Ha fatto notizia in queste

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ha fatto notizia in queste"

Transcript

1 di Antonio Boschetti APPROFONDIMENTI Biodiesel e olio di colza, dov è la convenienza Ha fatto notizia in queste ultime settimane scoprire che alcuni automobilisti, a quanto pare soprattutto al Nord, stavano utilizzando l olio di colza per far girare i motori Diesel delle loro automobili. Le voci che circolano sono contrastanti: secondo alcuni l olio vegetale può essere utilizzato anche puro al 100%, secondo altri questo provocherebbe seri danni ai propulsori ed è assolutamente necessario diluirlo con il gasolio; i più pessimisti sostengono che anche in percentuali limitate l olio vegetale alla lunga provoca danni irreparabili ai motori Diesel. L olio di colza non è il biodiesel? Vale quindi la pena di fare un po di chiarezza sul tema dei biocombustibili liquidi anche per riparare Ma è proprio vero che fanno risparmiare? Cosa sono e gli effetti di biodiesel e oli vegetali alle grossolane imprecisioni comparse su alcuni articoli della stampa generalista secondo cui parrebbe che il biodiesel sia prodotto da scarti delle lavorazioni agricole di diverse colture, tra cui anche la barbabietola. In realtà il biodiesel è un derivato dalla trasformazione industriale dell olio vegetale come quello di colza, girasole, soia, ecc. Nonostante tutto, è evidente come la questione delle fonti alternative al petrolio sia di estrema attualità, per motivi ambientali legati al riscaldamento della Terra e all applicazione delle norme contenute nel Protocollo di Kyoto, entrato in vigore lo scorso 15 febbraio. Ad essere realisti anche l aumento del prezzo del petrolio durante tutto il 2004, fortemente sentito sia dagli agricoltori che dai contoterzisti, ha spinto verso la ricerca di alternative. Tra quelle con maggiori possibilità future di diffusione ci sono senz altro il biodiesel e il bioetanolo, mentre un discorso a parte merita l olio vegetale tal quale. È bene fare un poco di chiarezza sui combustibili che possono venire prodotti dall attività agricola e che normalmente vengono identificati anteponendo alla parola combustibile il prefi sso bio. Sostanzialmente i biocombustibili di origine agricola sono tre: bioetanolo, biodiesel e oli vegetali. Foto: F. Zanetti MAD 5 Maggio

2 MAD 5 Maggio STORIA RUDOLF DIESEL E IL SUO MOTORE L inventore dell omonimo motore, Rudolf Diesel, fece i primi esperimenti utilizzando olio di canapa. In effetti l utilizzo diffuso del petrolio fu successivo al suo brevetto da lui registrato come motore economico universale. Nato a Parigi nel 1858 da genitori bavaresi, Diesel si trasferì con la famiglia a Londra durante la guerra franco-prussiana. Studiò ingegneria al Politecnico di Monaco dove si appassionò di termodinamica colpito nell apprendere che in un moderno motore a benzina solo il 10% del calore sviluppato dal combustibile si trasformava in lavoro utile. Nel 1880 Diesel iniziò a lavorare per lo stabilimento svizzero di motori Sulzer, che produceva motori per refrigerazione e a vapore. Dieci anni più tardi pubblicò un significativo articolo dal titolo: Teoria e Costruzione di una Macchina Termica Razionale e nel 1892 brevettò Biodiesel Il biodiesel è un derivato dell olio vegetale (pertanto biodiesel ed olio vegetale sono due cose molto diverse) ed è uno dei biocombustibili di origine agricola con le maggiori probabilità di diffusione. la sua idea. Iniziò quindi a sviluppare un motore basato sulla sua teoria: tale motore si differenziava da quello a benzina per il fatto che il carburante veniva acceso dalla compressione dell aria presente nei suoi cilindri piuttosto che da una scintilla. L invenzione di Diesel cambiò il corso della storia: basti pensare che nel 1897 il suo propulsore era in grado di raggiungere un rendimento meccanico del 26% a fronte di quello raggiunto dalle macchine a vapore dell epoca, di pari potenza, che non superava il 6%. Verso l inizio del 1900 i motori Diesel furono destinati alle navi e all uso industriale. Nel 1924 vennero costruiti i primi camion, nel 1926 il primo trattore agricolo ad opera di Francesco Cassani (il fondatore della Same), e solamente nel 1936 uscì dalla fabbrica la prima automobile con motore Diesel. Sulla scomparsa di Diesel, avvenuta nel 1913 in modo tragico, giace ancora il mistero. CE Gruppo elettrogeno funzionante a olio vegetale. Il motore è stato opportunamente modificato da una ditta specializzata per funzionare a olio vegetale puro Il biodiesel si ottiene principalmente dagli oli colza, girasole e soia, attraverso una trasformazione chimica, chiamata esterificazione, che comporta una riduzione della viscosità. In questo modo il biodiesel, che non è più olio vegetale, può essere utilizzato come combustibile, sia tal quale che miscelato con gasolio. Oggi il biodiesel viene impiegato nel nostro Paese prevalentemente come additivo al gasolio, in una percentuale variabile, ma non superiore al 5%, limite al di sotto del quale non è necessario dichiararne la presenza nel gasolio. Va ricordato che il biodiesel per essere competitivo con il gasolio gode di un regime di defiscalizzazione che è però limitato a un contingente fi ssato annualmente dalla Finanziaria. Senza defi scalizzazione il biodiesel verrebbe a costare alla pompa circa il 50% in più del gasolio. La miscelazione viene effettuata direttamente dalle raffinerie con l obiettivo di migliorare la lubrifi cità dei gasoli a basso tenore di zolfo. Al diminuire del contenuto di zolfo, infatti, aumenta la secchezza del combustibile. Pertanto molto del gasolio acquistato normalmente alle pompe lungo la rete stradale contiene già una percentuale minima non dichiarata di biodiesel. Alcune aziende produttrici tuttavia commercializzano delle miscele con contenuto di biodiesel fi no al 25% (75% di gasolio), talvolta identificate da uno specifico marchio aziendale come Biofox B25 della Fox Petroli. L utilizzo del biodiesel puro (vale a dire 100% biodiesel, non miscelato al gasolio) in Italia è relegato prevalentemente al settore del riscaldamento. Infatti la distribuzione di biodiesel puro o in miscele al di sopra del 5% lungo la rete stradale nazionale è soggetta a una speciale autorizzazione non sempre facile da ottenere. È piuttosto diffi cile sapere quanti e dove sono gli impianti che vendono lungo la rete stradale biodiesel puro nel nostro Paese, pare che gli unici siano quelli dei fratelli Ratti che ne possiedono tre a Tortona (Alessandria). In alcuni Stati europei, invece, come la Germania dove esistono poco meno di impianti e l Austria è possibile acquistare il biodiesel puro dalle pompe poste lungo le strade e per giunta a un prezzo leggermente inferiore a quello del gasolio ( 10%).

3 Anche negli Stati Uniti e in Canada il biodiesel puro è spesso disponibile nei distributori posti presso i supermercati. I produttori e i rivenditori di biodiesel italiani non sono ovviamente interessati a interloquire con il mondo agricolo che gode di tariffe agevolate per l acquisto di gasolio. Infatti, mentre un agricoltore, ad esempio di Mantova, che acquista meno di litri di gasolio all anno può spuntare un prezzo intorno a 0,70 euro/litro, il costo all ingrosso del biodiesel si aggira su 0,80-0,85 euro/litro. In ogni caso, secondo i dati del Comitato termotecnico italiano, il biodiesel, se preparato come si deve, cioè nel pieno rispetto delle norme che ne stabiliscono le caratteristiche chimico-fi siche, può tranquillamente essere impiegato nei motori Diesel. La percentuale consigliata in miscela con il gasolio dipende però molto dalla tipologia costruttiva del COS È LA TRANSESTERIFICAZIONE Èun processo chimico che consiste nel far reagire l olio vegetale, che è costituito in prevalenza da una miscela di grassi, mono, di e trigliceridi, con l alcol metilico in presenza di un catalizzatore alcalino (sostanza, come l idrossido di sodio, che favorisce la reazione tra l alcol e i grassi). Questo porta alla rottura della molecola di mono, di e trigliceridi, originando rispettivamente 1, 2 o 3 molecole di acidi grassi esterificati e sempre una molecola di glicerolo. La miscela di acidi grassi esterificati costituisce il biodiesel: il glicerolo viene separato e destinato all industria farmaceutica e cosmetica. propulsore. In generale miscele fi no al 25% non provocano alcun inconveniente a nessun tipo di motore, ma aumentando la percentuale di biodiesel in alcuni casi potrebbero manifestarsi seri problemi: alle componenti in gomma o silicone che dovessero venire a contatto con il combustibile, come le guarnizioni delle pompe, degli iniettori, ecc.; all olio di lubrificazione che, a causa del biodiesel trafi lato, può subire una forte riduzione del potere lubrifi cante. Per quanto riguarda gli iniettori invece il comportamento è analogo a quello del gasolio per il biodiesel puro, mentre si nota un leggero aumento delle incrostazioni carboniose nelle miscele al 50%. Anche i motori common rail sono perfettamente compatibili con il biodiesel in percentuali fi no al 30%. Sempre secondo i dati del Comitato termotecnico italiano la durata del motore alimentato con miscele di biodiesel non si discosta molto da quella tipica dei propulsori alimentati dal carburante di origine petrolifera. Infi ne i motori non evidenziano dif-

4 ferenze di comportamento per i parametri potenza e coppia, mentre aumentano i consumi specifi ci di circa un 10% nel caso di utilizzo di biodiesel puro, a causa del minore potere calorifi co del combustibile. Nelle miscele l aumento dei consumi si riduce al ridursi della percentuale del metilestere (biodiesel). Va precisato che alcune case automobilistiche come quelle tedesche dichiarano già nei libretti di circolazione delle loro automobili l idoneità all utilizzo del biodiesel allo stato puro. Oli vegetali Sull olio vegetale ultimamente se ne sentono tante, ma poco o niente di uffi ciale. Tra tante incertezze vi sono tuttavia almeno due punti fermi. Innanzitutto il fatto che in giro per l Italia numerosi comuni cittadini stanno utilizzando l olio di colza per alimentare i motori Diesel delle loro automobili; in secondo luogo che anche l olio vegetale, come qualsiasi altro combustibile è assoggettato al versamento di un accisa allo Stato che, nel caso specifi co, ammonta a circa 0,4 euro/litro. Pertanto chi usa olio vegetale come combustibile, senza versare l accisa allo Stato, commette il reato di evasione fi scale. Per questo chiameremo con uno pseudonimo, Emilio, un agricoltore del centro Italia che da alcuni anni utilizza l olio vegetale miscelato al 50% con il gasolio per riempire i serbatoi dei suoi trattori. Ormai da 5 anni Emilio ha inserito nella rotazione colturale 6 ettari di girasole. Due anni fa, dopo aver scoperto su internet la possibilità di utilizzare l olio vegetale come combustibile in miscela con il gasolio, Emilio ha acquistato una pressa per estrarre l olio dai semi di girasole. Egli ottiene circa 900 kg di olio/ha. Pertanto complessivamente la produzione aziendale di olio è di 5,4 t per un costo totale valutato da Emilio in circa euro/t ossia circa 0,36 euro/l. Lo scorso anno in azienda sono stati consumati circa kg di combustibile che sarebbero costati circa euro. Utilizzando invece gasolio agricolo miscelato al 50% con olio di girasole Emilio ha speso euro. Ogni agricoltore può approssimati-

5 Impianto di distribuzione di biodiesel puro lungo la rete stradale. In Italia questa tipologia di impianti è poco frequente: la famiglia Ratti ne gestisce tre, due a Tortona e uno a Montegioco, in provincia di Alessandria punto di vista economico ricorrere all olio vegetale. Esiste però una prospettiva interessante per l olio legata al recepimento della direttiva Ue 30/2003 da parte dello Stato italiano. La direttiva infatti oltre a defi nire come biocombustibile un carburante liquido o gassoso per trasporti ricavato dalla biomassa recita: sono da considerarsi biocarburanti almeno i prodotti elencati appresso olio vegetale puro: olio prodotto da piante oleaginose mediante pressione, estrazione, o processi analoghi, greggio o raffinato ma chimicamente non modificato. E mentre in Italia la sperimentazione e la ricerca sono a zero, in Baviera c è già chi ha pensato a normare l uso dell olio di colza a fi ni energetici. Antonio Boschetti vamente calcolare questo costo, partendo dal valore commerciale dei semi di girasole: 210 euro/t. Quello infatti è il prezzo che l agricoltore potrebbe percepire sul mercato per i propri semi. Dalla spremitura meccanica di 1 t di semi di girasole si possono estrarre 350 kg di olio e 600 kg di panello il cui valore sul mercato si aggira intorno a 100 euro/t. Pertanto con un rapido calcolo si può determinare il costo al chilogrammo dell olio: detraendo dal valore commerciale dei semi quello del panello e dividendo il risultato di questa semplice operazione per i chilogrammi di olio ottenuti dalla spremitura. Ovviamente non si è tenuto conto del costo di spremitura costituito dall ammortamento della pressa, dalla manodopera e dai costi energetici. Ogni agricoltore è senz altro in grado, meglio di chi scrive, di calcolare il costo di spremitura in base al valore attribuito al proprio tempo e considerando anche la spesa per l acquisto di una pressa. Per quanto riguarda le prestazioni va detto che il consumo specifi co aumenta di circa il 10%, vale a dire che per lavorare lo stesso numero di ore con la medesima potenza impegnata, il consumo di olio aumenta di circa un 10% rispetto al gasolio. Anche di questo fattore bisognerebbe tenere conto anche dal punto di vista economico. Va poi tenuto presente che in termini di potenza massima erogata utilizzando olio si perde dal 6 al 10% dei cavalli utili. L olio vegetale è generalmente più viscoso del gasolio e raggiunge valori critici durante l inverno quando non può essere usato con valori di concentrazione superiori al 10%. L elevata viscosità nel lungo periodo può portare a un logoramento precoce di: pompa di iniezione, iniettori, valvole e fasce elastiche. Inoltre si possono formare depositi carboniosi nella camera di combustione. Il Comitato termotecnico fornisce nel suo sito (www.cti2000.it) la documentazione per chi vuole utilizzare olio vegetale nei motori Diesel. Per il momento l agricoltura risulta pertanto esclusa dal conveniente utilizzo di biocarburanti: il biodiesel è esente da accisa quindi non conviene ai produttori destinarlo all uso agricolo dove i prezzi sono agevolati e quindi più bassi del gasolio per riscaldamento o autotrazione civile. Per quanto riguarda l olio invece prima che per una questione di prezzo si tratta di una barriera normativa che impedisce l uso di questo combustibile a meno di versare l accisa allo Stato, il che renderebbe ancora una volta sconveniente dal Continua la ripresa di Fiat Continua ad essere forte il contributo che Cnh fornisce all opera di risanamento finanziario che Sergio Marchionne sta portando avanti per il gruppo Fiat. La multinazionale controllata, costruttrice di macchine agricole e Sergio Marchionne, movimento terra, amministratore dopo aver chiuso delegato positivamente il del gruppo Fiat 2004 ha già dichiarato utili per il primo trimestre 2005 pari a 15 milioni di dollari rispetto ai 4 milioni di dollari di perdite del primo trimestre I lusinghieri risultati sono il frutto di un processo di riorganizzazione industriale che ha visto la creazione di piattaforme comuni di produzione e il rinnovo della gamma di prodotti. A contribuire economicamente al risanamento un notevole apporto arriva anche da Iveco. CE MAD 5 Maggio

La crisi energetica ampiamente trattata

La crisi energetica ampiamente trattata Ricerca Applicata Biodiesel: alcune considerazioni Albano Albasini Il Prof. Albano Albasini, che nella veste di docente di chimica organica del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell Univesità di Modena,

Dettagli

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Bioetanolo: dalla produzione all utilizz Centro Studi l Uomo e l Ambient Padova 200 Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Rodolfo Taccani, Robert Radu taccani@units.it, rradu@units.it

Dettagli

Anche api punta sul biodiesel

Anche api punta sul biodiesel Anche api punta sul biodiesel Proprio in considerazione dei vantaggi derivati all ambiente (e alla sicurezza) api sta puntando sul biodiesel, perseguendo la strada dello sviluppo sostenibile e la sua missione

Dettagli

CONVERSIONE TERMOCHIMICA

CONVERSIONE TERMOCHIMICA CONVERSIONE TERMOCHIMICA PIROLISI La pirolisi si può svolgere secondo diverse modalità: Carbonizzazione a temperature tra 300 C e 500 C Pirolisi convenzionale a temperature inferiori a 600 C Fast pirolisi

Dettagli

Il Gasolio Autotrazione

Il Gasolio Autotrazione Il Gasolio Autotrazione Con il termine gasolio autotrazione viene indicata una miscela di idrocarburi idonea per essere impiegata nei motori diesel. Il gasolio commercializzato in Italia deve possedere

Dettagli

IL BIODIESEL E LA CHIMICA. Silvia Bartolini, 17 Novembre 2006

IL BIODIESEL E LA CHIMICA. Silvia Bartolini, 17 Novembre 2006 IL BIODIESEL E LA CHIMICA Silvia Bartolini, 17 Novembre 2006 IL BIODIESEL E LA CHIMICA Cosa è il Biodiesel La chimica del Biodiesel Processo industriale Caratteristiche Sottoprodotti Vantaggi Usi Aspetti

Dettagli

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto ciò che riguarda la circolazione tramite diverse sistemi

Dettagli

Il Protocollo di Kyoto

Il Protocollo di Kyoto Il Protocollo di Kyoto Con il Protocollo di Kyoto i paesi industrializzati si impegnano a ridurre, durante il primo periodo di applicazione, 2008-2012, il totale delle emissioni di sei gas ad effetto serra,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1160 DISEGNO DI LEGGE d'iniziativa del senatore SCALERA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 19 FEBBRAIO 2002 Incentivi per favorire l'uso dell'etanolo e dei biodiesel

Dettagli

Perché aspettare? Passate subito ai combustibili rinnovabili!

Perché aspettare? Passate subito ai combustibili rinnovabili! 5 settembre 2007 Perché aspettare? Passate subito ai combustibili rinnovabili! Scania continua a sostenere che il passaggio ai combustibili rinnovabili possa e debba essere iniziato immediatamente. Sul

Dettagli

Sono biocombustibili, per esempio, la legna da ardere o lo sterco di vacca essiccato.

Sono biocombustibili, per esempio, la legna da ardere o lo sterco di vacca essiccato. I biocombustibili sono quei combustibili ricavati da materiale biologico recente. Si differenziano quindi da quelli fossili che derivano da materiali biologici antichi. Sono biocombustibili, per esempio,

Dettagli

La propulsione Informazioni per il PD

La propulsione Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/10 Compito Come funziona un automobile? Gli alunni studiano i diversi tipi di propulsione (motore) dell auto e imparano qual è la differenza tra un motore diesel e uno a benzina.

Dettagli

LE BIOMASSE PER L ENERGIA

LE BIOMASSE PER L ENERGIA Aula Magna dell Istituto Tecnico Agrario Statale F.lli Navarra Martedì 12 Aprile 2011 LE SPERIMENTAZIONI SUL CAMPO DI AGRIUNIFE: RICERCHE APPLICATE ALL AGRICOLTURA ING. ANNA VACCARI DI COSA PARLEREMO Il

Dettagli

Biocombustibile: valorizzazione energetica delle colture oleaginose. Roberto Jodice, Michela Pin C.E.T.A. Centro di Ecologia Teorica ed Applicata

Biocombustibile: valorizzazione energetica delle colture oleaginose. Roberto Jodice, Michela Pin C.E.T.A. Centro di Ecologia Teorica ed Applicata Biocombustibile: valorizzazione energetica delle colture oleaginose Roberto Jodice, Michela Pin C.E.T.A. Centro di Ecologia Teorica ed Applicata Biocarburanti dalle colture oleaginose Oli vegetali puri:

Dettagli

Energia solare BIOMASSA

Energia solare BIOMASSA Energia solare BIOMASSA Leonardo Setti Polo di Rimini Università di Bologna Associazione Luce&Vitaenergia, Medicina (BO) FOTOSINTESI anabolici catabolici MOLECOLE SEMPLICI (H 2 O e CO 2 ) INTERMEDI (glucosio)

Dettagli

Proposte per un Piano Nazionale per le biomasse e la bioenergia

Proposte per un Piano Nazionale per le biomasse e la bioenergia Scenario Sostenibilità: l Autonomia Energetica dell Alto Tevere Città di Castello, 14 ottobre 2006 Proposte per un Piano Nazionale per le biomasse e la bioenergia Vittorio Bartolelli ITABIA Italian Biomass

Dettagli

Il costo opportunità della produzione di energie dalle biomasse Esperienze a confronto di aziende del comparto FORLENER BIELLA 25 Settembre 2009

Il costo opportunità della produzione di energie dalle biomasse Esperienze a confronto di aziende del comparto FORLENER BIELLA 25 Settembre 2009 Il costo opportunità della produzione di energie dalle biomasse Esperienze a confronto di aziende del comparto FORLENER BIELLA 25 Settembre 2009 Strumenti legislativi di promozione delle agro energie Giuseppe

Dettagli

dott. Pasquale De Vita Audizione del presidente dell Unione Petrolifera Senato Commissione Industria (10 a )

dott. Pasquale De Vita Audizione del presidente dell Unione Petrolifera Senato Commissione Industria (10 a ) Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE Audizione del presidente

Dettagli

Convegno nazionale Valorizzazione energetica integrata del sorgo zuccherino: il progetto MULTISORGO Roma 29 maggio 2013

Convegno nazionale Valorizzazione energetica integrata del sorgo zuccherino: il progetto MULTISORGO Roma 29 maggio 2013 L evoluzione del quadro di riferimento sui biocarburanti Chiara Martini Convegno nazionale Valorizzazione energetica integrata del sorgo zuccherino: il progetto MULTISORGO Roma 29 maggio 2013 Outline Criteri

Dettagli

Agrotron M Natural Power: il primo trattore al mondo con alimentazione ad olio vegetale.

Agrotron M Natural Power: il primo trattore al mondo con alimentazione ad olio vegetale. Agrotron M Natural Power: il primo trattore al mondo con alimentazione ad olio vegetale. MONATE GARANTIE Esclusiva DEUTZ-FAHR: garanzia di 24 mesi su tutti gli Agrotron a partire da 132cv. Compatibilità

Dettagli

quando si valuta l impatto ambientale e gli aspetti economici relativi alla produzione del Biodiesel.

quando si valuta l impatto ambientale e gli aspetti economici relativi alla produzione del Biodiesel. Biodiesel Che cos è il Biodiesel? Il termine Biodiesel si riferisce solitamente ai metil-esteri (infatti è anche conosciuto come metilestere di acidi grassi o FAME) prodotti attraverso la transesterificazione

Dettagli

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale III anno Politiche tecnologiche dirette: Biocombustibili (M.Giugliano, S.Caserini, C.Scacchi) Politiche tecnologiche

Dettagli

Presentazione del progetto. I cicli termodinamici:

Presentazione del progetto. I cicli termodinamici: Presentazione del progetto I cicli termodinamici: OTTO DIESEL Obiettivi Presentare in modo sintetico ed efficace i concetti base relativi ai cicli termodinamici OTTO e DIESEL Organizzare e realizzare con

Dettagli

PVO E MOTORI, LA QUALITÀ È IL PRIMO REQUISITO

PVO E MOTORI, LA QUALITÀ È IL PRIMO REQUISITO TECNICA PVO E MOTORI, LA QUALITÀ È IL PRIMO REQUISITO Solo il rispetto di tutti i parametri qualitativi dell olio vegetale puro garantisce un affidabile funzionamento dei propulsori di Eliseo Antonini

Dettagli

Cogenerazione olio vegetale

Cogenerazione olio vegetale Olio vegetale L olio vegetale puro inteso come biocarburante è ottenuto dalla spremitura meccanica dei semi di oleaginose (girasole,colza, soia) e sottoposto a successiva filtrazione. Si tratta quindi

Dettagli

OpenLab presenta: Biotecnologie e risorse rinnovabili: un approccio innovativo alla risoluzione di un problema globale

OpenLab presenta: Biotecnologie e risorse rinnovabili: un approccio innovativo alla risoluzione di un problema globale OpenLab presenta: Biotecnologie e risorse rinnovabili: un approccio innovativo alla risoluzione di un problema globale Le Biotecnologie Sono l'integrazione delle scienze naturali, di organismi e cellule

Dettagli

Oli vegetali esausti. Il recupero per la produzione di biodiesel. Aldo Abenavoli Itabia

Oli vegetali esausti. Il recupero per la produzione di biodiesel. Aldo Abenavoli Itabia Oli vegetali esausti Il recupero per la produzione di biodiesel Aldo Abenavoli Itabia OLI ESAUSTI Residuano dalla frittura degli oli e grassi vegetali ed animali. Il consumo di oli alimentari in Italia

Dettagli

C.3 Biocombustibili. Bio-Etanolo. ottenuto da amidi e zuccheri. ottenuto da grassi e oli. Bio-Diesel. Metanolo. ottenuto dal legno

C.3 Biocombustibili. Bio-Etanolo. ottenuto da amidi e zuccheri. ottenuto da grassi e oli. Bio-Diesel. Metanolo. ottenuto dal legno I biocombustibili sono prodotti derivati dalla biomassa usati per autotrazione e riscaldamento, miscelati con carburanti ottenuti da combustibili fossili o utilizzati puri. I più comuni biocombustibili:

Dettagli

Via A. Moro, 20-36028 Rossano Veneto (VI) info@metais.it. Via Zamenhof, 829-36100 Vicenza info@basisweb.it

Via A. Moro, 20-36028 Rossano Veneto (VI) info@metais.it. Via Zamenhof, 829-36100 Vicenza info@basisweb.it Via A. Moro, 20-36028 Rossano Veneto (VI) info@metais.it Via Zamenhof, 829-36100 Vicenza info@basisweb.it INDICE 1) PRESENTAZIONE SOCIETA 2) OLIO VEGETALE E COGENERAZIONE 3) PRESENTAZIONE IMPIANTO 4) BUSINESS

Dettagli

IMPIANTI DI COGENERAZIONE ALIMENTATI AD OLIO VEGETALE

IMPIANTI DI COGENERAZIONE ALIMENTATI AD OLIO VEGETALE IMPIANTI DI COGENERAZIONE ALIMENTATI AD OLIO VEGETALE 2 INTRODUZIONE Etabetaenergia s.r.l. realizza impianti di cogenerazione alimentati ad olio vegetale. Con il termine cogenerazione (CHP Combined Heat

Dettagli

Il ruolo dell industria petrolifera nella sfida dei nuovi carburanti

Il ruolo dell industria petrolifera nella sfida dei nuovi carburanti Strategie e strumenti per vincere la sfida della Mobilità sostenibile Il ruolo dell industria petrolifera nella sfida dei nuovi carburanti Ing. Franco Del Manso Unione Petrolifera Roma 26 novembre 2008

Dettagli

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Livorno

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Livorno Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Livorno Adesione al Patto dei Sindaci, Delibera di C.C. n. 8 del 2013 Allegato E Provincia di Livorno Struttura di Coordinamento del Patto dei Sindaci

Dettagli

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA WWW.BEAMPOWERENERGY.COM

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA WWW.BEAMPOWERENERGY.COM DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA WWW.BEAMPOWERENERGY.COM DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA MaxR100 ripristina e mantiene l efficienza in condizionatori d aria, refrigeratori e sistemi di refrigerazione.

Dettagli

Le fonti energetiche

Le fonti energetiche Le fonti energetiche Le fonti energetiche Dalle fonti di energia si ricava l energia Esse sono suddivise in primarie e secondarie, in relazione al fatto che necessitino più o meno di trasformazioni. Le

Dettagli

siamo partiti dalle scuole per arrivare a tutti i cittadini!

siamo partiti dalle scuole per arrivare a tutti i cittadini! siamo partiti dalle scuole per arrivare a tutti i cittadini! COME E STATO FATTO IL BILANCIO ENERGETICO? Per effettuare il bilancio energetico è stato necessario conoscere e valutare tutti i consumi energetici

Dettagli

HIGH TECH LUBRICANTS & ADDITIVES 312.620 322.030 CETANE BOOSTER ADDITIVO PER GASOLIO MIGLIORATORE DEL NUMERO DI CETANO

HIGH TECH LUBRICANTS & ADDITIVES 312.620 322.030 CETANE BOOSTER ADDITIVO PER GASOLIO MIGLIORATORE DEL NUMERO DI CETANO 312.620 322.030 CETANE BOOSTER ADDITIVO PER GASOLIO MIGLIORATORE DEL NUMERO DI CETANO DESCRIZIONE Green Star CETANE BOOSTER è un prodotto specificamente formulato per aumentare il numero di cetano del

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI

PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI Il TEAM di Si-Web ha lavorato con impegno e professionalità utilizzando informazioni provenienti da autorevoli fonti sia nazionali che internazionali,

Dettagli

SOSTENIBILITA ENERGETICA SOSTENIBILITA AMBIENTALE SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO

SOSTENIBILITA ENERGETICA SOSTENIBILITA AMBIENTALE SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO CONSULENZA IN AMBITO AMBIENTALE ED ENERGETICO SOSTENIBILITA AMBIENTALE SOSTENIBILITA ENERGETICA Sostenibilità ambientale Riduzione utilizzo risorse naturali non rinnovabili Adozione tecnologie volte a

Dettagli

Progetto BIOSIRE. Mobilità sostenibile nei natanti in laguna di Venezia

Progetto BIOSIRE. Mobilità sostenibile nei natanti in laguna di Venezia Progetto BIOSIRE Mobilità sostenibile nei natanti in laguna di Venezia Impiego di olio vegetale puro e di biodiesel da recupero di oli alimentari esausti come biocarburante supported by Progetto BIOSIRE

Dettagli

OXEM S.p.A. Produzione di biodiesel

OXEM S.p.A. Produzione di biodiesel Bergamo, 20 febbraio 2008 OXEM S.p.A. Produzione di biodiesel - Giovanni Affaba - Indice Il biodiesel e la normativa di riferimento OXEM: il progetto Mezzana Bigli Caratteristiche del progetto Il Biodiesel

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

Creating Sustainable Transport in Tourism Regions. Mobilità nautica sostenibile a Venezia

Creating Sustainable Transport in Tourism Regions. Mobilità nautica sostenibile a Venezia Creating Sustainable Transport in Tourism Regions Mobilità nautica sostenibile a Venezia Indice dei contenuti Introduzioni Il progetto BIOSIRE Quadro introduttivo generale Quadro normativo e di mercato

Dettagli

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Università di Catania Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile AA 1011 1 Fondamenti di Trasporti Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Giuseppe Inturri Dipartimento

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Meccanica e Meccanizzazione Agricola Prof. S. Pascuzzi 1 Motori endotermici 2 Il motore endotermico L energia da legame chimico, posseduta dai combustibili

Dettagli

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 Educazione ambientale Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 http://educazioneambientale.ning.com è lo spazio web dove

Dettagli

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House Carburante dalle alghe Qualche tempo fa sui quotidiani e nelle riviste scientifiche si accennava alla produzione di biodiesel da alghe; oggi torniamo in argomento per conoscere una tecnologia produttiva

Dettagli

UTILIZZO DEI BIOCOMBUSTIBILI NEI MOTORI Compatibilità e problemi tecnici

UTILIZZO DEI BIOCOMBUSTIBILI NEI MOTORI Compatibilità e problemi tecnici Agroenergie e biocarburanti: le tecnologie e le prospettive di nuovi modelli energetici sostenibili UTILIZZO DEI BIOCOMBUSTIBILI NEI MOTORI Compatibilità e problemi tecnici FRANCESCO AVELLA avella@ssc.it

Dettagli

alla Confindustria Viale dell Astronomia n. 30 (fax 06/5923713)

alla Confindustria Viale dell Astronomia n. 30 (fax 06/5923713) Roma, 2 gennaio 2008 Protocollo: 1/V Rif.: Allegati: 1 Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: agli Uffici di diretta collaborazione

Dettagli

Vi presentiamo una tecnologia unica al mondo

Vi presentiamo una tecnologia unica al mondo Contate su di noi Vi presentiamo una tecnologia unica al mondo Il mondo si evolve velocemente. Cambia il modo di lavorare, le vostre esigenze si fanno più articolate, le normative sempre più strette.

Dettagli

1. Metodologia di calcolo del bilancio di energia primaria

1. Metodologia di calcolo del bilancio di energia primaria ALLEGATO A PAES Isola d Elba 1. Metodologia di calcolo del bilancio di energia primaria Il bilancio di energia è suddiviso per categoria di impiego e per tipo di fonte energetica. COMBUSTIBILI SOLIDI Sul

Dettagli

SOLUZIONE ESAME DI STATO TECNICO DEI SISTEMI ENERGETICI 2004 TEMA N.1

SOLUZIONE ESAME DI STATO TECNICO DEI SISTEMI ENERGETICI 2004 TEMA N.1 SOLUZIONE ESAME DI STATO TECNICO DEI SISTEMI ENERGETICI 2004 TEMA N.1 Svolgimento : Analizzando le caratteristiche del motore per autoveicolo funzionante a ciclo Diesel, possiamo determinare, in primi

Dettagli

BIOMASSA: Conversione energetica della biomassa: opportunità e prospettive. Paolo Silva

BIOMASSA: Conversione energetica della biomassa: opportunità e prospettive. Paolo Silva BIOMASSA: OPPORTUNITA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE? VENERDI 5 GIUGNO 2015 TAIO (TN), SALA CONVEGNI C.O.CE.A. Conversione energetica della biomassa: opportunità e prospettive Paolo Silva Professore associato

Dettagli

1. Metodologia di calcolo del bilancio dei consumi finali

1. Metodologia di calcolo del bilancio dei consumi finali ALLEGATO C PAES Rosignano M.mo 1. Metodologia di calcolo del bilancio dei consumi finali PRODOTTI PETROLIFERI Settore Civile: I consumi dei prodotti petroliferi in ambito civile vengono calcolati sommando

Dettagli

Introduzione. L effetto serra è in aumento. a causa dell inquinamento dell aria

Introduzione. L effetto serra è in aumento. a causa dell inquinamento dell aria Introduzione Lo sviluppo energetico ha portato molti benefici ma anche effetti preoccupanti sull ambiente. I cambiamenti climatici che si stanno verificando nel nostro pianeta sembrano esserne un esempio:

Dettagli

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO DICEMBRE 2005 Roma, febbraio 2006 1. Commento 2. Consumi di energia in fonti primarie (composizione %) 3. Emissioni di CO 2 4. Equazione

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Le centrali termoelettriche sono impianti che utilizzano l energia chimica dei combustibili per trasformarla in energia elettrica. Nelle centrali termoelettriche la produzione

Dettagli

Progetto lauree scientifiche 2015. da una tazzina di caffè. Pavia 1-11 settembre 2015. di Riccardo Scarabello e Damiano Duminuco

Progetto lauree scientifiche 2015. da una tazzina di caffè. Pavia 1-11 settembre 2015. di Riccardo Scarabello e Damiano Duminuco Progetto lauree scientifiche 2015 da una tazzina di caffè di Riccardo Scarabello e Damiano Duminuco Pavia 1-11 settembre 2015 le nostre esperienze Estrazione della caffeina Estrazione dell olio dal caffè:

Dettagli

IMPIANTI DI COGENERAZIONE CON MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA

IMPIANTI DI COGENERAZIONE CON MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Centro Polifunzionale di Pordenone http://www.uniud.it/ ASSOCIAZIONE TERMOTECNICA ITALIANA Sezione Friuli Venezia Giulia http://www.units.it/~dipenerg/ati.fvg/ - CONFERENZA

Dettagli

AGRITECHNICA 2009: FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES PRESENTA LA GAMMA DI MOTORI AGRICOLI E INDUSTRIALI

AGRITECHNICA 2009: FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES PRESENTA LA GAMMA DI MOTORI AGRICOLI E INDUSTRIALI 8 Novembre 2009 AGRITECHNICA 2009: FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES PRESENTA LA GAMMA DI MOTORI AGRICOLI E INDUSTRIALI FPT Fiat Powertrain Technologies, l azienda del Gruppo Fiat specializzata in ricerca,

Dettagli

Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno.

Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. 1 2 3 Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. Quando si trova un giacimento di metano, la forte pressione lo spinge

Dettagli

La conversione biologica può essere ottenuta con la fermentazione alcolica e la digestione, mentre la conversione fisica con la spremitura.

La conversione biologica può essere ottenuta con la fermentazione alcolica e la digestione, mentre la conversione fisica con la spremitura. Biomassa La materia organica vegetale è prodotta per effetto del processo di fotosintesi clorofilliana, che grazie all apporto dell energia del sole consente di trasformare semplici elementi minerali in

Dettagli

IMPIANTO PER PRODURRE PELLET

IMPIANTO PER PRODURRE PELLET IMPIANTO PER PRODURRE PELLET Informazioni sull investimento su un impianto di produzione pellet I primi passi per decidere se e come fare un impianto di produzione pellet. International Baltic Sia 31/01/2010

Dettagli

La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti

La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti Edgardo Curcio Presidente AIEE Milano, 20 maggio 2010 La produzione di biocarburanti

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento del Tesoro Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI Consumi e prezzi interni ed internazionali Dicembre 2002 (Sito Internet: www.dt.tesoro.it/aree-docum/analisi-pr/analisi-ma/index.htm)

Dettagli

Energia e ambiente: sviluppo sostenibile. Prof. Ing. Sergio Rapagnà Facoltà di Agraria Università degli Studi di Teramo

Energia e ambiente: sviluppo sostenibile. Prof. Ing. Sergio Rapagnà Facoltà di Agraria Università degli Studi di Teramo Energia e ambiente: sviluppo sostenibile Prof. Ing. Sergio Rapagnà Facoltà di Agraria Università degli Studi di Teramo La quantità di energia consumata dipende dal grado di sviluppo dell economia Tempo:

Dettagli

Nel periodo ottobre 2011-ottobre

Nel periodo ottobre 2011-ottobre I PREZZI DEI CARBURANTI Un anno difficile per i consumatori di Orietta Maizza e Giancarlo Fiorito Nel periodo ottobre 2011-ottobre 2012 i cittadini italiani hanno assistito a rincari rilevanti dei dei

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale Sabrina Giuca Giornata di studio Cambiamenti climatici e bio-energie in agricoltura Università degli

Dettagli

Pneumatici fuori uso i Normativa, contributo e tutto ciò che c è da sapere

Pneumatici fuori uso i Normativa, contributo e tutto ciò che c è da sapere Pneumatici fuori uso i Normativa, contributo e tutto ciò che c è da sapere e Introduzione A partire da aprile 2011 è attivo un nuovo sistema di recupero e smaltimento degli pneumatici fuori uso, che prevede

Dettagli

COMPORTAMENTO DI AUTOVEICOLI ALIMENTATI CON MISCELE GASOLIO / BIODIESEL

COMPORTAMENTO DI AUTOVEICOLI ALIMENTATI CON MISCELE GASOLIO / BIODIESEL Quando i carburanti diventano Bio :: compatibilità ambientale, potenzialità tecnica ed economica nel settore biofuels COMPORTAMENTO DI AUTOVEICOLI ALIMENTATI CON MISCELE GASOLIO / BIODIESEL FRANCESCO AVELLA

Dettagli

L'olio grezzo come combustibile?

L'olio grezzo come combustibile? Dipartimento Agronomia Ambientale e Produzioni Vegetali Università degli Studi di Padova L'olio grezzo come combustibile? Stefano Bona, Lara Riello e Sara Sandrini Dipartimento Agronomia Ambientale e Produzioni

Dettagli

Convegno ENERGIA DA BIOMASSE IL FUTURO COMINCIA DALLE AZIENDE AGRICOLE Conclusioni e proposte

Convegno ENERGIA DA BIOMASSE IL FUTURO COMINCIA DALLE AZIENDE AGRICOLE Conclusioni e proposte Convegno ENERGIA DA BIOMASSE IL FUTURO COMINCIA DALLE AZIENDE AGRICOLE Conclusioni e proposte Giovanni Riva CTI Comitato Termotecnico Italiano www.cti2000.it Milano, 19 giugno 2006 1 FILIERE AGRO-ENERGETICHE:

Dettagli

DP Lubrificanti S.r.l. BIOCARBURANTI PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE Vallevecchia, 09.07.10. Susanna Regis Milano per DP LUBRIFICANTI S.r.l.

DP Lubrificanti S.r.l. BIOCARBURANTI PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE Vallevecchia, 09.07.10. Susanna Regis Milano per DP LUBRIFICANTI S.r.l. DP Lubrificanti S.r.l. BIOCARBURANTI PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE Vallevecchia, 09.07.10 Susanna Regis Milano per DP LUBRIFICANTI S.r.l. 1 La DP LUBRIFICANTI srl Cosa facciamo Le nostre materie prime LA

Dettagli

Scheda sintesi dei progetti bando di ricerca

Scheda sintesi dei progetti bando di ricerca Scheda sintesi dei progetti bando di ricerca Azienda Progetto Totale investito (contributo concesso) Enel Realizzazione e sperimentazione nelle città di Milano, Pisa e Roma di un infrastruttura di ricarica

Dettagli

MOTORI ENDOTERMICI di Ezio Fornero

MOTORI ENDOTERMICI di Ezio Fornero MOTORI ENDOTERMICI di Ezio Fornero Nei motori endotermici (m.e.t.) l energia termica è prodotta mediante combustione di sostanze liquide o gassose, generalmente dette carburanti. Si tratta di motori a

Dettagli

PROGETTO E.Ri.C.A. Energie rinnovabili da colture agricole VALORIZZAZIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE VEGETALI. Giuseppe Toscano

PROGETTO E.Ri.C.A. Energie rinnovabili da colture agricole VALORIZZAZIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE VEGETALI. Giuseppe Toscano PROGETTO E.Ri.C.A. Energie rinnovabili da colture agricole VALORIZZAZIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE VEGETALI Giuseppe Toscano Laboratorio Biomasse Dipartimento D3A Università Politecnica delle Marche 6

Dettagli

G.B. Zorzoli ISES ITALIA L USO DI BIOMASSE A FINI ENERGETICI. Porretta Terme, 27.09.2008

G.B. Zorzoli ISES ITALIA L USO DI BIOMASSE A FINI ENERGETICI. Porretta Terme, 27.09.2008 G.B. Zorzoli ISES ITALIA L USO DI BIOMASSE A FINI ENERGETICI Porretta Terme, 27.09.2008 LE PIÙ IMPORTANTI TIPOLOGIE DI BIOMASSA RESIDUI FORESTALI SCARTI DELL INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE DEL LEGNO (TRUCIOLI,

Dettagli

Forme di energia alternative

Forme di energia alternative Forme di energia alternative L energia, bene primario della nostra società, è utilizzata costantemente durante tutto l arco della giornata, da quando ci svegliamo la mattina fino a quando andiamo a dormire

Dettagli

Stato Attuale e Prospettive nella Produzione di Energia da Biomassa

Stato Attuale e Prospettive nella Produzione di Energia da Biomassa Uno Sviluppo Energetico Sostenibile per la Provincia di Oristano Stato Attuale e Prospettive nella Produzione di Energia da Biomassa Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università degli

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Rapporto generale sull energia

Rapporto generale sull energia Rapporto generale sull energia Prof. Ing. Cesare Saccani Dott. Ing. Marco Pellegrini Dipartimento di Ingegneria Meccanica DIEM Università di Bologna 1 Agenda La produzione di energia elettrica Il consumo

Dettagli

Lezione IX - 19/03/2003 ora 8:30-10:30 - Ciclo di Carnot, Otto, Diesel - Originale di Spinosa Alessandro.

Lezione IX - 19/03/2003 ora 8:30-10:30 - Ciclo di Carnot, Otto, Diesel - Originale di Spinosa Alessandro. Lezione IX - 9/03/003 ora 8:30-0:30 - Ciclo di Carnot, Otto, Diesel - Originale di Spinosa Alessandro. Ciclo di Carnot Si consideri una macchina termica semplice che compie trasformazioni reversibili,

Dettagli

UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL. Tortona, 7 Marzo 2008

UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL. Tortona, 7 Marzo 2008 UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL Tortona, 7 Marzo 2008 ASSOCOSTIERI Unione Produttori Biodiesel E l unica Associazione di Confindustria che rappresenta le aziende nazionali produttrici di biodiesel e relativa

Dettagli

MAREMMANA ECOLOGIA SRL Punti vendita carburante: elementi gestionali ed operativi relativi ad aspetti ambientali ECOLIQUID Srl

MAREMMANA ECOLOGIA SRL Punti vendita carburante: elementi gestionali ed operativi relativi ad aspetti ambientali ECOLIQUID Srl MAREMMANA ECOLOGIA SRL Punti vendita carburante: elementi gestionali ed operativi relativi ad aspetti ambientali ECOLIQUID Srl 06 BioDiesel e batteri Prevenire è meglio che curare BioDiesel BioDiesel e

Dettagli

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people Effetto serra e il Patto dei Sindaci L effetto serra Fenomeno naturale che intrappola il calore del sole nell atmosfera per via di alcuni gas. Riscalda la superficie del pianeta Terra rendendo possibile

Dettagli

Il gasogeno imbert. Fu inventato nel 1920 da Georges IMBERT, ingegnere chimico, nato il 25.03.1884 in Lorraine e morto il 06.02.1950 in Alsace.

Il gasogeno imbert. Fu inventato nel 1920 da Georges IMBERT, ingegnere chimico, nato il 25.03.1884 in Lorraine e morto il 06.02.1950 in Alsace. Il gasogeno imbert Fu inventato nel 1920 da Georges IMBERT, ingegnere chimico, nato il 25.03.1884 in Lorraine e morto il 06.02.1950 in Alsace. (Alsazia e Lorena erano Tedesche nel 1884 e Francesi nel 1950

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

BIO-METHANE REGIONS. Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO. With the support of

BIO-METHANE REGIONS. Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO. With the support of IT BIO-METHANE REGIONS Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO With the support of BIO-METHANE REGIONS Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la nostra

Dettagli

BIOMETANO: Esempi virtuosi in Europa

BIOMETANO: Esempi virtuosi in Europa BIOMETANO: Esempi virtuosi in Europa LABMEETING, RAVENNA, 26 SETTEMBRE 2012 AdMil srl Strada Savonesa, 9 15057 Tortona AL Tel. +39 0131 860900 info@admil.com www.admil.com Perché biometano La purificazione

Dettagli

GAS NATURALE O METANO

GAS NATURALE O METANO Composto prevalentemente da un idrocarburo: metano da da cui prende il nome. GAS NATURALE O METANO Alto potere calorifico. Mancanza di tossicità e impurità. È un'ottima risorsa energetica. È l'energia

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia e Design Pierluigi Spadolini Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Programma

Dettagli

Motori endotermici I MOTORI ENDOTERMICI. Corso di Laurea Scienze e Tecnologie Agrarie

Motori endotermici I MOTORI ENDOTERMICI. Corso di Laurea Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Laurea Scienze e Tecnologie Agrarie Motori endotermici Dipartimento Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari I MOTORI ENDOTERMICI Il motore converte l energia termica del

Dettagli

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Università degli Studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale STUDIO DI MASSIMA DI UNA PIATTAFORMA ELEVATRICE AD IDROGENO Tesi di Laurea di:

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Un'auto a metano fa tutto quello che fanno le altre auto. che fanno le altre auto fa tutto quello Un'auto a gpl. e forse qualcosa in più

Un'auto a metano fa tutto quello che fanno le altre auto. che fanno le altre auto fa tutto quello Un'auto a gpl. e forse qualcosa in più DirezioneTutela e Risanamento Ambientale Via Principe Amedeo, 17 - Tel. 0114321420 - Fax 0114323961 www.regione.piemonte.it/ambiente/aria/home.htm risanamento.atmosferico@regione.piemonte.it Campagna di

Dettagli

Impianti a combustione alimentati a grassi animali e oli vegetali. Quadro generale Angela Soriani U.O. Attività Veterinarie Azienda USL di Ferrara

Impianti a combustione alimentati a grassi animali e oli vegetali. Quadro generale Angela Soriani U.O. Attività Veterinarie Azienda USL di Ferrara Impianti a combustione alimentati a grassi animali e oli vegetali Quadro generale Angela Soriani U.O. Attività Veterinarie Azienda USL di Ferrara Oli vegetali energia da fonte rinnovabile Oli vegetali

Dettagli

Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese?

Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese? Il Riutilizzo degli Scarti Verdi dei Vivai Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Centro Sperimentale Vivaismo di Pistoia Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese?

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI SUI CARBURANTI PER L'AGRICOLTURA

LE AGEVOLAZIONI SUI CARBURANTI PER L'AGRICOLTURA 1 Antonio Cristofaro Franco Sotte Alberto Mazzini Marco Tonnarelli LE AGEVOLAZIONI SUI CARBURANTI PER L'AGRICOLTURA Antonio Cristofaro, Università di Napoli, Franco Sotte, Università di Ancona Alberto

Dettagli

Biogas: chimera o realtà?

Biogas: chimera o realtà? Biogas: chimera o realtà? La produzione di energia verde da biogas può essere sostenibile solo se gestita in modo professionale Collecchio, Green Days 21 Settembre 2013 Il biogas in Italia Impianti in

Dettagli

Le principali tipologie di biomassa utilizzabili per la produzione di energia sono:

Le principali tipologie di biomassa utilizzabili per la produzione di energia sono: PascaleCave e Costruzioni S.r.l. Biomassa -Biogas Biomassa La Biomassa utilizzabile ai fini energetici consiste in tutti quei materiali organici che possono essere utilizzati direttamente come combustibili

Dettagli