E la nostra vita, ancora una volta, è inebriata di santità. Parole, emozioni, preghiere, confidenze A SOMASCA vogliamo guardare il passato con particolare gratitudine, accogliendo l invito di papa Francesco, che esorta ogni famiglia carismatica a ricordare i suoi inizi e il suo sviluppo storico, per ringraziare Dio che ha offerto alla Chiesa così tanti doni che la rendono bella e attrezzata per ogni opera buona, vogliamo ringraziare il signore che attraverso la semplicità e la passione educativa della beata Caterina ha voluto abbellire la sua Chiesa della luce di questo esempio di santità feriale: una affascinante possibilità per tutti, una scelta di vita cristiana autentica, una pagina di vangelo, che parla ancora oggi al nostro cuore. nella preghiera condivisa chiediamo l intercessione della beata Caterina per tutti noi e per tutti coloro che a lei si invocano, per affidare in particolare le famiglie, i bambini, i giovani, i malati. Le Suore di Somasca 6

7 Caterina Cittadini: nella gioia dell incontro Grande successo di pubblico: il corpo musicale Gaetano Donizetti di Calolziocorte ha iniziato il concerto con l Inno composto nel 2001 in occasione della beatificazione di Caterina Cittadini dal maestro Mario valsecchi. In seguito sono stati eseguiti anche brani di stefano Gattano, di Gioacchino rossini, di Giuseppe verdi, di paul Anka, di Andrew lloyd Webber, di paul simon e Garfunkel e di bill Conti. Il dott. scoccimarro, da anni presentatore ufficiale del Corpo musicale, ha presentato i vari brani e, sottolineato la stretta parentela tra la banda e l Istituto delle suore di somasca, ha ricordato che don Antonio Cittadini, cugino delle sorelle Caterina e Giuditta nel 1823 ha fondato la società Filarmonica Calolziese. la Filarmonica poi dal 1848 ha assunto il nome di Corpo Musicale Gaetano Donizetti in onore del grande compositore bergamasco. la pioggia non ha permesso che il concerto avvenisse all aperto, ma la chiesa di casa Madre ha reso l atmosfera del concerto intima, emozionale e coinvolgente. Patrizia Pigazzini I l mondo è cambiato, tutto intorno a noi sta cambiando. In questi due giorni di festa per la beata Caterina Cittadini abbiamo vissuto momenti intensi, la cui sensazione ci fa dire che questo cambiamento da parte delle suore si sta realizzando. A partire dal concerto di domenica 3 maggio 2015 in onore della beata Caterina, la cui musica ci ha allietato con il premiato corpo bandistico Gaetano Donizetti, ci siamo sentiti trascinati favorevolmente nelle classiche e moderne melodie proposte. Martedì, 5 maggio 2015, presso il santuario di san Girolamo emiliani di somasca, abbiamo vissuto la Celebrazione eucaristica con alcuni sacerdoti delle parrocchie del territorio, presieduta dal parroco di somasca, padre livio valenti. Gli allievi della scuola Caterina Cittadini di Calolziocorte hanno accompagnato la Concelebrazione, allietando i presenti anche con un momento di danza. Durante la processione, dalla chiesa di somasca alla tomba della beata Caterina, qualcuno continuava la preghiera, altri invece coglievano l occasione per parlare e salutarsi. nella stessa omelia padre livio ci ha proposto, sulla base dell esempio della Caterina, della sorella Giuditta e anche di san Girolamo, di continuare a vivere la realtà di oggi, con tutti i problemi e le difficoltà con cui si presentano. sappiamo che tutto cambia e questi cambiamenti futuri potrebbero essere complicati, ma mi è sembrato di cogliere da parte dell Istituto delle suore Orsoline di san Gerolamo di somasca, un anticipazione per essere pronti ai cambiamenti futuri. Ma questi cambiamenti se ben gestiti, non necessariamente devono risultare catastrofici, ma addirittura potrebbero risultare entusiasmanti. Domenico Amigoni 7

8 Grazie! un semplice e immenso grazie per aver reso un incontro di preghiera un momento di vita ricco di profonde emozioni. Grazie a chi ogni giorno riesce a rendere il proprio lavoro un dono verso l altro, riesce a trasmettere la passione e a seminare valori. Grazie perché tutto questo si è percepito martedì 5 maggio durante la celebrazione in onore della beata Caterina Cittadini. la musica di apertura ha toccato le corde dell anima dei presenti e la danza di sei splendide fanciulle, semplici ed eleganti, ha trasmesso una sensazione di pace e serenità. I movimenti armoniosi e delicati ci hanno fatto percepire il senso del bello, della naturalezza, infondendo nei cuori un desiderio di pace. la bellezza della vita e la gioia del vivere sono esplose nella chiesa gremita, quando l atmosfera raccolta ha lasciato spazio all energia del coro. l unione delle voci di grandi e piccini ha donato vitalità, allegria ed ha emozionato l intera assemblea. Il battito delle mani, il suono dei flauti e l uso di diversi strumenti hanno toccato il cuore: è stata davvero una meravigliosa festa, un momento in cui l essere lì, insieme, riuniti nella preghiera e nel ricordo di un carisma donatoci, ha regalato a ciascuno la consapevolezza di non essere soli, ma di far parte di una grande famiglia che ama la vita e la alimenta di sani valori. Roberta Carissima Madre Caterina, ogni volta, ancora una volta, essere a somasca, nella ricorrenza del 5 Maggio, è per me risorsa nuova. È esigenza vitale di rinnovare quella passione che, sin dai miei primi anni nella tua scuola, ha animato il mio essere educatrice. Da sempre, spesso nella difficoltà del vivere quotidiano, ti ho sentita vicina, madre amorevole, sorella paziente, amica umile e rispettosa. Oggi, più di allora, continuo a sentirti parte di me! silenziosa, ma tangibile e indispensabile presenza che guida i miei passi nell'incedere incerto del cammino della vita e del tempo che va... Enrica Amadigi M i sono commossa, perché i ragazzi sono stati proprio bravi e perché c era un senso di familiarità. Anche altri genitori, alla fine della cerimonia, mi hanno confidato che erano commossi. Mi è sembrato che tutte le persone, alunni, insegnanti, suore, genitori, abbiamo veramente partecipato. Emi 8

9 per noi, suore italiane in brasile, non è facile dire le emozioni provate. tutta la giornata del 5 maggio è stata una festa: la celebrazione eucaristica nella basilica di san Girolamo in somasca, resa solenne da canti, danze, e popolo in preghiera Abbiamo vissuto momenti meravigliosi, che ci hanno confermato l impegno di essere sempre e ovunque apostole educatrici con cuore di madre. Suor Cleonice e Suor Brunilde Il 5 maggio è un giorno memorabile, un giorno di grande gioia e di festa in onore della beata Caterina Cittadini, giorno che si celebra in diverse parti del mondo. Il luogo della celebrazione può essere diverso, le persone possono essere diverse, il tempo e il tipo di celebrazione possono essere diversi, la lingua, la cultura e i mezzi della celebrazione possono essere diversi ma in ogni cuore il feeling è lo stesso. the profound feeling of gratitude to God for the person of beloved mother Caterina, who has lived and offered her life, with love and for love of God and the neighbor. per tanti anni abbiamo festeggiato Madre Caterina in India, dove abbiamo solo sentito parlare di Caterina; quest anno invece siamo state parte delle celebrazioni in Casa Madre, dove Caterina con la sorella Giuditta hanno vissuto. È vero: somasca è somasca, e noi non possiamo aggiungere altri aggettivi possiamo però dire: noi in somasca abbiamo celebrato il 158º anniversario della nostra amata madre Caterina. Somasca is Somasca, we can t add any adjectives to describe it ; it has been true in our experience of celebrating the 158 th anniversary of our beloved mother, in Somasca. nella Celebrazione eucaristica nel santuario di s. Girolamo, abbiamo considerato i simboli portati all altare: la ciotola colma di farina, la brocca colma di acqua e la preghiera recitata da Madre Caterina come un invito a consegnare la sua eredità spirituale alle generazioni future. noi siamo fortunate perché teniamo questa eredità nelle nostre mani per poter rispondere alle esigenze del tempo presente e tutto alla maggior gloria di Dio. Therefore today as we are fortunate to hold this heredity in our hands and treasure it in our hearts, we also believe that the intercession of our Foundresses will assist us and enable us to walk in the same path of their dedication and zeal to respond to the needs of the present time, and help us to do everything for the greater glory of God. Suor Nakshatra e Suor Ananda 9

10 Gioia Coraggio Comunione il 5 maggio a somasca ho riletto con maggior convinzione queste tre parole alla luce della parola di Dio della santa Messa per la festa liturgica di Caterina. Considerate la vostra vocazione ci ha ripetuto san paolo nella prima lettura e considerare significa rivedere quanto si è vissuto finora per rendere grazie e per continuare a vivere la realtà di ogni giorno in Dio. Caterina ha sempre testimoniato la vocazione, alla quale il signore l ha chiamata, con gioia, coraggio e comunione che nella quotidianità hanno fatto di lei un grande esempio di carità educativa. e non solo! Caterina ha saputo appoggiarsi continuamente in Dio. Quando ci si Appoggia in Dio : la gioia non manca, la fede si irrobustisce, ci si sente sostenuti, si cammina con speranza, non ci si ferma a metà strada, si riconoscono i momenti di grazia che lui non ci fa mai mancare per il nostro bene, per la nostra salvezza! Suor Concetta A PRATO DI STRADA In occasione della Festa della Mamma, nella parrocchia di prato di strada è stata celebrata anche pubblicamente la festa della beata Caterina Cittadini. l'assemblea eucaristica era ben rappresentata da tanti che nel corso degli anni hanno conosciuto ed apprezzato l'infaticabile servizio fatto dalle suore Orsoline nella nostra Comunità. le semplici fotografie di questa giornata testimoniano la presenza significativa delle suore in mezzo alla nostra Comunità. Don Angelo, parroco 10

11 Il pomeriggio del 5 maggio è stato molto vivo e partecipato: la santa Messa è stata coinvolgente, i bambini, con il canto hanno trasmesso gioia. le ragazze che hanno ballato sono state davvero brave e il rinfresco ottimo. Ho fatto davvero una bella esperienza. Lorenzo la Messa in onore di Caterina Cittadini è stata molto calorosa, e affollata di ragazzi che cantavano, suonavano, ballavano. Io sono stata una delle ragazze che ha danzato. All inizio ero preoccupata di dover ballare davanti a tante persone, alla fine mi sono concentrata e ho dedicato interamente la danza alla beata Caterina. Chiara la Messa è stata un momento vivace e ricco di canti e musiche eseguite dai ragazzi delle elementari e delle medie, che con le loro voci hanno saputo cantare la felicità. È stata una cerimonia semplice, significativa e partecipata, anche il rinfresco era ricco, delizioso e allegro. Caterina Cittadini sarà stata contenta di tutte le persone che hanno festeggiato la sua memoria liturgica. Matilde la Messa dedicata alla beata Caterina Cittadini è stata molto intensa e anche vivace, perché accompagnata dai canti, dalle danze e dalle preghiere degli alunni della nostra scuola di Calolziocorte. Gaia prima del 5 maggio mi sono divertita nel preparare i canti della Messa, per non dimenticare la memoria di Caterina e rendere la comunità felice. Mi è piaciuta la preghiera che Caterina recitava, l ho capita e mi aiuterà a seguire il suo esempio: lei era altruista, generosa e metteva Gesù al primo posto della sua vita; infatti, come dice la preghiera, faceva tutto per Gesù. Viviana nella preparazione alla celebrazione per la beata Caterina Cittadini ci sono stati momenti faticosi, ma durante la Messa ho capito che sono stati anche momenti di affetto, tra noi e per lei. In particolare ho pregato la beata Caterina Cittadini per mio zio e dopo mi sono sentita più leggera. ripensandoci sono proprio contenta di aver vissuto questa esperienza. Miriam Durante la preparazione ho dovuto impegnarmi: fatica, lavoro, impegno, ma ero felice, orgogliosa di noi, perché dovevamo cantare per Caterina Cittadini. Durante la Messa ho dovuto impegnarmi e cercare di non parlare, di stare concentrata non solo sul canto, di non chiacchierare; poi sono stata felice di aver partecipato alla Messa e sono stata contenta di noi. Sibilla Anche se non sono riuscita a seguire bene tutta la Messa, ho dedicato tutto a Caterina Cittadini, che ora penso sia felice. Ludovica In questi giorni di novena in preparazione alla festa di madre Caterina, ho capito che tra le tante opportunità madre Caterina mi ha aiutato a capire che cosa posso e devo fare per aiutare gli altri. Madre Caterina me ajudou a ver o que eu posso fazer para ajudar os outros. Ana Karolayne Fortes...madre Caterina mi ha insegnato a vivere una vita semplice con dignità e amore superando le difficoltà della vita quotidiana senza mollare mai i nostri sogni. Que não devemos nos viver uma vida simples com dignidade e amor enfrentando as dificuldades do dia a dia sem nunca desistir dos nossos sonhos. Daniela Barbosa dos Anjos Mentre in chiesa cantavo e suonavo, guardavo la gente che era sorridente e felice e questo ha dato gioia anche a me e non solo: pensavo anche a come era contenta la beata Caterina. Riccardo Durante tutta la celebrazione, i canti, l omelia, il rinfresco mi sono sentita in tanti modi: agitata, felice perché mi sono divertita e ho pregato insieme ai miei amici; ansiosa di sentire quello che doveva spiegarci padre livio; mite perché riuscivo ad immaginarmi Caterina con Giuditta. A Messa, quando è stata letta la loro storia ho pensato al coraggio, alla passione e alla forza che hanno messo nel loro progetto di vita. Giulia... In questi giorni ho capito che dobbiamo dare testimonianza in qualsiasi luogo aiutando le persone, cercando di comprenderle con fede, dedizione e tenerezza... facendo tutto con amore, apprezzando quello che abbiamo.... Nesses dias aprendi que temos que dar testemunho em qualquer lugar onde estivermos, ajudando as pessoas, tentando compreendê-las com fé, dedicação e ternura... fazendo as coisas com amor, valorizando o que temos. Maria Letísia Gomes 11

12 IN BRASILE A Teresina: Uma festa especial, para marcar uma data especial: O Dia da nossa querida Madre Caterina Cittadini la festa liturgica di madre Caterina è stata preceduta da una novena iniziata solennemente la domenica del buon pastore, giornata mondiale di preghiera per le vocazioni religiose e sacerdotali, con l adorazione eucaristica seguita dalla santa Messa nella chiesa di san Giuseppe. nel silenzio contemplativo abbiamo chiesto al signore il dono di nuove vocazioni e la perseveranza per tutti: sacerdoti, religiosi e religiose. Nesta tarde procuramos por meio do silêncio contemplativo e de uma sincera adoração renovar o nosso propósito de santidade, pedir ao Senhor o dom de novas vocações e a perseverança dos vocacionados, sacerdotes, religiosos e religiosas. Il tema generale di tutta la novena è stato: la vita quotidiana come via di santità, così come ha fatto madre Caterina Cittadini. O tema geral refletido durante a novena foi: Viver o cotidiano buscando a santidade, como fez Madre Caterina Cittadini. la santa Messa in onore di madre Caterina è stata celebrata il giorno 5 con la partecipazione della Comunità e soprattutto degli studenti, degli insegnanti/educatori, di tutto il personale dell unità educativa nossa senhora da paz, dove dallo scorso anno la festa di madre Caterina è stata inserita nel calendario scolastico per onorarla, come insegnante e modello di santità quotidiana. Para nós, irmãs, é motivo de muita alegria a conquista de ter incluído desde o ano passado a festa de Madre Caterina no calendário desta escola, como modelo de Educadora e de santidade cotidiana. I segni portati processionalmente sono stati: - relíquia de Madre Caterina, - as bandeiras da Itália e do Brasil - a camisa dos 40 anos da presença educativa das Irmãs Ursulinas no Brasil. I doni portati all offertorio sono stati: - flores simbolizando beleza, amor, alegria e a nossa adesão ao Projeto de Deus, à Igreja e aos mais pobres; - uma cesta com livros educativos e religiosos que depois de abençoados foram sorteados para os alunos da nossa escola. prima della benedizione finale le ragazze del lar Caterina e Giuditta hanno presentato una bella coreografia dell'inno della madre Caterina, e consegnato, a nome delle suore, il libro Quando a vida tem o gosto de dom: Caterina e Giuditta. 12

13 Celebrare la festa della madre Caterina è celebrare la nostra storia, la nostra famiglia. Celebrar a festa de Madre Caterina é celebrar a nossa história, a nossa Família. ricordare è sfogliare con amore il passato, è amare il presente e costruire il futuro avendo più vivo il senso di appartenenza alla nostra famiglia religiosa. Recordar é folhear com amor o nosso passado para amarmos mais o nosso presente e construirmos o nosso futuro tendo mais vivo o sentido de pertença a esta família religiosa. Recordar é ir à fonte para bebermos mais dessa pureza original das nossas Fundadoras, da sua vida e do Carisma que nos legou. Suor Ione Pinheiro A Uberaba: Festejando Madre Catarina Cittadini Celebrare la festa di madre Caterina è sempre motivo di gioia, sia per i più piccoli, sia per gli adulti. Con i bambini e gli adolescenti abbiamo fatto la novena: ogni giorno si riunivano nella sala per la preghiera. Festejar a Madre Catarina é sempre enorme motivo de alegria, seja para os pequenos, seja para os adultos. Con la comunità si è fatto il triduo di preghiera, per lodare e ringraziare anche per i 40 anni di presenza dell Istituto in brasile. Domenica 3 maggio si è celebrata la solenne festa liturgica della beata Caterina, festa di gioia e semplicità. Com a comunidade local fizemos o Tríduo de Oração, Louvor e Agradecimento: Adoração Eucarística Vocacional e retrospectiva dos 40 anos de presença do Instituto no Brasil. No domingo dia 03 de maio celebramos a Solene Festa Litúrgica da Beata Catarina, festa de alegria e simplicidade. nell omelia il celebrante, padre Américo, c.r.s., ha chiesto a noi suore di narrare la vita della beata Caterina. Questo abbiamo detto in sintesi: Caterina Cittadini è una piccola e grande donna, ricca di umanità, di coraggio, di determinazione e di consegna amorevole e fiduciosa nelle mani di Dio. Caterina Cittadini pequena e grande mulher: pequena na sua condição física e humana e grande na coragem, determinação e entrega amorosa e confiante nas mãos de Deus. padre Américo ha poi sottolineato che le suore Orsoline, non hanno denaro o potere, ma donano con cuore ciò che hanno: presenza, lavoro e testimonianza. Não temos recursos, dinheiro ou poder, mas o que temos, doamos de coração: nossa presença, nosso trabalho e nosso testemunho. Suor Amparo Tavares A Santo André

14 IN INDIA A Nagercoil: Celebration for mother Caterina Quest anno le ragazze hanno chiesto di celebrare la festa di madre Caterina l 8 maggio a causa degli esami, che dovevano sostenere. Abbiamo vissuto la celebrazione di sera con la santa Messa e anche con il saluto agli studenti che concludevano il terzo anno. l intera liturgia è stata animata dalle ragazze; è stata letta anche una breve storia di Caterina e Giuditta. Abbiamo pregato specialmente per la nostra famiglia religiosa; la Messa è stata concelebrata da tre padri somaschi. Dopo la Messa abbiamo cenato insieme. Così abbiamo pregato gli uni per gli altri perché possiamo camminare in santità di vita seguendo i passi di madre Caterina. La comunità in Nagercoil NELLE FILIPPINE A Talugtug: A Mother s heart molded in God s love Il 5 maggio, la nostra comunità in talugtug ha celebrato una Messa di ringraziamento in onore della beata madre Caterina con gli insegnanti e il personale del liceo Cristo re. The celebration was held at the Cittadini Sister s hall in the school. padre peter Albino nella sua omelia ha splendidamente narrato la storia della vita della beata madre Caterina e ha sottolineato che essa ha seguito il comando di Gesù: "lasciate che i bambini vengano a me". In his homily he narrated beautifully the story of the life of Blessed Mother Caterina. She emulated Christ love for children as Jesus said in the Gospel, Let the little children come to me. Her desire to love God was so intense that she was able to instill in the minds of the young good values. sull esempio di madre Caterina anche noi come sue figlie e come educatrici siamo chiamate a imitare il suo esempio nell impegno educativo di guidare le menti e i cuori dei giovani secondo il cuore di Dio. Mother Caterina brought forth rich harvest of fruits for the glory of God through her excellence in teaching. Therefore, as her daughters and as educators we are called to imitate her example to mold the minds and hearts of the young according to God s heart. la beata madre Caterina ci aiuti ad essere apostole educatrici sempre e ovunque con cuore di madre. May Blessed Mother Caterina continue to intercede for us the grace to be always and everywhere apostolic Educators with the heart of a mother. Suor Erma Alfon

15 IN INDONESIA A Lembang: My dear daughters be faithful to your vocation, do not let anything discourage you, and remember that through all your sacrifices the congregation will flourish. (Bl. Caterina Cittadini) per noi suore Orsoline di somasca il 5 maggio è sempre una giornata speciale, per questo in lembang le nostre due comunità, san Giuseppe (lembang) e Giuditta e Caterina Cittadini (Garut), si sono trovate per la solenne celebrazione eucaristica. We had solemn Holy Eucharist which was presided by the Parish Priest of Lembang Rev. Fr. Vincetius Dwi Sumarno with two concelebrants Fr. FX. Wahyu Tri Wibowo (the Parish Priest of Garut) and Fr. Paulinus Kanisius Ndoa. The Holy Mass was attended by around 70 parishioners. padre Wahyu nella sua omelia ha presentato madre Caterina: donna di fede. di virtù, di zelo apostolico e di entusiasmo per la gioventù, donna umile e amorevole madre, pronta ad abbracciare tutti con cura materna. In his homily fr. Wahyu stated that Mother Caterina was a woman of faith. Her Faith radiates through her works and life of virtues; an ordinary woman but full of apostolic zeal and enthusiasm for the young. She was tough yet humble and loving mother, ready to embrace everyone with her motherly care. Ha inoltre esortato noi suore Orsoline ad essere anche in Indonesia capaci di imitare le virtù di madre Caterina nella quotidianità della vita. The Ursuline Sisters present here in Indonesia are asked to live up the very virtues of Mo. Caterina in their daily lives. I ragazzi e i bambini della parrocchia di lembang, che ogni domenica sono guidati dalle suore nella loro formazione spirituale, hanno reso solenne questa celebrazione con il canto. The Teens and children of the Parish of Lembang contributed to the solemn of this celebration through their angelic voices. siamo grate per l'assistenza e la provvidenza divina mentre continuiamo il nostro cammino di apostole educatrici con il popolo indonesiano. Le comunità di Lembang e Garut 15

16 Insieme per progetti di condivisione Fondazione Caterina Cittadini le suore Orsoline di somasca hanno accompagnato la mia adolescenza, la giovinezza, e continuano ad essere presenti tutt oggi nell età adulta attraverso modalità diverse e preziose. Ho vissuto da vicino il nascere della Fondazione beata Caterina Cittadini, Onlus, da parte dell Istituto delle suore Orsoline di somasca che, in occasione della beatificazione della fondatrice beata Caterina Cittadini il 29 aprile 2001, ha inteso onorarne la memoria con tangibili frutti d amore. l anno 2001 è stato un anno di grande entusiasmo e di fervidi preparativi per l evento della beatificazione, da parte delle suore con la collaborazione della grande famiglia delle scuole dell Istituto, di amici e di simpatizzanti. Dall entusiasmo del grande evento sono scaturiti impegni costanti e consolidati interventi nei vari ambiti propri della carità educativa della Fondazione. lo statuto della Fondazione recita all art. 3: La fondazione, che non ha finalità di lucro, è apolitica, apartitica, si ispira al carisma educativo della beata Caterina Cittadini, ha per scopo: - l assistenza sociale e socio-sanitaria; - la beneficenza; - la formazione e l istruzione. le adozioni a distanza rappresentano il principale intervento della Fondazione e si rivolge a circa mille bambini sparsi nelle varie Missioni dell Istituto: India, Filippine, bolivia, brasile, Indonesia. la Fondazione, attraverso il sostegno delle adozioni a distanza realizza la concreta possibilità di aiutare, nei rispettivi paesi, i bambini più bisognosi; senza l aiuto delle suore e delle famiglie adottanti, i bambini non avrebbero la possibilità, non solo di accedere alla scuola di base, ma neppure di potersi sfamare. va ricordato infatti che oltre all istruzione, i bambini accolti dalle suore, ricevono anche un pasto, spesso l unico della giornata. È sempre purtroppo attuale nelle Missioni la carenza di cibo: sfamare i bambini e le loro famiglie è una delle priorità delle suore. Altro grande ambito di intervento della Fondazione è rappresentato dall istruzione, in cui si esprime la maternità educativa, il carisma delle suore Orsoline di somasca. nelle varie Missioni le suore hanno creato, con pazienza, perseveranza e tenacia, molteplici iniziative scolastiche, nel rispetto della cultura e della legislazione dei diversi luoghi di intervento. Importantissimo è inoltre l ambito di intervento socio-sanitario. le suore hanno dato vita, nelle varie Missioni, a dispensari e consultori a favore delle persone più povere che non avrebbero altrimenti possibilità di curarsi. È opportuno ricordare che nei paesi in cui 16

17 operano le suore non esiste sistema sanitario o assistenziale; ogni cura, medicinale, intervento chirurgico deve essere pagato; i poveri, in caso di malattia vendono tutto quello che hanno per pagare cure e medicine, chi non ha nulla, deve rinunciare alle cure e... lasciarsi morire. nel contesto degli ambiti di intervento, ogni anno vengono individuati progetti da finanziare, ad esempio: rinforzo scolastico (doposcuola con merenda) per accogliere i bambini che dopo la scuola sono soli e incustoditi, iniziative di accoglienza e di formazione lavorativa per ragazze che altrimenti sarebbero esposte alla vita di strada, assistenza alle donne, specialmente in India dove le vedove sono completamente emarginate, assistenza alle famiglie delle località colpite da calamità (tsunami, tifone, inondazioni ecc.), iniziative di microcredito per avviare piccole attività, interventi di manutenzione delle strutture scolastiche, degli orfanotrofi e così via. le suore delle varie Missioni, molte delle quali native dei luoghi, segnalano alla Fondazione le necessità più urgenti ed il Consiglio di Amministrazione della Fondazione provvede a fornire, nei limiti delle risorse disponibili, quanto necessario. Di tutti gli interventi le suore preposte forniscono alla Fondazione accurata rendicontazione; periodicamente la Madre Generale dell Istituto verifica sul posto l avanzamento e il compimento dei vari progetti finanziati. la Fondazione, oltre alla importante dotazione patrimoniale iniziale conferita dall Istituto delle suore Orsoline di somasca, si alimenta principalmente con i contributi di privati benefattori, di famiglie, gruppi scolastici e con la preziosa destinazione del 5 per mille espressa dai contribuenti amici in sede di dichiarazione dei redditi. le necessità sono molte, la generosità dei benefattori, espressione della provvidenza, ha sempre assistito la Fondazione; si spera anche per gli anni a venire di poter intervenire il più possibile laddove la povertà interpella ciascuno di noi. siamo certi che la Fondatrice beata Caterina Cittadini e la sorella Giuditta sapranno infondere energia e determinazione. Luciana Carlessi Associazione Amici di Caterina e Giuditta Cittadini l Associazione Amici di Caterina e Giuditta Cittadini, Onlus, si ispira all opera e al carisma educativo delle sorelle Cittadini, le quali vissero nella prima metà dell 800 ed operarono sul territorio bergamasco. Oggi l Istituto delle suore Orsoline di somasca, opera in diverse regioni d Italia e nella missione ad gentes in particolare est Asiatico e sud America. l Associazione segue tre precisi canali d intervento: Il primo ha come oggetto la scuola e prevede iniziative dirette al sostegno psicologico e didattico di adolescenti con difficoltà di apprendimento. Il secondo ha come oggetto le opere missionarie dell Istituto e prevede progetti riguardanti l educazione e la scolarizzazione dei bambini orfani e abbandonati. Il terzo ha come oggetto interventi sul territorio con il progetto denominato adozioni di vicinanza con il quale si cerca di individuare nuclei familiari in difficoltà economica con un particolare sostegno per la scolarizzazione dei figli. L Associazione Amici di Caterina e Giuditta Cittadini 17

18 Associazione Amici di Padre Pedro L Associazione Amici di Padre Pedro, Onlus, è stata costituita a Bergamo nel 1987 a cura di alcuni amici che conoscevano personalmente Padre Pedro nel suo ministero in terra di Bolivia, con il precipuo scopo di raccogliere aiuti finanziari necessari alla realizzazione di opere di primaria utilità nella nuova destinazione brasiliana. Dal 1993 in seno all Associazione è nata l iniziativa delle adozioni a distanza e oggi vi sono circa mille famiglie, per la maggior parte bergamasche, che aiutano altrettanti bambini a crescere, studiare ed avviarsi al lavoro. Ogni anno all inizio della Quaresima, un gruppo di amici guidati dal presidente Oreste Fratus raggiunge Vila da Paz, Teresina, per una visita di tre settimane durante la quale insieme ai responsabili della Fondazione che ora gestiscono le opere di Padre Pedro fa il punto della situazione di quanto realizzato nell anno precedente e valuta le necessità di interventi per l anno in corso. Teresina 2015 Anche quest anno, nel mese di febbraio, un gruppo di undici persone, capitanate dall instancabile Oreste Fratus, si è recato in brasile, a teresina, nel quartiere di vila da paz dove, nel lontano1987, padre pedro balzi, nativo di ponte nossa in provincia di bergamo, ha iniziato la sua attività missionaria in brasile. tra le città di bergamo e teresina esiste da tempo un legame molto forte che accomuna le due comunità; legame nato inizialmente nel 1980 con la presenza in teresina delle suore Orsoline di somasca in due distinte Case di cui una proprio in vila da paz. Qui le suore svolgono la missione educativa a favore di giovani ragazze che dall interno giungono nella città di teresina per continuare gli studi nella scuola superiore. la stretta collaborazione instaurata da padre pedro con la città di teresina, supportato nelle sue opere benefiche dai concittadini di ponte nossa e bergamo, negli scorsi anni ha permesso il gemellaggio tra i Comuni di ponte nossa e teresina. esiste poi un altro importante legame con la Comunità bergamasca: in Diocesi è stata dedicata una Chiesa a papa Giovanni XXIII, e proprio lì il gruppo Amici di padre pedro ha partecipato alla messa domenicale in occasione della donazione di una scultura bronzea tonda (opera dello scultore Carlo scarpanti) del volto di papa Giovanni, da portare in brasile, previa autorizzazione del vescovo di teresina.

19 Ma l avventura in brasile non è finita così, una sorpresa ci attendeva e, al nostro arrivo a teresina, l amico Oreste Fratus (al 25 anno dei viaggi in brasile) è stato informato che il giorno 11 marzo avrebbe ricevuto la cittadinanza onoraria di teresina dal presidente della Camera Municipale, in considerazione del suo impegno sociale a vila da paz, sia per la gestione delle opere/attività a suo tempo iniziate da padre pedro, ora seguite dalla Fondazione nossa senhora da paz, sia per la gestione del progetto Adozioni che coinvolge oltre novecento famiglie sia italiane che brasiliane. Alla cerimonia in un clima gioviale, festoso e con l emozione alle stelle, oltre alle autorità locali, hanno partecipato numerose persone amiche di vila da paz (compreso suor Ione con le studentesse del Collegio) e lo staff di gestione della Fondazione. erano inoltre presenti parecchi ragazzi della Comunità Fazenda da paz di timon con il loro responsabile Celio. Il tutto si è concluso con un rinfresco ma soprattutto con infinite congratulazioni e calorosi abbracci al neo cittadino onorario. Roberto Benedetti 19

20 Esperienze educative alla scuola di Caterina e Giuditta: tracce di luce sulle strade del mondo Italia Aggiungi un posto a tavola: aiutare i bambini a vivere il valore della condivisione A iutare i bambini a vivere il valore della condivisione non è semplice. soprattutto se stiamo parlando di bambini della scuola del'infanzia: a questa età tutto sembra "mio", la mamma "è mia", il gioco "è mio" e anche il pupazzo dell'amico "è mio". Crescendo il piccolo scopre che "esiste un altro accanto a lui" e in questo momento gli adulti lo aiutano a comprendere che "non è tutto mio". la semina del granellino della condivisione richiede tempo, pazienza, ci sono terreni più fertili (per esempio condividere a scuola a volte è più semplice e gratificante), altri più ostili (la piantina della condivisione a casa tra fratelli lo sappiamo bene, sembra crescere più lentamente) ma non lasciamoci scoraggiare dalle intemperie che hanno il nome di gelosia, egoismo, diffidenza, insicurezza... e iniziamo a coltivare la nostra piantina. l'esperienza della condivisione nella nostra scuola dell infanzia Caterina Cittadini in bergamo vede proprio come protagonista un piccolo semino. Mentre noi adulti abbiamo innaffiato, curato questo germoglio, i bambini, a loro volta, hanno seminato un chicco di frumento che dona un ingrediente prezioso: la farina per fare il pane. Abbiamo accolto la proposta dell'adasm-fism di progettare il percorso dell'irc a partire proprio dal simbolo del pane, una proposta interessante che prende le mosse dal progetto expo C'è uno stretto legame tra il pane e la condivisione. Il pane può essere mangiato in famiglia, a scuola con i compagni, a merenda con gli amici, può essere spezzato, donato, ricevuto... condiviso. Il primo passo alla scoperta del pane da parte dei bambini, è stato quello di toccare, annusare gli elementi che lo compongono: farina, acqua, lievito, sale. Ogni ingrediente è diverso nel colore,

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO PLESSI : Molinelli, Pantano e Orsomarso INSEGNANTI :Biondi Beatrice - D Aprile Carmelina - Di Santo Tiziana

Dettagli

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete. PARROCCHIE DI S. BARTOLOMEO CAPREZZO S. BRIZIO COSSOGNO E S. PIETRO - TROBASO Parroco: Micotti don Adriano Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.it

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse Il Vescovo di Crema Alla Comunità parrocchiale di Ripalta Guerina, al parroco don Elio Costi, ai membri del consiglio pastorale, ai catechisti e ai diversi collaboratori Sono state veramente giornate intense

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

La Musica nel grembo

La Musica nel grembo La Musica nel grembo Un concerto di beneficenza per le mamme del mali martedì 16 giugno alle ore 20.30 Villa foscarini Rossi - stra Un evento organizzato da: Programma I bambini piccoli, compresi i neonati,

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

IL FOGLIETTO. 7 volte GRAZIE!

IL FOGLIETTO. 7 volte GRAZIE! P A R R O C C H I A S. M A R I A A S S U N T A B A S S A 0 5 7 1 / 5 5 8 8 7 5 W W W. P A R R O C C H I A D I B A S S A. I T IL FOGLIETTO A N N O 3 N 5 M A G G I O / G I U G N O 2 0 1 4 7 volte GRAZIE!

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

In questo articolo l autrice, partendo da una considerazione sull importanza

In questo articolo l autrice, partendo da una considerazione sull importanza La forza dei simboli Elisabeth Löh Manna In questo articolo l autrice, partendo da una considerazione sull importanza che i simboli ricoprono nella nostra vita, ci aiuta a discernere quando se ne abusa

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PREGHIERA DIGIUNO tutto crede, tutto spera, tutto sopporta tutto copre, carita Esercizi spirituali sull Amore che possiamo vivere in famiglia Esercizi

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi Card. Stanisław Ryłko Presidente Pontificio Consiglio per i Laici Città del Vaticano GIOVANNI PAOLO II: AMICO DEI GIOVANI Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi 1.

Dettagli

Scuola dell Infanzia

Scuola dell Infanzia ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:primaria@consolatricemilano.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Programmazione didattica annuale

Programmazione didattica annuale A.S. 2014-2015 Programmazione didattica annuale *Scuola dell Infanzia Carlo Pizzala 22030 ORSENIGO Via Baragiola, 1 C.F./P.I. 00648820132 Revisione 06.10.2014 EXPLORANDO L il PIANETA a.s. 2014/2015 Progetto

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI Anno Scolastico 2012/2013 Classe 4^ B PREFAZIONE UNA GRANDE AMICIZIA Questo giornalino è nato dall idea di mettere insieme

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA SCUOLA PRIMARIA ALDA COSTA FERRARA CLASSE IV A A.S. 2014/15 PARTECIPIAMO AL CONCORSO Luciana Albieri Edizione2015 Associazione Dammi la Mano SON TUTTE BELLE LE FAMIGLIE

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN ROCCO SCUOLA MATERNA VIA FORNACI 66/D - 25131 BRESCIA TEL. E FAX: 0302680472 segreteria@sanroccomaterna.it www.sanroccomaterna.it

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE!

2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE! CAMPUS DI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE DIAMOCI UNA MANO PRENDENDOCI PER MANO 2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE! CAMPUS DI VOLONTARIATO DI 2 SETTIMANE È una forma di volontariato che

Dettagli

Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in

Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in A. P. - D. L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46)

Dettagli

n. 3 - Quaresima 2014

n. 3 - Quaresima 2014 newsletter Bianconi n. 3 - Quaresima 2014 Riflessioni sul MESSAGGIO per la Quaresima di Papa Francesco Il tempo forte della quaresima è ormai iniziato: 40 giorni da vivere, impegnati nel rinnovamento della

Dettagli

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare Statement-Incontro Mondiale delle Famiglie 1/5 Elisabeth & Bernhard Neiser / Nr. 20 Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare 1. Riflessioni introduttive: Domenica e giorno

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA Anno scolastico 2012-2013 Presentazione Si riparte! L inizio di un nuovo anno scolastico è un momento impegnativo per i bambini e per i genitori che iniziano

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Insegnante Damiani Elena L INSEGNAMENTO

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Reparto Andromeda. Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO. Libretto di

Reparto Andromeda. Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO. Libretto di Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO Libretto di La Promessa

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli