Relazioni sull andamento dei servizi sistemici e le attività delle biblioteche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazioni sull andamento dei servizi sistemici e le attività delle biblioteche"

Transcript

1 Relazioni sull andamento dei servizi sistemici e le attività delle biblioteche La scansione della presente relazione riproduce lo schema della programmazione annuale come svolta fino al 2013, ovvero con una relazione sulle attività nell anno in corso, seguita dai dati di bilancio dell anno in corso e da quelli previsti per il successivo. Completano la relazione il consuntivo delle azioni 2013, i dati di bilancio relativi e l abituale ricco resoconto statistico. Attività sistemiche del 2014 Il Sud Ovest Bresciano ha sempre sviluppato la propria programmazione pluriennale in continuità con i precedenti atti programmatori e coordinandosi armonicamente con i Piani elaborati dagli altri enti della Rete Bibliotecaria Bresciana (d ora in avanti RBB). Questo, in particolare, da quando la RBB è stata istituzionalizzata da una apposita Convenzione sottoscritta dai sette sistemi intercomunali e dalla Provincia di Brescia nel novembre Come previsto dall articolo 5 della Convenzione, le linee programmatiche dei singoli sistemi e di conseguenza quelli di tutte le biblioteche aderenti, si orientano secondo quanto previsto nel Documento di Indirizzo Generale (DIG) che indica con precisione le modalità e gli ambiti di azione con cui si è inteso potenziare servizi, funzioni e modalità di relazione con il pubblico, nell ambizione di migliorare il ruolo delle biblioteche aderenti alla RBB nei processi di mediazione dell'informazione e della conoscenza (dal testo del DIG ). Il DIG per il triennio aveva previsto tre aree di intervento strategiche che sono state perseguite coerentemente e sulle quali sono stati già ottenuti risultati molto significativi per quanto riguarda la crescita armonica delle raccolte documentarie della RBB (per la quale sono state previsti un coordinamento centralizzato degli acquisti di saggistica e una strategia sulla fornitura dei documenti digitali ai cittadini imperniata sulla piattaforma MediaLibraryOnLine) e soprattutto sulla revisione degli strumenti che garantiscono lo scambio delle informazioni e la gestione coordinata dei processi (ovvero la migrazione al nuovo applicativo Clavis avviata nel settembre 2012 e portata a termine in tempi rapidi con una significativa dimostrazione di efficienza globale). Nel 2014 e nei seguenti si tratterà in primo luogo di sviluppare le azioni relative alla promozione del servizio bibliotecario, per il quale è stato definito un apposito Piano di comunicazione sviluppato su numerose azioni che si realizzeranno in parte a livello generale, in parte coinvolgendo i singoli sistemi nella attuazione coordinata di iniziative singole (fra queste, per il Sud Ovest: la partecipazione alla costruzione di una piattaforma virtuale di apprendimento in collaborazione con il Bassa Bresciana Centrale, il seminario su temi professionali nell ambito della Rassegna della Microeditoria e il progetto di arricchimento bibliografico dei patrimoni). Inoltre nella programmazione del successivo triennio, nel DIG sono state definite linee di azione decisive per il riconoscimento della RBB, l armonizzazione delle pratiche di servizio, la formazione permanente degli operatori, per proseguire inoltre e migliorare le attività comunicative ed esprimere il valore sociale ed economico dei servizi della rete. Nell ambito del futuro sviluppo sono stati prefigurati i percorsi di potenziamento dei servizi di acquisto centralizzato e di costituzione coordinata delle raccolte, la centralizzazione delle procedure di contatto dell'utenza, una nuova governance dei servizi digitali forniti dalla RBB e l auspicata collaborazione con altre istituzioni bibliotecarie, in particolare il Urbano di Brescia. Non è stato dimenticato l impegno a raggiungere un nuovo livello di sostenibilità dei servizi con i progetti di ottimizzazione dei costi di catalogazione e abbozzando strategie per la gestione più economica del Prestito interbibliotecario. Tutti gli atti programmatori, compreso il DIG, mantengono l ispirazione ai principi contenuti nel Manifesto Unesco e nelle Linee Guida Ifla Unesco per le biblioteche pubbliche, ponendosi in sintonia con il Codice dei beni culturali e del paesaggio (Decreto legislativo 42 del 2004). Secondo quanto previsto dalla Convenzione per la gestione dei servizi sistemici, le biblioteche del Sud Ovest si collocano pienamente nell organizzazione bibliotecaria regionale come prevista dalla Legge n. 81 del Gli effetti dell accelerazione nei processi di integrazione resi possibili dal nuovo applicativo e dalle azioni di revisione delle pratiche cooperative che è già stato possibile introdurre in tutte le biblioteche si sono manifestati come un diffuso aumento del gradimento dei lettori (direttamente riscontrabile nell animata Community che si esprime sull Opac della RBB: <http://opac.provincia.brescia.it/community/>). In tale quadro decisamente positivo segnato inoltre dalla dimostrazione di coerenza e di efficienza dell intera RBB (e della rete partner Cremonese) durante il rapido ed efficiente cambio di applicativo, evento massivo che tuttavia non ha prodotto

2 alcun disagio o diminuzione dei servizi all utenza mentre è stato attuato da tutte le 300 biblioteche della Rete, non è venuta meno l incertezza determinata dalle disposizioni legislative che assegnano anche alle Provincie e anche agli enti che le verranno a sostituire, compiti dai quali il tradizionale ambito nel quale si collocano le biblioteche, la cultura, è escluso. Con maggiore urgenza si pone la necessità soprattutto per il in cooperazione con gli altri soggetti della RBB e della rete Cremonese sarà appunto di individuare le forme e delle modalità con le quali potranno essere tutelate, nel futuro, le enormi economie di scala, l efficacia e l efficienza dei servizi di pubblica lettura nel proprio ambito territoriale. Attività delle biblioteche nel 2014 Coerentemente a quanto sopra esposto, il bibliotecario in quanto primo livello cooperativo assume un ruolo sempre più strategico nelle prospettive di crescita delle biblioteche dell area a Sud Ovest della provincia, in particolar modo in una fase come l attuale caratterizzata dalla necessità di economie nello sfruttamento delle risorse. Obbiettivi generali restano il mantenimento, se non l accrescimento, del livello di servizi correntemente erogati dal alle biblioteche, oltre che la crescita generale e il consolidamento delle biblioteche stesse, con una attenzione specifica alle situazioni più deboli, pur nel rispetto del principio per cui la cooperazione non deve supplire la insufficiente dotazione di alcune realtà. In armonia con le finalità indicate dalla programmazione regionale e provinciale degli ultimi anni, si possono mettere in rilievo fra gli obbiettivi da conseguire: l adozione di misure per il raggiungimento di nuove fasce di pubblico, il consolidamento della rete dei sistemi bibliotecari, il rinnovamento qualitativo e l'incremento del patrimonio documentario, gli interventi per l'integrazione e il coordinamento dei servizi centralizzati, con ampio ricorso alle nuove opportunità offerte dalla tecnologia, la formazione del personale e il miglioramento degli standard di accessibilità e della disponibilità di orario. Particolare attenzione verrà posta nel favorire la piena integrazione delle Biblioteche aderenti nella Rete Bibliotecaria Bresciana. Il Centro operativo di Chiari e le biblioteche del sistema saranno impegnate ancora per tutto il 2014, e probabilmente nei successivi mesi, nell approfondire le modalità d uso più appropriate ed efficaci del nuovo applicativo Clavis soprattutto nel dialogo in remoto con i lettori e nella fornitura più efficace ed economica dei servizi. Grazie al nuovo applicativo, ma in generale al piano coerente di attività intersistemiche stabilito con il Documento di Indirizzo Generale (DIG) e le azioni conseguentemente messe in atto, sarà possibile una ulteriore accelerazione dei processi di integrazione nella Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese. Obbiettivo generale indicato dalla Consulta dei sindaci per l arco pluriennale è un aumento del livello di conoscenza reciproca delle attività culturali dei comuni del in vista della realizzazione di sinergie fra i comuni stessi e di una generale maggiore visibilità del livello di integrazione raggiunto grazie al bibliotecario. Fra le iniziative di ampio respiro si segnalano appunto la nuova edizione di Un libro, per piacere!, che è giunta nel 2014 alla sua XI edizione e composta da 27 serate in ognuno dei comuni del, iniziativa ampiamente coperta dai media (quotidiani, emittenti radiofoniche e televisive). L edizione 2014 Legami ha voluto mettere in rilievo, soprattutto in alcune serate, i collegamenti con altre realtà associative e culturali del territorio, riproponendo le alleanze con la Rassegna e il Concorso della Microeditoria e il Centro Sportivo Italiano, affiancate ad altre che si sono strette. Nel corso del 2014 saranno allargate a tutte le biblioteche che ne faranno richiesta le azioni per predisporre una gestione professionale delle postazioni Internet delle biblioteche dopo l acquisizione, avvenuta anche grazie a un progetto finanziato dalla Regione Lombardia, del software CafèLib il quale inoltre consente a tutte le biblioteche del partecipanti al progetto di mettere a disposizione dei propri lettori reti wireless gratuite e aperte per consentire la navigazione degli utenti con i propri portatili, tablet e smartphone. Nel corso del 2014 e nei mesi successivi si proseguiranno le azioni mirate a favorire la presa di confidenza da parte dei bibliotecari delle modalità di fornitura agli utenti dei contenuti digitali in remoto, considerata la sempre maggiore diffusione di devices (tablet, ultraportatili, ebookreader) progettati per la fruizione di tali contenuti. Strumento perno di tutte le azioni in questo ambito

3 sarà ancora, come previsto anche nel DIG, il pieno sfruttamento della piattaforma MediaLibraryOnLine (MLOL), ovvero il network nazionale di biblioteche e sistemi bibliotecari che si è costituito appunto per la gestione coordinata dei contenuti digitali e la loro distribuzione agli utenti dei servizi di pubblica lettura. Sarà particolarmente curato da parte del un piano di formazione dei bibliotecari ma alcune azioni di informazione e pubblicizzazione presso i lettori del territorio con al centro l uso delle fonti informative messe a disposizione attraverso questo strumento. Significative azioni saranno previste per informare capillarmente la cittadinanza delle opportunità che sono così messe a loro disposizione, con particolare attenzione verso i social network e i canali telematici di diffusione delle informazioni, in coordinamento con la Redazione RBB che ha sviluppato nel corso del 2014 un piano di intervento su questi canali coordinando le diverse presenze delle biblioteche appunto della RBB. Si proseguirà la specifica azione di promozione della Piattaforma MLOL con invio dell invito sistematico a iscriversi a tutti i lettori con indirizzi di posta elettronica attivi iscritti alle biblioteche che faranno richiesta di questo servizio. Si segnala in particolare la rilevante novità del Prestito Interbibliotecario Digitale Anche la Gara di lettura via internet Storie per gioco è giunta alla X edizione. Questa azione promozionale viene proposta a tutte le classi Quinte delle scuole primarie e alle classi Prime e Seconde delle secondarie inferiori dei comuni aderenti al. Gli iscritti all edizione sono stati in numero decisamente considerevole: 60 classi iscritte (erano 58 nell edizione precedente) per un totale di alunne e alunni partecipanti al gioco. All edizione sono invece iscritte 49 classi per complessivi alunni. Un posto di particolare rilievo come nelle precedenti programmazioni è stato assegnato alle azioni relative al progetto Comunicare Nati per leggere e i servizi delle biblioteche ai bambini e alle loro famiglie che nel 2013 ricevuto la terza annualità di finanziamento regionale. Il Sud Ovest svolge in questo caso un ruolo di segreteria amministrativa e di supporto in quanto capofila di una vasta aggregazione di biblioteche, sistemi bibliotecari e provincie lombarde (per un totale di 19 enti partner coinvolti). L orientamento generale delle azioni 2014 è stata la valorizzazione degli strumenti realizzati (video promozionale, brochure) e delle attività formative svolte nella prima e nella seconda fase del progetto regionale, con una specifica attenzione alle modalità per aumentare e migliorare la presenza sui media delle azioni relative alla campagna (predisposizione degli strumenti per un ufficio stampa Nati per leggere regionale e una azione di crowdfunding) oltre alla produzione di una bibliografia in collaborazione con l International Board on Book for Young people (IBBY) la maggiore istituzione internazionale impegnata nella promozione della letteratura per ragazzi. Servizi del bibliotecario Sud Ovest Bresciano Sono stati regolarmente forniti nel corso dell anno alle biblioteche i principali servizi erogati dal secondo quanto prevedono la Convenzione e i piani approvati annualmente dalla Consulta dei Sindaci. In particolare i servizi correnti di coordinamento delle attività delle biblioteche aderenti attraverso le riunioni mensili del Comitato tecnico dei bibliotecari, le liste discussione via Internet e i vari progetti intersistemici. Le misurazioni correnti indicano un assestamento del livello di servizi offerti sulle quantità già erogate negli scorsi anni, a eccezione del servizio di Prestito interbibliotecario che si trova ancora in una fase di crescita molto sostenuta. Vengono specificatamente forniti i servizi correnti di catalogazione; prestito interbibliotecario, proseguendo la generale revisione dei percorsi e della tempistica in coordinamento con l attivazione del giro di prestito fra Centri operativi effettuata dall Ufficio biblioteche provinciale; nel corso dell anno ai consueti 3 passaggi settimanali se ne è aggiunto uno, il giovedì pomeriggio, per le maggiori 12 biblioteche; reference sistemico e consulenza informatica; gestione sistemica delle Proposte di Acquisto degli Utenti, con il monitoraggio, la presa in carico e la gestione dei consigli d acquisto da parte degli utenti in remoto delle biblioteche che hanno chiesto al di farsi carico del servizio; aggiornamento e manutenzione del catalogo online dei periodici posseduti dalle biblioteche (http://opac.provincia.brescia.it/giornali-e-riviste/), con l inserimento di tutti i fascicoli delle annate conservate;

4 azioni di supporto alle iniziative Nati per leggere delle biblioteche (acquisto materiale da distribuire, incontri con i pediatri, assistenza specifica); organizzazione di almeno una occasione annuale di aggiornamento professionale per i bibliotecari del e di tutta la RBB nell ambito della Rassegna della Microeditoria e sviluppo di un programma formativo secondo i temi indicati nel corso dei Comitati tecnici. Sono stati ripresentati i seguenti progetti speciali già dettagliati nella programmazione pluriennale del : Coordinamento delle raccolte documentarie; Archivio delle Attività di Promozione della Lettura; Consulenza sul software di gestione delle biblioteche I consigli di ZiaClavicola (messaggi a cadenza settimanale e assistenza diretta ai bibliotecari della provincia). Attività delle biblioteche per il 2014 La biblioteca di Berlingo conta anche per il 2014 di poter continuare con tutte le attività messe in campo negli ultimi anni, in modo da confermare gli standard ottenuti negli ultimi anni. Compatibilmente alle risorse umane ed economiche proseguirà il riordino del magazzino e lo scarto del materiale desueto e rovinato. Si auspica come sempre la partecipazione alla gara da parte delle classi V della scuola Primaria ed anche delle classi I e II della scuola Secondaria di primo grado. Per gli adulti, verrà garantita la continuità nell organizzazione degli incontri di creatività. Lo sforzo maggiore sul quale si concentrerà il personale della biblioteca di Castegnato sarà quello di mantenere e consolidare tutte le attività già sperimentate negli ultimi anni. La difficoltà maggiore, di pari passo, sarà quella di sopperire con Lavoratori Socialmente Utili e stage di studenti universitari alla carenza di risorse professionalmente preparate. L obiettivo è quello di garantire costantemente la presenza in contemporanea di almeno due operatori. Per quanto riguarda i progetti che verranno portati avanti si renderà necessaria una operazione di riallestimento di diverse sezioni della biblioteca, con l obiettivo di creare un deposito ove collocare i documenti che si vogliono togliere dagli scaffali. Proseguirà inoltre il progetto della biblioteca oltre le mura per portare i servizi della biblioteca in luoghi non appositamente dedicati alla lettura. La biblioteca di Castelcovati intende anche per l anno in corso continuare ad offrire e migliorare uno standard di servizio che, nel suo complesso, risulti adeguato alle aspettative di un utenza in costante crescita sia in termini numerici sia in termini di complessità delle richieste avanzate. Nel corso dell anno, anche grazie al progetto sistemico di Revisione qualificata delle raccolte, si allestirà la nuova collocazione della classe 800 col criterio dell ordine alfabetico per autore, con l obiettivo di semplificarne la fruizione da parte dell'utenza e renderla maggiormente accessibile. Come sempre saranno portate avanti tutto le attività di promozione proposte negli ultimi anni, sia effettuate dal personale interno (con il mondo scolastico) che da professionisti esterni. Obiettivo precipuo della biblioteca di Castel Mella è il mantenimento della qualità del servizio erogato. La diffusione dei nuovi media e dell'editoria digitale (e-book, Media Library On Line, social network) rende al contempo necessario un rinnovamento del servizio, anche in ordine al conseguente cambiamento sociale che ne deriva, in vista del raggiungimento del nuovo modello di biblioteca digitale. Proseguiranno nel corso di tutto l anno le attività di promozione della lettura, sia all interno degli spazi della biblioteca, anche con aperture straordinarie, sia all esterno con durante gli eventi organizzati in paese. Nel corso dell anno la biblioteca di Castrezzato porterà a termine il progetto di rinnovo della facciata e degli ambienti interni, progetto realizzato coinvolgendo i giovani artisti e architetti del paese. Al di là di ciò verrà riorganizzato l apparato hardware e ammodernati gli impianti elettrico e illuminotecnico. Le azioni programmate dalla biblioteca di Cazzago San Martino verteranno sulla risistemazione fisica e inventariale e catalogazione di tutto il patrimonio librario e documentario della biblioteca mediante codici a barre introdotti dal nuovo programma di gestione delle biblioteche Clavis. Nel corso dell anno si allestiranno nuove postazioni multimediali per gli utenti. In linea con lo sforzo della biblioteca di avvicinare i più giovani alla lettura, saranno attuati anche per l a.s. 2014/2015 i punti prestito settimanali presso le scuole elementari di Bornato e Pedrocca e presso le Scuole dell infanzia di Cazzago, Pedrocca, Calino e Bornato. L allestimento di tali punti prestito comprende l iscrizione dei nuovi utenti, la scelta dei libri, la registrazione e lo scaricamento prestiti, la predisposizione della modulistica e gli incontri con programmatori e insegnanti. Anche per il 2014 si prevede l apertura straordinaria del martedì nei mesi di luglio e agosto, con serate a tema rivolte ai bambini e ragazzi (letture animate, proiezioni, attività ludiche. Numerosissime, come sempre, saranno

5 le attività culturali, ludiche e aggregative proposte dalla biblioteca, che si occuperà tra l altro del coordinamento di tutti i soggetti coinvolti. Lo sforzo maggiore messo in campo dalla biblioteca di Cellatica sarà indirizzato allo sviluppo e all aggiornamento qualitativo della raccolta documentaria, aggiornata continuativamente tramite gli acquisti e sfoltita con lo scarto dei testi obsoleti. Visto il successo di pubblico riscontrato negli ultimi anni, i primavera e in autunno sarà riproposta la Bancarella del libro usato. Nella biblioteca di Chiari si prevede di portare a termine entro il 2014 l impegnativo programma di attività promozionali che ha visto a inizio anno, dopo la partecipazione di ben 11 classi scolastiche alla Gara di lettura sistemica, una nuova edizione del mese interculturale con incontri di lettura e laboratori sulla diversità linguistica proposti a tutte le classi scolastiche e l abituale calendario di incontri con le classi distribuito lungo l anno scolastico. Indispensabile la collaborazione del gruppo di lettori e di lettrici volontarie, le Librellule, che oltre a proseguire per tutto l anno sugli altri fronti di attività intrapresi in passato (Ora del racconto settimanale, letture per adulti in varie occasioni e in apertura della Microeditoria, letture settimanali nella radio parrocchiale Claronda) hanno intrapreso con il supporto della biblioteca le periodiche letture presso il reparto di Pediatria dell Ospedale Mellini di Chiari. Proseguiranno inoltre il portico degli studenti ovvero l apertura estiva del porticato interno alle attività di studio anche nella giornata di lunedì, la realizzazione del Mercatino dei libri donati dai lettori nell ambito del Palio delle Quadre a settembre, la promozione della piattaforma Media Library, i laboratori di creatività, le numerose esposizioni bibliografiche temporanee e le azioni comunicative sulla pagina Facebook della biblioteca. Di fondamentale importanza per il funzionamento della biblioteca di Coccaglio sarà l apporto fornito al personale professionale dai volontari del Servizio Civile Nazionale ed eventualmente dai Lavoratori Socialmente Utili. Verrà riproposta la collaborazione con il mondo scolastico, e si cercherà di incrementare il posizionamento della biblioteca sull Opac e su Facebook. Proseguirà e si incrementerà la collaborazione tra la biblioteca di Comezzano-Cizzago e le altre agenzie comunali (Assessorato alla Cultura, Servizi Sociali) e con associazioni e gruppi presenti nella comunità per l organizzazione di attività condivise, come Festa delle Forze Armate, Festa della Donna, Festa dell Agricoltura e le attività specifiche estive organizzate negli oratori del paese. In collaborazione con la Commissione biblioteca si organizzeranno visite a mostre particolarmente interessanti e a città d arte, e si allestiranno mostre d autori e scultori. Prevista la consueta bancarella del libro di Natale all interno della manifestazione Natale in Piazza. La biblioteca di Gussago si pone come obiettivo di fondo di continuare a rappresentare il fulcro ed il cuore pulsante della cultura gussaghese. Si continuerà, dunque, ad offrire uno standard di servizio che, nel suo complesso, risulti adeguato alle aumentate aspettative di un utenza in costante crescita sia in termini numerici, sia in termini di complessità delle richieste avanzate. Attenzione speciale richiederà il servizio di prestito agli utenti, cuore del servizio biblioteca, con particolare riguardo alla questione del sollecito dei prestiti scaduti. Al fine di raggiungere più facilmente l utente, in fase di controllo e aggiornamento delle tessere verrà inserito il dato dell personale, qualora fornita dall utente. Al fine di valorizzare il patrimonio esistente si continueranno a creare nuove sezioni e collocazioni dei documenti posseduti. Per quanto riguarda la promozione della lettura, visto il buon esito delle ultime edizioni si riproporrà tra le tante altre iniziative il Festival della letteratura per bambini e ragazzi Mangiastorie realizzato sotto la direzione artistica di Cosetta Zanotti, e per la prima volta si cercherà di realizzare il progetto di promozione della lettura ad alta voce per la prima infanzia Una voce, mille voci. Per l'anno 2014 le linee di programmazione e d intervento della biblioteca di Lograto riguarderanno iniziative e strategie che abbiano gli utenti come punto di riferimento e propongano la biblioteca come luogo di relazioni, incontri e scambio. Per quanto riguarda la raccolta documentaria verrà posta particolare attenzione all acquisto dei documenti che andranno ad incrementare le sezioni che si sono sviluppate in questi ultimi anni: Genitori e Nati Per Leggere, oltre alle risorse accessibili a tutti gli utenti, sia attraverso ausili particolari che facilitino la lettura, ma soprattutto attraverso libri in formato accessibile da tutti, quelli facenti parte della sezione Books for all. Per la terza volta verrà proposta l iniziativa di Nati per Leggere in festa, aperta a tutti ma principalmente rivolta ai nuclei familiari allietati dalla nascita di un bimbo nel corso dell anno Per l anno in corso la biblioteca di Maclodio, tenendo conto delle risorse umane ed economiche, cercherà di continuare tutte le attività in essere se possibile incrementando l offerta per adulti con l organizzazione di corsi. Per quanto riguarda la sede, confortevole e molto graziosa, si cercherà di provvedere all acquisto di altri scaffali oltre che di mensole per gli scaffali esistenti.

6 Nel corso del 2014 la biblioteca di Ospitaletto, dopo alcuni anni nei quali la gestione dei servizi offerti è stata difficile per la riduzione delle risorse, cercherà di tornare ai livelli di finanziamento precedenti. Rimane un obiettivo da perseguire, anche per il 2014, la sempre più stretta collaborazione con le altre realtà presenti sul territorio (scuola, parrocchia, mondo dell associazionismo e della cooperazione) e con settori del Comune affini all attività svolta dalla biblioteca (Settore Politiche Giovanili per la gestione dell Ufficio Giovani; Settore Pari Opportunità). Oltre all appalto per l affiancamento della gestione della biblioteca si cercherà nel 2014 di concretizzare la possibilità di disporre di personale non qualificato (reclutato attraverso vari canali quali, ad esempio, il Servizio Civile Nazionale) per svolgerebbe un azione di supporto che permetterebbe di completare alcuni lavori di etichettatura e sistemazione, più volte rinviati, sgravando i compiti dei bibliotecari che si potrebbero così dedicare alle numerose attività di promozione della lettura organizzate lungo tutto il corso dell anno. Continueranno ad essere numerosissimi gli incontri con scuole del territorio organizzati dalla biblioteca di Passirano. Di pari passo si continuerà a supportare l attività del locale Gruppo di Lettura ed a collaborazione con Il libro parlante, gruppo di lettrici volontarie che organizzano letture e laboratori per bambini con cadenza bimestrale. Il 2014 per la biblioteca di Roccafranca sarà l anno del trasferimento nella nuova sede. Inevitabilmente la maggior parte degli sforzi messi in campo saranno tesi al consolidamento del servizio nella nuova sede per la quale la bibliotecaria ha collaborato con i tecnici comunali impegnati nelle operazioni di stesura del progetto e allestimento degli spazi. E mantenuto invariato l impegno per la valorizzazione del patrimonio e la promozione della lettura assieme al sostegno delle attività dello sportello Informagiovani, servizio offerto alla cittadinanza in orario di apertura della biblioteca. Letture interpretate, costruzione di libri, reperimento di materiale bibliografico, preparazione di bibliografie tematiche, torneo di lettura: queste alcune delle attività che verranno proposte dalla biblioteca di Rodengo Saiano alle classi nel corso dell anno. L iniziativa più importante per quanto riguarda invece gli adulti è l avvio di un bando per la raccolta e scansione di materiale fotografico storico relativo al paese, di proprietà dei cittadini, con l intenzione di crearne un archivio documentario e conservativo di interesse locale. Nella biblioteca di Roncadelle proseguiranno tutte le collaborazioni attivate con le scuole (dal nido alla scuola secondaria), con il Gruppo Favolare e con l'associazione Don Chisciotte. Particolarmente rilevante l organizzazione di un corso di fumetto manga per ragazzi da 11 a 16 anni e quella di un ciclo di incontri con l'autore (4 appuntamenti nei mesi di Aprile/Maggio). Per l anno in corso si prevede nella biblioteca di Rovato l espletamento delle procedure per l attivazione di stage di studio e tirocinio da parte di giovani studenti. Sarà mantenuto l impegno per un apertura settimanale minima di 36 ore, anche grazie all apporto dell associazione Liberilibri. Proseguiranno tutte le iniziative di promozione della lettura, in particolar modo verrà data la più ampia visibilità al progetto Liberi di leggere con la Comunicazione Aumentativa e Alternativa. Compatibilmente con le risorse a disposizione della biblioteca scolastica Laura Gobbini, presso l Istituto d istruzione superiore Lorenzo Gigli di Rovato, e anche in vista della ricerca di possibili finanziamenti, si considera strategico puntare sulla biblioteca come fulcro dei due aspetti principali che la caratterizzano: l'affiancamento al percorso formativo e lo spazio sociale nel quale i ragazzi possono esprimersi. I ragazzi saranno al centro dei progetti e si punterà ad una loro partecipazione attiva nella creazione di contenuti, mirati e contestualizzati in un quadro formativo e d'apprendimento. Sarà attentamente valutata la possibilità di stendere progetti innovativi e sperimentali da realizzarsi soprattutto nel pomeriggio, quando i ragazzi potrebbero trovarsi per sfruttare lo spazio a loro dedicato. L obiettivo è quello di sfruttare il canale culturale e la trasmissione di conoscenza per creare integrazione, socialità ed espressione, coinvolgendo i ragazzi e responsabilizzandoli nel percorso di creazione di contenuti. Nell anno in corso sono stati portati a termine i lavori di ampliamento della biblioteca di Rudiano, contestualmente alla rimozione delle barriere architettoniche e alla creazione di un area da adibire unicamente a deposito e all acquisto di scaffali e relativa segnaletica. Si prevede la realizzazione di tre sezioni: Multilingue, Genitori e figli, Nati per leggere. Il contemporaneo progetto di scarto sistemico qualificato, curato dal bibliotecario, consentirà di sfoltire il patrimonio dai documenti obsoleti o rovinati. Verranno adeguate le reti informatiche, con creazione di una wi-fi zone e l attivazione di CafèLib. Sulla base degli stanziamenti di bilancio e nei limiti del possibile, ci si impegnerà per mantenere le attività in essere.

7 La recente ristrutturazione degli spazi interni della biblioteca di Torbole Casaglia porterà nell anno in corso ad uno sforzo aggiuntivo volto a promuoverne al meglio i servizi. L impegno maggiore sarà rivolto al consolidamento e all ampliamento di tutte le attività di promozione del libro, della lettura e della biblioteca attraverso specifiche azioni del personale interno e di soggetti diversi, in collaborazione con la scuola dell obbligo e le tante associazioni che attivamente collaborano con la biblioteca. La biblioteca di Travagliato opererà anche nel 2014 per consolidare la propria funzione di luogo di accesso e condivisione degli strumenti di diffusione della cultura e dell'informazione tramite un'ampia offerta non solo di libri e periodici stampati, ma anche di audiovisivi, contenuti digitali, ebook, servizi di connessione a Internet. Il recupero delle ali inutilizzate dell'ex ospedale Vantiano, in parte già adibito a sede della biblioteca, renderà possibile l'espansione del servizio in alcuni dei nuovi locali per la creazione di magazzini di deposito e l'ampliamento degli spazi riservati ai ragazzi, oltre all'allestimento di locali ad accesso indipendente per studenti delle scuole superiori e universitari. Tra gli altri, l importante progetto di promozione della lettura affidato ad operatori della cooperativa Zeroventi (letture animate e presentazione della sede e dei servizi) sarà riproposto anche per l'anno scolastico 2014/2015. Nell anno in corso si cercherà come sempre di consolidare i risultati ottenuti nella fornitura di documenti, nella diffusione di strumenti multimediali e on-line, e nella promozione dei servizi della biblioteca di Trenzano. L obiettivo è quello di continuare ad offrire e migliorare uno standard di servizio che, nel suo complesso, risulti adeguato alle aspettative di un utenza in costante crescita in termini di complessità delle richieste avanzate. La biblioteca intende porsi come canale privilegiato di informazione, aggiornamento e socialità per la comunità. Un obiettivo della biblioteca di Urago d Oglio per il 2014 è quello di potersi allargare utilizzando gli spazi al primo piano dell edificio, per provare a risolvere la situazione di congestione in cui si trova attualmente il servizio. Assumeranno speciale importanza le azioni destinate a promuovere da una parte il materiale della biblioteca, potenziando la realizzazione di bibliografie e/o scaffali tematici in occasione di eventi o ricorrenze particolari, dall altra i servizi, soprattutto quelli in remoto recentemente attivati (Media Library On Line, Servizi al lettore tramite l Opac). Come sempre saranno riproposte le attività di promozione che negli ultimi anni hanno riscontrato l interesse da parte del pubblico, a cominciare dagli incontri con le classi fino alla realizzazione dell apprezzato segnalibro a tema per la Festa della Donna.

8 Dati di bilancio 2014 e USCITE Euro Euro PERSONALE , ,00 Addetti al Centro operativo in organico , ,00 Coordinatore , ,00 Incarico di assistenza biblioteconomica alle biblioteche (ziaclavicola) 9.960, ,00 Incarico per la gestione informatica Gara di lettura 2.573, ,00 Incarico per la fornitura di servizi al Centro operativo , ,00 SERVIZI , ,00 Referenza informatica 6.000, ,00 Un libro, per piacere! ,53 Storie per gioco gara di lettura (esclusa gestione informatica) 6.250, ,00 Servizi catalografici , ,00 Prestazioni biblioteconomiche per conto di alcune biblioteche , ,00 Manutenzione ordinarie e straordinarie (furgone) 1.589,88 Incarico operatore prestito interbibliotecario , ,00 Canone annuale CaféLib e assistenza remota 7.500, ,00 "Un libro, per piacere" , ,00 CONTRIBUTI SISTEMA AD ALTRI ENTI 4.000, ,00 Partecipazione alla Rassegna della Microeditoria 800, ,00 ACQUISTI MATERIALE DI CONSUMO , ,00 Gestione ordinaria automezzo/ fornitura carburanti 1.450,00 Acquisti librari su progetto rinnovamento raccolte , ,00 Abbonamenti riviste specializzate per Centro operativo 547,00 550,00 Economato 1.000,00 500,00 ACQUISTI BENI DUREVOLI 0, ,00 RIMBORSI AL COMUNE DI CHIARI , ,00 Spese amministrative , ,00 Affitto locali 6.000, ,00 TOTALE USCITE , ,00 ENTRATE Euro Euro CONTRIBUTI DI FUNZIONAMENTO , ,00 Quote dei comuni aderenti , ,00 Contributo Provincia di Brescia 4.500, ,00 Rimborso prestazioni biblioteconomiche per conto di alcune biblioteche , ,00 CONTRIBUTI DA SOGGETTI DIVERSI 1.854, ,00 Contributi gravati da Iva 854,00 800,00 Vendita automezzo 1.500,00 Rimborsi da enti diversi (gara di lettura) 1.000, ,00 TOTALE ENTRATE , ,00 Accantonamento per acquisto nuovo furgone ,14

9 Attività sistemiche realizzate nel 2013 Gli obbiettivi generali indicati per il bibliotecario nella programmazione 2013, ovvero il mantenimento, se non l accrescimento, del livello di servizi correntemente erogati dal alle biblioteche, oltre che la crescita generale e il consolidamento delle biblioteche stesse, è stato perseguito con coerenza e determinazione, benché abbia dovuto confrontarsi con una riduzione delle risorse dedicate dai comuni associati ai rispettivi servizi di pubblica lettura non generalizzata ma in alcune realtà particolarmente rilevanti. Sono state comunque messe in campo dal azioni per il raggiungimento di tutti gli obbiettivi da conseguire: l adozione di misure per il raggiungimento di nuove fasce di pubblico, il consolidamento della RBB come rete di sistemi bibliotecari, il rinnovamento qualitativo e l'incremento del patrimonio documentario. Sono stati infatti regolarmente forniti nel corso dell anno 2013 i principali servizi erogati dal alle biblioteche aderenti secondo quanto prevedono la Convenzione e i piani di programmazione approvati annualmente dalla Consulta dei Sindaci. In particolare sono stati forniti i servizi correnti di coordinamento delle attività delle biblioteche aderenti attraverso le riunioni mensili del Comitato tecnico dei bibliotecari e le liste di discussione via Internet. Inoltre sono stati regolarmente forniti i servizi di - catalogazione e servizio di barcodatura centralizzato; - prestito interbibliotecario; - gestione dei servizi per i Comuni di Berlingo, Castrezzato, Maclodio e Roncadelle; - Reference sistemico e assistenza informatica. Il complesso delle azioni e dei servizi sistemici che costituiscono la gestione ordinaria assorbe la gran parte delle risorse. In particolare la migrazione al nuovo applicativo di gestione delle biblioteche: Clavis ha impegnato il Centro operativo del in modo significativo anche nel corso del 2013 per fornire costantemente assistenza agli operatori delle biblioteche e integrare quando necessario con azioni di tipo formativo oltre che interventi localizzati per ripristinare la piena funzionalità di tutte le biblioteche. Si segnala come particolarmente interessante l avvio da giugno 2013 di una partnership con la prima biblioteca scolastica che si è aggregata a un sistema nella RBB (le biblioteche scolastiche già presenti sono aggregate in un sistema a sé collegato all Ufficio biblioteche provinciale). Si tratta della Biblioteca Laura Gobbini dell Istituto di Istruzione superiore Lorenzo Gigli, di Rovato. Con il Gigli e la Provincia di Brescia è stata definita una Convenzione per la gestione del servizio. La biblioteca è stata allestita con una stretta supervisione del Centro operativo del ; è stata avviata la catalogazione del materiale documentario presente ed è stata infine inaugurata ufficialmente con la riapertura dell anno scolastico quella che può senz altro essere considerata la venticinquesima biblioteca del Sud Ovest. Nel corso del 2013 sono proseguite, dopo una pausa legata anche all adozione del nuovo applicativo Clavis, le azioni indirizzate a favorire la presa di confidenza da parte dei bibliotecari delle modalità di fornitura agli utenti dei contenuti digitali in remoto e del dialogo con gli utenti tramite gli strumenti digitali, considerata la sempre maggiore diffusione di devices (tablet, ultraportatili, ebookreader) progettati per la fruizione di tali contenuti. In primo luogo sono state adottate misure per diffondere la conoscenza della piattaforma MedialibraryOnLine, che consente agli utenti delle biblioteche l accesso a oltre testate di periodici (37 in lingua italiana), oltre 700 romanzi e-book in prestito diretto e migliaia d altri attraverso il servizio di prestito interbibliotecario digitale, album musicali ascoltabili in streaming, canzoni dal catalogo Sony e 5 milioni di tracce mp3 di etichette indipendenti scaricabili senza costi da parte degli utenti stessi, oltre ad altre centinaia di altre risorse digitali disponibili in qualsiasi momento e direttamente dal pc degli iscritti alle biblioteche bresciane. In particolare è stata avviata una campagna di invito all iscrizione alla piattaforma spedendo oltre mail agli indirizzi degli iscritti attivi di 16 biblioteche del che ne hanno fatto esplicita richiesta. L adozione inoltre del nuovo applicativo ha rivelato l importanza del nuovo canale costituito dalle pagine dedicate alle singole biblioteche sul nuovo Opac, dove si è attivata e richiede attenzione e cure una community di utenti della RBBeC. E stato quindi particolarmente curato da parte del un piano di formazione dei bibliotecari anche relativamente a questo nuovo strumento. Per le biblioteche che l hanno chiesto, complessivamente 16, il ha allestito interamente la pagina.

10 Il tradizionale incontro formativo organizzato in apertura della Rassegna della Microeditoria è stato anche nel 2013 sostenuto e patrocinato dall Ufficio biblioteche in quanto aperto a tutti i bibliotecari della Rete Bibliotecaria Bresciana. Biblioteca risorsa della comunità: il sostegno della pubblica lettura nel futuro che ci attende è stato il tema su cui sono stati invitati a parlare l esperto di fund raising per le istituzioni no profit e culturali Massimo Coen Cagli e la Responsabile delle relazioni esterne e dei progetti di valorizzazione delle Biblioteche della Fondazione milanese Per Leggere, Valentina Bondesan che hanno condiviso con i molti e partecipi bibliotecari e operatori culturali presenti lo stimolo a interpretare l attuale momento di difficoltà economica della pubblica amministrazione come una opportunità per riformulare il rapporto delle biblioteche con il proprio territorio e la comunità a cui fornisce servizi, vedendo in loro non solo utenti ma degli appassionati e responsabili partecipanti alla tutela di un bene comune. Anche nel 2013, con un significativo impegno e grazie anche a un progetto di miglioramento delle performances organizzative, è stato garantito lungo tutti i tre giorni della Rassegna uno stand di pubblicizzazione dei servizi del e delle iniziative di tutte le biblioteche. Particolare attenzione è stata rivolta al progetto Nati per leggere di cui sono stati distribuiti i materiali. Ha assunto un rilievo del tutto particolare nel 2013 la realizzazione delle azioni programmate nell ambito delle tre fasi del progetto Comunicare Nati per leggere e l offerta delle biblioteche ai bambini e alle loro famiglie. Si tratta di un importante progetto nel quale il Sud Ovest ha svolto il ruolo cruciale di capofila di una vasta partnership con altri 30 enti territoriali lombardi (comuni, sistemi bibliotecari e provincie nelle diverse fasi) della richiesta di finanziamento a Regione Lombardia. Richiesta che è stata accolta per una seconda annualità nel 2013 (e per la terza annualità all inizio del 2014) impegnando somme rilevanti e del resto proporzionate alla quantità di enti coinvolti. La seconda fase in particolare, che è giunta nelle prime settimane del 2014 anche alla rendicontazione formale, prevedeva la diffusione degli strumenti realizzati nella prima annualità. Tali strumenti erano brochure I bebè amano i libri e il video promozionale La sua storia comincia dalle tue parole che è stato trasmesso come Pubblicità Progresso da alcuni dei principali network nazionali ed è stato diffuso nel circuito della pubblicità delle sale cinematografiche. Del video promozionale sono state fatte alcune presentazioni pubbliche, in particolare durante il convegno milanese La biblioteca in cerca di alleati del marzo 2013 e in occasione dell assegnazione del patrocinio di Pubblicità progresso alla presenza dell Assessore regionale Cristina Cappellini (nella foto un momento della conferenza stampa con la Presidente del bibliotecario Camilla Gritti). La seconda fase prevedeva inoltre l acquisto di una quantità significativa di altro materiale illustrativo del progetto già disponibile a livello nazionale (pieghevoli nelle varie lingue utili alle azioni locali) e la sua distribuzione secondo criteri pertinenti allo sviluppo della campagna che sostiene - in alleanza con i pediatri e le strutture sanitarie - l importanza della lettura condivisa fra genitori e bambini, anche piccolissimi. Nell edizione 2013 della Rassegna, l impegno del si è confermato essenziale per la buona riuscita del Concorso Microeditoria di qualità. Nell edizione case editrici hanno aderito all iniziativa presentando 125 libri (per un totale di 625 copie) che sono stati distribuiti a cura del Centro operativo del sistema nelle 10 biblioteche partecipanti. E stata nuovamente curata da parte del e con il significativo apporto di

11 volontari dell associazione L Impronta, tutta l attività di segreteria della Giuria, ovvero la raccolta delle 846 schede di lettura compilate dagli utenti delle biblioteche, la contabilità dei punteggi, la circolazione dei volumi che sono anche stati esposti nelle vetrine di alcuni negozi clarensi durante la settimana della Rassegna. La raccolta delle valutazioni dei lettori e la trascrizione dei giudizi nelle schede sono leggibili in linea nel social network Anobii e sono state anche quest anno duplicate nel nuovo Opac delle biblioteche bresciane. L edizione della gara di lettura via Internet Storie per gioco - torneo di lettura realizzato via web per consentire la partecipazione di un numero molto alto di classi - ha visto la partecipazione di ben 33 classi quinte delle primarie e 27 classi prime della Secondaria inferiore (con una partecipazione di 7 classi fuori dal sistema, nonostante sia stato ad esse chiesto un contributo spese di 100 euro), per un totale di 60 classi e alunni coinvolti (sono stati nel 2012). Il gioco si è svolto per 6 settimane con intensa partecipazione di tutti gli alunni coinvolti; le due finali si disputeranno a Chiari il 4 aprile Nel 2013 è stata realizzata la X edizione di Un libro, per piacere!, rassegna di incontri con l autore e letture spettacolari nei 24 comuni aderenti, che ha totalizzato oltre presenze. Il tema unificante è stato lo slogan Sfide! con il quale si è voluto cercare il pubblico interessato alle imprese sportive e agonistiche. La Rassegna ha visto la partecipazione di attori come Luciano Bertoli, Livia Castellini, Beatrice Faedi, Laura Mantovi, Sergio Mascherpa, Barbara Pizzetti, Gabriella Tanfoglio, Flora Zanetti e da compagnie teatrali come Teatro Belcan e Pandemonium teatro. Fra gli autori vanno citati almeno Pietro Trabucchi, Carla Perrotti e Fabio Pasinetti, Fulvio Ervas, Piero Dorfles. Anche per la Rassegna 2013 il ha ottenuto l Alto patronato del Senato della Repubblica, il patrocinio della Provincia di Brescia e la collaborazione di alcuni sponsor. Collegata alla principale e più visibile iniziativa di promozione del, appunto Un libro, per piacere!, è stata allestita una pagina Facebook che supporta la Rassegna stessa nei 4 mesi in cui si svolge, ma durante i restanti mesi fornisce più volte alla settimana materiali e spunti utili anche alle pagine analoghe delle biblioteche del (che li acquisiscono attraverso automatismi resi possibili da applicazioni web come i lettori di RSS; di particolare importanza nel corso del 2013 è stata l organizzazione del concorso via Facebook Fotografa la tua biblioteca, concorso che dal 2014 è stato proposto dalla pagina Facebook della Rbb). Un intervento dall elevato valore professionale condotto dal da diversi anni, e riconosciuto con uno specifico finanziamento di oltre euro dalla Provincia di Brescia ininterrotto dal 2006, è il complesso di azioni finalizzato a migliorare le performances di tutti i bibliotecari del bibliotecario Sud Ovest Bresciano e della Rete Bibliotecaria Bresciana e rendere complessivamente più consapevoli ed efficienti gli operatori in servizio accrescendo il patrimonio di conoscenze e soluzioni pratiche a disposizione dei bibliotecari noto familiarmente in tutta la provincia, e in forma eponima, come I consigli di Zia Clavicola. Nel corso del 2013 le azioni del progetto sono proseguite secondo la radicale revisione effettuata in seguito alla migrazione al nuovo applicativo. L invio dei messaggi settimanali dal titolo appunto Consiglio di Zia Clavicola che affronta di volta in volta problematiche riscontrate nell utilizzo del programma è ripreso regolarmente. Nel corso dell anno sono stati dunque inviati 32 messaggi ed è stato allestito un nuovo archivio cronologico in linea (http://ziaclavicola.wordpress.com), di cui è progettata la sostituzione con altri strumenti che migliorino le caratteristiche del servizio. E rientrato lentamente nella normalità anche il flusso di interventi telefonici o via mail di consulenza ai bibliotecari. Sono stati organizzati di 10 momenti di formazione in coincidenza con il Comitato tecnico mensile dei bibliotecari nel primo venerdì del mese. Sono stati infine portati a termine i seguenti progetti speciali, in parte finanziati da progetti obbiettivo finanziati con il fondo di produttività: - Coordinamento delle raccolte documentarie, con la distribuzione di documenti alle 24 biblioteche partecipanti secondo la riformulazione che è stata effettuata di questo progetto in parte assorbito dal progetto provinciale

12 - Archivio delle attività di promozione della lettura, banca dati disponibile via Internet implementata fino a iniziative per 424 diversi enti promotori, avendo realizzato uno scarto di iniziative obsolete per circa il 10% delle entry presenti. Attività delle biblioteche del realizzate nel 2013 Nel corso del 2013 la biblioteca di Berlingo ha promosso numerose attività di promozione della lettura, sia tramite le risorse interne sia avvalendosi di professionisti esterni. Sono proseguite le serate dedicate alla creatività, rivolte agli adulti. Per quanto riguarda il patrimonio si è provveduto al riordino del magazzino e allo scarto del materiale usurato o obsoleto. E stato portato a termine l allestimento del nuovo sito internet della biblioteca. La biblioteca di Castegnato ha provveduto nell ultimo anno a effettuare operazioni di svecchiamento della raccolta documentaria che dovranno proseguire però anche nei prossimi anni, assieme alla contestuale massiccia revisione del patrimonio e alla messa in deposito dei libri che a scaffale aperto non servono. Si è lavorato nell ottica della ricerca di nuovi utenti, provando a portare all esterno dell edificio della biblioteca le informazioni circa i servizi offerti. E continuato il supporto al gruppo di lettori delle Farfavole, mamme e papà che si ritrovano volontariamente, a cadenza fissa, per raccontare, leggere e drammatizzare storie e racconti ai loro piccoli. A fronte del costante aumento del numero dei prestiti e dell'utenza, dato caratterizzante l'intero territorio provinciale, nella biblioteca di Castelcovati la quota maggiore delle energie disponibili è stata impiegata nella gestione ordinaria del servizio, nel reference e nella realizzazione di aspetti già programmati in precedenza ma non ancora completati (integrazione della segnaletica interna; aumento degli spazi per la collocazione dei volumi nella sezione Narrativa; sfoltimento del patrimonio; revisione dei dati anagrafici dell'utenza). La biblioteca ha continuato altresì nell'attività di consolidamento della comunicazione con gli utenti attraverso gli strumenti di cui si è dotata negli anni: pagina della biblioteca nell'opac, pagina Facebook, sito istituzionale del Comune, newsletter, Anobii. Durante il corso dell anno, nella biblioteca di Castel Mella sono stati numerosi gli interventi mirati alla valorizzazione del patrimonio e della sua fruibilità; contemporaneamente è stata messa in atto una riorganizzazione della dotazione informatica tramite l installazione di Café Lib, di una rete wi-fi per le strumentazioni informatiche degli utenti e di una nuova postazione di lavoro per i bibliotecari. Molteplici le attività di promozione della biblioteca, come ad esempio quelle legate al progetto Nati Per Leggere, il coordinamento del gruppo di lettura o ancora le aperture serali tramite l iniziativa Nessun dorma. Con l'anno 2013 sono state riproposte nella biblioteca di Castrezzato alcune iniziative di promozione alla lettura dedicate agli alunni della scuola primaria e della scuola dell infanzia, gestite in autonomia oppure facendo ricorso a professionisti esterni. Anche nel 2013 è proseguito il progetto di potenziamento dell offerta documentaria di Dvd. L attività corrente di erogazione dei servizi essenziali che competono alla biblioteca di Cazzago San Martino nell ambito del prestito libri, delle acquisizioni e del tesseramento di nuovi utenti costituisce la parte determinante del servizio. Dopo il successo degli anni scorsi e in linea con lo sforzo di avvicinare i più giovani alla lettura, anche per il 2014 sono stati allestiti i punti prestito presso le scuole elementari di Bornato e Pedrocca. Per quanto riguarda la gestione del patrimonio nel corso dell anno oltre alle solite operazioni di etichettatura si è aggiunta la tematizzazione dei libri per ragazzi delle sezioni R e NBS ed è iniziata la tematizzazione delle altre sezioni (NBI, PL, NBP, NBF). Costante, cospicuo, il lavoro del personale della biblioteca per quanto riguarda la gestione degli eventi culturali. Nella biblioteca di Cellatica si è continuata, ed anzi è stata potenziata, ogni azione relativa alla promozione e pubblicizzazione del servizio, sia per quanto riguarda il patrimonio (allestimenti a tema, bollettino delle novità editoriali, etc.) sia per la comunicazione dei servizi recentemente messi in campo (Media Library, fruizione del nuovo Opac, etc.). Notevole il successo della "Bancarella del libro usato" proposta due volte, in primavera ed in autunno. Per la Biblioteca di Chiari si segnalano accanto alle attività ordinarie la prosecuzione dell iniziativa il portico degli studenti ovvero l apertura estiva del porticato interno alle attività di studio anche nella giornata di lunedì, la realizzazione di ben due edizioni del Mercatino dei libri donati dai lettori una nell ambito della Penisola del tesoro promossa dal Touring club in aprile, la seconda nell ambito ormai abituale del Palio delle Quadre a

13 settembre, la promozione della piattaforma Media Library, i laboratori di creatività, un altra delle multiformi attività del gruppo di lettori e di lettrici volontarie della biblioteca, Le Librellule alle quali si devono anche l Ora del racconto settimanale e diverse letture speciali come l Ora del racconto In Musica con cui viene chiusa la stagione e gli incontri del Mese interculturale, oltre alle letture a Radio Claronda; i numerosissimi incontri con le classi e la partecipazione di oltre una decina di classi al torneo di letture sistemico Storie per gioco ; infine la realizzazione nel porticato della biblioteca dello spettacolo A proposito di Edipo re, occasione anche della realizzazione di uno scaffale virtuale, di una esposizione bibliografica temporanea e di varie azioni comunicative sulla pagina Facebook della biblioteca che per tutto l anno ha informato i cittadini delle attività in corso. Nel corso del 2013, a causa dell assenza per maternità della bibliotecaria, l orario di apertura garantito da personale professionale nella biblioteca di Coccaglio è stato ridotto da 26 a 21 ore settimanali. L impegno maggiore per quanto riguarda la sede è stato profuso nell allestimento del patrimonio ottimizzando l esposizione dei volumi a scaffale. Parzialmente organizzati già nel 2012, nel 2013 sono stati portati a termine un corso di lettura creativa e uno di fiabazione rivolti a genitori e educatori. Nel corso di tutto l anno è proseguita presso la biblioteca di Comezzano-Cizzago l attività di consolidamento dei servizi unita alla promozione e pubblicizzazione del ruolo della biblioteca, sia presso gli istituti scolastici ( Facciamo scuola in biblioteca ) che all esterno, attraverso il supporto fornito dalla Commissione biblioteca, durante feste ed appuntamenti di rilievo. Per la promozione e la formazione all utilizzo dell interfaccia lato-utente dell Opac, la biblioteca di Gussago ha realizzato nel corso del 2013 un manualetto istruzioni che è consegnato all utenza al momento dell abilitazione. Lo spazio disponibile negli scaffali è andato sempre più diminuendo, di conseguenza si è imposta l esigenza di rivedere, riordinare e ottimizzare complessivamente l ordinamento dei volumi, in particolare nelle sezioni speciali per adulti, attraverso azioni di rimodulazione delle raccolte. Per i bambini, tra le altre cose è stata creata una sezione, Alta Leggibilità, che raccoglie testi per disabilità varie, a partire dalla dislessia. Particolarmente rilevanti nel corso dell anno sono state le iniziative Benvenuti in biblioteca (per 7 classi prime della Primaria e 6 gruppi di grandi dell Infanzia), e Il mangiastorie, festival di letteratura per bambini e ragazzi curato da Cosetta Zanotti. Nel corso dell anno 2013 nella biblioteca di Lograto si è reso necessario eseguire degli interventi circoscritti sulla sede: insonorizzazione della scala di accesso alla biblioteca con isolamento anticalpestio, manutenzione straordinaria dell impianto elettrico e dell impianto termico. Si è provveduto alla riorganizzazione del layout complessivo della biblioteca, ripensando la sistemazione e la diversa articolazione degli ambienti e degli arredi in funzione di una migliore fruizione del patrimonio e dei servizi offerti. L obiettivo principale è stato quello di rendere tutte le risorse accessibili a tutti gli utenti, sia attraverso ausili particolari che facilitino la lettura, sia attraverso l offerta di libri in formati a adatti a tutti. Per quanto riguarda la promozione della lettura è stata organizzata la seconda edizione di Nati per leggere in festa, iniziativa ispirata alla campagna nazionale con incontri ed eventi rivolti ai bambini e alle loro famiglie. Gli operatori della biblioteca di Maclodio nel corso del 2013 hanno proseguito in modo sistematico la rietichettatura, con nuovi barcode, di tutto il patrimonio. La promozione alla lettura è stata curata dalla bibliotecaria avvalendosi anche di personale esterno. E continuato il progetto L ora del racconto, a cadenza mensile, rivolto ai bambini della Scuola dell Infanzia, ed è stato integrato dalla realizzazione di un cartone animato creato dai bambini di quattro e cinque anni. Nel corso del 2013, e in particolare nei primi mesi dell anno, nella biblioteca di Ospitaletto ci si è concentrati sul funzionamento e sulla migliore applicazione delle procedure introdotte dal nuovo software di gestione Clavis. Grossi interventi strutturali riguardanti la sede della biblioteca non sono stati effettuati, se si esclude la sistemazione della pavimentazione del piazzale antistante l ingresso. Si è poi rinnovata la licenza del software Keybiblios della ditta Gestweb per il controllo delle connessioni internet. Come sempre molto ricca è stata la proposta riguardante le attività di promozione della lettura organizzate dalla biblioteca e svolte sia dal personale sia da professionisti esterni. Inoltre per quanto riguarda i bambini prosegue i ciclo di letture Favole a merenda a cura del gruppo di lettrici volontarie Le Favoliere, che si è arricchito nel corso dell anno di alcune nuove presenze. Nella biblioteca di Passirano sono proseguiti anche nel corso del 2013 i numerosissimi incontri con scuole del territorio: in totale nel corso dell anno sono stati 93. Grande attenzione è stata posta all organizzazione delle attività del Gruppo di lettura che si è riunito dieci volte. Allo stesso tempo la biblioteca ha portato avanti la

14 collaborazione con Il libro parlante, gruppo di lettrici volontarie che organizzano, con cadenza bimestrale, letture e laboratori per bambini. Alcune migliorie hanno interessato la sede della biblioteca di Roccafranca nel corso del 2013: è stato sostituito il computer ad uso dell operatore ed è stato allacciato alla rete comunale. Per quanto riguarda nello specifico la gestione del patrimonio bibliotecario, il 2012 è stato caratterizzato da due interventi significativi, la revisione qualificata delle raccolte documentarie realizzata dal Bibliotecario (ad una decina di anni di distanza dalla precedente) e la rietichettatura dei libri per bambini e ragazzi, che ha risposto alla duplice necessità di sostituire le vecchie etichette di collocazione con quelle nuove, colorate e contestualmente di apporre i barcode Clavis. L inaugurazione di quella che di fatto è diventata la nuova biblioteca di Rodengo Saiano è l intervento più importante dell anno Il personale si è speso per fare in modo che ogni cosa potesse essere pronta per l apertura, sia con il lavoro ordinario che con quello straordinario delle settimane precedenti l evento. L intervento complessivamente ha riguardato: adeguamento degli impianti, messa in sicurezza, cambio degli arredi e dei serramenti, revisione e ricollocazione (sulla base di nuovi principi) dei documenti e completo rifacimento della segnaletica complessivamente rivista, ragionata e corretta. Rispetto alle ore di apertura del 2012, nel corso del 2013 è stata effettuata una riduzione dell orario della sede centrale della biblioteca di Roncadelle di 3 ore la settimana. A ciò si aggiunge la riduzione di ulteriori 3 ore settimanali nell orario di apertura di Bi.bliò nei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo, Novembre e Dicembre. Nell ottica della creazione di una biblioteca più amichevole per gli utenti, in seguito al progetto di revisione qualificata della raccolta effettuato dal sono state create le sezioni Gialli e Storici, si sta intervenendo sull etichettatura dei volumi e sulla realizzazione ex novo di una segnaletica chiara e univoca che. A partire dal 2014 non verranno più rinnovati gli abbonamenti alle riviste. Oltre alla riproposizione del progetto di promozione della lettura con le scuole, la biblioteca ha realizzato due iniziative: la mostra di illustratori per l infanzia sui diritti dei bambini e l happy hour in biblioteca. Molte altre sono state le attività ricorrenti proposte anche nel 2013, alcune delle quali grazie alla preziosa collaborazione di associazioni. La biblioteca di Rovato nel corso del 2013 ha sottoscritto due convenzioni con l Istituto d Istruzione Superiore Lorenzo Gigli e il Cristoforo Marzoli di Palazzolo per lo svolgimento di stage formativi di studio e tirocinio da parte di 3 studenti nei mesi di Febbraio, Marzo e Giugno. Sono state organizzate in economia, anche in collaborazione con le altre agenzie educative e culturali operanti sul territorio (C.A.G., Servizi Sociali, Auser Insieme, Liceo Scientifico, Bibliotecario Sud Ovest Bresciano, etc.), numerosissime iniziative culturali. Garantita la diffusione, la gestione e il monitoraggio elettronico dei nuovi servizi multimediali messi a disposizione nella nuova sede, anche per tramite della Rete Bibliotecaria Bresciana e del Bibliotecario di riferimento, con particolare riguardo a CaféLib, a Media Library, all audioteca e al VistaPoint per consentire la lettura di tutti i supporti scritti presenti in biblioteca (libri, giornali e riviste) ai disabili visivi e agli ipovedenti, nonché la loro navigazione in Internet. Dopo il lavoro estivo di scarto, catalogazione, etichettatura, collocazione del patrimonio e organizzazione del servizio, la biblioteca Laura Gobbini presso l Istituto d istruzione superiore Gigli è stata aperta ufficialmente al pubblico nell'ottobre La biblioteca si è posta l'obiettivo di essere una biblioteca scolastica e contemporaneamente una biblioteca pubblica. Come biblioteca scolastica ha il compito di supportare il percorso formativo dei ragazzi, garantendo l'accessibilità ai documenti (libri e dvd) utili allo studio e all'approfondimento dei temi trattati nei percorsi di studio scolastici. Allo stesso modo si pone al servizio del personale docente recuperando documenti utili, offrendo spunti di approfondimento, lasciando disponibili gli spazi per lavori di gruppo. Come biblioteca pubblica si è molto lavorato sull'aspetto sociale e relazionale, e i risultati si stanno già vedendo tant è che il mercoledì mattina, quando la biblioteca comunale di Rovato è chiusa, gruppi più o meno numerosi di universitari si recano regolarmente in biblioteca a studiare. Fin da subito si è cercato di coinvolgere gli studenti attraverso l invito di tutte le classi prima e la proposta di stage formativi poi, partiti concretamente a gennaio Nel 2013 nella biblioteca di Rudiano è intervenuta una variazione d orario, con dimezzamento del monte ore annuale a disposizione del personale non dipendente e conseguente diminuzione delle ore di apertura al pubblico (passate da ventuno a diciannove). Per ovviare all impossibilità di attuare attività di promozione alla lettura per i ragazzi si sono avviate delle visite libere da parte delle classi della scuola primaria, così da poter comunque abituare i ragazzi all ambiente, a prendere in prestito libri e alla lettura. Per favorire il reperimento autonomo dei libri a scaffale sono state create tre nuove sezioni: Maiuscolo & corsivo, Feste e Alta leggibilità

15 La biblioteca di Torbole Casaglia nel corso del 2013 ha subito importanti lavori di ristrutturazione che hanno portato ad una completa rimodulazione degli spazi. L impianto elettrico, l impianto idraulico, i pavimenti, le pareti e l illuminazione sono stati sostituiti o significativamente migliorati. Per quanto riguarda il patrimonio si è provveduto allo scarto dei documenti non più utili ai fini del prestito e della consultazione. Sono proseguite l'etichettatura con i codici a barre e la promozione dell utilizzo della carta regionale dei servizi CRS e dell apposita tessera sostituiva per i minori. Nonostante nel 2013 si sia registrato un calo dei prestiti rispetto all'anno precedente, i dati di utilizzo della biblioteca di Travagliato e la risposta di pubblico alle proposte in termini di servizi si mantengono ampiamente soddisfacenti. Nel corso dell anno si è puntato ad incrementare il numero di classi coinvolte nel progetto di promozione della lettura e la diversificazione dell'offerta della biblioteca con l'accesso a DVD, ebook e altro materiale digitale scaricabile dal portale Medialibrary. Il servizio di accesso a Internet a pagamento dalle postazioni della biblioteca è stato arricchito dalla navigazione gratuita tramite rete WI-FI con dispositivi degli utenti, attivato tramite software e apparecchiature forniti dal Bibliotecario. La necessità di recepire il nuovo modello di cooperazione della Rete Bibliotecaria, oltre che di aggiornare alcune norme ormai superate, ha portato alla revisione del Regolamento generale e del Regolamento di accesso Internet, approvati dal Consiglio comunale nel maggio Nel corso del 2013 nella biblioteca di Trenzano sono state completate le procedure relative allo scarto del materiale librario effettuato nell anno precedente, che ha portato a una ottimizzazione degli spazi e ad una migliore presentazione del patrimonio della saggistica. Oltre alle tradizionali proposte del di Un libro per piacere... e del Torneo di lettura il bibliotecario curerà come negli anni scorsi incontri mirati con l'utenza per promuovere il servizio. Nella biblioteca di Urago d Oglio il 2013 è stato l anno di attivazione del servizio internet wi-fi per gli utenti. Per rispondere alle necessità dei ragazzi che frequentano gli ultimi anni della Scuola Superiore e l università è stata inoltre allestita un aula studio aperta al pubblico in concomitanza con gli orari della biblioteca. Per quanto riguarda la promozione del servizio è stato realizzato e distribuito un biglietto augurale in occasione della Giornata Mondiale della Donna dedicato alla scienziata Rita Levi Montalcini. Scuole materna, elementare e media sono state coinvolte attraverso i progetti Storie in musica, Uguali e diversi e attività di promozione ad hoc curate per la scuola secondari da La Baracca di Monza.

16 Dati di bilancio 2013 USCITE Euro PERSONALE ,00 PRESTAZIONE DI SERVIZI ,00 Referenza informatica 6.000,00 Un libro, per piacere! rassegna di letture spettacolari ,08 Storie per gioco gara di lettura (escluso sito web) 6.250,00 Servizi catalografici ,73 Prestazioni biblioteconomiche per conto di alcune biblioteche ,88 Utenze, canoni manutenzioni 1.538,99 MedialibraryOnline: canone annuale e acquisto contenuti 5.560,00 Spese di formazione (cap 4100 sub 1) 363,00 ACQUISTI MATERIALE DI CONSUMO ,00 Gestione ordinaria automezzo 4.150,00 Acquisti librari su progetto rinnovamento raccolte ,00 Abbonamenti riviste specializzate per Centro operativo 545,00 Acquisto centralizzato materiali di consumo 195,00 IRAP su compensi 150,00 TRASFERIMENTI ,00 Comunicare Nati per Leggere ,00 Contributo piattaforma e-learning 4.000,00 Partecipazione alla Rassegna della Microeditoria 2.000,00 RIMBORSO AL COMUNE DI CHIARI ,00 Spese amministrative ,00 Affitto locali 6.000,00 Rimborso spese prestito interbibliotecario ,00 TOTALE USCITE ,00 ENTRATE Euro CONTRIBUTI DI FUNZIONAMENTO ,00 Quote dei Comuni associati ,00 Contributo Provincia di Brescia ,00 Rimborso prestazioni biblioteconomiche per alcune biblioteche ,00 CONTRIBUTI DA SOGGETTI DIVERSI ,00 Trasferimenti da enti partner Comunicare Nati per Leggere ,00 Trasferimento dalla Regione per Comunicare Nati per Leggere ,00 Trasferimenti per gara di lettura 700,00 Contributi gravati da Iva ,00 TOTALE ENTRATE ,00

17 ELABORAZIONI STATISTICHE ANNO 2013 Tab. 1: Serie storica bibliotecario Tab. 2: Dati riepilogativi biblioteche del anno Tab. 3: Prestiti interbibliotecari biblioteche sistema anno Tab. 4: Prestito intersistemico 2013 Tab. 5: Media Library On Line - Schema riepilogativo agosto 2014 Tab. 6: Beneficio economico dell adesione al - Schema riepilogativo

18 Tab. 1: SERIE STORICA SISTEMA BIBLIOTECARIO Anni Abitanti Biblio. rilevate Prestiti esterni Volumi Acquisti libri Acquisti multimedia Prestiti/ Abitanti Prestiti/Voll. Volumi/Ab Accessioni/ 1000 ab ,16 0,60 1, ,11 0,53 2, ,17 0,55 2, ,24 0,57 2, ,36 0,61 2, ,52 0,65 2, ,46 0,62 2, ,51 0,61 2, ,53 0,59 2, ,51 0,58 2, ,55 0,58 2, ,57 0,57 2, ,58 0,57 2, ,51 0,53 2,

19 Tab. 2: DATI BIBLIOTECHE DEL SISTEMA ANNO 2013 abitanti ore apert. sup pubbl (mq) ore serv prestiti (escl. Interb.) utenti attivi volumi catalogati docc. multimed. Catalogati acquisto libri acquisto multimedia periodici visite* Spesa acc. (monografie + mm) BERLINGO ,82 CASTEGNATO ,00 CASTELCOVATI , ,00 CASTEL MELLA ,98 CASTREZZATO ,82 CAZZAGO SAN MARTINO ,00 CELLATICA ,00 CHIARI ,56 COCCAGLIO ,00 COMEZZANO-CIZZAGO ,24 GUSSAGO ,00 LOGRATO ,00 MACLODIO , ,86 OSPITALETTO ,86 PASSIRANO ,39 ROCCAFRANCA ,00 RODENGO SAIANO ,00 RONCADELLE ,02 ROVATO , ,00 ROVATO - GIGLI ,60 RUDIANO ,00 TORBOLE CASAGLIA ,00 TRAVAGLIATO , ,00 TRENZANO ,00 URAGO D'OGLIO , ,23 TOTALE * Visite: la voce si riferisce alle presenze in biblioteca conteggiate in tre settimane campione adeguatamente selezionate lungo l'anno solare. Vengono rilevate anche le settimane di chiusura durante l'anno al fine di una corretta elaborazione del conteggio su base annua. La formula utilizzata è quella proposta dallo studio sugli indicatori dall'associazione biblioteche italiana.

20 Tab. 3: PRESTITI INTERBIBLIOTECARI 2013 PIB in uscita 2013 diff % 2013 PROGRESSIONE PIB IN USCITA su PIB in entrata 2013 PIB in entrata 2012 diff % 2013 su 2012 BERLINGO ,46% ,83% CASTEGNATO ,21% ,52% CASTELCOVATI ,90% ,88% CASTEL MELLA ,16% ,04% CASTREZZATO ,00% ,87% CAZZAGO S.M ,02% ,02% CELLATICA ,53% ,72% CHIARI ,25% ,57% COCCAGLIO ,00% ,22% COMEZZANO C ,97% ,61% GUSSAGO ,71% ,34% LOGRATO ,88% ,82% MACLODIO ,50% ,76% OSPITALETTO ,92% ,48% PASSIRANO ,70% ,93% ROCCAFRANCA ,20% ,82% RODENGO S ,51% ,54% RONCADELLE ,74% ,98% ROVATO ,64% ,23% ROVATO - Gigli RUDIANO ,73% ,94% TORBOLE C ,98% ,52% TRAVAGLIATO ,04% ,89% TRENZANO ,64% ,99% URAGO D'OGLIO ,65% ,55% TOTALE ,62% ,60% TOTALE 2013

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Trento 20 maggio 2011 1 Il Consorzio SBCR Atto Costitutivo 31 Luglio 1997 Il Consorzio per il sistema bibliotecario dei Castelli Romani è nato

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità

Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA - Via Terraglio, 58 31022 Preganziol (TV) Enti co-progettanti:

Dettagli

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Corso Programmare e progettare la biblioteca pubblica Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Angelo Marchesi con la collaborazione di Alessandro Agustoni e Giulia Villa Il contesto Vimercate

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI

REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA,

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande NARDÒ SOCIALE Nel 2012 si sono dettate le linee guida per l attivazione della social card da attuarsi nel 2013 con lo scopo di andare incontro alle famiglie meno abbienti fornendo generi di prima necessità

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa IL MAGGIO DEI LIBRI Premessa Fino al 2010 esistevano in Italia due iniziative a carattere nazionale per la promozione del libro e dell a lettura, del tutto distinte per patrocinatore, soggetto promotore,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO TEMA Il concorso Un mondo tutto mio è dedicato all ambiente in cui vivono i bambini, come è e come lo vorrebbero. L idea è far descrivere agli alunni il posto ideale

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli