Criteri di valutazione e attribuzione crediti. Scrutini finali A.S

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Criteri di valutazione e attribuzione crediti. Scrutini finali A.S"

Transcript

1 Criteri di valutazione e attribuzione crediti Scrutini finali A.S

2 Quadro normativo di riferimento DPR 249/98 e successive modifiche: Statuto degli Studenti e delle Studentesse OM 128/99: norme per lo svolgimento di scrutini ed esami OM 92/2007: disposizioni per attività di recupero DM 80/2007: recupero debiti formativi DPR 122/2009: regolamento valutazione CM 89/2012: valutazione periodica degli apprendimenti D. Lgs. 13/2013: norme per la certificazione delle competenze

3 Criteri di valutazione I singoli docenti propongono il voto relativo alla propria disciplina tenendo presente che: La valutazione deve desumersi dagli esiti di un congruo numero di prove svolte nell ultimo quadrimestre, inseriti nel quadro globale della personalità dello studente, rispetto all impegno, all interesse, alla partecipazione al dialogo educativo e ai miglioramenti compiuti. Gli esiti dei singoli studenti vanno valutati adoperando l intera scala decimale. Le proposte di voto tengono altresì conto: delle valutazioni espresse in sede di primo scrutinio; dell esito delle verifiche relative ad iniziative di recupero e di sostegno. Le assenze degli alunni per partecipazione alle adunanze e alle attività delle Consulte degli studenti non possono essere conteggiate per calcolare il superamento del limite massimo ai fini della validità dell anno scolastico (nota MIUR n del 25/03/15 )

4 Criteri di valutazione Sono dichiarati ammessi alla classe successiva coloro che, a giudizio del Consiglio di Classe, sono valutati positivamente in ciascuna disciplina. Per coloro che presentano, invece, una o più insufficienze, il Consiglio di Classe procede alla valutazione della possibilità da parte dello studente di raggiungere le conoscenze, le competenze e gli obiettivi formativi delle discipline interessate entro il termine dell anno scolastico in corso, mediante lo studio personale e autonomo e/o attraverso la frequenza di appositi interventi di recupero. Nella valutazione di cui sopra, il Consiglio di Classe terrà conto dei seguenti elementi: situazione didattica e disciplinare del gruppo-classe; numero e caratteristiche delle carenze; diligenza, impegno, interesse, partecipazione; progressi rispetto alla situazione iniziale; verifiche delle iniziative di recupero.

5 Criteri di valutazione Casi analoghi vanno trattati in modo quanto più possibile omogeneo; di conseguenza si precisa che nelle valutazioni di fine anno la sospensione del giudizio sia assegnata fino a un massimo di 3 debiti (facendo presente che anche l insufficienza lieve, voto 5, concorre al numero dei debiti). Per gli studenti dell ultimo anno (legge 11 gennaio 2007, n.1; DM 42/07; DM 99/09), si ricorda che ai fini dell ammissione all esame di stato sono valutati positivamente nello scrutinio finale gli alunni che conseguono la sufficienza in tutte le discipline.

6 Criteri di valutazione Per gli scrutini integrativi dello scrutinio finale (art. 8 dell O.M. 92 del 05/11/2007 e ss.mm.), il Consiglio di Classe appositamente insediato delibera (o non delibera) l ammissione alla classe successiva degli studenti che hanno riportato la sospensione del giudizio sulla base dei seguenti parametri: a. esito delle verifiche finali; b. verifica dell impegno dimostrato nella partecipazione alle attività di recupero; c. percorso realizzato e scostamento in positivo rispetto alla situazione di partenza (eventuale miglioramento e eventuale progressivo avvicinamento all area della sufficienza); d. giudizio globale e complessivo sul comportamento del singolo studente. Si ricorda che, in base all O.M. 92 del 2007, il debito, grave o lieve, deve essere comunque saldato.

7 Criteri per l assegnazione del credito scolastico e del credito formativo I crediti formativi sono assegnati dai C.d.C. se riguardano attività coerenti con il piano di studi e se giudicati frutto di esperienze significative, durature e documentate; il credito formativo è parte integrante del credito scolastico; il credito scolastico è di competenza del C.d.C. che tiene conto dei criteri fissati dal Collegio dei docenti e delle modalità previste dalla tabella A del regolamento degli Esami di Stato (DPR 323/98)e successive modifiche ( DM 99/09).

8 Criteri per l assegnazione del credito scolastico e del credito formativo Il credito scolastico è attribuito in base alla media dei voti all interno della banda di oscillazione corrispondente e tenuto conto dei seguenti parametri: A) assiduità della frequenza scolastica; B) interesse e impegno nella partecipazione al dialogo educativo, ivi compreso l interesse con il quale l alunno ha seguito l insegnamento della Religione Cattolica ovvero delle attività alternative, come da nota MIUR prot. n.5664 del ; C) partecipazione proficua e responsabile alle attività complementari e integrative proposte dalla scuola; D) crediti formativi debitamente documentati, attestanti competenze coerenti con il corso di studi acquisite attraverso percorsi extrascolastici. A partire dall a.s. 2015/16 saranno valutate, limitatamente al terzo anno, anche le certificazioni linguistiche e informatiche conseguite nel biennio.

9 Criteri per l assegnazione del credito scolastico e del credito formativo Si attribuirà il livello più alto della banda di oscillazione in presenza di una media superiore allo 0,50 dell unità (esempio 6,57-7,80 ecc.) o in presenza di almeno due dei succitati parametri. Negli scrutini integrativi per studenti che hanno riportato sospensione del giudizio si attribuirà sempre la fascia più bassa della banda di oscillazione. Nell ambito della fascia di valutazione 9 < M < 10 si attribuisce il livello più alto della banda di oscillazione già in presenza di una M = 9.1 Per quanto riguarda i criteri per l assegnazione del voto di condotta si seguirà la normativa e il regolamento vigente. Il voto espresso dai docenti di Religione concorre a determinare il credito scolastico.

10 Criteri per l assegnazione del credito scolastico e del credito formativo Crediti scolastici e crediti formativi La partecipazione alle attività complementari e integrative organizzate dalla scuola non costituisce credito formativo, ma concorre a determinare il credito scolastico, in base ai parametri della regolarità della partecipazione e, laddove previsto, dalla valutazione degli esiti da parte dei responsabili delle attività stesse. In vista dello scrutinio finale, i docenti responsabili delle diverse attività devono fornire le attestazioni del caso al Consiglio di Classe competente. Per i crediti formativi si fa riferimento e si recepisce quanto contenuto dal DPR 403/98 dal DM 49/00. Accertata la validità degli stessi, il Consiglio di Classe li valuterà, prioritariamente in base alla loro pertinenza all asse culturale dell indirizzo.

Il credito scolastico e il credito formativo. Il D.M. n. 99/2009: le tabelle del credito

Il credito scolastico e il credito formativo. Il D.M. n. 99/2009: le tabelle del credito Il credito scolastico e il credito formativo Il D.M. n. 99/2009: le tabelle del credito Secondo le normative vigenti, gli studenti alla fine dell anno scolastico conseguiranno la promozione alla classe

Dettagli

CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17

CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17 ITI-LS FRANCESCO GIORDANI CASERTA CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17 Approvati dal Collegio Docenti del 29/11/2016 1 Credito scolastico Riferimenti normativi DPR 22 giugno 2009,n.122,art.6

Dettagli

CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17

CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17 ITI-LS FRANCESCO GIORDANI CASERTA CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17 N.B. PROPOSTA CONTENENTE LE MODIFICHE APPORTATE NEL COLLEGIO DOCENTI DEL 28/10/2016 1 Credito scolastico Riferimenti

Dettagli

Succursale: via Sersale 2 Tel.: Prot. n Sorrento, 14 aprile 2008

Succursale: via Sersale 2 Tel.: Prot. n Sorrento, 14 aprile 2008 Prot. n Sorrento, 14 aprile 2008 Ai Genitori degli Alunni All ALBO SEDI Cari genitori, la scuola italiana vive un periodo di profonda trasformazione regolato da una serie di provvedimenti derivanti dall

Dettagli

CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17

CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17 ITI-LS FRANCESCO GIORDANI CASERTA CREDITI SCOLASTICI E CREDITI FORMATIVI A.S. 2016/17 N.B. PROPOSTA PRESENTATA AL COLLEGIO DOCENTI DEL 28/10/2016 1 Credito scolastico Riferimenti normativi DPR 22 giugno

Dettagli

Credito scolastico e formativo Indicazioni generali

Credito scolastico e formativo Indicazioni generali Pagina 1 di 5 Credito scolastico e formativo Indicazioni generali Pagina 2 di 5 Credito scolastico e formativo Credito scolastico Per l attribuzione del credito scolastico agli studenti i Consigli di Classe

Dettagli

CRITERI DI RICONOSCIMENTIO E VALUTAZIONE DEI CREDITI SCOLASTICI E FORMATIVI

CRITERI DI RICONOSCIMENTIO E VALUTAZIONE DEI CREDITI SCOLASTICI E FORMATIVI I.P.S.A.R. LE STREGHE Sede Centrale, Presidenza, Uff. di Segreteria: Via S. Colo mba 52/A 82100 Benevento 0824-363486 Fax 0824-363487 Succursale: Via S. Colomba, 50-0824-362579 0824-361657 Fax 0824-362572

Dettagli

CREDITO SCOLASTICO E CREDITO FORMATIVO Istruzioni operative e fondamentali riferimenti normativi

CREDITO SCOLASTICO E CREDITO FORMATIVO Istruzioni operative e fondamentali riferimenti normativi CREDITO SCOLASTICO E CREDITO FORMATIVO Istruzioni operative e fondamentali riferimenti normativi A. Riferimenti normativi fondamentali CREDITO SCOLASTICO D.M. 24/02/2000 art. 1 comma 2 La partecipazione

Dettagli

DELIBERA DEL COLLEGIO DOCENTI Allegato alla Circolare per Crediti Formativi e Scolastici

DELIBERA DEL COLLEGIO DOCENTI Allegato alla Circolare per Crediti Formativi e Scolastici CREDITO SCOLASTICO E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DEL CREDITO FORMATIVO 1. LA NORMATIVA VIGENTE - Artt. 11 e 12 D.P.R. 23 luglio, 1998, n. 323; D.M. 24 febbraio, 2000, n. 49 - - Legge 11 gennaio 2007, n.1

Dettagli

COMUNICATO N Ai Docenti Coordinatori Consigli di classe del triennio. OGGETTO: Attribuzione crediti scolastici e formativi

COMUNICATO N Ai Docenti Coordinatori Consigli di classe del triennio. OGGETTO: Attribuzione crediti scolastici e formativi L I C E O G I N N A S I O S T A T A L E A N T O N I O C A N O V A LICEO CLASSICO - LICEO LINGUISTICO VIA MURA DI SAN TEONISTO, 16-31100 TREVISO COMUNICATO N. 0700 Ai Docenti Coordinatori Consigli di classe

Dettagli

La valutazione degli alunni

La valutazione degli alunni La valutazione degli alunni La valutazione degli studenti, è comprensiva del voto di comportamento, in base all articolo 2 della legge 169/2008. La valutazione degli apprendimenti per le varie discipline

Dettagli

Scritto da Francesca Donati Giovedì 24 Settembre :27 - Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Settembre :27

Scritto da Francesca Donati Giovedì 24 Settembre :27 - Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Settembre :27 LICEO T. TASSO INCONTRO CON I PROFF. BENEDETTI E MONACO PER UN INFORMATIVA SUL SISTEMA DEI CREDITI SCOLASTICI Il prof. Benedetti e la prof. Monaco ci hanno illustrato la materia dei crediti scolastici

Dettagli

Istruzione secondaria superiore: credito scolastico e recupero dei debiti formativi Decreto Ministero Istruzione (Gesuele Bellini)

Istruzione secondaria superiore: credito scolastico e recupero dei debiti formativi Decreto Ministero Istruzione (Gesuele Bellini) Istruzione secondaria superiore: credito scolastico e recupero dei debiti formativi Decreto Ministero Istruzione 22.05.2007 (Gesuele Bellini) Il Ministro della Pubblica Istruzione, Giuseppe Fioroni, ha

Dettagli

ALLEGATO - ESAMI DI QUALIFICA. 1. Gli esami di qualifica si articolano in due momenti.

ALLEGATO - ESAMI DI QUALIFICA. 1. Gli esami di qualifica si articolano in due momenti. ALLEGATO - ESAMI DI QUALIFICA 1. Gli esami di qualifica si articolano in due momenti. A. PROVE STRUTTURATE E SCRUTINIO. 2. Nel periodo precedente il termine delle lezioni, i docenti, sulla base delle scelte

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE V. E. MARZOTTO

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE V. E. MARZOTTO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE V. E. MARZOTTO Viale Carducci, 9-36078 Valdagno (VI) Telefono 0445/401007 E - mail Presidenza/Segreteria: vitf040005@istruzione.it - Codice Fiscale 85001430249 Sito

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI. Regolamento (D.P.R. 22 giugno 2009, n. 122) Art. 1 Oggetto del regolamento Finalità e caratteri della valutazione

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI. Regolamento (D.P.R. 22 giugno 2009, n. 122) Art. 1 Oggetto del regolamento Finalità e caratteri della valutazione LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI Testo in vigore dal 20.08.2009 Regolamento (D.P.R. 22 giugno 2009, n. 122) Art. 1 Oggetto del regolamento Finalità e caratteri della valutazione 2. La valutazione è espressione

Dettagli

Comunicazione interna n.346 del 10 gennaio 2014

Comunicazione interna n.346 del 10 gennaio 2014 ITE Ceprano Prot. n. 162/a.s.2014 Comunicazione interna n.346 del 10 gennaio 2014 OGGETTO: SCRUTINIO FINALE a.s. 2013/2014 CREDITO SCOLASTICO e FORMATIVO ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO IN MATERIA

Dettagli

CRITERI per la valutazione finale (Collegio Docenti del 14 maggio 2014) In particolare, il C.d.C., su indicazione dei singoli docenti, terrà conto:

CRITERI per la valutazione finale (Collegio Docenti del 14 maggio 2014) In particolare, il C.d.C., su indicazione dei singoli docenti, terrà conto: Principi generali CRITERI per la valutazione finale (Collegio Docenti del 14 maggio 2014) La valutazione poggia su criteri coerenti esplicitati nelle linee guida indicate nel POF. Considera che tutte le

Dettagli

IL NUOVO ESAME DI STATO

IL NUOVO ESAME DI STATO IL NUOVO ESAME DI STATO Le novità 1 Principali riferimenti normativi Legge n. 497 del 10/12/97 DPR n. 323/1998 (Regolamento) per le parti compatibili con la L. n. 1/2007 L. n. 1/2007 C.M. n. 5/2007 O.M.

Dettagli

Esame di Stato Normativa e indicazioni

Esame di Stato Normativa e indicazioni Esame di Stato 2009 Normativa e indicazioni Requisiti per l ammissione Sono ammessi all'esame di Stato gli alunni che abbiano frequentato l'ultimo anno di corso, siano stati valutati positivamente in sede

Dettagli

Credito scolastico. Media valutazioni tutor aziendale Credito proposto ,1/0,2 2 0,3/0,4 3 0,4/0,5

Credito scolastico. Media valutazioni tutor aziendale Credito proposto ,1/0,2 2 0,3/0,4 3 0,4/0,5 Credito scolastico Durante lo scrutinio finale, nell attribuzione del credito scolastico, i Consigli di classe utilizzeranno le tabelle allegate. Con i criteri di attribuzione del credito esplicitati nelle

Dettagli

Circolare n. 253 del 18/05/2017. AI DOCENTI p.c. AL D.S.G.A. AL PERSONALE ATA ALL UFF. ALUNNI ALL UFF. PERSONALE SEDI

Circolare n. 253 del 18/05/2017. AI DOCENTI p.c. AL D.S.G.A. AL PERSONALE ATA ALL UFF. ALUNNI ALL UFF. PERSONALE SEDI Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Superiore Confalonieri De Chirico Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali - Via B.M. de Mattias, 5-00183

Dettagli

Scuola Paritaria - L. 62/2000_- D.D Polo didattico Alessandro Manzoni

Scuola Paritaria - L. 62/2000_- D.D Polo didattico Alessandro Manzoni Scuola Paritaria - L. 62/2000_- D.D. 29.12.2000 Polo didattico Alessandro Manzoni Anno Scolastico 2013-2014 CREDITO SCOLASTICO Il credito scolastico (decreto ministeriale n. 99 del 16 dicembre 2009) è

Dettagli

Maria Antonietta CREA

Maria Antonietta CREA REGOLAMENTO SULLA VALUTAZIONE DEGLI STUDENTI 1 Roma, 28 maggio 2009 il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il Regolamento sulla valutazione degli studenti nelle scuole di ogni ordine

Dettagli

SCRUTINIO FINALE A. S : NORMATIVA MINISTERIALE, CRITERI E PROCEDURE INTERNE ALL ISTITUTO.

SCRUTINIO FINALE A. S : NORMATIVA MINISTERIALE, CRITERI E PROCEDURE INTERNE ALL ISTITUTO. Prot. n. 96/14 Agli ALUNNI e ai GENITORI della Scuola Secondaria di Secondo Grado L O R O S E D I Ai DOCENTI della Scuola Secondaria di Secondo Grado S E D E Oggetto: SCRUTINIO FINALE A. S. 2013-14: NORMATIVA

Dettagli

I.S.I.S.S. Antonio Scarpa di Motta di Livenza Oderzo Piano dell Offerta Formativa Estratto

I.S.I.S.S. Antonio Scarpa di Motta di Livenza Oderzo Piano dell Offerta Formativa Estratto I.S.I.S.S. Antonio Scarpa di Motta di Livenza Oderzo Piano dell Offerta Formativa Estratto PERCORSO VALUTATIVO Il percorso seguito dall'istituto in merito alla valutazione garantisce la massima trasparenza

Dettagli

Criteri per l assegnazione dei crediti

Criteri per l assegnazione dei crediti Criteri per l assegnazione dei crediti Le norme di riferimento per il Credito scolastico e del Credito formativo sono L.425 del 10 novembre 1997; D.P.R. 23 luglio 1998 n.323; D.M. n.49 del 24 febbraio

Dettagli

Tale normativa detta criteri generali che però devono essere integrati con altri criteri deliberati dal Collegio Docenti.

Tale normativa detta criteri generali che però devono essere integrati con altri criteri deliberati dal Collegio Docenti. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI PRIMIERO Liceo Economico per l Impresa, Liceo Economico per il Turismo, Liceo Scientifico, Corso Tecnico per le Costruzioni, l Ambiente ed il Territorio Commissione

Dettagli

ITS Bandini Siena - Decreto 99/2009 istitutivo della lode e modificativo del credito pag. 1/4

ITS Bandini Siena - Decreto 99/2009 istitutivo della lode e modificativo del credito pag. 1/4 ITS Bandini Siena - Decreto 99/2009 istitutivo della lode e modificativo del credito pag. 1/4 Decreto Ministeriale n. 99 Criteri per l attribuzione della lode nei corsi di studio di istruzione secondaria

Dettagli

Scuola Paritaria Cattolica COLLEGIO ARCIVESCOVILE Celestino Endrici. Indirizzo linguistico moderno giuridico economico aziendale

Scuola Paritaria Cattolica COLLEGIO ARCIVESCOVILE Celestino Endrici. Indirizzo linguistico moderno giuridico economico aziendale NORME SPECIFICHE PER GLI STUDENTI DELL ARCIVESCOVILE SULLA VALUTAZIONE PERIODICA E ANNUALE DEGLI APPRENDIMENTI E DELLA CAPACITÀ RELAZIONALE DEGLI STUDENTI. Con deliberazione n 2224 del 1 ottobre 2010,

Dettagli

INTESTAZIONE SCUOLA VERBALE SCRUTINI SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO CLASSI III

INTESTAZIONE SCUOLA VERBALE SCRUTINI SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO CLASSI III INTESTAZIONE SCUOLA VERBALE SCRUTINI SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO CLASSI III Il giorno, alle ore, presso la sede dell Istituto si riunisce il Consiglio di Classe della con la sola presenza dei docenti,

Dettagli

Comunicato Docenti n. 348 Comunicato Alunni n. 197 Porretta Terme 12/04/2016

Comunicato Docenti n. 348 Comunicato Alunni n. 197 Porretta Terme 12/04/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE M. Montessori L. Da Vinci Via della Repubblica, 3 40046 Porretta Terme C.F. 80071330379 - Tel. 0534/521211 Fax 0534/23098 bois00100p@istruzione.it www.scuolamontessoridavinci.it

Dettagli

CRITERI PER ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO E FORMATIVO ALLE CLASSI DEL TRIENNIO a.s. 2015/16

CRITERI PER ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO E FORMATIVO ALLE CLASSI DEL TRIENNIO a.s. 2015/16 Istituto d Istruzione Superiore CRISTOFARO MENNELLA Indirizzi di studio: Trasporti e Logistica certificato ISO 9001:2008 Turismo, Assistenza e Manutenzione Corso Garibaldi 11 80074 Casamicciola Terme (Napoli)

Dettagli

Commento allo. Schema di decreto legislativo recante norme in materia di. valutazione e certificazione delle competenze del primo ciclo ed

Commento allo. Schema di decreto legislativo recante norme in materia di. valutazione e certificazione delle competenze del primo ciclo ed Commento allo Schema di decreto legislativo recante norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze del primo ciclo ed esami di Stato a norma dell articolo 1, commi 180 e 181, lettera

Dettagli

CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE IN SEDE DI SCRUTINIO

CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE IN SEDE DI SCRUTINIO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Albert Einstein Vimercate (MB) CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE IN SEDE DI SCRUTINIO Ogni docente definisce la propria proposta di voto opportunamente: per

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICATIVO DEL LIMITE DELLE ASSENZE

REGOLAMENTO APPLICATIVO DEL LIMITE DELLE ASSENZE [REGOLAMENTO APPLICATIVO DEL LIMITE DELLE ASSENZE E CRITERI DI CONDUZIONE DEGLI SCRUTINI FINALI] 1 REGOLAMENTO APPLICATIVO DEL LIMITE DELLE ASSENZE Deliberato dal COLLEGIO DEI DOCENTI DEL 20 maggio 2014

Dettagli

Verbale Classi Quinte

Verbale Classi Quinte ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE CIUFFELLI - EINAUDI TODI Agraria-Agroindustria - Costruzioni, Ambiente e Territorio - Amministrazione, Finanza e Marketing - Produzioni artigianali ed industriali Viale

Dettagli

A. PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta:

A. PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta: CRITERI DI VALUTAZIONE SCRUTINIO FINALE A. PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta: Partendo dalla media

Dettagli

Valutazione e certificazione delle competenze in alternanza scuola lavoro. U.S.R. Ambito Territoriale di Bergamo Gisella Persico

Valutazione e certificazione delle competenze in alternanza scuola lavoro. U.S.R. Ambito Territoriale di Bergamo Gisella Persico Valutazione e certificazione delle competenze in alternanza scuola lavoro U.S.R. Ambito Territoriale di Bergamo Gisella Persico Bergamo, 15 novembre 2016 Il sito MIUR le FAQ www.istruzione.it/alternanza

Dettagli

PROTOCOLLO PER I SOGGIORNI DI STUDIO INDIVIDUALI ALL ESTERO a.s

PROTOCOLLO PER I SOGGIORNI DI STUDIO INDIVIDUALI ALL ESTERO a.s PROTOCOLLO PER I SOGGIORNI DI STUDIO INDIVIDUALI ALL ESTERO a.s 2017-2018 Approvato dal Collegio dei Docenti il 22/09/2017 Approvato dal Consiglio di Istituto il 02/10/2017 1 Sommario PREMESSA... 3 FINALITÀ

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA Anno scolastico 2015/2016

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA Anno scolastico 2015/2016 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA Anno scolastico 2015/2016 MESE DATA e ORARIO ATTIVITA ORDINE DEL GIORNO - CONTENUTI COORDINATORE /I SETTEMBRE 01/09/2015 Presa di servizio personale docente 01/09/2015 Collegio

Dettagli

Attività di Recupero (DM 80/07 OM 92/07)

Attività di Recupero (DM 80/07 OM 92/07) Attività di Recupero (DM 80/07 OM 92/07) Prof. Gison Laura I soggetti Il Consiglio di Istituto determina la quantità di risorse a disposizione del Collegio dei Docenti. La Figura strumentale per il recupero

Dettagli

Decreto Ministeriale n. 80 del 03 ottobre Nuove modalità di recupero dei debiti formativi nelle scuole secondarie superiori.

Decreto Ministeriale n. 80 del 03 ottobre Nuove modalità di recupero dei debiti formativi nelle scuole secondarie superiori. Decreto Ministeriale n. 80 del 03 ottobre 2007 Nuove modalità di recupero dei debiti formativi nelle scuole secondarie superiori. www.gildavenezia.it Ministero della Pubblica Istruzione IL MINISTRO DELLA

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE Allegato n. 1 CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Della validità dell anno scolastico del comportamento del profitto (DPR n 122 del 22 giugno 2009) (CM n 24 del 18 ottobre 2011) Al fine di assicurare

Dettagli

OGGETTO: CRITERI DI AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA e ATTIVIT DI RECUPERO ad integrazione e modifica del POF as 2015/2016

OGGETTO: CRITERI DI AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA e ATTIVIT DI RECUPERO ad integrazione e modifica del POF as 2015/2016 LICEO SCIENTIFICO STATALE R. Donatelli B. Pascal 20133 MILANO Viale Campania, 6 e Via A. Corti, 16 Tel. 02.70126738 e 02.2360306 - Fax 02.70106474 e 02.2666487 Email: mips37000t@istruzione.it - Pec: mips37000t@pec.istruzione.it

Dettagli

Le novità dell esame di Stato della scuola secondaria di primo grado. Valutare e certificare.

Le novità dell esame di Stato della scuola secondaria di primo grado. Valutare e certificare. Le novità dell esame di Stato della scuola secondaria di primo grado. Valutare e certificare. LINKYOU WEBINAR Prof.ssa Nora Terzoli 5 dicembre 2017 Sommario I riferimenti normativi. La cultura della valutazione.

Dettagli

ESAMI DI STATO Liceo Artistico, Coreutico, Scientifico Intern.le «Piero della Francesca» Di Arezzo

ESAMI DI STATO Liceo Artistico, Coreutico, Scientifico Intern.le «Piero della Francesca» Di Arezzo ESAMI DI STATO 2015 2016 Liceo Artistico, Coreutico, Scientifico Intern.le «Piero della Francesca» Di Arezzo DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE O DEL 15 MAGGIO E un documento predisposto dal Consiglio di

Dettagli

LINEE GUIDA PER I SOGGIORNI STUDIO ALL'ESTERO LICEO LINGUISTICO EUROPEO S.B.CAPITANIO

LINEE GUIDA PER I SOGGIORNI STUDIO ALL'ESTERO LICEO LINGUISTICO EUROPEO S.B.CAPITANIO LINEE GUIDA PER I SOGGIORNI STUDIO ALL'ESTERO LICEO LINGUISTICO EUROPEO S.B.CAPITANIO Premessa Il nostro liceo riconosce l importanza e la grande valenza formativa di un periodo di studio all estero, pertanto,

Dettagli

Circ. n. 545 Scandiano, 26 agosto A tutti i Docenti e p.c. Al Personale ATA. OGGETTO: Integrazione Scrutini Finali a.s.

Circ. n. 545 Scandiano, 26 agosto A tutti i Docenti e p.c. Al Personale ATA. OGGETTO: Integrazione Scrutini Finali a.s. I.I.S.S. Piero Gobetti LICEO: Scientifico - Linguistico TECNICO: Amministrazione Finanza Marketing - Meccanica Meccatronica Energia - Informatica e Telecom. PROFESSIONALE: Servizi Socio Sanitari - Manutenzione

Dettagli

Regolamento esami di idoneità ed integrativi

Regolamento esami di idoneità ed integrativi esami di idoneità ed integrativi Cosa sono ESAMI DI IDONEITÀ Sono esami che si sostengono per accedere ad una classe successiva a quella per cui si possiede il titolo di ammissione; riguardano i programmi

Dettagli

I.I.S. Statale ETTORE MAJORANA Licei CLASSICO LINGUISTICO - SCIENTIFICO MIRANO - VENEZIA CIRCOLARE N MAGGIO 2016

I.I.S. Statale ETTORE MAJORANA Licei CLASSICO LINGUISTICO - SCIENTIFICO MIRANO - VENEZIA CIRCOLARE N MAGGIO 2016 I.I.S. Statale ETTORE MAJORANA Licei CLASSICO LINGUISTICO - SCIENTIFICO MIRANO - VENEZIA CIRCOLARE N. 127 11 MAGGIO 2016 Ai Docenti Agli Studenti delle classi 3 a - 4 a - 5 a Liceo Scientifico e Linguistico

Dettagli

Stralcio del POF 2014/15

Stralcio del POF 2014/15 Stralcio del POF 2014/15 Valutazione del credito scolastico e del credito formativo Il Consiglio di classe, esaminato il D.M. n. 99/2009 su modalità di attribuzione del credito scolastico procederà all

Dettagli

La valutazione. a.s.2013/14 Formazione docenti neo-assunti. Maria TORELLI. Ufficio Scolastico Regionale Piemonte

La valutazione. a.s.2013/14 Formazione docenti neo-assunti. Maria TORELLI. Ufficio Scolastico Regionale Piemonte La valutazione a.s.2013/14 Formazione docenti neo-assunti Maria TORELLI Ufficio Scolastico Regionale Piemonte La normativa DPR 122/2009 D.Lgs 59/04 frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale personalizzato

Dettagli

Primo percorso Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi

Primo percorso Programmazione riconducibile agli obiettivi minimi previsti dai programmi Chiarimenti sulla Programmazione Semplificata (Obiettivi Minimi) e Differenziata (Obiettivi Differenziati, non riconducibili ai programmi della classe) per gli alunni con disabilità. Ci sono due percorsi

Dettagli

d e l i b e r a (n. 17)

d e l i b e r a (n. 17) Criteri per la conduzione degli scrutini di II Quadrimestre: delibera. Il D.s. riassume brevemente le indicazioni del Ministero relativamente alla valutazione finale [L. 169/08, C. M. n. 10 del 23/01/09,

Dettagli

liceo Duca degli Abruzzi - Treviso

liceo Duca degli Abruzzi - Treviso LICEO STATALE DUCA DEGLI ABRUZZI Scientifico, Linguistico, Scienze Umane, Scienze Applicate, Economico-Sociale Via Caccianiga 5-31100 Treviso tel. 0422-548383 CRITERI PER LO SVOLGIMENTO DELLO SCRUTINIO

Dettagli

Criteri di valutazione e di congruità delle prove

Criteri di valutazione e di congruità delle prove LICEO SCIENTIFICO STATALE LORENZO MASCHERONI 24124 BERGAMO (BG) Via A. Da ROSCIATE, 21/A -Tel. 035-237076 - Fax 035-234283 e-mail: limasc@tin.it - sito internet: http://www.liceomascheroni.it Cod.Mecc.BGPS05000B

Dettagli

DSA ED ESAME DI STATO

DSA ED ESAME DI STATO DSA ED ESAME DI STATO ESAMI DI STATO La Commissione, considerati gli elementi forniti del verbale del Consiglio di classe e dall allegato al Documento del 15 maggio, contenente le modalità di svolgimento

Dettagli

PIANO DI ISTITUTO PER IL RECUPERO DELLE CARENZE FORMATIVE

PIANO DI ISTITUTO PER IL RECUPERO DELLE CARENZE FORMATIVE PIANO DI ISTITUTO PER IL RECUPERO DELLE CARENZE FORMATIVE INDICAZIONI NORMATIVE NORMATIVA VIGENTE D.M. 80/07- O.M. 92/07 C.M. 12/09- DPR 122/2009 Il Decreto Ministeriale n. 80 del 3 ottobre 2007 e l Ordinanza

Dettagli

Candidati con DISABILITÀ, DSA o BES. Artt. 17 e 18 O.M. n. 37

Candidati con DISABILITÀ, DSA o BES. Artt. 17 e 18 O.M. n. 37 Candidati con DISABILITÀ, DSA o BES Artt. 17 e 18 O.M. n. 37 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104 del 3/2/1992 Nota prot. n.1787 dell 1/3/2005 relativa agli alunni affetti da dislessia Legge n. 170 dell

Dettagli

IL CREDITO SCOLASTICO E FORMATIVO

IL CREDITO SCOLASTICO E FORMATIVO IL CREDITO SCOLASTICO E FORMATIVO ISTRUZIONI PER I CONSIGLI DI CLASSE DEL SECONDO BIENNIO E CLASSI QUINTE IL CREDITO SCOLASTICO Normativa di riferimento: L. 425/97; art. 11 DPR 323/98; D.M. 42/07; D.P.R

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI

REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI SUDDIVISIONE ANNO SCOLASTICO a) Ai fini della valutazione degli alunni l anno scolastico viene suddiviso in quadrimestri. b) Per comunicare ai genitori degli

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE SCRUTINI FINALI

CRITERI DI VALUTAZIONE SCRUTINI FINALI Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it CRITERI DI VALUTAZIONE

Dettagli

( Delibera Collegio dei docenti n. 4 del 05/09/2014 )

( Delibera Collegio dei docenti n. 4 del 05/09/2014 ) regolamento per la valutazione degli alunni, l attribuzione del credito scolastico e formativo, l ammissione o non ammissione alla classe successiva. anno scolastico 2014/2015; ( Delibera Collegio dei

Dettagli

Schema di Decreto legislativo valutazione ed esami di Stato

Schema di Decreto legislativo valutazione ed esami di Stato Federazione Gilda-Unams GILDA degli Insegnanti Schema di Decreto legislativo valutazione ed esami di Stato SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME IN MATERIA DI VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE

Dettagli

Notiziario. Esiti degli scrutini e degli Esami di Stato del secondo ciclo di istruzione. (Novembre 2011)

Notiziario. Esiti degli scrutini e degli Esami di Stato del secondo ciclo di istruzione. (Novembre 2011) Notiziario Esiti degli scrutini e degli Esami di Stato del secondo ciclo di istruzione (Novembre 2011) Premessa I dati rappresentati nelle tabelle e grafici successivi, sugli esiti degli esami di Stato

Dettagli

VALUTAZIONE DEGLI ESITI FORMATIVI

VALUTAZIONE DEGLI ESITI FORMATIVI VALUTAZIONE DEGLI ESITI FORMATIVI Valutazione interna La valutazione degli alunni è parte integrante della programmazione, non solo come controllo degli apprendimenti, ma come verifica dell'intervento

Dettagli

La dislessia e le specificità dell'apprendente di lingue dislessico aspetti scientifici e normativi

La dislessia e le specificità dell'apprendente di lingue dislessico aspetti scientifici e normativi La dislessia e le specificità dell'apprendente di lingue dislessico aspetti scientifici e normativi A cura di: prof.ssa Saveria Cucè Legge 170/2010 PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI Nuove norme in materia

Dettagli

INTESTAZIONE SCUOLA VERBALE SCRUTINI SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO CLASSE I o II

INTESTAZIONE SCUOLA VERBALE SCRUTINI SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO CLASSE I o II INTESTAZIONE SCUOLA VERBALE SCRUTINI SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO CLASSE I o II Il giorno, alle ore, presso la sede dell Istituto si riunisce il Consiglio di Classe della con la sola presenza dei docenti,

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Allegato parte integrante regolamento PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Regolamento sulla valutazione periodica e annuale degli apprendimenti e della capacità relazionale degli studenti per l anno scolastico

Dettagli

A- Scelta di avvalersi o non avvalersi dell insegnamento della religione cattolica

A- Scelta di avvalersi o non avvalersi dell insegnamento della religione cattolica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it OGGETTO: IRC/ATTIVITÀ ALTERNATIVE

Dettagli

USP di Padova ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI 2 GRADO A. S. 2008/09

USP di Padova ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI 2 GRADO A. S. 2008/09 USP di Padova ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI 2 GRADO A. S. 2008/09 Non si può migliorare ciò che non si misura Prima di analizzare i dati dell Esame di Stato della scuola secondaria di 2 grado relativi

Dettagli

La questione della valutazione nella Scuola Inclusiva

La questione della valutazione nella Scuola Inclusiva La questione della valutazione nella Scuola Inclusiva Paola Damiani USR per il Piemonte Una questione preliminare LA CULTURA DELLA VALUTAZIONE QUALI IDEE SULLA VALUTAZIONE? QUALI IDEE SULLA VALUTAZIONE

Dettagli

Recupero debiti scolastici, il 31 agosto ultimo appello e comunque prima che inizi l anno scolastico Roma, 03 ottobre 2007

Recupero debiti scolastici, il 31 agosto ultimo appello e comunque prima che inizi l anno scolastico Roma, 03 ottobre 2007 Recupero debiti scolastici, il 31 agosto ultimo appello e comunque prima che inizi l anno scolastico Roma, 03 ottobre 2007 Scatterà il 31 agosto l ora x per gli studenti delle scuole superiori che dovranno

Dettagli

Tipologia candidati Richiedenti trasferimenti Richiedenti passaggi di corso Richiedenti abbreviazioni di carriera 5 + 5

Tipologia candidati Richiedenti trasferimenti Richiedenti passaggi di corso Richiedenti abbreviazioni di carriera 5 + 5 AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA INTERCLASSE IN SERVIZIO SOCIALE E SOCIOLOGIA A SEGUITO DELLA RICHIESTA DI PASSAGGIO, TRASFERIMENTO O ABBREVIAZIONE DEGLI STUDI Posti disponibili Tipologia candidati N. posti

Dettagli

Università degli Studi di Pavia S.I.L.S.I.S. MANIFESTO DEGLI STUDI II EDIZIONE

Università degli Studi di Pavia S.I.L.S.I.S. MANIFESTO DEGLI STUDI II EDIZIONE 2. Università degli Studi di Pavia Scuola Interuniversitaria Lombarda di Specializzazione per l Insegnamento Secondario S.I.L.S.I.S. Sezione di Pavia MANIFESTO DEGLI STUDI 1. Informazioni Generali: Attività

Dettagli

Corso di Specializzazione per il Sostegno Università di Pisa

Corso di Specializzazione per il Sostegno Università di Pisa Corso di Specializzazione per il Sostegno Università di Pisa Orientamento, Progetto di Vita e Alternanza Scuola Lavoro " " A cura di M. Gabriella Bonomi M. Gabriella Bonomi 1 Esame di Stato della scuola

Dettagli

VOTO DI CONDOTTA. 1. La valutazione del comportamento risponde alle seguenti prioritarie finalità:

VOTO DI CONDOTTA. 1. La valutazione del comportamento risponde alle seguenti prioritarie finalità: VOTO DI CONDOTTA Criteri e modalità applicative della valutazione del comportamento Art.1 1. La valutazione del comportamento risponde alle seguenti prioritarie finalità: Accertare i livelli di apprendimento

Dettagli

Cittadella 23 maggio 2016 CIRCOLARE N. 130 AI DOCENTI AL D.S.G.A. OGGETTO: SCRUTINI E ADEMPIMENTI DI FINE ANNO

Cittadella 23 maggio 2016 CIRCOLARE N. 130 AI DOCENTI AL D.S.G.A. OGGETTO: SCRUTINI E ADEMPIMENTI DI FINE ANNO Cittadella 23 maggio 2016 CIRCOLARE N. 130 AI DOCENTI AL D.S.G.A. OGGETTO: SCRUTINI E ADEMPIMENTI DI FINE ANNO Si forniscono ai docenti le indicazioni per una regolare chiusura di anno scolastico e per

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ARCHEOLOGIA/ ARCHAEOLOGY. (Classe LM-2 Archeologia)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ARCHEOLOGIA/ ARCHAEOLOGY. (Classe LM-2 Archeologia) Allegato 1 al D.R. n. 1518 del 19.10.2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ARCHEOLOGIA/ ARCHAEOLOGY (Classe LM-2 Archeologia) Art. 1 Definizioni 1.

Dettagli

CRITERI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PROFITTO MISURAZIONE

CRITERI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PROFITTO MISURAZIONE VALUTAZIONI Preso atto dell emanazione del Decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 122 (in GU 19 agosto 2009, n. 191) Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione

Dettagli

OGGETTO: Adempimenti di carattere organizzativo ed operativo di fine Anno Scolastico e relativi all esame di Stato. Anno scolastico

OGGETTO: Adempimenti di carattere organizzativo ed operativo di fine Anno Scolastico e relativi all esame di Stato. Anno scolastico Prot. n.2631/a40 BOVALINO 27/05/2016 Sigg. DOCENTI DOCENTI COORDINATORI DEI CONSIGLI DI CLASSE SITO WEB DELL ISTITUTO OGGETTO: Adempimenti di carattere organizzativo ed operativo di fine Anno Scolastico

Dettagli

ESTRATTO DAL P.O.F. 2015/16

ESTRATTO DAL P.O.F. 2015/16 C A P I T O L O 5 ESTRATTO DAL P.O.F. 2015/16 5.1 LA VALUTAZIONE La valutazione è uno degli aspetti costitutivi del processo di insegnamento e apprendimento. Non si tratta, però, solo della fase conclusiva

Dettagli

Prot. n. Tione di Trento, 18 maggio Oggetto: criteri generali e modalità di svolgimento degli scrutini finali a.s. 2011/12

Prot. n. Tione di Trento, 18 maggio Oggetto: criteri generali e modalità di svolgimento degli scrutini finali a.s. 2011/12 Prot. n. Tione di Trento, 18 maggio 2012 A tutti i DOCENTI SEDE Oggetto: criteri generali e modalità di svolgimento degli scrutini finali a.s. 2011/12 Si pubblica il documento sui criteri generali e le

Dettagli

ITIS "E. Mattei" - Sondrio DOCUMENTO D ISTITUTO SULLA VALUTAZIONE

ITIS E. Mattei - Sondrio DOCUMENTO D ISTITUTO SULLA VALUTAZIONE ITIS "E. Mattei" - Sondrio DOCUMENTO D ISTITUTO SULLA VALUTAZIONE 1. La valutazione è parte integrante del progetto educativo ed ha principalmente un carattere formativo, con l obiettivo di verificare

Dettagli

PROCEDURA VALUTAZIONE COLLEGIALE SOMMARIO

PROCEDURA VALUTAZIONE COLLEGIALE SOMMARIO Pagina 1 di 5 SOMMARIO 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2 RESPONSABILITÀ...2 3 VALUAZIONE INDIVIDUALE...2 4 VALUAZIONE COLLEGIALE...4 5 DEBITO E CREDITO FORMATIVO...4 REVISIONI N DATA DESCRIZIONE 01

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Gavirate

Istituto Comprensivo Statale di Gavirate Istituto Comprensivo Statale di Gavirate CRITERI PER LO SVOLGIMENTO E LA VALUTAZIONE DEGLI ESAMI DI STATO A CONCLUSIONE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE A.s. 2010/2011 QUADRO NORMATIVO Circ. n. Decreto legislativo

Dettagli

LA VALUTAZIONE I PRINCIPI GENERALI

LA VALUTAZIONE I PRINCIPI GENERALI LA VALUTAZIONE I PRINCIPI GENERALI La valutazione periodica e finale degli apprendimenti è effettuata secondo quanto previsto dall articolo 13 del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226 e successive

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015 CRITERI DI VALUTAZIONE: LE LINEE GUIDA Nell intento di facilitare la ricerca di un linguaggio comune, si propongono delle linee guida che riguardano i criteri di

Dettagli

Sintesi normativa per scrutini finale

Sintesi normativa per scrutini finale Sintesi normativa per scrutini finale Ordinanza Ministeriale 9 marzo 1995, n. 80 Norme per lo svolgimento degli scrutini ed esami nelle scuole statali e non statali di istruzione elementare, media e secondaria

Dettagli

Istituto Tecnico G.Galilei Livorno

Istituto Tecnico G.Galilei Livorno IL RECUPERO Il nostro Istituto mostra la massima attenzione per gli studenti in difficoltà e quindi mette in campo una serie di iniziative che hanno l obiettivo di recuperare e sostenere l alunno incidendo

Dettagli

ESAME TERZA MEDIA 2018

ESAME TERZA MEDIA 2018 ESAME TERZA MEDIA 2018 LE NUOVE REGOLE SU PROVE E VALUTAZIONE Il 10 ottobre 2017 il Ministro dell Istruzione Fedeli ha firmato il decreto per ESAMI TERZA MEDIA ANNO SCOLATICO 2017/2018. NOVITA INSIEME

Dettagli

VERIFICA e VALUTAZIONE

VERIFICA e VALUTAZIONE VERIFICA e I criteri della valutazione Modalità di verifica La valutazione disciplinare La valutazione del comportamento La certificazione delle competenze Le prove del sistema nazionale di valutazione

Dettagli

MODULO 1 LEGISLAZIONE SCOLASTICA PER L'INCLUSIONE

MODULO 1 LEGISLAZIONE SCOLASTICA PER L'INCLUSIONE PERCORSI FORMATIVI RIVOLTI AI DOCENTI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO SUI TEMI DELLA DISABILITA' PER LA PROMOZIONE DI FIGURE DI COORDINAMENTO MODULO 1 LEGISLAZIONE SCOLASTICA PER L'INCLUSIONE DOCENTE Dott.ssa

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DECRETO MINISTERIALE N. 614 del 4 agosto 2016 Norme per lo svolgimento degli esami di Stato nelle sezioni funzionanti presso Istituti statali

Dettagli

SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio

SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio Art. 1 Requisiti per l accesso al corso Requisiti di accesso Per essere ammessi al corso di laurea è necessario

Dettagli

INCLUSIONE SOCIALE ED ASPETTI INTERCULTURALI. Formazione personale docente neoassunto a.s Prof.ssa M. Vincenza Tota

INCLUSIONE SOCIALE ED ASPETTI INTERCULTURALI. Formazione personale docente neoassunto a.s Prof.ssa M. Vincenza Tota INCLUSIONE SOCIALE ED ASPETTI INTERCULTURALI Formazione personale docente neoassunto a.s. 2015 2016 Prof.ssa M. Vincenza Tota ALUNNI DI ORIGINE STRANIERA : CHI SONO? Alunni con cittadinanza non italiana

Dettagli

LA VALUTAZIONE. Valutazione degli alunni (Cfr Indicazioni nazionali per il Curricolo del Settembre 2012) Traguardi per lo sviluppo delle competenze

LA VALUTAZIONE. Valutazione degli alunni (Cfr Indicazioni nazionali per il Curricolo del Settembre 2012) Traguardi per lo sviluppo delle competenze LA VALUTAZIONE Valutazione degli alunni (Cfr Indicazioni nazionali per il Curricolo del Settembre 2012) Traguardi per lo sviluppo delle competenze Al termine della Scuola Primaria vengono individuati traguardi

Dettagli

Classi terze anno scolastico ESAME DI STATO CONCLUSIVO del primo ciclo

Classi terze anno scolastico ESAME DI STATO CONCLUSIVO del primo ciclo Classi terze anno scolastico 2014-2015 { ESAME DI STATO CONCLUSIVO del primo ciclo Prima dell Esame { impegno e applicazione costante studio regolare in tutte le discipline soluzione di dubbi e incertezze

Dettagli

Regolamento relativo ai trasferimenti da altra scuola e ai passaggi fra gli indirizzi del liceo di Lugo

Regolamento relativo ai trasferimenti da altra scuola e ai passaggi fra gli indirizzi del liceo di Lugo Regolamento relativo ai trasferimenti da altra scuola e ai passaggi fra gli indirizzi del liceo di Lugo Approvato dal Consiglio di Istituto del 27 ottobre 2016 PREMESSA La normativa vigente riconosce agli

Dettagli