Capitolo 8 Comparativi e superlativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo 8 Comparativi e superlativi"

Transcript

1 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese Capitolo 8 Comparativi e superlativi Sommario 8.1 Indicazioni d uso Comparativo e superlativo di maggioranza Il comparativo di uguaglianza Comparativo e superlativo di minoranza Il secondo termine di paragone Il superlativo assoluto Comparativi e superlativi irregolari. 8.1 Indicazioni d uso Per mettere a confronto due o più persone (o cose, o animali) oppure due o più gruppi di persone (o di cose, o di animali), rispetto a una stessa qualità, si utilizza il comparativo, che può essere: di maggioranza (più di); di uguaglianza (tanto quanto, così come); di minoranza (meno di). Per esprimere il massimo o il minimo grado dell aggettivo che qualifica una persona (o una cosa, o un animale), mettendola a confronto con un certo numero di altre persone (o cose, o animali) appartenenti alla medesima categoria, si ricorre, invece, al superlativo, che a sua volta può essere: relativo (di maggioranza o di massimo grado, «il più di»; e di minoranza o di minimo grado, «il meno di»); assoluto (molto, -issimo). 8.2 Comparativo e superlativo di maggioranza Sia il comparativo che il superlativo di maggioranza possono avere due costruzioni diverse (a seconda dei casi che verranno subito dopo specificati). Per il comparativo di maggioranza: aggettivo + suffisso -er + than oppure more + aggettivo + than Per il superlativo di maggioranza: the + aggettivo + suffisso -est + of / in o that oppure the most + aggettivo + of / in o that

2 32 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese Tutti gli aggettivi monosillabi (cheap, economico; warm, caldo ) e alcuni bisillabi accentati sull ultima sillaba e terminanti per er / le / ow / y (clever, intelligente; gentle, gentile; narrow, stretto; pretty, grazioso ) di regola formano il comparativo di maggioranza aggiungendo il suffisso -er e facendo precedere il secondo termine di paragone dalla congiunzione than (che corrisponde alle voci italiane «di / di che / di quanto / di quello che»). This radio is cheaper than that one. Questa radio è più economica di quella. Mary is cleverer than Michael. Mary è più intelligente di Michael. Per formare il superlativo di maggioranza, invece, ciascuno dei suddetti aggettivi deve essere preceduto dall articolo the e seguito dal suffisso -est. Dopo il superlativo, il complemento partitivo può essere introdotto da: of / in (quest ultimo in connotazione geografica, ossia quando viene menzionato un luogo); that (che può essere omesso quando è complemento oggetto di una proposizione relativa). Amy is the tallest of my two sisters. Amy è la più alta delle mie due sorelle. This is the longest river in the world. Questo è il fiume più lungo del mondo. John is the kindest person (that) I know. John è la persona più gentile che conosca. Prima di formare il comparativo e il superlativo di maggioranza degli aggettivi secondo le indicazioni fin qui fornite, bisogna tener conto delle seguenti regole ortografiche: se l aggettivo termina con una sola consonante preceduta da un unica vocale accentata, la consonante finale si raddoppia (My cat is fat, it s fatter than yours, Il mio gatto è grasso, è più grasso del tuo; It s the fattest of the two, È il più grasso dei due); se l aggettivo termina per -y preceduta da consonante, la -y si trasforma in -i (Are you happy? Yes, I m. Today I m happier than you, Sei felice? Sì. Oggi sono più felice di te; You re the happiest boy I ve met, Sei il ragazzo più felice che abbia incontrato); se l aggettivo termina per -e muta, si aggiunge solo la -r del suffisso -er e -st del suffisso -est (Usually, John is polite, but Frida is always politer than him, Di solito John è gentile, ma Frida è sempre più gentile di lui; George is the politest of my friends, George è il più gentile dei miei amici). Gli aggettivi composti da due o più sillabe (expensive, costoso; beautiful, bello; interesting, interessante ), dal canto loro, formano il comparativo di maggioranza preceduti da more, con il secondo termine di paragone a sua volta preceduto dalla congiunzione than; mentre costruiscono il superlativo preceduti da the most e seguiti dalle preposizioni of / in o that. I can t afford a more expensive coat than this one. This is the most expensive coat of all. Non posso permettermi un cappotto più costoso di questo. Questo è il cappotto più costoso di tutti.

3 Capitolo 8 Comparativi e superlativi 33 Questo stesso tipo di costruzione vale pure per gli aggettivi che terminano in -ed (tired, stanco; bored, annoiato ), anche quando sono monosillabi. Are you more bored than me? Sei più annoiato di me? Da notare che nel caso di alcuni aggettivi bisillabi terminanti in er / le / ow / y (silly, stupido; simple, semplice; funny, divertente ), per formare il comparativo e il superlativo di maggioranza è possibile scegliere fra l uno o l altro tipo di costruzione (That boy is sillier than his friend / That boy is more silly than his friend, Quel ragazzo è più stupido del suo amico; It s the narrowest path of the two / It s the most narrow path of the two, È il sentiero più stretto dei due). Si ricordino, infine, le seguenti costruzioni particolari: comparativo di maggioranza + and + comparativo di maggioranza, che serve a tradurre l espressione italiana «sempre più» (It is getting colder and colder, Sta facendo sempre più freddo; This film is getting more and more interesting, Questo film sta diventando sempre più interessante); the + comparativo + the + comparativo, corrispondente al cosiddetto comparativo correlativo, che serve per descrivere una causa e il suo effetto e traduce l espressione italiana «quanto più tanto più», con frasi nelle quali il verbo to be viene spesso sottinteso (The more money you make, the more you spend, Quanti più soldi guadagni, tanti più ne spendi; The sooner [will be], the better [will be], Quanto prima [sarà], meglio [sarà]). 8.3 Il comparativo di uguaglianza Il comparativo di uguaglianza può avere diverse costruzioni, di seguito specificate. Nelle frasi affermative: as + aggettivo + as Those horses run as fast as the train. Nelle frasi negative: not so + aggettivo + as oppure not as + aggettivo + as Quei cavalli corrono tanto velocemente quanto il treno. He is not so stupid as I thought. Non è così stupido come pensavo. Today is not as cold as yesterday. Oggi non fa freddo come ieri. Con i sostantivi non numerabili: as much / not so much + sostantivo non numerabile + as My cat eats as much meat as fish. I haven t got so much money as you. Il mio gatto mangia sia carne che pesce/ tanta carne quanto pesce. Non ho tanto denaro quanto te.

4 34 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese La stessa formula viene utilizzata quando prima e dopo i correlativi c è un verbo. In America I have studied as much as In America ho sia studiato che lavorato. worked. I don t work so much as you (do). Non lavoro quanto te. Con i sostantivi numerabili plurali: as many / not so many + sostantivo numerabile plurale + as You can take as many biscuits as you like. Puoi prendere i biscotti che vuoi. They have not so many books as we. Non hanno tanti libri come noi. Inoltre il comparativo di uguaglianza ricorre spesso in alcune espressioni tipiche inglesi: Come as soon as you can. As drunk as a lord. Vieni più presto che puoi. Ubriaco fradicio. 8.4 Comparativo e superlativo di minoranza Sia il comparativo che il superlativo di minoranza possono avere due costruzioni. Per il comparativo di minoranza: less + aggettivo / sostantivo non numerabile + than oppure fewer + sostantivo numerabile al plurale + than Dunque il secondo termine di paragone è sempre introdotto da than, come per il comparativo di maggioranza. These shoes are less expensive than the red ones. I have less money than you. I have fewer tattoos than my brother. Per il superlativo di minoranza: Queste scarpe sono meno costose di quelle rosse. Ho meno denaro di te. Ho meno tatuaggi di mio fratello. the least + aggettivo / sostantivo non numerabile + of / in o that oppure the fewest + sostantivo numerabile al plurale + of / in o that Dunque il complemento partitivo è introdotto da of / in o that, come per il superlativo di maggioranza. These shoes are the least expensive of all. You have the fewest ties of all. Queste scarpe sono le meno costose di tutte. Tu hai meno cravatte di tutti.

5 Capitolo 8 Comparativi e superlativi 35 Il comparativo di uguaglianza viene spesso adoperato anche nelle frasi negative, in luogo del comparativo di minoranza: la forma è not as as. John is less tall than Mark. John is not as tall as Mark. John è meno alto di Mark. John non è alto quanto Mark. 8.5 Il secondo termine di paragone Di norma il secondo termine di paragone è sempre preceduto da than e se viene espresso da un pronome personale è: complemento nella lingua informale (He s younger than me, Lui è più giovane di me); soggetto nella lingua formale, e in questo caso il verbo che segue può essere omesso (He is not as rich as I [am], Non è ricco quanto me). Quando un verbo regge un complemento oggetto, come accade ad esempio con to like (piacere), to love (amare), il secondo termine di paragone deve essere espresso da un pronome personale complemento, se è messo in relazione con il complemento oggetto, altrimenti da un pronome personale soggetto, se è messo in relazione con il soggetto. I like her more than him. Mi piace più lei che lui. I like her more than he (likes her). Lei piace più a me che a lui. Occorre stare particolarmente attenti quando il secondo termine di paragone non è un pronome personale. Ad esempio, la frase: I like her more than Mary può significare sia I like her more than I like Mary (Mi piace più lei di quanto mi piaccia Mary), sia I like her more than Mary [does] (Lei mi piace più di quanto piaccia a Mary). Naturalmente in questi casi il significato esatto è reso chiaro dal contesto. 8.6 Il superlativo assoluto In italiano, com è noto, il superlativo assoluto si ottiene aggiungendo all aggettivo il suffisso -issimo (in alcuni casi -errimo). In inglese, invece, si costruisce premettendo all aggettivo l avverbio very (molto) e si può rafforzare ripetendolo per due volte, oppure usando la parola indeed in fine di frase. She is very nice. Lei è bellissima. She is very very nice. Lei è molto molto bella. She is very nice, indeed. Lei è davvero molto bella. Oltre a very, per esprimere il grado superlativo assoluto di un aggettivo si possono usare anche altri avverbi, come really ed extremely (Mark is really tall, Mark è veramente alto / altissimo). Aggettivi che già di per sé hanno un significato superlativo sono: awful (orribile), delicious (delizioso), enormous (enorme), essential (essenziale), fantastic (fantastico), freezing (freddissimo), marvelous (meraviglioso), perfect (perfetto), wonderful (me-

6 36 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese raviglioso). Con essi non si possono adoperare gli avverbi very ed extremely, ma solo absolutely o really (This cake is absolutely delicious, Questa torta è assolutamente deliziosa). Per formare il superlativo assoluto con i participi passati (usati in forma aggettivata) si ricorre a much oppure a very much (much loved, molto amato / amatissimo; very much respected, molto rispettato). Non sempre è netta, però, la differenza tra aggettivi e participi passati e, dunque, anche con questi ultimi a volte si usa very. In genere ciò accade quando un participio passato non è sentito nella sua funzione verbale, bensì come aggettivo (I m very pleased to see you, Sono felicissimo di vederti). 8.7 Comparativi e superlativi irregolari Taluni aggettivi e avverbi di uso comune hanno forme irregolari per il comparativo e il superlativo, come si evince dal prospetto che segue. Aggettivo / avverbio Comparativo Superlativo good / well (buono) better the best bad / badly (cattivo) worse the worst little (poco, piccolo) less the least much / many / a lot of (molto) more the most late (tardi) later / latter the latest / the last far (lontano) farther / further the farthest / the furthest near (vicino) nearer the nearest / the next old (vecchio) older / elder the oldest / the eldest Si osservi che: most con l articolo significa anche «il numero maggiore, il massimo» (John has made the most mistakes, John ha fatto il numero maggiore di errori), mentre senza articolo può significare «la maggior parte» (Nowadays, most people don t smoke, Oggigiorno, la maggior parte delle persone non fuma) o «più di tutto» (That s what surprises me most, Quello è ciò che più di tutto mi sorprende); latter significa «secondo» tra due persone o cose già menzionate e si usa in correlazione con former, «primo», nell espressione the former the latter (Dante and Shakespeare were great poets: the former was Italian, the latter English, Dante e Shakespeare furono grandi poeti: il primo era italiano, il secondo inglese); the latest significa «l ultimo» nel senso di «il più recente» (This is the latest message from my friend, Questo è l ultimo messaggio dal mio amico), the last «l ultimo» di una serie (This is the last test of the year, Questo è l ultimo test dell anno); il comparativo e il superlativo di far possono essere utilizzati non solo in rapporto al concetto di distanza, ma anche in riferimento a quello di tempo, oppure in senso

7 Capitolo 8 Comparativi e superlativi 37 figurato. Si considerino, in particolare, farther / further nel senso di «più lontano» (I drove ten miles farther / further than necessary, Ho guidato dieci miglia più lontano del necessario), oppure il solo further nel significato di «in più, altri, ulteriori» (Let s hope there are not further problems, Speriamo che non ci siano ulteriori problemi); the nearest significa «il più vicino» (This is the nearest shop, Questo è il negozio più vicino), the next «il prossimo, il successivo» (The next stop is yours, La prossima fermata è la tua); le voci older / the oldest si possono utilizzare sempre, mentre elder / the eldest si usano soltanto in riferimento all età di persone o dei membri di una famiglia, ed elder, in particolare, solo se seguito direttamente da un sostantivo (Robert is Susan s elder brother, Robert è il fratello maggiore di Susan; Robert is older than Susan, Robert è più anziano di Susan; I m the eldest in my family, Sono il più anziano della mia famiglia).

8 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese Capitolo 21 La domanda Sommario 21.1 Le frasi interrogative Le interrogative dirette Le interrogative indirette Pronomi e aggettivi interrogativi Gli avverbi interrogativi Le frasi interrogative Per chiedere e ricevere informazioni la lingua inglese utilizza, come quella italiana, le frasi interrogative, che si dicono: dirette, quando ci si limita a riportare la domanda originale, come avviene nel discorso scritto là dove s incontrano le virgolette ( Where are you?, he asked, Dove sei?, lui chiese); indirette, quando la domanda originale viene riportata e dunque ristrutturata in maniera da dipendere strettamente da una frase principale (She asked where I was, Lei chiese dov ero) Le interrogative dirette Le frasi interrogative dirette sono chiamate wh-questions perché introdotte dalle cosiddette wh-words: where (dove), who (chi), whom (chi), whose (di chi), what (che cosa), which (quale), when (quando), why (perché), nonché how (come) e how much / how many (quanto/a, quanti/e), che si considerano wh-words sebbene how non inizi per wh-. Where is my coat? Dov è il mio cappotto? Who are you? Chi sei? What are you doing? Che stai facendo? Le interrogative introdotte da who non richiedono l ausiliare do quando who è soggetto (Who came with you?, Chi è venuto con te?), ma lo vogliono quando è complemento (Who did you meet in Oxford?, Chi hai incontrato a Oxford?). L italiano «perché» si traduce con: why nelle domande dirette o indirette (Why does he go to Amsterdam every week?, Perché lui va ad Amsterdam ogni settimana?; I don t know why he goes to Naples every week, Non so perché lui vada a Napoli ogni settimana); because nelle risposte, sebbene a volte si possa anche omettere, come avviene pure in italiano (Why do you like this book?, Perché ti piace questo libro? Because it s really interesting / Well, it s really interesting, Perché è veramente interessante).

9 140 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese Yes / no questions e short answers Le interrogative dirette si dicono yes / no questions quando implicano una domanda alla quale è possibile rispondere semplicemente con una frase breve (short answer), affermativa o negativa, costituita da yes o no seguiti dal pronome personale che si riferisce al soggetto della domanda, più il verbo ausiliare o modale (positivo o negativo) presente nella domanda stessa. Are you thirsty? Hai sete? Yes, I am. / No, I m not. Sì, ho sete. / No, non ho sete. Didn t Tom go to the cinema? Tom non è andato al cinema? Yes, he did. / No, he didn t. Sì, è andato. / No, non è andato. Talvolta a tali domande si può anche rispondere solo con yes / no, ma nulla ci impedisce di ricorrere alle più disparate alternative (Did Victoria see Mike at the party?, Victoria ha visto Mike alla festa? Yes, Sì; oppure Yes, Victoria saw Mike at the party, Sì, Victoria ha visto Mike alla festa; o ancora Yes, she saw him, Sì, lei lo ha visto; o infine Yes, she did, Sì, lei lo ha fatto). Spesso nella conversazione si risponde alle yes / no questions con altre espressioni in luogo del semplice yes / no (Did she see John at the party?, Lei ha visto John alla festa? I think so, Penso di sì), le più comuni delle quali sono elencate nello schema sottostante. Invece di yes si può dire: certainly (certamente) of course (naturalmente) sure (sicuro, certo) why not? (perché no?) I think so (penso di sì) sometimes (qualche volta) I can, but (posso, ma ) perhaps (forse) Invece di no si può dire: not really (veramente no) of course not (naturalmente no) not much (non molto) not at all (per niente) I don t think so (non penso questo) never (mai) not very well (non molto bene) sorry, I can t answer that question (mi scusi, ma non so rispondere a questa domanda) Le question tags La lingua inglese utilizza costruzioni particolari, dette question tags, per richiedere la conferma di ciò che è stato detto, ovvero per verificare se l interlocutore è d accordo o meno con quanto viene affermato. Tali espressioni, traducibili in italiano con «è vero? / non è vero?», si pongono dopo una virgola a fine frase e si possono costruire in due modi, di seguito specificati. Se la frase a cui si riferiscono è affermativa si adopera la forma negativa del verbo ausiliare o modale presente nella frase, seguito dal pronome personale riferito al soggetto della frase stessa. Quando la frase contiene un verbo ordinario si ricorre a don t / doesn t (per il presente) e a didn t (per il passato).

10 Capitolo 21 La domanda 141 Jack and David can play golf, can t they? You ll be 14 tomorrow, won t you? I d meet him tomorrow, shouldn t I? They saw her last month, didn t they? Jack e David sanno giocare a golf, non è vero? Compirai 14 anni domani, non è vero? Dovrei incontrarlo domani, non è vero? La videro il mese scorso, non è vero? Se la frase a cui si riferiscono è negativa si adopera la forma affermativa del verbo ausiliare o modale contenuto nella frase, sempre seguita dal pronome personale adeguato. Anche in questo caso, quando nella frase è presente un verbo ordinario si utilizza l ausiliare do: do / does per il presente, did per il passato. Abigail isn t at home yet, is she? You can t leave now, can you? We must not answer him, must we? The Smiths don t live here, do they? Abigail non è ancora a casa, vero? Non puoi partire adesso, vero? Non dobbiamo rispondergli, vero? Gli Smith non vivono qui, vero? 21.3 Le interrogative indirette La formazione delle frasi interrogative indirette richiede il medesimo procedimento con cui si costruisce il discorso indiretto in generale: di conseguenza tempi verbali, pronomi, aggettivi possessivi e avverbi di tempo subiscono tutti i cambiamenti necessari per il passaggio da una domanda diretta a una indiretta. Si ricordi, in particolare, che: la forma verbale si trasforma da interrogativa in affermativa; spesso vengono usati «verbi introduttivi» come to ask (chiedere), to inquire (chiedere, domandare), to wonder (chiedersi, domandarsi), to add (aggiungere), to admit (ammettere), to answer (rispondere), to argue (argomentare, obiettare), to complain (lamentarsi, reclamare), to deny (negare), to explain (spiegare), to object (obiettare), to observe (osservare), to point out (far notare), to promise (promettere), to remark (notare), to refuse (rifiutare), to reply (rispondere, replicare) Where are you going tonight?, she asked Dove vai stasera?, lei chiese. (interrogativa diretta). She asked where I was going that night Lei chiese dove andavo quella sera. (interrogativa indiretta). Nel discorso indiretto le yes / no questions sono introdotte da if o whether. Is your wife in?. È a casa tua moglie?. He asked me if my wife was in. Lui mi chiese se mia moglie fosse in casa. Le wh-questions, a loro volta, sono introdotte da pronomi, aggettivi e avverbi interrogativi (who, whose, what, which, when, where, why, how ) anche nel discorso indiretto. Si tenga presente che nelle interrogative indirette i verbi cambiano allo stesso modo di come si trasformano nelle frasi enunciative.

11 142 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese He said: What time will you be at home tomorrow?. He asked me what time I would be at home the next day. Which bus did she take?, they asked me. They asked me which bus she d taken. Lui disse: A che ora sarai a casa domani?. Lui mi chiese a che ora sarei stato a casa il giorno seguente. Che autobus ha preso lei?, loro mi chiesero. Loro mi chiesero quale autobus lei avesse preso Pronomi e aggettivi interrogativi I più comuni pronomi e aggettivi interrogativi sono: who? / whom? chi? whose? di chi? what? che cosa?, quale/i? which? quale/i?, chi? Who è un pronome interrogativo soggetto o complemento riferito a persona: quando funge da soggetto dell interrogativa la struttura della domanda è quella di una frase affermativa, altrimenti, quando funge da complemento, è quella di una normale frase interrogativa (inversione soggetto-verbo, presenza eventuale dell ausiliare do). Who (soggetto) came here yesterday? Chi è venuto qui ieri? Who (complemento) is she writing to? A chi sta scrivendo lei? Who (complemento) did they say? Chi hanno detto? Who(m) è un pronome interrogativo complemento riferito a persona, l uso del quale comporta che la domanda sia costruita come una normale frase interrogativa. Who(m) did he see yesterday? Chi ha visto lui ieri? Who(m) are you looking for? Chi stai cercando? Whom è tipico del linguaggio formale, a differenza di who che, per contro, è maggiormente impiegato nel parlato quotidiano. Non a caso nell inglese formale si può incontrare la costruzione preposizione + whom (To whom are you talking?, Con chi stai parlando?), mentre nella lingua informale si ricorre a who + preposizione (Who are you talking to?, Con chi stai parlando?). Whose si può adoperare sia come pronome che come aggettivo riferito a persona, per indicare a chi appartiene l oggetto di cui si parla nella frase interrogativa. Più precisamente: in funzione di pronome non è immediatamente seguito da un sostantivo (Whose is that book?, Di chi è quel libro?);

12 Capitolo 21 La domanda 143 quando viene utilizzato come aggettivo, invece, è seguito da un sostantivo, il quale, a sua volta, può essere un nome comune di persona o di cosa e può fungere sia da soggetto che da complemento dell interrogativa: nel primo caso la domanda assume la struttura di una frase affermativa (Whose car has been stolen?, Di chi è l auto che è stata rubata?), nel secondo caso la struttura della domanda è quella di una frase interrogativa (Whose car did you borrow?, Di chi è l auto che hai preso in prestito?). What è utilizzabile sia come pronome che come aggettivo riferito a cose in generale, oppure anche a persone, ma solo per domande riguardanti la professione, l identità Più specificatamente: se viene adoperato come pronome non è immediatamente seguito da un sostantivo (What happened?, Cosa è successo?); se è usato come aggettivo, il sostantivo a cui si accompagna può fungere sia da soggetto che da complemento: nel primo caso la domanda assume la struttura di una frase affermativa (What car caused the accident?, Quale auto provocò l incidente?), nel secondo quella di una frase interrogativa (What pen do you prefer?, Quale penna preferisci?). Quando what è retto da una preposizione vi sono due possibili alternative: what + preposizione (uso informale) oppure preposizione + what (uso formale). What do you do it with? / With what do Con che cosa lo fai? you do it? What trova utilizzo anche nelle frasi idiomatiche di seguito elencate: what be like?, in cui si usa per richiedere una descrizione o un commento, con particolare riferimento all aspetto fisico o caratteriale di persone (What was the film like?, Com è stato il film?; What is your sister like?, Com è tua sorella?); what look like?, dove si adopera per chiedere la descrizione dell aspetto fisico (What does her mother look like?, Che tipo è sua [di lei] madre?); what be?, nella quale si utilizza per informarsi circa la professione svolta dal soggetto (What is your father?, Cosa fa tuo / vostro padre?). Il «che» esclamativo si traduce, in inglese, con what: se nella proposizione è presente un sostantivo singolare numerabile (countable), s inserisce l articolo indeterminativo tra what e il nome stesso (What a fine day!, Che bella giornata!; What a glorious sunset!, Che meraviglioso tramonto!), ma con un sostantivo plurale o con uno non numerabile (uncountable) ciò non avviene (What interesting books!, Che libri interessanti!; What good water it is!, Che buona acqua è questa!); in alcune frasi idiomatiche, comunque, si adopera sempre l articolo indeterminativo (What a pity!, Che peccato!; What a shame!, Che vergogna!). Which si adopera sia come pronome che come aggettivo riferito a cose in generale, oppure anche a persone, in una situazione di scelta ristretta o sottintesa. Più dettagliatamente: in qualità di pronome non è immediatamente seguito da un sostantivo (Which is your favourite city in Europe?, Qual è la tua città preferita in Europa?);

13 144 Parte prima Grammatica di base della lingua inglese se si utilizza come aggettivo, il sostantivo a cui si accompagna può fungere sia da soggetto che da complemento: nel primo caso la domanda assume la struttura di una frase affermativa (Which bag is yours?, Quale borsa è la tua?), nel secondo quella di una frase interrogativa (Which cup did you break?, Quale tazza hai rotto?). Quando which è retto da una preposizione esistono due possibili alternative: which + preposizione (uso informale) oppure preposizione + which (uso formale). Which friend did you receive this gift Da quale amico hai ricevuto questo regalo? from? / From which friend did you receive this gift? Infine, a proposito della differenza tra what e which, si ricordi che what si usa nelle frasi interrogative per fare riferimento a cose o persone in senso generale (What writer does he prefer?, Quale scrittore lui preferisce?), mentre which viene utilizzato per fare riferimento a cose o persone in un gruppo ristretto (Which Italian writer does he prefer?, Quale scrittore italiano lui preferisce?) Gli avverbi interrogativi Gli avverbi interrogativi sono quelli di seguito elencati: where? dove? when? quando? why? perché? how? come? how much? / how many? quanto/a?, quanti/e? Where si può adoperare per: esprimere movimento verso un luogo (Where are we going now?, Dove stiamo andando ora?); indicare una posizione nello spazio (Where did they have lunch?, Dove hanno pranzato?); specificare l origine o la provenienza (Where does Brenda come from? / Where is Brenda from?, Da dove viene Brenda?). When fa riferimento al momento in cui si verifica l azione indicata nella domanda e può essere tradotto anche con: «a che ora?» (When did you last meet her?, Quando l hai incontrata l ultima volta?; When do you start work?, A che ora iniziate a lavorare?). Why precisa i motivi, le cause o gli scopi che spingono all azione presentata nella question. Come già anticipato, si utilizza solo nelle domande, in quanto le risposte vengono costruite con because (Why are you late?, Perché sei in ritardo? Because I missed the train, Perché ho perso il treno).

14 Capitolo 21 La domanda 145 How si usa: per indicare un complemento di mezzo (How did he come back home?, Come è tornato a casa?); per esprimere un complemento di modo (How do you switch it off?, Come lo spegni?); assieme a determinati aggettivi, per chiedere informazioni circa: 1) l età (How old is our friend?, Quanti anni ha il nostro amico?), 2) le dimensioni (How big is your house?, Quant è grande casa tua?), 3) l altezza (How tall is that building?, Quant è alto quel palazzo?), 4) la distanza (How far is New Delhi from here?, Quanto dista New Delhi da qui?), 5) la lunghezza (How long is that road?, Quanto è lunga quella strada?), 6) la profondità (How deep is the Lake of Aral?, Quanto è profondo il lago d Aral?); insieme con taluni avverbi, per ottenere informazioni sulla: 1) frequenza (How often do you go to Atlanta?, Quante volte vai ad Atlanta?), 2) velocità (How fast is his car?, Quanto è veloce la sua [di lui] auto?), 3) durata (How soon can she be ready?, Fra quanto tempo lei sarà pronta?). How much / how many: il primo si adopera con nomi non numerabili, per avere notizie sulla quantità (How much sugar did you buy?, Quanto zucchero hai comprato?); il secondo con nomi numerabili plurali, per conoscere il numero (How many sisters have they got?, Quante sorelle hanno?).

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

PRESENT PERFECT, FIRST/SECOND CONDITIONAL,COMPARATIVI, SUPERLATIVI

PRESENT PERFECT, FIRST/SECOND CONDITIONAL,COMPARATIVI, SUPERLATIVI PRESENT PERFECT, FIRST/SECOND CONDITIONAL,COMPARATIVI, SUPERLATIVI PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 IL PRESENT PERFECT -----------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Capire meglio il Grammar Focus

Capire meglio il Grammar Focus 13 Present continuous (ripasso) Avverbi di modo Per un ripasso del PRESENT CONTINUOUS vai ai GF 10 e 11. Il PRESENT CONTINUOUS si usa per azioni che si fanno in questo momento / ora. Osserva l immagine

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI MODAL VERBS PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI ----------------------------------------------- 3 2 di 15 1 Verbi modali: aspetti grammaticali e pragmatici

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Manualino di Inglese. Marco Trentini mt@datasked.com

Manualino di Inglese. Marco Trentini mt@datasked.com Manualino di Inglese Marco Trentini mt@datasked.com 19 febbraio 2012 Prefazione Questo documento è un mini manuale di inglese, utile per una facile e veloce consultazione. La maggior parte di questo documento

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Elenco dialoghi sia in italiano che in inglese

Elenco dialoghi sia in italiano che in inglese by Lewis Baker 44 Elenco dialoghi sia in italiano che in inglese 1. Present Simple (4 dialogues) Pagina 45 2. Past Simple (4 dialogues) Pagina 47 3. Present Continuous (4 dialogues) Pagina 49 4. Present

Dettagli

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE LL RICERC DI UN DIDTTIC LTERNTIV THE SQURE VISUL LERNING PROGETTO VINCITORE LBEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMZIONE L utilizzo di: mappe concettuali intelligenti evita la frammentazione, gli incastri illogici

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

COMPITI VACANZE INGLESE CLASSI 1^ A / B - Prof. A. MOTTA

COMPITI VACANZE INGLESE CLASSI 1^ A / B - Prof. A. MOTTA COMPITI VACANZE INGLESE CLASSI 1^ A / B - Prof. A. MOTTA Ripassa sempre l argomento prima di svolgere gli esercizi. Ripassa anche il lessico studiato durante l'anno. Svolgi gli esercizi su un quaderno

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS

UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS Per definire le situazioni espresse attraverso l uso del present simple utilizzeremo la seguente terminologia: permanent state timetable routine law of nature or

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

-Il PRESENT PROGRESSIVE serve a indicare azioni in corso di svolgimento; esso si forma: 62**72%(9(5%2,1* Il SIMPLE PRESENT indica azioni abituali.

-Il PRESENT PROGRESSIVE serve a indicare azioni in corso di svolgimento; esso si forma: 62**72%(9(5%2,1* Il SIMPLE PRESENT indica azioni abituali. 6,03/(35(6(17 Il SIMPLE PRESENT indica azioni abituali. -Per formare il SIMPLE PRESENT si utilizza il verbo all infinito senza il TO che si coniuga senza variazioni ad eccezione delle terze persone singolari,

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta)

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta) Teoria tematica Ogni predicato ha una sua struttura argomentale, richiede cioè un certo numero di argomenti che indicano i partecipanti minimalmente coinvolti nell attività/stato espressi dal verbo stesso.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

GRAMMATICA INGLESE DI BASE

GRAMMATICA INGLESE DI BASE GRAMMATICA INGLESE DI BASE BASI PARTI DEL DISCORSO NUMERI e DATE SOSTANTIVI PLURALE REGOLARE DEI SOSTANTIVI PLURALE IRREGOLARE DEI SOSTANTIVI SOSTANTIVI NUMERABILI E NON GENITIVO SASSONE VERBI TEMPI ESSERE

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

Indice. 1 Introduzione ai tempi del passato --------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Introduzione ai tempi del passato --------------------------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI LINGUA INGLESE LEZIONE III I TEMPI DEL PASSATO PROF.SSA GIUDITTA CALIENDO Indice 1 Introduzione ai tempi del passato ---------------------------------------------------------------------

Dettagli

LE PREPOSIZIONI ITALIANE

LE PREPOSIZIONI ITALIANE LE PREPOSIZIONI ITALIANE LE PREPOSIZIONI SEMPLICI Esempi: DI A DA IN CON SU PER TRA FRA Andiamo in citta`. Torniamo a Roma. Viene da Palermo. LE PREPOSIZIONI ARTICOLATE Preposizione + articolo determinativo

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Esami orali Trinity in inglese

Esami orali Trinity in inglese Esami orali Trinity in inglese (Graded Examinations in Spoken English - GESE) Syllabus 2010-2013 Questi titoli in inglese come lingua straniera si riferiscono ai livelli compresi tra A1 e C2 del Quadro

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO IL PASSATO PROSSIMO Il passato prossimo in italiano è un tempo composto. Si forma con le forme del presente di ESSERE o AVERE (verbi ausiliari) più il participio passato del verbo principale: sono andato

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

English Grammar, the way I like it! Vol. 1. di: Patrizia Giampieri

English Grammar, the way I like it! Vol. 1. di: Patrizia Giampieri English Grammar, the way I like it! Vol. 1 di: Patrizia Giampieri 1 INDICE TO BE ADJECTIVES THIS, THAT; THESE, THOSE THERE IS, THERE ARE HAVE GOT POSSESSIVE ADJECTIVES POSSESSIVE PRONOUNS SUBJECT and OBJECT

Dettagli

USO DEL PRESENT PERFECT TENSE

USO DEL PRESENT PERFECT TENSE USO DEL PRESENT PERFECT TENSE 1: Azioni che sono cominciate nel passato e che continuano ancora Il Present Perfect viene spesso usato per un'azione che è cominciata in qualche momento nel passato e che

Dettagli

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO ANALISI GRAMMATICALE E ANALISI LOGICA Analisi grammaticale: procedimento che ha la funzione di associare ad ogni parola presente all'interno di una frase la propria

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

LUISA BENIGNI ELIANA GIOMMETTI ANN LOUISE SCHOU CLARKE GRAMMAR NEW ACTIVE ENGLISH GRAMMAR. A practical Guide for Italian Learners HOEPLI

LUISA BENIGNI ELIANA GIOMMETTI ANN LOUISE SCHOU CLARKE GRAMMAR NEW ACTIVE ENGLISH GRAMMAR. A practical Guide for Italian Learners HOEPLI GRAMMAR LUISA BENIGNI ELIANA GIOMMETTI ANN LOUISE SCHOU CLARKE NEW ACTIVE ENGLISH GRAMMAR A practical Guide for Italian Learners HOEPLI LUISA BENIGNI ELIANA GIOMMETTI ANN LOUISE SCHOU CLARKE New Active

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli

S S SONG. p. 43. p. 44. Presentation

S S SONG. p. 43. p. 44. Presentation L E S S O N P L A N SONG p. 43 What time, what time is it now? It s seven, seven o clock. What time, what time is it now? It s seven, seven o clock. It s time, time to rock, time to rock, time to rock.

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

PROGRAMMA 1^B TURISTICO

PROGRAMMA 1^B TURISTICO PROGRAMMA 1^B TURISTICO CONTENUTI DISCIPLINARI ( suddivisi in moduli e unità didattiche ): Libro di testo in adozione: Paul Radley NETWORK CONCISE Student s book & Workbook Ed. Oxford. La parte iniziale

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ESERCIZI ESTIVI IN PREPARAZIONEALLA FREQUENZA DEL PRIMO ANNO DELL ITIS E DEL LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ESERCIZI ESTIVI IN PREPARAZIONEALLA FREQUENZA DEL PRIMO ANNO DELL ITIS E DEL LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ESERCIZI ESTIVI IN PREPARAZIONEALLA FREQUENZA DEL PRIMO ANNO DELL ITIS E DEL LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE La proposta di esercizi per le vacanze contenuta nel presente

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Che Cos'e'? Introduzione

Che Cos'e'? Introduzione Level 3 Che Cos'e'? Introduzione Un oggetto casuale e' disegnato sulla lavagna in modo distorto. Devi indovinare che cos'e' facendo click sull'immagine corretta sotto la lavagna. Piu' veloce sarai piu'

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo:

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo: CHE LAVORO FAI? Rachid: Rachid: Rachid: Rachid: Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Che lavoro fai? Io lavoro in fabbrica. E tu? Io faccio il muratore. Anche lui è muratore. Si chiama Rachid. Lui

Dettagli

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri.

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. [moduli operativi di formazione] Ascolto attivo Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. ASCOLTO ATTIVO Ogni giorno, passiamo il 49% del nostro tempo ascoltando. Ascoltiamo

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Dialogo. Una bottiglia di acqua minerale e un quarto di vino rosso, per favore. Pizza al taglio. Un modo economico per mangiare.

Dialogo. Una bottiglia di acqua minerale e un quarto di vino rosso, per favore. Pizza al taglio. Un modo economico per mangiare. Quinta lezione Buon Appetito! A. Present tense of -ere and -ire verbs B. Dovere (to have to), potere (to be able to,can, may), and volere (to want) C. Uscire (to go out), dire (to say, to tell), and venire

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

L uso del «di» e del «che» nei comparativi di diseguaglianza

L uso del «di» e del «che» nei comparativi di diseguaglianza Quaderns d Italià 3, 1998 91-96 L uso del «di» e del «che» nei comparativi di diseguaglianza Ursula Bedogni Abstract The great variety in the usage of the comparatives in Italian often causes problems

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Fondamenti della lingua inglese

Fondamenti della lingua inglese Fondamenti della lingua inglese Laura Cignoni Istituto di Linguistica Computazionale Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Pisa Gino Fornaciari Divisione di Paleopatologia, Divisione di Palaeopatologia

Dettagli

Liceo scientifico A. Einstein

Liceo scientifico A. Einstein Liceo scientifico A. Einstein Cervignano del Friuli CLASSE 1^ALSA PROGRAMMA DIDATTICO MODULI REALIZZATI Disciplina: LINGUA E LETTERATURA INGLESE Prof.ssa Marilena Beltramini Anno scolastico 2013-2014 PROGRAMMA

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Il presente progressivo è un po più complicato del simple present e ha tre differenti usi, tutti molto importanti.

Il presente progressivo è un po più complicato del simple present e ha tre differenti usi, tutti molto importanti. speaknow_vol1:inglese 21-12-2010 12:36 Pagina 39 [ 1.9 ] Il presente progressivo è un po più complicato del simple present e ha tre differenti usi, tutti molto importanti. Un piccolo esempio in italiano

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

Cambridge International Examinations Cambridge International General Certificate of Secondary Education

Cambridge International Examinations Cambridge International General Certificate of Secondary Education Cambridge International Examinations Cambridge International General Certificate of Secondary Education ITALIAN 0535/01 Paper 1 Listening For Examination from 2015 SPECIMEN TAPESCRIPT Approx. 45 minutes

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli