Faraday. Ritratto dello scienziato da giovane (di Giuseppe Mussardo)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Faraday. Ritratto dello scienziato da giovane (di Giuseppe Mussardo)"

Transcript

1 Faraday. Ritratto dello scienziato da giovane (di Giuseppe Mussardo) La sera del 20 Giugno 1862, un venerdi, si era creato un grande affollamento in una via nel cuore del West End, a Londra, un vero e proprio fiume di cilindri e di graziose cuffiette di pizzo. Tra le larghe pieghe delle crinoline spuntavano le teste di diversi ragazzini, anche loro eccitati da tutto quel subbuglio e da quella strana agitazione che sembrava possedere i grandi. E la tensione, con il passare dei minuti, non sembrava scemare, anzi: all angolo della strada continuava incessante lo scalpitio dei cavalli e il via vai delle carrozze. Dagli sportellini uscivano velocemente eleganti signore e distinti signori che correvano ad allungare la coda formatasi all ingresso del maestoso colonnato dell edificio situato al 21 di Albemarle Street, sede della Royal Institution. Pareva la calca di una prima teatrale o il pigia pigia di una opera famosa, in ogni caso un evento a cui nessuno voleva mancare. Era in effetti un giorno molto particolare ma per un motivo insolito: quella sera infatti calava il sipario su una rappresentazione straordinaria, uno spettacolo Michael Faraday da giovane durato ininterrottamente per quasi trent anni. Era la serata del toccante addio di uno scienziato, oramai vecchio e malato, a quel pubblico che lo aveva adorato. Un grande scienziato, ma anche un grande comunicatore, che aveva deliziato ogni venerdi grandi e piccini con tutte quelle affascinanti spiegazioni sui fenomeni naturali: con parole semplici aveva svelato loro le sorprese che riservavano i campi della chimica e dell elettromagnetismo, con grande maestria aveva fatto si che il fantastico libro della natura si aprisse magicamente sotto i loro occhi. Nel pubblico di quell ultima sera c era chi ancora ricordava il soprendente esperimento della gabbia metallica, un congegno in grado di schermare completamente i campi elettrici esterni: nella gabbia venne messo una sera un gatto, che rimase sdraiato all interno, beato e pacifico, a dispetto delle scintille e delle scariche elettriche da migliaia di volt che sprizzavano verso l esterno dalle pareti della gabbia. C era chi, invece, aveva ancora ben nitido il ricordo dell ago magnetico che si muoveva come impazzito all accensione di una bobina elettrica. E non erano queste le uniche cose mirabili viste durante quegli anni! Ogni venerdi sera la sala semicircolare della Royal Institution era sempre gremita di gente. Ma, quei fortunati che riuscivano a trovare posto erano sicuri di poter assistere ad uno spettacolo sensazionale: vedere la decomposizione elettrolitica dell acqua nelle bollicine gassose dell ossigeno e dell idrogeno, guardare con meraviglia il colore azzurrino che assumevano i gas una volta liquefatti, seguire con lo sguardo, rapiti, le linee di forza che la limatura di ferro tracciava intorno ad un magnete, per rimanere infine affascinati dalle incantevoli spiegazioni su cosa agiti la fiamma di una candela. Nei laboratori sottostanti la sala, in quell istituto che per quasi cinquant anni era stato tutto il suo mondo, quello scienziato aveva investigato a fondo le relazioni che legano l elettricita al magnetismo. Era riuscito a dimostrare un fatto sensazionale: come indurre una corrente elettrica

2 in un circuito usando un campo magnetico variabile, una scoperta veramente elettrizzante, che gli aveva portato onori e fama in tutto il mondo. In quei laboratori aveva condotto ricerche sulle sostanze diamagnetiche e su quelle paramagnetiche. Aveva poi sfruttato abilmente quelle ferromagnetiche per creare artificialmente una calamita e costruire il primo motore elettrico. A quell uomo si doveva una serie impressionante di scoperte, destinate a cambiare radicalmente il mondo e ad aprire la strada a nuove e profonde rivoluzioni scientifiche e tecnologiche. Lo scienziato su cui, quella sera, calava il sipario era Michael Faraday. Ogni epoca ha i suoi personaggi-simbolo, ovvero quelle personalita in grado di evocare magicamente con il loro nome tutta l atmosfera di un periodo. Cosi come l Inghilterra elisabettiana e riassunta meravigliosamente dal nome di Shakespeare, quella vittoriana e sintetizzata -- per ragioni quasi antitetiche -- dai nomi di Charles Dickens e Michael Faraday. Con Dickens l arte dell Ottocento raggiunse il suo culmine, mescolando il folle riso con la piu incosciente discesa nelle tenebre. Faraday scrisse invece una delle pagine piu belle della fisica sperimentale. Dickens -- con l acqua fangosa del Tamigi, la nebbia giallo-oscura che copriva Londra come un velo fuligginoso e una serie interminabile e cialtronesca di emarginati -- e l immagine piu oscura della rivoluzione industriale e dell Inghilterra dell 800. Faraday, con i suoi amperometri, magneti e provette, ne e invece l icona piu luminosa. Se i vari Oliver Twist, Arful Dodger o David Cooperfield -- personaggi straordinari dei racconti dickensiani -- ci riportano immediatamente alla memoria la cruda realta dello sfruttamento del lavoro minorile, le violenze familiari o le miserabili condizioni di vita negli slum londinesi, la figura di Faraday ci comunica invece ancora oggi l entusiasmo delle grandi scoperte e la vibrante atmosfera scientifica della Londra vittoriana. La storia della sua vita, inoltre, ha dell incredibile: sembra quasi volerci dire che le cose che contano nella vita sono la tenacia e la passione, e che le vere passioni trovano sempre una loro realizzazione, a dispetto di tutte le peggiori avversita. Michael Faraday ha infatti questo di straordinario, l essere stato allo stesso tempo la perfetta incarnazione di un personaggio dickensiano e il protagonista di una storia a lieto fine. Michael Faraday nacque il 22 settembre del 1791 in un sobborgo degradato a sud di Londra, ultimo di tre fratelli. La sua era una famiglia umile e priva di cultura. Il padre, un maniscalco, era un uomo che a stento riusciva a sostenere la moglie Margaret e i tre figli. Benche disperatamente poveri, i Faraday erano pero una famiglia insolitamente felice. La grande forza d animo che li sorreggeva proveniva dalla loro fede religiosa, dall essere cioe membri della setta di Robert Sandeman. Una setta fondamentalista, perche basata sull interpretazione letterale della Bibbia e sull incrollabile fiducia nella salvezza celeste per i suoi adepti: una certezza che li aiutava molto a tollerare tutte le durezze del vivere quotidiano. Poco interessati ai beni materiali, i Sandemani avevano un amore incondizionato per il prossimo e uno spiccato senso della fratellanza, simile a quello che animava le antiche comunita cristiane. Questa forte impronta religiosa della famiglia resto, per tutta la vita, un tratto dominante della personalita di Michael Faraday: oltre ad uno stretto codice morale che gli fece addirittura rifiutare molte onorificenze, gli diede anche la serenita necessaria per affrontare le pesanti vicissitudini che gli si presentarono. La fede lo aiuto anche nel suo futuro lavoro di scienziato, convinto come era che capire i segreti del grande libro della natura scritto da Dio era tanto importante quanto leggere l altro suo grande testo, la Bibbia. Da ragazzo Michael ricevette un educazione molto rudimentale, passando la maggior parte del tempo per strada. La sua era una vera e propria lotta per la sopravvivenza: nei periodi di carestia l unico sostentamento era un misero pezzo di pane da far durare un intera settimana. La sua adolescenza fini tra l altro bruscamente a tredici anni quando, per le precarie condizioni di salute del padre, fu costretto ad andare a lavorare presso un librario, un rifugiato francese di nome George Riebau.

3 A dispetto delle apparenze, questo pero fu il suo primo colpo di fortuna. Le rilegatorie londinesi, negli anni turbolenti dell inizio del diciannovesimo secolo, erano posti molto interessanti: non erano solo botteghe dove si rilegavano e si vendevano libri ma anche luoghi di vivaci discussioni e di incontri stravaganti. Quella situata al numero 2 di Blandford Street non era da meno in questo e per giunta Riebau era un brav uomo. All inizio il compito assegnatogli fu quello di distribuire i giornali e di recuperare le copie invendute ma, per la La libreria di George Ribeau simpatia che gli ispirava quel ragazzo, dopo un anno Riebau decise che era il caso di insegnargli un mestiere, quello di rilegatore. Lo prese quindi come apprendista. Michael aveva decisamente talento e mostrava per di piu una spiccata manualita : era un piacere vedere con quale maestria maneggiava le grandi pagine piene di inchiostro, osservare come le piegava e ne cuciva con cura i bordi, come i libri prendevano infine forma tra le sue mani. Oltre a rilegarli, pero, Faraday i libri li leggeva pure, e anche voracemente! La sua era una lettura entusiasta e indiscriminata. Non pensare che fossi molto profondo all epoca confido molti anni dopo a John Tyndall, suo successore alla Royal Institution avevo solo una grande fantasia. Potevo credere tanto facilmente alle Mille e una Notte quanto all Enciclopedia Britannica. Quello pero che mi salvo furono i fatti, questi erano molto importanti per me, potevo credere ad un fatto solo dopo che l avevo scrutinato con attenzione e l avevo verificato personalmente. Per Faraday i fatti erano sacri come i versetti della Bibbia, percio la sera, quando il laboratorio era finalmente deserto, ripeteva gli esperimenti riportati nei libri che aveva letto. Fu galvanizzato, e il caso di dire, dalla lettura di un volume dell Enciclopedia Britannica dal quale apprese l esistenza dei fenomeni elettrici che suscitavano all epoca tanta curiosita : gli esperimenti con i fulmini di Benjamin Franklin o i racconti delle potenti scariche elettriche che venivano fuori toccando la famosa bottiglia di Leida, un grosso recipiente di vetro rivestito all interno e all esterno con un foglio di stagnola. Il testo dell Enciclopedia Britannica era stato scritto da un certo James Tytler e il punto di vista da lui esposto era, rispetto alle opinioni del tempo, alquanto originale. Secondo Tytler, infatti, tutti gli effetti elettrici potevano essere spiegati sulla base dell esistenza di un fluido, le cui vibrazioni davano ragione non solo delle correnti galvaniche o del funzionamento della pila di Volta, ma anche dei fenomeni ottici e di quelli termici. E difficile dire quale sia stata l influenza di Tytler sulle future idee di Faraday circa un concetto cosi fondamentale come quello delle linee di forza del campo elettrico e magnetico, resta pero il fatto che riferimenti continui al volume di Tytler si ritrovano nel diario che Faraday inizio a redigere in quegli anni, pagine in cui teneva nota delle idee che sviluppava e dei primi esperimenti che faceva nel caminetto della tipografia. Un altra grande scoperta fu il libro di Jane Marcet Conversations in Chemistry, scritto in forma di dialogo, le cui protagoniste -- una governante e due cameriere lo avvicinarono per la prima

4 volta alla filosofia chimica di Humphry Davy, il grande chimico inglese che di li a poco avrebbe giocato un ruolo determinante nella sua vita. Per Davy la chimica rappresentava la chiave di lettura dei misteri della natura, una visione del mondo completamente condivisa dalla Marcet, ragion per cui il libro finiva per essere non il classico arido catalogo di fatti chimici ma un grande affresco scientifico in cui simultaneamente trovavano posto reazioni chimiche, relazioni elettriche, fenomeni ottici e termici. L impatto su Faraday fu notevole: accantono momentaneamente i suoi interessi per l elettricita per dirigerli invece prepotentemente verso la chimica. Humphrey Davy divenne cosi ben presto il suo idolo, quello che lui voleva essere. C era pero un problema: la scienza nella prima meta del diciannovesimo secolo era in una fase transitoria. Tradotto in pratica, questo vuol dire che in quegli anni non vi era un cammino sicuro, o una prassi consolidata, per diventare scienziato: il termine stesso di scienziato, per esempio, fu coniato per la prima volta nel Non esistevano ne diplomi universitari ne tanto meno corsi di PhD da seguire. I pochi posti disponibili per fare scienza erano di solito appannaggio di quei ricchi gentiluomini che, disponendo del tempo e del denaro necessario, potevano dedicarsi senza problemi alle speculazioni della filosofia naturale. Era tra l altro materia di discussione se la scienza fosse una vocazione o una carriera. Nella Londra vittoriana prosperavano infatti varie e rinomate istituzioni scientifiche, la piu famosa delle quali rispondeva al nome di Royal Society. Vi era inoltre una lunga tradizione di lezioni pubbliche, anche se a pagamento. Un attivita apparentemente molto lucrosa per i conferenzieri, data la grande e generale curiosita per le nuove scoperte. Molto popolari erano le lezioni che vertevano sulla medicina, la chimica, la geologia e la mineralogia. Grandi folle richiamavano anche gli argomenti di astronomia e gli esperimenti di elettricita, questi ultimi decisamente una miniera d oro per chi voleva mettere in scena lo spettacolo straordinario offerto dalle forze naturali. La gente si esaltava a vedere le zampe delle rane contrarsi sotto l azione di un elettrodo o si entusiasmava con tutta una serie di nuove pazzie: provare il brivido, per esempio, causato dalle scosse elettriche avvertite simultaneamente da una catena di persone, o vedere dei ragazzini che, sospesi in aria con delle corde di seta isolanti, iniziavano ad emettere scintille dalle mani e dai piedi, con i capelli tutti ritti, non appena venivano caricati con delle macchine elettrostatiche. Se l incontro con Ribeau a tredici anni fu il primo colpo di fortuna per Faraday, il secondo gli capito a diciotto anni, quando lesse su un giornale, per caso, l annuncio di una serie di lezioni pubbliche presso la City Philosophical Society. Il tema era la filosofia naturale, il termine allora usato per indicare genericamente la scienza. L iscrizione costava uno scellino a lezione, una somma pero non trascurabile per le sue modeste finanze. Gli venne cosi in aiuto il fratello maggiore che si fece generosamente carico della retta. Faraday segui tutte le lezioni nelle sale della Philosophical Society con una sensazione crescente di vertigine, ad ogni lezione un nuovo mondo che gli si apriva davanti, con orizzonti impensati e meravigliosi. Annoto con cura tutto quello sentito e visto in quelle sale -- ragionameni, dimostrazioni, congetture, resoconti di esperimenti. Raccolse poi questi appunti in una serie di volumi. Rilegare, d altra parte, era il suo mestiere. A dispetto dell entusiasmo euforico con cui si buttava in tutte quelle novita, sembrava pero che ci fossero ben poche possibilita che Michael Faraday, apprendista rilegatore, diventantasse niente di piu che Michael Faraday, rilegatore. Ma a volte la sorte aiuta gli uomini di talento: i quattro grossi volumi di appunti da lui raccolti furono mostrati orgogliosamente da Ribeau ad uno dei clienti piu assidui e stravaganti della sua libreria, un certo Mr. Dance, anche lui appassionato di scienza. Colpito da quei libri cosi riccamente ornati, Mr. Dance chiese di poter prendere in prestito i volumi sia per conoscerne il contenuto che per mostrarli al padre. Il risultato di tutte queste felici coincidenze fu che l anziano Mr. Dance si mostro oltremodo compiaciuto di far

5 avere a quel giovane apprendista i biglietti per assistere alle lezioni pubbliche del suo beniamino, il famoso chimico inglese Humphry Davy, all epoca direttore della Royal Institution. La scelta del conte Rumford -- il fondatore di questa istituzione -- di volere proprio Davy come suo primo direttore si era dimostrata veramente azzeccata: la brillante oratoria del giovane chimico assicurava sia il successo delle lezioni che il tutto esaurito in sala. Davy era inoltre un uomo di bell aspetto, un particolare cui sembra fossero molto sensibili le giovani donne dell alta societa, che correvano, numerose, a riempire i palchi ad ogni sua apparizione. Per Faraday partecipare alle lezioni di Davy fu come toccare il cielo come un dito: in quelle ore il grande chimico parlo della trasmutazione della materia, delle leggi dei gas, delle correnti galvaniche, dei composti del cloro e del carbonio, della scoperta dell ossigeno e della sua combustione esplosiva, delle cose straordinarie che avvenivano combinando nelle provette sostanze diverse. Il contenuto di quelle lezioni furono prima trascritte da Faraday in bella calligrafia e poi stampate con le matrici della tipografia di Mr. Ribeau. Fece pervenire il volume all illustre chimico e, come accaduto precedentemente con Mr. Dance, Davy ne rimase cosi impressionato da chiamare immediatamente quel ragazzo a ricoprire il posto di suo assistente. Quello fu il colpo di fortuna che spiano definitivamente a Faraday la strada verso la scienza. L apprendista rilegatore non si sarebbe piu occupato dei libri degli altri, toccava a lui ora scrivere alcune delle pagine piu belle nella storia della fisica. Ulteriori approfondimenti Emilio Segre, Personaggi e Scoperte della Fisica Classica, Mondadori, Edward Tatnall Canby, Storia dell elettricita, Mursia Michael Faraday, The chemical history of a candle, Dover Una colonna della Royal Institution Michael Faraday fu assunto come assistente da Humphrey Davy alla Royal Institute il 1 marzo L anno dopo fu invitato dallo stesso Davy ad accompagnare lui e la moglie, una ricca ed arrogante aristocratica conosciuta in una delle sue conferenze, in un lungo viaggio in Europa. Anche se la donna fece di tutto per umiliarlo e per ricordargli le sue umili origini, per Michael Faraday quello si rivelo un viaggio fondamentale per la sua educazione: ebbe modo di conoscere e di lavorare con gli scienziati piu influenti dell epoca, come Ampere, Volta, Arago e Gay-Lussac, con cui rimase in contatto anche dopo. Al ritorno in Inghilterra inizio la sua straordinaria carriera scientifica. Si occupo inizialmente di chimica: in questo campo scopri le leggi dell elettrolisi, identifico il benzene e ottenne la liquefazione di diversi gas. Nel 1821, subito dopo che il fisico danese Hans Orsted scopri l influsso delle correnti elettriche sui magneti, Faraday pubblico il suo primo lavoro sull elettromagnetismo e nel 1831, dopo 10 anni di intenso lavoro sperimentale, arrivo alla legge fondamentale dell induzione elettromagnetica. Questa scoperta trasformo gli studi sull elettricita e sul magnetismo da oggetto di pura curiosita a nuova potente tecnologia. Si narra della laconica risposta di Faraday al ministro delle Finanze britannico, curioso di conoscerne l utilita : Non lo so, signore, ma sono sicuro che un giorno lo stato ci guadagnera sopra con le tasse. Nel campo dell elettromagnetismo ebbe molte intuizioni, ad esempio quella che in un conduttore la carica puo solo risiedere sulla sua superficie e che cariche esterne ad esso non hanno nessuna influenza su quello che vi e all interno. Questo effetto di schermo e noto oggi come gabbia di Faraday. Profondamente ancorato ai fatti sperimentali e poco incline alla teoria, Faraday sviluppo tuttavia il concetto fondamentale di linee di forza del campo elettrico e di quello

6 magnetico, punto di partenza per la successiva analisi di James Clerk Maxwell e per la mirabile sintesi dell elettromagnetismo racchiusa nelle equazioni che portano il suo nome. Alla fine della carriera, gli appunti di laboratorio di Faraday consistevano in piu di sedicimila annotazioni, accuratamente numerate in successione e raccolte da lui stesso in meravigliosi volumi, memore della sua antica abilita di rilegatore. Nel 1826 istitui presso la Royal Institution i Colloqui del venerdi sera e I Colloqui del Natale, eventi che durano ancora oggi. Faraday coltivo particolarmente la sua abilita di conferenziere giungendo a risultati eccezionali nell arte dell esposizione scientifica. Una serie di conferenze da lui tenute a Natale, e pubblicate in un libro dal titolo The Chemical History of a candle (La storia chimica di una candela), ha deliziato, al pari di una fiaba di Christian Andersen, generazioni di ragazzi. Nel 1821 sposo Sarah Barnard, appartenente anche lei alla setta sandemaniana, da cui non ebbe figli. La coppia visse nell appartamento all interno dell edificio della Royal Institution, l istituzione che rimase la sua base operativa per tutta la vita e con la quale si identificava. Agli inizi del 1840, Faraday inizio ad accusare vuoti di memoria e forti emicranie, che lo costrinsero ad un rallentamento dell attivita di ricerca. Tenne la sua ultima lezione pubblica alla Royal Institution il 20 giugno del 1862 e subito dopo si trasferi ad Hampton Court, in una casa donatagli dalla regina Victoria, dove mori il 25 agosto del E l unico scienziato la cui effigie appare sulle banconote inglesi: neanche a Sir Isaac Newton fu riservato un tale onore.

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Prof. Daniele Ippolito Liceo Scientifico Amedeo di Savoia di Pistoia 1778 Alessandro Volta, in analogia al potenziale gravitazionale definito

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it

leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it INDICE PAGINA 9 PREFAZIONE di Rossella Grenci 13 PRESENTAZIONE Rossella Grenci, Daniele Zanoni 20 LISTA DI ALCUNI DISLESSICI

Dettagli

di Fulvio Mora In Svizzera la legge sugli impianti elettrici, che disciplina l esecuzione degli impianti risale al 24 giugno1902.

di Fulvio Mora In Svizzera la legge sugli impianti elettrici, che disciplina l esecuzione degli impianti risale al 24 giugno1902. - DALL ELETTRICITÀ AL MAGNETISMO ALL ENERGIA ELETTRICA - CENNI STORICI - LA STORIA E I PERSONAGGI di Fulvio Mora DALL ELETTRICITÀ AL MAGNETISMO ALL ENERGIA ELETTRICA L elettricità non è né una scoperta

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA (Fenomeno, indipendente dal tempo, che si osserva nei corpi conduttori quando le cariche elettriche fluiscono in essi.) Un conduttore metallico è in equilibrio elettrostatico

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Unità didattica 8 La corrente elettrica Competenze Costruire semplici circuiti elettrici e spiegare il modello di spostamento delle cariche elettriche. Definire l intensità di corrente, la resistenza e

Dettagli

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 Che gibilée per quatter ghej! Con tutt el ben che te voeuri Il mercante di schiavi Qui si fa l Italia L ultimo arrivato e tutti sognano Chi la fa la spunti Chi

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

INDICE Raccomandazioni Norme di sicurezza Attenzione Avvertenze per i genitori

INDICE Raccomandazioni Norme di sicurezza Attenzione Avvertenze per i genitori INDICE DISTINTA DEI PEZZI Pag. 4 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Pag. 5 L ELETTRICITÀ NELLA VITA QUOTIDIANA Pag. 6 LA CORRENTE ELETTRICA E RELATIVI ESPERIMENTI Pag. 9 IL MAGNETISMO E RELATIVI ESPERIMENTI Pag.

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

L'intuizione e la sua difficile realizzazione

L'intuizione e la sua difficile realizzazione P. Maranesi - Facere misericordiam FRANCESCO, I LEBBROSI E I SUOI FRATI: L'intuizione e la sua difficile realizzazione FRANCESCO CI PARLA DELLA SUA CONVERSIONE Il Testamento di Francesco potrebbe essere

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli