PARTE QUINTA L età delle corti: la seconda fase della civiltà umanistico-rinascimentale ( ) CAPITOLO X Petrarchismo e antipetrarchismo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARTE QUINTA L età delle corti: la seconda fase della civiltà umanistico-rinascimentale (1492-1545) CAPITOLO X Petrarchismo e antipetrarchismo"

Transcript

1 1 da F. Berni, Rime, a cura di G. Barberi Squarotti, Einaudi, Torino Francesco Berni Il capitolo del prete di Povigliano Riportiamo qui la parte iniziale e quella centrale, e precisamente i vv e , del *capitolo indirizzato al famoso medico Girolamo Fracastoro, che comprende in totale 232 versi. Vi si descrive la nottataccia passata con un amico in casa di un prete di Povegliano (Verona) che ha voluto a ogni costo ospitarli, facendoli dormire in un tugurio pieno di sporcizia e di insetti. Udite, Fracastoro, un caso strano, degno di riso e di compassione, che l altr ier m intravenne a Povigliano. Monsignor vostro amico e mio padrone 5 era ito quivi acompagnar un frate con un branco di bestie e di persone: fu a sedici d agosto, id est di state; e non bastavan tutte a tanta gente, se ben tutte le stanze erano agiate. 10 Il prete della villa, un ser saccente, venne a far riverenza a monsignore, dentro non so, ma fuor tutto ridente. Poi, vòlto a me, per farmi un gran favore, disse: Sta sera ne verrete meco, 15 che sarete alloggiato da signore: io ho un vin che fa vergogna al greco; con esso vi darò frutti e confetti, da far veder un morto, andar un cieco; fra tre persone arete quattro letti, 20 grandi, ben fatti, spiumacciati, e voglio che mi diciate poi se saran netti. [ ] Era discosto più d un grosso miglio 50 l abitazion di questo prete pazzo, contra il qual non ci valse arte o consiglio. Io credetti trovar qualche palazzo murato di diamanti e di turchine, avendo udito far tanto schiamazzo: metrica Terzine di endecasillabi incatenati secondo lo schema ABA,BCB, CDC ecc Ascoltate (udite), Fracastoro, una strana avventura (caso), degna di riso e di compassione, che l altro ieri [: due giorni fa] mi accadde (m intravenne) a Povegliano [Veronese]. [Il] monsignore vostro amico e mio padrone era andato (ito) qui (quivi) [ad] accompagnare un fratello (frate) con un gruppo (branco) di bestie [: mule] e di persone: era (fu) il (a = ai) sedici di agosto, cioè (id est; lat.) d estate (state); e tutte le stanze non bastavano a tanta gente, sebbene tutte fossero (erano) comode (agiate). Il prete della villa, un signore (ser) pieno di boria (saccente), dentro non so ma all apparenza (fuor) tutto gioviale (ridente), venne a rendere omaggio (far riverenza) a monsignore. Fracastoro: Gerolamo Fracastoro, famoso medico e poeta veronese, autore anche del *poemetto in latino Syphilis sive de morbo gallico [La sifilide o mal francese] a cui si fa implicito riferimento al v Si osservi lo *zeugma branco di bestie e di persone: le persone e gli animali che esse cavalcano sono entrambi connotati come branco, in senso dispregiativo Poi, [ri]volto a me, per farmi un gran favore, disse: Questa (sta) sera voi (ne) verrete con me (meco), che sarete alloggiato come (da) un signore [: comodamente]: io ho un vino che fa invidia (vergogna) a quello (al) greco; con questo (esso) vi darò frutti e confetti, [tanto buoni] da far camminare (andar) un cieco, vedere un morto; in (fra) tre persone avrete (arete) quattro letti, grandi, ben fatti, morbidi (spiumacciati), e voglio che poi diciate se saranno puliti (netti). Greco: se i vini greci erano famosi e apprezzati, quello del prete sarebbe dovuto essere migliore. Veder cieco: sostantivi e verbi sono chiaramente invertiti (veder un cieco, andar un morto): l ironico scambio sembra anticipare il capovolgimento delle promesse del prete Lontana (discosto) più di un miglio abbondante (grosso) era l abitazione di questo prete pazzo, contro il quale non ci valse abilità (arte) o avvedutezza (consiglio). Io immaginavo (credetti) [di] trovare qualche palazzo edificato (murato) con diamanti e turchesi (turchine), avendo udito decantarne tante lodi (far tanto schiamazzo):

2 2 55 quando Dio volse, vi giungemmo al fine: entrammo in una porta da soccorso, sepolta nell ortiche e nelle spine. Convenne ivi lasciar l usato corso, e salir su per una certa scala, 60 ove arìa rotto il collo ogni destr orso. Salita quella, ci trovammo in sala, che non era, Dio grazia, amattonata, ond il fumo di sotto in essa essala. Io stava come l uom che pensa e guata 65 quel ch egli ha fatto, e quel che far conviene, poi che gli è stata data una incanata. Noi non l abbiam, Adamo, intesa bene: questa è la casa diceva io dell Orco: pazzi che noi siam stati da catene! 70 Mentre io mi gratto il capo e mi scontorco, mi vien veduto a traverso ad un desco una carpita di lana di porco: era dipinta ad olio, e non a fresco; voglion certi dottor dir ch ella fusse 75 coperta già d un qualche barbaresco; poi fu mantello almanco di tre usse, poi fu schiavina, e forse anche spalliera, fin che tappeto al fin pur si ridusse. Sopra al desco una rosta impiccata era 80 da parar mosche a tavola e far vento, di quelle da taverna unica e vera: è mosso questo nobil instrumento da una corda a guisa di campana, e dà nel naso altrui spesso e nel mento. quando Dio volle (volse) finalmente (al fine) vi giungemmo: entrammo per (in) una porta piccola e stretta (da soccorso), nascosta (sepolta) tra le ortiche e i rovi (spine). Bisognò (convenne) lasciare ora (ivi = qui) la consueta andatura (l usato corso), e salire su per una scala tale (certa) che vi si sarebbe (arìa) rotto il collo ogni orso agile (destr<o>) [: ammaestrato]. Salita quella, ci ritrovammo in una sala che non era, grazie a Dio, pavimentata (ammattonata), per cui (ond<e>) il fumo da sotto [: da una cucina sottostante] esalava in quella. L eco dantesca dei vv. 51 e 58 suggerisce di interpretare l intera vicenda come una *parodica discesa agli inferi. Porta da soccorso: nelle fortezze e nei castelli, era la porticina segreta da cui si ricevevano o si inviavano aiuti. Dio grazia: evidente il tono ironico dell inciso. Arìa orso: è questa la prima di una serie di *iperboli usate per descrivere comicamente, attraverso l esagerazione, il cattivo stato della casa del prete Io stavo come un uomo che pensa e fissa con insistenza (guata) quello che ha fatto e quello che [gli] conviene fare dopo (poi) che gli è stato fatto (data) un rimprovero (incanata). Adamo, noi non abbiamo ben capito (intesa) [la situazione]: questa è la casa dell Orco dicevo io noi siamo stati pazzi da legare (da catene)! Mentre io mi gratto il capo e mi agito (scontorco), vedo (mi vien veduto) un panno (carpita) [ruvido come fatto di] setole (lana) di porco su un tavolo (desco): era macchiato d olio (dipinta ad olio) e non di recente (a fresco); taluni (certi) esperti (dottor) vogliono sostenere (dir) che questo (ella) fosse un tempo (già) la coperta di qualche saraceno (barbaresco); poi fu mantello di almeno (almanco) tre zingare (usse), poi fu la veste di pellegrini e penitenti (schiavina), e forse anche copertura di una poltrona (spalliera), fino a che alla fine fu ridotta (si ridusse) a tappeto. La *parodia di espressioni dantesche prosegue nella similitudine dei vv (cfr. Inf. I, vv. 22, 24). Incanata: nel linguaggio popolare toscano canata sta per rimprovero, in riferimento all abbaiare del cane. Adamo: Adamo Fumari, il letterato veronese con cui l autore ha intrapreso l avventura. Orco: propriamente dio dell Averno ; per estensione mostro malvagio. Carpita: sorta di panno peloso usato per far coperte da letto. Dipinta ad olio, e non a fresco: la comicità del verso è giocata sull equivoco verbale dato dalla pluralità semantica delle espressioni: dipinta ad olio, così come il successivo non a fresco, è un espressione presa in prestito dalla pittura, ma il suo senso originario è qui chiaramente stravolto Sopra al tavolo era appeso (impiccata) una specie di ventaglio di frasche (rosta) per (da) riparare (parar) dalle mosche quando si mangiava (a tavola) e per fare vento, proprio di quelli (unica e vera) usati nelle taverne: il nobile strumento è mosso da una corda come (a guisa di) una campana, e spesso picchia (dà) nel naso e nel mento ai commensali (altrui).

3 3 85 Or questa sì che mi parve marchiana; fornimmi in tutto questa di chiarire della sua cortesia sporca e villana. Dove abbiam noi, messer dissi a dormire? Venite meco la signoria vostra 90 rispose il sere io vel farò sentire. Io gli vo drieto, e l buon prete mi mostra la stanza ch egli usava per granaio, dove i topi facevano una giostra. Vi sarebbe sudato un di gennaio: 95 quivi era la ricolta e la semenza, e l grano e l orzo e la paglia e l pagliaio. Eravi un destro, senza riverenza, un camerotto da cesso ordinario, dove il messer faceva la credenza; 100 la credenza facea nel necessario, intendetemi bene; e le scodelle teneva in ordinanza in su l armario. Stavano intorno pignatte e padelle, correggiati, rastrelli e forche e pale, 105 tre mazzi di cipolle e una pelle. Quivi ci volea por quel don cotale, e disse: In questo letto dormirete; starete tutti duo da un capezzale. Et io a lui: Voi non mi ci côrrete 110 risposi piano albanese messere: datemi ber, ch io mi moio di sete. Ecco apparir di sùbito un bicchiere che s era cresimato allora allora; sudava tutto, e non potea sedere: 115 pareva il vino una minestra mora; vo morir, chi lo mette in una cesta, s in capo l anno non vel trova ancora. Ora questa cosa mi sembrò veramente esagerata (marchiana); mi finì (fornimmi) di chiarire completamente (in tutto) la sua [: del prete] cortesia sporca e villana. Dove dobbiamo (abbiam a) dormire, signore (messer), dissi Venite con me (meco), lor signori (la signoria vostra) rispose egli (il sere) io ve lo (vel) farò vedere (sentire). Io gli vado dietro (drieto), e il ( l) buon prete mi mostra la stanza che egli usava come (per) granaio, dove ballavano (facevano una giostra) i topi. L uso *antifrastico degli aggettivi accresce il sarcasmo: nobil instrumento, l buon prete; da notare l accento ironicamente macabro di impiccata era; l effetto parodico è ottenuto anche dall accostamento indiscriminato di termini colti e popolari (p. es.: instrumento, marchiana) Lì un [uomo] avrebbe (sarebbe) sudato [perfino] di gennaio [: ora siamo ad agosto]: vi erano il raccolto e i semi, e il grano e l orzo e la paglia e [un intero] pagliaio. C era una latrina (destro), senza riguardo (riverenza), un comune (ordinario) stanzino (camerotto) adibito a (da) cesso, dove il prete (messer) teneva (faceva) la dispensa (credenza); teneva la credenza nel cesso (necessario), intendetemi bene; e le scodelle in ordine (ordinanza) sull armadio (armario). Stavano intorno pentole (pignatte) e padelle, correggiati, rastrelli e forche e pale, tre mazzi di cipolle ed una pelle. Qui ci voleva sistemare (por) quel tal prete (don), e disse: Dormirete in questo letto; starete tutti e due su un [solo] guanciale (capezzale). La figura del *polisindeto (vv e ) rafforza il senso di quantità insito già nell *enumerazione, e si aggiunge all esagerazione *iperbolica del senso di soffocamento data dall espressione vi sarebbe sudato un di gennaio; a tutto ciò la mescolanza di materiali disparati aggiunge l idea di confusione; contribuisce infine a dare maggiore efficacia all espressione l *anadiplosi dei vv (la credenza; la credenza). Correggiati: specie di fruste di cuoio e legno, anticamente usate per battere il grano; don cotale: si noti il senso dispregiativo dell indefinito E (et) io a lui: Voi non mi ci coglierete (côrrete) risposi piano albanese [di un] messere: datemi [da] bere, perché (ch ) io muoio (moio) di sete. Ecco apparire subito un bicchiere unto (cresimato) di fresco (allora allora); gocciolava (sudava) tutto, e non stava in piedi (potea sedere) [: aveva il fondo rovinato]: il vino appariva (pareva) denso [come] una minestra scura (mora); vuole (vo ) morire chi lo mette in una cesta se nel giro di un anno (in capo l anno) non ve lo (vel) ritrova ancora.

4 4 Non deste voi bevanda mai molesta ad un che avesse il morbo o le petecchie 120 quanto quell era ladra e disonesta. In questo, adosso a due pancaccie vecchie vidi posto un lettuccio, anzi un canile, e dissi: Quivi appoggerò l orecchie. Il prete grazioso, almo e gentile 125 le lenzuola fé tôr dell altro letto: come fortuna va cangiando stile! Era corto il canil, misero e stretto; pure, a coprirlo, tutti duo i famigli sudarno tre camiscie et un farsetto, 130 e le zanne vi posero e gli artigli; tanto tirâr quei poveri lenzuoli che pure a mezzo al fin fecion venigli. Egli eran bianchi come duo paiuoli; dipinti di marzocchi alla divisa; 135 parevan cotti in broda di fagiuoli: la lor sottilità resta indicisa; tra loro e la descritta già carpita cosa nessuna non era divisa. Qual è colui che a perder va la vita, 140 che s intertiene e mette tempo in mezzo, e pensa, e guarda pur s altri l aita, tal io schifando quell orrendo lezzo: pur fu forza il gran calice inghiottirsi, e così mi trovai nel letto al rezzo. 145 O Muse, o Febo, o Bacco, o Agatirsi, correte qua, ché cosa sì crudele senza l aiuto vostro non può dirsi; narrate voi le dure mie querele, raccontate l abisso che s aperse 150 poi che fûrno levate le candele. Voi [: Fracastoro, medico] non avete dato mai, [neppure] a uno che avesse il morbo [gallico: la sifilide] o le pustole del vaiolo (petecchie), una bevanda [tanto] disgustosa (molesta) quanto quella era cattiva (ladra) e spiacevole (disonesta). In questo [stanzino], appoggiato (adosso) a due vecchie pancacce, vidi sistemato (posto) un lettuccio, anzi una cuccia da cani (canile), e dissi: Qui appoggerò [a malapena] le orecchie. Il procedere lento e descrittivo, l esagerazione giocosa dell *iperbole (circa la densità del vino) e la comica felicità di certe raffigurazioni (come quella del bicchiere sofferente ) contraddistinguono il passo. Albanese: fare l albanese significa fare lo gnorri ; vo morir: iperbole, il cui senso è nessuno speri di arrivare vivo a vedere. Morbo: in riferimento allo scritto di Fracastoro Syphilis sive de morbo gallico [La sifilide o il mal francese] Il prete grazioso, generoso (almo) e gentile fece (fé) togliere (tôr) le lenzuola da un altro letto: è così che muta la sorte! Il giaciglio (canil) era corto, misero e stretto; eppure (pure), per (a) coprirlo, tutti e due i servitori (famigli) bagnarono di sudore (sudarno) tre camicie e un corpetto (farsetto), e usarono (vi posero) denti (zanne) e unghie (artigli); tirarono così tanto quei poveri lenzuoli che alla fine li fecero (fecion) arrivare (venigli) fino a metà (mezzo) [del letto]. Questi (egli) erano bianchi come due paioli [: erano neri]; tutti macchiati (dipinti di marzocchi) a mo di stemma (alla divisa); parevano cotti in un brodo di fagioli: la loro sottigliezza (sottilità) [: per l usura] è difficile da giudicare (resta indicisa); tra loro e il già descritto tappeto (carpita) non vi era nessuna differenza (cosa nessuna non era divisa). La *parodia letteraria coinvolge anche Petrarca: sua l aggettivazione del v. 124, così come il v. 126 è ripreso dal Trionfo della morte I, 135: ironica la loro ricontestualizzazione volutamente bassa. La descrizione della fatica animalesca (hanno zanne e artigli, non denti o unghie ) dei servi è comicamente esagerata. Canil: richiama il v. 122; bianchi: in senso antifrastico; marzocchi: contemporaneamente macchie e stemmi araldici (in riferimento al leone raffigurato sullo stemma di Firenze) Come (qual) colui che va a morire (perder la vita) si trattiene (intertiene) e indugia (mette tempo in mezzo), e pensa, e guarda se qualcuno (altri) viene in suo aiuto (l aita), così (tal) [facevo] io, provando schifo per (schifando) quell orrendo puzzo (lezzo): eppure (pur) si dovette (fu forza) inghiottire il gran calice [: mi dovetti fare forza] e così mi ritrovai nel letto al buio (rezzo). O Muse, o Apollo (Febo), o Bacco, o Agatirsi, accorrete, perché (ché) senza il vostro aiuto non si può raccontare (dirsi) una cosa così crudele; narrate voi i miei duri lamenti (querele), raccontate l abisso che si aprì (aperse) dopo (poi) che le candele furono (fûrno) spente (levate). Di nuovo una ripresa *parodica di versi danteschi (cfr. Inf. I, 22-25), inframezzata da *metafore tratte da testi evangelici (l amaro calice si riferisce al sacrificio compiuto da Cristo: cfr. Marco 14, 36) e da invocazioni epiche, comicamente accumulate (accanto alle Muse e ad Apollo, vengono citati ironicamente anche Bacco e gli Agatirsi). Agatirsi: antico popolo dei Daci, che usavano tatuarsi il corpo: ironica anticipazione delle punture degli insetti di cui saranno vittime di lì a poco i corpi dei due compagni di sventura.

5 5 Non menò tanta gente in Grecia Serse, né tanto il popol fu de Mirmidoni, quanta sopra di me se ne scoperse: una turba crudel di cimicioni, 155 dalla qual, poveretto, io mi schermia, alternando a me stesso i mostaccioni. Altra rissa, altra zuffa era la mia, di quella tua che tu, Properzio, scrivi io non so qual, del secondo, elegia. 160 Altro che la tua Cinzia aveva io quivi! Er io un torso di pera diventato o un di questi bachi mezzi vivi che di formiche adosso abbia un mercato, tante bocche mi avevan, tanti denti 165 trafitto, punto, morso e scorticato. Credo che v era ancor dell altre genti, come dir pulci, piattole e pidocchi, non men di lor animose e valenti. Io non poteva schermirmi con gli occhi, 170 perch era al buio; ma usava il naso per conoscer le spade da li stocchi; e come fece con le man Tomaso, così con quello io mi certificai che l imaginazion non facea caso. 175 Dio vel dica per me s io dormi mai: l essercizio fec io tutta la notte che fan per riscaldarsi i marinai Serse non condusse (menò) tanta gente in Grecia, né il popolo dei (de ) Mirmidoni fu [così] numeroso (tanto) quanto la folla (turba) crudele di grosse cimici (cimicioni) che si scoprì (se ne scoperse) sopra di me, dalla quale io, poveretto, mi difendevo (schermia) dandomi schiaffoni (mostaccioni) uno dopo l altro (alternando). Altra rissa, altra zuffa era la mia rispetto a quella che tu, Properzio, descrivi in non so quale elegia del secondo [libro]. Altro che la tua Cinzia io avevo qui! Io ero diventato [come] un torsolo (torso) di pera o uno di quei bachi mezzi vivi che hanno addosso una schiera (mercato) di formiche, tante bocche e tanti denti mi avevano trafitto, punto, morso e scorticato. Tutto è giocato sul filo dell esagerazione e dell allusione: proverbiale il numero dell esercito di Serse, significativo il riferimento al popolo dei Mirmidoni, che il mito vuole discesi dalle formiche. Tanti riferimenti storici e mitologici, affiancati a parole di uso popolare e adattati a descrivere un argomento così basso, contribuiscono a rendere comico il passo; a ciò si aggiunge il paragone antifrastico con le rixae di amore con Cinzia cantate da Properzio. Mostaccioni: dal greco mỳ stax, genit. mỳ stakos labbro superiore, forma popolare per ceffone (richiama il toscano labbrata ) Credo che vi fossero (era) ancora altre schiere (genti) [di animali], come pulci, blatte (piattole) e pidocchi, non meno valenti e animose di quelli (lor). Io non potevo difendermi (schermirmi) con gli occhi, perché ero al buio; ma usavo il naso per [riconoscerli così come si può ri]conoscer le spade dalle punte (da li stocchi); e come [san] Tommaso fece con le mani, così io con il naso (quello) mi accertai (certificai) che l immaginazione non esagerava (facea caso). Dio vi (vel) dica al mio posto (per me) se io dormii mai: tutta la notte feci l esercizio che fanno i marinai per riscaldarsi [: battersi sulle spalle]. La metafora delle punte delle spade si riferisce ai diversi odori emanati dagli insetti. Tomaso: cfr. il Vangelo secondo Giovanni, 20, 27-28: Tommaso crede alla resurrezione di Cristo solo dopo aver toccato con mano le ferite del suo corpo. guida alla lettura Il carattere narrativo e comico-realistico del componimento Il capitolo si presenta qui con i suoi caratteri narrativi. C è un prologo che spiega l occasione dell episodio raccontato (il viaggio da Verona a Povegliano del vescovo Giberti e del suo seguito, di cui faceva parte il poeta); poi la presentazione del prete che si offre di ospitare Berni e un suo amico; successivamente la descrizione dall esterno della casa del prete e delle sue stanze dall interno; l offerta del vino e il suo assaggio; infine la preparazione dei letti e la notte trascorsa sui giacigli in lotta con insetti e parassiti. I fatti sono esposti nella loro successione cronologica, e smentiscono a una a una tutte le magnifiche promesse fatte all inizio dal prete. Già questo carattere narrativo ci introduce nella dimensione assolutamente antilirica della poesia berniana. A tale dimensione contribuisce poi il lessico basso e realistico, che nomina gli oggetti più umili e volgari. Quanto poi al bestiario del capitolo, si va dai «cimicioni» a «pulci, piattole e pidocchi».

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 COME SI CREA UN RICORDO NELLA NOSTRA MENTE?

SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 COME SI CREA UN RICORDO NELLA NOSTRA MENTE? SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 PROGETTO SCIENTIFICO di Marica Loppo Gruppo anni 5 LA MEMORIA è una GRANDE CASA in cui si depositano le informazioni recuperate con l aiuto dei sensi (LE FINESTRE)

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

1) Quali sono i verbi che, per avere senso compiuto, devono unirsi ad un aggettivo o sostantivo?

1) Quali sono i verbi che, per avere senso compiuto, devono unirsi ad un aggettivo o sostantivo? grammatica Cultura Generale GRAMMATICA ITALIANA 1) Quali sono i verbi che, per avere senso compiuto, devono unirsi ad un aggettivo o sostantivo? A) Copulativi B) Anomali C) Intransitivi D) Predicativi

Dettagli

UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO

UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO CAPITOLO XXXVIII UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LUCIA CON LA VEDOVA. LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO SALUTÒ SENZA SCOMPORSI, MA IL

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

ANNA PEIRETTI BRUNO FERRERO SINDONE BAMBINI RACCONTATA. Disegni di César

ANNA PEIRETTI BRUNO FERRERO SINDONE BAMBINI RACCONTATA. Disegni di César BRUNO FERRERO ANNA PEIRETTI La SINDONE RACCONTATA ai BAMBINI Disegni di César INSERTO REDAZIONALE DE L ORA DI RELIGIONE L OGGETTO più MISTERIOSO del MONDO G «uarda, è qui! C è scritto MUSEO!», grida Paolo.

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO IL MEDIOEVO IL MEDIOEVO MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna (mezzo) (età) MEDIO + EVO I FATTI PIÙ IMPORTANTI ALL INIZIO DEL MEDIOEVO i barbari e i

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto.

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. Attività: ascolto di un racconto. La bambola diversa Lettura dell insegnante

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA Molto spesso arrivo a scuola in ritardo per colpa di un semaforo che diventa verde dopo molto tempo o di persone in auto che non mi vogliono far passare sulle

Dettagli

I compiti vanno in vacanza

I compiti vanno in vacanza Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Camillo Bortolato I compiti vanno in vacanza 2 Il disfa-libro per la primaria CLSS

Dettagli

La principessa dal dente smarrito

La principessa dal dente smarrito La principessa dal dente smarrito LA VALLE DELLE MILLE MELE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER DISEGNO DA FARE IL SOGGETTO POTREBBE ESSERE LAMPURIO COL MAL DI DENTI Come mai quel visino così

Dettagli

CARMEN TOTARO Le piene di grazia

CARMEN TOTARO Le piene di grazia CARMEN TOTARO Le piene di grazia Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07491-9 Prima edizione: marzo 2015 Impaginazione: studio pym / Milano Le piene di grazia

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Parabola delle grosse pietre

Parabola delle grosse pietre Parabola delle grosse pietre Un giorno, un vecchio professore fu chiamato come esperto per parlare sulla pianificazione più efficace del proprio tempo ai quadri superiori di alcune grosse compagnie nordamericane.

Dettagli

john boyne il bambino con il pigiama a righe

john boyne il bambino con il pigiama a righe john boyne il bambino con il pigiama a righe 3 Proprietà letteraria riservata 2006 by John Boyne 2007 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07962-4 Titolo originale dell opera: The Boy in the Striped

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

ANDO, SI LAVO E TORNO CHE CI VEDEVA - Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

ANDO, SI LAVO E TORNO CHE CI VEDEVA - Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM IV QUARESIMA 30 marzo 2014 ANDO, SI LAVO E TORNO CHE CI VEDEVA - Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Gv 9,1-41 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita e i suoi discepoli lo

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

I primi passi con un cucciolo

I primi passi con un cucciolo I primi passi con un cucciolo 15 I primi passi con un cucciolo Abbiamo preso Metchley dal canile quando aveva nove settimane. Già durante il suo primo giorno da noi ho iniziato l addestramento con il tocco

Dettagli

Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE

Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE L Unità di Apprendimento annuale offre ai bambini la possibilità di consolidare, potenziare ed ampliare le conoscenze

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane

Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane Laboratori attorno al mito delle dea Eoste, e le uova di lepre. Trasformazione animali festa di

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Vento e batticuore. Prof. Silvia Facchetti. Il vento ispira poesie e pensieri

Vento e batticuore. Prof. Silvia Facchetti. Il vento ispira poesie e pensieri Vento e batticuore In primavera mi comporto da pantera prendo la corriera e torno a casa la sera Entro in un bar, apro la porta e mi vedo arrivare una cameriera con la gonna corta! Dalla finestra sento

Dettagli

Qualche consiglio per l uso della placchetta (versione Bilaterale)

Qualche consiglio per l uso della placchetta (versione Bilaterale) Qualche consiglio per l uso della placchetta (versione Bilaterale) Signori, non siamo qui per divertirci. Abbiamo una missione da compiere. Capitano Kirk, Star Trek Ciao, colleghi genitori. Oggi avete

Dettagli

Umberto Fiori Nove poesie

Umberto Fiori Nove poesie Umberto Fiori Nove poesie APPARIZIONE Alte sopra la tangenziale, chiare, due case con in mezzo un capannone. E questa l apparizione, ma non c è niente da annunciare. Eppure solo a vederli là fermi, diritti

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

VINO ROSSO TACCO 12. La Perdita

VINO ROSSO TACCO 12. La Perdita VINO ROSSO TACCO 12 Edito da CAIRO Editore Un estratto da La Perdita Arriva un momento in cui capiamo che un capitolo della nostra vita finisce. Un capitolo si chiude e la vita cambia, inesorabilmente.

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia NLISI DEL TESTO LE FSI DI LVORO 1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia 4) 2 lettura: spiegazione,

Dettagli

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi)

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi) Test di controllo (Unità 6-10) Hai fatto progressi? Controlla. Ogni esercizio ripete uno o più argomenti grammaticali, se raggiungi più della metà del totale: BRAVO! In caso contrario ripeti l'argomento

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Era proprio destino che quell anno dal cielo cadessero

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Associazione di Volontariato ONLUS. Comunicato Stampa report Festa 20 anni di Nuovi Orizzonti

Associazione di Volontariato ONLUS. Comunicato Stampa report Festa 20 anni di Nuovi Orizzonti Associazione di Volontariato ONLUS Comunicato Stampa report Festa 20 anni di Nuovi Orizzonti Domenica 12 gennaio 1.000 persone presenti e moltissimi amici in diretta streaming dal Teatro Orione di Roma

Dettagli

GESÙ SALVATORE PANE DI VITA Parrocchia S. Girolamo Arcoveggio, 29 maggio 2006

GESÙ SALVATORE PANE DI VITA Parrocchia S. Girolamo Arcoveggio, 29 maggio 2006 GESÙ SALVATORE PANE DI VITA Parrocchia S. Girolamo Arcoveggio, 29 maggio 2006 Il tema che avete scelto per la vostra celebrazione della Decennale vi porta al centro stesso della nostra fede: Gesù Salvatore

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Progetto Con Muu Muu a scuola di alimentazione. Classe 2 A Scuola Primaria di Serravalle Sesia

Progetto Con Muu Muu a scuola di alimentazione. Classe 2 A Scuola Primaria di Serravalle Sesia Progetto Con Muu Muu a scuola di alimentazione Classe 2 A Scuola Primaria di Serravalle Sesia Un viaggio veramente speciale La nostra amica Muu Muu, decide di andare in vacanza con i suoi amici, Quatto

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO Martedì, 1 marzo siamo andati a Palazzo Cisterna di Torino. Questo palazzo, tanti anni fa, era di proprietà di Amedeo I di Savoia, duca d Aosta, re di Spagna e sua moglie

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

A questo punto voglio parlarvi un po della mia fede, visto l improvviso cambiamento che ha subito la mia vita. Il mio incidente è avvenuto mentre mi

A questo punto voglio parlarvi un po della mia fede, visto l improvviso cambiamento che ha subito la mia vita. Il mio incidente è avvenuto mentre mi A questo punto voglio parlarvi un po della mia fede, visto l improvviso cambiamento che ha subito la mia vita. Il mio incidente è avvenuto mentre mi trovavo al mare, dalla parte dello Ionio. Subito dopo,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Educazione alla salute

Educazione alla salute Viva il movimento! Fai sport e movimento per sentirti più contento, segui una sana alimentazione fin dalla prima colazione. A merenda mangia un panino e poi muoviti un pochino. Con gli amici gioca a pallone

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

LINGUA ITALIANA - LA VENDEMMIA IN POESIA

LINGUA ITALIANA - LA VENDEMMIA IN POESIA LINGUA ITALIANA - LA VENDEMMIA IN POESIA Obiettivo: analizzare come i poeti parlano della vendemmia nella poesia. METODOLOGIA: analisi collettiva di una poesia, parafrasi e rappresentazione grafica. Suddivisione

Dettagli

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi Il popolo Taooiy Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi esploratori abbiamo perlustrato la

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online PRONOMI RELATIVI E MISTI

www.iluss.it - Italiano online PRONOMI RELATIVI E MISTI I pronomi relativi rappresentano un nome o un intero concetto e mettono in relazione tra loro due proposizioni. I principali pronomi relativi sono: CHE, IL QUALE, LA QUALE, I QUALI, LE QUALI, CUI, CHI,

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

www.scuolaitalianatehran.com

www.scuolaitalianatehran.com щ1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHRAN Corso Settembre - Dicembre 2006 ESAME FINALE LIVELLO 2 щ Nome: Cognome: Numero tessera: щ1 щ2 Leggi il testo e completa il riassunto (15 punti) Italiani in

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli