Fondazione Querini Stampalia onlus. Bilancio di missione 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondazione Querini Stampalia onlus. Bilancio di missione 2013"

Transcript

1 Fondazione Querini Stampalia onlus Bilancio di missione

2 2.905 prestiti contatti sul sito 840 follower su twitter 314 giorni di apertura Museo 100 visite guidate 106 volontari volumi consultati lettori 290 giorni di apertura Biblioteca 231 accessi giornalieri in Biblioteca bambini e genitori per le attività educative mi piace su facebook 2 3

3 Indice Missione Lettera del Presidente Lettera del Direttore Assetto organizzativo Palazzo sede Gestione delle collezioni Tutela Incremento Fruizione Valorizzazione Progetti speciali Eventi ospitati Bilancio e risorse Comunicazione e promozione Sostenitori 4 5

4 Missione Con il suo testamento Giovanni Querini Stampalia nel 1868 fonda un istituzione a cui affida il compito di promuovere il culto dei buoni studj e delle utili discipline. Questa resta ancor oggi la missione della Fondazione, che ha nella formazione e nello sviluppo dell individuo il suo principale obiettivo. Un luogo aperto al confronto, una piazza del sapere, dell incontro fra culture, di crescita personale e di diffusione della conoscenza. 6 7

5 Lettera del Presidente È bello stare qui. Sembra una casa abitata, più che un museo. È vivo. Grazie a quanti con il loro impegno rendono possibile tutto questo. Impressioni dal registro dei visitatori del 2013: poche righe, uscite di getto, sul punto di andarsene, abbracciano quasi un secolo e mezzo di storia laboriosa, di cure ininterrotte. Nata nel 1869 per lascito del conte Giovanni, la Querini Stampalia è quasi coetanea dell Italia del Risorgimento; ha attraversato due Guerre Mondiali; ha accompagnato Venezia in passaggi drammatici, nei momenti di confronto, di contrasto, di crescita di una comunità sempre più consapevole; leggendo i segni dei tempi; dando, con la sua Biblioteca, le collezioni del Museo, le molteplici iniziative di cultura, un apporto significativo alla formazione dei giovani e al dibattito non solo cittadino. È diventata grande ed è viva. La sua missione, declinata nel presente, resta quella che aveva immaginato l ultimo Querini nel testamento: promuovere il culto dei buoni studj e delle utili discipline. Nel 2013 la Fondazione ha concluso, con la riorganizzazione dell ingresso, il piano di adeguamento della sede, intrapreso due decenni or sono con paziente tenacia su progetto di Mario Botta; riqualificazione necessaria per lo sviluppo delle attività istituzionali e manifesto dell antica modernità della Querini. 8 9 È stato anche l anno del riconquistato prolungamento a mezzanotte dell orario della Biblioteca, nello spirito del fondatore; dell avvio dello spazio bimbi Casa Macchietta ; della riapertura della Caffetteria. Quest'ultima, insieme al Bookshop, al giardino, ai sedili in pietra aggiunti ai piedi

6 del ponte, in Campo Santa Maria Formosa, restituisce al complesso un servizio e un luogo di convivialità. La Querini Stampalia è più viva che mai: lo è per la dedizione del personale, affiancato da un volontariato generoso, che concorre a mitigare in misura notevole l effetto dei tagli; per le donazioni di privati; per il sostegno essenziale dello Stato e di quello, benché drasticamente ridimensionato, del Comune di Venezia e della Regione del Veneto. In questo frangente di crisi, le severe economie messe in atto faticano a compensare la contrazione di contributi pubblici, i consistenti crediti non riscossi, la difficoltà di trovare sponsorizzazioni. Il programma di ulteriori alienazioni di parte dei beni fondiari che furono dei Querini, intacca il patrimonio originario, senza essere risolutivo di un indebitamento che tende a farsi strutturale, salvo un inversione di tendenza nelle politiche culturali generali e locali. Un particolare ringraziamento desidero esprimere allo Studio Danesin che ha generosamente contribuito alla stampa della presente pubblicazione. Il Consiglio di Presidenza esprime gratitudine a coloro che continuano ad amare, frequentare, appoggiare la Fondazione Querini Stampalia di Venezia e non dispera di consegnarla a un futuro ancora abitato da libertà di pensiero, creatività, bellezza. Marino Cortese 10 11

7 Lettera del Direttore Le linee di lavoro su cui si è impegnata la Fondazione nel 2013 sono molteplici ma ben definite: le attività di tutela e al contempo strategie di sviluppo per elevati livelli di fruizione e valorizzazione. La conclusione della ristrutturazione del complesso sede della Fondazione è stata una delle principali e più importanti linee di azione perseguite, non solo per la valenza architettonica e culturale ma anche per la significanza politica e sociale: finché la Querini Stampalia e le altre istituzioni culturali cittadine rimangono aperte, vivaci, propositive, Venezia può sperare di rimanere città. Anche in quest ottica l attività dell istituto è stata molto rilevante nel iniziative organizzate, 314 giorni di apertura, un incremento di presenze del 9,4% raccontano una istituzione dinamica nonostante la carenza di adeguate risorse economiche che limita fortemente la realizzazione di progetti capaci di futuro. Un futuro che la Fondazione persegue da oltre 145 anni come centro di studio, di formazione e di ricerca sia sul fronte delle collezioni antiche che della contemporaneità Grande attenzione si sta prestando allo studio e alla promozione di preziosi e sconosciuti (o poco conosciuti) tesori delle collezioni della Fondazione. Significativa in questo senso la mostra Navi, squeri e traghetti da Jacopo de Barbari con straordinarie testimonianze dal fondo antico della Biblioteca, C era una volta una malvasia? Una Venezia inedita sotto la Querini Stampalia, presentazione dei reperti archeologici trovati duranti gli scavi per il nuovo auditorium di Mario Botta, Vox Venetica, la digitalizzazione e catalogazione di oltre documenti stampati tra il XVII e il XX secolo a Venezia, messi a disposizione del pubblico attraverso Internet Culturale.

8 Lettera del Direttore Innovativo il progetto pluriennale con il Museo Aurora di Shanghai e importanti le collaborazioni con la Galleria Maggiore di Bologna, Studio la Città, la Fondazione Luciano Benetton e la Galleria Massimo Minini che hanno animato il periodo della 55. Esposizione Internazione d Arte con significativi contributi culturali e finanziari. Per quanto riguarda letteratura e musica, significative le partecipazioni della Fondazione a Incroci di Civiltà, festival della letteratura, organizzato dal Comune di Venezia e dall Università Ca Foscari, la collaborazione con l Università di Firenze e il Centro Studi Aldo Palazzeschi per Omaggio di Poesia, le letture in giardino, i corsi di lettura animata e l avvio di un gruppo di lettura per adulti che hanno suggerito approcci diversi al libro, al racconto e all uso della biblioteca. Straordinario il programma di Venti Nuovi, organizzato con il Laboratorio Novamusica. Artisti di rilevanza internazionale hanno proposto concerti, conferenze, laboratori didattici che hanno coinvolto il Conservatorio di Musica Benedetto Marcello e le scuole elementari veneziane. L attenzione per le giovani famiglie e nuove modalità di pensare al servizio di Museo e Biblioteca hanno determinato l apertura di Casa Macchietta, uno spazio per bimbi da 3 a 6 anni, animato da operatori multilingue. Intensificata la promozione e l uso dei social network che stanno cambiando il modo di promuovere e visitare le collezioni, attraendo un pubblico diverso e più giovane. 14 La Biblioteca, grazie alla collaborazione con l Associazione Nazionale Carabinieri ha riaperto sino a mezzanotte mentre un piccolo gruppo di appassionati volontari garantisce la manutenzione e il piccolo restauro delle legature dei volumi a scaffale aperto. 15

9 Lettera del Direttore L Auser contribuisce al ricolloco dei materiali consultati e alla fruizione delle proposte culturali della Fondazione. Attivata anche la collaborazione con l Associazione Vortice che gestisce il Teatro Fondamenta Nuove e l Associazione Emù per Da libro nasce libro: un circuito virtuoso che trasforma volumi doppi in nuove acquisizioni della Biblioteca. Il progetto sulla Multiculturalità ha visto il coinvolgimento di insegnanti e studenti delle scuole superiori del Comune di Venezia e il contributo di due unità del servizio civile. Molto importanti, anche per recuperare risorse, i lavori di razionalizzazione e riordino dei depositi librari che hanno visto la movimentazione di oltre 3500 metri lineari di libri. È stato rivisto e attualizzato tecnologicamente l ingresso e il wifi della Biblioteca e moltissime sono state le donazioni di volumi antichi e moderni. L apertura del Museo è stata consentita da un numeroso e appassionato gruppo di volontari provenienti dal gruppo degli Amici della Querini Stampalia, dall Ekos Club e dall Associazione Nazionale Carabinieri, che hanno consentito anche l organizzazione di attività in Museo quali Drops of Art, lezioni di storia dell arte in lingua, Art Night e il Carnevale con visite speciali guidate alle collezioni. Otto le opere d arte donate da grandi artisti nell ambito del progetto Conservare il futuro oltre ad un servizio di sessanta pezzi di vetro di Murano della seconda metà dell Ottocento, un alabastro calcareo egiziano di rara fattura, due candelabri e una tazzina da caffè della manifattura Meissen della seconda metà del XVIII secolo Dopo un accurato restauro, sono stati restituiti alle sale

10 Lettera del Direttore del secondo piano cinque orologi sette-ottocenteschi che con il loro ticchettio e il suono dell ora rendono ancor più coinvolgente la visita al Museo. Tomaso Montanari scrive: Siamo abituati a calcolare con grande attenzione il ritorno di ogni nostro investimento:... oggi dobbiamo decidere se rimanere umani e civili è un ritorno sufficiente. La sofferta determinazione della Fondazione Querini Stampalia a promuovere il culto dei buoni studj e delle utili discipline merita un futuro? Noi pensiamo di sì. Un sentito grazie a tutti quanti, in vario modo hanno condiviso con noi l obiettivo di perseguire la missione affidataci da Giovanni Querini. Uno speciale ringraziamento ai membri del Consiglio di Presidenza e a tutto il personale dipendente per la dedizione e amorevole partecipazione. Marigusta Lazzari 18 19

11 Assetto organizzativo 20 21

12 Assetto organizzativo Consiglio di Presidenza Il Consiglio di Presidenza sovrintende e amministra la Fondazione, così nel patrimonio fruttifero come nel patrimonio artistico. È composto di cinque membri, due dei quali nominati fra i soci effettivi dell Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, gli altri due nominati rispettivamente dal Comune di Venezia e dalla Provincia di Venezia. Il Consiglio così costituito sceglie un quinto membro fra le personalità segnalate da importanti istituzioni culturali venete. Il Consiglio elegge al suo interno il Presidente. Il Consiglio di Presidenza ha facoltà di cooptare i rappresentanti di quegli enti che, con un contributo non inferiore alla settima parte della spesa ordinaria della Fondazione, per un quinquennio si impegnino a sostenerla economicamente. Questi non possono superare il numero di due. Il Collegio dei Revisori dei Conti è costituito da due membri nominati dall Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti che, per volontà testamentaria, è anche l ente tutore che approva bilanci e atti del patrimonio della Fondazione. Il Presidente, i Consiglieri e i Revisori dei Conti prestano la loro opera gratuitamente. Presidente Marino Cortese Vice Presidente Antonio Foscari Consiglieri Radames Biondo Giovanni Castellani Irene Favaretto Revisori dei Conti Roberto Parro Giancarlo Tomasin Ente Tutore Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti Gian Antonio Danieli, Presidente 22 23

13 Assetto organizzativo Dipendenti Direttore Marigusta Lazzari Segreteria di presidenza e direzione Lucia Marina Broccato Biblioteca Cristina Celegon Marcellino Busato Barbara Colli Neda Furlan Angela Munari Barbara Poli Anna Francesca Valcanover Museo Babet Trevisan 1 Elisabetta Dal Carlo Margherita Korcz 2 Manifestazioni culturali Dora De Diana 3 Tiziana Bottecchia 4 Sara Breviglieri 2 Angelo Mini 4 Marta Savaris 4 Amministrazione e patrimonio Federico Acerboni Andrea Bellemo Massimo Donaggio 1 Barbara Rossi 4, 5 Collaboratori professionali Curatore per l arte contemporanea Chiara Bertola Assistenza tecnica Alessandro Marinello Assistenza informatica Esa Service 2 Alvise Rabitti 1 Giovanni Rosa 1 Ufficio stampa Sara Bossi Consulenza grafica Camuffo Lab Consulenza legale Studio Forlati Minelli Rizzi e associati Consulenza del lavoro Studio Bonet Lepschy e associati Consulenza fiscale e tributaria Studio S.A.I. Consulenza agraria Studio Associato Ferrarini e Pitteri Studio Tecnico Associato TreC Consulenza in materia di sicurezza Gregorio Mastrangelo Operatori didattici Associazione Il Cavaliere Azzurro Barchetta Blu Collaboratori a progetto Giulia Bellinetti Pasquale Ler Jessica Soprana Stagisti e volontari Helena Gel Moreno Riccardo Ravegnani Jessica Santoni Luna Zanella Servizio Civile Lucia Patano Maria Laura Romano Appalti di Servizi Antincendi Mare e Terra Sas Auclean Srl Caffè Letterario Srl Civis Spa CoopCulture Esa Service Srl Fiel Spa KB Servizi Laguna Fiorita Srl Serenissima Vigilanza Privata Soc. Coop. Spazio Luce Snc 1. presta servizio anche per le attività di conservazione e manutenzione del palazzo sede 2. da marzo a ottobre presta servizio anche per le attività dei servizi educativi presta servizio in sostituzione, anche per l ufficio segreteria di presidenza e direzione 5. presta servizio anche per l ufficio comunicazione e promozione fino al 30 giugno dal 30 giugno 2013

14 Palazzo sede 26 27

15 28 29

16 Palazzo sede Palazzo Querini Stampalia si trova nel cuore del centro storico della città, a pochi minuti da Rialto e da Piazza San Marco. La facciata storica, arricchita nel 2000 dall installazione al neon di Joseph Kosuth, costeggia il Rio di Santa Maria Formosa e ne segue l andamento. I primi documenti che attestano un cantiere dei Querini in questa zona della città risalgono al 1514 e da allora il Palazzo ha conosciuto continui ampliamenti e riqualificazioni. Riconosciuto nel 1911 dal Municipio di Venezia e nel 1955 dal Ministero della Pubblica Istruzione come edificio monumentale di interesse storico-artistico, dalla fine degli anni cinquanta del Novecento ad oggi è stato oggetto di importanti interventi di restauro e ammodernamento. Tre grandi architetti contemporanei: Carlo Scarpa, Valeriano Pastor e Mario Botta hanno valorizzato gli spazi dell antica dimora cinquecentesca trasformandola da dimora patrizia a luogo di produzione e fruizione della cultura. Sviluppato su quattro piani, al suo interno attualmente si trovano una Biblioteca, un Museo, aree per esposizioni temporanee, oltre ad un raffinato auditorium da 130 posti

17 La conclusione dei lavori di Mario Botta alla Fondazione Querini Stampalia Tra il 1964 e il 1969 Mario Botta studia architettura alla facoltà di Venezia, e passa le sue giornate nelle sale della Querini dove entra in contatto con Giuseppe Mazzariol, che diventa il suo relatore di laurea insieme a Carlo Scarpa. Memore di questi trascorsi, Botta, interpellato dalla Fondazione nel 1994, offre con entusiasmo il suo lavoro per portare avanti il progetto generale di riassetto del palazzo, iniziato da Scarpa e continuato nel tempo con gli interventi di Valeriano Pastor. Dopo il restauro conservativo della scala principale e il ripristino del terzo e del quarto piano, viene realizzato il completo riassetto del pianterreno, comprendente anche la piastra di servizi al pubblico con bookshop, caffetteria e una più funzionale riva d acqua. Ma è la nuova scala in pietra e struttura metallica il primo vero intervento caratterizzante il lavoro di Botta, seguito dal recupero della corte interna, trasformata in un foyer coperto da un grande lucernario e, successivamente, dall auditorium, aperto nell autunno del Destinato a conferenze e convegni, grazie al palco attrezzato, le cabine per la traduzione simultanea, la regia e 132 posti a sedere dotati di microfono per i dibattiti, l auditorium è diventato presto anche luogo ideale per letture teatrali, festival cinematografici o concerti di musica classica e contemporanea, grazie alla versatilità del palco e all eccellente acustica dell ambiente che ne fanno anche un ottimo studio di registrazione. Ultimo elemento del progetto bottiano, realizzato nel 2013, è il nuovo ingresso della Fondazione. L intervento ha comportato l installazione su Campo Santa Maria Formosa di un plateatico in lastre di pietra d Istria rullata, del tutto indipendenti dal selciato in masegni: la pietra infatti poggia su una struttura di supporto in acciaio. La pedana si prolunga verso il campo come una sorta d invito ad accedere al palazzo.

18 Il rivestimento del plateatico prosegue sul ponte in modo da preservare gli attuali gradini, deteriorati a causa del forte calpestio, lasciandoli comunque in vista sui bordi lungo il parapetto, soluzione già adottata da Carlo Scarpa sulla scala principale del palazzo. Varcato il ponte, si passa dalla vastità di Campo Santa Maria Formosa ad un atrio coperto, ma non riscaldato, che funge da filtro tra esterno ed interno, attraverso il quale si accede ad un ambiente, parzialmente a doppia altezza e coperto da un lucernario, che immette nel guardaroba e nella sala con la portineria di accoglienza. Le soluzioni architettoniche, già adottate negli altri spazi realizzati in precedenza, si ritrovano espresse qui contemporaneamente e conferiscono continuità al restauro. I materiali utilizzati sono i medesimi di tutto il piano terra; c è la lamiera microforata, nel soffitto e nel lungo serramento d ingresso; la regolarizzazione dei setti murari mediante pannelli di rivestimento dichiarati come aggiunta e di conseguenza reversibili, riquadrati da telai metallici indipendenti dalle pareti; il paziente lavorio con la luce naturale, che penetra attraverso i cancelli in acciaio tinteggiati di nero ad arco sul rio; l alternanza di ambiti compressi e ariosi, come l atrio con il velario rigonfio verso il basso, e l ingresso con la doppia altezza con un lucernario e una finestra a bifora in pietra d Istria. La nuova entrata, conclusa nel maggio 2013, diviene così una summa del lessico svelato nelle altre sale del pianterreno e suggella, con sobria eleganza, il ventennale lavoro di Mario Botta per la riqualificazione di Palazzo Querini Stampalia

19 Gestione delle collezioni 36 37

20 Gestione delle collezioni Le collezioni della Fondazione hanno origine dal lascito di Giovanni Querini Stampalia e sono composte dall archivio privato della famiglia, da manoscritti e libri a stampa provenienti dalla biblioteca della casa, da dipinti, sculture, arredi, tessuti, porcellane, medaglie e monete, incisioni e disegni. Raccolte che costituiscono una importante testimonianza degli interessi e delle vicende pubbliche e private di questa famiglia patrizia veneziana, e della produzione artistica e documentale della Repubblica Serenissima. L impegno costante della Fondazione fin dalle sue origini si è quindi esercitato nelle funzioni di tutela, fruizione e valorizzazione di quanto pervenutole dal fondatore, e di incremento del patrimonio storico-artistico attraverso acquisizioni, lasciti e donazioni

21 Gestione delle collezioni Tutela Patrimonio librario La Biblioteca conserva: volumi manoscritti 100 incunaboli edizioni del XVI secolo edizioni dal XVII al XIX secolo opuscoli incisioni 355 carte geografiche e mappali antichi 120 buste dell Archivio Privato La conservazione delle collezioni è tra i principali compiti della Fondazione. Questa attività è esercitata quotidianamente attraverso la catalogazione, la cura, la manutenzione e il restauro. Il Museo, l Archivio Storico della Fondazione, gli Archivi Giannina Piamonte e Mario Stefani sono stati riconosciuti dalla Regione del Veneto di interesse storico locale. Due importanti progetti sono stati conclusi nel corso dell anno: il restauro del nucleo di orologi setteottocenteschi di manifattura francese, e la catalogazione e digitalizzazione dei bandi e terminazioni editi dalla Repubblica di Venezia fra XV e XVIII secolo. Patrimonio museale Il Museo conserva: 473 dipinti 194 arredi d epoca 15 strumenti musicali 14 arazzi 4 globi 4 strumenti tecnico-scientifici 450 porcellane 20 pezzi di oreficeria 45 armi e modelli di armi 6 orologi 2538 monete e medaglie 161 disegni 64 sculture 4 installazioni di arte contemporanea 132 strumenti d uso domestico e personale 90 tessuti Catalogazione nuovi inventari nel catalogo collettivo del Polo SBN veneziano; di questi, sono relativi a materiale moderno e a materiale antico 100 manoscritti bandi e terminazioni XVII - XX secolo catalogati e digitalizzati Restauri legatura di 5 testate di quotidiani correnti per un totale di 60 volumi e di 9 volumi di monografie legatura di 100 volumi di monografie 5 orologi sette-ottocenteschi 40 41

22 Restauri Il Museo possiede un nucleo di orologi sette-ottocenteschi, una rara testimonianza dell abilità di orologiai, ebanisti, brunitori, incisori, fonditori del bronzo e pittori di quadranti. Si tratta, in prevalenza, di opere francesi che coprono l arco cronologico compreso tra il primo quarto del Settecento e il primo decennio dell Ottocento. Per rendere ancora più coinvolgente l atmosfera domestica del Museo, si è provveduto al restauro conservativo e alla rimessa a punto della meccanica dei manufatti, affinché, con il loro suono, accompagnino il visitatore alla scoperta di antiche sensazioni. Il lavoro è stato affidato alla ditta Open Care di Milano. Nei loro laboratori gli strumenti sono stati revisionati, restaurati e i meccanismi sono stati rimessi in funzione, dopo che i tecnici hanno ricostruito le parti mancanti e regolato il treno del tempo e della suoneria. Una volta rientrati in Fondazione, gli orologi sono stati esposti nelle sale del Museo e vengono caricati, controllati e regolati dal personale del Museo ogni giorno

23 Gestione delle collezioni Incremento Le politiche di acquisizione della Biblioteca e del Museo rispondono allo spirito del lascito testamentario e all attuale orientamento generale delle attività della Fondazione, volte alla formazione e allo sviluppo dell individuo attraverso l incontro dei diversi saperi. Anche quest anno piccole e grandi donazioni, degli artisti che hanno lasciato le loro opere quale segno dell incontro con l istituzione, e di persone che hanno deciso di mettere a disposizione di tutti oggetti preziosi e amati o collezioni librarie, rappresentano il segno dell affetto e del sostegno che da sempre accompagnano la vita della Fondazione. Acquisti 950 volumi 350 abbonamenti a periodici 20 quotidiani ogni giorno Donazioni 12 opere edite tra il XIX e XX secolo, dono di Marcella Bianchini 9 annate complete dal 1923 al 1931 di L illustrazione Italiana, dono di Giovanni Castellani 1 opera del 1648 Li cinque ordini di architettura et agiunta del ecc.mo m. Giacomo Barocio da Vignola con vn ragionamento alli architeti di m. Ottaviano Ridolfi intorno alla perfezione di tutti gli cinque ordeni di detta architetura con la noua agiunta di Michielangielo Bonarotta fiorentino, dono di Paolo Rosa Salva 1 servizio di cristallo di Murano fine XIX - inizi del XX secolo, Donazione Giulia Pini ed Enrico De Vecchi 2 candelieri della manifattura di Meissen, Donazione Giulia Pini ed Enrico De Vecchi 2 piattini e 1 tazzina della manifattura di Meissen, Donazione Giulia Pini ed Enrico De Vecchi 1 alabastro calcareo egiziano del 1889, dono di Donatella e Simonetta Colombo 1 frammento di tessuto persiano fine sec. XVI, dono di Settimia Arrighi 1 opera di Ilya e Emilia Kabakov, They are looking down, 1998, dono dell artista 1 opera di Giuseppe Caccavale, L Istituto di traduzione, 2013, dono dell artista 1 opera di Mona Hatoum, T42 (gold), 1999, dono dell artista 1 opera di Giulio Paolini, Elea, 2009, dono dell artista 1 opera di Georges Adéagbo, Maschere Punu del Gabon, 2008, dono della Galleria Frittelli Firenze 1 opera di Kiki Smith, Io (seated), 2005, dono dell artista 1 opera di Qiu Zhijie, Mappa della zoomorfologia domestica, 2013, dono dell artista 44 45

24 Donazioni di opere contemporanee alla Fondazione Querini Stampalia Nel 2013 il fondo di opere d arte contemporanea della Querini Stampalia si è arricchito di nuove donazioni da parte di artisti che hanno collaborato con la Fondazione nell ambito del progetto Conservare il Futuro. Georges Adéagbo, Giuseppe Caccavale, Mona Hatoum, Ilya&Emilia Kabakov, Giulio Paolini, Kiki Smith, Qiu Zhijie, in occasione della 55. Esposizione Internazionale d Arte, hanno donato al Museo una loro opera che, da giugno a novembre, è stata esposta accanto ai capolavori di arte antica del Museo e in dialogo con essi. Il loro nome si è aggiunto a quello di altri artisti che in precedenza hanno lasciato un proprio lavoro alla Querini. Dal 2000 infatti gli artisti sono stati invitati a presentare dei nuovi lavori in relazione con lo spazio e la storia della Fondazione e delle sue collezioni. Ne sono nate esposizioni sitespecific in dialogo con i luoghi e le opere antiche della dimoramuseo della famiglia Querini Stampalia. Ogni esposizione è il frutto di un confronto attento e consapevole con il patrimonio antico della Fondazione Querini Stampalia da parte degli artisti che si accostano ad esso con sensibilità e interesse, dimostrando di volta in volta di comprenderne inedite potenzialità da svelare e valorizzare. In molti casi, gli artisti scelgono di donare alla Fondazione Querini Stampalia una delle opere esposte, che diventa segno del loro incontro con l istituzione e testimonianza concreta del dialogo instaurato tra passato e presente. Gli artisti e le loro opere per la Querini Stampalia George Adéagbo, Maschere Punu del Gabon, 2008 Margarita Andreu, Interno 3 in verde, 2004 Stefano Arienti, Porte tagliafuoco, 2008 Giuseppe Caccavale, Istituto di traduzione, 2013 Elisabetta Di Maggio, Senza titolo Muro #5, 2004 Mona Hatoum, T42 (gold), 1999 Ilya&Emilia Kabakov, They are looking down, 1998 Joseph Kosuth, La materia dell ornamento, 1997; talentum/tolerare, 2000 Maria Morganti, Sedimentazione per la sala dell 800, 2008 Giulio Paolini, Elea, 2009 Remo Salvadori, Nel momento, 2005 Mariateresa Sartori, Il suono della lingua, 2008 Anita Sieff, Risonanze, 2010 Kiki Smith, Io (seated), 2005 Qiu Zhijie, Mappa della moorfologia domestica,

25 Caffetteria Gestione delle collezioni Fruizione Nel corso del 2013 la caffetteria della Fondazione ha cambiato gestione. Il 1 aprile ha aperto al pubblico il Caffè letterario. Panini, tramezzini, toast, primi piatti e insalatone, spremute, centrifughe e dolci fatti in casa hanno arricchito la proposta dedicata al pubblico giovane che frequenta la biblioteca e agli ospiti del Museo e delle mostre. Prezzi competitivi, agevolazioni e convenzioni speciali hanno permesso ai nuovi gestori di attirare una nuova ed affezionata clientela. Le proposte della Caffetteria, sin dalla sua riapertura, sono state caratterizzate dall utilizzo di prodotti freschi e di qualità, elaborati con fantasia e originalità con un servizio costantemente attento alle esigenze della variegata clientela. L arredo da giardino è stato rivisto e le sale sono state allestite con pannelli che illustrano e raccontano ironicamente la Fondazione con dati statistici e aneddoti. All innovazione e all ampliamento dei servizi la Fondazione ha sempre dedicato grande attenzione, consapevole della sua missione e con l obiettivo di migliorare la fruizione delle proprie collezioni. Il prestito personale, il punto di prestito presso l isola di Sant Erasmo e la consegna dei quotidiani in lingua araba, francese ed inglese, già esposti in Biblioteca, ai detenuti della Casa Circondariale Maschile Santa Maria Maggiore di Venezia, sono servizi oramai consolidati. Anche quest anno Museo e Biblioteca hanno potuto assicurare il primo l apertura al pubblico, la seconda il prolungamento fino alla mezzanotte, grazie al generoso coinvolgimento dei volontari appartenenti agli Amici della Querini Stampalia, all Ekos Club, all Auser, all Associazione Nazionale Carabinieri e al personale dipendente

26 Gestione delle collezioni I numeri della Biblioteca 950 mq al primo piano 700 mq deposito librario 385 mq servizi di accoglienza a piano terra 16 sale di lettura a scaffale aperto 180 posti a sedere 59 prestiti interbibliotecari prestiti personali 550 riviste dell emeroteca a scaffale aperto volumi a scaffale aperto 90 dvd VeneziaInCinema 20 quotidiani locali, nazionali e internazionali in consultazione 4 vetrine tematiche con proposte di lettura e approfondimento 8 computer per la navigazione internet gratuita 5 computer per la consultazione dei cataloghi navigazione internet gratuita in modalità wire-less con pc personali in tutte le sale di lettura 1 postazione informatica per portatori di disabilità visive lettori 2010 * ** ** *** nuove iscrizioni 2010 * ** giorni di apertura 2012 ** *** * ** ** *** *Tutti i servizi di Biblioteca, Museo e Attività Culturali sono stati sospesi dal 1 luglio al 26 agosto 2010 per la chiusura straordinaria della Fondazione **Dal 3 maggio 2011 riduzione dell orario di apertura della Biblioteca dalle 23 alle 22 ***Dal mese di marzo 2013 ripristino dell orario di apertura della Biblioteca fino alle 24

27 52 53

28 I numeri del Museo 830 mq al secondo piano 17 sale espositive 340 mq area scarpa 370 mq giardino e area scoperta 385 mq servizi di accoglienza a piano terra 204 arredi esposti 172 dipinti esposti 327 porcellane ed oggetti esposti visitatori giorni di apertura 2010 * ** ** * ** ** *Tutti i servizi di Biblioteca, Museo e Attività Culturali sono stati sospesi dal 1 luglio al 26 agosto 2010 per la chiusura straordinaria della Fondazione 54 **Dal 3 maggio 2011 riduzione dell orario di apertura del Museo dalle 19 alle 18 55

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

Kids Creative Lab Arte e moda Adesione

Kids Creative Lab Arte e moda Adesione Kids Creative Lab Arte e moda Adesione I promotori I promotori del progetto sono Collezione Peggy Guggenheim e OVS, una Fondazione e un azienda che da sempre hanno dimostrato particolare interesse verso

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

Paolo Baratta, Presidente della Biennale di Venezia

Paolo Baratta, Presidente della Biennale di Venezia La Biennale dà grande impulso alle attività denominate Educational. Le attività Educational hanno lo scopo di: favorire la conoscenza diretta del mondo delle arti da parte dei giovani introdurre la consuetudine

Dettagli

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO CONFERENZA STAMPA IL FUTURO DI QUARTO, A CHE PUNTO SIAMO 6 FEBBRAIO 2015, ORE 12:00, SALA GIUNTA NUOVA RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO UN DIALOGO INTER-ISTITUZIONALE APERTO ALLA

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Il progetto è stato promosso e finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali - Direzione

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO. pittura scultura argenti tessuti

PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO. pittura scultura argenti tessuti PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO I LABORATORI Visita guidata al Museo della durata complessiva di circa 45 minuti con un momento di approfondimento di fronte ad alcune opere, selezionate sulla

Dettagli

AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani

AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani L Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani nasce nel 2003 per rispondere all esigenza di costituire una politica culturale comune,

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

disegno di Simonetta Capecchi

disegno di Simonetta Capecchi disegno di Simonetta Capecchi ..Forum Tarsia, Mammamà, ScalzaBanda, Archintorno, AltraDefinizione, DuoMimatto, Ramblas e Medici Senza Frontiere sono la rete di associazioni che lavorano all interno

Dettagli

PRESENTAZIONE BIENNALE GIOVANI TRENTO 2012:

PRESENTAZIONE BIENNALE GIOVANI TRENTO 2012: PRESENTAZIONE BIENNALE GIOVANI TRENTO 2012: 1) Logo BIENNALE GIOVANI TRENTO 2012 2) Trento, Le gallerie di Piedicastello. 31 Marzo 10 Giugno 2012 : breve spiegazione generale del programma 3) A rebours

Dettagli

pianeta acqua Uomini e navi nella ricostruzione storica MARE MAGGIO e PIANETA ACQUA eventi in contemporanea 10 12 maggio 2009 Arsenale di Venezia

pianeta acqua Uomini e navi nella ricostruzione storica MARE MAGGIO e PIANETA ACQUA eventi in contemporanea 10 12 maggio 2009 Arsenale di Venezia Uomini e navi nella ricostruzione storica pianeta acqua MARE MAGGIO e PIANETA ACQUA eventi in contemporanea 10 12 maggio 2009 Arsenale di Venezia www.maremaggio.it Mare Maggio è un percorso che parte dal

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

AMACI. Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani

AMACI. Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani L Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani - nasce nel 2003 per rispondere all esigenza di costituire una politica culturale comune,

Dettagli

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE IL PATRIMONIO CULTURALE di solito indica quell insieme di cose, mobili ed immobili, dette più precisamente beni, che per il loro interesse pubblico e il valore storico,

Dettagli

LA VIA DEL RICAMO Intrecci di fili, intrecci di vita

LA VIA DEL RICAMO Intrecci di fili, intrecci di vita KIZE teatro in collaborazione con MUSEO DELLA TAPPEZZERIA VITTORIO ZIRONI PRESENTANO LA VIA DEL RICAMO Intrecci di fili, intrecci di vita Spettacolo sui tesori ricamati dell industria artistica emiliana

Dettagli

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi Centrale di Firenze Pagina 1 di 10 Ministero per i beni e le attività culturali Biblioteca Nazionale Centrale Firenze Carta dei servizi Biblioteca nazionale centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova Ministero per i Beni e le Attività Culturali CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova 2013 PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi risponde all esigenza di fissare principi

Dettagli

GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI:

GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI: Il Progetto GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI: UNA CAPITALE DEL MEDITERRANEO Mostre, convegno, percorsi e manifestazioni Museo di Sant Agostino Ottobre 2015 Lo Scenario Genova medievale e il suo ruolo nel

Dettagli

"L educazione al patrimonio culturale e l approccio alle tecniche artistiche nella formazione del bambino". AMICI DI BRERA

L educazione al patrimonio culturale e l approccio alle tecniche artistiche nella formazione del bambino. AMICI DI BRERA Incontro con i genitori 27 gennaio 2011 Cooperativa sociale ONLUS A SPASSO PER MUSEI. IL MUSEO QUALE AMBIENTE DA ESPLORARE, SCOPRIRE, FREQUENTARE PER INCONTRARE ALCUNI ARTISTI E CONOSCERE LA LORO STORIA

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni Generali Ideato e realizzato

Dettagli

Presentazione attività

Presentazione attività Il re dei Confini - a cura di Alessandro Carboni L'arte, il paesaggio e l'architettura per bambini Presentazione attività Il Re dei confini è un progetto che promuove attività per bambini sull arte, l

Dettagli

Felice Età FINALITA :

Felice Età FINALITA : Felice Età L Organizzazione Mondiale della Sanità ha adottato il termine Invecchiamento Attivo, per esprimere un concetto d invecchiamento che ottimizza le possibilità di salute, partecipazione e sicurezza,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ZANON

ISTITUTO TECNICO ZANON SCUOLA APERTA sabato 23 novembre 2013 sabato 7 dicembre 2013 sabato 25 gennaio 2014 ore 15.00 18.00 www.itzanon.gov.it ISTITUTO TECNICO ZANON DAL 1866 LA SCUOLA DELL INNOVAZIONE UDINE - P.le Cavedalis,

Dettagli

Corso di Laurea in Storia e conservazione dei beni artistici e archeologici

Corso di Laurea in Storia e conservazione dei beni artistici e archeologici Corso di Laurea in Storia e conservazione dei beni artistici e archeologici Presidente: Luigi Spezzaferro Segretario: Maria Filosa Ubicazione: Ponte P.Bucci, cubo 21b, Arcavacata di Rende (CS) Telefono:

Dettagli

Roma, Auditorium Parco della Musica, 20.21.22 maggio 2011

Roma, Auditorium Parco della Musica, 20.21.22 maggio 2011 Paesaggio, giardinaggio, design e architettura si incontrano per individuare e proporre soluzioni pratiche ed estetiche in linea con le più avanzate esigenze ecologiche. Roma, Auditorium Parco della Musica,

Dettagli

Scuola Primaria LABORATORIO DI EDUCAZIONE ALL IMMAGINE

Scuola Primaria LABORATORIO DI EDUCAZIONE ALL IMMAGINE Scuola dell Infanzia MOSTRA DEI LAVORI Scuola Primaria LABORATORIO DI EDUCAZIONE ALL IMMAGINE Scuola Primaria LABORATORIO DI EDUCAZIONE TEATRALE Scuola Secondaria di 1 grado LABORATORI DI ITALIANO E MUSICA

Dettagli

PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE

PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE Il Sito Espositivo 2 Padiglione Italia: Palazzo Italia e Cardo Il cuore del Sito Espositivo 3 Padiglione Italia:

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!)

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) Il valore della lettura Scriveva Gianni Rodari, "il verbo leggere non sopporta l'imperativo". Ed è in effetti impossibile obbligare qualcuno a leggere con

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

CV MARCO BAZZINI INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Firenze, 21 aprile 2013

CV MARCO BAZZINI INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Firenze, 21 aprile 2013 Firenze, 21 aprile 2013 CV MARCO BAZZINI INFORMAZIONI PERSONALI Nome BAZZINI MARCO Indirizzo 389, via Santomoro, 51100, Pistoia, Italia Telefono +39 0573 430006 348 7629296 Fax E-mail m.bazzini@centropecci.it

Dettagli

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie Associazione Agenzia Arcipelago Onlus Comune di Campodimele Festival internazionale della fiaba UN PAESE INCANTATO VIII edizione 2016 (diretto da Giuseppe ERRICO) Racconti fiabeschi, mostre, laboratori

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA 34 REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 15/I93197/2003 P.G. NELLA SEDUTA DEL 02/02/2004 Art. 1 Premessa Il presente regolamento

Dettagli

MICHAEL italiano nel contesto europeo

MICHAEL italiano nel contesto europeo MICHAEL e le politiche locali MICHAEL italiano nel contesto europeo Rossella Caffo MICHAEL Multilingual Inventory of Cultural Heritage in Europe Finalità: Lanciare un servizio in linea che promuova il

Dettagli

Scheda N. 347. museo DEFINIZIONE : Deposito Museale. Comune Oppeano Frazione Localita Via Roma 13

Scheda N. 347. museo DEFINIZIONE : Deposito Museale. Comune Oppeano Frazione Localita Via Roma 13 Scheda N. 347 Deposito Museale archeologico Destinazione Attuale : Deposito Museale di Oppeano Comune Oppeano Localita Via Roma 13 Datazione Unico ambiente ubicato all'interno della Biblioteca comunale

Dettagli

PICENTINI IN LUCE. Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley

PICENTINI IN LUCE. Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley PICENTINI IN LUCE Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley Seminario di studio per insegnanti ed operatori culturali Laboratori didattici per

Dettagli

OGGETTO: interrogazioni con risposta scritta prot. n. 125339/10 e prot. n. 7673/11 sul Museo del Risorgimento

OGGETTO: interrogazioni con risposta scritta prot. n. 125339/10 e prot. n. 7673/11 sul Museo del Risorgimento L' Assessore alla Cultura, Turismo e Promozione della città Data 4 aprile 2011 Prot. n. PG 39623 Al Consigliere Comunale Michele Barcaiuolo Gruppo Consigliare PDL c/o Ufficio Supporto Attività Consigliari

Dettagli

e v e n t i - f o r m a z i o n e - m a n a g e m e n t Arte2o - Associazione Culturale Scuola di Musica del Liceo Visconti

e v e n t i - f o r m a z i o n e - m a n a g e m e n t Arte2o - Associazione Culturale Scuola di Musica del Liceo Visconti e v e n t i - f o r m a z i o n e - m a n a g e m e n t Arte2o - Associazione Culturale Scuola di Musica del Liceo Visconti La Scuola di musica del Liceo Visconti, realizzata in collaborazione con l associazione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO. ATTiVITà didattica

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO. ATTiVITà didattica ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO ATTiVITà didattica MUSEo del tessuto Con i suoi 3.600 mq di superficie espositiva, il Museo del Tessuto è il più dinamico centro culturale d Italia

Dettagli

PROGRAMMA architetti e imprese al Mart : i prodotti e la pubblicità

PROGRAMMA architetti e imprese al Mart : i prodotti e la pubblicità PROGRAMMA architetti e imprese al Mart : i prodotti e la pubblicità Ore 15.30 Apertura al pubblico della sala consultazione e del deposito dell Archivio del 900, con visita guidata ai materiali esposti

Dettagli

Venerdì 16 dicembre alle ore 17.30

Venerdì 16 dicembre alle ore 17.30 ARCIDIOCESI DI BOLOGNA C.S.G. - UFFICIO STAMPA - Via Altabella, 8 40126 BOLOGNA Tel. 051/64.80.765 - Fax 051/23.52.07 E-mail press@bologna.chiesacattolica.it Data: 12 dicembre '11 N di pagine (compreso

Dettagli

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore Premessa Il Museo Palazzo Corte Metto (ex Museo della Flora, Fauna e Mineralogia) farà parte della costituenda rete museale

Dettagli

SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA

SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA LA FONDAZIONE CINEMA PER ROMA La Fondazione Cinema per Roma è nata nel 2007 nella convinzione che la cultura costituisca

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2655 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GASPARINI, CASATI, CIMBRO, COVA, FIANO, LAFORGIA, MAL- PEZZI, MARZANO, MAURI, PELUFFO, PICCOLI

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Premessa Il MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE di Schilpario successivamente indicato solamente come MUSEO ETNOGRAFICO

Dettagli

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura GALLERIA SABAUDA Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura Si propone un'esperienza introduttiva alla realtà del museo e un approccio alle opere d arte come immagini e come prodotti materiali.

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

Iniziative Didattiche del Museo del Risparmio di Torino

Iniziative Didattiche del Museo del Risparmio di Torino Iniziative Didattiche del Museo del Risparmio di Torino Il Museo del Risparmio di Torino è un luogo unico, innovativo e divertente in cui bambini, ragazzi e adulti possono avvicinarsi ai temi del risparmio

Dettagli

VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO

VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO PROPOSTA DI PROGETTO DIDATTICO Anno scolastico 2014/2015 VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO (PROPOSTA INTERATTIVA SCUOLA-TERRITORIO ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DIRETTA DEI MONUMENTI ) Discipline: Storia/Arte

Dettagli

Art Stories, Castello Sforzesco, il ponte levatoio

Art Stories, Castello Sforzesco, il ponte levatoio Art Stories, Castello Sforzesco, il ponte levatoio Viaggiare in Italia Il 60% dei beni culturali e artistici del pianeta è in Italia. Ma affrontare questa ricchezza non è sempre facile, soprattutto per

Dettagli

Seminario per archivisti d imprese della moda. 23-24-25 ottobre 2014

Seminario per archivisti d imprese della moda. 23-24-25 ottobre 2014 Seminario per archivisti d imprese della moda 23-24-25 ottobre 2014 Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica Anna Maria Enriques Agnoletti dell Archivio di Stato di Firenze Viale Giovine Italia

Dettagli

PREPARATE IL VOSTRO GRANDE EVENTO

PREPARATE IL VOSTRO GRANDE EVENTO PREPARATE IL VOSTRO GRANDE EVENTO L Arte Vi Accoglie I l Museo Diocesano di Napoli è collocato all interno dell edificio Sacro Seicentesco Donnaregina Nuova. L edificio di rara preziosità rappresenta un

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

Davvero! Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna

Davvero! Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Davvero! La Pompei di fine '800 nella pittura di Luigi Bazzani Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Dal 29 marzo al 26 maggio

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron REGIONE PIEMONTE Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron PROVINCIA DI BIELLA Ricetto - Uno dei borghi più belli d Italia Centro Documentazione Ricetti Ricetto di Candelo (BI) Piano di Programmazione:

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

Ravenna, con l infanzia, capitale della cultura Mirella Borghi. U.O. Progetti e Qualificazione Pedagogica - Istituzione Istruzione e Infanzia

Ravenna, con l infanzia, capitale della cultura Mirella Borghi. U.O. Progetti e Qualificazione Pedagogica - Istituzione Istruzione e Infanzia Ravenna, con l infanzia, capitale della cultura Mirella Borghi U.O. Progetti e Qualificazione Pedagogica - Istituzione Istruzione e Infanzia Numerose attività nella nostra città a favore dell infanzia

Dettagli

venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 12, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria

venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 12, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria Il Soprintendente per i Beni Archeologici della Calabria Simonetta Bonomi presenterà venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 12, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria

Dettagli

ARTECULTURATERRITORIO VISITE E LABORATORI GRATUITI PER LE SCUOLE. La collezione di opere d arte della Fondazione Livorno ANNO SCOLASTICO 2014/15

ARTECULTURATERRITORIO VISITE E LABORATORI GRATUITI PER LE SCUOLE. La collezione di opere d arte della Fondazione Livorno ANNO SCOLASTICO 2014/15 ARTECULTURATERRITORIO La collezione di opere d arte della Fondazione Livorno VISITE E LABORATORI GRATUITI PER LE SCUOLE ANNO SCOLASTICO 2014/15 L OFFERTA DIDATTICA La Fondazione in collaborazione con la

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO Organizzato da Museo del Novecento Ad Artem, concessionario servizi educativi Museo del Novecento In collaborazione con Casa editrice Il Castoro

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

Francesca Velani. Direttore del progetto Vicepresidente Promo PA Fondazione

Francesca Velani. Direttore del progetto Vicepresidente Promo PA Fondazione Francesca Velani Direttore del progetto Vicepresidente Promo PA Fondazione L Archivio di Lido di Camaiore L Archivio di Lido di Camaiore conserva la memoria del Maestro Galileo (Firenze, 1873-1956) attraverso

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

La Biblioteca Comunale di Como

La Biblioteca Comunale di Como La Biblioteca Comunale di Como Progetto Alternanza scuola-lavoro Liceo Classico Alessandro Volta 23 gennaio 8 febbraio 2012 Classe II^ F studenti: Elena Guerci, Martina Morreale Biblioteca Comunale di

Dettagli

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti L 1 r C d P p S i d M m I m S n L ATENEO DI MODENA E REGGIO EMILIA 12 Facoltà, 31 Dipartimenti, quasi 19.000 iscritti ai soli corsi di studio, un numero

Dettagli

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Edizione 2010 L edizione 2010 del progetto Magia dell Opera Il progetto didattico Magia dell

Dettagli

PIMOFF - Progetto Scuole

PIMOFF - Progetto Scuole PIMOFF - Progetto Scuole Per la stagione 2015/16 il PimOff continua a portare il teatro contemporaneo nelle scuole per far conoscere agli studenti i suoi principali protagonisti (attori, registi, tecnici,

Dettagli

Progetto di Adeguamento Architettonico della Biblioteca Laudense

Progetto di Adeguamento Architettonico della Biblioteca Laudense Progetto di Adeguamento Architettonico della Biblioteca Laudense Relazione Tecnica Interventi di progettazione dell allestimento degli spazi interni dell edificio ex-convento di San Filippo, destinato

Dettagli

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI STORICO-ARTISTICI DIPARTIMENTO DELLE ARTI VISIVE, PERFORMATIVE E MEDIALI PRESENTAZIONE La Scuola di Specializzazione in Beni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

LINGUE E CULTURE MODERNE

LINGUE E CULTURE MODERNE CORSO DI LAUREA TRIENNALE LINGUE E CULTURE MODERNE Classe di Laurea L 11 DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE, POLITICHE E DELLE LINGUE MODERNE PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.ssa Benedetta Papasogli

Dettagli

Il Centro Internazionale di Studi sull Emigrazione Italiana di Genova

Il Centro Internazionale di Studi sull Emigrazione Italiana di Genova Il Centro Internazionale di Studi sull Emigrazione Italiana di Genova di Silvia Martini Responsabile iniziative Emigrazione Autorità Portuale di Genova 43 Il progetto Per recuperare e valorizzare la memoria

Dettagli

Lingua e Storia dell'arte

Lingua e Storia dell'arte Lingua e Storia dell'arte Una completa immersione nella lingua italiana, nell'arte, nella storia e nella cultura italiana Il corso completo si articola in due settimane: la prima sarà dedicata al Medioevo,

Dettagli

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Andare a scuola Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Gabriele De Micheli Corso di Laurea Magistrale in Progettazione architettonica

Dettagli

Roma, marzo 2015. Roma, 9 marzo 2015. Zétema Progetto Cultura. Dott.ssa Roberta Biglino

Roma, marzo 2015. Roma, 9 marzo 2015. Zétema Progetto Cultura. Dott.ssa Roberta Biglino Roma, 9 marzo 2015 Zétema Progetto Cultura Dott.ssa Roberta Biglino 1 Un azienda multiservizi La Società opera in più aree strategiche e agisce in una logica di integrazione, specializzazione e coordinamento:

Dettagli

PROGETTO LINGUE. a cura di Francesca Diambrini. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

PROGETTO LINGUE. a cura di Francesca Diambrini. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca 1 PROGETTO LINGUE a cura di Francesca Diambrini Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia Romagna Direzione Generale Centro Servizi Amministrativi

Dettagli

UN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLA STORIA

UN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLA STORIA MAV IN FAMIGLIA UN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLA STORIA Il Mav è un museo in cui adulti e bambini possono comprendere, apprendere e meravigliarsi insieme. È il luogo da cui partire per un viaggio nella storia,

Dettagli

GIOCARE. nel museo. laboratori per bambini a cura di

GIOCARE. nel museo. laboratori per bambini a cura di GIOCARE in biblioteca nel museo a scuola laboratori per bambini a cura di libro ci vuole un albero Giocare con il frottage La pelle del mondo è stata indagata da artisti e scienziati. Marx Ernst, pittore

Dettagli

Lunaria cooperativa sociale

Lunaria cooperativa sociale Al Dirigente scolastico Oggetto: Progetto Il teatrino di Lunaria - Spettacolo La favola di Frya La Cooperativa sociale Lunaria nell ambito del progetto Il teatrino di Lunaria ha costituito una compagnia

Dettagli

30 Ottobre 2009. Rassegna Stampa. a cura dell Infopoint del Consiglio Regionale della Puglia

30 Ottobre 2009. Rassegna Stampa. a cura dell Infopoint del Consiglio Regionale della Puglia 30 Ottobre 2009 Rassegna Stampa a cura dell Infopoint del Consiglio Regionale della Puglia 4 Novembre 2009 Estratto da pag. 11 2 Novembre 2009 Estratto da www.puglialibre.it Q U A T T R O L I B R I D E

Dettagli

L INTERNATIONAL SCHOOL OF MILAN APRE LE PORTE AL FUTURO

L INTERNATIONAL SCHOOL OF MILAN APRE LE PORTE AL FUTURO Rassegna stampa L INTERNATIONAL SCHOOL OF MILAN APRE LE PORTE AL FUTURO Un percorso scolastico internazionale completo, dai 2 anni e mezzo ai 18 anni, nel più grande campus internazionale di Milano, una

Dettagli

Per L innovazione di arti e mestieri Officina Contemporanea

Per L innovazione di arti e mestieri Officina Contemporanea Per L innovazione di arti e mestieri Officina Contemporanea Mostra Pinuccio ACQUA Sciola, E Pietre PIETRA Sonore sensi combinati dal design Veronafiere PALAEXPO Cittadella di Marmo Arte Cultura, 15 Settembre

Dettagli

www.cittainvisibili.org

www.cittainvisibili.org Iniziativa realizzata in collaborazione con Vice Presidenza e Assessorato alla Cultura Regione del Veneto www.cittainvisibili.org Presentazione «Vola solo chi osa farlo» Luis Sepúlveda Città Invisibili

Dettagli