Fondazione Querini Stampalia onlus. Bilancio di missione 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondazione Querini Stampalia onlus. Bilancio di missione 2013"

Transcript

1 Fondazione Querini Stampalia onlus Bilancio di missione

2 2.905 prestiti contatti sul sito 840 follower su twitter 314 giorni di apertura Museo 100 visite guidate 106 volontari volumi consultati lettori 290 giorni di apertura Biblioteca 231 accessi giornalieri in Biblioteca bambini e genitori per le attività educative mi piace su facebook 2 3

3 Indice Missione Lettera del Presidente Lettera del Direttore Assetto organizzativo Palazzo sede Gestione delle collezioni Tutela Incremento Fruizione Valorizzazione Progetti speciali Eventi ospitati Bilancio e risorse Comunicazione e promozione Sostenitori 4 5

4 Missione Con il suo testamento Giovanni Querini Stampalia nel 1868 fonda un istituzione a cui affida il compito di promuovere il culto dei buoni studj e delle utili discipline. Questa resta ancor oggi la missione della Fondazione, che ha nella formazione e nello sviluppo dell individuo il suo principale obiettivo. Un luogo aperto al confronto, una piazza del sapere, dell incontro fra culture, di crescita personale e di diffusione della conoscenza. 6 7

5 Lettera del Presidente È bello stare qui. Sembra una casa abitata, più che un museo. È vivo. Grazie a quanti con il loro impegno rendono possibile tutto questo. Impressioni dal registro dei visitatori del 2013: poche righe, uscite di getto, sul punto di andarsene, abbracciano quasi un secolo e mezzo di storia laboriosa, di cure ininterrotte. Nata nel 1869 per lascito del conte Giovanni, la Querini Stampalia è quasi coetanea dell Italia del Risorgimento; ha attraversato due Guerre Mondiali; ha accompagnato Venezia in passaggi drammatici, nei momenti di confronto, di contrasto, di crescita di una comunità sempre più consapevole; leggendo i segni dei tempi; dando, con la sua Biblioteca, le collezioni del Museo, le molteplici iniziative di cultura, un apporto significativo alla formazione dei giovani e al dibattito non solo cittadino. È diventata grande ed è viva. La sua missione, declinata nel presente, resta quella che aveva immaginato l ultimo Querini nel testamento: promuovere il culto dei buoni studj e delle utili discipline. Nel 2013 la Fondazione ha concluso, con la riorganizzazione dell ingresso, il piano di adeguamento della sede, intrapreso due decenni or sono con paziente tenacia su progetto di Mario Botta; riqualificazione necessaria per lo sviluppo delle attività istituzionali e manifesto dell antica modernità della Querini. 8 9 È stato anche l anno del riconquistato prolungamento a mezzanotte dell orario della Biblioteca, nello spirito del fondatore; dell avvio dello spazio bimbi Casa Macchietta ; della riapertura della Caffetteria. Quest'ultima, insieme al Bookshop, al giardino, ai sedili in pietra aggiunti ai piedi

6 del ponte, in Campo Santa Maria Formosa, restituisce al complesso un servizio e un luogo di convivialità. La Querini Stampalia è più viva che mai: lo è per la dedizione del personale, affiancato da un volontariato generoso, che concorre a mitigare in misura notevole l effetto dei tagli; per le donazioni di privati; per il sostegno essenziale dello Stato e di quello, benché drasticamente ridimensionato, del Comune di Venezia e della Regione del Veneto. In questo frangente di crisi, le severe economie messe in atto faticano a compensare la contrazione di contributi pubblici, i consistenti crediti non riscossi, la difficoltà di trovare sponsorizzazioni. Il programma di ulteriori alienazioni di parte dei beni fondiari che furono dei Querini, intacca il patrimonio originario, senza essere risolutivo di un indebitamento che tende a farsi strutturale, salvo un inversione di tendenza nelle politiche culturali generali e locali. Un particolare ringraziamento desidero esprimere allo Studio Danesin che ha generosamente contribuito alla stampa della presente pubblicazione. Il Consiglio di Presidenza esprime gratitudine a coloro che continuano ad amare, frequentare, appoggiare la Fondazione Querini Stampalia di Venezia e non dispera di consegnarla a un futuro ancora abitato da libertà di pensiero, creatività, bellezza. Marino Cortese 10 11

7 Lettera del Direttore Le linee di lavoro su cui si è impegnata la Fondazione nel 2013 sono molteplici ma ben definite: le attività di tutela e al contempo strategie di sviluppo per elevati livelli di fruizione e valorizzazione. La conclusione della ristrutturazione del complesso sede della Fondazione è stata una delle principali e più importanti linee di azione perseguite, non solo per la valenza architettonica e culturale ma anche per la significanza politica e sociale: finché la Querini Stampalia e le altre istituzioni culturali cittadine rimangono aperte, vivaci, propositive, Venezia può sperare di rimanere città. Anche in quest ottica l attività dell istituto è stata molto rilevante nel iniziative organizzate, 314 giorni di apertura, un incremento di presenze del 9,4% raccontano una istituzione dinamica nonostante la carenza di adeguate risorse economiche che limita fortemente la realizzazione di progetti capaci di futuro. Un futuro che la Fondazione persegue da oltre 145 anni come centro di studio, di formazione e di ricerca sia sul fronte delle collezioni antiche che della contemporaneità Grande attenzione si sta prestando allo studio e alla promozione di preziosi e sconosciuti (o poco conosciuti) tesori delle collezioni della Fondazione. Significativa in questo senso la mostra Navi, squeri e traghetti da Jacopo de Barbari con straordinarie testimonianze dal fondo antico della Biblioteca, C era una volta una malvasia? Una Venezia inedita sotto la Querini Stampalia, presentazione dei reperti archeologici trovati duranti gli scavi per il nuovo auditorium di Mario Botta, Vox Venetica, la digitalizzazione e catalogazione di oltre documenti stampati tra il XVII e il XX secolo a Venezia, messi a disposizione del pubblico attraverso Internet Culturale.

8 Lettera del Direttore Innovativo il progetto pluriennale con il Museo Aurora di Shanghai e importanti le collaborazioni con la Galleria Maggiore di Bologna, Studio la Città, la Fondazione Luciano Benetton e la Galleria Massimo Minini che hanno animato il periodo della 55. Esposizione Internazione d Arte con significativi contributi culturali e finanziari. Per quanto riguarda letteratura e musica, significative le partecipazioni della Fondazione a Incroci di Civiltà, festival della letteratura, organizzato dal Comune di Venezia e dall Università Ca Foscari, la collaborazione con l Università di Firenze e il Centro Studi Aldo Palazzeschi per Omaggio di Poesia, le letture in giardino, i corsi di lettura animata e l avvio di un gruppo di lettura per adulti che hanno suggerito approcci diversi al libro, al racconto e all uso della biblioteca. Straordinario il programma di Venti Nuovi, organizzato con il Laboratorio Novamusica. Artisti di rilevanza internazionale hanno proposto concerti, conferenze, laboratori didattici che hanno coinvolto il Conservatorio di Musica Benedetto Marcello e le scuole elementari veneziane. L attenzione per le giovani famiglie e nuove modalità di pensare al servizio di Museo e Biblioteca hanno determinato l apertura di Casa Macchietta, uno spazio per bimbi da 3 a 6 anni, animato da operatori multilingue. Intensificata la promozione e l uso dei social network che stanno cambiando il modo di promuovere e visitare le collezioni, attraendo un pubblico diverso e più giovane. 14 La Biblioteca, grazie alla collaborazione con l Associazione Nazionale Carabinieri ha riaperto sino a mezzanotte mentre un piccolo gruppo di appassionati volontari garantisce la manutenzione e il piccolo restauro delle legature dei volumi a scaffale aperto. 15

9 Lettera del Direttore L Auser contribuisce al ricolloco dei materiali consultati e alla fruizione delle proposte culturali della Fondazione. Attivata anche la collaborazione con l Associazione Vortice che gestisce il Teatro Fondamenta Nuove e l Associazione Emù per Da libro nasce libro: un circuito virtuoso che trasforma volumi doppi in nuove acquisizioni della Biblioteca. Il progetto sulla Multiculturalità ha visto il coinvolgimento di insegnanti e studenti delle scuole superiori del Comune di Venezia e il contributo di due unità del servizio civile. Molto importanti, anche per recuperare risorse, i lavori di razionalizzazione e riordino dei depositi librari che hanno visto la movimentazione di oltre 3500 metri lineari di libri. È stato rivisto e attualizzato tecnologicamente l ingresso e il wifi della Biblioteca e moltissime sono state le donazioni di volumi antichi e moderni. L apertura del Museo è stata consentita da un numeroso e appassionato gruppo di volontari provenienti dal gruppo degli Amici della Querini Stampalia, dall Ekos Club e dall Associazione Nazionale Carabinieri, che hanno consentito anche l organizzazione di attività in Museo quali Drops of Art, lezioni di storia dell arte in lingua, Art Night e il Carnevale con visite speciali guidate alle collezioni. Otto le opere d arte donate da grandi artisti nell ambito del progetto Conservare il futuro oltre ad un servizio di sessanta pezzi di vetro di Murano della seconda metà dell Ottocento, un alabastro calcareo egiziano di rara fattura, due candelabri e una tazzina da caffè della manifattura Meissen della seconda metà del XVIII secolo Dopo un accurato restauro, sono stati restituiti alle sale

10 Lettera del Direttore del secondo piano cinque orologi sette-ottocenteschi che con il loro ticchettio e il suono dell ora rendono ancor più coinvolgente la visita al Museo. Tomaso Montanari scrive: Siamo abituati a calcolare con grande attenzione il ritorno di ogni nostro investimento:... oggi dobbiamo decidere se rimanere umani e civili è un ritorno sufficiente. La sofferta determinazione della Fondazione Querini Stampalia a promuovere il culto dei buoni studj e delle utili discipline merita un futuro? Noi pensiamo di sì. Un sentito grazie a tutti quanti, in vario modo hanno condiviso con noi l obiettivo di perseguire la missione affidataci da Giovanni Querini. Uno speciale ringraziamento ai membri del Consiglio di Presidenza e a tutto il personale dipendente per la dedizione e amorevole partecipazione. Marigusta Lazzari 18 19

11 Assetto organizzativo 20 21

12 Assetto organizzativo Consiglio di Presidenza Il Consiglio di Presidenza sovrintende e amministra la Fondazione, così nel patrimonio fruttifero come nel patrimonio artistico. È composto di cinque membri, due dei quali nominati fra i soci effettivi dell Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, gli altri due nominati rispettivamente dal Comune di Venezia e dalla Provincia di Venezia. Il Consiglio così costituito sceglie un quinto membro fra le personalità segnalate da importanti istituzioni culturali venete. Il Consiglio elegge al suo interno il Presidente. Il Consiglio di Presidenza ha facoltà di cooptare i rappresentanti di quegli enti che, con un contributo non inferiore alla settima parte della spesa ordinaria della Fondazione, per un quinquennio si impegnino a sostenerla economicamente. Questi non possono superare il numero di due. Il Collegio dei Revisori dei Conti è costituito da due membri nominati dall Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti che, per volontà testamentaria, è anche l ente tutore che approva bilanci e atti del patrimonio della Fondazione. Il Presidente, i Consiglieri e i Revisori dei Conti prestano la loro opera gratuitamente. Presidente Marino Cortese Vice Presidente Antonio Foscari Consiglieri Radames Biondo Giovanni Castellani Irene Favaretto Revisori dei Conti Roberto Parro Giancarlo Tomasin Ente Tutore Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti Gian Antonio Danieli, Presidente 22 23

13 Assetto organizzativo Dipendenti Direttore Marigusta Lazzari Segreteria di presidenza e direzione Lucia Marina Broccato Biblioteca Cristina Celegon Marcellino Busato Barbara Colli Neda Furlan Angela Munari Barbara Poli Anna Francesca Valcanover Museo Babet Trevisan 1 Elisabetta Dal Carlo Margherita Korcz 2 Manifestazioni culturali Dora De Diana 3 Tiziana Bottecchia 4 Sara Breviglieri 2 Angelo Mini 4 Marta Savaris 4 Amministrazione e patrimonio Federico Acerboni Andrea Bellemo Massimo Donaggio 1 Barbara Rossi 4, 5 Collaboratori professionali Curatore per l arte contemporanea Chiara Bertola Assistenza tecnica Alessandro Marinello Assistenza informatica Esa Service 2 Alvise Rabitti 1 Giovanni Rosa 1 Ufficio stampa Sara Bossi Consulenza grafica Camuffo Lab Consulenza legale Studio Forlati Minelli Rizzi e associati Consulenza del lavoro Studio Bonet Lepschy e associati Consulenza fiscale e tributaria Studio S.A.I. Consulenza agraria Studio Associato Ferrarini e Pitteri Studio Tecnico Associato TreC Consulenza in materia di sicurezza Gregorio Mastrangelo Operatori didattici Associazione Il Cavaliere Azzurro Barchetta Blu Collaboratori a progetto Giulia Bellinetti Pasquale Ler Jessica Soprana Stagisti e volontari Helena Gel Moreno Riccardo Ravegnani Jessica Santoni Luna Zanella Servizio Civile Lucia Patano Maria Laura Romano Appalti di Servizi Antincendi Mare e Terra Sas Auclean Srl Caffè Letterario Srl Civis Spa CoopCulture Esa Service Srl Fiel Spa KB Servizi Laguna Fiorita Srl Serenissima Vigilanza Privata Soc. Coop. Spazio Luce Snc 1. presta servizio anche per le attività di conservazione e manutenzione del palazzo sede 2. da marzo a ottobre presta servizio anche per le attività dei servizi educativi presta servizio in sostituzione, anche per l ufficio segreteria di presidenza e direzione 5. presta servizio anche per l ufficio comunicazione e promozione fino al 30 giugno dal 30 giugno 2013

14 Palazzo sede 26 27

15 28 29

16 Palazzo sede Palazzo Querini Stampalia si trova nel cuore del centro storico della città, a pochi minuti da Rialto e da Piazza San Marco. La facciata storica, arricchita nel 2000 dall installazione al neon di Joseph Kosuth, costeggia il Rio di Santa Maria Formosa e ne segue l andamento. I primi documenti che attestano un cantiere dei Querini in questa zona della città risalgono al 1514 e da allora il Palazzo ha conosciuto continui ampliamenti e riqualificazioni. Riconosciuto nel 1911 dal Municipio di Venezia e nel 1955 dal Ministero della Pubblica Istruzione come edificio monumentale di interesse storico-artistico, dalla fine degli anni cinquanta del Novecento ad oggi è stato oggetto di importanti interventi di restauro e ammodernamento. Tre grandi architetti contemporanei: Carlo Scarpa, Valeriano Pastor e Mario Botta hanno valorizzato gli spazi dell antica dimora cinquecentesca trasformandola da dimora patrizia a luogo di produzione e fruizione della cultura. Sviluppato su quattro piani, al suo interno attualmente si trovano una Biblioteca, un Museo, aree per esposizioni temporanee, oltre ad un raffinato auditorium da 130 posti

17 La conclusione dei lavori di Mario Botta alla Fondazione Querini Stampalia Tra il 1964 e il 1969 Mario Botta studia architettura alla facoltà di Venezia, e passa le sue giornate nelle sale della Querini dove entra in contatto con Giuseppe Mazzariol, che diventa il suo relatore di laurea insieme a Carlo Scarpa. Memore di questi trascorsi, Botta, interpellato dalla Fondazione nel 1994, offre con entusiasmo il suo lavoro per portare avanti il progetto generale di riassetto del palazzo, iniziato da Scarpa e continuato nel tempo con gli interventi di Valeriano Pastor. Dopo il restauro conservativo della scala principale e il ripristino del terzo e del quarto piano, viene realizzato il completo riassetto del pianterreno, comprendente anche la piastra di servizi al pubblico con bookshop, caffetteria e una più funzionale riva d acqua. Ma è la nuova scala in pietra e struttura metallica il primo vero intervento caratterizzante il lavoro di Botta, seguito dal recupero della corte interna, trasformata in un foyer coperto da un grande lucernario e, successivamente, dall auditorium, aperto nell autunno del Destinato a conferenze e convegni, grazie al palco attrezzato, le cabine per la traduzione simultanea, la regia e 132 posti a sedere dotati di microfono per i dibattiti, l auditorium è diventato presto anche luogo ideale per letture teatrali, festival cinematografici o concerti di musica classica e contemporanea, grazie alla versatilità del palco e all eccellente acustica dell ambiente che ne fanno anche un ottimo studio di registrazione. Ultimo elemento del progetto bottiano, realizzato nel 2013, è il nuovo ingresso della Fondazione. L intervento ha comportato l installazione su Campo Santa Maria Formosa di un plateatico in lastre di pietra d Istria rullata, del tutto indipendenti dal selciato in masegni: la pietra infatti poggia su una struttura di supporto in acciaio. La pedana si prolunga verso il campo come una sorta d invito ad accedere al palazzo.

18 Il rivestimento del plateatico prosegue sul ponte in modo da preservare gli attuali gradini, deteriorati a causa del forte calpestio, lasciandoli comunque in vista sui bordi lungo il parapetto, soluzione già adottata da Carlo Scarpa sulla scala principale del palazzo. Varcato il ponte, si passa dalla vastità di Campo Santa Maria Formosa ad un atrio coperto, ma non riscaldato, che funge da filtro tra esterno ed interno, attraverso il quale si accede ad un ambiente, parzialmente a doppia altezza e coperto da un lucernario, che immette nel guardaroba e nella sala con la portineria di accoglienza. Le soluzioni architettoniche, già adottate negli altri spazi realizzati in precedenza, si ritrovano espresse qui contemporaneamente e conferiscono continuità al restauro. I materiali utilizzati sono i medesimi di tutto il piano terra; c è la lamiera microforata, nel soffitto e nel lungo serramento d ingresso; la regolarizzazione dei setti murari mediante pannelli di rivestimento dichiarati come aggiunta e di conseguenza reversibili, riquadrati da telai metallici indipendenti dalle pareti; il paziente lavorio con la luce naturale, che penetra attraverso i cancelli in acciaio tinteggiati di nero ad arco sul rio; l alternanza di ambiti compressi e ariosi, come l atrio con il velario rigonfio verso il basso, e l ingresso con la doppia altezza con un lucernario e una finestra a bifora in pietra d Istria. La nuova entrata, conclusa nel maggio 2013, diviene così una summa del lessico svelato nelle altre sale del pianterreno e suggella, con sobria eleganza, il ventennale lavoro di Mario Botta per la riqualificazione di Palazzo Querini Stampalia

19 Gestione delle collezioni 36 37

20 Gestione delle collezioni Le collezioni della Fondazione hanno origine dal lascito di Giovanni Querini Stampalia e sono composte dall archivio privato della famiglia, da manoscritti e libri a stampa provenienti dalla biblioteca della casa, da dipinti, sculture, arredi, tessuti, porcellane, medaglie e monete, incisioni e disegni. Raccolte che costituiscono una importante testimonianza degli interessi e delle vicende pubbliche e private di questa famiglia patrizia veneziana, e della produzione artistica e documentale della Repubblica Serenissima. L impegno costante della Fondazione fin dalle sue origini si è quindi esercitato nelle funzioni di tutela, fruizione e valorizzazione di quanto pervenutole dal fondatore, e di incremento del patrimonio storico-artistico attraverso acquisizioni, lasciti e donazioni

21 Gestione delle collezioni Tutela Patrimonio librario La Biblioteca conserva: volumi manoscritti 100 incunaboli edizioni del XVI secolo edizioni dal XVII al XIX secolo opuscoli incisioni 355 carte geografiche e mappali antichi 120 buste dell Archivio Privato La conservazione delle collezioni è tra i principali compiti della Fondazione. Questa attività è esercitata quotidianamente attraverso la catalogazione, la cura, la manutenzione e il restauro. Il Museo, l Archivio Storico della Fondazione, gli Archivi Giannina Piamonte e Mario Stefani sono stati riconosciuti dalla Regione del Veneto di interesse storico locale. Due importanti progetti sono stati conclusi nel corso dell anno: il restauro del nucleo di orologi setteottocenteschi di manifattura francese, e la catalogazione e digitalizzazione dei bandi e terminazioni editi dalla Repubblica di Venezia fra XV e XVIII secolo. Patrimonio museale Il Museo conserva: 473 dipinti 194 arredi d epoca 15 strumenti musicali 14 arazzi 4 globi 4 strumenti tecnico-scientifici 450 porcellane 20 pezzi di oreficeria 45 armi e modelli di armi 6 orologi 2538 monete e medaglie 161 disegni 64 sculture 4 installazioni di arte contemporanea 132 strumenti d uso domestico e personale 90 tessuti Catalogazione nuovi inventari nel catalogo collettivo del Polo SBN veneziano; di questi, sono relativi a materiale moderno e a materiale antico 100 manoscritti bandi e terminazioni XVII - XX secolo catalogati e digitalizzati Restauri legatura di 5 testate di quotidiani correnti per un totale di 60 volumi e di 9 volumi di monografie legatura di 100 volumi di monografie 5 orologi sette-ottocenteschi 40 41

22 Restauri Il Museo possiede un nucleo di orologi sette-ottocenteschi, una rara testimonianza dell abilità di orologiai, ebanisti, brunitori, incisori, fonditori del bronzo e pittori di quadranti. Si tratta, in prevalenza, di opere francesi che coprono l arco cronologico compreso tra il primo quarto del Settecento e il primo decennio dell Ottocento. Per rendere ancora più coinvolgente l atmosfera domestica del Museo, si è provveduto al restauro conservativo e alla rimessa a punto della meccanica dei manufatti, affinché, con il loro suono, accompagnino il visitatore alla scoperta di antiche sensazioni. Il lavoro è stato affidato alla ditta Open Care di Milano. Nei loro laboratori gli strumenti sono stati revisionati, restaurati e i meccanismi sono stati rimessi in funzione, dopo che i tecnici hanno ricostruito le parti mancanti e regolato il treno del tempo e della suoneria. Una volta rientrati in Fondazione, gli orologi sono stati esposti nelle sale del Museo e vengono caricati, controllati e regolati dal personale del Museo ogni giorno

23 Gestione delle collezioni Incremento Le politiche di acquisizione della Biblioteca e del Museo rispondono allo spirito del lascito testamentario e all attuale orientamento generale delle attività della Fondazione, volte alla formazione e allo sviluppo dell individuo attraverso l incontro dei diversi saperi. Anche quest anno piccole e grandi donazioni, degli artisti che hanno lasciato le loro opere quale segno dell incontro con l istituzione, e di persone che hanno deciso di mettere a disposizione di tutti oggetti preziosi e amati o collezioni librarie, rappresentano il segno dell affetto e del sostegno che da sempre accompagnano la vita della Fondazione. Acquisti 950 volumi 350 abbonamenti a periodici 20 quotidiani ogni giorno Donazioni 12 opere edite tra il XIX e XX secolo, dono di Marcella Bianchini 9 annate complete dal 1923 al 1931 di L illustrazione Italiana, dono di Giovanni Castellani 1 opera del 1648 Li cinque ordini di architettura et agiunta del ecc.mo m. Giacomo Barocio da Vignola con vn ragionamento alli architeti di m. Ottaviano Ridolfi intorno alla perfezione di tutti gli cinque ordeni di detta architetura con la noua agiunta di Michielangielo Bonarotta fiorentino, dono di Paolo Rosa Salva 1 servizio di cristallo di Murano fine XIX - inizi del XX secolo, Donazione Giulia Pini ed Enrico De Vecchi 2 candelieri della manifattura di Meissen, Donazione Giulia Pini ed Enrico De Vecchi 2 piattini e 1 tazzina della manifattura di Meissen, Donazione Giulia Pini ed Enrico De Vecchi 1 alabastro calcareo egiziano del 1889, dono di Donatella e Simonetta Colombo 1 frammento di tessuto persiano fine sec. XVI, dono di Settimia Arrighi 1 opera di Ilya e Emilia Kabakov, They are looking down, 1998, dono dell artista 1 opera di Giuseppe Caccavale, L Istituto di traduzione, 2013, dono dell artista 1 opera di Mona Hatoum, T42 (gold), 1999, dono dell artista 1 opera di Giulio Paolini, Elea, 2009, dono dell artista 1 opera di Georges Adéagbo, Maschere Punu del Gabon, 2008, dono della Galleria Frittelli Firenze 1 opera di Kiki Smith, Io (seated), 2005, dono dell artista 1 opera di Qiu Zhijie, Mappa della zoomorfologia domestica, 2013, dono dell artista 44 45

24 Donazioni di opere contemporanee alla Fondazione Querini Stampalia Nel 2013 il fondo di opere d arte contemporanea della Querini Stampalia si è arricchito di nuove donazioni da parte di artisti che hanno collaborato con la Fondazione nell ambito del progetto Conservare il Futuro. Georges Adéagbo, Giuseppe Caccavale, Mona Hatoum, Ilya&Emilia Kabakov, Giulio Paolini, Kiki Smith, Qiu Zhijie, in occasione della 55. Esposizione Internazionale d Arte, hanno donato al Museo una loro opera che, da giugno a novembre, è stata esposta accanto ai capolavori di arte antica del Museo e in dialogo con essi. Il loro nome si è aggiunto a quello di altri artisti che in precedenza hanno lasciato un proprio lavoro alla Querini. Dal 2000 infatti gli artisti sono stati invitati a presentare dei nuovi lavori in relazione con lo spazio e la storia della Fondazione e delle sue collezioni. Ne sono nate esposizioni sitespecific in dialogo con i luoghi e le opere antiche della dimoramuseo della famiglia Querini Stampalia. Ogni esposizione è il frutto di un confronto attento e consapevole con il patrimonio antico della Fondazione Querini Stampalia da parte degli artisti che si accostano ad esso con sensibilità e interesse, dimostrando di volta in volta di comprenderne inedite potenzialità da svelare e valorizzare. In molti casi, gli artisti scelgono di donare alla Fondazione Querini Stampalia una delle opere esposte, che diventa segno del loro incontro con l istituzione e testimonianza concreta del dialogo instaurato tra passato e presente. Gli artisti e le loro opere per la Querini Stampalia George Adéagbo, Maschere Punu del Gabon, 2008 Margarita Andreu, Interno 3 in verde, 2004 Stefano Arienti, Porte tagliafuoco, 2008 Giuseppe Caccavale, Istituto di traduzione, 2013 Elisabetta Di Maggio, Senza titolo Muro #5, 2004 Mona Hatoum, T42 (gold), 1999 Ilya&Emilia Kabakov, They are looking down, 1998 Joseph Kosuth, La materia dell ornamento, 1997; talentum/tolerare, 2000 Maria Morganti, Sedimentazione per la sala dell 800, 2008 Giulio Paolini, Elea, 2009 Remo Salvadori, Nel momento, 2005 Mariateresa Sartori, Il suono della lingua, 2008 Anita Sieff, Risonanze, 2010 Kiki Smith, Io (seated), 2005 Qiu Zhijie, Mappa della moorfologia domestica,

25 Caffetteria Gestione delle collezioni Fruizione Nel corso del 2013 la caffetteria della Fondazione ha cambiato gestione. Il 1 aprile ha aperto al pubblico il Caffè letterario. Panini, tramezzini, toast, primi piatti e insalatone, spremute, centrifughe e dolci fatti in casa hanno arricchito la proposta dedicata al pubblico giovane che frequenta la biblioteca e agli ospiti del Museo e delle mostre. Prezzi competitivi, agevolazioni e convenzioni speciali hanno permesso ai nuovi gestori di attirare una nuova ed affezionata clientela. Le proposte della Caffetteria, sin dalla sua riapertura, sono state caratterizzate dall utilizzo di prodotti freschi e di qualità, elaborati con fantasia e originalità con un servizio costantemente attento alle esigenze della variegata clientela. L arredo da giardino è stato rivisto e le sale sono state allestite con pannelli che illustrano e raccontano ironicamente la Fondazione con dati statistici e aneddoti. All innovazione e all ampliamento dei servizi la Fondazione ha sempre dedicato grande attenzione, consapevole della sua missione e con l obiettivo di migliorare la fruizione delle proprie collezioni. Il prestito personale, il punto di prestito presso l isola di Sant Erasmo e la consegna dei quotidiani in lingua araba, francese ed inglese, già esposti in Biblioteca, ai detenuti della Casa Circondariale Maschile Santa Maria Maggiore di Venezia, sono servizi oramai consolidati. Anche quest anno Museo e Biblioteca hanno potuto assicurare il primo l apertura al pubblico, la seconda il prolungamento fino alla mezzanotte, grazie al generoso coinvolgimento dei volontari appartenenti agli Amici della Querini Stampalia, all Ekos Club, all Auser, all Associazione Nazionale Carabinieri e al personale dipendente

26 Gestione delle collezioni I numeri della Biblioteca 950 mq al primo piano 700 mq deposito librario 385 mq servizi di accoglienza a piano terra 16 sale di lettura a scaffale aperto 180 posti a sedere 59 prestiti interbibliotecari prestiti personali 550 riviste dell emeroteca a scaffale aperto volumi a scaffale aperto 90 dvd VeneziaInCinema 20 quotidiani locali, nazionali e internazionali in consultazione 4 vetrine tematiche con proposte di lettura e approfondimento 8 computer per la navigazione internet gratuita 5 computer per la consultazione dei cataloghi navigazione internet gratuita in modalità wire-less con pc personali in tutte le sale di lettura 1 postazione informatica per portatori di disabilità visive lettori 2010 * ** ** *** nuove iscrizioni 2010 * ** giorni di apertura 2012 ** *** * ** ** *** *Tutti i servizi di Biblioteca, Museo e Attività Culturali sono stati sospesi dal 1 luglio al 26 agosto 2010 per la chiusura straordinaria della Fondazione **Dal 3 maggio 2011 riduzione dell orario di apertura della Biblioteca dalle 23 alle 22 ***Dal mese di marzo 2013 ripristino dell orario di apertura della Biblioteca fino alle 24

27 52 53

28 I numeri del Museo 830 mq al secondo piano 17 sale espositive 340 mq area scarpa 370 mq giardino e area scoperta 385 mq servizi di accoglienza a piano terra 204 arredi esposti 172 dipinti esposti 327 porcellane ed oggetti esposti visitatori giorni di apertura 2010 * ** ** * ** ** *Tutti i servizi di Biblioteca, Museo e Attività Culturali sono stati sospesi dal 1 luglio al 26 agosto 2010 per la chiusura straordinaria della Fondazione 54 **Dal 3 maggio 2011 riduzione dell orario di apertura del Museo dalle 19 alle 18 55

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Corso Programmare e progettare la biblioteca pubblica Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Angelo Marchesi con la collaborazione di Alessandro Agustoni e Giulia Villa Il contesto Vimercate

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

1 Configurazioni SOL per export SIBIB

1 Configurazioni SOL per export SIBIB Pag.1 di 7 1 Configurazioni SOL per export SIBIB Le configurazioni per l export dei dati verso SIBIB si trovano in: Amministrazione Sistema > Import-Export dati > Configurazioni. Tutte le configurazioni

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica DIREZIONE ARTISTICA ISMAEL IVO Choreografic Collision è un laboratorio di ricerca. È un percorso di formazione per stimolare

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore presenta E. Romano, Studio per Demetra e Kore, inchiostro su carta, 2015 La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore 26-28 giugno 2015 Masseria Bannata C.da Bannata, SS 117 bis, km 41 Enna www.pubblicazione.net

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org 48 Congresso Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors COMITATI Presidente del Congresso: Carlo Signorelli, Presidente Presidente Comitato organizzatore: Francesco Auxilia,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano Le piante producono alimenti, legno, carburante, tessuti, carta, fiori e l ossigeno che respiriamo! La vita

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Festival Fin da Piccoli Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita

Festival Fin da Piccoli Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita Festival Fin da Piccoli Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita Trieste, 4-6 settembre 2015 Il Comune di Trieste, il Centro per la Salute del Bambino Onlus (CSB) e il Gruppo Nazionale

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli