DOCUMENTO di IDENTITÀ e MISSIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO di IDENTITÀ e MISSIONE"

Transcript

1

2

3 Associazione LABORATORIO CULTURALE di ANCONA o.n.l.u.s. DOCUMENTO di IDENTITÀ e MISSIONE Indice Presentazione Perché redigere un documento di identità e missione Gruppo di lavoro pag IDENTITÀ ASSOCIATIVA 1.1. Chi siamo: storia e inquadramento giuridico dell associazione pag Contesto di riferimento pag Visione pag Missione e linee strategiche pag RISORSE 2.1. Persone e organizzazione pag Strutture pag Risorse economico-finanziarie pag. 31

4

5 Presentazione Perché redigere un documento di Identità e Missione? Il Consiglio Direttivo di Laboratorio Culturale ha discusso e deliberato di impegnarsi nella stesura di una carta che presenti non solo informazioni sull associazione e sulla sua storia, ma illustri anche le linee-guida che ne indirizzano l attività, la filosofia che impronta il suo operato, gli obiettivi e le finalità, così come risultano dallo Statuto e dal curriculum delle iniziative organizzate. A distanza di 15 anni dalla fondazione abbiamo ritenuto importante un momento di riflessione su quanto realizzato, sulla rispondenza agli intenti iniziali, sui risultati ottenuti. La predisposizione di un documento di questo tipo aiuta a chiarire e sistematizzare i punti sopra enunciati, può essere utile per la presentazione di Laboratorio Culturale ad Enti e Cittadini, costituisce uno strumento prezioso per calibrare le scelte relative ai progetti da realizzare e per individuare i margini di miglioramento. 3

6 Gruppo di lavoro Alla redazione del presente documento di identità e missione hanno contribuito: Componente Ruolo nell Associazione Ruolo nel processo di reporting sociale Marina Turchetti Luciana Montanari Paola Scattaretico Luciano Griffoni Mauro Tarsetti Emilia Balietti Mario Amoroso Sonia Caprari Presidente Vice Presidente Segretaria economa Comitato scientifico Comitato scientifico Addetta segreteria Addetto visite culturali Volontario di Servizio Civile Responsabilità, stesura testi Consulenza e stesura testi Consulenza Revisione bozza Consulenza, collaborazione generale Consulenza Revisione bozza Aspetti organizzativi ed elaborazione immagini 4

7 1. IDENTITÀ ASSOCIATIVA 1.1. Chi siamo: storia e inquadramento giuridico dell associazione Storia L Associazione è nata ad Ancona nell anno 1995, dalla volontà di un esiguo gruppo (4 furono i soci fondatori), per gestire il progetto di rete nazionale La Scuola adotta un monumento, ideato dalla Fondazione Napoli Novantanove nell anno Fu scelta, allora, la denominazione Laboratorio Ancona per sottolineare il carattere dinamico del sodalizio, che doveva essere imperniato sulla ricerca, sul confronto delle idee e delle conoscenze, sul fermento delle iniziative. Con l intento di dare più incisività all aspetto culturale, nell anno 2002 l Associazione modifica nello Statuto il proprio nome in Laboratorio Culturale di Ancona (o Laboratorio Culturale), con cui era già diffusamente conosciuta da tempo. Nel 2007, manifestandosi l opportunità di adeguare il dettato dello Statuto con il riconoscimento dell avvenuta diversificazione nell ampliamento delle attività, una seconda variazione ha esplicitato nelle finalità previste dall art. 2 anche le attività socioculturali (con progetti soprattutto rivolti ad anziani e minori) e di sostegno alla partecipazione democratica. Il progetto La Scuola adotta un monumento costituisce l attività portante dei primi anni di vita dell Associazione. L elemento che spinse il gruppo costituente ad aderire alla richiesta dell Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona di rappresentare la città, nel ruolo di Organizzazione Corrispondente del Progetto, fu la scarsa considerazione con cui era tenuta la Dorica, quasi sconosciuta fuori delle Marche e non sufficientemente apprezzata per i suoi tesori architettonici e artistici dagli stessi cittadini, in particolar modo dai più giovani. 5

8 Ancona fu una delle prime città ad entrare nella rete nazionale del Progetto, che nel 1995 contava in Italia soltanto una decina di città tra cui Roma, Cosenza, Salerno, Pisa, Siracusa, Venezia, Milano, oltre Napoli. Adotta un monumento, ideato dalla Fondazione Napoli Novantanove, si poneva come obiettivo generale il superamento della cesura tra Scuola e Territorio, con il coinvolgimento degli studenti nell opera di diffusione della conoscenza, di recupero e di valorizzazione dei beni architettonici e artistici della città. Gli obiettivi specifici, perseguiti a livello locale, erano i seguenti: - conoscenza concreta del passato, documentata nel tessuto urbano di Ancona; - acquisizione del metodo storiografico con la ricerca delle fonti e del materiale bibliografico e successiva interpretazione e rielaborazione; - affinamento del gusto per l arte e la bellezza e della capacità di fruizione dei beni culturali, nella convinzione della contiguità secondo il pensiero degli antichi filosofi di etica ed estetica; - vicendevole scambio di conoscenze ed esperienze tra studenti di varie scuole con l organizzazione di mostre o di visite guidate ai monumenti adottati; - sensibilizzazione dei cittadini e degli enti preposti alla tutela dei beni culturali, anche con proposte progettuali. Laboratorio Culturale si è dedicata all organizzazione e gestione del progetto per ben 5 anni consecutivi, con il coinvolgimento, di anno in anno, di numerose scuole di ogni ordine e grado (tutte le elementari e medie inferiori, quasi tutte le superiori), meritando riconoscimenti nazionali (tre primi premi vinti in altrettanti concorsi tra le scuole dei 180 Comuni aderenti alla Rete) ed ottenendo il conferimento della Civica Benemerenza da parte del Comune di Ancona, il 4 maggio Il Progetto, oltre ad aver permesso la riscoperta e la valorizzazione della memoria storica della città, salvando numerosi monumenti dall oblio e dal degrado, ha altresì rappresentato un significativo contributo alla promozione 6

9 di Ancona e un operazione importante anche per lo sviluppo del turismo culturale urbano grazie ad un sistema di segnaletica coordinata, prima mancante, posta accanto ad ogni monumento adottato, con indicazioni sulla denominazione dello stesso, l anno o epoca di costruzione, l autore dell opera. L associazione rivendica con meritato orgoglio di aver efficacemente contribuito al risveglio di quella che i giornali chiamavano La bella addormentata, sostenendo la consapevolezza dei cittadini sull importanza del patrimonio culturale. A titolo di aneddoto, ricordiamo come significativa l esclamazione di un insegnante, durante una delle prime riunioni, quando si spiegava che il Progetto consisteva nell adozione simbolica di un Monumento da parte di una classe o di una scuola: Ma ad Ancona non ci sono monumenti!. L attività dell Associazione si è nel tempo ampliata e diversificata, distinguendosi nel territorio per la ricchezza e la varietà delle offerte culturali e formative rivolte alla cittadinanza. 7

10 Oggi Laboratorio Culturale spazia da progetti educativi e sociali alla pubblicazione di opere divulgative di interesse locale, dagli incontri ricreativi e culturali con gli anziani alle attività di contrasto al disagio ed alla dispersione scolastica, dalla promozione della lettura alle visite guidate a città d arte e a mostre di interesse locale e nazionale, dal sostegno alla cittadinanza attiva al coinvolgimento in iniziative che promuovano la partecipazione democratica. Laboratorio Culturale, inoltre, ha raccolto i contributi e coordinato l attività di organizzazione di varie mostre, la più recente sulle Grotte del Passetto presso la Mole Vanvitelliana. Questo fervore ha ricevuto nel tempo risposte sempre più positive dalla cittadinanza, come testimoniato anche dal crescente numero di iscritti. Inquadramento giuridico dell associazione Sotto il profilo giuridico Laboratorio Culturale è inquadrata come Associazione senza personalità giuridica, il cui statuto si rifà ai principi sanciti dalla L. 266/91 (legge-quadro sul volontariato) e dalla L. R. 48/95 (legge regionale sul volontariato); l iscrizione dal 1996 all Albo Regionale delle Associazioni di Volontariato le conferisce lo status di ONLUS di diritto. Come previsto dalla citata normativa sul volontariato: - tutte le prestazioni fornite dai soci per le attività di Laboratorio Culturale sono gratuite, come pure sono gratuite le cariche sociali; - l associazione è conforme al principio della democraticità (elezione periodica del Consiglio Direttivo; uguaglianza di diritti e di doveri, ed in particolare diritto all elettorato attivo e passivo per tutti i soci); - è assente qualsiasi fine di lucro e gli eventuali avanzi di gestione vengono completamente reinvestiti nell attività istituzionale. 8

11 1.2. Contesto di riferimento L ambito di intervento nel quale opera Laboratorio Culturale riguarda: - l attività culturale in senso stretto (mostre, incontri di lettura, laboratorio di poesia, ricerche e pubblicazioni sul patrimonio culturale locale ), - l attività di formazione (diretta in generale alla cittadinanza e, in particolare, ad insegnanti e formatori), - l attività socio culturale (animazione culturale per anziani in casa di riposo, laboratori scolastici sul tema dell intercultura, laboratori teatrali per minori, attività di doposcuola...). Laboratorio Culturale opera su due principali direttrici, sociale e culturale, in risposta alle esigenze del contesto della città di Ancona che si va sempre più caratterizzando: - dal punto di vista sociale, sia per l aumento della popolazione adulta e anziana - si contano infatti oltre cittadini sopra i 65 anni, ben il 24% della popolazione (dati Istat al 1 gennaio 2010) sia anche per la crescente composizione multiculturale dei residenti, fra i quali sono presenti circa cittadini immigrati di 108 nazionalità diverse, con particolare attenzione al fenomeno a livello di scuola di base dove si contano ben 923 iscritti stranieri, pari al 12% del totale, contro il 5,5% in Italia (Rapporto Sociale Comune Ancona); - dal punto di vista culturale, per una sempre più attenta sensibilità alla riscoperta del passato, delle radici e del patrimonio culturale, storico ed ambientale, del tessuto urbano, anche in relazione agli interventi prospettati dalle amministrazioni locali (grande attenzione e partecipazione a tutte le iniziative di presentazione di ricerche sulla memoria e sull identità culturale); 9

12 - dal punto di vista della cittadinanza attiva, per una vivace volontà di partecipazione ai processi decisionali (in Agenda21 erano presenti circa 120 sigle, dalle associazioni locali all università, dalle Aziende ex municipalizzate alle associazioni di consumatori ). Nell ambito delle attività dell Associazione, si evidenziano raggruppamenti di progetti, che rispondono alle esigenze appena esplicitate, illustrati nel paragrafo 1.4. L associazione aderisce (o ha aderito per qualche anno) alle seguenti organizzazioni di carattere locale e nazionale: - Rete Nazionale La scuola adotta un monumento, dal 1995 come Organizzazione Corrispondente per il Comune di Ancona e Comuni limitrofi (nei mesi iniziali anche per la regione Marche) - Forum cittadino delle Donne di Ancona, dalla fondazione - Osservatorio Regionale sul Volontariato, in rappresentanza delle associazioni culturali marchigiane, dall al Progetto Agenda 21 del Comune di Ancona, dal Consulta Minori del Comune di Ancona, dal Coordinamento Handicap del Comune di Ancona, dal 2002 al A.V.M. (Associazione Volontariato Marche), fondata nel luglio 1997, aggiudicataria della gestione del Centro Servizi per il Volontariato previsto dalla legge regionale n. 48/95 (socio fondatore) - Comitato per il coordinamento delle Celebrazioni dei 150 anni dell Unità d Italia costituito dalla Prefettura di Ancona, dal Consulta Cultura del Comune di Ancona (Commissione storicoartistico-museale e urbanistico-ambientale), dal

13 1.3. Visione La Città non è solo urbs, muri e strade. È soprattutto civitas, convivenza, scambio, umanità. Laboratorio Culturale vede se stessa come una piccola voce libera, che svolge un compito politico e democratico a sostegno della cittadinanza attiva, animata dalla volontà di contribuire a costruire un po di civitas dentro l urbs. E c è la conoscenza alla base della civitas, che costituisce la forza della società, di una collettività consapevole della propria identità storica e culturale, attenta ai bisogni, rispettosa dei doveri e dei diritti, solidale Missione e linee strategiche Laboratorio Culturale risponde alle esigenze del contesto in cui opera e concretizza la propria visione attraverso attività di varia natura, modificatesi nel tempo proprio per rispondere a bisogni sociali emergenti. Come detto parlando della storia dell associazione, questo cambiamento ha comportato nel 2007 un adeguamento dello Statuto, che nella versione vigente afferma: Art. 2: L associazione è apolitica, non ha fini di lucro, persegue finalità di solidarietà sociale e di promozione civile e culturale. L Associazione ha lo scopo di: - promuovere la crescita sociale delle persone, contribuendo allo sviluppo culturale e civile dei cittadini; - sostenere il libero manifestarsi delle potenzialità globali della persona umana, in particolare offrendo possibilità di espressione e realizzazione alle categorie più deboli di cittadini; - promuovere la partecipazione democratica e la pratica della cittadinanza attiva e della progettazione partecipata; 11

14 - valorizzare le risorse della società civile e del volontariato; - valorizzare le risorse di una società aperta e multiculturale; - sostenere l impegno a difesa del territorio, del patrimonio culturale, dello sviluppo sostenibile, affermare il diritto-dovere alla tutela dell ambiente; - approfondire e diffondere la conoscenza delle radici nel passato e dello stato presente del territorio locale e non solo, rafforzare il senso di appartenenza alla comunità, contribuire alla costruzione dell identità culturale. In particolare potranno essere svolte le seguenti attività, elencate a titolo esemplificativo e non esaustivo: iniziative a favore degli anziani, sia cittadini sopra i 50 anni, in generale, sia ospiti delle case di riposo progetti a favore dei minori, con particolare riferimento ad attività all interno delle scuole di ogni ordine e grado, per prevenire il disagio e la dispersione, nonché a sostegno del rapporto di genitorialità sostegno alla presenza delle donne nel campo del lavoro e del volontariato, ed anche nell ambito della creatività espressiva aiuto ai giovani in una crescita consapevole e responsabile, educandoli al rispetto di sé come cittadini ed al rispetto dei prodotti dell ingegno e del lavoro iniziative volte a contrastare l isolamento delle persone diversamente abili, favorendo l inserimento in un contesto culturale e sociale che ne permetta la realizzazione personale iniziative a favore dell integrazione multiculturale, sia per adulti sia per minori progetti di educazione alla solidarietà, con riferimento anche alla diffusione della cultura del volontariato nelle scuole e tra i cittadini iniziative a sostegno della cultura della legalità e del consolidamento di un sistema di pensiero che riconosca nel legame tra estetica ed etica un modello centrale di approccio alla realtà progetti di educazione permanente, atti a stimolare l abitudine alla lettura e l attenzione alla realtà in cui si vive, anche come sostegno alla memoria ed al collegamento con le radici 12

15 corsi, laboratori, attività di aggiornamento e formazione di cittadini e volontari, con particolare riferimento ai settori socio-culturale e animalistico-ambientale realizzazione di pubblicazioni su argomenti culturali e formativi, redazione di quaderni monografici a carattere divulgativo inerenti a temi culturali e sociali valorizzazione della conoscenza del patrimonio storico, artistico, architettonico, archeologico, archivistico, musicale, bibliografico della città di Ancona e delle Marche svolgimento in genere di tutte le attività che si riconoscano utili per il raggiungimento dei fini che l associazione si propone ed, inoltre, quelle ad esse direttamente annesse ed accessorie. L associazione si propone inoltre come struttura al servizio di altre associazioni, categorie e centri che perseguono finalità che coincidano, anche parzialmente, con i suoi scopi. Queste le attività portate avanti negli ultimi anni per concretizzare le finalità statutarie: A. ATTIVITA A FAVORE DEI MINORI ED EDUCAZIONE ALLA SOLIDARIETA - Partecipazione al Forum Minori, attivato dal Comune di Ancona, dalla costituzione ad oggi, e al Coordinamento Handicap ( ). - Progettazione, nell ambito della L.R. 48/95, ogni anno dall approvazione ad oggi, di attività rivolte alle scuole di vario livello, per il sostegno al diritto allo studio e contro la dispersione scolastica, a favore dell integrazione multiculturale, a contrasto del disagio psicologico, su vari aspetti problematici connessi all infanzia ed all adolescenza (comunicazione, relazioni interpersonali, educazione sessuale, bambino malato ). Per citare quelle svolte negli ultimi anni: 13

16 Anno scolastico : Laboratorio Mi fido di te, nell ambito del progetto Parlami d amore quando nasce un fiore Anno sc e a seguire: Doposcuola Va bene così, presso Oratorio Le Grazie, nell ambito del progetto Lasciamo una porta aperta, in collaborazione con Laboratorio Tecnico, A.Ge. Ancona, AIMC Ancona, Laboratorio Teatrale San Paolo, Auser Collemarino Anno sc : Progetto C è posto per te, Laboratorio Teatrale organizzato in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato Marche e varie Associazioni, rivolto a scuole medie inferiori di quartieri con forte presenza di immigrati 14

17 Anno sc : Laboratorio di dinamiche relazionali Ci vorrebbe un amico presso la Scuola Media Statale Giulio Cesare di Falconara nell ambito del progetto Mi fido di te, in collaborazione con Laboratorio Tecnico, A.Ge. Ancona, Auser Collemarino PROGETTO MI FIDO DI TE CI VORREBBE UN AMICO Laboratorio scolastico di dinamiche relazionali A. S Sc. Media Statale Giulio Cesare Falconara Organizzazione: Progetto Nati per leggere, in collaborazione con l Assessorato ai Servizi Educativi del Comune di Ancona e con l Associazione Pediatri, rivolto a madri e bimbi presenti negli ambulatori pediatrici, per insegnare una modalità fondamentale di rapporto adulto-bambino 15

18 Anno sc : Doposcuola Proviamoci insieme, in collaborazione con la I Circoscrizione del Comune di Ancona, per studenti di scuola media ed elementare. - Attività di diffusione della cultura del Volontariato (Progetto Volontaria mente ), in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato Marche, ogni anno scolastico dall anno di attivazione 2001, all interno delle scuole medie superiori della città di Ancona, per stimolare nei giovani l attenzione alla solidarietà, inserendoli in progetti operativi. - Corsi di Formazione per Volontari, in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato Marche, rivolti ai membri delle Associazioni di Volontariato del settore Sociale, per qualificare l azione dei volontari (n 9 corsi dal 2001). - Corsi di Formazione per Volontari e Insegnanti Referenti nei progetti che coinvolgono le Scuole ( Adotta una piazza della tua Città ; Identità nazionale e culture a confronto ). B. ATTIVITÀ A FAVORE DELLE DONNE - Partecipazione al Forum delle Donne del Comune di Ancona, dalla sua fondazione. - Sostegno alla creatività femminile, con mostre di pittura e scultura, presentazione opere letterarie di artiste anconitane. - Incontri con lavoratrici di vari settori (es. Donne nella pesca) per presentare la loro attività e le problematiche connesse. - Incontri con organizzazioni che rappresentano donne immigrate, che illustrano alla cittadinanza la loro realtà, la loro cultura, i loro bisogni e le loro aspettative. - Attività di ricerca storica sulle scienziate ed artiste marchigiane, con cicli di conferenze per la presentazione pubblica dei risultati. 16

19 C. ATTIVITA A FAVORE DEGLI ANZIANI - Circa n 80 incontri, dal 2003 ad oggi, per gli ospiti della Residenza Benincasa di via Podesti, con attività varie di animazione (spettacoli di genere diverso, giochi di clown, laboratori di manipolazione, laboratorio fotografico, recitazione di poesia dialettale e canto popolare, laboratorio della memoria), in collaborazione con l Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Ancona:. Programma : Spettacolo Claun Ciofega; Scenette in vernacolo anconitano del gruppo L Incontro ; Concerti di strumenti e voce a cura di Laura Pergolesi, Stefano Carloni, Giorgio Petetti; Canti risorgimentali a cura del coro Le Muse di Ancona; Spettacolo del Gruppo Danze Storiche; Saggio di danza dei giovani allievi della Scuola Salus et Gratia. - Numerosi incontri per cittadini anziani, con particolare riferimento agli abitanti della I Circoscrizione del Comune di Ancona, dal 1995 ad oggi (conferenze, proiezione di filmati, gite e visite guidate, gioco delle carte, raccolta e pubblicazione di memorie ). - Incontri di lettura, aperti ai soci e ai cittadini, con cadenza mensile dal 2001, soprattutto rivolti alla valorizzazione di autori marchigiani:. Programma 2010: gennaio P. Gubinelli, P.Q.M. La magistratura e i processi ai collaborazionisti nelle Marche ; febbraio F. Russi Di Segni, 99 fotografie, 99 graffiti di vita e cultura ebraica ; marzo P. Caporossi, Il corpo di Diotima ; aprile G. Duca Ruggeri, Gli angoli della terra ; ottobre M. Turchetti, Storie del Passetto ; novembre - M.V. Maroni, Riflessi. Dietro lo specchio, adolescenti stranieri ; dicembre - A. E. De Gregorio, Le rondini di Manet ;. Programma 2011: gennaio I.C. Carucci, Arturo della penombra ; febbraio - N. Falaschini, Beato Antonio Fatati 17

20 Vescovo di Ancona ( ) ; marzo - C. Marcellini, Come il mercurio. Storie di femminismo ; aprile A. Modesti, Tre donne marchigiane nel Risorgimento: Caterina Franceschi Ferrucci, Maria Linda Brunacci Buonamonti, Sara Levi Nathan. D. MEMORIA ED IDENTITA CULTURALE - N 11 pubblicazioni di storia e cultura locale (vedi a seguire, lett. G). - Ricerche su argomenti di arte e storia locale, esposte in conferenze a soci e cittadini (ad esempio, nel ciclo Storia di una città attraverso i monumenti, in varie edizioni su diversi aspetti). - In preparazione, filmato sul Passetto da realizzarsi in collaborazione con ARCI. - MOSTRA Le grotte del Passetto (esposizione di fotografie ed attrezzi, proiezione di filmati presso Mole Vanvitelliana, 23 maggio-13 giugno 2009) come nucleo fondante di un costituendo MUSEO DEL MARE, ormai entrato nei piani dell Amministrazione comunale (contributi ottenuti da Fondazione Cariverona e da Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona; cofinanziamento dell Assessorato alla Cultura del Comune Ancona). - Attività rivolte alla conoscenza ed alla tutela dell ambiente (conferenze, visite). - Progetto Olim meminisse iuvabit : raccolta tra i soci e cittadini di memorie e di materiale fotografico su due principali filoni: a) partecipazione ad eventi bellici ( Per noi la guerra In preparazione: diari di un pilota da caccia anconitano in Africa, nel periodo ; memorie e diari (scritti e fotografici) di combattenti in Etiopia, nel periodo ); 18

21 b) ricordi su Ancona nel passato ( Mi ricordo che una volta., Testimonianze degli Ospiti della Residenza Comunale per Anziani Grazioso Benincasa di Ancona). E. CELEBRAZIONE DEL 150 ANNIVERSARIO DELL UNITA DI ITALIA --Progetto Verso il 150 dell Unità d Italia. Identità nazionale e culture a confronto, rivolto alle scuole della provincia di Ancona (anni scolastici e ), in collaborazione con varie associazioni di volontariato, con i Comuni di Ancona, Castelfidardo e Grottammare, con il Centro Servizi Volontariato Marche, con la Mediateca delle Marche, con l obiettivo di far riflettere i giovani sull identità nazionale nei suoi molteplici aspetti, a cominciare da quello storico, e sulla convivenza civile come educazione alla cittadinanza. Conclusa la fase locale del progetto (Sala Consiglio 19

22 Comunale di Ancona, 8 giugno 2010), gli elaborati degli studenti (brevi filmati con parlato e relazione scritta) partecipano alle attività promosse dalla Fondazione Napoli Novantanove in collaborazione con il Comitato Italia150, in occasione delle celebrazioni dell anniversario dell Unità d Italia. - Partecipazione alla Consulta, istituita, presso la Prefettura di Ancona per coordinare le attività di celebrazione del 150 anniversario dell Unità d Italia. - Ancona piazzaforte del Regno, con la realizzazione di visite sotto la guida esperta del Comandante Claudio Bruschi, studioso di architettura militare: Forte Altavilla e Forte Garibaldi ex Umberto; Fortificazioni dei colli Cardeto e Cappuccini; Polveriera Beato Amedeo; Forte Scrima e Forte Savio. - Progetto di conferenze offerte alle Scuole della Città, in collaborazione con altre associazioni che formano la Commissione storico-artistico-museale e urbanistico-ambientale della nascente Consulta della Cultura del Comune di Ancona: 18 illustri esperti, non solo cittadini, svolgeranno relazioni 20

23 presso gli Istituti scolastici su temi attinenti allo svolgimento del processo unitario. - In preparazione la pubblicazione I nomi del Risorgimento Toponomastica di ispirazione risorgimentale ad Ancona, a cura di M. Novelli. F. SOSTEGNO ALLA PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA E CITTADINANZA ATTIVA - Partecipazione a vari organismi, dall Agenda 21 del Comune di Ancona al Movimento Marelibero. - Progetto Adotta una piazza della tua città, anno scolastico , elaborato in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato, il Comune di Ancona, il Centro Sperimentale Design, l Università Politecnica delle Marche e con l intervento di varie associazioni (AUSER Cultura, Stamira, Ass. Grottaroli, Ass. naturalistiche e giovanili ) e numerose scuole medie e superiori cittadine, per aiutare i giovani in 21

24 una crescita consapevole e responsabile, educarli al rispetto di sé come cittadini ed al rispetto dei prodotti dell ingegno e del lavoro, abituarli alla pratica della progettazione partecipata, affermare il diritto-dovere alla tutela dell ambiente, ed insieme approfondire la conoscenza delle radici nel passato e dello stato presente della propria Città, rafforzare il senso di appartenenza alla comunità, contribuire alla costruzione dell identità culturale ed alla integrazione dei giovani stranieri. Mostra finale degli elaborati delle Scuole che hanno partecipato al Progetto sopra esposto, presso Mole Vanvitelliana (13 maggio-23 giugno 2009), con pubblicazione di Catalogo. - Progetti rivolti alle scuole a sostegno della Legalità; distribuzione nelle scuole del testo della Costituzione Italiana. - Ciclo di conferenze: L idea di stato: dal moderno al postmoderno. - Ciclo di conferenze tenute da docenti universitari, su Sviluppo e Diritti Umani, inerenti i seguenti argomenti: La dottrina dei diritti umani - Sviluppo umano, sviluppo locale, diritti di cittadinanza - Sviluppo e diritti umani: lo sguardo delle donne - Nuovi modelli economici e diritti umani (novembre-dicembre 2008). - Ciclo di incontri tenuti da Assessori del Comune di Ancona, su Immagini dal futuro: la citta che cambia, inerenti i seguenti argomenti: Piano energetico Museo Diffuso Raccolta differenziata Popolazione scolastica tra integrazione e nuove identità (ottobre-novembre 2008). G. ATTIVITA VARIE - Piccola Biblioteca : è attiva presso la sede dell Associazione, da più di dieci anni, per la lettura ed il prestito. Nata come Piccola Biblioteca del Libro Giallo, si è nel tempo ampliata ad altri settori, anche grazie alle donazioni di soci ed amici. E stato 22

25 anche realizzato un servizio di prestito presso la spiaggia del Passetto, in collaborazione con la I Circoscrizione (Libri d Amare). - Collaborazione con l Ente Parco del Conero e con la Passetto s.r.l. alla stesura dei testi per cartelloni di valorizzazione della costa alta di Ancona, nella parte urbana che ricade entro i confini del Parco. - Catalogazione di mappe e documenti per la biblioteca comunale di Ancona. - Organizzazione di Gemellaggi tra Istituti Scolastici Superiori. - Concorsi di poesia e prosa in vernacolo ( Ste pietre parlano ). - Laboratori didattici guidati da esperti, su varie tematiche. - Visite ai luoghi di lavoro di artisti cittadini (tra i primi in ordine di tempo: V. Trubbiani, F. Ippoliti, S. Blasi, B. Fanesi, e a seguire molti altri). - Visite guidate a Monumenti e a Mostre cittadine. - Gite culturali in luoghi di interesse storico ed artistico. H. ATTIVITA EDITORIALE Il Laboratorio Culturale ha curato le seguenti pubblicazioni: - AA.VV., Ankon Dorica. I greci in Occidente, Ancona G. Luchetti, Ancona città fortificata, Ancona AA.VV., La scuola adotta un monumento catalogo beni adottati, Ancona G. Pignocchi, Il Porto di Ancona dalla preistoria all età romana, Collana didattica Marcheologia, Ancona

26 - G. Pignocchi, La ceramica attica, Collana didattica Marcheologia, Ancona G. Pignocchi, L industria litica e su osso, Collana didattica Marcheologia, Ancona L. Griffoni, R. Franzoni, M. Turchetti, Mi ricordo che una volta, Ancona C. Censi, Stamira - L eroina di Ancona tra storia e leggenda, Ancona 2004 I edizione; II edizione riveduta e ampliata da M. Turchetti e da L. Montanari, Ancona M. Turchetti e M. Tarsetti, Le Grotte del Passetto Storia Ambientale e Cultura Materiale della Marina di Ancona, Ancona M. Turchetti, Per noi, la guerra., Ancona M. Turchetti, a cura di, Catalogo della Mostra Adotta una piazza della tua città, Ancona M. Turchetti, a cura di, Quaderno-report progetto Verso il 150 dell Unità d Italia. Identità Nazionale e culture a confronto, Ancona M. Turchetti, Storie del Passetto, Ancona

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro 1 ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) È istituita per opera dei coniugi GASPARINI LUCIANO e PRAVATO CANDIDA, l Associazione UNA NUOVA SPERANZA O.N.L.U.S. con sede in Mirano (VE) Scaltenigo Via

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Esiste un Italia generosa e laboriosa che tutti i giorni opera silenziosamente per migliorare la qualità della vita delle persone. E l Italia del volontariato,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli