A ritrovarci insieme a Settembre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A ritrovarci insieme a Settembre"

Transcript

1 Redazione Corso L.Saraceni, 97 - Castrovillari Anno XIII Numero 23 - IN DISTRIBUZIONE sabato 27 giugno 2015 Questo periodico è associato all Unione Stampa Periodica Italiana INFO PUBBLICITA Redazione Commerciale A ritrovarci insieme a Settembre Lettera dal Postero Undici uomini dopo il ballottaggio A luglio in distribuzione il Magazine del Diario Castrovillari (Corso Luigi Saraceni) VENDITA Appartamento 2 e 3 piano 180 mq. circa: 9,5 vani catastali. Da ristrutturare. Annesso garage. euro Castrovillari (Via Isonzo) AFFITTO Grazioso miniappartamento 55 mq. circa pian terreno con ingresso autonomo: grande soggiorno con angolo cottura, bagno e camera da letto su soppalco. Riscaldamento autonomo. Recentemente ristrutturato ed arredato. euro 250/mese Castrovillari (trav. Via Roma) AFFITTO Appartamento secondo piano 55 mq. circa: 1 camera da letto, soggiorno/cucina, bagno, ripostiglio e riscaldamento autonomo. Recentemente ristrutturato ed arredato. euro 270/mese Castrovillari (Via G. Pace) VENDITA Casa indipendente ottimamente ristrutturata: 2 camere letto, cucina, soggiorno, bagno e garage. Riscaldamento autonomo. euro Castrovillari (Via delle Robinie) VENDITA Grazioso appartamento mansardato 85 mq: cucina, soggiorno, due camere da letto e bagno. Riscaldamento autonomo e caminetto. Completamente arredato. euro Castrovillari (zona centrale) VENDITA Appartamento primo piano 70 mq.: 1 camera da letto, soggiorno, cucina e bagno. Riscaldamento autonomo e piccolo locale deposito al piano terra. euro Castrovillari (trav. Viale del Lavoro) AFFITTO Appartamento secondo piano 100 mq. circa: 2 camere da letto, soggiorno/cucina e bagno. Riscaldamento autonomo. Recentemente ristrutturato ed arredato. euro 300/mese

2 Alla presenza del Sindaco, Domenico Lo Polito, nel pomeriggio di martedì 23 giugno, nel palazzo di città di Castrovillari, è avvenuto un sopralluogo congiunto, preliminare alla consegna dei lavori che avverrà tra qualche giorno per l ultimazione dell immobile dove entro la fine dell anno, ritorneranno gli uffici del Comune, oggi allocati a palazzo Gallo. Era presente la Ditta Magfin srl con uno dei direttori dei lavori, l ingegnere Giuseppe Ramundo, oltre agli ingegneri Francesco Giorgio e Pasquale Risoli del Settore Infrastrutture con altri dipendenti. Presto- ha dichiarato Lo Polito- il cuore della città riaccoglierà gli uffici dell ente. Lo storico palazzo rivivrà con le sue presenze. E questo un altro impegno che ci eravamo prefissati appena insediati. IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG.2 Anele: «Una città assente ha scelto di non votare il proprio sindaco» Sopralluogo nel Palazzo di Città Il Circolo Pd di Morano accoglie con gioia il sindaco Lo Polito «Abbiamo accolto con gioia sincera e soddisfazione l importante successo di Mimmo Lo Polito, rieletto Sindaco di Castrovillari, dopo l emozionante testa a testa dello spoglio delle schede di domenica sera che lo ha visto contrapposto allo sfidante Peppe Santagada. A Mimmo, al PD locale e a tutta la coalizione del Centro-Sinistra castrovillarese vanno i nostri complimenti per aver saputo gestire con stile pacato e con concretezza una difficile campagna elettorale, che noi stessi, dalla prima ora, abbiamo sempre seguito da vicino con sincero interesse e fiducia. Rivolgiamo al nuovo Sindaco ed all intera Castrovillari gli auguri per un futuro caratterizzato da serenità e successi amministrativi affinché la Città possa ripartire fortemente e riassumere quel ruolo di centralità che le compete per l intera area del Pollino e non solo. E importante riprendere il percorso interrotto e affrontare le serie problematiche in essere, dalla sanità - con la delicata situazione dell ospedale - al lavoro, dalla gestione dei rifiuti alla situazione finanziaria dell Ente. Siamo certi che il Sindaco e la nuova amministrazione sapranno intraprendere il giusto percorso per addivenire alle soluzioni necessarie». Il Circolo PD di Morano Calabro «Una delle più combattute e tristi campagne elettorale che ho vissuto, dove non c è stato nessun vincitore ma dove tutti siamo stati perdenti. Queste elezioni ci hanno consegnato una città oltre che divisa assente, il 50 per cento dei cittadini non ha sentito la necessità di votare e l altro 50% si è diviso a metà tra chi voleva il cambiamento e chi proponeva la continuità con le passate amministrazioni: risultato la città è governata da una minoranza del 25%. Oggi non si può festeggiare di certo una vittoria, né tantomeno chi andrà a governare potrà dire che ha vinto e rappresenta i cittadini di Castrovillari, quel 75% ha decretato una sfiducia bruciante. Il rancore e la rabbia che ha agitato questa campagna elettore per le amministrative di Castrovillari ha tracciato una linea di demarcazione difficile da ripianare, non basta annunciare: adesso deponiamo le armi, perché quelle armi restano lì pronte ad essere riesumate appena se ne presenta l occasione. È necessario ristabilire il sano confronto dialettico di una politica genuina, lontana dagli interessi dei singoli e delle lobby,ma che giorno per giorno si occupi dei problemi dei cittadini. Questo non vuol dire confondersi in un indistinto buonismo o governo di salute pubblica ma, nella differenza delle posizioni e delle idee, affrontare l emergenza politico sociale ed economica in cui è precipitata questa città. Siamo pronti e maturi per intraprendere questo cammino? Me lo auguro per il futuro della comunità di Castrovillari e del territorio tutto, perché la nostra città deve guardasi dentro ma con il pensiero rivolto lontano. A tutti buon lavoro, per quel rinascimento annunciato in campagna elettorale a cui è necessario tendere e spendersi perché Castrovillari se lo merita». Rosanna Anele L Altra Europa per Tsipras Comizio di ringraziamento del neo eletto sindaco Sabato (20 giugno), alle ore 20, piazza Matteotti era pronta ad accogliere il neo eletto sindaco di Castrovillari Mimmo Lo Polito che, proprio come alla vigilia del ballottaggio (contro Peppe Santagada ndr), ha scelto la centrale piazza della città per ringraziare con un breve comizio i cittadini e festeggiare la sua vittoria. Sulle note della canzone di Rino Gaetano E io ci sto, diventata quasi colonna sonora di un intera campagna elettorale, Lo Polito ha parlato ai presenti, dai gradini della villetta ormai ridotta al degrado, a sostituire il palco. Tanto l affetto dimostrato al primo cittadino, tanti gli auguri e tanta la curiosità di ascoltare i progetti della neo Amministrazione. «Abbiamo vinto di poco ha esordito Lo Polito. Ora il nostro compito è quello di pacificare la città. Io e il centrosinistra non cerchiamo rivincite, non abbiamo nemici, noi cerchiamo esclusivamente alleati. Le idee, da qualunque parte, se buone, saranno coltivate e portate a compimento». E sulla collaborazione di tutti insiste molto il primo cittadino. «Associazioni e cittadini saranno i benvenuti nella casa comunale. Creeremo nuove forme di partecipazione e i comitati di quartiere ne saranno un esempio. Le cose che non vanno possono essere corrette con buona volontà e senso di appartenenza». Una precisazione poi sulla sua futura squadra: «Non ho ancora deciso e lo faremo tutti insieme. C è bisogno di tante energie, di esperti», di quelli che Lo Polito chiama assessori senza portafoglio. Il neo sindaco passa, poi, ai suoi progetti, ambiziosi e a lungo termine come li definisce perché «l Amministrazione sarà l occasione per ricreare una nuova classe dirigente, una nuova idea di città, non solo commerciale e dei servizi, ma che abbia tutte le risorse per uno sviluppo endogeno. Una città aperta al territorio, senza il pennacchio di presunzione e superiorità». Attuazione del filo rosso, progetto Act (Ambiente, cultura e turismo), autonomia territoriale intesa in senso politico e sociale. E ovviamente ci sono le priorità: pulizia e decoro della città (rendendo noto che nei prossimi giorni verranno asfaltate le strade secondo una delibera dell agosto 2014), ospedale spoke, lavoro, con un occhio di riguardo alle fasce deboli. «Abbiamo il dovere morale ha detto Lo Polito di guardare alle nuove povertà. In questo momento difficile, di crisi economica, chi amministra deve fare rete con associazioni, Chiesa e Terzo settore, attuando il principio di solidarietà (chi ha di più deve dare di più ai soggetti svantaggiati e chi ha di meno deve pagare molto di meno). Il nostro atteggiamento sarà quello di favorire la risoluzione dei problemi, assistendo imprese, cittadini, persone in difficoltà. Si amministra a favore dei cittadini, non si amministra contro nessuno». A fine comizio il momento dei ringraziamenti, ai suoi 64 candidati, a tutti coloro che lo hanno sostenuto e, soprattutto, a chi lo ha votato, dandogli fiducia. Spazio poi ai festeggiamenti: tarantelle, fisarmonica, cibo, vino e vecchiaredde preparate dal centro sociale L Amicizia. Con l augurio che Castrovillari possa rialzarsi e che la seconda chance data al sindaco Lo Polito si concretizzi in progetti e azioni per il bene della città. Federica Grisolia (www.paese24.it) Tre domande al neo sindaco di Castrovillari Solo 11 voti di scarto. Come definisce la sua vittoria, anche alla luce dei risultati ottenuti dal centrosinistra a livello nazionale? E una vittoria piena perché non sono 11 voti, sono 4930 più 11 voti. Una vittoria importante maturata in condizioni difficili. Se vediamo il momento di disaffezione alla politica il 50% di affluenza alle urne, ottenuto in una sola giornata, è un buon risultato. Una vittoria legittima ed è una grande soddisfazione che il centrosinistra governerà ancora questa città. - Prevede un clima di collaborazione con la minoranza? Il problema è l atteggiamento. Per amministrare una città c è bisogno di tutti. Bisogna lavorare con la Minoranza come ho fatto io in passato per creare condizioni migliori di gestione amministrativa. Nel sistema democratico è previsto questo sistema ed è interesse di tutti amministrare bene. Quali saranno i punti di forza della giunta Lo Polito, alla luce della scorsa esperienza? Il coinvolgimento di tutte le forze che mi ha hanno sostenuto, di tutte le individualità e soprattutto il rinnovato clima delle associazioni che vogliono partecipare attivamente. f.g.

3 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 3 LETTERA DAL POSTERO Undici uomini dopo il ballottaggio Una nuova lettera dal futuro ci è giunta dal nostro Postero. La apriamo e leggiamo Fratelli d Italia Le conseguenze del voto di Castrovillari si sentirono subito a livello nazionale. Nella stessa notte tra Domenica e Lunedì, la giovane segretaria nazionale Meloni del partito Fratelli d Italia, quello dei Battaglia, euforica per il grande risultato di Francesco e di Leo, riunì la direzione nazionale per una decisione urgente, sicuramente destinata a dare smalto e visibilità al partito. La decisione fu unanime ed entusiasta: il partito si sarebbe chiamato Gemelli d Italia!! Direttore illustrissimo ed egregio, dal 2515 ti scrivo perché, leggendo le cronache del mese di giugno del 2015 relative alla vita politica della tua città, ho appreso cose inaudite e simpatiche che voglio riassumere. Il ballottaggio tra i due candidati sindaci ha decretato la vittoria di un certo Lo Polito su una beata, S. Agata o Santagata. Tutti i codici consultati da me sia nelle pagine delle biblioteche mondiali che sulle tracce digitali delle vostre face book, dicono che la vittoria c è stata per soli undici voti. Ebbé! Due anni e mezzo governa uno e due anni e mezzo l altro; che c è di più democratico? Il Lo Polito governa undici giorni in più e il santo o la santa undici giorni in meno. Ai miei tempi si fa così: il numero di voti diventa (facendo la proporzione) giorni di governo. E tutto più sereno, non ci sono né vincitori né vinti. Ho letto che il vincitore ha dichiarato con legittimo orgoglio che la sua è stata una grande vittoria, dopo una lunga e dura leobattaglia. Cicerone Lo sconfitto, da parte sua, ha ricordato ai suoi che hanno sbagliato a non tenere conto del suggerimento antico di Cicerone, un grande politico e avvocato dell antichità (collega dei due avvocati in ballottaggio), che raccomandava a tutti: Cicero pro loco sua!!. E così, la vittoria risicata ha fatto nascere, il lunedì dopo lo spoglio, lunghe file di persone davanti alle sedi dei due raggruppamenti. Davanti alla sede del vincitore, regolava l afflusso Leo, davanti alla sede dello sconfitto c era Francesco a disciplinare l accesso. Leo aveva le schede elettorali dello sconfitto e Francesco quelle del vincitore. Buh! Non ho capito quale fosse il loro raggruppamento preferito. Davanti alla sede di Santagada c era una fila chilometrica di elettori. Entravano in sede ad undici alla volta. Autoscuola Donato Medici in prima linea Ad ogni gruppo di undici, un dottore, alto, magro, con un lungo collo e una barba sale e pepe, camice bianco, munito di stetoscopio, fonendoscopio, microscopio, telescopio e caleidoscopio faceva esami e anamnesi. Cerco di scoprire chi non ha votato, diceva ai suoi. Ascolto il cuore per sentire se c è un soffio o una soffiata. Finora ne ho pizzicato uno: tasso di bollicine di birra alto, glicemia alta, da panino, memoria del cellulare piena di foto di schede elettorali. E lui, ne mancano altri dieci. Un altro medico, con golfino a giro collo, interrogava gli altri: In quale sezione elettorale hai votato? era la domanda che gli era stato detto di porre. E l interrogato rispondeva: In quella della mutua. Che significa? chiedeva un altro inquisitore, che centra la mutua? E che ne so io? Mi hanno detto che se volevo votare bene dovevo recarmi nella tale sezione e dirlo al mio medico; nelle cabine si possono prendere infezioni ed è bene che il medico di famiglia lo sappia, così poi va a controllare se in quella sezione io ci ho votato veramente e mi prescrive, a seconda se ho votato bene o male, uno sciroppo o un clistere. Sarà così o non Sarà cosi?. Questo è dei nostri era la sentenza. Avanti di questo passo con gli altri undici e poi con altri undici, fino a milleundici. Nella sede dell altro candidato, il vincente, c era un altra fila di oltre mille elettori; anche questi a blocchi di undici alla volta venivano esaminati. Vi si erano recati volontariamente per dimostrare di essere loro gli undici che avevano dato gli undici voti vincenti. Autoscuola Donato Macchina della verità Il sindaco era seduto al centro, affiancato da un équipe di esaminatori e da un assistente spirituale, vestito da Cappellano militare, che ripeteva monotonamente a cento anni dalla prima Guerra Mondiale si è ripetuta a Castrovillari un altra Vittorio Veneto. Onore a fratelli (d Italia), sorelle e suore Io ho votato per te esordiva ogni elettore. Ma la prudenza imponeva di non credergli. Una macchina della verità segnava il tracciato su un fac-simile elettorale e quando qualcuno sveniva c era il tecnico con la bombola di ossigeno che lo insufflava nei cannarili. Vai a tutto gas! gli diceva il sindaco e il tecnico, che rispondeva il metano ci dà una mano, apriva la manopola, rischiando di fare dell indagato un palloncino. Tutti avevano detto la verità, in nessun gruppo di undici c era chi mentisse. I magnifici sette Ma in uno stock di undici esaminandi c erano sette dipendenti comunali. Avete votato per me? chiedeva il sindaco. Sì fu la risposta, ma immediatamente la macchina della verità segnò un tracciato pazzo sulla scheda, l ago inchiostrato si ruppe, la bombola di gas emise un sibilo incontrollato, come fosse un gemito o un fischio o uno stridulo rèfolo d aria, dal vago sentore di quei suoni partenopei che sottolineano l orale disappunto della protesta popolare. No! Ma che gas è, non è che questi ci fanno una pernacchia?. Ma no dal fondo del locale, uscendo dal confessionale, sospirava ieratico e solenne, benedicente e taumaturgico, il Cappelllano, con la stola attorno al collo, l aspersorio nelle mani e tanto incenso che profumava l aria. Egli rassicurava: Ma no, sono dei sospiri di sollievo. Si sono già confessati e si sono purgati dei loro peccati. Sono immacolati: bianchi nello spirito, Bianchi nelle mani, Fedeli nell impegno, Fausti nella gioia. Sindaco, pietà, signore, pietà; ora et labora, amen!. Autoscuola Donato Caccia ai liberi pensatori Ma non mancavano le Cassandre. Non credete al loro pentimento diceva dal fondo della stanza, appostato dietro un tavolo, come un cecchino ( o come un ceccherino, -sai, le carte sono ingiallite e non leggo bene) che sparava con l arma della diffidenza non credete al loro pentimento; sono dei liberi pensatori, ieri erano contro di voi e oggi si sono pentiti e sono con Santagada!. Non capisco, commentava il sindaco Un altro gruppo di undici si fece avanti. C erano questa volta dei candidati, legati tra di loro a due a due con una corda. La cordata E voi cosa fate qui? Perché vi presentate in questo modo chiedeva il sindaco. Erano legati a due a due, un maschio ed una femmina. Noi siamo quelli delle cordate. Abbiamo frequentato dei corsi del Club Alpino per scalare la parete delle preferenze. Ci siamo esercitati su palestre naturali molto difficili: Torre dei Giganti, in Val d Aosta, Torri del Benaco, sul Lago di Garda, Tor Vergata, in Lazio,Tor Pignataro a Castrovillari. Bella spiegazione, ammette il segretario della sezione. Avete realizzato l eguaglianza di genere Veramente c è qualcuna che è nuora e qualche altro che è genero; per fortuna mancano i cognati, sennò commenta sarcasticamente. Autoscuola Donato Caro antenato, questi stralci di cronaca ho ricostruito grazie alle mie ricerche. Come siete stati infelici e a volte patetici nel vostro medioevo del XXI secolo! Nel nostro secolo, invece, le cose sono cambiate grazie ad una grande invenzione. Ad ogni neonato, per legge, viene impiantato un microscopico chip sotto la pelle della fronte: così ognuno legge nel pensiero degli altri. Capisci le conseguenze? Non ci sono campagne elettorali. Appena si indicono i comizi, la gente fa provviste per un mese, si tappa in casa e non esce, per non incontrare candidati che chiedano il voto. Come fanno a mentire? Il giorno delle votazioni si arriva ai seggi, presidiati anche oggi dai candidati questuanti, a velocità supersonica, per non essere fermati dai sorrisi e dagli ammiccamenti dei tanti nuovi amici.la gente si legge nel pensiero. Non ci sono truffe, non ci sono frodi, non c è adulterio, non ci sono delitti premeditati. La frase che oggi voi usate spesso: Mi ha preso per fesso non esiste più e non esiste nemmeno l ovvia, banale battuta di dire Ti ho letto nel pensiero. Capisci, ancora, che non esistono nemmeno programmi elettorali Apuley s McTroccol L anatomia comparata tra l italiano e il castrovillarese Carlo Gugliotti, che oltre ad essere un valente medico del 118 castrovillarese, è anche valente ricercatore e scrittore di storia patria, ha realizzato questa tavola di anatomia castrovillarese, che in fondo è la migliore sintesi delle sue vocazioni preminenti. Insieme al fratello Nico, il dott. Carlo Gugliotti aveva pubblicato nel recente passato pregevoli testi frutto di lunghe ricerche, durate anni, sul versante dell indagine etno-antropologica. Lavori eseguiti con padronanza delle tematiche, con precisa e scientifica grafia, con scrupolo linguistico. Oggi con l ironia che lo contraddistingue ha realizzato questa chicca, magari per consegnare alle giovani generazioni, che ne sono ignare, il patrimonio di memorie e di linguaggio che testimonia e fonda il senso d appartenenza ad una collettività, e costituisce la cifra identitaria della collettività medesima. Termini anatomici gelosamente custoditi nella memoria, di una cultura orale, trasmessa di padre in figlio, per generazioni e generazioni, diventano la tavola di anatomia castrovillarese. Angelo Filomia

4 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 4 Le Regioni, i Sindaci, il PD e 11 piccoli democratici L ultimo appuntamento elettorale, nella duplice veste del voto in sette regioni e in un nutrito gruppo di municipi, anche numericamente rilevanti, ha registrato risultati che sono letti in modo diverso e, spesso, con giudizi fortemente contrastanti. Limitandoci prevalentemente al PD, per il dato regionale, non si può disconoscere il dato numerico della conquista del governo in cinque regioni su sette interessate dal voto; e, sotto questo profilo strettamente aritmetico, il risultato è valutabile positivamente. Si farebbe, però, torto alla nostra intelligenza, se non si considerasse anche l altro aspetto, politicamente più interessante per capire le tendenze dell elettorato, degli spostamenti dei flussi elettorali, sia globalmente intesi come partecipazione al voto, sia come assegnazione alle singole forze politiche. Sotto tale profilo, non può non farsi una impietosa analisi del (non) voto; l astensione è consacrata per la prima volta come l opzione maggioritaria o prossima a esserlo in diverse regioni del paese; quasi un elettore su due non si è recato a votare. Particolarmente significativo appare, per la prospettiva privilegiata scelta nei riguardi del PD, il confronto con le precedenti europee del 2014 che ci dice che la diminuzione è risultata maggiore nelle tre regioni rosse (tra -15 e -18 punti percentuali), mentre in Campania e Puglia i valori della partecipazione sono rimasti sostanzialmente stabili. Anche il confronto con le elezioni politiche del 2013 mostra un differenziale (tra partecipazione alle regionali e alle politiche) decisamente più ampio nelle regioni rosse (tratto dal sito summenzionato; ivi, tabelle di confronto per ciascuna regione interessata al voto). A fronte del marcato e progressivo astensionismo diviene rilevante il confronto tra i valori assoluti dei voti espressi, afferendo quest ultima al rapporto tra i partiti ed i propri elettori; per converso, il criterio della percentuale dei voti espressi rileva nei rapporti tra i partiti, essendo espressione dell equilibrio finale di forza tra gli stessi. Globalmente il PD perde oltre due milioni di voti rispetto al 2014, ossia alle elezioni più vicine nel tempo ( ), ma la riduzione è significativa anche rispetto al 2013 ( ), diminuzioni determinate anche per la significativa contrazione della partecipazione al voto; In termini percentuali questo spostamento in valori assoluti si traduce in una contrazione del 50,2% rispetto alle scorse elezioni europee del maggio 2014 e del 33,8% rispetto alle consultazioni politiche del Né è da ritenere di pregio l argomento, che nel caso si presenta specioso, della presunta diversità tra elezioni regionali, europee e politiche; ça va sans dire, non si vuol negare le differenze esistenti tra le tre tipologie elettorali, ma soltanto sottolineare che sembrano innegabili i (vistosi) movimenti dei flussi elettorali in relazione alla incertezza nell identificare un soggetto politico trainante (elezioni politiche 2013, con una sostanziale tripartizione del consenso), alla domanda di partecipazione politica che si spera venga ascoltata con una rilevante apertura di credito politico (elezioni europee 2014, con il PD al 40,08%), per finire alla odierna disillusione che risucchia pezzi di elettorato sempre più vasto (regionali 2015). Ancora, va sottolineato come il dato in Campania ed in Puglia, di tenuta della partecipazione elettorale, avvenga in presenza di due candidati a governatore non strettamente organici alla struttura partito e che probabilmente hanno goduto di tale profilo di autonomia, incarnato dalle liste di loro diretta espressione, per incassare una apertura di credito dell elettorato attraverso una maggiore partecipazione al voto ed un maggior consenso. Per converso, le uniche due sconfitte del PD nella competizione regionale si registrano in Veneto ed in Liguria; nel primo caso in realtà annunciata, ma forse con sperate diverse proporzioni, nel secondo quale coda di avvenimenti e polemiche relativi alle primarie (ed anche prima, per le divisioni registrate); in entrambi i casi, le due candidate a governatore erano diretta espressione del partito. Una prima considerazione che si può trarre dai dati su ricordati è quella relativa all allontanamento progressivo e sempre più ampio dell elettorato dai partiti tradizionali (rectius, dall unico partito strutturato oggi esistente, il PD), cui fa da contraltare una sempre maggiore difficoltà di tali ultimi soggetti e, segnatamente, del centro sinistra, di farsi soggetto politico interprete ed interlocutore preferito dei cittadini, difficoltà confermata dai dati sui ballottaggi, che vedono una crescente affermazione delle liste civiche (amplius infra). Il PD, in particolare, soffre in alcune realtà di divisioni e polemiche interne e vince con nettezza quando schiera candidati con un proprio profilo di autonomia dal partito strutturato; laddove, invece, il candidato è espressione diretta del partito, perde (Liguria e Veneto) o si afferma con difficoltà e di misura (Umbria). Considerazioni non molto diverse valgono per il turno comunale; in tutti e 78 i comuni oltre i aventi diritto al voto, tranne uno (peraltro un caso atipico, nel Comune di Silius - CA, +75 voti - che andava al ballottaggio perché i primi e unici candidati avevano ottenuto lo stesso numero di voti al primo turno), nel passaggio dal primo al secondo turno il numero di votanti è notevolmente diminuito. Nel primo turno si sono recati al voto elettori, mentre al secondo solamente , segnando un calo di votanti. In pratica, con una diminuzione percentuale pari al 25,9%, un elettore su quattro del primo turno ha deciso di restare a casa al turno successivo Nel turno di ballottaggio, poi, sono le liste civiche presenti soprattutto (ma non esclusivamente) in Sicilia ad essere le vincitrici. In seconda posizione si trova, invece, la coalizione di centrosinistra, che conquista 25 comuni nei 78 tornati al voto per il secondo turno. Soltanto in una minoranza di ballottaggi (40,3%, ossia 25 casi su 62) il candidato sostenuto dal Partito democratico riesce a diventare sindaco. Significativo è il risultato ottenuto dai candidati del Movimento 5 stelle nei cinque ballottaggi ai quali hanno partecipato. Infine, la coalizione di centrodestra, soprattutto quando si presenta unita, è più abile del centrosinistra a vincere nel secondo turno, riuscendo ad aggiudicarsi un ballottaggio su due (si vedano i casi più rilevanti di Venezia e Arezzo) (amplius, sulla pagina da ultimo citata). Le elezioni comunali in Calabria confermano tale analisi; le sconfitte in comuni storicamente governati dal centro sinistra come Lamezia Terme, o centri rilevanti della regione, come Vibo Valentia (persa al primo turno) e Gioia Tauro seguono le criticità sopra evidenziate. Soltanto San Giovanni in Fiore, dove il risultato è frutto anche di una assenza del centrodestra, e Castrovillari, di strettissima misura, fanno segnare un risultato si segno opposto. In particolare, a Castrovillari, la partecipazione al voto registra il dato più basso da quando è in vigore l elezione diretta del sindaco, come riportato nella seguente tabella (dati tratti dal sito del Comune di Castrovillari). La tendenza al ribasso con costante contrazione dei voti espressi è ulteriormente attestata dalla serie storica dei consensi ottenuti dai due candidati partecipanti al ballottaggio, tra il primo e secondo turno, come nelle tabelle seguenti. Significative sono le contrazioni di consenso registrate in termini di voti assoluti tra il ballottaggio del 2012 e quello del 2015, più marcata per il candidato Lo Polito che perde 1670 voti a fronte dei 100 del concorrente delle liste civiche. Per le elezioni del 2015, va evidenziato l incrementento di Santagada di 490 voti al ballottaggio sui consensi ottenuti nel primo turno, a fronte di un decremento di Lo Polito di 278 voti, che ha determinato una differenza di soli 11 voti per la vittoria finale. Il risicato risultato non può che essere letto in linea con le valutazioni già espresse di difficoltà del partito di interpretare con una chiara e condivisibile proposta progettuale le realtà dei cittadini, come singoli e come soggetti associativi, rendendo necessario un confronto con la società esterna più ampio e serrato e senza timori di una competizione aperta. Appare ineludibile attrezzare il partito, nazionale e locale, secondo moduli che consentano una reale e sana partecipazione dei simpatizzanti e degli elettori, oltre che degli iscritti, garantendo nel contempo la diversità di ruoli delle tre componenti, prima che gli undici piccoli democratici spariscano ad uno ad uno come i loro omologhi protagonisti del romanzo di Agatha Christie. Un ultima considerazione; nella quasi totalità dei commenti relativi alle elezioni in Calabria, si pone l accento sul ruolo svolto dal governatore Oliverio e sulle eventuali conseguenze del voto per la sua maggioranza; pochissimi si rivolgono al partito regionale, se non per rimproveragli una asserita evanescenza. A questo punto, sarebbe necessario interrogarsi sul senso ultimo del Partito regionale e della sua segreteria. Francesco Attanasio Presidente Ass. Civica Cosenza VALORI e LAVORO

5 IL DIARIO anno XIII n.23 PAG. 5 L Accademia Pollineana celebra nel solstizio d estate Dante Alighieri e la Giornata Europea della Musica L accademia Pollineana Celebra Nel Solstizio D estate Dante Alighieri E La Giornata Europea Della Musica In occasione del 750mo anniversario della nascita di Dante Alighieri, ricorrendo anche la Giornata europea della musica, il 21 Giugno, nel Salone del Circolo Cittadino di Castrovillari, l Accademia Pollineana, con il patrocinio morale del Comune di Castrovillari, in collaborazione con il Circolo Cittadino, il FAI Delegazione del Pollino, l Ass. Cult. Amici della musica, il Gruppo archeologico del Pollino, ha organizzato l evento multidisciplinare Invito al solstizio in Dante. Cibo dell anima e della mente. Il Programma della serata, introdotta dai saluti del vicepresidente del Circolo Cittadino, Antonino Ballarati, del Capo Delegazione del Fai Pollino, Donatella Laudadio e dal messaggio augurale del Pres. del Gruppo Archeologico del Pollino, Claudio Zicari, ha riguardato in primis la presentazione del libro della giornalista, Adriana Sabato La musicalità della Divina Commedia, Zona Contemporanea Edizioni. L autrice è originaria di Bagnara Calabra e vive a Belvedere Marittimo. Affascinata dalle Discipline Umanistiche, anche se si è laureata al DAMS Musica all Università degli Studi di Bologna, ha sempre intrecciato le sue due passioni con l arte e la fotografia. Scrive sulle testate calabresi come La Provincia cosentina, il Quotidiano della Calabria e la testata online Calnews. Nel 2010, grazie ad un articolo sui Madonnari, pubblicato sulle pagine culturali del Quotidiano della Calabria, ha ottenuto un riconoscimento al Premio Letterario Nazionale di Calabria e di Basilicata Ha relazionato sul saggio dell autrice la Prof.ssa Teresa Abate Spaccarotella, docente di Lettere presso i Licei T. Campanella di Belvedere Marittimo. Ha coordinato l evento il Vicepresidente dell Accademia Pollineana, Pasquale Pandolfi. Il Reading è stato curato da Filomena Minella Bloise e Angela Lo Passo, rispettivamente Presidente e Segretaria Generale della Pollineana, che hanno letto ed interpretato passi scelti dal saggio di Adriana Sabato, accostati a tre momenti peculiari delle tre cantiche dantesche, partendo dalla dissonanza della I cantica incentrata sul male del mondo punito nella voragine infernale, con il suo tumulto di dolore eterno, attraversando il regno della purificazione, con il noto episodio del musico fiorentino Casella, fino all armonia delle sfere celesti, nel regno della salvezza e della beatitudine. L evento ha salutato anche la partecipazione straordinaria dell attore e regista Giuseppe Maria Maradei che, dal il V canto dell Inferno, ha recitato magistralmente l episodio di Paolo e Francesca da Rimini, suscitando profonda commozione nel pubblico che lo ha salutato con un lungo, sentito applauso. Lo Storico Gianluigi Trombetti, Ispettore onorario delle Belle Arti e Bibliotecario dell Accademia Pollineana, ha tenuto, da parte sua, una breve conferenza su Gli illustratori della Divina Commedia dal Botticelli a W. Blake e S. Dalì, tra i tanti, tra cui il notissimo G. Dorè. La Segreteria organizzativa a cura di Mena Ferraro e Franca Marino, Segretaria e Tesoriere dell Accademia Pollineana ha curato le comunicazioni dell evento e l ospitalità. Per l occasione, sono intervenuti due giovani talenti del Conservatorio Musicale S. Giacomantonio di Cosenza: Beatrice Limonti (violinista), Matteo Ierardi (arpista), che hanno incantato la platea eseguendo per ciascuna delle tre cantiche i brani Sarabanda dalla Suite No. 4 HWV Handel (L'Inferno di Dante); Lascia ch'io Pianga - Handel (Il Purgatorio di Dante); Ave Maria - F. Schubert (Il Paradiso di Dante). F.M.B. Big Math, l unico in Italia alla cartolibreria Ludico Big Match è una scommessa multipla relativa a eventi calcistici, costituita da un pronostico "combinato" formato dal consueto "1X2" e dall'indicazione di un risultato esatto. Il giocatore deve esprimere un pronostico su sette eventi, nell'ambito di tre gruppi, di cui i primi due formati ciascuno da sei partite ed il terzo da tre partite. Il giocatore deve scegliere tre eventi in ciascuno dei primi due gruppi e poi individuare il risultato esatto di una delle partite indicate nel terzo gruppo. Al concorso n 47 del 20 giugno 2015 è stata realizzata l'unica vincita in tutta Italia grazie ad un sistema realizzato dalla ricevitoria Ludico di Castrovillari costituito da otto quote. Ci sono stati quindi otto fortunati vincitori che si sono divisi la somma di.9.074,40.

6 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 6 La prima settimana di Lo Polito è dedicata al decoro urbano Via le campane, cambia la raccolta del vetro «Con il tempo sono diventate vere e proprie discariche abusive di rifiuti di ogni genere» ed ora il Comune di Castrovillari, guidato dal neo sindaco, Mimmo Lo Polito, con una nuova ordinanza ha deciso di eliminare le campane di raccolta vetro dal centro della città per spostarle in un terreno (di proprietà del Comune) nella zona PIP, in località Petrosa, ritenuto idoneo, data anche l immediata vicinanza al centro cittadino. Lo spostamento delle campane e la predisposizione dell area di raccolta degli ingombranti I primi due giorni del Sindaco Domenico Lo Polito al Comune di Castrovillari sono stati all insegna d incontri, decisioni, scelte ed interventi per sostenere i servizi, l occupazione, il diritto alla salute e avere subito una città più pulita. Ha incontrato i dirigenti e l Ufficio Tecnico del Comune facendo il punto sull esistente e su ciò che è in progress con un occhio alle finanze e l altro alle urgenze e necessità più immediate. Alla ditta che si occupa della raccolta e smaltimento dei rifiuti sarà a cura della ditta che, attualmente, provvede alla raccolta e smaltimento dei rifiuti sul territorio comunale. Nel terreno in contrada Petrosa recita l ordinanza si potranno conferire direttamente e gratuitamente i grandi quantitativi di vetro e i rifiuti ingombranti. Le piccole quantità di vetro, invece, come già previsto dal regolamento, verranno ritirate con il multimateriale (plastica, lattine, banda stagnata) secondo il calendario di raccolta approvato. Federica Grisolia (www.paese24.it) Continua senza sosta, dopo gli atti già prodotti, l impegno dell Amministrazione comunale di Castrovillari a tutela del decoro e della qualità ambientale cittadina, bisognosa sempre più di senso civico da parte di tutti, nessuno escluso. Il Sindaco, Domenico Lo Polito, ha firmato un ordinanza per far rispettare le regole sulle modalità di affissioni e distribuzione del materiale pubblicitario, e per frenare quella diffusione indiscriminata di grandi quantitativi di carta che si ritorce, con conseguenze spiacevoli, sulla pulizia cittadina e sulle finanze dell Ente. Il provvedimento, così, fa divieto a tutte le aziende o privati cittadini di effettuale pubblicità mediante volantinaggio o affissioni di manifesti sui pali dell illuminazione pubblica, su quelli della segnaletica stradale, sui muri delle abitazioni private o comunque su strutture murali non regolarmente autorizzate in tutto il territorio comunale. Regole precise per portare a passeggio il proprio cane Volantinaggio, cambiano le regole Per una maggiore vigilanza e un maggior controllo. Il Sindaco Domenico Lo Polito, facendo riferimento alla sua ordinanza n del 13 agosto 2012 ha chiesto al Comandante della Polizia Locale di far perseguire quanti portano a passeggio il proprio cane senza gli attrezzi necessari per pulire immediatamente il terreno dai bisogni dei loro fidi. Ai trasgressori si commineranno sanzioni amministrative. In nessun caso sarà ammesso che l accompagnatore lasci scorazzare liberamente il cane alla ricerca del luogo ove svolgere le proprie funzioni. Naturalmente i proprietari dei cani dovranno utilizzare il guinzaglio nei luoghi pubblici, e nei locali pubblici anche la museruola. Qualsiasi accompagnatore di cani, così, deve possedere e dovrà esibire agli organi di vigilanza, in caso di richiesta,quando è insieme al proprio fido, gli strumenti di raccolta e di contenimento degli escrementi, che sono una paletta di qualsiasi tipo ed un sacchetto di polietilene o altro contenitore equivalente. Quest ultimo dovrà essere depositato negli appositi contenitori dopo l uso. Le prime emergenze da risolvere per Mimmo Lo Polito ha dato direttive per ripulire Castrovillari e togliere le Campane avviando nuovi metodi per il deposito anche in previsione di prossimi sistemi. Agli Lsu, Lpu ha assicurato l avvio al dicastero competente ed alla Regione, in mattinata, dell apposita documentazione, finalizzata a utilizzare le risorse dedicate e le specifiche normative ministeriali per la loro contrattualizzazione a 26 ore dal primo di marzo Ha chiesto, inoltre, alla Regione, Commissario dell Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza e Ministero del Lavoro appositi incontri immediati e un Tavolo di concertazione per dare maggiori contenuti all ospedale Spoke di Castrovillari e all Italcementi. Ed informa che ad ore, i residenti delle contrade Crancia e Petrosa non avranno più problemi di penuria o interruzione dell erogazione dell acqua dato che la Sorical sta sostituendo in queste ore le pompe di sollevamento che servono le due aree. Intanto continuano altri lavori per migliorare l approvvigionamento idrico nella città. Smaltimento del vetro, occorre la collaborazione di tutti i cittadini Piccoli quantitativi possono essere conferiti con il multimateriale La partecipazione e condivisione imprescindibili dei cittadini alle azioni poste in essere dell amministrazione Lo Polito per un decoro urbano, fondamentale per la qualità della vita ed ambientale, viene richiesta ancora in queste ore dall apposito Servizio dell Ente per il conferimento del vetro, da parte di cittadini ed esercizi commerciali, nel terreno di proprietà del Comune, presso l area PIP, in località Petrosa, dove saranno allocate tra qualche giorno le apposite campane che prima campeggiavano in città. Ai privati si chiede questo momentaneo sacrificio che sarà ricompensato dal fatto di non vedere lungo le strade cittadine cumuli di rifiuti di ogni genere. Una gara in svolgimento cambierà del tutto questo tipo di conferimento, prevedendo la raccolta porta a porta rideterminata in un apposito calendario settimanale. L ordinanza sindacale, con la quale è stato deciso di spostare le campane di raccolta del vetro nell area immediatamente attigua al centro cittadino, lo ricordiamo solo per onor di cronaca, è stata assunta per supportare meglio i cittadini nella raccolta differenziata del vetro e degli ingombranti, nonché per rimuovere quegli accumuli di rifiuti che ciclicamente si presentavano intorno alle campane, le quali divenivano vere e proprie discariche abusive di ogni genere, e che con l arrivo del caldo avrebbero potuto nuocere alle esigenze igienico-sanitarie dei luoghi. Da qui l esortazione a tutti di non infastidirsi a fare qualche centinaio di metri -richiamano ancora i responsabili in Comune- per conferire temporaneamente, direttamente e gratuitamente il vetro presso l area della Petrosa in attesa del nuovo affidamento del servizio di gestione dei rifiuti legato ad una diversa modalità del sistema di raccolta differenziata del vetro. Comunque,piccoli quantitativi di vetro potranno continuare ad essere conferiti con il multimateriale. Un esigenza civica, dunque, quella rappresentata, che viene esortata a tutela e salvaguardia del bene ed ambiente comuni che hanno continuamente bisogno di buon senso e, soprattutto, pazienza e collaborazione. Lo stesso proibisce la distribuzione di volantini, depliants, manifesti, opuscoli pubblicitari o altro materiale dello stesso genere sotto le porte di accesso, sugli usci, negli androni delle abitazioni private, nelle cassette postali ove è evidenziato il divieto di deposito per questo materiale, e sui parabrezza dei veicoli. Non è permesso anche lanciare, su tutto il territorio comunale, volantini, buoni sconto, biglietti omaggio e materiale similare. Ditte e incaricati delle operazioni di volantinaggio, con modalità non contrastanti con quelle vietate dalla presente ordinanza,poi, dovranno segnalarle al Comando di Polizia Municipale, almeno tre giorni prima dalla data d inizio delle operazioni, con l itinerario che si vorrà fare per la distribuzione e, comunque, previo pagamento dell imposta comunale di pubblicità. L autorizzazione per effettuare il volantinaggio si intende rilasciata solo a seguito del pagamento dell imposta comunale. Per manifestazioni politiche, sindacali, religiose, celebrative e di altro genere si potranno, invece, distribuire volantini nell ambito delle manifestazioni autorizzate su aree pubbliche. Sono esclusi dai citati divieti le attività di volantinaggio per la comunicazione di pubblica utilità effettuate dall amministrazione pubblica o da altri enti o aziende pubbliche rivolte alla cittadinanza o all utenza per gravi e comprovati motivi. Piano di spazzamento meccanizzato e manuale Partirà dal 29 giugno Per una migliore pulizia delle strade. Nell ambito di quella azione avviata da questa Amministrazione legata al piano di spazzamento meccanizzato e manuale per un maggiore decoro della città il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, richiama un ordinanza che istituisce il divieto di sosta con rimozione forzata sulle arterie e negli orari indicati, che partirà dal 29 giugno. Dalle ore 24 del lunedì alle ore 7 del martedì e dalle ore 24 del venerdì alle ore 7 del sabato la pulizia riguarderà: Via Polisportivo dall intersezione con corso Calabria a quella con via Falese ; Via dei Latini; Via dell Industria; Corso Calabria dall intersezione con piazza Giovanni XXIII a quella con via Scanderbeg; Piazza Giovanni XXIII; Corso Garibaldi all intersezione con piazza Giovanni XXIII; dalle ore 24 della domenica alle ore 7 del lunedì e dalle ore 24 del giovedì alle ore 7 del venerdì il servizio avverrà su: Via Galeno; Via Ippocrate; Via Curie; Via SS. Medici dall intersezione con via Coscile a quella con via delle Orchidee; Via Roma dall intersezione con via Mazzini a quella con via Coscile compresa la stessa; Viale del Lavoro dall intersezione con Via Padre Pio da Pietrelcina all intersezione con via Minervini; Via Padre Pio da Pietralcina e Via delle Orchidee. E dalle ore 24 del mercoledì alle ore 7 del giovedì lo spazzamento interesserà: Viale della Libertà dall intersezione con via Roma a quella con via xx Settembre; Via Pollino; Via Mazzini;Corso Garibaldi dall intersezione con via Roma a quella con Largo Cavour; Via Ugo Foscolo; Piazza Dante; Via dei Martiri Per altro lo spazzamento manuale verrà effettuato sulle altre strade cittadine. Lo spazzamento meccanizzato e manuale nelle modalità e nella frequenza migliorerà precisa il sindaco- il decoro di Castrovillari. Al via anche il taglio dell erba Al via in questi giorni anche i l attività straordinaria di taglio dell erba su tutto il territorio comunale. Lo rende noto il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, il quale precisa che il servizio, aggiudicato ad una impresa locale, partirà dalle statali di accesso alla città e precisamente sul tratto che va da Pietra Piana a Viale del Lavoro. La comunicazione è per informare i cittadini di possibili disagi che potranno scaturire da questi lavori che porteranno miglioramenti al decoro urbano. Arriva in città la banda ultra larga Arriva la banda Ultra Larga a Castrovillari e in zona. Per questo motivo il pomeriggio di mercoledì 24, dinanzi al Castello Aragonese, e la mattina di giovedì 25 giugno, nell area antistante il palazzo di città, la Società di produzione video Amarena Pictures ha girato delle interviste per la Telecom e la Regione Calabria. Sono stati ascoltati giovani, uomini e donne maggiorenni, studenti e studentesse, professionisti, esercenti, docenti o appartenenti alla pubblica amministrazione o ad enti ed istituzioni, tutti del luogo, a cui sono state poste semplici domande su internet e sul suo utilizzo.

7 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG.7 Finisce l'incubo per padre Fedele Non ha atteso il verdetto nelle aule di giustizia ma nella sua Cosenza. Padre Fedele Bisceglia non contiene la gioia appena ha appreso la notizia della sua assoluzione nel processo di appello bis, che si è svolto a Catanzaro. Finisce con una lapidaria frase «assolto perché il fatto non sussiste», la lunga vicenda processuale che ha travolto l'ex frate ultrà accusato di violenza sessuale ai danni di una suora che prestava servizio nell'oasi francescana, la struttura d'accoglienza fondata da Padre Fedele. Condannato, invece, per un solo capo di imputazione il suo ex segretario Antonio Gaudio che dovrà scontare tre anni e quattro mesi di reclusione. Il primo a sentire il religioso, dopo l'esito della Corte, è stato il suo legale, l'avvocato Eugenio Bisceglia che lo ha difeso in tutti i gradi di giustizia assieme all'avvocato Franz Caruso. «Lui è contento - ha detto Bisceglia -. Noi molto soddisfatti perché è stata ripristinata la verità e la giustizia. Ed è la giusta gratificazione dopo dieci anni di lavoro. Grazie a una Corte che applica le regole. Non poteva essere diversamente non essendoci mai stata una prova contro padre Fedele». Nel corso della precedente udienza, il sostituto procuratore generale Raffaella Sforza ha chiesto per lui una pena a nove anni e due mesi di reclusione e sei anni e due mesi per Antonio Gaudio, suo ex segretario ai tempi in cui il religioso - sospeso a divinis nel dirigeva l'oasi francescana. Fu in quel periodo, nel 2005, secondo quanto denunciato dalla suora, che sarebbe stata oggetto di più episodi di violenza e non solo da parte del frate e di Gaudio ma anche di due romeni ospiti del centro che l'avrebbero attirata fuori con una scusa portandola in aperta campagna a Donnici e abusando di lei. In seguito a questi episodi vennero aperti due diversi procedimenti giudiziari il secondo dei quali, per i due romeni, si è concluso in primo grado a maggio 2014 con l'assoluzione degli imputati a causa delle incongruenze emerse dal racconto della suora. Padre Fedele e Gaudio, invece, vennero condannati in primo grado rispettivamente a nove anni e tre mesi e sei anni e tre mesi. Sentenza confermata in appello a dicembre del In seguito al ricorso dei legali in Cassazione, nell'agosto 2014 la sentenza venne annullata e il processo rinviato alla Corte d'appello. Il procuratore Sforza ha ritenuto di ribadire la condanna per il frate di Cosenza, condonando di un mese la pena per sopravvenuta prescrizione di alcuni capi di imputazione. Ma oggi, poco dopo le 14, la Corte ha assolto padre Fedele da tutti i capi di imputazione, condannando Gaudio solo per un capo di imputazione. «SPERO DI TORNARE A DIRE MESSA» «Sono davanti alla Madonna della Catena di Laurignano e sto pregando». Ha la voce sommessa ed è ancora frastornato padre Fedele Bisceglia, dopo aver appreso la notizia della sua assoluzione. «Sto ringraziando - dice emozionato - la Madonna, Gesù Cristo e gli avvocati. Perdono tutti quanti e spero che si convertano. Mi dispiace per Gaudio e spero si risolva presto. Spero che si converta la suora e chi l'ha convinta. Ora sono ubriaco di gioia, ma non so che cosa farò. Spero che presto possa tornare a dire Messa». Smart Cities: Green Pride a Saracena e al Parco del Pollino L Ente Parco Nazionale del Pollino è stato scelto dal Gruppo Terna in collaborazione con la Fondazione UniVerde quale destinatario del riconoscimento Green Pride per le amministrazioni virtuose. A ritirare l importante riconoscimento, martedì 23 giugno 2015, a Roma, il presidente del Parco, on. Domenico Pappaterra e il direttore dell Ente, dott. Gerardo Travaglio. Pappaterra ha ricevuto il Green Pride delle smart cities 2015 dalle pani del presidente della Fondazione Uni- Verde, Alfonso Pecoraro Scanio e da Pietro Vicentini, responsabile Autorizzazioni e Concertazione, Terna Rete Italia per il Centro- Sud.Il Green Pride, giunto alla V edizione, è un appuntamento annuale, promosso dalla Fondazione UniVerde a livello nazionale e regionale, con l intento di valorizzare e conferire un riconoscimento alle best practice di Green Economy ovvero alle Istituzioni e agli Enti locali virtuosi, alle imprese, alle associazioni ma anche ai singoli individui impegnati nella riconversione ecologica della società e dell economia. La motivazione dell assegnazione del premio recita: Il Parco del Pollino ospita i due nodi elettrici più importanti del Sud: la Stazione di Laino (CS) e la Stazione di Rotonda (PZ), collegate con le dorsali 380 kv e 220 kv che trasportano l energia prodotta in Calabria e Sicilia verso le regioni deficitarie del Centro e del nord d Italia. Nella concertazione per il riassetto della rete nel Parco, l Ente Parco ha assicurato sempre grande collaborazione, permettendo di individuare interventi di razionalizzazione (circa 100 km di linee verranno demoliti) che contribuiranno a ridurre il peso degli impianti Terna sul Parco stesso. Ha sottoscritto il Protocollo d intesa per il riassetto della rete nel Parco nonché la convenzione per le compensazioni ambientali, che prevede la partecipazione alla realizzazione di importanti interventi di riqualificazione ambientale nelle aree naturali del Parco. «L Ente Parco Nazionale del Pollino - ha dichiarato il presidente del Parco, Domenico Pappaterra - si è distinto per diverse attività modello che l hanno posto all attenzione della giura del Green Pride. Proprio con il supporto finanziario di Terna stessa, l Ente ha contributo a ristrutturare l altra ala del Complesso monumentale Santa Maria della Consolazione, a Rotonda, dove ha sede, nella quale è stato inaugurato, nei mesi scorsi, l Ecomuseo del Parco e a realizzare il progetto dei Grifoni e quello della mobilità sostenibile in montagna che consentirà una fruibilità nelle aree sensibili con mezzi ecologici e quello dell acquisizione alla proprietà pubblica delle zone di più alto pregio naturalistico del versante lucano del Parco». «Sono altresì soddisfatto - ha concluso Pappaterra - che nella stessa occasione un riconoscimento importante è arrivato anche ad un Comune del Parco come quello di Saracena che facendo un importante lavoro per la valorizzazione del territorio con pratiche di alto valore nei diversi campi dell ambiente». Giunto alla quinta edizione, il premio, ha ottenuto, negli anni, il contributo straordinario di Carlo Petrini e di Edoardo Bennato. L edizione 2015, inaugurata a Palazzo Rospigliosi con il Green Pride della Business Mobility, in collaborazione con Alphabet e Coldiretti, ha consentito di conferire dei riconoscimenti alle realtà pubbliche e private che si sono distinte per aver implementato con successo soluzioni sostenibili di mobilità. Roberto Fittipaldi A Castrovillari, anche quest estate le letture sono vagabonde Continuano a camminare anche d estate le storie per i piccoli e piccolissimi accompagnati dai genitori. Riprende martedì 7 luglio e continuerà per tutto il mese, la seconda edizione di Letture vagabonde, otto incontri tra il Parco giochi comunale e il centro storico, organizzate anche quest anno, come per lo scorso, dal coordinamento locale e dal gruppo dei lettori volontari Nati per Leggere, costituiti da circa un anno nell associazione di volontariato Leggi che ti leggo. Dalle ore 18:00, i giorni di martedì 7, 14, 21 e 28 luglio si leggerà nei pressi della casetta del Parco giochi comunale e i giovedì nel centro storico: il 9 nella corte del Castello aragonese, il 16 nella Piazzetta Civitanova, il 23 nel chiostro del Protoconvento francescano e il 30 sulla gradinata dell anfiteatro di San Giuliano. E anche quest anno il gruppo di Castrovillari aderirà a Flashbook- letture a ciel sereno, il flashmob dedicato alla letteratura per l infanzia e alla lettura ad alta voce. Come sempre, saranno i libri di qualità i veri protagonisti di questi incontri: albi illustrati, classici moderni, fiabe, filastrocche, libri gioco, cartonati, interattivi, insomma il meglio della letteratura per l infanzia che il gruppo locale NpL mette a disposizione per i bambini di diverse fasce di età, dai 6 mesi ai 6 anni e oltre. Fiero dei risultati ottenuti dall autunno 2013, il presidio locale Nati per Leggere continua nel percorso della promozione della lettura di relazione in famiglia sin dai primi mesi di vita del bambino e, grazie al prezioso contributo dei lettori volontari attivi, ha organizzato ad oggi 11 eventi, svolto 86 ore di lettura e raggiunto tanti bambini e famiglie: l 1,5% dei bambini di età compresa tra 0-6 mesi, il 2% di quelli tra 6 e 12 mesi, il 4% dei bimbi tra 1 e 2 anni, il 22% di quelli tra 2 e 3 anni, il 63% dei bimbi tra i 3 e 5 anni e il 6% di quelli di oltre i 5 anni di età. Grazie al sostegno dei pediatri e del personale sanitario, i lettori volontari hanno raggiunto i bambini e incontrato i genitori nell ambulatorio pediatrico associato, presso il consultorio familiare, il centro vaccinale e l U.O. di Pediatria ma anche in tutte le scuole dell infanzia statali presenti in città e nelle scuole paritarie Mamma Chioccia e Vittorio Veneto, all asilo nido comunale, nelle piazze, al parco giochi, nel centro storico, in biblioteca, dove si registra un prevedibile incremento del prestito per la fascia di età 0-6 anni. Un percorso in rete che comincia a fare la storia del progetto locale Nati per Leggere e che continua a creare legami e interesse, a unire grandi e piccoli nel piacere della lettura condivisa dei libri di qualità, a sostenere lo sviluppo complessivo dei bambini e migliorare le condizioni dell infanzia, senza dimenticare che l investimento nei primi anni di vita del bambino registra nel tempo positive ricadute nel territorio, non solo sul piano culturale ma anche economico e sociale. Il coordinamento locale NpL Info: Nati per Leggere Calabria Tel:

8 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 8 Il pittore argentino Gaudenti regala un suo dipinto alla Madonna del Castello Il rettore della Madonna del Castello, don Carmine De Bartolo ha ricevuto in dono per il Santuario, lo splendido dipinto del pittore argentino Salvador Gaudenti intitolato "Why" che descrive la sofferenza di Gesù - disprezzato e abbandonato dagli uomini, e apre degli interrogativi sul perchè di tanta violenza,arroganza, ignoranza e soprattutto indifferenza ancira oggi nel terzo millennio...ancora oggi come 2000 anni fa...come se tutto questo tempo non fosse servito a niente. Ecco che nel dipinto l'artista crea intorno al Cristo un muro di mattoni che trasuda sangue, quello stesso muro dove ancora oggi raccontiamo la storia della umanità e ci introduce in una stanza semi buia dove la luce si affievolisce sotto un cielo azzurro turchese e ci intima a non andare oltre e a riflettere sulla contemporaneità degli umani i quali come un vascello senza nocchiero vanno alla deriva. E, quasi evanescente, dietro il grido di dolore del Cristo si fa percepire la sofferenza della Madonna dagli occhi grandi che ha sempre vegliato e protegge Castrovillari e che oggi sente che la sua casa, sta per essere dimenticata dall incuria e dall indifferenza degli uomini. Un segnale di solidarietà e di affetto particolarmente gradito da Don Carmine De Bartolo che ha immediatamente appeso il quadro nel Santuario augurandosi che dalla domanda del Cristo sul perchè si possano trovare risposte nell animo umano e nella fattiva operosità di tutti gli uomini di buona volontà. Angelo Filomia Gli Indie Project band ufficiale del "Cantagiro" 2015 La giovane band cosentina Indie Project, con l'uscita del nuovo album "Semmai", sarà la band ufficiale del tour estivo del "Cantagiro" 2015 di Enzo De Carlo, presentato da Alessandro Greco. Il concorso canoro nazionale, fondato nel 1962 da Ezio Radaelli, nella sua lunga storia può vantare le esibizioni di artisti come Bobby Solo, Adriano Celentano, Gianni Morandi, Rita Pavone, Massimo Ranieri e tanti altri che nel corso della loro carriera sono diventati la colonna portante della musica italiana. Bell'impegno dunque per questi ragazzi provenienti da Luzzi, Cosenza e Castrovillari, che presenteranno pubblicamente e dal vivo il loro album durante la tappa di apertura del tour che si terrà il prossimo 17 luglio a Laterza (TA). I temi trattati nei loro testi evidenziano le realtà negative presenti nel nostro territorio come in tutto il paese, dove ormai le cronache nere fanno più rumore delle tante bellezze che la nostra nazione può vantare, nonostante un periodo che non è dei migliori. Gli Indie Project hanno sposato un progetto di autenticità e originalità che li ha portati a diventare una realtà importante nel mondo della musica locale, consolidatasi nel tempo grazie all'impegno e ai tanti sacrifici gratificati dal sempre più grande interesse del pubblico attraverso esibizioni live interessanti e coinvolgenti. È online da qualche giorno su YouTube il nuovo singolo "Cambierà" che ha già riscosso in poco tempo molto interesse e visibilità. Ecco i componenti della band: Andrea e Marika Artale (voci), Marco Fazio (chitarre), Mariano Fazio (pianoforte, sintetizzatori), Manuel Mancaruso (basso) e Manuel Alessandria (batteria). Paolo Falcone

9 IL DIARIO anno XIII n. 3 PAG. 9 ASSOCIAZIONE S. CULTURALE C.E.A. CENTRO ESPRESSIONI ARTISTICHE NOVITA': CORSI DI DANZE CARAIBICHE PER ADULTI E BAMBINI Corsi Professionali e Amatoriali di: AVVIAMENTO ALLA DANZA PER BAMBINI DANZA CLASSICA ACCADEMICA REPERTORIO E PASSO A DUE DANZA MODERNA E CONTEMPORANEA FLAMENCO BAMBINI E ADULTI HIP HOP CORSI MATTUTINI E SERALI DI ARMONIA CORPOREA (ADULTI) Sede di DanzaMovimentoTerapia Metodo Espressivo-Relazionale DMT-ER Accreditato ADIP Roma (N REG. 295/2010) con professionista certificato FAC (ai sensi legge 4/2013) Via Schiavello, 24 -Castrovillari Info: Cea Progetto Danza Cell www. tildenocera.it di Tilde Nocera dal 1993 Promotore e Consulente di Strumenti Finanziari e Servizi di Investimento (Albo Unico Nazionale n ) Dr. Antonio SCODITTI Conti Correnti Carte di Credito e Debito Investimenti Multibrand (il meglio del mercato) Fidi con Pegno a Vendere su Sicav Cell Domenica 21 giugno il CAI di Castrovillari ha organizzato una direttissima verso la vetta del Dolcedorme. Per un giorno intero da Valle Piana (località nel comune di Castrovillari situata a m. 720 s.l.m.) fino alla maestosa vetta della Serra (m s.l.m.), 23 donne e uomini del CAI (Club Alpino Italiano) sono stati protagonisti di una brillante ascensione verso la vetta più affascinante del parco del Pollino. Metri 1543 di dislivello, tratti di pendenza di circa 55, oltre 20 km di sentiero e 12 ore di marcia sono i numeri che mettono in rilievo la durezza e la difficolta del percorso. L escursione, organizzata da Francesco Pugliese, socio CAI della sezione di Castrovillari, ha attratto esperti escursionisti della montagna provenienti da varie regioni del sud. La direttissima del Dolcedorme è un ascensione particolarmente faticosa per il dislivello, per i passaggi impegnativi, per la tipologia del terreno e le notevoli pendenze. Seppur conosciuta come l ascensione più nota dell intero Parco del Pollino, è bene evidenziare che in pochi l hanno fatta nella loro vita di montanari e in pochissimi la fanno con regolarità almeno tre o quattro volte l anno, in quanto occorre avere una buona esperienza di escursionismo da montagna, un ottima preparazione fisica e una rispettabile resistenza a lunghi percorsi. Domenica scorsa l organizzatore dell escursione ha voluto rendere le cose ancora più impegnative prolungando il già difficile percorso oltre la vetta, guidando il gruppo fino al Piano di Acquafredda dove è stato possibile ammirare un intera colonia di magnifici alberi serpente, lambendo lungo il percorso, un tratto della regione Basilicata, per poi risalire di nuovo sulla cresta Est del Dolcedorme. Francesco Pugliese, particolarmente soddisfatto per la buona riuscita dell evento ha voluto sottolineare che con quest ascensione, il CAI di Castrovillari ha messo in campo lo zoccolo duro della sezione: Carla Primavera (attuale presidente), l' ex presidente Eugenio Iannelli, Mimmo Pace, (uno dei più preparati attivisti della sezione), Massimo Gallo e Franco Formoso (due esperti alpinisti amanti di arrampicate su pareti ghiacciate), Domenico La Serra Dolcedorme dalla Direttissima Bloise e Pasquale Buono sono solo alcuni nomi noti del folto numero che ha partecipato. Un gruppo preparato, determinato e ricco di esperienza che ha percorso tantissimi Km di montagna e consumato decine di scarponi, all interno del quale vi sono alcuni membri del Soccorso Alpino. A causa delle tante presenze e del difficile percorso, per ragioni di sicurezza, il responsabile decide di dividere l escursione in due gruppi separati e distanziati alcune centinaia di metri ma sempre in contatto radio per essere pronti a ogni eventualità. Risalendo per il tratto iniziale il sentiero N. 921 (Valle Piana- Timpone Campanaro), che serpeggia ripidamente sulla pendice boscosa fino a raggiungere la selletta (m 1317 s.l.m. ) situata lungo il costone che proviene da Cozzo Palumbo, si fa la prima tappa al Passo di Valle Cupa. Da qui procedendo a sinistra inizia il leggendario Crestone dei Loricati con i suoi divertenti sali e scendi da cui si può osservare uno dei panorami più alpestri del parco. I più temerari si sono esibiti in brevi arrampicate di I e II grado su rupi e crinali dai quali hanno potuto godere viste panoramiche che si affacciano su tutto l emiciclo montuoso Sud del Dolcedorme. Questo tratto contraddistinto da rupi, diviene sempre più inaccessibile, e nei punti più difficoltosi si possono ammirare imponenti pini neri le cui gigantesche radici avvolgono le rocce sottostanti, A quota 1800 s.l.m. il gruppo attraversa il Campo Base, un ampia sella con un enorme pino bruciato e adagiato sul terreno, dalla quale si gode di una magnifica visuale su Valle Piana, sul semicerchio roccioso di Celsa Bianca e sulla maestosa piramide al cui vertice impera la vetta del Dolcedorme. Dal Campo Base la spedizione prosegue fino a che imponenti rupi bloccano la strada, quindi devia subito a sinistra traversando diagonalmente un ripido pendio in un fitto bosco fino a raggiungere il canalone principale a circa m s.l.m. Da qui inizia la parte più impegnativa percorrendo un canale che con notevole pendenza conduce ad una stretta gola ad imbuto, dalla quale, procedendo con cautela, si arrampica su un ultima cresta fino ad arrivare all anticima. Poco distante, vi è la vetta del Dolcedorme. Una breve sosta, fatta la rituale foto di gruppo, in rapida discesa, direzione M. Pollino, sulla destra, in corrispondenza del Passo di Vallepiana, si dirama un agevole sentiero che in pochi minuti conduce il gruppo al Varco di Pollino (m.1872 s.l.m.) e al piano di Acquafredda (m.1802 s.l.m.) dal quale si possono ammirare gli alberi serpente e godere di magnifici panorami in cui, a Nord Serra delle Ciavole, adornata di enormi esemplari di Pini loricati e a Sud la piramide sommitale del Dolcedorme, predominano intorno al lussereggiante prato erboso e fiorito della valle. Si risale verso il Dolcedorme attraverso un ripido sentiero ben tracciato fino a raggiungere la cresta a Est della vetta del Dolcedorme, dove ci si ricongiunge, con tempistica cronometrica, al secondo gruppo proveniente dalla cresta della serra. I due gruppi riunitisi, stanchi e appagati, fiancheggiando il Vallone del Faggio Grosso, dopo un ampio giro a 360, si dirigono sulla selletta del Passo di Valle Cupa per rientrare al punto di partenza di Valle Piana. 90 volontari per parlare di povertà, Costituire un patto per contrastare le povertà, avviare percorsi formativi sulla progettazione europea, realizzare momenti di incontro tra giovani e associazioni, attivare un osservatorio sulla disabilità. Sono solo alcune delle proposte emerse dalla preconferenza del volontariato cosentino, organizzata dal Csv Centro servizi per il volontariato della provincia di Cosenza, lo scorso 20 giugno, a Castrovillari, presso il Protoconvento francescano, alla quale hanno partecipato circa 90 volontari provenienti da tutta la provincia. Durante la giornata si sono svolti i lavori di quattro tavoli tematici (giovani, Europa, nuove povertà e disabilità) gestiti dai referenti, nonché disabilità, giovani ed Europa A Castrovillari la preconferenza del volontariato cosentino componenti del comitato direttivo di Volontà Solidale, Concetta Carravetta, Katia Acinapura, Nadia Gambilongo, Antonello Grosso La Valle, Gianni Romeo e Gianfranco Pisano. Le associazioni presenti hanno evidenziato bisogni e problematiche dei vari territori, ma anche avanzato proposte e presentato idee innovative. Dai gruppi di lavoro è emersa forte la necessità di fare rete, di lavorare insieme e di portare avanti azioni concrete, ma anche di rafforzare il rapporto con le istituzioni, spingendo per una maggiore partecipazione del volontariato ai tavoli decisionali. Fare rete è un processo difficile e faticoso ha affermato Maria Annunziata Longo, presidente di Volontà Solidale ma occasioni come la preconferenza servono a conoscerci, a metterci in relazione ed ad avviare iniziative che possano dare risposte alle nostre comunità. Noi, come volontariato cosentino, stiamo già lavorando insieme nei vari tavoli tematici e non aspettiamo un bando per progettare interventi sociali, progettiamo nei tavoli. Poi, se arriva il bando, siamo pronti perché tante delle proposte emerse a Castrovillari possono diventare progetti. A salutare tutte le associazioni presenti anche il sindaco, Domenico Lo Polito. Il CSV è presente anche Castrovillari con uno sportello i cui locali sono stati messi a disposizione dall amministrazione comunale.

10 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 10 Gino Perfetti: «Magari creare un assessorato alla bellezza in questa città» Fa bene squarciare orizzonti e andare oltre, per uscire dal proprio mondo e poi tornarci. Leggevo su un quotidiano regionale di una ragazza in gita scolastica in una capitale europea, dove esternava le proprie impressioni raccolte. Mi sono piaciuti : l arredo urbano, la cura dei monumenti,la pulizia e la manutenzione di strade, l attenzione al verde, il traffico ordinato e un clima generale di civiltà e di rispetto per il cittadino. Aggiungeva a conclusione : da noi che tristezza! Raggiungeremo quei livelli? Esistono le cose belle e si trovano tra gli umani, non certo nel libro dei sogni. E la nostra città? salvo lodevoli iniziative è a misura di niente : non dei bambini, non degli anziani, non degli artisti e degli esteti. Tra le indecorose scene che si presentano quotidianamente ai nostri occhi : il caos del traffico (e non solo nelle ore di punta) parcheggi in seconda e terza fila oppure sui marciapiedi per non dire ndi vanedde oppure davanti agli scivoli per i disabili, auto abbandonate, affissioni selvagge, cartelli e tabelloni commerciali (abusivi) sparsi dappertutto, molti cartelli stradali e turistici divelti o inesistenti, scritte a vernice che troviamo su muri che deturpano belle facciate di palazzi e su qualsiasi proprietà pubblica o privata, gente che nonostante ci sia la raccolta differenziata lascia i sacchetti dei rifiuti a terra su tutto il territorio comunale, oppure i proprietari dei cani (non tutti) che senza freni fanno regolarmente sporcare dai loro animali marciapiedi e aiuole. Difficoltà anche ad usufruire dei luoghi pubblici, in particolare delle nostre striminzite aree a verde, la cui manutenzione lascia spesso a desiderare offrendo invece un diverso spettacolo: supporti divelti, siringhe abbandonate,escrementi di ogni tipo, erbacce e spazzatura in ogni angolo, abbattimento di alberi, potature indiscriminate, piantumazione manco a parlarne. Gli esempi di malcostume sono davvero tanti e gli incivili siamo noi ogni qualvolta non rispettiamo o non facciamo rispettare le regole. Un invito al Corpo di Polizia Municipale che con il loro controllo ed anche con qualche sanzione in più dovranno garantire una rigidità nei controlli e al Comune, finchè ognuno faccia la sua parte senza se e senza ma, con un serio impegno a rendere più bella la nostra città con il rispetto rigoroso di quelle semplici regole di condotta, previste anche con leggi ad hoc, che quasi sempre invece vengono disattese. Ma forse per i castrovillaresi c è uno scarso senso del bene pubblico? quindi ciò che sta oltre la soglia di casa non è una cosa che li riguardi. Ci si potrà porre la domanda : se anche le nostre città italiane riescono ad essere attraenti, perché nel nostro piccolo, non possiamo anche noi? La nuova amministrazione della città faccia in modo che i diritti dei cittadini, fra i quali quelli alla salute e ad un ambiente pulito e sano, non rimangono belle enunciazioni. Papa Francesco con la " Laudato sii" e dedicata alla cura dell'ambiente ha invitato tutti a custodirlo," la casa comune che è il creato si sta rovinando e ciò danneggia tutti". Chissà, se ne potrà venir fuori un sussulto di orgoglio! E da qui partire col nuovo, realizzando magari un Assessorato alla BELLEZZA e RISA- NAMENTO altrimenti la differenza di una città europea ma anche italiana non si vedrà mai. Gino Perfetti P.S. - I primi giorni della nuova amministrazione sono stati improntati all insegna dell agenda delle emergenze, rifiuti, sanità, acqua pubblica. Per il bene della città dovrà prevalere una reale pacificazione. Vizzi: «La città deve cambiare verso» Vivere in una Città della quale vergognarsi essere nato mi crea sconforto ed indignazione insieme ad uno stato di disagio perché mi sento di vivere in un paese sporco, senza regole, senza lavoro, senza speranza, senza avvenire. Tutti i valori si sono azzerati, l orologio segna il tempo perduto, la famiglia ha subito uno sfarinamento dei valori che porta al fallimento della società civile. Tutto quello che doveva succedere è successo e da noi ancora di più. La colpa di questo spaccato di vita è della società civile e della politica: l una perché si è lasciata violentare dalle promesse di chi ancora disegna la geopolitica di questo territorio da dove tutti vogliono scappare come se ci fosse la peste e dove tutto quello che hai vale zero, l altra (la politica) è stata sempre assente, demenziale e negligente perché gli uomini che l hanno rappresentata e la rappresentano curano solo il loro orticello. Sono in molti a voler fare politica perché pur senza arte né parte, riescono a rimanere sempre a galla. La tua Città è in vendita, caro lettore, la tua pensione è un piatto di lenticchie, tuo figlio è altrove in cerca di lavoro, la tua dignità è compromessa, gli anni passano e tu sei sempre lì a non muovere un dito per migliorare le tue condizioni. Spero che il nuovo Sindaco, al quale auguro un buon lavoro, sia responsabile e trasparente nella governance del Municipio. La Città deve cambiare verso Pinuccio Vizzi I LUOGHI DELLA RIGENERAZIONE URBANA Ripartiamo dal cuore della città In riferimento all aspetto del rapporto tra centro storico e paesaggio circostante ovvero contesto urbano, quale molla generatrice del nuovo sviluppo urbanistico di Castrovillari, possiamo ritenere che diventa prioritario partire dal cuore della stessa città. Purtroppo, ormai è sotto gli occhi di tutti, come il cuore abbia smesso di battere e quindi compromettere la vita del resto della città. Piazza Matteotti, nasce agli inizi degli anni cinquanta,come piazza del mercato coperto ; nella parte retrostante, al posto dell attuale edificio dormitorio per gli impiegati della Telecom, avvenivano gli spettacoli circensi. Tutto questo per dire che la piazza dagli inizi degli anni cinquanta fino alla fine degli anni settanta, fa rivivere lo spazio peculiare dell agorà. Infatti l intero quartiere viene costruito secondo i principi dell urbanistica classica, dove lo stesso spazio urbano della piazza deriva dalla soppressione di un isolato. Cosi dagli inizi degli anni ottanta assistiamo ad un fenomeno di involuzione del suddetto spazio a causa della debole scelta d intervento che si andava ad operare in quegli anni. La semplice pavimentazione non basta a ridare allo spazio la dignità acquisita negli anni precedenti! Con la soppressione del mercato coperto non si propone, purtroppo una funzione ad essa alternativa, prefigurando quella che è la morte attuale della piazza. Ci troviamo di fronte ad una realtà fatta di semplice pavimentazione e panchine: le panchine non hanno un orientamento particolare, guardano in varie direzioni ignorando direttrici prospettiche di notevole interesse. Mi riferisco per esempio all opera scultorea del maestro Pisani, la quale, collocandosi in un angolo della piazza, risulta essere tagliata fuori da un possibile rapporto di fruizione signiicativo. Infatti la statua anziché guardare verso la piazza, guarda verso la strada, risultando così poco percepibile, anche se prospettante su viale della libertà dalla quale la fruizione visiva risulta essere molto rapida, in quanto percorriamo tale arteria prevalentemente con l automobile. Atri motivi che hanno determinato l attuale degrado, sono riscontrabile nel mancato rapporto con gli edifici circostanti, infatti l intera insula risulta essere circondata da una strada perimetrale. Altro elemento riguarda il trattamento del colore delle cortine edilizie su di essa prospicienti, le quali purtroppo non sono legate da un concetto di unitarietà edilizia. La stessa causa della mancanza di un piano colore, non riesce a garantire questo concetto di unitarietà facendo si che solo alcuni edifici riescono ad emergere con forte visibilità soprattutto per la scelta privata arbitraria, consistente nell uso spregiudicato di sgargianti ed impensabili colori. Pertanto edifici importanti, come l ex edificio Telecom, sono tagliati fuori dal rapporto con lo spazio antistante. Un altro aspetto da sottolineare è senz altro rappresentato dal recupero di quelli che sono gli edifici dimessi della piazza, invitando tutta la cittadinanza a partecipare per la individuazione di una nuova funzione di questi edifici. Cosi tutti questi aspetti sollevati, andrebbero a contribuire a quella che è il concetto di rinascita della vitalità dello spazio. Quindi l introduzione degli elementi elementari della natura e cioè l aria, la terra, l acqua ed il fuoco. Ritengo a mia avviso, che la proposte avanzate in questa direzione, siano innumerevoli. A tal proposito immagino la futura città animata da nuovi odori e sapori. Mi riferisco agli odori per esempio della legna che arde nei camini e nello stesso tempo il sapore dei frutti della terra degli orti privati, come quello della riscoperta della cipolla bianca, avanzata dall Ing. Chidichimo Salvatore nel suo intervento, che pare debba avere le stesse caratteristiche di quelle di Tropea. Tutto questo quindi,con l Introduzione di cose semplici che oltre alla introduzione per esempio della balaustra in legno e dello stesso gioco degli scacchi proposta dai ragazzi della III C della scuola media di Oriolo, vede l introduzione delle fonti di energia rinnovabile, a cui fa riferimento nel suo intervento sempre l Ing. Chidichimo, in particolare dell acqua che partendo dai cosidetti giardini andrebbe ad attraversare l intera città. Una proposta di rigenerazione urbana, quasi a costo zero, riguarda la deviazione del traffico attorno agli isolati immediatamente prospicienti sull attuale piazza insieme ad un piano colore che vedrebbe coinvolte tutte le cortine edilizie a ridosso di piazza Matteotti. Arch. Sergio Ferraro IL DIARIO di CASTROVILLARI e del POLLINO Periodico associato all Unione Stampa Periodica Italiana Registrazione Tribunale di Castrovillari n. 1/2005 Iscrizione R.O.C. n Edito da Associazione Culturale PromoIdea Pollino Sede operativa: Corso L. Saraceni, 97 - Castrovillari Stampa: AGM Zona PIP - Castrovillari - tel Tiratura: copie Distribuzione gratuita il sabato e la domenica a Castrovillari, Civita, Frascineto, Morano Calabro, San Basile, Saracena, Mormanno Direttore editoriale - Angelo Filomia Direttore responsabile - Luigi Troccoli Pubblicità La collaborazione alla testata è libera e gratuita. Il settimanale è aperto a tutti coloro che desiderino collaborare nel rispetto dell art. 21 della Costituzione che così recita Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione, non costituendo, pertanto, tale collaborazione gratuita alcun rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione autonoma.la Direzione si riserva di apportare modifiche agli articoli inviati che dovranno avere preferibilmente lunghezza non superiore a 35 righi standard ed inviati per posta elettronica all indirizzo: Eventuale materiale non pubblicato non verrà restituito. E consentita la riproduzione anche parziale dei testi citandone la fonte. Scriveteci a:

11 IL DIARIO anno XIII n.23 PAG. 11 Il Piccolo borgo e Primavera dei Teatri Il termine piccolo borgo non voleva essere in nessuna misura offensivo e non era mia volontà o intenzione sminuire in alcun modo Castrovillari che da anni ospita un festival che rappresenta una delle realtà più interessanti del meridione e che io stessa seguo da sette edizioni. Ecco come il sito del Festival Primavera dei Teatri presenta la manifestazione: Festival sui nuovi linguaggi della scena contemporanea, Primavera dei Teatri testimonia la volontà di un piccolo e suggestivo centro di una tra le regioni più disagiate del territorio nazionale di diventare luogo privilegiato del dibattito culturale nazionale. Tra centro e borgo non vi è molta differenza semantica, e credo che borgo dia l idea di luogo accogliente, come è Castrovillari durante il Festival. Duole inoltre riscontrare come, in un pezzo siglato e non firmato, ci si sia soffermati con dovizia di particolari a criticare una scelta linguistica, senza neppure riflettere sul senso complessivo dell articolo pensato e realizzato con la voglia di valorizzare Primavera dei Teatri, un eccellenza, che porta in un luogo che si trova indubbiamente nei pressi del Pollino, il mondo teatrale italiano. Elisabetta Reale Gazzetta del Sud Pubblichiamo volentieri la precisazione della giornalista Reale, in relazione al nostro commento (siglato e non firmato: evidente l ascrizione dello stesso, direttamente o indirettamente, al direttore della testata) sull articolo che la medesima aveva pubblicato sul quotidiano regionale, a chiusura della manifestazione Primavera dei Teatri. Ne abbiamo contestato l incipit: Castrovillari piccolo borgo ai piedi del Pollino. Il resto dell articolo era una meritata favorevole recensione alle attività di Scena Verticale. E possibile risentirsi, se la decima città della regione viene definita, sia pure con intenzioni aggrazianti, piccolo borgo? E giacché la Reale ce lo fa notare, non ci piace nemmeno quel piccolo e sia pure suggestivo - centro del sito Web della manifestazione. Ognuno ha le sue fissazioni, linguistiche anche: per non urtarle, si usino allora le parole nei loro significati denotativi. Non ci si affiderà alla intuizione interpretativa di chi legge e non ci saranno equivoci. l.t. Seminario sul training autogeno Lunedì e martedì 29/30 giugno, presso la sede della Fondazione "il filo d'arianna", via Fauciglio snc (contrada conca del Re) si terrà un seminario teorico praatico sul training autogeno. Il seminario ha lo scopo di fare conoscere le teorie e le tecniche del training autogeno, mirante a controllare l'umore ed evitare gli stati d'ansia e le paure.questo è utile per tutti e, soprattutto, per le persone con disabilità, che possono gestirsi meglio ed evitare il ricorso a farmaci. I Maialmondo sono innocenti! Assolti per non aver commesso il fatto. La corte suprema dei social network ha fatto giustizia sentenziando che l autore del fotomontaggio Quasi amici apparso a pag. 4 del Diario n. 22 non è Vincenzo Falduto, new entry dei Maialmondo, bensì Francesco Le Pere che ha pubblicamente confessato di essere il colpevole, ovvero l autore del geniale fotomontaggio, scagionando così, pubblicamente, il gruppo castrovillarese. A sancire il diritto di informare per essere informati, riportiamo la versione dei fatti, così come la descrive graficamente Francesco Le Pere. BREVI & CRONACA Una casa per i malati di leucemia "Casa Ail" è realtà. Sono stati inaugurati a Cosenza i due appartamenti che l'associazione italiana leucemie-fondazione "Amelia Scorza" Onlus destina ai pazienti in cura presso l'unità operativa complessa dell'ospedale Annunziata. Colori caldi, spazi accoglienti. I malati e i loro familiari avranno la possibilità di soggiornare in queste unità abitative che si compongono di dieci/dodici posti letto, servizi, cucina e spazi comuni, per tutta la durata della terapia. L'ospitalità presso "Casa Ail" è gratuita. Ornella Nucci, presidente della sezione cosentina di Ail, in occasione della cerimonia di inaugurazione, ha sottolineato il ruolo fondamentale della sinergia tra il reparto di Ematologia dell'ospedale bruzio e l'associazione di cui è responsabile. «Tutte le indicazioni relative ai malati che potranno usufruire di "Casa Ail" - precisa - saranno fornite dallo staff del direttore di Unità, il professor Fortunato Morabito. Offrire al paziente la disponibilità di una casa significa potergli consentire di affrontare il percorso della malattia con maggiore tranquillità». "Casa Ail" è una scommessa vinta, frutto di un lungo e faticoso lavoro che ha visto impegnati i responsabili e i volontari di Ail. «La cosa più importante - continua la presidente - è mostrare alla città quello che facciamo durante tutto l'anno, quando siamo nelle piazze a raccogliere fondi, con le stelle di Natale o le uova di Pasqua. Se chiediamo l'aiuto dei cittadini è perché, con il nostro impegno, vogliamo offrire servizi ai pazienti e migliorare, per quanto possibile, la loro qualità di vita. Abbiamo bisogno di tanti nuovi volontari che prestino la loro opera, Ail è fatta di persone e senza i volontari non potrebbe sopravvivere». Sulla stessa linea il direttore dell'unità operativa complessa di Ematologia che definisce "casa Ail"un valore aggiunto. «La provincia di Cosenza - spiega il professor Morabito - si caratterizza per la grande vastità del suo territorio. Le terapie presso il nostro reparto possono durare anche una settimana, e un paziente che abita a cento chilometri di distanza dall'ospedale non può sopportare quotidianamente, per sette giorni di seguito, un viaggio che, tra andata e ritorno, è lungo duecento chilometri. Il nostro compito non consiste soltanto nel garantire ai pazienti le migliori terapie possibili, ma anche nel facilitare l'accesso alle medesime. AIL dice e poi fa - aggiunge il direttore - e la bontà di un progetto si vede quando le idee si trasformano in realtà». Piove per 1 ora e la città si allaga Un ora di pioggia è stata sufficiente, nel pomeriggio di giovedì 18 giugno a far saltare il sistema fognario della città. Via Roma è diventata un vero e proprio corso d'acqua poichè sono saltati i tombini di raccolta delle acque e le caditoie dei marciapiedi, troppo intasate non hanno retto all urto del violento temporale estivo. Danni ingenti un po dappertutto in città e una miriade di richieste d aiuto dirette agli uffici tecnici del Palazzo di Città e ai Vigili del Fuoco. Non è la prima volta che accadono questi disastri che si ripercuotono anche economicamente su tanti commercianti di via Roma e non solo. Occorre intervenire subito per evitare che la triste sistuazione si ripeta magari alla prossima bomba d acqua. Due arresti per droga a Cassano Jonio Due ventitreenni, E.A. e R. S., entrambi di Cassano allo Ionio e già noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati dai carabinieri per detenzione a fine di spaccio 120 grammi di cocaina e 78 di eroina, oltre a sostanza da taglio e due bilancini. In un magazzino attiguo all'abitazione di Stabile - attualmente sottoposto alla sorveglianza speciale - i carabinieri hanno trovato una pistola lanciarazzi e un altro bilancino. Il cane amico dell uomo : un corso per i detenuti della casa circondariale di Castrovillari Tutto pronto per l'inizio del Corso il cane amico dell uomo : corso formativo rivolto ai detenuti della casa circondariale di Castrovillari. Il corso è organizzato dal Gruppo Passione Animali dell associazione Solidarietà e Partecipazione di Castrovillari in collaborazione con i servizi veterinari di Castrovillari dell Asp di Cosenza. Il corso, che si svolgerà tra fine Giugno e Luglio 2015, si propone di fornire nozioni di base sulla evoluzione psicologica del cane dalla nascita all età adulta; una panoramica sulla etologia (comportamento e linguaggio) del cane; consigli utili per prevenire alcuni problemi comportamentali del cane; informare sugli obblighi di legge del proprietario e la normativa sugli animali d affezione; l anagrafe canina e la salute del cane; funzionamento e sicurezza nei canili. Relatori del corso saranno la dott.ssa Mariella Buono, i medici veterinari del servizio veterinario di Castrovillari dell ASP di Cosenza dott. Tullio Tommaso, dott. Antonio Varcasia e dott. Pierpaolo Avolio, e, per la parte legislativa, l avvocato Francesco Martire. L iniziativa rientra nell ambito di un protocollo d intesa siglato dal Gruppo Passione Animali dell associazione Solidarietà e Partecipazione con la Direzione della Casa Circondariale di Castrovillari al fine di coinvolgere il carcere nelle tematiche sociali quali, nello specifico, la tutela degli animali di affezione e prevenzione del randagismo e allo stesso tempo consentire ai detenuti coinvolti nell iniziativa l acquisizione di competenze specifiche nel settore della cura e mantenimento degli animali e potrà consentire l eventuale impiego lavorativo presso canili e strutture specializzate al termine della pena. Selezioni A.N.A.S. Ass Nazionale di Azione Sociale L A.N.A.S. Associazione Nazionale di Azione Sociale, da sempre impegnata nel sociale, svolge senza scopi di lucro, attività culturali, per la tutela dell ambiente e di protezione civile, educative, assistenziali, sportive, turistiche, di politiche dell immigrazione, di sportelli di ascolto e di solidarietà. L A.N.A.S. Provinciale Cosenza, con sede in Piazz.le autostazione Castrovillari (CS), da quest anno accreditata al Servizio Civile, ha effettuato nei giorni scorsi la selezione dei giovani che hanno presentato domanda per il Servizio Civile Nazionale Hanno sostenuto il colloquio circa 50 candidati che avevano presentato domanda nelle varie sedi zonali: Rossano, Cirò Marina, Cariati, Rende, Cassano allo Ionio, Torretta di Crucoli, Frascineto e Castrovillari. I candidati sono stati accolti ed esaminati dal Presidente Nazionale A.N.A.S. Alessandra Giannola, dal Portavoce Nazionale Antonio Lufrano e dal Presidente Provinciale A.N.A.S. Giuseppe Lufrano. Per la tua pubblicità sul Diario info

12 IL DIARIO anno XIII n.23 PAG. 12 #PAPAFRANCESCOACASSANO UN ANNO DOPO Ringraziare, Confermare, Rilanciare: i tre verbi del Vescovo Savino per «Far camminare la Speranza» «Papa Francesco dice no a chi specula sempre e comunque sopratutto sulle persone e sui cosiddetti beni comuni per lucrare a livello personale o per lucrare a livello di lobby». E la nota del vescovo di Cassano allo Ionio, mons. Francesco Savino che ieri ha commentato l enciclica ambientalista del Papa Laudato si. «Penso ha aggiunto all Ansa che non sia soltanto sull ambiente. Se vogliamo parte dall Ambiente ma poi Papa Francesco, anche in continuità con un altra Enciclica straordinaria di Papa Ratzinger Caritas in Veritate fa delle riflessioni molto ampie sulle grandi questioni che oggi sono dibattute a livello mondiale. Il Papa prende anche posizione e cerca di invitare i credenti e i non credenti a ripensare il modello di sviluppo». E ancora: «Il modello fin qui attuato è veramente sviluppo? E veramente una crescita? Ecco perché Papa Francesco poi prende posizione circa il liberismo assoluto, il capitalismo, quello più selvaggio. Mi sembra quasi di leggere l idea di Latouche in questa posizione. Mi sembra in questa posizione di ragionare sul rapporto tra sviluppo, crescita o decrescita felice. E un problema, è una questione di ampio respiro, ma di certo il Papa cerca anche di farci capire il rapporto tra economia reale e anche crisi finanziaria economica. Oggi l economia è diventata tutta Intenso e partecipato, il momento di preghiera, voluto dal Vescovo, mons. Francesco Savino e organizzato insieme con Uffici diocesani pastorali, Associazioni e Movimenti, che ha richiamato in Basilica Cattedrale centinaia di fedeli, tanti presenti un anno fa all incontro col Santo Padre. Parola d ordine: fare memoria di quanto accaduto e rilanciare il cammino. Durante la veglia, seguendo alcuni passi fondamentali dei discorsi pronunciati da Papa Bergoglio, a Castrovillari e a Cassano, si sono succedute le testimonianze di chi è stato protagonista, un anno fa, dell indimenticabile evento di fede. Due video: uno relativo alla missione diocesana, voluta dall allora vescovo, mons. Nunzio Galantino, per andare incontro agli scartati, nelle periferie, e chiedere scusa, così come aveva e avrebbe fatto il Papa il 21 giugno, e un altro riportante l omelia che il Santo Padre ha pronunciato durante la messa celebrata nella Piana di Sibari nel pomeriggio dinanzi a 250mila persone. Significativo durante la Veglia il momento in cui, ogni Ufficio diocesano pastorale e ogni associazione ha portato un segno, un tassello di un puzzle, con su scritto un impegno. Il puzzle (realizzato da Enrico Martire), rappresenta dei piedi che camminano sulle tracce del 21 giugno 2014 Al termine, l intervento del Pastore cassanese, mons. Francesco Savino: Un grande Vescovo, per me punto di riferimento, don Tonino Bello, mi offre ha detto Savino una chiave di lettura: che tutti, ma soprattutto i credenti, devono rinunciare ai segni del potere ma mai al potere dei segni. Se vogliamo capire la visita di Papa Francesco alla nostra diocesi e ciò che sta facendo il Santo Padre, dobbiamo partire proprio da questa affermazione. Voglio fare un segno che racchiude la testimonianza di Papa Francesco che ci dice che chi abbraccia un malato tocca la carne viva del Crocifisso. Il Vescovo si è quindi recato ad abbracciare alcuni diversamente abili presenti in Chiesa. Poi ha continuato: Vi consegno questa sera tre verbi: Ringraziare il Signore per i doni tanti che ci fa. Papa Francesco è uno di quei doni. Secondo verbo: Confermare. Il Papa ha fatto una visita pastorale per confermare la nostra fede. È venuto a dire aprite il cuore alla fiducia, non siate fatalisti. Terzo verbo: Rilanciare: guai se non fossimo capaci di rilanciarci come Chiesa. Come? Facendo ciò che Papa Francesco ci dice: Convertite la pastorale, non più dal centro alle periferie ma partendo da queste. Dobbiamo fare una scelta, come Diocesi, ha concluso il presule: La prendo da una parola che Papa Francesco ha consegnato ai giovani: Speranza! La parola speranza viene dalla parola piede L augurio che faccio è che noi facciamo camminare la speranza facendo solo una scelta, decidendo di uscire. r.f. Il vescovo di Cassano «Il nostro modello di sviluppo crea troppe ingiustizie» speculativa, finanziaria. Dove è andata a finire la crisi? Dove è andata a finire l economia reale? Cerchiamo anche di capire che dentro queste posizioni del Papa ci sono anche altri economisti che ultimamente hanno preso posizione su questa questione». «Papa Francesco cerca, alla Dal 26 al 30 giugno, Mormanno, il Seminario vescovile, in particolare, si animerà di ragazzi dell Azione Cattolica provenienti da tutto il territorio diocesano. L occasione la fornisce il campo scuola ACR che s ispira, quest anno, alla diversità e all arcobaleno: Ognuno di noi è diverso spiegano i responsabili dell ACR e questa è la bellezza perché nonostante la diversità tutti abbiamo i colori dell arcobaleno dentro. Essere diversi e appartenersi perché siamo tutti fratelli. Il Signore ha costruito un arcobaleno per avvicinarsi a Noè e noi costruiamo arcobaleni per avvicinarci al prossimo e donare quello che di bello abbiamo. Questo cercheremo di far comprendere ai ragazzi e ai bambini che parteciperanno al campo. luce di una visione storico salvifica, di prendere posizione e dice no a un impoverimento del popolo di Dio. Dice no alle cause che rendono sempre più ingiusto questo mondo e a tutto ciò che è speculativo a danno del popolo. Devo constatare, rispetto alle forme di povertà, ritardi enormi da parte delle politiche italiane. Finché ci saranno sempre più poveri vuol dire che la democrazia è a rischio e che la civiltà non è ancora arrivata. E amaro constatare prosegue che moltissimi hanno niente e pochissimi hanno moltissimo. Questa è la contraddizione. Ha ragione Papa Francesco quando nel quarto capitolo de Evangelii Gaudium dice che la realtà è più dell idea. Sono profondamente convinto che le politiche, soprattutto di welfare, debbano partire dagli ultimi e mettere al centro delle politiche le persone ultime, impoverite. La povertà non è il risultato della predestinazione. Se c è povertà, evidentemente, è perché ci sono anche politiche di distribuzione della ricchezza sbagliate». (da Cronache del Garantista Calabria di Domenica 21 giugno 2015) Campo scuola ACR: un arcobaleno di ragazzi invaderà Mormanno

13 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 13

14 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 14 Mezzi pesanti su SS 106 "rivedere la decisione" L appello del sindaco di Amendolara al Prefetto di Cosenza "Con quale logica riversano i mezzi pesanti sulla Statale 106 jonica? Ufficialmente la causa sarebbe la chiusura del Viadotto Italia. Ma noi della Sibaritide non possiamo essere penalizzati. Così il traffico sarà decongestionato per i centri rivieraschi della Statale 18 che si snoda lungo il Tirreno. Per tutti quei centri il problema dei flussi turistici interrotti, o quantomeno rallentati, dai mezzi pesanti esiste, per noi no? Non mi sembra una misura equa." Chiediamo al Prefetto di Cosenza- di rivedere questa direttiva e trovare una soluzione di compromesso che tenga conto delle esigenze di tutti. A Roseto Capo Spulico c è una situazione insostenibile." È quanto dichiara il Sindaco di Amendolara Antonello Ciminelli in merito alla decisione del Prefetto di interdire il traffico alla Tirrenica e dirottare i mezzi pesanti sulla Jonica. Una soluzione giusta ha detto il Primo Cittadino del paese della Secca - potrebbe essere quella del traffico di tir dirottato a giorni alterni sull una o sull altra costa. La solidarietà non può penalizzare sempre la Sibaritide. Anche questa volta sono state prese decisioni arbitrarie senza nemmeno consultare i sindaci e le popolazioni interessate dal problema. Come nel caso delle trivellazioni tutto viene consumato nell ombra. Si tratta di piccoli episodi che testimoniano il solito clima ostile del Governo nei nostri confronti. Rifiuti/ Gagliardi: «Oliverio sulla strada giusta» Faccio i miei complimenti al Presidente della Regione, Mario Oliverio, per la nuova proposta che ha lanciato sul tema dei rifiuti. Grande plauso all idea meritocratica: tariffe più basse per chi raggiunge una certa soglia di raccolta differenziata e, viceversa, tasse più salate per cittadini ed enti che gestiscono male il ciclo dei rifiuti. Si tratta di una prospettiva virtuosa. Mi auguro che alle apprezzabilissime dichiarazioni del governatore della Calabria seguano atti concreti, segnali visibili di una vera volontà di cambiare un settore in cui i troppi interessi privati hanno prevalso su quelli pubblici. È quanto dichiara il sindaco di Saracena, Mario Albino Gagliardi, in merito alla proposta sulla tassa dei rifiuti del Presidente Regionale. Però ha affermato il primo cittadino di Saracena - bisogna stare attenti. La premialità non può essere calcolata in base alla percentuale di differenziata. Dietro ai numeri record si nasconde l inganno e si alimentano situazioni assurde in cui proprio il governatore dovrebbe avere la volontà di vederci chiaro. Oliverio deve consultare chi in questi anni ha lottato per una politica dei rifiuti vicina ai bisogni dei cittadini e rispettosa dell ambiente. In questo strano sistema c è chi, invece, potrebbe forzare alcune percentuali di conferimento e trarne vantaggio in virtù di una totale mancanza di controllo. Questo è un elemento non trascurabile. In realtà aggiunge Gaglirdi - c è un metodo percorribile: le frazioni differenziate gestite direttamente dai Comuni e trasportate al consorzio Conai. Solo a questo punto vedremo chi sono gli amministratori virtuosi in grado di sganciarsi da talune logiche a tratti molto torbide e quanti invece intendono percorre la strada della chiarezza e del vero risparmio per i contribuenti. Io conclude resto dell avviso che occorre favorire la nascita di Consorzi fra Comuni virtuosi. È inutile e dannoso creare sinergie fra enti con diverse percentuali di raccolta differenziata. Chi gestisce bene il ciclo dei rifiuti ha il diritto di potersi consorziare con chi fa altrettanto. (Fonte/Lenin MONTESANTO Comunicazione & Lobbying) Indegno fare cassa con gli autovelox La denuncia del sindaco di Saracena È indegno fare cassa con gli autovelox. La tutela della sicurezza stradale è fondamentale, ma la velocità va riferita alla qualità delle strade. C'è un problema in Calabria più che altrove: i limiti di velocità non servono per tutelare l'incolumità pubblica. Si utilizza questo strumento legittimo per finalità estranee alla legge: rimpinguare il forziere degli enti pubblici. É quanto dichiara il Sindaco Mario Albino Gagliardi che guarda con favore all'azione intrapresa dal Codacons calabrese per garantire il rispetto di quanto stabilito dalla Corte costituzionale. Una pioggia di ricorsi dice il Primo Cittadino - potrebbe dare ragione a chi è stato multato in seguito a rilevamenti di velocità effettuati da dispositivi elettronici non soggetti a periodici interventi di controllo e manutenzione. Anche io - aggiunge - ho difficoltà a chiudere il bilancio del Comune che amministro. Però escogito altre soluzioni. Molti colleghi sindaci, invece, mettono delle trappole. Percorrevo la Statale 106 e sono stato multato a 54 km orari. Ho pagato. Però la prossima volta adirò le vie legali. Posizionano gli autovelox in periferia e lungo la Statale e non in centro dove ce ne sarebbe maggior bisogno per la sicurezza dei cittadini. Tra gli esempi più emblematici c è il tutor di contrada Fiumarella, all uscita del centro abitato di Mirto Crosia, direzione nord e sud. Questi strumenti dichiara Gagliardi non solo costringono gli automobilisti a percorrere, inutilmente (dato che siamo in presenza di un rettilineo disabitato, senza svincoli ed uscite) quel tratto di strada a 60 km orari, ma di fatto incitano pericolosamente, superato lo stesso, ad aumentare di velocità. Rappresentando in questo modo e paradossalmente, sì, il vero pericolo. Ricordo bene continua Gagliardi - un imprenditore turistico che, nel corso di un convegno, snocciolò tutte le difficoltà di assecondare i clienti con servizi virtuosi e prezzi competitivi. Poi raccontò le lamentele dei turisti multati in arrivo dalla 106. Mi rivolgo ai colleghi che sono a loro agio con la furbizia spicciola degli autovelox: si cambi strategia e si guardi altrove per salvare i conti in rosso dei Comuni. Non si specula in questo modo. - (Fonte/Lenin MONTESANTO Comunicazione & Lobbying) Fondi europei, percorso ad ostacoli «Non siamo qui per tagliare il vostro budget ma per valutare che i soldi vengano spesi in maniera corretta. Siamo consapevoli che la situazione non è semplice e vi ringraziamo per la celerità che avete dimostrato nel prendere le dovute precauzioni. In questi casi due sono le possibilità, o proviamo a risolvere la situazione prima che diventi peggiore o cerchiamo di affrontarla insieme per trovare soluzioni adatte e possibili per procedere in maniera più semplice e veloce». Non le manda a dire Denis Geton, capo unità della direzione Commissione europea per l'occupazione, gli affari sociali e l'inclusione sulla situazione in cui versa la Calabria nell'utilizzo delle risorse Fondo sociale europeo. Fuori dal linguaggio diplomatico, l'esponente di Bruxelles presente oggi a Paola per il Comitato di Sorveglianza del Fse, ha voluto sottolineare che la situazione certo non è disperata come quella che riguarda l'altro fondo del Por (leggasi Fesr) ma non è neppure felice. FSE: I CONTI NON TORNANO, MA PER POCO Resta il nodo dei 47 milioni spesi dalla precedente amministrazione e non riconosciuti dalla Commissione europea, e sul tappeto c'è ancora da chiarire come la nuova amministrazione voglia velocizzare il sistema di spesa della quota di questo fondo ancora non utilizzato. Mentre i tempi si accorciano maledettamente: mancano pochi mesi alla scadenza del 31 dicembre, termine ultimo per rendicontare quelle risorse. Anche se i livelli di spesa sul Fse restano buoni. Stando a quanto emerso nel corso del Comitato di sorveglianza, lo stato di attuazione del programma Fse, infatti, al 31 maggio 2015, a fronte della dotazione di 690,6 milioni vede impegnati 677,2 milioni. Mentre sono pari a 606,5 milioni i pagamenti per i beneficiari. NUOVA PROGRAMMAZIONE DA RISCRIVERE Così, la vera gatta da pelare proviene dalla nuova programmazione dei fondi europei. Il documento inviato da Catanzaro è stato rispedito al mittente da Bruxelles. Troppe le lacune e i punti deboli da risolvere che i tecnici della Commissione hanno riscontrato sul Por Lì la partita è tutta nelle mani dell'esecutivo Oliverio. Sia sotto il profilo delle responsabilità nei ritardi accumulati, sia nella capacità di bruciare le tappe e recuperare nel più breve tempo possibile il tempo perso. Prima cioè che vada in fumo, già in partenza, una quota pari alla prima annualità della nuova programmazione. Un tema sul quale la giunta si è impegnata anche in occasione di questo Comitato. FONDI FESR A RISCHIO Così come si è impegnata sul fronte del recupero delle risorse messe a rischio dai ritardi sulla vecchia programmazione. Un terreno dove la Calabria se rischia poco in materia di risorse Fse sono i 47 milioni di euro su cui i tecnici regionali sono chiamati a rispondere sulle obiezioni sollevate da Bruxelles diviene ostico se non impossibile per quanto attiene le risorse Fesr. POR DA INVIARE ENTRO LUGLIO I tempi d'altronde sono veramente contingentati soprattutto per quanto attiene l'approvazione del Por Calabria Il programma inviato alla Commissione hanno detto da Bruxelles è sostanzialmente da riscrivere. E se si vuole che divenga operativo senza perdere nessuna annualità dovrà essere spedito entro il 27 luglio. PUB GESTIONE O VENDITA ATTIVITA IN BUONO STATO BUONE CONDIZIONI CONTRATTUALI CONTATTARE SOLO SE REALMENTE INTERESSATI INFO: Cantone: «L'A3 caso emblematico di corruzione» Il commissario dell'autorità anticorruzione Raffaele Cantone, se gli si chiede un esempio di scandalo italiano non ha dubbi: la prima "grande malata" che gli viene in mente è l'a3. Lo ha detto in un discorso un po' più ampio su tangenti e opere pubbliche, all'interno del seminario "Capitalism in the 21st century: stagnation versus growth in Europe?", che si è tenutonei giorni scorsi alla facoltà di Economia dell'università di Roma "Tor Vergata". «L'effetto finale dell'attività corruttiva lo pagano tutti i cittadini ha spiegato il magistrato. L'imprenditore che paga le tangenti al sistema corruzione, non pagherà le tangenti di tasca propria, ma evidentemente farà in modo che quella parte sarà risparmiata sulla qualità e quantità del lavoro. Questo è risultato in modo plateale in moltissime indagini giudiziarie. Emblematico il caso delle indagini sulla Salerno-Reggio Calabria: una delle opere simbolo, purtroppo in negativo, del non fare appalti in Italia». Un giudizio tranchant: «Quando si scoprì che imprenditori pagavano tangenti a 'ndrangheta e politica locale - ha spiegato ancora Cantone - si scoprì dove prendevano soldi per tangenti: risparmiavano sul cemento che mettevano sui piloni dell'autostrada. Questa considerazione ci fa venire il dubbio su tante opere pubbliche che nemmeno collaudate hanno danni irreparabili».

15 IL DIARIO anno XIII n. 23 PAG. 15 Velenosità delle piante d appartamento Come ormai è accertato la presenza delle piante in un contesto urbano, in uno spazio condominiale, nel cortile di una villetta, in una abitazione, o sul balcone, contribuiscono ad emettere ossigeno e ad assorbire gas, metalli pesanti e particelle sottili (cioè PM 10); possono depurare l aria mangiando le sostanze tossiche e le polveri sottili rilasciate da materiali edili, da arredi e altro, restituendo un aria più salubre. Ma la bellezza, come a volte accade, non è sempre scevra da pericoli. Le piante di appartamento possono costituire dei pericolosi killer? Ebbene sì. Le piante belle, verdi e colorate che costituiscono l elemento importante per l arredamento della casa o per l architettura naturale di un balcone o giardino, possono essere tossiche o anche velenose sia per le persone che per i piccoli animali domestici. Da quanto rilevato in riviste specializzate, in articoli di giornali e da siti internet, riporto ciò che bisogna sapere da parte di chi ama e tiene piante in appartamento, su balconi o in giardino, per non incorrere in situazioni incresciose che riguardano sia persone che animali; situazioni che possono portare anche alla morte. Nelle diverse parti delle piante, anche se non distribuiti omogeneamente in tutti i tessuti, si trovano gruppi di sostanze tossiche, quali: Alcaloidi (Nicotina, Atropina, Papaverina); Glicosidi o Eterosidi; Oli essenziali; Ossalati di calcio; Resinoidi; Terpeni. In genere le piante velenose vengono classificate sia in base al loro grado di pericolosità (a tossicità lieve, moderata e grave), sia in base al tipo di conseguenze che provocano nell organismo. Alcune piante producono solo effetti locali (tossicità locale) come: gonfiore, irritazione, dermatiti, ulcerazioni delle parti con cui vengono a contatto (per lo più bocca, lingua o occhi). E da premettere che il termine pianta velenosa, per la presenza di alcuni principi attivi presenti in esse, dipende da una somma notevole di fattori intrinseci sia alla pianta che al soggetto che risente degli effetti negativi. Ci sono piante da considerare mortali (Aconito, Oleandro, Belladonna, Brionia); altre potenzialmente pericolose (Digitale, che viene usata comunque in medicina nel campo cardiologico); altre ancora pericolose solo in determinati soggetti allergici alle stesse. Il rischio d intossicazione dipende dal modo in cui avviene il contatto col veleno: - per ingestione di parte di pianta (foglie, fiori, semi, radice); - oppure per contatto diretto dell epidermide e delle mucose con foglie (come per il tabacco), o con bulbi (come per i Narcisi e Giacinti). Il grado di pericolosità delle piante, anche in presenza degli stessi principi attivi, non è sempre uguale, e dipende: sia dallo stato fisiologico della pianta che può determinare, nei suoi tessuti, una diversa concentrazione di principi attivi (dipendenti dal tipo di terreno, dal clima, dalle situazioni ambientali); sia dalle condizioni fisiche e fisiologiche della persona che rimane vittima dell intossicazione (età, stato di salute, quantità di principio attivo ingerito). Da quanto accennato si desume che il concetto di pianta tossica o velenosa o comunque pericolosa dipende da un complesso di fattori e dal loro intrecciarsi. Date queste premesse elenchiamo adesso alcune delle piante velenose con le quali generalmente conviviamo e che sono presenti nella nostra vita di tutti i giorni. Il loro potere tossico viene annotato nel modo seguente: moderato; medio (mortale in dose elevata); elevato (spesso mortale). In ogni caso, il fatto che una pianta non si trovi nell elenco o che comunque non abbia indicazioni sul grado di tossicità come sopra indicato non significa necessariamente che sia sicura: la regola migliore, se non si è assolutamente certi che sia innocua, è non usarla. ANEMONE (nemorosa).potere tossico: elevato. Parte tossica: tutta la pianta. Sintomi: sia primaverile che estivo causa crisi convulsive e problemi gastrointestinali; è una pianta potenzialmente mortale, perché causa depressione respiratoria. AZALEA:(Rhododendron simsii-azalea indica). Potere tossico: medio. Parte tossica: foglie e linfa. -Sintomi: può dare stomatite, vomito, diarrea, debolezza, deficit della vista, convulsioni e coma. ANTURIUM (Anthurium).Potere tossico: medio. Parte tossica:foglie giovani. Tossici germogli, foglie linfa. Sintomi: per contatto o per ingestione irritazioni alle mucose orali con bruciore intenso alle labbra e alla lingua, salivazione eccessiva,difficoltà di deglutizione, vomito. Elevato tasso di mortalità. BEGONIA (Begonia semperflorens).potere tossico:medio. Parte tossica: linfa tossica delle foglie, del fusto e delle radici.- Sintomi: dermatiti da contatto. CALLA (Calla Selvatica, Arum Italica, Gigaro). Potere tossico:moderato. Parte tossica: tutta la Pianta, foglie e bacche in particolare. Sintomi: se mangiata provoca forti dolori già in bocca; vomito, diarrea, tachicardia, dermatite e vesciche. CICLAMINO(Cyclamen europeum).potere tossico:elevato. Parte tossica: parte aerea e tuberi. - Sintomi: irritazioni cutanee, sintomatologia gastrointestinale con vomito e diarrea (se ingerita), crisi convulsive. CLIVIA (Clivia miniata).potere tossico:moderato. Parte tossica:tutta la pianta,soprattutto fusto bulboso e bulbo. Sintomi: salivazione, vomito,diarrea, paralisi (se in forti dosi). CRISANTEMO (Chrysantenum). Parte tossica:tutta la pianta Sintomi: dermatiti da contatto che evolvono in eczemi crostosi- orticaria CROTON (Codiacum variegatum), var. pictum.potere tossico: moderato. Parte tossica:ogni parte della pianta per la sua linfa (latice). Sintomi:salivazione, vomito, diarrea, alterazione delle membrane mucose. DALIA (Dahlia variabilis). Parte tossica: foglie e tuberi. - Sintomi: dermatite da contatto, fenomeni di disidratazione. DIEFFENBACHIA (Dieffenbachia).Potere tossico:medio. Parte tossica: latice del fusto e delle foglie. Sintomi: azione irritativa e caustica per contatto, edema delle mucose,vomito, diarrea, coliche, difficoltà respiratoria, incoordinazione, apatia, debolezza, disturbi del ritmo cardiaco, alterazioni degli occhi. EDERA (Hedera Helix).Potere tossico:elevato. Parte tossica: tutta la pianta; ingestione delle bacche. Sintomi: Vomito, diarrea, dermatiti. FELCE AQUILINA (Pteridium aquilinum).potere tossico:elevato. Parte tossica: tutta la pianta.- Sintomi:diarrea con tracce di sangue, presenza di sangue nelle urine, spasmi muscolari,disturbi motori, crampi, reazioni allergiche. FICUS (Ficus pumila, Ficus benjamina, Ficus elastica). Parte tossica:foglie, lattice. - Sintomi: Infiammazioni, gonfiori alla lingua e alle labbra (alto contenuto di cristalli di ossalato di calcio):nb: Se il gonfiore alla trachea o all esofago impedisce la respirazione, è necessario effettuare una tracheotomia d urgenza. FILODENDRO (Philodendron sp.).potere tossico:elevato. Parte tossica: latice contenuto nella pianta; Sintomi:dermatiti da contatto, edema delle mucose, irritazione alla cute e agli occhi (se tal sostanza lattiginosa viene ingerita comporta tumefazione della lingua e soffocamento). GERANIO (Geranium maculatum). Parte tossica: foglie. - Sintomi: dermatite da contatto. GIACINTO(Hyacinthus orientalis).potere tossico:moderato. Parte tossica: tutta la pianta, specie il Bulbo ( per ingestione). - Sintomi: bruciore, arrossamento,edema, dermatite. GELSOMINO (Gelsemium sempervirens).potere tossico:medio Parte tossica: intera pianta. -Sintomi:incoordinazione dei movimenti, disturbi della vista, secchezza delle fauci,difficoltà di deglutizione, debolezza muscolare, crisi convulsive, insufficienza respiratoria. GLADIOLO (Gladiolus SSP).Potere tossico:moderato. Parte tossica:parti della pianta ingerite. Sintomi:diarrea, ipersalivazione, dolori addominali e vomito, depressione. GIGLIO (Lilium ssp.).potere tossico:moderato. Parte tossica:tutta la pianta. Sintomi: gastroenterici,stomatite,insufficienza renale. GLICINE (Wistaria sinensis).potere tossico:elevato. Parte tossica: fiori, semi e radici. Sintomi:gastroenterite,vomito, dolori addominali con diarrea,congestione del volto e dilatazione pupillare. IRIS: (Iris fetidissima, Iris pseudoacorus, Iris versicolor). Potere tossico:moderato. Parte tossica: linfa delle piante, ingestione. Sintomi:vomito, diarrea. LAVANDA (Lavandula latifolia, L. officinalis). Parte tossica: fiori, olio estratto. Sintomi: lacrimazione, congiuntivite, dermatite. LAUROCERASO (Prunus Laurocerasus).Potere tossico:elevato. Parte tossica: foglie e frutti: 50 frutti di lauroceraso costituiscono una dose mortale per l uomo mentre 10 sono sufficienti per uccidere un bambino. Sintomi: Anossia citotossica (blocca la respirazione cellulare), convulsioni e paralisi cerebrale. MUGHETTO (Convallaria majalis).potere tossico:elevato. Parte tossica: tutta la pianta (fiori,foglie,frutti), compreso il profumo (il suo avvelenamento può essere mortale). Sintomi: vomito, nausea, aumenta secrezione urinaria, rallentamento battito cardiaco,dolori addominali, salivazione, bruciore in tutto il cavo orale con possibile edema delle strutture del retrobocca e possibile difficoltà respiratoria. MAGGIOCIONDOLO (Laburnum Anagyroides).Potere tossico:elevato. Parte tossica: tutte le parti della pianta. Frutti velenosi per l uomo e per alcuni animali come capre e cavalli.-sintomi: l ingerimento dei semi provoca vomito, diarrea, paralisi respiratoria, ansietà, lipotermia, palpitazioni,sopore,coma, aritmia. Contiene gli acidi idrocianidrico e prussico che vengono rilasciati nel sistema circolatorio: è una delle tossine più rapide che si conoscano: causa convulsioni e paralisi cerebrale, blocca la respirazione cellulare. NARCISO (Narcisus poeticus, N. pseudonarcissus).potere tossico:medio. Parte tossica: foglie e bulbi.- Sintomi: disturbi gastroenterici, vomito, convulsioni, dermatite. ORTENSIA (Hydrangea macriphylla).potere tossico:moderato. Parte tossica: fiori e foglie, per ingestione. Sintomi: dolori gastrici e intestinali, vomito e diarrea. OLEANDRO (Nerium oleander).potere tossico:elevato. Parte tossica: tutta la pianta (rametti, foglie e fiori); l ingestione di una sola foglia può uccidere un adulto. È quindi prudente non utilizzare questa pianta nemmeno per alimentare il fuoco del camino e a maggior ragione per fare gli arrosti. - Sintomi: vomito, dermatite, sopore, battito cardiaco prima accelerato poi rallentato, gastroenterite, coma. POTOS (Pothos epipremum, Scindapsus aureus). Parte tossica:foglie, semasticate. Sintomi:irritazione alle mucose orali con bruciore intenso alle labbra e alla lingua,salivazione eccessiva,difficoltà nella deglutizione, vomito. PRIMULA (Primula obconica). Parte tossica: peli ghiandolari delle foglie e del fusto. - Sintomi: dermatite da contatto. RANUNCOLO BIANCO O ANEMONE DI BOSCO (Anemone nemorosa). Potere tossico:moderato. Parte tossica: tutte le sue parti sono altamente velenose. -Sintomi:irritazione locale, depressione respiratoria e cardiocircolatoria. SALVIA (Salvia officinalis): Parte tossica: oli essenziali nocivi per contatto. Sintomi:l ingestione prolungata di oli essenziali e di estratti alcolici possono causare convulsioni e irritazione della cute. SANSEVIERA (Sanseviera trifasciata). Potere tossico:moderato. Parte tossica: tutta la pianta, specie fiori se vengono ingeriti. Sintomi:irritazione alle mucose della bocca e stomaco,vomito,diarrea. STELLA DI NATALE (Euphorbia pulcherrima). Potere tossico:medio. Parte tossica: latice del fusto e delle foglie. La sostanza può essere pericolosa sia per ingestione che per contatto cutaneo e agli occhi; occorre quindi molta attenzione nell accudire la pianta. - Sintomi: dermatite da contatto,gastroenteriti, delirio.(la pericolosità di tale pianta è stata smentita da test dell Ohio University). SPATIFILLO(Spathiphillum). Poteretossico:moderato. Parte tossica:tutta la pianta, foglie e steli. Sintomi:irritazione delle mucose orali con bruciore intenso alle labbra e alla lingua,salivazione eccessiva, difficoltà della deglutizione,vomito. TULIPANO (Tulipa x gesneriana). Parte tossica: bulbo e petali. - Sintomi: vomito, sintomi gastroenterici, dermatite sub ungueale. VISCHIO (Viscum album).potere tossico:elevato. Parte tossica: tutte le parti della pianta e le bacche in particolare. Sintomi:gastroenterite che insorge una decina di ore dopo l ingestione ed è accompagnata da sete intensa, rallentamento dei battiti cardiaci, collasso, dilatazione delle pupille e visione doppia, secchezza della bocca. VITE AMERICANA (Parthenocissus tricuspidata).potere tossico:elevato. Parte tossica: foglie. Sintomi: vomito, dolori addominali, crampi; tremori; problemi cardiaci; problemi respiratori; danni renali. Sarà opportuno, quindi, trattare con rispetto e accorgimento le piante che convivono con noi (in casa, in giardino condominiale, nei parchi e giardini pubblici che abitualmente frequentiamo). L amore per la coltivazione di piante belle, verdi, variamente colorate, comporta l opportunità di conoscerle e trattarle con i guanti (nel vero senso della parola) durante le normali operazioni di ripulitura, svasatura, e trattamenti vari, per evitare quantomeno noiose e spesso lunghe dermatiti e dolori gastrici. Un attenzione particolare va riservata ai bambini e ai piccoli animali domestici che sono soggetti particolarmente curiosi e propensi a toccare e a portare con facilità alla bocca fiori e frutti appariscenti per i loro colori e forme. In relazione alla presenza di bambini occorre ricordare: Che alcuni vegetali liberano principi attivi tossici anche nell acqua, quindi bisogna fare attenzione ai sottovasi di tutte le piante tossiche: Che molte delle piante di appartamento possono, se ingerite, essere tossiche o addirittura velenose per l organismo umano. E importante che i genitori conoscano le caratteristiche e il grado di tossicità delle piante più diffuse e quali sintomi possono provocare nel bambino se vengono ingerite; Che quando non si ha sufficiente certezza sull innocuità delle proprie piante, è opportuno disporle in luoghi non accessibili ai bambini; Che tutti i trattamenti chimici (fertilizzanti, lucidafoglie,antiparassitari) effettuati sulle piante di casa permangono a lungo sulle parti trattate le quali, se toccate da un bambino accidentalmente, possono diventare un potenziale pericolo di intossicazione più o meno acuta. Per questa ragione si rende opportuno:- usare concimi a base organica; - coprire la terra dei vasi con muschio o altro materiale; - pulire le foglie con un po di cotone inumidito; - usare antiparassitari preparati con prodotti naturali. In caso di ingestione accidentale di parti di piante da parte del bambino tenere presente quanto segue: Se dopo minuti dall avere toccato o messo in bocca parti della pianta si notano gonfiore, irritazione o arrossamenti alla bocca e agli occhi, bisogna lavare e pulire con acqua fresca le zone irritate. Per lievi sintomi gastrointestinali (nausea, mal di stomaco, vomito, diarrea) è il caso di somministrare al piccolo del carbone vegetale (che è bene tenere sempre a casa). Se i sintomi sono più gravi associati a dolori in tutto il corpo, bisogna portare il piccolo al Pronto Soccorso. E molto importante che i genitori siano in grado di dire al medico il nome della pianta causa dei malori e quale parte (fiore,bacca,foglia,radice) è stata ingerita. Consigli importanti: Non somministrare mai farmaci o sostanze varie di propria iniziativa (il latte, ad esempio, che la tradizione popolare consiglia per gli avvelenamenti, stimola l assorbimento delle tossine liposolubili, quindi potenzia l azione di alcuni veleni) e non bisogna cercare mai di indurre il vomito: se non si conosce la composizione del veleno ingerito, si potrebbero creare problemi ancora più gravi! Con le dovute differenze gli stessi accorgimenti indicati per i bambini sono validi anche per i piccoli animali domestici presenti in casa. Angelo Cavaliere

16

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015.

COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015. COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015. L anno duemilaquindici il giorno tredici del mese di maggio alle

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Il Presidente. OGGETTO: COMPETENZE PROFESSIONALI DEI GEOMETRI - SENTENZA TAR VENETO n 1312/2013.

Il Presidente. OGGETTO: COMPETENZE PROFESSIONALI DEI GEOMETRI - SENTENZA TAR VENETO n 1312/2013. Verona, 27 novembre 2013 Prot. n 2783/2013/A Egregio Signore Geom. MAURIZIO SAVONCELLI Presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati Piazza Colonna, 361 E-mail: presidenza@cng.it 00187

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 3 3 Ad Emmaus si canta che è una bellezza S O M M A R I O In Prima 1 Caro amico 2 ti scrivo Eventi 3 Articolo 4 Fashion Lavelli 5 LA SETTIMANA SCORSA

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

CITTÀ DI RAGUSA SETTORE VIII. www.comune.ragusa.it. ORDINANZA N. 275 R.O.S. del 06/02/2012. Oggetto: Regolamentazione servizio integrato dei rifiuti.

CITTÀ DI RAGUSA SETTORE VIII. www.comune.ragusa.it. ORDINANZA N. 275 R.O.S. del 06/02/2012. Oggetto: Regolamentazione servizio integrato dei rifiuti. CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE VIII Ambiente, Energia, Protezione Civile Via Mario Spadola, 56 Pal. Ex Consorzio Agrario - Tel. 0932 676436 Fax 0932 676438 - E-mail giulio.lettica@comune.ragusa.gov.it

Dettagli

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia GESU rimani sempre in mezzo a noi, per aiutarci a volerci bene, come TU vuoi a tutti noi. Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di 12 Iniziamo

Dettagli

PROGETTO CITTÀ INVISIBILI 23 APRILE 2015

PROGETTO CITTÀ INVISIBILI 23 APRILE 2015 PROGETTO CITTÀ INVISIBILI 23 APRILE 2015 Il 23 aprile 2015, Giornata mondiale del libro, patrocinata dall UNESCO e celebrata in tutto il mondo, si tiene la grande festa del progetto Città invisibili. La

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

COMUNE DI TORITTO Provincia di Bari SETTORE DEMOGRAFICO CULTURALE

COMUNE DI TORITTO Provincia di Bari SETTORE DEMOGRAFICO CULTURALE COMUNE DI TORITTO Provincia di Bari SETTORE DEMOGRAFICO CULTURALE TESTO INTEGRALE DELL ACCORDO Addì 13 del mese di maggio dell anno 2015, alle ore 10:00, si è tenuta, presso l Ufficio del Sindaco, la riunione

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Doc. 11 di Don Salvatore Conte

Doc. 11 di Don Salvatore Conte Doc. 11 LETTERE A NUCCIA di Don Salvatore Conte Taranto 19 / 12 / 1969 ho ricevuto la tua gradita lettera e ti ringrazio del ricordo e delle preghiere. Anche io sento il disagio della lontananza che mi

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

III Agone Placidiano

III Agone Placidiano Liceo Ginnasio Statale Dante Alighieri p.zza Anita Garibaldi 2 48121 Ravenna tel. 0544-213553 fax 0544-213869 lcalighieri@provincia.ra.it Provincia di Ravenna III Agone Placidiano e Piccolo Agone Placidiano

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

CITTÀ DI MANFREDONIA IV Settore Polizia Locale e Attività Produttive IL DIRIGENTE

CITTÀ DI MANFREDONIA IV Settore Polizia Locale e Attività Produttive IL DIRIGENTE IL DIRIGENTE Reg. Ord. n. 241/2015 Premesso che nei giorni 28, 29, 30, 31 agosto e 1 settembre prossimi si svolgeranno in Manfredonia i solenni festeggiamenti in onore di Maria SS. di Siponto; Visto il

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

Preghiere di Benedizione e di Liberazione per. la famiglia

Preghiere di Benedizione e di Liberazione per. la famiglia Preghiere di Benedizione e di Liberazione per la famiglia Collana: La Santa Famiglia Testi: Padre Felice Traversa Editrice Shalom - 9.3.2000 Santa Francesca Romana Disegni: Padre Gianfranco Verri ISBN

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Con il patrocino. Ludoteca L albero segnante anno 2015 - VII edizione -

Con il patrocino. Ludoteca L albero segnante anno 2015 - VII edizione - Con il patrocino Ludoteca L albero segnante anno 2015 - VII edizione - Il servizio di ludoteca L'albero Segnante, nato nel 2008, ha raggiunto nel 2015 la sua settima edizione grazie alla collaborazione

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO Provincia di Arezzo Registro degli Atti del Sindaco N. 22 del 01/09/2014 OGGETTO: REGOLAMENTAZIONE DEL DIVIETO DI SOSTA PER CONSENTIRE LO SPAZZAMENTO MECCANIZZATO DELLE

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Orazioni in suffragio

Orazioni in suffragio Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio SHALOM Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio «Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia: nel tuo grande amore cancella il mio peccato».

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA A.S.2010/2011 APPROVATA NEL COLLEGIO

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI GE.S.IDR.A. S.p.A. Gestione Servizi Idrici Ambientali Via Lazio sn 24055 Cologno al Serio (Bg) Tel. 035 4872331 - Fax 035 4819691 e-mail: protocollo@gesidra.it SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

Dettagli

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ Calendario Liturgico Ottobre 2013 Il mese di ottobre è dedicato alla devozione al SS. Rosario. Inoltre nelle Cappelle del Cuore Immacolato di Maria a Campi Bisenzio e della

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

VERSO LE REGIONALI 2015

VERSO LE REGIONALI 2015 VERSO LE REGIONALI 2015 COMMITTENTE SOGGETTO CHE HA EFFETTUATO IL SONDAGGIO NUMEROSITÀ DEL CAMPIONE METODOLOGIA DATE IN CUI È STATO EFFETTUATO IL SONDAGGIO LIGURIA CIVICA DIGIS SRL 1.000 CASI CATI 13-14

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

Vademecum elezioni 2010 Regionali e Comunali

Vademecum elezioni 2010 Regionali e Comunali Comune di Torre di Mosto Provincia di Venezia Vademecum elezioni 2010 Regionali e Comunali ti aspettano nella tua sezione elettorale per eleggere: 1. IL PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO 2. IL SINDACO

Dettagli

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale.

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Roma, 16 luglio 2015 Gentili famiglie, Cari genitori, grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Avete ricevuto la bellissima lettera

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana dal POF 6.. Progettii comunii a tuttii ii pllessii Progetto di accoglienza per alunni di lingua non italiana Il Progetto di Accoglienza del nostro Istituto è articolato in diversi interventi educativo

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Scrivere nella scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi

Scrivere nella scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi Scrivere nella scuola dell infanzia Lilia Andrea Teruggi Scrivere per. Informare: Cartelli, indicazioni stradali, insegne Avvisi, comunicati, orari, bollettini Testi di carattere tecnico-scientifico Cronache,

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone BP 2009 non solo parole Sbilanciamoci è un invito a partecipare alla scelta su come investire soldi pubblici, tramite il Bilancio Partecipato. Il

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano Quartiere Santo Stefano - Via Santo Stefano 119, Bologna

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli