I frutti di un buon seme di Franco Maria Puddu

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I frutti di un buon seme di Franco Maria Puddu"

Transcript

1 I frutti di un buon seme di Franco Maria Puddu La validità della formula della Lega Navale si è evidenziata nel tempo, già sin dai primi decenni della sua esistenza Era il 2 giugno del 1897 (per combinazione lo stesso giorno nel quale, a partire da mezzo secolo dopo, sarebbe stata celebrata la nascita della Repubblica Italiana), quando a La Spezia, si riunì un comitato di ufficiali di Marina, ingegneri, dirigenti statali, uomini di cultura e di studio, il cui comune denominatore si rispecchiava nell amore per il mare e nella riconosciuta necessità che questo sentimento, con tutte le conseguenze che avrebbe comportato espandendosi, fosse messo in condizioni di svilupparsi nella popolazione del Regno e, in particolare, tra i giovani: quel giorno nasceva la Lega Navale Italiana. Si vivevano gli anni dell Italia Umbertina, con tutti i suoi aneliti, le sue speranze e i suoi problemi, tra simpatie, ma anche antipatie, che Governi molto più stagionati da secoli di esistenza nutrivano verso il nuovo arrivato nel comitas gentium (come si sarebbe detto un tempo), o fra gli happy few come si direbbe oggi. Gli italiani erano molto meno di quelli attuali, l istruzione ristagnava a livelli decisamente bassi e la nostra lingua, surrogata spesso dai dialetti regionali, era ben lontana dall essere l idioma ufficiale del Regno; nelle officine e nei cantieri l industrializzazione muoveva i primi incerti passi, e le questioni sociali scuotevano lo scheletro del fragile navicello del Paese, portando a scioperi, tumulti e disordini. Le risorse naturali non abbondavano e così ben presto, per tentare di migliorare la situazione, decidemmo di andarle a cercare altrove e così un altro problema, il colonialismo, sarebbe venuto ad aggiungersi al già discretamente pesante fardello che gravava sulle spalle degli italiani, accodandosi fra l altro a quello dell emigrazione. Pure, con una notevole dose di entusiasmo e di ottimismo (forse anche di incoscienza?), quel giorno a La Spezia si decise di gettare un seme di speranza, con l augurio che, in un futuro accettabilmente vicino, avrebbe attecchito in questo terreno tanto disomogeneo. Non si trattava, come alcuni avrebbero potuto pensare, di un programma elitario e piuttosto sterile che avrebbe portato alla nascita di un esclusivo club di yachtman tesi a dividere le proprie giornate tra uscite in mare e interminabili partite di bridge: al contrario. Un messaggio innovativo Al di là delle estrazioni dei soci fondatori, il messaggio che per molti versi poteva considerarsi decisa- 13

2 L equipaggio del veliero San Giuseppe Due (al centro Giovanni Ajmone Cat) duramente impegnato durante la navigazione nelle acque dello Stretto di Drake, in Antartide, nel 1973; in apertura, uno dei primi loghi della Lega Navale Italiana mente innovativo, era rivolto dalla Lega a tutti gli italiani, è vero, ma principalmente ai giovani, alle nuove speranze del Paese, e, anche per sottolineare queste sue aspirazioni, il 28 febbraio del 1907, l Associazione veniva eletta, con Regio Decreto n 48, ad ente morale. Ci si permetta di far notare che (in fondo la vanità può anche essere solo un peccato veniale), l organo di informazione dell Associazione, ossia quella che nei decenni sarebbe divenuta la nostra Rivista, andava in stampa a partire dal dicembre del 1897, assicurandosi così a tutt oggi, il primato di essere il più anziano periodico navale non militare esistente al mondo. Superate le dure vicissitudini della Prima Guerra Mondiale e sopravvissuta alle immani distruzioni della Seconda, la LNI tornava a risorgere dal panorama di macerie che costellava il nostro povero Paese fino a che, il 20 marzo del 1975, la legge n 70 della Repubblica Italiana ne trasformava la ragione sociale da istituzione privata a Ente di interesse pubblico. Da questo momento, con tenacia, i risultati colti dalle Sezioni e Delegazioni che ne compongono la struttura periferica, iniziavano una lenta ma costante marcia trionfale che portava alla ribalta del mondo navale, marinaresco, velico e sportivo una serie di risultati di estremo valore. A puro titolo di esempio ne riportiamo solamente alcuni: nel 1949 lo yacht Pegaso, battente il guidone sociale, partiva da Rapallo alla volta di New York, per effettuare la prima crociera di una nave da diporto italiana attraverso l Atlantico del dopoguerra e nel 1954, il cutter Marta ripeteva l impresa, ma questa volta dirigendo sul Brasile e l Argentina. 14

3 L Idea Due, il motoveliero che negli Anni 90 ha effettuato numerose traversate tra Otranto e Durazzo per trasportare tonnellate di aiuti alla popolazione albanese Nel 1969, il comandante Mario Valli, patrocinato dalla LNI, partendo da Callao, in Perù, con il battello pneumatico Celeusta, attraversava a vela il Pacifico fino a Tahiti, mentre il 1 luglio del 1973 da Anzio prendeva il via, sotto l egida LNI, una campagna scientifica da effettuarsi nelle acque dell Antartide utilizzando il motoveliero San Giuseppe Due, armato a feluca e al comando di Giovanni Ajmone Cat. Potremmo prolungare per righe, righe e righe quest elencazione di eventi e di primati, ma preferiamo ricordare che se queste imprese davano fasto alla Lega Navale Italiana, non certo minore era quello che, più in sordina ma con non minore importanza, si estrinsecava nel crescere e nello svilupparsi delle strutture periferiche, manifestandosi soprattutto nella partecipazione unanime dei soci alle attività della propria Sezione o Delegazione, offrendo l apporto della propria preparazione culturale e marinaresca e dando in prestito gratuitamente, ogni volta che fosse stato necessario o possibile, a chi non ne disponeva la propria barca. Ricordiamoci che fra gli altri suoi strascichi, la guerra aveva comportato la scomparsa di gran parte della flotta delle imbarcazioni diportisti che nazionali. Una crescita nel tempo Nel 1997, al compimento del suo centesimo anno di età, la Lega Navale Italiana poteva contare sulla presenza di ben soci, distribuiti in 186 tra Sezioni e Delegazioni, con 3 Centri Nautici e centinaia di giovani avviati ogni anno alla vela e al canottaggio, con una flotta di oltre unità, mentre oggi, all alba del secolo e mezzo di età, anche se in tempi particolarmente difficili per il nostro Paese, può vantare circa soci in 218 Sezioni e 39 Delegazioni, sempre con 3 Centri Nautici, con una flotta di circa imbarcazioni. Non si può certo negare che si tratti di risultati ben più che soddisfacenti, ma attenzione; tutto questo sta a testimoniare la grande attenzione e l indubbio interesse che la nostra Associazione ha risvegliato fra il grande pubblico, nonché la dili- 15

4 Uno dei pozzi che sono stati realizzati in Tanzania grazie alla collaborazione tra la Sezione di Ortona e l Associazione umanitaria Karibù genza, la professionalità e la competenza con le quali i suoi quadri e i suoi soci hanno affrontato e assolto gli incarichi loro assegnati, oltre alla validità delle scelte fatte dalla Presidenza Nazionale. Ma, tutto sommato, fino a questo punto parliamo solo dei risultati di una corretta ed oculata gestione associativa, mentre la cosa inizia a divenire più interessante quando andiamo incontro ad attività svolte di iniziativa dalle Sezioni, quindi non concertate e dirette dall alto, ma svolte e portate a termine in occasioni di eventi o situazioni impreviste e al di fuori del comune. In altre parole di quelle che mettono in chiaro, al di là di ogni dubbio, che la maturità che si è andata acquisendo nel tempo non è identificabile solo nel corretto svolgimento di buone lezioni di vela, nell azione di validi istruttori e nella ricezione di capaci regatanti che portano a corretto svolgimento regate più o meno grandi o impegnative. Ci riferiamo, infatti, a quegli eventi che evidenziano le capacità raggiunte al di là del semplice campo istituzionale nelle situazioni impreviste che coinvolgono, prima di tutto, l etica dell uomo di mare o che comunque ama il mare, lo rispetta e ad esso si ispira. Parliamo, è evidente, di quando, all improvviso, ci si guarda negli occhi e ci si dice: e adesso che facciamo?. Ecco, se l uomo è in grado di rispondere positivamente a queste prove, vuol dire che il suo maestro è stato valido e che lui potrà essere sempre un buon punto di riferimento, anche nelle emergenze che si possono verificare, nella società. Per non spendere tante parole a vuoto, comunque, facciamo alcuni esempi di come, negli anni, alcune (perché di tante non si sono avute notizie) Sezioni o Delegazioni hanno reagito di propria 16

5 Bambini e adolescenti venuti a ritemprarsi dalle nefaste influenze dell atmosfera di Chernobyl grazie all invito della Sezione di Meina, si bagnano nelle acque del Lago Maggiore, presso la base LNI iniziativa di fronte a imprevisti vari seguendo, per intuito, le proprie scelte di gruppo. Non bisogna ritenere che sia una esagerazione la frase imprevisti vari, perché le situazioni che sono state di volta in volta affrontate, anche con una certa grinta, riguardano le più disparate e impegnative attività che si possano immaginare. Aiuti umanitari all estero A partire, ad esempio, da tempi non ancora lontani dai nostri giorni, quando dal 1991 fino al 1993, ma occasionalmente anche negli anni successivi, un gruppo di soci della Sezione di Otranto guidati da Lele Coluccia, con il motoveliero Idea Due, un 22 metri che normalmente operava come nave scuola dei gruppi nautici LNI pugliesi, iniziò ad effettuare viaggi di collegamento fra l Italia e l Albania, da Otranto a Valona, quando ancora non era stata ripristinata la minima tratta mercantile e tutto quello che era portato nel Paese delle Aquile trovava posto solo sulle navi della Marina Militare, per trasportare tonnellate e tonnellate di materiali di prima necessità, viveri, vestiario, medicinali per la popolazione albanese che stava vivendo uno dei periodi più drammatici della sua storia contemporanea. Un altra Sezione che si è fatta onore nel settore dell aiuto internazionale, poi, è stata quella di Ortona che collabora dalla seconda metà degli Anni 90 con la ONLUS Karibu - Insieme per Crescere, una associazione di volontariato che opera in Africa, prevalentemente in Tanzania e in Senegal, dove fino al 2011 ha realizzato un dispensario per la cura della malaria nel villaggio di Mtwango, in Tanzania, oltre a un dispensario di ginecologia nel villaggio di Ngohe, una scuola a Mbar, cinque pozzi per acqua potabile nella zona di Fatick e una sala informatica nei dintorni di Kafrine, tutti nel Senegal, mentre la col- 17

6 laborazione continua ancora, tanto che questo anno si prevede l inaugurazione di un nuovo pozzo, manufatti che sono tutti intestati alla Lega Navale Italiana. Altre Sezioni invece, come quelle di Meina, Monopoli e Noli hanno scelto di aiutare indirettamente popolazioni colpite da gravi disastri, come quella di Chernobyl, annichilita dalle perdite seguite all incidente subìto nel 1986 in occasione della grave avaria occorsa al suo vecchio reattore nucleare, ospitandone per alcune settimane nel periodo estivo, folti gruppi di bambini. Aiuto che continua ancora perché anche se è vero che la popolazione venne immediatamente evacuata e che da quella data sono passati oramai oltre venti anni, è altrettanto vero che i danni delle radiazioni non svaniscono, ma vanno avanti per generazioni. A Hiroshima e Nagasaki c è ancora chi muore, oggi, per quanto avvenne nel Assistenza alla gioventù Non bisogna però dimenticare anche i problemi che esistono, e purtroppo non sono pochi, anche in Italia, principalmente nel comparto del Sociale. Per questo la Sezione di Genova Quinto, nell estate del 2010, ha deciso di compiere un delicato e importante esperimento, accogliendo alcuni ragazzi della Comunità Pubblica del Dipartimento di Giustizia Minorile, dedicando loro un corso di canoa e kayak, al termine del quale è stato possibile riscontrare, con enorme soddisfazione di tutti, la puntualità, l educazione, l attenzione, la voglia d imparare e l entusiasmo manifestati da tutti i frequentatori del corso. Un grazioso e delicato manufatto donato dai ragazzi ospiti della Comunità Pubblica del Dipartimento di Giustizia Minorile alla Sezione di Genova Quinto, che li ha ospitati offrendo loro la partecipazione a corsi di canoa e kayak Oppure c è chi si è trovato, per così dire, davanti al fatto compiuto e ha dovuto decidere su due piedi cosa fare, come la Sezione di Vicenza, che il 1 novembre del 2010 si svegliò con il centro storico della città inondato dal fiume Bacchiglione, che fra l altro minacciava direttamente anche il Teatro Olimpico, perla architettonica del grande Palladio. Con una barchetta pieghevole chiamata Mariposa (farfalla in spagnolo), armata immediatamente, alcuni soci si dirigevano subito nella zona a maggior rischio, confortando, trasportando e aiutando gli 18

7 Un immagine significativa pur nella sua pessima qualità: la barchetta Mariposa sosta, tra un viaggio e un altro, in una rotonda stradale, fra le vie cittadine trasformate in torrenti dall alluvione, a Vicenza, nel novembre 2010 La locandina che invita la popolazione ad assistere alla piantumazione di nuovi alberi di tamerici, a Torvaianica, operazione fortemente voluta e appoggiata dalla locale Sezione abitanti, sindaco compreso, giunto poco dopo sul posto. Gli interventi condotti dalla farfallina, che per la sua leggerezza poteva essere facilmente portata e manovrata anche in mezzo ad ostacoli, e nelle strade divenute canali profondi anche un metro e mezzo, prima dell arrivo in forze di Protezione Civile, Polizia, Esercito e volontari cittadini, furono innumerevoli. Quindi venivano offerte alla Società Acque Vicentine, che gestisce Acqua, Luce, Gas e Nettezza Urbana, tutte le 5 barche a remi della Sezione, mentre i soci, come tutta la popolazione, lavoravano incessantemente per liberare la città dal fango. Altre volte è stato necessario rimboccarsi seriamente le maniche e tra mille difficoltà, purtroppo molto spesso economiche, darsi da fare per ricostituire lunghi tratti di arenile erosi dalla forza selvaggia dei marosi, come è stato per la Sezione di Lido di Enea che lo scorso anno ha dovuto provvedere, con un lavoro magistralmente portato a termine, più che a ripascere, a ricostruire metri e metri di spiaggia. Non sempre, però, è necessario operare per opporsi ai danni causati dalla natura. A Torvaianica, sul litorale laziale, il 21 novembre dello scorso anno, in 19

8 occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, si è svolta una simpatica cerimonia che ha visto la piantumazione di molti piccoli esemplari di tamerici, acquistati dalla Sezione di Pomezia con i proventi della Regata degli Alberi e la raccolta fondi di Torvaianica Sport & Sea, donate alla Città di Pomezia, mentre la sezione di Amantea nel mese di marzo ha dato il via a L Albero Maestro, una manifestazione che ha visto, anche in questo caso sotto la guida dei soci, la piantumazione, presso il Porto Turistico, di alcuni alberi da parte di una folta rappresentanza di alunni delle scuole medie ed elementari. Bisogna, naturalmente, considerare il fatto che personale e mezzi della LNI non sempre si trovano sul luogo di questi rovinosi eventi, come pure il fatto che, anche se è di primaria importanza offrire aiuto, le nostre strutture periferiche non possono certo surrogare gli organismi istituzionali dello Stato preposti ad intervenire nelle situazioni di emergenza. Il futuro ecologico Così, ad esempio, la Sezione di Ferrara, nel settembre dello scorso anno e all inizio del marzo di questo, ha scelto di organizzare delle regate non competitive nelle acque di Lido degli Estensi dove l iscrizione dei partecipanti, ed altri incassi sono stati devoluti al sindaco di uno dei comuni colpiti lo scorso anno dall alluvione della Piana Modenese. Ma la natura si può aiutare anche prevenendo i danni che l uomo, con la sua dissennatezza, spesso causa, come ci hanno insegnato le Sezioni di Ceriale e di Rapallo, che hanno organizzato, rispettivamente nel marzo del 2012 e nell aprile dell anno La triste immagine della battigia che ha sostituito l arenile eroso dal mare, a Lido di Enea, prima del ripascimento e della ricostruzione portati a termine per volere della Sezione la scorsa estate seguente delle raccolte di oli vegetali esausti, a Ceriale, per sensibilizzare la cittadinanza sui danni che quotidianamente sono provocati dall incuria umana, e a Rapallo, per prefigurare l organizzazione dello smaltimento di oli domestici (sempre esausti) al fine di riutilizzarli trasformati in carburanti ecologici a basso livello di inquinamento. 20

9 Anche ad Amantea, in Calabria, la locale Sezione ha favorito operazioni di rimboschimento condotte da giovani alunni delle scuole nei pressi del Porto Turistico sotto la guida di personale esperto Una delle tanichette per la raccolta di olio alimentare usato, utilizzate dalla Sezione di Ceriale, in Liguria per la raccolta degli oli esausti Senza adesso dilungarci ulteriormente su questi argomenti, peraltro interessanti e spesso poco noti, riteniamo che sia importante fare il punto sulla situazione di partenza del nostro discorso: senza timore di smentita siamo certi di poter asserire che l opera svolta dalle Sezioni della Lega Navale Italiana sin dai primi anni di esistenza dell Associazione abbia dato dei frutti che sono andati al di là di quanto non si sarebbero aspettati i suoi benemeriti fondatori, in quanto, fra l altro, hanno positivamente investito settori di interesse che ancora non erano immaginabili in quei primi eroici periodi, sia in Italia che all estero. D altronde, le situazioni, nel tempo, spesso evolvono molto lentamente e, con tutta la buona volontà, non sempre si riesce ad intuirne il lento ma costante sviluppo. Non per niente un antico e saggio proverbio cinese ci ricorda che tutti sentono il frastuono del tronco che crolla, ma nessuno riesce a percepire il rumore della foresta che, inarrestabile, cresce. 21

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI Giovanni Petrecca Dipartimento di Ingegneria Elettrica- Facoltà di Ingegneria

Dettagli

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE Progetto di mediazione linguistica e culturale per l integrazione di richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale in Italia attraverso il volontariato

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Assessorato all Ambiente. Delegato Regionale Liguria

Assessorato all Ambiente. Delegato Regionale Liguria Delegato Regionale Liguria Assessorato all Ambiente Progetti di Educazione ambientale giovanile, Tutela e/o monitoraggio dell ambiente marino, in collaborazione fra la Lega Navale Italiana e la Regione

Dettagli

SPETTACOLO PER LE CELEBRAZIONI DEL 40ENNALE DEL CLUB NAUTICO DI CAPODIMONTE

SPETTACOLO PER LE CELEBRAZIONI DEL 40ENNALE DEL CLUB NAUTICO DI CAPODIMONTE SPETTACOLO PER LE CELEBRAZIONI DEL 40ENNALE DEL CLUB NAUTICO DI CAPODIMONTE Nella foto: sulla prua di una imbarcazione, nel vento del lago, l'attuale Presidente del Club Nautico Capodimonte stringe la

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo Comitato Selma Associazione di solidarietà al popolo Saharawi ONLUS - C.F. 94098480489 www.comitatoselma.it Progetto PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE Rivolto agli alunni delle scuole italiane e

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GRUPPO SPORTIVO VELA

REGOLAMENTO DEL GRUPPO SPORTIVO VELA REGOLAMENTO DEL GRUPPO SPORTIVO VELA Articolo 1 Il presente Regolamento del Gruppo Vela è redatto in conformità ai principi contenuti nel Regolamento per i Gruppi Sportivi della Lega Navale Italiana, approvato

Dettagli

Dai diamanti non nasce niente

Dai diamanti non nasce niente LA NOSTRA IDEA IN POCHE PAROLE Innanzitutto, un cambio di prospettiva. Il centro non è la violenza, ma ciò che resta. Importa ciò che vive, ha un corpo, segni tangibili e un dolore sommerso e stordente,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare - 22 febbraio 2011- Il Cardinale Angelo Bagnasco accoglie il Programma Megatons to Development come occasione di sviluppo per l umanità,

Dettagli

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO RIC REI RIU' E LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO Tre strani e simpatici genietti, tra loro grandi amici, Ric Rei e Riù, se ne andavano in giro per il mondo per vedere se qualcuno poteva aver bisogno, appunto,

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MIUR DIREZIONE GENERALE PER LO STUDENTE, L INTEGRAZIONE, LA PARTECIPAZIONE E LA COMUNICAZIONE E PROTOCOLLO DI INTESA tra MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

Dettagli

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO)

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Secondo lei, le colate di fango possono essere causate da piogge di lunga durata e continue? Tipologia di risposta Numero di risposte SI 87 NO 5 NON SO 8 Non risponde 0 Pagina

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori,

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori, Santo Natale 2013 Carissimi Amici e Benefattori, Per fortuna anche quest anno il Natale sta arrivando a portare nuova Speranza, che con la Certezza che ci viene dalla Fede ci assicura che l Emmanuele il

Dettagli

INTERVENTO INTITOLAZIONE DEL CENTRO REMIERO DI OGGIONO AI MARINAI D'ITALIA 26 MAGGIO 2012.

INTERVENTO INTITOLAZIONE DEL CENTRO REMIERO DI OGGIONO AI MARINAI D'ITALIA 26 MAGGIO 2012. INTERVENTO INTITOLAZIONE DEL CENTRO REMIERO DI OGGIONO AI MARINAI D'ITALIA 26 MAGGIO 2012. Rivolgo a tutti gli intervenuti, alle Autorità civili, ai molti sindaci presenti, a quelle religiose, militari

Dettagli

Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio. Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero STC ADRIA 1877

Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio. Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero STC ADRIA 1877 Federazione Italiana Canottaggio COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FINALITA In ottemperanza a quanto previsto dalle legge 169/2008 che introduce l insegnamento di Cittadinanza e Costituzione nelle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado,

Dettagli

Un maestro a 4 zampe. Progetto di Educazione Assistita dagli Animali. Presso Scuole primarie. Città di Novi Ligure PREMESSA

Un maestro a 4 zampe. Progetto di Educazione Assistita dagli Animali. Presso Scuole primarie. Città di Novi Ligure PREMESSA Un maestro a 4 zampe Progetto di Educazione Assistita dagli Animali Presso Scuole primarie Città di Novi Ligure PREMESSA Pet therapy é un termine anglosassone usato erroneamente in Italia per parlare delle

Dettagli

Scuola e adozione: il punto di vista di Genitori si diventa.

Scuola e adozione: il punto di vista di Genitori si diventa. 1 Scuola e adozione: il punto di vista di Genitori si diventa. Il contesto di riferimento: Numerosa ormai è la presenza, nelle aule scolastiche, di bambini adottati nazionalmente ed internazionalmente.

Dettagli

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA?

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Sac. Don Magloire Nkounga Dott. D Ambrosio Giuseppina 1 Quando ci possono

Dettagli

UNA SCUOLA PER AMARE

UNA SCUOLA PER AMARE UNA SCUOLA PER AMARE L iniziativa UNA SCUOLA PER AMARE vuole essere una chiave d accesso per entrare nelle scuole, ma soprattutto nella sfera affettiva dei giovani, alla quale durante il percorso scolastico

Dettagli

BILANCIO SOCIALE 2010

BILANCIO SOCIALE 2010 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato ai Lavori Pubblici, Ambiente e Trasporti Dipartimento Risorse Forestali e Montane SERVIZIO BACINI MONTANI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO BACINI MONTANI BILANCIO

Dettagli

SUPERARE 2014 INSIEME SI PUO FARE. Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Valdesi e Metodiste)

SUPERARE 2014 INSIEME SI PUO FARE. Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Valdesi e Metodiste) SUPERARE 2014 INSIEME SI PUO FARE Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Valdesi e Metodiste) La Sclerosi Tuberosa è una malattia genetica rara: 1 caso

Dettagli

La straordinaria rotta di Nave Italia

La straordinaria rotta di Nave Italia La straordinaria rotta di Nave Italia Genova, aprile 2014 c/o Yacht Club Italiano - Porticciolo Duca degli Abruzzi - 16128 - Genova - tel. +39 010 2770604 - Fax +39 010 2517801 - info@naveitalia.org 1

Dettagli

La tragedia di Chernobyl

La tragedia di Chernobyl Da L Epresso Articolo di Margherita Belgioioso testo semplificato. 1 La tragedia di Chernobyl Per comprendere bene questo articolo, devi conoscere il significato delle seguenti parole: Centrale nucleare:

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

INCHIESTA NAZIONALE SUL GRAFFITISMO

INCHIESTA NAZIONALE SUL GRAFFITISMO INCHIESTA NAZIONALE SUL GRAFFITISMO Premessa L Associazione Nazionale Antigraffiti svolge un attività di informazione e prevenzione nell ambito del graffitismo vandalico; presta inoltre un supporto legale

Dettagli

Perché festeggiamo gli alberi?

Perché festeggiamo gli alberi? Perché festeggiamo gli alberi? La Festa dell Albero di Legambiente compie 18 anni! Anche quest anno, il 21 novembre, vogliamo celebrare l importanza del verde urbano, degli alberi per la vita dell uomo

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Capitolo 1 Il concetto di energia e di fonte energetica

Capitolo 1 Il concetto di energia e di fonte energetica Sommario Parte I Cosa è l energia e quali sono le sue fonti 7 Capitolo 1 - Il concetto di energia e di fonte energetica 9 Capitolo 2 - Panorama mondiale delle fonti energetiche 13 Capitolo 3 - Energia

Dettagli

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe.

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe. Laboratorio consigliato per la scuola primaria (II ciclo) Il grande mosaico dei diritti Hai diritto ad avere un istruzione/educazione. Art. 28 della CRC Hai diritto a essere protetto/a in caso di guerra

Dettagli

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Foto Settimio Benedusi 2 a edizione giovedì 20 novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Iniziativa nazionale di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e raccolta di farmaci da banco

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Fermiamo la STRAGE SILENZIOSA

Fermiamo la STRAGE SILENZIOSA Fermiamo la STRAGE SILENZIOSA 2 miliardi e 400 milioni di persone (il 40% della POPOLAZIONE Ogni anno la malaria colpisce da 300 a 500 milioni di persone ed è endemica in oltre 100 paesi. OGNI ANNO MUOIONO

Dettagli

DYNASHIP YACHT DESIGN

DYNASHIP YACHT DESIGN DYNASHIP YACHT DESIGN La Dynaship Yacht Design nasce nel 1990 dalla volontà dell Arch. Franco Gnessi che, avendo maturato una corposa esperienza nella progettazione e nella realizzazione di imbarcazioni

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Ionian Sea Service S.r.l. Mob. No: +39 347.5691629 Email: info@ioniansea.it http://www.ioniansea.it

Ionian Sea Service S.r.l. Mob. No: +39 347.5691629 Email: info@ioniansea.it http://www.ioniansea.it Ionian Sea Service S.r.l. Mob. No: +39 347.5691629 Email: info@ioniansea.it http://www.ioniansea.it Chi siamo La Ionian Sea Service S.r.l. È una azienda che nasce a fine 2011 dopo anni di esperienza nel

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

IL POLO DELLA DISCORDIA

IL POLO DELLA DISCORDIA IL POLO DELLA DISCORDIA Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 Cliente. Buongiorno. Sono venuto a ritirare i biglietti per il «Viaggio Avventura» al Polo Nord. Agente di viaggio. (Silenzio imbarazzato.)

Dettagli

Le frasi sono state mescolate

Le frasi sono state mescolate Roma o Venezia? 1 Questo percorso ti aiuterà a capire che cosa sia e come si costruisca un testo argomentativo Nella prossima pagina troverai un testo in cui ad ogni frase corrisponde un diverso colore.

Dettagli

Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno. L ultima farfalla RENZO ZERBATO. L ultima farfalla. Con la collaborazione del prof.

Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno. L ultima farfalla RENZO ZERBATO. L ultima farfalla. Con la collaborazione del prof. Dopo il successo di Ierilaltro Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno Renzo Zerbato Torna con L ultima farfalla RENZO ZERBATO L ultima farfalla Con la collaborazione del prof. Giuseppe Corrà

Dettagli

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO CAR POOLING SCOLASTICO ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO 2 3 Sommario Premessa... 4 Obiettivi... 4 Il progetto... 4 Attività di progetto... 4 I risultati... 5 Risultati complessivi... 5 Scuola primaria

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE BARCHE SOCIALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE BARCHE SOCIALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE BARCHE SOCIALI Articolo 1 La sezione della L.N.I. di Otranto dispone di diversi mezzi nautici elencati e registrati in apposito registro (art. 6 del Regolamento Gruppo Sportivo

Dettagli

LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE

LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Provinciale di Verona PROGETTO LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE un progetto patrocinato dalla Il sogno... Sogno in maniera intensa di realizzare il più grande centro

Dettagli

Introduzione per il genitore o l educatore

Introduzione per il genitore o l educatore Introduzione per il genitore o l educatore Due approcci per gustare questa storia scritta con levità, realismo e poesia: introdurre i genitori e gli educatori a intravedere e rispettare il mondo interno

Dettagli

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Teatro D'Oltre Confine P.zza Giovanni XXIII, 1 20090 Corsico tel e fax 024400454 dolreconfine@libero.it www.teatrodoltreconfine.it "CUORE D'ALBERO" 3-10 anni ESIGENZE

Dettagli

Stile ed identità dell animatore. Giacomo Prati

Stile ed identità dell animatore. Giacomo Prati + Stile ed identità dell animatore Giacomo Prati + Cosa vedremo, sentiremo e faremo STILE E IDENTITA DELL ANIMATORE - Identikit dell animatore Che cosa vuol dire animare? Il libretto di istruzioni dell

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO L AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO, REQUISITI, REGIME TRANSITORIO DOPO LA LEGGE 220/2012, LA PROROGATIO, L AMMINISTRATORE IN FORMA SOCIETARIA. Rosolen Monia ANNO 2013

Dettagli

A CHI HA VISTO IL PEGGIO DEGLI ADULTI OCCORRE DONARE IL MEGLIO. www.sositalia.it

A CHI HA VISTO IL PEGGIO DEGLI ADULTI OCCORRE DONARE IL MEGLIO. www.sositalia.it A CHI HA VISTO IL PEGGIO DEGLI ADULTI OCCORRE DONARE IL MEGLIO www.sositalia.it DIVENTA UN AMICO SOS. MOSTRA A QUESTI BAMBINI IL LATO MIGLIORE DEGLI ADULTI. In Italia circa 32.300 bambini sono allontanati

Dettagli

LIONS CLUB GENOVA INTERNATIONAL Governatore Pier Angelo Moretto Anno Sociale 2014-2015

LIONS CLUB GENOVA INTERNATIONAL Governatore Pier Angelo Moretto Anno Sociale 2014-2015 LIONS CLUB GENOVA INTERNATIONAL Governatore Pier Angelo Moretto Anno Sociale 2014-2015 Progetto Help, Emergenza Lavoro, Ludopatia, usura In collaborazione con Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria

Dettagli

: basta chiedere alle banche quanti

: basta chiedere alle banche quanti .d. Mettete in ordine le frasi disordinate presenti all interno del testo. L italiano si fa a scuola Negli ultimi trent anni, l Italia è divenuto un paese di immigrazione. Nell ultimo decennio, poi, essa

Dettagli

SCRIVI IL TUO MESSAGGIO SU UNA VELA

SCRIVI IL TUO MESSAGGIO SU UNA VELA SCRIVI IL TUO MESSAGGIO SU UNA VELA Due capitani mandano la nave contro gli scogli Donna, fuoco e mare fanno l'uom pericolare Una volta bagnato con l'acqua salata, non ti asciughi piu' Del mar le pecorelle

Dettagli

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda 21 Scuola Un percorso didattico su Agenda 21 e idee per la progettazione partecipata A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda

Dettagli

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma LA COPPIA NON PUO FARE A MENO DI RICONOSCERE E ACCETTARE CHE L ALTRO E UN TU E COME TALE RAPPRESENTA NON UN OGGETTO DA MANIPOLARE

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014 Mani Unite Onlus Nel 2014 le attività svolte in Mozambico, oltre ad essere state realizzate come negli anni precedenti nell ambito degli obiettivi istituzionali (sostegno scolastico e nutrizionale), si

Dettagli

Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film:

Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film: Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film: La prima richiesta fatta ai bambini è stata di indicare quali film conoscevano che raccontassero storie ambientate

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

I FATTI Ad ottobre, Legambiente, che viene a conoscenza di quest intenzione, lancia l allarme pubblicamente.

I FATTI Ad ottobre, Legambiente, che viene a conoscenza di quest intenzione, lancia l allarme pubblicamente. Padova, 8 marzo 2012 Sommario > GLI ANTEFATTI > I FATTI > GLI ATTI (amministrativi) > I MISFATTI > I DATI Emissioni inquinanti Costi Economici > UNA VICENDA OPACA > CONCLUSIONI Allegato 1 RAFFRONTO EMISSIONI

Dettagli

Internet può aprire nuove strade di

Internet può aprire nuove strade di LA PARTECIPAZIONE VA ON LINE Internet può moltiplicare le possibilità di coinvolgersi nelle cause e di prendere iniziative, ma va usato con intelligenza di Paola Springhetti Internet può aprire nuove strade

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 Tempo per la preparazione: 1 minuto Durata dell intervento tra di due candidati: minimo 4 minuti - massimo 5 minuti CANDIDATO/A A VACANZE IN EUROPA Ha deciso di visitare

Dettagli

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO L esercizio richiesto consiste nella scelta di un albero e il suo monitoraggio/racconto al fine di sviluppare l osservazione attenta come mezzo per la conoscenza del materiale vegetale. L esercitazione

Dettagli

Il volontariato aziendale

Il volontariato aziendale Il volontariato aziendale LEGAMBIENTE Legambiente è l associazione ambientalista più diffusa in Italia con oltre 115.000 tra soci e sostenitori 1.000 gruppi locali 30.000 classi per l ambiente oltre 60

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

Cooperazione e innovazione

Cooperazione e innovazione Tecnopolo Reggio Emilia - 16 novembre 2015 Cooperazione e innovazione Roberto Grassi - Manta Communications - Hopenly La bonaccia è lo stato di stallo che inchioda la navicella corsara, leggera, veloce,

Dettagli

Il sistema monetario internazionale, 1870 1973

Il sistema monetario internazionale, 1870 1973 Il sistema monetario internazionale, 1870 1973 Obiettivi delle politiche macroeconomiche Gold standard Gli anni tra le due guerre Il sistema di Bretton Woods Il crollo del sistema di Bretton Woods Effetti

Dettagli

APRILIA UNA CITTÀ DOVE SALUTE È SICUREZZA Edizione 2016 ZERO RISCHI NELL ETÀ DELL INFANZIA

APRILIA UNA CITTÀ DOVE SALUTE È SICUREZZA Edizione 2016 ZERO RISCHI NELL ETÀ DELL INFANZIA APRILIA UNA CITTÀ DOVE SALUTE È SICUREZZA Edizione 2016 ZERO RISCHI NELL ETÀ DELL INFANZIA La collaborazione dell e della Croce Rossa Italiana, Comitato locale di Aprilia, rappresenta un opportunità per

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

ANGE DE LA MER Introduzione grazie al sostegno finanziario e alla pazienza del Comitato Vinovo for Africa

ANGE DE LA MER Introduzione grazie al sostegno finanziario e alla pazienza del Comitato Vinovo for Africa ANGE DE LA MER Introduzione Finalmente dopo un anno e mezzo di attesa, possiamo dire di essere riusciti a portare a termine il progetto Ange de la mer sui giovani che annegano sulle spiagge di Grand Bassam.

Dettagli

Fondazione Exodus Onlus - 2010

Fondazione Exodus Onlus - 2010 Fondazione Exodus Onlus A 25 anni di distanza credo ancora nella necessità di creare occasioni perché le nostre città siano luogo di incontro per tutti Don Antonio Mazzi di don Antonio Mazzi La Storia

Dettagli

Cos e EDV Global Foundation?

Cos e EDV Global Foundation? Cos e EDV Global Foundation? EDV Global Foundation si propone di diventare un organizzazione leader a livello mondiale in tema di violenza domestica, contribuendo a combattere per la sua eliminazione.

Dettagli

PROGETTO VELA SCUOLA PERMANENTE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

PROGETTO VELA SCUOLA PERMANENTE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PROGETTO VELA SCUOLA PERMANENTE - Con il DPR 10 ottobre 1996 n. 567 l istituzione scolastica si apre alle richieste di tipo educativo e culturale che provengono dal territorio: enti, associazioni ecc..

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Progetto Pasqua in Siria

Progetto Pasqua in Siria Progetto Pasqua in Siria L idea Il progetto Pasqua in Siria nasce da un idea di Lorenzo Locati, professore di educazione fisica presso il Liceo Artistico di Monza che, rimasto umanamente colpito dal conflitto

Dettagli

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc.

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013 La presente relazione, predisposta ai sensi dell art. 8 dello Statuto ha lo scopo di informare gli aderenti delle attività poste in essere dall

Dettagli

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata Accogliente, aperta: magari un po a volte mi chiudo ma solo se sono stata distratta a cedere alla routine del quotidiano, non pecco di presunzione solo mi piace avere la disponibilità ad aprire la mia

Dettagli

Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di

Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di Roma - Italia - Mensile Testimoni Persone e comunità Suor

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

Ogni anno, l 8 Marzo si celebra la "Festa della donna". Ma perché è stata istituita? E perché proprio l 8 Marzo? Questa data ricorda una terribile

Ogni anno, l 8 Marzo si celebra la Festa della donna. Ma perché è stata istituita? E perché proprio l 8 Marzo? Questa data ricorda una terribile Ogni anno, l 8 Marzo si celebra la "Festa della donna". Ma perché è stata istituita? E perché proprio l 8 Marzo? Questa data ricorda una terribile tragedia, avvenuta l 8 Marzo 1908, a New York, negli Stati

Dettagli

Una Primavera per il Mozambico

Una Primavera per il Mozambico L Associazione ImmaginArte per la Comunità di Sant Egidio promuove Una Primavera per il Mozambico II Rassegna Concertistica dei Conservatori Italiani PROGETTO CULTURALE PER IL COMPLETAMENTO DELLA SALA

Dettagli