valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "valli di lanzo--0611 depliant viu:valli di lanzo--0611 depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 1"

Transcript

1 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 1 VIÙ e le sue FRAZIONI

2 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 3 balaustra in ghisa lungo il terrazzo e lo scalone d accesso; l intonaco a strisce orizzontali è tipico di molte delle ville patrizie dell epoca. La casa è stata da poco restaurata, nel pieno rispetto delle forme e delle decorazioni originarie. È visibile in particolari momenti dell anno ed è, in alcune occasioni, sede di concerti e manifestazioni artistiche. Si trova al centro di un comprensorio molto esteso, in parte destinato a parco, e vi si accedeva da due viali. Nel 1896 fu inaugurata la strada fino a Usseglio. All inizio dell anno 1900 a Viù villeggiarono lo scultore Pietro Canonica, il musicista e compositore Alberto Franchetti, il filosofo Benedetto Croce e il poeta Guido Gozzano si recò a Bertesseno. Nel 1910 fu inaugurato il servizio automobilistico pubblico in coincidenza con la ferrovia Torino Lanzo. Tra le due guerre, in Viù e le frazioni erano in funzione 25 tra alberghi, locande, ristoranti e trattorie. I più rinomati erano l Albergo Moderno e l Albergo Miramonti. Nel 1922 fu aperta la strada per il Colle del Lys che collega la Valle di Viù con la Val di Susa. Alla fine del 1961 furono inaugurate le sciovie del Colle del Lys. La Valle di Viù nella pittura Molti sono gli artisti che hanno immortalato su tela con preziosi lavori, scorci di questa bella Valle, tra gli artisti citiamo M. Gandini, G. Piumati, M. Albano, G. Guarlotti, L. Albarello, C. Ferro Milone. Ma in particolare citiamo Francesco Gonin, pittore di fama, al quale nel 1840 viene commissionata l illustrazione dei Promessi Sposi. Al servizio della corte sabauda dipinge le chiambrane della camera da pranzo della bela Rusin alla Mandria: nei riquadri si alternano coppie di uccelli in amore e trofei di caccia. Nel 1850 in occasione dell esposizione di Torino dell Industria e delle Belle Arti, Gonin presenta il dipinto La Rocca del Sapay presso Viù. Il bellissimo dipinto viene acquistato dal Ministero dell Interno ed è tuttora conservato presso la Galleria d Arte Moderna di Torino. Francesco Gonin riuscì poi a tramandare la sua passione al figlio Guido che riprese alcuni scorci della Val di Viù. Altri cenni artistici La chiesa parrocchiale San Martino di Viù è situata sopra un poggio che domina l intero bacino di Viù. La Chiesa risale al 1011, nel corso dei secoli, la Chiesa ha subito molte ristrutturazioni; a partire dal 1781, utilizzando una parte dell antica parrocchiale, furono realizzate le opere che hanno portato la Chiesa alle dimensioni attuali. In quel periodo vennero costruite il piazzale antistante e lo scalone, eretto per opera di Giovan Battista Giorgis, nativo di Forno di Lemie e promotore di altri interventi sugli edifici

3 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 5 COL SAN GIOVANNI (Alt m) Il Comune di Col San Giovanni mantenne la sua autonomia amministrativa fino al 1927, quando venne assorbito da quello di Viù. Il borgo ha certamente origini molto antiche, come prova il documento del 1011, nel quale, fra i beni del Vescovo Landolfo conferma in donazione al Monastero di San Salutore, sono compresi la Chiesa da San Giovanni al Collo e le villule (borgate) di Bertesseno, Niquidetto, e Richiaglio. Il Campanile della Parrocchiale è di foggia romanica, come mostrano le bifore, chiuse forse nel tentativo di migliorarne la solidità. Fu eretto nel La Chiesa ha subito numerosi rimaneggiamenti; l edificio odierno risale al È stato in parte trasformato, a seguito del passaggio della carrozzabile nel FUCINE (Alt. 864 m) Proseguendo verso la testata della valle si giunge al ponte sul Rio Viana. Poco dopo si giunge a un agglomerato di case addossate le une alle altre, con i tetti in ardesia, adagiate sul pendio della sottostante china e fra di esse spicca un altro ponte ad arco acuto, gettato attraverso il torrente Viana, che divide in due parti l abitato. Questa borgata, denominata Fucine, ci rammenta che qui un tempo si lavorava il ferro. I MULINI Si tratta di un delizioso borgo, situato lungo il corso della stura, ed è ormai disabitato. Le derivazioni d acqua, di cui erano titolate molte famiglie delle borgate, permettevano di far girare i torni dei Grataciamole (tornitori) D li Mulin, come appunto venivano chiamati gli abitanti del posto. Le botteghe dei mulini intrattenevano rapporti commerciali con molti clienti della città, cui fornivano ad esempio, le aste delle bandiere, l interno dei bottoni degli abiti talari. L acqua azionava anche il mulino per le spremiture delle noci, da cui si ricava l olio, e il mulino per macinare le farine di segale e di grano. Interessante, dal punto di vista architettonico, è il ponte a schiena d asino, che immetteva nella borgata. È stato restaurato dopo l alluvione del diserzioni. Il legame con Casa Savoia è del resto confermato dallo stemma sabaudo ottocentesco, posto a lato di una finestrella neogotica. Pare anche che fosse il rifugio di Vittorio Emanuele e la bela Rusìn. Gli affreschi ottocenteschi, raffiguranti dame e cavalieri intenti alla caccia, esprimono uno degli aspetti più tipici della sensibilità romantica. Alla chiesa parrocchiale di Col San Giovanni è annesso un campanile risalente circa al X secolo. Villa Fino Sorge nei pressi delle rovine dell antico castello ed è circondata da un vasto parco, nel quale si trova la cappella neogotica, rappresentata nella foto. La dimora, di origini seicentesche, e ristrutturata nell Ottocento, appartiene alla famiglia Fino, che annovera tra i sui discendenti il pittore Gian Battista Fino autore, tra l altro, di opere di rilievo nelle parrocchiali di Viù e Lemie. È visibile in alcune occasioni di eventi artistici di particolare interesse. Intorno al 1920, Carlo Fino, in collaborazione con Padre Fulgenzio Dal Piano, avviò a monte delle case, gli scavi che portarono alla luce i resti dell antico Castello, edificato presubilmente intorno al 1200 e distrutto nel 1551 dalle truppe mercenarie del Maresciallo di Brissac. La leggenda vuole che il castello, anziché dai francesi, sia stato distrutto e incendiato dai viucesi. La festa per l avvenuta liberazione viene riassunta il 25 marzo di ogni anno: i falò di cui si illumina la valle ricordano il rogo del castello e invitano a inneggiare alla libertà e alla primavera. È vero anche che ci siano scarse e incerte notizie storiche riguardanti il castello di Viù. Viceversa, secondo un antica leggenda locale in esso vivevano feroci briganti che terrorizzavano gli abitanti della valle con ogni tipo di violenza. Una notte però, uno spaventoso incendio, innescato dalla vendetta popolare, distrusse il castello e tutti i suoi abitanti perirono tra le macerie, ricevendo così il giusto castigo. All inizio dell 800 fu edificata, sul luogo del castello, una cappella dedicata a M.V. Annunziata, la cui festa si celebra il 25 marzo. In tale occasione, alla sera, si rinnova l usanza di accendere sul piazzale della cappella, un grande falò, in ricordo di quell antico fuoco liberatore. Intorno ad esso i bambini fanno feste roteando li vontrel, cioè pezzi di corteccia secca di ciliegio, infilati in un filo di ferro e poi accesi. Intanto altri falò sono accesi in diverse località del bacino di Viù, mentre nel paese si fa l illuminazione delle case a globi colorati posti sui balconi e sui davanzali delle finestre.

4 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 5

5 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 6 Le Frazioni FUBINA An Fubinna (Alt. 720 m) È una frazione dislocata a monte ed è a valle della strada Provinciale che collega la Val di Viù e i paesi del fondovalle. La borgata di Fubina si presentava, già nel XVIII secolo, composta d agglomerati, ognuno abitato da un nucleo famigliare. Ancor oggi le varie zone portano il nome delle famiglie che nel settecento vi risiedevano, ne sono conferma: la Cattocchiera, dai Cattocchio, la Cavallera dai Cavallo, la Mussinere dai Mussino, la Perottera dai Perotti, la Ravatera dai Guglielmotto - Ravet. Nella frazione si trova una cappella dedicata alla SS.ma Vergine Addolorata e a San Michele Arcangelo, in tali occasioni si celebrano le due feste più importanti della Borgata. La prima piccola Cappella di Fubina risale presubilmente al 1724, fu poi ampliata sino a ottenere la struttura attuale. LA BALMA La Barma (Alt m) È una frazione molto vecchia, come attesta un documento del 27/02/1383 in cui Amedeo VI lascia liberi al pascolo i propri terreni agli abitanti delle frazioni Tornetti Balma e Polpresa. All inizio del 1800 nella borgata risiedevano ben 40 famiglie durante tutto l anno, c era la scuola con doppi turni, il prete risiedeva stabilmente e una trattoria prestava il suo servizio. Si coltivavano patate, segale avena, grano e altro, vi erano più di 100 mucche e oltre 500 tra ovini e caprini. Passeggiando nelle viuzze del grazioso borgo si possono ammirare: la Cappella dedicata a San Giovanni Battista, ampliata nel 1777 di sacrestia, campanile e alloggio del prete; il forno in ottimo stato e funzionante; lo spiazzo il ruciass da cui si gode una bella vista panoramica. E interessante ricordare che una famiglia molto nota, ossia i Virando, è originaria della Balma. Un intraprendente della famiglia si trasferì a Torino ove fece fortuna con un commercio di preziosi. Arnaldo Virando mantenne i legami con Viù, e fu anche il finanziatore del ponte sul torrente Viana costruito con la strada carrozzabile che ora collega La Balma con il Capoluogo. PESSINEA An pissinja (Alt m) Al centro della frazione sorge la Chiesa dedicata a San Matteo, che fu costruita nel 1805 in sostituzione di una precedente cappella, troppo piccola per poter accogliere tutti gli abitanti. All interno della Chiesa è sito un quadro del 600 rappresentante San Matteo. A lato del piccolo sagrato c era la casa del cappellano, con al piano terra un locale unico per la scuola elementare. L ultimo cappellano prestò servizio fino al Negli anni seguenti non si celebrarono più funzioni in modo regolare; un rito veniva sempre celebrato il 21 settembre in occasione della Festa Patronale di San Matteo. Molto caratteristica è la fontana della Frazione posta sotto una grande roccia, dalla parete sgorgano i getti d acqua che cadono in una lunga vasca di pietra che serviva da abbeveratoio per le mucche, per poi passare in altre vasche inferiori usate un tempo come lavatoio. Sopra al getto centrale è scolpita una grossa stella e sulle lastre della vasca è indicata due volte la data nella quale fu costruita: Una bella passeggiata conduce da Pessinea alla Madonna del Truch o della Consolata, costruita su uno spiazzo da cui si gode un ampia vista sulla valle sottostante e sulla catena del Civrari. All interno si possono ammirare oltre un centinaio di ex voto. Purtroppo, oggi, le poche persone che abitano nella frazione vivono un lungo periodo di isolamento, interrotto soltanto nei mesi di luglio e agosto. MONDREZZA La Mondrossi (Alt. 740 m) OLDRI J udri (Alt. 755 m) La Cappella è dedicata ai Santi Lorenzo e Lucia. Frazione famosa un tempo per il forno a legna gestito a turno dai frazionisti e per la distilleria dei Fratelli Boggiatto in cui si distillavano vari tipi di erbe, ad esempio: timo serpillo, menta e arquebuse (archibus). Nella frazione c era anche la pensione Corsero aperta tutto l anno con annessi il ristorante e la sala da ballo. Più a monte si trova un altra soleggiata frazione gli Oldrì, circondata da pascoli e boschi. Si può ammirare la cappella eretta nell anno 1889 come ricorda una lapide posta all interno, e dedicata alla memoria della Contessa Giuseppina del Pozzo di Mombello da parte del suo primogenito. La manodopera per erigere la costruzione fu offerta in parte gratuitamente dagli abitanti della frazione, Inoltre vi si trova la falegnameria laboratorio dei F.lli Rocchietti apprezzati artigiani ormai da varie generazioni. LA VENERA In questa frazione si trova una cappella dedicata alla Sindone, risale probabilmente al XVII secolo. La cappella ospita ben tre dipinti di carattere sindonico. Il dipinto più piccolo raffigura San Carlo Borromeo in venerazione della Santa Sindone. La seconda opera, su tela ottocentesca, reca la dedica Andrea Sonetto portantino e vi è raffigurata la Vergine Addolorata affiancata da due angeli in atto di reggere il Sacro Lino. L ultima grande tela è animata da ben quindici personaggi posti al di sotto di una duplice arcata che potrebbe simboleggiare un padiglione per Ostensione di corte. Accanto ai vescovi in solenni paludamenti e mitra, figurano due duchi sabaudi in funzioni di diaconi, con il collare dell Annunziata: personaggi da identificarsi quasi con certezza in Emanuele Filiberto e Carlo Emanuele I.

6 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 5

7 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 2 Qua e là curiosità storico turistiche Viù fu già alla fine del 1700, il primo centro di villeggiatura per la nobiltà torinese. Nel 1823 il conte Luigi Francesetti, nel suo libro Lettres sur les Vallées de Lanzo, così scriveva di Viù: Questo villaggio risente molto infinitamente dei differenti punti di contatto che ha con Torino, e vi si può trovare qualche Medico, qualche Avvocato, qualche Chirurgo, una buona farmacia e pur anche qualche Albergo e un caffè; cosa che, con un bel cielo, con l aria pura che vi si respira e con i numerosi rapporti che il paese ha con la Capitale per il grandissimo numero di domestici, cuochi, e di valletti che fornisce alle grandi casate, fanno sì che moltissime persone di Torino, anche delle prime classi sociali, vi vadano a trascorrere la bella stagione. A Viù si giungeva a piedi, a dorso di mulo o in portantina per mezzo di una mulattiera. La mulattiera per Viù iniziava al di là del ponte di Germagnano che, nella prima parte, cioè fino al ponte delle Maddalene, seguiva un itinerario completamente diverso rispetto a quello dell attuale strada carrozzabile. Oltre tale ponte e fino a Viù si conservò invece, all atto della costruzione della carreggiabile, il tracciato della vecchia mulattiera, opportunamente ampliata e migliorata. La strada carrozzabile da Torino a Lanzo fu costruita nel1820, da Lanzo a Viù fu completata nel 1824, grazie all interessamento e ai prestiti dei Marchesi di Barolo. Viù intorno al 1838 aveva 3745 abitanti, Col San Giovanni 1495, mentre Lanzo ne aveva solo 2335, così Viù, divenne il comune più popolato delle valli. Gran parte della popolazione residente a Viù si dedicava all agricoltura, in particolare all allevamento zootecnico e alla fabbricazione dei prodotti da esso derivati (burro, toma), che erano in buona parte esportati verso Torino. Intorno al 1830, furono a Viù alcune famose personalità risorgimentali: lo scrittore, pittore e uomo politico Massimo D Azeglio, Silvio Pellico e il filosofo, scrittore e uomo politico abate Vincenzo Gioberti che ne esaltò le bellezze naturali, il cibo e soprattutto le donne che definì: gentili e buone, belle, graziose e cortesi! Nel 1861 il barone Raimondo Franchetti e la moglie Sara Luisa Rothschild fecero costruire una splendida villa, tipo chalet svizzero, la costruzione presenta un tetto a lunghi spioventi, fitto di comignoli, di forme abbastanza originale, una bella balconata lignea al primo piano, una robusta, ma al tempo stesso artistica

8 valli di lanzo depliant viu:valli di lanzo depliant viu 23/06/11 11:43 Pagina 4 religiosi in valle. La Chiesa, la più grande delle Valli di Lanzo, è strutturata a tre navate; vi si accede da un maestoso portale ligneo della fine del Settecento, recentemente restaurato insieme con i due portoncini laterali; è dedicata a San Martino Vescovo e ha un antico tabernacolo identico a quello che esiste in Exilles, dal quale fu rubata (1543) da soldatesche l Ostia Miracolosa. Alla decorazione interna hanno contribuito artisti di fama quali Giovan Battista Fino e Carlo Thermignon: al primo si devono i due affreschi del presbiterio, al secondo, presubilmente, gli ovali della navata centrale, raffiguranti i Dottori della Chiesa e gli Evangelisti. Di notevole interesse il primo altare della navata di destra, sormontato dalla bella terracotta raffigurante Maria e la Maddalena ai piedi della croce. L altare, sicuramente ridotto rispetto alle dimensioni originarie, parrebbe provenire dall Eremo dei Camaldolesi di Pecetto. La Parrocchiale, che è dedicata ai Santi Martino e Biagio, custodisce importanti ricordi storici: nel vestibolo della sacrestia è collocato il busto del Marchese Tancredi Faletti di Barolo, che contribuì alle spese di costruzione della strada carrozzabile. In fondo alla navata di sinistra, si trova una ricostruzione della grotta di Lourdes. Edificata alla fine della seconda guerra mondiale, essa è segno della devozione dei viucesi alla Vergine. Il così detto miracolo della nebbia salvò infatti il paese dalle rappresaglie dei Tedeschi e dei Repubblichini, saliti in valle per catturare i partigiani nascosti sulle montagne. Prestigioso è l organo, della seconda metà del XVIII secolo, opera dei fratelli Concone. Restaurato nel 1840, venne arricchito di una tastiera nel Adiacente alla parrocchiale, la Cappella della Confraternita del Santissimo Nome di Gesù, con un bell altare neoclassico, sormontato da colonne binate blu e oro di gradevole effetto cromatico; sopra l altare, la tela raffigurante l Assunzione di Maria. La cappella si caratterizza per la volta unghiata, sulla quale sono rappresentati angeli e motivi floreali, opera forse del Fino, così come i quadri alle pareti, raffiguranti la Madonna e gli Apostoli. L Oratorio situato nei pressi della chiesa, conserva buoni dipinti del viucese Giovan Battista Fino. In Via Roma vi è un palazzo in stile barocco che si dice edificato su disegno dell architetto Filippo Juvarra. In frazione Versino si trova Casa Coatto, probabilmente uno degli edifici più antichi di Viù, dove pare risiedessero i duchi di Savoia quando venivano a caccia nella valle, e che conserva tracce medioevali. È possibile che il termine Coatto indichi che la dimora fu sede di un comando militare di retroguardia, ossia di soldati coactores preposti a evitare sbandamenti o ASCIUTTI DI VIU Questa frazione è posta sul versante nord-orientale della Valle dei Tornetti. È sormontata dal Monte Ciriunda, così chiamato per la sua forma tondeggiante e dalle Rocce Moròss, una catena rocciosa costituita da massicci torrioni, che alla luce del tramonto si tingono di un colore rosato, molto simile alle sfumature delle vette dolomitiche. In estate i pascoli degli Asciutti accolgono le mandrie dei margari che salgono all alpeggio: il profumo delle erbe alpine arricchisce di sapore i formaggi prodotti in malga. Nella radura sovrastante il Pian degli Asciutti, sorge il laghetto di Pian Motte, una piccola polla d acqua che in passato era la meta preferita dei rané, ossia di coloro che in primavera andavano a caccia di rane. Il laghetto si è notevolmente rimpicciolito, ma è ancora interessante a vedersi nella stagione in cui si compiono le varie trasformazioni di questi anfibi.

Vendrogno e le sue 13 chiese

Vendrogno e le sue 13 chiese Vendrogno e le sue 13 chiese Sono ben 13 le chiese nel territorio del comune di Vendrogno. Partendo dal nucleo del paese e seguendo un itinerario che si snoda attraverso tutte le frazioni, si possono incontrare

Dettagli

Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo

Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo Sondalo, in Valtellina, 940 metri sul livello del mare, si trova a pochi passi dai grandi centri turistiche dell'alta valle e sorge ai piedi del Parco

Dettagli

Montemagno: cenni storici

Montemagno: cenni storici Montemagno: cenni storici Il paese di Montemagno ha molto probabilmente origini romane piuché si conoscce l esistenza di un villaggio, Manius, presente su questo territorio. Le prime testimonianze scritte

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO

COMUNE DI FORESTO SPARSO 1 CHIESA PARROCCHIALE S. MARCO EVANGELISTA Via Roma Ente pubblico Privato X X Adeguata X Libera X Edificata su un precedente edificio religioso (risalente circa al 1337). La nuova chiesa, consacrata nel

Dettagli

TREKKING IN VAL MASTALLONE

TREKKING IN VAL MASTALLONE TREKKING IN VAL MASTALLONE ITINERARIO N 1 : Santa Maria (Fobello) Colle d Egua Partenza: Santa Maria di Fobello Arrivo : Colle d Egua Codice catasto : 517 Tempo : 3 ore e 15 minuti Dislivello : 1064 m

Dettagli

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova Salienti pietra Facciata Campanile Pietra bianca Bifore vetro Rosone Pietra bianca e vetro Contrafforti pietra rossa chiara Lunetta affresco Portale

Dettagli

Il centro storico di Castellaneta

Il centro storico di Castellaneta Il centro storico di Castellaneta La parte più antica di Castellaneta si trova sul punto più alto, il colle Archinto (241 metri s. l. m.) ed è circondato da due lati dalla gravina. Il centro storico mantiene

Dettagli

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE Con il Patrocinio di:» Le Delegazioni FAI della Regione Molise ringraziano Controllare

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA.

LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA. Vincenzo Zito LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA. Appunti storici di resistenza Fascicolo 1 Novembre 2014 Il presente opuscolo raccoglie una serie di appunti sul tema pubblicati sul sito Facebook Andria

Dettagli

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni)

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni) Ecologico Tours Via Sacro Tugurio 30A 06081 Rivotorto di Assisi Tel. 075 4650184 E-mail: info@ecologicotours.it www.ecologicotours.it www.meravigliosaumbria.com P.I. 02417390545 Grande Traversata della

Dettagli

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA LA SINDONE A PALAZZO REALE TESORI PREZIOSI E LUOGHI SACRI AL TEMPO DI GUARINI, JUVARRA E ALFIERI

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA LA SINDONE A PALAZZO REALE TESORI PREZIOSI E LUOGHI SACRI AL TEMPO DI GUARINI, JUVARRA E ALFIERI CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA LA SINDONE A PALAZZO REALE TESORI PREZIOSI E LUOGHI SACRI AL TEMPO DI GUARINI, JUVARRA E ALFIERI Polo Reale di Torino Galleria della Sindone di Palazzo Reale

Dettagli

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame 2.5 Pontestura PATRIMONI INDIVIDUATI 1: PALAZZO MUNICIPALE, ARCHIVIO STORICO E DEPOSITO MUSEALE ENRICO COLOMBOTTO ROSSO Il Palazzo, edificato a fine 800, è stato donato al Comune dopo la metà degli anni

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

L impegno della Compagnia a favore del patrimonio artistico della provincia di Cuneo

L impegno della Compagnia a favore del patrimonio artistico della provincia di Cuneo Comunicato stampa L impegno della Compagnia a favore del patrimonio artistico della provincia di Cuneo Tra il 2002 e il 2006 realizzate 63 iniziative per uno stanziamento complessivo di oltre 6 milioni

Dettagli

Centro Culturale Vita e Pace. Quaderno del volontariato culturale

Centro Culturale Vita e Pace. Quaderno del volontariato culturale Centro Culturale Vita e Pace 97 98 Quindicesimo anniversario della fondazione (1999-2014) Domenica 19 ottobre 2014 nella Chiesa di Santa Maria Maggiore in Borgo Vecchio di Avigliana è stato celebrato il

Dettagli

Saint Jean Info Turistiche: Gressoney S. Jean n 0125-355185

Saint Jean Info Turistiche: Gressoney S. Jean n 0125-355185 Gressoney Intorno al 1000 una popolazione chiamata Walliser o walzer - stanziata lungo il corso del fiume Neckar (Germania) discese verso le Alpi Vallese per trovare nuove zone dove poter vivere. Così,

Dettagli

TORRE CELERI TORRE MAGNONI TORRE FEDERICI

TORRE CELERI TORRE MAGNONI TORRE FEDERICI Il paese di Malonno si trova a cavallo della media e alta Valle Camonica, dista 92 Km da Brescia e sorge a596 m. s.l.m. Le popolazione, che consiste in 3350 abitanti è dislocata, oltre che nel capoluogo,

Dettagli

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda Nel corso dei secoli, la vecchia parrocchiale di Sovico, subì notevoli trasformazioni. Dalle notizie esistenti, sappiamo che già nel XII secolo,

Dettagli

Pacchetti turistici e visite guidate nelle terre marchigiane

Pacchetti turistici e visite guidate nelle terre marchigiane Pacchetti turistici e visite guidate nelle terre marchigiane 3 GIORNI / 2 NOTTI ANCONA-RECANATI- LORETO-CINGOLI-JESI- MONTE S. GIUSTO-MOGLIANO :: ITINERARIO :: Proposta per gruppi 1 GIORNO: LORENZO LOTTO

Dettagli

Serravalle Langhe. altitudine m. 762

Serravalle Langhe. altitudine m. 762 PIERO FRIGGERI - Comunità Montana di Bossolasco - Etnografia e Storia Superficie: km² 9,09 Abitanti: 319 (nel 1961 abitanti 499) Municipio: p. Municipio - tel. 0173/74.81.02 Serravalle Langhe altitudine

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

PER I PIÙ ALLENATI CHE VOLESSERO PROSEGUIRE IL CAMMINO,

PER I PIÙ ALLENATI CHE VOLESSERO PROSEGUIRE IL CAMMINO, La Greenway 7. PER I PIÙ ALLENATI CHE VOLESSERO PROSEGUIRE IL CAMMINO, DA COPERSITO È POSSIBILE RAGGIUNGERE LA CHIESA DELL ACQUA SANTA. LA STRADA, CHE CORRE TRA CAMPI, VIGNETI E ULIVETI, NEL PRIMO TRATTO

Dettagli

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione L Ospedale Maggiore, oggi Università Statale di Milano Monumentale complesso ospedaliero chiamato popolarmente dai milanesi Ca Granda, fondato nel 1456 da Francesco Sforza, duca di Milano e dalla moglie

Dettagli

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO Dati percorso / itinerario : Responsabile percorso / itinerario : ISTITUTO GRANDIS Roberto Delprete CUNEO 0171-692623 12100 CUNEO (CN) cnis00300e@istruzione.it Italia http://www.grandiscuneo.it Fondata

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Centro Storico di Caltanissetta

Centro Storico di Caltanissetta Centro Storico di Caltanissetta L antica città sicana, Caltanissetta, ha il suo centro in Piazza Garibaldi, prima dell Unità d Italia Piazza Ferdinandea in onore al Re Ferdinando II di Borbone È qui che

Dettagli

CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze

CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze pubblicazione gratuita realizzata da qualità nei servizi per il turismo ITINERARIO TURISTICO/CULTURALE nel Centro Storico di Firenze

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

I GIORNO: Ore 14.30 Arrivo e sistemazione presso la struttura alberghiera Hotel****Casarossa

I GIORNO: Ore 14.30 Arrivo e sistemazione presso la struttura alberghiera Hotel****Casarossa Fondata da coloni Greci provenienti dalla regione dell Acaia alla fine dell VIII secolo a.c., Crotone fu una delle più importanti città della Magna Grecia. Situata sul versante est della Calabria, più

Dettagli

Torino contemporanea

Torino contemporanea Torino contemporanea In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita alle sculture di artisti contemporanei ospitate nel centro storico, con rapido cenno ad alcuni luoghi simbolo della città:

Dettagli

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza A nord di Pallanza, in posizione comoda da raggiungere anche dalle località di Suna e Intra, ai piedi del Monte Rosso, sorge la celebre e bella struttura

Dettagli

Percorsi archeologici

Percorsi archeologici Percorsi archeologici In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita del centro storico con un rapido cenno ai principali monumenti (solo esterni): la Mole Antonelliana simbolo della città,

Dettagli

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche 1 La chiesa è a unica navata scandita in sei campate sulla quale si aprono simmetricamente, con archi a tutto sesto, dodici cappelle, delle quali due fungono da accesso laterale alla chiesa. La navata

Dettagli

USO ATTUALE. Museo, ingresso al parco delle Grotte, punto di ristoro con servizio di bar, sala per conferenze o esposizioni.

USO ATTUALE. Museo, ingresso al parco delle Grotte, punto di ristoro con servizio di bar, sala per conferenze o esposizioni. 2.3 Comune di Valstagna, Oliero, Grotte di Oliero. Cartiera Parolini e area degli antichi opifici. LUOGO. Comune di Valstagna, Grotte di Oliero. OGGETTO. Cartiera Parolini. CATASTO. CRONOLOGIA. Fine XVII

Dettagli

Venaria Reale. Percorsi tematici: giardini e laboratorio di restauro cura e valorizzazione

Venaria Reale. Percorsi tematici: giardini e laboratorio di restauro cura e valorizzazione Venaria Reale Percorsi tematici: giardini e laboratorio di restauro cura e valorizzazione Attività didattica a cura di: Luca Varbaro Co-Responsabile giornalino scolastico 2015/16 IL MAPPAMONDO L 8 Aprile,

Dettagli

Architettura plateresca

Architettura plateresca SALAMANCA Geografia e storia Geografia 800 m s.l.m. 190.000 abitanti ca. Regione della Castilla y Leon Sulle rive del fiume Tormes È stata colonia romana (rimane il ponte) 712 invasa dagli Arabi e riconquistata

Dettagli

San Paolo Albanese. di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) Fig. 1

San Paolo Albanese. di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) Fig. 1 di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) San Paolo Albanese Le sue origini sono antiche. Dominio dello stato di Noia (l odierna Noepoli) per molto tempo, tra il 1526 e il 1534 fu popolato dai

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio ITINERARI IGNAZIANI A ROMA Cf. A.M. De Aldama sj, Roma ignaziana. Sulle orme di sant Ignazio di Loyola, Piemme, Casale Monferrato 1990 Paolo Monaco sj www.raggionline.com 8. Luoghi legati alla Compagnia

Dettagli

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni territoriali che fossero sfuggiti al censimento. Cripta dello Spirito Santo

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE

PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE DISO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni territoriali che fossero sfuggiti al censimento. Palazzo Baronale Miglietta All

Dettagli

LA MOLE ANTONELIANA - MUSEO DEL CINEMA

LA MOLE ANTONELIANA - MUSEO DEL CINEMA LA MOLE ANTONELIANA - MUSEO DEL CINEMA Il Museo Nazionale del Cinema di Torino nasce nel 1941 da un progetto di Marita Adriana Prolo, collezionista e storica.oggi il Museo Nazionale del Cinema è ritornato

Dettagli

LAGO D ISEO PONTE DI OGNISSANTI IN CAMPER - SULZANO - ISOLA DI MONTEISOLA - PIRAMIDI DI ZONA - 30 31 ottobre 01 novembre 2010

LAGO D ISEO PONTE DI OGNISSANTI IN CAMPER - SULZANO - ISOLA DI MONTEISOLA - PIRAMIDI DI ZONA - 30 31 ottobre 01 novembre 2010 PONTE DI OGNISSANTI IN CAMPER 30 31 ottobre 01 novembre 2010 LAGO D ISEO - SULZANO - ISOLA DI MONTEISOLA - PIRAMIDI DI ZONA - By Adriano Lago d Iseo 2010 1 PROPOSTA DI VIAGGIO SABATO 30 OTTOBRE: Partenza

Dettagli

Itinerario storico-naturalistico

Itinerario storico-naturalistico Itinerario storico-naturalistico La mappa del percorso Baluardi di Ponente: il camminamento che segue il sito degli antichi baluardi, che delimitavano la città sul lato nord-ovest, permette di osservare

Dettagli

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE ARCO DI TITO SINAGOGA PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO PANTHEON STATUA DEL MOSE COLOSSEO S. GIOVANNI IN LATERANO PALAZZO DEL QUIRINALE STATUA DI

Dettagli

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Beni culturali SCHEDA DI DOCUMENTAZIONE N 13 L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Posizione Si trova in contrada Omerelli, all estremità nord del centro storico di San Marino. Epoca Risale ai secoli XVI e XVII.

Dettagli

La Basilica. di Santa Maria Assunta a. Montecatini Terme

La Basilica. di Santa Maria Assunta a. Montecatini Terme La Basilica di Santa Maria Assunta a Montecatini Terme 1 Visitiamo la Basilica La Chiesa Propositurale di Santa Maria Assunta è stata costruita secondo il progetto, vincitore di un concorso nazionale,

Dettagli

PRO LOCO CITTA DI FONTANA LIRI. Assessorato alle Politiche Giovanili Comune di Fontana Liri FONTANA LIRI STORIA ARTE CULTURA

PRO LOCO CITTA DI FONTANA LIRI. Assessorato alle Politiche Giovanili Comune di Fontana Liri FONTANA LIRI STORIA ARTE CULTURA PRO LOCO CITTA DI FONTANA LIRI Assessorato alle Politiche Giovanili Comune di Fontana Liri FONTANA LIRI STORIA ARTE CULTURA La storia Sede di uno dei più antichi insediamenti umani nel Lazio, Fontana Liri

Dettagli

ALLEGATO FOTOGRAFICO DEI BENI CULTURALI

ALLEGATO FOTOGRAFICO DEI BENI CULTURALI - APPROVATO - Progettista: Commissario ad Acta Segretario Comunale: Adottato dal C.C. con delibera n 01 del 29.01.2015 Provvedimento di compatibilità con il PTCP n 20656 del 14.05.2015 Approvato dal Commissario

Dettagli

Percorsi archeologici

Percorsi archeologici Percorsi archeologici In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita del centro storico con un rapido cenno ai principali monumenti (solo esterni): la Mole Antonelliana simbolo della città,

Dettagli

La chiesa, edificio di ieri e di oggi

La chiesa, edificio di ieri e di oggi La chiesa, edificio di ieri e di oggi Verso il III secolo l Ecclesiae domestica si trasforma in Domus Ecclesiae. L edificio ha la forma di un abitazione romana con il piano superiore destinato agli alloggi

Dettagli

San Benedetto Belbo. altitudine m. 637 Superficie: km² 4,97 Abitanti: 215 (nel 1961 abitanti 282) Municipio: v. Fratelli Cora, 1 - tel. 0173/79.61.

San Benedetto Belbo. altitudine m. 637 Superficie: km² 4,97 Abitanti: 215 (nel 1961 abitanti 282) Municipio: v. Fratelli Cora, 1 - tel. 0173/79.61. PIERO FRIGGERI - Comunità Montana di Bossolasco - Etnografia e Storia San Benedetto Belbo altitudine m. 637 Superficie: km² 4,97 Abitanti: 215 (nel 1961 abitanti 282) Municipio: v. Fratelli Cora, 1 - tel.

Dettagli

Torino, i Laghi Maggiore e d Orta, i castelli del Piemonte e della Valle d Aosta, Le Langhe

Torino, i Laghi Maggiore e d Orta, i castelli del Piemonte e della Valle d Aosta, Le Langhe Torino, i Laghi Maggiore e d Orta, i castelli del Piemonte e della Valle d Aosta, Le Langhe Torino Galleria Subalpina ed arte contemporanea durante Luci d Artista PROGRAMMA 12 giorni 1 giorno: Arrivo a

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N. 3 Frazione

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

LA FORTEZZA DI CONFINE ALTFINSTERMÜNZ di Hans Thöni

LA FORTEZZA DI CONFINE ALTFINSTERMÜNZ di Hans Thöni LA FORTEZZA DI CONFINE ALTFINSTERMÜNZ di Hans Thöni La fortezza di confine Altfinstermünz si trova in una gola del fiume Inn, sotto la strada di Resia, presso la localitá di Hochfinstermünz. In questo

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

A.C.V. associazione per la tutela del patrimonio culturale verzuolese GUIDA AI LUOGHI D INTERESSE DI VERZUOLO

A.C.V. associazione per la tutela del patrimonio culturale verzuolese GUIDA AI LUOGHI D INTERESSE DI VERZUOLO A.C.V. associazione per la tutela del patrimonio culturale verzuolese GUIDA AI LUOGHI D INTERESSE DI VERZUOLO Municipio Dal 1962 ospita, in modo più efficiente ed in sito più centrale rispetto allo sviluppo

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

PROSSIMI APPUNTAMENTI

PROSSIMI APPUNTAMENTI PROSSIMI APPUNTAMENTI Aperte le prenotazioni per la mostra RENOIR dalle Collezioni del Musée d'orsay e dell'orangerie!! AFFRETTATEVI A PRENOTARE I POSTI DISPONIBILI! Una grande mostra a Torino: Pierre-Auguste

Dettagli

PIAZZA ACHILLI RAOUL ang. Via MADONNA DELLE GRAZIE

PIAZZA ACHILLI RAOUL ang. Via MADONNA DELLE GRAZIE INDICE Esistenti PIAZZA ACHILLI RAOUL ang. Via MADONNA DELLE GRAZIE... 2 VIA CANAZZA 37... 3 VIA CANAZZA 46 angolo Via Trivulzio... 4 VIA CANAZZA 65... 5 VIA CANOVA angolo VIA S.TERESA DEL B.GESU'... 6

Dettagli

Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia

Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia Chiesa san Clemente Chiostro piccolo Cortile e Loggia dei frati Chiostro grande Situazione oggi Progetto del chiostro grande Associazione

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

Morano Calabro Chiesa di San Bernardino

Morano Calabro Chiesa di San Bernardino Itinerario stampabile scaricato dal sito Morano Calabro Morano Calabro Chiesa di San Bernardino La chiesa di San Bernardino da Siena e l annesso convento sono un importante esempio di architettura francescana

Dettagli

www.castrichinirestauri.com

www.castrichinirestauri.com La scoperta di questo grande affresco, circa 32 mq., è avvenuta agli inizi degli anni 70 del secolo scorso e si è rivelata particolarmente rilevante per la storia dell arte italiana perché è la prima rappresentazione

Dettagli

Villino Liberty, costruzione del 1910, di ca 250 mq coperti con annessa dependance di ca 50 mq ed altra costruzione (rudere, unità collabente) di ca 80 mq, (ex abitazioni dei coloni) per complessivi 380

Dettagli

CASTELLO IN VENDITA IN UMBRIA. PERUGIA

CASTELLO IN VENDITA IN UMBRIA. PERUGIA Rif 374 - CASTELLO GALLENGA STUART Trattativa Riservata CASTELLO IN VENDITA IN UMBRIA. PERUGIA Perugia - Perugia - Umbria www.romolini.com/it/374 Superficie: 3500 mq Terreno: 6 ettari Camere: 28 Bagni:

Dettagli

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Il Cammino del Sacro Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Cammino del Sacro: il Museo diocesano, il Duomo e le altre chiese monumentali della città, tutti straordinariamente ricchi

Dettagli

Capodimonte: primo museo di Napoli

Capodimonte: primo museo di Napoli Capodimonte: primo museo di Napoli Un breve viaggio nel tempo a riscoprire ed a conoscere le origini del primo Museo di Napoli, centro di ricerche per la storia dell arte in città e nel Mezzogiorno, tra

Dettagli

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Gli affreschi La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Affreschi dell abside maggiore Entro una mandorla,

Dettagli

Speciale Romagna CAPODANNO

Speciale Romagna CAPODANNO Speciale Romagna CAPODANNO I nostri pacchetti in Romagna sono l ideale per coloro che viaggiano in autonomia e desiderano una breve vacanza per Capodanno a prezzi convenienti. Le escursioni che proponiamo

Dettagli

Isola di Ortigia. Storia dell Isola di Ortigia

Isola di Ortigia. Storia dell Isola di Ortigia Isola di Ortigia Isola di Ortigia costituisce la parte più antica della città di Siracusa. Il suo nome deriva dal greco antico ortyx che significa quaglia. È il cuore della città, la prima ad essere abitata

Dettagli

Tratta 27 da Taggia a Sanremo

Tratta 27 da Taggia a Sanremo Tratta 27 da Taggia a Sanremo Lunghezza complessiva 13.61 Km Tempo di percorrenza Dislivello totale 4h 30min 415 m Percentuale percorso in salita 41% Percentuale percorso in discesa 43% Percentuale sentiero

Dettagli

PROPOSTE PER GRUPPI DI CATECHISMO E ORATORI

PROPOSTE PER GRUPPI DI CATECHISMO E ORATORI Per gruppi di catechismo e oratori PROPOSTE PER GRUPPI DI CATECHISMO E ORATORI Il, inaugurato nel novembre 2001, sorge nei Chiostri di Sant Eustorgio, uno dei luoghi più significativi della città per quanto

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Minetti Immobiliare Piazza della Vittoria 4/12 Genova Tel. +39 0105705478 www.minettimmobiliare.com info@minettimmobiliare.com

Minetti Immobiliare Piazza della Vittoria 4/12 Genova Tel. +39 0105705478 www.minettimmobiliare.com info@minettimmobiliare.com BUSSANA Bussana, frazione di San Remo, è un paesino lungo la riviera ligure dei fiori costruito su un colle che cresce direttamente dal mare! La Bussana di oggi viene anche chiamata "Bussana Nuova"...

Dettagli

La posizione dei nostri monumenti

La posizione dei nostri monumenti Foro romano Autori: Luca Gray Beltrano, Irene Bielli, Luca Borgia, Alessandra Caldani e Martina Capitani Anno: 2013, classe: 1 N Professoressa: Francesca Giani La posizione dei nostri monumenti Tempio

Dettagli

TRAIL TOUR DELLA VALLELONGA Pacchetto B&B dal 24 al 26 Luglio Soggiorno 2 notti Visite Guidate incluse

TRAIL TOUR DELLA VALLELONGA Pacchetto B&B dal 24 al 26 Luglio Soggiorno 2 notti Visite Guidate incluse TRAIL TOUR DELLA VALLELONGA Pacchetto B&B dal 24 al 26 Luglio Soggiorno 2 notti Visite Guidate incluse Ore 14:00 Assegnazione alloggi PROGRAMMA Dalle ore 8:00 alle ore 9:00 Accoglienza e consegna pettorali

Dettagli

grafica e stampa: Giorgiani 0836.948204

grafica e stampa: Giorgiani 0836.948204 grafica e stampa: Giorgiani 0836.948204 Obbiettivi Sagre Sagra della Sciuscella: anche quest anno l Associazione Pro-Loco devolveparte del ricavato alla Parrocchia, per contribuire così, alle spese del

Dettagli

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D+ 2.971/D- 2.974)

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D+ 2.971/D- 2.974) LOCANDINA SENTIERISTICA: A.S.V. = Antica Strada della Veddasca; 3V = Via Verde Varesina; S.I. = Sentiero Italia TML = Tra Monti e Lago DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D+

Dettagli

ITINERARIO GRAFICO... Il fascino di una città da scoprire...

ITINERARIO GRAFICO... Il fascino di una città da scoprire... ITINERARIO GRAFICO... Il fascino di una città da scoprire... LEGENDA 1 GIORNO 2 GIORNO 3 GIORNO ITINERARIO SINTETICO... 1 GIORNO: Partenza dai maggiori aeroporti italiani, ed arrivo in mattinata presso

Dettagli

CEFALA DIANA. Le Terme Arabe

CEFALA DIANA. Le Terme Arabe CEFALA DIANA Cefalà Diana è un centro abitato sito a Km 36 da Palermo, raggiungibile dalla strada statale 121 Palermo Agrigento, adagiato sulle pendici orientali del Massiccio di Rocca Busambra, fra i

Dettagli

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

Villaggi Walser a due passi dal Cielo Martedì 7 Luglio Villaggi Walser a due passi dal Cielo I Walser, popolo di coloni contadini dissodatori, arrivò nel medioevo nell alta Valle di Gressoney, allora disabitata, attraverso il Monte Rosa fondando

Dettagli

LA BASILICA DI SAN CESARIO AL SUO INTERNO

LA BASILICA DI SAN CESARIO AL SUO INTERNO LA BASILICA DI SAN CESARIO AL SUO INTERNO L interno della chiesa è di stile basilicale ed è molto suggestivo anche per lo stile spoglio ed essenziale che invita al silenzio e al raccoglimento. La chiesa

Dettagli

La Cella di Talamello

La Cella di Talamello La Cella di Talamello Posta a metà strada fra la residenza vescovile di campagna e quella entro le mura, la Cella venne eretta e decorata per volontà del vescovo di Montefeltro mons. Giovanni Seclani frate

Dettagli

Liceo Scientifico Via P. Sette, 3 Tel Fax 0803039751. Prot. 223 C/37A Santeramo in Colle li 15 gennaio 2014

Liceo Scientifico Via P. Sette, 3 Tel Fax 0803039751. Prot. 223 C/37A Santeramo in Colle li 15 gennaio 2014 Istituto di Istruzione Secondaria Superiore PIETRO SETTE C.F. 91053080726 Ufficio di Presidenza 080/3036201 Fax 080/3036973 Via F.lli Kennedy, 7 70029 SANTERAMO IN COLLE - BARI ipsiaerasmus@tin.it www.ipsiasanteramo.it

Dettagli

Le dimore dei marchesi Arconati nell'ottocento

Le dimore dei marchesi Arconati nell'ottocento Le dimore dei marchesi Arconati nell'ottocento a cura di Patrizia Ferrario In occasione della giornata di studi Lettere di liberta'.costanza Arconati Trotti Bentivoglio (biblioteca A. Manzoni, Trezzo sull'adda

Dettagli

CHIESE E ORATORI DI RASSA. Chiesa parrocchiale

CHIESE E ORATORI DI RASSA. Chiesa parrocchiale CHIESE E ORATORI DI RASSA Chiesa parrocchiale La parrocchiale anticamente non era che una semplice chiesuola dedicata a S. Maiolo, o direm meglio, questa chiesuola era dove si facevano i divini officii,

Dettagli

Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso

Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso La chiesa di San Bernardo a Monte Carasso si trova sulle pendici della montagna (600 ms.m). La chiesa romanica (fine XI inizio XII sec.) presentava

Dettagli

Arco. nella storia, nella natura. Itinerario di visita alla città

Arco. nella storia, nella natura. Itinerario di visita alla città Arco nella storia, nella natura Itinerario di visita alla città La visita ad Arco può cominciare, appena superato il ponte sul fiume Sarca, nella piazzetta San Giuseppe, all inizio di via G. Segantini.

Dettagli

LATERINA PICCOLI TURISTI A SPASSO NEL CASTELLO DI. Guida turistica per bambini

LATERINA PICCOLI TURISTI A SPASSO NEL CASTELLO DI. Guida turistica per bambini PICCOLI TURISTI A SPASSO NEL CASTELLO DI LATERINA Guida turistica per bambini A cura della Scuola dell infanzia di Laterina, in collaborazione con il Comune di Laterina e l associazione culturale La Rocca

Dettagli

Il gravoso impegnativo compito

Il gravoso impegnativo compito IRSINA: UN CASO EMBLEMATICO DELLE COMPLESSE PROBLEMATICHE DEL RESTAURO di Benedetta Di Mase BASILICATA REGIONE Notizie Il gravoso impegnativo compito della tutela, conservazione e valorizzazione di ogni

Dettagli

CONOSCI LA TUA CITTÀ ANNO SCOLASTICO 2012/13

CONOSCI LA TUA CITTÀ ANNO SCOLASTICO 2012/13 CONOSCI LA TUA CITTÀ ANNO SCOLASTICO 2012/13 NAVATA DI DESTRA IL GARGOYLE IL TIBURIO S. ANDREA BASILICA DI SANT ANDREA IN PIAZZA ROMA Fu edificata tra il 1219 e il 1227 per volere del cardinale Guala Bicchieri.

Dettagli