Redazione e modifica di una procedura di sistema qualità. Indice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Redazione e modifica di una procedura di sistema qualità. Indice"

Transcript

1 LEZIONE REDAZIONE E MODIFICA DI UNA PROCEDURA DI SISTEMA QUALITÀ DOTT. SANTE PIZZUTI

2 Indice 1 INTRODUZIONE MANUALE QUALITÀ PROCEDURE ORGANIZZAZIONE DI UNA PROCEDURA SCOPO CAMPO DI APPLICAZIONE AREA DI COMPETENZA (PROCESS OWNER) DOCUMENTI DI BASE APPLICABILI REGISTRAZIONI GENERALITA IDENTIFICAZIONE DEI DOCUMENTI GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE RICEVUTA DALL ESTERNO EMISSIONE E DISTRIBUZIONE DEI DOCUMENTI ARCHIVIAZIONE DEI DOCUMENTI E DEI DATI MODIFICA DELLA DOCUMENTAZIONE E DEI DATI IDENTIFICAZIONE E GESTIONE DELLE REGISTRAZIONI DELLA QUALITÀ SIGLE E TERMINOLOGIA DIAGRAMMA DI FLUSSO MATRICE RESPONSABILITA, INGRESSI E USCITE RISORSE NECESSARIE PARAMETRI DI CONTROLLO (INDICATORI) METODI E STRUMENTI DI CONTROLLO ALLEGATI pagina 2 di 21

3 1 Introduzione I documenti del Sistema Qualità o Sistema Gestione Qualità (SQ o SGQ) si articolano su 4 livelli che in ordine di importanza decrescente sono: Manuale Qualità Procedure Gestionali (e Procedure Tecniche) Istruzioni Operative Moduli di Registrazione della Qualità 2 Manuale Qualità E il livello più alto dei documenti del SQ. E un documento ORIZZONTALE che ne sintetizza l organizzazione, gli scopi e le modalità di funzionamento. E L UNICO PEZZO DEL SISTEMA QUALITA CHE DEVE ESSERE PER FORZA DISPONIBILE ALL ESTERNO. Di solito lo si articola in sezione e capitoli. Il più delle volte i capitolo non sono niente altro che lo sviluppo dei punti della norma di riferimento UNI ENISO 9001:00, e seguono la numerazione dei punti della norma stessa. All interno della azienda (organizzazione) deve esse presente un'unica versione del manuale qualità (quella in vigore), anche se possono esserci diverse copie, distribuite a diverse figure aziendali, della stessa versione. pagina 3 di 21

4 3 Procedure Le procedure possono essere: - documenti di tipo orizzontale, cioè si rivolgono ad attività che abbracciano più aree/funzioni dell organizzazione, sono perciò, dette anche GESTIONALI (PG) o ORGANIZZATIVE (PO). -documenti specifici tipo verticale-(es.ptt Procedura Tecnica di Taratura) Le procedure non sono altro che un modo specificato di svolgere un attività o un processo, possono essere documentate (scritte) o no e ovviamente possono essere sia su carta che in formato elettronico. Il numero delle procedure dipende dalla ditta che sceglie quali e quante ne deve avere. La norma ne impone un minimo di 6 che all interno di essa chiama documentate. Esempi di procedure possono essere: -PG Segreteria : abbraccia le fasi di accettazione, fatturazione, refertazione, consegna e contabilità ASL di un laboratorio. -PG: Gestione dei documenti e delle registrazioni -PTT: Procedura tecnica di Taratura dello Assorbimento Atomico (AA) -PTM: Procedura tecnica di manutenzione Assorbimento Atomico pagina 4 di 21

5 4 Organizzazione di una procedura Una procedura potrebbe essere organizzata nel seguente modo o simile: 1. Scopo deve indicare a che serve la procedura; 2. Campo di applicazione (e riferimenti)- deve indicare quali sono le attività che regolamenta e a cosa si riferisce; 3. Definizioni e abbreviazioni se necessari; 4. Documenti e strumenti applicabili - cosa si usa e/o si scrive per mettere in pratica questa procedura; 5. Funzioni / Reparti interessati indica quali sono i reparti coinvolti nella sua applicazione 6. Attività e Responsabilità - va sviluppata identificando, per il Processo in esame (metodologia. Modalità evidenza, ecc) 7. Allegati- se necessari Di seguito si riporta un esempio di procedura gestionale (quella della gestione della documentazione), richiesta esplicitamente dalla norma in forma documentata, sviluppata in tutti i suoi punti. pagina 5 di 21

6 PROCEDURA GESTIONALE PG X.YF GESTIONE DEI DOCUMENTI E REGISTRAZIONI PER LA QUALITÀ pagina 6 di 21

7 Rev. Data Descrizione delle modifiche apportate 0 01/03/07 Prima emissione Preparato / Emesso RGQ Verificato RGQ Approvato DIGE pagina 7 di 21

8 INDICE 1. SCOPO CAMPO DI APPLICAZIONE AREA DI COMPETENZA (PROCESS OWNER) DOCUMENTI DI BASE APPLICABILI REGISTRAZIONI GENERALITA IDENTIFICAZIONE DEI DOCUMENTI GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE RICEVUTA DALL ESTERNO EMISSIONE E DISTRIBUZIONE DEI DOCUMENTI ARCHIVIAZIONE DEI DOCUMENTI E DEI DATI MODIFICA DELLA DOCUMENTAZIONE E DEI DATI IDENTIFICAZIONE E GESTIONE DELLE REGISTRAZIONI DELLA QUALITÀ SIGLE E TERMINOLOGIA DIAGRAMMA DI FLUSSO MATRICE RESPONSABILITA, INGRESSI E USCITE RISORSE NECESSARIE PARAMETRI DI CONTROLLO (INDICATORI) METODI E STRUMENTI DI CONTROLLO ALLEGATI pagina 8 di 21

9 SCOPO Definire le modalità e le responsabilità per il processo di preparazione, verifica ed approvazione della documentazione del Sistema di gestione per la Qualità, e per la gestione delle registrazioni della qualità. 1. CAMPO DI APPLICAZIONE Questa procedura è applicabile per la gestione della documentazione e dei dati necessari per lo svolgimento delle attività aziendali ed in particolare per la: Preparazione, emissione, Verifica Approvazione Distribuzione Modifica dei documenti e dei dati emessi da ASD (es. Manuale Qualità, Procedure del SGQ, Istruzioni, documentazione commerciale, ecc.). Per la gestione e distribuzione della documentazione ricevuta dai Clienti o dall esterno. Per la gestione delle registrazioni della qualità che costituiscono evidenza della conformità dei servizi erogati e della efficace applicazione del Sistema di gestione per la Qualità. 2. AREA DI COMPETENZA (Process Owner) RGQ pagina 9 di 21

10 3. DOCUMENTI 3.1 Di Base Norme : UNI EN ISO 9001 :2000, Manuale Qualità tutte le sezioni 3.2 Applicabili Procedure del Sistema di Gestione per la Qualità, (PG) Procedure di Processo, tutte 3.3 Registrazioni Elenco documentazione valida (mantenuto dal RGQ) Elenco Manuale Qualità, Procedure, Moduli dell SGQ e Istruzioni (mantenute dal RGQ) - Istruzioni tecniche (mantenute dai direttori dei settori) 4. GENERALITA Ogni documento emesso deve essere identificato per mezzo di informazioni fondamentali quali: - il titolo - il numero di identificazione o codice - l indice numerico della revisione con la relativa data - il numero delle pagine che lo costituiscono - le firme di preparazione/verifica ed approvazione. La documentazione ed i dati utilizzati da ASD sono in formato elettronico e cartaceo, che ne costituisce il mezzo principale per la loro gestione. La versione dei documenti viene identificata a partire dal n 0 che corrisponde alla prima emissione; successive modifiche fanno scattare l indice di una unità. pagina 10 di 21

11 Nella redazione dei documenti la prima pagina, oltre a contenere le informazioni sopra riportate, deve riportare un indice del contenuto. Lo stile di scrittura del contenuto deve essere semplice e coinciso, adottando parole di uso corrente, frasi e paragrafi brevi, chiare e con una sequenza logica ben stabilita; se necessario descrivere le attività sotto forma di flusso utilizzando la simbologia indicata in Allegato 1 e riportare una matrice delle responsabilità con indicati gli ingressi e le uscite di ciascuna attività. La numerazione dei paragrafi deve essere di tipo decimale per meglio evidenziare la struttura del testo. Le funzioni/uffici che emettono documentazione ad uso interno proprio, devono mantenere registrazione dei documenti validi. Ogni altro tipo di documentazione deve seguire le istruzioni della presente procedura. 4.1 Identificazione dei documenti La identificazione dei documenti è costituita da un codice alfanumerico così costituito: a) Manuale Qualità MQ XXX / MQ YY - L identificazione del documento Manuale Qualità è costituita dalla sigla MQ e da un numero progressivo a tre cifre (es.: MQ 001 Manuale Qualità 1) - L identificazione delle Sezioni del Manuale Qualità è costituita dalla sigla MQ e da un numero progressivo a due cifre (es.: MQ 04 sezione 4 del Manuale Qualità) b) Procedura del Sistema di Gestione per la Qualità PG X.YY - L identificazione della Procedura del Sistema di Gestione per la Qualità fa riferimento alla sezione del Manuale Qualità a cui si riferisce, ed ha un numero progressivo (es.: PG 4.01 sezione 4 procedura 1); c) Procedura di Processo PP X.YY - L identificazione della Procedura di Processo fa riferimento alla sezione del Manuale Qualità a cui si riferisce ed ha un numero progressivo (es.: PP 4.04 sezione 4 procedura 4). Con i termini PTT e PTM si fa riferimento alle Procedure tecniche di taratura (PTT) e di manutenzione (PTM). d) Istruzioni Operative IO X.YY pagina 11 di 21

12 - L identificazione dell Istruzione (di lavoro/controllo o di Manuale Operativo) fa riferimento alla sezione del Manuale Qualità o procedura a cui si riferisce ed ha un numero progressivo (es.: IO 4.03 sezione 4 istruzione 3); e) Moduli per la registrazione dei dati della qualità (MOD o Mod): Mod.-P X.xx/YY oppure Mod.-PG X.xx/YY, oppure Mod.X.YY - L identificazione dei moduli per la registrazione dei dati della qualità fa riferimento alla sezione del Manuale Qualità o alla Procedura a cui si riferisce ed ha un numero progressivo (es.: Mod.-P 4.01/01 o Mod. 4.01/01 sezione 4 procedura 1 modulo 1); - nel caso non esista una procedura di riferimento, l identificazione dei moduli per la registrazione dei dati della qualità fa riferimento alla sezione del Manuale Qualità a cui si riferisce ed ha un numero progressivo (es.: Mod.4/01 sezione 4 modulo 1); I listini commerciali sono in formato elettronico e cartaceo ed aggiornati all occorrenza. Le funzioni responsabili della preparazione dei documenti assegnano il codice di identificazione ai documenti di propria competenza e mantengono elenchi aggiornati dei documenti emessi. 4.2 Gestione della documentazione ricevuta dall esterno a) Documentazione ricevuta dal Cliente (cartacea e/o elettronica) La documentazione consiste prevalentemente da commesse, contratti, informazioni tecniche di vario tipo. b) Documentazione ricevuta dai Fornitori o da Enti (cartacea e/o elettronica) La documentazione è costituita prevalentemente da: - cataloghi dei prodotti, - brochure pubblicitarie, - schede di prodotto, - Dichiarazioni di Conformità, - Ecc. c) Leggi, Regolamenti, Norme, ecc. pagina 12 di 21

13 Il REAM, o suo delegato RESE, è responsabile della gestione dei documenti provenienti dall esterno, che mantiene elenco aggiornato. Per le metodiche, norme tecniche sono responsabili della loro gestione i direttori di settore. I documenti in formato elettronico vengono stampati e gestiti come documenti cartacei. 4.3 Emissione e distribuzione dei documenti Le responsabilità per la preparazione, la verifica e la approvazione dei documenti (commerciali, relativi al SGQ, altro tipo) prima della emissione e la conservazione degli originali, sono riportate nella matrice in Allegato 2. La emissione ufficiale dei documenti di SGQ avviene dopo l inserimento del documento nella lista dei documenti del SGQ, a cura della funzione Qualità. La distribuzione dei documenti in forma cartacea di provenienza esterna, questa avviene in forma controllata da parte delle funzioni responsabili della loro gestione. La distribuzione in maniera cartacea del Manuale Qualità e delle Procedure del SGQ è di competenza della funzione Qualità, che avviene in modo controllata. 4.4 Archiviazione dei documenti e dei dati L originale dei documenti emessi deve essere conservato presso la funzione emittente, la quale si fa carico di apportare gli aggiornamenti necessari i documenti devono essere conservati in sicurezza e riservatezza 4.5 Modifica della documentazione e dei dati Modifiche alla documentazione ed ai dati possono essere richieste da parte degli utilizzatori; prima di essere introdotta una modifica, essa deve essere esaminata ed approvata dalla stessa funzione che ha emesso inizialmente il documento. La versione superata deve essere conservata dalla funzione emittente fino alla sua terza revisione; la stessa funzione deve preoccuparsi di ritirare le copie cartacee/elettroniche distribuite in maniera controllata e di sostituirle con le nuove versioni. pagina 13 di 21

14 Il documento modificato / revisionato comporta la variazione dell indice numerico della versione; dove possibile il testo modificato viene evidenziato graficamente per rendere più agevole l identificazione delle modifiche/aggiunte. Nei casi in cui i documenti superati debbano essere conservati per motivi di legge, commerciali o storici, essi devono evidenziare chiaramente lo stato di DOCUMENTO SUPERATO. Vige la regola che le funzioni che emettono, verificano, approvano e distribuiscono il documento revisionato sono le stesse del documento superato. 4.6 Identificazione e gestione delle registrazioni della qualità Per registrazioni della qualità si intendono tutti quei documenti (su supporto cartaceo o elettronico) che consentono di fornire evidenza oggettiva della corretta gestione delle attività definite dal Sistema di Gestione per la Qualità. Esse permettono di evidenziare il grado di soddisfacimento dei requisiti per la qualità dei servizi erogati e di costituire una fonte di informazioni per un loro adeguamento e miglioramento. I Moduli di registrazione sono modelli predefiniti, utilizzati come supporto per effettuare le registrazioni della qualità; in Allegato 3 viene riportato l elenco delle registrazioni attuate da ASD, le responsabilità per la compilazione, la archiviazione ed i tempi minimi di conservazione. I modelli, cartacei o elettronici sono richiamati nelle Procedure di Gestione del Sistema e nelle Procedure di Processo o, in assenza di procedura dedicata, da altra documentazione. Le registrazioni della qualità sono identificate attraverso: il numero di identificazione, revisione e data (se ritenuto necessario) la data di compilazione la correlazione alle attività (processo, ordine, commessa, ecc.) l identificazione della persona/funzione aziendale responsabile della registrazione. La raccolta, catalogazione, archiviazione e conservazione da parte delle funzioni aziendali avvengono secondo le esigenze di tipo gestionale e operativo connesse con le specifiche responsabilità. pagina 14 di 21

15 L eliminazione delle registrazioni può avvenire una volta scaduto il tempo minimo di conservazione (vedere Allegato 3). 6 SIGLE E TERMINOLOGIA SGQ: Sistema di Gestione per la Qualità DIGE: Direzione Generale RGQ: Responsabile Gestione Qualità Preparazione = attività di redazione di un documento Verifica = controllo dei contenuti di un documento, con riferimento agli obiettivi prefissati (scopo, applicabilità, contenuti, responsabilità) Approvazione = effettività del documento nell ambito della organizzazione. Distribuzione = messa a disposizione di un documento, informatico o cartaceo, per l utilizzatore Emissione = insieme delle attività di preparazione, verifica, approvazione, distribuzione Modello = formato informatico o cartaceo di un prospetto atto a contenere informazioni Legenda per la matrice Responsabilità, ingressi e uscite : I codici riportati nella colonna Funzioni (dedotti dall organigramma) segnalano la responsabilità primaria per l attività. Inoltre, con la dicitura Tutte, si intende la responsabilità di ciascuna funzione secondo le proprie competenze. Se mancanti, si intende che collaborano. C: collaborazione R: responsabilità principale nell esecuzione N.A. non applicabile pagina 15 di 21

16 7 DIAGRAMMA DI FLUSSO Fase Fase 1 Documento in bozza redatto 2 Distribuzione bozza per commenti 3 Raccolta commenti ed adeguamento documenti 4 Verifica ed approvazione documenti XOR Documento approvato Documento con approvato 5 Aggiornamento elenco documenti validi e distribuzione 6 Attuare i contenuti ed eliminare documenti obsoleti 7 Proposte o richieste di modifica pagina 16 di 21

17 8 MATRICE RESPONSABILITA, INGRESSI E USCITE N Ingressi Descrizione 1 Necessità di definire una regola (tecnica o comportamentale) scritta - Preparazione della bozza del documento - assegnazione del codice - inserimento nell elenco documenti in emissione - preparazione eventuale modulistica 2 Documento in Bozza Distribuzione della Bozza alle funzioni coinvolte per commenti e valutazioni 3 - Commenti alla Bozza - Altra documentazione del Sistema di Gestione della Qualità - Proposta o richiesta di modifica 4 - Documento redatto in forma finale 5 - Documento modificato - Documento accettato - Documentazione di provenienza esterna - Raccolta dei commenti alla bozza, valutazione e correzione della bozza - Valutazione della proposta o richiesta e introduzione della modifica Verifica dei contenuti (tecnica e formale) ed Approvazione per autorizzare la emissione Inserimento del documento nell elenco documentazione valida - scatto versione - distribuzione copia cartacea - inserimento nel sistema informativo - archiviazione originale Aree di competenza Uscite DIG Funzio RG E ni Q Tutte C - Documento in Bozza - Modulo in bozza Tutte C Commenti alla Bozza forniti al proponente entro i termini stabiliti Tutte C - Documento redatto in forma finale - Documento modificato R C Documento accettato (continua con 5) Documento non accettato (riprendere da 3) Tutte C Documento distribuito alle funzioni coinvolte o per conoscenza pagina 17 di 21

18 6 Documento distribuito alle funzioni coinvolte o per conoscenza Attuazione dei contenuti del documento, in funzione della Applicabilità e delle Responsabilità assegnate Tutte C / 7 Documentazione Valida - Identificazione o eliminazione del documento superato Attuazione dei contenuti del documento; identificazione di errori o inserimento di migliorie. Tutte C Proposta o richiesta di modifica (riprendere da 3) 9 RISORSE NECESSARIE 1. Manuale Qualità, Procedure del SGQ 2. Sistema Informativo 3. Word processor 4. Strumenti statistici (vari) 10 PARAMETRI DI CONTROLLO (Indicatori) 1. Numero di modifiche alla documentazione emessa (di tipo evitabile) (fase 3) 2. Percentuale delle registrazioni informatiche verso quelle cartacee (fase 1) 11 METODI E STRUMENTI DI CONTROLLO 1. Statistiche per le Fasi: 1 e ALLEGATI Allegato 1 Schema di redazione di un diagramma di flusso Allegato 2 Matrice per la emissione e gestione dei documenti e dei dati Allegato 3 Elenco delle registrazioni della qualità pagina 18 di 21

19 ALLEGATO 1 SCHEMA DI REDAZIONE DI UN DIAGRAMMA DI FLUSSO Il diagramma di flusso è un metodo di rappresentazione grafica delle fasi di un processo attività evento XOR Scelta esclusiva tra due o più possibilità (OR esclusivo) Scelta, anche contemporanea, tra due o più possibilità (OR) Attività da svolgere contemporaneamente (AND) A Prosegue / continua Direzione del flusso pagina 19 di 21

20 ALLEGATO 2 MATRICE PER LA EMISSIONE E GESTIONE DEI DOCUMENTI E DEI DATI RESPONSABILITA Tipo di documento Prepara Verifica Approva Archivia originale Manuale Qualità RGQ RGQ DIGE RGQ Procedure del Sistema di Gestione della RGQ RGQ DIGE RGQ Qualità Procedure di processo RGQ DICH RGQ DIGE RGQ DICH Istruzioni RGQ DICH RGQ DIGE RGQ DICH Listino prezzi DICH DICH DIGE RESE Ordini / contratti dei Clienti N.A. N.A. N.A. RESE Cataloghi dei Fornitori N.A. N.A. N. A. DICH Brochure N.A. N.A. N.A. RESE pagina 20 di 21

21 ALLEGATO 3 ELENCO DELLE REGISTRAZIONI DELLA QUALITA RESPONSABILITA DENOMINAZIONE COMPILATO DA: CONSERVATO DA: TEMPO MINIMO DI CONSERVAZIONE Verbale Riesame di direzione RGQ RGQ 10 ANNI Offerta Economica / Riesame DICHI DIMI RERA RESE 10 ANNI Riesame del contratto / ordine Conferma d Ordine DICHI DIMI RERA DICHI DIMI RERA RESE RESE 10 ANNI 10 ANNI Fattura al cliente RESE RESE 10 ANNI Scheda Valutazione Fornitori REAM REAM 10 ANNI Elenco fornitori approvati REAM REAM 10 ANNI Richiesta di offerta Ordini di Acquisto Controllo prodotti in ingresso DICHI DIMI RERA DICHI, DIMI, RERA, o loro delegati DICHI, DIMI, RERA, o loro delegati DICHI DIMI RERA REAM o delegato REAM o delegato 10 ANNI 10 ANNI 10 ANNI pagina 21 di 21

nome/funzione Dirigente Scolastico Direttore Servizi Generali e Amministrativi R.G.Q. Nel raccoglitore in aula docenti

nome/funzione Dirigente Scolastico Direttore Servizi Generali e Amministrativi R.G.Q. Nel raccoglitore in aula docenti 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4. RESPONSABILITA. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA 6. RIFERIMENTI 7. ARCHIVIAZIONE 8. ALLEGATI LISTA DI DISTRIBUZIONE nome/funzione Dirigente

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Ministero Numero assegnato dal ORDINE DI ACCREDITAMENTO DI CONTABILITA SPECIALE SU IMPEGNO ESTREMI CLAUSOLA DI APERTURA IMPEGNO

Ministero Numero assegnato dal ORDINE DI ACCREDITAMENTO DI CONTABILITA SPECIALE SU IMPEGNO ESTREMI CLAUSOLA DI APERTURA IMPEGNO Ministero Numero assegnato dal Direzione Generale Ufficio Sistema ORDINE DI ACCREDITAMENTO DI CONTABILITA SPECIALE SU IMPEGNO ESTREMI CLAUSOLA DI APERTURA IMPEGNO Esercizio Ufficio N decreto N progressivo

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici ACCREDIA L ente italiano di accreditamento Armonizzazione della documentazione dei Dipartimenti ACCREDIA Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici Adelina Leka - Funzionario

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio http://www.tuv.it/tuvitalia/guidamarchi.asp L'organizzazione deve predisporre e - dopo essere stata certificata mettere in

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del marchio ACCREDIA. Regulation for the use of the ACCREDIA Mark

Regolamento per l utilizzo del marchio ACCREDIA. Regulation for the use of the ACCREDIA Mark Titolo/Title Regolamento per l utilizzo del marchio ACCREDIA Regulation for the use of the ACCREDIA Mark Sigla/Reference RG-09 Revisione/Revision 05 Data/Date 2014-12-04 Redazione Approvazione Autorizzazione

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014)

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014) Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti (testo in vigore al 1º luglio 2014) Nota dell editore: Per ottenere i dettagli delle modifiche del Regolamento d Esecuzione

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA

T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA Rif. Norma UNI EN ISO 9001:2008 - Rev. 01 del 22/12/2011

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale 1 Oggetto 2 2 Obiettivo 2 3 Requisiti 2 3.1 Contenuto 2 3.2 Forma 2 3.3 Volume 3 3.4 Lingua 3 3.5 Lavoro individuale

Dettagli

APPLICAZIONE DEL (D.L.1937/07) SISTEMA DI AUTOCONTROLLO HACCP. DOTT. ANDREA STORTI 24-ottobre 2014

APPLICAZIONE DEL (D.L.1937/07) SISTEMA DI AUTOCONTROLLO HACCP. DOTT. ANDREA STORTI 24-ottobre 2014 APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI AUTOCONTROLLO HACCP (D.L.1937/07) DOTT. ANDREA STORTI 24-ottobre 2014 DEFINIZIONE HACCP ( HAZARD ANALYSIS AND CRITICAL POINT) Analisi dei Rischi e Controllo dei Punti Critici

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE (In vigore per le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale svolte dal 1 gennaio 2015)

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL Bollettino ECEPA In questo numero N 6 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO ED ANALISI DEI PRODOTTI DOP 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 2.1. Marchi di conformità ECEPA 2.2. Marchio Comunitario DOP 2.3.

Dettagli

Le statistiche sono state raggruppate nelle seguenti aree di attività/processi della struttura sanitaria:

Le statistiche sono state raggruppate nelle seguenti aree di attività/processi della struttura sanitaria: Statistiche e Query partire dalla versione 63_01_006 LabPro ver 5.0 si è arricchito di 2 nuove funzionalità rispettivamente di estrazioni flessibili personalizzabili dei dati storicizzati nel database

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

La fattura elettronica e sua conservazione

La fattura elettronica e sua conservazione La fattura elettronica e sua conservazione Che cos è la FatturaPA? La FatturaPA è una fattura elettronica ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale

L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale GAMMA EVOLUTION Caratteristiche Funzionali Con la sua impostazione modulare, GAMMA EVOLUTION fornisce gli strumenti per una completa ed efficace gestione

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 ISOLATORI ELASTOMERICI ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 INTRODUZIONE CERTIFICAZIONI Nel 1992 FIP Industriale ha ottenuto la certificazione CISQ-ICIM per il Sistema di Assicurazione Qualità in conformità

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Regolamento AICA per la Certificazione delle competenze digitali Codice documento Pagine Revisione Del SC 02 1 di 15 05 20/01/2015

Regolamento AICA per la Certificazione delle competenze digitali Codice documento Pagine Revisione Del SC 02 1 di 15 05 20/01/2015 SC 02 1 di 15 Il presente regolamento ha lo scopo di descrivere le modalità operative per la concessione, il mantenimento, il rinnovo e la eventuale revoca delle Certificazioni di AICA. Esso è suddiviso

Dettagli

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Studio Associato Servizi Professionali Integrati Member Crowe Horwath International Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Abstract Le fatture emesse mediante

Dettagli

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12 Via Saccardo, 9 I-20134 MILANO Tel.: + 39 022100961 Fax: + 39 0221009637 Sito Internet: www.sincert.it E-mail: sincert@sincert.it C.F./P.IVA 10540660155 Titolo Sigla RT-12 Revisione 01 Data approvazioni

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Fig. 1 Grafico Organigramma Datré Srl

Fig. 1 Grafico Organigramma Datré Srl Fig.1 GraficoOrganigrammaDatréSrl AREA PRODUZIONE AREA GESTIONALE AREA FORMAZIONE Rappresentantelegale Direttorestrutturaformativa StefaniaBracci ComitatoScientifico Coordinatore R.W.Stockbrugger SegreteriaEcm

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Dr. Rag. D Antuono Emilio

Dr. Rag. D Antuono Emilio Aggiornato al 26/02/2013 Copyright Riproduzione Riservata IL REVERSE CHARGE IN EDILIZIA L Art. 1 comma 44 della legge n. 296/2006 ha introdotto nel nostro sistema il meccanismo del REVERSE CHARGE o INVERSIONE

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi

Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi Approvato con delibera della Giunta esecutiva n. 21 del 04.06.2002 Modificato con delibera della Giunta esecutiva n. 28 del 25.10.2002 Modificato

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Presentazione ServiceControl è l evoluzione del primo programma, scritto per gestire il mio service circa 12 anni fa. Il programma

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli