Una vita di traslochi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una vita di traslochi"

Transcript

1 Una vita di traslochi Marion Quillard, XXI, Francia Foto di Carlotta Zarattini per Internazionale Nella Grecia della crisi, Nikos è sempre in movimento: trasporta mobili da ville lussuose in piccoli appartamenti, aiuta la gente a cambiare casa senza dare nell occhio. E ogni tanto scoppia a piangere davanti a un bambino che ha fame Omaggio a Kenneth Josephson di carlotta zarattini Il biglietto da visita della Eracle Trasporti, la ditta di Nikos Falieros. Atene, giugno 2013

2 Nikos sulla spiaggia di Alepochori, nel golfo di Corinto Un container della Eracle Trasporti Dopo aver parcheggiato la sua grossa Harley- Davidson davanti a un camion blu, si passa una mano tra i capelli in modo lezioso. I suoi uomini, con la schiena bagnata di sudore, la fronte lucida e le mani impegnate a sollevare divani, scaffali, piante e scatoloni, lo salutano con un cenno del mento. Appoggiato al portone di casa, un signore anziano osserva la scena in silenzio. Nikos, il capo della Eracle Traslochi, lo squadra dall alto in basso, poi si avvicina con un grande sorriso per salutarlo. L uomo risponde con una smorfia. Una stretta di mano. Si scosta per lasciarlo passare: Bisogna salvare quello che dev essere salvato. La villa, immensa, cubica, è quasi vuota. Il proprietario si fissa le scarpe di vernice. Starà forse ripensando a quando è arrivato in questa zona residenziale a nord di Atene? La località si chiama Anixi, primavera in greco. Ci si era trasferito per l ambiente, la scuola e i vicini. Nikos è incantato dal panorama: Atene da un lato, un limoneto dall altro. Qui le case avevano raggiunto dei prezzi... Non potete immaginare..., dice. Il signore anziano non ha più nulla: Mi Ricordi e follia I suoi depositi sono pieni di mobili che nessuno verrà a riprendersi. Chi ha perso tutto parte in fretta, senza guardarsi indietro. Spesso cambia numero di telefono. Nikos non ha più notizie di molti suoi clienti. Potrebbe svendere tutto, ma custodisce i loro beni e mantiene la sua promessa. Il cellulare squilla per l ennesima volta. Nikos risponde e urla degli ordini. Il cellurestano una bici e i debiti. Non sa dove far sedere Nikos né dove riposare le sue gambe stanche. Ho sessantasette anni. Le banche mi hanno preso tutto. Ho lottato, ho provato a uscirne. Se resto dovrò cercare da mangiare nei cassonetti. Se parto forse riuscirò a riposarmi. Vorrei solo riposare. Nikos invita l ex proprietario ad appoggiarsi al tavolo che qualche ora prima troneggiava probabilmente al centro del salotto. Spiega ai suoi dipendenti che questo tavolo non si tocca e li esorta ad accelerare il lavoro: Su, diamoci una mossa. Altre famiglie di Atene hanno bisogno delle loro braccia. Il signore anziano sta per partire per l Inghilterra, dove ha studiato negli anni sessanta. Ho dei parenti che mi aspettano, e dei vecchi amici. Nikos si finge sollevato. L uomo aggiunge, con rabbia: Hanno lasciato che la mia vita andasse a rotoli, ce l ho con il mondo intero. La fiorente azienda di telecomunicazioni, lo stipendio a quattro zeri, le unghie pulite e le camicie sempre immacolate e stirate sono solo un ricordo. Il signore impreca contro i politici, tutti degli incapaci. Dice che se avesse una pistola, li ammazzerebbe tutti. Mima il gesto, così, davanti a Nikos, e il tavolo si becca un bel calcio. Poi si calma e guarda, con le braccia a penzoloni, il viavai degli uomini della Eracle. Ripete piano: Bisogna salvare quello che dev essere salvato. Nikos gli risponde con una pacca sulle spalle. Gli ha fatto uno sconto di cinquecento euro. Questa sera il camion blu farà rombare il suo motore e attraverserà l Europa, direzione nordovest, Inghilterra. La primavera di Anixi è già lontana. Nikos inforca la sua Harley e propone una deviazione: La vede quella casa, laggiù? Abbiamo svuotato anche quella. I proprietari sono partiti per gli Stati Uniti. Nel 2011 ha fatto oltre quattrocentocinquanta traslochi verso l estero, un record. I limoni si allontanano. Nikos consulta la sua agenda sul cellulare, poi si lascia sfuggire un sospiro. Sono già tre anni che ha tra i cinque e i dieci appuntamenti al giorno. Ne ha viste di vittime della crisi: uomini che sbraitano, donne in lacrime, ville di ricchi e catapecchie. Le ha svuotate tutte e, sì, a volte senza essere pagato. La giornata è appena cominciata. Sfrecciando sull autostrada a quattro corsie, Nikos Falieros ha l impressione di respirare un po. Strano paese, vero?. C0s è la crisi? Il capo della Eracle Traslochi ha una buona memoria, ma ha un problema. Non riesce a ricordare tutti i suoi traslochi: ne ha visti troppi. C è la giovane coppia che aveva preso casa nel 2008, dopo il matrimonio, e che l ha appena richiamato perché è costretta a tornare a vivere con i genitori, insieme ai due figli. C è la nonna un po sorda, Marianthi, che l anno scorso non ha potuto pagare il riscaldamento. La figlia cerca di convincerla a spostarsi prima dell inverno e lei ripete: Per me va bene, ma chi si occuperà delle piante?. E poi c è la famiglia partita per la Svezia, quella che ha scelto Cipro, altre che si trasferiscono in campagna nella speranza di vivere dei frutti dell orto di casa. E c è lui, Nikos, che ha imparato come alla fine tutti gli infelici si somigliano. Ad Atene le persiane verdi, azzurre, arancioni o marroni sono scolorite dal sole, rovinate qua e là. Ovunque si vedono graffiti. Non c è una vetrina, una cassetta delle lettere o un palo della luce che non sia imbrattato. A volte con un messaggio: Grazie per il vostro aiuto, ora ce la sbrighiamo da soli. Spesso è solo una macchia di colore, una lettera, un disegno rapido, un momento d ira. Con la sigaretta in bocca e il cellulare in mano, Nikos ricorda i primi segnali della crisi: nel marzo del 2009 alcune famiglie che vivevano nei quartieri ricchi di Atene hanno cominciato a chiamarlo per trasferirsi in appartamenti più piccoli. Un centinaio di chiamate in un mese, più di tre al giorno. Era una cosa nuova, mai vista. Le persone mi raccontavano che avevano perso il lavoro, che il capo gli aveva tagliato gli stipendi, che non potevano più permettersi l affitto. La Eracle Traslochi, la ditta di Nikos, era sommersa dalle richieste. Non avevamo mai avuto così tanti traslochi, andava tutto benissimo. Non capivo cosa fosse questa crisi. Un anno dopo ha abbassato le tariffe per adattarsi alle disponibilità delle persone. Ma non è bastato: sono arrivati i primi lavori a credito, i primi assegni a vuoto, i primi traslochi mai pagati. Il giro d affari è crollato del 40 per cento. E Nikos ha tagliato di un terzo lo stipendio dei suoi dipendenti, quaranta euro al giorno. A quel punto ho capito, dice. Oggi non dice più le tariffe al telefono: va sul posto, incontra le famiglie, valuta il carico da trasportare e i mezzi di chi ha di fronte. Al momento del caffè c è sempre qualcuno che offre un caffè si siede e ascolta. Nel giro di mezz ora sa quanto chiederà e se dovrà fare credito. A volte sorride, annuisce con aria d intesa, firma il contratto ed esce sospirando: sa che non vedrà mai i soldi. Non posso mica abbandonare queste persone Internazionale agosto 2013 Internazionale agosto

3 Atene vista dalla collina del Licabetto Nikos al lavoro Durante un trasloco fondato in una poltrona. Il bambino continuava a strillare. Si è fatto male?. No, no, ha risposto la madre. Nikos non aveva fretta, era abituato ad aspettare, ma le urla del bambino gli spezzavano il cuore. È malato? Gli è successo qualcosa?. Niente, niente, ha ripetuto la madre. Alla fine, dopo un ora, il marito è rincasato. Indossava dei pantaloni troppo larghi e camminava mogio, con le spalle curve. Uno sguardo alla moglie e al figlio, poi ha annunciato, con lo sguardo basso, che aveva ricevuto solo la metà dello stipendio. Giurandogli che avrebbe pagato il resto in un secondo momento, ha dato duecento euro a Nikos. Il bambino continuava a piangere. Nikos è sbottato: Dio santo, cos ha questo bambino?. La madre ha preso a singhiozzare: Ha fame.... Il padre ha tenuto lo sguardo incollato a terra. Nikos ha scosso la testa e ha infilato i biglietti nel bavaglino del bambino. E, uscito dall appartamento, ha cominciato a piangere come un coglione. Quel giorno neanche la sua Harley l ha tirato su. La memoria di Nikos è piena di ricordi di traslochi. Si ammassano nell attesa che qualcuno venga a fare ordine, che un salvatore trascini il paese fuori dalla sua pazzia. È tutto brutto, sporco. Nikos potrebbe svuotarsi la mente, ma lare atterra sul tavolo. C è silenzio, una voluta di fumo nell aria. Nikos dice che a volte crolla. E racconta di quando uno dei suoi uomini l ha chiamato per chiedergli aiuto: Vieni subito. Ricorda di essere entrato in un appartamento fatiscente del centro di Atene. I mobili erano stati appena scaricati, i cartoni erano ancora chiusi. Una donna incinta era seduta su una cassa, un bambino urlava senza che lei ci facesse caso. Terrorizzata, aveva spiegato che non poteva pagare il trasloco subito, che doveva aspettare il ritorno del marito. Disse che non avrebbe tardato, che i soldi li aveva lui, che il suo capo doveva pagarlo. Nikos l ha rassicurata, ha accettato un caffè ed è sprocustodisce ancora i nomi, i quartieri, le storie. Forse per via delle mani che stringe e del sapore del caffè. Tornando a casa Nikos non è un tipo nostalgico, però ricorda un passato non troppo lontano, in cui tutto era più semplice: la strada da seguire, la vita, i soldi. Figlio di piccoli commercianti, si era comprato un camion per vedere il mondo e aveva promesso alla moglie di chiamarla spesso. Giovane e aitante, il camionista dagli occhi blu e dall abbronzatura perfetta trasportava mandarini, limoni e olive nei paesi senza sole e ripartiva carico di vestiti, mobili e macchine. L idea dei traslochi è venuta a un amico. Nikos ha accettato subito. Viaggiare dall Arabia Saudita alla Scozia, dalla Norvegia al Marocco. E incontrare persone, uomini e donne che ti offrono il caffè: era un sogno. Ti aprono la loro casa, entri nella loro intimità: sono cose da rispettare. Fare traslochi richiede una certa delicatezza. Nikos lo dice serio, assolutamente convinto che la parola delicatezza non stonerà con la battuta un po volgare che sta per fare. Racconta la sua vita seduto nel suo ufficio, un bilocale, con i piedi appoggiati su una scrivania di legno massiccio coperta di oggetti antichi e modellini di navi. Accanto a lui, un paio di stivali da motociclista degli anni quaranta. Nikos ama accumulare cose, esibirle. Oltre alla Harley e alla Mercedes ha sei automobili e una moto da collezione ( i miei gioielli ), un quad, una barca a motore, una casa al mare, un cavallo (Zeus), un rottweiler (Ortega) e uno yorkshire coi fiocchi in testa (Joujou). Alla figlia, Panagiota, ha comprato un monolocale in centro. Lui abita in un quartiere residenziale un po fuori città. Il suo appartamento ha la vista su Atene: sulle sue luci, sull Acropoli. La sera tardi, è lì che si ritrova con la moglie Litsa e il figlio Michalis, l erede. Ha l aria soddisfatta e insiste per mostrarci le foto dei suoi viaggi. Poi gli torna in mente un altro tesoro. Dal cassetto della scrivania estrae degli scatti strani, qualcu- 116 Internazionale agosto 2013 Internazionale agosto

4 no direbbe brutti: si vedono solo righe bianche, tunnel e specchietti retrovisori. Nikos elenca date, paesi e tipi di trasloco, tutto a memoria. Ha macinato oltre un milione di chilometri tra il 1988 e il Per battere la concorrenza lavorava duro, dormiva poco e chiedeva meno degli altri. È il mercato!, dice ridendo. Non contava le ore di lavoro, ma guadagnava parecchio. In quegli anni i pensionati europei compravano la seconda casa in Grecia per venire a trascorrerci la vecchiaia. Se ci pensi, è stato un periodo d oro.... Si è anche occupato spesso dei traslochi degli emigrati greci che tornavano a casa. Chi aveva lasciato il paese durante la seconda guerra mondiale, la guerra civile o la dittatura, negli anni ottanta ha cominciato a rientrare in patria. La Grecia era appena entrata nell Unione europea, le città esplodevano, la crescita galoppava, il paese era in festa. Ma non era sempre facile, qui non avevamo neanche la televisione. Gli emigrati e le loro valigie erano la fortuna di Nikos. Silenzio, un altra voluta di fumo. Nikos ha appena rispedito in Australia un tizio che era tornato vent anni fa. Perfino morire è diventato impossibile qui!, gli ha detto l uomo prima di partire. Per Nikos la crisi è come una mosca: sarebbe bello poterla scacciare con una mano. Con gli occhi che brillano, si sofferma ancora un po sugli anni di vacche grasse. La sua ditta la Eracle, che oggi ha una ventina di impiegati e otto camion l ha aperta nel Nella mitologia greca Eracle, mezzo uomo e mezzo dio, simboleggia la forza. Nikos gonfia i bicipiti e scoppia in una risata fragorosa. Andiamo a mangiare?. 118 Internazionale agosto 2013 Ci sono persone che sognano di sparire senza farsi vedere. Nikos lo sa. E sa che non è del tutto legale. Ma è sempre pronto a dare una mano A tutto volume Nikos va a prendere la sua Mercedes in garage e si dirige fuori Atene, con la musica a tutto volume. Il suo migliore amico, Markos, lo aspetta. I due si sono conosciuti dieci anni fa: Nikos doveva occuparsi del trasloco di una banca e aveva bisogno di camion supplementari. Markos, che consegna e monta cucine, gli ha dato una mano. Da allora i due si incontrano ogni settimana per pranzare insieme. Sulla cinquantina, con i capelli lunghi e grassi, Markos vive ad Ano Liosia, un quartiere di Atene periferico ma moderno ed elegante, spuntato su alcune colline dove trent anni fa c erano solo campi ingialliti dal sole. Dopo le prime ville, distrutte dal terremoto del 1999, nella zona sono apparse abitazioni ancora più imponenti. Nell estate del 2007 Atene è stata devastata dagli incendi. La natura è cocciuta, gli uomini pure: oggi qui le case sembrano dei castelli. Quella di Markos, quattrocento metri quadrati su quattro piani, ha una sala per i ricevimenti al piano terra, uno strano spazio che dovrebbe far venire voglia di bere, mangiare e ballare. I ninnoli del salotto non ricordano nessun viaggio. Le foto sono rare, i libri inesistenti e le tende leopardate. In una gabbia c è un colibrì. Nikos si arrotola le maniche della camicia. Passo il tempo a lavorare, ma ora... pausa! Ti faremo vedere che i greci sanno mangiare e bere bene. Il vino scorre a fiumi, gli invitati pescano nei piatti, condividono sformati, carne alla griglia e formaggi in un allegro frastuono. Il cellulare di Nikos squilla in continuazione: Gli affari, si scusa a intervalli regolari. Quello del suo amico rimane muto. Con il boom immobiliare, anche il settore delle cucine aveva conosciuto un rapido sviluppo. Ma Markos ha sperperato tutto. Per costruirsi la casa ha preso un prestito di centottantamila euro. Poi, quando sono finiti i lavori, tutti hanno smesso di comprare cucine. Markos e Anna hanno smesso di pagare le rate del mutuo due anni fa. La loro bella casa sarà ipotecata. Certo, ho scambiato i miei sogni per la realtà. Ma perché non avrei dovuto?, chiede Anna. Per anni la Piraeus bank ha proposto alla coppia prestiti a tassi imbattibili. Mi chiamavano tre volte a settimana: Vuole un televisore nuovo?, Deve cambiare l auto?, Le farebbero comodo diecimila euro?. Cosa avrei dovuto rispondere?. Anna ha 23 carte di credito. Quando apre il portafogli, il ventaglio di schede di plastica le arriva dal petto fin quasi al pavimento. Nikos, invece, non ha mai preso in prestito un centesimo. Non ha studiato, ma ha ereditato dal padre un pragmatismo puntiglioso. Non vuole dipendere da nessuno. Sono un caso raro, ripete. Se mi porgessero una borraccia in pieno deserto, risponderei: Se hai i soldi, prendi; se non ne hai, guardi. Si accende una sigaretta alla finestra. Il quartiere è popolato da arricchiti che hanno avuto gli occhi più grandi della pancia. Le banche si sono già prese la casa del vicino, sospira Anna. La notte è calata. Le strade deserte non sono illuminate. Il comune non ha avuto il tempo di installare i lampioni. Nikos ha promesso ai suoi amici che, se saranno sfrattati, li aiuterà a traslocare. Gratis, ovviamente. Se ne va, con la musica sempre a tutto volume. Mentre guida mi confessa che potrebbe partire anche lui: un amico gli ha proposto un lavoro in Australia. Ma sarebbe da vigliacchi. Se sei un uomo, rimani e combatti. La rovina del paese Nikos ha dormito male. Ha avuto un incarico dal ministero dell economia: dovrà occuparsi del trasloco di diversi uffici esattoriali. Ad Atene ce n erano 26. Con la crisi sono diventati otto. Non sono ancora le sei di mattina e Nikos, con il telefono incollato all orecchio e il caffè e il posacenere sul tavolo, dà ordini alle sue truppe. Se qualcuno gli chiede perché sta urlando, lui nega di parlare ad alta voce e spiega che un bravo capo deve essere chiaro quando dà istruzioni. Un vecchio, Iakovos, entra, si siede davanti a Nikos e apre il giornale. Poi si alza e spinge un interruttore nascosto in un armadio e accende la luce. Nikos, che si sgola al telefono da tre ore, non ci aveva pensato. Iakovos, 86 anni, è un vicino. Un giorno Nikos l ha trovato riverso a terra. Aveva avuto un malore. Me lo sono caricato in spalla e l ho portato dal dottore. E siccome non ha più nessuno, l ho adottato. Nikos gli paga la benzina, la spesa, lo accompagna dal medico, si assicura che venga ogni mattina, lo chiama ogni sera e ha promesso di accompagnarlo fino alla sua ultima dimora. Sono le nove. Irene, issata sui suoi tacchi alti, comincia la giornata di lavoro. Nikos le affida il vecchio e fila verso uno degli uffici esattoriali. Qualcuno l ha appena avvertito che una delle squadre, inviata in un agenzia in periferia, ha un problema. L ingresso dell edificio, un fabbricato grigio di cinque piani, è bloccato da uno sciame di telecamere che riprendono una trentina di manifestanti arrabbiati. Cos è Toula, un amica di Nikos, nella sua casa di Atene Un cartone della Eracle Trasporti Nikos e la moglie Litsa nella loro casa al mare questo casino?. Nikos tuona: Questi odiano le tasse, ma sono pronti a difendere un agenzia delle entrate perché ci lavora il fratello, il padre o il cugino. Aggrotta le sopracciglia, incrocia le braccia e sbotta: I funzionari pubblici sono il cancro della società. Arrivato al primo piano, si tranquillizza. Gli ultimi impiegati stanno mettendo via le loro cose. I suoi uomini possono lavorare. Gli uffici sono deserti, i corridoi sanno di polvere. Si ferma per riprendere fiato: è tutto il suo corpo a rilassarsi. Uscendo, per poco non va a sbattere contro una donna bionda dal viso sciupato, infagottata in una felpa viola. Anna Taxaki, 64 anni, lavora lì da vent anni. Questa era un po una casa per me. È difficile dire addio alla propria casa, dice, dondolandosi, come i vecchi persi nei ricordi. Con le dita stanche, separa pile di documenti per farne altre pile. Il gesto è assurdo, l ha ripetuto per anni. L amministrazione greca ha appena cominciato a informatizzare i servizi. La funzionaria vorrebbe andare in pensione, ma suo marito è morto e i due figli sono disoccupati. Il suo stipendio è sceso da duemila a milletrecento euro. Nessuno l aiuta a trasportare le sue cose. Di sera l ufficio del ministro chiama Nikos per congratularsi. Nikos è felicissimo. Il seguito della storia non gli interessa. Che la nuova agenzia apra nel caos, che gli scatoloni sventrati rimangano in giro senza essere svuotati, che l ascensore non funzioni, che non ci sia posto per la taglierina e la fotocopiatrice: tutto questo non lo riguarda. Pensa al guadagno. Il trasloco gli è costato centomila euro netti. Ha proposto allo stato di farsi pagare centoventimila euro subito o duecentoventimila più in là. Il ministro ha preferito rimandare. È fatta, si è detto Nikos, nella speranza che la Grecia riesca a evitare il fallimento. Ogni 22 del mese Alle spalle del Museo archeologico nazionale di Atene un giovane incappucciato sta sbraitando contro gli stranieri e agitando un manganello. Alcune persone scappano alla sua vista. Ancora gli immigrati... Non si sono stufati di crearci problemi?, commenta Nikos. Parla di Atene come fosse di sua proprietà: Guarda questa piazza. Prima ci venivamo sempre. Ora è piena di iracheni o afgani che spacciano. I cinesi fanno scendere il prezzo delle case, i rumeni e i bulgari sono tutti borseggiatori. Poi borbotta: I greci non hanno più niente, non hanno più lavoro, perché dovremmo aiuta- Internazionale agosto

5 Il villaggio olimpico di Atene, costruito per i giochi del 2004 Il Partenone La signora Toula Oggi è domenica, l aria sa di mare, il cielo è limpido. Nikos sta guidando verso la sua seconda casa, in un villaggio sul mare a quarantacinque chilometri da Atene. Sua moglie e il cane prendono il sole con i finestrini abbassati. La radio trasmette dei successi di Giorgos Alkaios, un amico, dice Nikos. Il cantante ha partecipato all Eurovision. Nel suo video più famoso, Opa, ancheggia tra quattro efebi fasciati di pelle. Nikos, la moglie e il cane si muovono al ritmo della musica. Ecco una canzone anticrisi!, esclama Nikos. Nel parcheggio di un ristorante Nikos incontra Toula, una sua cara amica miliova la segretaria in un azienda edile. Licenziata nel 2009, ha lavorato in un agenzia di recupero crediti. Ha retto un mese: Moralmente era troppo duro. Eppure era l unico posto dove c era lavoro. Nikos l ha assunta per settecento euro al mese. Con un mutuo di settecentocinquanta euro, non ce la faceva. Così si è rivolta a un tribunale: Le rate mensili sono state ridotte a cento euro. Se non pago finisco per strada. Se pago, nel 2016 si farà il punto della situazione. In teoria dovrei finire di pagare la casa nel Avrò sessantaquattro anni, mio figlio trentacinque. Di nuovo souvlaki Una volta in ufficio, Nikos prende in giro Irene per il suo pranzo: Di nuovo souvlaki!. Senza molta grazia gonfia le guance, tira in fuori la pancia e mima un obeso. Irene non smette mai di sorridere. Ha sempre sognato di avere il secondo figlio, ma negli ospedali pubblici bisogna dare varie centinaia di euro ai medici per partorire, e io non li ho. Poi aggiunge: Nessuna madre dovrebbe dirlo, ma se tornassi indietro non farei neanche il primo. Continua a sorridere, con lo sguardo nel vuoto. All inizio dell anno scolastico, dopo re gli stranieri?. Alle ultime elezioni ha votato per i conservatori, anche se tutti sanno che gli estremisti di destra hanno ragione. Guarda questa vecchia casa: immagina quanto doveva essere bella un tempo. La porta è serrata da una grossa catena. C è il cartello vendesi, ma ovviamente nessun compratore. Nikos conta i negozi chiusi: in certi quartieri la media è di uno su tre. I locali vuoti e coperti di polvere gli mettono tristezza. Sui viali commerciali è tutto un susseguirsi di banche: Piraeus, Alpha, National Bank of Greece. Una folla omogenea aspetta paziente sui marciapiedi, davanti alle agenzie. Ogni 22 del mese le persone fanno la fila per ritirare la pensione. Molte di loro sono sedute per terra, con le gambe piegate al petto. Da qualche mese hanno l obbligo di firmare un registro che dovrebbe servire a limitare il rischio di frodi. Migliaia di morti e i loro parenti hanno continuato a riscuotere la pensione per anni: roba da matti!, brontola Nikos. Poi, con uno scatto, afferra il telefono e chiama Irene, la segretaria: Iakovos è lì con te? Digli di andare in banca, oggi è il 22. Irene lavora alla Eracle dal Prima della crisi, questa graziosa trentenne faceprietario, nonché creditore, abitava di fronte. Quando il camion blu si è allontanato nell oscurità, Nikos è andato a dormire. Qualche ora dopo è stato svegliato da una telefonata. Era il conducente, perso con la famiglia da qualche parte in montagna. È una stalla per pecore, capo. Non c è acqua corrente, non c è elettricità. Li lascio qui?. Nikos ha parlato con il padre, che gli ha detto di non volere più nulla, né indirizzo né telefono. Il dipendente ha svuotato il camion ed è tornato indietro, da solo. naria, che ha invitato alcuni amici a pranzo. Le presentazioni sono rapide: c è una mora che vuole fare l attrice ma detesta le scene di nudo, una bionda che esita tra la cucina e la carriera di fotomodella, un ragazzo che ha preso un anno sabbatico e sta flirtando con la bionda. Davanti a loro, una baia turchese. I tacchi a spillo stridono sulla ghiaia, lo iodio solletica le narici. Nikos ha conosciuto Toula nell inverno del Quel giorno, era la vigilia di Natale, stava aspettando il ritorno dei suoi dipendenti per pagarli e fargli gli auguri. Il telefono ha squillato: una signora aveva urgentemente bisogno di un furgoncino per trasportare la sedia a rotelle di un bambino. Va bene, arrivo fra tre quarti d ora, ha risposto Nikos, che solo molto più tardi ha scoperto quanto fosse ricca la sua nuova cliente. Molto ricca, dice con un fischio, e molto generosa. In seguito Nikos si è occupato dei traslochi della danarosa signora e dei suoi figli, sparsi tra Regno Unito e Stati Uniti. A Natale manda per conto di Toula dei container pieni di regali a Londra. Nikos ha visto tutto della mia famiglia, i momenti belli e quelli tristi, i battesimi e i funerali, i matrimoni e i divorzi. Dopo tanti anni, lui continua a chiamare la sua cliente signora Toul estate del 2011, gli alunni non hanno ricevuto i libri di testo: non c era abbastanza carta per stamparli. Così Irene ha fatto delle fotocopie che sono durate fino a Natale, quando i libri sono finalmente arrivati. Quest anno alcuni bambini di famiglie che non si potevano permettere di pagare la mensa spesso sono arrivati a scuola a mani vuote, senza nemmeno uno spuntino. Irene ha proposto ai genitori più benestanti di preparare delle porzioni doppie: Non li possiamo mica lasciare morire di fame!. Nikos protesta quando Irene arriva in ritardo, ma apprezza la sua voce ferma, dolce, e la sua memoria infallibile. Al telefono reclama le somme dovute e rassicura i clienti. Sa improvvisare e risponde a tutte le richieste, anche di chi chiede che il trasloco sia fatto in piena notte. Nel 2011 ha ricevuto una quarantina di proposte simili. Nikos le ha accettate tutte. Capisce la situazione e sa che ci sono persone che sognano di sparire senza farsi vedere. Sa che non è del tutto legale, ma è sempre pronto a dare una mano. Ricorda un uomo che aspettava, con la moglie e i due figli piccoli, in un piccolo appartamento. Era una notte di aprile del Gli uomini della Eracle hanno lavorato in modo rapido e discreto, perché il prola. Il tavolo trabocca di cibo: insalate, polpi, calamari, gamberi, sogliole, orate, feta alla griglia, skordalia, melanzane fritte, zucchine fritte, patate fritte. Tutti si servono, piluccano, mangiano direttamente dal piatto di portata. La conversazione ruota intorno alla sfilata di moda del giorno prima. La signora Toula conclude con un grazie a Dio siamo tutti in buona salute. Gli ospiti si dirigono verso casa di Nikos. Sua moglie offre caffè e pasticcini. La bionda assaggia i liquori, la mora va in estasi davanti a una pietra da taglio, il ragazzo ammira la vista sulla baia. Un albero di clementine profuma il terrazzo. Gli ospiti si ritirano. Di colpo c è silenzio, e Nikos si accascia su una sedia con la testa tra le mani. E se fossi l ultimo rappresentante della classe media? Ormai vedo solo gente molto ricca o molto povera. S interrompe. E se lo stato fallisse? Che fine faremmo?. Nel garage lo aspetta il suo bebè. Nikos ha comprato la Mercedes di re Costantino, l ultimo monarca greco, e la sta facendo restaurare, ma per ora non la tira fuori. Non voglio che le persone per strada mi guardino a bocca aperta. Per soffrire, come i suoi compatrioti, si è appena comprato anche un motorino. u fs 120 Internazionale agosto 2013 Internazionale agosto

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Ha più o meno cinquant anni, presumo? domandò l uomo senza scostarsi da lei.

Ha più o meno cinquant anni, presumo? domandò l uomo senza scostarsi da lei. Mathilde tirò fuori l agenda e scrisse: «Il tizio seduto alla mia sinistra mi prende per i fondelli». Bevve un sorso di birra e lanciò un altra occhiata al vicino, un tizio immenso che da dieci minuti

Dettagli

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita 17 ottobre 2009 Aicha e Achol sono due donne molto diverse, come diversa è la loro storia, che si intreccia solo pochi

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta.

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta. Cognome : Nome: Data : Istruzioni Sono state elaborate sotto forma di questionario a scelta multipla alcune tipiche situazioni professionali dell assistenza domiciliare. Vengono proposte tre situazioni

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Solo un bambino. Gabriel! Gabriel! Gabriel!... Che cosa era successo a Gabriel?

Solo un bambino. Gabriel! Gabriel! Gabriel!... Che cosa era successo a Gabriel? Solo un bambino... Che cosa era successo a Gabriel? Era arrivato a St. Cloud con un breve destino già scritto, crudele, di orfano. Avrebbe abitato dalla zia, l anziana signora Mitchell, la vecchia maestra

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Compiti delle vacanze estive per chi in agosto sarà al livello 3 Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Questi compiti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE Ciao Mario come stai? Abbastanza bene, grazie. Ti presento il mio amico John. Da dove viene John? John è Canadese ed è in Italia

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Era proprio destino che quell anno dal cielo cadessero

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Il punto di vista dell educatrice Pietro ha 20 mesi, già da 6 frequenta il Nido e il momento del pasto è vissuto con molta tensione: l

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c.

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c. QUARTA MEDIA RIPASSO DI GRAMMATICA / LESSICO E FUNZIONI SCEGLI LA FORMA CORRETTA. 1. (a) Quello uomo (b) Quell'uomo (c) quel uomo è stato un famoso atleta. 2. Il mio ufficio è vicino (a) alla stazione

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

SABATO, 31 AGOSTO. A volte mi chiedo se mamma sia completamente priva di CERVELLO. Certi giorni mi rispondo di sì. Come oggi.

SABATO, 31 AGOSTO. A volte mi chiedo se mamma sia completamente priva di CERVELLO. Certi giorni mi rispondo di sì. Come oggi. SABATO, 31 AGOSTO A volte mi chiedo se mamma sia completamente priva di CERVELLO. Certi giorni mi rispondo di sì. Come oggi. Tutto è cominciato questa mattina quando le ho chiesto se poteva comprarmi uno

Dettagli

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi IL DIO ADE Il dio Ade è fratello del dio Zeus. Ade è il re dei morti. Per gli antichi greci, dopo la morte, gli uomini vanno negli Inferi. Gli Inferi sono un luogo buio e triste che si trova sotto terra.

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse.

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse. A proposito di tasse: parliamo di evasione fiscale in Italia. Siamo campioni anche in quello. Noi siamo sempre i primi quando si parla di illegalità. Sempre a mia moglie norvegese: quando ho cercato di

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto.

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. Attività: ascolto di un racconto. La bambola diversa Lettura dell insegnante

Dettagli

Federico Platania Il primo sangue Copyright 2008 Via Col di Lana, 23 Ravenna Tel. 0544 401290 - fax 0544 1390153 www.fernandel.it fernandel@fernandel.it ISBN: 978-88-87433-89-0 Copertina di Riccardo Grandi

Dettagli

Il maestro nuovo è tornato

Il maestro nuovo è tornato rob buyea Il maestro nuovo è tornato Traduzione di Beatrice Masini Rizzoli Titolo originale: Mr. Terupt Falls Again 2012 Rob Buyea Pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 2012 da Delacorte

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

«E poi, ovviamente, i negozi di scarpe!»

«E poi, ovviamente, i negozi di scarpe!» 1 SHOPPING SFRENATO Tom attraversò il vialetto a passo di lumaca, trascinando i piedi. Sua madre e sua nonna erano già sedute in macchina. «Sbrigati, Tom!» gridò la sua mamma sporgendosi dal finestrino.

Dettagli

LEGGERE ATTENTAMENTE IL BRANO E RISPONDERE ALLE DOMANDE CHE SEGUONO: - Il dottor Bianco - Da: Il paese dei bambini che sorridono

LEGGERE ATTENTAMENTE IL BRANO E RISPONDERE ALLE DOMANDE CHE SEGUONO: - Il dottor Bianco - Da: Il paese dei bambini che sorridono SEZIONE A LEGGERE ATTENTAMENTE IL BRANO E RISPONDERE ALLE DOMANDE CHE SEGUONO: - Il dottor Bianco - Da: Il paese dei bambini che sorridono Era un mattino freddo e piovoso. Il dottor Bianco entrò di corsa

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Primo confine L abbandono VÈSTITI!

Primo confine L abbandono VÈSTITI! Primo confine L abbandono VÈSTITI! Luce. Finestra che prende forma. Sono solo le sei del mattino ed ho ancora due ore da passare come voglio, nel letto forse. L ho lasciato da un mese. Mi sono scrollata

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

BATTITI MATERNI LA SCENEGGIATURA DEFINITIVA. da un'idea di Daniele Portaluri. Sceneggiatura di Elio Moroni, Renato Francisci, Daniele Portaluri

BATTITI MATERNI LA SCENEGGIATURA DEFINITIVA. da un'idea di Daniele Portaluri. Sceneggiatura di Elio Moroni, Renato Francisci, Daniele Portaluri LA SCENEGGIATURA DEFINITIVA BATTITI MATERNI da un'idea di Daniele Portaluri Sceneggiatura di Elio Moroni, Renato Francisci, Daniele Portaluri SCENA 1 - CUCINA (molto ordinata) - INTERNO SERA Marco e Chiara

Dettagli

LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI

LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A.Completa le frasi coniugando i verbi tra parentesi al passato (imperfetto, passato prossimo trapassato prossimo) 1. Quando SIAMO ARRIVATI/E al cinema il film

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere VIAGGI NELLE STORIE Frammenti di cinema per narrare L incontro Percorso di italiano L2 per donne straniere Claudia Barlassina e Marilena Del Vecchio Aprile Maggio 2009 VIAGGI NELLE STORIE I PARTE GUARDA

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

www.scuolaitalianatehran.com

www.scuolaitalianatehran.com щ1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHRAN Corso Settembre - Dicembre 2006 ESAME FINALE LIVELLO 2 щ Nome: Cognome: Numero tessera: щ1 щ2 Leggi il testo e completa il riassunto (15 punti) Italiani in

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli