DIFFUSORI METALLICI FORATI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIFFUSORI METALLICI FORATI"

Transcript

1 QUANDO SERVE ARIA PULITA DIFFUSORI METALLICI FORATI DOCUMENTAZIONE TECNICA ZEPHYR S.r.l. Via Carso, Verona 1

2 INDICE 1.0. PREMESSA pag CARATTERISTICHE DEI DIFFUSORI METALLICI FORATI pag TIPOLOGIE pag Forma: circolare o semicircolare pag Lancio dell aria pag Tipi di metallo pag Sistema di sostegno pag DIMENSIONAMENTO pag Dimensionamento di massima pag Pezzi speciali ed accessori pag Progettazione definitiva in ufficio tecnico pag PERDITE DI CARICO pag GARANZIA pag INSTALLAZIONE pag.10 SCELTA RAPIDA DEL DIAMETRO DATI DI INSTALLAZIONE pag.11 pag.12 2

3 1.0. PREMESSA La presente documentazione tecnica è scaricabile dal sito web alla pagina DOCUMENTAZIONE, dove si trovano anche: la documentazione tecnica dei diffusori tessili leggeri e dei diffusori tessili in PVC, un foglio di calcolo per la determinazione della pressione statica necessaria all ingresso dei diffusori, la descrizione di capitolato, un disegno in formato dwg con esempi di diffusori tessili con e senza collettori. 3

4 2.0. CARATTERISTICHE DEI DIFFUSORI METALLICI FORATI I diffusori metallici forati trovano il loro migliore impiego negli ambienti in cui è importante la distribuzione uniforme dell aria, perché l immissione è continua su tutta la lunghezza. Alcune caratteristiche peculiari dei diffusori metallici forati: Uniformità di distribuzione La distribuzione dell aria è continua su tutta la lunghezza. Facilità di installazione La facilità e rapidità di installazione riduce i costi. Igiene I diffusori metallici forati, essendo privi di coibentazione, si possono lavare facilmente. Perdite di carico La pressione statica necessaria per i diffusori metallici forati è inferiore a quella richiesta per gli impianti tradizionali. Aspetto gradevole Gli impianti possono essere a vista, dato l aspetto gradevole dei diffusori metallici forati in acciaio inox, in rame o verniciati. Aspirazione I diffusori metallici forati si possono usare sia per la mandata che per l aspirazione dell aria. Incombustibilità I diffusori metallici forati sono incombustibili. Possono quindi essere usati nei casi in cui è richiesta la classe zero di reazione al fuoco. Convenienza Il costo degli impianti di distribuzione dell aria ZEPHYR è inferiore rispetto ai sistemi tradizionali. 4

5 3.0. TIPOLOGIE Le tipologie realizzative adottate da ZEPHYR per i diffusori metallici forati sono le seguenti: 3.1. Forma: circolare o semicircolare I diffusori circolari si usano preferibilmente in grandi ambienti: industrie, piscine, palestre, palazzetti dello sport, centri commerciali, ecc. I diffusori semicircolari sono invece più adatti per negozi, uffici, biblioteche, musei, teatri, ambienti di altezza limitata in genere. Fig Lancio dell aria I diffusori metallici forati (Fig. 2) vengono realizzati con file di fori di diametro e quantità calcolati mediante software specifico. Consentono di lanciare l aria nelle direzioni e con la velocità voluta, quindi possono essere usati per altezze di installazione anche 5

6 elevate, sia per il riscaldamento che per il raffreddamento, come si fa con i diffusori tradizionali. L elevata induzione (miscelazione dell aria ambiente con l aria immessa) garantisce un'ottima distribuzione ed uniformità della temperatura. La velocità residua dell'aria sulle persone viene mantenuta entro i limiti previsti dalle norme UNI e UNI EN Fig Tipi di metallo I diffusori metallici forati sono realizzati con i seguenti materiali: Lamiera zincata Lamiera verniciata Lamiera alluminata AISI 304 Rame 3.4. Sistema di sostegno I diffusori metallici forati sono forniti completi del sistema di sostegno,costituito da: bordi di ogni tronco risvoltati, collari di giunzione e sostegno. 6

7 4.0. DIMENSIONAMENTO 4.1. Dimensionamento di massima Per il dimensionamento dei diffusori metallici forati, come per le reti aerauliche, occorre partire dal posizionamento in pianta dei diffusori in funzione del lancio orizzontale degli stessi e delle esigenze architettoniche e di lay out. In linea di massima l interasse dei diffusori negli impianti usuali può variare da 5 a 10 m. Una volta scelta la posizione e la quantità dei diffusori tessili, note le misure dei locali da servire e la portata d'aria per ogni diffusore, la determinazione delle sue dimensioni è immediata, infatti: La lunghezza sarà pari allo spazio disponibile in ambiente diminuito di 1-2 m ad ogni estremità, per poter posizionare l'unità ventilante oppure il collettore di distribuzione dell'aria. Il diametro sarà scelto in base alla tabella SCELTA RAPIDA DEL DIAMETRO (pag. 11). La lunghezza ed il diametro del diffusore ne determinano il prezzo. E possibile qualunque diametro intermedio. Il prezzo si otterrà dal listino per interpolazione Pezzi speciali ed accessori I prezzi di listino comprendono gli accessori standard che sono: Fondello. Collari di unione e di sostegno. Prezzi a parte sono previsti per i pezzi speciali (curve, tee, riduzioni di diametro) Progettazione definitiva in ufficio tecnico Le altre scelte che definiscono completamente la fornitura riguardano: la direzione di immissione dell'aria in ambiente, il dimensionamento dei fori di uscita dell'aria dal diffusore, la determinazione delle perdite di carico dei diffusori, Tali scelte sono riservate al nostro ufficio tecnico, che progetta ciascun diffusore in base ai dati che ci devono essere forniti compilando la scheda DATI DI INSTALLAZIONE (pag. 12). 7

8 5.0. PERDITE DI CARICO La relazione per determinare le perdite di carico distribuite in un diffusore metallico forato è, come per i condotti aeraulici che lavorano prevalentemente in regime turbolento, proporzionale al quadrato della velocità ed inversamente proporzionale al diametro equivalente, tenendo conto che, per quanto riguarda la rugosità, i diffusori metallici forati possono essere classificati lisci. Dato però che la velocità interna si riduce lungo il diffusore dal valore massimo iniziale fino a zero sul fondo, anche le perdite di carico risultano ridotte. Nell ipotesi di diffusore cilindrico e di riduzione lineare della velocità interna, le perdite risultano pari a 1/3 del valore che si otterrebbe con velocità costante pari alla velocità iniziale. Per la valutazione delle perdite di carico localizzate nelle curve, diramazioni o variazioni di sezione, valgono i coefficienti e le tabelle in uso per le reti aerauliche. Pertanto per il calcolo delle perdite di carico può essere utilizzata la seguente relazione: Δp = (72 v 2 / d 1,292 ) L / 3 + 0,602 ζ v 2 dove: Δp: perdite di carico (Pa) v: velocità iniziale nel diffusore (m/s) d: diametro nominale del diffusore (mm) L: lunghezza del diffusore (m) ζ: somma dei coefficienti di perdita localizzata in curve, tee, riduzioni di diametro (adimensionale) La tabella SCELTA RAPIDA DEL DIAMETRO (pag. 11) fornisce una indicazione approssimativa delle perdite di carico (sufficiente per un dimensionamento di massima), dipendenti solo dalla velocità iniziale e non dalla lunghezza del diffusore. Il calcolo preciso viene fatto dal nostro ufficio tecnico ed ogni fornitura di diffusori sarà accompagnata dall indicazione della portata di progetto e della pressione statica necessaria all imbocco. 8

9 6.0. GARANZIA ZEPHYR S.r.l. garantisce i propri diffusori metallici forati contro difetti dei materiali per 12 mesi a partire dalla data della fattura. La garanzia è valida a condizione che siano rispettate tutte le istruzioni di installazione e di manutenzione che accompagnano la fornitura. 9

10 7.0. INSTALLAZIONE Vengono qui descritte le operazioni di montaggio dei diffusori metallici forati: La fornitura dei diffusori comprende: tronchi di diffusore lunghi 1 m, collari di giunzione e di sostegno. L installazione consiste nelle seguenti semplici operazioni, che richiedono l impiego di due addetti: Predisporre i pendinaggi costituiti da cavetti (non compresi nella fornitura) agganciati a piastre (20 x 20 cm) fissate al soffitto mediante viti ad espansione. La distanza tra i cavetti sarà di 1 m. Sospendere i collari dei diffusori ai cavetti. Tali collari sono dotati di un bulloncino che serve per il serraggio e come ancoraggio per la pendinatura. Inserire nei collari i tronchi che costituiscono i diffusori e serrare il bulloncino, verificando l allineamento dei vari tronchi. Avviare il ventilatore. Collare 10

11 SCELTA RAPIDA DEL DIAMETRO La tabella seguente dà per ogni diametro la portata in funzione della pressione statica all ingresso nel diffusore. Le scelte normalmente consigliate sono evidenziate in grassetto. Diametro Diffusori circolari Diffusori semicircolari mm Portata m 3 /h Portata m 3 /h 100 Pa 150 Pa 200 Pa 100 Pa 150 Pa 200 Pa

12 DATI DI INSTALLAZIONE I dati richiesti con la presente scheda servono per la progettazione esecutiva dei diffusori e per la definizione completa della fornitura. Se disponibile, è utile allegare un disegno in pianta e sezione degli ambienti da servire, con la disposizione indicativa dei diffusori. Portata m 3 /h Lunghezza dei diffusori Dimensioni degli ambienti Altezza di installazione del filo inferiore dei diffusori Distanza tra i diffusori Temperature aria immessa e aria ambiente, in riscaldamento Temperature aria immessa e aria ambiente, in raffrescamento m m m m C C Altre precisazioni: 12

Diffusori ad effetto elicoidale ad alette fisse KDA-DAQ

Diffusori ad effetto elicoidale ad alette fisse KDA-DAQ Diffusori ad effetto elicoidale ad alette fisse KDA-DAQ La serie K DA-DAQ è costituita da una gamma di diffusori ad effetto elicoidale ad alta induzione ad alette fisse inclinate ricavate dalla piastra

Dettagli

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti tecnici Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti idrici Requisiti - Coibentazione: riferimento ai requisiti di legge per le tubazioni di acqua calda; - Protezione dalla condensa; - Protezione

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENTO

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENTO Il buon funzionamento di un impianto termico, è strettamente legato al corretto dimensionamento della sezione interna del condotto fumario che dovrà evacuare i fumi di combustione. In ambito

Dettagli

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGETTO ESECUTIVO PER LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATI DI E.R.P. COMPOSTO DA N. 8 ALLOGGI SITO

Dettagli

DISTRIBUZIONE ARIA PER GRANDI VOLUMETRIE

DISTRIBUZIONE ARIA PER GRANDI VOLUMETRIE DISTRIBUZIONE ARIA PER GRANDI VOLUMETRIE Nella distribuzione d aria in grandi ambienti dove si necessita trattare una considerevole volumetria d aria, la scelta ricade prevalentemente sugli impianti a

Dettagli

SERIE DOPPIA SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE

SERIE DOPPIA SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE Le canne fumarie della serie DP rappresentano la soluzione piu avanzata per l evacuazione dei fumi di generatori di calore alimentati con qualsiasi tipo di combustibile.

Dettagli

Progettazione e calcolo di

Progettazione e calcolo di Nicola Taraschi Progettazione e calcolo di * Calcolo delle reti aerauliche con il software CANALI * Le trasformazioni dell aria umida ed il software PSICRO * I ventilatori * Le batterie alettate ed il

Dettagli

Serie per stufe, camini a legna, pellet

Serie per stufe, camini a legna, pellet Serie per stufe,camini a legna,pellet Tubo ALLUMINIO estensibile e raccordi ACCIAIO INOX nero per stufe a pellet ACCIAIO 1.2 nero per stufe a pellet ACCIAIO 2.0 nero per stufe a legna Parete semplice ACCIAIO

Dettagli

TFS Soffitti filtranti per sale operatorie

TFS Soffitti filtranti per sale operatorie Soffitti filtranti per sale operatorie Versioni - A (con pannelli e plenum portafiltro in alluminio, telaio in alluminio estruso) - X (con pannelli e plenum portafiltro in acciaio inox, telaio in alluminio

Dettagli

Il contro-soffitto filtrante GIF significa sicurezza e progresso

Il contro-soffitto filtrante GIF significa sicurezza e progresso Il contro-soffitto filtrante GIF significa sicurezza e progresso 1. Lo sviluppo del sistema GIF si è basato su una serie di problemi riscontrati nei seguenti campi: A. Tecnologie dell aria e del condizionamento

Dettagli

Fondamenti di Climatizzazione Ambientale Prof. C.M. JOPPOLO Prova scritta 29/01/2010

Fondamenti di Climatizzazione Ambientale Prof. C.M. JOPPOLO Prova scritta 29/01/2010 Fondamenti di Climatizzazione Ambientale Prof. C.M. JOPPOLO Prova scritta 29/01/2010 Nome Cognome Matricola Quesito n 1 - CICLO DI CONDIZIONAMENTO PER IMPIANTO MISTO In un locale adibito a biblioteca di

Dettagli

ST1 Un serbatoio contenente azoto liquido saturo a pressione ambiente (temperatura di saturazione -196 C) ha forma sferica ed è realizzato con due gusci metallici concentrici di spessore trascurabile e

Dettagli

DIFFUSORI LINEARI A FERITOIE

DIFFUSORI LINEARI A FERITOIE GENERALITA' CARATTERISTICHE APPLICAZIONI GENERALITA' : I diffusori serie rappresentano l'apice dello sviluppo per questo genere di apparecchi di diffusione dell'aria. La particolare conformazione di questi

Dettagli

Novità: Ventilazione Standard

Novità: Ventilazione Standard VENTILAZIONE Novità: Ventilazione Standard Il modulo Ventilazione Standard permette di effettuare la progettazione integrata (disegno e calcoli) in AutoCAD di reti di canali aria per impianti di condizionamento

Dettagli

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Impianti di riscaldamento Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Sono i sistemi più utilizzati nell edilizia residenziale dove spesso sono di solo riscaldamento, ma possono

Dettagli

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Codice Sub Descrizione UNM Prezzo Sicurezza 13 IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, DI CONDIZIONAMENTO, DI VENTILAZIONE 13.01 Prezzi a corpo di impianti

Dettagli

Misurazione della portata, rumorosità e lay-out impiantistico degli impianti di aspirazione

Misurazione della portata, rumorosità e lay-out impiantistico degli impianti di aspirazione ALLEGATO 6 Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Lombardia -------------------------------- Documento d inquadramento per le cappe chimiche nei Dipartimenti Provinciali dell ARPA Lombardia.

Dettagli

Le unità terminali svolgono un ruolo molto importante poiché costituiscono la prima interazione fra uomo e sistema edificioimpianto.

Le unità terminali svolgono un ruolo molto importante poiché costituiscono la prima interazione fra uomo e sistema edificioimpianto. UNITÀ TERMINALI Le unità terminali svolgono un ruolo molto importante poiché costituiscono la prima interazione fra uomo e sistema edificioimpianto. Le unità terminali si suddividono in: Unità a prevalente

Dettagli

RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO

RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO Il gas metano sarà addotto, per ogni piano, con tubazione come le tavole allegate mostrano esterne al fabbricato e ad esso ancorate a vista. La rete principale sarà

Dettagli

DEUMIDIFICATORE PARETE

DEUMIDIFICATORE PARETE DEUMIDIFICATORE PARETE INTRODUZIONE CONFRONTO DESCRIZIONE - INGOMBRI CARATTERISTICHE TECNICHE RESA SCHEMA ELETTRICO LOGICA DI FUNZIONAMENTO INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE ACCESSORI Pagina 1 di 13 INTRODUZIONE

Dettagli

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio RETI IDRANTI Progettazione, Installazione ed Esercizio UNI 10779-07 A cura di BM SISTEMI srl Introduzione La progettazione e l installazione delle reti idranti è regolata in Italia dalla norma UNI 10779.

Dettagli

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007 LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica Data: 28 marzo 2007 OGGETTO GGETTO: Minishelter Integrazioni: 27 marzo 2009 Riferimento: INSIEL_ ST_MINISHELTER_09 INDICE Indice... 2 Indice delle figure... 2 1 Generalità...

Dettagli

Trasportatori a nastro

Trasportatori a nastro Trasportatori a nastro Realizzano un trasporto di tipo continuo, in orizzontale o in pendenza, di materiali alla rinfusa e di carichi concentrati leggeri. incastellatura di sostegno Trasporti interni 1

Dettagli

Prof. Duilio Tazzi Le Canne Fumarie. LE CANNE FUMARIE

Prof. Duilio Tazzi Le Canne Fumarie. LE CANNE FUMARIE LE CANNE FUMARIE Il camino, o canna fumaria, è il componente dell impianto termico che serve principalmente a smaltire i prodotti della combustione del generatore di calore nell atmosfera. Per tracciare

Dettagli

TUBI FLEXFORM PER SCARICO FUMI L esperienza e la professionalità della EMIFLEX viene messa a disposizione dei

TUBI FLEXFORM PER SCARICO FUMI L esperienza e la professionalità della EMIFLEX viene messa a disposizione dei Catalogo - Ottobre 2006 TUBI FLEXFORM PER SCARICO FUMI L esperienza e la professionalità della EMIFLEX viene messa a disposizione dei clienti con la creazione di una gamma di tubi flessibili per lo scarico

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

INDICE. I dati tecnici e dimensionali riportati nella presente documentazione possono subire variazioni orientate al miglioramento del prodotto.

INDICE. I dati tecnici e dimensionali riportati nella presente documentazione possono subire variazioni orientate al miglioramento del prodotto. MANUALE TECNICO aerotermi a soffitto S80 I INDICE 1 GENERALITA'... 2 2 CARATTERISTICHE TECNICHE NOMINALI... 3 3 RESE TERMICHE... 4 3.1 Resa termica con funzionamento ad acqua... - 11 4 FUNZIONAMENTO A

Dettagli

AIR MIX. Canali perforati ad alta induzione in Alluminio.

AIR MIX. Canali perforati ad alta induzione in Alluminio. Canali perforati ad alta induzione in Alluminio. Moderno Sistema di diffusione aria per impianti di condizionamento, di riscaldamento e di ventilazione, adatto ad ogni tipodi ambiente, civile industriale

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA DEGLI IMPIANTI MECCANICI

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA DEGLI IMPIANTI MECCANICI 1 RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA DEGLI IMPIANTI MECCANICI PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI Strutture sanitarie D.P.R. del 14 gennaio 1997: requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi che

Dettagli

VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità

VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità 1 VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità Ing. Luca Barbieri Product manager Hoval 2 Definizione ventilazione meccanica controllata «I sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC) sono

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA Rev : 04-04-2012 DICHIARAZIONE DI CONFORMITA SISTEMI LE/GA RIV. INOX 10-10 LE/GA RIV. RAME 10-10 MANUALE DI MONTAGGIO E MANUTENZIONE Indice Introduzione..Pag. II Riferimenti normativi Pag II Caratteristiche

Dettagli

Allegato 7) MATERIALI PROPOSTI. Scheda 1: 38.1.12.10 - Centrale di trattamento aria Tipo ROCCHEGGIANI CTA 12.9

Allegato 7) MATERIALI PROPOSTI. Scheda 1: 38.1.12.10 - Centrale di trattamento aria Tipo ROCCHEGGIANI CTA 12.9 Allegato 7) MATERIALI PROPOSTI Scheda 1: 38.1.12.10 - Centrale di trattamento aria Tipo ROCCHEGGIANI CTA 12.9 Scheda 2: 53.5.10 - Pannello solare TSOL 25 Scheda 3: 63.3.35.80 - Apparecchio illuminante

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE PER ALLACCIAMENTO A COLLETTORI FOGNARI NELLA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA

SPECIFICHE TECNICHE PER ALLACCIAMENTO A COLLETTORI FOGNARI NELLA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA SPECIFICHE TECNICHE PER ALLACCIAMENTO A COLLETTORI FOGNARI NELLA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA Aprile 2005 Sommario 1. Prescrizioni tecniche per la realizzazione del collettamento dei sistemi privati

Dettagli

ASPIRATORI - COMPONENTI PER CANNE FUMARIE GRIGLIE DI VENTILAZIONE

ASPIRATORI - COMPONENTI PER CANNE FUMARIE GRIGLIE DI VENTILAZIONE ASPIRATORI COMPONENTI PER CANNE FUMARIE GRIGLIE DI VENTILAZIONE 171 PLACCA CONTROLLO FUMI Verniciata rossa. Foro per sonda prelievo fumi Foro Ø 50 per deprimometro e analizzatore PIROMETRO Per 3501.00.

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI GRANDI STAZIONI S.p.A. Via Giolitti, 34 00185 - Roma LAVORI- - Impianti Meccanici - Edificio 5 - Piano Terra - Opere Propedeutiche per riallocazione di terzi utilizzatori in sedi provvisorie o definitive.

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO REHAU VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

CAPITOLATO D APPALTO REHAU VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CAPITOLATO D APPALTO REHAU VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA REHAU S.p.A. Filiale di Milano Via XXV Aprile 54 Cambiago (MI) Telefono 02 9594.11 Fax 02 95941250 www.rehau.com Sede legale: Via XXV Aprile

Dettagli

Direttamente dal Produttore all Utente Privato. sistema solare termodinamico

Direttamente dal Produttore all Utente Privato. sistema solare termodinamico Direttamente dal Produttore all Utente Privato sistema solare termodinamico M A D E I N I T A L Y Il nuovo sistema solare termodinamico per avere l acqua calda risparmiando fino all 85% Acqua calda Risparmio

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Scambiatore Condensing

Scambiatore Condensing Mynute Green S Caratterizzata da una nuova estetica particolarmente elegante che contraddistingue la nuova family line delle caldaie Beretta, la gamma Mynute Green S si avvale di due versioni combinate

Dettagli

LEZIONE SUGLI IMPIANTI DI VENTILAZIONE MECCANICA

LEZIONE SUGLI IMPIANTI DI VENTILAZIONE MECCANICA Sola Ing. Pierfranco TERMOTECNICO CERTIFICATORE ENERGETICO REGIONE PIEMONTE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA REGIONE PIEMONTE PROFESSIONISTA ANTINCENDIO ISCRITTO NEGLI ELENCHI MINISTERO INTERNI Via A. Savoia

Dettagli

Unità di recupero del calore

Unità di recupero del calore ventilazione residenziale rfi-in Unità di recupero del calore RFI-IN Gamma modello con portata d aria 0 m /h. Filtri Classe G per aria di estrazione. Classe F a bassa perdita di carico per aria di rinnovo.

Dettagli

* (Le variazioni esposte, dipendono dal tipo di motore e possono variare da veicolo a veicolo).

* (Le variazioni esposte, dipendono dal tipo di motore e possono variare da veicolo a veicolo). Cosa è Hiclone? Hiclone è un semplice dispositivo, esente da manutenzione che si inserisce all'interno dei tubi di induzione dell aria, adatto per i motori a Benzina, Gasolio e GPL; aspirati, ad iniezione,

Dettagli

PROGRAMMA LINEE VITA

PROGRAMMA LINEE VITA PROGRAMMA LINEE VITA Cosa sono le linee vita Pighi I DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO CHE SALVANO LA VITA Cosa sono i dispositivi di sicurezza Un dispositivo di ancoraggio permette a qualunque operatore di operare

Dettagli

Comando Rieti, maggio 2010

Comando Rieti, maggio 2010 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO IMPIANTI DI SPEGNIMENTO AD IDRANTI Comando Rieti, maggio 2010

Dettagli

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22 pag. E- Descrizione Recuperatore di calore compatto con configurazione attacchi fissa (disponibili 8 varianti. Cassa autoportante a limitato sviluppo verticale con accesso laterale per operazioni d ispezione/manutenzione.

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 00MK-MA0130-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO Sistema Universal con staffe, per tetti inclinati con tegole/coppi Rev.02 Febbraio 2014 Indice Disposizioni generali 2 Disposizioni generali di sicurezza 3

Dettagli

SCALE VERTICALI IN PRFV

SCALE VERTICALI IN PRFV IN PRFV COMPOSITE SOLUTION Pagina 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. RIFERIMENTI NORMATIVI... 4 3. SETTORI DI IMPIEGO... 5 4. MATERIALI... 6 4.1 COMPONENTI... 6 4.2 TABELLA PROFILI MONTANTI...

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IMPIANTO ANTINCENDIO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IMPIANTO ANTINCENDIO Comune di Offida Lavori di: Legge 27 dicembre 2002 n. 289, art. 21 comma 80 PIANO STRAORDINARIO PER LA MESSA IN SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI Delibera CIPE n. 143/2006 di approvazione del II programma

Dettagli

Le canne fumarie e i sistemi di verifica strumentale con particolare cenno UNI TS 11278. German p.i. Puntscher

Le canne fumarie e i sistemi di verifica strumentale con particolare cenno UNI TS 11278. German p.i. Puntscher Le canne fumarie e i sistemi di verifica strumentale con particolare cenno UNI TS 11278 German p.i. Puntscher L importanza della canna fumaria La canna fumaria viene sempre citata nei regolamenti edilizi

Dettagli

Provincia di Torino Area Edilizia- Servizio Impianti Tecnologici e Gestione Energia. Impianti meccanici

Provincia di Torino Area Edilizia- Servizio Impianti Tecnologici e Gestione Energia. Impianti meccanici Impianti meccanici La presente relazione tecnica accompagna il progetto definitivo-esecutivo relativo ad interventi di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza da realizzarsi presso l IIS Gobetti

Dettagli

UNITÀ TERMOVENTILANTI 3VB

UNITÀ TERMOVENTILANTI 3VB UNITÀ TERMOVENTILANTI 3VB TERMOVENTILAZIONE E UNITÀ TERMOVENTILANTI 3VB Un sistema moderno ed economico per il riscaldamento ambientale La termoventilazione consente il riscaldamento degli ambienti mediante

Dettagli

OGGETTO E SCOPO DELL OPERA...

OGGETTO E SCOPO DELL OPERA... Sommario 1. OGGETTO E SCOPO DELL OPERA... 2 2. RETE DI DISTRIBUZIONE TERMO FLUIDICA... 2 3. RETE ADDUZIONE ACQUA SANITARIA... 5 4. RETE DI DISTRIBUZIONE AERAULICA... 14 1 1. OGGETTO E SCOPO DELL OPERA

Dettagli

Vers. Marzo 2011 URC-SMART. Unità di recupero. calore compatte. Snc

Vers. Marzo 2011 URC-SMART. Unità di recupero. calore compatte. Snc Vers. Marzo 2011 URC-SMART Unità di recupero calore compatte NOZIONI GENERALI Negli anni passati per eliminare cattivi odori o per rimuovere l aria satura e viziata dagli ambienti si ricorreva unicamente

Dettagli

Raccorderia in Ghisa Malleabile. Raccordi in Ghisa Zincata e Nera Raccordi di Riparazione

Raccorderia in Ghisa Malleabile. Raccordi in Ghisa Zincata e Nera Raccordi di Riparazione Raccorderia in Ghisa Malleabile Raccordi in Ghisa Zincata e Nera Raccordi di Riparazione LISTINO 01/2012 Raccorderia in Ghisa Malleabile UNI EN 10242 1 2 3 40 41 85 90 90R 92 92R 94 95 96 97 98 120 121

Dettagli

CONDIZIONATORE D ARIA PRIMARIA CAP 700-1000

CONDIZIONATORE D ARIA PRIMARIA CAP 700-1000 CONDIZIONATORE D ARIA PRIMARIA CAP 700-1000 1 Indice 1. Generalità 4 1.1 Descrizione della macchina e componenti principali 4 1.2 Descrizione del funzionamento 5 2. Caratteristiche tecniche 6 2.1 Caratteristiche

Dettagli

SymCAD/C.A.T.S. modulo Canali Schema

SymCAD/C.A.T.S. modulo Canali Schema SymCAD/C.A.T.S. modulo Canali Schema Il modulo Ventilazione Standard permette di effettuare la progettazione integrata (disegno e calcoli) in AutoCAD di reti di canali aria (mandata e ripresa). Il disegno

Dettagli

Estratto. ANAS S.p.A. Condirezione Generale Tecnica Direzione Centrale Progettazione

Estratto. ANAS S.p.A. Condirezione Generale Tecnica Direzione Centrale Progettazione ANAS S.p.A. Condirezione Generale Tecnica Direzione Centrale Progettazione Linee Guida per la progettazione della sicurezza nelle Gallerie Stradali secondo la normativa vigente Ottobre 2009 Pag. 71 di

Dettagli

Impianti di rilevamento fumi (Norme di installazione)

Impianti di rilevamento fumi (Norme di installazione) Norme di installazione Protezione contro i contatti diretti e indiretti: La protezione contro i contatti diretti ed indiretti degli apparecchi elettrici ed elettronici presenti nell impianto e dei rispettivi

Dettagli

Serie per caldaie e camini

Serie per caldaie e camini Tubo LLUMINIO estensibile e raccordi CCIIO INOX nero per stufe a pellet CCIIO 1.2 nero per stufe a pellet CCIIO 2.0 nero per stufe a legna Parete semplice CCIIO INOX per stufe a legna Doppia parete CCIIO

Dettagli

DIMENSIONAMENTO CANALI ARIA Relazione di calcolo

DIMENSIONAMENTO CANALI ARIA Relazione di calcolo DIMENSIONAMENTO CANALI ARIA Relazione di calcolo EDIFICIO INDIRIZZO DESCRIZIONE Nuovi uffici DITTA ESEMPIO Via Rossi, - MILANO Impianto mandata COMMITTENTE INDIRIZZO DITTA ESEMPIO Via Verdi, - ROMA Rif.

Dettagli

Voce di capitolato. Caratteristiche

Voce di capitolato. Caratteristiche Voce di capitolato Sistema camino, canale da fumo, condotto per intubamento e per esalazione dei vapori di cottura in elementi modulari marcato CE, sia rigido sia flessibile a parete semplice in polipropilene

Dettagli

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL centopercento Made in Italy 1 Dati Tecnici Installazione, uso e manutenzione della caldaia combinata nella quale è possibile bruciare gasolio, gas

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. GENERALITA Le condizioni generali di vendita, qui di seguito riportate, si intendono valide per qualsiasi ordine pervenuto alla Assotherm srl e costituiscono parte essenziale

Dettagli

Prefabbricati Favero Srl

Prefabbricati Favero Srl Prefabbricati Favero Srl SOLUZIONI PER L ALLEVAMENTO E PER L INDUSTRIA Industriali Tunnel Rimozione Amianto Strutture Agricole At Strutture Agricole Attrezzature Strutture Industriali Tunnel Rimozion Attrezzature

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Potenza per ambiente Dal calcolo del Cd e delle dispersioni invernali si ottiene la potenza necessaria all edificio (W) Q t = Q d + Q v Che deve essere nota anche per ogni singolo

Dettagli

GUIDA TECNICA n. 1. Per la scelta, l'ordinazione e la costruzione delle condotte in lamiera

GUIDA TECNICA n. 1. Per la scelta, l'ordinazione e la costruzione delle condotte in lamiera GUIDA TECNICA n. 1 Per la scelta, l'ordinazione e la costruzione delle condotte in lamiera Negli ultimi tempi si sono verificati mutamenti dello scenario politico internazionale talmente veloci e incredibili,

Dettagli

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02.01 Cavo unipolare tipo RG7R 0,6/1kV o FG7R 0,6/1 kv isolato in EPR sotto guaina di PVC (norme CEI 20-13, CEI 20-22II, CEI 20-35). Sono compresi:

Dettagli

GUIDA TECNICA n. 1. Per la scelta, l'ordinazione e la costruzione delle condotte in lamiera

GUIDA TECNICA n. 1. Per la scelta, l'ordinazione e la costruzione delle condotte in lamiera GUIDA TECNICA n. 1 Per la scelta, l'ordinazione e la costruzione delle condotte in lamiera Negli ultimi tempi si sono verificati mutamenti dello scenario politico internazionale talmente veloci e incredibili,

Dettagli

Ponteggi mobili a torre su ruote in acciaio zincato

Ponteggi mobili a torre su ruote in acciaio zincato Ponteggi mobili a torre su ruote in acciaio zincato Catalogo 2007 Vi diamo alcune informazioni importanti sugli unici riferimenti di legge attualmente in vigore e sulle loro principali differenze, al fine

Dettagli

GRONDAIE IN RAME, ALLUMINIO E ACCIAIO INOX

GRONDAIE IN RAME, ALLUMINIO E ACCIAIO INOX 20140529 GRONDEINRAME.IT s.r.l. P.IVA e C.F 02615240591 Num REA LT-185625 Sede Legale: Via Dante Alighieri 5 Sede op.:via Pontina km 46,600 04011 Aprilia LT email:info@grondeinrame.it WWW.GRONDEINRAME.IT

Dettagli

Omniplast Sabiana. La gamma comprende 6 diametri (60-80-110-125-160-200 mm) Canne Fumarie in PPs

Omniplast Sabiana. La gamma comprende 6 diametri (60-80-110-125-160-200 mm) Canne Fumarie in PPs Omniplast Sabiana Canne Fumarie in PPs Il sistema Omniplast Sabiana è un sistema progettato e realizzato espressamente per l evacuazione dei prodotti della combustione a bassa temperatura provenienti da

Dettagli

LISTINO PREZZI DEL 10/01/2011

LISTINO PREZZI DEL 10/01/2011 Sede Ammin.: Via dei Roncacci N. 13 21023 Olginasio di Besozzo (VA) Tel.: 0332/773001 Fax: 0332/771361 C.F. e P.I. 02691200121 Cap.Soc. 12.000,00 N REA 278029 PRODUZIONE MATERIALE PER EDILIZIA E LATTONERIA

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS

RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS Via della Madonna n 105, 51100 Pistoia Tel/fax 0573.977477 0573.25014 RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS S. Domenico ASP Via Colle dei Fabbri n 8 51017 Pescia (PT) Premessa di carattere generale La presente

Dettagli

VERNICIAtura Impianti di aspirazione localizzata. 3.6.6.3 (scheda di approfondimento)

VERNICIAtura Impianti di aspirazione localizzata. 3.6.6.3 (scheda di approfondimento) VERNICIAtura Impianti di aspirazione localizzata 3.6.6.3 (scheda di approfondimento) 3.6.6.3 (scheda di approfondimento) VERNICIatura impianti di aspirazione localizzata Le schede che qui vengono riportate

Dettagli

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMI SANITARI E PER ENERGIA Requisiti per il montaggio Requisiti generali Istruzioni di sicurezza Il kit per il montaggio sul tetto

Dettagli

Impianti di riscaldamento convenzionali

Impianti di riscaldamento convenzionali Impianti di riscaldamento convenzionali convenzionale Impianti di riscaldamento Schema di un impianto con caldaia Combustibile Generazione regolazione emissione Carichi termici Distribuzione Impianti di

Dettagli

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12 Murali Standard Residenziale Sommario Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12 1 Mynute Special Guida al capitolato Mynute Special

Dettagli

Tubazioni preisolate TECNOTHERM. La nuova realtà. Tubazioni preverniciate TECNOCOAT

Tubazioni preisolate TECNOTHERM. La nuova realtà. Tubazioni preverniciate TECNOCOAT Tubazioni preisolate TECNOTHERM La nuova realtà. Tubazioni preverniciate TECNOCOAT Il Gruppo Amenduni Tubi Acciaio è l unica azienda del settore delle tubazioni preisolate da teleriscaldamento a produrre

Dettagli

Sistemi per il Controllo di Fumo e Calore

Sistemi per il Controllo di Fumo e Calore EVACUATORI FORZATI DI FUMO E CALORE Sistemi per il Controllo di Fumo e Calore 0 SISTEMI PER IL CONTROLLO DI FUMO E CALORE 1 2 DESCRIZIONE Gli evacuatori forzati PSO-AD permettono di risolvere problemi

Dettagli

DEUCLIMATIZZATORE DCS 26RD

DEUCLIMATIZZATORE DCS 26RD DEUCLIMATIZZATORE DCS 26RD 1 Indice 1. Descrizione del prodotto 3 1.1 Funzionamento con aria neutra 3 1.2 Funzionamento in integrazione 4 2. Descrizione componenti principali 5 3. Dimensioni 6 4. Dati

Dettagli

Impianti termotecnici: struttura fondamentale tipologie e criteri di scelta FORMAZIONE

Impianti termotecnici: struttura fondamentale tipologie e criteri di scelta FORMAZIONE FORMAZIONE Impianti termotecnici: struttura fondamentale tipologie e criteri di scelta di Mauro Cappello Prosegue con questo secondo articolo la pubblicazione del corso curato dall Ingegnere Mauro Cappello

Dettagli

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE 15 SISTEMI DI CALDAIE IN CASCATA MODULI MULTIBLUE La semplicità della modularità 1 2 14 11 10 3 14 17 6 9 15 4 13 8 5 16 12 7 COMPONENTI PRINCIPALI 1. Kit collettore

Dettagli

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3 ALFA CF 4,9 65 kw Catalogo 202320A01 Emissione 09.03 Sostituisce 10.00 Refrigeratore d acqua ALFA CF Pompa di calore reversibile ALFA CF /HP Unità con serbatoio e pompa ALFA CF /ST Unità motocondensante

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE

RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE RISTRUTTURAZIONE EX SCUOLA LEONARDO DA VINCI E RIATTAZIONE A PALAZZO COMUNALE IMPIANTO FOGNARIO ACQUE NERE E BIANCHE 1. Oggetto La presente relazione riguarda l impianto di smaltimento delle acque bianche

Dettagli

GRONDAIE IN RAME, ALLUMINIO E ACCIAIO INOX

GRONDAIE IN RAME, ALLUMINIO E ACCIAIO INOX GRONDEINRAME.IT s.r.l. P.IVA e C.F 02615240591 Num REA LT-185625 Sede Legale: Via Dante Alighieri 5 Sede op.:via Pontina km 46,600 04011 Aprilia LT email:info@grondeinrame.it WWW.GRONDEINRAME.IT Tel 0692062297

Dettagli

Attualmente la nostra gamma è composta da due serie di controlli elettronici:

Attualmente la nostra gamma è composta da due serie di controlli elettronici: SCHEDE ELETTRONICHE Funzione: Il funzionamento del controllo elettronico si base sul concetto di alimentazione a treno di impulsi, questo sistema permette di alimentare la resistenza elettrica per il periodo

Dettagli

Sistema Multistrato Fluxo Gas. Sistema multistrato in PEX/AL/PEX per distribuzione di gas gpl o metano nelle abitazioni domestiche

Sistema Multistrato Fluxo Gas. Sistema multistrato in PEX/AL/PEX per distribuzione di gas gpl o metano nelle abitazioni domestiche FOGNATURA SANITARIO VENTILAZIONE SCARICO IDROSANITARIO RADIANTE ADDUZIONE RECUPERO Sistema Multistrato Fluxo Gas Sistema multistrato in PEX/AL/PEX per distribuzione di gas gpl o metano nelle abitazioni

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico

Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico lindab ventilation Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico TÜV ha testato cinque sistemi di canali e documentato i vantaggi delle diverse soluzioni. Cos è TÜV TÜV (Technischer ÜberwachungsVerein

Dettagli

Gamma Caldaie Murali

Gamma Caldaie Murali Gamma Caldaie Murali Caldaia a condensazione Ultra compatta Rapporto di modulazione 1:9 Interfaccia utente con LCD Regolazione della temperatura ambiente da caldaia con sonda esterna Relè supplementare

Dettagli

COMUNE DI MANZIANA PROVINCIA DI ROMA RIFACIMENTO RETE IDRICA VIA STRADA CROCE DAL CIV. 44 AL CIV. 80

COMUNE DI MANZIANA PROVINCIA DI ROMA RIFACIMENTO RETE IDRICA VIA STRADA CROCE DAL CIV. 44 AL CIV. 80 COMUNE DI MANZIANA PROVINCIA DI ROMA RIFACIMENTO RETE IDRICA VIA STRADA CROCE DAL CIV. 44 AL CIV. 80 (TRATTO CHE INCROCIA VIA BRACCIANO E VIA CHIESETTA DELLE GRAZIE) PROGETTO ESECUTIVO ALL. C.04 22 S..0.

Dettagli

IMPIANTI IDRAULICI ED ANTINCENDIO PROGETTO ESECUTIVO

IMPIANTI IDRAULICI ED ANTINCENDIO PROGETTO ESECUTIVO SETTORE LAVORII PUBBLIICII E MANUTENZIIONE DEL PATRIIMONIIO REALIZZAZIONE DEL NUOVO MAGAZZINO COMUNALE IN REGIONE DENTE RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA E CALCOLI ESECUTIVI (articolo 37 e 39 del Decreto

Dettagli

Accessori per macchine GF e RA

Accessori per macchine GF e RA Per una migliore efficienza e maneggevolezza sul posto di lavoro! Lubrificante ad alte prestazioni per taglio e smusso (vedi pagina 20) Ganasce per il serraggio senza deformazioni e con superficie anticorrosione

Dettagli

CODICE CODICE DESCRIZIONE U.M. Prezzo Unitario. Nolo per unità di decontaminazione (primo mese) Euro Cinquecentoquattro / 00 cad 504,00

CODICE CODICE DESCRIZIONE U.M. Prezzo Unitario. Nolo per unità di decontaminazione (primo mese) Euro Cinquecentoquattro / 00 cad 504,00 Pag. 1 NP 5 NP 6 Nolo per unità di decontaminazione (primo mese) Euro Cinquecentoquattro / 00 504,00 Nolo per unità di decontaminazione (dai mesi successivi al primo) Euro Centosettantanove / 00 179,00

Dettagli

Compressore tipo 1 x (Scroll), ermetico, 2 x (Scroll), ermetico Fluido frigorigeno R407c kg 4,0 4,2 6,0 6,1 9,0

Compressore tipo 1 x (Scroll), ermetico, 2 x (Scroll), ermetico Fluido frigorigeno R407c kg 4,0 4,2 6,0 6,1 9,0 Dati tecnici - Incluse le perdite di sbrinamento Hoval Belaria (8-33), Hoval Belaria twin (0-30) Belaria Belaria twin Tipo (8) (0) () (5) (0). stadio. stadio Potenzialità nominale con A/W35 secondo EN

Dettagli

06 Cassette di ispezione ed accessori pag. Cassette di ispezione in metallo 135 Cassette di ispezione in plastica TUTTO 139

06 Cassette di ispezione ed accessori pag. Cassette di ispezione in metallo 135 Cassette di ispezione in plastica TUTTO 139 06 06 Cassette di ispezione ed accessori pag. Cassette di ispezione in metallo 135 Cassette di ispezione in plastica TUTTO 139 CASSETTE DI ISPEZIONE IN METALLO 16 Collettori installabili nelle cassette

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione. Cotto San Michele: più che una copertura, una copertura completa.

Manuale d uso e manutenzione. Cotto San Michele: più che una copertura, una copertura completa. Manuale d uso e manutenzione. Cotto San Michele: più che una copertura, una copertura completa. Indice 1. Linea flessibile orizzontale Dispositivi di ancoraggio in classe C pag. 4 2. Punti di ancoraggio

Dettagli

0051 CPD 0080 0051 CPD 0081

0051 CPD 0080 0051 CPD 0081 LINEA 60 LINEA 80 LINEA 100 MONO PARETE IN ALLUMINIO MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE 06 0051 0051 CPD 0080 0051 CPD 0081 MI-MP_1.2.odt 1/8 AVVERTENZE L'installazione deve essere effettuata

Dettagli

MANUALE DI FUNZIONAMENTO. Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile

MANUALE DI FUNZIONAMENTO. Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile MANUALE DI FUNZIONAMENTO Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile 1. Introduzione Questo è un durometro portatile di tipo Brinell. È progettato in accordo con il metodo dinamico di prova di durezza.

Dettagli

SOLARCELL Bollitori e accumuli speciali / grandi impianti

SOLARCELL Bollitori e accumuli speciali / grandi impianti SOLARCELL Bollitori e accumuli speciali / grandi impianti Bollitori monovalenti e bivalenti per acqua sanitaria Solarcell MAX 00-00 Bollitore con doppio serpentino con superfici ad elevato scambio termico,

Dettagli