ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO LIA BONELLI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO LIA BONELLI"

Transcript

1 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI/ECONOMIA AZIENDALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO LIA BONELLI

2 L AMBITO DISCIPLINARE DI TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI/ ACONOMIA AZIENDALE STABILISCE CHE: 1. I docenti prevedono un congruo numero di ore per il recupero in itinere e una verifica finale che accerti l eventuale recupero avvenuto, tale recupero può essere attuato alla fine di uno o più moduli a seconda delle necessità del docente e della classe. 2. Per una adeguato raggiungimento delle performance previste nella figura professionale nel percorso dell I&FP si evidenziano le seguenti necessità: Uso di attrezzature d ufficio ( telefono, fax, scanner, fotocopiatrice..) Disponibilità del centralino e degli uffici per attività laboratoriale per accoglienza, gestione dei flussi informativi (disponibilità del personale per effettuare esperienze di lavoro) 3. Nell attività svolte nelle ore di laboratorio si necessita: Programma funzionante di contabilità e del protocollo Proiettore Possibilità di utilizzare la Lim 4. Secondo quanto indicato dalla CM , l ambito disciplinare delibera che negli scrutini intermedi delle classi prime e seconde la valutazione dei risultati raggiunti sia formulata mediante voto unico, delle classi terze, quarte e quinte mediante un voto scritto e uno orale. Si allegano le griglie di valutazione dello scritto e dell orale ( una per il primo biennio, una per il triennio). FIRMA DEI DOCENTI: Barbini Beatrice Bonelli Lia Festeggiato Marianna Ruini Fabrizio Culicchi Antonella Carri Francesco Mangia Walter Roghi Sandra

3 GRIGLIE DI VALUTAZIONE AMBITO DITECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI A) Conoscenza degli argomenti e competenze pratico operative (max. 6 punti) PRIMO BIENNIO GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA ORALE INDICATORE DESCRITTORE Punteggio Punteggio assegnato Complete e approfondite 6 Complete 5 Appropriate 4 Essenziali 3 Parziali e confuse 1,5 Inesistente, rifiuto al confronto 1 B) Capacità di esposizione e di argomentazione (max. 2 punti) C) Capacità di analisi critica, approfondimento e Rielaborazione personale (max. 2 punti) Scorrevole, con proprietà di linguaggio specifico Corretta e lessico adeguato Incerta e scorretta Scorretta, rifiuto al confronto Completa, approfondita, riflessione autonoma Completa ed adeguata Incerta Inesistente 2 1,5 1 0,5 2 1,5 1 0,5 Voto complessivo attribuito./10 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA INDICATORE DESCRITTORE Punteggio Punteggio assegnato Completa e approfondita 4 Completa 3 Essenziale 2 Parziale e confusa 1 Nulla o seminulla 0,5 A) Congruenza con la traccia e conoscenza dei contenuti (max. 4 punti) B) Capacità e consequenzialità logica ed operativa (max. 3 punti) C) Corretta e coerenza numerica della documentazione proposta (max. 3 punti) Ben strutturata Sufficiente Incerta Nulla o seminulla Corretta e completa Corretta Parzialmente corretta Nulla o seminulla , ,5 1 Voto complessivo attribuito./10

4 AMBITO DI TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI/ ECONOMIA AZIENDALE SECONDO BIENNIO A) Conoscenza degli argomenti e competenze pratico operative (max. 6 punti) GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA ORALE INDICATORE DESCRITTORE Punteggio Punteggio assegnato Complete e approfondite 6 Complete 5 Appropriate 4 Essenziali 3 Parziali e confuse 1,5 Inesistente, rifiuto al confronto 1 B) Capacità di esposizione e di argomentazione (max. 2 punti) C) Capacità di analisi critica, approfondimento e Rielaborazione personale (max. 2 punti) Scorrevole, con proprietà di linguaggio specifico Corretta e lessico adeguato Incerta e scorretta Scorretta, rifiuto al confronto Completa, approfondita, riflessione autonoma Completa ed adeguata Incerta Inesistente 2 1,5 1 0,5 2 1,5 1 0,5 Voto complessivo attribuito./10

5 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA INDICATORE DESCRITTORE PUNTEGGIO PUNTEGGIO ASSEGNATO A) Correttezza formale e completezza delle informazioni in riferimento alla traccia B) Competenza nell organizzazione dei casi proposti e capacita di elaborazione logica C) Correttezza e coerenza numerica della documentazione proposta D) Proprieta di linguaggio e correttezza espressiva Complete e approfondite Complete e corrette Essenziali e corrette Parziali e/o confuse Seminulle o nulle Approfondita ed organica Ben strutturata Adeguata Incerta e parziale Nulla o seminulla Corretta e completa Corretta Parzialmente corretta Nulla o seminulla Estremamente scorrevole, con proprietà di linguaggio Corretta grammatic.te e appropriata Non corretta gram.te e poco appropriata Nulla 4 3,5 2, ,5 1 0,5 2 1, ,75 0,50 0,25 Voto complessivo attribuito./10

6 AMBITO DI TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI/ ECONOMIA AZIENDALE CLASSE QUINTA A) Conoscenza degli argomenti e competenze pratico operative (max. 6 punti) GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA ORALE INDICATORE DESCRITTORE Punteggio Punteggio assegnato Complete e approfondite 6 Complete 5 Appropriate 4 Essenziali 3 Parziali e confuse 1,5 Inesistente, rifiuto al confronto 1 B) Capacità di esposizione e di argomentazione (max. 2 punti) C) Capacità di analisi critica, approfondimento e Rielaborazione personale (max. 2 punti) Scorrevole, con proprietà di linguaggio specifico Corretta e lessico adeguato Incerta e scorretta Scorretta, rifiuto al confronto Completa, approfondita, riflessione autonoma Completa ed adeguata Incerta Inesistente 2 1,5 1 0,5 2 1,5 1 0,5 Voto complessivo attribuito./10

7 GRIGLIA DELLA PROVA SCRITTA A) Trattazione della prima parte Peso 50% B) Trattazione della seconda parte. Peso 40% C) Forma espressiva. Peso 10% A B MAX 5 4 Lo svolgimento è: - Esaustivo Aderente alla traccia, con buona articolazione e sintetico al occorrenza - Con articolazione non eccessiva ma rispondente ai punti principali della traccia 4,5 3,5 3,5 2,5 - In linea con i contenuti minimi propri della traccia 2,5 1,5 - Lacunoso e scorretto 1,5 1 - Nullo 1 0,75 c 1 La forma espressiva - Estremamente scorrevole, con proprietà di linguaggio specifico 1 - Corretta grammaticalmente e appropriata 0,75 - Grammaticalmente non corretta e poco appropriata in alcune parti 0,50 - Nulla 0.25 TOTALE

8 AMBITO DI TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI/ ECONOMIA AZIENDALE PRIMO BIENNIO, SECONDO BIENNIO, CLASSE QUINTA GRIGLIA DI VALUTAZIONE TEST TIPOLOGIA PUNTEGGIO VOTO SCELTA MULTIPLA PUNTI 1 Il voto viene calcolato in base alla VERO/FALSO PUNTI0,5 COMPLETAMENTO/COLLEGAMENTO PUNTI 1 DOMANDE APERTE PUNTI2 (vedi griglia) seguente formula: punteggio realizzato dall alunno per numero fisso 8 diviso il punteggio massimo della prova e sommando il numero fisso 2 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE DOMANDE APERTE INDICATORE DESCRITTORE PUNTEGGIO PUNTEGGIO ATTRIBUITO A) Pertinenza alla risposta 0,20 B) Comprensione dei contenuti e completezza delle informazioni C) Correttezza formale e rielaborazione e/o contributo personale Imprecise e superficiali Parziali ma sostanzialmente corrette Essenziali e corrette Complete e corrette Complete, corrette E approfondite Numerosi errori grammaticali e ortografici e/o nessuna rielaborazione Qualche errore grammaticale e ortografici e/o rielaborazione parziale Qualche imprecisione ortografica e/o rielaborazione adeguata Testo corretto, buona rielaborazione 0,20 0,40 0,60 0,80 1 0,20 0,40 0,60 0,80 Voto complessivo attribuito per ciascuna domanda./2

9 PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: PRIME MODULO N. 1 I&FP TITOLO: LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE E DELLE INFORMAZIONI l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale accoglienza ADA U/C 1638 Assicurare una adeguata accoglienza agli ospiti e visitatori dell'azienda (o del settore) presso cui si opera, identificando l'interlocutore ed il motivo della sua visita, fornendo informazioni sulle modalità di accesso, informando i settori/reparti aziendali coinvolti APPRENDIMENTO Conoscenze: Principi di organizzazione e comunicazione aziendale per fornire informazioni sulle modalità di accesso ai reparti aziendali Fondamenti dell attività economica Sistema economico e suoi soggetti Azienda come sistema ed elementi che la compongono Quadro generale delle funzioni aziendali Tipologie di modelli organizzativi Applicare criteri di organizzazione del proprio lavoro nel rispetto delle norme di sicurezza, igiene e salvaguardia ambientale e delle tecniche di riordino degli spazi di lavoro TEMPI 40 ore METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Cooperative learning Problem solving Studio di casi tratti dalla realtà operativa Schemi utili per rafforzare o semplificare concetti Role playing

10 TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Overall test Simulazione individuale di una specifica situazione comunicativa Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza. PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: PRIME MODULO N. 2 I&FP TITOLO: L ORGANIZZAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI l alunno deve SAPER FARE (performance) APPRENDIMENTO Competenze asse storico-sociale Organizzazione di riunioni e trasferte ADA 1642 Definire ed aggiornare il calendario degli appuntamenti, predisporre i supporti organizzativi per la realizzazione di riunioni o eventi aziendali; gestire la prenotazione e l'acquisto di biglietti di viaggio e pernottamenti Conoscenze: Principi di organizzazione e comunicazione aziendale per intrattenere contatti con interlocutori interni ed esterni all impresa Tipologie di servizi per organizzare riunioni ed eventi aziendali Tipologie di servizi per viaggi di affari e trasferte. budget di spesa Il budget Le componenti del budget: costi e ricavi Il budget di spesa: voci di costo Il budget preventivo e consuntivo

11 Allestimento ambiente per eventi e riunioni di lavoro Principali disposizione d aula: a platea con e senza tavolo, circolare, ferro di cavallo, a teatro, tipo informatica, ecc. Principali attrezzature: il videoproiettore, la lavagna a fogli mobili, la lavagna interattiva multimediale, lettori mp3, fotocamera digitale, videocamera digitale, il sistema dipartimentale (fotocopie e scansione dei documenti), ecc. Manutenzione e riparazione di piccoli guasti inerenti l attrezzatura per la didattica Messa in sicurezza dell ambiente Definire ambienti e strumentazioni adeguati per riunioni ed eventi in coerenza con politiche e strategie aziendali Distinguere costi e ricavi a preventivo per la formulazione di budget di riunioni ed eventi di lavoro e trasferte TEMPI Ore 108 METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Cooperative learning Problem solving Studio di casi tratti dalla realtà operativa Schemi utili per rafforzare o semplificare concetti Role playing Didattica laboratoriale utilizzando software specifici nelle ore di compresenza con informatica multimediale TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Overall test Analisi di una situazione relativa al budget di spesa per l organizzazione di una trasferta di lavoro Esercitazione pratica di gruppo: allestire l ambiente di lavoro secondo elementi di una situazione data Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza.

12 PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: PRIME MODULO N. 5 I&FP TITOLO: LA GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE D UFFICIO l alunno deve SAPER FARE (performance) APPRENDIMENTO Competenze asse storico-sociale Registrazione ed archiviazione documenti ADA 1640 Acquisire e registrare in prima nota i documenti contabili e provvedere all'archiviazione; aggiornare schede e tabelle relative a clienti e fornitori; compilare documenti di vendita ed acquisto (ordini, bolle, ricevute, fatture), gestire l'accesso all'archivio dei documenti Conoscenze: Tecniche di archiviazione e classificazione manuali e digitali di documenti e dati Tipologia dei documenti contabili, loro caratteristiche e procedure per l'elaborazione e la registrazione Gli scambi commerciali Caratteri ed elementi del contratto di vendita Contenuto e funzioni degli ordini, delle bolle, della fattura (ad una aliquota IVA), del DDT, della ricevuta fiscale e dello scontrino fiscale Caratteri e presupposti dell IVA Elementi che concorrono ed elementi che non concorrono a formare la base imponibile IVA Adempimenti dei soggetti passivi Contenuto dei registri IVA Modalità con cui si eseguono liquidazioni e versamenti periodici IVA Gli strumenti di pagamento Caratteri dell assegno bancario e circolare Concetti di giroconto, bonifico, disposizioni di incasso Funzioni delle carte di debito e delle carte di credito Caratteri del pagherò e della tratta Modalità di circolazione di assegni e cambiali L archiviazione dei documenti Tecniche di archiviazione e classificazione La corrispondenza: l archiviazione e gestione della posta e dei documenti contabili Adottare procedure per la redazione ed emissione dei documenti di vendita ed acquisto (ordini, bolle, ricevute, fatture) Distinguere gli elementi costitutivi di un documento contabile per le operazioni di

13 archiviazione e registrazione Rintracciare documenti archiviati TEMPI 50 ore METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Cooperative learning Problem solving Studio di casi tratti dalla realtà operativa Schemi utili per rafforzare o semplificare concetti Role playing Didattica laboratoriale utilizzando software specifici nelle ore di compresenza con informatica multimediale Overall test Analisi di una situazione relativa agli strumenti di pagamento. Esercitazioni pratiche relativa a comiplare, registrare ed archiviare i documenti ricevuti e spediti Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza.

14 PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: SECONDE MODULO N. 5 I&FP TITOLO: LA GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE D UFFICIO l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale Registrazione ed archiviazione documenti ADA 1640 Acquisire e registrare in prima nota i documenti contabili e provvedere all'archiviazione; aggiornare schede e tabelle relative a clienti e fornitori; compilare documenti di vendita ed acquisto (ordini, bolle, ricevute, fatture), gestire l'accesso all'archivio dei documenti APPRENDIMENTO Conoscenze: Tipologia dei documenti contabili, loro caratteristiche e procedure per l'elaborazione e la registrazione Fattura a più aliquote IVA Quadro generale della gestione aziendale e delle rilevazioni; (in dettaglio) Il fabbisogno finanziario e i finanziamenti aziendali La gestione aziendale e i suoi aspetti I cicli dell'attività aziendale Il patrimonio nell'aspetto qualitativo e quantitativo Le attività, le passività e il patrimonio netto con relative equazioni patrimoniali L'analisi della struttura del patrimonio Reddito e sua determinazione col procedimento sintetico Costi e ricavi con determinazione del reddito in modo analitico Competenza economica dei costi e dei ricavi Rimanenze di magazzino, ratei, risconti e ammortamenti Regole di registrazione e analisi di semplici fatti di gestione Principali contabilità elementari Applicare tecniche di archiviazione e registrazione di prima nota di documenti contabili anche con l'ausilio di software applicativi specifici TEMPI 135 ore

15 METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Cooperative learning Problem solving Studio di casi tratti dalla realtà operativa Schemi utili per rafforzare o semplificare concetti Role playing Didattica laboratoriale utilizzando software specifici nelle ore di compresenza con informatica multimediale TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Over all test Esercitazione pratica: registrare i documenti contabili Studio di casi Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: SECONDE MODULO N. 6 I&FP TITOLO: LAVORARE IN MANIERA EFFICACE ED IN SICUREZZA l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale Accoglienza Gestione dei flussi informativi ADA 1638 Assicurare una adeguata accoglienza agli ospiti e visitatori dell azienda (o del settore) presso cui opera, identificando l interlocutore ed il motivo della sua visita, fornendo informazioni sulle modalità di accesso, informando i settori/ reparti aziendali coinvolti. ADA1639 Acquisire e registrare la corrispondenza in entrata ed in uscita; gestire la comunicazione in entrata ed in uscita

16 APPRENDIMENTO Conoscenze: Normative di sicurezza, igiene, salvaguardia ambientale del lavoro Procedure e tecniche di monitoraggio e di individuazione e valutazione del malfunzionamento Processi e cicli di lavoro del servizio Sicurezza ambientale e igiene del lavoro Tecniche procedure di valutazione e monitoraggio del servizio Applicare criteri di organizzazione del proprio lavoro nel rispetto delle norme di sicurezza, igiene e salvaguardia ambientale e delle tecniche di riordino degli spazi di lavoro Adottare procedure di monitoraggio e verifica della conformità delle attività a supporto del miglioramento continuo degli standard di risultato TEMPI 40 ore (20 ADA ADA 1639) METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Cooperative learning Problem solving Studio di casi tratti dalla realtà operativa Schemi utili per rafforzare o semplificare concetti Role playing TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Over all test Studio di casi riguardante la sicurezza nei luoghi di lavoro Esercitazione pratica: predisposizione ceck list per valutazione e monitoraggio del servizio Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza.

17 PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: TERZE MODULO N. 1 I&FP TITOLO: LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE E DELLE INFORMAZIONI l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale Gestione dei flussi informativi ADA 1639 Acquisire e registrare la corrispondenza in entrata ed in uscita; gestire la comunicazione in entrata ed in uscita APPRENDIMENTO Conoscenze: Le diverse tipologie della documentazione d ufficio La documentazione d ufficio : tipologie di testi e loro caratteristiche Distinguere gli elementi identificativi delle comunicazioni in entrata per lo smistamento ed Applicarli a quelle in uscita TEMPI 10 ore METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Cooperative learning Studio di casi tratti dalla realtà operativa Altre tipologie metodologie

18 TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Over all test Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza. PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: TERZE MODULO N. 4 I&FP TITOLO: LE ATTREZZATURE D UFFICIO l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale Gestione dei flussi informativi ADA 1639 Acquisire e registrare la corrispondenza in entrata ed in uscita; gestire la comunicazione in entrata ed in uscita APPRENDIMENTO Conoscenze: Caratteristiche delle attrezzature d'ufficio (fax, fotocopiatrice, scanner, ecc.) Le principali attrezzature d ufficio: caratteristiche, modalità d uso e di manutenzione Utilizzare i mezzi per il ricevimento e la trasmissione di comunicazioni interne ed esterne all'ufficio: telefono, fax, TEMPI 20 ore METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Problem solving Role playing

19 TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Overall test Esercitazione pratica Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza. PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: TERZE MODULO N. 5 I&FP TITOLO: LA GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE D UFFICIO l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale Registrazione ed archiviazione documenti Organizzazione di riunioni e trasferte ADA 1640 Acquisire e registrare in prima nota i documenti contabili e provvedere all'archiviazione; aggiornare schede e tabelle relative a clienti e fornitori; compilare documenti di vendita ed acquisto (ordini, bolle, ricevute, fatture), gestire l'accesso all'archivio dei documenti ADA 1642 Definire ed aggiornare il calendario degli appuntamenti, predisporre i supporti organizzativi per la realizzazione di riunioni o eventi aziendali; gestire la prenotazione e l acquisto di biglietti di viaggio e pernottamenti APPRENDIMENTO Conoscenze: Tipologia dei documenti contabili, loro caratteristiche e procedure per l'elaborazione e la registrazione Tecniche di archiviazione e classificazione manuali e digitali di documenti e dati Principi di organizzazione e comunicazione aziendale per intrattenere contatti con interlocutori interni ed esterni al'impresa

20 Tipologie di servizi per viaggi d'affari per organizzare riunioni e trasferte Regole del funzionamento della partita doppia applicata al sistema del patrimonio e del risultato economico Software applicativi specifici per la gestione delle operazioni d'esercizio. La gestione degli eventi: riunioni e trasferte L organizzazione di viaggi: itinerari, mezzi di trasporto, alloggi, check list, presentazione delle variabili di viaggio fra cui scegliere, visti, valute Adottare procedure per la redazione ed emissione dei documenti di vendita ed acquisto (ordini bolle, ricevute, fatture) Distinguere gli elementi costitutivi di un documento contabile per le operazioni di archiviazione e di registrazione Rintracciare documenti archiviati Adottare procedure per l organizzazione di trasferte e la prenotazione di biglietti di viaggio e pernottamenti TEMPI 135 ore (35 ADA ADA 1642) METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Cooperative learning Problem solving Studio di casi tratti dalla realtà operativa Schemi utili per rafforzare o semplificare concetti Role playing TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Over all test Esercitazione pratica: : registrare i documenti contabili; Organizzazione di una trasferta di lavoro tenendo in considerazione un budget data Studio di casi Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza.

21 PROGRAMMAZIONE PER A.S 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE CLASSI: TERZE MODULO A ISTRUZIONE TITOLO: LA COMUNICAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale Svolgere attività connesse all attuazione delle rilevazioni aziendali con l utilizzo di strumenti tecnologici e software applicativi del settore. Contribuire alla realizzazione delle attività funzionali alle diverse fasi della vita aziendale; operare nel sistema informativo aziendale; analizzare contabilmente le operazioni e rilevarle nei sottosistemi contabili; utilizzare software specifico di settore. APPRENDIMENTO Conoscenze: Adempimenti che regolano l avvio dell attività d impresa; inventario di costituzione Classificazione dei fattori produttivi e natura dei conti; caretteri della funzione di marketing Classificazione delle operazioni di vendita nell ambito della gestione caratteristica, accessoria e straordinaria Principali tipologie di finanziamento bancario; primi elementi di amministrazione del personale; liquidare e versare l IVA; Concetto di competenza economica e manifestazione finanziaria; classificazione delle operazioni di assestamento Software specifici di settore La nascita dell impresa L acquisto dei fattori produttivi Le vendite di beni e le prestazioni di servizi Altre operazioni di gestione Le scritture di assestamento Redige le scritture in P.D. relative alla costituzione di un impresa individuale Redige le scritture in P.D. relative agli acquisti e al regolamento delle relative fatture Redige le scritture in P.D. relative alle vendite e al regolamento delle relative fatture Redige le scritture in P.D. relative agli assestamenti di fine esercizio. TEMPI 69 ore METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP Cooperative learning Problem solving

22 privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Studio di casi tratti dalla realtà operativa Schemi utili per rafforzare o semplificare concetti Role playing TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Over all test Esercitazione pratica: registrazioni contabili Interazioni docente/discente Campo da compilare a fine anno Si allegano un set di prove di verifica per l acquisizione della competenza.

23 PROGRAMMAZIONE PER a.s. 2013/2014 AMBITO DISCIPLINARE: ECONOMIA AZIENDALE ORDINE DI SCUOLA: PROFESSIONALE INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI GESTIONE AZIENDALE CLASSI: QUARTE MODULO 1 TITOLO: LE FONTI DI FINANZIAMENTO DELL'IMPRESA l alunno deve SAPER FARE (performance) Competenze asse storico-sociale Interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali Riconoscere e distinguere le diverse caratteristiche delle società di persone e delle società di capitali Individuare un'azienda ben capitalizzata ed equilibrata da un'azienda sotto capitalizzata e squilibrata APPRENDIMENTO Conoscenze: Forme giuridiche delle imprese con particolare riferimento alle s.n.c e s.p.a Fabbisogno finanziario e fonti di finanziamento aziendale La struttura finanziaria e le fonti di finanziamento dell'impresa I finanziamenti di capitale proprio L'autofinanziamento I finanziamenti di capitale di debito I prestiti obbligazionari Individuare le forme giuridiche aziendali funzionali all'idea imprenditoriale Individuare le fonti di finanziamento adeguate alle esigenze aziendali TEMPI Ottobre-gennaio METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Esercitazioni applicative Analisi di casi concreti Problem solving

24 TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Esercitazioni Domande aperte, Trattazione sintetica Campo da compilare a fine anno MODULO N. 2 TITOLO: LA GESTIONE DEI PROCESSI D'ACQUISTO, LOGISTICA, PRODUZIONE E VENDITA l alunno deve SAPER FARE (performance) APPRENDIMENTO Competenze asse storico-sociale Interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali Interagire nell'area della logistica e della gestione del magazzino con particolare attenzione alla relativa contabilità Individuare il livello di riordino Valorizzare gli scarichi di magazzino con il metodo LIFO, FIFO e CMP Conoscenze: La contabilità del magazzino Il magazzino e la sua organizzazione La scheda di magazzino La gestione dei processi d'acquisto La logistica e la gestione del magazzino La gestione del processo delle vendite Calcolare gli scarichi di magazzino con il metodo LIFO, FIFO e CMP Elaborare i documenti amministrativi e contabili connessi all'attività di acquisto, vendita e logistica TEMPI Febbraio-marzo

25 METODOLOGIA (per tutte le classi e in particolare per I&FP privilegiare didattica laboratoriale ). Altre tipologie metodologie Esercitazioni applicative Analisi di casi concreti Problem solving TESTO DI COMPITO E MODALITÀ DI VERIFICA Per i criteri di valutazione si rimanda alla griglia allegata Esercitazioni Domande aperte Trattazione sintetica Campo da compilare a fine anno MODULO N. 3 TITOLO: LA COMUNICAZIONE E IL MARKETING l alunno deve SAPER FARE (performance) APPRENDIMENTO Competenze asse storico-sociale Interagire nell'area della gestione commerciale per le attività relative al mercato e finalizzate al raggiungimento della customer satisfaction Individuare e motivare gli elementi del marketing mix sui quali far leva per ottenere la soddisfazione e la fedeltà del cliente Conoscenze: La pianificazione di marketing Le ricerche di mercato La soddisfazione dei clienti Le leve del marketing mix La comunicazione aziendale Il processo di marketing Le leve di marketing mix Individuare gli effetti delle strategie di marketing sul mercato Utilizzare le leve di marketing Applicare le procedure di della customer satisfaction TEMPI Aprile-maggio METODOLOGIA Lezione interattiva, problem solving

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria FINANZA AZIENDALE Lezione n. 3 Le determinanti della dinamica finanziaria 1 SCOPO DELLA LEZIONE Comprendere i principali fenomeni in grado di influenzare la dinamica finanziaria aziendale Sviluppare un

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA

Dettagli

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA La presenza di un biennio COMUNE offre la possibilità, di potere scegliere il successivo triennio al termine del secondo anno con maggiore consapevolezza e convinzione!

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Strumee nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Giorgia Lorenzato 2011 by Mondadori Education S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.mondadorieducation.it

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Analisi di Bilancio per indici

Analisi di Bilancio per indici Analisi di Bilancio per indici L analisi di bilancio è una attività complessa svolta con utilizzazione di tecniche prevalentemente quantitative di elaborazione dei dati, con cui si effettuano indagini

Dettagli

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007)

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007) STUDIO MINTO Associazione Professionale Commercialisti Revisori Contabili Consulenza del Lavoro Mirano (VE) Telefono 041/5701020 CIRCOLARE INFORMATIVA n. 16 Giugno 2007 STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli