di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa www.intesasanpaoloimprese.com"

Transcript

1 LE MODALITÀ DI CONSERVAZIONE DELLE FATTURE di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa

2 Sommario Introduzione...3 Generazione ed invio delle fatture...4 Conservazione delle fatture...5 Glossario...8 Pagina 2 di 8

3 Introduzione L obbligo di emissione della fattura è disciplinato dall art. 21 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 secondo il quale il documento contabile può essere emesso in forma cartacea ovvero in forma elettronica. In ogni caso, la fattura dev essere datata e numerata in ordine progressivo per anno solare e deve contenere determinati requisiti 1 per essere considerata valida. Tutti i soggetti passivi Iva hanno l obbligo di emettere fattura per le operazioni imponibili effettuate, siano esse cessioni di beni ovvero prestazioni di servizi. L obbligo di fatturazione è subordinato ad esigenze di natura pragmatica quali: consentire la registrazione delle operazioni poste in essere; consentire l esercizio dell attività di controllo da parte dei pubblici uffici. L obbligo di fatturazione è, inoltre, funzionale alla creazione del titolo che legittima il cedente o prestatore ad esercitare la rivalsa e l acquirente o committente ad operare la detrazione dell imposta addebitata in fattura. L obbligo di conservazione dei documenti contabili, subordinato all esigenza di consentire l attività di accertamento da parte dei pubblici uffici, è disposto dalla norma contenuta nell art c.c. (rubricato «Conservazione delle scritture contabili») secondo il quale «le scritture devono essere conservate per dieci anni dalla data dell ultima registrazione. Per lo stesso periodo devono conservarsi le fatture». Dalla fraseologia legislativa dell articolo citato si evince l obbligo per i soggetti passivi Iva di conservazione delle fatture (emesse e ricevute) per 10 anni. 1 I requisiti che deve contenere la fattura sono: a) ditta, denominazione o ragione sociale, residenza o domicilio dei soggetti fra cui è effettuata l operazione, del rappresentante fiscale nonché ubicazione della stabile organizzazione per i soggetti non residenti e, relativamente al cedente o prestatore, numero di partita IVA. Se non si tratta di imprese, società o enti devono essere indicati, in luogo della ditta, denominazione o ragione sociale, il nome e il cognome; b) natura, qualità e quantità dei beni e dei servizi formanti oggetto dell operazione; c) corrispettivi ed altri dati necessari per la determinazione della base imponibile, compreso il valore normale dei beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono di cui all art. 15, n. 2; D.P.R. n. 633/1972; d) valore normale degli altri beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono; e) aliquota, ammontare dell imposta e dell'imponibile con arrotondamento al centesimo di euro; f) numero di partita IVA del cessionario del bene o del committente del servizio qualora sia debitore dell'imposta in luogo del cedente o del prestatore, con l indicazione della relativa norma; g) data della prima immatricolazione o iscrizione in pubblici registri e numero dei chilometri percorsi, delle ore navigate o delle ore volate, se trattasi di cessione intracomunitaria di mezzi di trasporto nuovi, di cui all'art. 38, comma 4, del D.L. 30 agosto 1993, n. 331, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427; h) annotazione che la stessa è compilata dal cliente ovvero, per conto del cedente o prestatore, da un terzo. Pagina 3 di 8

4 GENERAZIONE ED INVIO DELLE FATTURE Le modalità con cui vengono generati i documenti contabili devono essere tali da garantire l integrità dei documenti stessi per il tempo richiesto dalla legge. Fatture cartacee Le fatture cartacee devono essere compilate in duplice esemplare (così come disposto dall art. 21, comma 4, D.P.R. n. 633/1972); una copia deve essere consegnata o spedita all acquirente e l altra conservata dal cedente o prestatore. La fattura cartacea può essere prodotta attraverso strumenti informatici. In tal senso dispone la circolare dell Agenzia delle entrate 19 ottobre 2006, n. 45/E nella quale si legge «anche la fattura in formato cartaceo può essere creata attraverso uno strumento informatico; tuttavia, a differenza della fattura elettronica, le parti dell operazione hanno l obbligo di materializzare il documento informatico su un supporto cartaceo, che costituisce, in questo caso, l originale della fattura. In tale evenienza, la materializzazione si rende necessaria in quanto il documento è carente dei requisiti (riferimento temporale e firma elettronica qualificata) che caratterizzano la fattura elettronica, garantendone la data certa e l immodificabilità del contenuto». In merito alle modalità di invio della fattura cartacea all acquirente, essa può essere inviata all acquirente tramite spedizione postale, agenzie di recapito, consegna diretta (a mano), ecc.. La fattura cartacea può essere inviata all acquirente anche tramite posta elettronica così come evidenziato dall Amministrazione finanziaria nella circolare n. 45/E del 2005 secondo la quale «è opportuno precisare che sia le fatture in formato cartaceo sia quelle in formato elettronico possono essere spedite/trasmesse tramite posta elettronica o altri mezzi elettronici». Fatture elettroniche L art. 21, D.P.R. n. 633/1972, ammette la possibilità di emettere la fattura elettronica in alternativa al documento cartaceo (Tavola 1). L emissione della fattura elettronica richiede la compilazione, trasmissione ed archiviazione del documento «dematerializzato» con l utilizzo di specifici supporti informatici che consentono di garantire l integrità e l autenticità dei documenti attraverso: apposizione di firma elettronica; apposizione di data e ora di trasmissione del documento; utilizzo di un meccanismo che non consenta l alterazione o modificabilità del documento stesso (tecnicamente il documento non deve contenere macroistruzioni né codici eseguibili che permettano la modifica del contenuto del file contenente la fattura). Il soggetto che riceve la fattura generata elettronicamente deve essere stato preventivamente informato e deve aver dato il proprio assenso a tale modalità di trasmissione; a tutela del soggetto emittente è opportuno che tale consenso venga dato per iscritto. In merito alle modalità di trasmissione delle fatture elettroniche, l Agenzia delle entrate, nella circolare n.45/e del 2005, ha precisato che «la trasmissione elettronica è la forma ordinaria di invio della fattura emessa in formato elettronico. In tal caso, l integrità, l immodificabilità, la provenienza e l autenticità del contenuto della fattura, trasmessa per via elettronica, sono garantite dall esistenza del riferimento temporale e della firma elettronica qualificata nonché dall assenza di macroistruzioni e codici eseguibili». Pagina 4 di 8

5 Tavola 1 CARATTERISTICHE DELLA FATTURA ELETTRONICA Immodificabilità delle fatture elettroniche garantita attraverso Apposizione sulla fattura di riferimenti temporali precisi (data e ora) e firma digitale Utilizzo di sistemi EDP che garantiscano autenticità ed integrità dei dati Le fatture elettroniche devono, quindi, essere inviate con la trasmissione elettronica (trasmissione attraverso sistemi EDP, posta elettronica, modem, ecc). A differenza delle fatture cartacee inviate attraverso i sistemi informatici, le fatture elettroniche non devono essere obbligatoriamente stampate su supporto cartaceo; tuttavia, la fattura elettronica deve essere resa immodificabile mediante la firma elettronica e deve contenere un preciso riferimento temporale (data e ora). CONSERVAZIONE DELLE FATTURE Una volta generata la fattura (cartacea o elettronica) ed inviata all acquirente attraverso le modalità sopra indicate occorre procedere alla conservazione del documento. Fatture cartacee Il metodo «tradizionale» attraverso il quale vengono conservate le fatture cartacee è l archiviazione in schedari del documento fisico da parte del soggetto emittente e del soggetto acquirente. Tuttavia, il legislatore ha previsto la possibilità di conservare le fatture cartacee su «supporti di immagini» seguendo precise modalità di archiviazione. L art. 7-bis, comma 4, D.L. 10 giugno 1994, n. 357 (convertito con modificazione dalla legge 8 agosto 1994, n. 489) ha aggiunto all art c.c. il terzo comma secondo il quale «le scritture e i documenti di cui al presente articolo [N.d.r. scritture contabili tra le quali rientrano le fatture] possono essere conservati sotto forma di registrazioni su supporti di immagini, sempre che le registrazioni corrispondano ai documenti e possano in ogni momento essere rese leggibili con mezzi messi a disposizione dal soggetto che utilizza detti supporti». Il D.M. 23 gennaio 2004 («Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto») definisce la modalità per la conservazione dei documenti informatici rilevanti ai fini fiscali. A tal proposito, l art. 4 del decreto ministeriale in parola è dedicato al processo di conservazione digitale di documenti e scritture analogici (tra i quali si annovera la fattura cartacea). I documenti analogici (su carta) devono essere archiviati e raccolti in fascicoli; successivamente si procede alla trasformazione in immagini da memorizzare sui supporti ottici. Tale memorizzazione può essere fatta in modo totale, ossia come se si facesse una fotografia del documento, oppure mediante un «impronta», che consiste in un riassunto del documento effettuato dall elaboratore, che non consenta la manipolazione successiva. Pagina 5 di 8

6 Il documento digitale deve essere leggibile e, a richiesta delle Autorità, deve essere disponibile su supporto cartaceo ed informatico presso il luogo di conservazione delle scritture per consentire verifiche, ispezioni e controlli. Il documento conservato può essere esibito anche per via telematica. La leggibilità del supporto deve essere garantita nel tempo e deve consentire il rispetto dell ordine cronologico. All interno di un dato periodo d imposta la procedura deve essere eseguita senza soluzione di continuità. Il supporto deve, inoltre, permettere le funzioni di ricerca e di estrazione delle informazioni dagli archivi informatici in relazione al cognome, al nome, alla denominazione, al codice fiscale, alla partita Iva, alla data o associazioni logiche di questi ultimi. Il processo di conservazione digitale deve, inoltre, avvenire seguendo la procedura indicata nell art. 3 della deliberazione dell AIPA (Autorità per l informatica nella Pubblica Amministrazione) 19 febbraio 2004, n. 11. La disposizione contenuta nell articolo citato dispone che il processo di conservazione in commento deve avvenire mediante memorizzazione su supporti ottici e si conclude con l apposizione, sull insieme dei documenti, del riferimento temporale e della firma digitale da parte del responsabile della conservazione che attesta il corretto svolgimento del processo. Il processo di conservazione digitale si conclude con l ulteriore apposizione del riferimento temporale e della sottoscrizione elettronica da parte di un pubblico ufficiale. Tale previsione ha lo scopo di garantire l attestazione di conformità di quanto memorizzato al documento d origine. Come precisato dell Agenzia delle entrate nella circolare 6 dicembre 2006, n. 36/E, la distruzione del documento cartaceo può avvenire solo successivamente al completamento del processo di conservazione. Fatture elettroniche Le fatture elettroniche trasmesse in forma elettronica, devono essere archiviate obbligatoriamente in modo elettronico. Tale forma di archiviazione è obbligatoria anche per il soggetto che riceve le fatture così generate e pertanto tale soluzione trova difficile applicazione della pratica, considerato che tale sistema di archiviazione coinvolge tutti i destinatari di fatture della società (ovviamente quelli obbligati alla tenuta della contabilità). L Agenzia delle entrate nella circolare n. 36/E del 2006 è intervenuta sulle modalità di conservazione delle fatture disponibili su supporto informatico precisando che la conservazione deve essere effettuata a norma del sopra citato art. 3, comma 2, del decreto 23 gennaio 2004; esso prevede per la conservazione elettronica delle fatture una cadenza almeno quindicinale. La prassi dell Agenzia delle entrate (circolare n. 36/E del 2006) ha precisato che il termine non esclude che la conservazione elettronica delle fatture possa, a discrezione del contribuente, aver luogo anche ad intervalli più ravvicinati. In secondo luogo, l Agenzia delle entrate ritiene che tale processo di conservazione debba effettuarsi entro i quindici giorni dal ricevimento (per il destinatario) ovvero dall emissione (per l emittente) delle fatture, fermi restando i termini per l assolvimento degli obblighi di registrazione previsti dagli artt. 23, 24 e 25 del D.P.R. n. 633/1972 (in senso conforme c.f.r. Agenzia delle entrate, circolare n. 45/E del 2005). Le fatture elettroniche trasmesse su carta (o tramite e mail), possono invece essere archiviate a scelta o in forma elettronica o in forma cartacea (art. 39, comma 3, D.P.R. n. 633/1972). In questa ipotesi il soggetto che riceve le fatture può a sua scelta procedere con l archiviazione tradizionale o quella elettronica. Pagina 6 di 8

7 Archiviazione elettronica Il soggetto passivo che intenda procedere con l archiviazione elettronica deve assicurare, in caso di richiesta da parte dell Amministrazione finanziaria, l accesso all archivio e deve mostrare i requisiti di autenticità, attestati dagli appositi certificati prodotti in sede di invio della fattura, nonché mostrare l integrità delle fatture emesse in formato elettronico che devono poter essere stampabili e trasferibili su altro supporto informatico. Resta inteso che malgrado l indubbia comodità della fattura elettronica viene richiesto all interessato una serie di adeguamenti al proprio sistema informatico e l inevitabile ricorso a consulenti specializzati per porsi in grado di rispettare i requisiti tecnici richiesti. Le modalità di conservazione della fattura elettronica sono stabilite dal terzo comma del D.L. 23 gennaio Tali modalità sono analoghe a quelle descritte per la conservazione informatica delle fatture cartacee a differenza dell obbligo di apposizione del riferimento temporale e della sottoscrizione elettronica da parte di pubblico ufficiale. L Agenzia delle entrate nella circolare n. 45/E del 2005, a commento della metodologia di conservazione delle fatture elettroniche, ha precisato che la conservazione delle stesse consiste nella trasposizione dei documenti informatici su supporti ottici o su qualsiasi supporto idoneo a garantirne la conservazione nel tempo. Le scritture obbligatorie tenute in formato elettronico devono essere conservate per il medesimo periodo prescritto dalle disposizioni contenute nel Codice Civile (10 anni, c.f.r. art c.c.). Pagina 7 di 8

8 GLOSSARIO Firma elettronica La firma elettronica, detta anche firma digitale o firma elettronica qualificata, è un mezzo attraverso cui autenticare dei documenti digitali, alla stregua di quanto avviene con la firma autografa apposta su documenti cartacei. Essa costituisce il risultato di un processo di calcolo che porta ad ottenere il documento firmato a partire dal documento (senza firma digitale) e da alcune informazioni strettamente associate alla persona che deve apporre la firma elettronica sul documento in questione. Sistemi EDP Il termine EDP sta per Electronic Data Processing, e identifica i sistemi informatici che vengono adottati dalle aziende per la gestione dei sistemi informativi. Si può pensare ad un sistema EDP come all insieme delle applicazioni informatiche utilizzate dall impresa nello svolgimento delle attività e per il raggiungimento degli obiettivi aziendali, unito ad un insieme di dati memorizzati su supporti elettronici.. Semplifica la gestione delle tue fatture con Easy Fattura Documento reperibile, assieme ad altre monografie, nella sezione Dossier del sito Documento pubblicato su licenza di WKI - Ipsoa Editore Fonte: PMI Il mensile della piccola e media impresa, Ipsoa Editore Copyright: WKI - Ipsoa Editore Pagina 8 di 8

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica.

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. di Leda Rita Corrado (*) Riferimenti: Direttiva 2010/45/UE del Consiglio del 13 luglio 2010, recante modifica della direttiva 2006/112/CE relativa

Dettagli

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it Informativa

Dettagli

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Con la legge di stabilità per il 2013 (legge n. 228 del 24.12.2012) il legislatore ha recepito il contenuto della direttiva n. 2006/112/UE in materia di

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA E LA SMATERIALIZZAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI: PROFILI PROBLEMATICI (avv. Antonino Attanasio)

LA FATTURA ELETTRONICA E LA SMATERIALIZZAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI: PROFILI PROBLEMATICI (avv. Antonino Attanasio) GRUPPO DI INIZIATIVA FORENSE Verona 7 maggio 2004 DOCUMENTO INFORMATICO Problematiche di formazione e probatorie LA FATTURA ELETTRONICA E LA SMATERIALIZZAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI: PROFILI PROBLEMATICI

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA LA FATTURAZIONE ELETTRONICA CONVEGNO DEL 18 LUGLIO 2014 Via Litteri, 88, 95021 Aci Castello Catania President Park Hotel Dott. Enrico Patti COMMERCIALISTA IN CATANIA CENNI SU LA FATTURAZIONE La normativa

Dettagli

semp mp ilf i i f cat ca a

semp mp ilf i i f cat ca a È il documento fondamentale per la certificazione delle operazioni commerciali e generalmente deve essere emessa dal soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione di servizio. Ha lo scopo

Dettagli

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE Ravenna, 3 Gennaio 2013 Circolare n. 1/13 OGGETTO: NOVITA IVA DAL 1 GENNAIO 2013 Nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29/12/2012 è stata pubblicata la Finanziaria 2013 (Legge n. 228 del 24/12/2012), c.d.

Dettagli

di Antonio Mastroberti

di Antonio Mastroberti GUIDA ALLA FATTURA ELETTRONICA di Antonio Mastroberti Amministrazione e finanza >> Fisco Le modalità di fatturazione previste in materia di IVA risentono in misura tangibile delle evoluzioni della tecnica

Dettagli

IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione e di operazioni intracomunitarie

IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione e di operazioni intracomunitarie ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 42 31 DICEMBRE 2012 IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione

Dettagli

IVA MODIFICA DEI TERMINI DI FATTURAZIONE

IVA MODIFICA DEI TERMINI DI FATTURAZIONE OGGETTO: Circolare 3.2013 Seregno, 8 gennaio 2013 IVA MODIFICA DEI TERMINI DI FATTURAZIONE Alle operazioni (cessioni di beni e/o prestazione di servizi) effettuate a partire dal primo gennaio 2013 risulteranno

Dettagli

Il Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica Il Presidente della Repubblica Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Vista la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 2006, relativa al sistema comune d imposta sul valore aggiunto;

Dettagli

A seguito della modifica dell art. 21 c.2 del DPR 633/1972, dal 1 gennaio 2013 sarà obbligatorio indicare sempre in fattura:

A seguito della modifica dell art. 21 c.2 del DPR 633/1972, dal 1 gennaio 2013 sarà obbligatorio indicare sempre in fattura: Trento, 08/01/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: fatturazione, novità dal 1 gennaio 2013 - AGGIORNATO Gentile Cliente, dal 1 gennaio 2013 ci saranno importanti novità sul fronte della fatturazione,

Dettagli

il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio

il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio La legge di stabilità emanata lo scorso dicembre, ha recepito la normativa UE in materia di armonizzazione in materia di IVA a livello comunitario. Tra le varie innovazioni, è stato riscritto l art. 21

Dettagli

La conservazione sostitutiva dei documenti

La conservazione sostitutiva dei documenti Conservazione dei documenti 1/3 La conservazione sostitutiva dei documenti Corso di Informatica giuridica a.a. 2005-2006 I documenti degli archivi, le scritture contabili, la corrispondenza e gli atti,

Dettagli

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 Milano, 2 gennaio 2013 NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 EMISSIONE FATTURE La legge di stabilità ha modificato

Dettagli

La fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica La fatturazione elettronica Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52 Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Brescia Cagliari Firenze Lecco Milano Padova Roma Torino http://www.lslex.com Circolare Monotematica Novità fatturazione 2013 Data: 11 gennaio 2013 Indice

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/5 OGGETTO CONSERVAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE (DOCUMENTI INFORMATICI) CLASSIFICAZIONE DT IVA FATTURAZIONE ELETTRONICA 20.020.021 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 1 CO. 209-214 L. 24.12.2007 N. 244 (LEGGE

Dettagli

programma di informatica e sistemi informativi

programma di informatica e sistemi informativi programma di informatica e sistemi informativi Catania, 18 giugno 2008 1 Programma per gli esami di abilitazione nozioni di base di informatica: bit, Byte, Ram, Rom, linguaggi di programmazione, funzionamento

Dettagli

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire Fattura elettronica Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire di Francesco Scopacasa Codice civile Normativa tributaria Validità fiscale La possibilità di conservare su

Dettagli

OPENKEY S.r.l. - Via Luigi Dari, 14-63100, Ascoli Piceno (AP) - http://www.openkey.it - info@openkey.it 158/E RISOLUZIONE N.

OPENKEY S.r.l. - Via Luigi Dari, 14-63100, Ascoli Piceno (AP) - http://www.openkey.it - info@openkey.it 158/E RISOLUZIONE N. RISOLUZIONE N. 158/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 15 giugno 2009 OGGETTO: Consulenza giuridica Associazione e Ordini Professionali D.M. 23 gennaio 2004 e fatturazione elettronica risposta

Dettagli

La fattura elettronica e la pubblica amministrazione. 27 maggio 2014

La fattura elettronica e la pubblica amministrazione. 27 maggio 2014 La fattura elettronica e la pubblica amministrazione 27 maggio 2014 Riferimenti normativi e di prassi Art.21 DPR 633/72 (Testo iva) Per fattura elettronica si intende la fattura che è stata emessa e ricevuta

Dettagli

La Fattura Elettronica

La Fattura Elettronica La Fattura Elettronica 16 gennaio 2009 Gabriele Saraceno Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Toscana Ufficio Controlli Fiscali Normativa e prassi di riferimento D.Lgs. 20 febbraio 2004 n. 52 D.P.R.

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA

ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA ROMA, 14 OTTOBRE 2005 ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA Prof. Avv. Benedetto Santacroce IL PUNTO NORMATIVO FATTURAZIONE ELETTRONICA Direttiva 2001/115/CE Stabilisce

Dettagli

Di seguito in sintesi le novità introdotte in materia di fatturazione e relativi adempimenti:

Di seguito in sintesi le novità introdotte in materia di fatturazione e relativi adempimenti: Consulenza aziendale consulenza settore turismo elaborazione dati contabili formazione del personale Roma, 12 Gennaio 2013 CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 /2013 OGGETTO: LEGGE DI STABILITÀ 2013 NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

Ballarè Sponghini e Associati

Ballarè Sponghini e Associati Ballarè Sponghini e Associati STUDIO COMMERCIALISTI E CONSULENTI TRIBUTARI Dott. Andrea Ballarè Dott. Fabio Sponghini Dott.ssa Claudia Balestra Rag. Enzo Manfredi Dott.ssa Emanuela Tarulli Dott. Marco

Dettagli

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Milano, 4 giugno 2004 Avv. Luigi Neirotti Studio Legale Tributario - EYLaw 1 Normativa

Dettagli

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA PREMESSA La Legge di stabilità 2013 (L. 228 del 24/12/2012, pubblicata in G. U. il 29/12/2012) ha modificato la disciplina IVA introducendo nuove regole in merito al contenuto della nuova fattura, alla

Dettagli

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA Art. 1, commi 324-335, Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (recepimento direttiva 2010/45/Ue del 13 luglio 2010) a cura di Franco Ricca 1 Nazionalità della fattura

Dettagli

L ABC DELLA FATTURA ELETTRONICA

L ABC DELLA FATTURA ELETTRONICA L ABC DELLA FATTURA ELETTRONICA Nonostante il notevole sviluppo tecnologico in campo amministrativo, che offre modalità sempre più innovative nell'emissione, gestione e conservazione dei documenti, ancora

Dettagli

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012 n. 228 (legge di stabilità 2013) introduce numerose novità in materia

Dettagli

CIRCOLARE N.45/E. Roma, 19 ottobre 2005

CIRCOLARE N.45/E. Roma, 19 ottobre 2005 CIRCOLARE N.45/E Roma, 19 ottobre 2005 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Decreto legislativo 20 febbraio 2004, n. 52 - attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica ed armonizza

Dettagli

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione Circolare n. 1 del 4 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione INDICE 1 Premessa... 2 2 Nuovi obblighi di fatturazione... 2 2.1 Operazioni nei confronti di soggetti passivi

Dettagli

A tutti i Sigg.ri Clienti loro sede LE NOVITA 2013 SULLE REGOLE DI FATTURAZIONE

A tutti i Sigg.ri Clienti loro sede LE NOVITA 2013 SULLE REGOLE DI FATTURAZIONE A tutti i Sigg.ri Clienti loro sede Castelfranco Veneto, 7 gennaio 2013 Oggetto: circolare informativa. LE NOVITA 2013 SULLE REGOLE DI FATTURAZIONE Segnaliamo a tutti i Sigg.ri Clienti che, a decorrere

Dettagli

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali 1 Libri contabili tenuti in forma cartacea Libri contabili tenuti con sistemi meccanografici Libri contabili elettronici

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI. Ai signori Clienti Loro indirizzi LEGGE DI STABILITÀ 2013 - NOVITÀ IN MATERIA DI FATTURAZIONE

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI. Ai signori Clienti Loro indirizzi LEGGE DI STABILITÀ 2013 - NOVITÀ IN MATERIA DI FATTURAZIONE Fulvio Bonelli Lucia Bernardi Rosetta Agostino Rossana Cirigliano Anna Quai Torino, lì 9 gennaio 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi Circolare n. 1/2013 LEGGE DI STABILITÀ 2013 - NOVITÀ IN MATERIA DI

Dettagli

1 di 5 16/01/2015 17:53

1 di 5 16/01/2015 17:53 1 di 5 16/01/2015 17:53 Fattura elettronica e semplificata: le precisazioni dell'agenzia Pratica Fiscale e Professionale, 21 / 2013, p. 31 Chiarimenti della circolare 12/E Fattura elettronica e semplificata:

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli TENUTA E CONSERVAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI CON MODALITA INFORMATICHE Documento n. 27 del 24 ottobre 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85.440.1 (fax 06/85.440.223)

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Revisore Contabile AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare Studio N. 1 / 2013 del 10/01/2013 Oggetto: le novità inerenti l I.V.A. e la fatturazione a decorrere dal 01/01/2013 Numerose sono le novità in

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 01 del 08.01.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le nuove regole IVA dal 2013 Gentile Cliente, la presente per comunicarle che la Legge di stabilità 2013

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 28/10/2014 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Art. 1, commi da 209 a 214,

Dettagli

Dottore Commercialista Revisore Contabile

Dottore Commercialista Revisore Contabile LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLA LUCE DEL DECRETO ATTUATIVO a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 2013, n. 118

Dettagli

Roma, 24 giugno 2014. CIRCOLARE. 18/E OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione.

Roma, 24 giugno 2014. CIRCOLARE. 18/E OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione. Roma, 24 giugno 2014 CIRCOLARE. 18/E OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione. INDICE PARTE I PREMESSA... 2 1 LA FATTURA ELETTRONICA... 2 1.1 DEFINIZIONE... 2 1.2 REQUISITI DELLA FATTURA

Dettagli

Fatturazione IVA: chiarimenti dall Agenzia. Circolare n.18/e del 24 giugno 2014

Fatturazione IVA: chiarimenti dall Agenzia. Circolare n.18/e del 24 giugno 2014 Fiscal Flash La notizia in breve N. 119 25.06.2014 Fatturazione IVA: chiarimenti dall Agenzia Circolare n.18/e del 24 giugno 2014 Categoria: IVA Sottocategoria: Fattura L Agenzia delle Entrate, dopo aver

Dettagli

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17.

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17. Lissone, 8 gennaio 2013 Circolare n 1 / 2013 Ai signori clienti loro sedi Oggetto: Legge di stabilità 2013 Gentile Cliente, il Parlamento ha approvato il testo della Legge di Stabilità 2013 con la Legge

Dettagli

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 Ai Gentili Clienti Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 1 La L. 24.12.2012, n. 228 (legge di Stabilità 2013) ha introdotto novità in materia di fatturazione da applicare su tutte le operazioni

Dettagli

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono:

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono: Fattura elettronica: caratteristiche e vantaggi La legge per tutti.it Stefano Veltri Il recente decreto sviluppo ha modificato la disciplina sulla fattura elettronica, allo scopo di favorirne la diffusione.

Dettagli

La conservazione elettronica dei documenti nell attuale scenario normativo Norme, regole, esempi concreti. Relatore : Mautino Luisella

La conservazione elettronica dei documenti nell attuale scenario normativo Norme, regole, esempi concreti. Relatore : Mautino Luisella La conservazione elettronica dei documenti nell attuale scenario normativo Norme, regole, esempi concreti Relatore : Mautino Luisella INDICE Quadro normativo vigente Documenti da archiviare definizioni

Dettagli

ARCHIVIAZIONE E. Obblighi & Opportunità. 8 Gennaio 2010

ARCHIVIAZIONE E. Obblighi & Opportunità. 8 Gennaio 2010 ARCHIVIAZIONE E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Obblighi & Opportunità 8 Gennaio 2010 Conservazione di documenti dal 2000 al 2006 2 MEMORIZZAZIONE, ARCHIVIAZIONE, CONSERVAZIONE 3 COSA SERVE 4 DOCUMENTO INFORMATICO

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212.

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 14/E Roma, 21 gennaio 2008 OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Con l interpello

Dettagli

Dal documento digitale alla fattura elettronica: il Ruolo del Responsabile della conservazione negli Studi Professionali

Dal documento digitale alla fattura elettronica: il Ruolo del Responsabile della conservazione negli Studi Professionali Dal documento digitale alla fattura elettronica: il Ruolo del Responsabile della conservazione negli Studi Professionali Sede dell Ordine Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Comune di Bergamo

Dettagli

La fattura elettronica per il dottore commercialista

La fattura elettronica per il dottore commercialista S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO SULLA FATTURA ELETTRONICA La fattura elettronica per il dottore commercialista DANIELE TUMIETTO 8 Marzo 2013 - Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013

CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013 S T U D I O B U R L O N E C R I S A D o t t o r i C o m m e r c i a l i s t i e R e v i s o r i c o n t a b i l i CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013 RITARDI NEI PAGAMENTI - TRANSAZIONI COMMERCIALI D.LGS. N.

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA E ARCHIVIAZIONE DEI DOCUMENTI

FATTURA ELETTRONICA E ARCHIVIAZIONE DEI DOCUMENTI FATTURA ELETTRONICA E ARCHIVIAZIONE DEI DOCUMENTI Sommario: 1. Premessa 2. Quadro normativo di riferimento 3. Alcune definizioni 4. Archiviazione su supporto informatico della documentazione contabile

Dettagli

IVA: Chiarimenti Circolare dell'agenzia delle Entrate del 3 maggio 2013, n. 12/E

IVA: Chiarimenti Circolare dell'agenzia delle Entrate del 3 maggio 2013, n. 12/E Prot. 94/2013 Milano, 23-05-2013 Circolare n. 50/2013 AREA: Circolari, Fiscale IVA: Chiarimenti Circolare dell'agenzia delle Entrate del 3 maggio 2013, n. 12/E L Agenzia delle Entrate fornisce i primi

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI Circolare informativa per la clientela Settembre Nr. 2 DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI In questa Circolare 1. Codice dell amministrazione digitale 2. Modifiche

Dettagli

2. Forma, contenuto, emissione, trasmissione, archiviazione e conservazione

2. Forma, contenuto, emissione, trasmissione, archiviazione e conservazione SOMMARIO Parte I La fattura elettronica 1. L emissione della fattura elettronica da parte del fornitore 1.1. Le disposizioni contenute nel decreto legislativo n. 52 del 20 aprile 2004... 5 1.2. Le disposizioni

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA ASL 2 LIGURIA Savona, 23 Settembre 2008 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA prof. avv. Benedetto Santacroce Santacroce-Procida-Fruscione 1 CM 45/E/2005 Delibera CNIPA 11/2004 MEMORIZZAZIONE ARCHIVIAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

NUOVE MODALITÀ DI ATTUAZIONE DEGLI OBBLIGHI FISCALI INERENTI AI DOCUMENTI INFORMATICI CON RILEVANZA TRIBUTARIA

NUOVE MODALITÀ DI ATTUAZIONE DEGLI OBBLIGHI FISCALI INERENTI AI DOCUMENTI INFORMATICI CON RILEVANZA TRIBUTARIA Segnalazioni Novità Prassi Interpretative NUOVE MODALITÀ DI ATTUAZIONE DEGLI OBBLIGHI FISCALI INERENTI AI DOCUMENTI INFORMATICI CON RILEVANZA TRIBUTARIA Il decreto del Ministro dell economia e delle finanze

Dettagli

Nuove regole di fatturazione

Nuove regole di fatturazione Ufficio Studi Nuove regole di fatturazione Dal 1 gennaio 2013 sono in vigore in Italia le nuove regole di fatturazione previste nella Direttiva 2010/45/UE del Consiglio UE del 13/7/2010, così come introdotte

Dettagli

La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche

La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche Articolo pubblicato sulla rivista tributaria L IVA n.5/2006 -Wolters Kluver Italia Srl La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche Dott.Giorgio Confente Agenzia delle Entrate

Dettagli

CIRCOLARE. 18/E INDICE

CIRCOLARE. 18/E INDICE CIRCOLARE. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 24 giugno 2014 OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione. INDICE PARTE I PREMESSA... 2 1 LA FATTURA ELETTRONICA... 2 1.1 DEFINIZIONE...

Dettagli

Digitalizzazione dei Documenti. Il software Archidigi.

Digitalizzazione dei Documenti. Il software Archidigi. www.opendotcom.it 1 Digitalizzazione dei Documenti. Il software Archidigi. Innovazione dei processi e quadro normativo di riferimento. Dott. Fabio Aimar Dott. Francesco Cappello 2 Premessa L aumento delle

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER LA FATTURAZIONE

LE NUOVE REGOLE PER LA FATTURAZIONE Periodico quindicinale FE n. 18 29 dicembre 2012 ABSTRACT LE NUOVE REGOLE PER LA FATTURAZIONE Con la Direttiva 2010/45/UE, la Commissione Europea ha inteso semplificare le procedure di fatturazione e conservazione

Dettagli

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi Informatore n 1 del 11 gennaio 2013 Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 PREMESSA Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012

Dettagli

La fattura elettronica e la gestione informatica dei documenti

La fattura elettronica e la gestione informatica dei documenti Logical System s.r.l. La fattura elettronica e la gestione informatica dei documenti Quadro normativo di riferimento Jesi, 08 novembre 2006 Logical System s.r.l. a cura di Avv. Fabio Trojani http://www.studiotrojani.it

Dettagli

Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica

Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica Padova 20 febbraio 2007 Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica Umberto Zanini Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Modena Tel.059/2929777/2929483 Fax 059/2926210

Dettagli

Fattura Elettronica e Conservazione: regole definite e prospettive future

Fattura Elettronica e Conservazione: regole definite e prospettive future Fattura Elettronica e Conservazione: regole definite e prospettive future A cura di Mario Carmelo Piancaldini (Coordinatore Forum italiano sulla fatturazione elettronica) Agenzia delle entrate - Direzione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 195/E. Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione del DM 23/01/2004, è stato esposto il seguente QUESITO

RISOLUZIONE N. 195/E. Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione del DM 23/01/2004, è stato esposto il seguente QUESITO RISOLUZIONE N. 195/E Roma, 30 luglio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 D.M. 23 gennaio 2004 conservazione sostitutiva

Dettagli

Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione dell'art. 21 del DPR n. 633 del 1972, è stato esposto il seguente QUESITO

Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione dell'art. 21 del DPR n. 633 del 1972, è stato esposto il seguente QUESITO AGENZIA DELLE ENTRATE Risoluzione del 23 giugno 2008, n. 260/E Oggetto: Istanza di interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Fatturazione elettronica modalità di conservazione delle

Dettagli

L esibizione dei documenti rilevanti ai fini tributari in caso di accessi, ispezioni e verifiche

L esibizione dei documenti rilevanti ai fini tributari in caso di accessi, ispezioni e verifiche L esibizione dei documenti rilevanti ai fini tributari in caso di accessi, ispezioni e verifiche Dott. Antonio Nuzzolo Funzionario Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Ufficio Adempimenti e procedure

Dettagli

CIRCOLARE - AGENZIA ENTRATE - 6 dicembre 2006, n. 36/E

CIRCOLARE - AGENZIA ENTRATE - 6 dicembre 2006, n. 36/E CIRCOLARE - AGENZIA ENTRATE - 6 dicembre 2006, n. 36/E OGGETTO: Decreto ministeriale 23 gennaio 2004 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici e alla loro riproduzione

Dettagli

Roma, 23 giugno 2008. Quesito

Roma, 23 giugno 2008. Quesito RISOLUZIONE N. 260/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 giugno 2008 OGGETTO: Istanza di interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Fatturazione elettronica modalità

Dettagli

digitale della documentazione

digitale della documentazione I controlli fiscali alle aziendeche adottanola conservazione digitale della documentazione Verifica della corrispondenza fra l impronta dell archivio inviata all Agenzia delle Entrate e quella riscontrata

Dettagli

La fattura come documento informatico. La fatturazione elettronica in campo civilistico e fiscale. La fatturazione elettronica verso la P.A.

La fattura come documento informatico. La fatturazione elettronica in campo civilistico e fiscale. La fatturazione elettronica verso la P.A. LA FATTURAZIONE Sistema Itinerario ELETTRONICA La fattura come documento informatico La fatturazione elettronica in campo civilistico e fiscale 1 La fatturazione elettronica verso la P.A. Sigla pag. 1

Dettagli

Archiviazione ottica per i documenti contabili

Archiviazione ottica per i documenti contabili Pagina 1 di 5 Pubblicato su FiscoOggi (http://www.fiscooggi.it) Archiviazione ottica per i documenti contabili La firma elettronica va comunicata alle Agenzie fiscali per via telematica entro il 30 novembre

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 1. COMPILARE IL FORM IN OGNI CAMPO 2. INDICARE LUOGO E DATA DELL INVIO DELLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE 3. SOTTOSCRIVERE PER ACCETTAZIONE (A CURA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE)

Dettagli

La conservazione della fattura elettronica e della pec

La conservazione della fattura elettronica e della pec Confindustria Firenze 17 luglio 2014 La conservazione della fattura elettronica e della pec Relatore Avv. Chiara Fantini Of Counsel Studio Legale Frediani - Partner DI & P Srl Indice Quadro normativo in

Dettagli

Dematerializzazione, Gestione e Conservazione sostitutiva dei documenti

Dematerializzazione, Gestione e Conservazione sostitutiva dei documenti In vista dell'imminente entrata in vigore della fattura elettronica obbligatoria nei confronti della Pubblica Amministrazione e del conseguente obbligo di adottare per tali documenti la conservazione sostitutiva,

Dettagli

La conservazione digitale nello studio professionale

La conservazione digitale nello studio professionale La conservazione digitale nello studio professionale 20.10.2015 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE Codice Civile: artt. da 2214 a 2220

Dettagli

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Focus di pratica professionale di Luca Signorini La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Introduzione Da tempo l informatica costituisce parte

Dettagli

RISOLUZIONE N. 81/E. Direzione Centrale Normativa Roma, 25 settembre 2015

RISOLUZIONE N. 81/E. Direzione Centrale Normativa Roma, 25 settembre 2015 RISOLUZIONE N. 81/E Direzione Centrale Normativa Roma, 25 settembre 2015 OGGETTO: Interpello - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Comunicazione del luogo di conservazione in modalità elettronica dei

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione FATTURA ELETTRONICA non solo verso la pubblica amministrazione Fattura Emissione documento IVA cartaceo prestampato personalizzato da tipografia Registrazione documento IVA registri IVA manuali registri

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA MODULO III

FATTURAZIONE ELETTRONICA E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA MODULO III prof. avv. Benedetto Santacroce FATTURAZIONE ELETTRONICA E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA MODULO III 1 FATTURAZIONE ELETTRONICA 2 L. 244/2007 (L.F. 2008) - art. 1, co. 209-214 FATTURAZIONE ELETTRONICA FACOLTÀ

Dettagli

Appare evidente come l innovazione tecnologica

Appare evidente come l innovazione tecnologica ICT E DIRITTO Rubrica a cura di Antonio Piva, David D Agostini Scopo di questa rubrica è di illustrare al lettore, in brevi articoli, le tematiche giuridiche più significative del settore ICT: dalla tutela

Dettagli

RISOLUZIONE N. 220/E. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.M. 23 gennaio 2004, è stato esposto il seguente

RISOLUZIONE N. 220/E. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.M. 23 gennaio 2004, è stato esposto il seguente RISOLUZIONE N. 220/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 13 agosto 2009 OGGETTO: Istanza di interpello - Art. 11 della legge n. 212 del 2000 - Conservazione sostitutiva dei documenti analogici

Dettagli

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato.

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato. La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda Gea Arcella Notaio garcella@notariato.it La fatturazione elettronica e le scritture contabili informatiche

Dettagli

RISOLUZIONE N. 19/E. Direzione Centrale Normativa Roma, 25 marzo 2013

RISOLUZIONE N. 19/E. Direzione Centrale Normativa Roma, 25 marzo 2013 RISOLUZIONE N. 19/E Direzione Centrale Normativa Roma, 25 marzo 2013 OGGETTO: Interpello ai sensi dell art. 11 della legge n. 212 del 2000 - Chiarimenti in merito alla prova dell avvenuta cessione intracomunitaria

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE (D.L. 30 agosto 1993, n.331 convertito con L. 29/10/1993 n 427)

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE (D.L. 30 agosto 1993, n.331 convertito con L. 29/10/1993 n 427) OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE (D.L. 30 agosto 1993, n.331 convertito con L. 29/10/1993 n 427) DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE Art.43 Base imponibile ed aliquota 1. Per gli acquisti intracomunitari di

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015 Segnalazioni Novità Prassi Interpretative LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015 A partire dal 31 marzo 2015 scatterà

Dettagli

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Roma, 01/12/2015 Spett.le Cliente Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

LA SMATERIALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI FISCALI

LA SMATERIALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI FISCALI PRESENTA LA SMATERIALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI FISCALI CONSERVAZIONE ELETTRONICA: LA NORMATIVA Ai fini tributari, l emissione, la conservazione e l esibizione di documenti sotto forma di documenti informatici,

Dettagli

CIRCOLARE N. 2 ATTENZIONE, ALTRE NOVITA SULLE FATTURE FATTURE IVA DA RINUMERARE

CIRCOLARE N. 2 ATTENZIONE, ALTRE NOVITA SULLE FATTURE FATTURE IVA DA RINUMERARE CIRCOLARE N. 2 ATTENZIONE, ALTRE NOVITA SULLE FATTURE FATTURE IVA DA RINUMERARE Altro elemento che deve essere contenuto nella fattura è il numero di partita Iva del cliente o del committente; in caso

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

137/2015 Ottobre/13/2015 (*) Napoli 22 Ottobre 2015

137/2015 Ottobre/13/2015 (*) Napoli 22 Ottobre 2015 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 137/2015 Ottobre/13/2015 (*) Napoli 22 Ottobre 2015 Con la risoluzione 81/E del 25 settembre 2015, l Amministrazione Finanziaria ha fornito

Dettagli