Documentazione Tecnica Manuale Utente. Documentazione Tecnica Manuale Utente

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Documentazione Tecnica Manuale Utente. Documentazione Tecnica Manuale Utente"

Transcript

1 Documentazione Tecnica Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

2 SOMMARIO 1 A Chi è destinato Pre requisiti Obiettivi Durata della formazione Introduzione Documentazione Tecnica Tabella Classi Documentazione Tecnica (N1) Gestione Documentazione da ricerca Anagrafica Articoli (VA) Interfaccia DataBase Link Manutenzione Massa Documentazione Parti (VA) Stampa Documentazione tecnica Recapito Documentazione tecnica Parametri Documentazione tecnica (FU) Interrogazione documenti recapitati (UN) Approvvigionamento Documentazione Tecnica Definizione Parametri Pianificazione (K9) Numeratori Parti (FU) Manutenzione Anagrafico Articoli (AR) Manutenzione Quote Standard (QS) - Opzionale Gestione Cicli & Commenti Lavorazione (CI) - Opzionale Tabella Classi Documenti (N1) Come si utilizza Paragrafo-Pagina di Pagine 1-2 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

3 1 A CHI È DESTINATO A tutti coloro che devono gestire la Documentazione Tecnica dei Prodotti. 2 PRE REQUISITI L allievo deve essere in grado di operare con l interfaccia WEBGATE400 e conoscere Anagrafici di Base. 3 OBIETTIVI Alla fine del corso sarà in grado di : Argomento Livello Durata 1. Gestione Documentazione Tecnica Base 45 min. 2. Interrogazioni e Stampe Base 15 min. 3. Approvvigionamento Documentazione Tecnica Base 45 min. 4 DURATA DELLA FORMAZIONE Per la totalità degli obiettivi indicati, compresa la fase di verifica dell apprendimento, la durata della sessione è di 2,0 Ore. 5 INTRODUZIONE Quando parliamo di Documentazione Tecnica ci riferiamo a tutto quel materiale utile alla comprensione delle caratteristiche e funzionalità di un dato sistema, strumento o articolo. Solitamente diffusa in formato elettronico o cartaceo si suddivide in diverse categorie: guide, manuali, disegni, immagini, Come fare per, ecc. Ognuna di esse ha scopi e caratteristiche diverse, variando ad esempio la specificità dell'argomento, la sua strutturazione nonché il livello di approfondimento. La DOCUMENTAZIONE è il pilastro fondamentale di ogni attività organizzata, la cui gestione rappresenta uno dei problemi cruciali da affrontare e risolvere nell ambito di ogni organizzazione e che viene solitamente trascurato e sottovalutato. I Sistemi di gestione per la Qualità, per natura e definizione basati sulla documentazione, ne hanno razionalizzato l uso e definito la struttura e le finalità, fornendo un contributo fondamentale alla sua standardizzazione. La gestione della documentazione è uno dei problemi fondamentali da affrontare e risolvere nell'ambito della definizione e razionalizzazione delle attività di ogni organizzazione. Normalmente la documentazione prodotta da persone diverse NON presenta delle caratteristiche comuni che ne permettano una facile e corretta classificazione e individuazione, con conseguente difficoltà di reperimento e di consultazione. É quindi necessario definire un rigoroso sistema di identificazione e classificazione della documentazione che permetta a tutti gli interessati di conoscere lo stato di revisione dei documenti, la loro applicabilità, l'autore, la data di generazione, l'allocazione fisica del file e/o della copia cartacea, ecc. Una volta definito e approvato un sistema di identificazione e classificazione, bisogna applicarlo il più fedelmente e capillarmente possibile a tutte le tipologie di documentazione aziendale. Il DOCUMENTO segue un percorso si vita determinato dalle varia fasi ed eventi che subisce che sono dati dalla : pianificazione emissione approvazione e autorizzazione archiviazione trasmissione, ricerca, generazione copie revisione PIANIFICAZIONE La pianificazione del documento da emettere viene eseguita sulla base delle caratteristiche del prodotto o della attività a cui si riferisce, definendo di volta in volta: documenti di riferimento da utilizzare (norme, specifiche tecniche, ecc.) elenco dei documenti che dovranno essere emessi responsabili della stesura, emissione e approvazione tempi di emissione É opportuno sottolineare come il processo di pianificazione debba produrre un elenco preliminare dei documenti da emettere, corredato da tutti gli attributi tecnici e gestionali necessari. EMISSIONE In base alla pianificazione effettuata, verificata la disponibilità dei documenti di riferimento, si provvederà con strumenti appropriati alla emissione del documento Paragrafo-Pagina di Pagine 5-3 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

4 APPROVAZIONE E AUTORIZZAZIONE Approvazione e autorizzazione sono fasi rilevanti del ciclo di vita del documento perché ne determinano un fondamentale cambiamento di stato, rendendolo utilizzabile e applicabile. L approvazione di un documento ne garantisce la correttezza tecnica e l avvenuto controllo delle condizioni di applicabilità (validazione tecnica). L autorizzazione di un documento determina il suo possibile utilizzo anche al di fuori dell organizzazione e ne garantisce i contenuti, assumendo anche validità contrattuale (validazione amministrativa e legale). ARCHIVIAZIONE Alla fase di approvazione e autorizzazione del documento, che ne congela forme e contenuti, deve seguire un processo di conservazione e protezione che ne garantisca la rintracciabilità (archiviazione). L archiviazione è costituita dalla conservazione e protezione in un luogo definito e sicuro (archivio) della versione originale dei documenti approvati e autorizzati. Un archivio deve essere integrato nel processo di gestione della documentazione e non limitato alla sola conservazione fisica dei documenti. TRASMISSIONE, RICERCA, GENERAZIONE COPIE L archivio, in quanto sede dell originale del documento, è lo strumento operativo per la successiva fase del ciclo di vita del documento, rappresentata dalla trasmissione del documento a uno o più destinatari che ne utilizzeranno le informazioni. Per evidenti motivi di responsabilità tecnica, gestionale, amministrativa e legale dovrà essere in alcuni casi conservata l informazione relativa ai destinatari (lista di trasmissione e di distribuzione dei documenti). L esistenza di elenchi completi e aggiornati dei documenti emessi e approvati e di un unico luogo sicuro in cui sono conservati gli originali, costituiscono fattori necessari per poter effettuare agevolmente le fasi di ricerca e generazione copie. REVISIONE DI UN DOCUMENTO La revisione di un documento è l operazione che genera un nuovo documento per effetto della modifica dei contenuti del documento precedente. L identificativo del nuovo documento può rimanere invariato, la modifica è evidenziata mediante l incremento dell indice di revisione appositamente previsto. È buona norma che il documento con indice di revisione più alto riporti in forma sintetica le modifiche apportate alla versione precedente, possibilmente evidenziate graficamente. Si noti come la revisione di un documento non implichi necessariamente l obsolescenza o l annullamento del documento precedente, ma ne possa ad esempio limitare l applicabilità. Queste sono le indicazioni che troviamo nelle Normative della Qualità riguardanti la corretta gestione della Documentazione. In questo Manuale vedremo come questi aspetti sono stati risolti in SPI. 6 DOCUMENTAZIONE TECNICA 6.1 Tabella Classi Documentazione Tecnica (N1) Una delle prime attività è stabilire e codificare le CLASSI che identificano in gruppi omogenei i DOCUMENTI che si vogliono gestire. La CLASSE oltre a descrivere la natura dei documenti, indica il percosso dove il documento è salvato (Cartella di un Server Windows oppure cartella Dblink di AS400), l estensione del documento (.doc,.jpg,.plt), ed il programma da utilizzare per visualizzare il documento. Figura 6-I (RGBMD2FM/T1) Descrizione : descrizione della classe documento Parametri Terminale Officina GBOX Relativamente a questi parametri si rimanda anche al manuale dei GBOX Terminali di Officina Codice Applicazione : indica il codice dell'applicazione da utilizzare quando si visualizza il documento appartenente alla classe in oggetto Paragrafo-Pagina di Pagine 6-4 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

5 Percorso Programma : Indica il percorso dov è installata l applicazione indicata in "Codice Applicazione" che utilizzeranno i programmi di Visualizzazione Numero/Descrizione Pulsante : Per coloro che utilizzano i Terminale di Officina, indica il "Numero Pulsante" e la "Descrizione Pulsante" che verranno mostrati e utilizzati per richiamare attraverso l applicazione indicata, la visualizzazione del documento Parametri Articolo Maggiori dettagli sull utilizzo di questo parametro sono disponibili sul manuale del Controllo qualità Disattivazione FREE-PASS : Indica se a fronte della realizzazione di una nuova revisione di documentazione per un articolo appartenente alla classe in oggetto deve essere disattivato il FREE-PASS. E possibile richiedere la disattivazione automatica S, oppure tramite emissione di window di conferma C. La disattivazione del FREE-PASS, nel caso di documentazione legata ad articolo e fornitore, viene effettuata solo per il record associato al fornitore, nel caso di documentazione legata solo all articolo, viene effettuata per tutti i record associati. La conseguente riattivazione del FREE-PASS avverrà manualmente, in seguito a manutenzione dell anagrafica articoli da parte dell utente, oppure automaticamente tramite la funzione di commutazione controlli (nel caso in cui è prevista una commutazione tale da riattivare il FREE-PASS). Parametri Archiviazione e Allegati Estensione Documentazione : estensione file del documento associato alla classe in oggetto Livello di Modifica in Nome Documento : specifica S/N se nel nome del documento tecnico è incluso il campo che definisce il livello di modifica del documento stesso. Se vuoto o "S" il nome documento sarà NOME OGGETTO + LIVELLO DI MODIFICA, se invece è impostato a "N" il nome documento sarà costituito dal solo NOME OGGETTO Codice Classe DBLINK : quando il documento è archiviato in DBLINK nell IFS di AS400, nel campo si deve indicare la classe DBLINK da associare alla Classe di Documentazione e dove verrà reperito il documento Percorso Archivi Originali : indica il percorso (Cartella Windows) dove sono archiviati i documenti originali, ovvero il luogo dal quale vengono automaticamente prelevati i documenti originali Percorso Archivi Modificati : indica il percorso (Cartella Windows) dove sono archiviati i documenti modificati, ovvero il luogo dal quale vengono automaticamente prelevati i documenti che hanno subito modifiche. Parametri Approvvigionamento Documentazione A seguire vedremo in modo un po più ampio la gestione dell approvvigionamento della documentazione tecnica. Radice Descrizione Articolo : Indica la radice di descrizione da utilizzare per la definizione degli articoli generati per l'approvvigionamento di documentazione tecnica. La descrizione sarà formata da questa radice seguita dal codice articolo oggetto del documento da approvvigionare. Prototipo Articolo : Indica il prototipo da utilizzare durante la generazione degli articoli necessari per approvvigionare la documentazione tecnica. Parametri Documento Documento obbligatorio : Indica se i documenti appartenenti alla classe in oggetto devono far parte della documentazione fondamentale del prodotto. Record Standard Applicazione : Indica se i documenti associato alla classe in oggetto sono fornito dalla casa produttrice degli articolo S, oppure si tratta di documenti redatti dall'utente stesso N. Utenze Documento : Indica il codice dell'utente a cui è destinata la documentazione. Consente di controllare a chi devono essere distribuiti i documentazione relativi alla classe in oggetto. Funzionalmente, quando viene stampato un ordine cliente, viene stampata automaticamente anche la documentazione relativa alla classe con l'utenza associata al Cliente. "CL" Cliente "FO" Fornitore "PR" Produzione "SP" Spedizione "UA" Ufficio Acquisti "UT" Ufficio Tecnico " " Tutte le Utenze Se anche uno solo dei campi è lasciato in bianco, il programma, aggancia tutte le utenze (default). "XX" Nessuna altra Utenza Quando viene indicata almeno un utenza, per escludere le altre si deve selezionare anche il valore XX Percorso Scrittura Automatica : Attualmente non gestito Tipo Documento Automatico : Attualmente non gestito 6.2 Gestione Documentazione da ricerca Anagrafica Articoli (VA) Da questo elaborato è possibile inserire il legame tra Articolo e Documento e gestire i relativi livelli di modifica con la data di attivazione del documento. Quest ultima, è importante se dichiarata, in quanto consente alle applicazioni ed alle stampe SPI di filtrare l utilizzo del documento secondo la sua data di attivazione/inizio validità. Selezionando un articolo dalla lista con la funzione D-Documentazione viene presentato l elenco delle classi documento caricate in N1 con l indicazione dell ultimo documento valido relativo per l articolo. Paragrafo-Pagina di Pagine 6-5 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

6 Figura 6-II (RIQI05FM/T1CTL) Figura 6-III (RGBI56FM/T1CTL) I criteri di interrogazione sono già forzati dal programma, è possibile con F5 liberare i campi di selezione della testata ed impostare ulteriori filtri secondo le esigenze del momento. Interessante ad esempio potrebbe essere la visualizzazione di tutti i documenti scaduti per analizzare le versioni che si sono via via succedute nel tempo Selezionando con V la riga relativa ad documento già esistente è possibile visualizzarlo oppure con S, stamparlo. Selezionando con M la riga relativa alla classe documento interessata, si passa al programma di manutenzione dove è possibile modificare i dati di un documento già esistente, oppure inserire un nuovo legame di Documentazione. Figura 6-IV (RGBMD1FM/T1) E possibile legare la Documentazione a più livelli di dettaglio dell anagrafica articolo, come il numero di operazione di ciclo ad esempio, quando voglio legare un disegno tecnico che descriva la fase specifica di lavorazione/assemblaggio dell articolo, come il costruttore di un apparecchiatura acquistata se si trattasse di un manuale d istruzioni, ecc. Obbligatorio per il caricamento sono il Codice Articolo, la Classe del Documento ed il Nome Oggetto; quest ultimo sarà il nome utilizzato dei programmi di stampa e di visualizzazione per ricercare il documento nel percorso indicato sulla classe documento in N1. Il livello di modifica non è da meno importante, consente di conservare la storia delle diverse versioni del documento, come succede per i disegni ad esempio. Nel tempo l articolo evolve, viene aggiornato ed il disegno cambia; attraverso il livello di modifica si possono mantenere e gestire nell archivio documenti le diverse versioni, particolarmente utile quando si vuole gestire il Post Vendita e si presenta le necessità di realizzare articoli secondo vecchie versioni. Paragrafo-Pagina di Pagine 6-6 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

7 Fissati quindi i campi chiave a cui leghiamo il documento, procediamo ad analizzare gli altri dati. Figura 6-V (RGBMD1FM/T1) Estensione Documentazione : estensione del file documento qualora diversa da quella dichiarata nella Classe Documento Descrizione Documento : descrizione del documento allegato Documento in modifica : se diverso da spazio/vuoto indica che il documento è in fase di modifica e che non può essere divulgato o stampato. Data Creazione : puramente descrittiva, indica la data in cui è stato creato il documento allegato Data Autorizzazione : indica la data da cui è possibile utilizzare la versione de documento allegato. I programmi di stampa degli ordini, confrontano questa data con la data inizio ordine per stabilire la versione del documento da emettere in stampa. Firma Autorizzazione : indica la firma di colui che ha Autorizzato l utilizzo del documento Origine/Ente Rilasciante : indica l'ente che ha creato o rilasciato la documentazione Mesi Frequenza Revisione : indica ogni quanti mesi deve essere revisionato l'oggetto della documentazione Tipo supporto fisico : indica il tipo di supporto (carta, dischetto, nastro, ecc.) utilizzato per trasmettere la documentazione Codice Documento : indica l'eventuale codice di riferimento assegnato dal cliente o dal fornitore per la documentazione Codice Fornitore : indica il fornitore del documento. Serve per differenziare a priori il tipo di approvvigionamento dello stesso. (acquisto o produzione interna) Cod.Articolo del Documento : è il codice articolo che il programma della pianificazione ha generato per consentire l'approvvigionamento del documento specifico per articolo, classe documento e livello di modifica Calcola Costo Documentazione : questa opzione è utilizzata dal programma di calcolo costi (Calcolo Costi a Consuntivo CK, Rilevazione Valore WIP WK e Riepilogo Costi Ordine (opzione PX in Interrogazione Documenti e X in Gestione Ordini)), e serve per includere nei costi anche la componente concernente la produzione della documentazione Stato Documento : Permette una classificazione a cura e discrezione dell'utente per definire lo stato di sviluppo della documentazione che riguarda l'oggetto.può anche assumere il valore predefinito "*" che attiva la procedura di approvvigionamento. Non è possibile pianificare l approvvigionamento di Documenti dichiarati Scaduti. Stato 2 Documento : Il campo viene utilizzato per indicare lo stato S-Scaduto del documento. Dove non presenti parametri che possono condizionare la ricerca, SPI elabora solo documenti in corso di Validità Generato Automaticamente : Attualmente non gestito Documenti associati : consente di inserire dei codici di documenti associati all oggetto Descrizione modifica : indica la motivazione della modifica alla documentazione in oggetto 6.3 Interfaccia DataBase Link L applicazione SPI di gestione della documentazione tecnica si interfaccia alla gestione Database Link in modo tale da consentire la generazione di un allegato nella struttura DBLINK a fronte di un oggetto di Documentazione Tecnica. La funzione è utile in quanto consente che tutta la documentazione aziendale sia gestita da un unica applicazione quale è il DBLINK ed anche di sfruttarne tutti i vantaggi della documentazione tecnica SPI. E necessario per questo definire una Classe DBLINK con l elaborato 3M nella quale verranno salvati i documenti e legare la stessa alla Classe Documentazione tecnica con l elaborato N1 secondo quanto già precedentemente descritto per l elaborato. Paragrafo-Pagina di Pagine 6-7 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

8 Figura 6-VI (RGBMD2FM/T1) Dalla manutenzione della Documentazione Tecnica articoli richiamata da VA è possibile poi, in aggiornamento, con il tasto F6 copiare e archiviare un documento nel DBLINK nella classe prevista oppure, in inserimento di una nuova revisione, con il tasto F2 confermare la nuova versione del documento tecnico e archiviarlo nel DBLINK come una nuova revisione. Figura 6-VII (RGBMD1FM/T1) Una nuova archiviazione in DBLINK salva automaticamente un documento allegato all articolo ed al livello di modifica tecnica, contenente la copia dell oggetto originale ricavato dal Percorso Archivi Originali indicato nella classe di N1, mentre una generazione di una nuova revisione di DBLINK con lo stesso criterio salva automaticamente una copia del documento con gli stessi riferimenti di articolo e livello di modifica con in più un numero progressivo di revisione. Il precedente/i documenti salvati, viene mantenuti attraverso la revisione negli archivi DBLINK ed è sempre consultabile. 6.4 Manutenzione Massa Documentazione Parti (VA) Dall elaborato VA è possibile eseguire la manutenzione di più documenti associati a un insieme di articoli Manutenzione di Massa. Si avvia utilizzando il tasto funzionale F24 Manutenzione di Massa Documentazione. Gli articoli oggetto della manutenzione di massa è rappresentato da un gruppo di codici selezionati attraverso al funzione di estrazione in VA, operando nel seguente modo: F3 per memorizzare tutti gli articoli visualizzati (selezione globale) Opzione X per ogni singolo articolo visualizzato da memorizzare (selezione singola) F4 per azzerare la selezione e eseguirne altre (modifica identificativo gruppo articoli) Attenzione: in caso di mancato azzeramento della selezione (cambio identificativo del gruppo di articoli/parti scelto) ulteriori singole/multiple estrazioni vanno ad aggiungersi agli articoli preselezionati (l archivio potrebbe essere composto da gruppi di articoli con codice uguale). Proseguiamo con un esempio per comprendere come operare. In questa Frame sono riportati i dati riferiti al gruppo degli articoli estratti (nr.articoli/record e identificativo gruppo) Ricerchiamo i codici per.. Paragrafo-Pagina di Pagine 6-8 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

9 Delle righe mostrate, ne selezioniamo tre con l opzione X.. Dati riferiti all estrazione, aggiornata F24 per richiamare la funzione di Manutenzione di Massa Selezioniamo il tipo di aggiornamento che vogliamo fare F1 per proseguire Altra Conferma per procedere Completiamo i dati secondo le modalità viste in precedenza, e confermiamo con F24 Avvio Manutenzione di Massa. Il programma ha così riportato i dati su tutti e TRE gli articoli che abbiamo selezionato. Paragrafo-Pagina di Pagine 7-9 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

10 7 STAMPA DOCUMENTAZIONE TECNICA Attraverso la Gestione Stampe Grafiche, é possibile richiedere la stampa della documentazione tecnica come Allegato alle stampe dei documenti impostando l apposito parametro in K1, oppure impostando di volta in volta la richiesta in fase di Stampa del documento. Per entrambe le modalità, la stampa dell allegato è condizionata dalle Utenze documento caricate in N1. Figura 7-I (PRTM01FM/T1) Figura 7-II (PRTU02FM/T1W) 8 RECAPITO DOCUMENTAZIONE TECNICA Attraverso i parametri funzionali della Documentazione Tecnica è possibile impostare le modalità di produzione delle stampe dei documenti tecnici come allegati. Tipico è l inoltro dei disegni ai Fornitori. Posso decidere di spedirli sempre come allegato di ogni ordine emesso, oppure solo se il disegno ha subito modifiche ed il fornitore non è già in possesso della versione corretta. 8.1 Parametri Documentazione tecnica (FU) Figura 8-I (RGBF16FM/T1) Solo non recapitata : Il parametro stabilisce la modalità con cui devono essere stampati i documenti tecnici come allegati alle stampe degli Ordini di Acquisto, Vendita, Conto Lavori e Produzione. In particolare, consente di scegliere se l'allegato deve essere prodotto sempre N o solo se non è stato ancora recapitato al Fornitore nella versione di modifica richiesta nell ordine S. In caso di errore nell emissione della documentazione tecnica allegata è possibile tramite l'elaborato UN rimuovere i record che tracciano l'avvenuto recapito e quindi consentire di emettere nuovamente il documento. Tipo Data Ricerca Documentazione Tecnica : Imposta il tipo di data a cui fare riferimento per il reperimento della documentazione tecnica in fase di stampa o visualizzazione. La funzione reperisce il documento valido alla data, in base al livello di modifica e la data di autorizzazione del documento stesso. In assenza del parametro, il programma assume la data documento. I possibili valori sono : I - Data inizio ordine D - Data documento ordine C - Data consegna M - Data immissione movimento Paragrafo-Pagina di Pagine 8-10 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

11 Percorso Supplementare : Indica la classe di documentazione abilitata all' aggancio del percorso aggiuntivo definito nell' anagrafica articoli. Dalla combinazione dei due valori otterremo quindi il percorso dove sono archiviati i documenti modificati, ovvero dove vengono automaticamente prelevati i documenti che hanno subito modifiche. Se nella classe documentazione abilitata il Percorso Archivi Modificati è impostato a "S:\DOCUMENT\DISTECN\DIS_MOD" ed il percorso aggiuntivo è ASS01, il percorso di ricerca completo sarà S:\DOCUMENT\DISTECN\DIS_MOD\ASS01, se la classe non risulta in tale lista il percorso sarà solo S:\DOCUMENT\DISTECN\DIS_MOD\. Gestione documentazione Parti : Imposta il default che viene utilizzato in interrogazione e gestione della documentazione tecnica dall elaborato VA. Figura 8-II (RGBI56/T1) 8.2 Interrogazione documenti recapitati (UN) Consente la visualizzazione e la cancellazione della lista dei documenti tecnici inviati ai Fornitori e/o Clienti. Figura 8-III (RGBMS0FM/T1CTL) 9 APPROVVIGIONAMENTO DOCUMENTAZIONE TECNICA E possibile all interno della pianificazione gestire l'approvvigionamento della documentazione tecnica da allegare ai prodotti. Quest ultimo comporta la soluzione di problematiche diverse da quelle affrontate per i materiali e per le attrezzature. Si tratta in effetti di "Prodotti di Concetto" che influiscono sulla fattibilità degli ordini (anche quelli di acquisto) indipendentemente dalle quantità necessarie. L esistenza di un progetto rende fattibili un numero illimitato di ordini che lo utilizzano e d'altra parte la sua indisponibilità li inibisce tutti. 9.1 Definizione Parametri Pianificazione (K9) Per attivare questa gestione è necessario impostare Pianificazione Documentazione a S nei parametri della pianificazione. 9.2 Numeratori Parti (FU) Indicare la lunghezza del Prefisso, la posizione e la lunghezza del numeratore incrementale, serve per la generazione automatica dei codici di Documentazione che dovranno essere pianificati e prodotti. Per esempio, per l articolo prototipo denominato DOCU sarebbe possibile indicare: lunghezza prefisso = 5; posizione numeratore incrementale = 5; e lunghezza numeratore incrementale = 4 (per ottenere una numerazione da DOCU00001 a DOCU99999) Figura 9-I (RGBF05FM/T1) 9.3 Manutenzione Anagrafico Articoli (AR) Vanno definiti gli articoli prototipo che verranno utilizzati per la generazione dei codici che rappresenteranno il documento dell articolo ad uno specifico livello di modifica. Paragrafo-Pagina di Pagine 9-11 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

12 I campi obbligatori da impostare sono : Tipo distinta base : Indica quali funzioni abilitare per l'articolo in elaborazione e va impostato a : "U" = Uno per Tutti La disponibilità di un esemplare dell' articolo, copre un numero illimitato di fabbisogni. (utile per articoli che rappresentano documentazione tecnica, progetti ecc.). Tipo parte : Indica la proprietà caratteristica che definisce la natura dell'articolo e va impostato a : "6" = Attrezzatura Planner (responsabile di prodotto) Si tratta di un attributo dell'articolo che si usa in genere per selezionare gli ordini ed i movimenti a questi connessi, nei programmi di ricerca o per fini statistici. Non esiste una regola fissa per codificare questo campo, è consigliabile però indicare un codice che consenta di riconoscere poi tutti gli articoli di Documentazione. Figura 9-II (RGBMX4FM/T0) 9.4 Manutenzione Quote Standard (QS) - Opzionale - Definire eventualmente un ciclo di accettazione per il prototipo in modo che ogni Articolo evaso possa essere sottoposto ad accettazione 9.5 Gestione Cicli & Commenti Lavorazione (CI) - Opzionale - Definire eventualmente un ciclo di lavorazione per il prototipo in modo che per ogni ordine di produzione generato si possano gestire carico macchine (o personale addetto allo sviluppo dei documenti) e avanzamento 9.6 Tabella Classi Documenti (N1) Impostare per la classe documento a cui faranno riferimento questi articoli i campi obbligatori Radice Descrizione Articolo e Prototipo Articolo. 9.7 Come si utilizza Vediamo attraverso un esempio come gestire l approvvigionamento della Documentazione di un Prodotto attraverso il Sistema di Pianificazione SPI. Dall elaborato VA ricercare il Prodotto che necessita della Documentazione, con l opzione D per accedere alla lista delle classi documentazione disponibili e quindi con l opzione M sulla Classe Documento procedere all associazione con l articolo. Per questo è necessario indicare il Codice Fornitore che approvvigionerà la documentazione e impostare * nello Stato Documento. Generare quindi un Fabbisogno per il Prodotto emettendo un Ordine Cliente. Paragrafo-Pagina di Pagine 9-12 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

13 A questo punto, il sistema di pianificazione codifica un articolo per il documento specifico per Prodotto, classe e livello di modifica e per questo genera una proposta d ordine sul fornitore indicato in Codice Fornitore. Si potrà quindi procedere col definirlo e avanzarlo con le normali procedure SPI. L articolo generato verrà anche riportato nel campo Cod. Articolo del Documento sul legame Prodotto e Classe documento. All'ingresso del Documento del Prodotto (Bolla di Versamento) viene automaticamente tolto l'asterisco dallo Stato Documento e la successiva dichiarazione di "Conformità" gestita con le procedure di accettazione dei materiali, stabilisce la Data Autorizzazione che attiva l utilizzo del documento (questo se è stata definita in precedenza). Paragrafo-Pagina di Pagine 9-13 di 13 Versione 3 del 24/07/2015

Inventario di Magazzino Manuale Utente. Inventario di Magazzino Manuale Utente

Inventario di Magazzino Manuale Utente. Inventario di Magazzino Manuale Utente Inventario di Magazzino Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 9 Versione 10 del 23/01/2014 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Prerequisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione...

Dettagli

Vendite e Acquisti On Line Manuale Utente

Vendite e Acquisti On Line Manuale Utente Vendite e Acquisti On Line Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 8 Versione 145 del 09/04/2014 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione...

Dettagli

Fornitori On Line Manuale Utente. Fornitori On Line Manuale Utente

Fornitori On Line Manuale Utente. Fornitori On Line Manuale Utente Fornitori On Line Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 7 Versione 2 del 05/08/2014 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione...

Dettagli

Manuale d uso. UTILIZZO delle PROCEDURE

Manuale d uso. UTILIZZO delle PROCEDURE Manuale d uso UTILIZZO delle PROCEDURE Versione 1.0 Maint manager è sviluppato da ISI per Sommario. Manuale utente...1 Sommario...2 Gestione della manutenzione:...3 Richieste di servizio...3 Dichiarazione

Dettagli

Gestione Iter Manuale Sistemista. Gestione Iter Manuale Sistemista

Gestione Iter Manuale Sistemista. Gestione Iter Manuale Sistemista Gestione Iter Manuale Sistemista Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 8 Versione 3 del 24/02/2010 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione...

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Panoramica delle funzionalità Questa guida contiene le informazioni necessarie per utilizzare il pacchetto TQ Sistema in modo veloce ed efficiente, mediante

Dettagli

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata.

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata. Mon Ami 3000 Produzione avanzata Distinta base multi-livello e lancio di produzione impegno di magazzino, emissione ordini e schede di lavorazione gestione avanzamento di produzione Prerequisiti La gestione

Dettagli

Evasione. Evasione. Vendite. Magazzini Immagini

Evasione. Evasione. Vendite. Magazzini Immagini Schema di funzionamento del Carico da Ordini Ordine Archivio di Transito Univoco Evasione Codifica Controllo Articoli Generico Evasione Movimenti Documenti Giacenze Testata Scadenze Vendite Dettaglio Ingrosso

Dettagli

Cash Flow Manuale Utente

Cash Flow Manuale Utente Cash Flow Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 10 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3 5 Introduzione concettuale...

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015]

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Panoramica... 2 Menù principale... 2 Link Licenza... 3 Link Dati del tecnico... 3 Link

Dettagli

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche.

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche. ARCHIVI Progressivi Ditta E possibile indicare se la Gestione Avanzata dei Listini debba essere utilizzata solo per i Listini di Vendita, solo per i Listini di Acquisto o entrambi. E stata inserita la

Dettagli

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021 MyDB - Anagrafiche estensioni dei Documenti di Magazzino e delle Parcelle Nella definizione delle anagrafiche MyDB è ora possibile estendere direttamente anche le TESTATE e le RIGHE delle varie tipologie

Dettagli

GESTIONE CONTRATTI. Contratti clienti e contratti fornitori

GESTIONE CONTRATTI. Contratti clienti e contratti fornitori SPRING - CONTRATTI La Gestione Contratti di SPRING, in un'azienda, risolve le esigenze relative alla rilevazione dei contratti e delle relative condizioni. In particolare è possibile definire i servizi

Dettagli

Logistica Magazzino: Distinta base

Logistica Magazzino: Distinta base Logistica Magazzino: Distinta base Premessa 2 Centri di lavoro 2 Cicli di lavorazione 3 Fasi cicli di lavorazione 4 Dettaglio costi 4 Distinta base 5 Archivio distinta base 5 Dettaglio distinta 5 Duplicazione

Dettagli

ARCHIVIA PLUS: ARCHIPROTO PEC

ARCHIVIA PLUS: ARCHIPROTO PEC ARCHIVIA PLUS: ARCHIPROTO PEC Istruzioni per la configurazione e l utilizzo del modulo di protocollazione PEC Versione n. 2012.05.25 Data : 25/05/2012 Redatto da: Veronica Gimignani Luca Mattioli Approvato

Dettagli

Galileo Assistenza & Post Vendita

Galileo Assistenza & Post Vendita Galileo Assistenza & Post Vendita SOMMARIO PRESENTAZIONE... 2 AREE DI INTERESSE... 2 PUNTI DI FORZA... 2 Caratteristiche... 3 Funzioni Svolte... 4 ESEMPI.7-1 - PRESENTAZIONE Sempre più spesso ci si riferisce

Dettagli

1. CODICE DI ATTIVAZIONE 2. TIPOLOGIE GARANZIE 3. CONFIGURAZIONE NUMERI DI SERIE 4. DOCUMENTI

1. CODICE DI ATTIVAZIONE 2. TIPOLOGIE GARANZIE 3. CONFIGURAZIONE NUMERI DI SERIE 4. DOCUMENTI Seriali Modulo per la gestione dei numeri di serie e delle garanzie Il modulo Seriali consente di registrare le informazioni relative ai numeri di serie (ed eventualmente le garanzie) degli articoli acquistati,

Dettagli

4.1 FAX EMAIL: Sollecito consegne via email (Nuova funzione)

4.1 FAX EMAIL: Sollecito consegne via email (Nuova funzione) - 36 - Manuale di Aggiornamento 4 MODULI AGGIUNTIVI 4.1 FAX EMAIL: Sollecito consegne via email (Nuova funzione) È stata realizzata una nuova funzione che permette di inviare un sollecito ai fornitori,

Dettagli

ISI s.r.l. Smart Quality 2.0

ISI s.r.l. Smart Quality 2.0 Guida rapida Sommario 1.0 Direzione e personale... 3 1.1 Gestione Obiettivi... 3 1.1.1 Elenco Obiettivi... 3 1.1.2 Stampa Obiettivi e Verifiche... 4 1.2 Gestione Personale Formazione... 5 1.2.1 Personale

Dettagli

Gestione Fidi Manuale Utente. Gestione Fidi Manuale Utente

Gestione Fidi Manuale Utente. Gestione Fidi Manuale Utente Gestione Fidi Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 7 Versione 118 del 28/03/2014 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3

Dettagli

4.5 CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DEI DATI

4.5 CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DEI DATI Unione Industriale 35 di 94 4.5 CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DEI DATI 4.5.1 Generalità La documentazione, per una filatura conto terzi che opera nell ambito di un Sistema qualità, rappresenta l evidenza oggettiva

Dettagli

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT La App Documentale (detta anche Docuvision) permette di attivare il modulo tramite il quale si possono acquisire direttamente i documenti prodotti da Mexal Express

Dettagli

Conti Gestione Manuale Utente. Conti Gestione Manuale Utente

Conti Gestione Manuale Utente. Conti Gestione Manuale Utente Conti Gestione Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 7 Versione 2 del 05/08/2015 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3

Dettagli

Linea Azienda. Lavori di Fine Anno

Linea Azienda. Lavori di Fine Anno Linea Azienda Lavori di Fine Anno I contenuti del presente manuale si riferiscono ad una specifica versione del prodotto e possono essere soggetti a modifiche senza preavviso. Le immagini che riproducono

Dettagli

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE...

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... Sommario SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... 4 INTRODUZIONE ALLE FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA INTRAWEB... 4 STRUTTURA DEL MANUALE... 4 INSTALLAZIONE INRAWEB VER. 11.0.0.0... 5 1 GESTIONE INTRAWEB VER 11.0.0.0...

Dettagli

Aggiornamento v. 1.15.00 Integrazione al manuale d uso

Aggiornamento v. 1.15.00 Integrazione al manuale d uso 1) Gestione dei Saldi Contabili in linea Questa nuova funzionalità a cosa serve? Come tutti sanno la chiusura di contabilità viene eseguita molto tempo dopo la fine dell esercizio: per tutto questo tempo

Dettagli

CRM Deduplica. Deduplica automatica anagrafiche Vers. 1.3.1.7

CRM Deduplica. Deduplica automatica anagrafiche Vers. 1.3.1.7 CRM Deduplica Deduplica automatica anagrafiche Vers. 1.3.1.7 8 maggio 2009 Rev. Maggio 2013 La presente pubblicazione ha lo scopo di illustrare, in modo generale, i principi operativi del gestionale applicativo.

Dettagli

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole Prerequisiti Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole L opzione Lotti e matricole è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione Generale

Dettagli

Fatturazione elettronica con WebCare

Fatturazione elettronica con WebCare Fatturazione Elettronica con WebCare 1 Adempimenti per la F.E. Emissione della fattura in formato elettronico, tramite produzione di un file «XML» nel formato previsto dalle specifiche tecniche indicate

Dettagli

Software Servizi Web UOGA

Software Servizi Web UOGA Manuale Operativo Utente Software Servizi Web UOGA S.p.A. Informatica e Servizi Interbancari Sammarinesi Strada Caiese, 3 47891 Dogana Tel. 0549 979611 Fax 0549 979699 e-mail: info@isis.sm Identificatore

Dettagli

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata Turbodoc Archiviazione Ottica Integrata Archiviazione Ottica... 3 Un nuovo modo di archiviare documenti, dei e immagini... 3 I moduli di TURBODOC... 4 Creazione dell armadio virtuale... 5 Creazione della

Dettagli

CLS Citiemme Lotus Suite

CLS Citiemme Lotus Suite CLS Il pacchetto CLS v1.0 () è stato sviluppato da CITIEMME Informatica con tecnologia Lotus Notes 6.5 per andare incontro ad una serie di fabbisogni aziendali. E' composto da una serie di moduli alcuni

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file.

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file. Archivia Modulo per l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni Il modulo Archivia permette l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni (siano esse un immagine,

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

Sistema di Gestione Integrato ISTRUZIONE OPERATIVA CONSUNTIVAZIONE ON - LINE ISO 9001:2000 ISO 14001:2004

Sistema di Gestione Integrato ISTRUZIONE OPERATIVA CONSUNTIVAZIONE ON - LINE ISO 9001:2000 ISO 14001:2004 Pag. 1 di 8 1. OBBIETTIVI 2. DESTINATARI 3. CAMPI DI APPLICAZIONE 4. MODALITA OPERATIVE FORNITORE 4.1. Accesso al Sistema...2 4.2. Maschera Principale...3 4.3. Inserimento consuntivo...3 4.4. Non Approvazione

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

G u i d a d i r i f e r i m e n t o

G u i d a d i r i f e r i m e n t o G u i d a d i r i f e r i m e n t o PREMESSA Ciascun Istituto potrà trasmettere i dati finanziari richiesti dall USR mediante una apposita procedura che provvede ad inviare le informazioni estratte da

Dettagli

SOFTWARE A SUPPORTO DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DELLO SPORTELLO UNICO SPECIFICA DEI REQUISITI UTENTE

SOFTWARE A SUPPORTO DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DELLO SPORTELLO UNICO SPECIFICA DEI REQUISITI UTENTE Pag. 1 di 16 SOFTWARE A SUPPORTO DELLA (VERS. 3.1) Specifica dei Requisiti Utente Funzionalità di associazione di più Richiedenti ad un procedimento Codice Identificativo VERIFICHE ED APPROVAZIONI CONTROLLO

Dettagli

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Funzioni di Esportazione Importazione 1 Indice AIRONE GESTIONE RIFIUTI... 1 FUNZIONI DI ESPORTAZIONE E IMPORTAZIONE... 1 INDICE...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

CRM DEDUPLICA. Deduplica e Normalizzazione dei clienti doppi... o simili. Validità: Settembre 2014

CRM DEDUPLICA. Deduplica e Normalizzazione dei clienti doppi... o simili. Validità: Settembre 2014 CRM DEDUPLICA Deduplica e Normalizzazione dei clienti doppi... o simili Validità: Settembre 2014 Questa pubblicazione è puramente informativa. SISECO non offre alcuna garanzia, esplicita od implicita,

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo SUI Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico domande di nulla osta al lavoro, al ricongiungimento familiare e conversioni

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

Sistemi Informativi I Caso di studio con applicazione di UML

Sistemi Informativi I Caso di studio con applicazione di UML 9 CASO DI STUDIO CON APPLICAZIONE DI UML...2 9.1 IL CASO DI STUDIO...2 9.1.1 Il sistema attuale...2 9.2 IL PROBLEM STATEMENT...3 9.2.1 Formulazione del Problem statement per il caso proposto...3 9.3 USE

Dettagli

Guida Sintetica sulle operazioni iniziali per l'utilizzo di Scuolanext

Guida Sintetica sulle operazioni iniziali per l'utilizzo di Scuolanext Guida Sintetica sulle operazioni iniziali per l'utilizzo di Scuolanext CREAZIONE UTENZE DOCENTI Per creare le utenze dei docenti per l'utilizzo su Scuolanext è necessario eseguire delle operazioni preliminari

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 2 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 2 Adeguamento archivi... 2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 004_2012 DI LINEA AZIENDA... 3 GESTIONE E-COMMERCE...

Dettagli

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 Sommario 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3 1.1. Il Gestionale Web... 3 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 1.3 Funzionalità dell interfaccia Web... 4 1.3.1 Creazione guidata dela fattura in formato

Dettagli

6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica

6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica Bollettino 5.0.1H4-23 6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica E disponibile una nuova gestione dell invio e-mail per le funzioni: - Rubrica - Stampa Estratto Conto - Recupero Crediti.

Dettagli

PORTALE CLIENTI Manuale utente

PORTALE CLIENTI Manuale utente PORTALE CLIENTI Manuale utente Sommario 1. Accesso al portale 2. Home Page e login 3. Area riservata 4. Pagina dettaglio procedura 5. Pagina dettaglio programma 6. Installazione dei programmi Sistema operativo

Dettagli

Manuale Utente SIRECO

Manuale Utente SIRECO Corte Dei Conti Manuale Utente SIRECO Guida all accesso a SIRECO Indice dei contenuti 1. Obiettivo del documento... 3 1.1 Acronimi, abbreviazioni, e concetti di base... 3 2. Registrazione di un Responsabile...

Dettagli

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo COLLI Gestione dei Colli di Spedizione La funzione Gestione Colli consente di generare i colli di spedizione in cui imballare gli articoli presenti negli Ordini Clienti;

Dettagli

GESTIONE DEI RAPPORTI

GESTIONE DEI RAPPORTI 07/02/2011 Pag. 1 di 8 GESTIONE DEI RAPPORTI TRA SIDEM E I SUOI CLIENTI 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli / Istruzioni... 2 4. RESPONSABILITÀ...

Dettagli

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO 5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO In questo capitolo tratteremo: a) dello scarico della pratica, b) della predisposizione della distinta di accompagnamento e c) di tutte

Dettagli

MANUALE UTENTE Fiscali Free

MANUALE UTENTE Fiscali Free MANUALE UTENTE Fiscali Free Le informazioni contenute in questa pubblicazione sono soggette a modifiche da parte della ComputerNetRimini. Il software descritto in questa pubblicazione viene rilasciato

Dettagli

SOFTWARE SICUREZZA SUL LAVORO 360 - PROCEDURE STANDARDIZZATE www.prevenzionesicurezza.com GUIDA ALL USO

SOFTWARE SICUREZZA SUL LAVORO 360 - PROCEDURE STANDARDIZZATE www.prevenzionesicurezza.com GUIDA ALL USO GUIDA ALL USO SOFTWARE SICUREZZA SUL LAVORO 360 PROCEDURE STANDARDIZZATE Pagina 1 di 26 Indice Indice...2 Schermata principale...3 DVR Standard...5 Sezione Dati Aziendali...6 Sezione S.P.P....7 Sezione

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE. ALLEGATI Elenco Documenti e tabella di revisione Lista di distribuzione Elenco documenti di registrazione della Qualità

GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE. ALLEGATI Elenco Documenti e tabella di revisione Lista di distribuzione Elenco documenti di registrazione della Qualità 1. SCOPO 2 2. APPLICABILITÀ 2 3. RESPONSABILITÀ 2 4. CODIFICA DEI DOCUMENTI DI GESTIONE DEL SQ 2 5. CONTROLLO E DISTRIBUZIONE DEI DOCUMENTI DI GESTIONE DELLA QUALITÀ 3 6. GESTIONE DOCUMENTI DI REGISTRAZIONE

Dettagli

FEPA: Fattura Elettronica verso la PA

FEPA: Fattura Elettronica verso la PA Anno 21 Numero 02 23 Giugno 2014 FEPA: Fattura Elettronica verso la PA Ripartizione delle fasi fra gestionale e servizi web di intermediazione Per la gestione della fattura elettronica TeamSystem ha sviluppato:

Dettagli

LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Esercitazione del 11.11.2005 Dott.ssa Michela Ferri LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4. SISTEMA

Dettagli

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit EDIFACT Manuale Operativo DATALOG EDI Rel. 4.90 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale Operativo Sommario 1 DATALOG EDI... 3 1.1 EDIFACT... 3 1.1.1 Installazione Componenti... 3 1.1.2 Inserimento

Dettagli

Fatturazione Elettronica Modulo per la creazione di fatture elettroniche

Fatturazione Elettronica Modulo per la creazione di fatture elettroniche Fatturazione Elettronica Modulo per la creazione di fatture elettroniche Per chiarimenti generici sulla fatturazione elettronica si deve fare riferimento al sito www.fatturapa.gov.it dove è presente tutta

Dettagli

Manuale d uso. Fatturazione elettronica attiva

Manuale d uso. Fatturazione elettronica attiva Manuale d uso Fatturazione elettronica attiva Prima FASE Data Versione Descrizione Autore 10/03/2015 Versione 2.0 Manuale Utente Patrizia Villani 28/05/2015 Versione 3.0 Revisione Manuale Utente Patrizia

Dettagli

INDIR: indirizzi CODIFICA: schemi per la codifica dei documenti KATALGEN: catalogo dei documenti con descrizioni e codici di ricerca MASCHERA INDIR:

INDIR: indirizzi CODIFICA: schemi per la codifica dei documenti KATALGEN: catalogo dei documenti con descrizioni e codici di ricerca MASCHERA INDIR: GUIDA ALLA PROCEDURA DI GESTIONE DOCUMENTI ================================================ POWERDOK.DOC-Pagina 1 di 12 La procedura POWERDOC gestisce l'archivio della documentazione aziendale, commerciale,

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana. Regole per il corretto funzionamento della posta elettronica

Consiglio regionale della Toscana. Regole per il corretto funzionamento della posta elettronica Consiglio regionale della Toscana Regole per il corretto funzionamento della posta elettronica A cura dell Ufficio Informatica Maggio 2006 Indice 1. Regole di utilizzo della posta elettronica... 3 2. Controllo

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 11 marzo 2008 SEERVIIZZIIO TTEELLEEMATTIICO M DOGANALLEE G Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT Aggiornato al 23-03-2015 Le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione dovranno essere emesse esclusivamente in forma elettronica:

Dettagli

ARCHIVIA PLUS CHIUSURA ARCHIVI

ARCHIVIA PLUS CHIUSURA ARCHIVI ARCHIVIA PLUS CHIUSURA ARCHIVI Istruzioni per la chiusura degli archivi Versione n. 2014.11.19 Del: 19/11/2014 Redatto da: Veronica Gimignani Luca Mattioli Approvato da: Claudio Caprara Categoria: File

Dettagli

UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA PLUS

UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA PLUS UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA PLUS GUIDA ALLA PREDISPOSIZIONE DI UNA PRATICA TELEMATICA Come predisporre una pratica telematica - 1 - Registro delle Imprese PREDISPOSIZIONE DI UNA PRATICA 1. CONFIGURAZIONE

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-86GKJM79678 Data ultima modifica 09/03/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Genera dichiarazione Intrastat * in giallo le modifiche

Dettagli

Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni

Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni Prerequisiti Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni L opzione Produzione base è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

ATOMS Versione 1.0. Pag. 1 di 18

ATOMS Versione 1.0. Pag. 1 di 18 Accounting Transfer Order Management System Manualle utente Pag. 1 di 18 Indice 1 INTRODUZIONE... 3 2 MENÙ DI AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 3 MENÙ PRINCIPALE... 5 4 FUNZIONI PREVISTE... 6 4.1 Gestione gerarchia

Dettagli

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it)

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Nicola Iarocci 10/05/2010 AMICA IMPORTA Stato del documento: BOZZA Stato del

Dettagli

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico Versione 2.1

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico Versione 2.1 Pag. 1 di 9 Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico Versione 2.1 Interventi sul software RE V. REDAZIONE VERIFICHE ED APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Pensato per un centro di fisioterapia con 8-10 dipendenti, può essere utilizzato in qualsiasi struttura occorre prendere e gestire degli

Dettagli

Guida agli Acquisti in Rete. Il Mercato Elettronico della P.A. - Parte Seconda

Guida agli Acquisti in Rete. Il Mercato Elettronico della P.A. - Parte Seconda luglio 2002 Magazine n 1 0 Guida agli Acquisti in Rete Il Mercato Elettronico della P.A. - Parte Seconda Ottobre 2003 Sommario 1 RICHIESTA D OFFERTA (RFQ)... 3 Premessa... 3 1.1 Descrizione RFQ... 3 1.2

Dettagli

SELENE rel. 2.0.3. Sintesi Principali Modifiche ed Implementazioni

SELENE rel. 2.0.3. Sintesi Principali Modifiche ed Implementazioni SELENE rel. 2.0.3 versione (attuale) aggiornata al 22.05.2015 Sintesi Principali Modifiche ed Implementazioni Monitoraggio rilascio carte d identità cartacee valide per l espatrio (Circolare n.8 del 19

Dettagli

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB L applicazione realizzata ha lo scopo di consentire agli agenti l inserimento via web dei dati relativi alle visite effettuate alla clientela. I requisiti informatici

Dettagli

Accreditamento al SID

Accreditamento al SID Accreditamento al SID v. 3 del 22 ottobre 2013 Guida rapida 1 Sommario Accreditamento al SID... 3 1. Accesso all applicazione... 4 2. Richieste di accreditamento al SID... 6 2.1. Inserimento nuove richieste...

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

SOFTWARESIRIO L E S O L U Z I O N I P E R L A P M I. Contratti di manutenzione, chiamate e interventi

SOFTWARESIRIO L E S O L U Z I O N I P E R L A P M I. Contratti di manutenzione, chiamate e interventi SOFTWARESIRIO L E S O L U Z I O N I P E R L A P M I Contratti di manutenzione, chiamate e interventi A CHI SI RIVOLGE Alle Piccole e Medie Imprese italiane che vogliono gestire in maniera automatizzata

Dettagli

Comunicazione Dichiarazioni di Intento Emesse

Comunicazione Dichiarazioni di Intento Emesse Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0007 Rel.9.1 Comunicazione Dichiarazioni di Intento Emesse COPYRIGHT 1992-2014 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa

Dettagli

Manuale Front-Office Servizio LeMieFatturePA

Manuale Front-Office Servizio LeMieFatturePA Manuale Front-Office Servizio LeMieFatturePA Versione 2.0 Dicembre 2014 1 Sommario 1 Accesso alla applicazione web... 4 1.1 Autenticazione... 4 1.2 Menù e nome utente... 6 2 Profilo utente... 8 2.1 Visualizzazione

Dettagli

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Sommario Installazione dell'aggiornamento... 2 Download...2 Installazione...2 Modulo RGT - Utilizzo e Funzioni... 7 Dati Generali...9 Testatore...10 Atto...12 Atto Di Riferimento...13

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

Fatturazione elettronica Pubblica Amministrazione

Fatturazione elettronica Pubblica Amministrazione Fatturazione elettronica Pubblica Amministrazione * PREMESSA * L'obbligo di fatturazione elettronica si applica a partire dal 06/06/2014 per Ministeri, Agenzie fiscali ed enti nazionali di previdenza e

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

CONTROLLATA. CEO. Programma ECDL. P. Schgör

CONTROLLATA. CEO. Programma ECDL. P. Schgör Pag. 1 di 9 REVISIONI 1 08/10/2009 Prima emissione REVISIONE DATA MOTIVO DELLA REVISIONE REDATTA CONTROLLATA APPROVATA Funzione Responsabile della Funzione Qualità CEO. Programma ECDL Direttore Nome P.

Dettagli